Sei sulla pagina 1di 2

IN PRIMO PIANO La farmacia interna

Lattivit fisica un antinfiammatorio


Ecco come regola il sistema immunitario
Alessandro Pejrano Romero Psicologo Clinico e Tecnico di Laboratorio Biochimico, socio SIPNEI Lombardia
noto che chi fa attivit fisica regolare si ammala di meno. Le ragioni scientifiche e i meccanismi fisiologici
che la sottendono sono tuttavia per lo pi ignorati dagli stessi professionisti della salute

interesse della Psicologia dello Sport per lattivit fisica si


storicamente centrato sulla valutazione delle funzioni cognitive, sulle
prestazioni dellatleta e la preparazione mentale nella pratica agonistica.
La prospettiva psiconeuroendocrinoimmunologica introduce invece nel
panorama scientifico contemporaneo un elemento di novit assoluto, che
consente di estendere i confini dellanalisi clinica, evidenziando aspetti
fino a pochi anni fa sconosciuti nella relazione tra salute e attivit motoria.

IL-6 determinavano la liberazione dellInterleuchina-1Ra (importante


regolatore dellinfiammazione), della IL-10 (proteina anti-infiammatoria)
e della sTNF-R (che inibisce il TNF-alfa).
Levidenza scientifica delle scoperte danesi colloc definitivamente
lesercizio fisico moderato nel ventaglio delle attivit comportamentali
promosse dalla Psicologia della Salute come preventive di specifiche
patologie. Sebbene le correlazioni tra citochine e Sistema Immunitario
siano ancora oggetto di importanti ricerche internazionali, assodata
limportanza che ricopre la IL-6 prodotta nel corso dellesercizio motorio

Dai muscoli le miochine


Nel corso degli anni novanta un gruppo di ricerca danese dimostr che
la sollecitazione muscolare induceva le
cellule dei muscoli, i cosiddetti miociti,
Pro -Infiammatory
Anti-Infiammatory
IL-6
a produrre delle citochine che presero
poi il nome di miochine. Linteresse
si spost sullInterleuchina-6 (la IL6), coinvolta nei processi infiammatori
IL-1ra
TNF
IL-10
TNF-R
e quindi nellattivazione dellasse
ipotalamo-ipofisi-surrene. Si conosceva
il ruolo pro-infiammatorio di questa
proteina, prodotta sotto stimolazione
della IL-1 e del temuto TNF (Fattore
di Necrosi Tumorale), tuttavia, non
Sepsis
era chiaro quale ruolo positivo potesse
avere nella promozione della salute
dellindividuo essendo essa stessa un
Anti-Infiammatory
marker infiammatorio.
IL-6
Le indagini sperimentali dei ricercatori
di
Copenaghen
evidenziarono
come
lInterleuchina-6
seguisse
IL-1ra
una via biologica differente da
IL-10
quella gi conosciuta di attivazione
dellinfiammazione.
Fu cos dimostrato che la citata proteina
induceva una risposta assai diversa,
nello specifico anti-infiammatoria,
Excercise
quando liberata nel corso di un
esercizio fisico non intenso.
Fonte: Neil P.Walsh et al. Position StatementPart one: Immune function and exercise EIR 17 2011 - position statement
part 1
Si osserv, cos, che la contrazione
Paragone tra laumento delle citochine circolanti indotto da uninfezione (sopra) e dallattivit fisica (sotto). Durante
delle fibre muscolari scheletriche
linfezione c un marcato incremento nella circolazione di TNF-alfa, che seguito da un aumento di IL-6. Invece
e il conseguente rilascio massiccio di
durante lattivit fisica, il marcato incremento di IL-6 non preceduto dallaumento di TNF-alfa
12

PNEI NEWS | n. 2 Marzo Aprile 2012

non solo per lattivazione dei processi anti-infiammatori.


Nello specifico lInterleuchina-6 stimola indirettamente la sintesi del
mannosio, uno zucchero semplice che rientra nella composizione di
glicoproteine che si ritrovano naturalmente in talune mucose. Questo
zucchero sembrerebbe svolgere un importante ruolo di prevenzione verso
alcune infezioni batteriche causate da microrganismi dotati di fimbrie
(filamenti diffusi sulla parete batterica dei Gram-negativi con lo scopo di
aumentare ladesivit del germe alle mucose). Il mannosio sembrerebbe
ostacolare la patogenesi impedendo alle fimbrie di attaccarsi al substrato,
ovvero alla mucosa, in particolar modo nelle infezioni urinarie indotte
dallEscherichia Coli.
Parallelamente alla funzione ostacolante che lesercizio fisico mantiene
verso i processi pro-infiammatori ed infettivi, un regolare e moderato
allenamento oltre che presentare una significativa risposta contro
i disturbi associati alla Sindrome Metabolica (aterosclerosi, sovrappeso,
diabete, colesterolo, etc) grazie al ruolo dellIL-6 nella stimolazione del
catabolismo lipidico, presenta un ruolo estremamente importante nella
regolazione dellumore.
Questa funzione intimamente psicologica si rafforza laddove lattivit fisica
si esplica in contesti di gruppo, attraverso i cosiddetti sport di squadra,
nei quali la relazione interpersonale costituisce una pedina del gioco stesso.
Le vie parallele che vanno dallo sport alla salute
Alla luce di quanto detto lattivit sportiva moderata produce un beneficio
alla salute dellindividuo di estremo interesse scientifico, attraverso diverse
vie parallele:
t"UUSBWFSTPMBQSPEV[JPOFEJPSNPOJGPOEBNFOUBMJDPNFJM5FTUPTUFSPOF
e di citochine, quale la IL-6 e la successiva cascata biochimica
antinfiammatoria (IL-1Ra, IL-10, sTNF-R).
t "UUSBWFSTP JM NJHMJPSBNFOUP EFMMB WBTDPMBSJ[[B[JPOF EFHMJ PSHBOJ
e lossigenazione dei tessuti, una migliore elasticit muscolare e mobilit
articolare. Inoltre lattivit fisica costituisce una forma di prevenzione
nellinvecchiamento dello scheletro. Lo sviluppo e il mantenimento della
massa ossea infatti correlato alla forza muscolare esercitata, in particolar
modo negli esercizi di potenziamento, che coinvolgono i muscoli che
si inseriscono nelle ossa lunghe. Lenergia liberata dallattivit fisica stimola
gli osteoblasti che portano a depositare calcio nella matrice ossea. Il dato
assume importanza nella prevenzione della demineralizzazione ossea
in post-menopausa.
t.FEJBOUFMBVNFOUPEFMGBUUPSFOFSWPTPEJEFSJWB[JPOFDFSFCSBMF #%/'

