Sei sulla pagina 1di 5

di Axolotl

C
i avevano insegnato che esisteva un qual-
cosa chiamato progresso: il divenire della
societ, che si articolava sulle conquiste
sociali gi acquisite, su cui costruire il nuovo.
Ora, invece, triste aria di disarmo, addirittura
col rischio di minare i capisaldi del Patto So-
ciale, che non pu che farci riconoscere nello
stesso sdegno di Grazie no, lestremo affato
di Giorgio Bocca nella sua ultima pubblicazio-
ne postuma. Eppure qualcuno aveva dato lal-
larme, quando si era insediato un governo che
lespressione diretta della tecnocrazia, come
questa addirittura. asettico, oseremmo dire sen-
za... sentimenti!
Ricordiamo bene che a novembre scorso si
era salutato il nuovo esecutivo come liberatorio,
a suggellare la deposizione del berlusconismo,
ma confdavamo nella transitoriet della situa-
zione, nellattesa che la Politica riprendesse il
suo posto. La Politica, per, continua a latitare,
e non potrebbe essere altrimenti, dal momento
che essa trova necessario fondamento (ed ali-
mento) nelle ideologie, che non esistono pi,
lasciando il posto a tristi pragmatismi, in un
accavallarsi maldestro di dichiarazioni dei vari
partiti, ormai a caccia di identit.
Intanto che accade? Il clima non dei mi-
gliori e le intraprese dellattuale governo ap-
paiono funzionali, oltre che alle vessazioni di
Francia e Germania, ai grandi poteri economici,
senza tener conto delle esigenze del quotidiano,
in cui il piccolo imprenditore deve confrontarsi
con le diffcolt di gestione della sua azienda e
lostracismo delle banche, ormai sempre pi ri-
trose nel consentire laccesso al credito.
Cos, mentre le aziende chiudono i battenti
(anche nel nostro territorio quasi con effetto ca-
scata), i mass media ci seppelliscono implaca-
bilmente con langoscia dello spread che va su
e gi, dimenticando che il pasto di ogni giorno
delle famiglie dipende prima ancora dal lavo-
ro, dagli investimenti, da una reale prospettiva,
di cui non si parla. Aumenta cos sempre pi il
distacco tra il governo dei tecnocrati e la realt.
Una nostra amica, proprietaria di un hotel di
riguardo nelle Dolomiti, ci ha raccontato come,
al momento della partenza, dei clienti ucraini e
belgi si fossero regolarmente presentati da lei
per saldare il conto, ma, ignorando la norma che
stabilisce il tetto dei mille euro, avevano pen-
sato di poter pagare in contanti. Lalbergatrice,
per, ha dovuto rifutare gli euro che pure le si
stavano offrendo e, suo malgrado, ha dovuto at-
tendere che i suoi clienti tornassero in Ucraina e
in Belgio perch avvenissero i pagamenti, che,
NUMERO 8 - MARZO 2012
B
U
O
N
A
asqua
in verit, poi ci son stati. Dopo aver dato atto
della puntualit di quei signori ucraini e belgi
(chiss quanti italiani avrebbero fatto lo stes-
so...), sorgono due rifessioni.
La prima dordine pratico, pensando alla
stagione estiva che ormai prossima ed alle
diffcolt che avranno gli operatori turistici del-
la nostra zona, oltre che per il prevedibile calo
delle prenotazioni, anche per le questioni legate
alla limitazione del denaro contante.
Laltra pi deprimente. In Ucraina ed in
Belgio, non si sa neppure cosa sia la limitazione
del contante e, stando cos le cose, ci pare quasi
che lItalia venga trattata come quello scolaro,
che, per ragioni di disciplina o di diffcolt dap-
prendimento, viene collocato nel banco a fanco
della cattedra del maestro. E, mentre la nostra
amica era (speranzosa ed ansiosa) nellattesa
che arrivassero i bonifci dallestero, era stata
dispiegata una vera e propria task force di 240
unit che, nelle localit dolomitiche, fermava
i passanti, chiedendo cosa avessero acquistato
nella tal panetteria e se fosse stato o meno rila-
sciato lo scontrino fscale.
Beninteso, non ci dispiace affatto che gli
evasori paghino, anzi! Il vero problema nel
clima che si creato, nellabdicazione, che vie-
ne incentivata, alla serenit, diretta conseguenza
del fatto che il Patto Sociale ed il relativo con-
senso fossero stati posto sotto scacco dal berlu-
sconismo e, ora che siam governati dai tecno-
crati (senza sentimenti), non ci si pone nessun
problema al riguardo e si va dritti come treni
verso le grandi mte (...), senza considerare che
anche le fermate alle piccole stazioni hanno la
loro importanza.
In queste ore, si celebra il de profundis
dellart. 18. Fu una grande conquista di salva-
guardia dei lavoratori, che sta per essere can-
cellata, anzich migliorata. Oggi, a difenderlo
con chiarezza, resta un drappello di coraggiosi,
mentre tra le righe dei giornali spunta la dichia-
razione dei giudici che ammettono come a Mel-
f la FIAT avesse perseguito lobiettivo di far
fuori i sindacalisti della FIOM , che, invece,
hanno ricevuto tutela proprio grazie allart.18.
Meditate gente, meditate, e meditasse so-
prattutto chi, emulo di Re Tentenna , non prende
posizioni nitide, timoroso di scontentare i mo-
derati ed i poteri forti.
Forse ha ragione Corrado Augias nel suo
Disagio della libert (Rizzoli, 2012), quando
ritiene tale disagio congenito al nostro popolo,
non senza citare per Gramsci e la sua defnizio-
ne degli effetti deleteri di quelle che lui chiama
leconsorterie, ma anche lammonimento di
Maurizio Vitoli, professore ordinario di Teoria
politica a Princeton: La libert dei servi o dei
sudditi consiste nel non essere ostacolati nel
perseguimento dei nostri fni. La libert del cit-
tadino consiste invece nel non essere sottoposti
al potere arbitrario o enorme di un uomo o di
alcuni uomini. Poich in Italia si affermato un
potere enorme, siamo per il tale fatto che tale
potere esiste- nella condizione dei servi.
