Sei sulla pagina 1di 1

46 Norme & tributi

Il Sole 24 Ore
Venerd 6 Giugno 2014 - N. 153

FISCO

www.quotidianofisco.ilsole24ore.com

Fisco e immobili. Il Senato ha dato il via libera al nuovo calendario che oggi verr riconfermato da un decreto legge

Per la Tasi date ancora libere

Molte delibere comunali continuano a indicare scadenze diverse da quelle nazionali


Giuseppe Debenedetto
Gianni Trovati

Con il via libera al Senato


del decreto Irpef diventa praticamente definitivo il nuovo calendariodellaTasi,chesarrafforzato oggi da un decreto legge "parallelo" in cui si riproduce lemendamento approvato
in commissione e inserito nel
maxi-emendamento votato ieri. Oggi, quindi, le regole nazionali impongono il pagamento
dellacconto Tasi solo nei 2.181
Comuni (un quarto del totale,
in larga parte al Nord; si veda
anche Il Sole 24 Ore del 1giugno)chehannodeliberatolealiquote entro il 23 maggio, e rimandanola scadenza al 16ottobre negli altri Comuni: se le delibere mancheranno allappello anche il 10 settembre prossimo, sipagher ad aliquota standard(1permillesenzadetrazioni) ma stando attenti, sugli immobili diversi dallabitazione
principale,a nonsuperareil tetto massimo del 10,6 per mille
nella somma di Imu e Tasi.
Una "soluzione", questa, che
imponeaicontribuentidicalcolarsi da soli lacconto standard
sugli altri immobili a seconda

dellaliquota Imu comunale, e


chenelcasodiabitazioniprincipali rischia di far versare soldi
nondovutise ilComunedovesse poi decidere detrazioni.
In ogni caso,il calendarionazionale continua a essere
"smentito" dalle delibere di
molti Comuni. A Bari si deciso di rimandare tutto al 16 dicembre, ad Ancona lappunta-

IL QUADRO

Nel nuovo provvedimento


rinvio al 16 ottobre
negli enti senza aliquota
Rischio acconti standard
se il ritardo si allunga
mento stato fissato al 16 settembre, a Venezia si scelto il
21 luglio, in altri Comuni il 16 luglio oppure date ancora diverse. Che cosa succede in questi
casi? Nella gerarchia delle fonti,ovviamente lalegge nazionale"supera"ladeliberadelconsiglio comunale (tanto pi che il
salva-Roma ter e il decreto
Irpefsono intervenutia cancellare la "libert di data" prima

concessa ai Comuni dalla legge


di stabilit. In generale, per, i
Comuni possono richiamarsi
alla loro autonomia impositiva (articolo 52 del Dlgs
446/1997), che non stata
espressamentelimitatadalleregole sulla Tasi e pu sostenere
decisioni considerate "a favore" dei contribuenti.
Pi delle discussioni in punta di diritto, per, ai contribuenti alle prese con il dedalo
delle regole sul nuovo tributo
utile fare qualche considerazione "pratica".
A differenza dellImu, che
sugli immobili di categoria D
"gira" ancora allo Stato il gettito prodotto dallaliquota standard, la Tasi unentrata solo
comunale, per cui il mancato
incasso impatta esclusivamente sulle casse locali; e se il Comune,pur avendo gi deliberato le aliquote, ha deciso una data successiva rispetto al 16 giugno, difficilmente contester
il mancato pagamento a chi
aspetta la data indicata dalla
delibera locale per presentarsi
alla cassa. Insomma, oltre alle
aliquote il caso che contribuenti e professionisti cerchi-

