Sei sulla pagina 1di 6

Progetto di poesia per Scuola dell'Infanzia e

Scuola Primaria

"Mi diverto a far poesia"

1.Motivazione
La poesia è una forma di comunicazione con la quale si
manifestano agli altri momenti di vita vissuti, emozioni
provate. La mente sa interpretare le emozioni, sa organizzare
le nostre percezioni, sa individuare relazioni, sa costruire
schemi e sa muoversi anche al di fuori di essi.
Attraverso il linguaggio poetico si impara a poco a poco a
conoscersi come si è fatti "dentro" e questo serve per
acquisire sicurezza, fiducia in se stessi e per costruire la
propria identità.
Provare a scrivere una poesia non è altro che saper leggere la
nostra mente, saper ascoltare la voce del nostro io interiore,
saper percepire le nostre emozioni e sensazioni, saper
sognare, riuscire ad essere "grandi" pur amando le piccole
cose. "Fare poesia" è guardare la realtà con occhio diverso,
con sensibilità e profondità di sentimenti, è esprimere ciò che
si prova con un linguaggio particolare.
Con il linguaggio poetico si impara ad usare la fantasia con la
quale possiamo modificare la realtà a nostro piacere.Con la
poesia si impara a creare qualcosa di bello e si impara ad
apprezzare quello che di bello ci propongono gli altri.
Si scrive di getto quando si vivono emozioni forti in positivo o
in negativo, quando invece la vita scorre tranquilla la vena
poetica sembra in letargo. La poesia è un atto creativo con il
quale si vuole manifestare in versi una determinata visione
del mondo.
Nella scuola dell'infanzia e nella scuola elementare
l'educazione linguistica potrebbe attuarsi in un progetto
poesia attraverso il quale, i bambini imparano divertendosi.

2.Obiettivi
Utilizzare la lingua in modo creativo
Ampliare il lessico
Scoprire legami di senso e di suono tra le parole
Esprimere sentimenti e percezioni attraverso le parole
Utilizzare la fantasia
Scoprire i nessi logici tra le parole
Divertirsi nell'apprendere

3.Giochi linguistici
Ripetere conte ed illustrarle su cartellone da appendere in
aula. Utile la ricerca di conte o ninne nanne cantate dai
nonni.
Verbi in rima: trovare dei verbi che facciano rima con quelli
dati e che abbiano tra loro anche qualche legame di
significato. Per es. scavare, spalare / scrivere, leggere ecc...
E' arrivato un bastimento carico di....RIME! Gara di
ricerca di parole in rima.
Mortadella, padella, scodella ecc....
Frasi in rima: date due parole comporci una frase in rima. Ad
es. bicicletta /fretta
"Con la bicicletta vado di fretta."
Date delle parole inventarci una filastrocca.
Cognomi in rima: Inventare una frase in rima con il nome e
cognome di ogni bambino. Es. Sabrina Contadini cammina a
passettini.
La rima.... con i nomi dei bambini. Susanna-
panna, Andrea-marea, Sofia-fantasia ecc......
"Ho conosciuto un tale..." Si inizia sempre con "Ho
conosciuto un tale...un tale di..." e si prosegue con il nome
della città, poi si inventa la rima. Es: "Ho conosciuto un tale,
un tale di Portofino che mangiava spaghetti con il
cucchiaino".
Geografia in rima: creare rime con il nome delle città
Il gioco del come.... sollecitare i bambini ad inventare
paragoni e metafore.
Il sole è come......
Il mare è come.....
L'arcobaleno è come....
La catena di parole.....Far compiere associazioni di parole in
base al significato:
es: MARE: onde, acqua, sabbia, spiaggia, nave, bambini,
divertimento ecc...
Giochiamo a far magie: le parole diventano suoni! I bambini
trasformano i suoni prodotti da loro stessi o scoperti
nell'ambiente in parola. Es. Batto i piedi: PUM PUM rido :
AH AH AH ! pulcino: pio pio, auto: brum brum ecc...
E' arrivato un bastimento carico di.....A...B....si dice l'iniziale
di una parola e i bambini devono indovinare la parola
pensata.
Costruzione di catene semantiche o associative: esempio La
catena del SOLE: fuoco-caldo-camino-fumo-grigio-nebbia
ecc...
Gioco del COMINCIA CON......
Gioco del FINISCE CON.....
Gioco delle RIME..... Con gli ultimi tre giochi si possono fare
delle gare e viene eliminato chi non riesce a trovare la
parola giusta.

4. Poesia
Costruire con i bambini le scatole dell'allegria, della
tristezza, dell'amicizia, della felicità....ed ognuna di esse
conterrà parole allegre, tristi, amichevoli, felici.... Poi se ne
pescano alcune per inventarci semplici filastrocche.

Nella scuola dell'Infanzia sarebbe opportuno illustrare le


parole su cartelloni.

Parole come......ricerca di parole che abbiano una certa


qualità: PAROLE ROSSE COME...cocomero, fragole, ciliegie
ecc...PAROLE GIALLE COME.....PAROLE VELOCI COME...
treno, missile, lepre....PAROLE LEGGERE COME.....PAROLE
CALDE COME....PAROLE PAUROSE COME.....
Costruzione delle FLASH CARDS DELLE RIME.