che sembrerebbe possedere unazione neurotrofica e di stimolazione della
plasticit encefalica. A tal riguardo le recenti scoperte del cileno Fernando
Gomez-Pinilla dellUniversit della California (Ucla) hanno mostrato
che il BDNF risulterebbe aumentato nella zona ippocampale nei soggetti
che mantengono una regolare attivit fisica ed una dieta ricca di acidi
grassi essenziali, nello specifico di DHA. Lazione esercitata dal BDNF
proprio sullIppocampo spiegherebbe la correlazione tra attivit motoria
e migliori performace cognitive, in primis quelle mnemoniche. Questa
cornice psicobiologica si caratterizzerebbe da una maggiore densificazione
delle connessioni sinaptiche e ad una probabile funzione di neurogenesi.
Il DHA, inoltre, sembrerebbe presentare unimportante funzione
metabolica poich in grado di stimolare le attivit mitocondriali e lutilizzo
del glucosio, riducendo in questo modo lo stress ossidativo.
t .FEJBOUF VOBVNFOUBUB WJUB SFMB[JPOBMF  DIF TJ SBPS[B OFMMF BUUJWJU
sportive condivise (gioco di squadra, ginnastica di gruppo nella Terza Et

PNEI NEWS | n. 2 Marzo Aprile 2012

e altre) con le relative ricadute positive nella cognizione, nellattribuzione


di significato alle cose, nella percezione della propria immagine corporea e
nellelaborazione emotiva degli eventi.
Physical Inactivity
Visceral fat accumulation
Chronic Systemic Inflammation
Insulin Resistance, Atherosclerosis, Neurodegeneration, Tumour growth

Type 2 diabetes

Breast cancer

Colon cancer

Cardiovascular
Diseases
Depression

Dementia

Fonte: Neil P.Walsh et al. Position StatementPart one: Immune function and
exercise EIR 17 2011 - position statement part 1

Aspetti che rendono lattivit fisica un elemento comportamentale


di prima importanza nella pianificazione di uno stile di vita sano,
le cui ricadute psicobiologiche e fisiologiche non possono essere ignorate,
anche nella prospettiva di pianificare unattivit sportiva mirata al singolo
soggetto in modo da escludere pratiche che possano produrre effetti
stressanti, come quelle particolarmente intense che provocano picchi
significativi di cortisolo.
GLOSSARIO
IL-1: una citochina molto importante nella sequenza proteica
che stimola linfiammazione.
TNF: una citochina prodotta da diverse cellule, tra cui quelle del
fegato e del Sistema Immunitario, come i linfociti o le cellule NK. Svolge
un ruolo complesso perch si attiva per ragioni diverse, dallinfezione,
alla presenza di cellule tumorali o in patologie demielinizzanti come
la Sclerosi Multipla.
sTNFR: recettore solubile del TNF
IL-1Ra: una molecola che disattiva il recettore della IL-1, bloccando
in questo modo il processo infiammatorio.
IL-10: una citochina coinvolta nella sequenza biochimica dei
processi anti-infiammatori, giacch antagonista delle Interleuchine
pro-infiammatorie come la IL-1 o il TNF.
Riferimenti bibliografici:
Bottaccioli F. Il sistema immunitario: la bilancia della vita. Tecniche
Nuove, Milano 2008.
Brandt C., Pedersen BK, The role of exercise-induced myokines in
muscle homeostasis and the defense against chronic diseases. J Biomed
Biotechnol.2010;2010:520258
Gomez-Pinilla F., The combined effects of exercise and foods in preventing
neurological and cognitive disorders. Preventive-Medecine 2011 Jun 1;52
Suppl 1:S75-80.
Ramn Surez G., Sistema Neuroendocrino y actividad fsica. Universidad
de Granada. http://viref.udea.edu.co/contenido/menu_alterno/apuntes/ac23sistemaNE.pdf
Uhlenbruck G., Lo sport. Un importante sostegno al sistema immunitario.
La Medicina Biologica, luglio/settembre 2003 p. 21

13