Sei sulla pagina 1di 163

Quando lamore vince nonostante tutto (new generation)

PROLOGO (Will) Mi chiamo William Ephraim Black, ma mi dicono Will. Sono figlio di Jacob e Alex Black, e ho una sorella, gemella, Sarah Margaret Black, ed io la chiamo come capita o Sarah o Maggy, come mi esce dalla bocca sul momento. Senza di lei non sono niente, ci complettiamo a vicenda, siamo le due facce della medaglia, lei quella calma, razionale, con giudizio e io...sono un ragazzo, un po bastardo, che non uso quasi mai la testa, sono impulsivo, tutto l`opposto. Cosi anche quando uno di noi sta male, all`inizio sta anche l`altro, ma poi passa e aiuta l`altra a calmarsi, e a ragionare, e non solo per il male dell`anima, ma anche quello fisico, se lei si graffia, anche se la ferita si rimargina subito, anche sul mio corpo appare una cicatrice, niente in confronto alla sua x quanto sia piccola, ma c`e, e i miei non sanno come spiegarlo. Abito ancora nel posto dove sono nato, La Push, in una villa a 3 piani, insieme ai miei genitori e ad altri amici, altre 4 famiglie, la casa grande, e non ci scontriamo o ci diamo adosso quasi mai, anche se tutti noi i ragazzi (io, mia sorella e i figli degli altri) abitiamo tutti allo stesso piano, all`ultimo, e non ci incontriamo molto spesso e non perche non ci sopportiamo, tutto il contrario, ma perche abbiamo sempre da fare, scuola (anche se adesso era vacanza) le ragazze andavano a fare shopping, mia sorella era sempre con il suo ragazzo (Sarah stava insieme a Seth Clearwater, il miglior amico di mio padre, era un ragazzo a posto, perfetto x mia sorella, anche se ero un po geloso, mi stava un pochino rubando la sorellina, ma lui mi stava molto simpatico) e poi io, il surf, la scuola (non che m`importava moltissimo ma papa ci teneva tanto) e la musica, soprattutto la musica, sapevo suonare la batteria, la chitarra e il pianoforte (da piccolo, penso che appena nato, mio zio, Edward Cullen, mi obligava a suonarlo, non mi piaceva moltissimo pero..a volte era rilassante). Oltre a questo, ero un ragazzo normale, mah, forse non molto normale. Ero alto un metro e ottanta circa, ero abbastanza...beh fatto e non facevo palestra, avevo la pelle scura, identica a quella di papa e mia sorella, lo stesso colore, i capelli lunghi, ma quasi ricci, a differenza di quelli di mia sorella che erano lisci come la seta, mah, pero, non era questa la mia stranezza, ma quella che il mio stato d`animo mi faceva cambiare il colore degli occhi, quando era aggitato, nervoso arrabbiato, felice, x ogni stato d`animo il colore dei miei occhi erano diversi, la mamma mi diceva che l`ho preso da lei, ma a lei non succedeva mai, e quando glielo chiedevo diceva che l`avrei scoperto, e che non mancava molto, mah. Oltre a questo..la mia vita era normale, avevo una famiglia grandissima, unita, simile, ma nello stesso tempo cosi diversa, per carattere, e aspetto fisico, mah, importate era che ci volevamo bene, e poi, avevo amici, molti, e quelli migliori erano proprio quelli che abitavano insieme a me, e poi, c`era un`altra ragazza, che pero mi stava abbastanza sulle scattole, una smorfiosa con la puzza sotto il naso, e non potevo parlare mai male perche mi diceva a papino, lo zio Edward, e poi la zia Bella mi avrebbe staccato la testa, si fa x dire. Mentre stavo facendo le riflessioni sulla mia vita ecco bussare alla porta Will, Will sei qui dentro? era la vocina bellissima e suove di mia sorella, non aspetta nemmeno che le risponda ed entra, vestita come sempre, jeans larghi, una maglietta larga

quanto le mie e un capellino, ok era strana, ascoltava musica altrettanto strana ed era una ragazza, mah, chissa cos`era successo, forse da piccola e caduta dalle braccia di papa e ha sbattuto la testa Ciao Will, che ci fai qui tutto solo? Non vieni con noi? Ciao peste, e dove andate <voi>? Beh...<noi> andiamo sulla spiaggia, un po di surf, poi mangiamo qualcosa, e poi forse andiamo in discoteca, vieni? chiese buttandossi sul letto vicino a me Chi altro viene? Cavolo Will, gli stessi di sempre, tutti i cugini ovviamente disse e capi che si rifferiva a quei 6 cugini con cui abbitavamo Non intendi anche il mostro di Lock Ness vero? chiesi preocupato, non volevo andare sulla spiaggia con QUELLA mia cugina Will cavolo, ma che ti ha fatto? sempre nostra cugina e sai che lo zio si incavola se parli male di lei Si si lo so, lasciamo perdere, tu non hai una persona che ti sta sulle scattole? Si, tu Ecco... COSA? Si Will, e adesso vieni oppure no? Non voglio perdere tutto il pomeriggio chiedendoti di venire con noi Ok ok mi alzo, ma vado a cambiarmi, non faccio surf cosi dissi indicando i jeans e la felpa che avevo adosso Ok io dico agli altri e ti aspettiamo in saloto disse e usci dalla stanza. Andai nella mia cabina armadio, detto cosi sembro una donna, ma la zia Alice dice che anche gli uomini devono avere una vasta guardaroba, mah. Presi il costume, sopra un paio di bermuda in jeans e basta, usci a petto nudo, non avevo quasi mai freddo, e poi faceva abbastanca caldo, anche se x caldo intendiamo intorno al 15 gradi. Mi guardai allo specchio, forse ci sarebbero state anche ragazze carine, anche se le avevo gia viste tutte nelle vicinanza e andai in saloto, scendendo le scale rumorosamente come al solito Will tesoro, grossa pero questa casa un giorno crollera disse la mamma ridendo, mia madre, la stessa di sempre, sempre bellissima, sorridente, felice insieme a papa, e lui, lui era perfetto, era il mio idolo in tutto e x tutto, anche quando lo facevo arrabbiare e mi mandava a quel paese lo volevo bene Ciao mamma, ciao papa, ohi ciao ragazzi dissi entrando in saloto Finalmente bell`addormentato disse Mandy, la figlia di Leah e Gaby, alta, pelle scura, capelli lunghi e neri, occhi smeraldo( erano stupendi) corpo da favola, forme e tutto il resto, e poi lei...era bellissima, era perfetta Ciao Mandy, carina come sempre dissi ironico E dai Will andiamo, se no quando arriviamo le onde saranno gia mangiate dalle balene disse Adam, il mio <vero> cugino, figlio di Rachel e Paul (Rachel era la sorella di papa) ci assomigliavamo abbastanza, di piu x la pelle il colore dei capelli, e il fisico, ma anche gli altri erano cosi, tutti grossi, beh ci credo i nostri papa erano dei colossi, anche se ero io un metro e ottanta, in confronto a papa sembravo un nanerotolo Sempre le solite batute stupide Adam disse Amanda, sua sorella, non gemella, era piu piccola di lui di un anno, si volevano bene, ma vedere che litigate, anzi, meglio di no, la gente penserebbe che sono stati allevati da un branco di lupi con gli ormoni ballerini come gli orsi appena usciti dal lettargo <wow Will che perle spari>

Eddai ragazzi, ma lasciate perdere le stupidagini tutti e due va, andiamo Mio fratello ha ragione muoviamoci, sapete com`e la mamma, quando arriveremmo alla spiaggia ci dira di tornare disse Mark, il fratello minore di Anthony, che aveva parlato prima, figli di Jared e Kim, l`unica che non aveva ancora parlato era Mirabel, la figlia di Sam, era piu piccola di me di due settimane, e poi gli altri, sempre piu piccoli. Ok dai, sapete che rompete quando parlate tutti insieme? dissi io Ciao mamma, ciao papa, ok noi andiamo, se stasera arriviamo tardi...siamo andati in discoteca dissi e salutai la mamma con un abbraccio e papa con una pacca sulla spalla. Come sempre di diceva, <come vorrei venire anche io, ma se tua madre lo scopre mi sbrana, letteralmente> e poi ci mettevamo a ridere. Uscimmo di casa, andammo in garage x prendere le tavole di surf Will, ma quando hai intenzione di pulirla? chiese Mandy Mah non saprei, non vorresti darmi una mano tesoro? dissi facendole l`occhiolino e lei come sempre arrossiva, la piccola mi piaceva davvero tanto, era proprio la piu piccola, se x questo intendiamo un paio di settimane, circa due, di differenza No, non voglio darti una mano x pulirla, x romperla si, con piacere, la romper sulla tua testa vuota disse mentre prendeva la sua, erano tutte nel mio garage Va bene Hulk andiamo dissi mentre la spingevo fuori dal garage Se io sono Hulk tu sei il mostro di Frankenstein Will Ahah ma non vedi quanto sono bello? Come puoi dire una tale scemenza? Ma quanto siamo modesti disse e inizi a correre verso la spiaggia con me che la seguivo a ruota, gli altri se ne erano gia andati, si annoiavano mentre noi ci prendevamo in giro, io mi divertivo da matti. Arrivatti sulla spiaggia mi tolsi le bermuda, e mi tuffai fra le onde x poi iniziare la gara con gli altri, gara che quasi sempre vincevo io PROLOGO (Sarah) Mi chiamo Sarah Margaret Black, solo Sarah o Maggy x gli amici (Maggy solo x mio fratello) e ho 17 anni. Sono figlia di Alex e Jacob Black, e ho un fratello gemello, William, un po scemo, pazzo, a volte idiota, ma che amo piu della mia stessa vita. Siamo uguali, ma nello stesso tempo diversi, anche perche..per essere gemelli non ci assomigliamo proprio moltissimo, tranne x la pele, i capelli (lo stesso colore) la forma degli occhi, delle labbra (anche se le mie soto piu piccole) e il neo sulla nuca, che io adoro e lui oddia con tutto se stesso, e non ne capisco il mottivo, ok un neo, pero piccolissimo, ed ha una forma strana, tipo una mezza luna, forse e x questo che mi piace. Come ragazza...beh..ero un po strana, mi vestivo come un maschio (vestiti larghi e capellino da baseball) ma mi piaceva, stavo comoda, ascoltavo anche musica <da ragazzi> come la chiama mio fratello, rap, mah, a me piaceva, poi passavo al rock, duro, e nelle giornate tristi pop, ok ero strana, forse aveva ragione, forse ero caduta in testa da piccola, ma i miei mi avevano assicurato che non fosse cosi, non mi avevo neanche fatta male da piccola...mah. A differenza di mio fratello io ero un po piu ragionevole, mi piace pensare bene a quello che devo fare, non mi fa piacere prendere le decisioni sbagliate, anche perche mi era capitato, molte volte, l`unica, e dico unica decisione che ho preso ed stata la migliore della mia vita stata accettare Seth. Seth, il mio ragazzo, bellissimo, alto, tutto muscoli, e pure cervello, pelle d`ebano, scura quasi quanto la mia, pelle che

sembra seta, occhi che mi sciolglievano il cuore sempre, e mi stato vicino sempre. Il primo riccordo che ho di lui risale a quando avevo 5 anni, mi riccordo della mia festa di compleanno, non era arrivato, perche aveva avuto un problema, e io, dopo che tutti se ne erano andati lo volevo vicino, cosi che mi misi a piangere x la tristezza, ma lui alla fine arriv, tardi, ma si fecce vivo, mi aveva anche portato un regalino, un braccialino che aveva fatto lui, era molto colorato, e da poco mi aveva detto cosa significava, era tipo un anello di fidanzamento, sulle prime mi arrabbiai visto che a quel epoca avevo solo 5 anni, ma mi ha detto che avrei capito, e poi avevamo fatto la pace. Da quel momento stiamo insieme, mai un litiggio, mai una semplice discuzione, mai una delusione, mai niente, era l`uomo perfetto, da piccola era come un fratello, poi e diventato il mio migliore amico, e alla fine, stiamo insieme da un anno ed e la persona piu dolce di questo mondo, e romantico, sempre col sorriso sulle labbra, mi coccola sempre, mi dice che mi ama ogni 5 minuti, mi fa sempre regali (non che lo volessi apposta) e quando siamo insieme mi bacia sempre, con dolcezza, ma anche passione, lo amavo con tutta me stessa, ma oltre un bacio non potevo andare, anche se avevo 17 anni, e lui mi capiva, non commentava mai, ma lo vedevo che ci stava male anche se non voleva ammeterlo. Quel giorno non sarei stata insieme a lui troppo tempo, avevo deciso di andare a fare surf insieme ai miei cugini (tutti abbitavano nella nostra casa tranne una, Nessie, che Will odiava, anche se non capivo perche, boh) Seth mi lasci andare con un sorriso, un bacio passionale, e una carezza, ed io andai a casa x cercare mio fratello, volevo che venisse anche lui e poi, a casa mia mi avrei incontrata con gli altri. Bussai alla sua porta e stava quasi dormando, abbiamo parlato un pochino, del piu...del meno...e alla fine l`ho convinto a venire anche lui. Usci dalla stanza x aspettarlo e lascialo cambiare, e giu vidi che c`erano gia tutti che mi aspettavano Mandy, la figlia di Leah e Gaby, Adam e Amanda figli di Rachel e Paul, Mark e Anthony, figli di Jared e Kim e Mirabel, la figlia di Sam, che era anche la mia migliore amica e poi anche mamma e papa che non avevo visto quando ero entrata in casa Ciao a tutti dissi e mi tuffai fra le braccia della mamma, per poi arrampicarmi su papa, era un colosso in confronto a me che ero appena un metro e 70, vabbe, non <appena> ma comunque, penso che papa passava i due metri e poi era enorme, aveva una marea di muscoli (come tutti gli altri ovviamente, tutti i nostri padri erano giganteschi, anche Seth, quasi quasi quanto papa che se fosse stato un semplice compagno di classe mi sarei presa una cotta) <eddai Sarah che dici? Ahah scema> mi dissi scrolandomi di dosso quei pensieri Ciao piccola, dove sei stata? chiese papa Da Seth risposi con un sorriso e lui mi guard storto, era un po geloso, forse perche Seth era suo amico, oppure perche ero ancora <la sua piccola> comunque quando faceva cosi era adorabile, gli stampai un bacio sulla guancia, ma si abbass lui perche io non ci arrivavo e poi mi sorrise Uffa Sarah, ma dov`e quella testa di cavolo di tuo fratello? chiese Mark e senti Mandy ridere, Will le piaceva, anche se non voleva ammeterlo Ehi piano Mark, nessuno puo dire testa di cavolo a mio fratello tranne me ci siamo capiti? chiesi e lui inizi a ridere, la mamma mi guard male Ok ok mamma, parlo bene, ok non e una testa di cavolo e una testa di...di...cazzeruola non mi viene niente dissi ridendo e papa sbott a ridere, la mamma gli pest il piede e si calm, si come no, rideva soto i baffi, mi aveva detto che adorava vedere littigare me e

Will, beh piu che littigare, ci prendevamo in giro. Mentre ridevamo ecco scendere mio fratello, bermuda e basta, era cosi orgoglioso dei muscoli che aveva che voleva farli vedere a tutti. Dopo che gli altri si sono datti da fare x sfotterlo un pochino e prenderlo in giro andammo a prendere le tavole da surf in garage, e lui come sempre inizi a parlare...e prendere in giro Mandy, che pero...non cedeva cosi facilmente, cosi che con un sospiro, io e gli altri gli lasciammo da soli. Scommettiamo che tra quei due ci sar qualcosa? disse Amanda Mah, finche non lo vedo io non lo credo rispose Adam, suo fratello Si ma littigano sempre...lo fanno sicuramente perche non vogliono riconoscere che si piacciono disse Mirabel Beh ma se e x questo lui littiga anche con Nessie e dice che non la sopporta dissi ridendo Eh gia, hai ragione disse Anthony posandomi una mano sulla spalla che mi scrolai via e lui si rattrist, gli piacevo, ma ero gia felice e impegnata eravamo arrivati alla spiaggia e Will con Mandy non si sentivano ancora Ragazzi io non aspetto quei due, chissa che porcherie staranno facendo ancora in garage, io vado a surfare disse Mark e io gli tirai un cazzoto Imbecille, vai a surfare va, e attento ad affogare brutto idiota mi arrabbiavo quando parlavano male di mio fratello Ok ok scusa, era solo un pensierino niente di piu disse rattristandossi mentre correva in acqua insieme a quello scemo di suo fratello Dai sediamoci, no ragazzi pero vero, che staranno facendo quei due? chiese Amanda mentre si sedeva Eddai Amy, Will non il tipo, fara lui il figo ma non e un cog*ione disse Adam a sua sorella Lo so, ma mi diverto a far incavolare Sarah disse ridendo, bella migliore amica, mah, lo era davvero, e pensando un pochino capivo perche ero cosi incavolata, forse perche Will era veramente felice, quando eravamo vicini lo eravamo insieme, invece quando eravamo lontani, quello che provava lui, in quel momento forse felicita, io provavo il contrario, cioe ero incavolata, e anche troppo, ma che diamine? Sarah, Maggy, Margaret, devo chiamarti anche col cognome x svegliarti? senti all`improvvisso Amanda, iniziamo a sentirmi piu contenta, sicuramente Will stava arrivando, e cosi era perche mentre stavo x rispondere ad Amanda senti le risate sue e di Mandy Ma allora avevo ragione io disse Mark uscendo dall`acqua Cosa avevo ragione tu moccioso? chiese Will Beh, primo anche se sei nato due settimane prima di me non vuol dire che sono un moccioso, brutto idiota e poi, lascia stare ho gia capito disse ridendo mentre si sedeva x terra, ed eccomi incavolata di nuovo, ma non perche Will era contento, ma perche odiavo Mark mentre faceva cosi, presi un pugno di sabbia e glielo buttai adosso, bello, era ancora bagnato quindi gli sarebbe rimasto adosso Ma che fai cazzo? sbott Senti, te l`ho gia detto che non te lo permetto, attento a quello che dici che ti faccio il culo a posto suo capito? Sarah che stai dicendo? chiese Will Perche non lo chiedi a lui?

Eddai Maggy ecco mi chiamava anche come lo faceva solo mio fratello Basta fare la mammina Brutto idiota, non sto facendo la mammina, solo la sorella che odia quando suo fratello viene preso x il culo mentre lui non presente urlai e iniziai a tremare un pochino Cosa? imbecille cosa stavi dicendo? gli chiese Will Qualcosa del tipo <chissa che porcherie staranno facendo ancora in garage> dissi e Will si irrigidi, poi si tuff sopra Mark e iniziarono a rottolare x terra E l`ultima volta che te lo dico, se spari ancora cazzate ti spacco la faccia senti mio fratello. Continuarono a rottolare x un altro bel po, e quando pensavo che dvevo intervenire senti le loro risate, si stavano divertendo, bene, idioti. Dopo essersi alzati, vidi Mandy prendere la sua tavola, and vicino a Mark e all`improvviso gli tir un calcio al basso ventre ero piegata in due dalle risate Questo non tutto Mark, hai tante da pagarmi disse e corse in acqua, seguita subito da mio fratello che rideva di gusto mentre Mark era ancora x terra. La giornata pass in fretta, tornammo a casa, ci cambiammo tutti e poi...la discoteca ci stava aspettando SPIAGGIA, POMERIGGIO CAPPUCCINO E SERATA DISCO (Will) Dopo aver rottolato con Mark, perche mi prendeva x i fondelli, visto che ridevo insieme a Mandy e lui pensava a cazzate, (da quando eravamo partiti da casa ci eravamo rincorsi un po, ma solo perche la prendevo in giro, naturalmente senza ferirla come aveva fatto lui e tanto meno l`avevo sfiorata, come pensava) corsi in acqua, seguendo lei, che si era arrabbiata parecchio, quando arrivai vicino a lei notai che aveva gli occhi rossi Mandy, senti...mi dispiace x quello che ha detto Mark, ma sai anche tu che un defficiente dissi mentre le alzavo il mento Gia lo so, ma non posso farci niente, non posso stare calma mentre lui parla di me in quel modo disse mettendo la testa sott`acqua Mandy, sai che non potrei mai mi lasciai sfugire, che defficiente Comunque, vuoi venire comunque in discoteca stasera? con me? Te lo terr lontano promesso dissi sorridendo, e lo fecce anche lei, quel sorriso bianchissimo che risalive in confronto alla sua pelle, aveva la faccia e i capelli bagnati, era una favola, un po mi dispiaceva che non fosse come Mark, ma subito dopo averlo pensato me ne penti, che maiale Certo che vengo, non mi faccio rovinare la giornatta da un babbuino che si crede l`ombellico del mondo degli sfigati, anche se...x quanto lo riguarda potrebbe anche darsi dissi ridendo, ma quanto era bella? Senti facciamo cosi, ho paura di fare qualcosa a Mark e non voglio che Jared mi sbrani anche perche poi littigherebbe con papa, e non lo voglio, che ne dici se usciamo, andiamo a prendere un gelato, oppure un cappuccino se hai freddo, poi...ti accompagno a casa, ci cambiamo e piu tardi andiamo in discoteca? wow che discorso lungo dissi ridendo e rise anche lei Ok, grazie Will, preferisco il cappuccino, ho un po freddo disse e la vidi tremare, la presi x mano Will ma sei bollente disse mentre mi stringeva la mano, la guardai strano e uscimmo

dall`acqua, ma vicino agli altri si stacco, un po mi fecce male, volevo quel contatto ma non volevo dar mottivo a Mark di prenderci ancora in giro Senti, fai finta di essere incazzata dissi, lei mi guard strana ma lo fecce Ragazzi noi ce ne andiamo dissi agli altri mentre mi asciugavo Ahh andate via insieme? E dove di preciso? ecco Mark, visto che ero in piedi gli tirai un calcio La porto a casa idiota, sta male x colpa tua, mi metterei a ballare se Leah ti staccasse la testa, anzi, se Gaby la aiutasse mi metterei pure a fare le capriole dissi mentre prendevo la tavola di surf, che non avevo nemmeno utilizzato come dovevo Ahah sai che se reagisci cosi mi dimostri che ho ragione bellezza? chiese e senti provenire da Mandy un suono...boh strano, sembrava un cane che ringhiava Brutto imbecille questa me la paghi, e bellezza chiami il tuo ragazzo defficiente disse lei e scoppiai a ridere ahah il suo ragazzo ahah Ma qualle ragazzo sei scema? Mi piaci tu dolcezza, e sono piu maschio che questi qui messi insieme Ahahah si amore anche io ti amo, come nel primo giorno di divorzio comunque, se continui cosi non sarai piu cosi...<uomo> Cosa intendi? Ti prendo a calci un`altra volta disse con un ghigno mentre si allontanava Questa ti fa il culo Mark dissi mentre la seguivo. Mentre tornavamo a casa non siamo mai stati zitti, ridevo per come aveva reagito, le dicevo che era davvero grande, anche se non capivo cosa le era successa, prima non avrebbe sfidato nessuno cosi, beh, era sempre piu carina. Arrivammo subito a casa, lei and nella sua stanza a cambiarsi e io nella mia, mi misi un paio di jeans e una maglietta nera, aderente, e scesi le scalle, dove mi aspettava lei, bellissima, con una gonna in jeans sopra le ginocchia e una maglietta bianca che in confronto alla sua pelle dava un effetto strabilliante. Dopo essermi ripreso da quella visione uscimmo di casa, presi la moto di papa, era piu piccola della mia ed ero egoista, volevo sentire meglio Mandy che si agrappava alla mia schiena, e teneva le mani sul mio petto, il cuore inizi a battermi all`impazzata e quasi fecci trabbellare la moto, meno male che eravamo arrivati. Prendemmo un cappuccino, mentre stavamo seduti vicini vicini e chiacchieravamo. Era cosi bello stare con lei, non ero nemmeno sicuro se quello che provavo x lei era qualcosa di veramente proffondo, ma mi piaceva, e anche tanto, cosi che ancora con quei pensieri tornammo a casa dove trovammo gli altri che guardavano la TV Finalmente ma dove siete stati, e che avete fatto? ancora Mark Ma che t`interesa quello che faccio io? chiese Mandy Beh non m`interesa quello che fai tu, ma quello che fatte voi se mi capisci in un secondo Mandy gli fu adosso con la faccia a due millimentri della sua Brutto idiota se non la smetti giuro che me la pagherai, e a differenza tua non mi serve qualcuno che mi protegga le spalle disse e vidi Leah, mio padre e Jared che ci guardavano Cosa vuoi dire? Beh facile, che senza tuo fratello non hai nemmeno le palle x sfidare una donna, che sarebbe capace di farti nero Ah no? Vediamo che ne dici bellezza disse e si alz in piedi stringendola tra le braccia, con prepotenza, mi sali uno strano suono dalla bocca, vedevo che lei stava provando a

liberarsi, mi stavo avvicinando x darle una mano, ma come in spiaggia lo prese sotto cintura, devo dire che ci sapeva fare Ahah cosa dicevi? Ed e la seconda volta in un giorno che le prendi, sei patetico, imbecille disse mentre correva di sopra, e vedevo Leah papa e Jared, ancora vicini, che si guardavano procupati, mah Beh io vado a vestirmi dissi e andai di sopra, andai anche a farmi una doccia, bollente, mi scelsi un paio di jeans neri, una maglietta bianca e attilata, mi guardai un pochino i capelli, anche se stavano gia ricci e belli misi un po di gel e usci dalla stanza, non prima di notare che avevo gli occhi di un azzuro stupendo, ok modestia apparte ma il colore era bellissimo, merda, e cosi capiscono tutti quanto ero felice. Mentre scendevo incontrai Mandy e barcollai, era stupenda, e diversa dal solito, aveva una mini-minigonna in jeans, bianca, una magliettina che non copriva quasi niente ma nello stesso tempo copriva tutto, si era truccata, aveva fatto qualcosa ai capelli, era...totalmente diversa, ma bellissima Ehi bell`addormentato, vogliamo andare? chiese Anthony guardandomi male Cosa? Andiamo in discoteca si o no? Non vorrei arrivare quando dovr gia tornare, ma che hai che sei cosi fuso? Fuso? Io? Uhm niente sisi ok andiamo, prendiamo la moto Ma hai detto che andiamo in macchina cavolo Ah ok dissi uscendo, andando nella macchina, non capisco del perche la macchina se ero da solo, boh Posso venire con te? Non voglio andare con quel idiota senti Mandy che era appoggiata al finestrino C...certo e bene balbetta. Lei sali, mi ringrazi con un sorriso e partimmo. Durante il percorso fino alla discoteca, che era a Port Angeles, abbiamo riso e scherzato, mentre ascoltavamo musica. Arrivati alla discoteca entrammo, prendemmo qualcosa da bere, lei stava soprattuto vicina a me, che fortuna...e beato me, e mentre pensavo di stare un po seduto mi chiama a ballare, facendo una faccina dolcissima a cui non potevo resistere cosi che iniziammo a ballare, lei era bravissima, e dopo un paio di canzoni movimentate eccone anche una lenta, e oddio che faccio, lei vuole continuare, e mi mette le mani sul collo, e io..che devo fare? ah si, mani sui fianchi e il cuore che va a mille Non pensavo che fossi un cosi bravo ballerino disse mentre appoggio la testa sul mio petto, oh cavolo e si accorge di come mi batte il cuore, cavolacci Mah, nemmeno io sapevo che eri cosi con le palle, e da quando questo cambiamento? Non fraintendrmi, mi piace molto ops pero..non capisco il mottivo lei divento rossa anche se non si notava proprio molto Mah.. che..mi sono stancata di essere presa in giro da tutti, e poi, spero che cosi posso piacere di piu disse ababssando la testa Mandy, tu non hai bisogno di cambiare cosi x piacere a qualcuno mi lasciai scappare e vidi il suo volto illuminarsi e guardarmi interrogativo Cioe io..ehm..voglio dire... Lascia stare Will disse e voleva staccarsi da me No aspetta, non intendevo prenderti in giro, dicevo sul serio, non devi cambiare molto, tu sei gia bellissima di tuo oh cavolo, ma perche non potevo tenere x me quelle parole? Cosa? Si ecco, e la verita, forse tu non te ne accorgi, ma sei piu bella di Mirabel, e pure del

mostro di Lock Ness che era la cigina Nessie Sei la piu carina della casa dissi un po scioccato da quello che usciva dalla bocca Non vero Will non voglio essere consolata, e la piu bella Sarah, non io Senti Mandy, davvero, che ti costra credermi? su mia sorella non faccio commenti, lei bellissima perche e la mia gemella ovviamente dissi facendole l`occhiolino e lei inizi a ridere Grazie Will disse appogiando di nuovo la testa sul mio petto, sentivo il suo profumo penetrarmi le narici, era cosi dolce, sapeva di fiori, piu mi avvicinavo e piu diventava dolce, troppo dolce, ma che diamine Ciao..ma vara vara chi si rivede, da quanto non ci vediamo piu ragazzi? senti una voce e mi girai, cavolo, perche ogni volta QUELLA persona deve rovinare tutto? QUANDO UNA PERSONA TI PUO ROVINARE UNA BELLA SERATA, E QUANDO UN`ALTRA TI RENDE LA VITA SPECIALE(Will) Cavoli, proprio sul piu bello, Mandy mi appoggi la testa sul petto, eravamo vicinissimi, volevo toccarla almeno un po, farle almeno una carezza sui capelli, ma no, niente, perche come sempre, la persona piu rompipalle del mondo deve rompere, beh se no non la chiamassi cosi Wow, scusate, ho interroto qualcosa? <ovvio che hai interroto che domande imbecilli> Oh tesorooooo Nessie quanto sono felice di vederti disse Mandy all`improvviso e and ad abbracciarla lasciandomi da solo, perfetto, stupendo, ma come poteva lasciare ME x andare da quel mostro di Lock Ness? Anche io sono felice di vederti, e da un po che non ci vediamo piu, saranno due giorni disse ridendo, che cavolo c`era di divertente? Ma a quanto pare non tutti la pensano come te, Will, non saluti piu la tua cuginetta? chiese, cuginetta grrrr e che voleva da me? Ok eravamo cugini, un po a mio modo la volevo bene, ovvio, faceva parte della mia famiglia ma...non la sopportavo, sempre a fare la figlia brava agli altri e alle sue spalle fa la <figlia di papa, piena di aree> Ehm ciao Nessie dissi grattandomi la nuca Ciao anche a te Will, e da quando si va in discoteca senza avvisare la cugina? questo non me l`aspettavo da voi disse facendo l`offesa Beh e allora tu che ci fai qui? chiesi acido, colpita in pieno Io ecco...che vuoi mostro? Non devo spiegare niente a te Buaha allora...prima il mostro sei tu visto che ti chiami Nessie, secondo, volevo farti capire che non hai diritto di dire a noi che non ti abbiamo avvisata, nemmeno tu l`hai fatto e adesso ti trovi qui dissi incrocciando le braccia al petto, avevo ragione Cavolo Ephraim sei sempre il solito str**zo Non chiamarmi cosi sbottai E poi perche sei venuta a rompere? Noi stavamo ballando dissi indicando anche Mandy che rimase in silenzio x lasciarci parlare Oh, scusate, ho interroto qualcosa? A dir la verita si stavamo ballando dissi Lascia stare Ness, comunque dopo quella canzone mi sarei fermata, andiamo a sederci, vieni Will? <con te in capo al mondo> Certo, siamo venuti insieme,insieme stiamo dissi sorridendo

Uhm, Mandy, non ti arrabbi se te lo rubo x un ballo? Uno solo poi vi lascio visto che anche io sono accompagnata cosa, adesso era troppo, QUELLA non l`avrei toccata Certo Ness fatte pure, io vado da Sarah e gli altri Ehm scusa ma...mi fanno male le gambe dissi andando verso Mandy ma lei mi prese x la maglietta, se l`aveva tirata troppo me l`avrebbe pagata E dai William, che ti costa? Un ballo, o ti vergogni? Ma come ti permetti scusa? E dai cavolo ma che sei sempre cosi acido, anche il yogurt al limone sarebbe piu dolce grrr che rabbia E va bene, cosi dopo te ne vai Ok Will io ti aspetto la insieme agli altri disse Mandy sorridendo, che bella, e sotto le luci della discoteca era cosi...cosi Allora? <cavolo svegliami sempre> la presi x mano e la portai a ballare, la canzone felice di prima fini, oh merda, ma perche mi metti una lenta? Grr ma chi cavolo si occupava della musica, io che ballo un lento col mostro di Lock Ness e troppo, dopo dopo ci trovammo nella stessa posizione in cui ero prima con Mandy, le mie mani sui suoi fianchi e le sue intorno al mio collo, solo che non mi poso la testa sul petto e meno male, era gia dura cosi Non sei proprio un cosi pessimo ballerino come credevo Si lo so, lo gia sentita questa Ma quanto sei acido Madonna, Will, ma perche sei cosi cattivo con me? Non ti ho mai fatto niente di male, sei l`unico a cui sto sulle scattole e anche se non mi credi io ci sto male, perche mi piace avere la famiglia unita, e tu anche se non lo vuoi ne fai parte la guardai sciocato e le toccai la fronte, era abbastanza fredda Ma...non hai la febbre...uhm ok devo portarti da un medico, che ti sei fatta prima di venire da me? Imbeccile, io non mi faccio, e solo che e quello che penso anche se a dir la verita nemmeno tu mi stai cosi simpatico E allora lasciami stare no? Senti, non so perche non ci capiamo, forse perche i tuoi modi non mi piacciono Cosa intendi? Lascia stare, non ti piacerebbe sentirlo Cosa? Che cavolo vuoi dire? Lascia stare ti prego, non vorei littigare Bene, ma non rimarr cosi, un giorno me lo dirai Sisi attenta che quel giorno sarai vecchia e con le rughe dissi ridendo Imbecille io non....lascia stare Tu non cosa? Io non...ti sopporto Gia nemmeno io, penso che e l`ora di smettere di ballare dissi brusco Non e ancora finita la canzone disse e non mi lasci andare Nessie davvero, sai che non ci sopportiamo...perche vuoi ballare con me? Puoi andare a prendere Adam, lui si che vorrebbe ballare con te dissi ridendo Will, ma io voglio ballare con te E perche mai? Perche adoro prenderti x il culo e farti arrabbiare problemi? <cosa? Ok adesso stava

esagerano> Ok basta adesso mi hai veramente stancato dissi e me la scrolai di dosso andando verso gli altri E dai Will, stavo scherzando Non m`interessa che tu stavi scherzando ok? Io non ti sopporto, tu..non so quello che cavolo vuoi, ma che io non ti sopporto la cosa piu importante quindi, sai che ti dico? complimenti, mi hai rovinato la serata dissi arrivato vicino agli altri Ma che succede? chiese Mandy preocupata, era l`unica che poteva calmarmi Niente, il solito, il mostro di Lock Ness che abbiamo come cugina mi ha rovinato la giornata, e quindi io me ne vado, Mandy, vuoi venire con me visto che siamo venuti insieme o torni piu tardi con gli altri? <dimmi che vieni con me ti prego> No Will, vengo con te, e poi, volevo gia andare solo che non volevo disturbare, questo cazzoide mi ha rovinato la serata pure a me disse indicando Mark Tu un giorno le prenderai dissi prendendo x mano Mandy mentre salutavo gli altri, fuori dalla discoteca mi resi conto del modo brusco in cui la fecci uscire Mi dispiace x averti stratonato cosi ma...ero arrabbiato dissi abbassando la testa mentre andavamo alla macchina Tranquillo Will, non preocuparti, invece io devo ringraziarti per avermi preso da quel posto, Mark non mi ha lasciato in pace nemmeno un secondo disse salendo in macchina E perche non sei tornata da me? Mi avresti salvato da Nessie, ti saresti salvata tu e mi avresti datto mottivo x spaccare la faccia a Mark Will, nostro cugino, non puoi farlo, poi non x me disse e rimasi in silenzio, non volevo dire niente, andavamo velocissimi in macchina, e in poco meno di mezz`ora eravamo a casa Eccoci qui disse scendendo Si dissi e lei stava x entrare in casa Ah Mandy aspetta dissi prendendola x il braccio Che c`e Will, prima entriamo, non devi mica andartene, e poi la tua stanza e vicina alla mia, parliamo mentre saliamo le scale No, non voglio che ci sentano gli altri Will, mi spaventi, che succede? Niente di grave, vieni qui dissi avvicinandola a me Sai perche sono rimasto in silenzio durante il viaggio? Perche qualcosa di quello che hai detto mi ha datto fastidio Cosa? Che volevo tornare con te o che avrei voluto venire da te mentre eri con Nessie? Mi dispiace non volevo Mandy, non essere scema ascolta, mi rifferivo al fatto che hai detto che non dovrei littigare con Mark soprattutto quel <non x me> Quindi? Come quindi? Come puoi dire una simile sciocchezza? Tu ti rendi conto di quanto vali? Cosa? Will che stai sparando? Non sto <sparando> niente, io voglio soltanto dirti che...ecco..senti..posso dimostrartelo? Mi viene difficile parlarne Cosa vuoi dimostrare? Comunque, fai pure se non riesci a dir... ma non fini la frase che l`avevo gia incollata al mio petto mentre col pollice sfiorai le sue labbra, per poi piano posarci sopra le mie. La senti immobilizzarsi, forse non dovevo, avevo esagerato, ma prima di staccarmi da lei la senti sfiorarmi la nuca, mettendomi le mani nei capelli, contatto che mi fecce vibrare fino alla punta dei capelli e fino al midollo. Le sue mani

erano delicate e le mie scivolarono sui suoi fianchi x incollarla ancora di piu a me, mentre le nostre lingue parlavano da sole, io amavo Mandy, era mia cugina si, ma ero innamorato di lei, e non potevo piu negarlo.

NON MI SAREI ASPETTATO UNA RISPOSTA COSI, PECCATO CHE SIAMO NEI GUAI Baciai Mandy, x la prima volta dopo tempo, che mi piaceva, la toccai, e non solo, la baciai, contatto che mi fecce impazzire, era da tanto che volevo farlo, e finalmente avevo avuto il coraggio, ma pensai di aver esagerato, cosi che mi staccai e subito dopo che lo fecci mi senti vuoto, e solo Scusami dissi, e non so perche Scusa x cosa? Will, cosa volevi dimostrare con questo? La tua prepotenza? Cosa? Mandy ma come fai a dire certe stupidagini? Con quello voglio dimostrarti che...che mi sono innamorato di te, anche se come cugini non dovremmo dissi sottovoce, e avevo paura di guardarla in faccia Will, non mi stai prendendo il giro? Cosa? Sai che non potrei mai farlo, ma...senti..dimmi qualcosa, tu perche hai risposto al bacio? Mi vuoi bene pure tu? chiesi....pauroso No Will, mi dispiace ma non ti voglio bene, perche...ti sembrer una parola grossa, ma io ti amo, e da tanto cosa? Mi...cosa? e da quando? Davvero? Mi limitai a stringerla al petto e respirare il suo profumo buonissimo, e siamo stati cosi x un bel po Sara meglio entrare, sicuramente i nostri hanno gia sentito la macchina disse Ok, entriamo dissi di malvoglia ed entrammo piano in casa, salimmo le scalle, le stavo incollato anche se non la sfioravo, ed eccoci davanti alle porte delle stanze, la sua era di fronte alla mia Beh...buonanotte Will disse aprendo la porta della sua stanza No aspetta dissi andandole incontro, aprendo la porta senza volerlo Da quando provi cio che provi x me? dissi, non volevo dire <da quando mi ami> forse non le sarebbe piacciuto Ehm io...da...da un po dissi timida Da quando? dissi e mi avvicinavo sempre di piu a lei, incollandola al muro Da quando...precisamente non lo so Will ti prego, adesso lasciami entrare, ho sonno Si ma prima...uhmm Prima devo dirti che...non voglio che lo sappia nessuno, puo rimanere tra noi vero? chiese e come risposta..non so perche, me la spalmai adosso baciandola ancora, lo avrei fatto continuamente, e lei rispondeva, senza paura, e non potevo che essere contento, anche se cosi era dir poco, era dolcissima, avevo persino paura di farle del male, volevo continuare ancora, e ancora ma avevo paura che tornassero gli altri, perche con lei perdevo la cognizione del tempo, e di malvoglia mi staccai Certo, e pure questo rimane tra noi sorrisi rispondendo alla sua domanda di prima e lei rispose al sorriso Ovvio che rimane tra noi, non voglio che lo sappiano gli altri, non mi va

Non ti va? Perche? Ti vergogni? Non questo non essere scemo solo che...mi sono stancata di essere presa in giro Mandy, te lo prometto che Mark non lo far mai piu e poi, non dovresti farci caso, e solo geloso perche non lo guardi come tutte le altre ragazze dissi acido, quello mi avrebbe dato filo da torcere Grazie Will disse e mi stamp un bacio a stampo x poi chiudermi la porta in faccia. Dopo essermi riccordato come si muovevano le gambe andai anche io nella mia stanza, e mi buttai sul letto, pensando a quello che era successo, e in poco mi addormentai, sognando Mandy. Il giorno dopo mi svegliai presto alle 5, come non era mai successo, chissa perche, andai a farmi una bella doccia calda, mi legai l`asciugamano alla vita e andai in cucina cosi, sapendo che a quell`ora non potevo trovare nessuno, invece c`era proprio lei, Mandy, con adosso un accapatoio cortissimo, azzuro cielo e con i capelli gocciolanti, cavolo, ingoiai a secco, ma cosi forte che mi senti e si gir, strabuzzando gli occhi, eh gia, cavolo, ero vestito quasi allo stesso modo, era diventata rossa Scusa, non sapevo ci fosse qualcuno in cucina, mi sembra presto dissi abbassando la testa, ma non potevo non guardarla, era bellissima Ehm..tranquillo Will, neanche io sapevo che ci fosse qualcuno sveglio a quest`ora, ehm vado a cambiarmi disse e fecce x andarsene ma la fermai Aspetta, quello di ieri sera non t`importa piu? Cosa? Will che diavolo stai dicendo? Scusa ma...e che...posso baciarti? chiesi senza guardale negli occhi, un po mi vergognavo Ah era questo, Will, non avrei pensato di dirtelo ma, non chiedimi di baciarmi, fallo e basta disse e sorrisi a 98 denti abbracciandola, spalmandomela adosso come la sera prima e dio, entrambi bagnati, con sono un pezzo di materiale adosso, e cavolo, ok Will altri pensieri, ehm sisi il ghiaccio si freddo, freddo, si ok, un tuffo in mare a dicembre, acqua ghiacciata, perfetto, freddo, ok mi sembra vada bene, ma non andava affatto bene, anche perche mi stava accarezzando le spalle Che diavolo state facendo? senti all`improvviso e mi staccai da lei, <oh merda, Leah e adesso cosa faccio? Questa mi stacca la testa cavolo, eh bravo Will in casa, stupido> Ho chiesto che stavate facendo? Mandy che significa tutto questo? Leah urlava e addio segreto, lo avrebbero saputo tutti Ehm mamma io ecco noi uhm... Mandy, smettila di balbettare cavolacci che guaio, tutta colpa mia Ehm o..ok uhmm, beh l`hai visto disse e abbass la testa William Black, come ti giustifichi? disse avvicinandossi a me, ok avevo ragione, mi avrebbe preso a calci Ehm io... Tu cosa? Che vuoi zia? Scusa se mi sono innamorato di tua figlia disse e in quel momento vidi entrare gli altri, oh merda, Mark rideva come un defficiente insieme ad Anthony, ed io ero molto arrabbiato, non so perche ma iniziai a tremare e andai verso di loro lasciando Leah Ok io, mi sono stuffato, o ti fai i fatti propri tu o te le prendi brutto imbecille dissi..con una voce strana, sembravo un cane che ringhiava William calmati subito senti tuonare mio padre

Amore ti prego calmati mi disse la mamma, mi calmai di poco, ma solo poco, viene vicino a me e notai che aveva gli occhi azzuri, penetranti, mi guardo negli occhi e mi calmai, ma non del tutto Ma quindi avevo ragione io ieri? eccolo ancora Mark, ed ecco ancora quel tremare di prima, gli occhi della mamma erano ancora piu chiari ma ero ancora arrabbiato, stavo x dirle due quando parl Mandy Mark, ma come puoi essere cosi stro**o? Come cavolo puoi dire una cosa simile? Io mi sono stancata di essere presa in giro, e non ti permetto di offendermi un`altra volta capito? anche lei aveva un tono di voce simile al mio Offenderti? si intromise Leah Si offendermi Mark che diavolo fai? si intromise Jared Lasciamo stare va che meglio dissi io Non ti farebbe piacere se riccordandomi prenderei a calci tuo figlio gli risposi William stai esagerando mi disse papa No papa, non sto esagerando, e so benissimo quello che dico quindi lasciamo perdere, vado a vestirmi e vado a farmi un giro dissi e andai alle scale ma Jared non mi lasci passare Will, sputa il rospo Uffa ma che vuoi sentire? Che ieri io e Mandy siamo arrivati alla piaggia ridendo e tuo figlio ci ha accolti con qualcosa tipo finalmente e allora avevo ragione io sul fatto che sono rimasti in garage a fare so io cosa Non glielo permetter un`altra volta e sappi che non l`ho preso a cazzoti solo perche non volevo che tu te la prendessi con papa Cosa? Cosa hai detto di mia figlia? ops...Leah Ehm ecco, eddai ma stavo scherzando disse Mark alzando le mani Jared, tieni a freno tuo figlio o non prendertela con me se torna da te piagnucolando disse anche Gaby entrando in saloto, ok la situazione si faceva spinosa Ok vabbe lasciatelo perdere, da parte mia fatte quello che volete, ma ti dico che se dice qualcosa un`altra volta gli spacco, la faccia, adesso me ne vado dissi e sali i primi gradini William, tesoro, calmati ti prego, non ti fa bene arrabbiare mi disse la mama e mi guard ancora negli occhi, mi calmai subito, ma cos`aveva? Perche non mi farebbe bene? Perche se ti arrabbi troppo potresti.. Alex la chiam papa e lei ammutoli come se stesse x dire qualcosa che non avrebbe dovuto Jake, ti prego, devono... Non devono un bel niente ancora, quindi, lasciatelo andare disse papa e gli ringraziai con un cenno della testa ma non sali nemmeno i primi gradini che fui fermato di nuovo Will aspetta, vengo pure io disse e mi corse dietro, mi prese la mano e iniziammo a correre x le scale. Stavo x entrare nella sua stanza ma mi riccordai che dovevamo cambiarci entrambi, eravamo ancora come appena usciti dalla doccia Mandy, vado a cambiarmi, ti aspetto qui e usciamo, ah, mi dispiace x il casino di prima, e stata colpa mia, sono stato io a chiederti un bacio dissi abbassando la testa Will, smettila di dire cavolate disse e mi stamp un bacio entrando nella sua stanza, poi io andai nella mia, mi vesti e usci, bussai alla sua porta e mi disse di entrare, si stava

chiudendo i bottoni dei jeans ingoiai a secco Scusa disse arrossendo Uhm io...tranquilla Andiamo sono pronta...ma..andiamo dove? Ops, non ci ho pensato, prima usciamo da qui, poi ci pensiamo Ok grazie mille Will disse baciandomi, cavolo quanto era dolce Andiamo piccola dissi e la presi x mano, saltando i gradini a quatro, aiutando anche lei a farlo, uscimmo di casa senza salutare nessuno e senza una meta NON M`IMPORTA DI NIENTE E DI NESSUNO, IO VOGLIO STARE CON LEI LA AMO E LEI CONDIVIDE(Will) Dopo essere usciti di casa abbiamo camminato un bel po, ci tenevamo x mano, ognuno persi nei propri pensieri, ed ero preocupato, forse era arrabbiata visto che ho detto a tutti che mi sono innamorato di lei, forse non voleva proprio questo, forse forse....forse non lo sapevo nemmeno io. Non sapevo dove stavamo andando, ma all`improvviso lei si butt x terra, sospirando, automaticamente mi misi accanto a lei, guardandomi attorno, eravamo nella foresta, vicino ad un ruscello, ci ero andato una volta con papa, diceva che era il posto prefferito, suo e della mamma, che ci andavano spesso e che li...uhm lasciamo perdere, non mi andava di vedergli in atteggiamente troopo intimi Will, perche non dici niente? Dimmi qualcosa sto impazzendo mi disse Mandy e rimasi a bocca aperta, era quello che avrei voluto dire anche io Mandy, mi dispiace, ma pensavo fossi arrabbiata, e visto che non mi dicevi niente, ne di bello ne di brutto ho deciso tacere, pensavo fossi arrabbiata con me perche ho detto a tutti che mi piaci Cosa? Will ma quanto sei scemo? Questo non m`interessa, io pensavo che quello arrabbiato fossi tu visto che x colpa mia hai littigato con gli altri Per colpa tua? Mandy che cavolo stai dicendo? Scusa le parole disse un po irritato Beh se tu...anzi se noi non ci fossimo...uhmmm..innamorati non sarebbe mai successo Cosa? Ma come puoi dire una simile assurdita? Sai che cosi mi fai male vero? tutto il mio tono arrabbiato era sparito adesso ero solo un ragazzo che fra poco si sarebbe messo a piangere Will, non voglio farti del male, non sarei mai capace, solo che...la penso cosi Beh allora smettila di pensarla cosi perche pensi male, e mica io me ne pento cavolo, ma come poteva pensare per un solo seconda qualcosa del genere? Gia nemmeno io, Will, davvero non mi stai prendendo il giro? Ti prego, dimmelo, non vorrei soffrire..e poi.. E poi basta disse e la baciai, primo perche lo volevo, secondo perche dovevo chiuderle la bocca per non dire fesserie, e come sempre lei era piu che felice di rispondermi, e sentivo il cuore uscirmi dal petto mentre il respiro mi si faceva pesante. Eravamo ancora stesi sull`era e senza pensarci mi appoggiai su un gomito e la sovvrastavo mentre scendevo con le mani sul suo corpo. Sentivo che il suo respiro se faceva sempre piu pesante, mentre lasciavo la sua bocco per scendere sul collo, dove aveva la pelle d`oca, e dio quanto mi piaceva vederla cosi Will, fermati disse e apri gli occhi, mi resi conto che ero sopra di lei in una posizione

alquanto...preocupante Ops, cavolo io, scusami..ehm..non volevo davvero scusami..mi sono lasciato un po troppo prendere la mano dissi balbettando, cavolacci, dopo questo si che mi dira che me la voglio portare solo a letto mentre non ha ragione, che imbecille Will calmati, solo che...non me la sento, mi dispiace, ma non preocuparti mi disse avvicinandossi a me, che mi ero allontanato di un bel po No davvero cavolo, non voglio che pensi male, ti prego, e che...mi sono un po lasciato andare, ma...non lo far piu Will, sta zitto ti prego, vuoi tranquillizzarti? Non successo niente, ed colpa mia perche non me la sento, o almeno, cosi credo, comunque non farti problemi, vieni qui disse e fu lei a consolare me per aver quasi fatto qualcosa che non voleva, <com` strana la vita> Will, saresti veramente capace di picchiare Mark per quello che dice? mi chiese all`improvviso Non per quello che dice, ma per quello che dice su di te e su di me, non che m`importasse di me ma comunque, x te farei qualcunque cosa, e dico qualunque dissi serio guardandola negli occhi Davvero? Ovvio sciocca, come puoi dubbitarne? Ti porterei pure la luna se mi fosse possibile <cavolo Will ma cosi la farai vomitare, sei troppo sdolcinato> Will... sospir Sei...sei cosi...romantico...da te non me lo sarei mai aspettato, ma la luna non mi serve, quello che puo illuminarmi sempre sei tu, e non mi serve altro disse senza guardami negli occhi, cavolo, non sapevo cosa dire, mi sentivo il cuore uscire dal petto, volevo dirle qualcosa...ma non sapevo come l`avrebbe presa Mandy....devo..dirti una cosa dissi Dimmi, cosa c`e che non va? Perche quella faccia? Ehm ecco...non c`e niente che non va e che..devo dirti una cosa..e..non so davvero come fare Will cosi mi spaventi, stai bene? Cosa succede? Si sto bene tranquilla e solo che... una cosa importante Beh ancora meglio, dai dimmi, ti ascolto Uhm ok te lo dico...ecco uhmm Vuoi smetterla di balbettare? Eddai Will che succede? Mi fai preocupare Non preocuparti e che..io...cavolo IO TI AMO MANDY le dissi a voce un po troppo alta e lei mi guard a bocca aperta e vidi una lacrima scendere sul suo volto Mandy scusami, che c`e? Non volevo Non volevi? No, cioe si, pero non volevo farti piangere, mi dispiace Will, ma come fai ad essere cosi scemo? Sto piangendo perche non sono mai stata cosi felice in vita mia, nessuno mi aveva mai detto che mi amava, quindi sono felice, me lo permetti? Oh vieni qui dissi abbracciandola di nuovo baciandola sui capelli Ovvio che te lo permetto, perche vedendoti felice divento io felice amore A...amore? Ehm, ecco se pensi che sia troppo non ti chiamo piu cosi cavolo avrei voluto chiamarla cosi tutta la vita

Will, sempre il solito scemo, pero anche io devo dirti una cosa Dimmi, tutto quello che vuoi Uhmmm ti amo anche io...amore cosa? Cavolo, sapevo che mi sarebbe stato dificile sentire un <ti amo> da lei, sapevo che mi avrebbe esploso il cuore, ma un <ti amo amore> mi fecce quasi svenire, non sapevo come mi chiamavo, quello di cui ero certa e che lei era insieme a me, e che mi amava cosi come io amavo lei. Senza pensarci ancora, preso da quell`euforia nuova la baciai di nuovo, ma non ero complettamente stupido, dovevo fare piano, anche se volevo, lottavo con tutte le forze contro l`istinto di farla mia, quando lei sarebbe stata pronta l`avrei accolta dimenticandomi che mi aveva detto di no, e anche se sembra cattivo detto cosi non era cattivo, la capivo e poi, pure a me tremavano le gambe, avevo paura pure io. Mi fecce stendere ancora sull`erba, e mi baciava piano, <ok Will, non esagerare, calmati, pensa..pensa all`inverno, un tuffo nella neve, fredda sisi bene cosi, non vorrai fare una bella figura del cacchio, pensa ad altro, e non alle sue labbra sulle tue, e non alle sue mani sulla tua nuca, che scendono sulla schina e non alle sue mani che affondano nella tua pelle ok adesso basta> Mandy, ti prego, non voglio fare qualche cavolata come prima, ti prego fermati dissi col respiro corto e tutti i miei sforzi andarono a quel paese, avevo paura di guardare in basso, ma lo fecci da stupido, e lei sugui il mio sguardo, diventando bordeaux Ehm scusa Will, uhm.. Ehm ok Mandy, non scusarti, scusami tu, cavolo che maiale, davvero, uhm mi dispiace No Will non scusarti, a voi uomini...uhm capita, uhm ecco, dovevo aspettarmelo, uhm tranquillo, sisi non fa..niente cavolacci era lei a consolare me Ma come fai? A fare cosa? Ad essere cosi...calma...sei tu che stai dicendo a me di stare calmo e sei tu a scusarmi mentre qui il maiale sono io Will, non sei maiale, solo che...capita, dai cambiamo argomento, e calmati Ok piccola, adesso...mi sono calmato dissi accenando verso il basso Allora puoi abbracciarmi vero? Certo amore vieni qui dissi mettendomela sulle gambe mentre col pollice le sfioravo le labbra Andiamo a casa o vogliamo rimanere ancora qui? chiese stringendomi ancora di piu Vorrei rimanere ma...scusa il francesismo, avrei bisogno di un posto con testimoni perche non so quanto resistero ancora senza...farti niente dissi con uno sguardo di scuse Ok amore mio andiamo Ti amo quando mi dici che mi ami e mi chiami amore dissi e lei mi sorrise, mi prese per mano, ed eravamo pronti x tornare a casa TUTTE LE COSE BELLE DEVONO FINIRE, MA IN QUESTO CASO NON LE COSE MA IL TEMPO LIBERO E DIETRO OGNI COSA CE UN SEGRETO, OVVIO Da quel giorno in cui io e Mandy ci siamo dichiarati amore, e lo hanno scoperto anche gli altri era passato un mese e mezzo, ed eravamo...felici, sempre insieme, anche fino a notte fonda, ma non si tratteneva mai nella mia stanza, non era ancora pronta, ma non aveva

capito che non l`avrei nemmeno sfiorata senza il suo permesso, ma vabbe, non potevo obligarla a dormire con me. Insieme a lei avevo perso la cognizione del tempo, non sapevo che giorno fosse, nemmeno il mese, fino quando un giorno non me lo riccord lei Allora amore, sei pronto per domani? mi chiese di punto in bianco mentre ci stavamo coccolando sul divano davanti alla TV Ehm...x cosa? Che si fa domani? Cosa? Ma come che si fa domani? Will ma in che mondo vivi tu? a Mandylandia ovviamente Ehm dai dimmi che si fa domani, non ho la piu pallida idea, che giorno domani? Beh ti dico che giorno oggi e lo capirai sai amore che oggi il 14 settembre? E allora? ma che giorno era il 15 settembre? Qualche compleanno? Festa? Mah Will Will Will, domani il primo giorno di scuola, sei pronto x la quinta? eh? Cosa? Ca**o aveva ragione Cosa? Eh no cavolacci, e me lo dici adesso? Beh scusa amore ma non pensavo che non sapevi neanche su che pianeta vivi Uhm gia vero, non mica colpa tua, uhm ti rispondo, no, non sono x niente pronto, e cavolo volevo stare ancora con te, non voglio che la scuola si metta di mezzo disi sbuffando Will, dimentichi che siamo nella stessa classe noi due <cavolo vero> Ma sai che hai ragione, a beh allora mi va bene, ti tengo sempre vicina dissi abbracciandola Ma non siamo compagni anche di banco No ma lo saremmo, se ti si avvicina qualcuno lo sbrano dissi ridendo Ti amo Will, lo so che lo ripeto sempre ma cosi ma quanto era dolcissima quando faceva cosi Io non mi stacherei mai di sentirtelo dire piccola dissi baciandola, mi era cosi difficile trattenermi, ma oltre ad un bacio non potevo andare, non potevo piu nemmeno toccarla come prima perche esageravo sempre, che dolore, e come sempre lei doveva dire qualcosa Will, mi dispiace, ma non...non posso lasciarmi andare, lo so che ti faccio male ma non me la sento mi diceva ogni volta che esageravo, e significa che senza accorgermene avevo esagerato No, mi dispiace, scusami tu Mandy, non me ne ero accorto di aver esagerato, ok sto buono Non hai esagerato Will, solo che devo dirtelo, perche...uhmm...cavolo non sai quanto mi piacerebbe che tu...esagerassi pero non me la sento, e pure io che ti dico di no, sto male disse e triste abbass la testa Vieni qui dissi stringendola di piu a me Mandy, x me non preocuparti, davvero, ti aspetter sempre, non voglio metterti fretta, non lo farei mai e la strinsi piu forte, annusandole i capelli Grazie Will la senti dire e ridacchiai, come se di quello dovesse ringraziarmi, lei non doveva dire grazie x niente, dovevo farlo io, perche la mia vita era perfetta Mandy, lascia stare, se qualcuno deve ringraziare devo farlo io, x tutto, perche mi ami, e perche non sono mai stato cosi felice, come in questo mese e mezzo insieme a te le dissi, e come sempre aveva gli occhi lucidi, le presi il volto fra le mani e la baciai, piano, mentre lei si stringeva a me come sempre

Cosa? Ok basta io mi sono stancato, ma volete smetterla una buona volta, ho appena mangiato senti Mark entrando in casa, sempre lui. Da quando mi ero messo con Mandy il nostro rapporto si era rovinato, e di parecchio, littigavamo quasi sempre, anche x delle sciocchezze Sai che m`interessa se hai appena mangiato, vattene nella tua stanza o dove vuoi cosi non rompi, vai pure a buttar fuori, non me ne puo fregar di meno gli dissi senza lasciare Mandy che era arrossita di parecchio. Cavolo ma siete disgustosi disse scrolando la testa mentre andava in cucina a rovistare il frigo Non dicevi che hai appena mangiato? Avremmo bisogno di un po di privacy Cavoli vostri, e io voglio guardare la TV Vai nella tua stanza, ce l`hai li Ma anche voi Grrr ora basta mi hai stancato, o te ne vai o ti mando io a calci Will calmati, lascialo stare, e solo invidioso sentire dire a Mandy e sorrisi Ma di che mai dovrei essere invidioso? Di voi due, ahah mah lasciamo perdere, ma adesso spostatevi dal mio divano, voglio guardare la tv Dal TUO divano? Ma chi ti credi scusa? Questo divano e tuo quanto mio, quindi non mi alzo Idem risposi io dopo Mandy Perfetto, vuol dire che me ne rester qui disse e si butt sul piccolissimo spazio che c`era sula divano schiacciandoci, wow, eravamo cosi vicini, cosi appicicati, e lei tra le mie braccia...ok Will basta Idiota ma vuoi farti i fatti tuoi almeno x una volta nella vita chiesi io mentre mi spostavo tenendo sempre Mandy sulle gambe Uhm, siceramente Will? chiese e lo guardai male Ok ok aspetti una risposta beh..no, non mi va di fare i cavoli miei, problemi? Si uno solo, anzi, che e piu tuo che mio, ti spacco la faccia se continui a rompere il caz.. Will...lascialo stare mi disse Mandy, ma come diamine faceva ad essere cosi calma Ahah ma ti diffende la ragazza, devo dire che sei uno con le palle Will a quella frase non ce la fecci piu, fecce alzare in piedi Mandy, e saltai adosso a Mark, spostando il divano fino a farlo scontrare col muro, strano, ma meno male, cosi posso spaccargli meglio la faccia Te lo dico un`ultima volta, se non chiudi quel cesso che ti ritrovi x bocca te lo chiudo io, anzi sai che ti dico, lo faccio adesso dissi ma non lo colpi sulla faccia, ma nello stomacco, e mi senti tremare dalla testa ai piedi Cazzo, questa me la paghi disse con un tipo di righio, che avevo gia sentito e mi spinse x terra, contro il tavolo da pranzo, da 12 persone che si spezz sotto il mio peso Basta smettetela url Mandy ma non potevo fermarmi, l`idiota mi si era messo sopra e come me prima mi tiro un pugho in piena pancia, che pero stranamente non fecce molto male Ragazzi smettetela continuava ad urlare Mandy E adesso che dici idiota? mi chiese Mark mentre mi era ancora sopra Che te le prendi, e anche tanto dissi e aiutandomi con la gamba lo fecci scontrare contro il divano, ma che stava succendo? Ero cosi forte? cavolo, non era...normale, e

Mark? A quanto pare non ero l`unico ad essere sorpreso Sarai tu forte William, ma quando mi fai incazzare... ma non fini la frase perche mi era gia adosso, con le mani al collo e mi alz da terra Mark adesso basta senti ancora Mandy, e vidi che tremava pure lei, e aveva la voce...grossa, mi liberai dalla mossa di Mark che mi stava soffocando con un calcio, ma mi aveva tenuto x mano e cademmo insieme, e iniziammo a prenderci a pugni, quelli veri, in faccia, era la prima volta che arrivavo alle mani in quella maniera con qualcuno Ma che cazzo fatte? fermatevi subito tuon la voce di mio padre e poi quella isterica della mamma William non arrabbiarti, non devi farlo, non ancora disse e mi fermai, prendendomi un pugno da Mark, che mi fecce incavoalre e continuai quello che stavo facendo, x poi sentire ancora due di quei ringhi, quando anche io anche Mark ci fermammo notai che quelli che avevano ringhiato erano papa e Jared, che tremavano, ma che cavolo stava succedendo? Jake non anche tu, Jared, non vorette mica farlo qui, e non adesso, o mi guardate o andate fuori e scopiate da soli disse mia madre, scoppiare di che? papa e Jared si guardarono tra loro, feccero un cenno alla mamma, che solo loro potevano capire e uscirono fuori, ma non prima di sentire da papa un <ve ne pentirette se non la smettete subito> prima di uscire di casa. Pochi secondi dopo che furono usciti di casa senti uno strano ululato, come un lupo, anzi, due, ma che diavolo stava succedendo li? All`ululato mia madre fecce una faccia dolorante ma irritata e ci guard Ma volete alzarvi o devo alzarvi io a sberle? disse la mamma, e mi alzai dando una spinta a Mark, che pero non rispose, mi girai e subito dopo Mandy si butt fra le mie braccia Ma quanto sei defficiente tu? mi disse mentre affondava la faccia nel mio petto, mi sciolsi, la abbracciai, e affondando il viso nei suoi capelli mi fecci cadere x terra, posandola sulle gambe Scusami dissi e la senti piangere Ohi ma che e successo qui? Ho visto Jared e Jake imprecando a 4 zam.. inizi Leah ma la mamma la fecce finire la frase mettendola una mano sulla bocca Ops disse Leah e poi guard me e Mandy Si puo sapere perche mia figlia sta piangendo? E che diavolo tutto questo casino qui? Questi due stupidi si sono presi a cazzoti e lei piange perche Will in quello stato x colpa sua, almeno, quello che credo disse la mamma guandandoci, ehi ma in che stato ero? All`improvviso Mandy alz lo sguardo e mi tocc il labbro e l`occhio destro, al suo tocco scattai, faceva un male cane Scusa scusa scusa, non volevo, alzati, devi darti una pulita e poi dove vai domani con questa faccia? Che cretino, ohi ma come hai fatto a rompere il tavolo da 12 persone? chiese Mandy e io mi guardai dietro, il tavolo, in legno massiccio, era a pezzi Ehm e io che ne so, lascia stare, sar l`attrazione della scuola domani dissi sorridendo ma il labbro mi faceva male, cavoloni Tranquillo tesoro, domani non avrai neanche un graffio disse la mamma e Leah la chiam, disse qualcosa che non doveva dire Cosa vuoi dire? Ehm niente lascia stare

William Ephraim Black senti provenire da fuori la voce infuriata di mia sorella ops Sei un uomo morto, ero felice, avevo qualcosa da fare, e all`improvviso mi sono arrabbiata di botto, e ho anche fatto rattristare Seth, hai una buona spiegazione per non prenderti a calci? disse mia sorella entrando in casa e quando mi vide si ferm e sgran gli occhi Oh disse Will sembri un panda, Mark, tu un pesce rosso, ma che avete fatto idioti? Lascia stare, vai dal tuo Seth e digli che colpa mia dissi e le diedi le spalle E dai imbecille da quando mi parli cosi? Scusa ma, non posso farci niente, vado di la disse e sali le scale x andare in camera, Mandy mi segui, and in bagno e torn con alcool e cottone per pulirmi la faccia, ma prima di lasciarla fare mi guardai allo specchio, mi facevo paura da solo, ero pieno di sangue, e come poteva dire la mamma che domani non avrei avuto niente? Mah. Mi sedetti sul letto e lasciai fare Mandy, dopo ogni graffio che mi puliva e dopo ogni smorfia che facevo mi baciava e mi chiedeva scusa, come se fosse colpa sua Ok amore, ho finito, finalmente ti vedo bene in faccia mi disse e mi baci piano sulle labbra, fecci una smorfia di dolore ma non la lasciai staccare, la tirai sul letto, e mi guard male, ma le fecci capire che volevo solo un po di coccoloe e che non prettendevo nient`altro, e si calm, lasciandossi andare. Come sempre ero in trans, ma a differenza delle altre volte in cui le mi svegliava, in quel momento fu la voce di Leah, Jared, e dei miei genitori, sembravano stessero..littigando, e ci credo Jake ti rendi conto di quello che stavi x fare? stavi x mandare a monte tutti questi anni in cui non abbiamo detto niente, e se devono venire a scoprirlo non deve essere cosi disse la mamma Alex mi dispiace, pero, non so che fare, sai che non perdo in controllo facilmente, ma vedergli cosi, entrambi, in quelle condizioni, sapendo quanto doveva stare male anche Sarah, pero ok adesso sono calmo No ragazzi, secondo me meglio che lo sapiano cosi, che...da soli quando arrivera il momento disse anche Leah e io senza accorgermene, insieme a Mandy, stavamo scendendo piano le scale, stavano sicuramente parlando di noi. No Leah, non puo essere, almeno io non potrei dirlo a Mark e Anthony, e penso che neanche tu sei pronta a dirlo a Mandy, cosi come nessuno adesso non e in grado di dire ai propri figli cosa sono in realta e cosa diventeranno disse Jared a voce abbastanza alta E cosa saremmo? chiesi curioso, non se ne erano accorti che eravamo la, e quando ci videro la mamma abbracci papa, e Leah si appoggi a Jared Allora, volete parlare? Cos`e che siamo e cosa tenete nascosto? OK I GENITORI SIETE VOI, MA NOI MICA SIAMO STUPIDI, E NEMMENO IL PRIMO GIORNO DI SCUOLA MI DISTRAE DALLE MIE DOMANDE Allora...volete parlare si o no? chiesi io ancora piu insistente E cosa volete? chiese papa visibilmente arrabbiato Vogliamo sapere cos`e che non sapiamo, ecco, cosa siamo e cosa diventeremmo? dissi citando le parole di Jared Will mi chiam la mamma e voleva venire da me, ma papa non la lasci, ma che c`e? Non la lasciava abbracciare nemmeno il proprio figlio?