5. Tecniche per scrivere poesie


La poesia inventario: fare un elenco di Scrivere HAIKU
azioni o oggetti riferiti a: -all'estate,
-all'inverno, -al sabato, -alle vacanze,
-all'amore, -alla libertà,
L'haikù è un breve
componimento
Es. "Le cose che fanno la domenica" giapponese (non più di sei
versi) , nei primi due o tre
La sveglia silenziosa, versi vengono espresse
sensazioni derivanti
La luce del sole che entra dalla finestra, dall'osservazione della
natura. Gli altri versi
Una calma sconosciuta, esprimono invece i
sentimenti che la natura
Profumo di cucina, ha suscitato nell'autore.
L'haikù contiene molti
I miei suoceri"
aggettivi e pochi verbi,
non compaiono rime,
parlano di un ambiente
ristretto, ci sono metafore
e similitudini.

es:

L'aria calda e leggera


è il respiro del sole
una gioia immensa
invade il mio cuore.

Vorrei essere.....Scegliere una parola (ad


esempio SOLE) ed identificarvisi e poi Gli acrostici: da comporre
ad esempio con il proprio
elencarne tre motivi.
nome:

Esempio: "Vorrei essere come il sole, Io Se

(elencare diversi motivi) Volo Ancora

per riscaldare il tuo cuore, Ancora Resta

per illuminare la tua vita, Nell' Amore....

per donarti gioia e felicità."


Allegria....

Elencazione di oggetti in
Scegliere un vocabolo ed appiccicargli una situazione spaziale ed
addosso tutte le parole possibili e affettiva da immaginare o
concludere con un paragone. da ricordare. Titolo: " C'è
"
Esempio: " Il mare "
C'è una strada affollata,
Mare infinito, onde, sabbia,
C'è una donna che cammina
castelli, conchiglie, divertimento,
C'è un cuore che batte
spiaggia....sei come un universo tinto di
azzurro. C'è la speranza di un
incontro.

Sempre riferito alla situazione si può


pensare ad una parola...es. primavera, e
poi scrivere tutto ciò che ci viene in
mente.
La POESIA DEI SENTIMENTI
" Le cose della primavera"
Scegliere una parola tra le
Un sole tiepido, seguenti: paura, allegria,
amicizia, tristezza ecc...e
colori pastello, scrivere con parole o frasi i
sentimenti che provocano
il canto degli uccelli, dentro di noi.

primule sbocciate,

suono di campane.
Attraverso la poesia è
Poesia come RICORDO: elencare ricordi
possibile scrivere la propria
che più sono vivi nella nostra memoria da
BIOGRAFIA seguendo le
quando eravamo piccoli ad ora.
indicazioni sottostanti e
ricordando che non è
Esempio: " Ricordi " necessario costruire rime:

Il mare al tramonto - Ciò che sono....

la voce di un'amica - Ciò che non sono....

un gattino che miagola - Ciò che ho....

la rosa rossa nel mio giardino. - Ciò che non ho....

Si può anche delimitare il campo di - Ciò che vorrei....


riferimento ai ricordi dell'infanzia, ricordi di
scuola, ricordi dolci, ricordi spiacevoli ecc....
- Ciò che non vorrei......
Scegliere una parola ed Comporre un inventario
identificarcisi, così: "Io libro" - con la seguente
cosa faccio? - Racconto storie - indicazione:
come? - Belle e brutte - Perchè? - ...."Alcune cose che dovrei
Per conoscere tanti bambini e per fare prima di morire....."
....."Chi vorrei al mio fianco
farmi fare un pò di solletico. per tutta la mia vita....."
...."Mi meraviglio
quando.....

L'anafora: Prime parole ripetute Usare metafore:


uguali in ogni strofa. Consiste nel trasferire
Sinestesia: consiste nel creare a un termine il
un’immagine associando termini significato di un altro
che appartengono a sfere termine con cui ha un
sensoriali diverse. Es: rapporto di
sfera somiglianza. In breve,
gustativa è una similitudine
(aspro) + senza il termine di
va l’aspro odor de i vini
sfera paragone: tu sei (simile
olfattiva a) un dio. "Il cielo è un
(odore) manto azzurro".
sfera uditiva (voci) Usare
voci di tenebra azzurra… + sfera visiva similitudini.Consiste
(tenebra azzurra) nel paragonare
sfera olfattiva persone, animali, cose,
l’odore di fragole rosse. (odore) + sfera sentimenti per
visiva (fragole rosse associazione di idee; è
introdotta da come,
sembra,pare, è simile,
somiglia, ecc…

" Il cielo sembra un


manto azzurro".
Usare rime baciate:
secondo lo schema
AABB
Usare rime alternate:
secondo lo schema
ABAB
Usare rime incrociate:
secondo lo schema
ABBA
Usare onomatopee:
cioè parole che imitano
un suono
...drin...brum....
Il sonetto:
E’ un componimento di
14 versi endecasillabi,
composto da due
quartine, a rima
alternata ( ABAB,
CDCD…) o chiusa
(ABBA, CDDC…) , e due
terzine, con
schema metrico vario.

Terzina:
Strofa di tre versi a
rima incatenata (ABA,
BCB, CDC...).

Poesie scritte dai bambini

Home page | L'autrice del sito | Le pagine del sito