Sei sulla pagina 1di 30

PROGRAMMA ELETTORALE

21-22 maggio 2013

VOTA E FAI VOTARE

Programma elettorale
Collettivo di Medicina - Codice Rosso Universit degli Studi di Firenze

collettivodimedicina@googlegroups.com facebook.com/collettivo.codicerosso www.collettivodimedicina.org

INDICE
1 2 3 4 Cos il Collettivo di Medicina .................................................. 4 Votiamo! .................................................................................... 6 I nostri candidati ....................................................................... 8 Programma - Scuola di Scienze della Salute ........................... 12 - Il nuovo assetto dellex Facolt ............................................ 12 - Spazi studio e Biblioteca Biomedica .................................... 13 - Iniziative ................................................................................ 16 - Diritto allo Studio ................................................................... 17 Programma - CdL Medicina e Chirurgia ................................... 18 - Introduzione ......................................................................... 18 - Riorganizzazione della didattica ........................................... 19 - Il Blocco a febbraio .............................................................. 21 - Tirocinio e attivit pratiche ................................................... 22 - Dissezioni, finalmente ........................................................... 23 - Schede di valutazione .......................................................... 24 - Dispense a inizio anno e programmi dettagliati ..................... 24 Programma - CdL Infermieristica ............................................. 26 - I nostri obiettivi ..................................................................... 26 Programma - CdL Biotecnologie .............................................. 28

6 7

CAPITOLO 2
Votiamo!
I giorni 21/05 dalle 9 alle 19 e 22/05 dalle 9 alle 14 si vota al Cubo e a Morgagni per eleggere i rappresentanti degli studenti in diversi organi; in ciascuno di questi si discuteranno temi come la didattica, la ricerca, il diritto allo studio ed i servizi ed qui che noi vogliamo portare le opinioni di tutti gli studenti, difendendone posizioni e diritti. In seguito alladempimento del nuovo Statuto redatto e approvato nellestate 2012, in base alle disposizioni della legge Gelmini (Legge 240 del 2010), sono cambiate le composizioni dei sottostanti organi centrali e non. Nel nostro specifico caso, lex Facolt di Medicina e Chirurgia lascia il posto alla Scuola di Scienze della Salute Umana. Gli studenti potranno esprimere il loro voto nei seguenti organi: - Consiglio di Corso di Studio (CdS): ne fanno parte tutti i docenti ed i ricercatori che svolgono attivit didattica per quel corso di laurea. Si vota per eleggere 3, 5 o 7 rappresentanti degli studenti (a seconda della numerosit del CdS). - Dipartimenti: Viene demolita la struttura piramidale della Facolt e la corrispettiva carica di Preside. I dipartimenti, nel numero di 24 in tutto lAteneo, rappresentano 5 aree disciplinari (biomedica, scientifica, scienze sociali, tecnologica ed umanistica). ha potere decisionale sul piano finanziario, dellorganico e didattico. A Medicina, per esempio, si vota per eleggere 17 rappresentanti degli studenti, tra i quali i primi 7 saranno eletti anche in CdS. - Consiglio di Scuola (ex Consiglio di Facolt): lorgano che ha potere decisionale per temi come lorganizzazione della didattica (attuazione delle riforme, approvazione delle decisioni prese nei singoli CdL), il bilancio di Scuola, le nuove assunzioni e la programmazione didattica. E composto dai 5 capi di dipartimento, 64 docenti tra cui associati, ordinari e ricarcatori. Si vota per eleggere 10 rappresentanti degli studenti.

ORGANI CENTRALI (che fanno riferimento a tutto lAteneo fiorentino):


- Senato Accademico: sar composto da 29 membri, tra cui il Rettore, 10 direttori di dipartimento, 10 professori e ricercatori delle varie aree, 3 del personale tecnico-amministrativo. Si vota per eleggere 5 rappresentanti degli studenti. - Consiglio dAmministrazione: sar composto da 11 membri, tra cui il Rettore, 5 membri interni, 3 membri esterni. Si vota per eleggere 2 rappresentanti degli studenti. - Comitato Sportivo Universitario (CUS): Si vota per eleggere 2 rappresentanti degli studenti. - Nucleo di Valutazione: Si vota per eleggere 2 rappresentanti degli studenti. - Consiglio Territoriale DellAzienda Regionale per il Diritto allo Studio (ARDSU): un organo nato a seguito dellaccorpamento delle tre Aziende Regionali per il Diritto allo Studio (Firenze, Siena e Pisa). Sar la sede di discussione dei temi legati al diritto allo studio dei tre Atenei toscani, come mense, alloggi e borse di studio. Si vota per eleggere 7 rappresentanti degli studenti.

COME VOTARE
Lista N.1 Collettivo di Medicina - Codice Rosso

Per il CdS e per il Consiglio di Scuola (due schede separate): barra la lista Collettivo di Medicina Codice Rosso e/o esprimi una preferenza per un candidato. Per gli Organi Centrali: barra la lista Studenti di Sinistra e/o esprimi una preferenza per candidato. IMPORTANTE: per votare occorre presentarsi con un documento didentit valido (anche patente) o libretto universitario.

