Sei sulla pagina 1di 2

Bocca di leone

La bocca di leone (Antirrhinum majus L.) una pianta sempreverde della famiglia delle Scrophulariaceae. Studiata nelle teorie biologiche di Mendel.

Generalit
Pianta erbacea perenne coltivata come annuale originaria dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Questa pianta rustica nel nostro paese, resistendo a temperature di alcuni gradi al di sotto dello zero, ma solitamente viene coltivata come annuale in quanto si sviluppa velocemente ma ha vita breve. Il fusto carnoso, lignificato alla base, e pu raggiungere i 100-120 cm di altezza; le foglie sono lanceolate, verde scuro. La particolarit di questa pianta sta senz'altro nei fiori, parzialmente tubolari, con due labelli, che si aprono premendo il fiore ai lati, ricordando la bocca di un leone o di un drago, sbocciano su lunghe spighe; i colori sono molti, dal giallo al rosso al rosa, esistono anche variet bicolori e screziate. I fiori lasciano il posto a baccelli legnosi che contengono numerosi semi fertili. Per avere fioriture pi abbondanti levare gli steli di fiori appassiti. Si consiglia anche di cimare le giovani piante per ottenere una crescita pi compatta.

Coltivazione
Terreno Questa pianta ama terreni sciolti, ben drenati e ricchi di materia organica, anche se cresce senza problemi in qualsiasi terreno; utilizzare un buon terriccio universale bilanciato. Esposizione Le bocche di leone necessitano di essere coltivate in pieno sole per poter ottenere una buona fioritura; se si vogliono coltivare come piante perenni in inverno consigliabile coprirle con tessuto non tessuto, per evitare che gelino. Annaffiature Le annaffiature devono essere regolari, ma non troppo abbondanti, queste piante infatti preferiscono la siccit agli eccessi d'acqua, quindi attendere che il terreno sia ben asciutto tra un'annaffiatura e l'altra; in inverno lasciare le piante asciutte o quasi. Fornire concime per piante da fiore ogni 20-25 giorni, sciolto nell'acqua delle annaffiature.

Moltiplicazione Avviene per seme, e si pratica in primavera o in inverno seminando in letto caldo in febbraiomarzo, oppure all'aperto in aprile-maggio; le giovani piante si pongono a dimora a partire da maggio. Talvolta le piante di Bocca di leone si autoseminano, producendo spontaneamente nuove piante dai semi dell'anno precedente. Malattie, parassiti e avversit Afidi: attaccano foglie, fiori e nuovi germogli in accrescimento. Succhiano la linfa e rendono la pianta appiccicosa. Si eliminano lavando la pianta e trattandola con insetticidi specifici. Ruggine: causata da un fungo e si manifesta con la comparsa di pustole scure sui fusti e sulle foglie. In caso di attacco forte, la pianta pu seccare e morire. Si combatte con prodotti specifici. Variet resistenti alla ruggine sono: Harrisons Rust Resistent, Scarlet Monarc, Yellow Monarc ecc. Muffa delle bocche di leone: causata da un fungo (Peronospora antirrhini), che attacca in modo particolare le piante giovani, determinando la deformazione delle foglie, che si arricciano e si ricoprono di una muffa grigiastra, e larresto della crescita degli esemplari colpiti. Si combatte con prodotti specifici. Muffa grigia: un fungo (Botrytis cinerea) che provoca la comparsa di macchie scure e, successivamente, di ammassi polverulenti grigi su fiori e fusti. facilitata nella sua diffusione da piantagioni molto fitte. Bisogna eliminare le parti colpite e leventuale terriccio ammuffito, nonch trattare la pianta con un prodotto anticrittogamico. Marciume del piede e marciume radicale: sono provocati da funghi che attaccano la zona del colletto e le radici. Le parti colpite diventano scure e marciscono. Si combattono eliminando le piante infette, evitando ristagni di acqua e utilizzando, alloccorrenza, prodotti specifici. Marciume delle piantine dei semenzai: causato da un fungo (Pythium debaryanum), colpisce le piantine nate da poco allaltezza del colletto, che diventa biancastro e raggrinzito. Le piantine avvizziscono e muoiono in poco tempo. Bisogna evitare ambienti caldo-umidi senza areazione e semenzai troppo fitti e, alloccorrenza, utilizzare prodotti specifici.

Dati per la coltivazione


ESPOSIZIONE DISTANZA PROFONDIT SEMINA ANNAFFIATURE SEMINA ALLAPERTO SEMINA IN SEMENZAIO DIRADAMENTO/TRAPIANTO FIORITURA mezza ombra 25 cm 2/4 mm regolari aprile, maggio, settembre, ottobre febbraio, marzo aprile maggio, giugno, luglio, agosto

i-bei giardini
Negozio ebay gestito da Brasi74 http://stores.ebay.it/i-bei-giardini
2