Alex, lascialo stare, capir, perfetto vi dico cosa siete, prima, siete tutti dei moccioso, e diventerette dei mocciosi in castigo se entro 2 minuti voi due non sparite disse papa arrabbiato, ma che cavolacci Papa, non sono mica stupido, che diamine state nascondendo? dissi a voce abbastanza alta William, tu non alzi la voce con me Jacob lascialo stare, pure tu facevi cosi, riccorda come rispondevi a Billy disse la mamma poggiandogli una mano sulla spalla, eh gia, il nonno Billy, era mancato 4 anni prima, ed era stato il colpo piu duro che avevo mai preso, era la persona piu importante x me, quando mi sentivo solo aveva sempre un consiglio per me, mi diffendeva da papa quando facevo cavolate, e poi lo prendeva in giro x farmi ridere, mi raccontava sempre storie, sui...cos`erano...ah si, spiri guerieri e lupi e, freddi, e quando ne parlava era orgoglioso, non ho mai capito perche, e prima di morire scelse me x stargli accanto, mi disse che non ero piu un bambino, e che voleva avermi vicino, che dovunque sarebbe stato, io sarei il suo orgoglio, che avrei quello che lui non e mai riuscito ad avere ma papa si, e diceva che dovevo onorare la mia tribu, e non lo avevo mai preso x pazzo, e non avevo mai creduto che stava delirando sul letto di morte, in fondo, mi faceva piacere credere che i lupi esistessero, anche se non era vero Will, Will che hai? mi disse la mamma, e mi tocc il volto, fino a quel momento non mi resi conto che stavo piangendo Will, amore senti anche Mandy e non potei resistire all`istinto di abbracciarla, lei mi rispose, e mi fecci cadere x terra, affondando la faccia nel suoi capelli e iniziai a piangere ancora coi singhiozzi, parlare del nonno mi faceva sempre stare male Cazzo Will ma vuoi smetterla di fare lo scemo? senti mia sorella che scendeva le scale con passo pesante e gli occhi lucidi, maledetta tellepatia fra gemelli, non era gia abbastanza che stavo male io, dovevo far stare male anche la mia sorellina uffa Will ti prego, calmati, non ce la faccio piu, so a cosa stai pensando, fa male anche a me, ma sentirlo da te mi fa male il doppio, basta, e morto e non puoi farci niente disse e si accucci vicino a me, Mandy ci capi e si alz, Sarah prese il suo posto e ci abbracciammo. Siamo stati cosi x un po, fino a quando, ancora dolorante, mi alzai da terra, la presi, in braccio, andai nella mia stanza, e ci addormentammo insieme, abbracciati. Will, Will, dai scemotto alzati senti la vocina di mia sorella, era alzata su un gomito e mi guardava Mmm che c`e rompiscattole? Lasciami dormire le disse mettendole la mano intorno alla spalla e la fecci stendere sul letto abbracciandola, chi non ci conoscesse avrebbe persino pensato male di quella strana posa sul letto e io che le baciavo i capelli di prima mattina, ringraziavo il cielo che Seth di questo non era geloso Dai fratellone svegliati, c`e scuola oggi oh che bella notizia Uffa e tu mi svegli x questo? E beh...fammi pensare...si e dai fammi alzare almeno, io voglio andarci, fai come vuoi, stai a casa, ma se i ragazzi ti guardano la fidanzata non dare la colpa a me disse ridacchiato Uffa ok mi hai convinto, lasciami andare in bagno dissi e mi alzai di scatto Oh alleluja, vado anche io disse e mi lasci da solo, fecci una doccia veloce ma rilassante, usci dal bagno, cercai dai vestiti <e come cavolo mi vesto? Camiccia e cravatta

con jeans neri, o maglia aderette e jeans blu? Maglia e jeans> e usci dall`armadio, mi vesti, un po di profumo, un po di gel, anche se non serve, un`ultimo sguardo allo specchio ed eccomi pronto Ma quanto impieghi tu a vestirti? Sono 10 minuti che ti guardo senti alle mie spalle e mi girai, Mandy, bellissima, con una gonna in jeans sopra le ginocchia, stivali con tacco a spillo e una maglia a maniche lunghe, bicolore, i capelli sciolti sulle spalle, ma da quando diceva che mi guardava? Da. .da quando sei qui? Da quando sei uscito dalla doccia cosa? Doccia? Mezzo nudo? Che mi sono spogliato? Ok nell`armadio, e se mi ha visto, cavolo Ma ma, non ti ho visto..io... Tranquillo mi disse tirandomi sul letto Non ti ho visto nudo, anche se non...mi sarebbe dispiacciuto cosa? Ehm...che sta dicendo? Non...cosa? ha cambiato idea? Ehm...Mandy...hai cambiato idea? chiesi timido No, ma sono sulla buona via mi sorrise, mi prese x mano e uscimmo dalla stanza. In saloto c`era papa e la mamma, che mi venne in contro e mi abbracci Will, che successo ieri? Mi sono preocupata tutta la notte, siete andati via e non siete piu tornati disse rifferendossi a me e Sarah Ci siamo addormentati disse alzando le spalle Ma perche eri in quel stato? chiese anche papa, piu calmo del giorno prima, e a chi pensavo? A niente, solo al nonno, che mi mancava come l`aria <ok Will, respira, calmati, non metterti a piangere ancora una volta> mentre provavo a calmarmi mia sorella mi tir una sberla dietro la nuca Ahi perche l`hai fatto? Perche ci stai pensando ancora idiota e non voglio che tu mi rovini il primo giorno di scuola Scusami piccola Sisi fa niente, quando me la senter ci parleremmo, cosi mi dici tutto quello a cui pensavi ieri ma adesso no perche devo andare disse e suon il clacson, sarebbe andata con Seth, io non capisco, era amico di papa, da tanto, e faceva l`ultimo anno di liceo, mah, cioe si, sembrava uno dall`ultimo anno ma..boh Ciao piccola ci salutammo con un bacio sulla guancia, saluto la mamma e papa e usci da casa, chiamando Seth gia prima di uscire di casa Allora Will? Papa, non voglio rovinare la giornata di Sarah, e non mi va di parlare, se non l`avete capito, fa niente dissi e poi guardai Mandy, pero perche ero cosi acido? Andiamo? Si andiamo, ciao zia, zio disse Mandy e baci i miei, per poi prendermi x mano x uscire da casa. Decisi di andare in moto, quella di papa, quella gigantesca moto nera, lucida cosi che potevo specchiarmi, fecci salire Mandy, che si agrapp alle mia spalle, e cavolo come si era avvinghiata, <ok pensa positivo, attento alla moto che papa ti spezza le gambine> Il viaggio dur poco, anche se sembr lungo, ma Mandy non smise di parlare, era cosi eccitata di iniziare la scuola, di rivedere le sue amiche (anche se si vedevano quasi ogni santo giorno e si sentivano x telefono, o si vedevano con la web) e poi aveva una voglia matta di studiare, tutto il contrario di me, se mi fosse stato possibile avrei brucciato la scuola e chiuso i prof negli sgabuzzini per non infettare altri poveri innocenti come me, o come Mandy che gli ascoltava pure

Will, ma hai sentito cosa ho detto? Cosa? ok mi ero eclissato di nuovo Hai passatto la scuola scemo cosa? Mi guardai dietro e la scuola era abbastanza lontana Ops dissi ridendo e fecci una manova a U visto che la strada era libera. Arrivati davanti alla scuola, mi incontrai con gli altri, cugini, e notai che Mark non aveva segni sulla faccia, cavolo, prima non me ne ero accorto ma era cosi, nemmeno io ce gli avevo piu e meno male perche come sempre tutti ci guardavano come se fossimo chissa cosa, ok x avere 17 anni eravamo grossi, e le ragazze stupende pero, esageravano, ogni anno e ogni giorno la solita storia Eccoci qui sospir Mandy mentre Mark e Anthony si prendevano in giro, Sarah abbracciava Seth, Adam abbracciava sua sorella Amanda x intimidire i possibili prettendenti e Mirabel stava da sola, seduta sulla sua moto (ognuno ne aveva una) mi sembrava arrabbiata mah, andai da lei Ehi Mira, che ti succede? chiesi preocupato Ehi Will, mah, niente e che mi sto annoiando, e non mi piace aspettare eh? Ma chi stai aspettando? Nessie cosa? Porca.... E il mostro di Lock Ness che ci fa qui? Non andava alla sua scuola per figliole di papa? Will ma non essere imbecille, attento come parli Ops scusa ho dimenticato che vuoi piu bene al mostro che a me, ok ero venuto credendo che ti era successo qualcosa, ma vabbe, me ne vado dissi acido, come sempre, provi ad aiutare qualcuno e ti ritrovi con un calcio nelle palle, benissimo Dai andiamo in classe dissi e presi x mano Mandy che mi segui, e mi fecci spazio tra gli studenti che si erano radunati fuori Will e da quando non si saluta la cugina? senti la voce squillante del mostro, davanti a tutti, Dio che vergongna, uffa uffa, tutti mi guardavano, ero al centro dell`attenzione piu del solito, mi girai e la furminai Tu. Che. Diavolo Ci. Fai. Qui? Beh, mi ero stancata di essere da sola quindi, sono venuta qui dai miei cuginetti Devi sempre rovinare la giornata agli altri, perfetto, stai coi tuoi cuginetti, ma su di me non contare dissi e andai verso la scuola, ma mi riccordai di Mandy So che non ti piace come mi comporto, sei vuoi vai dalla tua cuginetta, io me ne vado in classe dissi lasciando la sua mano Will ti prego mi disse ma non mi voltai, non sapevo nemmeno io perche ero cosi arrabbiato, perche mi comportavo male con lei? Nessie la senti, bene la chiamava, vai da lei Scusa, ci vediamo dopo eh? Continuai a camminare guardando male quelli che incrocciavano il mio sguardo, e oltrepassai la soglia sentendo Mandy dietro di me che mi diceva Will sei un cretino QUANDO TI RENDI CONTO DI ESSERE DAVVERO QUALCUNO, ALMENO...FIGLIO DI QUALCUNO Entrai nella scuola schivando tutti quelli che mi guardavano, che figura che avevo fatto, pero non riuscivo a calmarmi, non so perche, non ci riuscivo, e ci stavo male, anche

perche Mandy era ancora che mi correva dietro x raggiungermi, mi pregava di fermarmi ma non ci riuscivo, le mie gambe non me lo permettevano William Black se non ti fermi giuro che te ne pentirai, e non scherzo senti ancora la voce affanata di Mandy, non mi ero reso conto che quasi correvo, fecci uno sforzo sovvraumano x fermarmi, e mi bloccai sul posto, dopo un paio di secondi, Mandy si scontr contro di me, e mi sarebbe rimbalzata adosso se non fosse stato che l`avevo abbracciata e avevo sproffondato la faccia nei suoi capelli, annusandogli, e piano piano mi calmai, lei mi spinse e mi port in classe, eravamo i primi, e lei scelse posti nell`ultimo banco, insieme, perfetto Will, ma cos`hai? Ho capito che sei arrabbiato x la facenda di Nessie pero io cosa ti ho fatto? non hai sentito che sarei venuta con te? Perche non mi hai aspettato? Sai, non proprio bello rincorrerti x tutta la scuola con centinaia di sguardi curiosi adosso Scusami amore, e solo che, non so nemmeno io, volevo fermarmi ad aspettarti pero non ci riuscivo, scusami davvero, e hai ragione, sono un cretino dissi stringendola a me No Will, mi dispiace di averti detto di essere un cretino, pero un po impulsivo si Lo so, scusami Tranquillo mi disse e mi sfior con un bacio Ah ma anche qui? Ma volete smetterla una buona volta, a casa, sulla spiaggia, a cena, a scuola mi sono stancato di voi due senti la voce di Mark, che entr in classe seguito da Adam, Mirabel e cavolo ma ancora lei? Il mostro della palude, mi irrigidi nel vederla, anche perche aveva un sorriso imbecille sulla faccia Will, o ti dai una calmata o mi cambio di posto, perche non mi va di vederti cosi, e poi farai meglio a calmarti se non vuoi rovinare la giornata a Sarah cavolo aveva ragione, la mia povera sorellina forse era con Seth, anzi sicuramente, e si sarebbe arrabbiata da un momento all`altro se non l`avesse gia fatto, uffa ma che cogl...uhg. Guardai Mandy e fecci un bel respiro, togliendo lo sguardo dal mostro. Pian piano entrarono anche gli altri ragazzi, nessun nuovo compagno tranne Renesmee Ciao Will senti a sinistra una voce squillante e insoportabile e mi girai, Nicole, la piu vanitosa ragazza della scuola, che mi stava sempre dietro, le risposi solo x essere gentile perche non la sopportavo Ciao Nicole risposi..indifferente Allora tesoruccio, come stai? Magnificamente tu? Adesso meglio, sai, sei ancora piu carino dell`anno scorso Grazie, ma tu sei rimasta sempre la stessa <vanitosa, fredda e mescina> dissi freddo guardando Mandy Oh ciao Mandy disse lei Uh ma che carini, i cuginetti stanno nello stesso banco, e da quando? Ma che te ne frega scusa? chiese Mandy, ehm...gentile Mah no niente, e che volevo sedermi io vicino a Will, che ne dici se mi lasci sedermi e tu vai con qualcun`altro? ma come cavolo si permetteva? Neanche morto mi sarei seduto con lei, anche se, era veramente una bomba, mai quanto Mandy, anche se con lei avrei usato parole come bellissima, stupenda, meravigliosa e non <bomba> Ehm scusa ma sto davvero molto comoda qui quindi, o ti siedi da un`altra parte o ti siedi da un`altra parte disse Mandy tutta tranquilla e sorridente Come scusa? Come ti permetti di parlare cosi? Non mi lasci perche sei invidiosa perche

io piaccio a tuo cugino e tu no visto che appunto siete cugini disse lei e iniziai a ridere a creppapelle tutti mi guardavano strano Beh Nicole, a dir la verita, lei mi piace piu di quanto mi piaci tu, e se vuoi sapere...beh..non che dovrebbe interessarti, ma lei e la mia ragazza dissi io tutto tranquillo sorridendo guardando Mandy, che sembr soddisfatta Cosa? Ohi ma sei sorda per caso? chiese Mandy, adesso arrabbiata Mah, vabbe ti lascio sognare, ma non venire a piagnucolare da me quando Will ti lascier dopo averti portata a letto ma che cazzo stava dicendo? Che c`e tesoro? Sei gelosa che porta me e non te x caso? wow, questa era la mia donna, tutta sua madre, quando sfotte ci sa fare. Nicole la fulmin con lo sguardo e se ne and Scusa ma non potevo piu trattenermi disse rossa in viso Ahah vieni qui dissi e la abbracciai mentre il prof entro in classe, e che palle, sempre la stessa materia come la prima dell`inizio dell`anno, matematica Ehi voi due, o vi staccate o vi staccate lo senti all`improvviso, ma brutto vecchio, quelle frasi le facevo io, e Mandy, non volevo, ma Mandy si stacc, mi aveva detto che dovevo smetterla di fare lo sbruffone a scuola, uffa. La prima mezz`ora della lezione pass tranquilla, lui parl delle sue vacanze, come se a me inportasse qualcosa, e poi decise di vedere se ci ricordiamo qualcosa di matematica si, io + Mandy = insieme x sempre ok l`ho capito non e poi cosi difficile, oppure Io x Mandy = noi, si mi piaceva la matematica sempre di piu Ehi, ehi tu senti all`improvviso la voce arrabbiata del prof Will, more svegliati ma a cosa pensi? Il prof ti sta chiamando mi disse Mandy Ehm si? dissi io ancora confuso Finalmente, sono 10 minuti che provo a svegliarla, di cosa stavamo parlando? oh cavolalcci Ehmm, non stavo ascoltando No? Bene, come va la matematica dell`anno scorso? Ehm boh, ho ancora il libro nell`armadio dissi e gli altri iniziarono a ridere come sempre, avevo iniziato a fare lo sbruffone Ah e cosa ci fa nell`armadio? Quello che un libro di matematica dovrebbe fare Sarebbe? Morire in pace dopo tutti quei problemi che ha avuto ovvio gli altri iniziarono a ridere ancora piu forte, mentre il prof si arrabbiava Perfetto, adesso come il tuo libro anche tu hai un mucchio di problemi, primo, muoviti alla lavagna, secondo, domani, tuo padre nell`uffico del preside, come ti chiami?ma non lo sapeva? William Ephraim...Black dissi x intero il mio nome, orgoglioso Sei figlio di Jacob Black? ecco quello che intendevo Ovvio e di chi se no? dissi sorridendo Adesso capisco, siete tutti e due fatti dalla stessa pasta, anche lui uno sbruffone come te, e adesso muoviti disse e andai alla lavagna, era un`equazione, ok odiavo la matematica, pero sapevo fare gli esercizi, non ho mai capito nemmeno io come, lo lasciai a bocca aperta Allora prof? Posso andare a sedermi? A quanto pare i compiti gli ho fatti dissi e andai a

posto senza aspettare la sua risposta, quando mi misi seduto, presi la mano di Mandy e la baciai, e lei mi guardava strano, ma che avevo? Mah, mi girai e iniziai a parlare col prof Ehm prof..mi scusi...quando vorebbe parlare con mio padre? Sono sicuro che gli fara piacere rivederla dissi con un sorriso a 32 denti e vidi che lui era come..boh spaventato Ehm lasciamo stare...sai matematica...non devo chiamarlo, e a me non farebbe piacere vederlo disse e io iniziai a ridere come un pazzo, ero sicuro che avrebbe datto una risposta cosi. Poi la giornata passo in fretta, ero sempre insieme al mio amore, ai miei cugini e senza volerlo a Renesmee, beh, non che avessi mai parlato con lei. Alla fine delle lezioni tornai a casa, dissi a papa che il prof di mate lo...salutava, e il perche, mi fecce una piccola ramanzzina ma poi inizi a raccontare quello che faceva insieme ai suoi amici, e soprattutto da solo, e mi rendevo conto di adorarlo sempre di piu. Alla fine della giornata, dopo una doccia rilassante e una cena per 50 persone andai a letto, con un bellissima sorpresa, Mandy, che aveva deciso di dormire insieme a me STRANEZZE Era passata una settimana dall`inizio della scuola, e tutto andava..mah, come sempre, il prof di mate che all`inizio dell`ora mi diceva <domani tuo padre...nel mio ufficio> e alla fine <lascia stare sar x la prossima> altri prof non mi guardavano nemmeno, e gli altri, mi stavano simpatici, soprattutto la prof d`inglese, sui 23 anni, alta, bionda, occhi azzuri, tipo quelle ragazze tutte vestite di rosa e chewingum, Mandy mi prendeva sempre a cazzoti ma mi facevo sempre perdonare, tutto x il meglio, tranne che papa era sempre piu teso, era come una corda di violino, una parola sbagliata e scoppiava, non mi aveva mai sgridato x nessuna cavolata nel vero semso della parola e adesso lo faceva x ogni sbuffo o sospiro, mah, stava zitto solo quando mi arrabbiavo, e la mamma uguale, solo che lei veniva a calmarmi, con quei suo occhioni marroni, mi guardava e mi calmavo di botto, che strano. Cosi anche quel giorno, ero andato nel bosco da solo, Mandy non aveva voluto accompagnarmi perche...che barba, voleva stare a fare i compiti, quella ragazza era incorregibile, stavo camminando a testa bassa perso nei miei pensieri quando dai bosco, non molto lontano da me, senti un ululato, ma che diamine, decisi di andare a vedere, ma prima che mi muovessi di molto vidi mio padre, che correva verso di me, mentre si toglieva la maglietta, tremava moltissimo, e quando mi vide si ferm, non correva piu, ma continuava a tremare, e la sua voce era grossa e spaventosa William che ci fai qui? cavolo, al sentire quella sua voce mi immobilizai complettamente Ehm...ero uscito a fare un giro dissi alzando le spalle, aveva lo sguardo furioso, mentre stava x parlare si senti ancora quell`ululato di prima, e lui inizi a tremare ancora piu forte Will, vattene a casa, ADESSO disse muovendo la testa in su e in giu Perche dovrei? Sono appena uscito da casa dissi..ehm spaventato William non commentare a vai via ADESSO, prima che sia troppo tardi cosa? Che stava dicendo? Non dovevo commentare, anche perche il suo sguardo mi faceva paura, quando gli risposi mi spaventai anche della mia voce, ero arrabbiato pure io? Ok me ne vado, e oggi che cazzeruola hai con me uffa? Che diamine ho fatto ancora?

Sei sempre arrabbiato quando mi vedi, con tutti sei contento, quando vedi me no, t`incazzi sempre, mi sgridi, e non ho fatto niente, si direbbe che mi odi...papa dissi quasi urlandogli adosso e sputando le ultime parole. Non lo guardai nemmeno e mi girai x andare via, ma lui mi fecce voltare, senti un ringio simile a quelli che uscivano a me, solo che 100 volte piu forte, a quel punto mi girai e lui non c`era piu la, invece vidi nascondersi dietro un cespuglio un qualcosa di grosso, sembrava un orso pero assomigliava ad un lupo, me ne ero accorto vedendo la coda, era rossiccio e molto grande, <ma che cazzeruola sta succedendo qui? Sparisce mio padre e appare un lupo?> e a quel punto mi vennero in mente le storie del nonno, spiriti guerieri, uomini che si trasformano in lupi... <e se..ma no che stupidagini> ma non l`avevo mai pensato quando me lo raccontava lui. Decisi di lasciar perdere, e andai verso la spiaggia, la grotta dove stavo sempre da solo, quella che la mamma mi diceva che aveva qualcosa di magico, e cosi anche Leah, erano le uniche a conoscerla, oltre a me. Mentre stavo andando senti ancora dei rumori nel bosco, molti ululati, quindi si che era un lupo, e poi anche dei ringhi, animaleschi, e anche altri rumori, forse quei lupi o che cavolo erano stavano littigando? E papa forse era li da solo? Nel bosco? Decisi che si sarebbe arraggiato da solo, sapeva cosa fare, e che cavolo, secondo lui e gli altri era il grande Jacob Black, colui che il figlio non lo voleva in mezzo ai piedi, e va bene. Cavolo ma cosa dicevo? Uffa ero arrabbiato pure io, perche papa non mi consoderava piu, oltre che arrabbiato ero pure triste e si geloso, geloso della mia sorellina Sarah a cui avrei rovinato la giornata, ma beata lei che sta sempre con papa, non stare piu con lui mi faceva male Ciao Will senti dietro di me e mi voltai, c`era lo zio Edward che mi guardava...confuso Ciao zio dissi ancora col muso Che succede? curioso come sempre Mah niente di che, lascia stare, come mai qui? Solo la mamma conosce la grotta Si anche io, e stata lei a farmela vedere x...rigraziarmi diciamo Ringraziare di cosa? non lo capivo mai quando parlava Perche l`ho aiutata a portare al mondo voi due disse sedendossi E per altre cose, ma perche sei triste? uffa ma fatti i fatti tuoi no? Non posso farmi i fatti miei eh? Cosa? Ma legge nel pensiero questo qui Cosa? Intendo che tu sei un fatto mio, sei mio nipote Will e non voglio che tu stia male e poi, ho intuito quello che pensavi, so che a volte sono stressante me lo dice anche Renesmee uffa non bastava papa, ora mi parla anche del mostro marino, non che gli assomigliasse ma vabbe, i rapporti con lei erano gli stessi di sempre, provavo a starle il piu lontano possibile, certo, faceva male comportarmi cosi con lei, in fondo era sempre mia cugina, e a mio modo le volevo bene pero...non so, non mi piaceva il suo comportamento, si credeva chissa chi o cosa, uffa ed eccomi ancora arrabbiato, ma che diavolo mi stava succedendo? senza pensarci troppo andai vicino allo zio e mi accoccolai come facevo da piccolo, con la testa sulle sue gambe, cavolo ma non aveva mai freddo lo zio? Beh io nel toccarlo si, era ghiacciato, ma non m`importava, perche la sua presa su di me era calda Zio, posso farti una domanda? chiesi all`imprvviso Certo Sai perche papa si comporta cosi con me? Si comporta come se all`improvviso mi odiasse a quelle parole tremai, faceva male Will ma che cavolo stai dicendo? Come puoi dire una cosa cosi? Jake darebbe la vita x

te, ti ama piu della sua stessa vita cavolo, sei suo figlio, maschio, il suo orgoglio e si comporta cosi perche...beh... Perche...beh...cosa? Ecco, lui e solo preocupato x te Will Preocupato? E x cosa? Perche ecco, non so...so solo che preocupato, beh in fondo sei suo figlio, perche non dovrebbe procuparsi? Invece perche dovrebbe farlo? Zio, papa non solo preocupato, da un po che freddo con me, si arrabbia sempre, e io non faccio niente, con tutti parla, e sempre col sorriso sulle labbra, invece quando vede me fa come se gli avessi calpestato la coda dissi e lo senti ridacchiare Ma che c`e da ridere? Cavolo io sto male e a quanto pare a nessuno frega un caz.. Ehi Will, attento a come parli, e a quello che dici. Come puoi pensare una cosa cosi? Sai quanto soffre Jake vederti cosi? si come no, e allora perche cavolo si comporta cosi con me? Come se non fossi suo figlio Si comporta cosi perche vuole preparati senti lo zio Ehi ma tu mi leggi nella testa? lo vidi irridigirsi No Will, come ti vengono certe idee? E solo che ti conosco benissimo che strano, mi sembrava aggitato Sisi bene e allora x cosa vuole prepararmi? Will, non posso dirtelo Ah non puoi dirmelo, tu non vuoi dirmelo, e dici pure tu che mi vuoi bene? Sai che ti dico zio? Me ne torno a casa, e poi vedo cosa fare, a quanto pare qui nessuno s`interessa a me sbottai e lo lasciai da solo sulla spiaggia mentre tornavo a casa, piano pero. Continuavo a riflettere, cosa mi teneva nascosto papa? Da cosa voleva proteggermi? Perche mi trattava male se mi voleva bene? Perche stava sempre sulle spine vicino a me? PERCHE NESSUNO MI DICEVA NIENTE??? Uffa uffa uffa. Arrivai vicino alla casa, cioe, al limite della foresta pero riuscivo a sentire cosa si parlava dentro la casa, e non capivo come mai visto che parlavano piano Jake, ti rendi conto di quello che stavi x fare? era la mamma che lo sgridava vabbe, si fa x dire, era dolce come sempre Alex mi dispiace, ma nemmeno tu, la calma fare persona saresti stata capace di rimanere lucida mentre devi cambiare per andare con gli altri e ti ritrovi davanti William, che potrebbe venire a scoprrire tutto, prima del tempo e poi, cavolo ti prego non giudicarmi, e sai che paura ho avuto quando si era arrabbiato, e di parecchio?, e sai che non voglio che si arrabbi troppo Jake, amore sai che non puoi prottegerlo x sempre. I Cullen sono sempre qui, e fino a quando continueranno ad esserlo, e lo saranno sempre, a tutti toccher la stessa sorte, e riccorda che hai detto che saresti stato vicino a Will, ma ti faceva piacere che fosse dei vostri ma che c`entrano i Cullen e cosa significava <dei vostri?> Alex, l`ho pensato appena e nato, adesso si, sarebbe bello, cosi non ci saranno piu segreti pero, non voglio che lui soffra, io non voglio ripensare a quella prima settimana quando mi sono tras.. Amore, non puoi saperlo, forse sara come me, che non ho sentito dolore quando e successo la prima volta, sai che non me ne ero nemmeno accorta Si ma Alex...

Alex niente Jake, Will ci sta male x come ti comporti Alex mi dispiace, ma non posso fare altrimenti senti papa molto da vicino, non me ne ero accorto che ero gia in casa Eccoti qui finalmente, posso sapere che ci facevi nel bosco? mi disse freddo e arrabbiato, ma che diamine ho fatto? prima era dolce con la mamma Ti ho gia detto che stavo facendo un giro, e da quando cavolo mi controlli? ok ero arrabbiato come prima, nella foresta, cavolacci William, a me non parli cosi Io parlo come ne ho voglia, mi sono stancato di essere tratatto diversamente, mi sono stuffato di vederti sempre arrabbiato con me senza aver detto nemmeno una parola, e voglio capire perche, ah e mi sono pure rotto le palle di tutti quelli che mi dicono che mi vogliono bene e poi o mi nascondono le cose, e mi trattano come si trattano i cani come fai tu...papa dissi..ehm..ringhiando, sputando l`ultima parola, sentivo lentamente crescere il calore sulla spina dorsale, si impossessava sempre piu del mio corpo, iniziai a tremare, sempre piu forse, mi lasciai scappare quasi un ululato e in pochi secondi mi ritrovai a terra sopra mio padre, solo che c`era qualcosa che mi faceva strano nella prospettiva in cui lo vedevo. 11-A QUANTO PARE IL NONNO NON E MAI STATO PAZZO <finalmente> <william stai calmo> <will non farlo> <ma perche non si trasforma? Jake cavolo> William tesoro adesso calmati e ti spiegher tutto sentivo tante di quelle voci, l`ultima era di mia madre che era ancora vicina a me, mentre io ero ancora sopra mio padre, mi guardava spaventato, non riuscivo ad allontanarmi da lui, ma perche mi guardava cosi? Non aveva mica paura che gli avrei fatto qualcosa Certo che ha paura, stavi x sbranarlo senti una voce conosciuta..hmm Leah? Prima Sam? Ma che diamine? Dov`erano? Siamo nel bosco, dai Will, lascia stare Jake Che vuoi Leah? E normale che lui si comporti cosi, riccorda la tua prima volta, anzi, non riccordarla disse Sam ma in quel momento mille immagini diverse mi riempirono il cervello, loro erano nel bosco, ma non capivo, che stava succedendo? e io parlavo col pensiero..come caspiterina? In quel momento pero pensieri molto importanti, x me, da come avevo...cavolo, sentito, loro tutti, insieme a papa e la mamma, persone bellissime, che all`improvviso tremano e si trasformano in lupi immensi a 4 zampe, al posto di papa era uno rossiccio, quello che avevo visto nel bosco, ma allora il nonno aveva avuto sempre ragione, i lupi esistevano, erano veri, papa ne faceva parte, anche la mamma, tutti quanti, x questo il nonno diceva di onorare la mia tribu, mi sembrava impossibile. Ci pensai x un bel po, guardai in basso, papa era ancora sotto e io tenevo le..le..zampe sul suo petto, anzi, vicino al suo collo, avevo..le..le zampe, quello che vedevo era solo che erano nere, con riflessi rossici, alzai gli occhi al cielo perche iniziai a sentire un dolore acuto alla spalla e strinsi qualcosa

Will... senti sussurrare mio padre, come..dolorante, e all`improvviso senti un odore strano, guardai ancora le mie zampe, sangue, cazzo ma che avevo fatto? avevo aumentavo la presa delle uhm zampe sul suo petto, merda. Mi fecci cadere di lato x farlo alzare, mi sentivo un mostro. <non sei un mostro Will, e stai tranquillo, guardalo, la ciatrice gia e quasi invisibile> mi disse nella testa.. .ancora non sapevo come, Seth, e che caspiterina era lui? <io sono un licantropo come tutti, e come te Will> un che? ma che? ma allora era davvero cosi, ero un lupo, cavolo mi sentivo fuori dal mondo, mi sentivo strano e confuso, e il dolore si faceva sempre piu forte, mi lasciai scappare un ululato, guardai papa, ma non so se il mio sguardo riusciva a chiedere scusa come lo voleva il mio cuore. All`improvviso vidi mio padre tremare, la cicatrice che c`era sul suo petto era appena visibile, vibr sempre piu forte e lo vidi trasformarsi davanti ai miei occhi, in casa, meno male che la mamma liber tutto in un belleno, pensai che per fare spazio a papa, ma no, perche un secondo dopo di lui inizi anche lei a tremare e davanti al lupo rossiccio che era papa, ne apparse uno bianco come la neve, con una macchia nera in mezzo alla fronte, i suoi occhi erano di un azzuro chiaro, ecco perche diceva che assomigliavo a lei, i suoi occhi cambiavano da lupo < Si tesoro, ma a me cambiano solo x poter controllare meglio gli altri del branco, capirai tutto, adesso prova a calmarti, cosi riuscirai a prendere la forma umana disse lei calma sfiorandomi il muso col naso, ma il dolore non smetteva e cosi mi riccordai di papa, che era muto in un angolino della mia testa, capi cosa succedeva, da lupi potevano sentirci i pensieri <papa, mi dispiace molto, stai bene? Non volevo farti del male, mi dispiace tanto scusami ti prego> pensai, cavolo riuscivo a piangere col pensiero, e poi mi faceva anche male tutto, dapperttutto,tutto il corpo <alex ecco perche non volevo che si trasformasse, non posso vederlo cosi, a terra tutto dolorante, non ci riesco> ringhi, finalmente capi perche voleva protteggermi e si comportava cosi <si Will, mi dispiace, ma capiscimi diamine, tu come ti sentirai al sapere che tuo figlio o uno a cui vuoi bene si sente cosi come te? Saresti capace di vedere tua sorella in questo stato?> mi disse sofferente e mi fecce pensare <papa, pensa a come siamo io e lei, e se si trasformasse anche lei? E se fosse come me? Se fra poco succeder anche a lei? Cavolo, al posto di tratatrmi come un cane avresti dovuto parlarmi, sai che l`avrei presa bene, il nonno me lo aveva sempre detto, quello che sarei diventarto, anche se non l`avevo mai creduto al 100%, potevo non arrabbiarmi cosi con te e non farle questo> dissi arrabbiato, la mia povera sorellina, non potevo immaginarla sofffrire come soffrivo io in quel momento <will Will calmati, noi sappiamo gia come andr, se tu stai male a lei non succeder lo stesso> <perche?> <perche io non ho sentito dolore William, non me ne ero nemmeno accorta di essermi trasformata adesso, ti prego, calmati, e cerca di trasformari, Jake ti aiuter a farlo, vi lascio da soli> disse la mamma e poi si trasform <ragazzi, lasciatemi da solo con Will> disse papa con voce..uhm sicura e senti piano piano sparire gli altri <ok siamo da soli, Will, non possiamo rimanere in casa, usciamo subito nel bosco, se non

vuoi vedere tua sorella> <neanche x scherzo, andiamo> dissi e ancora col dolore mi alzai e lo segui, uscimmo di casa e subito arrivammo nel bosco <william, mi dispiace figliolo, ma capiscimi che dovevo farlo, non vedi quello che provavo? Vedi come stai? Non...avevo paura prima di vederti cosi, adesso mi sento morire, ma so che presto ti riprenderai, fra un paio di giorni non sentirai piu niente, adesso voglio parlare con te, beh, voglio solo dirti che anche se non lo dimostravo, mentre ti parlavo male...soffrivo ad ogni parola, ad ogni urlo che ti davo contro, ad ogni brutta parola, ad ogni ringhio che usciva schifoso dalla mia bocca, non so nemmeno io perche lo facevo, non volevo farti arrabbiare e trasformare, e invece e proprio quello che facevo, se oggi non ti avrei accolto cosi a casa non ti saresti arrabbiato con me...> <e non avresti rischiato di lasciarci le penne> continuai la sua frase ripensando con schifo a quello che avevo fatto <william, vuoi smetterla? Anche io stavo x staccare la testa a mio padre, e poi, siamo licantropi, creature mitiche fortissime, le ferite si curano in neanche mezz`ora se sono gravi, la tua e stata solo un graffieto, quando ci trasformeremmo sar tutto a posto, lo vedrai da te, adesso voglio solo dirti che anche se non te lho dimostrato ti voglio bene figliolo, e spero che tu capisca che mi sono comportato male con te solo x il tuo bene, pero non aspettarti di essere ancora trattato cosi disse con un..sorriso lupesco Will lo so che sono una frana con le parole, e adesso sto leggendo la tua mente come se fosse la mia, so quello che ti diceva Edward, ed ha ragione, posso sembrare sdolcinato e noioso, ma tu SEI il mio orgoglio William, e adesso ancora di piu, e col passare del tempo mi farai diventare ancora piu orgoglioso di te> disse e con un balzo mi raggiunse e colpi il suo muso col mio, lentamente pero sentivo che il dolore sveniva, ma aveva detto un paio di giorni <beh, forse hai preso qualcosa da tua madre> disse col la lingua fuori, era buffo cosi, e il suo pello rossiccio alla luce del sole era bellissimo <perche non hai ancora visto il tuo> disse e mi fecce vedere i suoi pensieri, ero io, come mi vedeva lui, vedevo un lupo grande, dal pelo nero, scuro con riflessi rossi non bronzei, al sole erano quasi brillanti, tanto erano lumino, e all`ombra i riflessi brillanti sparivano, ma il rosso rimaneva, altrettanto bello. Sulla fronte avevo una macchia, bianca, e subito dopo quell`imagine papa mi fecce vedere un`altra, era la mamma, il lupo bianchissimo con una sola macchia nera sulla fronte <will, ti sembrera ancora piu sdolcinato, pero devo dirtelo, sei bellissimo> lo senti sussurare, cavolo, mio padre che mi diceva che mi vuole bene e che sono bellissimo, wow, mi sentivo il cuore uscire dal petto, come se fossi rinato di nuovo. Finalmente dopo tanto tempo mi sentivo il padre vicino, finalmente cavolo, ero felicissimo <non smetter mai di scusarmi William> disse e mi salt adosso buttandomi x terra, ma cosa voleva fare? <beh, ti sembrer stupido o da bambini pero sono felicissimo, mi sento boh non so, come ti sei sentito tu quando hai ricevuto la moto e dir poco, e voglio fare una piccola...zuffa, ci stai?> cosa? Mi chiedeva di rincorrerci come dei cagnolini x gioco? <si Will, proprio quello che voglio> disse e mi lasci respirare, si mise di fronte a me e inizi a ringiare, ma sentivo che era eccitato dall`idea di giocare come quando ero piccolo, non sapevo se ero capace di giocare..da lupo, ma mi lasciai andare, lanciai un ringhio giocoso pure io e mi scontrai con papa. Iniziammo a rottolare, e a darci dei morsi,

che non facevano male ovviamente, ma ci facevano ridere invece, ed eravamo davvero felici, lo sentivo dalle sue risate, e dai suoi occhi che quando incontravano i miei si fondevano. Alla fine dopo un bel po di rottolamenti papa mi sali sopra, vinse lui, ovvio, avevo ancora da imparare, ed ero eccitato all`idea di farlo <ho vinto io, che ne dici di tornare a casa adesso? La mamma sar preocupata> disse e mi lasci alzare <ok andiamo, ehm cosa devo fare?> <calmati, e devi volere di trasformarti> disse e mi concentrai, in pochi secondi senti dei formicolii lungo la spina dorsale e mi ritrovai in piedi, ops nudo ma che cavolo? Ah gia, dimenticavo, quando ci trasformiamo senza prima toglierci i vestiti scoppiano disse calmo Per questo prima ti stavi spogliando nel bosco? Esatto, pero mi porto dietro i vesiti, e prima, in casa tua madre ci ha pensasto, mi ha legato la gamba qualcosa anche x te, tieni disse dandomi dei pantaloncini che infilai subito Grazie papa dissi abbracciandolo, cavolo mi era mancato moltissimo quel contatto cosi che lo strinsi forte e gli sussurai <ti voglio bene> lui mi baci sulla fronte e tornammo a casa, ridendo come dei pazzi, quando entrammo in casa, cerano tutti ad aspettarci (tutti quelli come noi, come me, i licantropi in prattica) insieme alla mamma e Mandy che mi si butt fra le braccia baciandomi piano mentre papa abbracciava la mamma. Le faccie degli altri mi dicevano che non era proprio tutto finito.

QUANDO SCOPRI CHE LA TUA FAMIGLIA NON E QUELLO CHE SEMBRA Dopo la piccola <zuffa> con mio padre tornammo a casa, mi sentivo...boh non so come mi sentivo, ero felice, eccitato, mi sentivo il cuore scoppiare, anche perche, non mi dispiaceva affatto essere un lupo, tranne x il dolore, che per pass poco dopo la trasformazione (pap diceva che assomigliavo un pochino alla mamma visto che lei non aveva sentito niente). Per cera anche qualcosa che non mi quadrava, perche me lo avevano tenuto nascosto? Avrei dovuto farlo pure io? Avrei dovuto nascondermi da tutti? Uffolina Eccoci Will, dobbiamo parlare disse pap e apr la porta di casa. Nel nostro saloto cera tutta la famiglia, piu Embry, Quil e Claire, Seth, e altri ragazzi della riserva, tutti tranne i miei cugini, Mandy e..la mamma? E a quel punto mi tornarono in mente le parole di pap, <dobbiamo parlare> Di che dobbiamo parlare? chiesi mentre salutavo gli altri con un cenno della testa Uh ma finalmente, ok noi non potevamo di certo mancare senti dietro una voce..era lo zio e che cavolo era quel odore nauseabondo? Era troppo dolce, mi faceva male il naso, e istintivamente ringhiai, mostrando i denti e pap mi prese alle spalle St fermo Will, ti spieghiamo tutto, e non staccare la testa ad Edward disse lui sorridendo E dai Jake, un pochino ti piacerebbe, lhai appena pensato disse lo zio mentre si sedeva sul divano, seguito dalla zia Bella, Alice, Carlisle ed Emmett, uhuh lo zio prefferito, che

come sempre mi salut con un calcio nel sedere dopo che pap mi lasc libero, pero aspetta aspetta aspetta, come fa a sapere lo zio cosa pensa pap, e perche puzzano cosi tanto tutti i Cullen? Will quante domande vacci piano, lo so che puzziamo, potrei dire lo stesso di te sai, non hai proprio un buon odore sempre lo zio <ohi ma questo legge nel pensiero?> Ehm si cosa? Si si leggo nel pensiero ok dai Jake vieni al punto prima che Will crolli disse con voce...dolce ok dovevo sedermi, mi girava la testa Tieni cosa? Lo zio era in piedi vicino a me con una sedia Ehm...grazie dissi gentile pero..avevo ancora lintenzione di..mordere e strappare, e quelli che mi tentavano erano i Cullen che cazzo succedeva? Ok Will, capisco che sei un uomo pero piano con le parolacce, devi dire solo quando sei pronto..ti diremmo delle...cosette disse lo zio Ed io non sono capace, perche non parli tu? Sai quello che pensa...sai come prenderlo disse pap ehi ma aveva paura di me x caso? E dai pap parla...inizio ad incazzarmi, sputa, che altro ce da sapere? dissi abbastanza calmo, almeno credo Ok beh, io ehm ok allora inizi papa facendo un bel respiro Ok sai che noi tutti disse indicando tutti i Quileute siamo licantropi ma non siamo le uniche..uhmm creature magiche..della notte chiamaci pure vuoi, ci sono anche... Anche noi lo interrompe lo zio Edward, e loro che cavolo erano? Pipistrelli? Ahah lho gia sentita questa Will, no, ma ci sei andato vicino uffa cavolacci, so che avrebbe dovuto spaventarmi o preocuparmi il fatto che mio zio leggeva nel pensiero, invece era irritante Sisi so pure questo continu E dai potete rendere partecipi pure noi? chiese pap infastidito Scusa, Will sta facendo supposizioni su cosa siamo, e fino adesso arrivato solo ai pipistrelli inizi a ridere di botto, anche pap sorrideva uffa per Ma volete parlare una buona volta? silenzio, tutti muti Ok ok, Will, te lo dico direttamente, come lho scoperto io 20 anni fa, molto diretto, loro sono succhisangue, ehm voglio dire..vampiri gelo, immobile, cosa? Sisi e io sono un miccio e non un appena lupo E cosi William so che dura crerderci pero...il mondo non come tutti pensano, mi spiego, siamo vampiri pero...non beviamo sangue umano, ma solo animale ehm ma cosera la mia famiglia? Anzi, non eravamo proprio neanche una famiglia, il nonno mi diceva che i lupi e i freddi erano nemici, ed eroa rrivano al nome freddi, riccordando della pelle dura e ghiacciata degli zii, quindi tutti erano..ehm..vampiri, tutti e, cosa? Il mostro di Lock Ness, anche lei, oh cavolacci Will, si chiama Renesmee mi ammon lo zio E no, tutto quello che pensi giusto, dovremmo essere nemici a quanto pare Billy non ti ha nascosto niente, per no, Nessie non una vampira, cioe, solo, mezza vampira, e basta chiamarla in quella maniera, non mica colpa sua che Alice le ha messo un sopranome strano il mostro della palude, cioe, Renesmee ehm ehm era una vampira e mezza, forse x quello che mi stava sulle scattole, boh, e cavolo, mi sentivo strano, come prima con papa, da una parte sollevato, da unaltra confuso, perche avevo vissuto x 18 anni in..bugie, la famigliola perfetta invece scopro che i miei sono dei licantropi, e pure io, e poi laltra parte della famiglia, dei vampiri, in

prattica dei nemici, forse avrei scoperto che la prof dinglese quella carina carina fosse unelfo William ma hai una ragazza, come fai a sbavvare dietro alla professoressa dinglese? senti lo zio e poi avvampai Ehila basta stai fuori dalla mia testa, era solo un pensiero, ok perfetto, mi avete detto quello che volevate, adesso..ce qualcosaltro? Uhm si due cosette, come lhai presa? Anche se io lo so, e dobbiamo spiegarti come mai non siamo nemici disse lo zio Beh lho presa, ma che vuoi? fammi almeno pensare a quello che mi avete detto e poi, si dimmi, come mai dellamicizia? Non che io sappia qualcosa di piu sui <nemici> per..sisi ascolto dissi e pap inizi a raccontare una sua storia, in prattica la sua vita, da quando aveva 17 anni, e ha conisciuto la zia Bella, cosa? Una cotta? Dio santo, poi la nascita del mostro, non che mi interessasse ma comunque, conosce la mamma, la loro storia, stupendo, x poco non mi commuovo, la mamma che x non perdere x sempre ha voluto avere un figlio, e guarda caso ne ha avuti due, quella martacchiona di mia sorella che chissa cosa faceva in quel momento, quando la mamma ci ha partoriti, il loro aiuto, lamicizia, le nozze, eh beh si che capivo, beh detto cosi strano, come se accetassi tutto, pero..beh..forse era cosi, questo non avrebbe certo rovinato la mia famiglia, erano sempre gli stessi, anche se diversi, ma non potevo smettere di volere bene a tutti solo perche erano, anzi, eravamo delle creature...magiche, puah che parola Non avevo dubbi che avresti risposto cosi disse lo zio allimprovviso svegliandomi Jake stato piu duro di testa disse ridendo e a quel punto mi tornarono in mente le loro parole, quando papa aveva 17 anni, poi 20 anni fa, ma cavolacci Papa, ma quanti cavolo ne hai di anni? chiesi certo, mi sempre fatto strano che papa era cosi giovane, pero sentire in una frase le parole papa, e 20 anni fa...e lui inizi a ridere Ehm, vuoi davvero saperlo? Beh devo dirtelo, anche questo ha a che fare con la nostra natura, uhm io, vabbe non sono io il vecchio qui, ma di anni, ne ho solo 38 che vuoi? Quando tua madre rimasta incinta ne avevo solo 19, quasi come te, anche se non sembro uno di 38 anni e poi devi sapere...io adesso sono esattamente come 22 anni fa, quando avevo 18 anni <16 anni? Ok sono confuso> Will, non devi essere confuso, devi sapere che quelli come voi, non invecchiano disse lo zio Edward tutto tranquillo, <non..invecchiamo? mai?> Non mai, beh...questo te lo spiegher Jake, noi adesso ce ne andiamo e poi, penso che dovremmo parlare unaltra volta, gli altri stanno arrivando, ah e ricorda Will, nessuna parola di quello che successo, con nessuno disse Edward, minaccioso puah Will, sono serio, gli altri non lo devono venire a sapere, fino a quando... Fino a quando non succeder anche a loro continu papa Anche a loro? Certo, sono tutti figli di licantropi ovvio, quindi nessuna parola nemmeno a Sarah e a Mandy Per papa, a Sarah non posso nasconderglielo e mia sorella, e siamo gemelli, quindi... e a Mandy..ma come faccio? Jake, so che era presto pero...e se limprinting si mettesse di mezzo? Dovrebbe dirglielo disse Leah, limptig..cosa? ma che razza di parola ? Ma se ci penso, il nonno me lo aveva accennato, solo che non mi riccordavo cosa fosse Non penso disse lo zio Edward, se dovesse succedere, aspettate 5 secondi continu e

dalla porta entrarono tutti gli altri, con Mandy in fronte, che quando mi vide mi sorrise, uno di quei sorrisi che mi scioglievano sempre, era stupenda, e quel giorno mi sembrava ancora piu bella, era radiosa, i denti bianchissimi in confronto alla sua pelle scusa mi facevano impazzire, i capelli le cadevano perfettamente sulle spalle, gli occhi le brillavano, quegli occhi in cui mi perdevo sempre, sembrava che in quel momento mi perdevo ancora di piu, e Dio comera vestita, la minigonna in jeans era proprio...mini, le calze erano a rette, e caspiterina che gambe e la magliettina a maniche lunghe che metteva in risalto le forme..cavolo mi dava alla testa, avevo voglia di stringerla fra le braccia, di sentirlafondersi insieme insieme a me, di sentire le sue labbra, insieme alle mie, di...<uffa cavolo William concentrazione, ma come faccio con lei che mi sorride cosi? E che fa? Si avvicina a me...si> Amore disse e mi abbracci, passarono pochi secondi, invece a me sembr che fossero passati anni cavolo, mi abbracci e cavolo comera calda, e aveva un profumo delizioso. Mi staccai x guardarla negli occhi e mi persi, come sempre, fino a quando non senti le sue labbra sulle mie, <si, oh cavolo, mi stanno x cedere le gambe> A quanto pare, fatta mi svegli allimprovviso la voce di Edward, mi girai e cerano tutti i licantropi che guardavano me e Mandy con un sorriso a 32 denti QUANDO LA TUA VITA CAMBIA IN UN BATTER DOCCHIO (Sarah) Era passata una settimanda da quando pap ha fatto la pace con William, non che avessi mai capito quello che aveva, ero felicissima x mio fratello, finalmente non soffriva pi pero, pap ha iniziato a comportarsi strano con me, non come con Will ma strano, cosi come anche la mamma, mi guardava...come se aspettasse qualcosa e poi pure Will, quando non era impegnato con Mandy (e Dio ma quanto stavano appiccicati) mi guardava, non so come, nel suo sguardo si notava paura, un pizzico di felicit anche, conforto, boh non capivo niente, e come se non bastasse pure Seth era piu...freddo. e distante, riffiutava di parlare di certi argomenti, come la scuola, o littigi, le cose che mi faceva arrabbiare o star male, e non capivo perche, non potevo piu sfogarmi nemmeno con lui, cosi come quel giorno, eravamo appena usciti dalla scuola, ed eravamo andati alla spiaggia, al nostro posticino nascosto dove potevamo stare in pace Allora amore, come andata oggi? sempre la solita domanda, ma perche la faceva se poi non mi lasciava finire, ma quel giorno, x fortuna era andato tutto bene Mah, bene dai, come al solito, come dovrebbe andare? Mi sono annoiata in classe, quella di fisica mi ha chiamata alla lavagna e ho fatto scena muta visto che ero con la testa fra le nuvole, e poi niente..come dovrebbe andare? A te? ma che cavolo mi ero cosi arrabbiata? lui mi guard preoccupato Amore calmati mi disse dolce stringendomi al petto, un po troppo forte Seth, non...riesco a...respirare Ops scusami piccola, non volevo mi dispiace Ehm Seth, calmati era piu strano di me Amore, posso farti una domanda? gli chiesi Certo piccola dimmi pure ok, doveva parlare Cosa ho fatto?

In che senso cosa hai fatto? sembrava confuso Nel senso che...mi trattate diversamente, adesso tutti trattano bene Will e sono freddi con me, tutti chiacchierate con Will mentre lasciate me in disparte, e sembra che nemmeno tu mi vuoi bene come prima dissi stringendolo io a me Sarah, piccola, ma io non ti ho mai voluto bene, perche dir poco, io ti amo, e non smetter mai di farlo, anche perche non mi sarebbe possibile disse abbracciandomi a sua volta, era cosi carino, pero la sua voce era tesa Seth, non mi hai ancora risposto alla domanda dissi e lo sent sospirare Sarah, non ce niente, ma come ti salta in mente che ti trattano diversamente? Ma chi ti tratta diversamente? non dirmi che sei gelosa di tuo fratello mi disse ridendo, e fecce ridere anche me, anche se quella costatazione era un pochino irritante Non sono gelosa, e solo che non capisco perche siete tutti cosi freddi con me, che vi ho fatto io? Amore, tu non hai fatto niente, e non siamo freddi, forse i tuoi zii ma io no, guarda come sono bollente disse e mi mise una mano sulla guancia, in effetti scottava Amore, come mai sei sempre cosi caldo? Uhm...io...ecco..non ho idea, dai amore, adesso andiamo a casa disse alzandossi, mentre mi prendeva x mano Seth, non voglio tornare a casa, ti prego, mi fa male vedere i miei genitori cosi indifferenti dissi ed era vero Sarah, riccorda che ci passato anche Will, aspetta un po e vedrai cosa succede cosa? Ma allora lui sapeva qualcosa, e non voleva dirmelo Seth, parla, cos che verd? Che succeder? Parla diamine urlai e senti uno strano calore sulla colona vertebrale Oh cazzo lo sent dire mentre spaventato prese il cellulare e chiam qualcuno Si si sono io, Will Will? E che centrava mio fratello Trasformati e vieni subito qui...si esatto...non posso farcela da solo, vieni qui...ti prego...sei lunico che pu...ok pero fai veloce dissi e riattac, perche doveva venire mio fratello? Cosa non poteva fare da solo? Seth, perche hai chiamato Will? Perche, deve essere qui, e...e quello che mi venuto in mente di fare come prima cosa Seth, ti prego, non ce la faccio piu, sento che sto x scoppiare e avere una crisi di nervi, perche non mi vuoi stare vicino? chiesi mentre iniziavo a tremare e il calore sulla colonna vertebrale aumentava Perche non vorresti fargli del male vero? senti la voce di William vicino a me, dopo neanche un minuto dalla chiamata, e a quel punto mi incavolai moltissimo, mi usci uno strano ringhio dalla bocca e mi ritrovai con la faccia a terra, e davanti a me un lupo immenso, nero, con una macchia bianca sulla fronte e un lupo color sabbia, ma che diavolo stava succedendo? avevo paura, ero da sola, davanti a due lupi, e perche non potevo alzare la testa? Perche vedevo solo lerba per terra? E perche mi sentivo calda, grossa, avevo una prospettiva diversa dellambiente, e dovera Seth? E Will? <sarah, noi siamo qui> disse Will ma chi..dovera? non lo vedevo <sono davanti a te, guardami negli occhi> mi disse e cosa..dove davanti a me? Di fronte avevo solo quel gigantesco mostro nero che mi guarava <ma allora non sei proprio cosi secchiona come penso io, guardami negli occhi Sarah, e grazie x avermi datto del mostro, come ti senti?> cosa? No ma..comera possibile? Mio fratello era...un..un..ma che cosera? E Seth, guardai laltro lupo e nei suoi occhi vedevo

tutto quello che vedevo sempre, amore, ed erano gli stesso occhi, marroni, come la terra, e mi ero persa unaltra volta, ma..sentivo qualcosa da mio fratello, allimprovviso vidi migliaia di immagini, altri lupi, lui che parlava con uno rossiccio, che dai suoi pensieri riconobbi come pap, oddio la mamma, lui esattamente una settimana fa, la zuffa con papa, gli zii, il loro racconto, sapevo tutto, il mottivo per cui si comportavano cosi, riccordai le storie del nonno sui lupi, che io avevo sempre preso x cavolate, dio quanto me ne pentivo, e poi tutto fini con limmagine di unaltro lupo, grande quanto William (difficile credere che era un lupo) il pelo rossiccio simile a quello di..di..papa, ma con le zampe di un colore piu vicino allarancione, e con in mezzo alla fronte una macchia nera con i bordi bianchi, < bellissimo> pensai <e bellissima, anzi, sei bellissima, quel lupo sei tu piccola> mi senti dire da Seth ...co..cosa? io? Ma...e il dolore di cui mi parlava Will prima? Pero come facevo a sentirlo? Ancora non mi era chiaro <sarah, non hai sentito dolore perche sei come la mamma, lei quando si trasformata non se ne accorta, come te adesso, mi senti perche da lupi ci sentiamo i pensieri, hai quel colore perche..beh sei figlia di papa e la macchia sulla fronte ce lho anche io e anche la mamma> mi spieg William tranquillo, e mi sembrava pure contento <ovvio che sono contento sorellina, non devo piu comportarmi con te da imbecille, tutto torner come prima, lultima cosa che ti dico prima di lasciarti da sola con Seth e...shhh nessuna parola con nessuno di questo, e so che far male ma dovrai comportarti con gli altri come lo abbiamo fatto noi con te capito? Almeno tu non devi nasconderlo a colui che ami> lo senti dire e poi spari, ritorn umano e cavolo Will era da un po che non lo vedevo nudo, si infilava i pantaloni ma perche si era spogliato? Uhm amore..pure tu sei nuda senti Seth e mi immobilizzai Come scusa? Quando ci trasformiamo, se prima non ci togliamo i vestiti esplodono disse Seth e senti un qualche piccolo compiacimento nella sua voce Certo amore, come altro se no? Ok bene mi calmo e solo che beh...mi difficile starti lontano disse e capi cosa intendeva, non mi ero mai sentita pronta x andare oltre, una semplice notte a casa sua, ma stranamente, dopo quello che era appena successo avevo un tremendo bisogno di lui, lo desideravo con tutta me stessa, e lui condivideva i miei pensieri, sapeva quello che pensavo, e non cera nemmeno imbarazzo, e lui era al settimo cielo. Mi salt adosso buttandomi a terra, ma non voleva aspettarmi per avere qualcosa con mani e gambe? Scusami e che sono talmente felice che...che...non so...> <seth, come devo fare x ritornare normale?> <pensa al farlo, calmati, e con la forza di volont ci riuscirai> disse e lui era gia x terra, nudo, una favola, il suo petto scolpito, i muscoli, i...ok dovevo concentrarmi, io volevo..perfetto ok, non mi ero nemmeno accorta di essermi trasformata fino a quando le braccia di Seth mi abbracciarono da dietro, e inizi a baciarmi il collo, quando ragiunse le labbra e mi fecce girare, mettemo fine ad ogni discorso BEH IN FONDO MI VA BENE, NON POSSO LAMENTARMI, LA MIA VITA E SEMPRE UGUALE, ANCHE SE HO 4 ZAMPE (Sarah)

Dopo aver scoperto, quello che era in realt, e il perche della cosidetta indifferenza dei miei genitori, il mio pomeriggio pass, benissimo, finalmente ero pronta, finalmente sentivo lo stesso bisogo che sentiva Seth sempre nel avermi vicina, finalmente gli dai tutto quello di cui lo avevo tenuto lontano, finalmente gli dimostrai quando lo amavo, finalmente fecci lamore con lui. Li, su quella spiaggia, al limite con la foresta, al confine dove la sabbia fina baciava lerba che impregnava sempre la pelle di Seth col suo odore, io e lui, da soli, prima sulla sabbia e poi sullerba, nudi, i nostri corpi che si cercavano a vicenda, che si fondevano insieme, che brucciavano, ma di piacere. Era stata la giornata piu bella della mia vita, avevo scoperto di essere un lupo, che era uno degli animali che da piccola mi avevano insegnato ad amare (e capivo il perche) il mio rapporto con Seth era arrivato alle stelle, finalmente sapevo di poter tornare a casa e abbracciare papa con lo stesso amore di sempre, baciare la mamma, e coccolare quel furbacchione di mio fratello. Amore, a cosa stai pensando? senti allimprovviso la voce dolce e suove di Seth che mi svegli dai sogni ad occhi aperti A tutto ma soprattutto a oggi...e a noi dissi guardandolo dritto negli occhi, con la testa sul suo petto, eravamo ancora nudi, piu nel bosco che sulla spiaggia, e notai che era buio, pero vedevo benissimo, Seth al sentire le mie parole mi abbracci forte, baciandomi sulla fronte Gia, a oggi sto pensando pure io, Sarah, sei sicura che non lhai fatto solo x compiacere me? ma che stava blaterando? Ok Seth Clearwater, fammi incavolare e te ne pentirai, come puoi pensare una simile cavolata? Sai che non faccio mai qualcosa che non mi va, nemmeno x fare contento te, quindi chiudi il becco se no te lo chiudo io dissi facendo un sorrisetto malizioso Scusa amore, non volevo offenderti, pero dovevo saperlo, ahah pero tu non ci riusciresti mai a farmi chiudere il becco, non ci riesce nemmeno Jake o Sam disse ridendo, uffa ma quanto era duro di testa? Perche loro non faranno mai quello che ti farei io dissi sbuffando, <eddai Seth sveglia i neuroni e mettigli in moto> Cosa faresti tu scusa? uffa, non risposi e lo baciai, non disse niente, perfetto, becco chiuso. Mi abbracci e per un po persi ancora la cognizione del tempo, quando ritornai in me e apri gli occhi era proprio buio pesto Ecco come ti ho chiuso il becco dissi ridendo a Seth Per amore, penso che dovremmo ritornare, gli altri saranno preocupati dissi mentre mi metevo seduta Se fossero preocupati Jake sarebbe gia venuto qui a staccarmi la testa vedendoci cosi disse ridendo Sai che non lo permetterei mai dissi baciandolo Pero adesso come torniamo a casa? Non voglio farmi vedere nuda dissi facendo una smorfia Amore, devi abituarti, chiedilo alle ragazze, la nudit nel branco.. inevitabile, ti arrabbi, esplodi, e addio vestiti, per questo dobbiamo legargli alla caviglia ma comunque ti devi spogliare quindi... disse alzando le spalle, oh mamma, gli unici uomini a vedermi nudi erano lui, papa e Will, papa da piccola e Will..beh con lui era cosi, non cera imbarazzo tra di noi nemmeno x quello e adesso Pero.. continu Seth Tieni qui mettiti i miei jeans mi disse ridendo Beh a dire la verit..mi servirebbe una maglietta risposi anche io con un sorriso, costatando che ero ancora nuda

