Sei sulla pagina 1di 6

Diarrea Acuta

Perdita di acqua, con feci, superiore a 10ml/kg/die e di


durata inferiore a due settimane
diarrea acuta infettiva: principali agenti responsabili:
rotavirus-salmonelle shigelle-stafilococco-e.coli-yersinia
enterocolitica- campylobacter euni- entamoeba
histolitica- giadia lambia
ecce!ionalmente: calcivirus- minirotavirus-,klebsiella-
pseudomonas- clostridiumperfrigens- miceti
Patogenesi diarrea da rotavirus:
1. rotavirus giunti nel lume intestinale penetrano nelle
cellule di superficie dei villi
". le cellule mature distrutte sfaldano nel lume.#a ini!io
intensa attivit$ rigeneratrice nelle cripte
%.il villo, ricoperto dalle cellule di tipo criptico non & in
grado di digerire ed assorbire lattosio e partecipa
anch'esso all'attivit$ propria delle sole cripte riversando
nel lume intestinale elettroliti ed acqua e contribuendo
alla diarrea
Patogenesi diarree infettive batteriche:
( batteri invasivi )salmonelle - shigelle- *.+oli- penetrano
all'interno del colon e dell'ileo provocando un danno
morfologicoemissione sangue , muco e leucociti con le
fecidiarrea--malassorbimento nell'ileo di nutrienti
e per la secrezione di elettroliti ed acqua in altre
parti del tenue
,atteri enterotossigeni ) vibriocolera- nel digiuno-
Diarree parenterali: otiti infettive- infe!ioni vie aeree-
(./- meningiti ecc0patogenesi 11
Diarree acute da farmaci: antibiotici ) ampicilline-
clindamicina-aminoglucosidici-cefalosporine- eritrocina
ecc0-
2lla base vi & il pi3 delle volte una colite aspecifica
indotta da clostridium difficile
Diarree acute come sintomo di malattie metaboliche
(perplasia surrenalica con perdita di sali
(ntolleran!a ereditaria fruttosio
4irosinosi
Precoma diabetico
Diarree acute da malattie di interesse chirurgico
2ppendicite-invagina!ione-stenosi ipertrofica
del piloro
m. di #irschsprung
Diarree acute di origine alimentare(oltre alla IPL-
!eliachia- deficit di lattasi"
(peralimenta!ione formule concentrate
Passaggio latte materno a latte artificiale
(ntrodu!ione nuovi cibi
Approccio pratico al bambino con Diarrea Acuta
# necessario il ricovero$
come intervenire sulla dieta$
quali farmaci utilizzare$
%uando ricoverare:
1. perdita di peso 5 6 7 al 108
". grave disidrata!ione
%. tossicosi o shock
9. convulsioni ) ipernatremia1-
:. sangue macroscopico feci
;. vomito incoercibile )aumento carico soluti ed incapacit$
del lattante di conservare acqua
&rattamento ambulatoriale domiciliare della
diarrea acuta
+ardine del trattamento: rapida reidrata!ione
1. sospendere il latte ) non quello materno-
". somministra!ione orale solu!ioni glucosio ed elettroliti
a volont$
%. se la diarrea non & profusa e la disidrata!ione lieve
proseguire con i normali pasti solidi
9. se la disidrata!ione & di grado medio e/o la la diarrea
molto profusa nelle prime "9 ore solu!ioni reidratanti
rityornando ai pasti solidi in 1-" gg. <opo "-% gg
ripresa del latte )utile il clintest- necessario il
controllo giornaliero del peso-
'tilizzare terapia farmacologica$
/n'analisi attenta e ra!ionale del problema fa
comprendere come pochi siano i casi che ne necessitano
antibiotici: solo nei casi di diarree parenterali da
infe!ioni
antiperistaltici: oppiacei )loperamide-
atropina e altri anticolinergici
(' auspicabile un effetto depressore della peristalsi
intestinale nella diarrea auta$'
)*
1. Pericolo di mascherare le perdite idriche
". =on & dimostrato che la peristalsi sia alla base della
diarrea acuta
%. ( suddetti farmaci sono poco maneggevoli-vi & un
ristretto intervallo tra dose terapeutica tossica ed
effetti collaterali anche gravi
=on sono raccomandabili nelle diarree acute dell'infan!ia
*+,
-IALI+()&A.I*)(
/tile distinguere due gruppi di pa!ienti
1. P! eutrofici e sen!a storia di diarrea cronica o
recidivante
". P! distrofici e con storia di diarrea cronica recidivante
>olu!ioni orali ad libitum indi alimenta!ione usuale con
lenta reintrodu!ione . prima i cibi solidi poi il latte prima
diluito poi a concentar!ione normale) %-9 gg-
>e presenta recidiva ed il clinitest & positivo latte privo
di lattosio provandone la tolleran!a dopo %-9 settimane
se si ripresenta la diarrea +entro
,ene
<ieta elimina!ione
?ale
+entro
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
@@@@@@@@@@@
,oluzioni idratanti / bustina in 011 ml di acqua
forniscono adeguate concentrazioni dei principali
ioni contenuti nell'interno delle cellule e negli
spazi intercellulari2
)a m(q 3456 7 m(q 6489 !l m(q 3463 !itrato
m(q 046: &ot /5 m(q ;lucosio itamina </ e !
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
@@@@@@@@@@@
,oluzione di /111 cc di acqua + : cucchiaini
rasi di zucchero + 0=: cucchiaino
bicarbonato di ,odio
Lattanti eutrofici
senza storia di
diarrea cronica o
recidivante
Reintroduzione
alimentazione
DIARREA
BENE
Positivo
Latte privo di
Lattosio
Bene
Diarrea
cronica
Negativo
Bene
Rialimentazione
pi graduale ,
rivalutazione
del problema
Ricerca dei leucociti fecali
n piccolo filamento di muco fecale ! o, in sua assenza di materiale fecale"
viene strisciato su un vetrino portaoggetti pulito# $i aggiungono %uindi
due gocce di blu di metilene e si attendono due&tre minuti, necessari per
una soddisfacente colorazione dei nuclei# $i lava poi delicatamente con
ac%ua di fonte, si copre con un coprioggetto e infine si legge al
microscopio con l'obiettivo ad immersione#
$i accompagnano molto spesso a un alto numero !oltre ()*campo ad alto
ingrandimento" di polimorfonucleati+
Esc,eric,ia -oli Enteropatogeni ed Enteroinvasivi & $,igella & .ersinia &
-amp/lobacter & -olite lcerosa
$i accompagna spesso a un piccolo numero di polimorfonucleati+
- $almonella Parat/p,i
Nella enorme maggioranza dei casi non si accompagnano a leucociti fecali
questi agenti infettivi:
- Rotavirus - Escherichia Coli Enterotossigeni - Vibrio Cholerae