Lista N.2

Lista N.3

CAPITOLO 3
I nostri candidati
Consiglio di Scuola di SCIENZE DELLA SALUTE UMANA
Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso - Farmacia 1. SILVERII MARIA VITTORIA detta Mavi (5 anno Medicina) 2. RADDI ANTONIO (3 anno Medicina) 3. PONTICELLI GIACOMO (2 anno Biotecnologie) 4. ALGERINI ALESSIO (4 anno Medicina) 5. TESTI DILETTA (2 anno Medicina) 6. PRISCO NICCOL (Farmacia) 7. BIANCHI EUGENIO (Farmacia) 8. BRIZZI VIRGINIA (2 anno Medicina) 9. PELAGATTI FILIPPO (2 anno Medicina) 10. CAMERINI RICCARDO (2 anno Infermieristica)

Consiglio di Corso di Studio di INFERMIERISTICA


Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso 1. CAMERINI RICCARDO (2 anno) 2. CILIBRIZZI DONATELLA (1 anno) 3. GUIDO TOMMASO (2 anno) 4. MERCANTELLI ALICE (2 anno)

Consiglio di Corso di Studio di MEDICINA E CHIRURGIA


Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso 1. PELAGATTI FILIPPO (2 anno) 2. QUARGNOLO MATTIA (3 anno) 3. FIORELLO NICOL (4 anno) 4. DALLAGIACOMA STEFANIA (3 anno) 5. GROSSI GUIDO (2 anno) 6. RICCI ELIA (1 anno) 7. GARLATTI PIETRO (5 anno) 8. MASSARO ELENA (2 anno) 9. DRAGOTTO FRANCESCO (2 anno) 10. DI TOMMASO GUIDO (2 anno) 11. CAPORIZZI ALICE (1 anno) 12. ALTUCCI GABRIELLA (2 anno) 13. GUALTIERI TOMMASO (3 anno) 14. BAGNI MADDALENA (2 anno) 15. TONARELLI FRANCESCO (2 anno) 16. LAZZERI MARTA (6 anno)

Consiglio di Corso di Studio di BIOTECNOLOGIE


Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso - Biotec 1. PONTICELLI GIACOMO (2 anno) 2. MUGNAI FRANCESCO (2 anno) 3. PALMIERI ELENA (3 anno) 4. VARANDO DELFINA (3 anno) 5. VIGNOLINI TIZIANO (2 anno)

ORGANI CENTRALI - Studenti di Sinistra


Senato Accademico
Lista Studenti di Sinistra 1. FANTECHI Federico (Scienze PoliticheCesare Alfieri) 2. DE BONFIOLI CAVALCABOGuido (Scienze Matematiche Fisiche e Naturali) 3. PIRAS Samuele (Ingegneria) 4. BINDI Alice (Psicologia) 5. FIORELLO Nicol (Scienze della Salute Umana) 6. BARGIACCHI Beatrice (Studi Umanistici e Formazione)

Consiglio dAmministrazione
Lista Studenti di Sinistra 1. ARCHAIN Salom (Giurisprudenza) 2. MUGNAI Arturo (Psicologia) 3. PANERAI Irene (Scienze della Salute Umana)

Nucleo di Valutazione
Lista Studenti di Sinistra 1. AMABILE Roberto (Scienze Matematiche Fisiche e Naturali) 2. LAZZERI Marta (Scienze della Salute Umana) 3. FRANGIONI Tommaso (Economia e Management)

Comitato per lo Sport (CUS)


Lista Studenti di Sinistra 1. BARLUCCHI Giacomo (Studi Umanistici e della Formazione) 2. GRILLI LEONULLI Filippo (Ingegneria)

Comitato Territoriale dellARDSU


Lista Studenti di Sinistra 1. BIANCHI Chiara (Giurisprudenza) 2. BENCINI Enrico (Scienze Matematiche Fisiche e Naturali) 3. AMINE Alaa (Ingegneria) 4. BRINCO Daniel Dos Prazeres (Economia e Management) 5. RINALDI Niccol (Scienze Matematiche Fisiche Naturali) 6. ZANDA Riccardo (Studi Umanistici e della Formazione) 7. VELIU Dohra (Giurisprudenza)

10

CAPITOLO 4
Programma - Scuola di Scienze della Salute

Il nuovo assetto dellex Facolt di Medicina e Chirurgia


Lentrata in vigore a pieno regime del d.d.l. Gelmini ha portato a profonde modifiche nellorganizzazione dellAteneo. Dal primo Gennaio 2013 sono scomparse le Facolt e sono nate le Scuole. Ogni Scuola composta da pi Dipartimenti organizzati a loro volta per ambiti di ricerca. Anche gli organi centrali di Ateneo sono stati profondamente modificati: la legge Gelmini ha comportato, infatti, la possibilit di ingresso di enti privati nei Consigli di Amministrazione delle Universit (il collettivo di Ateneo Studenti di Sinistra, da noi appoggiato, ha sempre espresso un voto contrario). Il ddl si inserisce in un percorso avviato da tempo che sta rendendo le Universit sempre pi simili a delle aziende: come pi volte da noi ribadito, crediamo invece che sia inaccettabile che la didattica e la ricerca vengano martoriate pur di far quadrare fumosi bilanci. A Medicina ad esempio, abbiamo visto un aumento esponenziale del numero di posti non correlato ad una disponibilit infrastrutturale, n tanto meno ad un aumento parallelo delle essenziali borse di studio per le scuole di specializzazione. Aumentare gli iscritti ha permesso solo un maggiore introito in termini di tasse, a scapito della qualit della didattica e creando incertezza nel percorso universitario e post universitario. Come Collettivo di Medicina riteniamo importante la presenza di Rappresentanti degli studenti nei vari consigli, in particolar modo in questa delicata fase di transizione, per vigilare e contrastare la deriva dei corsi di studio della nostra Scuola. Crediamo che dalle nostre proposte in Consiglio e in Commissione Paritetica possa avviarsi un rinnovamento e unottimizzazione delle risorse nei vari corsi di laurea.

11

Per rilanciare le nostre idee abbiamo instaurato un rapporto di collaborazione con il nuovo preside della Scuola facendogli presente, tramite un corposo documento, tutte le principali criticit dei corsi di studio (il documento disponibile integralmente online). Ci impegniamo a continuare su questa strada per mettere le esigenze degli studenti al centro dellorganizzazione del corso di studio, come gi fatto in questi anni.

