Sei sulla pagina 1di 20

ANNO IV - Numero 1

FEBBRAIO 2008

Mmiez’ a na strada ’nfosa


Viale Vittorio Veneto, (almeno lo era)

Quanto altro tempo ci vorrà perché il viale ridiventi carrozzabile? 10 metri al giorno per 1 anno
e mezzo sarebbero stati più che sufficienti per rifare mezzo paese.
Un altro primato di inefficienza amministrativa!
Del rifacimento di Viale Vittorio dell’intervento con la previsione di un una perizia di variante, con un aumento stata tolta la fontana, passata ormai alla
Veneto abbiamo già scritto. collettore di fogna bianca. di spesa di circa 160 milioni di vecchie storia come “la fontana dei dieci anni”.
Abbiamo criticato la soluzione pro- Per tali ragioni abbiamo chiesto a lire, per sostituire gli scatolari in calce- Si è persa così l’ennesima occasione
gettuale di privare i Trinitapolesi del gran voce opportune modifiche del pro- struzzo con condotte più flessibili di di fluidificare il traffico cittadino già
luogo dello struscio paesano, al riparo getto senza ottenere ascolto. polietilene. tanto compromesso dai molti interventi
dalla calura estiva, per realizzare una A due anni di distanza siamo però Il termine dei lavori è slittato di occasionali sulla segnaletica stradale.
inconsueta e improbabile piazza per costretti a ritornare sull’argomento poi- 240 giorni, fino ai primi di aprile 2008, FRANCO CARULLI
sporadici eventi collettivi. ché la lentezza dei lavori e l’assenza e nel frattempo i cittadini hanno assistito
Abbiamo sostenuto che la scelta di di un cronoprogramma, che prevedesse al singolare spettacolo natalizio della
ricavare da una strada una piazza è ri- interventi per fasi, stanno provocando neve depositata sui cumuli di terra A L L’ I N T E R N O
velatrice di una politica urbanistica in- enormi disagi ai residenti e ripercussioni dell’area interamente scavata. Il tutto Lo ribadiamo:
capace di realizzare nuovi spazi collettivi negative sulla viabilità. con grande disappunto dei commercianti Assessore si dimetta pag. 5
oltre quelli ereditati da un lontano pas- Cosa è successo? e dei residenti della zona.
sato. L’opera doveva essere consegnata Non si è approfittato della perizia Verso il Bilancio
Abbiamo denunciato il rischio che dall’impresa ai primi di ottobre scorso per riflettere sulle osservazioni che ave- Comunale 2008 pag. 12
deriverà ai pedoni dall’aver lasciato a se non ché le previsioni progettuali sono vamo fatto e per riconsiderare alcune Le tante vite
raso lo spazio pedonale rispetto a quello state così precise da non considerare scelte progettuali. Anzi con una decisio- di Peppino Lupo pag. 14
carrabile. l’esistenza di sottoservizi (reti di gas, ne che non è stata spiegata nemmeno ai
Abbiamo sottolineato il forte impat- telefoniche, elettriche, etc.) lì dove si distratti consiglieri comunali si è prov- Cipollino il cane
to economico dell’opera, quasi cinque doveva scavare per realizzare la fogna veduto a cancellare l’unica cosa sensata gentiluomo pag. 16
miliardi delle vecchie lire, anche a fronte bianca. che era stata fatta nel progetto originario: Lectio Magistralis pag. 17
dell’ingiustificata estensione Si è pensato perciò di ricorrere a quella di riaprire la strada lì dove sarebbe
2 proibitopercorsielinguaggialladiavola FEBBRAIO 2008

17 dicembre 2007:
Giuliana Sgrena
nella Sala delle Arti
della GlobeGlotter,
durante
la presentazione del
suo libro Fuoco
Amico.
La giornalista sarà
di nuovo a Trinitapoli
il 27 febbraio 2008,
alle ore 11.00,
per un incontro
con le classi del
Liceo “Staffa”.
Lo chef Giovanni
Landriscina, docente
dell’Alberghiero di
Margherita di Savoia,
fotografato nell’ottocentesca
cucina di Palazzo Sarcina,
sotto una cascata
di peperoncini con due
delle sue creazioni esposte
nella mostra Proibito.

Anno IV - Numero 1 - FEBBRAIO 2008

Direttore Responsabile
Nico Lorusso
Vice Direttore
Antonietta D’Introno
Segretaria di Redazione
Veronica Tarantino
Editore
Centro di Lettura “GlobeGlotter”
Registrazione
Iscr. Reg. Periodici Trib. Foggia
n. 414 del 31/03/2006
Distributore volontario
Gigino Monopoli
Fotografie
Autori vari*
Impaginazione grafica
Mario di Bitonto
Stampa
Grafiche Del Negro
Via Cairoli, 35 - Tel. 0883.631097
Trinitapoli Fg
delnegrolina@virgilio.it
Direzione e Redazione
Via Staffa, 4 - Trinitapoli Fg
Tel. 0883.634071 - Cell. 340.1206412
info@globeglotter.it
IMPORTANTE!!!
* La foto della prima pagina del numero
di dicembre 2007 è stata scattata dal
Il Peperoncino Rosso è on-line
fotografo Tonino Russo.
Ci scusiamo per l’errore. per leggerlo digitare www.globeglotter.it
FEBBRAIO 2008 politica 3
LIBERADONNA: Petizione
promossa da Micromega
Micro Mega ha lanciato un ap- della madre (malgrado la quasi mezzi termini tutti i tentativi – da fin dalle scuole medie; va introdotto
pello rivolto a Veltroni e Bertinotti certezza di menomazioni gravissi- qualunque pulpito provengano – l’insegnamento dell’educazione ses-
ed ai dirigenti del centro-sinistra in me), i corpi delle donne sono tor- di mettere a rischio suale fin dalle elementari; vanno
difesa delle donne, della loro dignità, nati ad essere “cose”, terreno di l’autodeterminazione delle donne, realizzati programmi culturali e
del loro diritto di esistere e di deci- scontro per il fanatismo religioso, faticosamente conquistata: il nostro sociali di sostegno alle donne im-
dere della propria vita. oggetti sui quali esercitare potere. diritto a dire la prima e l’ultima migrate, e rafforzate le norme e i
Caro Veltroni, caro Bertinotti, Lo scorso 24 novembre cento- parola sul nostro corpo e sulle no- servizi a tutela della maternità (nel
cari dirigenti del centro-sinistra mila donne – completamente au- stre gravidanze. quadro di una politica capace di
tutti, ora basta! torganizzate – hanno riempito le Esigiamo perciò che i vostri sradicare la piaga della precarietà
L’offensiva clericale contro le strade di Roma per denunciare la programmi (per essere anche no- del lavoro).
donne – spesso vera e propria cro- violenza sulle donne di una cultura stri) siano espliciti: se di una revi- Questi sono per noi valori non
ciata bigotta - ha raggiunto livelli patriarcale dura a morire. Queste sione ha bisogno la 194 è quella di negoziabili, sui quali non siamo più
intollerabili. aggressioni clericali e bigotte sono eliminare l’obiezione di coscienza, disposte a compromessi.
Ma egualmente intollerabile le ultime e più subdole forme della che sempre più spesso impedisce
appare la mancanza di reazione stessa violenza, mascherate dietro nei fatti di esercitare il nostro di- PRIME FIRMATARIE:
dello schieramento politico di cen- l’arroganza ipocrita di “difendere ritto; va resa immediatamente di- Simona Argentieri, Natalia Aspesi,
tro-sinistra, che troppo spesso è la vita”. Perciò non basta più, cari sponibile in tutta Italia la pillola Adriana Cavarero, Cristina Comencini,
addirittura condiscendenza. dirigenti del centro-sinistra, limi- abortiva (RU 486), perché a un Isabella Ferrari, Sabina Guzzanti, Mar-
Con l’oscena proposta di mora- tarsi a dire che la legge 194 non si dramma non debba aggiungersi gherita Hack, Fiorella Mannoia, Dacia
toria dell’aborto, che tratta le don- tocca: essa è già nei fatti messa in una ormai evitabile sofferenza; va Maraini, Alda Merini, Valeria Parrella,
ne da assassine e boia, e la recente discussione. Pretendiamo da voi reso semplice e veloce l’accesso alla Lidia Ravera, Rossana Rossanda, Eli-
ingiunzione a rianimare i feti ultra- una presa di posizione chiara e pillola del giorno dopo, insieme a sabetta Visalbergh, La Redazione del
prematuri anche contro la volontà inequivocabile, che condanni senza serie campagne di contraccezione Peperoncino Rosso.

Bertinotti risponde all’appello di


MicroMega sui diritti delle donne
A Simona Argentieri e alle ture patriarcali stratificano. dalle istanze delle donne così in Italia. In particolare proprio
altre firmatarie dell’appello Ma c’è un compito proprio come le competenze femminili in uno scenario, come quello
“Caro Walter, Caro Bertinotti, della politica, un suo statuto alto, e femministe le hanno messe in attuale, segnato da imponenti
ora basta!” proprio in ragione della sua fon- luce. innovazioni tecno-scientifiche,
Care amiche, la vostra lettera dazione autonoma e laica, che La legge 194 è stata una con- in sé ambivalenti, e i cui esiti
ha accompagnato, di fatto, ieri gli chiede di prendere parte sulle quista di civiltà del tempo di possono ledere la libertà e la
una mobilitazione di donne che questioni che riguardano il corpo un’Italia che si voleva migliore. responsabilità delle persone, è
ha suscitato un moto profondo e la nuda vita affinché siano di- E’ nostro dovere difenderla e, giusto e imprescindibile che sia
di partecipazione alla denuncia fese e messe a valore, che gli con essa, la cultura che l’ha ori- la donna a decidere della procre-
di una violenza perpetrata ai dan- chiede di organizzare la società ginata. Il suo
ni di una persona. E’ stata colpi- così da difendere i diritti delle bilancio è as-
ta, con essa, a Napoli la libertà persone, come recita la Costitu- sai positivo.
della donna, la sua responsabilità zione in uno dei suoi articoli più Tante donne
di madre, violato il rispetto per carichi di futuro, l’articolo 3: sono state
la sofferenza di una donna impe- “(…) E’ compito della Re- sottratte
gnata in una difficile e legittima pubblica rimuovere gli ostacoli all’aborto
scelta. di ordine economico e sociale, clandestino,
Ma è una temperie culturale che, limitando di fatto la libertà alla sua vio-
quella che preoccupa; e l’eguaglianza dei cittadini, im- lenza; il nu-
l’alimentazione di un fondamen- pediscono il pieno sviluppo della mero degli
talismo che in nome di persona umana (…)” aborti è stato
un’astratta concezione della vita Non mi permetto qui di anti- sensibilmente
finisce per ignorare e persino cipare il programma della Sini- r i d o t t o .
giustificare forme di violenza stra Arcobaleno, che verrà pre- L’esperienza
sulla vita reale, sull’umanità delle sentato tra pochi giorni. dei Paesi
donne. Tutta la nostra comune storia Bassi che ha il
Credo si debba concorrere a recente non lascia tuttavia adito minor numero
mettere in discussione, contestare a dubbi. La partecipazione a tutte di aborti del
e rifiutare di far vivere ogni fon- le manifestazioni sui diritti civili, mondo (otto
damentalismo per far prevalere le proposte elaborate con questi su mille), ci
la cultura del dialogo, anche sui temi, il contributo nella defini- dice che si
temi dell’esistenza e del suo sen- zione del programma del gover- può farlo con l’educazione nelle azione e della nascita. Il parere
so, sui grandi interrogativi che no Prodi e l’azione, purtroppo scuole, con la prevenzione e con del medico, i consigli a cui attin-
investono l’uomo e il suo destino per alcuni versi sfortunata, per l’uso appropriato dei metodi con- gere, il processo di partecipazio-
nel mondo contemporaneo e di la sua applicazione, tutte le prese traccettivi. ne sono certo utili, vanno favo-
fronte ai processi di mercifica- di posizione recenti e meno re- Quel che nessuno può inse- riti, ma l’ultima parola dovrà
zione e di alienazione che centi credo consentano di dire gnarci, perché è compito delle essere della donna, perché madre
l’attuale globalizzazione che il programma della Sinistra donne e degli uomini di questo e perché attiva portatrice di uma-
dell’economia capitalista gene- Arcobaleno sarà assai in sintonia paese, sono i nuovi e più alti nità. Con amicizia.
rano e riproducono e che le cul- con le richieste che provengono livelli di civiltà da conquistare FAUSTO BERTINOTTI
4 politica FEBBRAIO 2008

