Sei sulla pagina 1di 11

SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO GENERALE

SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO DIVISIONALE

MODELLO PER SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA

AL SIGNOR DIRIGENTE 9 SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER LEDILIZIA DEL COMUNE DI COSENZA
(una copia in carta semplice)

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA)


ai sensi dellart. 19 L. 241/1990 (cos modificato dal comma 4bis dell'art. 49, L.122/2010 ) e del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i.

I.....sottoscritt. (nome)........................................... .............(cognome)................................................................................. nat.... a.........................................il ................. cod.fisc. ................................................................................... residente in ........................ via .......... ............................................................n. ......... tel. ................................

in qualit di
proprietario comproprietario unitamente agli altri aventi titolo sotto elencati affittuario, pertanto si allega autorizzazione del proprietario con fotocopia c.di. titolare dellimpresa individuale legale rappresentante della societ amministratore di condominio cos denominata:.. p.iva................................................................................... con sede legale in ............................ via ........................................... n. ......... tel. ......................... titolare di atto notarile del nrep.. a firma di .. trascritto al n. . in data .. contenente la clausola espressa che abilita allesecuzione dei lavori richiesti di fabbricato di porzione di fabbricato di area edificabile di terreno agricolo di u.i. sito in localit....................................... .........via...............................................n...........scala.........interno....... contraddistinto al N.C.E.U./N.C.T. al foglio di mappa p.lla sub .... compreso in zona omogenea classificata dal P.R.G. di tipo ........................................................................ riportare la zona completa della sottozona e dellambito (es. B3.1) ricadente in zona provvista di Piano Attuativo Unitario: con delibera di adozione/approvazione n.. del ricadente in zona provvista di Piano Unitario Riqualificazion e con delibera di adozione/approvazione n.. del ricadente in zona sprovvista di strumenti urbanistici attuativi; (art.9 T.U.380/2001) ricadente in zona demaniale (art.8 T.U.380/2001)

SEGNALA
- che intende procedere allesecuzione di lavori di .................................................................................................................... . - per interventi riconducibili a: Sola demolizione Manutenzione straordinaria che riguardi parti strutturali delledificio o che comporti incremento di unit immobiliari o incremento di parametri urbanistici, ovvero non riconducibili allart.6 comma 2 del D.P.R. n. 380/2001; Restauro e Risanamento conservativo; Ristrutturazione edilizia, con nessun aumento di unit immobiliari, n modifica di volume, sagoma, prospetti e superfici; Mutamento di destinazione duso per interventi, NON ricadenti in zona A di cui al D.M. n.1444/68, e ricadenti allinterno dello stesso raggruppamento tra quelli elencati al comma 4 della L.R. n.19/2002, e per interventi dal cui mutamento non derivi la necessit di dotazioni aggiuntive di standards, servizi e spazi pubblici o privati (art.57, comma 14, L.R.19/2002); Mutamento di destinazione duso per interventi, NON ricadenti in zona A di cui al D.M. n.1444/68, e ricadenti allinterno del lo stesso raggruppamento tra quelli elencati al comma 4 della L.R. n.19/2002, e per interventi dal cui mutamento non derivi la necessit di dotazioni aggiuntive di standards, servizi e spazi pubblici o privati , per edifici costruiti prima dellentrata in vigore della legge n.765/1967(art.57, comma 13, L.R.19/2002);

CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

di cui allart.3, e non riconducibili allart.6 e allart.10, del D.P.R. n 380/2001 e s.m.i. parcheggi da destinare a pertinenza delle singole unit immobiliari: nel sottosuolo degli immobili nel sottosuolo di aree pertinenziali esterne al fabbricato compatibilmente con il piano del traffico, della destinazione duso in superficie e con la tutela dei corpi idrici in conformit agli strumenti urbanistici vigenti in deroga agli strumenti urbanistici vigenti di cui allart.9, comma 1, della L. n122 del 24/03/1989 e s.m.i. Variante a Permesso a Costruire, senza variazione di parametri urbanistici, vol umetria, destinazione duso, categoria edilizia e sagoma delledificio e senza violazione delle prescrizioni contenute nel permesso di costruire; a tal fine si allega idonea documentazione fotografica atta a dimostrare lo stato dei lavori di cui allart.22, comma 2, del D.P.R. n 380/2001 e s.m.i. e alla Circ.Min.del 16/09/2010. allart.4, comma 2, lettera della L.R. n21/2010 (cd.Piano Casa) allart.5, comma 2, lettera della L.R. n21/2010 (cd.Piano Casa) (art.6, comma 10, L.R. n.21/2010) Le opere oggetto di S.C.I.A.: (art.1 T.U.380/2001) SONO NON SONO soggette alla tutela per i beni culturali di cui alla D.L.42/2004 ; (come si evince dal Certificato di Vincoli Inibitori prot.n.del ..rilasciato a nome di .. ); SONO NON SONO sono relative ad impianti produttivi di cui al D.L.112/1998;

DICHIARA al fine delle proprie responsabilit:


