Sei sulla pagina 1di 2

Eurosalus - Le etichette: fatte per essere lette!

Le etichette: fatte per essere lette!


di Marina Del Corno

Voto utenti Pagina vista Segnalazioni 49 Nessuna

(0 voto)

Essere parte della comunit europea non sta aiutandoci a mantenere intatto il valore di molti nostri alimenti altamente qualitativi che vanno dal parmigiano reggiano ai vini, dalla pasta alla pizza, dalla mozzarella alla tazzina di caff solo per citarne alcuni tra i pi malamente copiati nel mondo. Per fortuna in questo caso abbiamo una nazione che nostra primaria concorrente ma anche unica alleata nella battaglia verso la tutela della qualit: la Francia. recente il blocco legislativo, ottenuto proprio con l'aiuto dei francesi, che avrebbe dato la possibilit di definire un vino come ros se ottenuto semplicemente mischiando un po' di vino rosso con del bianco. Le leggi da noi in larga parte ci sono e si presuppone che siano applicate, le truffe purtroppo esistono e possiamo cercare di evitarle stando molto attenti quando acquistiamo fuori dai normali circuiti di vendita dove pi difficile avere una tracciabilit dei prodotti, ma a noi spetta l'importante compito di controllare quello che acquistiamo per mettere sulle nostre tavole e l'unico modo che abbiamo per farlo quello di leggere attentamente le etichette. Vediamo insieme allora quali sono gli alimenti pi presenti nella nostra alimentazione per comprendere meglio la vera composizione di un prodotto. le etichette hanno sempre gli ingredienti in ordine decrescente di contenuto per cui attenti ad esempio ai succhi che iniziano con acqua perch state pagando l'acqua come se fosse frutta; lo sciroppo di glucosio non equivalente dello zucchero, un derivato chimico dal mais ed pi nocivo e ingrassante dello zucchero ma molto meno caro e non deperibile. ormai presente in moltissimi gelati e dolci nonch nelle bibite; nitriti, nitrati, polifosfati contenuti spessissimo nei salumi non sono salutari per cui cerchiamo di non abusarne. Trovare salumi senza molto difficile, quasi impossibile, possiamo solo cercare di limitarci nell'uso; quando scegliete un formaggio deve essere fatto da latte, caglio e sale (se il latte fosse crudo ancora meglio perch la pastorizzazione toglie gusto e propriet nutritive). Qualsiasi additivo serve a chi fa il formaggio non a chi deve mangiarlo; lo yogurt deve avere latte e fermenti lattici vivi senza zucchero o altre aggiunte. Se voleste gusti diversi aggiungete voi qualcosa di vostro gradimento; l'aceto balsamico, adesso tanto di moda, costa tantissimo ed pochissimo. Controllate perch spesso spacciano per balsamico un aceto con additivi, coloranti e zucchero che nulla ha a che fare con il vero aceto balsamico che deve partire solo dal mosto in maniera assolutamente naturale; i prodotti biologici non sono esenti da elaborazioni non naturali per cui controllate sempre che non stiate prendendo un biscotto bio con oli idrogenati o un formaggio con latte bio ma dei conservanti; attenzione ai cibi integrali perch spesso si definiscono integrali solo perch hanno della crusca o della farina integrale ma mischiata a farina bianca; l'olio se non DOP non vi d alcuna garanzia della provenienza delle olive, per cui un olio extravergine di oliva pu avere dei costi molto pi elevati perch le olive sono italiane. Questo non significa che le olive di altre zone del mediterraneo non siano di buona qualit ma corretto saperlo perch sono comunque meno pregiate e lavorate meno tempestivamente per cui l'olio che ne risulta ha un'acidit maggiore; il pesce pescato nel mar Mediterraneo generalmente migliore di quello pescato nell'Oceano e pi costoso, cercate sempre di capire l'area da cui proviene prima dell'acquisto perch quasi sempre se non dei nostri mari trattato con antiossidanti e conservanti per mantenerlo fresco pi a lungo; la carne deve sempre avere una tracciabilit per cui vostro diritto sapere la provenienza geografica dell'animale stesso. Va da s che la carne di alcune razze di mucche piemontesi o toscane sia pi pregiata di altre; la pasta essiccata lentamente e trafilata a bronzo ha una resa alla cottura differente da quelle altamente industriali; i pani confezionati, pan carr in primis, contengono spesso alcool per una migliore conservazione nel tempo per cui preferibile cercare quelli che ne sono privi; molti sostituti del pane tipo grissini o crackers sono pieni di grassi idrogenati: se proprio decidete per questo acquisto controllate che siano fatti almeno con olio d'oliva; le marmellate devono contenere frutta e zucchero proprio perch la frutta deve prevalere quale ingrediente principale. Se la trovate dolcificata con succhi naturali di uva o mele meglio ancora; l'acido citrico presente in moltissimi alimenti non limone ma un derivato chimico di un fungo transgenico denominato Aspergillus Niger per cui non solo non salutare, ma da evitare se si abbiano intolleranze ai lieviti; attenzione al vino di bassa qualit perch pu contenere moltissimi solfiti poich l'anidride solforosa serve soprattutto a chi non usa uve fresche e pregiate. La direttiva europea purtroppo permette che il contenuto sia molto elevato (sino a 210mg/l per i bianchi). Teniamo presente che una normale fermentazione pu dare origine al massimo a 15 mg/l di solfiti e che in etichetta i produttori sono obbligati ad evidenziarne la presenza se superiore a 10mg/l senza specificarne la quantit finale. Il cerchio alla testa finale potrebbe essere un campanello di allarme che vi indica la presenza di troppi solfiti; i dadi da brodo sono solo un insieme di sale, conservanti, esaltatori di sapidit, glutammato che non solo non hanno alcun potere nutritivo reale ma sono anche in larga parte dannosi. Difficile? Assolutamente no, basta iniziare a fare attenzione e magari memorizzarsi i prodotti migliori di altri che sono presenti dove siamo soliti fare la spesa. Quando capita di essere in negozi diversi diamo sempre un'occhiata a quello che stiamo comperando perch le sorprese sono veramente tante e se possiamo evitare di ingerire calorie vuote e dannose un grande regalo che facciamo alla nostra salute.