Spazi studio e Biblioteca Biomedica


Lo Spazio degli Studenti Il Collettivo ha sempre posto una grande attenzione alla questione degli spazi studio e di aggregazione, ritenendo centrale la figura dello studente in tutti i suoi aspetti. Nella nostra idea di Universit, i luoghi dove andiamo a far lezione e studiare dovrebbero essere accoglienti, per consentirci di studiare in maniera tranquilla, ma anche di scambiare idee e impressioni con gli altri studenti e con le varie figure che lavorano in questi spazi. La nostra convinzione, e numerosi studi lo dimostrano, che lUniversit possa essere molto pi stimolante se, oltre a fornire la conoscenza prestabilita dallOfferta Formativa, lascia anche la concreta possibilit agli studenti di esprimersi e cercare le proprie strade autonomamente. La situazione attuale ci mostra invece edifici gestiti dai Dipartimenti secondo criteri esclusivamente centrati sulle esigenze dei Docenti, con intere aree didattiche allinterno di Careggi chiuse al pubblico, anche se contengono biblioteche e altri spazi, che rimangono sottoutilizzati. Anche gli spazi dedicati agli studenti, come il Plesso Didattico e la Biblioteca Biomedica, risultano insufficienti in termini di qualit del servizio e quantit degli spazi dedicati a ciascun bisogno dello studente (studio in silenzio, sale per ripetere, luoghi di relax). Lazione del Collettivo in questi anni si concentrata sulla Biomedica, sul Plesso e sul Cubo, luoghi in cui lafflusso degli studenti maggiore. Biblioteca Biomedica In Biomedica ci siamo confrontati con una direzione e un personale molto disponibile, ma anche con una Facolt disinteressata e quindi con una gestione dei fondi e degli spazi non sempre funzionale agli studenti.

12

Negli anni scorsi abbiamo ottenuto che la maggior parte dei fondi disponibili per la Biomedica fosse destinata a servizi utili per gli studenti (pi libri per il prestito, laula computer, tavoli e sedie per il terrazzo), ci siamo dedicati ad altri aspetti molto importanti quali la promozione del servizio stampa da computer presso il bancone allingresso (sospeso dalla ditta Sguanci che gestisce lappalto per le fotocopie nella biblioteca). Abbiamo cercato le soluzioni pi adeguate per conciliare il bisogno di studio in silenzio e quello a voce alta, spingendo per la creazione e sopravvivenza di spazi per ripetere, rari in altre biblioteche. Ci siamo inoltre impegnati a garantire la presenza di un numero sufficiente di libri tramite segnalazioni sugli acquisti pi utili e la sostituzione di copie un po vintage, agendo da intermediari tra gli studenti e la direzione. Un grosso problema in biblioteca poi la mancanza di uno spazio in cui gli studenti possano rilassarsi: la biomedica infatti un posto in cui tanti di noi passano giornate intere in momenti di esame, e a cui tanti fanno anche riferimento quando devono rimanere a Careggi per tirocini e attivit varie (essendo poi lospedale un posto non certo accogliente). A tutti capita di non aver tempo di andare a pranzo da qualche parte, e le scale non sono di sicuro il posto pi adatto per il pranzo o per un caff. Abbiamo dunque proposto alla dirigenza unaula studenti, come ce ne sono in tanti altri dipartimenti, e come dobbligo nelle biblioteche universitarie di tutto il mondo: precisando per che non dovevano essere ridotti gli spazi per lo studio, visto il sovraffollamento che spesso e volentieri si raggiunge in Biomedica. Dopo molti incontri e tentativi, abbiamo individuato il luogo adatto nel seminterrato, in una stanza adesso utilizzata come archivio, ed partito liter che porter ad avere la stanza. Al contempo, abbiamo rimarcato che i locali della biblioteca adibiti allo studio sono insufficienti, e ci stiamo attivando affinch alcune stanze di cui in passato la Presidenza si era appropriata ritornino alla biblioteca. Plesso Didattico Morgagni Al Plesso Didattico di Viale Morgagni abbiamo agito collaborando di volta in volta con i collettivi di Farmacia, Ingegneria, Scienze. C stata da parte nostra una pressione per ampliare gli spazi per lo studio, facendo sistemare tavoli negli spazi vuoti; si cercato di salvaguardare il pi possibile il punto di Farmacia della Biomedica, il cui orario comunque stato ridotto per i tagli al personale conseguenti alla legge Gelmini.

13

Durante la mobilitazione contro il suddetto d.d.l. poi sorta la necessit di uno spazio per il confronto, la riflessione, la socialit; anche il Plesso infatti un luogo ampiamente vissuto da migliaia di studenti, ma gli spazi non strettamente connessi alla lezione frontale o allo studio individuale sono molto pochi, e spesso svenduti a ditte che li usano per speculare sugli studenti (come nel caso del bar e della copisteria, e quello ancora pi assurdo della Banca Unicredit). Per iniziare a cambiare la rotta, insieme ad altri collettivi e studenti abbiamo aperto unaula autogestita al piano terra, con computer, giornali e tutto quello che agli studenti viene in mente di portare. Noi consideriamo questa stanza un punto di partenza, per poter affrontare la questione degli spazi in Viale Morgagni. I nostri obiettivi futuri Nei prossimi anni intendiamo portare avanti la questione spazi, sia continuando limpegno per lapertura della stanza in Biomedica, linstallazione di altre rastrelliere e laumento degli spazi studio, sia cercando di agire su altri punti .Abbiamo proposto ai gestori del servizio macchinette di installare degli erogatori di acqua potabile vicino alle macchinette: esistono nella maggior parte degli uffici pubblici, e consentono di ricaricare gratis bottigliette o borracce con acqua delle tubature, ripulita del cloro, gassata se si vuole, risparmiando soldi e inquinando meno. La proposta in fase di valutazione, continueremo a premere perch passi. Vogliamo prolungare il pi possibile gli orari di apertura dei locali universitari ed agire per rendere usufruibile tutto il verde che circonda la zona universitaria di Viale Morgagni e lospedale, e che adesso in gran parte inaccessibile a studenti, pazienti, lavoratori. Come sempre, essendo il nostro un gruppo aperto, qualsiasi proposta e osservazione su queste problematiche sar bene accetta.