- che NON sono in corso altri progetti edilizi sullimmobile oggetto dellintervento; - che leffettivo inizio dei lavori avverr: (art.22 T.U.380/2001) in data , entro tre anni dalla data di presentazione della S.C.I.A. in data , entro tre anni dalla data di presentazione della S.C.I.A. e dalla data di emanazione dellatto di assenso. - che i lavori saranno eseguiti entro i termini di cui al comma 2 dellart. 23 del D.P.R. N 380/01 e che al termine degli stessi sar presentata allo sportello unico la data di ultimazione lavori unitamente ad un certificato di collaudo finale, redatto da un tecnico abilitato, con il quale si attesta la conformit dell'opera al progetto presentato (art.23 T.U.380/2001) - che contestualmente alla fine lavori sar presentata ricevuta dell'avvenuta variazione catastale conseguente alle opere realizzate, ovvero dichiarazione che le stesse non hanno comportato modificazioni catastale e/o di classamento. (art.23 T.U.380/2001) delega altres per la comunicazione di fine lavori il tecnico incaricato progettista direttore dei lavori - che la presente S.C.I.A. viene comunicata: come nuova S.C.I.A.per decadenza-decorrenza dei termini della S.C.I.A.precedente di cui al prot.gen. n. .............. per la realizzazione della parte dell'intervento non ultimata nel termine stabilito di cui al titolo abilitativo n. prot.gen. . del .. per interventi in corso di esecuzione, ai sensi dellart.37, comma 5 del DPR.380/2001, con pagamento, a titolo di sanzione, della somma di 516 euro. Si allega ricevuta del versamento in sanatoria, per interventi eseguiti in assenza di S.C.I.A. ai sensi dellart.37, comma 1 del DPR.380/2001, con pagamento, a titolo di sanzione, pari al doppio dell'aumento del valore venale dell'immobile conseguente alla realizzazione degli interventi stessi e comunque in misura non inferiore a 516,00. Si allega versamento di (da determinarsi a cura dellAmministrazione Comunale) in sanatoria, per interventi eseguiti in difformit della S.C.I.A. n. del , ai sensi dellart.37, comma 1 del DPR.380/2001, con pagamento, a titolo di sanzione, pari al doppio dell'aumento del valore venale dell'immobile conseguente alla realizzazione degli interventi stessi e comunque in misura non inferiore a 516,00. Si allega versamento di (da determinarsi a cura dellAmministrazione Comunale) - che intende affidare lesecuzione dei lavori alla ditta: Impresa ..con sede in ....... via ..................................... n. ........ indirizzo di posta elettronica ....................................... .......................... tel. .........................................fax.... P.IVA e sotto la direzione dei lavori del tecnico C.F. .. con studio in ... via .. n indirizzo di posta elettronica....................................................tel........................ fax iscritto allalbo/collegio ................................. della provincia di .............................. al n ......... Firma del titolare dellImpresa (per accettazione) ) .......................................................

- che intende eseguire i lavori direttamente in economia:


CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

Il sottoscritto ritiene di avvalersi di quanto previsto dal comma 1 bis dellart. n.31della legge n.98 del 09.08.2013, considerato che trattasi di lavori privati di manutenzione. Firma del Dichiarante ..................................................................

- che sono stati conferiti i seguenti incarichi professionali: NOMINA DEL PROGETTISTA nome.........................................cognome.................................................................................................... nato a............................................... il ...........................cod. fisc. ........................................................... residente a ................................................ via ............................................................ ........... n. .... indirizzo di posta elettronica..................................... ................................................................................ tel. ...................................fax......... iscritto allalbo collegio ...................... della provincia di ........................................... al n ............ Firma del progettista (per accettazione) ..................................................................

NOMINA DEL DIRETTORE DEI LAVORI nome..................................cognome........................................................................................ ............ nato a .................................... il ....................cod. fiscale.............................................................. residente a .......................................................... via .................................................. .................. n. ..... indirizzo di posta elettronica...................................................................................................................... .tel. .................................... fax.. iscritto allalbo collegio ...................... della provincia di ........................................... al n ............ Firma del direttore dei lavori (per accettazione) ) ..........................................................

- che lintervento ricade su parti comuni e:


non pregiudica i diritti dei terzi e non necessita dellassenso dei condomini , in quanto riconducibile alle previsioni dellart.1102 del Codice Civile, ed inoltre il Regolamento condominiale non contempla norma che disponga diversamente; volto al contenimento del consumo energetico degli edifici ed all'utilizzazione delle fonti di energia di cui agli art.1, 8 della L.10/91, pertanto: (art.26, comma 2, L.10/91 ripreso dallart.123 T.U. 380/01) - la delibera di condominio con cui vengono adottati, approvata con la maggioranza semplice delle quote millesimali rappresentate dagli intervenuti in assemblea; - si allega attestato di certificazione energetica o una diagnosi energetica realizzata da un tecnico abilitato che ne individui il contenimento energetico; relativo ad innovazioni volte all'adozione di sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore di cui allart 26, comma 5 della L.10/91 e pertanto: (art.123 T.U. 380/01) - la delibera condominiale approvata con decisione a maggioranza delle quote millesimali, in deroga agli articoli 1120 e 1136 del codice civile, come risulta dallallegato verbale dellAmministratore in data.. ; volto allabbattimento delle barriere architettoniche in edifici privati e costituisce oggetto di innovazione , a tal fine, restando fermo quanto disposto dagli articoli 1120, secondo comma, e 1121, terzo comma, del codice civile, si rende noto che: (art.78 T.U.380/2001) la delibera di condominio approvata con le maggioranze previste dallart.1136, secondo e terzo comma, del codice civile, come risulta dallallegato verbale dellAmministratore in data ; il condominio si rifiuta di approvare gli interventi in esame pertanto le opere rientrano tra quelle di cui allart .2 comma 2 della L. 13/1989; il condominio non ha approvato entro tre mesi dalla richiesta fatta per iscritto , gli interventi in esame pertanto le opere rientrano tra quelle di cui allart .2 comma 2 della L. 13 /1989; non ricade in nessuno dei casi precedenti, pertanto: ha conseguito, lassenso dei condomini espresso con le modalit di cui allart. 1120 del Codice Civile, come risulta dallallegato verbale dellAmministratore in data ; che limmobile su cui ricade lintervento, volto allabbattimento delle barriere architettoniche in edifici privati e costituente oggetto di innovazione, soggetto al vincolo di cui d.Lgs.42/2004 per cui: (art.4 L.13/1989) stata richiesta lautorizzazione allautorit competente di cui all'art.7 della citata legge, da oltre 90 giorni senza avere ricevuto pronuncia in merito (la mancata pronuncia equivale ad assenso ai sensi dellart.4 della L.13/1989) ; stata ottenuta, dallautorit competente, lautorizzazione allegata, di cui all'art.7 della citata legge, priva di prescrizioni stata ottenuta, dallautorit competente, lautorizzazione allegata, di cui all'art.7 della citata legge, CON prescrizioni allegato certificato medico in carta libera attestante l'handicap e dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet, dalla quale risultino l'ubicazione della propria abitazione, nonch le difficolt di accesso. (art.8, L13/1989); - che la Segnalazione corredata da: Attestazione di versamento per Istruttoria Esame SCIA di 100,00 da pagare, dietro presentazione di ricevuta rilasciata dall'Ufficio Sportello Unico Attivit Edilizia, presso l'Economato Comunale sito in Piazza dei Bruzi in ottemperanza alla Delibera n53 del 11.06.2012 o tramite bonifico bancario presso Banca Carime Agenzia n1 IBAN IT43D0306716202000000051662 (intestato a: Comune di Cosenza - causale: Tassa Istruttoria SCIA); fotocopia c.di. di tutti gli aventi titol o; autorizzazione del proprietario e relativa fotocopia c.di. ;(*) dichiarazione sostitutiva dellatto di notorieta' per quanto riguarda tutti gli stati, le qualita' personali e i fatti previsti negli articoli 46 e 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445; attestazioni e relazioni di tecnici abilitati che asseverino la conformit delle opere da realizzare ai vigenti strumenti urbanistici,
CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