Ma sei bellissima cosi e mi accarezz la schiena nuda, ero come un pepperone Sisi bene bene come dici tu pero non posso tornare a casa cosi mi lamentai Lo so amore, e sono gia pronto, tieni mi disse dandomi anche una sua maglia, larghissima ma carina Cosa vuol, dire eri gia pronto? Beh, sapevo che sarebbe successo da un momento allaltro quindi, cavolo e da una settimana da quanto si trasformato Will che mi porto dietro anche vestiti x te disse un po vergognato abbassando la testa, io gli indossai subito, ero un po ridicola con quei jeans che dovevo tenere su, cosi che mi prest la sua cintura Ti ho mai detto che ti amo? Si, circa 1000 volte nellultimo pomeriggio Scemo, dai andiamo dissi prendendolo x mano, ma lui la mise attorno al suo collo, si abbass mi prese la gamba e mi fecce salire sulle sue spalle Ahah ma che fai? Ti do un passaggio a casa, sarai stanca mi disse dolce, in effetti lo ero. Gli risposi con un bacio sulla testa, rise e inizi a correre, avevo paura di sbattere contro qualcosa ma anche io riuscivo a schivare gli alberi, sarei anche riuscita a farlo se lui avrebbe voluto sbatterci di proposito. Durante il viaggio, se cosi si puo chiamare visto che durato 5 minuti parlammo di come avrebbe preso papa, e la mamma la notizia, cioe quello che avevamo fatto, io dicevo che papa sarebbe stato tranquillo e la mamma si sarebbe incavolata, lui diceva che papa gli avrebbe staccato la testa mentre la mamma, non sapeva cosa dire di lei, e mi raccont una piccola storiella, spiegandomi cosa voleva dire <imprinting> parola che avevo spesso sentito, e che lui lha avuto con me alla nascita, che si e baccato un cazzoto nello stomacco da papa mentre la mamma lha fatta contenta con una cosa tipo <non le far mai del male> rifferito a me Eccoci amore disse Seth sospirando mentre entravamo in casa, cerano tutti, come quella volta con Will, tutti tranne i cugini ovviamente, e ehi, non cera nemmeno Will Ciao dissi io con un piccolissimo sorriso Far finta di non aver sentito niente disse lo zio Edward appena ci vide, eh gia, il suo dono con cui legge nel pensiero, uffa pero un po di privacy no? Lui rispose con un sorrio Cosa? chiese papa curioso Mah no niente, tua figlia sta sparando parolacce dopo parolacce disse e poi mi fecce locchiolino Ma qualli parolacce non riuscite a mentire neanche ad un cane, senza offesa ragazzi disse lo zio Emmett..e che cavolo faceva? anusava laria? Grrr cavolacci, papa mi inchiod con lo sguardo, e poi fulmin Seth quasi volesse sbranarlo Proprio cosi piccola, Seth, meglio se inizi a correre entro 5 secondi disse lo zio Edward e vidi papa tremare mentre si alzava dal divano, aveva ragione Seth, papa era incavolato Seth, che hai fatto? ringh Ehm io ecco, beh..noi... balbettava come un gallo Jake calmati, non le ha fatto niente, niente di quello che lei non voleva senti lo zio, uffolina, ero ancora piu rossa, ma perche parlava in quel modo cavolo, papa mi fulmin Papa, vuoi dirmi x favore cosa mi avrebbe fatto? le chiesi gentile, con uno sguardo innocente Sarah, dirmi che non avete fatto quello che penso io disse papa Beh io...ok senti papa mi dispiace pero fra un po avr 18 anni, ormai sono una donna, e

ho certi..bisogni dissi sicura di me, fregamdomene che gli altri mi guardavano Jake, lasciala stare disse le mamma abbracciandolo da dietro, mentre gli stampava un bacio sul collo Jacob, calmati, sai che non succeder ancora disse lo zio Edward, non puoi essere sicuro disse papa Jacob, riccorda quando successo Alex era lupa, quindi possibile farlo anche dopo, non deve farlo pure lei eh? Di che stavano parlando? Ti racconter Alex di cosa stiamo parlando mi disse lo zio Comunque Jacob calmati, sii contento x tua figlia e lascia stare la testa di Seth disse lui ridendo e Seth si nascose dietro di me Seth ma sei sempre il solito moccioso, ti nascondi dietro le donne quando voglio staccarti la testa disse papa ridendo e non capi Ha fatto cosi anche con Alex quando Jake ha sscoperto il suo imprinting disse lo zio Emmett e iniziammo tutti a ridere mentre io lo abbracciai e poi baciai papa, e abbracciai pure lui, mi strittol e mi fecce alzare da terra, con un bacio sulla fronte, mentre la mamma mi baci piano sulla guancia Scusa Seth, non voglio vendicarmi, ma che.. diventata tradizione disse papa e mi girai, x vedere che tir un pungo a Seth, nello stomacco, come era gia successo Ahi, uffa Jake tradizione tradizione pero fa male, che ne dici se la prossima volta rispetti la tradizione piu piano? disse mentre si massaggiava lo stomacco, io guardai male papa e andai da lui Ehi ma che succede qui? Ohi ma quando siete tornati voi? Senti anche mio fratello, e mi fiondai tra le sue braccia facendolo cadere a terra, scusandomi con Mandy, che era insieme a lui, mentre ridevo come una scema e riempivo il mio fratellone (piu grande di pochi minuti) di baci Pure io ti voglio bene cucciola disse baciandomi sulla fronte e sul collo, il mio fratellone, quanto lo volevo bene, e cucciola, ahah mi stava benissimo Ragazzi, pero dovremmo andare, tutti, anche voi due disse allimprovviso Sam rifferendossi a me e Will Dove? chiese Will Dobbiamo...abbiamo qualcosa da fare...e vedere quindi andiamo disse serio uffa, capobranco, pero era sempre gentilissimo, Will sospir, sengo che aveva capito e accett, andando a salutare prima Mandy, che era gia triste x la sua partenza, di pochissimo ovviamente Ok andiamo dissi io e ci fiondammo tutti fuori. Iniziammo a correre verso il centro della foresta, e arrivati li, mi chiesero di trasformarmi, spiegando meglio come potevo farlo, quando ero a 4 zampe, vidi trasformarsi pure loro, e notai la svariata gama di colori del loro pello, e i pensieri su di me, che ero bellissima, e papa era orgoglioso, e sprizzava gioia da tutti i pori perche avevo il mio pelo era identico al suo. Lui e la mamma si avvicinarono a me, la mamma struscic il muso contro il mio, e papa...papa mi lecc il muso facendomi ridere. Restammo li x un bel po, cosi mi raccontarono di piu sulle leggende, e quello che succedeva li. <ok direi che possiamo anche tornare a casa> disse papa <andate voi, io voglio restare qui con Sarah< senti Will <ovvio se vuoi sorellina, se no..puoi anche andare con Seth, staremmo insieme unaltra volta> disse pero senti che ci stava un po male

<no, mi dispiace per Seth, pero questa sera da te non mi schiode nessuno> dissi e andai da mio fratello, scontrando il muso con il suo. Seth mi salut con una leccata sulla faccia e se ne and insieme agli altri. William inizi a parlare, e sfior tasti anche duri e tristi, per poi passando a me, che raccontavo sempre piu piano, e alla fine ci addormentammo insieme, attaccati, ma a 4 zampe. PERFETTO, FAMIGLIA COMPLETTA, E UN COMPLEANNO PIENO DI SORPRESE(Will) Era passato un mese dalla trasformazione di mia sorella, e col passare dei giorni e delle settimane, pochissime, si trasformarono anche tutti gli altri, nello stesso ordine in cui siamo nati, per un po ci fu abbastanza casino in famiglia, i ragazzi si erano arrabbiati e ribellati con i genitori perche avevano tenuto nascosto il segreto, ma alla fine si calmarono, quello piu difficile era x me, Mandy era un po triste visto che glielo avevo tenuto nascosto, mi aveva detto che avrei potuto dirglielo, che non lavrebbe raccontato a nessuno, avrei voluto farlo, e lei lo sapeva, ma le dissi che era un ordine, perche in effetti avevo batibecchiatto un bel po con Sam e papa su quellargomento. Alla fine decise che non le importava, che eravamo insieme, quindi...facemmo la pace, cosi come con Mark, che finalmente ci lasci in pace Will, Will e dai dormiglione alzati senti mia sorella tuffarsi sul letto come faceva sempre, quindi Mandy non cera Non sto domendo piccola, sto riflettendo, dimmi che c? Sai che giorno oggi? ancora? Ehm dovrebbe essere il primo novembre vero? Si scemo e allora..dai Will ma coshai in quella testa? disse saltellando sul letto Beh quello che ho io in testa...lascia stare...che hai perche stai saltellando come una capretta? Ehi caprone sei tu, comunque idiota e NOVEMBREEE il primooooo e il 15 e il nostro compleanno scemotto ops cavolo, avevo persino dimenticato del giorno del mio anzi nostro compleanno -.- che cog*ione Cavolo Sarah, vero, siiiiii finalmente 18 anni dissi entusiasta saltando sul letto Ahah sapevo che avresti reagito cosi disse ridendo Sai..dobbiamo preparare la festa, ho parlato con papa e ha detto che anche la mamma daccordo e ci lasciano fare tutto da soli x la festa, e non commenteranno niente disse tutta contenta, si vedeva che era felicissima Quindi, facciamo cosi, io mi occupo degli invitati, e del cibo, tu invece della musica, di altri invitati, e dellaredamento ci occupiamo entrambi, Seth aiuta me e Mandy te, ah e riccorda che devi farmi il regalo ovvio u.u Macch regalo? Non ti basto io sorellina? dissi facendole locchiolino Si amore certo tu mi basti, pero non mi basti abbastanza..capito il concetto? Ma quellabbastanza non lo riempie Seth? Sisi anche lui pero io questanno voglio andare in Messico e tu mi paghi il biglietto come regalo di compleanno disse Ehm sorellina...riccordi che i nonni hanno casa li? Questo regalo te lo fanno loro, io

invece...sorellina qualcosaltro di piu economico non vuoi? dissi passando x pignolo, le avrei pagato il viaggio anche fino in capo al mondo...pero...avevo in mente unaltro regalo x lei, qualcosa di speciale, che non si aspettava nemmeno Uffa William disse imbronciata, era adorabile quando faceva il labbruccio, sorrisi Sorellina, hai fiduccia in me, ti far un regalo, qualcosa che non ti aspetti nemmeno, lo vedrai quanso scenderemmo alla festa, abbi solo fiduccia e attenta che non mi convincerai a dirtelo Cosa cosa cosa?? Ahahah non te lo dico, dai adesso mettiamoci daccordo per come fare i preparativi disse e lei prese dalla tasca dei jeans una penna e unagendina, allora era venuta con quello scopo da me. Iniziammo a dire quello che avremmo dovuto fare, e ci eravamo messi daccordo, era come aveva detto prima, io musica e altri ospiti, e lei le compere e altri ospiti, e Seth e Mandy ci avrebbero aiutati a mettere a posto, poi pero scopri che la festa la facevamo anche x gli altri, quindi da quellgiorno iniziammo ad occuparci sempre di qualcosa, primo giorno io cercai la musica, ricevevo consigli da tutti, alla fine scelsi solo quello che piaceva a noi, i festeggiati, piu qualcosa che lo zio aveva imposto, avrebbe suonato il piano, visto che voleva rispettare la tradizione messicana, lo volevano pure i nonni vabbe, pero la rispettavano con 3 anni di ritardo. In messico ce il valzer dei 15 anni, invece noi lavremmo fatto a 18, il valzer, mah, la zia Alice e lo zio mi stavano sempre appicicati x insegnarmi come si fa, dicevano che dovevamo farlo, insieme, io e Sarah, per poi lasciare spazio agli altri e prendere i nostri partner, puah, mi sembrava una cavolata ma quando Alice si metteva qualcosa in testa non lo fermava nessuno. I giorni successivi passarono in un lampo, tra spese e altre robe x la festa di cui si occupava mia sorella, io dovevo prepararle il regalo, cosi che presi il cellulare in mano e chiamai qualcuno Pronto senti dallaltra parte della cornetta, la voce dolce di Jessica, la nostra migliore amica che si era trasferita in Messico, per quello mia sorella voleva andare li, e che per a insaputa di mia sorella e tornata a Forks, insieme ai nonni (i genitori della mamma) per il suo compleanno, durante quella settimana era rimasta a casa di colui che...consideravo un nonno, Charlie, il papa di zia Bella, un uomo sulla sessantina, che faceva ancora lo sceriffo a Forks, era un uomo abbastanza simpatico anche se un po timido a volte Allora regalo sei pronto? chiesi sorridendo Siii non vedo lora di vedervi, uffa pero sono qui da una settimana e non ho visto Sarah, ok lei ho capito, sono il suo regalo di compleanno pero non ho visto nemmeno te che mi hai fatto venire qui e questo davvero non lo capisco disse imbronciata, me la immaginavo gia col broncio e sorrisi, era carinissima, da piccolo avevo avuto una cotta x lei pero adesso come potevo dirle che mi era gia abbastanza difficile tenere il pensiero lontano da mia sorella da lupi? Se lavessi anche vista non avrei potuto non pensarla Beh perche...sei anche il mio regalo di compleanno dissi Quindi mi vedrai domani, riccorda, devi venire prima delle 7 perche alle 7 io e Mandy arriveremmo ufficialmente alla festa anche siamo sempre in casa ma detagli apparte, ci siamo? Si che ci siamo, non vedo lora di vedervi...entrambi disse accettuando lultima parola Ok a domani allora, buonanotte dissi e riattacai, mi buttai sul letto, e anche se era presto, mi addormentai. William Ephraim Black alzati subito da quel letto senti lurlo di mia sorella e saltai come se mi avesse punto con uno spillo il sedere

Ma che vuoi sei pazza? Vuoi farmi venire un infarno nel giorno del mio compleanno? Che razza di sorella gemella sei? dissi ridendo tirandola sul letto visto che era ancora in pigiama Eddai Will lasciami, dobbiamo vestirci, prepararci, fare la doccia... lunga Sorellina..mica ci sposiamo, solo una festa di compleanno, e che mi devo vestire? Mi metto i jeans, una maglietta e sono pronto dissi stiracchiandomi e bloccandola tra le mie braccia, mi abbracci pure lei, e come sempre se uno straniero fosse entrato in casa avrebbe pensato chiss cosa Cosa? Will sei pazzo, riccordi? Il valzer, non puoi mica presentari in jeans e maglietta, e io so gia con cosa ti vesti, jeans neri, camiccia bianca e cravatta disse sorridendo No uffa, oddio le camiccie, e perche la cravatta? Vuoi strangolarmi x caso? No pensavo volessi impicarti tu cosi ti do una mano, eddai Will, fai come dico io almeno una volta disse e mi sali sopra Alzati, fatti la doccia, vestiti, e poi vieni nella mia stanza disse stampandomi un bacio sulla fronte per poi uscire velocemente dalla stanza, e io fecci come disse lei. Dopo la doccia, tornai in camera e sul letto trovai dei vestiti, erano quelli che aveva detto lei, furbacchiona, pero vabb, gli indossai, uhuh ma non mi stavano male e il miei capelli ricci mi stavano decisamente bene, pure i jeans, la camiccia la lasciai un po aperta e mi si vedevano un po i muscoli...che mi piacevano...oh si che mi piacevano, ok ero vanitoso, papa <in segreto> mi diceva sempre di aver preso da lui e ridevamo sempre. Impiegai un bel po a mettermi a posto, e poi andai da mia sorella, la trovai ancora nuda, vabbe, aveva adosso solo lintimo Ehi ma x questo non dovevi chiamare Seth? le dissi entrando, non cera vergogna tra di noi, neanche se lavessi vista complettamente nuda, vabbe la vedevo quasi sempre, e sempre x sbaglio, ma a volte veniva dalla sua stanza alla mia cosi, bagnata appena fuori dalla doccia Scemo che..non voglio che Seth mi veda prima di scendere le scale cosi come Mandy non vedr te mi disse, eggi sembrava un matrimonio non una semplice festa di compleanno E che devo fare io? chiesi sbuffando Beh tesoro prima del tutto sei uno sballo cosi dissi facendomi locchiolino secondo...mi serve una mano con la cerniera del vestito disse e indoss un vestito lungo, color azzuro-bianco, andai vicino a lei e le chiusi la cerniera, dandole un bacino sulla guancia Sei stupenda piccola le dissi abbracciandola Ehi, pero...che scemo, me ne ero dimenticato, auguri cucciola, buon diciottesimo compleanno dissi ridacchiando Ahah, buon compleanno pure a te fratellone disse e mi stamp un bacio sulla guancia Adesso dobbiamo stare chiusi qui x un bel po, la mamma ha detto cosi disse alzando le spalle Uffa vabb dissi facendola sedere sulle mie gambe e iniziammo a parlare, mi chiese del perche non fossi andato oltre insieme a Mandy, e...boh non sapevo cosa dirle, non ci avevamo piu parlato, mi raccont un po troppo x filo e x segno di lei e Seth, che voelva avere anche la migliore amica alla festa (ma ce laveva e non lo sapeva) e poi cavolo avevamo finito gli argomenti, finalmente sentimmo bussare alla porta e la porta si apri, entrarono papa e la mamma, e sorrisero nel vederci cosi, anche con i vestiti buoni ci eravamo stesi sul letto Dai ragazzi, ora dissero e poi ci abbracciarono, insieme, era da tanto che non

facevamo piu un abbraccio di gruppo, ci baciarono sulla fronte e andarono giu, sicuramente ad avvisare gli altri. Io e Sarah ci guardammo, ci baciammo ognuno sulla fronte, io fecci un bel respiro e uscimmo dalla stanza. Iniziammo a scendere le scale, cavolo, sembrava che ero suo padre e la stavo portando allaltare, ma vabbe, tutti che erano li ci stavano aspettando, noi due, i gemelli Black, gli altri festeggiati erano gia li tutti sorridenti. Guardai negli occhi tutti i presenti, sorridente pure io, fino a quando non incontrai il SUO sguardo e mi si impast la lingua, mi senti morire e rinascere nello stesso tempo con LEI, la mia essenza vitale.

NO...NO E ANCORA NO, SE PRIMA MI PIACEVA ADESSO MALEDICO LA MIA NATURA DEL CAVOLO, E CHE COMPLEANNO MI MERDA Ero ancora imbambolato sulle scalle, mia sorella mi strattonava e non riuscivo a ritornare in me, ero ancora ipnotizzato dai SUOI occhi quei occhi color...color...unico, se non unico rarissimo, che in quel momento brucciavano e si fondevano insieme ai miei, quel sguardo caldo mi faceva sciogliere e vibrare dalla testa ai piedi, conoscevo quella sensazione, lavevo sentito nei pensieri di papa, in quelli di Seth e mia sorella, in quelli degli zii, sapevo benissimo cosa mi stava succedendo, solo che non ero capace di ragionare, ero incantato dai suoi occhi, dalla sua pelle chiara, dalle sue labbra, dei suoi capelli, dio quanto avrei voluto toccarli, ma mi sembrava cosi lontana, e cavolo comera vestita, una mini-mini gonna, una maglietta scolata <ma...ma che mi fai? E perche sorridi? No ma non fare cosi, che sorriso, ma mi vuoi morto? Io no, voglio godere vedendoti ancora un po, ma che dico? Ancora x molto, voglio stare con te sempre, voglio potermi avvicinare, ma non ci riesco> e il suo odore, era dolcissimo, sapeva di fiori, di rose, cosi comerano le sue guancie. Pensavo di non svegliarmi mai piu invece fiu svegliato prendendomi un colpo, sentivo tutti gli <adulti> ringhiare, battei gli occhi, scrolai la testa, e mi fiodai su Mandy, portandola fuori dalla casa sotto gli sguardi arrabbiati e preocupati degli altri, non la lasciai nemmeno il tempo di chiedermi cosa succedeva che la baciai, la baciai con voglia, con desiderio, con passione, forse con violenza, sapevo che era troppo, le stavo letteralmente violentando le labbra, ma avevo un desiderio matto di placare quel disaggio che sentivo, e lei mi lasciava fare, mi accompagnava pure, e sentivo le sue mani brucciare sul mio collo, brucciavano troppo, cosi come i miei occhi chiusi mentre pensavo a lei, cosi che gli apri e incrocciai il suo sguardo, era triste <no piccola ma perche sei triste? Cosi inizio a piangere no ti prego> cavolo avrei rovinato il compleanno a mia sorella col mio comportamento del cavolo, le avrei rovinato tutto, nemmeno il regalo di compleanno lavrebbe resa felice, perche essendo triste e condividendo tutto con me non avrebbe potuto goderselo Ti amo Mandy, cosi, maledizione dissi stringendola a me facendoci cadere x terra William, che succede? mi chiese triste, <no piccola? Te ne sei accorta? Tranquilla cucciola, non ti lascer mai, mai> pensai stringendola piu forte Mi dispiace Mandy, mi dispiace tanto dissi singhiozzando Ma stai tranquilla, non ti lascer mai, mai perche io ti amo, e continuer a farlo ringhiai mentre con una mano

strngevo lei e con una facevo un bucco x terra Will ascoltami disse prendendomi il viso tra le mani <ma perche provi a consolarmi? Perche perche? Non giusto, dovrei essere io a farlo anche se in questo momento sto rovinando la vita di tutti No no Mandy ti prego, non dire niente, anzi dimmelo, dimmi che mi ami, e dimmi che non ce nessuno intorno a rompere dissi affondando la faccia nei suoi capelli William, non ce nessuno, non ci hanno fatto molto caso a noi due e sono entrati in casa, e poi....io ti amo Will, non devo dirtelo, pensavo lo sapessi gia, ti amo piu di ogni altra cosa pero...non stato, e non sar, la vita lha voluto cosi, e non possiamo farci niente mi disse e le cadde una lacrima No no no NO tu NON devi piagere non DEVI farlo, non x me, che adesso sto rovinando te, mia sorella e me stesso, e non devi consolarmi urlai Quello che dovrebbe farlo con TE sono IO ma so che ti farei ancora piu male, e non so cosa dire, odio questa vita la odio e io non ti lascier mai per colpa di quel maledetissimo imprinting, NO ringhiai e atterrai a 4 zampe senza volerlo, perche ero troppo arrabbiato, e addio vestiti nuovi, dovevo sfogarmi pure in quella forma, cosi che andai vicino ad un albero, e con un colpo lo spaccai, poi lo presi in bocca, volevo strappare, e auch, sangue, merda mi ero fatto male, ma quello, sanguinare x colpa delle scheggie nelle gengive non era niente in confronto a quello che avevo nel cuore, piu che schegie erano pugnali, 1000 coltelli conficati nel mio cuore nello stesso tempo, con la stessa forza, che si faceva via via piu intensa, e pensando a questo non potei non ululare, mi lasciai andare e mi sfogai del tutto, e gli altri iniziavano a uscire di casa, guardai mia sorella, cavolo ci stava male, sorrideva pero aveva gli occhi rossi, come sempre piangeva insieme a me, si stava avvicinando a me, <si per prendermi a calci > invece si accucci davanti a me e le diedi dei colpetti col muso, come x scusarmi, le macchiai il vestito di sangue, cazzo ma perche dovevo fare tutto male? Perche? Perche la mia vita era cosi ingiusta? Jessica, ti voglio bene, per...se dopo questo non mi vorrai piu come amica ti capir la senti e poi inizi a tremare, mandando in mille pezzi quei delizioso vestito <perche lhai fatto? non ti basta soffrire insieme a me sempre? Perche vuoi comdividere il mio dolore anche adesso? E la tua festa di compleanno sorellina, e non voglio rovinartela, torna indietro e io me ne vado, sto lontano x un po> dissi e le dai le spalle, ma la senti ringhiare, mi girai e non cera piu, mi girai di nuovo x andare via e me la trovai davanti con i denti scoperti, e la SUA immagine che occupava la sua mente <william, anche la mia festa e tu non te ne vai da nessuna parte, ti terr qui a costo di azzanarti il culo> mi disse ancora ringhiando, con sempre la stessa immagine in mente <sarah ti prego smettila, basta> ringhiai pure io, cavolo, era come urlare contro a mia sorella, non lavevo mai fatto <will non puoi farci niente> senti la voce dolcissima di Mandy, si era trasformata pure lei mentre sentivo gli altri che ci guardavano, non volevo girarmi, non volevo incrocciare il suo sguardo, ma perche cavolo Mandy continuava a consollarmi? <basta basta amore ti prego non ce la faccio piu> <will ma cosi, non puoi cambiare la tua natura, non puoi rinunciare, e non puoi rinegarla> disse e voleva nascondermi i pensieri ma non ci riusci del tutto, aveva pensato qualcosa del tipo non dovrei piu essere il tuo amore <cosa? Mandy, tu non puoi lasciarmi> dissi e andai vicino a lei <william, io non lo far, invece tu si>

<no no no, io non ti lascer perche io lei non la amo, non la voglio, non lho mai voluto e non la vorr mai, io voglio solo te, per sempre> dissi mordendo ancora una volta il troco dellalbero, e ancora una volta sangue x terra, ma perche non imparo mai a non ripete le stesse cose? Ah si certo perche sono un lupo idiota, ovvio ma vabbe, non era niente, mi sarebbe passato in 5 secondi, lo sapeva pure mia sorella e Mandy, ma vennero da me, tutte e due, mia sorella mi accarezzava col muso mentre Mandy mi leccava il pelo dove mi ero sporcato di sangue <non ti lascio Will, ti star accanto fino a quando mi dirai basta, che non mi vuoi piu> disse lecandomi ancora che pero non era x pulirmi, ma era un bacio <amore, sisi amore, e continuo a chiamarti cosi perche sei ancora il mio amore, io non ti lascer, non lo far perche io ti amo, e questa natura del cazzo non mi far cambiare idea, ma siete entrambe senza vestiti? Io voglio trasformarmi, Mandy, voglio stare con te questa sera, sorellina, ti giuro che ci rifaremmo, la nostra bella festa lho fatta trasformare in uno schifo, e lho rovinata anche agli altri> <william chiudi quella fogna> mi sgrid. Come aveva detto? Ok era arrabbiata <si sono arrabbiata, sai che me ne puo importare di una festa, io voglio che tu stia bene, e ti starei vicino a costo di fare qualsiasi cosa, e poi anche gli altri, se non ci credi sei piu importante che una semplice stupida festa per il diciottesimo compleanno e poi, il valzer lo possiamo fare anche in pigiama, limportante sei tu Will, e siamo tutti nudi quindi se volete stare da soli andate via cosi, da lupi, e vi trasformerette quando sarette da soli, dai adesso muovetevi, state da soli, e...amatevi, con loro parlo io> disse e si trasform, nuda davanti a tutti x coprire me Sisi guardatemi, mi dispiace ma niente festa, se volete continuate pure, ma io senza mio fratello non resto nemmeno insieme a voi disse prendendo Seth per mano, che si era avvicinato a lei, e scappando verso la spiaggia, mentre si trasformavano entrambi in lupi. Vidi papa e Leah venendo da me e Mandy, mentre la mamma abbracciava Gaby Ragazzi, non preocupatevi, andate, state fuori anche mesi, pero alla fine...ritornate, perche vi vogliamo qui, adesso muovetevi, ah Will, ti voglio bene figliolo mi dissi abbracciandomi attorno al collo E non pensarci troppo a quello che successo, segui listinto, e tutto andr bene disse dandomi un calcio sul sedere mentre mi sorrideva, guardai Mandy negli occhi e partimmo x la foresta, senza dirci una parola, restammo in silenzio per tutto il traggito, e ripresi la cognizione del tempo quando vidi che eravamo arrivati al laghetto prefferito dei miei, subito ci pensai a me, e Mandy, li, insieme, e lei condivise i pensieri, ma non disse niente, uffa che maiale, ma come diamine potevo pensare a una cosa cosi quando...quando...cazzo sapevo che sarebbe successo, saapevo che forse lavrei...lavrei..NO non lavrei lasciata. Mentre mi incavolavo decisi di ritornare qualcosa dotato di mani e gambe Will mi chiam Mandy e io avevo anche paura e vergogna di guardarla negli occhi per il pensiero di prima Will ti prego, guardami disse e mi girai x guardarla, era uno splendore, era nuda, con lunica luna a illuminare il suo corpo, dio, ma era una favola ed era li davanti a me, con uno sguardo che mi faceva dare di matto Will....amore disse facendo un bel respiro Mi vuoi ancora? cosa? Volerla...in quel senso? Cioe..davvero? ehm da bravo stupido mi ero imbambolato Will disse avvicinandomisi fino a sfiorarmi il petto con la mano Hai cambiato idea? Se non mi vuoi piu non posso biasimarti disse e voleva allontanarsi da me ma non la lasciai, me la avvicinai, anzi, la abbracciai, senti il suo seno sfiorarmi il petto, e iniziai ad

accarezzarla sulle braccia, piano, guardandola negli occhi per vedere se ne era ancora convinta, fecce uno sguardo dolce e un cenno con la testa e continuai, dalle braccia mi spostai alle spalle, accarezzandola piano, ma non x molto, perche listinti ebbe la meglio, me la spalmai adosso in un secondo, impossessandomi delle sue labbra, e lei aiutandossi con le braccia mi salt in braccio abbracciandomi i fianchi con le gambe, e stringeva forte, per la sorpresa trabbellai e mi appoggiai ad un albero, per poi farmi scivolare piano per stendermi sullerba, sopra di lei, che non smetteva di baciarmi e accarezzarmi in ogni centimetro quadrato di pelle dove arrivava Will, io ti amo, e non mimporta niente, ti star sempre vicina mi disse dolce mentre inverti le posizioni e scese x baciarmi sul collo e sul petto, stavo letteralmente impazzendo, e quindi non riusci a stare fermo, mi misi di nuovo sopra di lei, la baciai su ogni millimentro di pelle, ed era cosi dolce, aveva un profumo delizioso, ed era cosi morbida, come resisterle, non ce la facevo piu pero...non sapevo come farlo, nel senso, lo voleva davvero? Avevo paura di farle male...avevo paura di sbagliare qualcosa... Will, basta pensarci, io ti voglio, fallo e basta mi disse sicura di se dandomi un bacio, e io sempre guardandola negli occhi entrai dentro di lei, fondendoci insieme. Restammo li per tutta la notte a fare lamore, ma sempre col pensiero che avrei sempre potuto farle del male, e non fisico. Alla fine ci addormentammo insieme, abbracciati. Quando mi svegliai era gia pomeriggio del secondo giorno, avevamo dormito tantissimo, lei stava ancora dormendo, cosi che la svegliai con un paio di baci partendo dallorecchio e finendo sul collo e sulle labbra. Dopo essersi svegliata decise che voleva rimanere ancora li insieme a me, quindi tornammo a casa alla sera. Ero sicuro che quello che era successo mi avesse cambiato, che limprinting non cera piu, stupido, invece cera eccome, e lo capi quando tornato a casa, vidi lei nel mio saloto, alta, bellissima, con i suoi occhi color cioccolato e quei boccoli che le incornicciavano il viso e mi faceva venire lacquolina in bocca. Che vita strana, maledetta e ingiusta, avevo avuto limprinting con lunica persona al mondo che odiavo, Renesmee. LA VITA E INGIUSTA, MA SE LO AMO, E IO LO AMO, DEVO ACCETTARLO, E SO CHE FARA MALE, MA NON ME NE PENTO DI ESSERE STATA SUA (Mandy) Era tutto pronto, perfetto, finalmente la festa di compleanno era arrivata, era il 15, il compleanno di Sarah e del mio amore, pero la festeggiavamo insieme visto che in un periodo di due settimane dopo di loro siamo arrivati pure noi, non lavevo visto per tutto il giorno, e mi mancava terribilmente, mi sentivo vuota quando non cera, ed eccolo li, con quel suo sorriso da sballo, che teneva x mano sua sorella, tutta rossa e stranamente timida, un secondo il suo sguardo si pos su di me, poi sugli altri nella stanza, eravamo in tanti, il diciottesimo compleanno dei gemelli Black era un evento unico, anche se...non cerano tanti stranieri eravamo in tanti perche eravamo una famiglia grande, era grandissima quella dalal parte degli zii, piu tutti i membri della trib Quileute. Mi ero persa come sempre in quel sorriso che mi faceva togliere il fiatto, e quando tornai in me vidi cio che non avrei mai desiderato, pensato, e sperato di vedere. Will, il MIO amore, perso negli occhi di unaltra, come mi persi io nei suoi dopo la mia trasformazione, ok forse non con lo stesso significato, o forse si, non avevo ancora sentito tutte le leggende

sul nostro conto, pero questo non cambiava la situazione, sapevo cosa stava succedendo a William e a me, lui sarebbe stato felice e io lavrei perso x sempre, era difficile da dire, ma con quellunico sguardo lui aveva trovato la sua met, la sua vita, il suo ossigeno, aveva avuto il maledettissimo imprinting e con chi poi? Con lunica ragazza che odiava di piu al mondo e che io piu che una cugina consideravo una sorella nonostante la nostra natura, Nessie, ma perche? Non poteva almeno prendere limprinting non dico con me, ma con una ragazza che potesse piacergli, con una ragazza che aveva un buon raporto, sarei stata contenta x modo di dire anche della prof dinglese, ma non lei, loro si odiavano, e si sarebbero resi infelici a vicenda, oppure no, forse limprinting avrebbe cancellato quellodio e lavrebbe reso in amore, forte, capace di distruggere tutto, cosi come il mio cuore, sapevo che non laveva avuto con me, pero ci speravo, anche se la mamma e Jake ci avevano detto che si cera qualcosa, chiamato mini-imprinting, che era fortissimo pure quello, che per era niente in confronto al vero imprinting, che lui in quel momento faceva crescere, ogni secondo di piu. Mi immaginavo gia la scena, ritorna in se, e tutto sorridende va da lei, felice che sia venuta al suo compleanno, balla con lei, ridono insieme, si divertono, non vogliono staccarsi, e io me ne sto in un angoletto piccolo piccolo, forse che mi rompevo per colpa di qualche defficiente che mi rompeva le scattole cercando di consolarmi ma facendomi stare peggio, mi immaginavo le labbra bollenti e morbine di Will sfiorare quelle di Nessie, lo so, mi torturavo da sola, ma quei pensieri mi venivano spontanei, ero ancora ad occhi chiusi perche era doloro vedere il suo sguardo perso nel vuoto. Allimprovviso tutti attorno a me iniziarono a ringhiare, e certo, un licantropo che ha limprinting con una vampira, non cosa da niente ovvio, e io poi, pensavo che questo gli avesse svegliata e apri gli occhi, ma non ebbi il tempo di vedere niente, anzi, vidi tutto sfuocato per un po e non seppi cosa stava succedendo, fino a quando non vidi la casa allontanarsi, e senti edlle labbra sulle mie, erano QUELLE labbra, William, ma che stava facendo? Mi stava baciando, e non era per niente dolce, era violento, e quasi mi faceva male, ma mi lasciai a lui, fino a quando non perse il controllo, quasi mi strozzava ma non faceva male, mi stringeva a se con una forza tremenda, che avrebbe spezzzato le ossa ad una persona normale, mi disse e url che mi amava e che non mi avrebbe lasciata nonostante tutti e due sapessimo cosa era appena successa. Da quel momento iniziai a vedere una piccola luce alla fine del tunel, ci trasformammo tutti e Sarah continuava a pensare Nessie, e io capi perche lo faceva, Will no, lei lo faceva x metterlo a prova, se si sarebbe perso nel vedere la sua immagine oppure no, e proprio come speravo, dio, si era arrabbiato, e ringhi a sua sorella, non si era mai comportato con lei in quella maniera, e ci stava male, si era ferito prendendo a morsi un albero, era pieno di sangue sul muso, cosi che mentre sua sorella lo consolava e lo accarezzava io andai da lui e lo leccai x pulirlo. Dopo essersi ancora un po calmato, ragionava meglio, e mia madre insieme a Jake erano venuti da noi x dirci di andare via Mandy, tesoro mio, andare via, resta con lui, fallo dimenticare, lui non puo stare con Nessie, e contro la nostra natura, andate via, da soli, e fatti coraggio Mandy, amalo finche puoi mi disse la mamma..cioe...avevo capito bene cosa mi stava dicendo?...amarlo? in che senso? Lunico pensiero che mi venne in mente fu quello piu sporco, pero altri pensieri...niente, se non era quello...non capivo mia madre, pero...aveva ragione, dovevo farlo, e solo pensarci sentivo crescere il mio bisogno di lui lo volevo, e non mi sarei tirata indietro. Dopo che Will parl con Jake, e sua madre abbracciava papa partimmo verso il bosco, arrivammo ad un piccolo lagheto, dove ci eravamo gia stati, e..succese, dopo che

ritornammo nella nostra forma umana eravamo entrambi nudi, in mezzo alla foresta, vicino a quel lago che nascondeva tutti i nostri segreti, e quelli degli altri, erano un posto magico, William allinizio sembrava rigido, aveva paura, e cavolo pure io, pero volevo farlo, a costo di starci male x tutta la vita, cosi che fecci un bel respiro e mi avvicinai a lui, sembrava non mi volessi, invece mi abbracci, e tutto prese fuoco. Alla fine lavevamo fatto, avevamo fatto lamore, non mimportava se fosse x pure sfogo, per rabbia per dimenticare, io lo avevo fatto x amore, e pure lui mi fecce capire che era cosi. Nonostante limprinting Will mi amava, e me lo aveva dimostrato. Alla fine, stanchissima, mi addormentai tra le sue braccia, da stupida, mentre potevo stare con lui x tutta la notte. Quando mi svegliai decidemmo insieme di passare li anche il pomeriggio, quindi non ci alzammo nemmeno da terra, siamo restati li, abbracciati, tra baci, coccole, e alla fine siamo arrivati a fare lamore unaltra volta. Quando ritornai in me, dedidemmo di tornare a casa, e Will mi disse che non mi avrebbe lasciata, che Nessie poteva anche...farsene una ragione, lui non mi avrebbe abbandonato, invece appena entrati in casa, lei era li, e lui si perse unaltra volta. NON CI CAPISCO NIENTE(Nessie) Era tutto bello, la festa, la musica di sottofondo, i miei cuginetti nonostante sapessero della mia natura, e della loro, mi trattavano come prima, ovviamente anche Will, che stava sempre apiccicato Mandy, non che mi desse fastidio pero erano tropppo zuccherosi, e romantici, quasi da darmi il volta stomacco, ecco, proprio quando pensavo al lupo (questa dicitura ci stava alla grande) lo vidi scendere le scalle insieme a sua sorella, wow pero, era uno schianto, era la prima volta che lo vedevo in ghingheri, camiccia bianca, e cravatta, i jeans...vabbe piccolo particolare pero oltre a quello gli stava davvero bene, non mi sarei mai immaginata di vederlo vestito cosi. Il suo sguardo si spost per tutta la stanza, x poi posarsi su di me, incrociai il suo sguardo e senti una scossa sulla colonna vertebrale, non potevo spostare lo sgurdo dal suo, era incatenato, e poi neanche lo volevo moltissimo? Perche privarmi di quella visione? Improvvisamente i suoi occhi non erano piu semplici occhi azzuri, ma occhi che hanno il colore del cielo, la sua pelle non era piu scura, ma debano, di seta, e sotto quelle luci era dannatamente invitante, le sue labbra non erano piu semplici labbra con cui quando parlava mi rompeva le scattole, ma erano diventate le labbra sulle qualli in quel momento mi sarei avventata, e poi quella camiccia, dio faceva vedere il petto, era abbasstanza sbottonata, e poi i suoi muscoli si notavano anche sotto, e che muscoli, e che voglia avevo di toccargli, il collo, il petto...scendere sempre di piu, ma che mi stava succedendo? perche pensavo cosi? Di William? Ma io lo odiavo, non lo sopportavo, lo sapevo, pero...in quel momento le scosse sulla schiena e il disaggio allo stomacco mi dicevano tuttunaltra cosa. Mi svegliai quando senti dei ringhi, erano soprattutto Jake, Leah e papa, e io non capivo che cosa stava succedendo, quello che capi e che quando vidi Will muoversi, spravo venisse da me, invece usci fuori insieme a Mandy, che inizi a baciare, che defficiente che ero, mi ero eclissata nei suoi occhi e pensavo fosse x molto, e che anche lui mi guardava, quando invece fecce come con tutti gli altri, un secondo e basta, uffa pero perche continuavo a pensare a lui, e perche la scena in cortile mi dava fastidio?

Jacob, sai cos successo vero? senti ringhiare mio padre No Edward ti prego dimmi che non ero cazzo sbott lo zio Jake, che diamine Ditemi che non vero, la mia bimba, sapete cosa succeder vero? chiese la mamma, isterica, e io che centravo? Che poteva succedere Jake, non possiamo rimanere qui, dobbiamo andarcene, o noi o voi disse la zia Alex rifferendossi a noi, cioe la mia famiglia Alex, ce ne andiamo noi disse lo zio, e dalla faccia della zia si capu che si aspettava quella risposta da uno di noi, ma poi parl Hai ragione Jake, meglio, so gia dove andare, andiamo a casa mia, la mia prima casa disse la zia facendo capire cosa intendeva, beh io non la capivo Cosa? Alex, cosi lontano? No Alex, cosi esagerato, il Messico non dietro alangolo disse papa interrompendo lo zio cosa? Messico? Perche dovevano andarsene? Lo so Edward, cosi come so cosa succederebbe se tra William e Nessie ci fosse qualcosa, lo sai benissimo come siamo diventate licantrope noi disse rifferendossi a lei e credo che alle altre zie...comerano diventate quello che era? Mentre gli ascoltavo senti un ringhio provenire da fuori, vidi Will che sanguinava, sua sorella che lo cocolava e...Mandy che lo leccava, per pulirlo, dio ma perche mi sentivo cosi arrabbiata? Perche ero gelosa se a me Will nemmeno piaceva? La goccia che fecce traboccare il vaso fu quando lo zio Jake e la zia Leah andarono da loro, e capi benissimo cosa stavano dicendo, entrambi la stessa cosa, in termini brutti dicevano ai propri figli <andate pure a letto insieme> e poi loro se ne sono andati, da soli, merda Nessie basta vuoi stare zitta un secondo? mi url contro papa, non laveva mai fatto, mai una parola cattiva, mai alzato il tono di voce, mai, cavolo, senti gli occhi lucidi e andai fuori casa senza dire una parola, mentre lui e gli altri iniziarono a littigare, su chi deve stare lontano da chi, che Will e Mandy devono stare insieme, che quello che era imprinting, che non sapevo benissimo cosa fosse, poteva anche non essere rispettato, che Mandy gli avrebbe stato accanto e che Will non starebbe male, e io lavrei dimenticato, non volevo ascoltare piu niente. Da stupida scappai nel bosco pure io, e vidi quello di cui avrei voluto e dovuto scappare William che riempiva di baci e carezze tutto il corpo nudo di Mandy mentre lei godeva alla grande, scappai subito x non farmi notare e tornai a casa mia dove non riusci nemmeno a stare sul letto, era troppo freddo, avrei voluto qualcosa x riscaldarlo, qualcosa come un Will bollente che pero in quel momento aveva qualcosa di sempre meglio da fare, merda quanto faceva male, pero io non dovevo pensare a lui, lui non mi piaceva, io avevo Nahuel, che mi gironzolava sempre intorno quindi, mi sarei impegnata, cosi avrei dimenticato Will pero non la parola imprinting, che riccordai benissimo cosera, e lui con me, cavolacci, decisi di uscire di casa, fare qualcosa, camminai x molto, e alla fine mi ritrovai a casa sua, cazzo pero ma non potevo resistere, cosi che entrai, ritrovandomi davanti i miei e i licantropi, certo, mi stavano aspettando, che situazione stupenda MALEDETTO IMPRINTING, DEVO LASCIARE TUTTO, MENO MALE CHE NON DEVO LASCIARE LEI(Will) Erano tutti la, che mi aspettavano, la mia famiglia, tutti i Cullen, eh si, tutti pure lei, il cui

sguardo incrocciai x un secondo e mi fecce battere il cuore allimpazzata, mi concentrai con tutte le mie forze di pensare a qualcunaltro, e scelsi quello che era successo con Mandy, perfetto, il mini-imprinting iniziava a farsi sentire, Mandy, io e lei, nudi sullerba, si..perfetto Nessie vai a farti un giretto, e smettila di guardarmi, con quei occhi color cioccolato, al latte, bellissimi, e pure tu sei...Will basta, tu e Mandy riccorda, la ami, lhai fatta tua, va tutto bene, Nessie non timporta, perfetto Che ci fatte tutti qui? chiese Mandy visto che io non ero capace di parlare Dobbiamo parlare di quello che successo, anzi, non ne parliamo, noi abbiamo gia deciso, io, Alex, Seth, Sarah tu Mandy e William ce ne andiamo, fra 3 giorni andiamo in Messico disse freddo pap Ma allora ci andiamo tutti x il regalo di compleanno di Sarah? chiesi io sapendo che lei voleva andarci No Will non hai capito, ce ne andiamo, per molto, molto tempo, quello che successo lo richiede Cosa? COSA? Ce ne andiamo? Per sempre? In Messico? Per colpa sua? chiesi indicando Renesmee, anche se tutta la colpa ce lavevo io per colpa della mia natura del cavolo, pero aspetta, aveva detto anche Mandy? Iniziavamo a ragionare pero... Papa, io non posso andarmene, no, io senza loro non me ne vado dissi guardando gli altri Vedi Jake? Io te lho detto che avrebbe risposto cosi, non possiamo separargli Jake, e se te ne vai tu sai che il branco dovrebbe seguirti No Sam, non devono seguire me, il capo branco sei tu Si Jake, il capo branco sono io ma solo perche tu non vuoi esserlo piu, pero anche cosi non potreste andarvere senza di noi, IO ti seguirei, e sai che anche senza Alex il branco non lo stesso Jake, dovresti accettarlo ma di che diamine stavano parlando? Papa capobranco? Ah mi sa che lavevo sentita, pero non ero sicuro di aver sentito bene Sam, la stai rendendo ancora piu difficile sospir papa mentre io mi sforzavo di non guardare Renesmee che pero non mi toglieva gli occhi di dosso, da quello che avevo sentito sapevo che la gelosia delloggetto dellimprinting era grandissima pero...certo non volevo, ma dovevo consolarmi, detto cosi puo sembrare brutto, ma speravo che passasse, cosi che mi sedetti x terra e affondai il viso nei capelli di Mandy, e gli annusai, hmm delizioso, per un momento mi sfior il pensiero di come sarebbero stati i boccoli di Nessie, il suoi boccoli, che le coprivano il collo, io che gli spostavo, e la baciavo..grr basta Mandy Mandy Mandy, sisi ok papa aveva ragione, mi sarebbe dispiacciuto molto pero se dimenticare Nessie (sempre se era possibile) me ne sarei andato anche da solo, senza di loro, pero mi sarei portato Mandy Sam, gia difficile per noi rinunciare a questa vita, non vogliamo costringere anche voi, e poi..cosa faranno circa 30 lupi in Messico? rischioso Perfetto Jacob, vedo che sei testardo, decidi, o andiamo tutti, o riprendi il tuo dovere da alfa e ci fai rimanere qui con un ordine, oppure visto che sono io lalfa...un ordine piccolissimo non far male a nessuni disse Sam guardando male papa Cazzo Sam, ma non capisci che non voglio che andiamo tutti perche manderei a fan...cavolo le vostre vite, che diavolo faremmo tutti la? Sam cosi non va, sai che se fai il duro posso fare quello che ho fatto 20 anni fa, alla fine cedo e sar io a farvi rimanere qui a forza quindi... disse papa, ohi pero la situazione si faceva un po troppo spinosa, papa si stava arrabbiando, pero non sarebbe stato meglio fare partire me da solo? O con Mandy, sempre se Leah lavrebbe lasciata

Will, non dire scemenze, non ti lascieranno mai partire da solo, anche se questo risolverebbe tutto mi disse lo zio Edward, maledizione, ancora nella mia testa Cosa? Non se ne parla disse papa freddo Perfetto Sam, come vuoi, dammi lordine, fallo disse papa ringhiando e senti gli altri parlando tra di loro, tutti erano daccordo con Sam, ma non perche aveva ragione, ma perche il branco era cosi, doveva rimanere unito o separarsi e darsi contro Jacob, laltra volta ci mancato un pelo, non vogliamo perderti unaltra volta disse Sam quasi per arrendersi, e continuarono cosi x un bel po, e io non facevo altro che stare e ascoltare come stavano decidendo sul mio futuro, e allimprovviso come un fulmine, apparsero mille immagini nella mia mente, e tutte riguardante Nessie, ma che diavolo? Non ci stavo pensando a lei, non mimportava pero le immagini sembravano reali, io e lei da soli, quello che interpretai come nostro primo bacio, che andava oltre, lei che mi diceva che mi amava, e io che le rispondevo, e poi ci amavamo ancora, cazzo sapevo cosa stava succedendo, quel suo potere del cavolo, riusciva a far vedere a tutti i suoi pensieri, e i poteri gli aveva affilati, poteva far vedere le immagini anche a distanza, era quello che voleva? Anche io..cosa? no io no, ringhiai e finalmente apri bocca Basta, loro verranno con noi o io non me ne vado la mia voce era strana, era piu grossa del solito, quasi come quella di Sam quando dava un ordine ben preciso, che pero quella sera non aveva usato, tutti mi guardarono sorpresi William disse la mamma William un bel niente, papa, loro vengono con noi dissi tremando e Mandy mi strinse ancora di piu Decisi una buona volta o vengono o io me ne vado da solo, adesso ancora quel timbro grosso, ma non capivo perche parlavo cosi e tutti ababssarono la testa, persino papa sembrava si fosse arreso William, te lo spiego io, sei un pure Black, hai il sangue del vero alfa, e inizia a farsi sentire disse lo zio Edward E che cazz...eruola non minteressa un bel niente di alfa...cosa? chiesi allimprovviso perche mi si accese la lampadina, io voce alfa? Io e poi papa e Sam che abbassano la testa? Ma la mia situazione invece di migliorare peggiora sempre? Hai capito benissimo, e tu Jake, se non vuoi che sia permanente fai quello che dice, sei ancora in tempo di farlo calmare, andate tutti insieme disse lo zio poggiandole un braccio sulla spalla, mentre la mia mente si riempi di altre immagini, ancora Nessie in una casa lontana, era un tipo di isola, noi due sulla spiaggia, che correvamo lenti luno verso laltra, che mi diceva <ti amo William, e ti amer sempre> ma che cavolata ringhiai e mi sporsi verso di lei che stava vicino a Bella e allo zio Emmett, meno male che mi controllavo e che lei era mezza immortale perche avessi sempre potuto esplodere Vuoi smetterla? Non la prima volta che me lo fai vedere, e capire, pero una cosa la devi capire tu, fattene una ragione, non succeder mai, tu e me insieme mai. Piu chiaro di cosa la vuoi x iscritto? Smettila ringhiai ancora piu forte, ma possibile che lo zio la lascasse fare? non era incazzato perche mi ero preso limprinting con sua figlia? William, non riesco a capire, diavolo non me ne sono accorto di niente, com possibile? Anche se non sono attento sento i pensieri disse lo zio guardando male Nessie e poi sospir Bella e lei abbass la testa Mi dispiace Edward disse la zia e capi pure io, il suo potere era uno scudo come lo chiamava lei, poteva accogliere sotto altre persone e lo zio o altri vampiri con poteri che

infuenzavano il cervello boh qualcosa di simile, erano impotenti, ma perche lo aveva fatto? lo capi pure papa Cosa? Bella ma sei pazza? Ma vuoi rafforzare limprinting ancora di piu? Ma non ci pensi alle conseguenze? Che ti passa x la testa? sbott lui <mi dispiace Will, pero questo che provo io, e voglio averti, so che limprinting, ma mi ha sconvolto, io ti voglio, perche non mi degni nemmeno di uno sguardo?> senti, uffa pero perche non la smetteva, grrrr se fosse stata un maschio le avrei staccato la testa Non ti degno di uno sguardo perche NON MI VA, piu chiaro di cosi? e stai fuori dalla mia testa ringhiai ancora e lei usci dalla casa con gli occhi lucidi, ok, faceva male averla fatta piangere, avrei voluto andare da lei e scusarmi, dirle che sono stato uno stupido, abbracciarla, baciarla consolarla, toccarla William mi sgrid lo zio e cavolo Scusa ma non mica colpa mia, piu forte di me, la colpa ce lha lei che volete tutti da me? Pensate di stare male per questa situazione? Beh consolatevi, nessuno sta peggio di me, quindi io ve lho detto ce ne andiamo tutti o me ne vado da solo dissi alzandomi per andare alle scalle William aspettami senti Mandy correre e abbracciarmi da dietro mentre mi spingeva sulle scale, andammo nella mia stanza senza dire una parola Ma come fai a starmi vicino anche cosi? come mi sopporti? Dove trovi la forza di farlo mentre a volte i miei pensieri vanno a lei? Non riesco a capire dissi abbracciandola Perche ti amo Will, anche se solo un mini-imprinting, io non potrei abbandonarti mai, ne giudicarti, ne tantomeno lasciarti disse Cosa? Tu cosa? Ma pensavo che fosse solo il MIO mini-imprinting di mezzo le dissi sorpreso, era una buona notizia quella No Will, il mini-imprinting lho avuto pure io, la mamma dice che abbastanza comune tra licantropi avere limprinting entrambi anche se questo un mezzo ma il concetto che conta , per questo ti star sempre vicina, qualsiasi cosa succeda disse sorridendomi, quantera dolce, pero la situazione faceva schifo Will, vuoi spiegarmi perche ti sforzi di resistere a Nessie? mi chiese, eh no cara mia, quella domanda NON dovevi farla Mandy, io Nessie non la voglio, non la amo, ce solo quella maledetta facenda da lupi, io amo te, da prima di diventare un lupo, certo, non posso negarlo, listinto mi porta a pensarla a volta, ma succede solo quando io e te siamo lontani, oppure quando lei non ce nelle vicinanze E cosa ti faceva vedere prima? Mandy perche mi stai torturando? Vuoi che ti risponda? Far male anche a te, pero vabbe, mi faceva vedere noi due insieme, io e lei, pero io non voglio quelle cose, voglio vicino solo te, e so che sono egoista, pero non mimporta di niente e di nessuno, lunica cosa che voglio e stare con te, e se questo vuol dire lasciare perdere tutto lo farei dissi e la vidi con gli occhi lucidi Will, sai che prima o poi succeder e noi due non saremmo piu insieme No no e no non succeder quindi meglio vieni qui e fammela dimenticare disse malizioso, uffa pero che maiale sempre sulle stesse, pero lei sembr felice di accontentarmi, mi si avvicin e per quella sera smisi di parlare e pensare a qualcosaltro che non fosse lei

E BRUTTO QUANDO MI METTONO ALTRE STRETTE(Jacob) Cavolo, ma perche fanno sempre cosi? non era gia abbastanza che MIO figlio, un LUPO in piena regola aveva avuto limprinting con la figlia del succhiasangue? Perche diavolo insistevano di andare insieme in Messico? Io non volevo rovinare la tribu, il branco, no anche se andando via lo facevo, pero non volevo lasciare la nostra terra, porca....mi era gia dura lasciarla insieme alla mia famiglia e farla lasciare anche a Seth, e Sam voleva che andassimo tutti, mi stava mettendo alle strette, mi stava obligando, mi dava scelte tra cui non potevo scegliere, quindi sarei stato io a perdere, ovviamente, come sempre, e mentre continuavo a littigare con Sam ecco anche Will che zittisce tutti, cazzo, nemmeno Sam ha quel tono di voce quando da ordini, ma qualle doppio timbro? Quello di William era triplo timnro cavolo, mi ha fatto rizzare i capelli sulla nuca, perche non me laspettavo, cioe si, ci avevo pensato che un giorno avrebbe potuto sentire il richiamo del suo puro sangue pero...non pensavo che quel giorno sarebbe stato cosi presto, ma cavolo, anche se non lo era veramente, quello che aveva chiesto lo vedevo come un ordine, cosi tanto daver abbassato la testa, cosi come Sam, diamine. Alla fine ci lasci da soli, ancora a bocca aperta Quello si che tuo figlio, piu bravo di te a dare ordini, e pensaci Jake, come dici tu, so fare il mio <lavoro> di capobranco, e sai che non farei mai cavolate, andare in Messico puo essere una cosa ragionevole, pensaci su stasera e domani vengo da te mi disse Sam e si alz seguito dagli altri No Sam aspetta, va bene, andiamo tutti in Messico, fatte come volete mi arresi e andai fuori x calmarmi e ragionare sul futuro della mia famiglia

BEH, NUOVA VITA LONTANO DA CASA, SPERIAMO CHE VADA BENE Da quando papa ci avvis che alla fine saremmo andati tutti quanti in Messico non stavo piu nella pelle, in senso anche negativo anche positivo. Positivo perche...beh ero felice di poter stare insieme a Mandy, lontano dalla fonte del mio malumore, sarei stato insieme a tutti i miei fratelli, piu che cugini, e saremmo stati tutti contenti. Pero quel non stare piu nella pelle era anche negativo, anche se stavo lontano da lei non potevo non pensarla, non avrei pensato a lei nella maniera che mi aveva fatto vedere pero..sicuramente in alcuni momenti avrei pensato a lei. Durante i 3 giorni rimasti a disposizione, tutti prepararono le valiggie, comprarono i biglietti x laereo, saremo andati met una volta e met piu tardi, ma gli zii avevano insistito per darci il loro aereo, non avevo mai saputo che ne avevano uno, pero la mamma era sicura che lavessero comprato apposta x noi, e non so perche ero daccordo con lei, ma non ci pensai molto anche perche...ok ero egoista, pero avevo da fare, lultimo giorno ero andato 3 volte intorno la casa degli zii, nel bosco, alla spiaggia, volevo vederla, mi sarei brucciato, pero...volevo vederla almeno 5 minuti prima di partire dallAmerica per...tanto tanto, che da un semplice umano sarebbe un <per sempre> Sapevo che saresti venuto senti mentre andavo via da casa Cullen, era lei, mi aveva

chiamato, ma dovera? La cercai dietro di me, ma non cera, vicino al bosco neanche, da dove cavolo mi aveva chiamato? Ok avevo capito, me lo ero immaginato Sono qui Will, guarda in alto mi disse e la vidi, eh gia, perche non ci avevo pensato prima? Era tutta sorridente alle finestra, che mi guardava implorante Come mai sei qui? Non dovevi partire? mi disse triste mentre abbass lo sguardo Ehm io...io volevo vederti dissi mentre avvanzavo verso la casa Will, non ce nessuno, sono tutti a casa tua, non ti mangia nessuno disse e mi sorrise, si ovvio, non mi mangia nessuno, solo tu, che con quello sguardo, dio mio mi mangi vivo, ok Will concentrazione Ah dissi e continuai ad avvanzare Nessie, vai via dalla finestra le dissi e lei mi guard male Perche dovrei? sempre la solita Perche cosi, vai dissi e lei si spost piegai le ginoccia e con un balzo entrai dalla finestra Ma che fai? disse ridendo, pero io non potevo rispondere alla sua domanda, vederla in piaggiama, se cosi si potevano chiamare quei pantaloncini cortissimi e quella magliettina trasparente, mi spezzo un respiro in gola Scusa pero...non ce la facevo a stare li, anche se...penso che dovrei andare dissi balbettando e mi avvicinai di nuovo alla finestra No Will aspetta disse e la sent scontrarsi contro la mia spalla, e le sue mani sul mio petto che era nudo, <oh mamma ma che diavolo fai? Fermai o non mi controller, e non accarezzarmi uffa smettila> ma perche diavolo non potevo dirlo ad alta voce?. Con uno sfozo inumano mossi le mani verso le sue per prenderle e liberarmi, ma non mi lasci il tempo perche condividevo i suoi pensieri, io e lei, nella stessa posizione, solo che nei suoi pensieri io mi giro e le bacio, e continiamo a farlo, poi la porto sul letto e la bacio ancora, e sto tremando tutto, ma non per rabbia, ma perche sono un uomo, sono ad occhi chiusi e sento i suoi pensieri e la sua voglia di me, gli apro e merda, non era solo un bel sogno, ero davvero sul letto insieme a lei, solo che quella a stare sopra lei <e adesso che faccio? Io la voglio...la voglio mia, come non lo mai stata e la voglio adesso> e inizio a baciarla pure io, e sono fuori di testa <ma che faccio? Devo fermarmi, ma non posso, non voglio, anche se...Mandy...non posso tradirla, la amo, Nessie solo il mio imprinting, si pero che imprinting, la mia gravit solo che non riesce a trattenermi a se, io devo fermarmi> pero mentre lo penso la stringo ancora di piu a me e lei sospira il mio nome <william> e io vado fuori di testa, sono fuso, <davvero mi chiamo cosi? ah ok buon a sapersi, pero aspetta, il mio nome, detto sospirato, Mandy, nella foresta, ok basta> Nessie ti prego fermati dissi e mi alzai dal letto lasciandola a mani vuote e a bocca aperta Mi dispiace, pero non posso, non posso, ok adesso me ne vado dissi e la vidi con gli occhi lucidi, le avevo parlato con voce fredda Nessie, scusami davvero pero... meglio cosi, io me ne vado, cosi non ci roviniamo la vita entrambi, scusami non volevo...assalirti in quel modo, non so che mi abbia preso continuavo a parlare a vanvera William, tu lo volevi, lo vuoi, solo che non lo fai x non tradire Mandy, e io lo so, ok sto buona pero ti prego, concedimi almeno altri due minuti, non ci vedremmo x un bel po disse e si guard le mani imbarazzata, sarei dovuto scappare prima, pero adesso ci ero troppo dentro, mi avvicinai a lei e la abbracciai Nessie, non dovremmo farlo le dissi mentre la stringevo ancora piu forte, invece lo volevo fare eccome

Lo so, pero te ne andrai, ti rifarai la tua vita con Mandy, e ti dimenticherai di me, almeno visto che hai avuto quel cavolo dimprinting con me, fammelo sfrutare almeno un po Will, ti prego, lo so che ti arrabbi pero....io ti amo, e vuoi sapere la verit? Per questo mi sono sempre comportata male con te, perche mi piacevi troppo e non avevo le palle x dirtelo mi disse singhiozzando, merda Cosa? Tu cosa? si Will, come fai a non capirlo ancora quando te lo dico cosi apertamente? Non sono mica defficiente, lho capito, solo che...avresti anche potuto farmelo sapere, almeno con i biglietini Basta ok lo so sono stata stupida ma anche se te lavessi detto non sarebbe cambiato niente sospir in effetti era vero, io avevo sempre amato Mandy. Allimprovviso si scrol piano di dosso le mie braccia che la stringevano e mi guard negli occhi, quei occhi cioccolato al latte, erano cosi..dolci...imparecchiati con le sue labbra che erano invitanti da impazzire, e si avvicinavano sempre di piu Nessie fermati le dissi a neanche un centimentro dalle sue labbra Ti prego Will, dammi unultimo bacio e poi puoi andare e non ritornare mai piu mi disse e le sue parole mi feccero male, come avrei fatto a stare senza vederla? Dovevo farlo, pero mentre lo pensavo la avvicinai a me e le sfiorai piano le labbra, pero mi prese la nuca e mi avvicin ancora di piu a se, incollandomi a lei, era cosi calda, e morbida, e iniziai ad accarezzarle la schiena, e quel piggiamino non copriva niente, pero a differenza di prima era un bacio dolce, pero passionale, da cui pero con dolore mi staccai Ora devo andare Nessie, pero ti giuro che non ti dimenticher, ti penser, anche se non come tu vorresti, e se non succedera mai niente tra noi due dissi e senza guardarla negli occhi, perche sapevo che non me ne sarei piu andato, scappai dalla finestra, e tornai a casa, provando a pensare a qualcosaltro che non fosse Nessie, per paura di non incontrare lo zio ADDIO AMORE MIO (Nessie) Ero a casa da sola, tutti erano a salutare i Black e gli altri quileute, ma io non avevo la forza, non potevo vedere William, felice, insieme a Mandy, che partivano x il Messico x non avermi intorno, per non lasciarlo stare insieme a me, ma che cera di male? Certo, era doloroso pensare a mia cugina che soffriva x colpa mia, pero che poteva esserci del male nella mia relazione con William? Beh...cera limprinting, quindi mi amava, e datto limprinting lo amavo pure io, come mai in vita mia avevo amato qualcuno, e allora perche tutti mi dicevano che non doveva esserci niente tra di noi? Che cera di male? Dicevano solo <nessie smettila di pensarci, non succeder mai niente tra di voi, perche lui un lupo e tu una mezza vampira, e non deve succedere, perche non permeteremmo che voi rovinate la vostre vite> ma come potevamo rovinarci la vita? Eravamo solo dei ragazzi che si amavano nonostante la natura e il mottivo per cui si sentivano cosi legati. Cavolo, continuavo a pensarci senza trovare nessuna risposta alle mie domande, giravo in tondo nella mia stanza, fino a quando non senti unodore che conoscevo benissimo, William, non era la prima volta che lo sentivo vicino a casa, forse in fondo...non era cosi indifferente come sembrava, mi parlava sempre male, dava la colpa a me x quello che la sua natura aveva fatto, ma..lo pensava davvero? Andai alla finestra e lo vidi guardarsi in

torno, per poi voler andare via Sapevo che saresti venuto mi usci dalla bocca, si lo sapevo, lo volevo vicino, pure lui, non poteva andarsene senza salutarmi, almeno credo, anzi, lo speravo, poteva anche essere venuto x mandarmi a quel paese, pero sentendomi continu a guardarsi intorno, cercandomi Sono qui Will, guarda in alto dissi e sorrisi x poi continuare Come mai sei qui? Non dovevi partire? mi faceva male solo pensarci Ehm io...io volevo vederti si avevo ragione, oh Will Will, non ce nessuno, sono tutti a casa tua, non ti mangia nessuno mi usci, e beh ok ero egoista pero volevo sentirlo vicino Ah Nessie, vai via dalla finestra mi disse e non capi, ma alla fine fecci come mi disse, andai dallaltra parte della stanza e non lo vidi piu, fino a quando non entr nella stanza, dalla finestra Ma che fai? ero felicissima che ridevo Scusa pero...non ce la facevo a stare li, anche se...penso che dovrei andare cosa? Appena entrato e te ne vai? Non te lo permetter No Will aspetta dissi e gli corsi dietro abbracciandolo, senza pensarci affondai la faccia nelle sue spalle e le mie mani andavano sul suo petto nudo, cavolo Will, ma non ti vesti mai? Come fai ad entrare cosi nella mia stanza sapendo i miei pensieri? Al ricordargli iniziai ad accarezzarlo e a fargli vedere quello che pensavo, lui che si gira, mi prende x i fianchi, mi bacia, mi porta sul letto, e mi sorprese, lo fecce davvero, sicuramente non se ne era accorto, pero non glielo avrei fatto capire, lo lasciai fare, e lui mi butto sul letto baciandomi ancora, era un po spaventato, cosi che lo misi sotto e iniziai a baciarlo io, sul collo sul petto, e ritornai alle sue labbra, cosi morbide...e dolci e il suo petto bollente sotto le mie mani.. Nessie ti prego fermati lo senti e si alz dal letto cosi forte da farmi cadere Mi dispiace, pero non posso, non posso, ok adesso me ne vado <certo se ne va, e mi lascia cosi, ma perche diavolo non riconosce che vuole continuare? Perche non vuole accettare che io sono fatta x lui? Perche?> William, tu lo volevi, lo vuoi, solo che non lo fai x non tradire Mandy, e io lo so, ok sto buona pero ti prego, concedimi almeno altri due minuti, non ci vedremmo x un bel po dissi sospirando e lui mi abbracci finalmente Nessie, non dovremmo farlo <lo so, pero come faccio a non pensarti?> Lo so, pero te ne andrai, ti rifarai la tua vita con Mandy, e ti dimenticherai di me, almeno visto che hai avuto quel cavolo dimprinting con me, fammelo sfrutare almeno un po Will, ti prego, lo so che ti arrabbi pero....io ti amo, e vuoi sapere la verit? Per questo mi sono sempre comportata male con te, perche mi piacevi troppo e non avevo le palle x dirtelo gli dissi tutto, meglio cosi, ok forse amare era un parola grossa, pero ho sempre avuto una cotta x lui anche se lo nascondevo, persino a me stessa Cosa? Tu cosa? Si Will, come fai a non capirlo ancora quando te lo dico cosi apertamente? Non sono mica defficiente, lho capito, solo che...avresti anche potuto farmelo sapere, almeno con i biglietini Basta ok lo so sono stata stupida ma anche se te lavessi detto non sarebbe cambiato niente si, sarebbe sempre stato innamorato di Mandy, <pero almeno unaltro bacio e un minuto nei tuoi occhi proffondi posso?>