14

Iniziative Studentesche
LUniversit degli Studi di Firenze bandisce ogni anno un concorso per lattribuzione di finanziamenti per promuovere iniziative culturali, sociali, sportive e ricreative proposte dagli studenti dellAteneo. Le iniziative possono essere di due tipi: -Iniziative di carattere culturale e sociale, di interesse generale per gli studenti -Iniziative di socializzazione. Possono ricevere questi finanziamenti (sotto forma di rimborso spese!) le associazioni studentesche, i Rappresentanti degli studenti e gruppi studenteschi che raccolgono almeno 50 firme di studenti che sostengono la loro proposta. Il Collettivo di Medicina in questi due anni ha proposto iniziative che sono state sempre approvate e quindi finanziate dallUniversit. Abbiamo sempre cercato di rendere lUniversit un luogo in cui lapprendimento e la conoscenza andasse oltre il semplice piano di offerta formativa, creando momenti di scambio culturale, ricreativo e di crescita; abbiamo cos dato la possibilit agli studenti di frequentare corsi ed eventi che solitamente sono di difficile accesso, per il costo o perch non presenti nel panorama culturale fiorentino: -Corso di sviluppo fotografico e camera oscura -Concorso fotografico -Corso di ballo rocknroll acrobatico -Corso di corpo libero Nel corso degli anni abbiamo collaborato con diverse associazioni, come MEDU Medici per i diritti Umani, Medicina Democratica ed Emergency dando lopportunit di presentare il proprio operato agli studenti. Lanno scorso poi abbiamo organizzato la conferenza Inceneritori e Salute, per analizzare le ripercussioni in ambito sanitario di questo tipo di smaltimento dei rifiuti. Oltre agli approfondimenti culturali ci siamo sempre occupati anche della parte pi ricreativa della vita universitaria, organizzando feste e aperitivi al plesso di Morgagni, concerti a ingresso rigorosamente gratuito e infine la storica cena di fine anno Rossi di sera alla quale partecipano pi` di 300 studenti!

15

Questioni economiche e Diritto allo studio


Il Collettivo sostiene lidea che lUniversit sia unistituzione che deve operare nellinteresse generale, e che pertanto debba essere finanziata con la fiscalit generale. Abbiamo pertanto sempre lottato, insieme agli altri Collettivi e agli Studenti di Sinistra, per impedire eccessivi rialzi delle tasse universitarie, ottenendo anche la restituzione agli studenti di parte dei soldi nel 2009; e poich laggravio economico sullo studente non dato solo dalle tasse, ci siamo sempre battuti perch i prezzi della mensa rimanessero bassi; e anche adesso, che i tagli del governo e le scelte discutibili dellARDSU hanno portato un brusco rialzo, le nostre mense sono tra le piu` economiche in Italia, anche grazie al lavoro costante dei Collettivi. Per lo specifico di Medicina, poi, siamo intervenuti sulle agevolazioni per produttivit e merito, che consentono riduzioni sulle tasse a chi abbia effettuato un certo numero di esami, e ulteriori riduzioni a chi abbia avuto voti alti. Questa possibilit, per, era preclusa agli studenti di Medicina, perch la produttivit era calcolata col sistema dei CFU, che nei nostri corsi di Laurea non sono mai 60 per anno, essendoci anche i tirocini. Perci abbiamo richiesto, insieme anche ai rappresentanti di Studenti di Sinistra in Ateneo, di modificare i criteri, che ora sono in percentuale rispetto agli esami massimi di ogni anno; per cui anche a Medicina potremo richiedere gli sconti sulle tasse. Nel quadro attuale, in cui assistiamo a pesanti e progressivi tagli al finanziamento dellUniversit, da pi parti viene presentato come inevitabile un aumento dei costi per gli studenti. Noi pensiamo invece che non sia cos: lUniversit ha sperperato risorse in passato (con corsi di laurea inutili, speculazioni edilizie fallimentari), e anche adesso ha margini ampi di risparmio. Gi due anni fa, quando furono approvati i tagli, proponemmo allUniversit di incentivare gli investimenti sulle energie rinnovabili e sul software open source, mostrando i risparmi che si sarebbero ottenuti. Siamo ancora convinti che la strada da percorrere sia quella di scelte innovative che consentano veri risparmi, e non tagli. Ad esempio, la nostra proposta di installare erogatori di acqua da bere (illustrata nella sezione Spazi studio), pu far risparmiare soldi agli studenti, e anche al Comune che deve smaltire le bottigliette; la collaborazione con il Comune e gli enti locali in generale pu portare poi a soluzioni per la questione del costo delle stanze in affitto, e per gli stessi edifici dellAteneo, essendoci molti edifici pubblici inutilizzati in citt, e che lAteneo paga affitti esosi per alcuni dei locali che utilizza.