ai Regolamenti Edilizi, alla disciplina urbanistico-edilizia, nonch al rispetto delle norme di sicurezza ed igienico sanitarie, unitamente ad opportuni elaborati tecnici necessari per consentire le verifiche di competenza dell'amministrazione; (art.23 T.U.380/2001) attestato di certificazione energetica o una diagnosi energetica realizzata da un tecnico abilitato; (*) delibera di condominio/verbale dellamministratore del .. ; (*) certificato medico in carta libera attestante l'handicap e dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet; (*) dichiarazione dell'organico medio annuo, distinto per qualifica; (*) dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente pi rappresentative, applicato ai lavoratori dipendenti; (*) documento unico di regolarit contributiva; (*) copia della notifica preliminare ove prevista; (*) eventuale attestazione del versamento da effettuare, a titolo di sanzione, di per interventi eseguiti in assenza di SCIA, in difformit di SCIA, dietro presentazione di ricevuta rilasciata dall'Ufficio Sportello Unico Attivit Edilizia, presso l'Economato Comunale sito in Piazza dei Bruzi o tramite bonifico bancario effettuato presso Banca Carime Agenzia n1 IBAN IT43D0306716202000000051662 (intestato a: Comune di Cosenza - causale: Sanzione SCIA); (*) (*) allegati obbligatori solo per specifici interventi. Il richiedente e gli altri firmatari eleggono il proprio domicilio per qualsiasi comunicazione presso: via.nComune...... tel...............fax.........................indirizzo posta elettronica. Il sottoscritto dichiara di essere a conoscenza: che entro quindici giorni dallultimazione dei lavori di finitura dellintervento, il soggetto di cui allarticolo 2 4, comma 3 del DPR n.380/01, tenuto a presentare allo sportello unico la domanda di rilascio del certificato di agibilit e che la mancata presentazione della domanda comporta lapplicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 77 a 464 euro ai sensi dellart. 24 comma 3 del DPR n.380/01; che le opere di cui alla presente richiesta devono risultare conformi agli strumenti urbanistici adottati o approvati e al Regolamento Edilizio vigente, alle norme di sicurezza, di risparmio energetico, alle norme igienico-sanitarie, alle norme antincendio ed a quelle relative allabbattim ento delle barriere architettoniche; che la conformit e la rispondenza ai requisiti devono essere asseverate sia in fase progettuale che finale, da parte di tecnici abilitati; che la mancata rispondenza delle opere alle norme citate o il mancato rispetto dei requisiti prestazionali obbligatori non consente lattestazione del certificato di Conformit edilizia e agibilit, e comporta lapplicazione delle sanzioni amministrative e penali a carico dei soggetti responsabili ivi compreso il sottoscritto e i soggetti che presentano la denuncia; che obbligato a nominare il coordinatore per la sicurezza sia in fase di progetto che in fase di esecuzione, qualora le opere rientrino nel campo di applicazione del Decreto Legislativo n. 81/08. Firma del dichiarante (luogo)............................, (data) .

Elenco dei nominativi degli altri aventi titolo Cognome e nome Codice fiscale Firma

La segnalazione, corredata delle dichiarazioni, attestazioni e asseverazioni nonch dei relativi elaborati tecnici, pu essere presentata mediante raccomandata con avviso di ricevimento; in tal caso la segnalazione si considera presentata al momento della ricezione da parte dell'amministrazione. Il presente modello deve essere consegnato compilato in stampatello leggibile e integro in tutte le sue parti.

CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

(PARTE DA COMPILARSI A CURA DELLAVENTE TITOLO)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA


(art. 47 DPR 28/12/2000 n 445)

..I sottoscritt............................................................. nat a.. il ............................... cf residente in ............................... via .......................................................... n. ............ consapevole delle responsabilit anche penali che si assume in caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di at ti falsi, richiamate dallart. 76 del DPR 445/00, consapevole inoltre che quanto dichiarato potr essere verificato dalla Pubblica Amministrazione a campione in tempi successivi o qualora sussistano ragionevoli dubbi sul contenuto della presente dichiarazione,