La truffa della legge elettorale:


la grande coalizione in vista
La decisione di Pierferdinando si accapiglia in campagna elettorale,
Casini di presentarsi da solo alle poi si vota, e poi l'ammucchiata.
elezioni complica un po' il pano- Un imbroglio del genere non si era
rama politico ma rende chiarissima mai visto in democrazia. Agli elet-
la "truffa" che si delinea nei con- tori non sarà concesso di scegliere
fronti degli elettori. né per quale deputato votare, né
Truffa quadrupla. Proviamo a per quale partito, né per quale coa-
spiegare perché. lizione. E' una situazione davvero
Prima truffa, di carattere senza precedenti.
aritmetico. Ai nastri di partenza Quarta truffa. Per i motivi che
della campagna elettorale ci sono dicevamo prima - ma anche per
quattro o forse cinque (o forse sei l'incredibile somiglianza del program-
o sette) partiti: quello di Berlusconi, ma politico illustrato dal Pd con il
il Pd, la Sinistra, Casini (immagino programma elettorale che Berlusconi
con la Cosa Bianca), forse la destra presentò nel 2001 e nel 2006 - diventa
di Storace, forse (se non andrà con sempre più vicina la prospettiva della
Casini) Mastella, forse i socialisti grande coalizione. E tutta quella storia
e i radicali. Di questi partiti, uno del “voto utile” diventa più truffaldina
arriverà primo e prenderà il 55 per che mai. Ti dicono: «vota per Berlu-
cento dei seggi alla Camera, tutti sconi o Veltroni, perché solo uno di
gli altri (indipendentemente dalla loro due può vincere e quindi è inutile
loro collocazione a destra o sinistra) votare per i partiti minori...» . Falso:
si divideranno il restante 45 per se voti per uno o per l'altro cambia
cento dei seggi. Il partito che arri- poco, tanto governeranno insieme.
verà primo (quasi certamente quello L’unica vera certezza, per
di Berlusconi) difficilmente avrà l’elettorato, è chi starà
ottenuto più del 40-42 per cento all’opposizione: la Sinistra
dei voti. Dunque beneficerà di un l’Arcobaleno. Non vorrei apparire
premio di maggioranza pari al 10- fazioso, ma a me sembra che dav-
15 per cento. Una enormità. Non vero l’unico possibile voto utile -
esiste in nessun paese dal punto di vista “scientifico” - sia
dell'Occidente. Una legge così ha quello per la sinistra.
un solo precedente: la legge elet-
torale varata da Mussolini nel '23. PIERO SANSONETTI
E' una legge di tipo fascista. Liberazione,
Seconda truffa. Il senso della Domenica 17/02/2008
legge dovrebbe essere quello di
dividere il parlamento in maggio-
ranza e opposizione. Una mag-
gioranza solida del 55%, una op-
posizione consistente del 45%. Agli
elettori decidere se la maggioranza
andrà alla destra o alla sinistra. Nel
Il PD e i “temi
parlamento che uscirà dal 14 aprile
non sarà così. Alcuni (o forse molti)
dei partiti che hanno preso i voti
eticamente sensibili”
come opposizione cambieranno Seguo con molta attenzione, di affrontare di petto a causa della tone, segretario di Stato, vero pivot
schieramento e passeranno in anche perché non ne sono un feli- sua “anima cattolica”, che non della Chiesa, a cui i grandi della
maggioranza. E' uno scenario molto ce sostenitore, la costruzione del vuole essere straniera in patria. politica vanno a bussare (nelle
probabile. Praticamente sicuro per nuovo soggetto politico: il Partito Priorità fallite dal governo ultime settimane ha incontrato
Storace, probabilissimo per Casini, Democratico. Prodi, snobbate dalla stessa sini- Prodi, Veltroni e Berlusconi);
abbastanza probabile per il Pd. Da iscritto DS ho sempre ma- stra che, forse, ha privilegiato il allora, mi chiedo:
Anche perché in Senato - dove il nifestato la mia contrarietà e di- socialismo al laicismo. Qual è la linea di confine tra
premio di maggioranza viene di- sapprovazione in tutte le sedi di Se poi vedo la senatrice Binet- le competenze della Chiesa e quali
stribuito regione per regione, e discussione (congressi e sedi di ti che invoca lo spirito santo, vo- quelle dello Stato?
quindi è praticamente inesistente partito). Le mie titubanze, sono tando contro il governo, sostenuto Che grado di autonomia hanno
- probabilmente Berlusconi non oltre che di carattere ideologico, dal suo partito, affermando che la i cattolici entrati in politica e quel-
avrà i voti per governare, o ne avrà soprattutto di matrice contenuti- sua “coscienza” le impedisce di la dei parlamentari eletti?
pochissimi (come fu per Prodi) e stica. In particolare per quanto voler punire la violenza indotta Quando il diritto della Chiesa
dunque dovrà ricorrere necessa- riguarda temi che Prodi e Veltroni da omofobia; di formare le coscienze diventa
riamente alle alleanze. In questo chiamano ETICAMENTE SEN- se poi vedo che il leader del inaccettabile intromissione?
modo si comprime e si punisce SIBILI: unioni civili, testamento PD Walter Veltroni, all’indomani Quando i grandi temi etici sa-
l'opposizione. biologico, CUS (Contratti di Unio- del voto in Senato, passeggia sotto ranno seriamente discussi da que-
Terza truffa. Si dice che questa ne Sociale), libertà religiosa, fe- un grande ombrello insieme al sto nuovo partito che si è posto
meraviglia bipartitica - inventata condazione assistita. Cardinale Camillo Ruini; l’obiettivo di riformare l’Italia?
da Veltroni, Fini, Guzzetta, Segni Argomenti e discussioni che se poi penso alla mozione pre- Spero da quando smetteranno
e qualche altro genietto - garantirà sono stati affrontati con molta sentata dai TEO-DEM con cui il di chiamarli TEMI ETICAMEN-
all'elettore che sarà lui - l'elettore superficialità nella fase costituen- Parlamento impegna il Governo TE SENSIBILI e inizieranno a
- a scegliere chi governa e chi no. da e con cui oggi il PD si trova a italiano ad adoperarsi in Europa chiamarli DIRITTI CIVILI.
Cioè che le coalizioni, le alleanze, fare i conti. per la sospensione della ricerca La società esige risposte
i programmi, si fanno prima delle Temi scottanti che il nuovo sugli embrioni nei prossimi 5 anni; “eticamente credibili”!
urne. Bene, ora è chiaro che è soggetto politico non è in grado se poi penso al cardinale Ber- FRANCESCO PAGANO
esattamente il contrario. Prima ci
FEBBRAIO 2008 incomune 5
Lo ribadiamo: Assessore si dimetta
Nel numero di Dicembre del ne colse! do anche una certa inerzia nelle stra- luce dei dati sull’evasione I.C.I.,
Peperoncino Rosso, lamentavamo Immantinente il nostro sparafu- tegie di recupero e nelle direttive ne siamo ancora più convinti.
che l’assessore Brandi faceva uso cile, con un pubblico manifesto, ci politiche del tutto assenti. Anche il Sindaco, in verità, do-
della carica per combattere i suoi coprì di insulti dimostrando non Non risulta che l’assessore vrebbe provvedere.
nemici di turno. solo di non capire che la critica è Brandi se ne sia mai preoccupato Non può rimanere in giunta un
Allora era incappato nella sua un esercizio di democrazia ma an- o che abbia intrapreso una qualsiasi assessore che se ne infischia di
ira il consigliere di centrodestra che che l’educazione è un optional. iniziativa, pubblica o privata, per 4000 evasori ed impiega le proprie
Antonio Ragno, reo di aver criticato Al di là di questo, però, ci hanno fare entrare nelle casse del comune energie solo per colpire un suo ne-
in consiglio l’operato dell’assessore chiesto i lettori: era fondata la nostra tutti quei soldi. Ci risulta, solo una mico. Resta inteso, in ogni caso,
e perciò fatto oggetto di una spe- critica? Da una breve visita guerra personale, (bontà sua, che anche il comportamento di Ra-
ciale indagine fiscale. all’ufficio tributi, abbiamo ricavato l’Ufficio Stampa del comune ha gno è censurabile!
Il nostro zelante assessore aveva la conferma che non solo avevamo prontamente fatto pubblicare
scoperto che il suo nemico del colto nel segno, ma che non aveva- l’articolo sulla Gazzetta del Mez- Evasione I.C.I.
momento, per ben due anni, non mo neanche esagerato. zogiorno) nei confronti del consi- € 696.165,12 accertati
aveva pagato l’I.C.I. Abbiamo così appreso che i gliere Ragno ed un uso improprio € 125.025,15 incassati
Riprovevole, indubbiamente, contribuenti iscritti nei ruoli I.C.I. della carica. Avevamo ragione a
ma altrettanto riprovevole il com- sono poco più di 16.000 e che gli chiedere le dimissioni € 273.836,90 discarico contabile
portamento dell’assessore che evasori e gli irregolari sono com- dell’assessore Brandi ed oggi, alla € 297.303,07 crediti
aveva effettuato l’indagine sul plessivamente 4.210.
consigliere Ragno non per amore In conclusione, ad oggi si registra Previsioni I.C.I. 2003 1.457.000,00 Riscosso interamente
della legalità, o nell’ambito di un una mancata riscossione di Previsioni I.C.I. 2004 1.560.000,00 Da riscuotere ancora € 12.859,69
programma amministrativo di lotta 297.303,07 Euro. Senza contare che
all’evasione, bensì per una mera ben 273.836,90 Euro sono già andati Previsioni I.C.I. 2005 1.615.000,00 Da riscuotere ancora € 40.500,11
ritorsione vendicativa. Da queste a discarico per varie ragioni (errori Previsioni I.C.I. 2006 1.645.000,00 Da riscuotere ancora € 71.923,73
colonne chiedemmo, perciò, le d’ufficio, versamenti spontanei, cioè
dimissioni dell’assessore. Mal ce non tramite Gema, altro) evidenzian- Previsioni I.C.I. 2007 1.630.000,00 Da riscuotere ancora € 148.796,32

Natale 1974-75.
Viale Vittorio Veneto dopo una tromba d’aria.
6 incomune FEBBRAIO 2008

cluso con il voto congiunto della


Inutili piazze maggioranza e della destra: tutti
insieme, allegramente, a favore del
cemento.

per cittadini “spiazzati” Ed allora, che fare?