16

CAPITOLO 5
Programma - CdL Medicina e Chirurgia

Introduzione
Come rappresentati il nostro lavoro quello di mediare tra gli studenti e i docenti del corso di Laurea nel caso in cui sorgano problemi immediati (ad esempio professori assenti a lezione, appelli in numero insufficiente). Inoltre lavoriamo nel Comitato per la Didattica, che si occupa delle pratiche dei singoli studenti: un aspetto che pu apparire pi burocratico, ma che i nostri rappresentanti hanno saputo sfruttare al meglio a vantaggio degli studenti, ad esempio rivoluzionando lassurda prassi per cui studenti che prima di entrare a Medicina avevano sostenuto un ampio numero di esami in altri corsi venivano comunque ammessi al primo anno, facendo risparmiare a molti studenti un anno passato a girarsi i pollici. Infine, c la presenza negli organi di elaborazione e decisione, che sono il Consiglio di Corso di Laurea e la Commissione Tecnico-Pedagogica, nei quali portiamo avanti le nostre proposte per riformare il Corso di Laurea. Il nostro obiettivo sempre stato rendere il nostro corso, notoriamente molto impegnativo, il piu` stimolante e meno stressante possibile, cercando di ridurre le difficolt e le rigidit superflue, per cui ci siamo battuti. Tutte queste modifiche sono nate dal confronto con gli studenti, anche in assemblee e tramite questionari che abbiamo distribuito, in quanto pensiamo che dei risultati soddisfacenti si possano raggiungere solo attraverso la partecipazione: e anche la nostra ampia credibilit nel Consiglio, che ci consente di far passare queste proposte, deriva dal fatto che i docenti ci riconoscono come i soli portavoce delle esigenze degli studenti.

17

Nel Corso di laurea molto rimane per da cambiare: tanti insegnamenti nel Piano di studi vanno rimodellati, per garantire una miglior qualit dellapprendimento. Bisogna rimettere al centro il percorso di apprendimento dello studente, e trovare le soluzioni migliori, con le risorse attuali, per far s che egli possa via via affrontare le lezioni e i tirocini disponendo delle basi necessarie, e daltra parte evitando mere ripetizioni di argomenti gi trattati, che possono poi pregiudicare la completezza dellesposizione degli argomenti del corso.

Riorganizzazione della didattica


Il Collettivo di Medicina sempre stato favorevole al fatto che il maggior numero possibile di studenti possa intraprendere il corso di studi, facendo attenzione per che sia sempre accompagnato da una costante riqualificazione degli spazi e degli insegnamenti. In pochi anni gli iscritti sono raddoppiati, passando da 180 a 350. Nessuna aula realmente attrezzata ad accogliere un tale numero di persone e, cosa ancora pi grave, tutto ci ha reso impossibile lattivazione di parte dei tirocini e delle Attivit Formative Professionalizzanti previsti dal nostro piano di studi (come quelli al I, IV e VI anno), determinando quindi unulteriore diminuzione di ore di attivit pratica in un percorso che a nostro avviso ne gi carente. Laggiunta di incontri qualificanti con il docente, come spunti di approfondimento su tematiche del corso, delucidazioni su eventuali incomprensioni, test per saggiare le conoscenze o allenamento a svolgere mansioni pratiche, risulta sempre pi richiesta, cos come i tirocini clinici. Mancano strutture ben attrezzate ad accogliere numeri crescenti di studenti e aumenta lesigenza di una didattica stimolante, (ri)qualificata e volta non solo allapprendimento nozionistico, ma anche alla formazione del medico nel suo complesso. Per questo motivo, come emerso da questionari da noi distribuiti agli studenti (risultati in corso di elaborazione finale), molti non riescono a seguire le lezioni per mancanza di spazio in aula, cos come per motivi di tempo: troppe ore di lezione frontale in vista di uno studio ingente. Altri non seguono per la ridondanza che, a volte, si avverte negli argomenti trattati: spesso, infatti, i programmi dei vari corsi si ripetono in diverse materie. Ci comporta, oltre al fatto di non riscuotere attenzione da parte degli studenti, una sottrazione di ore, che potrebbero essere invece dedicate ai momenti di confronto sopra accennati e ai tirocini.

18

Le soluzioni a tutti questi punti negli anni a venire possono (e devono) essere svariate: dividere il corso in due o pi canali con lezioni e tirocini alternati tra i due gruppi. Ricorrere ad una didattica complementare: lezioni in streaming online, sbobinature redatte da professori e studenti, come offerto non solo nella maggior parte dei paesi dellUE, ma anche nelle nostre pi vicine universit italiane. Rendere lo studente effettivamente partecipe nel giudicare il corso tenuto dal docente; finora, le criticit emerse dalla compilazione dei questionari sulla didattica online non sono state prese in considerazione. Forse esistono modi di valutazione pi diretti, come la valutazione dellinsegnamento del singolo docente e non dellintero corso, la possibilit di visualizzare i resultati on line. Senza voler snaturare limpronta che il nostro sistema universitario ci garantisce, la difficolt che gli studenti riscontrano nellaffrontare i tirocini ci porta a proporre una nuova impostazione della tipologia di studio che ci viene offerta. Sarebbe interessante realizzare nuove metodologie didattiche e porre maggiore attenzione sui casi clinici, in linea con i modelli universitari che sono utilizzati a livello internazionale e che vantano, al momento, eccellenti risultati. Questo renderebbe certamente gli studenti pi interessati oltre che pi qualificati, in grado di affrontare con pi consapevolezza e competenza le attivit previste dal percorso di studi e in futuro la stessa professione. Inoltre, in unottica che vede prossimo un cambiamento nel regolamento del concorso di accesso alle Scuole di Specializzazione, uno studio improntato su un approccio pi clinico e professionalizzante preparerebbe meglio gli studenti al conseguimento della prova. Dal piano di studi emerge come i trienni pre-clinico e clinico siano squilibrati per mole di esami e attivit previste. Nei primi 3 anni gli studenti si trovano ad affrontare 20 corsi integrati per un totale di 15 esami, mentre nei restanti 3 anni successivi i corsi sono 38 per 19 esami e, inoltre, bisogna tener conto di 6 mesi di tirocinio al V anno e del tempo necessario alla stesura della tesi. Quello che proponiamo la riduzione o laccorpamento di esami come scienze umane, fisica, chimica, biologia e istologia, con argomenti spesso ridondanti, talvolta troppo specifici. Sarebbe interessante coinvolgere gli studenti nella programmazione della didattica di ogni singolo corso, cos da analizzare i tratti salienti dello stesso e comprendere come migliorarlo di volta in volta.