Nessie fermati <no Will, sei ad un centimentro da me, fammi sentirti almeno un secondo Ti prego Will, dammi unultimo bacio e poi puoi andare e non ritornare mai piu dissi e lui mi bacil piano, pero non lo sopportai, lo avvicinai ancora di piu a me, fino a quando mi disse che sarebbe andato via, non mi degn nemmeno di uno sguardo, e usci dalla casa, lasciandomi sola, pero con la certezza che mi avrebbe pensato, che anche se non lo ammeteva mi amava, e con la nascosta speranza che sarebbe ritornato

MESSICO(Will) Finalmente, dopo ore e ore di viaggio, non so neanche quante sono state visto che mi sono addormentato fra le braccia di Mandy, eravamo finalmente arrivati in Messico. Non era la prima volta che ci andavo, ci ero andato anche altre volte, i nonni erano sempre felici di averci tra i piedi quindi ci chiamavano ogni anno durante le vacanze di natale, li da loro, erano diverse le feste che si facevano nella riserva, quindi era sempre una cosa stupenda farle alla Messicana. Dopo essere scesi dallaereo, tutti insieme, (tutti ci guardavano a bocca aperta ma lasciamo stare piccoli dettagli) vidi finalmente i nonni, entrambi giovanissimi e bellissimi come sempre, e ormai ne sapevo il mottivo, del perche gli trovavo ancora cosi, perche non cambiavano mai, erano come me, peccato che al nonno Billy non era toccata la stessa sorte, ok non dovevo rattristarmi, cosi che con un sorriso da urlo, come lo chiamava la nonna, mi avvicinai e le buttai le braccia al collo mentre il nonno lo salutavo con una stretta di mano e una pacca sulla spalla <cosi si salutanoi veri uomini William> mi ripeteva sempre, pero quando andavamo via da loro si scioglieva e mi abbracciava....con due pache sulla spalla Finalmente siete qui, tutti insieme, siamo tornati qui da due giorni e sembra che non vi vediamo da una vita, pero...come mai tutti? Jake non dicevate che sareste venuti solo voi? Non fraintendetemi, avere una famiglia grande mi rende felicissima disse la nonna ridendo mentre abbracciava mia madre, papa e poi mia sorella Beh Elisabeth, mi hanno costretto, e...non avevo scelta quindi..ecco qui tutti a romperti le scattoline, a proposito avete comprato qualche frigo nuovo vero? disse papa ridendo Sisi non preocupatevi, abbiamo comprato pure una casa disse il nonno e tutti lo guardammo a bocca aperta E beh che volevate? Era ovvio che lavremmo fatto, e vicino, anzi conoscette gia la casa, quella che si trovava in mezzo al bosco, cosi sar anche piu facile per voi visto che siete in tanti rispose la nonna con un sorriso smagliante, ma aspetta, lunica casa che si trovava nel bosco era li daa secoli, era mezza caduta a terra e sembrava una casa dei fantasmi Nonna, ma stai parlando di quella dove ce il fantasma del capitan Ratta-toilete? chiese mia sorella ridendo, eh gia, da piccola aveva messo insieme insieme i topi e la decina di bagni che si trovavano insieme, aveva pensato che la casa era infestata ed ecco un nuovo fantasma in Messico Ahah non avete ancosa smesso? chiese lei ridendo Ma si quella, e tranquilla il Rattatoilete se ne andato, adesso bella pulita e senza topi basta non vi dico nientaltro lo vedete da soli, adesso andiamo disse e io strinsi la mano di Mandy entrando in

macchina. Il viaggio dur abbasstanza ma arrivato a casa non ebbi la forza x andare a letto e riposare, il frigo era piu vicino cosi che mi ci butai, e poi gli altri seguirono il mio esempio, il frigo era pieno, pero dopo 10 minuti cerano solo i piatti e i biccheri, papa ci avrebbe ucciso, per lui e gli altri non era rimasto niente Ops ragazzi mi sa che abbiamo leccato tutto disse Anthony E ci credo, i piatti sono puliti rispose Mark, in effetti...dopo un bel po di orette di viaggio...piu di 8 avevamo fame...avevamo un po esagerato Ehi ragazzi, pero la nonna non aveva detto che ce ancora un frigo o due? Chiese anche Adam Ohi ma tu sei sempre il solito dissi dandogli una pacca sulla spalla Ma che vuoi? ho fame disse lamentandossi Ma che bastardi che siete ohi, ci siamo qui pure noi disse Seth entrando in cucina insieme a Embry e Quil, che port in Messico anche Claire, il suo imprinting, che da un pochissimo era diventata una lupa anche lei, era una di noi a tutti gli effetti Scusate ma avevamo fame dissi io ridendo Dove sono le ragazze? mi mancava Mandy, anche se x la maggior parte del tempo pensai al bacio con Nessie, nella sua stanza, lei mezza nuda...solo con quel <piggiamino> adosso Will...Will ohi ma che cazzo fai svegliati senti una pacca sulla spalla, mi ero eclissato Cosa? Ho detto che le ragazze sono a vedere la nuova casa insieme ai vostri genitori, ma a che stavi pensando? mi rimprover Seth Beh stavo pensando...ehi ma che te ne frega? dissi dandogli una spinta Mah no niente, comunque qui si che fa caldo..che ne dite se andiamo in giardino? disse Seth e cap a cosa si riferiva, alla grandissima piscina che si trovava nel giardino sul retro, non era proprio vecchia quella piscina, i nonni lavevano fatta costruire quando eravamo nati noi, almeno cosi avevano la scusa per trattenerci di piu durante le vacanze estive, perche a La Push faceva abbastanza freddo per nuotare e da piccoli avevamo freddo visto che il lupo non si stava ancora facendo sentire Uh ma io ci sto rispose Embry sorridendo alla domanda di Seth. Embry era lunci sfigato tra i <vecchi> che non aveva avuto ancora limprinting, quindi rompeva a noi ogni santissimo giorno, che ci perdiamo sempre, che ci siamo rimbambiti, anzi, lo diceva solo a me visto che ero lunico tra i giovani ad averlo avuto, tranne Mandy e mia sorella Ok andiamo mocciosi dissi ridendo ai miei cugini, avevo voglia di andare in piscina e adoravo chiamargli mocciosi, loro mi guardarono male e poi andammo fuori e ci tuffammo tutti insieme in piscina, ovviamente met acqua era andata fuori bagnando tutto, ma sapevo che la nonna non ci avrebbe detto niente, lavevamo sempre fatto, ma adesso che eravamo ancora piu grandi e piu forti..mah..io mi aspettavo la sua sgridata MESSICO(Sarah) Eravamo finalmente arrivati, il mottivo era triste pero...non potevo non essere contenta, io avevo desiderato sempre vivere in Messico, come regalo di compleanno avevo chiesto un viaggio e ricevo che vado a viverci per un bel po, ok ero triste per mio fratello ed ero veramente triste come sempre, se ci stava male lui ci stavo pure io..pero un pochino ero contenta, e poi ero insieme a Seth, insieme alla mia famiglia, cosa potevo chiedere

ancora? Beh..i Cullen mi mancavano, pero vista la situazione...e meglio che sono rimasti li da soli. Dopo essere arrivate in casa, io e le ragazze, tra cui anche Claire, limprinting di Quil, che ormai era una licantropa anche lei, avevamo deciso di accompagnare i miei alla nostra nuova casa, non stavo piu nella pelle, anche perche la nonna ne parlava bene, piscina nuova pure li, stanze grandissimi, per ogni coppia, diceva che era un pochissimo piu grande di quella che avevamo alla riserva, e quella era gigantesca, quindi...non stavo piu nella pelle. E dai Mandy ma sei pronta? Dobbiamo andare disse Amanda entrando mentre mi chiudevo la cerniera dei jeans per poi sciogliermi i capelli, Seth stava provando a convincermi di smettere di vestirmi come un maschiaccio perche non ero un maschio, mi ha fatto rinunciare ai capellini da baseball, e alle magliette larghe, adesso provava a farmi rinunciare anche ai jeans, lo odiavo (si fa x dire) quando mi diceva cosa dovevo fare, non mi sentivo a mio aggio vestita cme una ma non volevo farlo arrabbiare quindi...decisi di fare come diceva lui..non sempre pero...spesso Si sono pronta risposi finalmente, e notai che non cera solo Amanda ad aspettarmi ma anche Mandy, Mirabel e Claire, che era diventata una vera amica, beh..lo era sempre stato..e lei era piu grande di noi...di un paio danni Oh finalmente dai muoviti che i genitori ci aspettano, non potevano lasciari andare da sole? sbuff Amanda Ahah maddai, noi andremmo in giro mentre loro..boh ma che ne so...andiamo dissi uscendo dalla stanza, andando a piano terra, dove cerano tutti i <grandi> Finalmente sei pronta tesoro disse papa baciandomi sulla fronte come faceva sempre, anche se mi ero alzata di circa 10 centimentri ero sempre una nanna in confronto a lui, cosi che mi arrampicai x stampargli un bel bacio sulla guancia e lui mi sorrise, poi andai dalla mamma...come sempre, e poi andammo tutti insieme alla casa nuova, a piedi, anzi, a zampe, perche in quella foresta non ci passava mai nessuno <eccoci qui> disse papa prima di trasformarsi, e tutto lo seguimmo, cavolo, la casa era davvero gigantesca, era bianca, con 3 piani, un cortile gigatesco, che prima era pura foresta, cera una piccola piscina davanti e poi si intravedeva laltra, gigante, che era messa sotto la casa, dovevo ancora scoprire come, poi entrando, il saloto era piu grande di quello che avevamo alla riserva, era arredato, tutto nuovissimo, poi le stanze erano non piu una di fronte allaltra ma in fila, davanti cera un bagno, lo sapevo che quella casa aveva moltissimi bagni pero non pensavo che uno per ogni stanza O_o Ma.......e stupendo senti dire Mandy mentre entr nella sua stanza, sapeva quellera perche cera la targhetta fuori, come se entrassi in una casa, e sembrava proprio cosi, non era una semplice camera la sua, non era una stanza gigatesca come quella dalla riserva, era un appartamente in miniatura, cerano due camere, e persino unaltro piccolo bagno, il letto, era grandissimo, per circa 3 persone non due, cera uno specchio gigantesco, ero a bocca aperta, usci dalla sua stanza e entrai nella mia, era identica, dio ma dovero andata a vivere? In paradiso? Era tutto...ero senza parole, Seth quando lavrebbe visto sarebbe rimasto a bocca aperta per una settimana Ma porca... senti dire a papa e scesi al piano di sotto dove erano le camere dei genitori, lo trovai imbambolato davanti ad una stanza e la mamma mi fecce vedere, cavolacci, era ancora piu grande delle nostre stanze, con un enorme letto in ebano in mezzo le paretti erano come il mio vestito di compleanno, tra il bianco e lazzuro chiarissimo, cerano quadri che decoravano i muri era...era bellissima, che voleva dire poco

WOW mi usci dalla bocca mentre schivai mio padre e mi buttai sul loro letto Ma che fatte li imbambolati non volete uttilizzarlo? dissi maliziosa ai miei e papa mi guard strano E dai papa, un letto cosi...io vado a chiamare Seth dissi e lui mi guard ancora piu male e iniziai a ridere Ahah dai papa, sto scherzando, non del tutto ma sto scherzando dissi e andai da lui e lo baciai sulla guancia Io vado dai nonni, ciao dissi e usci dalla casa, lasciando li le altre, nelle loro stanze Sarah aspetta senti e mi girai, cera Mandy alla finestra Dove vai? Dai nonni, non scherzavo molto prima con papa a proposito di Seth dissi e sorrisi Posso venire pure io? Will mi manca disse Certo le risposi e la vidi saltare dalla finestra del secondo piano e atterrare perfettamente senza sbilanciarsi Wow, brava dissi sorridendo Grazie mi sorrise e partimmo insieme verso la casa dei nonni. Quando arrivammo pensai che fosse arrivato il terremoto in giardino, cera acqua dapperttutto, il tavolo il legno per terra, una marea di piatti, una ventina di birre sul bordo della piscina e i miei cugini insieme a mio fratello, Seth e Embry che galleggiavano ad occhi chiusi, che casino, Mandy rideva come una pazza guardando mio fratello, beh in effetti, pure Seth...con solo il costume adosso...mazza che visione, pero...avevo deciso cosa fare, lo avrei svegliato, cosi che mi piegai sulle gambe, e mi buttai in piscina, cadendo su di lui, mettendolo con la testa sottacqua, si svegliarono tutti insieme e pure Will tir Mandy in acqua Amore ma sei pazza? Mi hai fatto prendere un accidente disse Seth appena uscito con la testa dallacqua Scusa amore, ma non potevo resisterti, ero venuta a portarti a casa, pero..visto che nel vedere la casa e la nostra stanza rimarrai imbambolato x un mese, adesso ne aproffito dissi baciandolo, e poi senza lasciare le sue labbra scesi sottacqua, per un bacio carico di passione, e ossigeno, pero anche se non avrei potuto continuare a respirare non avrei smesso di baciarlo

IL TEMPO PASSA, E SEMBRA CHE STO MIGLIORANDO, MANO MALE Era passato circa un mese dal nostro arrivo in Messico, e si potrebbe dire che allinizio andava tutto x il <meglio>, in effetti, era cosi, erano tutti felici, e io ero contento, erano tutti che ridevano ed io sorridevo, quando gli altri accennavano un sorriso io quasi piangevo il poche parole andava tutto male x me, anche se avevo vicino Mandy. Lei cercava sempre di essere di buon umore vicino a me, e questo mi faceva stare ancora piu male, visto che si sforava a farlo, ero diventato abbastanza solitario e freddo con gli altri...con lei..andava ancora benino pero non voleva commentare, sapeva benissimo il perche, non avevo smesso di pensare a Nessie, neanche un secondo, una volta mentre stavo x fare lamore con Mandy la chiamai <nessie> lavevo ferita, e nonostante quello mi era ancora vicina, perche sapeva che era inutile opporsi, che un giorno o laltro il vero

imprinting mi avrebbe dominato. Will ti prego smettila di scusarti, normale, e non ti giudico, e la tua natura mi disse dopo che mi scusai x essermi perso di nuovo mentre la baciavo, mi ero fuso perche pensavo a Nessie, cavolo, era subdolo pensare a alei mentre baciavo la mia ragazza pero aveva ragione, era la mia natura, e anche se avessi voluto non avrei potuto smettere Mandy ti prego basta, ma perche non mi dici che sono un bastardo? Perche non mi prendi a schiaffi? Puoi anche mandarmi a quel paese pero fai qualcosa ringhiai e lei cosa fa? Mi bacia sulla guancia, e la guardo male Hai detto di fare qualcosa, quello che mi sono sentita di fare disse sorridendomi e mi sciolsi, on potevo essere arrabbiato con lei, anche se avrebbe dovuto esserlo lei Mandy, sai che ti amo vero? Nonostante limprinting, e i maledettissimi pensieri che a volte perdono il controllo io ti amo la abbracciai Pure io William, e lo sai disse e mi baci per poi stenderci insieme su quel grossissimo letto che avevamo in camera, e per la prima volta avevo dei pensieri normali, anzi meglio, riccordi, ed erano tutti su me e Mandy, e mi accorsi che ogni giorno ce ne erano di piu, speravo che il mio cervello continasse ad andare sulla retta via, ed era davvero cosi, perche da quel giorno pensavo a Nessie sempre di meno, anche se avevo moltissimo tempo a disposizione, perche avevo deciso di non andare a scuola in Messico, e papa mi sosteneva, mentre la mamma non era molto daccordo, non sarei andato, pero ovvio che avrei continuato a studiare, pero mi mancava il mio insegnante prefferito, lo zio Edward, che pero mandandomi via mi aveva ferito, ma vabbe, era colpa mia non sua Erano passati altri due mesi e come sempre stavo insieme a Mandy, che ha rinunciato alla scuola pure lei x farmi compagnia, che dolce, anche se mi sentivo in colpa, pero me lo faceva sempre dimenticare quindi...nessun senso di colpa ma felicit. Un paio di settimane dopo mi sentivo totalmente <guarito> il cassetto Nessie era chiuso, era possibile che avessi vinto contro limprinting? Se fosse cosi...saremmo potuti andare a casa, e di questo parlai una sera con papa Ehi p senti pero...perche non torniamo alla riserva? la buttai li mentre lo aiutavo a lavare i piatti, era marted e un giorno alla settimana toccava a noi due farlo, regole che avevano stabilito le mammine, ogni giorno uno di noi, maschi, doveva lavare i piatti e pulire la cucina insieme al papa... e beate le ragazze che non facevano niente Beh Will...inizi papa a rispondere alla mia domanda Non possiamo ritornare alla riserva adesso, sono nemmeno 4 mesi da quando siamo partiti, e ancora presto, avevamo intenzione di rimanere qui anni anni, anni, anni lontano dalla mia riserva? Ma se mi mancava tutto...persino la scuola e la prof dinglese Si papa so quello che avete detto pero...io...io mi sento pronto x tornare dissi alzando la spalle, mi guard curioso Spiegati Nel senso che da un bel po che non ci penso piu a Nessie ogni giorno la pensavo di meno e adesso...non mimporta piu, non mi tocca neanche, per questo pensavo che potessimo tornare, mah era solo una domanda dissi mentre gli passavo un piatto x asciugarlo, nonostante la lavastoviglie la mamma ci obligava a farlo a mano, chissa perche Cosa? Will ma ne sei sicuro? Sai che limprinting non puo essere eclissato del tutto, ti prego, non voglio pensare che stai raccontando balle x tornare a vederla disse papa serio Cosa? Sai che non lo farei, sono il primo a non volerla vedere dissi quasi sputando

Si lo so sospir Senti...ne parlo con gli altri, chiamo pure Edward e...vediamo cosa faremmo disse dandomi una pacca sulla spalla Grazie p E di cosa? Anche a me piacerebbe tornare a casa disse sorridendomi, uffa pero, tutti mi dicevano di essere bello, pero vedere papa mi sentivo una nullit Will svegliati, mi passi il piatto? Ah si scusa tieni dissi uscendo dal sogno Will, chiamo Edward questa sera stessa, promettimi solo che non farai cazzate una volta arrivati li e far il possibile per poter tornare disse asciugando il piatto Papa, non posso promettertelo dissi abbassando la testa non posso farlo perche non so quello che succeder, pero lunica cosa di cui sono sicuro che Nessie x me non significa piu niente Allora vedo a parlarne con Edward visto che ti ho finito io i piatti dissi dandomi una spallata perche era piu veloce di me Ok papa, grazie, vado di sopra da Mandy, notte dissi e mi pul le mani Notte figliolo dissi abbracciandomi, e ci scambiamo due pacche sulle spalle, per poi correre nella mia stanza, speravo che andasse tutto bene con lo zio SPERO SOLO CHE NON SIA COSI FURBO COME SUO PADRE(Jake) Mentre lavavamo i piatti come ogni marted, William mi chiese di tornare a casa, che la riserva gli mancava, mi disse che per lui la piccola Renesmee non significava piu niente, pero che non mi avrebbe promesso di non fare sciocchezze. Gli avevo detto che avrei parlato con Edward, cavolo pure io a avevo voglia di tornare a casa pero non volevo che mio figlio mi prendesse x i fondelli, beh almeno ci avrei provato. Dopo che and in camera sua fecci un bel respiro e presi il telefono, dovevo dirglielo subito, andai nella mia stanza cosi Will non avrebbe sentito, pero Alex si, doveva essere daccordo pure lei, e lo era, allora finalmente digitai il numero, e al secondo squillo Edward rispose Ciao Jake disse eh gia ovvio, sapevo che ero io, nessuna chance per coglierlo di sorpresa Eh gia nessuna, riesco a sentirti i pensieri anche parlando al cellulare, pero non ho capito bene cos successo con Will disse Ehm senti...di questo voglio parlarti, Will mi ha chiesto di ritornare alla riserva, che si dimenticato Nessie e usando le sue parole dico che lei non gli interessa piu pero non so cosa fare...con limprinting non si scherza, non puo essere eclissato da niente, e io non ho idea di cosa fare dissi sospirando mentre mi buttavo sul letto con la testa in grembo ad Alex, io volevo tornarci, mi mancava pero non dovevo pensare a me, Will era limportante, pero se aveva detto che Nessie non lo importava piu forse era cosi, ma avevo paura x quello che sarebbe potuto succedere nel vederla Jake, cosa ti senti di fare? ecco cosa mi chiede, ma io chiamo lui x chiedergli cosa devo fare e lui lo chiede a me? Edward, per cosa pensi che ti ho chiamato? Perche non ho idea di cosa fare, ce di mezzo pure tua figlia, non voglio decidere tutto da solo, anche perche non voglio sbagliare Jake calmati, io...senti...nemmeno io so cosa dire...e non mi mai capitato perche non

sopporto vedere Renesmee in questo stato, da quando ve ne siete andati non caccia nemmeno piu, e ha imparato a nascondermi i pensieri, ha met del potere di Bella quindi se vuole non mi fa sentire quello che pensa, non so come comportarmi, scatta ad ogni piccola parola, e sempre di malumore, e non so perche se tornate, forse al rivedersi William si accorger di non essere x niente indifferente, oppure Renesmee star male al vederlo con Mandy, e non voglio che tra di loro succeda qualcosa, e non so dire qualle sia la cosa peggiore perche se si accorgessero che non possono fare a meno...Jake non voglio che tra Will e Nessie ci sia qualcosa, e sai benissimo il perche, una cosa impossibile, sai che se non fosse quel problema niente mi farebbe piu contento che vedergli insieme disse e sospir wow, che discorso lungo, mi ero perso un po x strada ma alla fine capi quello che aveva detto, se Nessie e Will si sarebbero visto sarebbe stato pericoloso Jake, so quando a tutti voi manca la riserva, pero...tornate, e quello che sar sar, forse non succeder neanche quello che pensiamo noi pero...tornate, vedremmo dopo cosa fare disse sospirando Edward sei sicuro? Si Jake sono sicuro, pero io non dir niente a Renesmee del vostro ritorno, ci vedremmo solo noi, lei la teniamo fuori, e pure Will dovr farlo Ovvio, con William parlo io, grazie Ed Jake, non ringraziare, lo farai solo se andr bene se no meglio mi prendi a calci mi disse ridacchiando Oh si contaci risposi pure io, poi lo salutai e riattacai Quindi torniamo a casa amore? mi chiese Alex baciandomi Si, torniamo a casa, anche se non so se porter qualcosa di buono, non sono ancora sicuro di quello che ha detto Edward Uffa Jake vieni qui mi disse dolce mentre mi chiam x abbracciarmi meglio Quello che sar sar pero...io non riesco a capirvi, perche al posto di farvi cosi tante segh...voglio dire tanti problemi...non dite ai ragazzi perche non volete che stiano insieme anzi che non possono? Sono sicura che capiranno e che ci penseranno, meglio che fare prima la cavolata e poi che arrivate voi a sgridargli disse stampandomi un bacio sul collo, in effetti non ci avevo molto pensato, mi ero solo preocupato di allontanargli ma non mi venuto in mente di dire il mottivo Non...non ci ho pensato confessai e la senti ridacchiare Che ce? Mica ho il tuo cervello io, mi sono preocupato di non fargli incontrare x non fare stupidaggini, pensi che avrei dovuto dirlo prima? Non lo credo Jake, ne sono sicura, pero..facciamolo come te, torniamo prima a casa, e poi vediamo Si amore, penso che hai ragione, spero solo che non succeda niente, pero sai...questa casa mi mancher dissi ridendo E ci credo, ha 3 frigoriferi imensi..ovvio che ti manchera Ahah spiritosa, non sono solo i frigoriferi...ma pure il letto...mi mancher tutto questo spazio x rottolarsi dissi malizioso Maiale mi diede una sberla Lupo! specificai Cosa? Sono un lupo cara non un maiale, pero direi che approffitarne unultima volta del letto

non sia una cattiva idea dissi prendendola x i fianchi, smettendo di parlare

HOME SWEET HOME Si, finalmente arrivati, quando papa mi diede la notizia non stavo piu nella pelle, sarei tornato a casa, e me laveva detto mentre mi abbracciava, lui era felicissimo come me, vedevo nei suoi occhi i miei, riflessi, ed erano gli stessi, azzuro e marrone, acqua e terra che si fondevano in un puro sentimento di felicit indescrivibile. Il giorno dopo, allalba trovammo tutte le valiggie pronte, e partimmo allaeroporto, e adesso, eccoci qui a casa, la nostra casetta, piu piccola dellaltra ma chi se ne importava? Era NOSTRA, subito arrivato mi fiondai nella mia stanza e Mandy mi segui, lei a differenza di me non era cosi felice, e sapevo il mottivo Amore dissi mentre la facevo sedere sulle mie gambe sul letto Tranquilla, non mi credi che Renesmee non minteressa piu? No Will, non questo solo che...ho comunquel paura e poi...io mi sento strana Strana in che senso? mi preocupava Boh non ho idea, adesso sto bene pero prima...in macchina boh mi sentivo...irritata e non so perche, Mark mi faceva incavolare anche se non aveva detto niente...boh non so mi sono svegliata strana, pero adesso sto bene dissi stampandomi un bacio Meno male cucciola la strinso forte a me E smettila di preocuparti, andr tutto bene dissi e lei fecce un si con la testa Dai, dico sul serio amore, nessuno potr separarci adesso dissi stringendola ancora di piu Si, hai ragione, nessuno e mi regal uno di quei sorrisi che mi mettevano KO Dai, mettiamo a posto i vestiti dalle valiggie, e poi...che si fa? chiese ancora, uffa pero, volevo tenerla fra le mie braccia e lei voleva mettere a posto la stanza Va bene uffa dissi alzandomi e la aiutai un po, pero era tardi, cosi che lasciai perdere li x terra tutti i vestiti e io mi buttai sul letto Dai cucciola tardi, faremmo domani dissi tirandola sul letto, domani quando torneremmo dalla spiaggia Spiaggia? Ma andiamo alla spiaggia domani? E beh certo, sar stato caldo in Messico pero questa spiaggia mi mancata un sacco dissi baciandola Si pure a me, ok ci sto, pero voglio surfare, e da un po che non lo faccio piu Certo e perche pensi che ci voglio andare? dai adesso mettiamoci a letto dissi, la abbracciai, ci baciammo per un po e poi mi addormentai.... ..... Will amore svegliati, ma vuoi andare al mare si o no? senti allimprovviso e mi resi conto che era gia mattina, avevo dormito pero senza sognare, era un bel po che non mi capitava piu Giorno amore dissi sorridendo pero fecci finta di essere irritato che lei non me laveva detto Giorno mi sorrise e mi baci Ecco cosi va meglio, ma gia ora di svegliarsi?

Si dormigliore, hai gia dormito abbastanza sono le 9 le 9 mamma mia, in Messico dormivo fino alle 2 del pomeriggio uffa questo non mi piaceva del riprendere la mia vita Hmm le 9 ed tardi? chiesi stiracchiandomi Si tardi anche perche tu sei sempre il solito, scommeto che la tua tavola da surf e la solita, pulitissima e brillante vero? disse, beh in effetti, era la solita, pero buttata x terra, sporca e piena di polvere In effetti dissi sorridendo mentre mi alzavo, e la abbracciai pero rimaniamo ancora un pochino dai, 5 minuti non fanno male a nessuno e iniziai a baciarla sul collo Invece si cosa? Cosa vuoi dire? Stare con me ti fa male? ero sballordito Si, perche mi fai impazzire ogni minuto di piu ah ecco la furbetta A beh buona notizia allora e continuai a baciarla Ohi siete qui? Andiamo si o no? senti bussare alla porta e la voce di mia sorella Entra more dissi e lei entr con quel suo sorriso a 98 denti Ciao more, uffa sempre appiccicati voi due, comunque, i ragazzi vogliono gia andare via, venite pure voi? avevano fretta i ragazzi Si pero io devo ancora lavare la tavola, e da un po che non la tocco e fa schifo dissi facendo una faccia schifata Will Will Willm parla al passato, sai che per il mio amore di fratellone faccio di tutto, la tavola e gia scintillante che ti aspetta disse e la guardai a bocca aperta Cosa? Cavoli ma io ti adoro sorellina vieni qui dissi e lei viene vicino a me, e la fecci sedere sulla mia gambe sinistra, la destra era gia occupata da Mandy Che ragazzo fortunato, due donne cosi dove le trovi piu? disse mia sorella dandomi un bacio sulla guancia Eh gia...che uomo fortunato dissi sorridente pure io mentre baciavo lei e Mandy Ok uomo fortunato adesso alzati, mettiti un paio di...qualcosa e scendi, ti aspettiamo disse mentre trascinava Mandy fuori dalla stanza e si chiudeva la porta alle spalle, ero rimasto da solo cosi che andai a lavarmi i denti, e a vestirmi, poi scesi le scale e incontrai tutti, persino papa, che aveva un sorriso beato sul viso, e ci credo, era il primo giorno che trascorrevamo a casa dopo 4 mesi, come poteva non essere contento Ciao gente dissi mentre salutavo lui e la mamma Ciao Will andiamo? chiese Anthony Si andiamo, ehi pero dove Mandy? chiesi mentre mi guardavo attorno Mandy ha detto che arriva dopo e prendere pure la tua tavola da surf, ha detto che Leah le ha chiesto di fare qualcosa disse papa, ehi aspetta, ha detto <arriva dopo> Papa, vieni pure tu? Certo, non faccio surf con voi ma.. Ma stiamo sempre li vicino, andiamo a tuffarci dagli scogli disse Paul uscendo dalla sua stanza finendo la frase di papa Infatti, e da un bel po che non ci tuffiamo piu disse papa salutando Paul con una stretta di mano e una pacca sulla spalla Ah fico, sai che non una cattiva idea? Forse prima di tornare a casa vi faccio compagnia dissi sorridendo, e lo fecce anche papa, era stra felice al pensiero che certe cose le avevo prese da lui Ok andiamo? chiese anche la mamma, e come se no..sarebbe venuta anche lei Dai, gli altri sono gia li, andiamo Will, sicuramente ci sar anche Mandy, non da Leah farla

lavorare troppo quando ce qualcosa di bello da fare continu ok aveva ragione Ah ok andiamo dissi e uscimmo di casa. Fino alla spiaggia..tutto tranquillo, eravamo divisi a gruppi, i maschi e le femmine a cui si era agregata pure Leah, pero senza Mandy, ed eravamo piu numerosi noi, e me ne accorsi che qualcuno mancava, ma non ci fecci caso chi era Allora Jake, sei pronto a vedermi mentre ti faccio nero? chiese allimprovviso Embry e papa sbott in una risata fragorosa da far girare la testa a tutti quelli che erano x strada, non capivo ancora perche non eravamo andati dal bosco..pero qualcosa mi diceva che la gente doveva sapere che i quileute e i Black erano tornati Sisi Embry, se tu fai nero me allora vuol dire che io sono un succhiassangue, e guarda caso sono un lupo disse tirandogli un calcio Sisi Jake pure noi, pero questa volta tocca a noi vincere quindi...lascia perdere, anzi no, riccordati quel giorno quando ci siamo tuffati io, te e Jared, ho vinto io disse Paul che pure lui tir un calcio a papa Testa di...si che mi riccordo quel giorno, uno perche ho vinto io, come sempre ovviamente . e non tu e due perche e il giorno dellarrivo di Alex disse papa donando alla mamma un sorriso a 32 denti che avrebbe ucciso una qualunque umana, visto che aveva eclissato persino me che ero un maschio e suo figlio Ah gia vero, quella sera hai rotto la porta della nostra stanza disse lo zio Paul e non cap pero gli lasciai continuare Uffa ma che rompipalle che sei, devi proprio riccordarmelo? Si ti ho svegliato e allora, meno male che stavate dormendo disse papa con un tono e una faccia schifata e si prese un occhiattaccia dalla zia Rachel Di che state parlando? chiesi visto che la curiosit mi stava uccidendo Di come tuo padre ha reagito quando mi ha visto nella sua casa, mi ha svegliato quasi rompendo una porta e urlando come un matto, ma alla fine si e datto una calmata visto che si stava strozzando col cibo quando mi ha vista disse la mamma che era vanuta da noi, mettendo una mano attorno la vita di papa mentre gli schioccava un bacio Sisi ok mi sono comportato male adesso smettiamola che siamo arrivati disse papa e guardai avanti, il mare, la mia spiaggia, era tutto stupendo, tranne il fatto che adesso erano tutti a coppie tranne Embry che era sempre solo, e io, ma dove diamine era Mandy? Cavoli ma dov Mark? Diceva che sarebbe venuto senti allimprovviso Adam, ma certo Mark, ecco chi mancava Boh non ho idea io comunque io faccio un giro a casa, vado se trovo Mandy dissi sovvrapensiero e iniziai a tornare a casa, non so perche ma ero preocupato. E maledizione dissi e iniziai a correre, e in un paio mi minuti ero arrivato a casa, dove non cera, andai nella nostra stanza, niente, la chiamai ma..ancora niente, ma quando decisi di andare via vidi qualcosa che mi lasci a bocca aperta, sentivo il calore sulla schiena, stavo tremando alla grande, pero poi, oddio, debole, freddo, buio. COSA DEVI FARE QUANDO ANCHE LULTIMA SPERANZA RIMASTA SVANISCE? RITROVA QUELLA CHE HAI PERSO IN PRECEDENZA William Will svegliati Volete dirmi che gli successo?

Ma come diavolo fa un licantropo a svenire? Ma volete parlare una buona volta? Dove lavete trovato? E crollato davanti ai miei occhi <si...i tuoi occhi...quegli occhi che...no...la tua voce..no basta, smettila, stai zitta, non continuare a parlare, non dire piu niente> Perche svenuto? Ehm ecco... si ecco cosa, stai zitta non voglio sentirlo ancora, ma che era successo? Comero svenuto? Mi riccordo solo quello che ho visto e che mi ero arrabbiato e poi, come sono entrato in casa e quando sono tornati gli altri? Will amore svegliati non avevo intenzione di farlo ma quella parole piu che svegliarmi mi feccero scattare in piedi in un millesimo di secondo Non. Toccarmi sibillai mentre mi mettevo in una certa...posizione dattaco, gli altri mi guardavano male e lei abbass la testa Will tesoro, che ti succede? ecco anche la mamma, dolce come sempre che mi viene vicino Mamma, lasciami stare, non vorrei farti male dissi mentre la guardavo, avevo paura di staccare da un momento allaltro Non puoi farmi male, calmati, perche le parli cosi? ah ecco la diffende pure? Bene. Iniziarono ad arrivare anche gli altri in saloto, mi ero fatto sentire quindi sicuramente volevano vedere come stavo, oppure prendersi la soddisfazione di vedermi cosi, ma non cerano tutti, infatti, uno lavrei ucciso Will amore ti prego Smettila. Di. Chiamarmi. Cosi ringhiai mentre iniziavo a tremare Perche diavolo le stai parlando cosi? mi chiese Leah arrabbiata, certo la mammina Ma non lo avete detto a nessuno? Bravi, complimenti parlai al plurale e gli altri non capivano William adesso ti calmi, Mandy che successo? chiese calmo papa E che...io ecco...mi dispiace balbett Certo come no, ti dispiace, ti dispiace, sai quello che ho fatto x te vero? Oh certo che lo sai, ma a quanto pare non te ne importa un cazzo, e x tutto il tempo mi hai preso x stupido dissi e tirai un pugno al muro, non mi ero fatto male io, ma lui, cera lorma del pungo, proffonda Sono tornato, si svegliato Will? senti una voce ed eccolo li tutto x me Proprio te volevo vedere bastardo dissi e mi fiondai su di lui buttandolo a terra mentre gli tirai un pungo in piena faccia sotto gli occhi increduli di Jared e Kim, per non parlare dei miei Will, posso spiegarti disse spaventato, <oh si certo, spaventato devi essere, perche questa volta neanche i miei e i tuoi insieme mi fermaranno dal staccarti la testa> Oh si certo, spiegati, cosa facevi se non arrivavo io? Ti portavi a letto la MIA fidanzata? ringhiai mentre gli tiravo un altro pungo nello stomacco, e con la cosa dellocchio vidi che tutti guardavano Mandy No Will ascoltami, fammi spiegare tutto continu Mark Ma che diavolo hai da spiegarmi? Sai che ti dico? Prima ti spacco la faccia e poi ti faccio parlare dissi ma prima di dargli un altro pungo senti le braccia forti di papa attorno a me, e vidi Jared che si occupata di Mark William adesso basta mi disse la mamma Si certo, basta, ma come puoi dirmi basta mamma? Ti rendi conto di cosa mi hanno

fatto? le ringhiai adosso, <scusa mamma> ma poi vidi Mandy che andava da lui, gli chiedeva se stava bene, non mi degnava di uno sguardo E cosi che mi ringrazi x quello che ho fatto? chiesi e lei mi guard come se mi chiedesse scusa Mandy non guardarmi cosi, io ho accettato di andarmene x stare con te, perche limprinting non si mettesse di mezzo, e tu che mi fai? Appena tornata a casa ti butti nelle braccia di Mark come se io non fossi niente, da quanto mi state prendendo in giro? Da quando non significo piu niente per te? Anzi mi viene il dubbio se tu mi hai mai amato dissi e senti la guancia in fiamme e un rumore che riempi tutta la casa, e faceva male, ma non la guancia x colpa dello schiaffo, ma il cuore perche laveva fatto, e papa continuava a tenermi abbracciato, se cosi si puo chiamare, lei si port subito la mano sulla bocca, e aveva gli occhi lucidi Come puoi dire una simile cazzata Will? Sai benissimo quanto ti amo idiota mi disse e inizi a piangere, e io che avrei dovuto fare? Mandy, come posso crederti? Non lo dimostri affatto, dici agli altri che Leah ti ha chiesto di fare una cosa, rimani a casa e quando torno ti trovo avvinghiata a Mark in garage, gia, bel modo di dimostrare che mi ami, e lasciami sbottai x liberarmi dalla presa ferea di papa Cosa? chiese Leah Ah pure...allora Leah non ti ha chiesto niente, bello, mi prendi pure x i fondelli, bene, io me ne vado dissi e mi girai x uscire Aspetta Will, non colpa sua disse Mark che bello, si diffendono a vicenda, bello, e il suo mini-imprinting dovera sparito? Ah si, forse non era mai esistito Sono stato io a baciarla continu Cosa? ringhiai sisi certo forse era cosi, ma da quello che ho visto io sembrava il contrario, era lei che lo abbracciava ed era pure con le gambe attorno ai suoi fianchi, cosa devo pensare? Lha baciata davvero con la forza? Forse si, ma lei ci stava, eccome se ci stava Si Will, sono stato io a baciare Mandy mi dispiace pero io... Tu cosa? Ma se usi quel gabineto che hai x bocca usalo x finire le frasi sbottai tirando un calcio, non fecci neanche attenzione a cosa, ok forse ero esagerato, invece no, io ci avevo creduto, che saremmo potuti stare insieme x sempre, io avevo combattutto limprinting x stare con lei e lei bacia un altro, no, non stavo esagerando Che vuoi Will, mi sono stancato delle tue crisi isteriche da feminuccia, qui non sei lunico che ha il permesso di avere limprinting cosa? Quando? Dove? Cosha detto? Imprinting? La mia ragazza? Lui? Eh? Comunque mi arrabbiai ancora di piu Ah ecco, bello, complimenti, felice per voi, Mandy, ti dico solo una cosa, riccorda quello che ho fatto io x te nonostante limprinting, ma comunque, fai quello che vuoi, adesso non conta piu, e non conter niente di quello che farai, e non penso che farai qualcosa dissi e usci di casa senza guardarmi dietro, sentivo gli occhi pieni di lacrime, la ragazza x cui ho rinunciato al mio imprinting, allamore piu grande che avessi potuto avere...adesso era oggetto di un altro, perfetto, al posto di lasciarlo stare e di continuare a stare con me...si lascia andare, forse stanno gia insieme chi lo sa, certo, pure io avevo baciato Renesmee, ma lavevo fatto perche il nostro era un addio, un mai piu rivederci e sarebbe stato cosi, perche io avevo combattutto limprinting. Mentre continuavo a pensarci caddi a terra e non mi alzai piu, non mi andava, non volevo fare niente, solo

pensare e riccordare, che pero faceva male, ma se i riccordi erano lunica cosa che mi era rimasta....come potevo negarmegli? Volevo che qualcuno mi trovasse, anzi non qualcuno, ma qualcosa, un camion cosi mi sarebbe potuto passare sopra schiacciandomi, oppure un meteorite cosi mi sarebbe caduto adosso, ma sarebbe servito ad uccidermi o solo a ferirmi, e a procurare un grande macello che poi avrei dovuto rimetttere a posto? Punterei sulla seconda, ma poi, era proprio una cosa cosi tragica? Volevo Mandy felice quindi...non mi sarei messo in mezzo, io...avrei continuato la mia vita, avrei volato anche laltra guancia e avrei sofferto in silenzio, forse potevo avere anche un altro imprinting, boh se era possibile se no...non cera niente di male nellinnamorarsi come persone normali, avrei sicuramente trovato qualcuna che mi amasse e che avrebbe potuto piacermi, in fondo cerano tante che mi cercavano, forse una lavrei accettata, in fondo erano tutte carine, oppure sarei andato dalla prof dinglese, oh si, ok detto cosi e da bastardi pero avrei fatto qualcunque cosa pur di non soffrire Non credo che la prof dinglese sia una buona idea, e gia fidanzata senti la voce calda dello zio vicino a me, e nonostante la pioggia e il fango, si stese vicino a me come faceva quando ero piccolo Zio.. dissi e lo abbracciai, lo stringevo forte, pero non piagevo, non potevo piu farlo Mi dispiace Will mi disse e certo...sapeva tutto, come altrimenti? Ma non mimportava volevo solo che qualcuno mi tenesse da caldo, per modo di dire, lo zio era piu freddo di un iceberg Grazie x il complimento, se qualcuno qui tiene da caldo sei tu, sembri lava solida pero quel caldo, sono capace di dartelo mi disse mentre mi dava un piccolo colpetto, non potevo non sorridere, lo zio era sempre cosi, mi faceva stare meglio Si e staremmo entrambi meglio se andassimo in un posto caldo e asciuto, non che a me servirebbe, ma a te si disse mentre mi accarezzava sulla schiena, adoravo lo zio Zio...non voglio tornare a casa e non ho dove andare, mi trasformo e resto qui dissi convinto No William, sai, ho visto i tuoi pensieri, so che non pensi piu a Nessie, andiamo a casa mia ero sballordito Cosa? Stai scherzando, no zio lascia perdere, rimango qui da lupo e il freddo non lo sentir nemmeno William Black non si discute, tu vieni con me adesso, a costo di portarti di peso tu stasera dormirai da me, mangerai qualcosa perche Bella ed Esme avranno sicuramente cucinato per Renesmee e poi dormirai in un letto caldo anche se puzza ti presto il dopobarba e bagni il letto ma adesso muoviti dissi con un sorriso mentre mi aiutava ad alzarmi ma...che...cavolo...eh..ehhh ecci Salute Ehm grazie dissi guardandolo strano, boh forse potevano avere il raffreddore anche i licantropi. Mi mise una mano attorno alla spalla e andammo verso casa sua, era ghiacciato pero non mimportava, perche con me era caldo Eccoci qui Will, andiamo, Bella ed Emmett non vedono lora di vederti, pero neanche gli altri scherzano mi sorrise e apr la porta William url la zia Alice e mi salt in braccio, mi sembrava di tenere fra le braccia un neonato Ciao zietta, wow pero sei cresciuta, ti sei abbassata 5 centimetri dissi stampandole un bacio

Scemoide, smettila sono contentissima di vederti, come mai qui? mi chiese Beh, complicazioni ma..visto che non dormite ve lo dir lo zio mentre io russer alla grande, non vi dispiace se rimango qui stasera vero? Ohi nipotino ma scherzi, dormi qui quanto vuoi disse lo zio Emmett Ciao zio, ziette, nonna dissi mentre vidi anche la zia Bella, Rosalie e la nonna Esme uscire dalla cucina, insieme ad un bellodorino di patatine fritte e bistecca, e vennero ad abbracciarmi, poi pure il nonno Carlisle e lo zio Jasper con il qualle Alice si lament scherzosamente per averle detto che cresciuta abbassandossi di 5 centimentri Nessie non cera, e non volevo chiedere pero lo zio lo aveva sentito, e vabbe, non era proprio che mimportava vederla Andiamo a mangiare Will, cioe, mangi tu disse la zia Bella mentre mi spinse in cucina, mangiai quasi anche il piatto avevo abbastanza fame, poi guardai un pochino una partita con lo zio Emmett e decisi di andare a letto, ero abbastanza stanco ed era anche tardi, con loro che avevano sonno non me ne ero accorto. Pregai la zia Bella di restare con me, come da piccolo, cosi che visto che lei non dirmiva sarebbe stata vicina a me, parlammo per un po e poi scivolai nel mondo dei sogni. Quando mi svegliai, sul letto trovai un bigliettino <will, siamo andati tutti a caccia, arriveremmo intorno alle 6 di sera visto che andiamo anche a casa tua, tranquillo, ci vediamo dopo, hai da mangiare in frigo, fai pure come a casa tua. ti voglio bene, la zia Bella> a beh, ero da solo a casa loro sarei andato a prendermi da mangiare. Visto che ero da solo non mi preocupai di mettermi qualcosa adosso, i boxer potevano bastare, e scesi le scale, ma a quanto pare non ero da solo perche in saloto davanti alla tv con una ciottola di pop corn cera lei, con adosso quel piggiamino di 4 mesi fa, con quei boccoli che mi mandavano fuori testa, mi vide e spallanc gli occhi, e poi un sorriso si fecce largo sul suo volto, partiva da un orecchio e arrivava allaltro, e istintivamente sorrisi pure io, era piu bella che mai, e mi resi conto che papa aveva ragione, limprinting si poteva eclissare, ma non si poteva combattere contro, e tantomeno vincere

TUTTO QUELLO CHE HO FATTO E STATO INUTILE, NON ME NE PENTO, LO RIFAREI, OPPURE NO Will senti allimprovviso mentre ero imbambolato, poi un spostamente daria e le sue fragili braccia che mi stringevano attorno al collo, ero...sballordito, non mi aspettavo una reazione cosi, ma la strinsi anche io affondando la faccia nei suoi boccoli, pero fecci attenzione, lo zio Edward aveva ragione, si vedeva che era stata male, era dimagrita, grazie alla sua bellezza un umano non lo avrebbe notato, pero era trascurata, ed anche unaria triste, <dio Nessie, solo ora capisco quanto mi sei mancata e quanto sono stato stupido> Scusa, non volevo assalirti mi disse e lasci la presa No aspetta dissi e questa volta la abbracciai io Mi dispiace <si, mi dispiace di essere stato uno stupido, non dovevo andarmene, dovevo rimanere insieme a te, dovevo sapere che quello che provo per te non sarebbe mai cambiato> Ti dispiace per cosa? mi chiese lei guardandomi negli occhi senza pero lasciare la presa

sul collo, e cavolo, quegli occhi, color cioccolato, in cui mi perdevo sempre, quegli occhi che volevo che guardassero me per sempre, pero dovevo dirglielo, ero tornato, per Mandy non contavo piu niente, lei era ancora il mio imprinting, lamore della mia vita... Per tutto Nessie, non sarei dovuto scappare, dovevo rimanere qui, dovevo starti vicino, mi sento uno schifo al vederti cosi x colpa mia, pensavo di poter combattere limprinting per non metterti in pericolo, ancora non so qualle sia quel pericolo, ero sicuro di avercela fatta pero non cosi, x questo sono venuto qui, perche a casa non potevo tornare, ero sicuro di essere riuscito a dimenticarti pero...Nessie, la vert che al vederti adesso mi rendo conto di non aver mai smesso di amarti dissi e la vidi con gli occhi lucidi, ed amare, non era una parola grossa, in confronto a quello che provavo io con limprinting era proprio niente Oh Will disse e affond la testa nel mio petto Nessie, voglio essere sincero, devi sapere il mottivo per cui ieri sera sono venuto qui dissi e lei mi guard curiosa Mandy e Mark hanno avuto limprinting, e io..sicuro di averti dimenticata ci sono stato male, e non volevo tornare a casa, quindi Edward mi ha fatto venire qui, perche dai miei pensieri anche lui credeva che non provavo niente per te, ok forse sar da stupidi, pero non voglio che tu creda che sono venuto da te perche Mandy mi ha lasciato dissi con la testa bassa, non volevo che pensasse questo Will, non mimporta il mottivo, limportante e che sei qui insieme a me, pero possiamo sederci o rimaniamo ancora in piedi? la sent ridacchiare Ci sediamo sorrisi pure io e tenendola ancora in braccio la portai sul divano, lei prese in braccio la ciottola di popcorn e inizi a mangiucchiare, io invece mi ero ricordato qualcosa, eravamo entrambi nei guai Nessie, penso che sia meglio se me ne vado subito dissi e la senti trassalire No non andartene ti prego, non lasciarmi unaltra volta <oh piccola non voglio lasciarti e solo che...> Nessie, riccordi che tuo padre se adesso e casa mia o nella foresta ci sente vero? esatto, Edward, mazza pero perche non ci avevo pensato prima? Stai tranquillo Will, papa non ci sente eh? Cosa stai dicendo? Edward sente i nostri pensieri anche se adesso in Canada Invece no, ascolta, papa non puo sentirmi e vero, non poteva sentire lei, me laveva detto che lei era capace di nascondergli i pensieri pero io? Nessie, non sar capace di sentire te, ma puo sentire me Invece no, fammi parlare, io non so qualle sia il mottivo per cui noi non possiamo stare insieme pero la mamma si, anche se non me lha detto, e lei dalla nostra parte, dice che quello che successo alle altre non succeder a me, comunque non capisco niente, e lei mi stata molto vicina mentre esercitavo il mio potere, e mi ha fatto capire, che se sto insieme ad una parsona, e la tocco mentre uso il mio potere di nascondere i pensiei a papa, lui non sentir nemmeno la persona vicino a me quindi...siamo salvi sorrise contenta della sua spiegazione, ma comera possibile? E poi..quante sorprese in neanche mezzora, scopro che amo ancora Nessie, che lo fa pure lei, che mi vuole nonostante il mottivo per cui io ero andato a casa sua, e che Edward non puo sentirmi mentre sono insieme a lei, figo pero... Nessie, non sar capace di tenere nascosti i pensieri x sempre Lo so Will, pero se vogliamo stare insieme devi fare uno sforzo, e adesso che sei ritornato io non voglio piu stare lontana da te, se mi ami davvero non privarmi di te

unaltra volta quantera dolce, <no piccola, me ne frego di cosa dicono gli altri, adesso che ti ho ritrovata non ti lascio piu> pensai, pero...penso che avrebbe dovuto saperlo pure lei Ness, non ti lascer piu, te lo prometto, non avrei mai pensato di dirtelo pero... cosi, io ti amo le dissi e mi fecce un sorris che mi abbagli, avevo una voglia matta di toccare quelle labbra.. Nessie..posso...posso baciarti? domanda da scemi, lavevo gia fatto una volta ma forse...boh No, non puoi baciarmi cosa? A beh fa niente Ma io si cosa? Ma non ebbi il tempo di chiederlo perche senti le sue labbra sulle mie e le sue mani fra i capelli che mi tirava a se, <ma furbetta mi hai fatto venire un colpo> pero era cosi dolce, mi accarezzava la nuca, le labbra, la lingua, con la sua, non era un bacio triste e disperato come il precedente, che non voglio nemmeno chiamare <primo bacio> questo era il nostro primo bacio, datto con amore da entrambi. Mentre ero ancora incollato a lei, mi vecci scivolare sul divano, cosi che lei potesse stendersi sopra di me, x abbracciarla meglio, pero che tremendo sbaglio, aveva quel pigiamino-ino che si era un po alzato, e sentivo la sua pelle sulla mia visto che avevo adosso solo i boxer, mannaggia, e sinarcava di piu a me, <eh no Nessie vacci piano, ma basta muoverti> Ness sospirai e lei si blocc, poi mi guard negli occhi con un sorriso furbo, cavolo poi guard in basso, aveva capito merda Ops sisi furba <ops> Ehm, dammi un po x calmarmi, vieni qui dissi mentre la girai x abbracciarla da dietro e presi il telecomando x cambiare canale, pero lei si gir ancora, e mi stamp un bacio, beh in fondo, era meglio cosi, volevo ammirarla quindi, decisamente meglio Will, non mi vuoi x caso? che domanda scema Ness, se ti dicessi che non niente che vorrei di piu a questo mondo non sarebbe abbastanza, solo che...casa tua non mi sembra proprio il posto piu adatto, e poi ho paura, gli zii possono arrivare da un momento allaltro dissi e lo capi anche lei Anche se sul biglietto tua madre mi diceva che sarebbe tornata intorno alle 6 mi sembra se non riccordo male Cosa? 6? Will ma sono le 5 e 20 salt in piedi C..cosa? io devo..andare dissi preocupato Aspetta Will, mica vorresti andare via cosi disse mentre mi faceva notare che avevo adosso solo i boxer, e come mi guardava, lei era stupenda e contemplava me, che vita strana E poi riccorda che la mamma quanto e partita ti ha lasciato qui, quindi, si aspetta di trovarti qui, e poi sentiranno i nostri odori mischiati qui sul divano, abbiamo parlato e tu niente piu imprinting, ci riesci? mi disse seria quindi, devo capire, stiamo vicini pero non ci tocchiamo, sicuramente la zia non puo usare lo scudo se no lo zio se ne sarebbe accorto, quindi io vicino a Nessie e senza pensieri che la riguardano in <quel> modo e senza pensare allimprinting, che dura, pero se volevo stare ancora con lei dovevo fingere, e lavrei fatto a costo di pensare che la odiassi Ehm ok, allora vado a mettermi qualcosa adosso e poi scendo Aspetta mi ferm e mi baci piano Vai, vestiti, scendi e iniziamo a littigare disse e mi fecce locchiolino, bene, lavrei fatto. andai in camera e rovistai nellarmadio, cerano sempre vestiti miei in casa Cullen, infatti, trovai un paio di jeans sopra le ginocchia e una maglietta a righe, mah non mi piaceva pero non avevo nientaltro, mi vest e scesi giu,

non erano ancora arrivati, e Nessie mi salt al collo x baciarmi veloce <stanno x arrivare quindi, mi dispiace amore ma dobbiamo dirci su> mi disse con quel suo potere che improvvisamente adoravo, io annui e la misi a terra Ok vado a farmi qualcosa da mangiare dissi e andai al frigo, in effetti iniziava a sentirsi lore, vampiri in arrivo Si ma scusa dove pensi di essere? Il frigo e mio, quindi devi chiedere a me di andare a prenderti qualcosa da mangiare era adorabile, e in fondo mi piaceva No ma davvero? Qui sono a casa dei miei zii quindi posso benissimo andare al frigo e prendermi qualcosa da mangiare, e non sarei mica tu ad impedirmelo dissi mentre aprivo il frigo e rovistavo dentro, avevo davvero fame, quindi, potevo sicuramente prendermi qualcosa da mangiare Beh invece posso perche io ci abito qui e quello il mio frigo disse e senti che gli zii erano entrati pero fecci finta di niente Sisi e come fai a fermarmi dal prendemi qualcosa dal TUO frigo buahah in fondo quella cosa mi piaceva, e a quanto pare anche a lei Ti mordo dissi e non potevo trattenermi dal ridere Ahahah mi mordi, ma davvero? si davvero disse e inizi a venire verso di me Si davvero, quindi adesso vattene Non me ne vado neanche se mi mordi sto aspettando gli zii dissi alzando le spalle mentre presi una lattina di birra dal frigo, avevo fame, poi senti un ringhio e la sua mano sulla mia <papa non ci sente, questo giochino mi piace> senti e poi vidi limmagine di un bacio, mio e suo <will concentrazione> disse e tolse la mano dalla mia, ok continuiamo. Ringhiai pure io e la schivai andando in saloto, dove mi fecci vedere dagli zii Ciao gente, spero che a voi non da fastidio che mi sono preso una birra vero? chiese e ripensai solo a quei pensieri e quelle sensazioni che provavo x Nessie prima dellimprinting, il mostro di LockNess e tutto il resto, e vidi lo zio Edward rilasssarsi, se ci era cascato ero davvero un grande No ma figurati, che sta succedendo qui? chiese lui forse non era poi tanto convinto Si da il caso che il mostro di...ehm voglio dire Renesmee ha fatto il frigo propriet privata dissi facendo una faccia schifata Nessie disse la zia Bella E che ce? Non mi avete detto che era qui, almeno potevate risparmiare la litigata di due ore sul programma da guardare in tv e me ne sarei andata disse e sorrisi, sapevo che non lavrebbe fatto Scusa tesoro ma siamo arrivati ieri sera tardi e tu dormivi, comunque Will, possiamo parlare? chiese lo zio, ops Certo zio dimmi Non qui Come vuoi dissi e lo segui nella stanza dove avevo dormito io Will, sei sicuro che hai dimenticato Nessie? Senti non voglio essere preso in giro, so che con i pensieri si puo mentire, ti prego, lo dico per il vostro bene ma che cavolo nostro bene? Comunque Zio, non capisco cosa vuol dire x il nostro bene ma comunque stai tranquillo, Nessie non minteressa piu dissi convinto, mentre ripensavo a tutti i litigi Si ma allora perche prima la guardavi in quel modo? ops e mo che dico?