Esaminiamo insieme altri spazi
ed altre opportunità che potrebbero
rendere “meno isterica” la mobilità
degli automobilisti e più salubri le
passeggiate dei pedoni, ed affrontia-
mo la questione “piazze” escludendo
luoghi che storicamente sono nati
come strade (Corso Trinità ad esem-
pio).
Su questioni pubbliche di siffatta
importanza si dovrebbero evitare
sterili scontri politici ed incominciare
a riflettere su cosa lasciare ai posteri.
Il nostro compito di cittadini è
anche di proporre soluzioni alterna-
tive sulla base di esigenze reali, so-
prattutto tenendo conto delle priorità.
In parole povere significa tener conto
dei soldi che abbiamo in bilancio.
Facciamoci alcune domande.
È prioritario spendere quattrini
pubblici per “riqualificare” la sedi-
cente Piazza della Promessa? Che
destino avranno le strade circostanti?
È prioritario “riqualificare”
Corso Trinità, una delle strade storiche di Trinitapoli. Piazza S. Stefano?
È prioritario fare un piano della
Grazie, grazie, grazie architetti, cuore del paese e i luoghi più carat- munità “celeste”. viabilità, inteso non come semplice
politici, sindaci e podestà del passato, teristici ed apprezzati del vecchio La storia recente è uno splendido cambio di segnaletica?
per aver disegnato una città a misura “casale”. Oggi, epoca delle macchi- esempio di occasioni perdute. È prioritario studiare soluzioni
d’uomo che, negli ultimi tempi ne, se si escludono Piazza S. Stefano Quest’anno abbiamo perso due che diminuiscano l’inquinamento
purtroppo, sta diventando a misura e la 167, di piazze e “grandi spazi”, grandi opportunità: l’area di Via del traffico pesante, ancora circolante
di ominicchio. conquistati per uso pubblico, non ce Isonzo (vicino alla Posta) e la piaz- nel centro della città?
Quando non esistevano mac- ne sono proprio più. Il problema più zetta di Largo Trinità, di fronte alla È prioritario rendere la viabilità
chine, ma solo cavalli, i responsabili angosciante è che manca la volontà Chiesa di Sant’Anna, vendute a pri- una “questione pubblica” e non un
della cosa pubblica si sedevano a politica di trovare altri siti disponi- vati al costo pari a due Notti bianche semplice coordinamento di richieste
tavolino e si ponevano il problema bili. degli Ipogei. (È vero che abbiamo ad personam?
di come e dove far incontrare la Il trend attuale è: galleggiare perso le piazze, però, ragazzi che Bilancio partecipativo significa
gente, di cosa lasciare ai posteri ed, sull’esistente e rosicchiare un po’ notte quella notte!) appunto questo: decidere insieme,
in tale prospettiva, curavano alla volta vecchie aree, riempiendo Il gruppo consiliare sulla base dei soldi disponibili, se è
l’estetica urbanistica e sceglievano di cemento quelle libere. Vedasi 167 L’Alternativa ha anche convocato più utile organizzare notti bianche
accuratamente materiali durevoli nel o, come emblema scandaloso, il ga- un consiglio comunale sulla questio- o conquistare spazi per passeggiare
tempo. Largo Parlamento, Piazza rage sorto come un fungo in Piazza ne di Via Isonzo, dopo aver raccolto e respirare.
Umberto I, rappresentano ancora il S. Stefano che ha goduto della im- le firme dei cittadini, che si è con-

Matrimoni Trinitapoli:
civili
Ogni anno, accanto alle
cerimonie in chiesa, ci sono
la Venezia dei Dauni
una decina di matrimoni civili
celebrati in comune nell’aula
consiliare. Il numero è
destinato a salire per una serie
di motivi legati alla presenza
di coppie di diversa nazionalità
e religioni, all’aumento dei
divorzi ed al cambiamento del
costume. Questi cittadini
meritano di avere un luogo più
consono all’occasione, come
si può osservare in tantissime
città, anche vicine. Perché non
destinare l’Auditorium
dell’Assunta per tali
cerimonie?
Fiori, fotografi, parenti e
amici potrebbero con minor
disagio e miglior scenografia
festeggiare i nubendi.
Viale Kennedy dopo 2 ore di pioggia. Foto Riganti
FEBBRAIO 2008 incomune 7

Come si alimenta l’antipolitica


A proposito della richiesta, da richiesta è necessario prima delibe- dei prescritti pareri. Da parte di qual- retrostante l’area dell’ex campo spor-
parte della parrocchia Cristo Lavo- rare “una variante al P.R.G., con che politico “di grido” si è preferito tivo, si isola tutta la parte che si spinge
ratore dell’area retrostante la Villa salvaguardia del dimensionamento mostrare i muscoli ed ingaggiare un fino alla ferrovia e che nel Piano
di Via Papa Giovanni XXIII per la degli standard previsti, secondo la ridicolo braccio di ferro con il nostro Regolatore è destinata alla costruzione
costruzione di una piscina, di altri procedura dettata dalla legge regio- gruppo per dimostrare chi comanda, di civili abitazioni. E non è possibile
impianti sportivi e di un Centro Be- nale, nel rispetto comunque degli anziché esaminare la richiesta sere- che all’assessore all’urbanistica sia
nessere, finalmente l’Ufficio Tecnico indici di zona”. Allo stato, perciò, la namente, sotto il profilo della legalità. sfuggito che pochi metri più ad ovest
del Comune ha espresso il suo parere. richiesta non è accoglibile. Nel merito noi abbiamo sostenu- dell’area richiesta, il P.R.G. individua
Premesso che l’area richiesta è desti- È quanto, inascoltati, abbiamo to e ancora sosteniamo che la richie- spazi per impiantistica sportiva.
nata, nel piano regolatore, a verde sostenuto da tempo, né ora vogliamo sta è accoglibile. Se c’era una effettiva volontà di
pubblico attrezzato, l’architetto Sal- compiacerci per avere avuto final- Bisogna evitare, però, stravolgi- accogliere la richiesta di Don Gabrie-
vatore Grieco chiarisce che le Norme mente ragione. Siamo, invece, ram- menti urbanistici che pregiudicano lo le, perché non è stato consigliato in
Tecniche di Attuazione non consen- maricati perché si è perso tanto tem- sviluppo urbanistico delle retrostanti tal senso? Ripetiamo, perché?
tono di realizzare, in essa, costruzioni po, illusa tanta brava gente, attorno aree fabbricabili. Non è possibile che Noi ci siamo dichiarati d’accordo
che non siano strettamente legate ad una pratica che prima di essere gli amministratori non si rendano nel rispetto, però, della normativa vigente.
alla necessità d’uso del verde; con- portata in commissione doveva esse- conto che, ostruendo il varco apposi- GRUPPO CONSILIARE
clude, inoltre, che per accogliere la re adeguatamente istruita e corredata tamente negoziato nella lottizzazione L’ALTERNATIVA

Dai banchi del Fine ingloriosa di


Consiglio Comunale un reperto storico
Consiglio Comunale del 5 febbraio 2008 «Toh, che cosa
Con citazione del 15/04/1996 tura ci propongono di pagare una è quel catafalco di
alcuni proprietari di suoli in zona somma ulteriore di 50.000 euro ferro?»
167 convenivano in giudizio il no- circa, nonostante il parere contrario «Ignorante che
stro comune per ottenere il risarci- del nostro avvocato, a fronte di una non sei altro. Non
mento dei danni subiti a causa discutibilissima interpretazione da ti consento defini-
dell’occupazione illegittima dei parte dei ricorrenti del contenuto zioni così oltrag-
loro suoli dal 1992 in poi. Chiede- della sentenza in tema di calcolo giose. Ti trovi di
vano anche il pagamento di interessi degli interessi e della rivalutazione. fronte ad un au-
e rivalutazione monetaria: in totale Illegittima, inoltre, è la proposta tentico reperto
una somma pari a circa 170.000 di deliberazione nella parte in cui storico: il chiosco
euro per poco più di 14.000 mq. ritiene di dover pagare il debito di dell’acqua di Se-
L’amministrazione comunale parte degli interessi e della rivalu- rino!»
dell’epoca decise di resistere in tazione monetaria con la contrazio- Lo sprovveduto
giudizio nonostante che il credito ne di un mutuo. La legge n.3 del passante, dopo
vantato dai nostri concittadini pro- 2001 stabilisce che da quella data questo commento,
prietari fosse indiscutibile. Con un in poi i debiti per interessi e la ammutolì e chiese
cliché ben noto e abusato, anche in rivalutazione vanno pagati con la scusa al suo inter-
quella occasione, si pensò di scari- spesa corrente. locutore.
care sulle amministrazioni succes- In conclusione, ripetendo quan- Più o meno
sive debiti sorti in precedenza. to più volte sostenuto, anche in andò così! L’allora
E ciò con la chiara consapevo- precedenti dibattiti, non ritengo Assessore alla
lezza di esporre il bilancio del Co- corretto né sul piano etico, né su Cultura, Ruggero
mune di Trinitapoli ad un esborso quello amministrativo, né sotto il Di Gennaro, nel
certamente ben superiore. profilo della responsabilità erariale 2000 convinse il
Ed in effetti, a fronte dei procrastinare il pagamento dei de- popolo casalino
170.000 euro non pagati nel 1992 biti, soprattutto quando non vi è che la riproduzione
per 14.112 mq il tribunale ci ha alcun dubbio sulla loro sussistenza. in ferro del gazebo,
condannato a pagare nel 2007, per Anzi, si auspica che che un tempo di-
circa 10.000 mq, la somma di l’Amministrazione Comunale possa stribuiva l’acqua ai
508.000 euro, comprensiva di inte- immediatamente eliminare gli ulti- Trinitapolesi, era bella, importante, storica, essenziale alla conoscenza
ressi legali e rivalutazione moneta- mi giudizi pendenti sulla stessa delle nostre radici, elegante, autentico pezzo parlante di un’epoca.
ria, a cui bisogna aggiungere le materia, onde evitare ulteriori sof- Sarebbe stato, perciò, opportuno avere il chiosco, invece che in un museo
spese di registrazione della senten- ferenze ai cittadini, scaricando sui etnografico, ogni ora del giorno davanti agli occhi, cioè a dire di fronte
za, della consulenza tecnica prossimi bilanci somme imputabili alla chiesa di S. Anna. «Ma – sussurrò timidamente qualche incauto
d’ufficio (CTU) e delle spese legali a bilanci precedenti. osservatore – non coprirà la vista della bella facciata di S. Anna?»
del nostro avvocato e di quello della Ognuno dovrebbe assumersi la «Puah, che ignoranza, tuonò l’Assessore alla Cultura. I turisti ne
controparte. Insomma quasi altri responsabilità dei propri debiti, rimarranno elettrizzati a tal punto che gireranno intorno con macchina
50.000 euro. qualora fossero certi, ovviamente. fotografica e con carta e matita per riprodurre le linee raffinate delle
Per scelta degli amministratori Per queste ragioni il nostro voto sue finestre!»
dell’epoca oggi paghiamo una som- non può che essere contrario, nella Geniale previsione! È vero, la gente gli gira intorno con carta e
ma di gran lunga superiore a quella speranza che qualcuno, colpito da matita ma non per disegnarne i contorni ma per prendere appunti sulle
che avremmo pagato se avessimo nemesi storica, sia più cauto durante occasioni del mercato immobiliare pubblicizzate da un’agenzia.
onorato i nostri debiti nel tempo l’attuale esperienza amministrativa, Un reperto, tanto storico e tanto importante, che in soli otto anni si
giusto. Non solo! Questa vicenda che tra l’altro, non gode della enor- è trasformato in un supermercato. Manca solo l’offerta dell’acqua
sta anche conoscendo un epilogo me liquidità di danaro disponibile minerale, sei bottiglie un euro, per ritornare al suo ruolo antico: un
paradossale. Coloro i quali, con negli anni ‘90. banco di vendita dell’acqua.
tanta disinvoltura hanno fatto lievi- A proposito: quanto guadagna il comune da questo spazio pub-
tare i nostri debiti, benché fossero Intervento del Capogruppo blicitario?
certi, oggi con altrettanta disinvol- de L’Alternativa
8 leggermente FEBBRAIO 2008