19

IL BLOCCO A FEBBRAIO!
Il nostro Corso di Laurea possiede delle regole rigide per i passaggi tra gli anni: il sistema dei blocchi prevede per lo studente un iter difficoltoso. Talvolta per qualche esame mancante ci si trova costretti a trascorrere un anno con le mani in mano, senza poter sostenere esami dellanno successivo (di cui magari si gi seguito il corso) continuando comunque a pagare le tasse universitarie. Consideriamo inutilmente punitivo questo meccanismo, privo di qualsiasi valenza didattica e neanche del tutto in linea con il Diritto allo Studio. Le ripercussioni non si limitano solo allorganizzazione dello studio ma anche alla sua qualit: troppo spesso si studia male e in fretta, spinti dalla paura di prendere il blocco. Crediamo che le dinamiche dello studio universitario debbano essere quanto pi possibile logiche e razionali, lasciando allo studente la possibilit di organizzarsi, seguire progetti o reparti senza scadenze inutilmente restrittive. Attualmente i blocchi, dopo una lunga battaglia, sono stati spostati a Febbraio e non pi a Settembre: il nostro obiettivo sarebbe comunque quello di eliminarli a favore dellintroduzione di un sistema pi equo e giusto basato interamente sulle propedeuticit in linea con gran parte delle facolt dItalia.

20

Tirocinio e attivit pratiche


Il Collettivo ritiene le attivit pratiche, quali i tirocini e le esercitazioni, un elemento fondamentale nella formazione dello studente di medicina. In seguito alla nostre richieste di incrementare le attivit pratiche allinterno del Cdl, stato introdotto, qualche anno fa, il tirocinio osservativo al primo anno, che aveva il merito di portare da subito lo studente a contatto con la realt dellospedale, in un corso che altrimenti per tre anni sarebbe stato molto simile a uno di biologia. Avevamo presentato diverse proposte per migliorare questa attivit (spostarla alle prime ore del mattino per poter seguire i medici, esprimere preferenze per la sede da frequentare per facilitare i residenti e i pendolari) ma, a partire dallo scorso anno accademico, lAFP osservativa per il primo anno stata soppressa. Questo a causa di una scarsa lungimiranza a seguito dellaumento dei posti a Medicina. La dirigenza del corso di laurea, infatti, a fronte dellaumento numerico degli studenti, non ha ritenuto possibile la continuazione di tale attivit. Come Collettivo crediamo che una tale scelta grava senza dubbio sulla pelle degli studenti, che si vedono privati di una attivit pratica potenzialmente importante. Per questo motivo continueremo a sollecitare la presidenza affinch anche al primo anno sia garantita lattivit pratica. Per quanto riguarda il secondo anno, crediamo che lattivit di cineforum possa essere tranquillamente sostituita con attivit pratiche pi interessanti e appropriate alla professione medica. Questattivit dovrebbe diventare opzionale e si potrebbero invece creare dei corsi riguardanti attivit ricorrenti nella pratica della vita medica: ad esempio dei corsi di primo soccorso. Tra le AFP strutturate al quarto anno, pensiamo sia necessario introdurne una relativa a Cardiologia e Pneumologia, nella quale sia possibile assistere a broncoscopie, prove respiratorie, coronarografie, in modo da affiancare allo studio teorico una conoscenza diretta delle pratiche cliniche. Pensiamo inoltre che alcune AFP cliniche debbano essere programmate di mattina, perch, soprattutto in alcuni reparti, come i Day Hospital, i pomeriggi sono momenti in cui non possibile osservare le procedure previste dagli obiettivi. Riteniamo inoltre sbagliato e contraddittorio che vengano fissate AFP e tirocini nel periodo della sessione desame, e che i calendari debbano essere sempre comunicati con largo anticipo, per rispettare le esigenze organizzative degli studenti. Nonostante siano previste le AFP al 4anno, da qualche anno queste non vengono svolte, sia a causa dellaumento del numero degli studenti, ma soprattutto per levidente incapacit organizzativa del corso di laurea.

21

DISSEZIONI, FINALMENTE!
Da anni abbiamo sostenuto e sottolineato limportanza di reintrodurre la possibilit di assistere direttamente a dissezione su cadavere, elemento essenziale nello studio dellAnatomia e della formazione medica. Il tema ha sempre coinvolto da vicino studenti e docenti e il Collettivo per molti anni ha portato avanti questa battaglia. Questanno, finalmente, grazie alla raccolta di 1238 firme per la petizione pro dissezione siamo riusciti, tutti insieme, a destare la meritata attenzione del Comune di Firenze e dei media. Il 30 Gennaio 2013 il prof. Paternostro ha tenuto una partecipata lezione in piazza della Repubblica e, come risposta, lex Assessore Saccardi (ora Vicesindaco) ha comunicato la nostra vittoria: i cadaveri non richiesti potranno divenire oggetto di ricerca scientifica e didattica dopo un tempo stabilito (circa 6 giorni). Siamo in attesa della stesura della nuova legislazione di Polizia Mortuaria affinch il tutto sia messo allo.d.g del Consiglio Comunale e possa essere messo in pratica per i futuri medici.

22

Schede di valutazione
Negli ultimi tempi stiamo lavorando insieme al consiglio di CdL per listituzione di test di valutazione diversi dal classico test che viene dallateneo, che essendo prestabilito non riesce a dare una seria informazione sulle criticit del nostro corso di studi. Noi vogliamo che sia istituito un metodo di valutazione specifico per ogni corso che sia messo su internet in modo da dare a tutti gli studenti la possibilit di valutare anonimamente le principali difficolt incontrate nel loro percorso. E importante secondo noi che la valutazione dei Corsi Integrati e dei docenti abbia inoltre un valore riconosciuto, e che serva alla Facolt per migliorare la didattica.