DICHIARA
che su detto/a area, oppure unit immobiliare, oppure fabbricato non stata presentata istanza di condono edilizio ai sensi della Legge n. 47/85 o della Legge n. 724/94; stata presentata istanza di condono edilizio ai sensi della Legge in data ...................... prot.gen.. del definito positivamente con il rilascio dellautorizz/concessione in sanatoria n ......... del..; che limmobile non vincolato; vincolato ai sensi del D.L. 22/01/2004 n.42, con vincolo: storico artistico paesaggistico ambientale, n. del che lintervento in esame ha ottenuto, le seguenti autorizzazioni/pareri favorevoli: autorizzazione allo scarico delle acque reflue n. .... del...... rilasciata da ... autorizzazione allo scarico dei fumi in atmosfera ai sensi del DPR 203/88 n ....del autorizzazione ai sensi del D.Lgs 22/01/2004 n.42 ndel....rilasciata da . autorizzazione allapertura di passi carrai prevista dallart 22 del Codice della Strada n del . parere preventivo favorevole del Comando VV.F parere preventivo favorevole dellA.S.L. parere preventivo favorevole dellARPACAL . che lintervento NON interferisce interferisce con fasce di rispetto di elettrodotti, gasdotti, oleodotti, acquedotti, metanodotti. che SONO in corso NON SONO in corso interventi edilizi sulla stessa unit o sulledificio/lotto di propriet. da compilarsi nei casi di S.C.I.A. in sanatoria: che le opere per le quali viene richiesta la sanatoria sono state eseguite in data........... da me medesimo; da ..; da altri Il sottoscritto dichiara altres di essere informato ai sensi e per gli effetti di cui allart. 10 del DLgs 196/03 che i dati personali accolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nellambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.) Firma del dichiarante...................................

La sottoscrizione della Segnalazione apposta in presenza del dipendente incaricato a ricevere listanza
Il sottoscritto funzionario attesta che la firma stata apposta in sua presenza dal dichiarante identificato mediante esibizione di n. rilasciat.. da il............. previo ammonimento delle responsabilit penali cui pu andare incontro in caso di dichiarazione non veritiera. Cosenza Lincaricato..

La sottoscrizione della segnalazione NON apposta in presenza del dipendente incaricato a ricevere listanza, pertanto : si allega fotocopia non autenticata, di un valido documento di identit, ai sensi dellart. 38 del DPR 445/2000.
LAmministrazione si riserva la facolt di procedere ad effettuare idonei controlli sulla veridicit delle dichiarazione rese. Qualora emerga la non veridicit del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera o alla attivit iniziata.

- che la dichiarazione di atto notorio e' corredata da .

Firma del dichiarante

(luogo)............................, (data) .
CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

5
DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

(PARTE DA COMPILARSI A CURA DELLAVENTE TITOLO)

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA DI ASSEVERAZIONE


(art. 22 e 23 D.P.R. n 380 del 6 giugno 2001 e s.m.i)

Il sottoscritto: nome..............................cognome......................................................................................................... nato a............................................... il ...........................cod. fisc. ......................................................... residente a ................................................ via ............................................................ ........... n. ...... indirizzo di posta elettronica....................................................................... ............................................... tel. ........... fax........ iscritto allalbo collegio ...................... della provincia di .................al n ..... con riferimento alla presente Segnalazione Certificata di Inizio Attivit relativa ad opere su: fabbricato porzione di fabbricato area edificabile terreno agricolo u.i.

sito in localit....................................... .........via...............................................n...........scala.........interno....... contraddistinto al N.C.E.U./N.C.T. al foglio di mappa p.lla sub .... compreso in zona omogenea classificata dal P.R.G. di tipo ........................................................................
riportare la zona completa della sottozona e dellambito (es. B3.1)

ricadente in zona provvista di Piano Attuativo Unitario: con delibera di adozione/approvazione n.. del ricadente in zona provvista di Piano Unitario Riqualificazione con delibera di adozione/approvazione n.. del ricadente in zona sprovvista di strumenti urbanistici attuativi (art.9 T.U.380/2001) in deroga agli strumenti urbanistici trattandosi di edifici e/o impianti pubblici o di interesse pubblico (art.14 T.U.380/2001) ricadente in zona demaniale (art.8 T.U.380/2001)

in qualit di progettista
incaricato da.................................................. nat a.. il ............................. cf residente in ....................... via ....................... .................. n. ............ ai sensi del comma 1, art. 23 del D.P.R. N 380/01, in qualit di persona incaricata di un pubblico servizio ai sensi della L egge penale, e di persona esercente un servizio di pubblica necessit ai sensi degli artt.359 e 481 del Codice Penale,

ASSEVERA
- che gli interventi oggetto di S.C.I.A. sono riconducibili a: sola demolizione; Manutenzione straordinaria che riguardi parti strutturali delledificio o che comporti incremento di unit immobiliari o incr emento di parametri urbanistici, ovvero non riconducibili allart.6 comma 2 ; Restauro e Risanamento conservativo; Ristrutturazione edilizia, con nessun aumento di unit immobiliari, n modifica di volume, sagoma, prospetti e superfici; Mutamento di destinazione duso per interventi, NON ricadenti in zona A di cui al D.M. n.1444/68, e ricadenti allinterno del lo stesso raggruppamento tra quelli elencati al comma 4 della L.R. n.19/2002, e per interventi dal cui mutamento non derivi la necessit di dotazioni aggiuntive di standards, servizi e spazi pubblici o privati. (art.57, comma 14, L.R.19/2002); Mutamento di destinazione duso per interventi, NON ricadenti in zona A di cui al D.M. n.1444/68, e ricadenti allinterno dello stesso raggruppamento tra quelli elencati al comma 4 della L.R. n.19/2002, e per interventi dal cui mutamento non derivi la necessit di dotazioni aggiuntive di standards, servizi e spazi pubblici o privati, per edifici costruiti prima dellentrata in vigore della legge n.765/1967.(art.57, comma 13, L.R.19/2002); di cui allart.3, e non riconducibili allart. 6 e 10, del D.P.R. n 380 del 6/06/2001 e s.m.i. parcheggi da destinare a pertinenza delle singole unit immobiliari: nel sottosuolo degli immobili; nel sottosuolo di aree pertinenziali esterne al fabbricato compatibilmente con il piano del traffico, della destinazione duso in superficie e con la tutela dei corpi idrici; in conformit agli strumenti urbanistici vigenti; in deroga agli strumenti urbanistici vigenti; di cui allart.9, comma 1, della L. n122 del 24/03/1989 e s.m.i. Variante a Permesso a Costruire, senza variazione di parametri urbanistici, volumetria, destinazione duso, categoria edilizia e sagoma delledificio e senza violazione delle prescrizioni contenute nel permesso di costruire; a tal fine si allega idonea documentazione fotografica atta a dimostrare lo stato dei lavori; di cui allart.22, comma 2, del D.P.R. n 380 del 6/06/2001 e s.m.i. - che le opere oggetto di S.C.I.A.: SONO NON SONO soggette a Vincolo Paesaggistico ai sensi dellart.146 D.Lgs.42/2004 (ex Legge 1497/1939); SONO NON SONO soggette a Vincolo Monumentale ai sensi dellart. 21 D.Lgs.42/2004 (ex Legge 1089/1939); SONO soggette ad altro vincolo (militare, idrogeologico, ferroviario, PAI, archeologico etc.) cos denominato: .. NON SONO soggette ad alcun vincolo;
CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