Lettera del ’93 Aooo! Sò Valter,


ad un naziskin
Caro naziskin, io scrivere te con Molto più faticoso che gridare
Valter novo vostro,
si, sò proprio nuovo nuovo.
parole facili facili, così forse tu
capire.
"negro di merda", o "sporco ebreo":
gridare stronzate essere molto faci-
Speramo che ce credano!
Io leggo su giornali che tu esse- le, basta vedere presidente skinhead
re “bestia” e “belva”, ma io non Cossiga. Tutti essere capaci di in-
credere. Io credere tu essere igno- sultare e odiare.
rante: e ignoranza è grande proble- Me non importare niente se-tu
ma per tutti, anche per me. Perché avere crapa rasata e scarponi: per
persona ignorante è persona debole, me, tu potere anche metterti carcio-
e persona debole è persona che ha fo su testa e tatuare tue chiappe.
paura, e persona che ha paura è Me importare che tu rispetta te
persona che diventa cattiva e ag- stesso, tuo cervello e tua dignità,
gressiva, e fa "bonk" con bastone così forse tu impara anche a rispet-
su testa di poveraccio. tare altri uomini. Se tu grida "sporco
Vere “bestie” e “belve” sono ebreo", tu dovere almeno sapere
certi giornalisti (molti) e certa tele- cosa essere ebreo. E se tu sapere
visione (quasi tutta), che dicono cosa essere ebreo, tu provare a chie-
stronzate così noi restare tutti igno- derti come sarebbe bello se brucias-
ranti e potere resta in mano di po- sero in forno tua madre, tuo padre,
tenti. tuoi fratelli, tuoi amici e te. Se tu
Io vuole dire questo; se tu pic- comincia a fare domande, tu comin-
chia un poveraccio, tu non dimostra cia a vincere. Domande essere co-
tua forza. Tu dimostra tua debolez- me chiavi di macchina: basta una
za e tua stupidità. Perché sua testa domanda per accendere motore e
rotta non risolve tuo problema. Tuo andare lontano.
problema è che tu vivere in periferia Io molto preoccupato per te (e
di merda, senza lavoro o con lavoro anche per testa di quelli che vuoi
di merda. Tuo problema è che tu picchiare). Io preoccupato perché
essere ultima ruota del carro. Allora il potere, quando vede persone
tu volere diventare forte, e tu avere ignoranti e cattive, può fare due
ragione. Ma nessuno diventa forte cose: metterti in prigione, e prigione
picchiando (quaranta contro due) è come immenso "bonk" su tua
due persone deboli. Se tu volere testa. Oppure servirsi di te come
diventare forte, tu dovere ribellarti uno schiavo, mandarti a picchiare
a tua debolezza. Tu dovere pensare. e torturare e bruciare mentre lui,
In tua crapa rapata esserci cervello. intanto, vive in bella casa con bella
Tu allora usare cervello, non basto- macchina e bella figa. Vuoi essere
ne. Tuo cervello avere bisogno di libero? Tieni tua testa rapata, ma
cibo, come tua pancia. Tu allora impara ad amare tuo cervello. Forza
provare a parlare, a leggere, a chie- e potere abitano lì: dentro zucca,
derti perché tu vivere vita di merda. non sopra zucca.
Questo essere-cultura. E cultura Ciao.
essere sola grande forza per miglio-
rare uomo. (Un articolo del 1993
Io sapere; leggere essere molto di Michele Serra,
faticoso. Pensare essere ancora più “quando era ancora
faticoso. un satiro che scriveva su Cuore”) Che cooosa?!
l’utero è mio e me
lo gestisco io?
Uelà! Ricordo ai
politici che vogliono
essere eletti
che il Vaticano ha la
gestione di tutti gli uteri.
Qui tra utero e Lutéro
non c’è più religione!
FEBBRAIO 2008 tempodibilanci 9
dernamenti che ovviamente in- zelanti esecutori.
Bilancio Regionale 2008 cidono sul volume complessivo I più completi e raffinati piani
della spesa. della salute, la migliore normativa

Bilancio Non sfugge, comunque, al


Governo regionale né alla mag-
gioranza che lo sostiene, che le
aziende sanitarie, essendo dotate
per il contenimento e la razionaliz-
zazione della spesa sanitaria, reste-
ranno “grida manzoniane” e non
produrranno alcun effetto né sulla

di un bilancio
di autonomia imprenditoriale, tutela della salute né sulla salute
devono uniformare la propria at- dei bilanci se chi è preposto ad
tività a criteri di efficacia, effi- attuarli non li osserva e non li fa
cienza ed economicità, e che ciò osservare con il dovuto scrupolo.
spesso non accade. Non sono le leggi che mancano,
Per appena…tre ore di ritardo pubblica sono stati di recente por- approvate, per tale motivo, nume- sia nazionali che regionali, né i
sul termine concordato per la tati a conoscenza degli italiani da rose norme (che riportiamo regolamenti, né gli studi, né le
consegna degli atti di bilancio, il una seria rubrica televisiva. nell’allegato) che mirano, appunto, circolari; manca un ordinario con-
centrodestra chiese che la riunione La Giunta Vendola è impegnata a contenere e a razionalizzare la trollo su quanto accade nelle ASL,
del Consiglio regionale già fissato a rinegoziare i mutui ordinari (c’è spesa sanitaria e a consentire alla non solo sotto il profilo della legit-
per il 20 e 21 dicembre fosse rin- già il consenso di massima della opinione pubblica di conoscere timità degli atti, ma anche sulla
viata. Cassa Depositi e Prestiti) e a deci- tutte e integralmente le delibera- loro conformità alle scelte di poli-
La maggioranza non solo ac- frare le oscure clausole del mutuo zioni dei direttori generali e le de- tica sanitaria del Governo regiona-
colse la richiesta, ma per consentire del 2004 che impegna il bilancio terminazioni dei dirigenti sanitari. le; manca infine, a tutti i livelli, la
una discussione ampia e appro- regionale fino al 2023 per 44,210 Dal 1 gennaio dovranno essere convinzione che gli incapaci e gli
fondita convenne che il Consiglio milioni di euro all’anno. Si mira pubblicate all’albo pretorio e con- infedeli possano essere rimossi.
si svolgesse non più in due, bensì in tal modo ad alleggerire il peso temporaneamente inserite integral- Se non viene dissolta questa
in quattro giorni, e cioè dal 27 al gravante sul bilancio autonomo e mente nel sito web di ciascuna omertosa atmosfera di impunità
30 dicembre. ad aumentare le possibilità di spesa. ASL, consultabile da chiunque. che deprime i volenterosi, che mor-
Ben presto, però, il dibattito si Ciononostante, come si evince La spesa sanitaria, infatti, ha tifica le competenze, che delude
rivelò né serio e neanche sereno; dalle tabelle che pubblichiamo in origine quasi del tutto nelle deci- l’opinione pubblica, la perdita di
apparve subito chiaro che con un queste pagine, l’andamento della sioni della dirigenza delle ASL e consenso è una amara prospettiva
ottuso ostruzionismo il centrodestra spesa sociale negli ultimi 5 anni
voleva impedire l’approvazione (2003-2007) è in costante aumento, REDDITO AUMENTO POPOLAZIONE
del Bilancio di previsione 2008 e così come quella per il diritto allo
soprattutto il piano di rientro del studio, l’università, la ricerca, i
disavanzo economico nel settore trasporti e la cultura. sotto i 28 mila euro
della spesa sanitaria; in tal modo • La quota del Fondo Sanita- (836.178 sotto i 15 mila euro) nessun aumento 1.350.689 pugliesi
il Governo nazionale sarebbe stato rio Nazionale che è attribuita alla (514.511 tra i 15 e 28 mila euro)
costretto a nominare un commis- Puglia sulla base dei parametri in
sario ad acta con il compito di vigore ci pone al penultimo posto
aumentare tutte le tasse e le im- della graduatoria delle regioni ita- tra 28 e 50 mila euro 175 euro 120.979 pugliesi
poste nella misura massima pos- liane, prima della Sicilia e della tra 50 e 100 mila euro 337 euro 36.572 pugliesi
sibile e per tutti i cittadini, senza Campania.
tra 100 e 200 mila euro 646 euro 6.263 pugliesi
eccezione alcuna, così come è La Puglia riceve circa 400 mi-
stabilito per legge in questi casi. lioni di euro in meno dell’Emilia oltre 200 mila euro 1.775 euro 1.262 pugliesi
Come noto l’ostruzionismo è Romagna, del Piemonte, della To- Questa tabella mostra l’incidenza dell’aumento di mezzo punto percentuale
stato battuto utilizzando in modo scana, etc. dell’aliquota IRPEF decisa dal Consiglio regionale per i redditi imponibili
ineccepibile gli strumenti regola- Se la Puglia ricevesse quei 400 superiori ai 28.000 euro.
mentari già collaudati nella passata milioni di euro in più, oggi non A dispetto di quanto strombazzato sulla stampa dal centro-destra, questa
legislatura. Chi per tre giorni, con solo non avremmo il disavanzo di necessaria misura di leva fiscale ha interessato solamente 165.076
espedienti vari, prendendo la parola 210 milioni di euro, ma avremmo pugliesi, su un totale di 1.515.765 persone fisiche che pagano le tasse.
A questo proposito, ci domandiamo: è possibile che in Puglia ci siano
più volte e abusando dei limiti addirittura un avanzo cospicuo. E’ solo 1.262 pugliesi con un reddito imponibile che supera i 200.000 euro?!
temporali ha tenuto inchiodato il vero che di tale penalizzazione ha Vi dice qualcosa l’espressione “evasione fiscale diffusa”?
Consiglio regionale sul primo ar- sofferto anche la Giunta Fitto ma Ma la domanda più immediata, per quanto forse retorica, è questa: è
ticolo del Disegno di legge (ne non bisogna trascurare che il disa- possibile che ci siano ben 1.350.689 pugliesi sotto i 28.000 euro, di cui
conteneva 52) solo con grande vanzo degli anni 2000/2005, a dif- 836.178 sotto i 15 mila euro?!
È evidente che urge mettere immediatamente mano ai salari, per ridare
impudenza può gridare alla ferenza di quanto accade dal 2006, dignità ai redditi e alle condizioni di vita dei pugliesi e degli italiani
“strozzatura del dibattito”, alla è stato da un lato coperto dai go- tutti.
“forzatura antidemocratica”, al verni nazionali e dall’altro dalla
“bavaglio” ed altre simili amenità. compartecipazione dei cittadini
Il Bilancio dunque è stato ap- pugliesi alla spesa farmaceutica come è noto le deliberazioni dei concreta.
provato e con esso alcune ulteriori (ticket) e dal pagamento di addi- direttori generali non sono soggette Sarebbe tragico! Soprattutto in
misure per il contenimento e la zionali sulle imposte al massimo ad alcun controllo di legittimità e considerazione del generoso sforzo
razionalizzazione della spesa sa- livello, da parte di tutti i contri- di merito né vengono prima o dopo in atto per riformare un sistema
nitaria. buenti e dal primo anno della legi- inviate all’ARES o all’Assessorato corroso da decenni di sciatteria
Un bilancio che deve fare i slatura. regionale della Sanità. amministrativa e da dissipazione
conti con alcuni gravi handicap: • E nonostante ciò la Giunta Come recenti vicende relative di risorse, aggredito da appetiti
il peso dei mutui, la insufficienza Fitto ha lasciato in eredità alla alla ASL di Foggia dimostrano, se insaziabili, frustrato da gravi feno-
delle quote del Fondo Sanitario Giunta Vendola un disavanzo reale alcuni gravi rilievi di illegittimità meni di corruzione.
Nazionale e un disavanzo di 181 non coperto di 181 milioni di euro. e di merito di numerose delibera- Il Presidente Vendola e la sua
milioni di euro sulla sanità eredi- A tale cifra bisogna aggiungere zioni del direttore generale non maggioranza posseggono la cultura
tato dalla Giunta Fitto. una “distrazione” dal bilancio della fossero venute casualmente a co- e la voglia per sconfiggere questo
• Ogni anno il tesoriere re- sanità ad altri capitoli di spesa per noscenza all’esterno, né il direttore cancro; è giunta l’ora di scendere
gionale rilascia al sistema bancario ben 150 milioni di euro in prossi- dell’ARES, né l’Assessore Tede- tutti in campo per “scacciare i mer-
un assegno di 600 miliardi di mità delle elezioni regionali del sco, né il Presidente Vendola ne canti dal tempio”, rimettere al cen-
vecchie lire. Esso serve a pagare 2005, che la Giunta Vendola ha sarebbero mai venuti a conoscenza. tro del sistema il malato ed intorno
la rata del mutuo assunto dalla riportato al posto giusto. Di qui la necessità inderogabile al suo capezzale quella buona sa-
Regione Puglia negli anni ’90 per Ma i suddetti limiti di bilancio che le ASL siano dirette da profes- nità che in Puglia non manca, che
evitare la bancarotta e per pagare non hanno impedito al Governo sionisti affidabili, che interpretino cresce ogni giorno di più, che va
la rata del mutuo di 870 milioni regionale di adottare anche nel in buona fede le decisioni di poli- valorizzata e fatta conoscere.
di euro contratto da Fitto nel 2004 campo della sanità provvedimenti tica sanitaria del Governo e del
con una operazione spericolata i di potenziamento dei servizi sani- Consiglio regionale, ne condivida- ARCANGELO SANNICANDRO
cui effetti nefasti sulla finanza tari con implementazioni e ammo- no gli obiettivi e ne siano leali e
10 tempodibilanci FEBBRAIO 2008

