Sei sulla pagina 1di 16

WOOPY

di Marco Alama e Ruben Franceschi

Cera una volta, su un bordo di pagina Una macchia verde, ma non come si immagina. Questo piccolo punto era, in realt, uninutile e verde creatura... et voil!

...

Ma non verde di prati, di chiome o di fiori, ma verde di melma, che emette odori.

Gli piaceva urlare woopy tutto dun fiato, e, per questo, da tutti cos era chiamato.

WOOPY

10

11

Chi lha creato, per distrazione fatale, disegn incompleta questa creatura ovale.

12

13

E anche se lui di staccarsi immagina, non pu, perch incollato alla pagina.

14

15

Quindi, anche se il centro di pagina sogna, non lo raggiunge, pure se si impegna. Ma non vi incupite per il suo triste destino, perch Woopy ingenuo, come un bambino,

WOOPY GUARDA IN SU

16

17

e urla, e gioisce, stando su un lato, gridando il suo nome, felice e insensato. Sorride perch, nonostante tutto, stare sul margine non cos brutto.

WOOPY

18

19

Ma prova, ogni volta, spiccando un gran salto, a salire al centro, su verso lalto.

WOOPY CERCA DI LASCIARE I MARGINI...

20

21

E quindi rimane sempre stupito, quando non si sposta nemmeno di un dito.

WOOPY STUPITO

22

23

Poich, poverino, non ha il ricordo Che sempre e comunque attaccato sul bordo.

WOOPY PENSA...

24

25

Ma lui ci riprova a saltare, ostinato, poich non ricorda pi del passato.

WOOPY CERCA DISPERATAMENTE DI LASCIARE I MARGINI...

26

27

E avanti cos, per tutta la vita... ...ma si fa tardi, la storia finita.

28

29

Alla fine per, abbiam detto tutto, e, insomma, un racconto assai brutto. Ma dai, non poi cos male, perch ci ricorda una bella morale:

30

31

insegna che, comunque ti vada, bello sorridere, lungo la strada.

WOOPY