http://www.eurosalus.com/index2.php?option=com_content&task=view&id=2997&pop=1&page=0&Ite... 01/09/2009

Eurosalus - Le etichette: fatte per essere lette!


Il vero problema che ormai capita molto di rado di aprire il frigorifero e trovare che qualcosa sia andato a male come succedeva sino a qualche anno fa ed la riprova che quello che abbiamo acquistato non ha nulla di vitale. Se un latte fresco non pu non cagliare, se un formaggio non ha conservanti non pu non fare la muffa, un biscotto fatto con burro e uova non pu avere una scadenza lunga tre anni diventerebbe rancido e cos via. Ricordiamoci che gli animali sono pi furbi di noi per cui anche il fatto che nelle nostre dispense siano ormai praticamente scomparse le farfalline che si formavano nelle farine o nei legumi segno che quello che abbiamo non ritenuto di alcuna utilit da un punto di vista alimentare nemmeno per loro. Se provate ad avere cibi sani senza conservanti e integrali vedrete che torneranno a farvi visita se non avrete le dovute cautele e pensando a tutto questo magari le accoglierete con un sorriso. Partiamo sempre dal presupposto che un prodotto meno lavorato pi possibilit abbiamo che sia senza troppe aggiunte che poco hanno a che fare con la sua origine. Non forse possibile riuscire ad evitare completamente alcuni additivi o conservanti come abbiamo altre volte evidenziato, ma leggendo le etichette con spirito critico possiamo compiere il primo grande passo verso un'alimentazione consapevole. Il risultato finale sar sicuramente quello di avere in tavola cibi con sapori pi veri per imparare ad apprezzarli visto che spesso vengono dimenticati a causa delle sofisticazioni omnipresenti, ma anche evidentemente otterremo di preservare la nostra salute perch ogni additivo, ogni prodotto chimico, qualsiasi alimento non completo, possono solo portarci ad avere carenze nutrizionali e infiammazioni silenti che intaccano inevitabilmente il nostro benessere.

Commenti utenti (0)


I commenti servono per esprimere la propria opinione sull'articolo. Per eventuali richieste o domande sulla salute, utilizzare il Forum.

Scrivi un commento

Non presente alcun commento Scrivi un commento


mXcomment 1.0.6 2007-2009 - visualclinic.fr License Creative Commons - Some rights reserved

Chiudi finestra

http://www.eurosalus.com/index2.php?option=com_content&task=view&id=2997&pop=1&page=0&Ite... 01/09/2009