NOI NON VOGLIAMO MORIRE SERVI.
2
I
ncontriamo la dottoressa Angela
Sottanella Assessore al Bilancio e
ai Servizi Socialidel comune di Mo-
sciano S.A.
Il quadro fnanziario dei Comuni
particolarmente condizionato dallap-
plicazione delle regole di coordinamen-
to della fnanza locale (Patto di stabilit
interno), che determinano annualmente
gli obiettivi che ciascun ente deve rag-
giungere per non incorrere in sanzioni e
penalit. si rileva che nessun comune
potr registrare un disavanzo, essen-
do gli obiettivi tutti fssati in termini
di livello di avanzo da conseguire. Ne
consegue inoltre che tutti i Comuni do-
vranno garantire un livello di entrate
superiore alle spese che per il 2012
di circa 683.000, nonostante le prime
verranno tagliate .
Lallarme che qualche mese fa ave-
vamo lanciato sui tagli ai comuni oggi
diventato certezza, e non stata cosa
semplice, per la costruzione del bilan-
cio di previsione 2012, far fronte ai
minori trasferimenti statali subiti pari a
euro 679.873,05, rispettando gli equili-
bri di bilancio e mantenendo in essere
tutti i servizi alla persona erogati da
sempre.
E servita veramente una buona dose
Occhiello
Catenaccio
I Lavori pubblici a Mosciano
LINTERVIsTa
3
Occhiello
primo piano
Il 28 maggio 2012 si dato inizio al Corso di Forma-
zione Gratuito per assistenti familiare ore 17:30, deno-
minato Con Te in Famiglia, organizzato dal Comune di
Mosciano S.A.
Il corso durer 150 ore e vede coinvolte numerose fgu-
re professionali: psicologo, sociologo, assistente familiare,
consulente del lavoro, esperto di igiene e cura, infermiere
e fsioterapista. Le domande di partecipazione pervenute
sono oltre 50 e le assistenti attualmente frequentanti sono
al momento 38.
Il corso , che si svolge presso il Centro Aggregativo Le
Offcine dellEsperienza del Comune di Mosciano S.A.,
si propone di fornire ai partecipanti le competenze utili a
migliorare la qualit del loro lavoro di assistenza agli an-
ziani e di conoscere i loro diritti e le loro tutele. Lobiettivo
fnale del corso quello di offrire a famiglie e assistenti
familiari la possibilit di confrontarsi e trovare uno spazio
di dialogo destinato a favorire soprattutto il miglioramento
della qualit della vita delle persone non autosuffcienti e di
chi se ne prende cura.
Al termine del corso di formazione, che qualifcher
come assistente alla persona, sar rilasciato un attestato di
frequenza che certifcher conoscenze e competenze ac-
quisite. Sar istituito inoltre un Registro delle Assistenti
Familiari che dar garanzie alle famiglie, certifcher le
competenze delle assistenti familiari e faciliter lincontro
tra domanda e offerta di lavoro.
Siamo molto soddisfatti afferma lAssessore alle Po-
litiche Sociali del Comune di Mosciano S.A. dottoressa
Angela Sottanella- in quanto il corso molto apprezzato
dalle assistenti familiari e molto seguito, poche infatti so-
no le assenze e questa la dimostrazione che un momento
di formazione possa divenire linizio di un nuovo modo di
dare servizi sociali .
Carlo Torquato
Grande successo del corso di formazione
per assistenti familiari Con Te in Famiglia
ph. Sergio Scacchia
di ottimismo per non smarrirsi e sco-
raggiarsi in partenza di fronte ad un an-
no, il 2012, che metter a dura prova le
autonomie locali ma anche tante impre-
se, tanti professionisti, tanti lavoratori
e famiglie. Colpendo i comuni si colpi-
scono i cittadini e le loro famiglie. Non
stato semplice far quadrare il bilancio
scegliendo di mantenere i servizi alla
persona e alle famiglie in diffcolt,
perch crediamo che questo rappresenti
un atto di democrazia e libert per una
comunit che si ritenga sana e solidale,
contemporaneamente abbiamo scelto di
non aumentare le tariffe dei servizi a
domanda individuale quali mensa, asilo
nido, trasporti scolastici, assistenza do-
miciliare anziani e disabili, assistenza
educativa scolastica, PETER PAN, tra-
sporto disabili, ecc
I cittadini, su tutto il territorio na-
zionale, hanno subito lapplicazione
dellIMU (cio limposta sostitutiva
dellICI), che per il nostro comune ab-
biamo stabilito unaliquota del 0,56 per
le abitazioni principali (con detrazione
di 200 maggiorata di 50 per cia-
scun fglio convivente di et non supe-
riore a 26) rispetto ad unaliquota base
di 0,4 e 0,88 per altri fabbricati rispetto
ad unaliquota base di 0,76 che per
abbiamo scelto da applicarsi ad unit
immobiliari concesse in uso gratuito a
parenti di primo grado che le utilizzi-
no come abitazione principale. Mentre
per i fabbricati rurali ad uso strumentali
laliquota dello 0,2. Inoltre lAmmini-
strazione ha stabilito delle agevolazio-
ni, cio si considera abitazione princi-
pale, l unit im mobiliare posseduta a
titolo di propriet o usufrutto da anziani
o disabili che acquistano la residenza
in istituti di ricovero a condizione che
non risulti locata e le unit immobiliari
posseduta dai cittadini italiani residen-
ti allestero ricovero a condizione che
non risulti locata. I tagli non ci hanno
permesso di mantenere le aliquote al
minimo.