In sintesi
01 | LA PROROGA
SELETTIVA
Nel decreto Irpef che ha
ottenuto ieri il primo voto
del Senato, e nel decreto Tasi
che il Governo si appresta a
varare oggi, si rimanda al 16
ottobre il pagamento
dellacconto Tasi nei Comuni
che non hanno deliberato
entro il 23 maggio e si sono
visti pubblicare entro il 31
maggio la delibera dal
dipartimento Finanze
02 | LE DATE COMUNALI
Molti Comuni hanno previsto
nelle loro delibere date per
lacconto Tasi differenti
rispetto a quelle previste dal
calendario nazionale. La
legge nazionale
"superiore" alla delibera, ma
la Tasi unentrata
esclusivamente comunale e
di conseguenza i Comuni che
hanno deciso date diverse
non dovrebbero contestare il
mancato pagamento alla
scadenza nazionale

no nelle delibere anche le date


decisedai diversi Comuni, perch la libert di data prevista
dalla legge di stabilit 2014 ha
ormai prodotto i propri effetti
e le regole nazionali non sembrano in grado di cancellarli.
Nel frattempo, le risposte alle domande frequenti diffuse mercoled dal dipartimento
Finanze (si veda Il Sole 24 Ore
di ieri) hanno chiarito diverse
importanti questioni interpretative, ma rimangono ancora
nodi da sciogliere. Uno, molto
diffuso, riguarda lindividuazione del soggetto passivo della Tasi in presenza del nudo
proprietario e dellusufruttuario. Sul punto va detto che, diversamente dallImu, manca
nella disciplina della Tasi
lelenco dei soggetti passivi. Il
problema pu essere affrontato attraverso la norma sulla detenzione temporanea (comma
673 legge 147/13), che non fa riferimento al nudo proprietario ma al possessore "a titolo di
propriet, usufrutto, uso, abitazione e superficie". Pertanto,
tra i due soggetti, paga la Tasi
solo lusufruttuario.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL CASO

Bologna scivola
sui precompilati

ologna ci ha provato, a
tradurre in pratica lidea del
bollettino precompilato che
le regole nazionali della Tasi
avevano promesso a tutti i
contribuenti. Lesperimento,
per, non sembra riuscito in
pieno: anche se la macchina
amministrativa di Palazzo
dAccursio tra quelle di punta,
e anche se a Bologna si paga la
Tasi solo sullabitazione
principale, i commercialisti
locali hanno lanciato lallarme
sui bollettini sbagliati,
confermato da
Ape-Confedilizia. Dal Comune
parlano di casi limitati, e
lanciano anche un numero
verde per aiutare i contribuenti,
ma la polemica divampata:
con la richiesta di commercianti
e professionisti, ovvia ma
inascoltata dal Senato, di
rimandare le scadenze per tutti i
Comuni. (G.Tr.)

Il Forum online. Le risposte ai quesiti

Molti Comuni hanno deliberato


unaliquota diversa per le abitazioni principali rispetto agli altri
immobili. Gli alloggi affittati,
per i proprietari sono altri immobili, mentre per gli inquilini
possono essere abitazioni principali. Come si calcola la Tasi?
Limporto complessivo
del tributo va determinato
con riferimento alle condizioni del titolare del diritto reale e
successivamente ripartito tra
questultimo e loccupante sul-

labase delle percentuali stabilite dal Comune. Allinquilino va


quindi applicata laliquota prevista per gli altri fabbricati, dal
momento che la definizione di
abitazioneprincipale collegata al solo proprietario e non
anche alloccupante dellimmobile. In conclusione la Tasi va
calcolatain base allaliquota degli altri fabbricati.

Cos la divisione
fra comproprietari
Mia moglie proprietaria (al

Tutti gli strumenti


per affrontare
lemergenza

ul sito del Sole 24 Ore


(www.ilsole24ore.
com) il dossier
Imu-Tasi: tutte le regole
per pagare offre un aiuto a
360 gradi ai contribuenti
che in questi giorni sono
alle prese con le scadenze.
Sul versante del nuovo
tributo sui servizi
indivisibili dei Comuni, il
primo elemento da
conoscere rappresentato
dalle decisioni dellente,
perch se la delibera non
stata pubblicata entro il 31
maggio dal dipartimento
Finanze lacconto non va
versato entro il 16 giugno.
Nel dossier, di conseguenza,
presente un
cerca-delibere, che
consente di trovare la
delibera del proprio Comune