- e pertanto: NON necessitano di atti di assenso: si allegano i seguenti atti di assenso; Vincolo: Ai sensi di:

Atto necessario:

Non Rilasciato

Rilasciato in data:

- che le opere oggetto di S.C.I.A. NON SONO soggette SONO soggette a Parere/Nulla Osta dei seguenti enti Azienda Sanitaria Provinciale n di Cosenza che PUO NON Pu essere sostituito da autocertificazione NON sono soggette alle norme igienico sanitarie in quanto .. Comando dei Vigili del Fuoco che PUO NON pu essere sostituito da autocertificazione ANAS Provincia di Cosenza Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone ARPACAL pertanto si allegano: le autocertificazioni di conformit in materia sanitaria in materia antincendio i seguenti pareri/N.O. si richiede lacquisizione degli atti dassenso pareri/N.O. necessari ai sensi dellart.23 -bis della Legge n.98/2013 allegando la relativa documentazione necessaria. Prot del .. ANAS Prot del .. Provincia di Cosenza Prot del .. Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone Prot del .. ARPACAL - che le opere oggetto di S.C.I.A. NON sono SONO relative a impianti di cui al D.M. 37/2008, art.1, comma 2, lettera ... cos denominati .. e prevede: linstallazione, la trasformazione, e/o lampliamento, e pertanto, ai fini di quanto disposto dal D.M. 37/2008: - limpresa installatrice dichiara che: l'imprenditore individuale o il legale rappresentante il responsabile tecnico in possesso dei requisiti tecnico-professionali di cui allart.4, comma 1, lettera , cos descritti .... ; verr rilasciato al committente, entro 30 giorni dalla conclusione dei lavori, previa effettuazione delle verifiche previste dalla normativa vigente, comprese quelle di funzionalit dell'impianto, la dichiarazione di conformit degli impianti realizzati nel rispetto delle norme di cui all'art.6.,di cui allAllegato 1 del D.M.37/2008. Firma del titolare dellimpresa .. - si allega progetto redatto a cura di un professionista iscritto agli albi professionali per le specifiche competenze, trattandosi di imp ianti di cui allart.5 comma 2, lettera .., contenente gli schemi dell'impianto, i disegni planimetrici e una relazione tecnica sulla consistenza e sulla tipolog ia dell'installazione, della trasformazione o dell'ampliamento dell'impianto stesso, con particolare riguardo alla tipologia e alle caratteristiche dei materiali e componenti da utilizzare e alle misure di prevenzione e di sicurezza da adottare; un soggetto che ricopre, da almeno 5 anni, il ruolo di responsabile tecnico di un'impresa abilitata, operante nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione, NON trattandosi di impianti di cui allart.5 comma 2, contenente gli schem i dell'impianto. Firma del progettista dellimpianto .. - che le opere oggetto di S.C.I.A.: NON sono SONO opere relative ad attivit produttive, e pertanto si applicano le norme generali di sicurezza di cui all'art. 1 del D.P.M. 31 marzo 1989 e s.m.i.; NON sono SONO opere relative alla manutenzione degli impianti di ascensori e montacarichi in conformit alla normativa vigente in materia, in particolare al D.P.R. n.162 del 30/04/1999; NON comportano COMPORTANO linstallazione e/o la modifica dei condotti di esalazione/ventilazione fumari a nel rispetto del codice civile e della normativa vigente in materia. Si allega progetto e relazione a cura di un tecnico abilitato indicante materiali, dimensionamento, posizionamento in pianta e prospetto, e le relative norme di riferimento utilizzate. - trattasi di opere ricadenti su edifici: NON soggetti alle norme di cui allart.24 della Legge N. 104/1992 in quanto: .. SOGGETTI alle norme di cui alla L. 104 del 5 febbraio 1992 (Legge quadro per lassistenza, lintegrazione sociale e i diritti delle persone handicappate), ovvero: immobili da destinare alle comunit alloggio ed ai centri socio-riabilitativi, di cui allart. 10 comma 6 , e pertanto costituisce Variante del Piano Regolatore; di opere in edifici pubblici e privati aperti al pubblico, di cui allart.24 comma1, suscettibili di limitare laccessibilit e la visitabilit di cui alla L13/1989 e s.m.i., e pertanto si allega una documentazione grafica e una dichiarazione di conformit alla normativa di
CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