Oggi fare lamministratore di un
comune doloroso in quanto, in un
momento storico come questo di reces-
sione dove quotidianamente si perdono
posti di lavoro e si fa sempre pi fatica
ad arrivare a fne mese, invece di poter
rafforzare unazione politica al fanco
dei cittadini ci costringono (come esat-
tori) a chiedere ancora sacrifci e per
me, che prima di essere assessore sono
un cittadino con gli stessi problemi di
tanti moscianesi, deprimente!
Ringrazio i tanti cittadini che mi
hanno sostenuta e ogni giorno mi so-
stengono anche criticando e consiglian-
domi affnch possa fare sempre di pi
e meglio fno alla fne del mio manda-
to. n
Bilancio e Servizi sociali
di Carlo Torquato
I
ncontriamo il consigliere delegato ai
Lavori pubblici Sandra Marcattilii
e lAssessore del settore Benedetto
Nobile, a loro chiediamo conto dellef-
fcienza, dei carichi di lavoro di questo
uffcio, delle opere fatte e di quelle in
itinere.
Vorrei fare una premessa, si pensa
che luffcio LLPP si occupa solo dell
edilizia pubblica: pianifcazione e rea-
lizzazione di opere pubbliche e manu-
tenzione di edifci e di strutture pubbli-
che. Questa classica descrizione delle
competenze non corrisponde tuttavia ai
compiti effettivi da svolgere, in quanto
luffcio tecnico deve operare simulta-
neamente su diversi campi operativi:
pianifcazione, progettazione, rea-
lizzazione delle opere pubbliche e
verifca e validazione dei progetti da
approvare ed appaltare; (che com-
prende tutto il lavoro necessario per
il reperimento di fondi europei, sta-
tali, ecc.., cui ricorrere per fnanziare
le opere programmate);
controllo delle forniture e dei lavori
appaltati;
la gestione dei servizi di base ( puli-
zia urbana, rifuti, gestione del verde
pubblico . );
le manutenzioni ( strade, edifci pub-
blici, scuole, illuminazione, cimite-
ro, ecc.. );
la gestione delle molteplici emergenze
che si verifcano sul territorio ( ripa-
razione, richiesta dei cittadini, allu-
vioni, emergenza neve, ecc... );
Nei piccoli comuni come Mosciano,
soprattutto per ragione di costo del per-
sonale, si deve operare sempre con le
stesse risorse umane, assegnando pi
funzioni ad una stessa risorsa. Di qui,
il sovraccarico di lavoro, la lentezza
nellesecuzione dei processi e delle pra-
tiche amministrative.
Questo stato di inadeguatezza
ulteriormente aggravato dal fatto che
sullUffcio Tecnico gravitano tutte le
piccole e grandi emergenze che quo-
tidianamente insidiano un territorio e
sulle quali il cittadino tende a misurare
leffcacia , la vicinanza e la cu-
ra che unAmministrazione dedica alla
Comunit.
Purtroppo il sovrapporsi di tutte
queste funzioni rischia di interrompe-
re la continuit e la fuidit del lavoro
dellUffcio Tecnico con la conseguen-
te condizione di discontinuit operati-
va, di intermittenza di lavoro, se non di
vere e proprio code di servizio, che
inevitabilmente provocano, da un lato,
alti tassi di disorganizzazione interna
( spostamento delle risorse, abban-
dono delle attivit gi avviate, ecc..),
dallaltro una diffusa insoddisfazione
nei cittadini. Ad aggravare il tutto, la
carenza di fondi, che non permette una
programmazione adeguata per la realiz-
zazione di strutture e infrastrutture per
soddisfare la necessit del territorio e le
necessit dei cittadini.
Da poco stato approvato il piano
triennale delle opere pubbliche, forte-
mente ridimensionato perch la fnan-
ziaria ci impone di ridurre lindice della
capacit di indebitamento, cio la capa-
cit di contrarre mutui; si aggiunge poi
che al momento non ci sono fnanzia-
menti regionali e statali e che le risorse
da utilizzare sono sempre minori , ed
quindi facile capire che non si potuto
sognare ma optare a scelte essenziali.
Per molte delle opere programmate
sono state gi avviate le procedure di
affdamento degli incarichi di progetta-
zione o dei lavori come:
convenzione CONSIP Per Gestione
Con Contratto energia dellimpianto
dellilluminazione pubblica e degli
impianti semaforici;
gestione dellintervento a chiusura
della ex discarica Comunale in loca-
lit Santa Maria Assunta;
gestione connettivit tramite accesso a
banda larga (HDSL);
inizio lavori nuovi loculi cimiteriali
nella zona di adeguamento nord del
cimitero comunale;
riparazione del manto di copertura e
intervento locale della trave a bordo
della palestra di Via Terracini, che ha
permesso a pieno il riutilizzo della
struttura da parte delle associazioni
sportive;
apertura di nuovo tratto di strada di
P.R.G. (proseguimento di Via DAn-
tona rifacimento manto stradale di
Via Gobetti );
Si segnalano inoltre i seguenti inter-
venti:
gestione emergenza rifuti;
gestione emergenza neve;
gestione, anche mediante lutilizzo
di appositi fnanziamenti, delle pro-
cedure per la produzione di utilizzo
dellenergia, della riduzione di ani-
dride carbonica, leffcientamento
delle strutture comunali e la produ-
zione di energia elettrica mediante
fonti rinnovabili nellambito del
patto dei sindaci (stipulato unita-
mente alla Provincia di Teramo per
il raggiungimento dellobbiettivo
2020 - accordo di Kyoto) che tra-
dotto in pratica, ad ora sul territorio
di Mosciano, si realizzato con li-
stallazione di apparecchiature solari
ad alta effcienza energetica presso
il Campo Sportivo Comunale (Para-
bole fotovoltaiche ) e una richiesta
di fnanziamenti per listallazione di
pannelli fotovoltaici sul tetto della
Scuola Primaria di Montone.