Dispense a inizio corso e programmi dettagliati


Chiederemo ai professori di fornire a inizio anno dispense che seguano gli argomenti delle lezioni e lintero programma del corso, in modo che lo studente possa prepararsi in anticipo sui temi che verranno trattati a lezione, anche per partecipare in maniera pi diretta e seguire meglio le spiegazioni. Cos la materia sarebbe presentata in maniera pi uniforme, anche per far fronte al fatto che molti corsi sono tenuti da pi professori e che gli argomenti sono trattati spesso in ordine sparso e a pi riprese. Chiederemo con ancora maggiore insistenza che vengano forniti programmi dettagliati, con riferimenti ai testi consigliati. Chiederemo inoltre che quando vengono segnalati i libri su cui studiare, in un corso che presenta pi testi, siano indicati anche i capitoli/gli argomenti che preferibile studiare su ogni libro suggerito. Questo perch i libri costano molto e non possono certo essere acquistati tutti; per far risparmiare tempo allo studente che deve cercare di capire su quale libro fare cosa; per aiutarlo nellorganizzazione dello studio.

23

Esami in Itinere
Da sempre ci stiamo battendo per ottenere la possibilit di sostenere gli esami durante il corso dellanno accademico, perch soprattutto per gli anni del triennio clinico (dal quarto al sesto) gli esami da sostenere sono moltissimi e le sessioni ordinarie e straordinarie non sono sufficienti.

Voto di laurea
Il nostro corso di laurea per anni rimasto deregolamentato sul voto di tesi, dando spazio a ingiustizie e nepotismi. La proposta della presidenza stata di dare un tetto massimo di 6.5 punti: abbiamo lottato insieme a tutti gli studenti per evitare che venisse attuata. Con una lunga battaglia, siamo giunti a tale compromesso: un tetto massimo di 10 punti + 1 punto per chi si laurea in pari.

24

CAPITOLO 6
Programma - CdL Infermieristica

Il Consiglio di Infermieristica lo strumento pi utile di cui disponiamo per concretizzare le nostre idee/proposte e per avere voce in capitolo riguardo al nostro futuro. Abbiamo la possibilit di dar voce ai bisogni degli studenti nel momento del dibattito decisionale, durante il Consiglio. Il nuovo ordinamento di infermieristica valido, stata ampliata la parte medica e infermieristica cercando il pi possibile di integrarle, gli esami pi importanti sono impostati come casi clinici ed esiste una propedeuticit ben ponderata. Ma ancora molto deve essere cambiato e con la nostra candidatura ci impegnamo quindi a migliorare lorganizzazione del corso di laurea in infermieristica e la condizione dello studente.

I nostri obiettivi
ORARIO: il sito deve essere sempre aggiornato per tutte le sedi; deve essere pubblicato lorario del mese successivo con almeno 10 giorni di anticipo, anche se solo provvisorio e le eventuali variazioni del mese in corso devono essere segnalate, con almeno 24h di anticipo via mail, non necessariamente nello specifico ma almeno che vengano avvisati gli studenti di controllare gli eventuali cambiamenti. In caso di lezioni la mattina e il pomeriggio richiediamo che ci sia almeno una pausa di unora. APPELLI UFFICIALI E PROVE IN ITINERE: gli appelli ufficiali devono essere presenti sul sito, nel modo pi completo possibile, per tutto lanno accademico gi dallinizio del semestre per favorire una buona organizzazione degli studenti; in caso di appelli ufficiali aggiuntivi questi devono essere comunicati con minimo un mese di anticipo per dare la possibilit agli studenti di assimilare i contenuti dei corsi affrontati.

25

per quanto riguarda le prove in itinere devono essere comunicate con almeno 15 gg di anticipo e non possono essere fatti lo stesso giorno in cui il professore affronta gli ultimi argomenti per le stesse ragioni di cui sopra. LABORATORI: in tutte le sedi deve essere disponibile il materiale adeguato per affrontare le prove pratiche e i laboratori devono essere pi professionalizzanti possibile, a tutti deve essere data lopportunit di fare, se richiesto, una prova pratica. Deve anche esserci una migliore distribuzione delle ore durante i mesi di lezione, per evitare di stare lunghi periodi senza fare alcun laboratorio ed essere obbligati a sostenere tutti i laboratori in pochi giorni. RAPPRESENTANTI DI ANNO DEGLI STUDENTI: i rappresentanti di anno non sono dei segretari, ma talvolta vengono interpellati per svolgere questa funzione. Sono importanti per la comunicazione con i docenti e per porre quesiti di interesse comune a professori e formatori, non devono essere usati per organizzare i gruppi di lavoro e per comunicare eventuali cambiamenti facendo uso dei loro cellulari e/o utilizzando canali di informazione extrauniversitari quali social network e mail. Al fine di evitare un abuso dei rappresentanti deve essere scritta una mailing-list di tutti gli anni di corso e questa deve essere resa disponibile ad ogni tutor, formatore, segretario, dirigente e funzionario per garantire una miglior comunicazione possibile. TIROCINIO: si richiede una maggiore attenzione alle sedi di assegnazione e di tenere in considerazione eventuali richieste da parte dello studente di svolgere il tirocinio con alcune persone per la necessit di dividere i mezzi di trasporto. DIDATTICA: Nonostante si tratti di un corso di laurea in Infermieristica, larea medica, per quanto imprescindibile, molto pi presente dellarea prettamente infermieristica, molti argomenti sono trattati sotto laspetto medico pi e pi volte, mentre larea infermieristica meno trattata, si richiede quindi di potenziare larea infermieristica a discapito dellarea medica e di alcune materie che sono ripetute negli anni, queste sarebbe meglio affrontarle in un anno soltanto e quindi lasciare spazio alle materie professionalizzanti. MATERIALE DIDATTICO: Ai professori stata data labitudine di lasciare il materiale didattico ad un delegato degli studenti che provvede poi a smistarlo a tutti gli altri, oppure sono abituati a lasciare il materiale in un file nel computer dellaula senza curarsi che questo venga scaricato e quindi usato. Al fine di garantire una diffusione di tutto il materiale didattico fornito abbiamo intenzione di proporre che i docenti possano condividerlo tramite una sezione apposita sul sito ufficiale o tramite piattaforme e-learning, in modo che tutti possano fruirne e scaricarlo liberamente, senza il rischio che i file vengano smarriti e senza causare disagi agli studenti.