cui alla L. 118/1971 s.m.i., D.P.R. 384/1978, L13/1989 s.m.i., D.M.LL.PP.236/1989 in materia di accessibilit e di superamento delle barriere architettoniche; opere provvisionali, di sui allart.24 comma 2, in attesa del rilascio della nulla osta edifici pubblici e privati aperti al pubblico soggetti ai vincoli di cui alla L. 1089/1939 da parte delle autorit competenti alla tutela del vincolo; modifica di destinazione duso di edifici in luoghi pubblici o aperti al pubblico e pertanto si allega una documentazione grafica e una dichiarazione di conformit alla normativa vigente in materia di accessibilit e di superamento delle barriere architettoniche; trattasi di interventi di cui alla Legge n13 del 9 gennaio 1989 (Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati) e relativo Reg.di attuazione (D.M. 236/89): ristrutturazione di edifici privati, o di edificio di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata ed agevolata. per garantire il soddisfacimento delle prescrizioni di: accessibilit visitabilit adattabilit, come si evince dagli specifici elaborati grafici si allega la dichiarazione del professionista abilitato di conformit degli elaborati alla L.13/1989 e al relativo regolamento di attuazione D.M. 236/89, oltre ad una relazione specifica contenente la descrizione delle soluzioni progettuali e delle opere previste per la eliminazione delle barriere architettoniche, degli accorgimenti tecnico-strutturali ed impiantistici e dei materiali previsti a tale scopo, del grado di accessibilit delle soluzioni previste per garantire l'adeguamento dell'edificio (art 1 L.13/1989); che lintervento, volto allabbattimento delle barriere architettoniche in edifici privati, costituisce oggetto di innovazione e sar realizzato in deroga alle norme sulle distanze previste dai regolamenti edilizi, fatto salvo l'obbligo di rispetto delle distanze di cui agli articoli 873 e 907 del codice civile nell'ipotesi in cui tra le opere da realizzare e i fabbricati alieni non sia interposto alcuno spazio o alcuna area di propriet o di uso comune (art.78 T.U.380/01, art. 2 L.13/89); - che lintervento NON comporta COMPORTA la realizzazione modifica del sistema di smaltimento delle acque reflue, in particolare trattasi di scarichi di acque reflue urbane, cicli industriali/produttivi, .: - che rispettano i valori-limite di emissione indicati nelle seguenti tabelle di cui all'Allegato 5 alla parte terza del D.Lgs 152/2006: Tabella 1, per lo scarico di acque reflue urbane in corpi idrici superficiali; Tabella 2, per lo scarico di acque reflue urbane in corpi idrici superficiali ricadenti in aree sensibili; Tabella 3, per lo scarico di acque reflue di cicli industriali/produttivi in corpi idrici superficiali; Tabella 3, per lo scarico di acque reflue di cicli industriali/produttivi in fognatura; Tabella 4, per lo scarico di acque reflue urbane e di cicli industriali/produttivi, previsti dall'articolo 103, comma 1, punto c) che recapitano sul suolo, non contenenti sostanze di cui al punto 2.1; Tabella 3/A (limiti di emissione in massa per unit di prodotto o di materia prima), per lo scarico di acque reflue di cicli produttivi indicati nella stessa tabella, in aggiunta ai limiti di concentrazione indicati nella tabella 3; in deroga alle tabelle perch pur r ispettando le norme .; nelle acque sotterranee, per i casi che rientrano tra quelli elencati allart.104 comma 2,3,4; destinati al riutilizzo in conformit alle prescrizioni fissate con il decreto di cui all'art.99, comma 1 del Decreto; - pertanto: NON previsto lallacciamento alla pubblica fognatura verr richiesta lautorizzazione allallacciamento alla pubblica fognatura presso il 10Settore e comunicata alla fine dei Lavori; si allega schema e relazione tecnica del sistema di smaltimento dei reflui,conforme a quanto previsto dal D.Lgs.152/2006 consumi di energia negli edifici pubblici e privati Legge n. 10 del 9 gennaio 91, in particolare: impianti di riscaldamento al servizio di edifici di nuova costruzione, con concessione edilizia rilasciata dopo la data di entrata in vigore della L10/91, progettati in modo tale da consentire l'adozione di sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore per ogni singola unit immobiliare; edifici di propriet pubblica o adibiti ad uso pubblico , il fabbisogno energetico degli stessi favorendo il ricorso a fonti rinnovabili di energia o assimilate soddisfatto NON soddisfatto a causa di . ; sono stati adottate le misure necessarie per contenere i consumi di energia termica ed elettrica ammessi per gli edifici, limitati secondo quanto previsto dai decreti di cui all art.4 della L 10/91, in relazione alla destinazione d'uso degli edifici, agli impianti di cui sono dotati e alla zona climatica di appartenenza (artt.26, 31 L.10/91, art.124 T.U.380/01); si allega, in duplice copia, il progetto delle opere stesse corredate da una relazione tecnica, sottoscritta dal progettista o dai progettisti, che ne attesti la rispondenza alle prescrizioni della L10/91 e al relativo regolamento di attuazione D.P.R. del 26 agosto 1993, n. 412 e s.m.i. (artt.28, 125 L.10/91). - che lintervento NON comporta COMPORTA rimozione dellamianto di cui allart.256 del D.Lgs.81/2008 e smi: saranno effettuate solo da imprese rispondenti ai requisiti di cui all' articolo 212 del D.Lgs.3 aprile 2006, n. 152. Il titolare dellimpresa, almeno 30 giorni prima dell'inizio dei lavori, invier il piano di lavoro all'organo di vigilan za; stata acquisita lautorizzazione dellASL n del che si allega in copia . - che lintervento conforme al D.Lgs. 285/92 e D.P.R. 495/92 (Nuovo Codice della Strada e Regolamento di Esecuzione e Attuazione), e che NON prevede PREVEDE lapertura di un passo carrabile, a tal fine stata ottenuta: autorizzazione per lapertura di nuovo passo carrabile, in data .. a nome di .., in conformit alle disposiz ioni dellart.46 del DPR 459/92; autorizzazione, in data .. a nome di .., in deroga alle disposizioni dellart.46, comma 6 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada (DPR 459/92) per laccesso esistente con autorizzazione n. del. che non sia tecnicamente possibile adeguare alle disposizio ni di cui allart. 22 del C.d.S. verr richiesta lautorizzazione per lapertura di nuovo passo carrabile e comunicata alla fine dei lavori. che le opere: Rientrano NON rientrano nei casi previsti dallart.90 del D.Lgs.81/2008 per cantieri temporanei o mobili e pertanto allega: Copia notifica preliminare di cui allart 99 comma 1 del D.Lgs. 81/2008; Autocertificazione circa la non necessit della notifica preliminare indicando la motivazione dellesclusione; Dichiarazione dellidoneit tecnico-professionale delle imprese affidatarie, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi art.90 comma 9 lettera a del D.Lgs. 81/2008; trattasi di costruzione, riparazione e/o sopraelevazione di opere ricadenti in Zone Sismiche relative ad opere:
CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