Beh zio scusami, uno anche senza imprinting la guarderebbe..hai visto com vestita? la butai li e lui sorrise, fiu meno male In effeti, dai andiamo disse e mi port in saloto oh cavolo si era cambiata i vestiti, un complettino ancora piu bello pero ugualmente corto e trasparente, omamma ma lo fa apposta? Zio penso che sia meglio se me ne vado io, comunque grazie x ieri dissi dandogli una pacca sulla spalla Te ne vai gia tesoro? mi chiese la zia Bella Ma dove vai? A casa dici che non puoi tornare? ma potevo tornarci eccome pero... Zia, so cosa fare, vado a casa, mi prendo tutto, e vado a vivere nella casa del nonno dissi, mi era venuta cosi..in mente e non era una cattiva idea, elaveva sentito anche Nessie, bene Ok tesoro se sei sicuro di quello che fai? alz le spalle Si che sono sicuro dissi e salutai tutti con un abbraccio, tranne Nessie, non ero capace, e poi usci dalla casa per tornare ala mia dove sicuramente papa mi stava aspettando col piede di porco pronto

25-MI DISPIACE, ADESSO SI FELICE, LO SARO PURE IO Era successo, quindi limprinting cera ancora? Ero euforico, non mi sarei mai e mai aspettato che lo zio credesse a quella finzione di prima ops pero non dovevo pensarci troppo pero no uffa come avrei fatto? lontano da Nessie non potevo fare altro che pensarci...uffolina io avrei messo nei guai entrambi, ok pensare a qualcosaltro vediamo...come fare....sono un licantopo..posso pensare piu cosa in contemporanea. Nessie un pochino e poi i fatti miei, che sarebbero stati basati sul come schivare il piede di porco di papa e la mazza di baseball dalla mamma uh spero che non ci abbiano pensato anche agli altri a qualcosaltro perche sarei il primo licantropo della storia ad usare il gesso x una vita x curarsi, beh..<vediamo cosa mi aspetta> pensai mentre fecci un bel respiro e apri la porta di casa sicuro, e beh certo, era casa mia . Will, tesoro sei tornato finalmente url la mamma e mi salt adosso, manco era una bambina di 4 anni lunga quanto un mio braccio, e dire che era alta quanto me, beh, ero il figlio pero ero un maschio, pure un lupo quindi, la superavo in altezza di un bel po Eh mamma, mi stai soffocando dissi e ridacchiai, beh...nessuna mazza di baseball come pensavo pero papa non cera More dove sei stato? anche mia sorella mi abbracci per poi strusciarsi contro di me Ahah dai mi fai il solettico scemotta, comunque sto bene, ero dagli zii dissi e vidi la mamma tremare Ch ci facevi a casa Cullen? mi chiese arrabbiata, ops, forse la mazza sarebbe spuntata da un momento allaltro Will, sai che da irresponsabili.. Mamma, sta calma, ma gli zii non te lhanno detto? No Ma non sono passati di qui? Ehm si ma non sapevo che fossi da solo tesoro mi hai fatto preocupare mi abbracci

ancora Scusa mamma pero ero da loro, e comunque tranquilla, nessunimprinting con Nessie, pensa che abbiamo iniziato a littigare come prima, davvero mamy, niente imprinting dissi con un sorriso, mi eera diventato facile mentire, <scusa mamma ma devo farlo, non avrei mai voluto mentirti, nemmeno te more mio> pensai, non mi piaceva mentire la mamma e mia sorella, soprattutto papa oddio, non volevo neanche pensarci a quando saremmo stati entrambi lupi Davvero non ce limprinting? ecco anche Mandy che spunta, con una faccia triste <eh ma che vuoi? Non sono mica stato io ad essere trovato che stavo x andare a letto con qualcuno> ok Will stai esagerando Ehm...no non ce piu limprinting dissi freddo, faceva male comportarsi male con lei pero..mi veniva naturale porca... Quindi adesso... no, sapevo cosa voleva dire, neanche se fosse vera la balla dellimprinting sarei tornato con lei, forse era una cosa da niente, pero lorgoglio non me lo permetteva No Mandy, mi dispiace ma adesso niente, mi dispiace pero non posso, stai con Mark, sicuramente starai meglio che con me dissi un po piu dolce e lei mi guard triste Will ti prego, io non posso, io ti amo, ti vedo ogni santo giorno, come faccio a non saltarti adosso? Sai che adesso mi viene difficile? wow, diretta, davanti alla mamma e agli altri, beh..non potevo non fare un sorriso triste Mi dispiace, pero tranquilla, per questo non preocuparti, non mi vedrai, perche sono venuto solo x questo, fare la valiggia NO urlarono la mamma e Sarah Tranquille, mica vado a spararmi, mi trasferisco dissi alzando le spalle A casa Cullen no Uffa mamma mi rompi i timpani, non vado a casa Cullen, pensi che mi va di vedere il mostro di LockNess tutto il giorno? Pure oggi abbiamo littigato perche era il suo frigo puah, comunque mi trasferisco nella casa del nonno, dai ti prego adesso fammi prendere la valiggia Will, sei sicuro? Uffa mamma non vado sulla luna, riccordi? La casa...il nonno..a 5 minuti di distanza..quella casetta piccola...rossa... fecci x finire il discorso Will, te ne vai perche qui ci sono io? mi chiese anche Mandy, uffa pero mi dispiaceva ferirla pero...pero non potevo risponderle altrimenti No Mandy, non me ne vado perche ci sei tu, ma perche ci siete voi due, e non solo, ma perche...perche mi va quindi..per favore, non vorrei dire qualcosa che ti ferisse dissi e schivai mia sorella x andare in camera. Presi la valiggia da sotto il letto e andai alarmadio, buttai dentro le prime cose che trovai e mi misi sul letto a pensare, vivere da solo nella casa del nonno, era una cosa positiva uno perche nonostante tutto non avrei sopportato vedere Mark e Mandy insieme e due perche Nessie sarebbe potuta venire da me Will ti prego more, pensaci, non puoi lasciarmi qui da sola mia sorella era entrata nella mia stanza e mi stava guardando appoggiata alla porta More vieni qui dissi prendendola in braccio, ok, forse ci avrei rischiato la pelle pero... More, se vieni con me? le chiesi Cosa? Will, stai scherzando? Posso davvero venire con te? Oddio ma io ti amo mi disse

saltandomi al collo Aspetta aspetta aspetta tesoro, se vieni con me...o sei con me o contro dissi serio Will in che ti sei messo? fecci un bel respiro e le raccontai della giornata insieme a Nessie, piano, perche non mi sentissero i miei Will ma sei pazzo? <ecco bene rimproverami pure tu> Maggy sospirai Basta chiamarmi Maggy, sai che quel nome...prefferisco more grazie mi disse con un sorriso More allora, vuoi venire con me e accettare le cazzate che faccio o rimani qui pero senza dire niente a nessuno? chiesi serio Will, non so cosa succederebbe se voi due stareste insieme, pero...non ti tradirei mai, sei la persona piu importante per me, e neanche se me lo chiedesse papa che luomo che piu amo sulla faccia della terra, insieme a te ovviamente . non gli direi niente la abbracciai senza pensarci molto Grazie more, non sai quanto bene te ne voglio, anzi, io ti amo piccola la strinsi piu forte Si lo so mi amano tutti, dai adesso vado a mettermi un paio di cose in valiggia e vengo anche io disse e scap lasciandomi solo, cosi che io presi la mia e andai a piano terra, oh merda, papa William Black dove pensi di andare? ohoh sono nei guai Ciao anche a te papa, buonasera, vado dal nonno, cioe voglio dire..a casa del nonno cavolo, avevo detto dal nonno, ed ecco mille bellissimi riccordi insieme a lui Non te ne vai, e il discorso chiuso No papa, nessun discorso chiuso dissi per poi buttare li la scusa piu banale anzi no, era proprio quello che dovevo dire Non sopporto stare qui insieme a Mandy e Mark, non posso vedergli e pensare a quello che ho visto, ma mettini un po nei miei panni, e mica vado sulla luna dissi arrabbiato pure io, odiavo quando papa faceva il prepotente <non te ne vai> cosera? Un ordine? Will, non puoi andartene ecco si era adolcito Papa davvero, vado solo nella casa del nonno, star meglio, davvero Will... Papa, non sar solo, lo accompagno io disse mia sorella mentre scendeva le scale con la valiggia NO, ma a me non ci pensate? Come far a stare senza di voi in casa? la mamma, aveva gli occhi lucidi, dovevo buttarlo sul ridere Dai mamma, pensa che siamo semplicemente andati a vivere sul conto proprio e poi...mica siamo lontani, siamo a portata di voce, distanti 5 minuti a piedi e dai mamma vieni qui dissi e la abbracciai, sembrava che stavamo partendo in guerra Uffa lo so pero che vuoi? Siete ancora i miei piccoli disse mentre con laltro braccio abbracciava Sarah e papa? Papa, vieni qui dissi e lui mi regal uno di quei sorrisi che wow..eclissavano pure me, e poi ci abbraccio tutti e 3 e wow ancora, era davvero grosso, ok tornato dal viaggio Si mamma, i tuoi piccoli e sono piu alto di te le dissi e lei mi diede un pugno sul petto Sisi che vuoi?sar io una lupa pero non colpa mia se non sono alta 3 metri come vostro padre disse e lui inizi a ridere Dai andate che tardi, anche se so che stasera non dormirette, ci scommeto che starette a ripensare al nonno e a parlare disse papa, in effetti

Ok grazie mamma, papa dissi e gli salutai entrambi con un bacio mentre Sarah si arrampicava su papa per abbracciarlo, per poi uscire di casa. Avevo ragione, il tempo di arrivare a casa del nonno era proprio pochissimo Eccoci qui more disse mia sorella mentre apriva la porta, e dio quanti riccordi, la casetta rossa era ancora intatta, non era stato toccato piu niente da un paio di anni, dalla morte del nonno, era piena di polvere, pero x la prima sera mi bastava solo cambiare le lenzuola More dormiamo insieme? chiesi a Sarah Certo, come no, da un po che non dormiamo insieme e mi sorrise pure lei, wow, ugualmente bella alla mamma E vero, spero solo che essenso grosso caldo e bello non mi confonderai con Seth ridacchiai e lei mi lanci adosso un cuscino di quelli che stavamo sistemando Idiota Ahah dai che stavo scherzando, more aspetta un secondo, arrivo subito dissi e mi alzai in piedi, avevo una cosa da fare subito, perche ero sicuro non so perche che papa sarebbe passato da noi...uno squillo...due...tre... Finalmente oh si..la sua voce Ness sospirai e mia sorella mi guard tra il sospreso, il felice e boh..preocupato, in effetti stavamo rompendo tutte le regole Senti io...ce li qualcuno che mi puo sentire? domanda da idioti Ovvio che non ti avrei risposto Si lo sapevo, comunque fammi finire io..sono venuto a vivere nella casa del nonno, sono con mia sorella, che..diciamo che dalla mia parte.. Non diciamo, cosi scemo mi url lei e la senti pure Nessie Dille che la adoro pero dopo che finiamo adesso finisci di dirmi Ahah ok comunque..boh volevo solo dirti che ti amo, e che..se stasera avevi intenzione di passare ti direi che meglio di no, sono sicuro che papa passer di qui Ok, allora...ok ci comportiamo come bambini, pero mi dici quando e arrivo Ovvio Ok dai chiudiamo che potrebbero sentirci, ah una cosa, ti amo eh che bello sentirmelo dire, avevo le gambe molli Ti amo anche io Ness e riattac, E chi lavrebbe mai detto disse lei , le dissi che Nessie la salutava e poi iniziammo a fare la lotta coi cuscini, da scemi. And avanti x un po e poi eravamo arrivati in letto, mentre riccordavamo tutte le cose divertenti col nonno, proprio in quella casa, eravamo abbracciato Ma non dormite ancora? senti una voce e un cuscino in faccia, avevo ragione, papa Che ci fai qui a questora? chiesi divertito mentre prendevo il cuscino La mamma dorme e...uffa a me mancavate, posso dormire con voi almeno stasera? Dai e sorrise, ahah pero non aspett nemmeno una risposta che si butt sul letto tra me e Sarah e ci abbracci entrambi, era stupendo stare insieme cosi. Parlammo anche con lui un po dellinfanzia..e di tutto quello che riguardava il nonno e la casa che noi non sapevamo, e poi come da piccoli, ci adormentammo tutti e 3 insieme

6-SPERO CHE FINALMENTE LA FRASE <e ADESSO LA MIA VITA VA X IL MEGLIO> QUESTA VOLTA SIA VERA, PERO NON CI CONTEREI Erano passate due settimane da quando io e Sarah ci eravamo trasferiti nella nuova casa...e tutto andava...bene, e sempre alle stesso modo, al mattino Nessie, di pomeriggio Nessie, di sera Sarah e...eh si...proprio lui...papa che non poteva farsene una ragione che avevamo deciso di abitare da soli, no, lui ogni sera dopo che la mamma andava a letto scappava da noi, sempre cosi perche sapeva che lei lo avrebbe sgridato comunque beh...non veniva proprio ogni notte cavevano anche loro le loro notti ehm ok basta niente pensieri sui genitori a letto, povera la mamma, passava piu tempo con noi che con lei di notte, forse le mancava, ok basta niente genitori adesso, pensiamo a quello che ho fra le braccia, oh si lei, il mio amore che gioca con i miei boccoli, bello, ci piaceva fare la stessa cosa Sai che adoro i tuoi boccoli? mi disse allimprovviso, che vita strana, lei aveva dei capelli da favola, era bellissima, e adorava me, mah, non che io non fossi bello . pero... Oh si che lo so risposi facendole la linguaccia Me lo dici sempre, e poi so che i miei boccoli sono stupendi dissi ridendo mentre scrolavo la testa Spaccone mi tir un pugno Ahi, stavo scherzando piccola, quella stupenda sei tu dissi baciandola piano, ok sembravamo dei bambini alla prima cotta, potevo pure sembrare sdolcinato, pero..mi veniva naturale comportarmi cosi, e pure a lei, non dovevamo fingere, e mi piaceva, piaceva ad entrambi Come va con tuo padre Ness? Sicura che non sospetta niente? Sai..non farebbe moltissimo piacere trovarmi lo zio qui mentre mi coccolo sua figlia, papa non mi aspettato col piede di porco pero tuo padre lo user eccome sorrisi a quel pensiero, Edward che mi rincorre per la foresta con un piede di porco in mano, anzi, strappa un albero..ancora meglio <william fermati grr> <manco x sogno zio, prima dimmi che mi vuoi bene e che non userai quellalbero x me e poi mi fermo> <neanche per scherzo> si ferma, lancia lalbero, lo schivo, <si evvai non mi hai beccato> mi giro, ma becco io in pieno un albero, buio, buahah che scemo Posso sapere che ce di cosi divertente? chiese Nessie guardandomi male Oh si certo, mi immaginavo mentre correvo con Edward nella foresta, anzi, mi rincorreva con un piede di porco che poi era diventato un albero, poi tutto buio e aspetta, adesso ho unaltra rivellazione si, mi sveglio, e poi aspetta, altra visione si che bello, io ed Edward mano nella mano in un campo fiorito cantando <we are the champions> O.o al raccontarlo era ancora piu stupido, pero inventarmi pure qualcosaltro era da pazzi Ahahah e io che fine facevo? E non dirmi che mi aveva gia mangiata perche papa non mangia le bimbe piccole brava piccola prendimi pure in giro Si amore eri stata gia mangiata, ma da un bellissimo e coccolosissimo lupo nero con gli occhi stupendamente azzuri . Ma quanto siamo modesti Eh si...modestamente... io sono modesto . Ahah si e io sono una principessa Ma tu sei una principessa amore, sei la mia principessa e la bacio ancora, non mi stancherei mai di lei

Ahah bello io sono la principessa e tu il rospo Ah si davvero, ti faccio vedere che sono un lupo io e le salto adosso facendole il solletico Ahahah lasciami, odio il solletico Si lo so, lo faccio apposta e continuai Moreeeee sei in casa? e sbam la porta che si apre Ops scusate non volevo disturbare la mia sorellina con un sorriso larghissimo sulle labbra Non disturbi, che succede piccola? chiesi mentre mi mettevo Nessie in braccio Ehm no niente solo che Seth mi ha chiesto di andare a Port Angeles a pappare quindi mi chiedevo se posso andare o devo rimanere a fare la spia se entra qualcuno ahah No, pero more, sei tu che ti sei offerta non te lo abbiamo chiesto noi precisai Davvero? Certo scemotta, non ti chiederei mai di rinunciare a qualcosa x me o di stare a farmi da babysitter, riccorda che quello piu grande sono io . Ah ok io vado ciao Ehi no aspetta ferma ferma li dove pensi di andare? Ehi ma cosa? Mi hai detto che potevo Certo, pero da quanto non baci piu tuo fratello? Ah era questo, ok sorrise e si butto sul letto dandomi un bacino sulla fronte e uno sulle guancie e Nessie Ok adesso vado davvero e scapp Mi sa che adesso siamo da soli precisai mentre iniziai a baciarla... Ehm..direi di si e mi rispose, il bacio si faceva sempre piu passionale, e le nostre mani iniziavano a fare conoscenza col corpo dellaltro, e la sentivo sospirare, mi mandava fuori di testa Ness... a beh, manco io ero di meno Will...ti prego, fermati ansim pero mi stringeva di piu a se Will ripet e mi staccai Scusa, mi dispiace dissi e mi allontanai, da lei, eh gia, nonostante fossimo insieme, da soli...non voleva ancora fare....quel passo, non volevo metterle fretta, non lavrei mai fatto, pero in certi momenti la voglia di lei era troppa, soprattutto quando sapevi che la casa era tutta libera Scusa pero.... inizi Tranquilla amore, mi dispiace e che...mi viene solo difficile controllarmi gia, non era pronta, e dire che era un pochino piu grande di me No Will colpa mia, mi comporto da stupida pero.. no, quella frase no, mi sembrava un deja-vu Ness smettila ti prego, vieni qui e la abbracciai Non fa niente davvero, ascoltami, io ti amo Pure io Will, pero spero sia ora di andare era triste, merda tutta colpa mia No Ness aspetta, dai non fare cosi, sorridimi, e dai scusami accenai un sorriso pure io, uh, pure lei, grazie al cielo la vedevo sorridere Grazie Will Sisi come se dovessi ringraziarmi perche ti amo, non essere sciocchina, che ore sono? Uhm..le 7, cavolo ma tardissimo, mi sa che devo andare se no papa verr a cercarmi Ma no dai, comunque ti accompagno sotto dissi Will sei qui? Oh merda la mamma dissi e poi ecco ancora la finzione, che barba

Ti ho detto che mia sorella non ce, perche devi entrare a cercarla? Mica si nasconde sotto il letto dissi e fecci un segno a Nessie che capi subito Ma che ne so io, non ti ho mai creduto quindi volevo vedere da sola disse e mi stamp un bacio x poi uscire dalla stanza sbattendo la porta Ohi pero questa casa mia, piano con le porte, dove credi di essere? A casa di mia cugina, oh ciao Alex, che piacere vederti, puoi dire a tuo figlio di non fare piu il prepotente? disse mentre baci la mamma su una guancia, e mi lanciava unocchiata divertita, eccoci alle solite, mi ero stuffato di fingere in quella maniera, pero dovevo Che sta succedendo qui? chiese la mamma seria, non dirmi che lei non se la beveva Succede che questo mostro di LockNess e venuta in casa MIA, a cercare MIA sorella, e come non si accontentata lha cercata pure nella MIA stanza sotto il MIO letto dissi e vidi Nessie ridacchiare per poi tornare subito seria Scusa se tutto tuo <mister questo e mio non lo tocchi>, pero che ne sapevo io che non mi raccontavi balle? Basta littigare, comunque davvero dov Sarah? mi chiese la mamma Ma come dov? Non ve lha detto? andata a Port Angeles con Seth a <pappare> dissi immitando le virgolette Ah davvero? Bene non lo sapevo, la cercavo perche ha chiamato Jessica e voleva parlare con lei, a proposito, ti manda un bacio disse e vidi Nessie scoprire i denti, sorrisi Ah ok grazie, ricambia se la senti comunque puoi dirle di chiamare qui almeno sicura che ci trova dissi alzando le spalle Ah non ci avevo pensato, hai ragione tesoro, ok dai ti do il bacino da parte sua, il mio e poi me ne vado disse la mamma sorridente, un bacino suo si, uno da parte di Jessica, quello che mama credeva un bacino, conoscevo Jessica e sapevo a cosa si rifferiva per <un bacino>. Come pensai ricevetti due baci sulle guancie, bene, baciai anche io la mamma sulla fronte, poi lei salut Nessie e se ne and lasciandoci da soli, pero con unocchiata che mi fecce paura Un bacio? Ricambia? Chiamare qui? Per parlare con chi? inizi Nessie Ahah dai scemotta tranquilla, dovevo pur dire qualcosa alla mamma, e poi arrabbiata sei stupenda, pero adesso e meglio se te ne vai, uffa Nessie odio dirlo cosi, e come se ti mandassi via, non ce la faccio Will, calmati, se vuoi che stiamo insieme devi sopportarlo, perche io non sopporterei stare lontana da te disse e mi diede un bacio lunghissimo Ok vado, ti amo disse e scapp uffa, sali di sopra e mi buttai sul letto, non potevo continuare cosi, non sopportavo mandarla a casa, non sopportavo fare finta di littigare con lei, cioe, si era divertente pero...chiamarla in quel modo...mi faceva stare male, ok e non dovevo manco pensarci adesso, se no lo zio, uffa che palle, lo zio e i suoi superpoteri del cavolo, sbuffai e mi tirai su le coperte, come se mi servissero davvero, dovevo decidere cosa fare, continuare cosi, dire la verit oppure...oppure non avevo idea.

27-NON SAI QUANTO TI CAPISCO, NEMMENO IO POSSO CONTINUARE COSI, PERO NON VOGLIO PERDERTI(Nessie)

Ero appena andata via da casa di Will, era da un po che andavamo avanti cosi, ogni giorno a casa sua, per poi ogni volta o pregarlo di lasciarmi andare o essere mandata via, sembrava ci stessimo lasciando, lunica parte che un po mi piaceva di tutto questo erano le littigata, vabbe, piacere era una parola grossa pero erano divertenti, almeno x me, Will diceva che gli veniva difficile, uffa era davvero dura, pero non volevo smettere di vederlo ero sicura che se papa lo fosse venuto a sapere anche se come potere avessi avuto, il teletrasporto non sarei piu potuta uscire di casa, poi cavolo, volevo Will con tutta me stessa solo che..boh...avevo paura, nemmeno io sapevo di cosa, forse di sbagliare, forse di non essere alla sua altezza visto che prima di me cera stata qualcunaltra, forse perche quellaltra era la mia cugina, forse perche boh, pero adesso ok, dividi e solleva, perfetto, questo va qui e questaltro qui aha ok perfetto, ok e vai pure tu in quella parte tu entra qui, eh no caro mio, tu ci entri qui con la forza. Ok sembrava parlassi con qualche oggetto, pero erano i miei pensieri, quelli che dovevano essere vissibili a papa e quelli che invece dovevano stare li chiusi, belli e buoni, cioe...io potevo vedergli...riccordare tutto, solo che il cassettino a papa era chiuso, era un miracolo come io riuscissi a fare tutto quello, pero era bellissimo, e meno male che ne ero capace Cosa sei capace tesoro? eh cosa? Dove? Ah si certo, papa, che mi aspettava sulla porta di casa, ma che diavolo fa? Mi annusa? Nessie, sei stato da William? ed ecco i pensieri con lui a letto ok in quellangolino li siete perfetti, invece voi, ehi voi sisi la littigata venite qui, cosi papa vi vede, perfetto No papa, a casa di Sarah, volevo vederla pero non cera dissi alzando le spalle E perche hai adosso lodore di William? oh merda Perche sono andato in camera sua dissi indiferente, sisi come no, indifferente, mi sentivo gia in ipervertilazione al solo riccordare quei momenti insieme a lui, pero come mi aspettavo, papa divent rigido, e ringhi Che ci facevi nella stanza di Will? lo odiavo quando mi parlava in quel tono, si credeva superiore, puah Stavo cercando Sarah, come non lho trovata in saloto pensavo fosse in quella stanza visto che loro dormono insieme alzai ancora una volta le spalle, eh gia, beata mia cugina, se Will non fosse stato suo fratello sarei stata gelosa, anzi, un pochino lo ero, lei poteva abbracciarlo tutta la notte, e sapevo comerano fatti loro due, coccole tra fratelli tutta la notte, le coccole le volevo pure io, oh Nessie ok fai piano, questo qui, laltro la, ok perfetto Ah, e hai trovato Sarah? Uffa papa no, era uscita con Seth, poi venuta la zia Alex e ha calmato gli spiriti visto che quella era la stanza di Will e io bla bla pensa che tutta la casa sia sua, quindi abbiamo iniziato a littigare perche odio quando fa il prepotente e odio quando devo parlare male di lui uffa pero aveva ragione caspiterina, ecco perche non era contento di come andava la situazione, so che pure lui doveva comportarsi cosi, lo capivo eccome Ah e nientaltro? certo papa, siamo stati insieme, ci siamo fatti le coccole ci siamo baciati, stavamo x andare pure avanti pero io lho fermato ehm ehm Nessie calma, pensieri freddi con papa non scaldarti No papa nientaltro, sono venuta a casa Si pero sei andata via dal mattino ok mi ero incavolata Uffa papa che vuoi? da quando devo spiegarti dove vado e cosa faccio? Sono stata tutto

il giorno a La Push insieme a Mandy, Amanda, Claire e Mirabel sisi come no, se lo chiede allo zio o alla zia sono fritta Ah ok tesoro Papa ti prego, voglio entrare in casa, mammaaaaa chiamai la mamma, lei si che mi avrabbe aiutata Uffa pero chiami sempre la mamma, volevo solo stare un po con te uffa papa ma perche diamine fai cosi? Scusa papa pero possiamo stare e chiacchierare, pero in casa, e se non mi chiedi piu cosa ho fatto oggi dissi guardandolo male Okok scusami tesoro e mi sorrise fiu meno male, papa era un po geloso del raporto tra Will, Sarah e Jake, x questo voleva stare sempre insieme a me, piaceva pure a me pero...mi piaceva di piu stare da sola, pero per non ferirlo, dovvo stare con lui, speravo solo che lo zio Emmett fosse in casa Edward, dai entrare in casa disse la mamma sorridente, uh quanto mi era mancata Ecco chi si rivede, ciao piccola, finalmente a casa sei andata a caccia di lupi? ecco lo zio, con quel suo solito scherzetto che mi faceva rizzare i pelli sulla schiena ogni volta Si zio, pero ho incontrato un paio di grizzly sulla strada che mi hanno distrato dal mio pensiero iniziale, siamo stati a lottare per un bel po e devo dire che sono piena, sto per buttare fuori fra un po dissi massaggiandomi la pancia, ma chi ingannavo? Non avevo mangiato niente, e adesso che ne parlavo avevo davvero fame Cosa? Brutto mostricciatolo, stai scherzando vero? ahah mi aveva sgammata Si che sto scherzando zietto, anzi, che ne dici di una battuta di caccia SOLO NOI DUE? accentuai lultima frase e gli fecci locchiolino, Una gara, che ne dici? O hai paura di perdere? Ahah gara? Io ci sto eccomi qui...dove si va? ahah adoravo lo zio Emmett, sempre cosi spontaneo e solare Nel bosco, adesso dissi e scappai dalla finestra, a pochi secondi dopo ecco spuntare anche lui Ness aspettami, sono vecchio io dissi e rise, era adorabbile lo zietto mentre rideva Comunque che ce? Sono sicuro che non avevi in mente solo una gara si ferm No zio mi fermai pure io e mi girai verso di lui Ero stanca di sentirmi fare il terzo grado da papa, dove sei stata...che hai fatto...con chi...perche...non lo sopporto quando fa cosi Ahahah ma cosa? Ma scusa zio posso sapere che ce di divertente? mi ero irritata Ness, io so perche ti comporti cosi, beh primo, Edward sempre stato cosi, secondo, Bella mi ha detto tutto disse serio, cosa? Silenzio, la mamma ha fatto che? ma pazza? A differenza di lei papa puo leggere la mente dello zio, eh no porca miseria, mamma perche? Ehi piccola vieni qui dallo zio disse e si butto x terra, si mise seduto, e apri le braccia, e io non potevo resistere, adoravo tuffarmi tra le sue braccia Cose che ti preocupa? Comunque io sono daccordo con Bella, non ti succeder un bel niente ecco vago pure lui Zio, ma cosa le passato x la testa alla mamma? Papa puo leggere te benissimo e poi, perche non parlate chiaro? Cosa potrebbe succedere? Io voglio capire, almeno, staro attenta a quello che faccio

Ness, non potrai stare attenta, ti verr naturale, tra laltro sei mia nipote e mi fecce locchiolino, questa non lavevo capita E poi, piccola, mica ti tradirei io, e Bella lo sa, per questo me lha detto, non ci penso con Edward vicino, anzi, non ci penso proprio, la tua vita e le tue scelte le devi fare tu, voglio solo che tu sappia che anche se non posso dirti cosa ti succederebbe, se fosse cosi ma penso di no, io sono comunque dalla tua parte, e ti protteger sempre, da tutti, anche da tuo padre ma era davvero lo zio Emmett che parlava? Quello che prendeva sempre per i fondelli tutti e prendeva tutto x gioco? Ero sballordita Grazie zio, ti voglio bene lo abbracciai, era bello stare insieme allo zio Ness, vuoi vedere Will? come scusa capito bene? Ehm zio cosa vuoi dire? Che se vuoi vedere Will posso accompagnarti a casa sua o farlo venire qui da te disse con un sorriso che partiva da unorecchio e arrivava allaltro, era unidea stupenda pero sapevo che non era possibile, quel coccolone di un lupo gioccherellone dello zio Jake andava da lui ogni sera, i figli gli mancavano quindi senza dirlo alla zia andava da loro, me laveva detto Will, ahah, era dolcissimo Grazie zio ma mi sa che a questora Will star russando di brutto e poi la sera li ce zio Jake Davvero? A beh ma Jake me lo porto fuori io, almeno un bacio devi darglielo, quello della buonanotte, dai fiffona alzati, andiamo a casa del tuo amore disse lo zio e mi prese in spalla iniziando a correre, dur un pochino ma alla fine eravamo arrivati al margine della foresta, ed ecco la casetta, uh e le luci acese..ma allora erano ancora svegli...il cuore inizio a galloparmi Uhuh qui ci stiamo scaldando disse lo zio E smettila, fai quello che devi fare dissi, lui fecce un cenno e scapp andando a bussare alla porta, usci lo zio Jake, wow, a petto nudo con adosso solo i boxer uhuh che zio che avevo, da sbavvo, ecco da chi aveva preso tutto Will, non che prima non lavessi capito ma insomma Emm che ci fai qui a questora? senti piano lo zio Ciao Jake disturbo? Ma che ci fai qui a rompere ai ragazzi, che ne dici di una battuta di caccia, non ho niente da fare e nessuno mi vuole accompagnare, dai almeno un quarto dora disse lo zio, non lo vedevo in volto pero ero sicura che avesse fatto quella faccina dolce a cui non eri capace di dire di no Uh Emm ok va ci sto, aspetta solo che mi metta qualcosa, anzi no, esco cosi tanto devo togliermeli cosa? Ah vero, ops Will, Sarah, io esco un po con Emm pero non continuate senza di me url ma allora era sveglio pure il mio amore Certo papa vai pure noi stiamo qui e non sbirciamo mica nel tuo mazzo di carte senti da casa, ah mi ero sciolta, il mio amore, ma cosa? Oh no eccolo con una mano sulla spalla di Jake, e certo, voleva salutare lo zio Emmett, dio ma cosavevano tutti? Pure lui in boxer, e petto nudo, la fotocoppia del padre tranne per i suoi boccoli, e che muscoli, e che e che...ehm...ok calma Nessie, respira, riccorda, questo va qui, questo nellaltra parte, perfeto se no papa ti sente e sei fritta Ciao zio Ciao nipotino, ok io ti rubo tuo padre un pochinoo, voi restate in casa e fatte i bravi bambini . sapevo che si rifferiva a me Ehm certo certo andate pure disse e gli zii andarono via, aspettai un po cosi come Will,

fino a vedergli sparire, poi prima di chiudere la porta corsi e mi tuffai tra le sue braccia e poi la porta finalmente si chiuse Ness? chiese E chi altro? Lo zio la pensa come la mamma quindi ha voluto darmi lopportunit di darti il bacino della buonanotte dissi sorridendo Ciao tesoro salutai pure Sarah che ci guardava incantata e poi sospir aaah mi manca Seth e iniziammo a ridere Pero Will, e lodore? Non dovreste uscire? chiese Mandy Non se ne accorger more, penser che sia quello dello zio, sai che papa dopo che mangia non capisce piu neanche su che pianeta vive disse il mio amore e poi mi prese x la vita e mi baci, un bacio lungo, e sembrava che a Sarah non dasse fastidio, bene, ero contenta Amore, penso che dovrei andare non voglio che finiscano la caccia prima e mi trovino qui, soprattutto avvinghiata a te con adosso solo i boxer dissi e ops mi venne naturale, mi morsi il labbro e lo senti ingoiare, ok dovevo andarmene Ok me ne vado, Will, esci e dimmi se gli vedi che arrivano cosi posso svignarmela e sorrisi, come avevo immaginato, mi faceva male andarmene Ok sospir e usci di casa per un paio di secondi Non ci sono vai disse, gli stampai un bel bacio, lanciai uno a Sarah e usci di casa andando nel punto dove ero prima, x aspettare lo zio per poi fare la nostra battuta di caccia insieme, adesso si che ero contenta

8-FINALMENTE, ADESSO SI CHE SIAMO UNA COSA SOLA(Will) Il tempo sembrava passasse in un attimo, mi sembra che ieri ho dicchiarato il mio amore e Nessie, e oggi piu di un mese che stiamo insieme. Stavamo insieme sempre, al mattino, e di pomeriggio, a volte un pochino anche la sera quando lo zio veniva a prendere papa, che veniva a noi di meno da quando la mamma lo ha scoperto e lo ha trascinato a casa coi denti perche non voleva lasciarci, vedergli cosi sorrisi, avevo la sensazione di mettermi a rottolare da un momento allaltro pero anche quella di piangere, papa non voleva lasciarci, non voleva stare lontano da noi neanche se la distanza era di 5 minuti, pero vabbe, non che la mamma lo aveva trascinato coi denti, ma con parole carine come il letto che era freddo senza di lui, che le mancava la notte non averlo vicino, e papa non le ha potuto resistire, e ci credo, pure lei come mia sorella aveva adosso una camiccietta trasparente e corta, simile a quelle che indossava Nessie, uhuh che uomino fortunati i quileute, eh gia, le mogli non hanno freddo e si vestono cosi, e poi Nessie era uguale, non pativa molto il freddo, pero aveva anche chi riscaldarla...io...cioe vabbe quando era da me, quando era a casa sua..boh..forse mi pensava <sisi Will ti pensa e cosi non ha caldo?> beh perche no, potrebbe sempre darsi, io la penso sempre e ho piu caldo del solito <perche tu sei un maiale .> uffa pero era vero, beh piu che maiale...ero un uomo, anche se un po esagerato, comunque da dovero partito ah si, mamma che trascina via papa, beh, una scena cosi non mi sarebbe dispiacciuta vederla, mamma da lupa che rincorre papa per la casa, per il cortile, per la foresta e lui continua a scappare, poi ritorna a casa si aggrappa a me pero non lo aiuto, mia sorella nemmeno, ci guarda male, si

arpiona alla porta e urla <ma cosho fatto di male? Perche tutti sono contro di me? Perche nessuno mi ama?> Con una faccina dolcissima poi io mamma e Sarah cademmo per terra, ci rialziamo piano piano e poi ovviamente lo abbracciamo tutti insieme, coccole di gruppo per un po, per ammorbidirlo, cosi la mamma puo prenderlo di peso e portarlo a casa, ahah <oh ma basta Will, hai davvero tanta fantasia, meglio concentrati a lavarti, cosi non ti metti la schiuma negli occhi, i tuoi bellissimi occhioni azzuri...> e basta, sapevo dire solo cavolate, pero quando ero da solo succedeva sempre cosi, o parlavo da solo a voce alta, oppure pensavo a cavolate, beh a volte...succedeva anche in compagnia, come quando mi immaginavo Ed che mi rincorreva buahah, pero poi dopo che Nessie se ne and continuai a pensarci, oh si eccome, io e lui in un prato fiorito, solo che non era lui a rincorrere me con un albero e non ci tenevamo neanche per mano, ero io a rincorrere lui con una motosega accesa e con la faccia di Jack SPOILER (clicca per visualizzare) mentre dicevo <e adesso chi e che vince? Muahah si Jack cioe io, ovvio muahah> arrivo, ci provo a fargli male pero mi si rompe la motosega noo _ lo zio indistruttibile, e poi me la prende e i ruoli si cambiano, poi mi prende, cadiamo e rottoliamo per terra...no ma che scemenze dai, non farei mai del male allo zio, che pensieri da sciocco idiota che ho No Nessie, asptta non entrare, il bagno gia occupato senti di sotto mia sorella e poi la porta che si apriva, e poi ecco Nessie, immobile, a bocca aperta mentre mi...ehm...mi guardava dalla testa ai piedi, ecco cosa succede se pensi a cazzate mentre sei sotto la doccia, arriva la ragazza, entra x sbaglio e poi ti scappa via, pero no, lei era ancora imbambolata e bordeaux, e io non ero di meno, ma porca, uffa, mi aspettavo almeno che arrivasse mia sorella pero niente, e sapevo perche, perche ha colto loccasione al volo, di andarsene e poi di lasciare soli me e Nessie, cavolacciiiiiiii Ehm e...ehm..io...sc...scusa...ho..ho ehm..fatto tardi...scusa...ehm vai di la cosi...cosi esco balbettai beh si pero come se non mi avesse gia visto, potevo uscire anche cosi, pero no e meglio se te ne vai, pero e no ma che fai? Non giocare col fuoco, non avvicinarti e poi...cosa...fa scorrere la mano sul mio petto, e sorride, apro gli occhi, e cavolo, ancora in piedi vicino alla porta, ma allora..era un suo pensiero, <ma che vuoi fare? sto impazzendo, e sono pure nudo, eh non basta farmi vedere certe cose>, ma eccola che fa un bel respiro, un sorriso che potrei giurare che fosse furbo, e mi si avvicina, adesso va davvero scorrere la sua mano sul mio volto, sul collo, e scende sul petto, e io...e io...cavolo e sto godendo solo a quel contatto, ok penso che devo fermarla, non posso trattenermi, le sarei saltato da un momento allaltro senza pensarci, pero non lo voleva, e non potevo...e poi cosa? Ma...quando...e come? La sua mano sul mio petto, sul cuore, e sentivo i suoi pensieri, provava quello che provavo io, ed era sicurezza quella mica scherzava, e beh ma allora non dovevo stare fermo vero? Eravamo pure da soli a casa, sia quel che sia, la presi per la vita e usci dal bagno ancora nudo, bagnato non piu, con la mia temperatura corporea lacqua evaporava facilmente, pero con lei li vicino a me, si capisce, dopo due secondi acque non cera piu. Come sempre con lei vicina mi ero fuso, mi svegliai solo quando caddi sul letto, faceva caldo troppo, e Nessie ma non eravamo allincontrario? Che ci faceva sopra di me? A beh mi ero perso quella parte, continuava a baciarmi...e che baci...pure sul collo e sul petto oh mamma muoio, e continua, e pensavo che smetesse ma no, niente, continua, e si porta le mani alla maglietta e cosa fa? Se...se la toglie, e...e... cavolo, lavevo vista con quel piggiamino

trasparente, pero in reggiseno, i licantropi potevano avere infarti? Penso che stavo per averne uno, ma quindi mi voleva cosi come io volevo lei, e Dio sa quanto ho aspettato questo momento Will, ti ho fatto aspettare troppo, mi vuoi ancora? mi chiese sul collo, oddio e che brivvidi, piccola ma come fai a non accorgerti che sto impazzendo? Oppure se ne era accorta, non ero capace di dare una risposta concreta, e cavolo, mai sentito cosi, cosi che annui semplicemente e lei sorrise e si tolse pure i jeans, e oh mamma, se il reggiseno mi aveva mandato in tilt...ok mo creppo Will io... e si ferm, mi mise la mano sulla guancia, oh cavolo, provava quello che provavo io? Bene, pero, ok Will mica la tua prima volta, svegliati, ok raggiona respira ispira oddio ma questa iperventialzione Dimmelo sussurai, mi bastava una sua parola per riprendere il controllo di me e amarla, amarla come non laveva mai fatto nessuno, lei divent ancora piu rossa e mi sussur un <ti voglio> mischiato ad altre parole, le presi la testa fra le mani, la baciai, e lasciai uscire fuori listinto animale AVEVO PAURA, PERO QUANDO LE OCCASIONI LE TROVI, DEVI COGLIERLE AL VOLO(Nessie) Mi ero appena svegliata, con tristezza pero, come sempre mi ero sognata Will, e come sempre...quel passo che non ero ancora pronta per fare, ok sogni da perversi pero mica decidevo io cosa sognare, mi alzai e andai in bagno a fare una bella doccia calda, eh si, anche se in quel momendo dopo il sogno beh...ero un po calda di mio, so che mi sarebbe servito qualcosa di freddo pero...con lacqua calda mi sembrava di sentire vicino Will, il suo corpo bollente, ok Nessie riccorda, dividi i pensieri, scattolina Will qui, scattolina pensieri condivisi da questaltra parte ok perfetto, benissimo se no mi ritrovo papa in bagno. Eh no basta dai, una doccia, coi miei pensieri rinunciai allacqua bollente e la misi tiepida, dovevo svegliarmi. Dur un po la doccia, fin e andai a mettermi qualcosa, come sempre sarei uscita x andare da Will, beh...cosa potevo mettermi? Troppo svestita non potevo andare perche sapevo di rendergli la vita difficile, cosi che presi un paio di jeans e una maglietta nera a righe nere, era semplice, pero mi piaceva come cadeva, per quando volevo essere meno <cattiva> con Will, lavevo erreditato dalla zia Alice quindi, non potevo non vestirmi bene, lasciai i capelli cosi, tanto si sarebbero asciugati da soli, e i boccoli sarebbero stati ancora meglio, e a Will piacevano cosi quindi, eccomi uscita di casa che corro nella foresta, pero corro piano, perche mi piace sentire il vento sulla faccia, che mi scompigliava i boccoli, e che entrava sotto i vestiti, ed eccomi, nonostante avessi corso piano per non arrivare presto e svegliarlo come succedeva spesso...ero gia arrivata e beh..mica potevo stare fuori casa per non vederlo, cosi che entrai e mi trovai Sarah e Seth spaparanzati sul divano a farsi le coccolo ops Ehm ehm scusate non volevo disturbare dissi abbassando la testa e gli senti ridacchiare Tranquilla Ness, tanto stavamo aspettando te per poi andare via disse Sarah mentre si sedeva in braccio a Seth Come va? Mah, a me benissimo disse Seth e baci Sarah sui capelli, che carini che erano, mi

riccordavo Seth quando ero piccola...lui gia in quel periodo aveva avuto limprinting con lei, anzi, da quando era nata, e con lei in braccio era cosi carinissimo eh gia, lui con lei, e io con Will, lo adoravo da piccolo, pero poi avevamo iniziato a littigare, e adesso, ehm..gia meno male che avete fatto la pace Anche a me disse lei sorridente ok mi mettevano in imbarazzo, dovevo pur fare qualcosa Ehm scusate, io...ti rubo il bagno per un minuto dissi e andai in bagno, apri la porta e poi la senti dire che era occupato, ma era gia troppo tardi, e mi vide pure lui, Will, piu bello di un dio greco era nudo sotto la doccia, nudo, e aveva un corpo da favola, i muscoli erano tesi, e si potevano notare le goccioline sulla sua pelle debano che pero stavano evaporando, penso che assomigliavo ad un pomodoro ambulante, pero...sarei dovuta uscire, ma dove erano Sarah e Seth? Potevano darmi uno strattone, ma forse al vedere cosavevo fatto se ne erano andati, e cavolo ero li imbambolata mentre lacqua continuava a scorrere sul corpo di Will, e lo vidi vibrare e incrocciai il suo sguardo, con quellunico sguardo mi senti mutare, trasformare, tutte le paure che avevo erano svanite, lo volevo, come non mai, in quel preciso istante, cosi che gli fecci vedere i miei pensieri dopo che balbett delle scuse, sisi si scusava lui perche io ero entrata in bagno, ed eccolo vibrare ancora piu forte, era contento e si vedeva, e ok bel respiro, e mi avvicinai a lui, mentre lo accarezzavo gli facevo sentire quello che provavo, e improvvisamente mi prese in braccio e mi port nella sua stanza, <mi avevi aspettato vero amore? Che stupida sono stata, devo pur farmi perdonare> e iniziai a spogliarmi, non cera nemmeno la vergogna di prima, non cera piu niente, cera solo la mia voglia di lui e basta, poi mi attacai a lui Will io... iniziai a parlare, volevo dirgli quanto lo volevo pero...non potevo descriverlo a parole, cosi che lo toccai per farglielo capire Dimmelo mi disse, non so se avevo capito bene, pero qualcosa gli dissi Ti voglio Will, adesso, subito, e per sempre, fai lamore con me dissi e poi lui preso da come un nuova forza inizi a baciarmi, e mi lasciai andare a lui, per tanto tempo, era ancora mattina, quindi avevamo uninterra giornata a disposizione. Quando mi svegliai il sole non cera quasi piu, e William era appoggiato su un gomito che mi guardava Finalmente dormigliona mi disse e mi baci e Dio quantera bello, sprizzava gioia da tutti i pori Will, che ore sono? Sai che io dovrei andarmene dissi e fecci x alzarmi dal letto No aspetta, prima quando dormivi e tornata mia sorella, ha detto che si occuper lei, non verr nessuno qui fino a stasera tardi, quindi abbiamo ancora un po di tempo x noi e sorrise, che sorriso, mancai un battito Finalmente sospir dopo e mi baci sul collo Finalmente si..ho capito quando sono stata scema prima pero in quel momento... non seppi come continuare cosi che lo toccai di nuovo per fargli sentire i miei veri sentimenti, che avevo provato nel vederlo in quel momento in bagno, quando incrocciai il suo sguardo, lo senti fremere E lo stesso che ho provato io a quella festa di compleanno disse e mi baci ancora Abbiamo ancora un po di tempo per noi ripet e poi ci lasciammo andare ancora

29-ANCHE IN UNA VITA FELICE NON MANCANO LE STRANEZZE(Will) Il tempo volava, da quando fecci lamore con Nessie passarono altre due settimane, passate tra momenti felici e piccole discussioni, io non ce la facevo piu a mentire e a nascondere agli altri che io la amavo e che stavamo insieme, era difficile pure per lei pero continuava a dire che non voleva perdermi quindi dovevamo continuare a mentire, non ci piaceva, eravamo arrabbiati perche mentivamo e poi ci sfogavammo luno con laltra, fino ad arrivare a discuttere seriamente, vabbe poi facevamo la pace pero era brutto littigare, cosi anche quella domenica, tutto tranquillo allinizio e poi iniziamo a parlare di come dura essere contenti o tristi senza potersi sfogare molto con qualcuno Nessie, io non ce la faccio davvero, non posso piu stare senza pensarti come vorrei, devo sempre pensare male di te perche lo zio non senta i pensieri, non ce la faccio davvero, vorrei poter condividere la mia gioia di stare insieme a te con qualcuno...con mia sorella si, ma non posso sempre farlo fino in fondo anche perche lei non deve nascondere i pensieri con lo zio, e poi col branco..davvero non ce la faccio piu mi lamentai, mi dispiaceva farla stare male per quello pero non ero piu capace di stare senza pensare a quanto la amavo, dovevo farlo solo quando era lei vicina a me Will, voglio farlo pure io, pero ho paura vuoi capirmi? Hai visto che in prattica ti hanno costretto ad andare via perche non mi hai neppure parlato e ti sei...occupato di Mandy, cosa pensi che ci faranno adesso visto quello che successo? mi chiese con gli occhi lucidi, sempre il solito discorso Ness, quello che fatto fatto, e poi...come pensi che potrebbero separarci? Non possono farlo, e riccorda che entrambi siamo maggiorenni Si Will, come se importasse qualcosa agli altri che noi siamo maggiorenni, cavolo io...non me la sento di dire ai miei quello che successo, ho paura ringi, uffa uffa uffa Nessie, di cosa hai paura? Mica ci amazzano, in fondo dovrebbero accettarci, sono sempre i nostri genitori, e se non laccettano, io x stare con te lascierei tutto e tutti dissi prendendole il viso tra le mani mentre le stampavo un bacio disperato Will...ti prego, non lo faresti, riccorda che tu fai parte di un branco, dove ce un capo, che con una sola parola ti far rimanere qui e lasciarmi mi disse fredda, era vero, almeno in parte, mi riccordo ancora quella volta quando avevo deciso di andare in Messico, lo zio diceva che lalfa che in me sarebbe uscito fuori, pero non potevo gioire, sapevo che se mi fossi comportato cosi ci sarebbero stati littigi, forse anche combattimenti, con Sam che era il capo, pero poteva mettersi di mezzo anche papa e la mamma, lui col suo puro sangue, e lei come sua moglie che di conseguenza aveva gli stessi poteri, cosa avrei fatto? avrei avuto le palle per fare qualcosa contro di loro? No mai, non sarei stata capace di combattere contro di loro se sarebbe stato il caso, e poi gli zii? Avremmo rovinato tutto quello che le nostre famiglie avevano creato, la pace tra licantropi e vampiri sarebbe stato solo un bellissimo riccordo, uffa aveva ragione lei, non potevamo dirlo pero...cazzo Va bene Nessie, ci prover, pero...non te lo garantisco, io non posso non pensarti, come puoi chiedermelo, non posso, mi impossibile, almeno tu hai quel potere, sfigato me che non posso fare niente, anzi, si che posso, posso solo creare problemi dissi e incrocciai le braccia cosi lasciando la presa su di lei Will non essere idiota, perche parli cosi? ecco e adesso era arrabbiata pure lei Perche? Perche se non fosse per la mia stupida natura questi problemi non ci sarebbero stati

Se non fosse per la tua stupida natura noi due non staremo insieme adesso, te ne penti pure di questo? ma che cavolo... Ma che razza di domanda dei miei stivali questa? Come puoi pensare che io me ne penta? Dico solo che se non fosse per me, tu adesso saresti sorridente come sempre, e senza un migliaio di problemi Sei un idiota, non me ne pento, e non lo far mai, capito? Io ti amo, TI AMO ti viene cosi difficile da capire queste due parole? No perche allora dovresti andare da Amplifon, entreresti pure nella storia come il primo licantropo sordo ohi ma questa mi sfotte per bene Ah bene grazie, e tu entrerai nella storia come lamore piu grande del primo licantropo sordo, perche non ho intenzione di lasciarti perdere dissi e la ripresi tra le braccia mazza pero...era caldissima, e drignava i denti Nessie stai bene? chiesi preocupato, i suoi occhi color cioccolato erano quasi rossi, mi stavo spaventando Ness Si sto bene mi ringhi contro, ehm no, non stava bene Ness, coshai? Calmati Non ho niente Will, cosa potrei mai avere? mi rispose male, oh mamma, sembrava stesse x strozzarmi e non ne capivo il mottivo, cosavevo detto? Ness calmati, scusa, mi dispiace, non volevo dire qualcosa che...davvero mi dispiace, non volevo dissi mentre la accarezzavo Will lasciami stare mi ringhi contro ancora, uffa vabbe la lasciai Io adesso me ne vado disse fredda e si alz dal letto Nessie aspetta, vuoi dirmi almeno cosa ho fatto? chiesi triste, non capivo perche era cosi arrabbiata con me Niente Will, non hai fatto niente Si ma allora dimmi perche sei cosi incazzata Io. Non sono. Arrabbiata OK? Nessie cavolo sto x incazzarmi pure io vuoi dirmi che diavolo ho fatto adesso? Perche ti comporti cosi con me? ma porca miseria, e che avevo fatto io? Si era arrabbiata cosi tanto solo perche avevo detto che avrei fatto di tutto x lei? A boh allora ho paura di pensare a cosa avrebbe fatto se avessi detto che non avrei fatto niente Will, mi comporto cosi perche...perche...NON. LO. SO un ringhio, un rumore, guardo a sinistra, ma come cazzo possibile? Unesplosione COSA MI STA SUCCEDENDO?(Nessie) Ma che diavolo? Ero insieme a Will, stavamo discutendo come sempre pero mi ero scaldata un po troppo, senza mottivo niente di che, non avevo davvero mottivo, lui mi aveva detto che avrebbe fatto di tutto x me, pero continuava a chiedere cosavessi, e mi incavolavo sempre di piu, e sentivo troppo caldo, ero pure sudata, e scattai in piedi, e risposi male che non sapevo poi distolsi lo sguardo da lui e lo spostai sullo specchio che aveva in camera, mi guardavo e mi facevo paura da sola, avevo gli occhi rossi, come quelli dei vampiri che bevevano sangue umano, che cavolacci mi stava succedendo? mi arrabbiai ancora di piu perche non sapevo il mottivo del mio stato cosi...cosi incazzata, per poi sbam, tutto per aria e Will che salta, e lo specchio che non ce piu, ed un buco

proffondo nel muro, e io che mi sono calmata di botto Nessie senti sussurarre Will, mi sentivo strana, prima ero arrabbiatissima, adesso ero calma e poi che fine ha fatto lo specchio?? E quel buco nel muro? Non dirmi che...ehm no impossibile Will...mi dispiace...stai bene? mi ero preocupata, anche perche lo vedevo che con una mano si stringeva in braccio sinistro e che...no ma...ma cosera quello? Rosso, liquido, e..che...che odore, listinto mi portava ad avvicinarmi..a sentire...a.. Si sto bene. Ma coshai fatto? chiese...io? cosavevo fatto io? Mica era opera mia quel macello, pero ehm cosa fa? Si guarda il braccio, il sangue continua a uscire..e poi si toglie...un pezzo di vetro, merda, lo specchio, andato in mille pezzi, e si fatto male, pero il sangue dei licantropi non dovrebbe non piacere ai vampiri? Cioe..lui aveva sempre un buon odore, e pure in quel momento, e continuava a stringere il braccio per farlo uscire fuori, mi passai la lingua sul palato e sulle labbra, avevo lacquolina in bocca, no ma..ma era impossibile come potevo pensare ad una cosa simile? Era Will, dovevo controllarmi, pero era difficile, sentivo i muscoli tendersi, e mi usci un suono strano dalla gola, avevo troppa sete, e lui era li bello pronto davanti a me, a petto nudo col braccio rosso Will, vai via urlai mentre avevo ancora un po di buon senso, non lo avevo nemmeno guardato in faccia, guardavo solo il suo braccio e il sangue che continuava ad uscire ogni volta che lui tirava fuori un pezzettino di vetro, lui capi e and in bagno, mi sporsi dalla finestra e fecci un bel respiro, aria pulita, pensieri positivi, pero troppa sete, troppa troppa, dovevo andarmene pero non potevo lasciarlo li, scesi le scale Sarah, Sarah ti prego dimmi che sei in casa chiamai mentre arrivai in saloto, e lei usci guardandomi strana Che ce? eh? Come cosa ce? Non hai sentito il rumore di prima? Si, pero non sapo cosera...veniva da fuori alz le spalle No, veniva dalla stanza di Will, non so cosa mi stava succedendo, ero troppo arrabbiata, ho guardato male lo specchio, ed andato in mille pezzi, non so spiegarmelo, e Will...dei pezzi gli hanno fatto male...ed io...non posso stare li dissi e istintivamente mi passai la lingue sulle labbra e sui denti, lei mi guard sballordita Vai, di Will mi occupo io disse e corse x le scale, io usci di casa e andai nel bosco, senza troppi pensieri mi aventai sul primo cervo che trovai, nonostante fosse piccolo, subito al collo, glielo avevo rotto con un solo movimento, per non fargli troppo male, e affondai i denti nella sua carne per bere, sentire il sapore del sangue era la sensazione piu bella che in quel momento potessi provare, pero il cervo era piccolo, e non bastava, mi alzai in piedi e annusai laria, mi serviva ancora qualcosa, ad un paio di mentri ce nerano altri cosi che segui la scia, gli vidi, tesi i muscoli, piegai le gambe, e come col primo, lo azzanai al collo, era abbastanza grosso quello, cosi che placai la mia sete. Avevo fatto un po di macello per la fame, la rabbia e i pensieri su Will, mi alzai e volevo andare a casa, pero me lo ritrovai di fronte, con il braccio come prima, senza nessuna cicatrice, e con uno sguardo triste Nessie, mi dispiace, penso di aver finalmente a cosa si rifferivano gli altri e perche non dovevamo stare insieme disse con lo sguardo basso, io ancora non avevo capito Pero ti dispiace per cosa? Per averti messa in pericolo, per andare sempre contro natura, per averti rovinato la vita,

e forse perche non mi vorrai piu dopo quello che far, pero non posso nasconderlo, ci va dalla vita di entrambi, se vuoi stai con me mentre parlo con la famiglia, se non vuoi...stammi contro disse e inizi a correre, non mi piaceva, avevo paura, pero contro di lui MAI Will aspettami urlai e iniziai a correre anche io Nessie fermati mi disse Vai a casa tua, io vado dai miei, nella radura fra un ora, e riccorda che ti amo mi disse e scapp via

30-OK LABBIAMO FATTO, NON POSSIAMO TORNARE INDIETRO, QUELLO CHE SARA SARA Mi dispiaceva essere cosi, sapevo che lei ci stava male, pero ci avevo pensato in quei pochissimi minuti da solo nella mia stanza mentre mi tiravo fuori il vetro dal braccio, ci avevo pensato eccome, ed ero arrivato alla conclusione che forse avevo scoperto il mottivo per cui ci volevano separati, e mi sentivo ancora peggio, avevo messo in pericolo la sua vita, e forse non solo. Lavevo mandata da sola a casa sua, a chiamare i Cullen, mentre io ero andata a casa dei miei, speravo di trovare tutti li, entrai di corsa senza bussare ne niente, beh era sempre casa mia Will tesoro, che ci fai qui? mi chiese la mamma rossa, eh gia..era una posizione abbastanza...comprometente la sua e quella di papa, lui sorrise e si tir su, uffa non avrei voluto interrompere quel momento, pero quello che avevo da dire io era piu importante Dove sono tutti gli altri? dobbiamo andare tutti nella radura, ho qualcosa da dire a tutti dissi e loro mi guardarono preocupati Will che ce? ecco anche papa Ve lo dico li, adesso trasformiamoci e chiamiamo tutti gli altri, subito dissi e usci di casa, vibrando e poi mi ritrovai a 4 zampe, con mamma e papa dietro, lupi pure loro <william...> inizi papa, ops, lavevo fatto arrabbiare, bene che almeno con lui non avevo sorprese <cosa intendi?> <mamma non puoi aspettare un po finche arriviamo nella radura?> chiesi duro e lei non disse niente, oppure non la sentivo, ero troppo concentrato a tenere nasconsto quello che sarebbe successo, per poi lanciare un ululato, uno di quelli che erano un ordine e un rinchiamo che faceva Sam, beh, non volevo arrivare a tanto pero dovevano venire tutti, ed eccoli, iniziavano ad arrivare, tutti a chiedere cose successo, e io che non dicevo niente, quando eravamo arrivati al margine della radura cerano tutti, i vecchi e noi la nuova generazione, odore di vampiri, cavolo, loro erano gia arrivati William che succede? ecco lo zio, ok muto come un pesce, ed ecco lei, Ness, ok niente pensieri di quel tipo su di lei, mi trasformai Ma e voi che ci fatte qui? chiese papa che si era gia trasformato anche lui Non ho idea, Nessie che ha detto che voleva dirci qualcosa dimportante disse e poi guard Nessie, per poi fucillare me con lo sguardo, ops, che aveva capito? Poi ringh guardando Nessie, e quando spostai anche io lo sguardo su di lei stava correndo verso di me, e istintivamente apri le braccia dove si tuff, vidi gli altri ringhiare e i miei tremare,

gli unici ad affiancare me e Nessie, (affiancare perche vicino a noi si era creata una specia di bolla) erano mia sorella e Seth, insieme alla zia Bella e lo zio Emmett, loro si che sapevano cosa stava succedendo, non sono sicura se sapevano anche <quel> particolare Che sta succedendo? ringhi Edward Renesmee Cullen, parla, subito le ringhi contro, e io lo fecci a lui, non poteva permettersi di parlarle cosi Io non ce la faccio piu disse lei singhiozzando mentre mi stringeva ancora di piu e mi mandava i suoi pensieri, sapeva che gli vedeva pure Edward, mi diceva che aveva paura e che dovevo parlare io, evocando anche quello che successo al mattino, nascose ad Edward la parte in cui mi diceva che lavevamo fatto, non dovevamo dire quello Allora? chiese anche papa tremando Volete parlare una buona volta? E che ci fa Nessie tra le tue braccia Will? chiese anche Edward Amore, fagli parlare disse la zia Bella Bella tu...mi avete sempre mentito vero? Limprinting ce ancora disse lo zio e la zia abbass la testa Si, ce sempre stato e ce ancora dissi io freddo e tutti gli altri ringhiarono Pero non volevamo parlare di questo, ma bensi di lei dissi e fecci vedere ad Edward quello che era successo quella mattina, Nessie arrabbiata, che guarda male lo specchio, e che poi va in mille pezzi, e poi che si calma di botto, poi basta, niente altro Nessie? chiese Edward Ce ancora qualcosa che non avete detto vero? Inizio a perdere davvero le staffe Si papa ce dellaltro ringhi lei e si gir verso di lui, sempre toccando me, in quel momento vidi gli occhi di Edward che si perdevano nel vuoto, e vedevo i pensieri di Nessie, no ma che cavolo hai fatto? almeno questo potevi tenertelo x te no? No, lei ripensava a tutti i nostri momenti insieme, ogni carezza, ogni bacio, poi vidi me nudo in bagno e poi noi due insieme, la nostra prima volta, lo vedevano tutti porca miseria, Nessie aveva afilato i suoi poteri quindi poteva farlo vedere a tutti senza nemmeno toccargli eravamo nei guai, grossi guai Cosa avete fatto? perche non ascoltate mai? Cosa vi passato x la testa? url lo zio Edward Siete degli sciocchi, non dovevate farlo, quando dicevamo che potete mettervi la vita in pericolo non scherzavamo url pure la mamma, ma erano sulla stessa lunghezza donda? Merda, se lavessi capito prima mica lavrei fatto, pero non ero sicuro delle mie supposizioni Io non ce la faccio piu, non ce la facevo a stare lontana da Will, e voi dovreste saperlo bene disse indicando la mamma e le altre quileute E proprio per questo che non vi volevamo insieme Nessie disse la mamma Perche lo sappiamo benissimo, ma tu ci hai mai pensato a come siamo diventate licantrope noi? Io? Le altre come Claire, Kim o Gaby che diventato un lupo quando arrivato qui? Ci avete mai pensato? No, per questo non vi volevamo insieme, perche adesso avete messo in pericolo tutti, i licantropi e i vampiri dovrebbero essere nemici, sono velenosi gli uni per gli altri, e voi due avete fatto la sciocchezza piu grande, perche pensi che hai perso cosi il controllo oggi? Non te ne sei accorta come ti eri arrabbiata? la mamma si sfog per un po, cazzo, era quello che pensavo pure io, ma non era possibile, un vampiro non poteva...diventare un licantopo ce...sono solo cavolate

Ma voi siete sicuri? senti il nonno Carlisle che mi precedette sulla domanda, in effetti, non era mai capitato quindi non potevano essere sicuri. Nonostante i miei pensieri e latteggiamento freddo, mi sentivo morire dentro, mi sentivo in colpa, infatti, solo colpa mia, ero stato io ad andare da lei, ero stato io a farle pressione, ed ero io a metterle la vita in pericolo, ma che colpa avevo io in fondo che i miei mi avevano fatto cosi stupido? No senti lo zio, impiegai un po a capire a cosa si stava rifferendo, stava rispondendo alla domanda del nonno, anche perche era a testa bassa No Carl non puoi esserne sicuro disse Edward, riccorda che sono un medico, Will e Nessie sono piu simili di quanto pensi, non ti faccio tanti discrosi, te lo dico alla semplice, che hanno lo stesso numero di cromosomi, e Nessie anche una mezza vampira, non potr mai trasformarsi in una lupa dai, da tanto che ci penso, solo che tu ti sei rammolito e non te ne accorgi, loro sono fatti per stare insieme, sono uguali, e nonostante tu sia scettico, limprinting avviene con la persona perfetta, quella che puo fer prosseguire il gene del licantropo, ed ancora un mottivo per cui sono perfetti disse il nonno, e tutti stavano in silenzio, ma cosa stavano facendo? Decidevano la nostra sorte? No Carlisle, non capisci, questo il punto, pensa a cosa potrebbe uscire da una mezza vampira e un licantropo, un mostro disse lo zio e mi immobilizzai Invece no Edward, perche non lo accetti? continu il nonno mentre veniva vicino a noi, abbracciando Nessie, lo zio si guardava attorno e caspiterina, non me ne ero accorto nemmeno io pero vicino a lui cera soltanto la zia Rosalie e lo zio Jasper, gli altri erano vicinia noi, cosa significava? Erano dalla nostra parte? Erano solo vampiri, i miei erano tutti a formare un grupetto da soli, non avevano intenzione neanche di rivolgermi la parola? Carlisle, riccordi cose successo x Renesmee? Riccordi che volevano ucciderla x essere figlia di un vampiro con unumana? Come pensi che reagirebbero se venisseno a sapere di un frutto tra una mezza vampira ed un licantropo? sbott lo zio, ohi cavolo, ma chi erano questi? Volevano uccidere Nessie? Io perche non ne sapevo niente? Beh pero meno male che quella cosa che aveva detto lo zio si poteva evvitare, pero se mi avessero parlato prima avrei evvitato di fare scemenze, forse ci saremmo contenuti, anche se non sarebbe stato possibile ma almeno o avremmo fatto attenzione oppure boh, pero adesso era fatto, e non potevamo piu tornare indietro Adesso vedete perche non potevamo permettere che voi stasse insieme? Non che non volevamo, se non fosse x la vostra natura diversa non avremmo avuto niente al contrario, e adesso se a Nessie capita qualcosa anche se mi fa male dirlo, Will, sei lunico responsabile mi disse Edward, cosa? Come scusa? Zio, se qui qualcuno ha la colpa siete tutti voi, e non guardatemi cosi, al posto di farmi andare in Messico, e obligarmi a stare lontano da lei potevate dirci a cosa andavamo in contro, ma no, non avevate le palle per farlo, nessuno di voi, quindi avete mandato via me, e zio, non voglio risponderti male, pero anche tu mi sembra che hai fatto lo stesso come me quando la zia era ancora umana, quindi non venite a dire a me, che sono colpevole, perche se qui ce uno inocente quello sono proprio io, e la colpa tutta vostra sputai quasi le ultime parole, ero talmente arrabbiato che ci voleva Nessie, la zia Bella e lo zio Emmett per tenermi calmo e buono sul posto Te lavevo detto Jake, hai detto che glielo avresti detto una volta tornati a casa, e non lhai fatto, William ha ragione, in fondo se la sua natura, mica colpa sua, e tu sai

meglio di me cos limprinting, quindi se volete incolpare qualcuno, incolpate me, e dico solo ME, per avergli datto la vita senti la mamma, e poi il suo abbraccio, e come sempre bast uno sguardo per calmarmi Mi dispiace Will mi disse dolce Lascia perdere mamma e non dire scemenze, non sei colpevole, anzi, non sei lunica colpevole per avermi datto la vita e avermi fatto cosi stupido dissi alludendo a papa che era a bocca aperta, era lunico, insieme allo zio Edward ad essere cosi rigido, gli altri erano daccordo con la mamma, persino Mandy era dalla nostra parte Edward, pensaci, se prima non siamo stati di proteggergli, spiegando a cosa andavano in contro, non possiamo di certo farlo adesso, lunica cosa certa e che Nessie non si trasformer mica in lupa disse il nonno e sorrideva, che la tempesta sia passata? Carlisle, tu non sai quello che successo, oggi, ho visto i loro pensieri, Nessie, si arrabbiata, e ha fatto un buco nel muro della stanza di Will con solo in pensiero, cosa credi che stia succedendo? sono scatti di rabbia, come gli hanno avuti tutti prima della trasformazione Edward, sei cosi scosso che non ragioni nemmeno, loro quando si arrabbiano, scoppiano, Nessie si arrabbiata, ed ha fatto scoppiare qualcosaltro, non serve essere geni per capirlo, persino Jake ci puo arrivare, nonostante adesso sia fuso, eddai ragazzi, non stanno mica insieme da ieri questi due, se doveva succedere qualcosa, sarebbe gia successo, quindi adesso voi due non volete nemmeno proferire parola? Perfetto, voltate le spalle ai vostri figli solo perche non gli avete avvisati a cosa andavano in contro disse sciolta e sicura di se la zia Bella, che sicuramente avrebbe avuto una marea di problemi con lo zio, per colpa mia Bella...sussur lo zio Edward, riccorda, ho protetto Nessie da te una volta, con la mia stessa vita, mi sono messa contro di te, e sai, che per lei, potrei farlo ancora una volta le disse e lui la guard sorpreso Adesso andiamo, non abbiamo finito disse la mamma Andiamo a casa nostra, Jake, se vuoi venire ed essere daccordo con tuo figlio perfetto, se no rimani insieme ad Edward, nonostante la natura diversa siete piu simili di quanto credette disse fredda la mamma e tutti stavamo tornando a casa, tutti tranne lo zio, e papa

31-SEMBRO FREDDO E INDIFFERENTE MA STO BRUCCIANDO NELLINFERNO, MENO MALE CHE CE QUALCUNO A TENERMI COMPAGNIA(Jake) Ero ancora sotto shock di quello che avevo sentito, William, MIO figlio, per tutto il tempo mi ha preso per il culo, mi ha inganato, mi ha mentito, diceva che tra lei e la figlia del succhiasangue non cera niente, che la odiava, invece adesso lei fa vederea tutti che...cazzo ma sono andati pure a letto insieme, due incoscienti, e poi Alex ha ragione, sono veramente stupido, avevo detto che avrei avvertito Will del pericolo, che gli avrei spiegato perche non poteva stare con suo imprinting, e in quei quasi due mesi in cui lo

visitavo ogni sera non gli ho mai detto niente, pero comunque, era tardi, stavano gia insieme, ma almeno avrei potuto evitarlo, o forse no, ma mi sa che qui non sono lunico colpevole, nemmeno Edward ha detto niente a Renesmee, e come succedeva da un pezzo, Alex e Bella erano sulla stessa lunghezza donda, e poi anche gli altri ce..io non capisco, tutti dalla loro parte, sono dispiaciuti, pero possono capirgli, invece non possono capire me, bello, che famiglia stupenda, sono andati via tutti insieme, Alex mi ha detto in poche parole che io ed Edward siamo fatti della stessa pasta, ah bene, pero perche non riusciva a capirmi? Non era mica facile dire al proprio figlio <sai il mottivo per cui non ti voglio con Nessie e perche sei pericolo e si trasforma in una lupa> era strano che una mezza vampira potesse farlo pero comunque, era sempre dura, soprattutto quando il colpevole della sua natura sei tu, io, e non Alex che diceva che la colpa era sua per avergli datto la vita, come sempre era colpa mia, anche perche lei era una lupa. E tutti pensavano sicuramente che io fossi arrabbiato o deluso, in fondo non lo ero x niente, sapevo meglio di ogni altro come avere limprinting, quindi deluso no, sapevo anche che Will avrebbe fatto qualche cavolata, e da scemo mi sono lasciato portare a casa dal Messico, eh si, da stupido, perche casa mia mi mancava Jake, basta, mi fai venire il mal di testa, non solo colpa tua mi disse Edward mentre si butt x terra, mi buttai pure io andando vicino a lui Edward, prima hai detto che se a Nessie succedesse qualcosa la colpa sar di Will, invece non cosi, sai anche tu che lui non ha colpa di niente, e solo colpa della mia natura, quindi dimmi se non colpa mia sospirai, mi faceva ancora strano parlare con Edward cosi Jake, scusa ecco spuntare pure lui con le stranezze, perche mi chiedeva scusa? Come perche? Perche ho detto che sar colpa di Will, non lo pensavo Jake, ero solo arrabbiato in fondo sai, non sei lunico che deve prendersi la colpa, e forse Alex ha ragione, siamo uguali in un certo senso, lei e Bella ci hanno sempre detto di dire la verita ai ragazzi invece noi abbiamo sempre tacciuto, quindi, pure io ho colpa sospir pure io, beh in effetti, non aveva tutti i torti, nonostante non lo volesse ed era anche da idioti, mi sentivo un po meglio perche si sentiva colpevole pure lui Infatti, e non x farti sentire meglio, pero comunque non devi incolparti da solo uffa pero, se ci penso bene, non stavo meglio x niente, mi avevano lasciato tutti da solo, e solamente perche ero scosso da quello che avevo sentito, ce...mentre Renesmee con quel suo strano potere ci faceva vedere tutto, vidi anche che ogni volta che Emmett veniva a prendermi per andare a caccia insieme non era x tenergli compagnia, (brutto bastardo mi avrebbe sentito) ma bensi per lasciare Nessie con William, in casa ma come ho fatto a non accorgermene dalla sua presenza quando tornavo a casa? Eh si perche pensavo che lodore fosse di Emmett e poi, un colpo ancora piu duro, pure la mia piccola mi aveva mentito, e ci credo, avrebbe protetto suo fratello contro di tutti, pure contro di me Io mi sento allo stesso modo disse Edward, come sempre leggeva i miei pensieri, ed era pure daccordo Bella lha sempre saputo, e nonostante sapesse anche a cosa poteva andare contro Nessie lha protetta e sostenuta, e mi ritrovo come ventanni fa con tutti contro sorrisi In effetti...pure io, ventanni fa ho lasciato tutti x proteggere voi, e adesso mi lasciano tutti per non averlo fatto col mio proprio figlio, bella situazione dissi acido Jake, la maggior parte di loro lo fanno, ma non il ragazzo in questione disse e restai di sasso