ASL - È possibile garantire


i livelli e far quadrare i conti?
Le aziende sanitarie pugliesi si Il tasso di incremento medio Ovvero, ai costi necessari per la queste le tappe del riassetto:
trovano sempre più ad operare in annuale della quota capitaria del produzione dei servizi sanitari cor- 1) analisi della situazione, con
presenza di vincoli finanziari quinquennio colloca la rispondono adeguate risorse finan- la individuazione delle criticità;
particolarmente esigenti. Il divario Puglia in penultima posizione, ziarie? 2) formulazione del possibile
fra i fabbisogni derivanti dal con- con un modesto incremento medio I disastrosi risultati dei bilanci nuovo e più razionale schema or-
sumo di risorse per la produzione del 4,7%, rispetto alla media italia- delle aziende sanitarie e, soprattut- ganizzativo;
dei servizi, così come storicamente na del 7% e di gran lunga inferiore to, il contenuto delle 3) sperimentazione operativa,
determinatosi, e le fonti finanziarie all’incremento medio del 9% regi- relazioni di accompagnamento eseguita per due mesi, con succes-
originate principalmente dai tra- strato da regioni quali il Molise, la dei direttori generali (in tutte si so;
sferimenti effettuati in sede na- Sicilia e l’Abruzzo. legge che sarebbe stato fatto tutto 4) formale deliberazione del
zionale, presenta preoccupanti Aggiungasi che l’attribuzione il possibile per coniugare le due nuovo assetto.
tendenze alla dilatazione. delle risorse finanziarie non consi- esigenze, senza purtroppo riuscirci) Si sono così liberate risorse
Nel caso Puglia, poi, le negative dera importanti determinanti della inducono l’interprete a rispondere umane da impiegare in aree meno
performances finanziarie sono salute, che caratterizzano negativa- negativamente. dotate, quelle nelle quali il ricorso
state significativamente influenzate mente la nostra regione, quali le L’analisi sul campo, laddove a consulenti era una prassi invete-
dalla iniqua ripartizione del Fondo condizioni socio-economiche, in eseguita, pur non fornendo una rata e costosa.
Sanitario Nazionale. particolare povertà e occupazione, definitiva risposta alla Stesso percorso va naturalmen-
Gli ultimi dati disponibili (anno o le condizioni di accesso ai servizi, domanda, sta mettendo in luce te seguito per le altre aree, quella
2005) vedono la nostra regione al quali il tipo di sistema sanitario, di che comunque vi sono ampi mar- tecnica, quella del personale, quella
penultimo posto nella graduatoria servizi sociali, di trasporti, e così gini di razionalizzazione del siste- del patrimonio e degli appalti, quel-
della attribuzione di fondi per quota via. ma, concrete possibilità di riduzio- la della struttura burocratico-legale
capitaria (seguita dalla sola Cala- Se, infine, si considera che per ne dei costi, senza intaccare il grado e così via, rendendo così superfluo
bria), con l’assegnazione di 1.432 le regioni più povere gli effetti di assistenza offerto e senza scari- il rivolgersi a professionalità ester-
euro ad abitante rispetto alla media punitivi del federalismo fiscale care sui cittadini maggiori oneri ne (ingegneri, avvocati, commer-
nazionale di 1.621 e ben al di sotto saranno sempre meno contrastati per la tutela della salute. cialisti e quanti altri).
dei 1.850 euro mediamente attri- dai fondi perequativi o di solida- E’ quello che sta gradualmente Servizi esternalizzati: logistica
buiti al Trentino, alla Valle rietà nazionale, le valutazioni non emergendo, ad esempio, durante e trasporti interni.
d’Aosta, al Molise e alla Liguria. potrebbero che assumere i toni del- l’attività connessa L’esame del servizio ha consen-
Una assegnazione pari a quella la definitiva condanna del sistema all’accorpamento delle tre prece- tito di evidenziare situazioni abnor-
media nazionale avrebbe di per sé di ripartizione del Fondo Sanitario denti Ausl della provincia di Fog- mi.
determinato una assegnazione Nazionale, fortemente penalizzante gia. Per tale servizio, svolto
aggiuntiva di circa 800 milioni di e discriminatorio. Il propedeutico esame della si- nell’ambito della ex Ausl FG2 (Ce-
euro, ben al di sopra del deficit Dati e considerazioni non de- tuazione delle disciolte Ausl, e cioè rignola) con personale dipendente
sanitario del 2005 (circa 300 mi- vono comunque costituire per le delle aree e delle strutture da ac- e propri mezzi, si registra una spesa
lioni). aziende sanitarie alibi richiamati corpare, delle figure e della entità annua di circa 70 mila euro. Per lo
La iniquità non ha riguardato per celare proprie inefficienze e del personale impiegato, delle di- stesso servizio, esternalizzato dalla
il solo anno 2005, costituendo in- nemmeno affievolire l’impegno verse forme organizzative preesi- ex Ausl FG1 (San Severo) la spesa
vero una costante degli delle stesse, chiamate a rispondere stenti, dei contratti in essere, ha annua lievita a 700 mila euro, frutto
ultimi anni. Nel quinquennio alla cruciale domanda indotta da consentito di svelare sacche di di scelte economicamente dispen-
2000-2005 la quota pugliese non due fondamentali esigenze: è pos- significativi sprechi, di individuare diose, giuridicamente illegittime e
è stata solo più bassa che altrove, sibile garantire i livelli di assi- le criticità del sistema e di prefigu- poste in esecuzione con le modalità
ma è anche cresciuta molto meno. stenza e far quadrare i conti? rare modi e tempi per una radicale più sfavorevoli per l’azienda.
modifica del L’accorpata Asl FG si sta final-
complessivo mente attivando per porre fine a
assetto organiz- scempi e sprechi.
zativo e pro- Informatizzazione.
duttivo. Il servizio, interamente esterna-
Non è questa lizzato, registra costi stratosferici,
la sede per illu- oltre 2,5 milioni di euro all’anno.
strare in detta- Al costo così elevato corrisponde
glio l’attività in un servizio di modestissima leva-
essere. Ci si li- tura tecnica. Il costo per la infor-
miterà perciò ad matizzazione di tutti i servizi della
alcuni esempi. Asl provinciale, di livello eccellen-
Area eco- te, è stimabile in non più di 600
n o m i c o - mila euro all’anno.
finanziaria. Servizio prenotazioni Cup web.
L’entità del Gli effetti positivi dell’attuale
personale pre- servizio sono di irrisoria entità, al
visto dalle pre- punto da poter pacificamente affer-
cedenti dota- mare che annualmente si bruciano
zioni organiche inutilmente 200 mila euro.
nell’area eco- Altri settori e servizi delle sop-
n o m i c o - presse Ausl, soprattutto quelli più
finanziaria, 40 tipicamente sanitari
unità, è stato ri- sono purtroppo caratterizzati
dotto a venti, da analoghi problemi. Sta alla nuo-
con possibilità va ASL essere all’altezza di affron-
di ulteriore ri- tarli e risolverli.
Settembre 2002. Franco Carulli coordina dimensiona- Non è agevole, le novità scon-
il dibattito in piazza su mento.
Detto in
volgono, ma è possibile, doveroso.

Lavoro precario e Disoccupazione. estrema sintesi, ANTONIO DI BIASE


FEBBRAIO 2008 tempodibilanci 11
Avremo più soldi in busta paga?
Evviva! Finalmente dopo sulla contrattazione si nasconde tori essa non è riuscita fino ad zata.
quindici anni si riscopre la una nuova insidia per i lavora- ora a passare. Oggi però si cer- Morale della favola: dietro
questione salariale. Questa tori dipendenti. ca di farla entrare dalla finestra tutta la retorica che si fa in
sembrava scomparsa insieme È ormai da anni che la Con- quando si propone di legare gli questi giorni sui salari, con
alla classe operaia. I vari ac- findustria con una parte del aumenti salariali esclusivamen- padroni che diventano improv-
cordi che si succedevano tra Sindacato (leggi CISL) pro- te all’aumento di produttività. visamente buoni aumentando
sindacato, padroni e governo pongono l’abolizione della E’ infatti chiaro che siffatti unilateralmente le buste paga,
contenevano provvedimenti di contrattazione nazionale man- aumenti possono essere realiz- si nasconde il solito vecchio
moderazione salariale (aumenti tenendo solo quella aziendale. zati solo in ciascuna realtà pro- scenario di uno scontro di clas-
non entro l’inflazione reale ma Poiché è evidente che duttiva, cosicché andrebbero se nel quale sarebbe bene che
programmata) in cambio di l’attuazione di tale proposta decisi essenzialmente a livello i lavoratori italiani alzassero la
un’auspicata stabilità econo- sarebbe dannosissima per la aziendale, riducendo il peso guardia.
mica del Paese e di futuri be- forza e la coesione dei lavora- della contrattazione centraliz- FRANCO CARULLI
nefici. Nel frattempo ad au-
mentare erano solo i profitti e
i poveri. Solo i comunisti di
Rifondazione, sopravvissuti
allo scioglimento del PCI,
vedevano e ponevano il pro-
blema, arrivando a proporre
una nuova forma di scala
mobile. Ma venivano etichet-
tati come “vecchi” e
“visionari”. Invece oggi ne
parlano tutti. Ma proprio tutti:
sindacati e imprenditori, partiti
di centrosinistra e di centro-
destra, opinion maker e gior-
nalisti.
Anche la Banca d'Italia con
un’indagine sui redditi delle
famiglie conferma la necessità
di aumentare i salari, che non
è solo sociale, ma anche eco-
nomica.
Il nodo è quindi venuto al
pettine ma già si profilano
proposte che sembrano più un
trucco per ovviare che per ri-
solvere il problema.
na buona fetta di partiti e le
parti sociali stanno ragionando
sulla possibilità di defiscaliz-
zare gli aumenti contrattuali.
E’ uno strumento utile ma
che comporta due rischi.
Il primo è che la riduzione
delle imposte sui salari possa
essere compensata da tagli alle
prestazioni sociali che vanifi-
cherebbero l'aumento della
busta paga.
è che le imprese, contando
sugli aumenti in busta paga
derivanti dalla defiscalizza-
zione dei salari, puntino a
contenere gli aumenti con-
trattuali a loro carico. In questo
modo verrebbe meno
l'obiettivo redistributivo a fa-
vore dei lavoratori.
a via maestra per aumentare i
salari sarebbe invece la con-
trattazione tra le parti sociali
e pertanto sarebbe ora che i
sindacati riprendano il loro
ruolo e assumendo le proprie
responsabilità, si rivolgano alla
loro controparte e la smettano
di confondersi nella sfera po-
litica, come spesso avviene nei
talk show televisivi.
Settembre 1975. Botta e risposta su lavagna tra D.C.
Ma va anche aggiunto che e P.S.I., centrosinistra dell’epoca
12 tempodibilanci FEBBRAIO 2008

Verso il Bilancio Comunale 2008

Orienteering fra i numeri


La nostra interpretazione di e decidere. Ecco perché si fa “contratto”, una “convenzione”, dopo le trasmissioni televisive
Bilancio partecipativo è basata sempre appello alla trasparenza, una “deliberazione”, una sul rischio che comporta il ri-
su due concetti molto semplici: al facile accesso agli atti e so- “determina”, un “impegno di corso alla Finanza derivata da
1. conoscenza, approfondi- prattutto alla loro “leggibilità”. spesa”, un “bilancio” o, più parte degli Enti Locali.
mento e condivisione della pro- Che significa, in concreto, leg- semplicemente, un Il nostro Comune, infatti, ha
blematica; gibilità? Vuol dire che un citta- “rendiconto”. posto in essere un’operazione
2. decisione. dino (non un esperto) di media Questa premessa è necessa- di SWAP, nel corso del 2006,
È ovvio che i cittadini devo- cultura dovrebbe essere messo ria per spiegare ai lettori la gran- (al 50% con Banca di Roma e
no essere ben consapevoli di nella condizione, attraverso la de difficoltà che abbiamo nel al 50% con O.P.I.) contestual-
quanto i loro rappresentanti po- chiarezza verbale e concettuale, rispondere alle e-mail e solleci- mente all’estinzione anticipata
litici propongono per valutare di comprendere a fondo un tazioni ricevute in redazione, di una operazione simile sti-
pulata il 6/6/2003.
I revisori dei conti
dell’epoca avevano consigliato
di chiudere il tutto per la
“volatilità” delle opzioni con-
tenute nella struttura swap, in
quanto i tassi variano tutti i
giorni in base ai movimenti del
mercato. Sarebbe costato
170.000 euro al comune la
chiusura totale, una cifra che,
però, è stata coperta dall’upfront
(anticipo) che le due banche,
con le quali è stato stipulato il
successivo contratto, hanno
anticipato.
In vista del Bilancio Pre-
ventivo 2008, si avverte
l’urgenza di approfondire con
maggiori informazioni il con-
tratto SWAP che, tra l’altro, non
è mai stato illustrato dettaglia-
tamente in nessuna commis-
sione consiliare, forum pubblico
e neanche preannunciato a
mezzo stampa dal responsabile
ufficio stampa del comune.
Bisogna aprire una discus-
sione, pacata e senza infantili
permalosità, tra esperti, politici
e cittadini per capire bene cosa
ci potrebbe succedere dal 2009
(termine del tasso fisso) sino al
2031 (scadenza del contratto
stipulato).
Il nostro giornale stamperà
integralmente, senza censure,
tutti gli interventi
sull’argomento, da qualunque
parte provengano.
Nel frattempo, al fine di
fornire ulteriori elementi di ri-
flessione, pubblichiamo tre
delle simulazioni di chiusura
SWAP che le due banche sono
obbligate a comunicare, per
contratto, entro tre giorni dalla
richiesta.
Il Comune alla data del 29
Giugno 2007, in caso di chiu-
sura del contratto, avrebbe
dovuto pagare € 1.458.680.
Alla data del 26 Novembre
2007 € 1.234.000.
Alla data del 14 Febbraio
Settembre 1975. Il P.S.I. risponde alla D.C. con i gessetti, 2008 € 1.224.000.
i nonni degli attuali manifesti. ANTONIETTA D’INTRONO
FEBBRAIO 2008 cultura 13
Giuliana Sgrena a Trinitapoli il 27 Febbraio