o, se il Comune non ha
deliberato, avvisa che il
proprietario "libero" dalla
scadenza di giugno. La
funzione consente la ricerca
per Regione e per Provincia.
In tutti i Comuni per
dovuta lImu sulle abitazioni
principali di lusso e su
tutti gli altri immobili: nel
dossier sono presenti due
calcolatori, uno per lImu e
laltro per la Tasi, che
consentono di calcolare il
dovuto a seconda del
Comune e della tipologia di
immobile.
Il dossier viene aggiornato
quotidianamente con le
novit e le analisi degli
esperti del Sole 24 Ore.
www.ilsole24ore.com/sosimutasi

Lo speciale online. La schermata sul dossier dedicata a Imu e Tasi

I comproprietari pagano pro quota


Aliquota ordinaria
sugli alloggi affittati

Il dossier del Sole 24 Ore

50%),diunimmobileA/7chedivide con la sorella. La sorella usa


questo immobile come abitazione
principale. In questo caso mia mogliedovrpagarelImu al50%comesecondacasa, e lasorella laTasi al 50% come abitazione principale? Questa abitazione ha anche
una pertinenza C/2 e una C/6?
Ilcomproprietariocheadibisce il fabbricato ad abitazione principale (e relative pertinenze) paga solo la Tasi. Laltrocomproprietario,invece,paga lImu e anche la Tasi qualora
ilComuneabbiaprevistounaliquotaanche pergliimmobili di-

versi dallabitazione principale. Ciascuno corrisponder le


relative imposte per le rispettive quote di propriet.

Ai coniugi assegnatari
lobbligo di pagare
A seguito di separazione coniugale,se lexconiuge non dovessepagare la Tasi, il Comune potr rifarsi, in ultima soluzione, sul titolare
dellimmobile dato che lex coniuge non ha alcuna propriet?
Il ministero dellEconomia
sostiene, nelle Faq pubbli-

cateil4giugno,cheancheinTasi il coniuge assegnatario


dellabitazione sia titolare di un
dirittorealeeconseguentemente la Tasi dovuta solo da questi, fermo restando che nulla
dovuto per lImu.

La rendita rivalutata
vale dallanno dopo
La rendita catastale della seconda
casa che possiedo stata rivalutata da questanno. Per calcolare
laccontodevo considerare il50%
di quanto pagato lo scorso anno o
il 50% del nuovo importo?
La rendita rivalutata nel
corso dellanno esplica i
suoi effetti dal 1 gennaio
dellanno successivo. Il mini-

stero dellEconomia, nelle Faq


relative alla mini-Imu ed alla
Tares del 20 gennaio 2014, precisa che larticolo 13, comma 4
del Dl n. 201 del 2011 prevede
espressamente che per questi
fabbricati il valore costituito da quello ottenuto applicando allammontare delle rendite
risultanti in catasto, vigenti al
1gennaio dellanno di imposizione, rivalutate del 5 per cento
ai sensi dellarticolo 3, comma
48, della legge 23 dicembre
1996, n. 662" i diversi moltiplicatori stabiliti per lImu. Dalla lettura di questa disposizione si ricava che lacconto deve
essere effettuato tenendo conto della rendita vigente al 1
gennaio 2014.
RIPRODUZIONE RISERVATA

.com

IN RETE

Ancora aperto il forum


con i quesiti dei lettori
apertoilForumacuiilettori
possonoinviarequesitisuImue
Tasisuabitazioneprincipale,

secondecase,altriimmobili,
terreniagricoliepagamenti.Le
risposteaiquesitiarriverannoda
MaurizioBonazzi,MassimoDe
Angelis,GiuseppeDebenedetto,
NicolaForte,SiroGiovagnoli,
AntonioIovine,LuigiLovecchio,
PasqualeMirto,EmanueleRe,
StefanoSetti,GianPaoloTosonie
dagliespertidiAgefis,
Associazionedeigeometri
fiscalisti,AlbertoBonino,Gianni
Marchetti,MircoMioneSonia
Scagnolari
www.ilsole24ore.com/sosimutasi