Cosa? Jake, riccorda che sento i loro pensieri anche se adesso sono a casa loro, e si gli sento perche Nessie non vuole nascodere piu niente, anzi, non ha cosa nascondere adesso, e so che Will dispiacciuto, perche non sei con lui adesso, e anche perche ti ha mentito, credimi se ti dico che si sta dando dellidiota stupido e altre parole brutte che non voglio dire, per averti nascondo tutto, non mi piace parlare cosi dei pensieri degli altri, pero cosi, Will ha sempre voluto dirtelo, avrebbe voluto confidarsi con te, pero non ha potuto, lui x questo ci sta male, e ti capisce pure, capisce perche ti comporti cosi, e ti giustifica pure, non vede lora di abbracciarti di nuovo e scusarsi con te ma Edward mi faceva la cronaca dei pensieri di mio figlio secondo x secondo? In altre circostante mi avrebbe irritato che ascoltava i suoi pensieri pero in quella no, anche perche...perche mio figlio era dispiaciuto, avrebbe sempre voluto parlare con me, mi voleva come confidente, e io dicevo che mi aveva mentito, ecco, come sempre parlo troppo e prima di sentire anche gli altri, e cavolo, potevo anche capirlo, prima quando erano ancora qui perche non lavevo fatto? ah si certo, perche sono uno stupido, e non mi sorprende che lo pensa pure Alex, sempre stata piu intelligente di me, e beh, persino uno stupido meno stupido di me Jake, quello un gioco di parole ridacchi Edward, ma come faceva ad essere sempre cosi freddo? In senso figurato naturalmente Ti sbagli Jake, non lo do a vedere, ma dentro sto morendo letteralmente, se tu stai cosi male x quello che ha fatto Will, pensa a come sarebbe stato se fosse lui in pericolo mi disse, beh in effetti, potevo capirlo, potevo capirlo eccome pero al sentirlo stavo ancora piu male, perche quel pericolo era Will, uffa che dura Jake, sembriamo un duo di poppanti, torniamo a casa, sai a cosa stavo pensando? disse Edward Ma mica sono un leggipensieri io, se non sbaglio era il tuo lavoro, o ti sei rammolito? iniziai a ridere Ahah vero, comunque stavo pensando al fatto che Carlisle potrebbe avere ragione, e poi...che dovremmo tornare a casa, Nessie e Will ci vogliono vicino, e io lo so, quindi alza quelle chiape pelose e andiamo a chiedere scusa ai nostri figli visto che stanno male per non averci vicino, uffa pero da fastidio anche a me fare la cronaca di quello che pensano disse e sorrise, strano pero Edward era davvero diventato uno dei miei migliori amici, dopo Embry e Quil, Seth lo lasciamo a parte visto che il moccioso era con mia figlia, dovevo vederlo come un genero no? Cosa? No basta questi pensieri, Edward mi aveva fatto stare meglio, e come da un po...dovevo essergli grato Ohi pero aiutami ad alzarmi, sono vecchio io dissi e gli tesi la mano, lui con un sorriso la prese e ci alzammo in piedi, per poi andare a casa. MENO MALE CHE SEI TORNATO, NON VOLEVO ESSERE CONTRO DI TE, MA SE AVESSI DETTO DI NO LAVREI FATTO(Alex) Eravamo tutti in silenzio, per terra, in saloto mentre Nessie, abbracciata a mio figlio ci faceva vedere i suoi pensieri, ci faceva sentire i suoi sentimenti, in alcuni momenti felici, altre volte triste, e in quel momento colpevole, e ancora triste, per aver tradito suo padre, e si sentiva pure delusa perche lui non le ha rivolto nemmeno la parola, e mi immaginavo

che pure Will si sentiva cosi, oppure anche piu male visto che lui e Jake erano pratticamente una cosa sola, lui mi scappava pure di casa x andare a dormire con lui, pure con Sarah, pero soprattutto con lui e pensava pure che non mi accorgevo, oh si che lo facevo, ogni santa sera, perche il letto era freddo, e poi cera silenzio, che di solito con lui non cera visto che russa come una motosega, non mi sentivo male, lo capivo, anche se ero andata a prenderlo una volta, ma lavevo fatto solo perche pensavo ai piccoli quindi poteva essere abbastanza rompiscattole per loro Nonno, sai dirmi il perche? senti allimprovviso la piccola Renesmee e impiegai un po x capire cosa chiedeva, prima ci aveva fatto vedere come aveva fatto scoppiare lo specchio prima, e cavolo, mentre aspettava la risposta di Carlisle ci fecce vedere anche con vergogna che il sangue di Will la attraeva...e di parecchio, non potevo non trassalire, pero non gli avrebbe mai fatto del male, anche se Will lavrebbe abbracciata in quello stesso momento lei non lavrebbe nemmeno sfiorato il braccio, approprosito di Will, avrebbe dovuto reagire a quei suoi pensieri pero aveva lo sguardo fisso nel vuoto, era con la testa in braccio a sua sorella mentre Bella stringeva Nessie, piccola...la stava soffocando Non so dirti il perche piccola, forse perche...visto che una qualsiasi umana si sarebbe trasformata in un lupo, tu che sei mezza vampira e hai un misto fra i poteri dei tuoi, puoi far scoppiare qualcosaltro e non te stessa disse Carlisle rispondendo alla domanda di prima, scoppiare te stessa ahah beh in effetti, era vero, solo che non nello stesso modo dello specchio e del muro, Will era ancora perso e fuori si sentivano un paio di risate, a cui pero non fecci molto caso, forse erano altri ragazzi della riserva Will tesoro coshai? chiesi perche iniziavo a preocuparmi, sicuro che stava bene? Era malato? Oh cavolacci esageravo Si mamma sto bene sospir Non mi sembra more rispose Sarah prima di me, gli adoravo quando si chiamavano more Beh solo che...uffa ci sto male, so di aver sbagliato e ha ragione a comportarsi cosi pero...io voglio qui papa, mi manca disse e lo vedevo con gli occhi lucidi Adesso puoi dire che quel bastardo di tuo padre e tornato, scusami Will mi girai di scatto, Jake ed Edward, entrambi bellissimi come sempre e con le braccia aperte sulla soglia di casa con un sorrisone a 32 denti, ohi aspetta ma Jake si teletrasportato? Un secondo prima era vicino ad Edward e poi ahah per terra con un lupo nero giganesco che lo sovrastava e gli leccava la faccia, ahah mi aspettavo qualsiasi cosa da Will per quando avrebbe rivisto Jake, pero trasformarsi in casa, in un millesimo di secondo per andare a leccarlo...come sempre mi aveva sorpresa Papa senti anche Renesmee mentre stringeva Edward, si era sciolta pure Bella e lo aveva abbracciato, io ero rimasta seduta, cosi come Sarah, che pero venne da me ad abbracciarmi, nessuna delle due voleva interrompere il momento di Jake e Will, e pure gli altri gli guardavano e ridevano Ahahah Will, grazie per avermi fatto la doccia pero penso che basta adesso ahah Jake continuava a ridere, si vedeve che era felice pure lui, lo conoscevo, era triste stare arrabbiato con suo figlio, pero lui non smetteva, lo aveva lasciato ad alzarsi pero continuava a saltellargli attorno, e ad abbaiare come un cagnolino, ero felicissima nel vedergli cosi Vieni qui disse Jake mentre veniva vicino al divano, che era libero, pero Will era

ancora lupo, e meno male che la casa era grande Mi dispiace figliolo, non ero ne deluso ne arrabbiato, ero solo sotto shock, e ti capisco perche non hai detto niente, se fossi stato al posto tuo avrei fatto la stessa cosa disse e gli accarezz il muso Ahah vabb Will fallo senti Edward e tutti lo guardammo, lui guardava Nessie e poi spostai gli occhi su Will, era un colosso nudo, in braccio ad altro colosso, poi guardai Nessie pure io, non smetteva di fissarlo Cosa? Nessie disse Edward a voce alta e sorpreso, e la guardammo tutti, era tutta rossa e con lo sguardo basso, ahah povero Edward, costretto a leggere i pensieri di sua figlia mentre vede il ragazzo che ha avuto limprinting con lei nudo, e io sapevo che tipo di pensieri Mi dispiace papa davvero, niente mi avrebbe fatto piu felice che averti accanto e non doverti mentire disse Will mentre lo abbracciava, stavo piangendo, non lavrei detto prima, pero il loro raporto era come quando Will aveva 5 anni, dopo una cavolata stava in braccio a Jake tutto il giorno Mi avrai accanto adesso x sempre gli disse Jake e lo baci sulla fronte, e poi Edward ringh piano Pero...mi sa che prima che Edward impazzisca dovresti metterti qualcosa adosso disse Jake e Will ababss la testa Ops, non me ne sono reso conto disse e velocissimo scapp x le scale, io andai ad abbracciare Jake, che nonostante gli avevo parlato male non era triste, quando torn, Will aveva qualcosa di decente adosso, e sotto gli occhi di tutti abbracc Renesmee

32-QUESTO NON ME LO SAREI MAI E POI MAI ASPETTATO(Will) Era passata una settimana esatta da quando io e Nessie abbiamo confessato tutto alla famiglia, e andava tutto benissimo, pure papa era daccordo, cosi come lo zio, e non potevo che essere contento, non mimportava il parere di nessuno cosi come quello di papa, nemmeno quello della mamma e di mia sorella, anche se...pure il loro contava allo stesso modo. In quella settimana, che parr velocissima erano succese pero un po di cose che non mi sarei aspettato, i nonni, sapendo di cosera successo, erano venuti a trovarci, erano venuti pure gli altri zii (vabbe meno zii dei Cullen ma comunque) del clan di Denali, Tanya mi aveva baciato per mezzora e poi passata a Nessie, e poi il terzo fatto, ma non il meno importante, anzi, il piu importante, vista la situazione, e visto che papa e lo zio Edward erano diventati <buoni> hanno permesso a Renesmee di dormire da me e a me di dormire da lei, (vabbe dormire...puah pero lasciamo stare) 3 volte alla settimana (poco ma buono) quindi abbiamo deciso che sarebbe rimasta lei da me, Seth con mia sorella e lei con me, nella casa del nonno, mi piaceva sta cosa, sisi tanto, e non me lo aspettavo, soprattutto da papa, ci avevano lasciati con un <usate la testa se non volete moltiplicarvi> e un sorriso, poi quando pensavo che sarei rimasto da solo con Nessie alla sera ecco papa che come sempre arriva, beh..non piu per dormire ma per andare a caccia, beh manco cosi tanta caccia, voleva parlare con me e stare insieme, era furbo pero io lo conoscevo come nessunaltro, infatti ha iniziato di parlarmi di stare attento, di usare ancora la testa, di non lasciarmi prendere troppo quando non dovrei, che devo essere responsabile, che lui a 18 anni compiuti aveva gia me e Sarah, ecc ecc, pero in fondo era bello, anche perche con lui potevo confessarmi senza vergogna, pero era tardi, eravamo

entrambi lupi, e capiva che volevo stare con Nessie, meno male che non se lera presa <ahah dai torniamo a casa, ti manca vero?> mi chiese <si, mi manca parecchio> dissi con un sorriso vabbe, era piu una smorfia con la lingua penzolante visto ch ero ancora un lupo, pero era sempre un sorriso <gia, lo so come si sente, penso che tua madre sar contenta di avermi ancora a casa la sera> mi disse e abbai, pure lui era contento a quel pensiero, oh mamma e che pensieri <ehm papa...sai non molto bello sentire i pensieri del proprio padre mentre pensa allintimit con la mamma, si potrebbe avere qualche shock e restare segnati a vita> dissi con voce schifatta e mi abbai contro, voleva sembrare duro pero ahah si vergognava di quello che aveva fatto <ehm stai esagerando, pero in effetti ci stavo pensando un po troppo, pero tu non sei il piu adatto per dirmi una cosa simile, e poi non voglio neanche pensare a cosa ha sentito Edward da Nessie la settimana scorsa mentre mi eri adosso nudo> disse e inizi a ridere ahah in effetti ero curioso pure io, ecco, tornato a casa glielo avrei chiesto, lei sicuramente me lavrebbe detto e poi...e poi beh e poi...forse chissa cosa stava pensando..potevo sempre accontentarla, oh si, e come accontentarla <ehi Will, pero non lasciarti prendere troppo, sai, i pensieri del proprio figlio sono ancora piu shockanti mi chiedo a chi assomigli cosi perverso> disse con un tono inocente <mica lho preso dalla mamma> dissi e iniziammo ad abbaiare e ad ullulare insieme <eccoci, dai adesso vai, riccorda che il terzo giorno, quindi..proffitane, domani sera Nessie dorme a casa sua> uffa quelle regole del cavolo, stava da me 3 giorni, perche non poteva stare tutta la settimana? Che rotta di scattole <will, adesso vai, domani...domani ne parleremmo> disse papa e capi che cera qualcosa che mi nascondeva qualcosa, ma non fecci domande <notte p, e per favore, stasera stai a casa insieme alla mamma> dissi con un tono simile al <stai a casa tua e fai i cavoli propri che devo darmi da fare stasera .> <ahah ho capito, me ne vado, notte figliolo, darti da fare pero usa la testa mi raccomando> mi disse, poi ulul, e corse verso casa <sua> mentre io mi trasformai ed entrai nella <mia> dalla finestra aperta, vidi Nessie trassalire, in effetti, lavevo spaventata ed ero ancora nudo, e vabbe era lultima sera insieme di quella settimana Will, da quando mi vuoi far venire un infarto? chiese mentre continuava a squadrarmi, non smettevo di farmi la stessa domanda, come poteva lei, che era la bellezza scesa in terra, guardare me con quello sguardo come se mi venerava, che vita strana Non voglio farti venire un infarto amore perche non potrei mai vivere senza di te, voglio solo farti sbavvare un pochino . Sei uno sbrifone prepotente mi disse mettendo quel finto broncio che io adoravo da impazzire Dai che stavo scherzando dissi buttandomi sul letto mentre guardavo il muro, cera ancora il bucco, che pero non mi andava di riparare, era unidea stupida pero era fatto dalla mia Nessie, con tanto tanto amore, oppure dovrei dire con una rabbia che se fossi io il suo obiettivo sarei andato x aria pure io Amore, vuoi perdere tutta la serata a pensare? A cosa stai pensando? mi chiese, curiosa come sempre A come sarebbe stato se fossi stato io il tuo obbiettivo e non il mio bellissimo specchio che mi manca da impazzire . Cosa? Ah bene amore, devi solo dirmelo, la prossima volta che mi capita guarder te

disse e con un cenno...li..oh madonna ma sadica ahah ingoiai a secco Ma mettiti qualcosa su no? mi disse mentre gir la testa dallaltra parte, ehm...cosa? Non penso che i vestiti mi servono dissi e mi buttai sopra di lei, rise e mi baci, con cosi tanta foga che se fosse scoppiata la casa non me se sarei accorto, era ancora come la prima volta, mi perdevo sempre.... .... Will, Will, sei ancora li? senti uhmm ma chi era al mattino? Sentivo Nessie ancora fra le mie braccia quindi non era lei, la voce uffa col sonno non la riconoscevo, e che cavolo, prima si bussa e poi si entra cosi che continuo a dormire E dai ma siete qui? unaltra voce, entrambe di uomini <ma che volete tutti? Ho sonno io, mica ho dormito ieri sera come voi> Si lo so ma adesso alzati senti la voce e la porta aprirsi, se erano i miei cugini gli avrei presi a calci tutti, ehi aspetta, ma mi ha risposto al pensiero, ops, lo zio, apri gli occhi e infatti, lo zio e papa bloccati sulla porta mentre io e Nessie eravamo entrambi nudi e abbracciati, ha detto che sapeva che non avevo dormito, a beh, meno male allora, Nessie stava ancora dormendo, e beata lei Renesmee Cullen svegliati senti lo zio Edward e Nessie trassalire, poi impastata dal sonno chiese <ma che ho fatto adesso?> Ahah non hai fatto niente tesoro solo che dovevo svegliarti disse lo zio e lei si prende le coperte x coprirsi Papa url, era tutta rossa e beh ci credo, scoperta dal padre a letto con un ragazzo non mica piacevole In effetti neanche per me ma lasciamo perdere, abbiamo una bella sorpresina, pero dovete uscire di casa, andare a casa mia e tornare piu tardi quando vi chiamer io chiaro? disse lo zio con un tono che non ammeteva repliche Infatti non provate neanche a replicare, adesso usciamo e voi ehm...vi vestite disse lo zio e usci di casa, papa mi guardava furbo, chissa cosa stava pensando, forse qualcosa che allo zio non fecce piacere visto che gli aveva tirato un calcio ahah Dai amore vestiamoci disse Nessie tutta contenta, e ci credo, lei adorava le sorprese, e vabbe, presi i primi vestiti che trovai, lei anche se stava da me 3 giorni aveva una valiggia gigantesca, eh gia...con Alice in giro era cosi, ok eravamo andati a piano terra, tutti belli contenti con un sorrisone sulle labbra pero Edward e papa ci buttarono via di peso dalla casa, e poi con un sospiro andammo a casa Cullen dove ci aspettavano la mamma e Bella, felici pure loro, mah Ciao ragazzi allora come va? zia Bella, sempre cosi carina Mah...si potrebbe anche meglio mamma, papa ci ha butati giu dal letto disse Nessie mettendo il broncio Gia, ci ha svegliati, uffa pero non ho neanche guardato lora, mamma che ore sono? Sono le...8 e mezza tesoro mi disse la mamma, mi casc la mascella? Cosa? No e dai...ma do dormito solo 3 ore io ho sonno porca miseria mi lamentai mentre mi buttavo sul divano e Nessie si accocolava tra le mie braccia. Poi guardammo la TV per un po mentre la mamma e Bella si davano da fare in cucina, poi ci portarono del popcorn e poi continuammo a chiacchierare, non smettevano di ripetere quanto eravamo dolcissimi io e Nessie, ogni volta che la baciavo sui capelli. Cavolo il tempo passava lentissimo uffolina, poi finalmente ecco le 5 di sera, e lo zio che arrivava insieme a papa, ohi ma questi si sono attacati con lattack oppure si sono fidanzati?

Ahah la seconda Will, lhai beccata disse lo zio ridendo Ehi pero voi due, voglio ridere pure io disse papa Certo tesoro, tuo figlio ha indovinato che ci siamo fidanzati disse lo zi battendo le ciglia ahah mio padre gli tir un calcio mentre entrambi andavano alle rispettive moglie Ecco qui il mio amore disse papa mentre baciava la mamma e poi anche lo zio, e che baci, e parlavano di noi puah Si ma voi siete ancora dei popanti grr ancora lo zio, se avessi avuto quella mia motosega del mio sogno...quella con la maschera di Jack Ahahah oddio ahah Will dovresti andare in una stanza con le pareti imbottite mi disse lo zio, in effetti Ahah si lo so dai lasciamo perdere, era solo la mia fantasia che volava tanto hai avuto la meglio tu quindi non lamentarti, allora dove sta sorpresa? chiesi Ah gia vero, pensando alla tua bella mascherina mi sono dimenticato ahah no dai, andiamo a casa vostra ehm voglio dire, casa tua Will disse lo zio...ehmm cosa? Dai andiamo disse e la mamma mi spinse fuori mentre Edward caricava Nessie sulle spalle, vidi papa trasformarsi e lo fecci pure io, pensando di poter sentire i suoi pensieri ma uffa gli nascondeva bene <infatti mica sono scemo da farti vedere tutto, che razza di sorpresa sarebbe?> mi dice col pensiero, in effetti uffa pero la curiosit mi uccideva, e loro lo sapevano, poi abbiamo corso per un po.... <will trasformiamoci> disse papa e mi trasformai subito, indossando i pantaloni mentre ancora correvo, poi un grande spostamento daria e qualcuno sulle mie spalle, pensavo fosse Nessie pero no Tesoro non sbranarmi, devo coprirti gli occhi disse la mamma mentre mi bendava No papa ti prego dai non sbircio ma sai che odio essere bendata agli occhi si lament anche Nessie Si lo so pero ti giuro che ci resterai di sasso, abbiamo una sorpresa piu una bellissima notizia disse lo zio mentre la mamma mi spingeva. Piu ci avvicinavamo piu sentivo odore di nuovo e di vernice fresca, ma che diamine, poi cerano altre voci intorno, e potevo riconoscere facilmente quella dello zio Emmett e della zia Alice che era tutta eccitata Edward, Alex, fermi la url lei e loro ci fermarono Ok ragazzi, tenete gli occhi chiusi che vi tolgo le bende, quando lo dico io apriteli, pero non sbirciate, ve lo prometto che varr la pena disse lo zio, poi ci tolsero le bende, poi ci disse di aprire gli occhi e quello che vidi mi lasci di sasso, la mia casetta rossa, con un solo piano e 4 stanze compresa la cucina, era alzata di un piano e allargata di un centinaio di mentri quadri, non era piu rossa ma bianca, le finestre erano in ferro, era tutto nuovo di zecca, avevo anche paura di vedere quello che cera alinterno, e non mimportava, lunica cosa che mi prendeva e mimportava era la scritta sul nastro che univa i due latti della casa <home sweet home William & Renesmee>

33-MI SEMBRA UN SOGNO, DI CUI SPERO NON DOVERMI SVEGLIARE

Era tutto perfetto, questa si sorpresa, avevano trasformato la mia piccolissima capanna rossa in una villa, wow, gli zii si che ci sapevano fare, poi un nastro che diceva che la casa era x me e Nessie, doppio wow. Dopo esserci ripresi un pochino, tutti baci e abbracci poi lo zio che ci manda in casa a vederla anche dentro, mi aspettavo la mia solita cucina piccolissima, col saloto uguale, in divano in mezzo alla stanza, la tv allangolo, quella tv che appena prendeva un paio di canali, ma no, al posto del mio minuscolo saloto cera uno quanto lintero primo piano della vecchia casetta, cera la tv al plasma, un divano in pelle che occupava una parete e mezzo visto che era di angolo, un tavolo massiccio in legno, le pareti non erano piu gialle ma bianche latte, oltre alla tv cera pure un impianto stereo e ogni tipo di giochi, la play, la wii, una marea di cd, cera pure la mia chiatarra vecchia appesa al muro, e non capi perche dentro un tipo di scatola con vetri fino a quando non notai una nuova allangolo, la cucina era simile a prima, tutto messo allo stesso modo, solo che adesso era allultima moda, sulla porta del frigo mi ci potevo specchiare, e quantero carino ok continuiamo, il frigo comunque era pieno, poi non fecci caso a nientaltro, andai dritto alla mia stanza, che pero trovai...oh mamma, al posto del letto semplicissimo, cera uno simile a quello che avevo in Messico, le pareti erano azzure, i mobili erano in ebano, ok si pure il letto si capisce, mi sa che gli zii pensano a tutto, anche a cosa si fa nel letto, ehm ok continuo se no non posso concentrarmi, sulla tastiera del letto cera limancabile simbolo del lupo che ululava alla luna, notai che era fatto eni minimi dettagli e che sulla fronte aveva una macchia, oh mazza ma ero io quello? Poi era affiancato da..un tipo di principessa, anzi, un angelo, aveva pure le ali, no aspetta ma che ali? Era il vestito, e fecendo caso notai che era identico a quello che indossava Nessie alla festa di compleanno, ma allora era lei? Wow, pure io voglio vivere 200 anni per essere almeno come lo zio, anzi aspetta, io vivr anche di piu eggi i lupacchiotti non muoiono, . ok troppo amor proprio continuiamo, cavolo non cera piu il buco fatto da Nessie mi piaceva, pero al posto suo cera uno specchio doppio del primo, mi potevo ammirare meglio, fico, poi cera unaltra parte di casa, che capi era di mia sorella e Seth, pero non cera scritto Will e Nessie? Ah si vero, ma allora...erano due case? Wow fico, da una parte la nostra e dallaltra quella di Sarah e Seth, ma allora anche lui poteva dormire sempre da lei? Stare sempre insieme? Fico wow Ma guarda quello, e pure quello continuava a dire Nessie mentre trovava qualcosa che le piaceva, cioe tutto, come poteva non piacere quel paradiso? E non avete ancora visto lultima stanza senti lo zio rispondere o al mio pensiero o a uno di Nessie, non era importante ma...qualle stanza? Le avevo gia viste tutte O.o Ah vero, non potete vederla, beh ve la faccio vedere io disse e venne vicino a noi che ci tenevamo ancora x mano Ok io te lho detto Edward, stanno male x quello che hanno visto,se adesso fanno un infarto e per colpa vostra disse papa oh cavolo, cosa ci aspettava? Ma non capisco caspiterina, hanno fatto tutto in un giorno? Ok capisco elocit vampiresca pero manco cosi. Beh, Will, apparte la velocit vampiresca... da un po che non vai piu a casa del tuoi quindi...la velocita lasciala x i mobili e poi questo che vi far vedere...lo stavamo facendo da un paio di giorni, solo che voi manco ve ne accorgevate che di giorno eravamo sotto casa vostra sotto...sotto che? sotto terra? Sotto casa? Quando noi...ehm insieme? Oh mamma santissima Eh gia...la tua mamma disse lo zio e papa lo guard male

Che vuoi? ha detto <oh mamma santissima> disse e la mamma inizi a ridere Basta entrarmi nella testa, fatti gli affari tuoi dissi e poi senti i pensieri di Nessie, uhuh e bravissimo il suo potere, pero no dai, le fecci capire che non serviva cosi che mi teneva solo x mano, senza nascondere i miei pensieri, pero mi faceva sentire i suoi, che erano stra eccitati dalla sorpresa che dovevamo ancora vedere, e aggitava pure me, o mamma, ok mamma lho gia detto, oh papa, ok forse cosi ero troppo scemo Ok aprite disse lo zio mentre si ferm davanti a noi Aprire cosa scusa? chiesi io, intorno a noi cerano solo mure lisce, nessuna porta Aprire gli occhi Will disse lo zio ridendo Guarda in basso disse e io lo fecci, sotto i miei piedi cera una...un tipo di porta che cavolo era, tipo quelle che vedi nei film quando la gente e chiusa e poi allimprovviso o vedono una porta in alto e una sotto i piedi, ehm...cavolacci Dai aprite disse lo zio, si stava scocciando, e vabbon, guardai Nessie, mi spostai per non cadere ovviamente, ero imbambolato ma mica tanto . e poi apri e quello che vidi, mazza, tutto blu, si muoveva, cera la mia faccia riflessa, che cavolo, poi una spinta ed entrai sottacqua per poco non mi prendevo un colpo Ma quante difficile Will? Non adoravi la piscina coperta che avevi in Messico? Eccola qui, alla Cullen fatta sotto casa tua, ed esci dallacqua che non hai i miei stessi benefici di stare senza respirare senti lo zio, uff in effetti aveva ragione, ero senza ossigendo, poi finalmente mi riccordai come si muovevano le mani e le gambe ed eccomi con la testa fuori, oh cavolo se prima ero senza parola perche era una piscina adesso ero ancora peggio, era illuminata solo da delle lampadine minuscole, quindi era piu buia che illuminata, e lacqua era pure tiepida, wow, pero perche non buttavano pure Nessie insieme a me? Va bene ti accontento lo zio, un urlo, aveva preso Nessie in braccio lei si muoveva pero alla fine lha lasciata cadere in piscina, insieme a me, wow fico grazie zio Se stato un tuo desiderio sei morto mi disse mentre si scrolava lacqua di dosso, sembrava me pero lupo ahah, pero era cosi...cosi bella sotto quelle luci Beh noi vi lasciamo, quando volete uscire o imparate a volare o usate quella porta li allangolo, dove trovate le scale e arrivate nella vostra stanza, ciao ciao lo zio e poi la trave si chiuse, poi tutti che ridevano, eravamo da soli, in acqua, sotto quelle luci, fico e lei tutta bagnata, non potevo resisterle Ma te ne rendi conto? Fino a neanche un mese fa non ci volevano insieme, e adesso ci hanno fatto pure la casa x stare insieme, sono contentissima disse Nessie mentre inizi a nuotare, io la segui Gia in effetti, non me lo sarei aspettato, almeno..non cosi tanto dissi riferendomi a tutto per poi immaergermi nellacqua, non mi preocupai neanche di togliermi i vestiti visto che erano gia fradici Gia, il massimo che mi aspettavo era poter dormire da te un paio di giorni in piu mi disse ridendo Infatti, e adesso abbiamo pure unintera piscina solo x noi dissi mentre la abbracciavo sottacqua Ehm in effetti ha i suoi vantaggi, e siamo pure chiusi qui da soli furba, mi tocca i pettorali e sono gia fuso, e mi fa vedere i suoi pensieri, oh piccola, non sai quanto ti voglio pure io, ah no aspetta, non posso Ness, cavolo, non possiamo le dissi, uffa pero mi uccidevo da solo a dire quelle parole

Perche non possiamo scusa? Siamo qui da soli, e tutto cosi bello, perche non mi vuoi? ma che domande faceva? Ness, non hai idea di come ti voglio, pero... che...ecco...non ho...ehmm sono senza...senza...ehm uhmm Will Will basta balbettare, ho capito, pero io ti voglio, quindi farai attenzione dice e mi salta subito in braccio, brutto bambino idiota che sono io, mi lascio andare e la accontento, come se a me non facesse piacere. ..... Ness, Ness svegliati dissi dopo essermi svegliato pure io, eravamo sul bordo della piscina, entrambi nudi dopo la...nuotatina di prima Mmm che ce? disse e poi mi guard, un sorriso a 32 denti illumin il suo volto, e cavolo sotto quelle luci era stupenda Beh ce che non so che ore sono, e poi ce che lacqua inizia a diventare fredda sisi che mottivo del cavolo E poi... continuai Staremmo meglio in un letto comodo, anzi, comodissimo visto che nuovo dissi e poi no uffa sempre tu a rompere nei momenti piu belli, il mio stomaco che brontola Ahah e poi hai fame, dai andiamo, ah pero...cosa mi metto? chiese guardandossi attorno i suoi vestiti...ehm..avevano fatto una brutta fine Ehm si..vediamo..aspetta dissi alzandomi in piedi, cerano un paio di porte li intorno una doveva essere quella per uscire, cosi che mi misi a cercarla e a curiosare nelle altre, per mia fortuna la terza porta era la nostra salvezza, cerano asciugamani e accapatoi, hmm ci sapevano fare gli zii, pensavano a tutto Ecco qui, siamo salvi dissi mentre le portavo un accapatoio, rosa, e corto, cerano anche di piu lunghi, pero...con un corto starebbe stata meglio . Grazie disse e se lo infil Andiamo di sopra? Non si dorme proprio bene x terra disse e poi mi stamp un bacio, trovammo subito le scale, wow che bello era pure li, cera sempre quella luce fiocca solo che blu, ed era caldo, bello, poi arrivammo subito nella nostra stanza wow, faceva un certo effetto entrare in quella stanza bellissima visto che prima la mia era piccola, disordinata e con un muro buccato, ci butammo sul letto, e no uffa ancora tu ma sta zitto no? Ahah amore mi sa che devi dargli da mangiare, dai andiamo giu in cucina, voglio qualcosa pure io, nuotare fa venire fame dissi furba e poi la presi in braccio e la portai in cucina, vabbem cucina si fa x dire, perche mi ero fermato in saloto nel vedere che cerano ancora tutti la, gli zii, mamma e papa, e pure tutti gli altri, ops Nuotare fa venire fame disse Nessie con un sorriso mentre andava al frigo Ohi ma pensavamo vi foste annegati disse la zia Bella Ci siamo addormentati specific Nessie e poi la risata di Emmett rimbomb in tutta la casa Si addormentati, come no, so io cosavete fatto voi, se non sapessi fosse impossibile direi che sei mia figlia Ness, ogni minuto buono x... Emmett basta disse lo zio Edward mentre gli lanciava un cuscino ahah no ma povera Ness era tutta rossa Ma che vuoi? disse lui mentre prese il cuscino Ok adesso basta dissi io Ce qualcosa da mangiare? chiesi e tutti iniziarono a ridere Si tesoro ho preparato qualcosa io disse la mamma, annui e apri il frigo, cera di tutto, una marea di panini gia fatti, uhuh bello, poi notai sul tavolo, uhi ma che brava la mia

mamma, pattatine e bistecca, sii senza prendere forchetta o coltello ingoiai una bistecca intera Ok, devo darti da mangiare piu spesso perche non vorrei fare la stessa fine della bistecca mi disse Ness e iniziai a ridere, ma lei non farebbe la stessa fine, farebbe una fine migliore...si..ops lo zio mi sente Ehm infatti disse lui Scusa e fecci la linguaccia Ehi ma che ore sono? Sono appena le...ops mezzanotte e mezzo, mi sa che ho perso la cognizione del tempo Ahah zio mi sa che ti stai rammolendo dissi io mentre obligato da Nessie mi ero seduto a tavola e mangiavo decentemente, con la forchetta, puah e poi proprio forchetta, era sicuramente una di quelle portate da casa sua perche era piccolissima quasi non potevo tenerla, uffa Ness pero x lei facevo di tutto Sar meglio uffa zio basta leggere i miei pensieri a volte posso anche mandare a quel paese qualcuno e non ti piacerebbe che fossi tu Ahah mi gia capitato Will, comunque noi andiamo, aspettavamo che finisse la partita perche Emm ha scomesso con tuo padre, e a quanto pare un po irritato che ha perso disse Ahah idiota non vero dai pero andiamo, lasciamo i ragazzi, avranno ancora da fare disse con uno sguardo furbo ahah Si andiamo, ciao piccola disse lo zio e and ad abbracciare Nessie Mi mancherai a casa ma vabbe disse e le rossise, poi tuttun suseguirsi di braci e abbracci anche da parte dei miei che andarono a casa loro, anche Sarah e Seth che stavano nella stessa casa, poi finalmente passammo la nostra prima notte nella nostra nuova casa, insieme.

34-ANCORA STRANEZZE Erano passati un altro po di giorni...sembravano essere passate tante, invece manco una settimana da quando io e Nessie abitavamo insieme, e...che dire...andava tutto x il meglio, sempre felici, a volte insieme a mia sorella e Seth in saloto a vederci un bel film, a volte da soli, a volte fuori a caccia, pero sempre insieme Uffa ma porca miseria grid Nessie allimprovviso mentre guardavo la tv Amore che ce? Niente, uffa ma perche non vuole aprirsi, dove cavolo sparita la mia forza di met vampira? Perche non si apre? caspita pero urlava Amore, aspetta dissi e mi alzai dal letto x andare in cucina Dammi faccio io dissi mentre volevo prendere la scattola dalle sue mani, e mi guard male, mazza un brutto paragone pero sembrava un cane quando gli rubavi la bistecca, anzi, io mentre qualcuno mi tocca quello che ho cacciato, e ancora quei occhi rossi, oh madonna No lascia stare faccio io, devo riuscirci ringhi, caspita, mi faceva paura quando era cosi, vabbe, anche se era la seconda volta che la vedevo ma comunque, poi ringhi ancora e la vidi mentre si sforzava di aprire la scatola, aveva i muscoli tesi pero non la forza per aprire una scattola, pero caspita, una scattola cosi la apriva anche un bambino, a lei stava succedendo qualcosa e non sapevo cosa, lunica certezza era che faceva come un cane, anzi, un lupo, merda, ancora colpa mia

Amore, dai calmati, ti do una mano io mentre tu fai qualcosaltro le dissi dolce con un sorriso, non sapevo come calmarla No. Io. Voglio. Aprire. Questa. Dannata. Scattola sibill caspita, gli occhi le diventavano sempre piu rossi, erano fuoco vivo, <ok, non detto che sia vero pero..io come mi calmo quando sono incazzato? Si ce la mamma pero adesso no..come altro....ah si> iniziai ad accarezzarle i capelli, la accarezzavo sul collo, la sentivo, non si era calmata x niente, era come se non ci facesse caso a me, continuava ad aprire quella maledetta scattole ma perche non gliela strappo dalle mani? Buona idea Ridamela. Subito ma basta ringhiarmi contro Nessie calmati, che ti prende? solo una scatola, te la apro io cosi la facciamo finita, e smetila di ringhiarmi contro, cosa ti ho fatto io? ok sembra che fossi incavolato anche io, invece sorridevo, piu x calmarla, e anche perche...se mi fossi arrabbiato anche io forse avremmo fatto casino, anche perche sapevo quello che fra un po sarebbe successo, volevo aprirla ma cosa? Non cera piu tra le mie mani, ma nelle mani di Nessie, uno sforzo incredibile, si decide di metterla sul tavolo e BUM, il contenuto della scattola era per aria, pero meno male che non aveva toccato il tavolo, pero chissene frega, guardai Nessie, che a quel tavolo si era appoggiata col respiro pesante Ness sussurai Stai bene? mi avvicinai e si lasci accarezzare, mi aspettavo di tutto, pure che mi facesse le fusa No, non sto bene, mi fa male la testa si lament e si appoggi a me, che la strinso forte Will che mi succede? dio magari sapessi la risposta Amore, non lo so porca miseria, lunica cosa certa e che colpa mia, e non dirmi di no visto che fai come un lupo, quindi forse in fondo, ti ho influenzata, e forse gli altri avevano ragione dissi e la strinsi ancora piu forte, perche mi faceva rabbia pensarlo Will, hai sentito il nonno? Ha detto che tutto a posto, comunque, puoi chiamarlo? Voglio che venga qui mi disse e senza risponderle la fecci stendere sul divano mentre prendevo il telefono Pronto? ecco li il nonno Carlisle Nonno sono Will Ah ciao Will, che succede? Ehm, Nessie ha avuto un altro di quei attacchi di rabbia, vabbe ne ha avuto solo uno pero comunque, adesso ha...fatto scoppiare qualcosa, pero..che ne dici se vieni qui? Vuole vederti, e poi...cazzo sono preocupato dissi e poi mi resi conto, ops Will ma come parli? ecco cosa intendevo Comunque arrivo subito Non dirlo a papa url Nessie dal divano, e la senti pure lui Ok come vuoi, arrivo disse e riattac Ness mi dispiace davvero tanto Will, dai calmati, vedrai che tutto a posto, voglio il nonno solo perche mi dia una controllatina, da picola lo faceva un paio di volte al giorno, mi sono abituata a chiederglielo e alz le spalle, ma come poteva essere sempre cosi tranquilla? Io ero preocupato a morte Ok boffonchiai e la abbracciai fino a quando non arriv Carlisle, e bussa pure? Entra, mica devi bussare urlai e lui entr sorridente Scusa, che ne sapevo io cosa stavate facendo voi due Ahah spiritoso, ti stavamo aspettando, vedi cosha che...sono preocupato, guarda li dissi indicando la cucina visto che non avevo ancora pulito, non mi sembrava poi tanto

sorpreso Ok dai Ness, andiamo di sopra disse lei si alz, e mi alzo pure io Ehm Will, posso stare da sola col nonno? che? cosa? Come? E perche? Io voglio esserle vicino. Ok che forse non niente di male pero uffa uffa uffa Ok dissi mettendo il muso, non era giusto Dai, facciamo subito disse e se ne and insieme a Carlisle, ok ero rimasto da solo a girarmi i pollici, 5 minuti, 10, 15 uffa pero quanto ci impiegate? Ok non ce la facevo piu a stare in casa se lei era ancora con Carlisle, cosi che usci di casa, pero ero li a camminare da solo, boh non sapevo che fare, ah ecco, vado a trovare la mamma, lei sa farmi sentire meglio, anzi, calmarmi, uh pero la casa era davvero accogliente, mi mancava un pochino Ciao...ce qualcuno? entrai e auch, faceva ancora un po male, Mandy che si coccolava con Mark, e quanto sono dolci, con me non era mai cosi sdolcinata, e vabbe io ho Nessie . Ah siete voi, non volevo ehm disturbare, dove la mamma?chiesi a beh sorridente, mi irritava pero non mimportava E di la con Jake, non so dire cosa fanno disse e indic la stanza e uffa ma coshanno tutti oggi? Tutti che si danno da fare e io niente? Che vita ingiusta Ah con papa in camera...vabbon se la vedete non sono sicuro se presto, potete dirle che lho cercata? Grazie dissi, mazza, parlavo come se non fossi a casa dei miei, vabbe, dovevo uscire anche da li, volevo coccole pure io Ciao dissi e usci di casa, poi andai nel bosco, da lupo, mazza ma di chi erano questi pensieri? Mia sorella e Seth? Bleah meglio se me ne vado se no rischiu di buttare fuori, uffa pero tutti che si coccolano oggi? Dove potevo andare? Casa Cullen nascondo i pensieri, vabbe come posso, corro fino a casa degli zii, entro, trovo lo zio Emmett e la zia Rose, anche loro abbracciati e che bacio mazza, mi scuso e poi me ne vado anche da li uffolaaaa, che giorno del cavolo, che posso fare? ok vado alla spiaggia, mi lavo un po la faccia poi tutte coppiete eh no ma porca porchetta che mi viene da fare i giochi di parole, uffa non proprio giornata, ma nessuno x me? Nessuno mi ama? Nessuno mi vuole? Uffola, nemmeno lo zio almeno potevo prendere la mia motosega e la mascherina bella bellina di Jack, eh no che cavolate eh gia, mi annoio e sparo cavolate, <e vabbe dai, allora pensiamo a cavolate, tanto non ho altro da fare> pensai a mi buttai sulla sabbia, pensiamo pensiamo..uffa ma manco le cazzate mi venivano, che pena uhuh si eccone una, no lasciamo perdere fa schifo, ok mi portano in una stanza con le pareti imbottite, pero li che si fa? Mi trasformo e corro intorno alla coda, e no uffa che palle la prendo subito e addio divertimento, uhuh si, mi trovo un bel vampiro che non sia famigliare e me lo sbrano cosi lo guardo mentre si vuole unire, no ma che schifezza bleah, uffa neanche la mia fantasia mi aiuta, penso solo a cosa fanno le altre coppiette in quel momento, eh no, butto fuori ancora di piu e che cavolo zero fantasia x oggi, vabbon almeno pensiamo a qualcosa che non faccia ridere x forza, cosa stava facendo Nessie? Stava meglio? Carlisle era ancora li? O se ne era andato? Beh, caspiterina, cera un unico modo x scoprirlo, tornare a casa, cosi che mi alzai e iniziai a correre volevo arrivare presto a casa, mi sentivo solo, e avevo bisogno di coccole _ pero volevo anche vedere come stava Nessie, pero uffa con tutta la fretta che avevo, e anche se correvo forte mi sembrava di impegnare una vita ad arrivare, poi oh finalmente ecco la mia bella casetta, mah, se casetta si poteva chiamare adesso, apri la porta e mi ci fiondai dentro Nessie, avete finito? chiesi prima di chiudermi la porta alle spalle, lei era li sul divano,

con una faccia strana che oh no cavolo, ma pure lei aveva qualcosa da coccolare? E non ero io? No uffa, maledettissimo cuscino del cavolo, la fai sembrare stupenda con te in braccio pero ti odio, e non hai idea quanto Si abbiamo finito da un bel po direi, doveri stato? e continua a stringere il cuscino, brutto cuscino Ehm...ero in giro, ti avevo aspettato aspettato e aspettato pero non finivate piu dissi e andai a sedermi vicino a lei Ness, cosa ha detto Carlisle? ecco la preocupazione di prima Ehm ecco...niente, solo scatti di rabbia, e x quello che dici tu mi hai...ehm..influenzata pero...lui dice che normale si insoma quindi non dobbiamo preocuparci che non niente di male disse e la vidi arrossire, ehm non me la bevevo ma vabbe, me lavrebbe detto lei Ah, meno male dissi, lei sorrise e ancora col cuscino e no basta Ness, non mi ami piu? chiesi facendo il labbruccio, a volte funzionava Che domande sceme sono queste? Beh, vedo che al posto di coccolare me stai coccolando quel cuscino, oggi sono tutti che si coccolano, non ho trovato nessuno a farmi compagnia perche erano impegnati a coccolarsi, mi sento solo dissi evidenziando il labbruccio ancora di piu Ahah scemo vieni qui butt il cuscino e mi salt adosso riempiendomi di baci a stampo Ti amo, ti amo, ti amo mi disse mentre continuava a baciarmi, wow, che avevo fatto? Ehm, a cosa devo tutto questo entusiasmo? sorrisi e finalmente le toccai le labbra, uhuh mi ero perso Mah che ce di male nellessere contenti di vedere il proprio amore? chiese mah No niente, continua ad essere cosi contenta dissi e la lasciai che mi baciasse, la lasciai fare, non che a me non piacesse ., la baciavo pure io, e come sempre ci lasciammo andare, pero non lasciai andare i miei pensieri troppo, avrei parlato con Carlisle, e mi avrebbe spiegato cosa stava succedendo perche la spiegazione di Nessie non mi convinceva x niente 35-......NON SAREI MAI DOVUTO ESISTERE LUNICA COSA CHE SO FARE E METTERE IN PERICOLO LA VITA DI CHI AMO Dopo la visita di Carlisle come sempre avevo passato la notte insieme a Nessie, era sempre come la prima volta insieme a lei, pure quella sera nonostante avessi mille pensieri x la testa. Ero ancora ad occhi chiusi, la sentivo ancora fra le mie braccia, pero non volevo farle sapere che ero sveglio, e poi avrei dormicchiatto un altro po, pero no, dovevo pensare. Cosera successo con Carlisle? Perche era cosi contenta? Perche non mi diceva niente? Mah forse stava bene...no ma impossibile, allora perche gli scatti di rabbia? Uffa non sapevo darmi una spiegazione, dovevo mettermi un po di ghiaccio nel cervello, pero no perche poi si sarebbe congelato e poi ancora piu fuso, ma come puoi essere fuso con del ghiaccio nel cervello? Ah vero ehm boh...congelato allora, che ancora peggio Will amore so che sei sveglio senti Nessie e poi mi lasci un bacio sulle labbra, e uno che andava da sotto il mento fino allorecchio e indietro, e sentire il suo fiatto caldo sul collo, hmm cosi mi svegliava spesso, e mi faceva diventare fuso da prima mattina, gia

che dalla nascita lo ero di mio, al mattino presto...faceva ancora piu casino...pero mi piaceva da matti quando lo faceva Mmm ero piu assonato di quello che pensavo Giorno dormiglione Giorno sorrisi e la abbracciai attorno al collo in una maniera abbastanza...strana per poi baciarla a stampo Sai che adoro il tuo modo di svegliarmi? chiesi ridendo Ah buon da sapersi disse e poi mi baci ancora, uhuh e non era un bacio a stampo, e mi stava coccolando, oh si, coccole, amo le coccole, e mi si sdraia contro, Ness ma sei piu pesante? Ma coshai sotto la coperta che mi preme contro la pancia? E poi cosa? Un ululato, da fuori che cavolo proprio adesso? Ness, devo andare questo e Sam, sicuramente successo qualcosa dissi alzandomi e lei si butt sul letto e si tir su la coperta Amore hai freddo? chiesi con un sorriso, mazza pero stringeva la coperta e poi aveva uuna posizione strana, come se volesse nasondere qualcosa No amore, ma cosi sto...boh mi piace stare su con la coperta comunque vai pure tu io ti aspetto qui e poi una marea di immagini che mi invadono la testa, uhuh a modo suo doveva dirmi che mi ama Ti amo anche io piccola, torno presto dissi e saltai dalla finestra, trasformandomi prima di atterrare <will finalmente> <ma avevi intenzione di farmi ululare ancora x molto?> <ma non puoi lasciarla manco un secondo?> <e BASTA, sono qui che succede?> chiesi uffa dovevo pensare a voce alta? Anzi, urlare col pensiero? E vabbon come cavolo si diceva, ohi ma che puzza pero <gia infatti, Will, dobbiamo stare attenti, ce un nuovo vampiro in zona, e sicuramente non della famiglia> disse Sam, pero aveva anche un odore diverso, sapeva di vecchio, oltre al simile odore nauseante, vabbe con i Cullen mi ci ero abituato, questo mi faceva girare la testa <ok e che dobbiamo fare?> chiesi io? Mi faceva strano pensare ad uccidere un vampiro, pero..ero un licantropo quindi se cera bisogno dovevo farlo <infatti comunque x il momento dobbiamo solo andare a vedere se lo troviamo ancora visto che le tracce sono abbastanza fresche> e magari non lo trovassimo, io ho pure altro da fare, eggi dovevo parlare col nonno a tutti i costi <will che successo a Nessie?> uffa dannate menti condivise <non lo so papa, di questo che voglio parlare col nonno, dai andiamo a caccia di vampiri puzzolenti> dissi e iniziai a seguire la traccia, diventava via via piu forte quando allimprovviso spari, uffa e tutto quella strada x niente <vabbe, se torner saremo allerta, adesso credo che possiamo anche tornare> si ecco le parole di Sam che mi aspettavo di sentire <perfetto, ciao> dissi e iniziai a correre cosi, a 4 zampe, arrivavo certamente piu veloce, meno male anche perche ero molto preocupato, e non sapevo nemmeno perche, non potevo semplicemente credere a Nessie? Ero finalmente arrivato a casa degli zii, mo spero di trovare il nonno e non pure lo zio. Mi trasformai, indossai i jeans e andai a bussare Si? uh che bello la voce del nonno, entrai Ciao nonno dissi guardandomi attorno non cera nessuno Dove sono tutti? ero

curioso A caccia ah bene Tu come mai non sei con loro? Perche sapevo saresti venuto Will ah ecco, senza leggermi nel pensiero, il nonno mi conosceva bene Ehm gia, e sai anche che non me ne vado senza una risposta dissi mentre mi sedevo sulla sua scrivania Ehm puoi prendere una sedia per favore o mi stai facendo la corte sedendoti con cura sulla mia scrivania? disse il nonno e sorrisi ahah peccato che quel giorno pero non mi andava di fare le battute, cosi che sbuffai e presi la sedia Will, hai visto Nessie oggi? che domande Certo, stata lei a svegliarmi alzai le spalle Si ok pero dico..lhai vista...ehm...strana? diversa? A letto? E in piedi? ma che domande? Eh, nonno vacci piano, il mio cervello non neanche un ottavo di quarto il tuo, vacci piano dissi e lui rise, ah bene, ma avevo ragione Comunque Nessie lho vista x 5 minuti prima che Sam mi chiamasse comunque diversa...boh non saprei, solo che era piu pesante ma questi sono dettagli alzai ancora le spalle, e lui mi guard strano, ehi ma che vuoi? Ah e...non hai visto...ne a letto almeno...sentito o percepito qualcosa? Ehm nonno, non saprei cosa dirti...e non penso che ti rifferisci a percepire a letto...in quel senso dissi e lui sorrise Ehm no in effetti lascia stare, deve dirtelo lei grrr odiavo chi faceva cosi No nonno, se tu lo sai me lo dici adesso ringhiai William, neanche se mi azzanni non te lo dico, quindi arrabbiati quanto vuoi mi disse e si alz Uffa scusa nonno, pero che...sono preocupato, e Nessie non vuole dirmelo, x questo sono venuto da te Will, anche se lei oggi non te lo dice...domani lo far di sicuro anzi, se non lo far...lo vedrai da solo, abbastanza veloce Nonno, parla come mangi Sai che questa frase me lha detta pure tuo padre? ma che cosa centra? Sisi vabbe allora? Will, scusami ma non posso, e non prendila male, prendila come un segreto professionale uffa cosi non faceva una piega il suo ragionamento, stavo x rispondergli pero come sempre..si sa...la campanella salva sempre, gli suona il cellulare pronto?....oh ciao piccola...uhmmm si qui...ahah si lo so...davvero? Ness ci sono dei....no ascolta....uffa fa sempre come vuole lei disse dopo che riattac Che succede? chiesi cavolo, che voleva fare Nessie? Niente, sapeva che eri qui e beh...piccolo problemino... cresiuto...incredibile...e abbastanza veloce...neanche Bella...comunque viene qui disse, ehm non capivo na mazza di quello che diceva ma vabbe, avrei aspettato Nessie Ciao, ah Will ma ci sei anche tu? ecco gli zii, tornati da caccia, uffa pero perche dovevano venire tutti visto che Nessie doveva parlarmi? Dove Nessie? chiese lo zio...cera qualcosa nella sua voce che mi preocup Era a casa, ha chiamato e ha detto che viene qui perche...ha qualcosa da dire disse il nonno e lo zio ringhi

Carlisle, so la Genesi a memoria, pure tu, che mi stai nascondendo? ehm gia...pure io ero nella sua stessa situazione, Nessie non mi aveva detto niente, che cavolo cresceva?? E piu della zia..ma che caspiterina significava? Pero...non doveva essere gia arrivata? Quando impiegava ad arrivare da casa mia a casa Cullen? Ma Renesmee sta venendo qui? Si zia, almeno cosi ha detto il nonno, ha detto che ha da dirmi qualcosa, pero non ho idea cosa e alzai le spalle, andai a sedermi sul divano, e passarono due ore, e Nessie continuava a non farsi viva, dovevo andare a casa Nonno, non ce la faccio piu, Nessie doveva essere qui da due ore sbottai e andai alla porta Will aspetta mi fermai di botto Che ce? Non ce la faccio piu, devo dirti che ha Nessie, non sopporto vederti cosi disse lo zio e mi irrigid mentre lo zio ringhi piano Dimmi oh si, lo fecci pure io Come diavolo fai a non accorgerti Will? Nessie ... incinta silenzio. Freddo. Solo. Immobile. Tremo. Sto per scoppiare. Incinta. Merda la piscina. Avevo ragione io. Che defficiente. E mo che faccio? sono nei guai, anzi no, quella nei guai Nessie. Senza degnare di uno sguardo nessuno esco dalla casa e mi fiondo a casa mia, ci arrivo in manco 5 minuti e cavolo ho lo zio alle spalle Ness, Ness sei in casa? urlai mentre aprivo tutte le porte Will qui non ce url lo zio Si lo vedo pure io che qui non ce ma dove? urlai Ehi che succede? ah mia sorella Sarah hai visto Nessie? Ehm...un paio di orette fa, veniva a casa Cullen e si ferm Non ancora arrivata vero? pero la risposta se lera datta da sola Andiamo disse e si fiond subito fuori casa trasformandossi, io la segui <will cosa? Nessie incinta?> oh cavolo, certi pensieri dovevo tenermeli x me, non che in quel momento mimportava, cioe si mimportava, pero volevo soprattutto trovare lei, oppure ero troppo scioccato x pensare alla notizia. Mia sorella rimase in silenzio <aspetta fermati> dissi <senti qui> era il suo odore, si il suo, avevo il naso pieno, pero dovevo concentrarmi, era intenso cosi che senza dire niente continuai a seguire la traccia e poi senti anche unaltro e merda, era lo stesso che avevo sentito in mattinata, quel odore di vecchio, che era vicino a lei e poi si confondono, si mischiano, no, impossibile, Nessie, dove sei? Senza pensarci presi a mordere un albero, eh gia, mi era successo unaltra volta, mi ero fatto male, pero non mimportava niente, volevo trovare la mia Renesmee, ululai, gli altri dovevano venire, pero perche non conoscevano quellodore? Almeno gli zii, erano vecchi caspiterina, e lo zio perche non diceva niente? Lo guardai, aveva lo sguardo perso nel vuoto, anche da ipnotizzato sarebbe stato piu sveglio Oh no William disse Ti riccordi cosa vi ho detto quando abbiamo ricevuto la notizia? ma che ne sapevo io Will, di quelli che volevano Nessie oh cavolo no no no e no no non voglio accetarlo, lhanno trovata? E per di piu con una cosa in grembo, ma qualle cosa? Era la mia cosa, pero dovevo ancora farci unidea, perche no me laveva detto subito? Cavolo ma perche la mia vita deve essere cosi complicata?

Will, so dove potrebbe essere Renesmee, andiamo a casa mia finche non sar troppo tardi disse lo zio e iniziammo a correre mentre gli altri si trasformavano via via e leggevano i miei pensieri, pero non gli commentavano, mi lasciavano tranquillo, a pensare e a meledire ancora una volta me stesso e il mio dono x mettere in pericolo la vita di tutti, mi sentivo una nulit, qualcosa contro natura, che doveva essere distrutto, che doveva scomparire per non nuocere piu agli altri. La mia vita era un totale falimento, e lamore della mia vita era sparito insieme ad una sanguisuga puzzolente, e come se non bastasse, anche...anche...incinta, e ancora una volta io che faccio centro. E vai cosi Will, fai centro ancora una volta, buttati da uno scoglio e cadi in testa forse cosi fai una cosa buona per la prima volta nella tua vita.