La realizzazione di aula polifunzio-
nale per attivit psico-motoria presso
la Scuola Primaria di Mosciano Capo-
luogo. Attualmente ci stiamo attivando
per rientrare nei fnanziamenti regionali
stanziati per lalluvione di marzo 2011.
Siamo alla ricerca delle risorse suf-
fcienti per poter intervenire in maniera
defnitiva sulla struttura del TEATRO
ACQUAVIVA, a breve potrebbero es-
serci delle sorprese.
Tra le manutenzioni del territorio se-
gnaliamo il ripristino delle panchine in
Piazza Aurelio Saliceti; il taglio deller-
ba lungo le strade e le aree pubbliche; le
piccole manutenzioni delle strade.
Dopo tutta questa disquisizione non
ci resta altro che augurarvi un buon la-
voro sapendo che il momento non dei
migliori e che bisogna tenere duro,vi
ringrazio per il tempo che ci avete dedi-
cato. n
5 4
ECONOMIA
Occhiello
Titolo titolo titolo
titolo titolo titolo tito
Occhiello
LA POLEMICA
di Giuliano Galif
L
amministrazione provinciale
ndizioni per il mantenimento
dellEnte sono come i balzelli
sui passi carrabili proprio il caso di
dire che le Province prima si abolisco-
no e meglio sar per tutti. Ed plausi-
bile sperare che a Province soppresse
e con le strade gestite da altri enti, non
si ripropongano casi analoghi in cui
come per gli accessi precedentemente
assentiti dallAnas, altri soggetti, come
attualmente sta facendo la Provincia di
Teramo, possano pretendere in seguito
ulteriori regolarizzazioni. n
Titolo giuliano galif
P
urtroppo in Abruzzo continua una recessione che si di-
mostra profonda e che evidenzia una situazione econo-
mica preoccupante. La nostra stessa economia nazionale
sta affrontando diverse diffcolt, e gli eventi sismici del
maggio scorso sono stati molto dannosi perch sono andati
a colpire unarea produttiva straordinariamente importante
del nostro Paese. Nel frattempo il governo continua la sua
marcia per la ricerca del pareggio di bilancio attraverso un
inasprimento della politica delle pensioni e lintroduzione
dellImu.
La cosa che pi preoccupa non soltanto lulterio-
re esborso di denaro ma la percezione che il versamento
dellImu non servir a risanare il nostro Paese.
Il gettito fscale dei primi 4 mesi del 2012 risultato in-
feriore alle previsioni ma ci ovvio perch quando c la
recessione i redditi calano, le famiglie non hanno redditi da
spendere e quindi il gettito delle imposte sui consumi cala
nonostante si cerchi di alzare le aliquote IVA.
Il prossimo obiettivo tender a individuare possibili ri-
sparmi sulla spesa pubblica, quella improduttiva, tagliando
sprechi e trasferimenti troppo generosi di cui si pu fare a
meno. A differenza di altri paesi europei in Italia la spesa
pubblica da troppi anni pare indipendente dalla quantit e
dalla qualit dei servizi erogati.
La concorrenza non c nel settore pubblico, pur essendo
probabilmente realizzabile per almeno una parte dei servizi
sociali. Il contribuente quindi obbligato a impiegare una
quota dei propri redditi per fnanziare in maniera obbligata
i costi dei servizi pubblici, alcuni dei quali probabilmente
non comprerebbe se fosse libero di scegliere.
Una spesa pubblica indipendente dalla quantit e qualit
dei servizi pubblici implica una tassazione indipendente
dai redditi prodotti dai cittadini e imprese. Infatti redditi
decrescenti a causa della recessione dovrebbero produrre
un gettito decrescente. Invece la pressione fscale tende ad
aumentare in periodi di crisi per mantenere inalterato lof-
ferta dei servizi stessi.
Cosa bisognerebbe fare allora?
evidente che per aumentare il gettito bisogna iniziare a
ridurre le aliquote fscali al fne di contribuire a rilanciare il
motore delleconimia frenata dallalta pressione.
Ci potrebbe essere pi agevole se lo Stato rispetasse il
vincolo in base al quale sono le entrate pubbliche conse-
guibili con aliquote eque e ragionevoli a stabilire quanto
esattamente lo Stato pu spendere, e non il contrario.
Romolo Gaudini
VOCI DAL WEB
I cittadini pagheranno di tasca propria anche la perizia tecnica gi effettuata dallEnte
Titolo titolo itolo titolo
7 6
Il Circolo Tennis di Mosciano SantAngelo conquista la serie A2
Limpresa impossibile stata compiuta
LEVENTO
OOcchiello
CULTURA
Tutti gli uomini tendono per natura al
sapere
L
associazione Musiano
1397nasce nel dicembre
del 2010 per volont di al-
cuni ragazzi con lobiettivo di creare
un punto di riferimento per laggre-
gazione giovanile e risvegliare quel-
la che defniscono la moscianesit,
soprattutto tra i pi giovani.
Lo scopo primario quello di or-
ganizzare manifestazioni culturali
ed eventi sportivi per valorizzare il
nome e la storia del nostro comu-
ne cercando di riportare a breve a
Mosciano il Palio delle Torri, ormai
scomparso da diversi anni, tentando
di ricreare quella cultura contrada-
iola di sana rivalit ma allo stesso
tempo di coesione nel nome dellap-
partenenza allo stesso territorio.
Tra le iniziative da loro organiz-
zate spunta il Torneo delle Torri
di calcetto, giunto alla IV edizio-
ne, e la Cena tricolore svoltasi lo
scorso anno per festeggiare il 150
anniversario dellunita dItalia con
lallestimento di una bella mostra di
foto depoca della nostra Mosciano,
un modo per far rivivere agli anziani
il paese di un tempo e far conoscere
ai pi giovani le proprie radici. Tra
gli eventi musicali organizzati spicca
invece il Musiano Reggae Night
dello scorso anno che ha riscosso
un gran successo con un pubblico
giovane proveniente da diverse parti
della regione, oltre che la pi recente
serata nella quale lassociazione ha
ospitato Antonio Sorgentone con la
sua band, noto musicista e showman
conosciuto in tutto il territorio nazio-
nale per le sue performance di rocka-
billy e la sua musica anni 50-60.