Una donna che


dà visibilità alle donne
“Per me il velo è il simbolo differenze esistenti circa l’utilizzo si incrociano perfettamente con
dell'oppressione delle donne nel del velo nelle diverse realtà, inter- un nuovo ritorno all’ordine ma-
mondo musulmano”. vistando donne che ricoprono po- schile e reazionario.
Non usa mezzi termini Giu- sizioni importanti nella società Più dei carri armati americani,
liana Sgrena per illustrare il tema marocchina e algerina ed esploran- sono le donne, e le loro organizza-
al centro del suo nuovo libro Il do paesi come la Tunisia, la Serbia, zioni, come dimostra l’esperienza
prezzo del velo - La guerra l’Iraq, l’Arabia Saudita, la Francia, algerina, a poter fermare
dell'Islam contro le donne, edito l’Iran e la Bosnia-Erzegovina. l’imponente ondata illiberale che
da Feltrinelli, che sarà presentato Perché l’utilizzo del velo non sta per prendere il sopravvento
dall’autrice a Trinitapoli il 27 riguarda esclusivamente il mondo nei paesi islamici. Si gioca qui la
febbraio, alle ore 11, presso arabo ma tocca anche il cuore vera sfida democratica dell’altra
l’Auditorium dell’Assunta, aperto dell’Europa: se infatti nella cosmo- sponda del Mediterraneo.”.
in particolare alle V classi del polita Sarajevo sempre più donne Giuliana Sgrena cerca sempre
Liceo “S. Staffa”. scelgono di portare il velo, esso di indagare la realtà che sta dietro Ed è proprio alle donne che la
“Il libro nasce dalla mia ne- compare con sempre maggiore vi- lo scontro armato, la vita quotidia- Sgrena dedica un capitolo di Fuoco
cessità di usare le riflessioni e i sibilità anche nelle grandi metro- na delle principali vittime delle amico in cui ricorda i giorni del
materiali raccolti in questi anni poli occidentali. guerre moderne: donne e bambini. sequestro: “… pensavo a tutte le
di viaggi nei Paesi arabi e La Sgrena si interroga sulle Donne di cui ha già parlato in donne incontrate durante i miei
musulmani” spiega la Sgrena questioni che si celano dietro tale diversi libri, come: “Kahina contro viaggi: alle algerine che per non
sottolineando di avere nel suo la- scelta che, in apparenza, potrebbe i califfi: Islamismo e democrazia assoggettarsi ai diktat islamisti
voro “sempre avuto un'attenzione sembrare personale ma che in re- in Algeri” e “La schiavitù del velo. hanno rischiato la vita, alle afgha-
particolare per la condizione delle altà rappresenta l'oppressione della Voci di donne contro l'integralismo ne che hanno tanto introiettato,
donne” e, prosegue la giornalista donna nel mondo islamico: “È in islamico”, dove raccoglie voci negli anni dei taleban ma anche
“Nel mio libro parlo anche del atto una vera e propria guerra femminili provenienti da diversi dei mujaheddin, la convinzione
matrimonio, della sessualità, contro le donne, contro il loro paesi del Maghreb a testimonianza che la loro sicurezza è garantita
dell'origine del velo”. corpo, visto come terreno di bat- dell'incubo che la violenza integra- dal burqa, da non riuscire a libe-
Un’inchiesta a tutto campo taglia su cui affermare principi e lista impone nella vita quotidiana, rarsene. Pensavo soprattutto alle
quella della scrittrice che ha ef- consuetudini che in molti casi ri- cercando di sopprimere la società molte donne irachene incontrate
fettuato un’approfondita ricerca salgono addirittura a ben prima mista, ricacciare le donne tra le durante i miei numerosi viaggi in
riguardo ai punti in comune ed alle della tradizione islamica, ma che mura domestiche e confinarle nella Iraq: a Fawzia, che è stata perse-
loro funzione biologica. guitata tutta la vita perché comu-
Ed ancora “Alla scuola dei nista, ma non ha mai lasciato
taleban” dove la scrittrice rico- l’Iraq dove ha passato, come il
struisce, con occhio attento alla marito, molto tempo in prigione.
segregazione sessuale e A Khalifa Zakya, attrice di teatro
all’oppressione delle donne, il risparmiata da Saddam forse solo
modello di società e di conflitto per la sua popolarità, anche se
incarnato nel movimento degli incarcerata, che ora si dedica al
“studenti di teologia” e la sua forza lavoro umanitario a favore delle
di attrazione nei confronti donne e degli orfani. A Um Nidal,
dell’intero mondo islamico. militante della prima ora della
è la prima volta che Giuliana storica Lega delle donne irachene.
Sgrena fa tappa a Trinitapoli. La prima organizzazione femmini-
Già in occasione della mostra le, che risale agli anni cinquanta,
Proibito Percorsi e linguaggi alla ai tempi della monarchia …”
diavola (13-17 dicembre 2007), Non resta che essere presenti
organizzata dal Centro di Lettura all’incontro del 27 febbraio per
GlobeGlotter, la scrittrice ha pre- ascoltare una testimonianza e ri-
sentato il suo libro Fuoco amico, flettere sulla condizione delle don-
parlando dell’esperienza del se- ne che, nel 2008, continuano a
questro, della guerra in Iraq e della pagare il prezzo del velo.
condizione in cui vivono le donne
in quel paese. DANILA PARADISO

Giuliana Sgrena è inviata del quotidiano il mani-


festo, non solo in Iraq, ma in Somalia, Palestina,
Afghanistan e Algeria.
Collabora anche con RaiNews24, il settimanale
tedesco “Die Zeit”, la radio della Svizzera italiana e
riviste di politica internazionale.
Tra i libri pubblicati: La schiavitù del velo, voci di
donne contro l'integralismo islamico (manifestolibri
1995); Kahina contro i califfi, islamismo e democra-
zia in Algeria (Datanews 1997); Alla scuola dei
taleban (manifestolibri 2002); Il fronte Iraq, diario
da una guerra permanente (manifestolibri 2004);
Fuoco Amico (Feltrinelli 2005).
14 cultura FEBBRAIO 2008

Le tante vite di Giuseppe Lupo, nato a Foggia nel 1938, vive a Trinitapoli.
Dottore in Pedagogia, socio ordinario della Società di
Storia Patria per la Puglia, pittore, poeta in vernacolo

Giuseppe Lupo e saggista.


Per la Letteratura Dialettale ha pubblicato: Il libro delle
storie e altri canti (con prefazione di E. Angiuli, ed.
Vivere In) e Carmina: poesie di Catullo in dialetto
trinitapolese (ed. Sever).
Dopo aver incontrato Giuseppe sento multiplo. Sono come una stan- Tra i libri scritti con altri autori (Antonietta D’Introno,
Lupo, in una mattina di febbraio za dagli innumerevoli specchi fan- Pasquale Fischetti, Antonio Zingrillo) ha pubblicato: Zero
stranamente calda, ed aver chiac- tastici che distorcono in riflessi Spaccato (con prefazione di S. Gensini – ed. Schena) e
chierato per qualche ora nella falsi un’unica anteriore realtà che Giochi di linguaggio (ed. Cappelli); Trinitapoli nella
giovanottiera - luogo di ritrovo, per non è in nessuno ed è in tutti” (in civiltà del Tavoliere (a cura di P. di Biase).
diversi anni, del gruppo dello Zero “Appunti Sparsi”), ed ancora
Spaccato - la definizione della “Ognuno di noi è più di uno, è
parola “parola” diventa natural- molti, è una prolissità di se stesso”
mente la metafora della sua esi- (da “Il libro dell’Inquietudine”). per renderne l’uso accessibile a tutti Dagli occhi chiari e profondi di
stenza: Giuseppe Lupo come si- Partendo da questo pensiero è e soprattutto ai più piccoli; Mario Giuseppe Lupo emerge quella gio-
gnificante che ha più significati. facile capire come mai Lupo si sia Lodi, maestro, scrittore e pedago- ventù interiore di un uomo di
Infatti, come negli studi è an- dedicato anche alla pittura (i sog- gista, che ha ridisegnato il valore settant’anni che ha voglia di vivere
dato “oltre la rigidità della lingua getti dei suoi quadri sono soprattut- della scuola, cambiandone aspetti e continuare a scoprire; ed è forse
approdando al gioco e to paesaggi pugliesi e alberi di uli- e metodologia. per questo che rimprovera i giovani
all’intuizione della straordinaria vo) partecipando a collettive con E poi ancora Ignazio Buttitta, – pur riconoscendo che la colpa
flessibilità della parola”, così nella grandi pittori come Remo Brindisi, poeta dialettale siciliano, con il non è esclusivamente loro – “di
vita pare che Giuseppe Lupo abbia e abbia poi abbandonato anche que- quale Lupo ha avuto una fitta cor- non avere interessi degni di essere
ricercato quella stessa flessibilità, sta passione, riconoscendo i propri rispondenza che ha sicuramente chiamati tali, di perdersi in cose
dedicandosi a diverse passioni, tutte limiti. contribuito ad arricchire le molte inutili e vacue”.
ugualmente importanti. Accendendo di tanto in tanto la poesie che egli ha scritto in dialetto Tra le sue poesie forse Curagge
Maestro elementare, pittore, pipa e spargendone l’aroma nella “casalino”. Lo stesso dialetto in cui (Coraggio) potrebbe essere un in-
poeta in vernacolo, ricercatore sul stanza, Giuseppe Lupo parla delle ha tradotto anche Catullo (“per sag- vito rivolto a tutti, ma soprattutto
linguaggio e sul folklore, dottore persone che hanno segnato la sua giare se anche il dialetto può ridare ai giovani, a coltivare passioni e a
in Pedagogia, pescatore e conta- vita ed il suo lavoro. Primo fra tutti “poesia in poesia”) ed il Vangelo vivere più vite in una: Nan o fenoute
dino. Di tanto in tanto, allevatore Don Milani, per il modo in cui ha di Luca, che presto verrà pubblicato. u munne / poure ce voide tutte /
di lumache. inteso la scuola, per l’impegno pro- Il vernacolo rappresenta per oscoure. / Stè sèmbe nu scappucce
Il modo di vivere e di esprimersi fuso nel portare avanti la battaglia Giuseppe Lupo, “un ritorno alle / aschennoute /andò cresc l’erve.
di Giuseppe Lupo ha molto in co- di liberazione dalla vecchia scuola origini ed è sicuramente un modo Non è finito il mondo / pure se
mune con Fernando Pessoa (poeta verticistica e pigra; Gianni Rodari, per avvicinare i giovani - che quasi vedi tutto / oscuro. / C’è sempre
portoghese) che riguardo alla poeta ed autore di libri per ragazzi, non conoscono più questa lingua - un angolino / nascosto / dove cre-
possibilità che ci fosse più di una che ha spiegato i processi della e lasciare loro un segno, una testi- sce l’erba. Coraggio!
vita in una sola vita scriveva: “Mi fantasia e le regole della creazione monianza di quello che è stato”. DANILA PARADISO