36-SE PRIMA AVEVO UN BRICCIOLO DI SPERANZA ADESSO NON HO PIU NIENTE Da quando mi resi conto che Nessie poteva essere in grave pericolo, e che era soprattutto incinta, mazza non volevo nemmeno pensarci troppo, mi sentivo vuoto, morto, non riuscivo a collegare il cervello a niente Will, concentrati, mi stai facendo inervosire, se sono stati veramente loro...la troveremmo, partiamo subito a cercarla, ma calmati, e ti giuro che mia figlia torner a casa sana e salva continuava a ripetermi lo zio, oh finalmente casa sua si vedeva meno male, non ce la facevo piu Alice url lui gia prima di entrare e lei usci subito Alice dimmi che la vedi, anzi, che non vedi niente, hai visto i volturi prendere qualche decisione su Nessie? Aro magari? O Caius disse lo zio, e questi chi erano, i volturi..ok da bravo licantropo ne avevo sentito qualcosa pero quei 2 nomi...niente Aro il capo, insieme a Caius e Marcus mi spieg lo zio Edward che succede? Ho visto loro 3, sono a Volterra, e non hanno intenzione di lasciarla molto presto ma che succede? Dove Nessie? anche la zia era allarmata E per questo che lo chiedo Alice, Nessie doveva venire qui pero non venuta, siamo andati a cercarla e cera una scia, era sicuramente un vampiro, e vecchio direi, la sua traccia si e combinata con quella di Nessie, che vuol dire che lhanno trovata disse lo zio, cazzo ma come faceva ad essere cosi calmo? Io me la stavo facendo sotto Cosa? Edward la mia bambina url la zia Bella che era uscita di casa, ma non prendertela con lui, prenditela con me Bella calmati, la troveremmo disse lo zio, oh mazza pero era cosi tranquillo lui, ah si vero, freddo fuori ma caldo dentro, una roba simile, ma cosera una brioche? uffa pero io ero ancora sottoshock, non riuscivo a svegliarmi e poi che notizia, non riuscivo ancora a digerirla Edward, ho sentito quello che hai detto, si tratta dei volturi? Se si sai cosa significa? Riccordi come ci sono rimasti male? Ma che ci facciamo ancora qui? oh si la zia che ha il mio stesso spirito combattivo No, e tu William smettila mi fai venire il mal di testa, non colpa tua, non ci ha pensato nessuno ad avvisarla che cera un vampiro in giro, e poi lei era a casa vostra e Carlisle

qui, hanno parlato al telefono, mica potevate fermarla, e Bella, non credo sono i volturi, Alice vede Aro Caius e Marcus ancora a Volterra disse e la zia si preocup ancora di piu E allora chi ? Edward, dobbiamo fare il possibile, se non sono loro dobbiamo trovarla, riccordi che la mia bambina non piu una bambina? pure incinta, e non abbiamo tanto tempo, al massimo due settimane sbott e tutti i lupi dietro ulularono allunisono eh gia...non lo avevano sentito, perche non ci avevo pensato a quello pero basta, non voglio piu sentirlo, sto ancora piu male, quel concetto non lho ancora capito, e non voglio farlo molto presto, aspetta due settimane? Cosa? Quando? No William ti scongiuro basta e lo zio cadde in ginocchio con la testa fra le mani, ma che avevo fatto? Come che fai? Basta datti una calmata e fatti una ragione incinta anche se non ti piace ma che stava dicendo? Ok decisamente mi aveva svegliato, andai di fronte a lui e gli ringhiai contro Se non te ne sei accorto ci penso perche sono preocupato. Non perche. Non. Mi piace. Per chi mi hai preso? quasi sputai la frase, e tremavo, ma cosa pensava? Mica mi veniva difficile pensare che Nessie era incinta perche non ero felice, ma non potevo farlo in quel contesto, con lei che era stata rapita, Will ok tu la troverai, e a quel paese tutti non minteressa dove andata, anche se lhanno portata sulla luna io vado a cercarla, e ci arrivo volando Si ti aiuto io con un calcio disse lo zio Pero in effetti hai ragione, dobbiamo seguire le sue tracce mentre sono ancora fresche, non possiamo aspettare che si perdano disse lo zio e inizi a correre e io senza sapere dove si andava lo seguivo, e gli altri in silenzio seguivano me, decisi di trasformarmi, e lo avevano fatto pure loro, erano tutti preocupati, pero non ci facevo caso ai loro pensieri, e vabbe mamma e papa sorpresi della gravidanza di Nessie, pero mai quando me, cioe...avrei dovuto aspettarmeno dopo la cavolata della piscina...e io lavevo avertita, pero come sempre ha fatto di testa sua...oh si la piscina, che serata, e che...eh no Will basta brutto idiota, respirai forte, mi fermai di botto e mio padre che era dietro di me quasi mi venne contro, non me ne ero accorto ma ero al posto dove di solito stava Sam, papa dove stavo io, e Sam dove stava lui, cosa significava? Boh ma manco mi interessava, avevo sentito lodore di Nessie anche se era combinato con un altro che mi faceva rivoltare lo stomacco, e riuscivo a sentire che x gli altri era conosciuto, pero x me no, ohi pero se lo conoscevano...perche non sapevano dire a chi era? Vabbe, continuavo a seguire quella traccia, andava avanti x un bel po, pero poi spar allimprovviso, orme di gomme, cavolo ma la aspettavano pure con una macchina? Niente, la sua traccia sparita disse lo zio, sconfito e io gli ringhiai contro, dovevamo continuare a cercare Will, non possiamo cercare niente se non ce niente, cosa cerchi? Vuoi andare a cieca? <beh meglio che tornare a casa e stare con le mani in mano aspettando che la luce divina ti riporti Nessie pure sana e salva, non chiedi troppo?> Will ti prego, ti rendi conto che mi sento in colpa perche non ho avertito mia figlia di cio che rischiava? Ti rendi conto di come mi sento al pensare che se sono stati quei maledetissimi volturi approffiteranno? Speravano di avere lei che mezza umana e mazza vampira, adesso voranno avere cosa porta lei in grembo, il figlio di una mezza vampira con un licantropo, pero nonostante questo non possiamo continuare adesso a cercarla, non sapiamo dove come cazzo fai a trovarla? url lo zio, wow la prima volta che diceva una parolaccia, pero uffa certe cose cavolo poteva tenersele per lui, e mo

rompo ancora di piu perche sono preocupato x quello che ha detto, e anche perche non ho la piu pallida idea di cosa poteva uscire da me e Nessie, cioe si qualcosa di speciale pero uffa uffa, dovevo arrendermi, dovevo tornare a casa, pero se ci fossimo fermati adesso, come avremmo fatto il secondo giorno? Non riuscivo a capire William, torniamo a casa, ragioniamo con calma, so che la vita di mia figlia puo essere in pericolo pero non trovo altre soluzioni disse e guard gli altri che annuirono, perfetto tutti che vogliono tornare a casa, e allora torniamo a casa. HO PAURA, WILL DOVE SEI? (Nessie) Avevo deciso, avrei detto a Will che ero incinta, si, era cosi, sapevo a cosa andavo in contro quando lho fatto, e lho fatto, e non me ne pento, sono persino contenta, usci di casa x andare a casa dei miei dove si trovava lui, volevo dirglielo, anche se se ne sarebbe accorto da solo visto che la mia pancia cresceva da un giorno allaltro, cosi si poteva benissimo capire che mi stava succedendo. Dopo aver parlato col nonno usci di corsa di casa dovevo vedere Will, pero adesso mi trovo dentro una stanza stra luminosa, e gigantesca, su un letto immenso e comodissimo e mi sento spaesata, ho paura e tanto tanto freddo, Will dove sei? Ero spaventata cosi tanto che non mi ero accorta che ero pure arrabbiata e che stavo ringhiando, lo capi solo quando il comodino allangolo and in mille pezzi e poi dentro la stanza vidi entrare un ragazzo con un espressione abbastanza sorpresa e curiosa, che poi si trasform in un sorriso furbissimo. Era sicuramente un vampiro, riconoscevo lodore, e aveva gli occhi rossi, segno che beveva il sangue umano, ero nei guai, pero era anche bellissimo, teneva i capelli corti e neri, aveva una faccia da bambino, mostrava allincirca la mia et forse anche di meno Finalmente ti sei svegliata mi disse, aveva pure una voce da bambino, se non fosse per il luogo e il fatto che avevo paura lavrei pure trovato dolce...perche quello che mi faceva paura era la situazione, e non lui, pero non ero capace di rispodere Stai tranquilla, non ti far niente disse con un sorriso e mi si avvicin io strinsi le mani al petto e senti il rigonfiamento, cavolo, era ancora piu grande la pancia, come una lupa che protegge i cuccioli (e che paragone) ringhiai Chi sei e dove mi trovo? uhuh avevo preso coraggio Chi sono io non importa, e nemmeno dove ti trovi ok era diventato minaccioso, mi sentivo il pelo ritto sulla schina Almeno posso sapere perche sono qui? azzardai a chiedere Certo, ce un...amico che...voleva rivederti e poi...hai pure una sorpresina per noi disse alludendo alla pancia, mi abbracciai e ringhiai Non ti faccio niente, verr tutto da se disse ehmm cosa intendeva? Pero aspetta...<un mio amico che vuole rivederti> Tu sai chi sono io? chiesi Cos una minaccia? eh? No, hai detto un tuo amico quindi vuol dire che sai chi sono ero abbastanza ragionevole, pero mi sentivo che ero nei guai Certo, tutti sanno chi sei tu, sei la mezzosangue dei Cullen, gli unici che hanno mai provato a sfidarci, di te si riccordano tutti disse con un sorrisetto...e capi subito a cosa si rifferiva, quando ero venuta al mondo ero considerata una minaccia, e riccordavo ancora

come si chiamavano, erano i volturi, la famiglia reale dei vampiri pero di lui non mi riccordavo...lunico riccordo che avevo era delluomo con i capelli lunghi e neri che avevo toccato, pero mi senti comunque scossa fino al midollo, cavolo papa aveva ragione, se avevano voluto me come non volere quello che portavo in grembo? Ero arrabbiata e triste, avevo paura e freddo, mi sentivo sproffondare pero dovevo rimanere con i piedi x terra, per il bene di entrambi Ma si svegliata? senti unaltra voce provenire da fuori Si vieni, finalmente sveglia disse il ragazzo che era insieme a me che pero non sapevo come si chiamava, ne mi interessava saperlo, e poi vidi entrare due altri ragazzi, uno basso e uno alto, quello piu basso era anche abbastanza magro, aveva corti capelli biondi e un po ondulati, gli occhi rossi e un po lattinigosi, e come ogni vampiro era bellissimo, laltro piu alto mi riccordava lo zio Emmett, e non per il viso ma per la muscolatura, se il primo che sembrava un ragazzino mi faceva paura questo mi terrorizzava Ecco chi ce...la piccola Renesmee Cullen in persona disse il colosso mentre annusava laria e ci credo, sapevo di buono io E bravo Dem, alla fine ce lhai fatta a portarla disse una voce che entr in stanza in quel momento, e lo vidi, era bellissimo, nei suoi tratti cera la stessa unicit che trovavi nei miei, lodore era simile al mio, mi riccordavo di lui, era colui che grazie alla sua presenza per soli 5 minuti mi aveva salvata la vita Ciao Renesmee, finalmente ci si rivede disse e mise una mano attorno alla spalla di quel Dem mah, ero troppo shockata per poter rispondere Ti riccordi di me vero? mi chiese, volevo dirgli di si, forse sarebbe stato meglio ma non ero capace di muovere nessun muscolo No? Vabbe, avremmo tempo x conoscerci meglio, lasciamola riposare, torner a vedere come sta in serata disse agli altri Certo, forse cosi si riccorder come si parla, perche abbiamo tanto di cui parlare disse il primo ragazzo che era venuto e poi uscirono tutti e 4 dalla stanza, quando la porta si chiuse caddi allindietro sul letto, avevo paura, stavo tremando, e non di freddo anche se mi mancava sentire la pelle bollente di Will sulla mia, mi mancava papa e la sua stresante protezione, e non avevo idea di cosaspettarmi dal giorno dopo

37-MAI STATO COSI MALE, OH PAPA MI DISPIACE (Will) Eravamo partiti a cercare Nessie, abbiamo perso le sue tracce e siamo tornati a casa, lo zio diceva che la troveremmo, ci metteremmo a lavoro il secondo giorno, ma qualle cavolo secondo giorno se le sue tracce sono sparite subito? Come faremmo a rintracciarla? Potrebbe anche essere lontana infatti lo se non sente i suoi pensieri, sicuro che lo zio non ha perso la ragione insieme alla figlia? uffa uffa uffa quello che ha perso la ragione sono io, sono io che ho perso il mio amore che entro due settimane, DUE settimane non NOVE mesi mi avrebbe datto un altro, ma che razza di vita ho io? Eravamo a casa dello zio gia da un po, loro parlavano e parlavano, e io me ne stavo ranicchiato in un angolo con la testa fra le ginocchia che la stringevo, sentivo che poteva scoppiarmi da un momento allaltro..forse sarebbe stato meglio, non avrei piu messo in

pericolo la vita di nessuno Will senti la voce calda di papa e alzai la testa, i suoi occhi bellissimi erano lucidi, pero accenava un piccolo sorriso Posso sedermi? a boh vicino a me? E lo chiede pure? Fecci solo un cenno con la testa e lui sospir, si siede e mi abbraccia, e lo sa che mi piace quando fa cosi, e smetto di abbracciarmi le gambe per abbracciare papa, e inizio a piangere e lo stringo piu forte, tanto non si fa male, e lui mi accarezza la schiena, e so che papa sta male nel vedermi cosi, mi dispiace pero non posso farci niente Will, guardami mi dice e mi prende la testa con forza fra le mani, ma vuole baciarmi? Nessie torner a casa, sana e salva, te lo giuro mi disse sicuro di se, oh papa Will, credimi, sarei capace di dare la mia vita x farti riavere Nessie mi disse e poi mi strinse ancora a se, baciandomi sulla fronte Ti voglio bene p gli dissi e lo senti sorridere Pure io pic...oh stavo x dire piccolo, anche se lo sarei sempre adesso non sei piu piccolo, anche perche sei tu quello che sta x averne uno lo senti dire e mi sciolsi, in quei termini non ci avevo pensato volevo fargli un sorriso, pero pensando a Nessie stavo x mettermi a piangere ancora una volta Will, non sei contento? Io al saperlo ho fatto i salti di gioia, ovviamente quando nessuno mi vedeva . ahah papa, sempre il solito Avrei voluto vederti dissi e finalmente gli fecci un sorriso pero dovevo rispondere alla sua domanda P, non pensarla pure tu come lo zio, sono contento, anzi felice, anche se la notizia devo ancora...digerirla dissi, quel termine lavevo preso da lui Pero ora come ora, con Nessie che...che... e ingoiai, non potevo dirlo ad alta voce che era stata rapita e forse in pericolo Capiscimi, se lei fosse qui io si che farei i salti di gioia davanti a tutti, pero cosi non ce la faccio nemmeno a pensarci, sapendo che...potrebbe succedere qualcosa...a lei...a...ad entrambi io...io...non ce la faccio non posso...e non riesco a calmarmi...e non...non... Will...Will calmati mi ripeteva, pero non potevo farlo, continuavo a tremare, e iniziai a dare pugni a papa sul petto, pero non potevo continuare perche gli avrei fatto male e non sapevo come calmarmi, non ci riuscivo, se almeno ci fosse stata lei, lei sapeva come calmarmi, continuavo a tremare, scusa papa, pero perche non mi mollava? Avrei anche potuto trasformarmi da un momento allaltro e si sarebbe fatto male Jasper senti lo zio chiamare Jazz, e perche mai? Non mimportava neanche Edward, non riesco nemmeno io a calmarlo disse oh si finalmente capi...stava provando a calmarmi col suo strano potere, non sapevo piu cosa stava succedendo attorno a me, pero continuavo a sentire papa e un lamento, che pero non riuscivo a capire da dove venisse Alex ancora lo zio che chiama la mamma, poi delle mani sulla fronte Will, tesoro apri gli occhi e guardami ero pure ad occhi chiusi? Ma che mi stava succedendo? non riuscivo a fare niente, continuavo a tremare e qualcuno si lamentava Will tesoro lo stai strozzando, apri gli occhi e guardami continuava a dirmi la mamma mentre mi accarezzava la fronte, e poi sentivo delle mani fredde che mi tenevano le gambe e il petto, pero le braccia le avevo ancora...boh non avevo idea dove, ma chi stavo strozzando? Quei lamenti erano per colpa mia?dovevo aprire gli occhi, dovevo farlo x forza, cosi che ci provai, ok ci stavo riuscendo, finalmente apri gli occhi, e gli incollai a quelli della mamma per un po, ecco perche dovevo aprire gli occhi, era lunica che poteva calmarmi, i suoi occhi caldi che guardavano i miei azzuri, freddi, riusciva a

mettermi sempre KO Ahia, Will, auch cavolo...ti...ti prego ahia...la...lasciami senti e poi lo guardai, cazzo, stavo strangolando papa, lo lasciai allistante, volevo balzare allindietro, mi sentivo uno schifo pero non potevo, ecco coserano le mani fredde, gli zii mi tenevano immobile sul letto...ma quando ci ero arrivato sul letto? Non mimportava, stavo guardando papa che si massaggiava il braccio e il collo, ma che razza di mostro ero? William, non sei un mostro ecco anche lo zio dolce a consolarmi, sisi non ero un mostro, come no se per poco non strozzavo mio padre, e tu che vuoi? Papa lo chiamai sotto voce, mi aspettavo uno sguardo triste, arrabbiato, che mi facesse sentire il colpa ma lui mi sorride, a bene, e mi sento ancora di piu uno schifo, e gli zii mi tengono ancora, ohi ma mica sono scapato dal manicomio e inizio a rincorrervi con una sega elttrica E lasciatemi ringhiai e lo zio Jasper mi strinse ancora di piu Lasciatelo disse Edward e loro mi lasciarono, scattai subito in piedi, dissi un <mi dispiace> a papa e usci di casa, andando contro un albero che si spezz senza problemi, la mamma mi aveva calmato, pero mi ero arrabbiato ancora...dovevo sfogarmi, presi a calci lalbero caduto a terra, pero poi vidi che non funzionava, mi ci appoggiai contro, e urlai il nome di Nessie fino a quando non rimasi senza fiatto MA IO NON DOVEVO ESSERE PRIGGIONIERA?(Nessie) Ero ancora sul letto con le mani sulla pancia, nonostante quello che mi era successo, anche se non sapevo cosa mi era successo, ero felice perche...anche se piccola...vabbe non tanto... avevo qualcosa che cresceva dentro di me, molto veloce, piu veloce di me, non dovevo aspettare 9 mesi come una persona normale, ma bensi 2 settimane, come una mezzosangue, ma non riuscivo a deffinirmi una....futura madre, wow che parolona, ero spaventata per la situazione, ma felice e mi accarezzavo sulla pancia, piccolo. Ehi ma chi si azzarda disturbare il mio silenzio? Scusi posso entrare? chiese una voce da donna, dopo aver bussato, non aspett la mia risposta ed entr, mi aspettavo di trovare una donna con gli occhi rossi, invece era una donna sulla quarantina, con gli occhi verdi, unumana ma...cosa? annui e vidi che aveva tra le mani un vassoio che sembrava puro argento, pieno di cibo, wow, cera la frutta, cerano dei panini alla nutella, cera pure il dolce, il succo di frutta, caspita Non volevo disturbare, ma pensavo che potevate avere fame disse e con un sorriso guard la mia pancia, manco se lo vuoi te lo do da pappare oh aspetta tu sei unumana, speriamo che non sei sadica Ehm grazie dissi confusa e mi sorrise I signori sono fuori per un po pero mi hanno detto che sei vuole puo uscire in cortile, o dove vuole, ha tutta la casa a disposizione, e stasera siete invitata a cena disse gentile, ok mi stava abbastanza simpatica diciamo, pero aspetta, sono invitata a cena? E la casa x me? E cosa? E mi dava da mangiare? Sicura che non era la strega cattiva di Hansel e Grettel? Tranquilla signorina, intendo cena, dove lei quella che mangia, ho cucinato io, tanto loro non possono mangiare e mi fa un sorriso, era anche bella e non so perche la credevo

O...ok dissi ancora schockata Bene quindi se vuole...ha tutta la casa x se, puo anche andare in cortile e se vuole posso anche tenerla compagnia e ancora un sorriso, ok mi stava decisamente simpatica cosi che sorrisi involontariamente pure io Grazie, uhm mi puo vedere come faccio ad arrivare in cortile? chiesi e lei si accese in un sorriso larghissimo Certo, venga con me disse e io la segui, lo sentivo che non mi avrebbe portato in una cella sotteranea. Caminammo per un po in un corridoio lunghissimo dalle pareti bianche con molti quadri senza significato, erano solo forme strane, poi al posto dei quadri cerano delle porte che la donna mi indicava coserano, cucina, bagno, la sua stanza, altre stanze, che pero non capivo a cosa servivano visto che gli abitanti della casa non dormivano, e poi una luce forte mi colpi e quello che vidi era stupendo, cera un cortile gigantesco, con una minipiscina in mezzo, lerba era appena tagliata, cerano persino i fiori, mazza ma dovero andata a finire io? E poi era caldo, non avevo mai sentito quel sole e quel calore, tranne quando il mio corpo era insieme a quello di Will, Will, amore chiss come stava perche non ero con lui? Chiss cosa provavano gli altri? Mentre ci pensavo senti un groppo allo stomacco, la mamma, papa, gli zii, soprattutto Will, il nonno gli ha detto che ero incinta? Come lha presa? Signorina sta bene? mi chiese la donna vicino a me e poi non mi aspettavo, mi tocc una guancia col sorriso, stavo piagendo, ed ero pure seduta su una panchina No, non sto bene, perche mi tengono qui? le chiesi e lei abbass lo sguardo, non pensavo che lavrei fatto ma le fecci vedere come stavo in quel momento, la mia paura, la tristezza, tutto Mi dispiace signorina ma io non so niente, io devo solo ubbidire agli ordini, come vede sono una semplice umana io, pure io lo faccio per paura, e mi creda, mi dispiace per quello che le sto facendo era dolce, il suo sguardo mi scioglieva Basta darmi del lei, non ho nemmeno 20 anni, mi puo dire come si chiama? chiesi, mi faceva sentire meglio lei, e continuavo a farglielo capire Ehm, mi verr difficile darle del tu, ma...ci prover e sorrise Comunque il mio nome e Gianna disse Ti dispiace se ti chiamo per nome? Ops mi scusi, le ho datto del tu Ahah tranquilla, puoi certo darmi del tu, oddio abbiamo dimenticato il pranzo nella tua stanza, vado a prenderlo disse e nonostanza io le ripetessi che non serviva si alz e and a prenderlo, per poi tornare Ecco, adesso puoi mangiare, ma se non hai fame, fallo comunque, pensa a lui disse e mi accarezzo la pancia che uhuh iniziava a vedersi, in effetti aveva ragione, cosi che dopo averla ringraziata iniziai a mangiare Sei nel quarto mese vero? mi chiese allimprovviso, mi guardava come...persa Ehm mi credi se ti dico che nel terzo giorno? mi guard a bocca aperta cosi che iniziai a raccontarle tutto, che ero una mezza vampira, la storia con Will in prattica tutto, mi disse che mi conosceva, che sapevo chi ero e che forse era quello il mottivo x cui mi tenevano li, pero non era sicura Ti ringrazio per averti confidata con me, ti prometto che di me ti puoi fidare, nonostante il fatto che non posso farti scappare da qui mi disse Grazie a te davvero, sto meglio Lho fatto con piacere, pero credo che adesso meglio tornare nella sua, eh,, tua stanza

perche fra un po arrivano i signori disse e io annui, arrivate nella mia stanza mi disse che mi lasciava x cambiarmi da sola Ah Gianna la fermai prima di uscire Si? Domani ci sei vero? No, non ci sono io, io sto qui uno giorno si e uno no, pero ce mio fratello, che ancora piu simpatico di me, ed come me ti far sentire ancora meglio, sa essere un buon amico, non preocuparti Renesmee e mi abbracci Mi dispiace per quello che stai passando e se ne and, lasciandomi da sola con mille pensieri e con la paura x la <cena> con i vampiri

38-NONOSTANTE ABBIAMO INIZIATO A CERCARLA...NON HO LA MINIMA SPERANZA DI TROVARGLI (Will) Stupendo, finalmente amore mio, finalmente ti sento fra le mie braccia, e sei cosi calda, e cosi morbida, e il tuo odore mi fa perdere la ragione, ho le narici piene ma non ne ho ancora abbastanza, voglio sentirlo ancora da piu vicino, e ti stendi vicino a me sul letto, e la tua pancia si vede, dio quanto sei bella, e inizio ad accarezzarti il viso, il collo, poi scendo sul ventre, e tremo dalla testa ai piedi, che piacere, e sei cosi calda, e muoio, qualcosa si muove, e lo sento e oddio sono nel paradiso, e non resisto, le butto un braccio attorno al collo, e la stringo forte al petto, e annuso i suoi capelli, e sono fuso Nessie ti amo le sussurai sui capelli Ok pure io ti voglio bene pero se mi baci sei nei guai voce da donna, ma non la sua Sarah dissi e mi misi seduto, merda, Nessie, era solo un sogno, era ovvio che non era insieme a me, lei era forse dallaltra parte del mondo ed io ero sul letto della mia stanza, e mia sorella insieme a me, ha pure dormito con me, e cera anche papa che nonostante quello che gli avevo fatto era ancora rimasto insieme a me Scusa non volevo svegliarti, pero avevo paura che fra un po mi avresti baciato, gia che hai iniziato ad accarezzarmi da un bel po continuando a chiamarmi Nessie e a dirmi quando sono bella, meno male che mi ci sono abituata E meno male che non hai scelto me disse papa e inizi a ridere ohi pero un sorriso cosi di prima mattina no papa eh, uffa ma che avevo fatto? mi venne da ridere, papa sapeva sempre come farmi sorridere E poi, fra un po dobbiamo andare a vedere cosa possiamo fare continu papa e capi subito, Nessie, e ancora un colpo al cuore, mentre io dormivo chiss come si sentiva lei, e poi, ehi avevo qualcosa da parlare con papa P...mi...mi dispiace, non volevo farti male...e che...non...non me ne ero nemmeno accorto e io.. Ehi ehi Will calmati, potevi anche strozzarmi, limportante sei tu, stai meglio? Certo che sta meglio papa, si svegliato con me accanto disse la mia sorellina e la abbracciai, era sempre un amore, anche se ultimamente mi ero quasi dimenticato di lei Non so se stare meglio il termine giusto...anche perche non so che successo

Beh, penso che hai avuto...una...crisi di nervi, poi dopo aver urlato il nome di Nessie per mezzora senza fermarti sei crollato e hai dormito x tutta la notte mi disse papa e sorrise, oh papa quanto bene te ne voglio E la mamma? chiesi, la mia mammina dovera? Lei ha deciso di stare insieme ad Edward e gli altri a vedere cosa si poteva fare, a continuare a cercare tracce, voleva rimanere qui con te...so che lo volevi pure tu pero...non me la sentivo di lasciarti che dolce papa, come potevo rimproverarlo? Ragazzi, siete svegli? la voce di mamma, oh quando si parla del lupo, e che paragone Mamma dissi quando entr e mi don un sorriso Alzatevi, nel bosco ce ancora lodore del vampiro che era insieme a Nessie, andiamo disse e senza guardare ai danni che avevo fatto mi fiondai giu in un secondo Zio lo chiamai e mi lesse i pensieri, non volevo perdere nemmeno un secondo cosi che usci dalla casa prima di me per farmi strada, mi trasformai mandando a quel paese i vestiti e sentivo i pensieri degli altri sempre piu intensi <edward andato a destra, dill del fiume> una voce <no, e dallaltra parte della foresta, io sto seguendo la sua traccia> la seconda, ma pure io e lo zio stavamo seguendo quella traccia No, ma sanno che la stiamo cercando, vuole confonderci ringhi lo zio <continuate a seguire la traccia che stavate seguendo> dissi io e sentivo i pensieri degli altri che acconsentivano E qui si ferma disse lo zio sconfito mentre io guardavo x terra, ancora orme di gomme, sempre le stesse, poi Seth mi viene contro e quasi mi butta x terra <scusa Will, ero distrato a seguire la traccia> mi disse a beh se eri distratto x questo <tranquillo, a quanto pare portano tutte qui, ancora la solita macchina> dissi e lasciai scappare un ululato <basta io seguo le orme delle gomme, e se qualcuno vede un lupo gigante me ne frego, mi faccio pure una maglietta con la scritta dietro e se qualcuno commenta lo azzanno> pensai e iniziai a correre, eravamo nel bosco pero, la macchina come ci era entrata? A boh continuiamo a cercare, e mi pizzica il naso da matti, fa un male cane per lodore di quel maledettissimo di un vampiro puzzolente ma non mollo, arrivo ai margini della foresta, ops umani, come ho detto, non minteressa, mander tutti al manicomio dicendo che il lupo gigante se lo sono sognato <william non puoi farlo, non puoi farci scoprire> ecco la voce doppia di Sam, pero non posso accontentarlo <io. Ci. Vado. E voi. Venite con me> e iniziai a correre, wow, avevo la voce figa di Sam e poi mi segue mentre attraverso la strada, cosa avevo fatto non mimportava, sentivo le voci spaventate attorno a me ma me ne fregavo, la scia era sempre li, portava vicino al mare, trovai la macchina sulla spiaggia, ma abbiamo fatto quel giro per andare sulla spiaggia? La macchina era li ferma, la scia portava al mare, pero li la persi, maledizione. Mi trasformai, ero nudo, ma chissene sono sulla spiaggia, e apri la porta della macchina, anzi, la strappai letteralmente visto che era chiusa e iniziai a cercare boh che ne so, qualcosa, un qualsiasi segno che poteva portarmi da Nessie, ma niente. Will, torneranno sicuramente, a quanto pare stanno cercando anche qualcosaltro, torneranno e saremmo pronti disse lo zio ancora piu sconfito E che dovevo fare? tornare ancora a casa e aspettare un altro giorno? Unaltro giorno in cui forse la mia Nessie stava male? I giorni passavano come i secondi, non si sentivano neanche, e per portare a

termine una gravidanza aveva bisogno di due settimane. Will, torniamo a casa, a quanto pare dobbiamo parlare di unaltra cosa, come sempre sai farti riconoscere disse lo zio e non capi, ma di malvoglia lo segui a casa CENA INSIEME AI VAMPIRI, MENO MALE CHE LA CENA NON ERO IO (Nessie) Era ora di vestirmi per la <cena> con i vampiri, non so come ma in quella stanza cera gia un armadio pieno di vestiti, tutti della mia taglia, mah, avevo un groppo in gola, cosa potevo mettermi? Alla fine decisi che non mimportava cosi che scelsi dei jeans e una felpa malconci, anche perche non potevo prendere uno di quei vestiti attilati con la mia bella pancina che si vedeva, uhuh che bella che era Renesmee posso entrare? senti dalla porta, era Gianna Certo Ma..ma come ti sei vestita? eh no Senti, non minteressano cosa vogliono i tuoi capi, io mi vesto cosi, se non sbaglio sono prigioniera, e non mi fa mica piacere andare a cenare con loro e fecci il segno delle virgolette Si lo so, non ho detto niente io, volevo sono avvisarti che il signor Felix e Alec sono tornati eh? E questi chi sono? chiesi Ehm, Alec quello che ti ha svegliata e Felix ...il ragazzo grosso disse a beh, non che mi interessava molto ma vabbe Ehm grazie dissi confusa Figurati, hanno detto di andare nella sala da pranzo, e io devo portarti, andiamo? mazza, stavo tremando dalla testa ai piedi Tranquilla e mi sorrise, sisi tranquilla un corno, sar io nata da un vampiro pero non ero mai andata a cena con uno che non fosse la mia famiglia, mi faceva paura. Pero alla fine decisi di uscire, dovevo farlo, di solito si accontentano i <sequestratori>, mi lasciai portare da Gianna senza dire una parola, fino a quando non mi port in una stanza immensa, interamete bianca, con un tavolo immenso in mezzo, che era pieno di cibo, o quei vampiri mangiavano o pensavano che io ero un lupo per mangiare cosi tanto, lupo, Will amore Mi aspettavo un altro tipo di abbigliamento ma sei bellissima comunque mi disse il ragazzino che mi aveva svegliata...che capi che si chiamava....Alec? ma mica glielavrei chiesto, e che complimenti...se non mi avrebbe fatto schifo sarei pure arrossita, annui e iniziai a guardarmi attorno Siediti, non vorrai mica affaticarti mi disse laltro e come si chiamava? Fenix, Fulix...ah si Felix? Annui ancora e mi sedetti sulla sedia Demetri e Nahuel dovrebbero arrivare da un momento allaltro disse il piu giovane, quindi conclusi che Dementri era laltro basso magro e con i capelli lunghi visto che quel tale Nahuel lo conoscevo gia, vabbe, visto per un paio di minuti, e come aveva detto il tipo di prima i due tipi, non avrei usato altro termine che tipi apparirono davanti ai miei occhi, come un lampo, cosi che saltai sulla sedia, vidi che si tenevano per mano, Nahuel mi sorrise Non volevo spaventarti, potere mio, teletrasporto mi disse e poi mi sorrise, ma cosa

vuoi? farmi perdere la testa? Si, me la fai girare e poi butto fuori Finalmente siete arrivati disse il coso...Fenix, eh Felix Si, arrivavamo anche prima se quei stupidi lupi non si sarebbero messi in mezzo disse e mi irrigidi, Will, mi stava cercando, amore, istintivamente ringhiai e lui fecce un sorriso malizioso, bastardo che vuoi? Senza offesa eh disse laltro..Dementri del ca**o mazza quante parolacce...mai dette cosi tante in vita mia come in 5 minuti Spero che hai aproffitato della casa tutta x te oggi mi disse Nahuel Ehm diciamo, posso sapere solo cosi...x curiosit dove mi trovo? chiesi acida e tutti feccero un sorrisino sarcastico Uhm certo, tanto qui non ti trova nessuno, sei nella terra dei nostri antenati, ma penso che i tuoi sono troppo orgogliosi per ammetterlo, sei lontana da casa se ti interessa questo non cavevo capito na mazza Puoi spiegarti? Certo, anche se non amo x niente ripetermi, a quanto lintelligenza Culleniana non ha toccato pure la tua parte, mai sentito parlare del conte Dracula? mi chiese Felix, cosa? Cioe...ne ho sentito a scuola...quando parlavano di coloro che loro pensavano fossero veri vampiri almeno...leggende, e lui era quello che aveva fatto la leggenda, non sapevo tantissime perche non minteressava visto che ero io una vampira, anzi una mezza, pero sapevo da dove veniva, Transilvania, era dallaltra parte del mondo, mi sentivo il mondo crollare adosso Adesso mangia, non se lunica che deve nutrirsi disse Nahuel duro, mi sentivo spaesata con attorno 4 vampiri, nonostante uno fosse come me. Avevo paura, mi ero eclissata, non dissi piu una parola, continuai a mangiare a testa basse mentre gli altri ridacchiavano ad ogni mio gesto, quando mi muovevo sulla sedia si davano gomitate e ridevano ancora piu forte Ok penso che sia lora che tu vada a dormire, se non vuoi accompagnarci a caccia disse e una scosse mi percosse sulla schiena, caccia, io la pappa, improvvisamente e senza mottivo avevo le lacrime agli occhi, loro ridevano ancora e corsi nella mia stanza dove iniziai a piangere. Rimasi li x un bel po, ero lontana da tutto, da tutti, il mio amore era allaltro capo del mondo. Quando finalmente stavo x addormentarmi con le lacrime agli occhi senti la porta della stanza aprirsi 39-AH BENE, SONO IL CAPO, MAGARI MI PIACERESSE E MAGARI MI AIUTASSE A TROVARE NESSIE (Will) Lo zio era strano, nella mente del branco ronzavano un po di pensieri pero nessuno che avesse un senso, almeno...forse ero io a non capire Will, svegliati che siamo arrivati a casa sento lo zio, ok mi ero eclissato unaltra volta, ero ancora nudo, e volevo rimanere cosi, ma ecco pronta la mamma coi jeans in mano, sbuffai e andai dietro ad un albero per mettergli, e poi tornai, erano tutti in saloto, in una forma strana di cerchio, papa e Sam in mezzo che mi guardavano, ma che avevo fatto? Will, ti rendi conto di quello che successo prima vero? chiese Sam duro

Se qualcuno ci ha visti non mimporta uhuh ed ecco la voce fica di prima, e uno sguardo tra Sam e papa Will, ci hanno visti si, vero, ma non di questo che vogliamo parlarti mi dice pap....piu calmo di Sam, almeno in apparenza Ok ascolto dissi e non volevo stare davanti a loro cosi che approffitai che il divano era libero Will, ti rendi conto che mi hai fatto chinare la testa? mi dice Sam duro, gli ho fatto cosa? Chinare la testa? A beh lalfa lui, allora o scemo o scemo una delle due William, non questo, come fai a non rendertene conto di cos successo? ancora lo zio, ma non si fa mai i cavoli propri? Deve sempre entrare nella mia testa Will, non dire cosi, io voglio solo aiutarti, comunque Jake, perche ti devi sempre complicare la vita? Will sicuramente si riccorder di cos successo prima di partire in Messico tutti insieme continu lui, cosera successo? Si certo, avevo avuto limprinting con Nessie, eh si, la migliore cosa che mi era mai capitata, anche se non per lei, pero ci eravamo ritrovati, e merda adesso lho persa di nuovo Will, sei un caso perso, non so con chi assomigli, anche se una vaga idea ce lho e ridacchi mah Riccordi come hai convinto tuo padre ad andare tutti insieme? ehm...lavevo pregato per un po...poi via via mi ero incavolato, poi ho urlato, ehi aspetta, avevo la stessa voce fica che ho adesso, cosi ho convinto...<eh no aspetta zio dimmi che non vero> Alleluja hai visto la luce divina Will, adesso capisci che e successo prima e perche la tua voce ti sembra diversa?ehm...no...lo zio mi guarda a bocca aperta, spero solo che non caschi per terra in stile manga, a beh meno male che la goccia di sudore non puo farla ok sparo cazzate Ehm si no posso e non voglio cadere x terra, anche se dovrei, Will ma come fai a non capire? Sam lalfa, tuo padre il...ehm Beta, anzi erano, perche tu hai fatto chinare la testa ad entrambi e cambiato i ruoli disse quasi urlando, ehm aspetta, uno due...uno due cinque dieci come si conta, cosho fatto? cioe io adesso sarei...no ma impossibile Non impossibile Will, adesso lalfa sei tu ehm ok se ero in piedi io cadevo davvero ma io non lo volevo Ma io...non...non volevo... Will sta calmo, ma da chi hai preso ad aggitarti cosi? dice papa e guarda la mamma, che gli fa la linguaccia So che non lo volevi, pero non una cosa che si puo accendere e spegnere come vuoi Will, e non deve succedere soprattutto perche lo si vuole, successo e basta, non mica colpa mia che ce lhai nel sangue concluse papa E di chi sarebbe la colpa scusa? Mia non di certo dice la mamma mentre lo abbraccia da dietro uffa sono geloso, anche io voglio qualcuno che possa abbracciarmi da dietro, anche io voglio qualcuno che mi baci, e anche io voglio qualcuno che mi coccoli, che mi dica che mi ama, che mi sorrida, voglio Nessie A beh ehm in effetti disse papa per rispondere alla mamma Will, possiamo parlare un secondo? Noi due da soli? mi chiese Sam, sorrideva, quindi forse non me la passavo brutta per avergli rubato il posto, annui e andammo fuori, vabbe che tutti potevano sentirci pero boh si sentiva sempre meglio se si faceva cosi Senti Sam, davvero...non lo volevo dissi appena arrivati vicino ad un albero William, lo so che non lo volevi, sai, in fondo, sono felice che uscita questa parte di te, lunica cosa che voglio dirti e di fare del tuo meglio per tenere il branco in piedi, so che te

lo dir anche Jake ma voglio dirtelo pure io, ti star accanto per qualsiasi cosa, per consigliarti, e ti seguir come capo branco e mi diede una pacca sulla spalla, no aspetta, era tutto al contrario Sam, ma per chi mi hai preso? Se non ho saputo badare a Nessie come pensi che potr occuparti di guidare unintero branco? Sei fuori gli dissi pero avevo un sorriso, da dove tanta fiduccia? Will, nel poco tempo che Jake stato alfa, saputo essere piu bravo di me, grazie a lui che adesso Nessie ancora viva, e grazie a lei che il MIO branco non ha commesso nessuna sciochezza quando ha saputo di lei, hai il suo stesso sangue, e so che sarai bravo, e non sono lunico che la pensa disse e non capi, ma poi guardai alle sue spalle e cerano tutti con un sorriso sulle labbra, persino Mandy che si teneva per mano con Mark, persino Maribel che era sua figlia e che forse avrebbe voluto lei il suo posto anche se era una femmina, persino i Cullen avevano quel sorriso speranzolo che fecce sorridere pure me, diedi una pacca sulla spalla e Sam e lo abbracciai Grazie Sam, pero finito tutto questo ti prenderai il tuo posto No Will, adesso il Beta e Jake, toccher a lui prendere il tuo posto, se lo vorrai lasciare certo che volevo lasciarlo, con Nessie a casa una volta tornata chi poteva concentrarsi su un intero branco Non ci scometterei Sam, non mi va di dare ordini e lo sai, se Will rinuncier lalfa continuerai ad essere tu disse anche papa che arriv in quel momento e pure lui diede una pacca sulla spalla, iniziammo a ridere, e poi tutti gli altri si congratularono con me, mi dicevano che avevano fiduccia, che avrei fatto quello che era giusto, cosi aumentando la mia fiducia nel trovare il mio amore, ma forse era troppo presto <chiacchierata> (Nessie) Stavo sul letto, piangevo in santa pace quando la porta si apre, freddo, tanto freddo, e paura, non sapevo chi fosse, pero lodore che entr diciamo che mi calm, ma di poco, era Nahuel, era come me, forse non mi avrebbe fatto niente, ma allora perche ha voluto portarmi dallaltra parte del mondo? Non poteva rivedermi anche a casa mia? Che vuoi? chiesi e lui sospir con un sorriso furbo che nonostante il buio riuscivo a vedere, perche contrastava con la sua pelle scura, no, Will, il suo sorriso come la neve, e la sua pelle debano, che mi mancava, mi mancava sentirla sulla mia, mi manca sentirmi dire che mi mancava Ehm...sei sveglia o dormi con gli occhi aperti? ecco quel brutto bastardo del grrr a rompere il mio sogno, dio mio, se fossi riuscita a ritornare a casa papa mi avrebbe lavato la bocca col sapone, anzi, con lamuchina Sono sveglia, posso sapere cosa vuoi da me? mazza pero ero acida Hai per caso mangiato lo jogurt al limone? ma come si permetteva? E non dovresti parlarmi cosi, non so cosa potrebbe portare di buono immobile, paura, mi stava minacciando Ma questa volta ti perdono, anche se non capisco il tuo comportamento, dovresti essere contenta nel rivedere la persona che ti ha salvato la vita e che pure raro tra quelli della tua specie e che dovevo ringraziarti? Eh no, sarebbero riusciti a salvarmi comunque, anche senza il tuo aiuto Che vuoi? che ti dica grazie? Che mi metta ai tuoi piedi per ringraziarti? Non

mimpressioni anche se sei lunico della mia specie no ma perche proprio adesso? Stavo iniziando ad arrabbiarmi, no uffa se non se ne sarebbe andato sarei scoppiata, e non andava bene, pero se mi sarei focalizzata su di lui? No, non voglio che tu mi ringrazi, non serve, guardandoti adesso non sai con quanto piacere sono intervenuto e si lecca le labbra, ma mi fai schifo, e un po di paura Posso sedermi? <no non puoi sederti, mi fai schifo non ti voglio vicino vattene> Si dissi monocorde e lui si siede sul letto, ah meno male che lontano Adesso vuoi dirmi cosa vuoi da me? stavo rischiando, ma non potevo calmarmi Certo, te lho detto, anzi te lhanno detto, volevo solo...rivederti e si avvicina in un batter docchio e mi accarezza la guancia, tremo e qualcosa nella pancia scatta, oh mazza Non. Toccarmi ringhiai e lui strabuzz gli occhi, e poi ancora quel sorriso Ma allora perche sono venuto qui? cosa? Brutto bastardo pervertito dei miei grrrrrr Per farti saltare la testa se mi tocchi ringhiai e mi alzai dal letto E dai, Renesmee non fare cosi, io voglio solo parlare e Rise Ok parla, pero rimani li uffa mi arrabbiavo sempre di piu Perche non ti sei fatta piu viva tutto questo tempo? Me lo avevi promesso e mi sembr di leggere qualcosa simile alla tristezza nella sua voce, ah bene Ehm forse perche ho una vita privata, perche tu non mi interessi e perche non ti ho promesso niente ma cosa blaterava? Oh Nahuel non fare incazzare la ragazza incinta di un licantropo, mai, non giocare con in fuoco Si invece, me lhai promesso, hai detto <verr a trovarti> con quel sorriso dolcissimo, e quelle bellissime fosette, ma non sei piu venuta, sono 20 anni che ti aspetto e si avvicina e tremo ancora di piu, Will dove sei per calmarmi? Nahuel, non avevo neanche 2 mesi, cosa credi? E poi, se volevi vedermi potevi venire tu a trovarmi non credi? Perche hai dovuto portarmi qui? Perche volevo stare da solo con te, e perche adesso sono con loro, faccio parte della loro famiglia, il capo mi sta simpatico, quindi mi sono deciso di fargli avere la novit che voleva 20 anni fa, piu unaltra, ancora piu rara anzi, unica al mondo, sar ripagato bene, e tu ne uscirai viva se mi ascolterai aveva un tono seducente, ma con me non la spuntava, ci restai di sasso, voleva lui, voleva cio che io portavo in grembo, e io dovevo starneme li inerme senza fare niente? No, NO io avrei combatuto, avrei lottato, non me lo sarei fatta prendere, avrei datto la mia vita al posto della sua, non potevo accettarlo, tremavo, ringhiavo, a poco non urlavo, e come era gia successo scoppiai, ma con danni che non mi sarei mai aspettata

40-MA ALLORA NON SONO PAZZO, E CAVOLO, PER UN SECONDO...MA ALMENO SO DOVE SEI AMORE MIO,VENGO A PRENDERTI (Will) Zio ancora niente? chiesi x lenesima volta mentre giravo x la casa, ero andato 10 volte al frigorifero, era appena mattina pero ero aggitatissimo, non sapevo se i vampiri sarebbero ritornati, non sapevo come stava Nessie, non sapevo che avrei fatto, anche con un branco sulle spalle uffa, facevo saltare i nervi allo zio che doveva sentire i miei pensieri, ma come cavolo faceva a non sentire anche quelli di quelle sporche sanguisughe

che venivano regolarmente a romperci le palle? Will, sanno che io posso sentirgli, sanno che Alice gli puo vedere, non so come fanno, pero nessuno dei due riesce a sentirgli ne a vedergli continuava a ripetermi, a beh bene, notizia stupenda Will, pensi che se fossi capace di sentirgli me ne starei qui con le mani in mano mentre loro fra le mano hanno mia figlia? uffa aveva sempre ragione, e certo, era vecchio, quasi 200 anni, e ci credo, eh ma vedrai che io a 200 sar piu bravo di te....mentre io conquister il mondo tu sarai un vecchio vampiro rammolito col bastone e con la dentiera . Ma non sognare troppo eh Ok ok lo so non succeder ma almeno fammi distrare anzi zio io vado, non ce la faccio a stare chiuso qui, vado a cercare qualche vampiro da pappare, meglio aspettare il bastardo di ieri dissi e senza aspettare la sua risposta usci di casa, pero camminavo ancora piano, poi un lampo, se non sapessi che era impossibile direi che avevo avuto una visione, una stanza che va in pezzi, una faccia sfuocata, un giardino, e ho sentito il mio nome...ma....ma era impossibile, ok stavo delirando, che diavolo? <puzza, la stessa, ecco quella maledetta sanguisuga> pensai e iniziai a correre dove mi portava quel fetore, diventava sempre piu intenso, e alla fine lo vidi finalmente, anzi, gli vidi, erano in due, ed erano vicini alla macchina che avevo distrutto ieri, volevo staccargli la testa subito, pero volevo sentire anche qualcosa...se parlavano, pero ero troppo lontano, e visto questo loro non riuscivano a percepire che ero li, ero stupido, pero continuavo a guardargli, continuavano a parlare, non ci capivo niente, pero nel leggere sulle labbra di quello nero con le trecce il nome della MIA donna, della MIA Nessie, non ce la fecci a resistere,lanciai un ringhio e saltai da dove ero nasconso, e atterrai su di lui che mi guardava preocupato, non me ne importava, volevo mordere e staccargli la testa, lo fecci ma...sabbia? guardai sotto di me e lui non cera piu, ma che cazzo? Alzai la testa e lui era insieme ad un altro che mi guardavo spaventati Will url lo zio, che non so quander venuto, e poi vidi anche gli altri del branco e quei due sparirono in un baleno, ma come hanno fatto? e bastardi, ma che co**ione anche io, potevo saltare adosso a quei due prima no? Will, lascia stare, non gli avresti toccati nemmeno, Will, so chi sono quei due, uno la guardia dei volturi, laltro il mezzosangue come Nessie, quindi avevo ragione, i volturi centrano, andiamo a casa, si parte per Volterra disse e inizi a correre, non ci capivo niente pero lo seguivo, e come avr fatto quel bastardo a volatilizzarsi cosi allimprovviso? Merda pero non laveo manco toccato se era un mezzosangue? Ma che stupido, avrei potuto attacargli gia prima non starmene li come un idiota Will, eri da solo, e se non gli avresti feriti lavrebbero fatto loro, e poi eri da solo, meglio cosi, anche perche se sarebbero spariti prima lo zio non gli avrebbe visti, quindi non saprebbe dove Nessie senti i pensieri di Mandy, mi stava consolando, pero avevo davvero bisogno che lo facesse qualcuno, sentivo i suoi pensieri, e captai che a differenza degli altri non era pena Will, non pena, nonostante quello che successo io ti voglio bene, e mi fa male che stai male davvero e diceva la verit, e mi voleva bene, pero non come prima, nemmeno come una ex, beh non che vogliono sempre bene ma comunque, ma lei mi voleva bene come una cugina, sentivo i pensieri di Mark, era geloso, e v e lasciami stare Grazie dissi a Mandy e continuai a correre verso casa. Arrivati in casa varcai la soglia

da lupo ma mi traformai subito indossando i jeans Bella, avevi ragione, sono i volturi disse lo zio e Bella si irrigid Edward come hai fatto a scoprirlo? era immobile Will, ho sentito i suoi pensieri e lho seguito, stato lui a vedergli, e ha toccato uno di loro...Bella, uno era Demetri, laltro non lo indovinerai mai, Alice, prepara tutto, andiamo a Volterra, tutti url e la zia scapp sulle scale Edward non spaventarmi? Era Felix o Alec? Oppure Aro? Edward parla url la zia mentre andava vicino a lui E quel bastardo che le ha salvato la vita, quello come lei ringhi mio padre mentre entrava in casa, non me ne ero accorto ma era insieme agli altri, fuori, non sapevo il perche ma non mi importava Cosa? Si Bella, era Nahuel, proprio lui, lui che tiene Nessie, sicuramente Ragazzi, andiamo disse la zia Alice che scendeva le scale, wow, ma quante valiggie aveva in braccio? 20? Alice per lamore del cielo, servono solo un paio di magliette per ognuno di noi disse mentre le prese le valiggie e inizi a buttare tutto x aria E dai Edward, cavolo porto tutto io lasciamo stare sono importanti le valiggie o Nessie che ci aspetta? disse la zia e lui si alz di scatto Eh no questa non me la fatte disse e poi si gir verso papa e gli altri licantropi davanti alla porta che mi guardavano strani <e mo che succede?> ALMENO HO QUALCUNO CHE MI STA VICINO NONOSTANTE TUTTO (Nessie) Caldo, troppo, rabbia, scoppio, un secondo e le 4 mura attorno a me per terra, e io che le faccio compagnia, ho la testa che mi scoppia, la pancia che fa male e me la abbraccio, freddo, troppo, uno che mi guarda spaventato, sparisce, buio, niente .... Signorina, signorina la prego si svegli qualcuno mi scuote, e ho ancora la testa che mi scoppia, e sto scomoda, ma poi delle braccie attorno, calde, non un vampiro, un umano che mi porta in braccio? Dove? Lasciami. Mi spavento, pero poi sulle spalle sento qualcosa di caldo e morbido, odore di piume, un letto ma chi era? Perche non potevo aprire gli occhi? E perche la testa me la sentivo scoppiare ed era bagnata? Non potevo aprire gli occhi Signorina la prego si svegli continuava a ripetermi e poi qualcosa di bagnato sulla faccia, freddo, liquido, acqua? Sulla fronte, sulla bocca, sugli occhi, e finalmente gli posso aprire. Davanti a me un uomo davvero bello, anzi..piu che uomo...un ragazzo...sui 25 anni circa, con gli occhi verdi smeraldo, che riconobbi subito, allora ero al sicuro, mi senti solevata Tu....tu devi essere il fratello di Gianna vero? chiesi e provai ad alzarmi, mi sentivo sicura perche lei mi aveva detto che era un bravo ragazzo, e che era piu simpatico di lei, e che sarebbe stato amico mio, speravo di non sbagliarmi anche sul suo conto Si sono io disse e mi sorrise provai ad alzarmi, mazza che mal di testa, mi portai la mano...bagnato, caldo, sangue, no ma cavolo a me le ferite non si rimarginavano subito? No aspetta, fammi finire qui disse e ancora con qualcosa sulla mia fronte, sembrava

uno straccio..e aveva un odore che mi faceva pizzicare il naso, alcol Cose successo? chiesi io e mi guardai attorno? I muri erano spaccati a met, era tutto x terra, era tutto bianco, tranne una forma, quella del mio corpo dove ero caduta Ehm...credo che dovresti saperlo tu e sorrise ancora, stavo sempre meglio Ehm mi sa che colpa mia pero...intendo...quando mi hai trovata? Da poco cioe...ho sentito un rumore forte, poi sono venuto qui e ho visto i signori che se ne andavano e sono subito corso da te per curarti. Ma questo successo 3 ore fa, sei una dormigliona che dolce che era Grazie Non devi ringraziarmi, lavrei fatto per chiunque, anche se ci lavoro coi vampiri non sono mica sadico io, e ti assicuro che non lo faccio con piacere era triste Lo so, la stessa cosa che ha detto Gianna e sorrisi pure io Ci credo, una storia lunga, pero adesso meglio se mangi qualcosa, ti sei fatta male, devi prendere un po di zuccheri e poi non sei mica da sola che carino era quando sorrideva E dobbiamo pure anzi, devo tu guardi, preparare unaltra stanza, non puoi dormire qui disse e mi prese per mano portandomi in cucina, mi fecce sedere su uno sgabello mentre lui rovistava nel frigo Ma questo...bibbidi bobbidi boom il tuo potere da vampiro? ahah che nome bello Ehm no..direi che piu il frutto del mio amore con un licantropo e mi guard sorpreso Davvero? Cioe licantropi...quelli con la luna piena... Ehm no..vabbe mutaforma ecco, quelli che quando si arrabbiano si trasformano in lupi Ah ecco ne ho sentito parlare Ma...tu non hai paura? chiesi mentre mordevo una bella fetta di torta che mi aveva messo davanti con uno sguardo <se non mangi te la faccio mangiare> solo che in tono dolce Si...ho paura solo per questo che adesso visto che siamo da soli non ti do una mano a tornare a casa, credimi che lo farei era ancora triste Ti credo, e ti ringrazio davvero, potrei chiederti ancora un favore? Certo, e non essere cosi spaventata, io non posso farti niente e non lo farei, sar tuo amico, come ho gia fatto con le altre una faccia strana, aveva detto una cazzata Le altre? Ehm senti facciamo cosi, te lo racconter mentre facciamo un giro, qui vicino ce un castello, anche se vedo i vampiri ogni giorno il conte Dracula mi affascina, vuoi andare a visitarlo? beh...ero un po curiosa in effetti, con lui mi sentivo bene, e poi...forse avrei capito perche mi trovavo li

41-QUANDO TI ACCORGI CHE HAI PIU PERSONE ACCANTO DI QUANTE PUOI IMMAGINARTI(Will) Sam ti prego sentivo papa mentre si decideva di parlarmi Jake, mi dispiace, so che non condividi, pero almeno pensa positivo, da esterno, non come se fosse tuo figlio

Ma non posso Sam, perche mio figlio Si sono tuo figlio e allora...che succede papa? Volete parlare? Dobbiamo andare Will, non far parlare me, parla con Sam disse e and vicino allo zio, che come sempre sapeva tutto, infatti era stato lui il primo a lamentarsi, uffa pero un potere come il suo voglio pure io, o almeno come quello della zia, almeno lo faccio sentire incapace per un po . Will, riccordi che ti ho detto di consigliarti e starti accanto? eh? Si zio vieni al dunque Ehm senti, mi viene difficile, ma ci abbiamo parlato, a Volterra ci sono i vampiri, e quelli grossi con qui quasi abbiamo combattuto 20 anni fa, non vogliamo scattenare una guerra, noi rimaniamo qui disse e mi senti cadere il mondo adosso, cosa? Mi avrebbero lasciato da solo? Ah bene, ci mancava solo questo Cosa? ringhiai William...mi dispiace, ma cosi rischiamo non solo di scattenare una guerra, ma anche la vita, e non posso permeterlo ma il capo non ero io? Quindi fammi capire, non ero io quello che dava ordini? mi usci, wow Will, te lho detto, sei tu che comandi, ma voglio solo farti ragionare, vuoi mettere la via di qualcuno di noi in pericolo? tremavo, ovvio che NO pero diamine, e che cazzo almeno potevano dirmelo prima no? Cosi non mi facevo cosi tanti piani che andavo a quel cavolo di Volterra che non avevo manco idea dove si trovava insieme al mio branco che mi aiutava di trovare il mio amore, ah bello, ma non importava niente a nessuno della vita di Nessie? Erano cosi squalidi da lasciarla mor...a lasciarla li da sola? In pericolo? Pure incinta con un bimbo che cresce di 9 mesi in 2 settimane, belli protettori del mio ca Will, stai sbagliando mi disse lo zio, ma sta fuori dalla mia zucca basta, e poi come fai a dirmi di stare calmo quando unintero branco ci rinuncia e non ti aiuta a trovare tua figlia? ma che razza di uomo sei tu? Will davvero mi dispiace, ma pensa che... Oh si che penso Sam, penso che questo <mi dispiace ma non posso venire> equivale ad un <scusa Will ma non ho le palle> e sai che ti dico perfetto, lascia perdere, non venite, rimanete pure qui ringhiai e andavo verso Sam, un cazzoto poteva prenderselo, ero sempre il capo io, e non gli avrebbe fatto male, avrebbe guarito subito, ma ecco quel leggipensieri di zio mi abbraccia mazza ma sei congelato Will, non farlo, a me fa male la loro decisione, ma Sam non pensa a se, ma bensi a sua figlia, e agli altri, adesso non ci sono solo loro, ma ce in ballo anche la vita dei loro figli e le sue parole sono dure, fredde, figli, in pericolo la vita dei figli...e tremo, figli in pericolo, il mio, e mi sento la guancia bagnata, e non ce la faccio E del mio non importa a nessuno? loro sanno difendersi, e non sono sicuro che hanno scelto loro cosa fare, loro possono decidere e pur salvarsi la pelle, invece il mio NO, e Nessie da sola che non puo proteggerlo continuavo a ringhiare contro Sam, e non ce la faccio, e scoppio <allontanati> penso x lo zio e in un secondo dallaltra parte della stanza mentre io sono a 4 zampe e ringhio ancora di piu contro Sam, che esce fuori di casa a beh e io ti seguo, cazzo mi fai perdere tempo bastardo, non sei il capo e dai ancora ordini? Non che minteressa di chi capo ma sicuramente sei stato tu a chiedere agli altri di rinunciare, loro non mi avrebbero mai abbandonato, mai, nemmeno se chiedessi di andare a spararmi, pure se lo chiedessi a qualcuno di loro mi asseconderebbe, ce piu legame tra noi che siamo cugini di piu ce a volta tra padre e figlio, e che voglia ho di

azzanarti Sam, ma so che ad Emily e Mirabel non piacerebbe, sono cosi concentrato che come sempre mi sono eclissato, e Sam ancora davanti a me che mi guarda triste mentre continuo a righiare, wa mi viene spontaneo Will, papa solo preocupato e sento da dietro, ecco, quando si parla del lupo eccolo spuntare, Mirabel che mi guarda dolce pero spaventata eh ci credo, aveva paura che fossi saltata adosso a suo padre x sbranarlo, le ringhiai contro a se non sapevo perche Mi dispiace papa, so che vuoi proteggermi, ma io per Will ci sar sempre, e pure adesso, non lo abbandoner cosa? E mi tremano le zampe, sar stupido ma le sue parole mi hanno emozionato Pure io la voce sicura di Mandy, e tremo ancora di piu, emi giro a guardargli tutti Ci stiamo anche noi Will, tu ci sei sempre stato per noi due dice Adam per lui e Amanda, oddio mi viene un infarto, e poi tutti cosi, cazzo persino Mark con me per salvare Nessie, e allora Sam che cavolo spari? Ok perfetto, io cho provato, volevo solo farvi essere al sicuro, ma se nemmeno voi lo volete allora andiamo Sam eh? Ma prima o e mo si? Ma sei strano lo sai Perfetto, allora cambiati Will, volevo solo proteggere loro, per questo non volevo venire, ma se loro ti stanno vicino, ti sto vicino pure io disse Sam e mi tir un calcio sul sedere, cavolo avevo il cuore che mi scoppiava e sotto gli occhi di tutti iniziai a correre attorno alla coda, pero mi svegliai presto, mi cambiai, e tutti allaeroporto, destinazione Volterra, Nessie sto arrivando CRUDELLE, ORRIBILE, SCHIFOSO (Nessie) Mi ero preparata per andare insieme al fratello di Gianna...pero chiamarlo cosi era brutto, pero non sapevo nemmeno come si chiamasse, che scema anche io, uscita dalla mia stanza glielo avrei chiesto, era stato lui a portarmi i vestiti...erano abbastanza strani, bianchi, con rosso, forse erano dei costumi locali, e nel vedere pure lui come si era vestito direi proprio di si Eccoti mi disse con un sorriso, aveva il ehm..abbigliamento molto carino, una camiccia bianca mazzo aperta, e un paio di pantaloni neri semplici pero che gli stavano bene, era proprio carino, io invece avevo un tipo di..boh gona con una camiccetta bianca simile alla sua I costumi servono x non attirare latenzione troppo, pero devo dire che ti sta benissimo e sorrise, che carino Ehm...grazie, ah senti...non so come dirtelo pero...da quando mi hai trovato...ehm...non ti ho chiesto come ti chiami dissi quasi con paura Ahah hai ragione, e io che pensavo di essere un gentiluomo..non mi sono nemmeno presentato, comunque io sono Vali, vabbe Valentin, nome strano per una ragazza americana disse con un sorriso, in effetti...sapevo del nome Valentino, ma Valentin no, vabbon Ehm si..piacere e tesi la mano, lui a affer con un sorriso ma non la strinse, ma la baci Ma come fai a dire di non essere un gentiluomo? Andiamo? chiesi e lui annui sempre sorridendo, eravamo usciti di casa, in quel cortile gigantesco, ahia fa male Renesmee stai bene? Ehm chiamami Nessie e accennai un sorriso Comunque si ehm, penso che si stia muovendo dissi ancora sorridendo, faceva un po male, vabbe piu che male...mi

spaventavo pero...era sempre un piacere, sul suo volto vedevo felicit, per me, ma anche...qualcosaltro..era triste Perche ti sei rattristato allimprovviso? azzardai a chiedere Ehm...prima andiamo poi...forse te lo dir disse per poi stare in silenzio per un bel po mentre camminavamo, mano nella mano, e ci credo che non mi lasciava, aveva paura che potessi scappare Non vero eh? Ehm...sai...non te ne sei accorta ma sto sentendo tutto quello che pensi oddio non me ne ero accorta, meno male che non pensavo troppo a Will Ehm non troppo ma ci pensavi eh e inizi a ridere oddio mi ero fusa, chiss cosa avevo pensato, che vergogna Ehi tranquilla, comunque guarda li, siamo arrivati mi disse e alzai gli occhi, ma...era fantastico, non avevo mai visto una roba simile e cosi grande, il castello era...veramente grandissimo e anche bellissimo, pero vedevo solo met perche era su un tipo di montagna in messo agli alberi, aveva tipo una foresta intorno lesterno era tutto bianco, con i tetti rossi, e le finestre avevano il..bordo in legno che bello, lui mi sorrise e iniziammo a prosseguire dentro la foresta, cera pace la dentro, poi finalmente dopo...una mezzoretta di camminata ci eravamo davanti, ero strabiliata, pag qualcosa al portiere, e poi eravamo dentro, oddio, mai visto una cosa cosi, i corridoi erano tutti in pietra, le porte delle varie stanze erano in legno massiccio, wow Ti piace vero? Prima era il castello del conte Dracula, almeno cosi si dice, adesso un museo, pero ha un certo fascino disse e non potevo non essere daccordo La prima stanza che vidi era una da letto, era immensa, con moltissimi quadri appesi, ed era tutto il legno, e in mezzo alla stanza cera un imponente letto a baldacchino, monumentale, poi una stanza di musica, poi la stanza delle armi, wow che brivvido, cera di tutto li, e ad ogni arma e oggetto Vali mi spiegava il significato, cerano balestre, fucili, spade e armature e mi diceva che era x rappresentare la natura militare del castello, che bello E non hai ancora visto la camera delle torture eh? Dai che scherzo, un tipo di prigione comunque, mi sa che devo darti delle spiegazioni ah me ne ero quasi dimenticata, che idiota Ehm ok ascolto avevo paura Penso che tu sappia chi sono i 3 capi, i...supremi, i volturi spieg gli fecci capire di si e continu Bene, Demetri, Felix e Alec sono ancora a loro disposizione, non stanno solo aiutando Nahuel a vederti, per loro lui era solo un...non so come chiamarlo, chiamalo aiuto, o oggetto o come vuoi, loro ti avrebbero presa anche senza di lui, era solo questione di tempo brivvidi fino punta dei capelli, lui se ne accorse ma continu Non so molto bene perche ti hanno presa, non so se giusto quello che sto dicendo, non so nemmeno cosa mi succeder se veranno a scoprire che ti ho detto questo pero...uno dei 3 volturi, Caius, nonostante lo nasconde, come Aro ha...un debole per te, per...diciamo stranezze, quindi... lui che ti ha fatto portare qui, so anche che Nahuel ti ha detto che con loro, ma in verit, lui solo con quei 3 che ti tengono prigioniera e fecce un bel respiro, ma non avevo ancora capito...perche quel Caius mi voleva? Ecco vedi, non so come dirtelo...cioe...come ho detto...lui ha un debole per le stranezze, che in questo caso tu...e...ok te lo dico anche se dura, e quello che porti in grembo, so che una creatura mai esistita prima quindi brama di averla e poi...vuole qualcosa che

non ha mai avuto e che non potr avr mai perche la troppa vicinanza con le umane le sar sempre dura, vuole qualcosa che tuo padre ha avuto, che tu hai, e avrai, e non difficile capire visto che lo stai proteggendo con denti e unghie oddio, cioe, qualcosa che papa ha, papa...un vampiro come lui ha avuto...oddio..io che ho..e...avro...fra...un po e oddio freddo, e tremo, e rabbia, lo vuole ma non lo avr, mi uccido solo x non darglielo, e freddo, e sto sudando, e gira tutto, buio

42-NON HO PAURA DI QUESTI VOLTURI DELLA MIA CACCA, SONO CAPACE DI MANGIARLI A COSTO DI SCOVARE NESSIE(Will) Eravamo partiti finalmente, dopo aver messo in chiaro con Sam, avevamo fatto la pace e gli avevo chiesto scusa perche stavo quasi x sbranarlo, e per tutto il tempo Mirabel mi era vicino, mi era sempre vicina quando avevo bisogno, pero quel giorno...piu del solito, era davvero carina, e poi avevo visogno di sentire vicino qualcuno, cosi che in macchina durante il tragitto verso laeroporto ero solo abbracciato a lei, che continuava a dirmi che andr tutto bene, che trover Nessie, e con lei potevo parlare di tutto, mi aveva dettu pure una frase tipo <dai Will vedrai, la troveremmo, la porterai a casa e subito tornati la butterette a terra sfasciando i mobili per poi allagarla mentre andrette in piscina> caspiterina, la ragazza non aveva pelli sulla lingue, e laveva detto a voce alta cosi che tutti avevano iniziato a ridere, ok mi aveva fatto arrossire, e continu cosi per un bel po, e nonostante lo zio Edward sfrecciava sulla strada, eravamo con 3 macchine, identiche, entrambe dello zio Emmett, erano quei jeep enormi in cui ci entravamo 10, erano tutti che pensavano positivo, lo zio Emmett si era pure messo a cantare, era sicuro che avremmo trovato Nessie, pero...boh non so io solo speravo, poi non ero sicurao di niente, continuavo a stare abbracciato alla mia cuginetta, mi sembrava di essere con la mamma, era cosi protettiva nei miei confronti, ed era tutto cosi bello, mi sentivo anche strano, mi sembrava di dondollare, poi si ferma tutto, pio tutto trema e ce un rumore forte che mi fa saltare in piedi, cioe vabbe si fa per dire, perche avevo una cintura allanciata, ma che diamine? Ehi dormiglione mi disse Mirabel, oh ma era ancora vicino a me. Ma dovero? Will, non sei sulla luna, anche se sei lunatico, siamo sullaereo, non volevamo svegliarti, cosi che tuo padre ti ha portato in braccio mi disse lo zio che lesse i miei pensieri, wow, che carino papa, devo dire che mi aspettavo una riposta tipo <dormivi e Mirabel ti ha portato in braccio> buahah Ahah Will sei senza speranza Che vuoi mi sono appena svegliato dissi Quanto manca? Ehm Will, ti riccordo che ti sei appena svegliato perche laereo decolato, e fino in Italia lunga disse, aspetta Italia? Ma Volterra era in Italia? Ahah devo ripassare un po di geografia, <zio se dici qualcosa sei morto> pensai e lui ridacchi ma non disse niente a proposito delle mie doti in geografia. Poi mi guardai un po attorno, e vidi che non era come credev, io avevo limpressione di stare vicino alla finestra, invece ero in mezzo, tra Mirabel e lei, piccola, mia sorella, che avevo trascurato da un bel po, era con gli occhi chiusi e con le cuffie

Amore dormi? chiesi piano mentre le toglievo una cuffia, lei apr gli occhi e mi sorrise, che bella, la mia sorellina No non dormo Mi dispiace dissi subito, dovevo scusarmi con lei, so che mi capiva, mi capiva eccome pero dovevo scusarmi con lei Ehm per cosa scusa? Come per cosa scema? Mi sono dimenticato di te, e da un po che non ti parlo piu, mi dispiace di averti lasciata da parte quando so che mi volevi stare vicina e mi abbraccia Ma quanto sei scemo Will, sicuro che non sei adottato? Con chi assomigli? disse e in sottofondo si senti <con Jake> era sicuramente stato lo zio Emmett perche lo senti lamentarsi per un ceffone, ahah papa Non essere defficiente Will, Nessie stata rapita e tu ti preocupi per non aver parlato con me? Scemoide e mi bacia, uh che ducciola, e stiamo cosi abrbacciati per un po, e mi tolgo la cintura di sicurezza x stare meglio, tanto se laereo cadde non mi faccio mica male, ehi ma chi era alla guida? Forse ancora quello la che ci aveva portat in Messico,ah vabbe More, cosa farei una volta arrivati li? mi chiese, e non era una domanda stupida, in effetti beh..non e che avevo tante idee Vado a staccare la testa alla prima sanguisuga puzzolente che trovo, persone presenti escluse e guardai gli zii E quello che intendeva Sam prima Will mi dice lei e la guardo strano Pensa, facendo cosi potresti scattenare una guerra, invece....dovremmo mantenere la calma, capisci che non possiamo mettere in pericolo tutti quanti cazzo che aveva ragione, adesso si che capivo Sam, con due paroline lei mi ha fatto capire tutto quello che voleva dire Sam, e aveva ragione, cosi facendo avrei messo la vita di tutti in pericolo Aspetta, cosa vuol dire <non possiamo mettere?> sono io che metterei la vita degli altri in pericolo Will, pensi che ti lascierei da solo? Se si sei un brutto idiota e incroccia le braccia al petto e quasi quasi mi strangola, ma non mimporta e io la abbraccio comunque. Poi il tempo passa cosi, il nostro era un volo diretto visto che laereo era degli zii, e beh ci credo. Dopo un bel po arrivammo in Italia, non ci ero mai stato, bello, pero vabbe, non che guardavo molto dal finestrino salutando la gente come un bimbo, stavo mentre mia sorella mi consolava, e diventavo sempre piu aggitato, Nessie, Nessie, Nessie, lavrei trovata, ma perche non ne ero del tutto convinto? Perche? Avevo paura di non vederla Nessie mi manchi. E come sempre mi sono eclissato Will, eccoci qui, ragiona con la testa mi disse mio zio mentre eravamo davanti ad un castello, era bello ma non mimportava, lo zio mi prese sicuro per mano, non sapevo come riusciva ad andare dove andava ma non mimportava, eravamo finalmente arrivati davanti ad una stanza, lo zio apre la porta come a casa sua ed entra, una fila di sagome nere ci...da il <benvenuto> A QUANTO PARE SONO PIU UMANA CHE VAMPIRA, MI SEMBRA DI ESSERE AL PUNTO DI MORIRE, MA A QUANTO PARE UNA SPERANZA CE (Nessie) Mamma ho paura il piccolo, con dei capelli lunghi e neri, occhi che avevo gia visto e che adoravo, pelle debano, con lo stesso profumo che amavo sentire sulla sua pelle, mi

aveva chiamato mamma Di cosa hai paura? Di loro mamma, tu sei in pericolo, e lui, lui Lui chi? Lui mamma, salvati almeno tu visto che lui non potr farlo, salvati No, io non ti lascio Mamma, non mi lascierai, staremmo sempre insieme, vai e mi spinge e al suo posto vedo un lupo,le sagome nere si avvicinano, e tutto buio. Salto sul letto, tutta sudata Nessie calma calma, era solo un incubo, calmati e mi sento toccare la fronte, qualcosa di freddo e bagnato, ancora acqua, Vali mi sta rinfrescando, Dio che caldo, e mal di testa Nessie stai calma, era solo un incubo, e rimani distesa hai la febbre, cavolo mi dispiace, tutta colpa mia, non avrei dovuto dirti quelle cose e mi guarda dolce No, hai fatto bene a dirmelo, almeno so quello che mi aspetta, ma...ti prego, dimmi che ho capito male, cosa vuole quel tizio? Vuole lui vero? Vuole un figlio? urlai Shhh, non vorrai mica farti sentire, se scoprono che te lho detto sono fritto mi disse mettendomi la mano sulla bocca e poi io mimai un <ops> Scusa non volevo Fa niente, comunque cosi, Caius vuole un figlio, lo ha sempre voluto, ma non se ne occupa lui, manda sempre Demetri Felix e Alex ad occuparsi, a volte non sa nemmeno chi e cosa portano, e sono sicuro che neanche in questo caso, perche lavrei gia visto qui o gli avrei sentiti parlare mi disse mentre bagnava ancora quello straccio e mi puliva la fronte di sudore, ehi aspetta, pero ero nel letto Si beh...ti ho portato io, non potevo mica lasciarti la ma come faceva a sapere coas pensavo io? Perche ti sto ancora tenendo la mano mi disse, ah ecco perche Mi dispiace se ti da fastidio, ma voglio sentire anche quando ti passa la febbre, almeno cosi, non penso che gradiresti se ti misuro la febbre con le labbra avampai Pero mi sa che mi tocca, cosi non riesco a capire, e non cho il termometro, con i vampiri si romperebbe se solo si misurassero la febbre e sorrise, in effetti XD Posso? beh...non potevo dirgli di no, e poi era x vedere come stavo io, cosi che gli dissi di si, lui si alz e poggi le labbra sulla mia fronte, e senti una scossa, e meno male che per la posizione non poteva tenermi la mano, poi scende sulla guancia, e sul mento, e mo non metterle sulle mie labbra, li non si sente la febbre, eh no ma che fa? Mette la guancia, pero mi viene di dargli un bacio, e glielo do, e mi guarda stranito Scusa, devo pur ringraziarti in qualche modo gli dissi e mi sorrise Lo faccio con piacere Nessie, davvero, non sai quanto darei per non essere cosi spaventato, e senza palle e farti uscire subito da qui e si rattrsit di nuovo Ehi ehi, tranquillo, stai facendo per me piu di quanto hai idea e gli fecci vedere tutti i miei pensieri, di ringraziamento, vidi i suoi occhi brillare Non posso farti uscire da qui pero...Nessie, domanda scema, tu sai il numero di telefono di qualcuno? Tuoi familiari...beh sicuramente il numero del tuo tesoro devi pur averlo oddio e mi sento male, cosa vuole fare? S...si balbettai E allora cosaspetti per darmelo? Nessie, io non posso farti uscire da qui, ma loro si disse e inizi a saltellare come un bambino, glielo dai, abbastanza insicura, era gia tardi, cosi che mi port qualcosa da mangiare per non essere costretta a mangiare con gli altri,

parlammo un pochino, e poi mi salut con un bacio sulla fronte, che diceva che ha senso sognato di dare a sua figlia, nonostante la giovane et, poi usci dalla stanza, e mi lasci da sola, con i miei pensieri, e la febbre che continuava a salire