Lattuale presidente dellassociazio-
ne Michele Pompizii e il vicepre-
sidente Moreno De Flaviis, i quali
sono supportati da un direttivo che
conta sullimpegno di altri 12 ragaz-
zi.Tutta la loro attivit e le news sulle
iniziative che organizzeranno potete
seguirle sulla loro pagina Facebook
Associazione culturale Musiano
1397. Ricordando che ovviamente
unassociazione no proft e totalmen-
te autofnanziata non possiamo che
raccogliere il loro appello al soste-
gno da parte di tutti i cittadini con la
partecipazione ai loro eventi: solo in
questo modo si potr arrivare a fare
qualcosa di importante.
Mirko Rossi
M
osciano avr per un anno il suo campione dItalia:
Matteo Di Serafno, ragazzo di Selva Piana di 26 an-
ni, che nel corso della settimana tricolore di ciclismo, svol-
tasi dal 18 al 25 Giugno a Castel Tesino in provincia di
Trento, si laureato campione italiano nella categoria Elit
senza contratto. Dopo una stagione piena di onorevoli piaz-
zamenti (tra i quali il notevole terzo posto nel tappone dolo-
mitico sul passo Gavia e sul passo del Tonale del GiroBio,
chiuso a soli 2 55 al quarto posto della classifca genera-
le vinta dallamericano Joseph Dombrowsky che corre per
il Bontrager Trek Livestrong Team del campione statuni-
tense Lance Armstrong) gioved 21 Giugno arrivata que-
sta vittoria che probabilmente lo ripaga delle tante occa-
sioni sfumate solo per coincidenze sfortunate oltre che del
mancato passaggio tra i Pro dopo lo stage della scorsa esta-
te con lAndroni Giocattoli, squadra del neo campione ita-
liano Franco Pellizzotti.
In una gara diffcile per il percorso pieno di saliscendi e
resa ancora pi dura dalle condizioni metereologiche (so-
lo 35 atleti al traguardo su 98 al via), Matteo Di Serafno
ha mantenuto sempre il controllo della situazione restando
sempre nelle prime posizioni del gruppo. Nel momento de-
cisivo riuscito ad inserirsi nel gruppetto fnale che ha stac-
cato i restanti corridori sullultima discesa regolando poi la
volata a ranghi ristretti con un margine notevole. Per Mat-
teo, che corre attualmente per la squadra dilettantistica Ve-
ga Prefabbricati Montappone, la vittoria al campionato ita-
liano stata sicuramente unottima vetrina per mettersi in
luce agli occhi dei DS delle squadre professionistiche ed
proprio di pochi giorni fa, infatti, che proprio dal sito inter-
net del team pro Androni Giocattoli Venezuela stata uf-
fcializzata la notizia della frma del contratto che legher il
nostro concittadino alla squadra guidata dal DS Gianni Sa-
vio a partire dal 1 Gennaio 2013. Chiss che al prossimo
Giro DItalia, semmai ci sar un passaggio dalle nostre
parti, non assisteremo a quello che nel gergo ciclistico vie-
ne chiamato il saluto dellenfant du pays al passaggio del-
la carovana rosa? Facciamo a Matteo un enorme in bocca al
lupo per la sua nuova avventura.
di Daniela Ferrante
Q
ualche mese fa, in una punta-
ta della trasmissione Le storie
Diario italiano, Corrado Au-
gias ha presentato al suo affezionato
pubblico, al quale appartengo, un la-
voro editoriale e cinematografco che
mi ha immediatamente incuriosita.
Se hai una montagna di neve tienila
allombra il titolo, bello e suggesti-
vo, pieno di echi di saggezza antica e
popolare. E la frase pronunciata da
un anziano barcaiolo del Po che espri-
me, attraverso un esempio cos prati-
co e al contempo poetico, lesigenza
di custodire e preservare la memoria
del sapere e del saper vivere. Nella
sua esperienza, nella sua sensibilit a
questo corrisponde il signifcato della
parola cultura.
Il sottotitolo del libro e dei DVD
allegati recita infatti Un viaggio nella
cultura italiana. La sua autrice, Elisa-
betta Sgarbi, regista e Direttore Edi-
toriale della Bompiani da molti anni.
Per RAI Cinema ha lavorato a questo
progetto viaggiando lungo la penisola
insieme ad uno scrittore ed un flosofo,
Edoardo Nesi ed Eugenio Lio, inter-
vistando una moltitudine di persone
tra le pi diverse. Scrittori, editori,
flosof, artisti, cio quegli intellettuali
che producono, interpretano, vivono di
cultura, ma anche tanta gente comune
e di passaggio, incontrata per strada,
nelle piazze, nei luoghi di lavoro. Per
tutti lo stesso punto di partenza. Poche,
terribili e fondamentali domande, co-
me racconta lautrice imbarazzanti per
chi doveva farle e in qualche caso per
chi doveva rispondere: cos la cultu-
ra, cosa ne pensi, oggi importante
oppure no, perch? E ancora: leggi?
Cosa? Vedi dei flm? Quali?
Tutti hanno risposto che la cultura
fondamentale per la nostra identit,
per la memoria e per il futuro, per le
prossime generazioni. E poi, per,
quando chiedevamo loro se leggeva-
no, rispondevano quasi sempre di no.
Senza imbarazzo ci raccontavano che
a leggere si annoiano. Che leggevano
da giovani, ma ora non pi. Che vanno
a scuola e devono studiare e cos non
riescono pi a leggere per diletto. Che
hanno un lavoro duro o che sono senza
lavoro. Che devono pensare alla casa
e ai bambini. Che preferiscono andare
su Internet. Che guardano la televisio-
ne. Che non hanno tempo, insomma, di
leggere nulla. Nessun libro. Zero.