Peppìn pescatore
FEBBRAIO 2008 cultura 15
BIBLIOTECA PROVINCIALE

Risultati da primato
Quarta in Italia per il suo Foggia è, inoltre, la più grande ad un progetto di levatura inter- 2007, la Provincia di Foggia, at-
sito internet, prima in Puglia di Puglia in termini di servizi, nazionale), la “Valigia di libri” traverso “La Magna Capitana”,
per articolazione dei servizi e presenze utenti e quella più arti- (che ha avvicinato alla lettura i ha avviato il progetto
capillarità. Sono questi alcuni colata come capacità di mettere bambini della maggior parte dei “Bibliobus”: un pulmino dotato
dei dati chiave che racchiudono in rete le istituzioni culturali e comuni della Capitanata), “Libri di tutti i più moderni servizi bi-
i risultati da primato della Biblio- bibliotecarie di tutto il territorio. a trazione anteriore”. bliotecari che viaggia di comune
teca Provinciale di Foggia “La È inoltre titolare della più an- Va ancora rimarcato che la in comune per assistere soprattut-
Magna Capitana”. tica rivista di settore del Mezzo- Biblioteca provinciale è capofila to le realtà più piccole e sprovvi-
Nel 2007 il sito della Biblio- giorno: “La Capitanata” (dal del progetto “Aracne” ste di servizi bibliotecari adegua-
teca ha ricevuto l’importante 1962), di un fondo speciale volu- (6.000.000 euro, fondi Por, per ti.
menzione dall’Osservatorio tec- mi antichi tra i meglio serviti la realizzazione di un sistema a Innumerevoli, inoltre, le ini-
nologico per i beni e le attività d’Italia e di una sala Narrativa rete delle biblioteche che parte ziative di vario tipo messe in
culturali presso la Direzione Ge- che, con i suoi diecimila volumi, dalla cooperazione della catalo- campo dalla Biblioteca in questi
nerale per l’innovazione Tecno- è tra le più fornite d’Italia. Con gazione con un unico catalogo anni: dalle mostre alle proiezioni
logica e la Promozione del Mini- il potenziamento del “Dock” ha in linea, ed arriva alla condivisio- cinematografiche, dai convegni
stro per i Beni e le attività attivato, unica in Puglia, impor- ne di progetti comuni dell’uso agli incontri con gli scrittori, si
culturali. tanti e innovativi servizi informa- della biblioteca) e “Matrix” contano a decine le occasioni di
Il sito web di “Magna tici per i disabili. (3.174.000 euro accordo di pro- incontro e di approfondimento.
Capitana” è risultato il quarto in Fiore all’occhiello di questa gramma quadro Stato Regione La Biblioteca è un popolare
Italia come esempio di buone istituzione i progetti “Nati per Puglia, fondi por, per la realizza- meeting point serale per studenti
prassi di comunicazione on line, leggere” (unica Provincia pu- zione di un polo integrato di ser- ed adulti di tutte le età: uno stra-
usabilità e semplicità. gliese a fare questa esperienza di vizi museali). ordinario luogo di socializzazione
La Biblioteca provinciale di lettura in età prescolare aderendo Da ricordare, infine, che nel e di confronto.

LA BIBLIOTECA COMUNALE DI TRINITAPOLI

Gli ultimi della classe


Si sa, amministrare un paese numerosissimi faldoni Che ne penserà la Corte dei Conti PISA ocse sul livello culturale
non è facile: tante aspettative, dell’Archivio Comunale di di questo uso dissennato dei soldi degli studenti e dei docenti in
tante richieste, tanti progetti da deposito, conservati attualmente dei cittadini? Europa e riflettiamo sul perché
attuare. presso l’ex macello in uno Nel frattempo leggiamoci le siamo “gli ultimi della classe”.
Trinitapoli, però, ha un stanzone di oltre 100 mq. statistiche annuali della ricerca ANTONIETTA D’INTRONO
primato mai raggiunto in passato, Una costosa soluzione
neanche nei periodi più neri della tampone che, nella migliore delle
storia politica del paese. Non si ipotesi, qualora si avessero per
riescono a risolvere in primo miracolo tutte le certificazioni
luogo i problemi facili facili, necessarie, ne peggiorerebbe la
quelli, per intenderci, che fruizione pubblica con
attengono all’ordinaria l’aggravante di pagare 6.000 Euro
amministrazione e che un in più. Non c’è che dire: un
consiglio comunale di bambini capolavoro di inconcludenza.
delle elementari, forse, sarebbe Se non si ha il coraggio di
in grado di liquidare in una serata. sistemare definitivamente la
L’esempio più eclatante è biblioteca nei locali comunali di
rappresentato dalla chiusura della Via Cavallotti (10 stanzoni su
biblioteca comunale: quasi nove due piani) i responsabili
mesi di buio senza partorire (irresponsabili) di tale assurdo
ancora nulla. ritardo dovrebbero pagare di
Non si è avuta, tra l’altro, tasca propria i fitti a vuoto
neppure l’umiltà di convocare la versati sino ad ora con danaro
Consulta della Biblioteca che, pubblico.
nonostante tutti i proclami Tra le soluzioni tampone
elettorali, è restata l’unico istituto (senza alcun onere per il
di partecipazione (oltre alle comune) perché non è stata presa
commissioni istituzionali) in considerazione la proposta di
esistente. appoggiare la Biblioteca
Solo sulla carta, però. Comunale nella Sala Riunioni
La sede in locazione di Via della Scuola Media, a servizio
Papa Giovanni XXIII (12.000 quotidiano di tutta la comunità
euro l’anno) funziona solo da scolastica?
deposito libri a causa della sua È più intelligente ed
dichiarata inagibilità. economico per la collettività
Stiamo aspettando che il tenere chiuso un servizio
nuovo locale reperito a trattativa pubblico, pagare annualmente
privata, di circa 250 mq, ossia di 18.000 Euro per altri sei anni
100 mq in meno all’attuale sede, oppure far utilizzare agli studenti
venga messo a norma per ospitare le aule che arbitrariamente,
i libri della biblioteca e in più i erano state trasformate in teatro?
16 società FEBBRAIO 2008

Ludovico, classe 1917


nestatore, zappatore e via conti- che che conosce a memoria e che orrore, che un ignorante ha finito
nuando. «Le giornate di lavoro – presentano un notevole interesse, questo lavore”.
racconta l’arzillo 91enne – andavano soprattutto per la lingua: un misto Alle strofette sui mesi dell’anno,
dall’alba al tramonto: di mattina, di dialetti garganici con inflessioni si aggiungono alcune sulla vecchiaia
alla masseria di Staffa, a padrone, molisane. Esse raccontano implici- “Lu vecchie, videle in cule, ca tiene
e il pomeriggio, “la sopragiornata” tamente la storia di gruppi di lavo- nu specchie, cu nu stuzz d’ ficazz,
nella mia terra alla contrada Cerina, ratori provenienti anche dai paesi vide lu vecchie come s’incazz”, ed
ogni giorno di Cristo, sino a quando della provincia che socializzavano altre più maliziose che Ludovico
la vecchiaia, che è una carogna, me attraverso racconti, canti e ballate. ricorda ridendo: “Fica fica fica,
lo ha impedito». Ora, quando, le Alcune si sono tramandate di padre apprima me le magn e poi te le dich.
gambe glielo consentono va alla in figlio e sono diventate il ritornello I femine de monte de Vich, se la
“camera” a giocare con gli amici o che accompagna tutte le azioni quo- fanno cu don Adevich, e’sciute na
a parlare con Venanzio, un suo caro tidiane. sera p’ vanna, e stasera attocca a
compagno di partito, il P.C.I. di un Nelle serate d’estate, ad esem- mamma”.
Ludovico Sarcina, detto tempo, con il quale scambia quattro pio, che si trascorrono fuori Prima di salutarlo, rivolgiamo a
varvasc’ne, è nato nel 1917 e sin chiacchiere e ricorda insieme a lui dell’uscio di casa, seduti in cerchio Ludovico un’ultima domanda: cosa
dalla giovanissima età ha lavorato le rime e le strofette che scandivano con i vicini a raccontare “fatti”, ci riserva il mese di Marzo?
in campagna facendo, come lui il lavoro e i momenti di riposo. Ludovico va a letto salutando ancora Marzo e marzicchie / Li pecuri
stesso dice, tutti i mestieri che un Lo abbiamo incontrato a casa in questo modo: “da voi mi licenzio, mie / Hann spuntate li curnicchie /
contadino completo ha imparato in sua, e gli abbiamo chiesto di dettarci io son Luigi Piazzolla fu Vincienzo, Se marz ingrugn / Fa cadere pele e
anni e anni di fatica:potatore, in- qualcuna delle numerose filastroc- vui perdonate se ho fatto qualche unghie.

Cipollino, il cane gentiluomo


È una presenza discreta, te- frammezzate
nera e commovente nel quartiere da brevi pas-
di Via Gramsci. Da lontano seggiate in-
appare quasi un peluche disteso t o r n o
su un tappeto, la copertina che all’isolato
Iolanda gli ha messo sul mar- (tanto per ve-
ciapiede per farlo stare più caldo. dere che si
Guardando Cipollino, ex dice) e pranzi
cane abbandonato, e conside- tranquilli
rando il rispetto e l’affetto che nell’angolino
gli abitanti del quartiere gli ri- di un portone
servano, ti ricredi ogni mattina a lui riservato.
sulla bontà della gente. Infine si
Un tempo aveva un padrone, distende sul
un immigrato che poi ha lasciato tappetino e di
il paese. tanto in tanto
Cipollino ha vagato per lo vedi salu-
qualche giorno finché due vo- tare con vor-
lontarie del canile, lo hanno ticosi movi-
adottato e da circa due anni menti della
trascorre la sua “vita da cane” coda tutti i
piuttosto serenamente. È di- suoi amici ed
ventato il cane del quartiere. estimatori che
Non abbaia quasi mai. Sempre gli passano accanto a piedi o in scrupoloso lavoratore, non ha “zizi” (gentiluomo per i lettori
rigorosamente attento a quanto macchina. voluto abbandonare la sua posta- non regionali) da portare nelle
gli succede intorno, ha orari Rispettoso della privacy dei zione di guardia. Qualcuno, par- scuole come esempio!
molto regolari per tutte le sue suoi benefattori, non osa entrare lando di lui, usa dire: un vero
attività quotidiane. Prima di tutto nelle case di nessuno.
guardiano della strada, poi ra- È restato sulla soglia anche
pide fughe nei campi aperti per nei giorni in cui Trinitapoli si è
i suoi bisogni corporali, in- svegliata con la neve: Cipollino,
Visite oncologiche
Welcome to gratuite per gli immigrati
Visite oncologiche gratuite per gli stranieri a Bari, a partire