26

CAPITOLO 7
Programma - CdL Biotecnologie

Per le elzioni universitarie di questanno, che avranno luogo il 21 e il 22 di maggio al Plesso di Morgagni, il Collettivo di Medicina Codice Rosso presenta 4 candidati come rappresentanti nel Consiglio di Corso di Laurea. Riteniamo che la presenza degli studenti nel Consiglio sia fondamentale per lapproccio diretto con lorgano decisionale per quanto riguarda scelte concernenti didattica, orari, organizzazione e le comunicazioni agli studenti stessi. Sin dal primo anno gli aspiranti biotecnologi si rendono conto delle numerose problematiche che questo corso di studi presenta, a partire dal luogo dove si svolgono le lezioni del primo semestre del primo anno: il Polo Scientifico di Sesto Fiorentino, difficilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Sebbene lambiente e la struttura siano apprezzati, soprattutto per quanto riguarda la modernit (facendo un paragone con le struttutre di Firenze), in generale viene preferito Viale Morgagni. Dal prossimo anno accademico alcune delle ADE disponibili nel piano di studi, come Risonanze Magnetiche o Biologia dei Sistemi verranno cancellati: riteniamo che ci sia inaccettabile, dato che si tratta di esami molto importanti per il corso di studi, e lotteremo affinch i bandi vengano rinnovati.

27

Oltre a ci, ci impegneremo per raggiungere i seguenti obbiettivi: Far s che le date degli esami vengano comunicate allinizio del semestre, e non al terminare di esso. Ottenere un maggior numero di appelli per uno stesso esame, poich sono spesso insuffcienti, per la precisione almeno 4. Far assegnare allesame di Economia Aziendale Sanitaria un minor numero di crediti, e far introdurre corso che preveda esperienza di laboratorio sin dal primo anno. Come conseguenza del punto precedente, chiederemo in generale una assegnazione pi consapevole e responsabile dei crediti formativi ai vari esami del CdL. Imporremo il corretto aggiornamento dei programmi di tutti gli esami allanno accademico in corso: questa mancanza crea non poche difficolt agli studenti. Soprattutto per lindirizzo Molecolare, chiederemo una rivalutazione delle scelte per i luoghi della didattica: per lezioni in una stessa giornata la distanza tra il Polo di viale Morgagni e il Polo di Sesto pu essere un fattore invalidante.

28

29

I NOSTRI CANDIDATI
Consiglio di Corso di Studio di BIOTECNOLOGIE Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso - Biotec 1. PONTICELLI GIACOMO (2 anno) 2. MUGNAI FRANCESCO (2 anno) 3. PALMIERI ELENA (3 anno) 4. VARANDO DELFINA (3 anno) 5. VIGNOLINI TIZIANO (2 anno) Consiglio di Corso di Studio di INFERMIERISTICA Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso 1. CAMERINI RICCARDO (2 anno) 2. CILIBRIZZI DONATELLA (1 anno) 3. GUIDO TOMMASO (2 anno) 4. MERCANTELLI ALICE (2 anno)

Consiglio di Corso di Studio di MEDICINA E CHIRURGIA Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso 1. PELAGATTI FILIPPO (2 anno) 2. QUARGNOLO MATTIA (3 anno) 3. FIORELLO NICOL (4 anno) 4. DALLAGIACOMA STEFANIA (3 anno) 5. GROSSI GUIDO (2 anno) 6. RICCI ELIA (1 anno) 7. GARLATTI PIETRO (5 anno) 8. MASSARO ELENA (2 anno) 9. DRAGOTTO FRANCESCO (2 anno) 10. DI TOMMASO GUIDO (2 anno) 11. CAPORIZZI ALICE (1 anno) 12. ALTUCCI GABRIELLA (2 anno) 13. GUALTIERI TOMMASO (3 anno) 14. BAGNI MADDALENA (2 anno) 15. TONARELLI FRANCESCO (2 anno) 16. LAZZERI MARTA (6 anno)
Consiglio di Scuola di SCIENZE DELLA SALUTE UMANA Lista N.1 - Collettivo di Medicina Codice Rosso-Farmacia 1. SILVERII MARIA VITTORIA (5 anno Medicina) 2. RADDI ANTONIO (3 anno Medicina) 3. PONTICELLI GIACOMO (2 anno Biotecnologie) 4. ALGERINI ALESSIO (4 anno Medicina) 5. TESTI DILETTA (2 anno Medicina) 6. PRISCO NICCOL (Farmacia) 7. BIANCHI EUGENIO (Farmacia) 8. BRIZZI VIRGINIA (2 anno Medicina) 9. PELAGATTI FILIPPO (2 anno Medicina) 10. CAMERINI RICCARDO (2 anno Infermieristica)

Si vota il 21/05 dalle 9 alle 19 e il 22/05 dalle 9 alle 14. Si pu votare con un documento didentit o libretto universitario nei seguenti seggi: - CUBO (Medicina e Professioni Sanitarie) - MORGAGNI (Biotecnologie, Farmacia e Scienze Motorie)