Se pure vero che la cultura non si
identifca solamente e totalmente con
il sapere, se essere intelligenti non si-
di Chiara Di Giammarco
I
l piccolo ma grande Circolo Tennis
Mosciano approdato in serie A2.
A poco pi di una settimana
dallepica vittoria sul fortissimo Cir-
colo Canottieri Nino Bixio 1883 Pia-
cenza al ct Mosciano si ancora in-
creduli. Increduli per diverse ragioni:
la prima che quello di Mosciano
un circolo piccolo e giovane e, se nella
provincia di Teramo si poteva pensare
a una promozione tanto prestigiosa,
di certo non ci sia aspettava che fosse
Mosciano a guadagnarla; la seconda
che il nostro circolo affrontava la sua
fnalissima con una pesante sconftta
sulle spalle che lasciava ben poco spa-
zio alla speranza.
APiacenza, infatti, la fnale di anda-
ta si era conclusa con una pesantissima
sconftta per 4-2 contro un avversario
davvero forte che sotto il sole della
pianura padana era sembrato invincibi-
le. Ma domenica 24 giugno i nostri ra-
gazzi non si sono lasciati abbattere dal
risultato che li vedeva partire sfavori-
ti e hanno lottato per guadagnare un
punto dietro laltro, ci hanno creduto e
hanno fatto sognare il numerosissimo
pubblico presente fn dal primo match.
Il primo stato Marco Petrini, atleta
moscianese doc, che rientrava in cam-
po dopo un infortunio al braccio e che
nonostante ci ha lottato stoicamente
per il primo set e si imposto nel se-
condo. Poi c stata la vittoria del miti-
co Roberto Palpacelli, quarantadue an-
ni e nemmeno una sconftta in tutto il
campionato (aveva vinto anche a Pia-
cenza con la febbre!): perso il primo
set al tie-break contro un avversario
pi giovane e di tutto rispetto come Al-
banesi, si imposto negli altri due con
una scioltezza quasi disarmante. Terzo
a festeggiare il colombiano Cristian
Rodriguez. La sua stata una partita
diffcile, contro un atleta talmente for-
te che a Piacenza aveva impressionato
tutti i presenti per aver giocato un ten-
nis di forza e senza errori: il bresciano
Mauro Bosio che, dopo aver perso il
primo set, si imposto nel secondo e
nel terzo, ma sul 5-1 ha trovato una ri-
sposta del colombiano che, nonostante
i problemi alla schiena, ha messo in
atto una rimonta capace di sciogliere
gnifca necessariamente essere colti o
raffnati, sembra per che nellespe-
rienza di molti le pratiche, gli strumen-
ti e le esperienze della cultura siano
totalmente irrilevanti, estranei ad ogni
desiderio di conoscenza, di crescita, di
miglioramento.
Intervistato insieme a Sandro Vero-
nesi ed Enrico Ghezzi, il giornalista di
Repubblica Antonio Gnoli, a questo
proposito, sottolinea come la cultura
oggi sembra importante di per s, non
in quanto strumento, ma come immagi-
ne autoreferenziale.
Se al contrario intendiamo la cultura
come necessit intellettuale, curiosit,
atteggiamento verso il mondo che ci
circonda, desiderio, allora siamo molto
lontani da questa posizione, che guarda
con fastidio, come fosse un tarlo, oppu-
re con distacco la cultura che ci circon-
da, con tutte le sue possibilit.
Naturalmente nel flm e nelle inter-
viste emergono anche tanti altri spunti
interessanti, a volte rivelatori a volte
deludenti, che illuminano o mettono in
ombra esperienze di vita e di lavoro,
volti e luoghi, in una narrazione che
restituisce tutta la stratifcazione della
cultura di ognuno, un bagaglio indivi-
Catenaccio
associazioni
SPORT
Musiano
1397
Di Serafino campione dItalia
le ultime riserve di tifo e scatenare un
pubblico gi esaltato.
Ma lapoteosi arrivata con largen-
tino Gaston Giussani, ormai mosciane-
se dadozione. Latleta del Mosciano
ha dovuto prima vincere una partita
con se stesso e poi quella col suo av-
versario. Il tennista, infatti, tanto le-
gato al ct Mosciano, era talmente teso
dallimportanza che avrebbe avuto il
suo punteggio per le sorti del circolo,
che ha iniziato il match con paura
ma vinto il primo set col punteggio
7-6 ha dominato nel secondo chiuden-
dolo 6-3. Sul 4-0 il Piacenza avrebbe
dovuto vincere entrambi i doppi per
pareggiare ma il sorteggio ci ha visti
favoriti con il nostro doppio delle me-
raviglie Giussani-Rodriguez contro
il loro pi debole Albanesi-Pecorini
mentre Palpacelli-Petrini incontravano
la temibile coppia Bianchini-Bosio. Il
primo doppio fnito con un netto 6-1
6-1 che ha dato il via ai festeggiamenti,
dallinvasione di campo da parte di tut-
ti i sostenitori allidrante impazzito in
mano a Roberto Palpacelli che non ha
risparmiato nessuno, neanche larbitro.
Festeggiamenti lunghissimi che si
sono protratti fno a notte tra balli di
gruppo e bagno di mezzanotte. Insom-
ma, come cantava David Bowie we
can be heroes just for one day, cos
che sono stati gli atleti del ct Mosciano:
eroi. n
In alto, la squadra
con lo striscione
dedicato alla serie
A2. Al centro,
i festeggiamenti
di Giussani,
Rodriguez, Diomedi
e Palpa. Sotto, la
dirigenza
del Circolo Tennis
Mosciano
al completo
duale e sociale che ne vera sostanza.