Trinitapoli dall’otto marzo. “La salute parla anche straniero”: con questo slogan
la LILT, Lega Italiana per la lotta contro i tumori, promuove una
campagna di sensibilizzazione e prevenzione delle neoplasie con
La comunità straniera più numerosa nella nostra città è quella visita gratuita e controlli sui cittadini stranieri che ne facciano espressa
rumena con 73 cittadini, seguita dalla marocchina con 48, dalla richiesta.
polacca con 34 e dall’ucraina con 15. Gli altri immigrati provengono Grazie alla mobilitazione della LILT, sarà possibile sottoporsi a
da: Albania (8), Bulgaria (2), Algeria (4), Brasile (6), Grecia (3), visite specialistiche di senologia, ginecologia e controllo alla prostata.
Ungheria, (1), Bosnia Erzegovina (4), Costa d’Avorio (2), Tunisia Telefonando al numero 080.52.10.404 dal lunedì al venerdì si
(1), Argentina (1), Cuba (1), Repubblica Domenicana (3), Cina (4), potrà usufruire di controlli gratuiti presso gli ambulatori della
India (7). Totale 225. LILT in via Manzoni, 21 a Bari.
FEBBRAIO 2008 società 17
Di Ago ce
n’è uno solo
Ma come, Agostino in mattina, alle
pensione? No, non è possi- attività giudi-
bile! ziarie non
I suoi colleghi gli hanno proprio esila-
stampato un pieghevole inti- ranti se è vero
tolato Mondo Giudiziario che “il dottore
news nel quale, senza punta cura la carne
di retorica, hanno manifestato malata, il prete
l’affetto e la stima non verso la carne morta,
un collega, bensì verso il l’avvocato… la
compagno di lavoro ideale. carne arrag-
Perciò brindisi, saluti, discorsi giata!”
ufficiali, semiufficiali e foto I suoi 45
ricordo. anni e passa di
Agostino Lattanzio, detto onorato servi-
Ago o Penna Bianca, per la zio, prestato in Da sinistra: Savino Matera, Lorenzo Gadaleta, Vito Losito, Anna
sua folta chioma immacolata p a r t e a n c h e Maria Tarantino, Penna Bianca, Lucia Tarantini, Lucia Vaccina,
sin dalla nascita, non era nelle fila dei Luigi Lamonaca, Mario Innelli, Salvatore Balducci, Vito Palumbo,
soltanto un lavoratore inde- V.V.U.U., so- Antonio Amoroso, Giovanni Dellaquila, Gino Mastrodonato.
fesso, ma anche (come no stati con-
emerge dagli elogi ricevuti – trassegnati infine da parentesi
toccare ferro- non ancora di ricerca, sfociate in una an-
funebri), era un giocherellone,
raccontatore di aneddoti della
tologia di “Fiori, Fioroni e
Fiorellini di vita giudiziaria”,
Fiori, Fioroni e Fiorellini
vita giudiziaria, musicofilo e che ben potrebbe essere inse- di vita giudiziaria
soprattutto “salutatore”. rita nelle collane di pubblica-
Abbiamo scoperto, infatti, zioni di tal genere. dai verbali dei carabinieri:
sempre dagli elogi di cui sopra La redazione del Peperon- “I due imputati venivano alle mani con i piedi”
“Il cadavere morto giaceva sulle ciglia della strada”
(toccare ferro di nuovo) che cino Rosso, in questa occasio- “Deteneva 2 kg di artifici pirotecnici”
la qualità coralmente ap- ne, rinuncia ad essere una vo-
prezzata dai suoi colleghi di ce fuori dal coro e si unisce Dalla Gazzetta Ufficiale del 1988:
lavoro era l’abitudine di sa- al coro degli amici per augu- “Legge quadro sull’Orinamento della Polizia Municipale”
lutare allegramente tutti, rare ad Agostino Lattanzio:
stanza per stanza, senza di- Cent’anni di lucida alle- Dalle ricevute di notifica:
menticare neanche i più re- gria, la stessa lucida allegria Fu inviata una raccomandata per la notifica alla Pretura di Ortanova
frattari. contenuta nella raccolta dei che era stata soppressa. Sulla ricevuta di ritorno il postino scrisse:
Il buongiorno urlato da suoi “Fleurs”. “La Pretura di Ortanova si è trasferita altrove senza lasciare
Agostino dava il via, ogni indirizzo”.

Pausa Lectio magistralis


caffè
chiuse”. E i bambini? Tanti con tempo indeterminato? I contributi? sessi pubblici che il fior fiore dei po-
premio bebè. Ah, altri tempi! Siamo impazziti, e la libertà litici di centrodestra toglie la maschera
dell’impresa dove va a finire? e lascia intravedere squarci di futuro.
Oggi Sono le stesse anime belle che si
Più economicistiche, invece, le Domani sono tanto, ma tanto, scandalizzate
Ieri riflessioni dei più giovani centrode- I più sofisticati, in doppio petto, per i DICO, il divorzio, la 194, il
Ci capita ancora di ascoltare stroidi che sciorinano con maggior si esprimono a gesti. Gli italiani lo testamento biologico per poi trascor-
attempati signori che si esaltano forza i loro ideali di giustizia sociale hanno ben visto in televisione, durante rere le solitarie notti romane in com-
quando ricordano LUI ed il suo e di libertà: gli immigrati vengono l’ultima seduta del senato. pagnia delle maddalene di turno.
periodo storico, allorquando le a togliere il lavoro agli italiani per- Per coloro che vogliono apprendere La domenica, però, siedono com-
biciclette potevano essere lasciate ché “si fanno pagare” pochi euro questa lezione magistrale di Bon Ton, punti, in prima fila, in chiesa, mano
incustodite davanti all’uscio di ca- al giorno (deve essere una tale go- seguire le seguenti istruzioni: porre la nella mano con la moglie del momento.
sa. E l’Italia? Una nazione rispet- duria!). Il lavoro? Lo trova, chi vuole mano sinistra sull’avambraccio destro, L’etica lascia il posto
tata in tutto il mondo. E gli uomini? veramente lavorare. Il vero problema piegarlo di botto e recitare alcune giacu- all’avanspettacolo. Tea-
Maschi e non froci. E le donne? è che questi “sfaticati”, ormai, vo- latorie come “tiè”, “froci, lo avete preso tro di avanguardia? Sì,
Angeli del focolare e non zoccole. gliono essere pagati a tariffa. in c..o!” E poi champagne per tutti. di avanguardisti.
E la famiglia? Salvata dalle “case Le tasse? I contratti di lavoro a È, infatti, nei più autorevoli con- TITTI
18 people FEBBRAIO 2008

Venanzio Bombino,
Ciccillo Falco e
Peppino De Rossi,
vecchi compagni
del Circolo PRC
di Trinitapoli,
colti dal fotografo
mentre vendono i
biglietti della
lotteria di
Liberazione
davanti alla
sezione.

Giovanissimi giocatori
di pallone dell’A.C. di
Trinitapoli, fine anni ’60
In ginocchio da sinistra:
Eleuterio Pagano,
Ruggero di Gennaro (?),
Michele Veneziano,
Michele Cristiano,
Stefano Gorgoglione.
In piedi da sinistra:
Stefano De Manno,
Vincenzo Salerno,
Francesco Vincitorio,
Luigi Ingianni,
Felice Frascolla
e Peppino Brandi.

1° Aprile 2007:
al termine dello
spettacolo teatrale
Ragù, l’attore
protagonista Vito
Signorile direttore del
Teatro Abeliano di Bari
mangia orecchiette al
ragù in Via Cavallotti
con le organizzatrici
della serata.
Vito Signorile tornerà
a Trinitapoli il 12 marzo
al Supercinema
nell’ambito della
rassegna teatrale
del Comune.
FEBBRAIO 2008 sport 19
GOLDEN SHOW DANCE

Lo sport vincente di Trinitapoli


Show Dance e il premio come sportive che fanno bene indiscu-
migliore coreografia. Grande tibilmente al corpo e alla mente,
soddisfazione si leggeva nei volti e, in alcuni casi, evidenziano
delle sei piccole atlete e dei loro talenti ed eccellenze.
genitori che fiduciosi hanno per- Un vero successo insomma!
messo alle loro figlie di dare, per Altre gare ci aspettano e tanta è
almeno un mese prima della gara, la voglia di far partecipare anche
priorità assoluta all’allenamento. le atlete più piccole
Un’esperienza di certo appas- dell’insegnante Anna Belgiovine
sionante per le sei neo campio- e magari, perché no, portare altri
nesse che non vedono l’ora di trofei a casa. Il team vincente
confrontarsi in altre gare. Questo THE SIX WONDERS è formato
evento ha dato una svolta al mo- da 4 atlete di Trinitapoli e 2 di
do di intendere l’attività dei bam- Margherita di Savoia. Dal basso
bini in palestra, salutare non solo a sinistra: Valentina Lastella,
per lo sviluppo psicofisico ma Eleonora Abbattista, Angela
anche arricchito di un pizzico Conversano, Paola Damato, Rosa
d’agonismo che non guasta. Que- Dassisti, Chiara Belgiovine.
ste vittorie non dovrebbero essere Oltre a gare di danza sportiva
vissute come un successo della la palestra Body Perfect partecipa
palestra, dei piccoli atleti e dei con i suoi atleti anche a compe-
loro genitori; esse diventano fiori tizioni di karate.
all’occhiello del paese che perde Ricordiamo, inoltre, che nella
in tal modo, un po’ alla volta palestra Body Perfect in Via Zin-
l’aggettivo provinciale. Piuttosto garelli a Trinitapoli sono attivi i
che lamentarci e stare a guardare corsi di: pilates, yoga, karate e
Lo scorso 1 dicembre 2007 zionale Enzo Baldari tenutosi a prendiamo atto che se ci mobili- difesa personale, hip hop, fitness
la palestra BODY PERFECT Casalnuovo di Napoli, ottenendo, tiamo qualcosa di buono si riesce e body building, aerobica, ginna-
dell’insegnante Anna Belgiovine meritatamente, il primo posto a fare, soprattutto se si stimolano stica personalizzata, riabilitativa
ha partecipato al 5° trofeo na- nella categoria junior Golden i nostri figli a praticare le attività e posturale, area massaggi.

BASKET
Paolo
Mele

La Di Benedetto
Trinitapoli vola!
Il campionato di serie D ma- (90-73) il MANFREDONIA commenta il
schile è giunto nella sua fase cru- (87–64) e l’ALTAMURA (88–80) presidente
ciale: giocate 21 gare su 30 della in una gara quest’ultima al cardio- Tommaso
regular season, la nostra squadra palma con il risultato in bilico Carano, la
è quarta a quota 26 in condominio sino al 40’ minuto, culminata con soddisfazio-
con MOLFETTA, ALTAMURA il tripudio liberatorio dei nostri ne dello staff
e DIAMOND FOGGIA. Guidano sostenitori. societario è
la classifica il BARLETTA con La differenza però è venuta quella di aver
38, il CASTELLANA con 36 ed dalle trasferte vincenti di MOL- coinvolto
il SANTERAMO con 28. FETTA (84-95) e SANTERAMO l’intera cit-
Grazie ad uno scoppiettante (55-72), che hanno permesso di tadinanza
avvio di girone di ritorno la DI riaprire il discorso play-off. che si è
BENEDETTO ha risalito la china Molti rimpianti sulla trasferta stretta intor-
inserendosi nuovamente nel di- ultima di CASTELLANA (81-89) no a questa
scorso play-off, dove lo ricordia- dove dopo 5 vittorie di fila gli squadra ca-
mo accedono le prime quattro uomini di coach Caressa hanno pace di por-
classificate, con incontri incrociati dovuto soccombere nel finale ai tare in alto il
con le rispettive del girone B, titolati avversari, non a caso in 2a nome di Tri-
quello salentino. piazza. nitapoli!”
Il brutto momento coinciso Dando per scontato la qualifi- L’appello
con il mese di dicembre sembra cazione di BARLETTA e CA- dunque è
ormai lontano. Recuperati dai vari STELLANA, la DIBENEDETTO quello di so-
infortuni Lovino, Arbore, Frascol- TRINITAPOLI deve contendersi stenere i no-
la e Visaggio, l’organico –toccan- le restanti 2 poltrone con ben 5 stri eroi sul
do ferro- è ora al completo. Il squadre. Non dimentichiamo in- parquet di casa in questo sprint solidare la prima piazza, noi inve-
pubblico di casa, sempre più nu- fatti il FASANO, corsaro a Trini- finale. Domenica 24 di scena al ce quella di accaparrarci 2 punti
meroso, ha potuto assistere alle tapoli nella gara di fine anno, che “PalaPertini” la PATALINI BAR- “pesanti” in chiave play-off, dove
avvincenti ed appassionanti gare con 24 punti insegue il gruppetto LETTA, leader del girone. C’è il si sa, può succedere di tutto…
interne, dove nell’ordine abbiamo delle quarte. sapore del derby in questa gara. I sognare è lecito!
regolato la DIAMOND FOGGIA “Il campionato è avvincente, barlettani hanno necessità di con-
20 icoloridell’arcobalenoperunasplendidaprimavera FEBBRAIO 2008

Vivacemente colorato è il
simbolo unitario de “la Sinistra
l’Arcobaleno”, con il quale si
presentano i partiti di
Rifondazione Comunista,
Sinistra Democratica,
Comunisti Italiani e Verdi alle
prossime elezioni politiche del
13 e 14 aprile 2008.
Candidato premier:
Fausto Bertinotti
Questa suggestiva
fotografia di Piazza Umberto I,
al tramonto, del fotografo
Massimo Terlizzi, nel formato
28x40 su carta fotografica, è
inserita nella raccolta
dell’annata 2007 del
Peperoncino Rosso.
È un regalo della redazione
per chi consentirà
materialmente di andare
avanti con la pubblicazione
del periodico che ha già 8 anni
di vita.
La nostra voce, fuori dal
coro, è una sfida difficilissima
per contribuire a dare voce e
coraggio a coloro che scelgono
il silenzio per timore, per
opportunismo o per esclusione
dai tavoli del potere.
Grazie a tutti per il
sostegno e per i materiali
grafici e fotografici che
continuate ad inviarci, è il
caso di dire, a valanga.