di cui allart.83 del D.P.R. N.380/01, pertanto si allega il nulla osta del Servizio Tecnico Regionale (art.93 T.U.380/01); di cui allallegato A della del.G.Reg.n.330 del 22 luglio 2011 per cui NON stato trasmesso il relativo progetto presso il Servizio Tecnico Regionale.

- le opere NON comportano COMPORTANO labbattimento e/o il danneggiamento di essenze arboree per le quali stata richiesta ed ottenuta lautorizzazione con prot.. in data a nome di (art.34 N.T.A); - le opere NON comportano COMPORTANO la produzione di rifiuti inerti, pertanto si allegano la dichiarazione e relazione di smaltimento di cui allOrdinanza n.1495 del 3 luglio 2001 . - che gli interventi da eseguirsi nellimmobile sopraindicato e descritti nellallegata RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA, nonch rappresentati negli allegati, a mia firma, sono conformi agli strumenti urbanistici adottati o approvati e al regolamento edilizio, alle norme di sicurezza, di risparmio energetico, alle norme igienico-sanitarie, alle norme antincendio, a quelle relative allabbattimento delle barriere architettoniche, al codice della strada e relativo Regolamento; Allegati: Elaborati grafici in formato digitale su supporto CD-Rom per il rilascio del Certificato di allineamento e quote; (*) Progetto redatto a cura di un professionista contenente: Relazione tecnico-illustrativa degli interventi con dettagliata descrizione delle strutture portanti, dei materiali e dei colori da utilizzare Areofotogrammetria con posizionamento/individuazi one dei fabbricati oggetto dellintervento; Estratto di mappa catastale rilasciato in data non anteriore a sei mesi; Visure catastali rilasciate in data non anteriore a sei mesi; Rilievo plano-altimetrico quotato della zona, con strade, fabbricati esistenti e altezze, confini catastali, sovrapposizione del P.R.G., indicazione degli alberi di alto fusto esistenti; Planimetria quotata del lotto con lindicazione degli edifici e propriet confinanti e relative altezze, indicazione degli spazi destinati a parcheggio, spazi destinati alla raccolta RSU, sistemazione dellarea edificata e verifica degli standard, andamento altimetrico dellarea e di quelle limitrofe; Profili quotati, che contemplino i distacchi tra fabbricati, dai confini di propriet, da strade e spazi pubblici, al fine della verifica prevista dallart. 7 delle N.T.A. e dalla normativa sismica vigente ; Schemi plano/altimetrici, completi di piani delle pendenze, con descrizione delle modalit per allacciamenti, approvvigionamento e scarico acque bianche, nere e meteoriche,riferite ai piani interrati e fuori terra delle opere progettate, in conformit a quanto previsto dal D.Lgs. n.152/2006; (*) Planimetria dei parcheggi coperti e scoperti, con lindividuazione dimensionale, grafica ed analitica, dei posti auto di pertinenza alle residenze, alle attivit commerciali/direzionali, nonch eventuali spazi parcheggio in esubero; (*) Piante quotate, stato attuale e futuro, dei singoli piani, compresi interrati, fondazioni e copertura, con indicazione dei volumi tecnici e la destinazione dei singoli locali; Prospetti esterni, stato attuale e futuro, con il posizionamento degli apparati per la ricezione televisiva, terrestre e satellitare, prevedendole centralizzate contenendo il pi possibile le dimensioni delle parti esterne e posizionando gli impianti sulla copertura, nonch il posizionamento delle unit esterne relative agli impianti di condizionamento e delle caldaie, delle tubazioni di adduzione e scarico di tutti gli impianti tecnologici, il tutto da posizionare in modo che non siano visibili sui prospetti, utilizzando apposite schermature da rappresentare con opportuni elaborati grafici descrittivi di dettaglio; Sezioni, stato attuale e futuro, con le quote dei piani e delle coperture, riferite alle quote della sistemazione esterna e a quelle stradali; Elaborato grafico, prospetto e particolare quotato, con lindicazione del collocamento delle insegne relative alle attivit commerciali/direzionali; (*) Particolari costruttivi, in scala non inferiore a 1:25, nonch tavole prospettiche con lindicazi one di tutti i materiali impiegati, loro caratteristiche qualitative e cromatiche; (*) Documentazione fotografica ante operam; Rendering a colori del fabbricato in progetto e di quanto esistente negli spazi esterni limitrofi; (*) Relazioni e documentazione relativa agli impianti tecnologici ( elettrico, termico, barriere architettoniche, valutazione dimpatto acustico, .. ...., .); (*) Computo dei volumi previsti e verifica compatibilit con le N.T.A. del P.R.G; (*) Relazione geologica e geotecnica a firma di un geologo iscritto allAlbo Professionale. La relazione deve illustrare le modalit di esecuzione delle indagini di campagna e delle prove di laboratorio nonch i metodi adottati per i calcoli geotecnica (D.M. 11/03/1988); (*) n..Atti di assenso (o copia confome) sopra indicati ; (*) n..Pareri/Nulla osta (o copia confome) sopra indicati ; (*) n .Parere preventivo (o copia confome) sopra indicati ; (*) n..Autocertificazioni sopra indicate; (*) Progetto redatto a cura di un professionista iscritto agli albi professionali per le specifiche competenze, trattandosi di impianti di cui allart.5 comma 2, lettera .., contenente: (*) schemi dell'impianto disegni planimetrici relazione tecnica sulla consistenza e sulla tipologia dell'installazione, della trasformazione o dell'ampliamento dell'impianto stesso, con particolare riguardo alla tipologia e alle caratteristiche dei materiali e componenti da utilizzare e alle misure di prevenzione e di sicurezza da adottare; Progetto redatto a cura di un soggetto che ricopre, da almeno 5 anni, il ruolo di responsabile tecnico di un'impresa abilitata, operante nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione, contenente:(*) schemi dell'impianto;

CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

Documentazione grafica e Dichiarazione di conformit alla normativa vigente in materia di accessibilit e di superamento delle barriere architettoniche, per interventi che sono suscettibili di limitare laccessibilit e la visitabilit di cui alla L13/1989 s.m.i. e di modificare la destinazione duso di cui alla L. 104/1992 (*), oltre ad una Relazione specifica contenente la descrizione delle soluzioni progettuali e delle opere previste per la eliminazione delle barriere architettoniche, degli accorgimenti tecnico-strutturali ed impiantistici e dei materiali previsti a tale scopo; Dichiarazione del professionista abilitato di conformit degli elaborati alla L.13/1989 e al relativo regolamento di attuazione D.M. 236/89, oltre ad una Relazione specifica contenente la descrizione delle soluzioni progettuali e delle opere previste per la eliminazione delle barriere architettoniche, degli accorgimenti tecnico-strutturali ed impiantistici e dei materiali previsti a tale scopo, del grado di accessibilit delle soluzioni previste per garantire l'adeguamento dell'edificio, di cui allart.1 Legge n13 del 9 gennaio 1989 ; (*) Autorizzazione dellASL n del per interventi che comportano lavori di demolizione o rimozione dellamianto di cui allart 256 del D.Lgs.81/2008 e s.m.i. ; Progetto delle opere corredate da una relazione tecnica, sottoscritta dal progettista o dai progettisti, che ne attesti la rispondenza alle prescrizioni della L10/91 e al relativo regolamento di attuazione D.P.R. del 26 agosto 1993, n. 412 e s.m.i., in duplice copia; (*) Progetto e relazione a cura di un tecnico abilitato indicante materiali, dimensionamento, posizionamento in pianta e prospetto, e le relative norme di riferimento utilizzate per la modifica/installazione di canali di esalazione dei fumi; (*) Copia di avvenuto deposito presso il Servizio Tecnico Regionale o dichiarazione, a cura del tecnico ab ilitato, che lopera rientra allinterno dellallegato A della del.G.Reg.n.330 del 22 luglio 2011 per cui NON necessita del relativo deposito; (*) Dichiarazione e relazione di smaltimento inerti per opere che ne comportano la produzione; (*) Documentazione fotografica ante operam per interventi costituenti Varianti a Permessi a Costruire in c.so dopera. (*)
(*) allegati obbligatori solo per specifici interventi

.........................., li ...................... ...........................

Il Tecnico ..............................................................

Il presente modello deve essere consegnato compilato in stampatello leggibile e integro in tutte le sue parti.

CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

10

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013

SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO GENERALE

SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO DIVISIONALE

II DIPARTIMENTO TECNICO SVILUPPO, TUTELA E GESTIONE DEL TERRITORIO

AL SIGNOR DIRIGENTE 9 SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER LEDILIZIA DEL COMUNE DI COSENZA

TRASMISSIONE DATI PER RICHIESTA DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA (DURC)


Decreto-legge 9 febbraio 2012, n.5 - Legge di conversione 4 aprile 2012, n.35
Spazio da compilarsi a cura del richiedente Spazio riservato allUfficio

Richiesta per CIL (art. 6, comma 2, D.P.R. 380/2001) Richiesta per SCIA (art. 22, D.P.R. 380/2001) Richiesta Permesso di Costruire (art. 20, D.P.R. 380/2001) Permesso di Costruire DATI DELL'IMPRESA ESECUTRICE DEI LAVORI

Protocollo _____________________
Protocollo _____________________ Protocollo _____________________

del __/__/____ del __/__/____ del __/__/____

N. ____________________________ del __/__/____

Denominazione/Ragione Sociale: ............................................................................. Partita IVA Codice Fiscale (Cfr. iscrizione INAIL): .................................................................................................................................... Sede Legale: Sede operativa/Indirizzo attivit: Recapito corrispondenza: .................................................................................................................................... .................................................................................................................................... ................................................... Indirizzo e-mail........................................................

INAIL Codice ditta: ................................................................................Sede competente: .................................................. INPS Matricola azienda: ........................................................................Sede competente: .................................................. Tipo Ditta Datore di lavoro Gestione Separata - Committente/Associante Lavoratore Autonomo Gestione Separata - Titolare di reddito di lavoro autonomo di arte e professione Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro: ...................................................................................................... Dimensionamento aziendale : numero dipendenti ............. Totale lavoratori per l'esecuzione dei lavori .......... di cui dipendenti .......... Importo relativo alla richiesta (iva esclusa) .................................... Incidenza % mano dopera .........................
CASSA EDILE

Codice impresa:.......................................................... Data .....

Cassa Competente:.................................................. IL COMMITTENTE


________________________________

L'IMPRESA ESECUTRICE DEI LAVORI


____________________________________

CODICE/NOME FILE 03/mod.Segnalazione Certificata Inizio Attivit

11

DATA REDAZIONE: 10/01/2012 DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13/11/2013