Dal delta del Po a Milano, da Roma
alla Sicilia, le parole degli intervistati
intrecciano interpretazioni flosofche,
antropologiche, politiche dello stato
attuale della cultura in Italia a libere
sensazioni suscitate dalla stessa parola.
Franco Battiato, che ne ha curato anche
le musiche, Umberto Eco, Lucio Dalla,
Mario Sgalambro, solo per citare alcu-
ni degli intellettuali ed artisti che han-
no contribuito, con le loro opinioni, al
progetto dellinchiesta. Agricoltori del
ferrarese, un parroco, un farmacista, un
ristoratore, giovani e anziani, i lavora-
tori della Salina siciliana della Laguna
dello Stagnone: tutti testimoniano e
raccontano, direttamente o indiretta-
mente, che la cultura un modo des-
sere; quando c nasce da unesigenza
profonda, costa fatica e dedizione.
I luoghi del flm parlano della bel-
lezza del quotidiano, della luce del no-
stro paese, della cultura cinematograf-
ca che ci distingue. Il lavoro dedicato
al compianto cineasta Luciano Emmer
e si vede, io credo, in ogni inquadratu-
ra. Verso la fne, una spregiudicata si-
gnora intervistata a proposito dellim-
portanza della cultura nella nostra vita,
dichiara senza peli sulla lingua che la
parola cultura antipatica, indisponen-
te e conclude aggiungendo chi se ne
frega di un uomo colto? Perch, poi,
deve esserlo?
E voi che ne pensate? n
8
N
ellambito del Salone del Libro di Poesia di Verona, pro-
mosso dallAccademia Mondiale della Poesia, si sono av-
vicendati importanti momenti letterari con gli interventi attivi
di noti operatori culturali e autori abruzzesi. Domenica 10 giu-
gno 2012, presso la suggestiva cornice del Palazzo della Gran
Guardia, si tenuta la presentazione del libro Amazzonia oce-
ano di alberi di Mrcia Thephilo, prefazione di Mario Luzi,
Edizioni Tracce, Premio Speciale Camaiore e Premio Montale
2012 per la poesia. Ha presentato la scrittrice e giornalista pe-
scarese Daniela Quieti e ha coordinato Nicoletta Di Gregorio,
Presidente delle Edizioni Tracce. Mrcia Thephilo ha affasci-
nato tutti con un canto lirico che si fa voce dei miti della foresta,
delle grandi visioni dacqua, di vento, delle metamorfosi degli
elementi, in sintonia con la polifonia dei suoni di una natura di
cui interpreta il grido di dolore in difesa della sua biodiversit e
sopravvivenza contro la deforestazione, linquinamento, linva-
sione del cemento.Lautrice, candidata al Nobel per la letteratu-
ra e Testimonial dellUnesco per la biodiversit, in questope-
ra, con grande sensibilit ambientalistica, dedica una sentita ed
emblematica lirica alla citt dellAquila colpita dal terremoto,
creando un ponte ideale fra due paesaggi identitari tanto diversi
ma accomunati nella stessa tragedia di perdita e distruzione.
Sempre domenica 10 giugno, si tenuta una performance
della poetessa pescarese Bibiana La Rovere. Nel pomeriggio
di luned 11, nella splendida Sala degli Arazzi del Municipio di
Verona, si svolta la cerimonia conclusiva di premiazione del
3 concorso nazionale di poesia via sms Dietro il paesaggio,
promosso dallAccademia Mondiale della Poesia in collabora-
zione con lAssessorato alle Politiche Giovanili del Comune.
Liniziativa, patrocinata da: Parlamento Europeo, Commissio-
ne Nazionale Italiana Unesco, Ministero per i Beni e le Attivi-
t Culturali, Regione Veneto, Provincia di Verona, Vodafone,
Accademia Kronos, Uffcio Scolastico Territoriale, FAI Fondo
Ambiente Italiano e WWF Oasi, ha registrato ladesione di nu-
merosi partecipanti nelle varie sezioni. Presenti alla cerimonia
lAssessore alle Politiche Giovanili Alberto Benetti, il Presi-
dente dellAccademia Mondiale della Poesia Giorgio Pasqua,
la poetessa e antropologa brasiliana candidata al Premio Nobel
Mrcia Thephilo Presidente della Giuria, il Direttore Vodafo-
ne per il Nord-Est Marco Ferrero, Annalisa Tiberio dellUff-
cio Scolastico Territoriale e il Procuratore Capo del Tribunale
Militare del Nord Italia Enrico Buttitta. Tra i maggiori rico-
noscimenti conferiti, il primo premio andato a Nicoletta di
Gregorio, presidente delle Edizioni Tracce di Pescara, e il
premio speciale della giuria al noto poeta Davide Rondoni.Il
titolo del concorso rende omaggio al poeta Andrea Zanzotto,
recentemente scomparso, che al paesaggio ha dedicato la sezio-
ne della sua prima raccolta del 1951 Dietro il paesaggio, e si
ispira alla Convenzione Europea del paesaggio, sottoscritta nel
2000 a Firenze dal Comitato della Cultura e dellAmbiente del
Consiglio dEuropa.
Daniela Quieti
Edizioni tracce TRACCE
lapiazzadimosciano@gmail.com
Periodico di informazione
Edito dallassociazione La Locomotiva
Reg. Trib. Te n 633 del 05.07.2010
Direttore responsabile:
Gabriele Di Giuseppe
Direttore editoriale: Attilio de Benedictis
Redazione: Stefania Di Benedetto, Daniela
Ferrante, Mirko Rossi, Carlo Torquato
Grafca e web: Gianfredo Barrettara
Stampa: Tipografa 2000 - Mosciano S. A.
stampato in proprio - chiuso il 26.03.2012
Poeti abruzzesi al Salone di Verona
luGlIo
luNEDI 2 - Piazza Saliceti, ore 21
SaGGIo DI Danza Scuola Studio 83
MARTEDI 3 - Piazza Saliceti, ore 21
SaGGIo ass. MoSCIano MUSICa
MERCOLEDI 4 - Largo Savini, ore 21
KARAOKE
GIOVEDI 5, Piazza Saliceti ore 21
SaGGIo DI Danza
Palestra Enia Club
VENERDI 6, Via Passamonti- ore 22
VASCOROSSITRIBUTE BAND
SABATO 7, Piazza Saliceti ore 21
IL KARATE arte, Cultura e Sport
ENERGY CLUB Mosciano
SABATO 7 e DOMENICA 8
Via Anfteatro ore 21
Festa della Birra Artigianale
S.Biagio Live Music
pizza e arrosticini
SABATO 7, Via Anfteatro- ore 21
Notte della Taranta con il gruppo
LENTICLA NIGRA
DOMENICA 8, Via Anfteatro ore 21
Rock classico anni 70 e 80 con il
gruppo THE MUFFINS
SABATO 7 e DOMENICA 8 C.da Ripoli
Festa in onore di San Gabriele
Sabato 7 - ore 21,30
Teatro dialettale Lu diciave Tat
con I Senza nome
Domenica 8 - ore 21,30
orchestra nadia Casadei
LUNEDI 9, Piazza Saliceti - ore 21,00
Concerto Musicale
Chiesa Cristiana Evangelica
MARTEDI 10
Via Passamonti e L.go Savini, ore 21
Intrattenimento musicale
MARTEDI 10, Piazza Saliceti ore 21
Summer Sound ass. Mosciano Musi-
ca
MERCOLEDI 11, L.go Savini-ore 21,00
KARAOKE
dal 11 al 15 LUGLIO
piazza Saliceti e via Marconi
FESTA DELLA PIZZA
MERCOLEDI 11
Piazza Saliceti ore 21,00
MOSCIANO FOLK FESTIVAL 1 ed.
Via Marconi ore 21,00: KARAOKE
GIOVEDI 12
Piazza Saliceti ore 21,00
MOSCIANO FOLK FESTIVAL
Via Marconi ore 21,00
MADRE TIERRA - Musica latina
VENERDI 13
Largo Savini ore 21,00 KARAOKE
Piazza Saliceti-ore 21,00
MOSCIANO FOLK FESTIVAL Edizione.
Via Marconi ore 21,00
PIANO BAR CON MAx
SABATO 14Piazza Saliceti- ore 21,00
I MITICI CaToDICI in concerto
Via Marconi ore 21,00
Musiano Acustic Band
DOMENICA 15
Piazza Saliceti ore 21,00
SoUnD oF SoUL in concerto
Via Marconi ore 21,00
Gruppo musicale MISTER K
Durante la FESTA DELLA PIZZA, in via
dellAsilo, avranno luogo dimostrazioni
e prove di TIRO CON LARCO, a
cura dellA.S.D. Compagnia Arcieri
dellAdriatico
DOMENICA 15
C.da Rovano -Via Italia ore 7,30/19,00
MANIFESTAZIONE NON AGONISTICA
1 TROFEO ITALIA CITTA DI MO-
SCIano organizzato da ABRUZZO
RACE ASD di Pescara
MERCOLEDI18 e VENERDI 20
Largo Savini-ore 21,00: KARAOKE
SABATO 21, Piazza Saliceti- ore 21,00
Sflata di Moda: I BIMBI DI ADRIANA
MERCOLEDI 25 e GIOVEDI 26,
Montone Festa in onore di S.Giacomo
e S.anna
MERCOLEDI 25 e VENERDI 27
Largo Savini-ore 21,00: KARAOKE
SABATO 28, Piazza Saliceti - ore
21,00
Canti e danze della Tradizione Abruz
zese - Ass. Corale Acquaviva
DOMENICA 29, Piazza Saliceti ore 21
MISS MOTORS CON BIMBI IN PASSE-
RELLA
LUNEDI 30 e MARTEDI 31,
Via A. Meloni (fronte stadio)
Serata in musica con pizza, birra
ed arrosticini
AGOSTO
MERCOLEDI 1 e VENERDI 3
Largo Savini-ore 21,00: KARAOKE
Dal 3 al 5 Montone
TRA IL SOLE E LA LUNA
Dal 7 al 9- Largo Savini- ore 21,00
KARAOKANTI ALLO SBARAGLIO
Dal 10 al 12 Piazza Saliceti
Festa dellAnziano, Circolo Anziani,
pensionati ed Invalidi Uniti Per La Vita
VENERDI 10- Piazza Saliceti, ore 21
Teatro dialettale I SENZA NOME
SABATO 11- Piazza Saliceti-ore 21
Orchestra spettacolo da ballo
QUInTIno GRazIanI
DOMENICA 12 - ore 21,00
Orchestra spettacolo da ballo
PINO, RINALDO E GIORGIO
MARTEDI 21 Via Passamonti e L.go
Savini, ore 21
Intrattenimento musicale
24-25- 26 - Centro Storico
FESTA DI SANTALESSANDRO
VENERDI 24 Via Marconi ore 18,30
Spettacolo di giochi e marionette
Piazza Saliceti ore 21,00
THE SOUL BUDDIES in concerto
SABATO 25 Piazza Saliceti ore 21,00
Spettacolo musicale GIUMaRIa
FoLK
Piazza Saliceti ore 24,00
ESTRAZIONE DELLA LOTTERIA
DOMENICA 26
Concerto bandistico
Citt di Mosciano
Piazza Saliceti- 0re 21,00
KATIA RICCIARELLI in concerto
Piazza Saliceti - ore 24,00
TOMBOLATA E FUOCHI DARTIFICIO
MARTEDI 28, Piazza Saliceti-ore 21
KARAOKE IN PIAZZA
ospite: Aldo Ruggieri
TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLESTATE MOSCIANESE

Interessi correlati