43-STO PERDENDO OGNI SPERANZA (Will) Le sagome davanti a noi diventavano sempre piu rumoroso e spaventose, e avevano ancora quei finti sorrisini anzi, sorrisini malefici sul viso, quando avrei voluto staccare la testa ad uno di loro, anzi, era una donna, una ragazzina, con occhi rossi fuoco, capelli biondi e lunghi e con un sorriso ancora piu beffardo degli altri Jane non farlo disse calmo lo zio e poi sent qualcosa, boh non so cosera Jane, con Bella vicino non hai speranze per toccarci col tuo potere, adesso fatteci parlare, devo parlare con Aro, dobbiamo parlare con Aro disse lo zio freddo Come ti permetti di parlarmi cosi? voi pensate ancora di fare parte del nostro mondo? Certo, siete come noi, ma da tanto che Aro vi considera del mondo dei mutaforma, avete deciso di unirvi a loro, ed come rinnegare la propria natura, andatevene via prima che vi succeda qualcosa, e non permettetevi mai piu di offenderci portando nellabitazione sacra di dei Volturi i mutaforma ma chi si credeva quella ragazzina? Hai finito il monologo? Tanto a nessuno piace la nostra natura quindi per quanto mi riguarda non ho rinnegato niente, e facci passare Jane, o quella che se ne pentir sei tu disse la zia Rose minacciosa, sicuramente quelle due avevano qualche conto da reglare Prima passate sulle mie ceneri disse la biondina ah bene Ok, si puo fare, come vuoi, ti accontento subito dissi io e avanzai verso di lei, e una scossa, per terra, cazzo mi scoppiava la testa, poi basta, niente, guardai la zia che mi fecce capire che era lei che mi proteggeva Sta fermo Will, sai Jane, direi che lui unarma che non ho paura di usare, quindi ci fai entrare a parlare con Aro o fai alzare il suo cul...ehm il suo posteriore e lo porti qui disse lo zio Emmett con tono di sfida, eh gia, lui sempre a fare a botte Come ti permetti di parlare cosi del mio signore? Signore un corno, se un signore vorrebe pur proteggerti, cosi che fallo venire qui o fammi entrare, e non farmi perdere la pasienza Jane uhuh la zia Bella era peggio della zia Rose, mi stavo gia facendo i filmini su uno scontro, capelli x capelli tra la zia e la tale Jane, cadono x terra, rottolano, la zia sopra e la prende a schiaffi siiiii e opi le vola la testaaaaa ok Will cavolo basta, pure in questi momenti? Beh forse sono troppo euforico per trovare Renesmee, la mia cucciola, e mo mi immagino un altro....scontro...lei sopra...io sotto... William ops <zio zitto se no, mangio te al posto della strega qui vicino> Ok basta o mi fai entrare o ti faccio saltare la testa, e non dirmi che ad una donna non si parla cosi che non sei proprio una donna ringh lo zio Jasper, wow, era la prima volta che lo vedevo cosi, mi piaceva. E poi non so, improvvisamente gli altri licantropi iniziarono a ringhiare Che sta succedendo qui? Ma che puzza si senti una voca, roca, pero a beh boh strana, mai sentita una voce cosi, aveva qualcosa di antico Aro disse lo zio e poi finalmente vidi un..uomo, con un mantello nero come quello

degli altri, solo che lui non aveva in capuccio, aveva strani occhi rossi pero..boh gelatinosi, e capelli neri, e lunghi, molto lunghi, aveva una pelle, strana, sembrava quasi trasparente Edward, Carlisle, che piacere avervi qui nella mia umile dimora, Jane cara, fai entrare i nostri ospiti disse e poi lo sguardo scatt su di me e sugli altri licantropo Vedo che la tua compagnia la stessa, mutaforma, cosa vi porta da noi? e si rivolse a me? A me, a beh semplice, voglio giocare a calcio con la tua testa x riavvere Nessie Fammi lonore di ristringerti la mano dopo una vita Aro il nonno...eh? Ma che voleva? Zio aloooo mi senti? Ciao...hola...salut...mi sentiiii? Niente, mi guardava ma non diceva niente, uffa zio ti sei rammolito? Ooooh mio caro amico Carlisle...capisco sospiro la sanguisuga coi capelli lunghi, ma cosa capiva? E come aveva fatto?? Aro riesce a leggere nel pensiero grazie al contatto mi disse lo zio come se si era scocciato di me, ehi ma che voleva? Mica ero un leggipensieri io Aro ringhi lo zio Edward, giovane amico mio, so che ai miei fratelli dispiacer, ma parliamo in un posto piu sicuro, entrate, e pure voi ehm...mutaforma disse, ma che mutaforma? Io ero un licantropo, <mutaforma e tua madre> Grazie disse freddo lo zio Edward e ci fecce cenno di entrare, arrivammo in una sala grandissima, circolare, illuminata solo da delle finestre, dove trovammo altri due sanguisughe una bionda con capelli lunghi e una nera come il primo che stavano su dei troni, ma chi si credevano, gli ombelicchi del mondo? Vidi quello biono sbiancare, ma era possibile per un vampiro? Era immobile, stringeva le braccia del <trono> mentre squadrava me i miei con gli occhi fuori dalle orbite, mica aveva paura Si Will, Caius ha paura dei licantropi, ma calmati, non ti salteranno adosso, siete stati voi a dirmelo 20 anni fa, sono ancora a nostro servizio, si cani da guardia, quindi attentodisse lo zio con qualcosa di malizioso, eh? Ma mica eravamo cani da guardia, pero ce qualcosa nel tono di voce che aveva usato che mi faceva pensare che lo spaventava soltanto Calmati fratello, le posizioni sono invertite, sono venuti ad incolparci di qualcosa che non abbiamo commesso CE QUALCOSA CHE MI PUZZA, E NON SOLO IN SENSO FIGURATO (Nessie) Mamma, ho paura il piccolo che avevo gia visto una volta, ma chi era? Di cosa hai paura? Di loro mamma, salvati, lui non ce la far, tu solo per met, ho paura Cosa vuol dire mi salver solo x met? Chi non si salver? ero aggitata, sudavo freddo, tremavo Lui mamma, LUI Ma chi lui? Lui, lo sai, lui ... e nemmeno il tempo di parlare che i mantelli neri lo avvolsero e scomparve, ero ancora da sola nelloscurita, apri gli occhi tutta fradiccia guardando il divano, ancora qualcosa di freddo e bagnato, ancora acqua, guardai chi mi stava bagnando, Gianna, che mi guardava preocupata

Ciao dissi, mazza ma cosa aveva la mia voce? Era debole, strana, e avevo troppo freddo Ciao tesoro, stai ferma, hai la febbre mi disse dolce, che mi stava succedendo? non ero mai stata malata, mai un raffreddore, mai un mal di gola, mai il naso chiuso, mai niente di niente Ehi, davvero voglio alzarmi dissi e provai a farlo, pero mi girava la testa, caspiterina Ascoltami Nessie e stai seduta almeno fino a quando finisco di lavarti di sudore e sorrise, pero mi sembrava preocupata Stai bene? le chiesi Ehm io? Certo, io sto bene a differenza tua perche non mi convinceva? Gianna, che ce? Ecco....niente tranquilla Nessie, non preocuparti davvero, e che...mio fratello non tornato a casa ieri sera ma comunque io devo andare cosa? Eh? Come andartene? Mi lasci da sola? Perche? Perche tardi, hai dormito tutto il pomeriggio, ma che stavi sognango? Non sono riuscita a svegliarti disse con un sorriso ma davvero preocupata Ah, ok allora, grazie di tutto, comunque il sogno....non riccordo, sicuramente un incubo mi sembrava strano che doveva gia andarsene, volevo ancora stare con lei, dopo i sogni che facevo avevo paura di rimanere da sola, pero non potevo chiedere niente, in fin dei conti ero sempre una prigioniera Ciao tesoro, vado a casa, stammi bene mi raccomando e mi diede un bacio materno sulla fronte, stavo ancora male, cosi che mi addormentai ancora, facendo lo stesso sogno di prima, il bimbo bellissimo che mi diceva di essere in pericolo, che poi spariva, o diventava un lupo, o rimaneva semplicemente cosi bellissimo ma spaventato, pero veniva comunque preso dai mantelli neri, che non avevo ancora capito chi erano e cosa volevano. Quando mi svegliai era mattino presto, sicuramente del giorno dopo, pero per assicurarmi guardai lorologgio, mi segnava luna e mezza, ed era pomeriggio, stavo ancora male, pero decisi comunque di alzarmi dal letto, mi presi altri vestiti e usci dalla stanza, forse avrei incontrato Vali, doveva esserci lui visto che ieri cera stata Gianna. Andai in giardino a cercarlo ma niente, dietro la casa, neanche li, lo chiamavo ma non rispondeva nessuno, possibile che non fosse ancora arrivato?, di solito alle prime del mattino era gia li, andai in cucina, e un forte odore di mufa mi colpi, era dapperttutto anche se proveniva di piu dallala sud della casa , afilai i senti da vampira e mi lasciai condurre dallodore anche se era sgradevole, proveniva dalla stanza di Vali, fecci un bel respiro ed entrai

44-MA ALLORA....ALLORA DOVE SEI AMORE MIO? Ok chiaramente non avevo capito bene, ma che voleva quella sanguisuga? La mia Nessie era li, e lavrei presa a costo di staccare la testa a tutti, uno ad uno, e di mangiarli ossicino per ossicino, e che godimento Aro, che sta succedendo qui? chiese laltra sanguisuga con i capelli neri e lunghi, ma

erano dallaltra sponda sti qui? Beh si certo, pure noi quileute prima di diventare lupi avevemo capeli lunghi...ma era la moda, e poi erano fino alle spalle, sti qua gli avevano quasi fino al culo <mah...se ci provate vi faccio il culo io> Ah Marcus, le ruote girano, venuto la loro volta per essere in torto rispose quello la...il primo, Faro, Rao, Cao...ah si Aro? Mah, non minteressava <zio vuoi entrare nella testa della sanguisuga? Voglio avere Nessie, e adesso> pensai per lo zio Aro, parlate disse lo zio freddo, ah meno male, ma se sapevi gia tutto perche non andavi a prendere la tua bellissima figlia piccola cucciola mia? Che razza di vampipadre sei tu? William basta, non come pensi tu mi disse lo zio quasi ringhiando Aro vuoi dirci che succede? disse una delle sanguisughe Non ce niente da dire Caius, loro sono venuti sicuri, ad incolparci di qualcosa che non sapiamo neanche sospir ohi ma sapeva tirarle per le lunghe quello li Aro stai mentendo ringhi lo zio Non sto mentendo Edward, se facessi piu attenzione ai miei pensieri te ne renderesti conto, ma sei accecato dalla rabbia, ed comprensibile parl sottovoce quellAro dei miei stivali Aro, vuoi parlare senza lamentarti tanto? disse il biondino,a beh uno che la pensava come me Va bene, la figlia di Edward e Bella, sparita, e credono che siamo stati noi visto che 20 anni fa eravamo contro il fatto che vivesse disse, una fitta al cuore, ah bastatdo ma eri tu? A beh, non si deve sbegliare il can che dorme, no non si deve, e ti scatto la testa, e ringhio cosi forte che mi guardano tutti William calmati lo zio Jasper, grrrr ma come faccio a calmarmi? Stai tranquillo giovane mutaforma, so perche reagisci cosi mi disse Aro, ma che ne sapeva un ghiaciolo di come mi sentivo io nellavere di fronte i bastardi che volevano uccidere Nessie? E mi arrabbio ancora di piu, e sento il calore salire sulla colonna vertebrale, e il sapore della rabbia che mi scottava la lingua, e sentivo le zanne che volevano uscire, e sentivo i ringhi che volevano uscire, mi facevano brucciare la gola, ma non volevo trasformarmi, non volevo farlo, pero la faccia spaventata del biondino mi piaceva tanto, se mi fossi trasformato sarebbe stato il primo a cui sarebbe saltata la testa Jasper calmalo ringhi lo zio Edward, non devo trasformarmi, non devo trasformarmi, pero rimanere in billico tra luomo e il lupo straziate, ogni dolore esistente si fa sentire nel tuo corpo, ogni cellula tira a trasformarsi, a deformarsi, a far parte del corpo di un animale, listinto mi obligava a respingere lo zio che provava a calmarmi, ma il cervello mi diceva di concentrarmi, respirai profondamente ma lodore di vampiro mi fecce arrabbiare ancora di piu No, non farlo url lo zio Edward e poi caddi a terra, il dolore che provavo prima della trasformazione era niente in confronto a quello, mi sentivo strappare in mille pezzi, il cervello mi scoppiava, i muscoli gli sentivo contrarsi ma non riuscivo a controllargli, intorno a me sentivo rumori, voci, ma non riuscivo a capire quello che dicevano, non riuscivo a vedere niente, le uniche parole che riusci a sentire furono: <edward, fatto, e poi a Will no> e poi ringhi, e basta, non sentivo piu niente, ero ancora a terra ma il dolore era scomparso, riusci finalmente ad aprire gli occhi e vidi la zia Bella combattere contro la vampira bionda di prima, la bambina, mi senti ragellare il sangue

nelle vene, non mi aveva detto nessuno cosa stava succedendo, ma prima di non sentire piu niente la zia aveva detto il mio nome, era sicuramente per colpa mia che stavano combattendo, idiota, non facevo mai niente giusto, mai Basta, Jake, Alex, andate da lui ancora lo zio e i miei mi vengono vicino Aro, o controlli Jane o lo faccio io lo zio ringhi e Aro disse solo un <smettila> a Jane e si era fermata di botto. Ma quando eravamo arrivati a quel punto? Tesoro calmati la mamma, che dolce, mi aiuta ad alzarmi, pero le gambe mi tengono appena, non riesco a stare in piedi Ok, credo ci siamo calmati disse Aro, ok non arrabbiarti non arrabbiarti, stai calmo Will calmo, calmo, calma e sangue freddo, ehmmm lultimo paragone..lasciamo perdere Edward, tua figlia non da noi, lavresti letto nelle nostre menti, a differenza della tua dolce moglie noi siamo un libro aperto, io personalmente la lezione lho imparata, non avrei rischiato la vita rapendo tua figlia mavv non mi fai manco tenerezza Aro, Edward ha visto Demetri disse la zia Bella che ancora guardando male la ragazzina satanica di prima si avvicin a me, nonostante la cazzata fatta erano tutti intorno a me. La faccia di Aro divent scettica Certo Aro disse lo zio a qualche suo pensiero e and a stringerli la mano, cosi x un bel po, fino a quando non fummo interroti da due altre sanguisughe appena arrivate, un ragazzino e quella che avevo gia visto, il bastardo uguale a Nessie PERCHE? PERCHE DEVO SEMPRE PERDERE QUALCUNO? E PERCHE DEVO PERDERLO PER COLPA MIA? NONOSTATANTE QUESTO MI HA AIUTATA ANCHE COSI (Nessie) Avevo il cuore che andava a mille, avevo paura nonostante sapessi quello che era successo, ne ero sicura, entrai nella stanza e lodore era ancora piu forte, mi brucciava il naso e con la gravidanza mi dava anche un certo senso di nausea, era tutto buio, e nonostante la vista vampiresca non ci vedevo, anche perche le mie qualit erano peggiorate sempre per la gravidanza, cosi che con la mano sul muro cercai linterruttore, lo trovai ma avevo paura, avevo paura di accendere la luce, chiusi gli occhi e lo fecci. Quando gli riapri la scena che vidi era peggio di come me lavevo immaginata, ci avevo fantasticato tanto, mi avevo immaginato di tutto, tutte le scene possibili immaginabili, ma in confronto a questa erano niente. Vali, vestito come alluscita al castello, per terra accanto al letto al qualle cera un filo attaccato che gli circondava anche il collo dove cera un taglio proffondo da cui colava ancora sangue, oppure era gia uscito e non riuscivo a capire, avevo il cervello in tilt, il cuore che stava per cessare di battere, ecco perche non era venuto, ecco perche non era andato a casa, ecco perche non DOVEVA dire niente. Avevo le guancie bagnate, non pensavo piu, ero solo un corpo, senza un cervello, col dolore mi incamminai verso di lui, affilai ludito, nessun respiro, nessun battito di cuore, nessun niente, niente, solo i misi singhiozzi spezzati. Non sapevo cosa facevo, ma mi inginocchiai vicino a lui, e senza mottivo lo liberai dal filo attorno al collo, e lo stesi per terra, lo conoscevo da due giorni ma du come se in quel posto ci fosse il mio migliore amico, mi stesi anche io vicina a lui e poggiai la testa sul suo petto, freddo, immobile, e continuai a piangere. Nonostante

pensieri abbastanza lucidi non riuscivo, e non volevo spostarmi, sua sorella doveva saperlo, doveva prendermi a schiaffi, doveva piangere pure lei, ma non ero capace di farlo, ero solo capace di stringere il corpo di Vali di piu mentre aumentavo i singhiozzi. Mi ero eclissata, credevo di aver smesso di piangere ma no, la maglietta fredda di Vali era fradiccia, e in casa cerano dei rumori, avevo paura, adesso che sapevano che ero informata, avrei potuto fare la stessa fine che lui aveva fatto x colpa mia NO senti mentre la porta sbatteva, Gianna, con la mano sul viso e singhiozzi che stavano prendendo il via, la guardo e piango ancora di piu, colpa mia, solo colpa mia. La vedo avvicinarsi, dimmi contro, dammi uno schiaffo, dimmi che colpa mia Lo sapevo la senti singhiozzare mentre si mette nella mia stessa posizione, ero come incollata, non potevo muovermi, pero alla fine fecci muovere la mano e la toccai, facendole vedere come mi sentivo, chiedendole di perdonarmi che era colpa mia, perche ero stata io ad insistere di sapere, se non glielo avessi chiesto in quel momento sarebbe stato ancora li con noi, sorridente Non...non colpa tua Nessie, io lo sapevo mi disse, ma cosa? Cosa sapeva? Sapevo gia da prima che lui tincontrasse che te lo avrebbe detto, e sapevo cosa sarebbe successo, e vedere che non era tornato a casa, lo sapevo, per questo lho portata, prendi questa Nessie, una lettere, prendila e non pensarci, prendila e scappa, vai via, corri fino a quando caddrai dalla stanchezza, ma non guardare indietro mi url e se prima ero immobile adesso ero una molla, scattai i piedi ad occhi sbarrati Non posso farlo, lui...lui...tu..non posso non posso quasi le ringhiai contro Devi, non essere egoista, non pensare a te, pensa a lui e indic la mia pancia, no, non ero egoista, se lo ero sarei partita prima che finisse la frase Ma ma tu...tu... Io niente, senza mio fratello non sono niente, non pensare a me, riccorda solo che ti abbiamo voluto bene, adesso vai e non tornare mai piu, non guardare indietro, VAI url e io strinsi piu forte la busta che avevo fra le mani, e col cuore frantumato per quello che era succeso, per quello che avevo appena sentito, e per quello che sarebbe successo, scappai, ma non guardai da dove, e come, lunico pensiero che urlava in me, che condividevo come se qualcuno potesse sentirlo, era il dolore e i posti che mi sfrecciavano accanto

45-OK STO IMPAZZENDO, MA IO HO SEMPRE INSEGUITO I SOGNI, E LO FARO ANCHE ADESSO Ero ancora imbambolato, non sapevo cosa stava succedendo intorno, o forse si, lo zio era ancora attaccato alla sanguisuga leggipensieri, wow ma facevano una bella coppia, quando fumm interroti da due appena arrivati, ed eccomi incazzato come prima, cera la sanguisuga a cui ero andato contro un paio di giorni fa, quella a cui stavo x staccare la testa ma che si volatilizzata, vidi lo zio impallidire piu del solito, un ringhio mi sfugi dalla bocca e senti che anche a lui, un <oh porca...> mi fecce distrarre e poi quando girai la testa quello che laveva detto non cera piu, si era ancora volatilizzato

Ma allora si che la tenete voi ringhi la zia Bella e voleva sicuramente saltare al collo a qualcuno ma papa la ferm, e chi tiene me? Sembravo uscito dal manicomio ma ogni parola mi faceva scattare, ogni gesto, e a quanto pareva quei due erano i....gregari che ne so dei volturi dei miei stivali Edward, hai visto i miei pensieri, io non tengo tua figlia disse quel tale Aro quasi annoiato? Ah ti da noia? Beh e io ti do due cazzoti Voglio Nessie indietro e la voglio A.D.E.S.S.O ringhiai e nessuno mi ferm, di paura non si poteva parlare, e presi per il mantello il tale Aro non so nemmeno io come e lo inchiodai al muro piu vicino. Sentivo intorno a me le voci spaventate degli altri e i ringhi di papa, ma non mimportava niente, vedevo rosso davanti agli occhi, anzi, una sanguisuga che mi guardava calma e tranquilla mentre le mie dita affondavano nel suo collo Will mi url la mamma, <scusa mamma la prima volta che non mimporta> Dov Nessie? sibillai mentre stringevo la presa sulla sanguisuga che sembrava quasi senza aria, ma se non sbaglio loro non devono respirare Caro mutaforma, non ho io la tua dolce met, anche se te la prendi con me non risolvi niente ma parla come mangi no? <caro mutaforma> Mutaforma dici a tua madre, io sono un licantropo ringhiai E allora perche i tuoi due ....che cavolo sono, sono scappati cosi, prima nel vederci? e non volevo metterlo giu, avevo anche intenzione di morderlo, peccato che non ero trasformato in lupo, da umano morderlo, bleah che schifo, mi chiedo come mai nessuno interveniva, ma forse era lo zio Jasper, e perche la biondina non mi faceva male? Forse cera la zia Bella, e cosi mi rendevo conto che loro x me cerano sempre e io gli mettevo sempre nei guai Non preocuparti giovane muta..ehm licantropo, i tuoi non sono nei guai mi disse quasi ironico? Grr unaltra sanguisuga leggipensieri Gia che sopporto appena lo zio, ma a te non permetto di entrarmi in testa chiaro? ringhiai e sentivo il sottofondo i ringhi di papa che non so come diamine stava fermo, e non volevo manco guardare, ero impegnato a soffocare il bastardo che avevo davanti quando mi passarono davanti mille immagini e sentimenti, rabbia, paura, tristezza, dolore, posti che gli vedevo come sfreciandomi accanto, un uomo insieme ad una donna che non si vedeva la faccia ma che era lunica che poteva farmelo vedere, conversazioni, paure, confusione, una porta che si apre, buio, un corpo sanguinante a terra, un busta, un castello, immagini confuse, senza senzo, la sensazione delle lacrime sul viso, il dolore mi spezzava il cuore, la paura mi faceva immobilizzare, i pensieri confusi con solo limmagine del ragazzo sanguinante a terra mi feccero immobilizzare, non avevo piu la cognizione del tempo, ne dello spazio, mi sentivo vuoto, mi sentivo volare, in senso negativo, non sentivo piu rumori, odori, nemmeno il mio sapore in bocca, ma qualcosa mi fecce ritornare alla normalit, mi sembrarono anni, ma finalmente riuscivo a sentire il mio corpo quando senti lei, parlare con lui, mentre si accarezzava la pancia, piangendo, una sanguisuga che vuole avere un figlio, e il senso di colpa. Scattai in piedi ma vedevo ancora il pavimento, mi guardai spaesato attorno e notai tutti gli altri adossati il muro, tranne quel Aro che aveva ancora il suo ghiacciolo sulla mia fronte e lo zio Edward, potevo muovere solo la testa, e non capi perche, fino a quando non mi alzai, e certo, ero a 4 zampe, anche acucciato, anzi, steso per terra <nessie ma dove diavolo sei?> Io quel posto lo conosco mi disse la sanguisuga. Ah beh certo che lo conosci, quel bastardo sei tu?

No, calmati, vuoi capire che io non sono vostro nemico? durante tutto questo pomeriggio che sei stato incosciente ho letto continuamente la tua mente, so dove si trova mi disse, e guardai i suoi occhi rosso fuoco, mi sembravano maledettamente sinceri per uno come lui, aspetta, un pomeriggio? Io mi ero rincoglionito un intero pomeriggio mentre Nessie stava cosi male? La vedevo come soffriva e me ne stavo senza fare niente? Will, impossibile senti un sussurro da dietro e finalmente mi girai per guardare gli altri in faccia, dovevo alzare la testa ma che...ah ero ancora trasformato, erano tutti ancora attaccati al muro, solo lo zio che si teneva la testa fra le mani <cose impossibile?> mi usci un ringhio? Uffa perche non mi riccordavo di essere a 4 zampe? Will, se Nessie fosse li, dove lhai vista tu...non la sentiresti, ...quello che hai visto e cio che vuoi che succeda mi disse dolorante cosa? Ma sei cretino? E scusa le parole zio ma mica mi immagino uno morto e una sanguisuga che vuole un figlio, mica sono cosi masochista, e mica sono pazzo, non mi seguirai? Bene. Stacco la testa alla sanguisuga che continua a toccarmi e lo obligo a portarmici Will, impossibile, stavi sognando, non vero niente le sue parole mi facevano male. Perche non poteva avere fiduccia in me? Ok non ne avevo nemmeno io tanta pero non poteva essere tutto frutto della mia fantasia,ok bene, sono nudo, me ne frega, mi trasformo, tanto pure i vampiri hanno le palle, e intendo in senso fisico non letterale, devo riccordarmi come si fa, tremo, ringhio, e sono in piedi Ok, io ho sempre seguito i sogni, e se tu, proprio TU che sei suo padre vuoi mettermi i bastoni fra le ruote, non ci riuscirai gli ringhiai adosso Mi hai deluso e ma chi diavolo mi interrompe? Mi giro ringhiando ed ecco Aro contro quello biondo a beh come se mimportasse Ma...io non sapevo niente disse lui freddo, ah certo, il suo nome...ma allora era lui in bastardo? Ah bene Will, rimaniamo noi qui, tu vai mi disse lo zio Emmett, sentivo ladrenalina scorrermi nelle vene ma mi sentivo stupido, succedeva tutto, non so, normalmente, ero calmo, una situazione normale, anzi no, non ero calmo, era lesterno che era calmo, nessuno contro il biondino, laltro che gli diceva mi hai deluso mi facevano schifo davvero, pero io non me la sentivo di fare niente, volevo solo andarmene a cercare Nessie, fregandomene che suo propio padre non lo voleva Ok, dove si trova? chiesi ringhiano da quello che lo sapeva E in Transilvania mi disse ehm aspetta, trans...trans...ehm Transilvania..dovera? ma non eravamo lontani, correndo da lupo il meno di un giorni sarei da lei Io non centro fredda la sanguisuga bionda, ah si? Non farmi arrabbiare, ma non ti tocco, ho qualcosa di meglio da fare La trover dissi sicuro di me mentre buttavo a terra la porta x uscire e iniziare a correre, non mimportava se qualcuno mi vedeva, non sapevo dove potevo trovarla, si stava spostando, perche ancora un un angolino della mia mente, sussurrati sentivo i suoi pensieri. Parti da solo, a razzo, e non mi fermai nemmeno quando senti le voci dietro di me, e una fredda che diceva qualcosa tipo per tutto quello che vi ho fatto vi aiuter VOGLIO TORNARE A CASA (Nessie)

Dovevo continuare a correre, pero non ce la facevo, ero a pezzi, mi facevano male le gambe, avevo il fiattone, non riuscivo a respirare, e soprattutto cera anche il piccolo che continava a calciare, sicuramente correndo gli facevo del male, ma dovevo farlo, dovevo scappare, per il bene di entrambi, pero continuando a scappare in quelle condizioni mettevo entrambi in pericolo comunque, dovevo anche cacciare, mi sentivo dannatamente debole, meno male che da quando ero scapata ero corsa solo nei boschi, non me ne ero accorta prima della per colpa della concentrazione, pero cera odore di alce, puzzolente, ma in quel momento aveva lodore migliore che avevo mai sentito in vita mia (William a parte), chiusi gli occhi e cosi senza vedere quasi niente mi scagliai contro la fonte dellodore mentre continuavo ad urlare i miei pensieri, lo facevo perche mi faceva sentire meglio, e perche speravo che Will lo sentisse, anche se era dallaltra parte del mondo, pero sapevo che era impossibile. Prosciugai lalce puzzolente in 5 minuti che mi sembrarono niente, non avevo mai bevuto cosi tanto sangue, pero sentivo di avere ancora fame, e ci credo, non ero da sola, afilai lolfato, ludito, e balzai ancora allattaco, mentre mi mandavo a quel paese da sola, perche sono cosi calma e tranquilla? Perche cosi fredda e ragionevole, non riesco a capacitarmi, dovrei tirarmi i capelli, urlare, sclerare ma niente, a volte mi dispiace di non essere una semplice umana, o almeno un lupo per trasformarmi, oppure un vampiro, almeno sarei sempre fredda, ma questa mescolanza, poi pure il bimbo che mi sconvolge con la natura, non sono piu mezzo e mezzo, non sono piu una semplice mezzosangue, ma una mezzosangue che porta in grembo il figlio di un licantropo, mica male. Quando fini di fare quei pensieri stupidi finalmente fini di mangiare e mi sedetti per terra mentre mi accarezzavo la pancia, avevo paura, ma un momento cosi non me lo levava nessuno. Mi eclissai ripensando a Vali mentre i sensi di colpa tornavano a galla, mi addormentai, e quando mi svegliai era buio, e non ero proprio da sola

46-ASPETTAMI AMORE, ADESSO VERAMENTE STO ARRIVANDO, E TI RIPORTERO A CASA SANA E SALVA Continuavo a correre pero...senza un meta, mi sembrava di correre da ore invece correvo da due minuti ed ero in centro citt con tutti gli altri quileute che mi seguivano. Dove era rimasta la sanguisuga puzzolente? William diamine fermati sentivo mio padre che mi ringhiava dietro, aveva usato quel doppio timbro che usavo io a volte, uffa sta roba del padre che usava la voce alfa quando voleva rompeva un po, non potevo non fermarmi, mi girai e lo guardai Sai che i vamp....loro non possono correre sotto il sole, fermati e andiamo, se vuoi correre fallo pure, noi ci andiamo con laereo disse e si gir insieme agli altri, sono Mirabel rimase a guardarmi Dai rompiscattole muoviti, vuoi impiegare una settimana a 4 zampe che due ore

sullaereo dei Cullen? Dai muoviti Will, Nessie ti sta aspettando disse mentre mi veniva vicino e mi spingeva, ok lei si che sapeva convincere, la presi per mano e iniziai a correre seguendo papa Finalmente senti dire Aro, ohi, iniziava a piacermi quel tipo sul serio, vidi che eravamo solo noi llicantropi, lui, la zia Bella e lo zio Edward, gli altri erano sicuramente rimasti al castello con laltro ah behe, spero che lo arrangino per benino quel brutto bastardo, vabbe non mimportava, cio che mimportava era raggiungere Nessie al piu presto, cosi che Sali sullaereo ancora tendendo la mano di Mirabel, e come allarrivo mi abbracci sulla sedia, pero vedevo lo zio, e solo in quel momento ci pensai. Non diceva che era un sogno? Non diceva che ero pazzo? E allora che cavolo ci faceva sullaereo? Ma perche non ti butti quando siamo in volo? Tanto non ti fai male, se sono pazzo allora vado da solo in contro al mottivo della mia pazzia, e non commentare i miei pensieri, mi faresti incazzare ancora di piu. E continuavo a dire brutte parole, e lo sentivo sbuffare e fai quello che ti pare ma vedrai che ho ragione io, non sono pazzo, o anche se lo fossi, tua figlia, dovresti cercarla a qualunque costo ma no, tu mi prendi per pazzo, bene e allora perche non sei restato li? Perche devi farmi incavolare? Ahi, Will mi stai...facendo....male senti vicino e mi resi conto che abbraciavo Mirabel cosi forte da strangolarla Scusami dissi schizzando dallaltra parte della sedia incrocciando le braccia, ma che razza di persona ero io? Ehi ehi tranquillo, a cosa stavi pensando? Vieni qui disse mentre si avvicinava a me Mi stava mandando contro tutti i santi, mi mandava a quel paese e ancora qualcosaltro che da lui non mi sarei mai aspettato disse...Edward Smettila di entrarmi nella testa, e dimmi che non ho ragione, prima mi dai del pazzo e poi mi segui nel cercare Nessie, che mi ero sognato, non ti capisco ringhiai mentre gli altri mi guardarono, dai loro sguardi mi sembrava che fossero tutti daccordo con lui, mi sentivo come un pesce fuor dacqua, ma allora non avevo nessuno vicino? Proprio nessuno? Ah bene, allora tutti la pensate cosi, sono felice, vi ringrazio, perche non vi butate quando siamo in volo? chiesi acido, mi dispiaque, cera anche papa e la mamma, ma anche loro erano scettici, bene, e pure Mirabel, mi stava vicino ma mi prendeva per pazzo Ti sbagli Will, non dare la colpa a chi non ce lha eh? A bene due per me, il resto per te, spero che sei contento No Will, non lo sono, ma dura credere a quello che ho visto, impossibile che tu riesca a sentire Nessie, impossibile capisci? Non puo essere, tutto quello che hai visto, Will, sappiamo tutti e due che hai una fantasia unica, puo darsi che ti sia sognato tutto disse dolorante Esatto, lhai detto tu, puo darsi, quindi non detto che me lo sono sognato, quindi o stai zitto o ti butti dissi quasi ringhiando Zio dissi lultima parola con un filo di acidit, in fondo mi dispiaceva parlargli cosi, ma....non mimportava piu di tanto in quel momento. Mi alzai di scatto, uscendo dal posto, facendo atenzione a Mirabel Noi due dobbiamo parlare dissi quasi ringhiando alla sanguisuga coi capelli neri, era stata lei a dirmi che sapeva dovera quel posto Se non trovo Nessie dove andiamo, e se scopro che dietro a questo casino sei tu ti stacco la testa, ancora non lo faccio perche mi servi per trovarla dissi serio mentre Aro era appogiato alla porta senza via di scampo

Senti, la prima volta in vita mia che parlo con un muta...ehm, licantropo, ed la prima volta in vita mia che non mento, io devo tanto a Carlisle anche se non lho riconosco, e se posso fare qualcosa lo faccio volentieri, perche non posso ancora perdonarmi perche volevo uccidere la tua....fidanzata, ed io non centro, so che nessuno mi crede, ma io non ho colpe, e non sto facendo questo per perdonarmi di qualcosa ok? ma come si permetteva parlarmi cosi? cioe...era maledettamente calmo mentre parlava, con degli sinceri che cavolo, mi faceva arrabbiare dismisura Will, tranquilizzati senti la mano di papa sulla spalla, e il senso di colpa per quello che avevo detto prima rifferendomi a tutti, e lui che mi stava ancora vicino, ma non mi credeva, nemmeno lui, ma mi era impossibile essere arrabbiato con lui, non ne avevo la forza, volevo solo rifuggiarmi tra le sue braccia come quando stavo male Vieni qui sospir e mi tir a se stringendomi forte Will, non ho mai pensato che stessi farneticando mi disse mentre mi accarezzava sulla schiena, ma aspetta? Lui mi crede? E io gli ho detto di buttarsi dallaereo? Ma allora sono davvero cogl**ne Papa... Ehi, calma, lo so che sei preocupato e nervoso, ma riccorda che ce anche la mamma, anche se adesso sta dallaltra parte dellaereo, ha voluto lasciarci da soli, come sempre e mi sorrise mentre si siede per terra con me in braccio, ero alto e grosso quanto lui, ma mi teneva ancora sulle gambe Will, io non ho ancora capito...cosa dici di aver visto? mi chiese, ecco e mi sento ancora peggio e ancora piu idiota, avevo parlato male a lui e agli altri e non sapevano nemmeno di cosa stavamo parlando io e lo zio, cosi che gli raccontai tutto quello che mi pass davanti agli occhi mentre ero ancora nel castello delle sanguisughe, lo senti irrigidirsi, ringhiare piano, tremare, ma alla fine si calm Ok, hai fantasia, ma impossibile che questa sia una tua invenzione Will, se cosi la troveremmo e mi abbraccia ancora, e mi sciolgo, papa con me, e io avevo dubitato Ehi scemotto, e noi? senti la voce di mia sorella che con un sorriso grandissimo si siede in quellangolino vicino a me e papa, seguita dalla mamma, e mi sento se possibile ancora peggio mentre la mamma mi bacia sulla fronte e lei mi stringe la mano, la sanguisuga con la qualle parlavo se ne era andata lasciandoci da soli, mi riccordava quella sera di natale quando decidemmo di stare per tutta la sera abbracciati a farci le coccole, io con mia sorella, papa e la mamma...senza superare il limite, tutti insieme, era uguale, solo che in quel momento, moltissimi anni fa, il mio cuore non era frantumato come la sabbia di una clessidra, che continuava a scendere, allontanandomi sempre di piu dallacqua che gli avrebbe rimessi insieme, oppure mi avvicinava solo che lo volevo cosi tanto da non riuscire a capirlo. Non so quanto tempo pass fino ad accorgermi che ero in lacrime, ero un bamboccio, non facevo altro che piangere, ma non riuscivo a contenermi, cosi facendo mi perdevo sempre di piu, non sapevo neanche quanto tempo ero stato lontano da Nessie, ne da quando ero sullaereo, ne da quando mi trovavo in un bel prato insieme a lei e ad un piccolo cuccioloto che ci correva intorno Will, Will tesoro amore mio, mi accarezza e mi chiama tesoro, amore quanto ti amo Will, alzati ma dove vuoi che mi alzi? Sto cosi bene qui insieme a te e la abbraccio Will svegliati, more mi dispiace interrompere i tuoi sogni, ma siamo arrivati al sentire le parole salto come una molla, allora era solo un sogno? lo zio che mi guarda male, ehi ma che vuoi? mo non ho il diritto di sognarmi la mia donna? E mica era uno di que sogni ehm ok lasciamo perdere, gli altri si fanno i cavoli loro, solo mia sorella che mi

accarezza, oh, era stata lei a svegliarmi, papa mi guarda serio, e iniziamo a scendere dallaereo, guidato da mia sorella IL TEMPO E PASSATO, PASSA E PASSERA. O NE E GIA PASSATO TROPPO? (Nessie) Era buio, cerano tanti rumori, avevo troppo caldo, qualcosa si avvicinava, il cespuglio si muoveva, e finalmente lo vidi, tutto nero e nonostante questo riuscivo a vederlo nel buio della notte grazie alla macchia bianca come la neve che aveva in fronte e in quel momento sembrava scintillare, era il mio lupo, e viene da me e si accuccia, e sembra quasi che stia facendo le fusa, e si trasforma, e ho il mio uomo, come la bravissima madre natura lha fatto, e se possibile ho ancora piu caldo, e dietro di lui vedo unaltro lupetto correre, un cucciolo, e non noto il pelo, ma gli occhi, i miei, quegli occhi che avevo ancora visto, in un sogno credo, e mi riccordo, il ragazzino che mi diceva di scappare, che mi chiamava mamma, e mi sento il petto in fiamme, la testa mi fa male, gli vedo svanire Non andate, rimanete qui, non lasciatemi da sola, Will, Will non lasciarmi ti prego, ti prego, sei sparito, dove sei? Freddo, sento freddo ma sto brucciando, caldo e freddo insieme, e non so dire qualle il piu forte, mi sento ghiacciare mentre mi sciolgo come cera al sole, il freddo si sposta, prima sul petto, poi soprattutto sulle mani, sulla fronte, sul viso, sulle palpebre, e provo ad alzarle, e davanti a me ce un vecchio, segnato dalle rughe, con uno sguardo preocupato, che mi spaventa, e non mi sento piu, sono imobilizzata al letto, anzi, sono per terra, sento lerba che mi solettica ma non riesco a sentire il resto del mio corpo, sto in bilico tra la voglia di continuare a volare, la paura di cadere, e la voglia di urlare, ma non ci riesco, e tremo, continuo a tremare, e non solo il freddo, ma la rabbia e limpotenza, la paura per luomo che mi davanti, e provo a parlare ma non ci riesco, e lui mi risponde in una lingua strana, ma che lingua si parlava li? Anzi, dovero? Ero ancora nello stesso paese? Nella stessa citt? la paura della solitudine si fa sempre piu intensa mentre quel vecchio continua a passarmi uno straccio sulla fronte Dove sono? chiedo e non mi ricconosco la voce, il petto mi fa male mentre respiro, ugualmente il ventre, ma possibile che mi sia gia suonata lora? Sapevo che io continuavo a crescere, anche se ero x sempre nel corpo di una 18enne, pero forse dentro invecchiavo, avevo paura, non volevo lasciare nessuno, e gli volevo con me, continuavo a fissare luomo che pero fissava il vuoto, non riusciva a capirmi, provai con lo spagnolo e il francese, studiate a scuola, e a casa per obligo di papa, litaliano ma neanche, non sapevo altra lingua, dovevo rimanere li, in quel modo che non conoscevo, da sola con mille paure e nessuno accanto Nonostante la paura e il dolore, chiusi gli occhi, e lasciai vagare i riccordi, i momenti belli passati nella mia vita, poteva essere unimpressione sciocca, ma ero sicura che non ce lavrei fatta, il sogno, mi aveva gia avertita, -ce la far in parte- quindi costretta ad una vita cosi? Decisi di non pensarci, almeno mentre riccordavo dovevo tenere lontana la paura e il pessimismo. Mi addormentai davvero, non so per quanto, e quando mi svegliai, intorno a me cera solo trambusto, e una voce che sovvrastava tutte le alter

47-FINALMENTE CI AVVICINIAMO (Will) 1 parte Eravamo appena scesi dallaereo, lo zio stranamente si teneva per mano con Aro, che giuro, che se mi avesse portato da Nessie glielavrei anche baciata, e poi capi che cosi comunicavano solo col pensiero, e che cavolo, anche io voglio leggere nel pensiero o fare qualcosa, ma mi limitavo a stare zitto mentre tenevo per mano Sarah, camminando dietro a mamma e papa che erano nella setssa posizione. Erano tutti a coppie, mancavano solo lo zio Emmett con la zia Rose, il nonno Carlisle, Mark, e unaltro po, Emily e la nonna Esme erano rimaste a casa, boh che ne so io perche, forse per aspettare in caso che Nessie sarebbe tornata li Allora, dove quel posto? chiesi a voce alta affinch Aro mi sentisse Non molto vicino, dobbiamo camminare normalmente fino ad entrare nel bosco, poi possiamo usare la nostra velocit, non vogliamo farci scoprire disse calmo, beati loro che hanno il sangue freddo, io stavo bollendo letteralmente, ma sapevano almeno dove dovevamo andare per cercare? Mi spiegate come fatte a sapere dove andare? Voglio dire, andiamo a cieca, potrebbe anche essersene andata da quel posto chiese mia sorella, mi conosceva benissimo, sapeva sempre cosa pensavo, come in quel momento Io la vedo disse la zia, la vede a beh e cosa vuol dire che la vede? No aspetta, la zia non puo vedere Nessie, come non puo vedere noi Zia, cosa vuol dire...la VEDI? iniziavo a scaldarmi, lei si gir e mi guard male, pero...aveva lo sguardo spento, la rabbia che avrebbe dovuto fulminarmi mi fecce solo sentire piccolo piccolo, e non sapevo il mottivo Si Will, la vedo, e credimi, non sei piu sorpreso di me mi url e non mi stava sgridando, era quasi un urlo isterico, spaventato, che mi fecce rizzare i capelli, pero anche irritare un po, mottivo stupido, ma lei riusciva a vederla e io no, avrei datto qualsiasi cosa per poterla vedere almeno un secondo. Dovera? Cosa faceva? stava bene? Uffa Will, non la vede chiaro, vede solo il suo viso, tranquillo, nientaltro, non la vede bene, ed gia abbastanza strano che la vede, comunque non manca molto fino alla foresta, poi possiamo correre a trovarla disse lo zio mentre la zia Bella gli era andata vicino per mettergli la mano attorno alla vita, anche io volevo qualcuno in quel momento che mi tenesse cosi, ma ce lavevo, solo che ero egoista, volevo di piu, volevo lei, lei e nessunaltra, la mia aria, il mio sole, la mia vita Ehi Will, che ce da tremare? La troveremmo senti la voce di mia sorella, non mi ero reso conto che stavo tremando, non ero arrabbiato Ragazzi, eccoci, andiamo senti la voce di Aro e piu che correre mi fermai di botto, ok ci avviciniamo, siamo vicini, fra un po..ma cosi diretto no, il mio cuore non puo sopportare cosi tanto, pero non posso essere cosi pappamolle, devo svegliarmi e andare, e mi metto a correre e arrivo in testa al gruppo, ok corro un po tropo veloce, ma avevo il cuore che in confronto alle mie gambe volava Ehi fermati Will, non sai dove andare, vuoi smetterla? La ritroveremmo mi disse lo zio e bastarono quelle parole per farmi scattare TU, non. Devi dirmi che. la ritroveremmo ringhiai mentre corsi dallo zio portando il

mio volto ad un niente dal suo Mi hai preso per pazzo, stavo solo sognando, non dirmi che la ritroveremmo anzi, sto ancora sognando, o stai zitto o ti azzano il culo, e non dirmi che non si parla cosi, me ne frego che sei mio zio, non ci credevi? Bene. Adesso ci credi? Allora non farlo ok, era una frase senza senso, pero avevo perso il controllo, lo avevo gia preso per la camiccia mentre gli ringhiavo ad un niente del suo volto, sofferente, sapevo benissimo che ero troppo duro con lui, ma non potevo fare altrimenti prima di da del pazzo, poi mi dice i tuoi sogni si avereranno Will... e basta fare quella faccia da cane bastonato Will niente, e farai meglio a non provocarmi piu, non vorrei davvero...p..p perdere il...il controllo dissi, balbettando perche una serie dimmagini mi invasero la mente, erano tranquille, ma come quelle che avevo avuto io sullaereo, io e lei, un cucciolo, tutti e tre, insieme, e che ci amiamo, e sento una fita al cuore, e non solo, riesco a sentire lei, riesco a capire che per la prima volta andando anche contro tutti ho fatto qualcosa di buono, Nessie non era lontana, non poteva essere la mia immaginazione. Non credo era mai successo a qualcuno, ma per la troppa eccitazione mi trasformai e iniziai a seguire la scia dei miei pensieri, non sentivo il suo odore, correvo dove mi portava il sesto senso oppure quello che era, e fecci sentire chiaramente ad Edward, che se non ci credeva poteva restarsene li, non mi ero mai comportato cosi, ma ero capace di fargli del male. <will, cose successo?> senti la voce di mio padre, ah si, lui non lo sapeva, cosi che senza dire niente fecci vedere a lui e agli altri I miei pensieri <se pure voi mi prendete per pazzo fareste meglio a rimanere con lo zio> dissi notando che si era fermato veramente, CODARDO gli urlai col pensieri <will, non codardo, ha solo paura di illudersi troppo> disse papa, ah illudersi, quindi anche lui in fondo pensavo che raccontassi balle, ah bene, grazie papa. Smisi di pensare, e non ascoltavo nemmeno lui, iniziai a correre piu veloce, non mimportava quello che pensavano gli altri, anche se ero da solo mi andava bene, lunica cosa importante e che avrei visto Nessie. Corsi per un bel po, pero la stanchezza non si sentiva quanto la paura di trovarla male, o la paura di non trovarla, che maledetta, si era impossesata pure di me, fecci un bel respito per sbuffare, e mi senti il naso in fiamme, il cuore galoppare e la testa che mi girava come una trottola, era il suo odore, debole ma cera. Mi fermai di botto per poi riprendere a correre, non sapevo se mi seguivano, se erano davanti o vicino a me, sapevo solo che la mia vita mi stava chiamando, che il mio pezzo mancante mi attirava a se piu della gravita che mi teneva le gambe incollate a terra. Dopo aver perso ancora la cognizione del tempo mi ritrovai davanti ad una capanna, dove il suo odore era piu forte, mi scannai contro la porta aprendola, e mi si ferm il cuore, immobile, su un letto, era lei, era Nessie, con lo sguardo perso nel mio come la prima volta, ma diversa, complettamente diversa

FINALMENTE INSIEME (Nessie) Aprire gli occhi e ritrovarmelo davanti, a 4 zampe, che nel buio della notte, e con solo la luce fiocca che dovevo ancora capire da dove venisse, lo riconoscevo grazie alla macchia che brillava sulla sua fronte, era impossibile, stavo ancora sognando, come prima, io ero

lontana da lui, non mi avrebbe mai ritrovato, Will, quanto mi piacerebbe che tu vedessi come mi sento solo vederti nei miei sogni e in queste condizioni in cui persino la morte la chiederei in ginocchio se non fosse che ce qualcosa che amo piu di quando amo me stessa, qualcosa che sta crescendo insieme a me, e dentro di me. La tua visione e cosi nitida, e metti la testa di lato mentre avanzi verso di me, e quando vorrei poterti prendere e mettere le mani nella tua peliccia, ma solo un sogno, non potr mai piu sentire il suo pelo caldo tra le mie mani, non potr mai sentirti fra le mie braccia, non potr mai sentirmi al caldo, ma tu continui ad avanzare verso di me, fammi almeno immaginare di toccarti unaltra volta, non chiedo altro, solo lillusione di averti vicino anche solo per un secondo, si cosi, vieni vicino a me, almeno nei sogni posso averti accanto, non privarmi del sentirti vicino. Avanza ancora, maledettamente piano, e mi ritrovo col suo muso bollente ad un niente dal mio viso, e mi sento la spina dorsale in fiamme, chiudo gli occhi, e mi risveglio per la scia umida che corre sul mio viso, apro gli occhi e i suoi sono nei miei, e ancora li e non da segni di volersene andare, e sono quel sogno e quel gesto da lupo, che mi aveva leccato la faccia mi fecce morire per un secondo Will, quanto ti vorrei insieme a me, qui, dove non so neanche dove mi trovo, cosa starai facendo tutto solo senza di me? Mi starai cercando oppure mi hai gia dimenticata? Se ritorner..ti trover ancora ad aspettarmi oppure il mondo sar gia cambiato come se io non ne facess parte? Ti ho cercato Ness, e finalmente ti ho trovato e sento la sua voce vicino a me, e al posto del lupo ce lui, il suo viso ad un millimetro dal mio, e la sua mano che mi tocca, prima sul viso e poi sul ventre e se prima sognavo adesso sono sicura di essere morta davvero, troppo vera la sensazione che ho per essere un sogno Non stai sognando amore mio, io sono qui, ti ho trovata, e non mi scapperai unaltra volta e la sua voce trema, e mi abbraccia e sento la sue bella bollente sulla mia, e ho voglia di sentirlo ancora di piu, e lo abbraccio a mia volta, in una maniera strana mentre affondo il viso nel suo collo bollente, e so che mi pentir quando sar veramente sveglia, anche se tutto troppo reale. E gira la testa, e scioglie labbraccio, no, non te ne andare, ma non se ne va, si gira soltanto e sento i suoi baci sul collo, e sul viso, e sono veloci, ma mi sento in paradiso, e infine posa le labbra bollenti sulle mie, e si modelano subito, come sempre, come in quel primo bacio che non dimenticher mai, oh Will, non hai idea di quanto ti amo Si che lo so piccola, sei tu che non hai idea di quanto ti amocome posso dimostrarti che non stai dormendo? E che sono veramente qui con te? Ness, non stai sognando cosa? Non...non sto sognando? Ma... impossibile, mi guardo intorno mentre lui continua a stringermi a se, e vedo la stanza in cui prima il vecchietto mi stava pulendo il sudore dalla fronte, ma allora...davvero non un sogno? Will riesco a dire e mi sento la voce, molto strana, non la mia, lo vedo sciogliere labbraccio e mi fissa negli occhi, e dio quanto mi erano mancati i suoi occhi, lo vedo sorridere e mi rendo conto che prima rispondeva a tutte le mie domande, ma non avevo parlato Ness, io riesco a sentirti, mi stai facendo sentire i tuoi pensieri, cosi che sono riuscito a trovarti mi dice e sono immobile, quindi tutto quello che io avevo detto lha sentito? Ma non mimportava, sapeva quando lo amavo, piu lo guardavo e piu notavo che cambiava espressione, mi preocupava Will...che...che succede? lui non mi tocca piu, e in piedi immobile davanti a me con lo

sguardo sofferente, e io ho caldo, ho ancora terribilmente caldo anche se lui non mi tocca piu Will ma dove diavolo sei andato? Will sento altre voci provenire da fuori, e una che riconoscerei fra altre mille, lo zio Jake, poi tanti rumori e gli vedo, non era da solo, ma allora veramente non sto sognando? Ed entrano tutti, e vedo papa e la mamma che si bloccano davanti a me, che mi guardano speranzosi e poi la mamma affonda il viso nel petto di papa mentre Will mi lascia da sola e si fionda tra le braccia dello zio Jake, e mi sento sola, ma cosho? Perche mi guardano tutti cosi? cosho fatto di male? Will perche non vuoi piu starmi vicino? Lo penso, e mi guarda, e vedo il dolore sul suo volto e continuo a non capire, ma poi lascia lo zio e si ingincocia davanti al mio letto cioe..al posto dovero stesa Ness...che ti successo? mi chiede mentre lo sento tirare la coperta che era sotto, la stringeva, ma cosavevo? Avevo solo molto caldo, ma anche freddo, andava e veniva, e niente, stavo bene, poi unaltro rumore ed ecco il vecchietto di prima, lo guardo e lui si spaventa con tutti quei colossi li, ma non scappa, continua a venire verso di me con la bacinella e lo straccio che aveva in mano Will gli ringhia contro ma lui non si sposta anzi, si siede sul letto e bagna il straccio e poi me lo passa sulla fronte, era acqua, e fredda perche ragellai, ma subito dopo mi senti bollire e avevo caldo, e vedo la stanza che gira mentre Will mi stringe piu forte la mano, sento le voci intorno a me, e un forte dolore alla spina dorsale che mi fa contorcere sul letto

48-FINALMENTE INSIEME, MA UN LICANTROPO MUORE SE SI BUTTA DAVANTI AD UN TRENO? SE SI, PORTATE QUI IL TRENO, IL RESTO LO FACCIO DA SOLO Ero appena arrivato da lei, mi sembrava un sogno il primo momento che la vidi, ma divent un incubo un millesimo di secondo dopo quando la guardai meglio. Nessie, finalmente ti avevo trovato, non era piu la mia imaginazione, nonostante la voglia matta che si impossess di me gia da prima di incontrarla davvero non andai subito da lei per strittolarla come avevo immaginato, perche mi faceva paura Dovera sparito il suo rossore che le colorava sempre le guancie? Doverano sparite loro? Le sue guanciotte con le fossette che mi facevano scoppiare il cuore ogni volta? Doverano sparito lo scintillio dei suoi occhi? Ness che ti successo? Era stesa su un...letto se cosi si puo chiamare, con una coperta sporchissima adosso, la pelle lucida sotto la luce fiocca di una lampadina che stava appena appesa sul soffito, tutta sudata, piu pallida persino dei suoi genitori, con una montagna che spuntava da sotto la coperta. Nel rendermi conto cosera mancai un battito, il cuore aveva preso il volo, batteva allimpazzata, come le ali di un colibri o anche piu forte, inizia ad avvicinarmi a lei, ma anche solo starle vicino mi faceva paura, avevo paura di poterle farle del male anche solo respirandole lossigeno. Mi avvicinai fino a sfiorarla, avevo paura che romperla come il vetro, cosi era fragile, anzi, cosi era anche troppo, ma non ce la fecci a resistere, dopo che sotto forma di lupo, la ascoltati,e sent i suoi pensieri mi trasformai fregandomene di essere nudo e la abbracciai,

e senti che stringeva la presa su di me, rendendossene conto che non stava sognando Non stai sognando amore mio, io sono qui, ti ho trovata, e non mi scapperai unaltra volta dissi provando a sorridere, in fondo ero felicissimo di averla trovata, pero mi incup quando mentre la tenevo abbracciata sentivo il suo cuore battere appena mentre unaltro sembrava un uccellino pronto a spicare il volo, lo sentivo pulsare sul petto che sfiorava appena il suo ventre, tremavo dalla testa ai piedi ma non di rabbia, ma mi impotenza e di..felicit se si poteva chiamare cosi in quel momento. Come sempre..(cazzo ma anche in quel momento...che cogl**ne) mi eclissai mentre mi godevo il momento, sapevo che dovevo prenderla da li, dovevo portarla a casa, ma non ce la facevo nemmeno a sfiorarla come si deve, e mi svegliai solo quando senti entrare gli altri, tutti fermi sulla porta che la guardavano a bocca spalancata, vedevo mia sorella che si tratteneva dal piangere mentre lo zio e la zia se potessero avrebbero pianto e urlato, ma non potevano fare niente, avevano capito anche loro che Nessie non se ne era accorta di come stava, che era tutto loposto di quello che era prima di andarsene, avevo paura di spostarla anche solo soffiandole contro, e senza pensarci mi buttai tra le braccia di papa, non riuscivo a vederla in quello stato Perche mi guardano tutti cosi? cosho fatto di male? Will perche non vuoi piu starmi vicino? sento i suoi pensieri e mi sento uno stupido, come sempre ho pensato a stare bene io al sicuro tra le braccia di papa che stare insieme a lei, avevo paura che sparisse da un momento allaltro, lascio papa e vado da lei, mi butto vicino al letto ma non posso fare niente per lei, niente Ness...che ti successo? chiedo mentre soffoco un singhiozzo e le bacio la mano per poi guardarla sudata, sofferente mentre un vecchio si avvicina a noi con una bacinella dacqua. Inizio a ringhiargli contro ma mi rendo conto che ancora una volta, come sempre nella vita, che stavo sbagliando perche lui anche se visibilmente spaventato da tutti noi va da Nessie e inizia a bagnarla per pulirla dal sudore che aveva sulla fronte, non sapevo chi era ne cosa ci faceva li, pero voleva il bene di Nessie, e non potevo contestarlo. And avanti per un po, e nessuno spic parola, gli zii erano immobili abbracciati, con lo sguardo fisso su di lei, stavano bruciando dentro, anche se agli occhi di un umano non sembrava, gli unici a reagire eravamo noi licantropi, che stavamo visibilmente tremando, e che quasi rischiavamo la trasformazione quando sentimmo Nessie urlare, la sua voce che prima non si sentiva, che era debole e roca penetr e rimbomb le paretti della piccola capanna, e vidi il suo petto alzarsi e abbassarsi mentre inarcava la schiena Saltai dal posto e balzai a fianco di papa, che stava succedendo? Sta sa nasca, si risca (ho unamica che parla quella lingua...vorrebbe dire sta x partorire XP ndr) senti il vecchio di prima, ma che cavolo aveva detto? E che si poteva fare? io non ero capace neanche di respirare correttamente, non facevo altro che tremare immobile sul posto mentre lei si dimenava Will url il mio nome ma non sapevo cosa fare, vederla cosi sofferente, urlante mentre si dimenava su quel letto Ajutati-o (sempre quella lingua, vorrebbe dire aiutatela ndr ) ancora il vecchio, uffa ma un po dinglese non parli? Niente? Ha detto aiutatela senti dietro delle voci, e vidi altri due vampiri che non conoscevo,

con la pelle strana, e occhi rossi, sembravano ancora piu vecchi dei volturi, e sapevano la lingua del vecchio, e sti qua chi erano adesso Voi che ci fatte qui? ringhi lo zio e i due vampiri sembravano come fregarsene Edward, se non fosse per loro non capiresti cosha Nessie, arrivato il momento senti la voce di...del nonno? Ma non era in Italia con gli altri? Alice ha visto Nessie, lha vista benissimo, e sono venuti disse lo zio mentre il nonno prese una...seringa dalla borsa nera che aveva sempre con lui e calmava Nessie, non so cosa le aveva inietato, ma si era calmata, non urlava piu, pero no che tempo? No...non possibile, ok, sapevo che...due settimane ma....non erano passate due settimane, no, e...non poteva...era malata...Nessie Will la senti sussurare prima di sentire il suo respiro regolare ma il cuore velocissimo Nonno volevo pregarlo, volevo scongiurarlo, di salvarla, ma mi usci come un ringhi Will, mia nipote, far il possibile, anche se...non so quanto sia possibile disse e mi casc il mondo adosso, tremai e vidi gli altri che si allontanavano da me mentre uno dei nuovi vampiri sussurava qualcosa al vecchietto, senti la spina dorsale in fiamme, e mi ritrovai a 4 zampe, non era il momento, ma era lunico modo per poter sopportare meglio il dolore che mi frantumava il cuore riducendolo in sabbia. SE LA MORTE E COSI, PER QUALCUNALTRO...ALLORA PREFFERISCO MORIRE (Nessie) Avevo la schiena in fiamme, il ventre mi faceva male la gola pure, ma non riuscivo a smettere di urlare, non volevo farlo, avevo sempre sopportato il dolore, non capisco cosa mi stava succedendo. mentre continuavo a farlo, senti un nuovo odore, altri vampiri seguiti dallodore del nonno e della zia, non riusci a dire loro niente, gli sentivo e appena gli vedevo parlare ma non riuscivo a capire cosa stavano dicendo, vidi solo il nonno avvicinarsi a me, senti qualcosa sul braccio e il dolore lentamete svanire, cosi come i suoni attorno a me, non sentivo piu niente, ne odori, ne dolore, ne spostamenti daria, era come stare nel vuoto, come se stessi volando, o cadendo in un precipizio senza fondo, era bello, cosi avevo anche tempo per pensare a tutto, e a niente, ai bei momenti passati con Will, che finalmente mi aveva trovata ma che lho perso di nuovo, ma era brutto perche non avevo solo pensieri felici per la testa, non capito perche ero cosi, non capivo dovera andato Will, non capivo cosavevo di strano, perche mi guardavano tutti...strano, mi sentivo solo debole, ma niente di piu, e questa sensazione di volare mi dava alla testa, se prima mi sembrava bella, tranquilla, adesso mi faceva paura, perche non sapevo il perche, perche non riuscivo a sentire niente, nemmeno me stessa, che mi stava succedendo? Stai bene mamma senti e mi girai, ero nella foresta, vicino al fiumicino mio e di Will, dove abbiamo segnato il nostro amore, comera gia stato fatto in passato, da Alex e Jake, e il loro amore aveva durato, tanto, e durer ancora fino a quando la morte non li separer, quindi per leternit, uneternit per stare insieme alla persona che si ama, Will, ma...la voce? la stessa voce, il piccolo, quel piccolino con la pelle debano cosi simile alla sua, con quelli occhioni verdi smeraldo, e i capelli lunghi che gli incornicciavano i visetto a rotondo, il piccolo che mi chiama mamma, ma non ero ancora capace di capire perche mi chiamava mama, e stavo bene? Davvero? Ma che mi stava succedendo? perche non sapevo niente? Perche non ero capace di sentire niente allora? Perche non potevo

muovermi allora? Volevo andare da lui, ad abbracciarlo, a coccolarlo, ma non riuscivo a muovermi, le gambe non me le sentivo, come nessunaltra parte del corpo Stai bene, e staremmo bene entrambi, e saremmo insieme, tutti insieme, come lo vuoi tu e mi accarezza la guancia, non senti il tocco, ma solo lemozione, che era bellissima, oppure no, non riesco a capire, e voglio stringerlo a me, ma non posso, pero lo fa lui, si accoccola vicino alla mia pancia, si stringe piccolo piccolo e poi mi sorride dolce ma poi allimprovviso mi senti pericolosa per lui, non so perche, ma lui mi stringeva di piu, cavolo, maledetto senso del cavolo, non riuscivo a sentire le sue manine intorno a me, neanche lemozione, la percepivo forte, molto intensa, ma non sapevo se era felicit, desiderio, paura, era solo qualcosa di forte, non sopportavo avere quella incapacit nel sentire qualcosa, ma perche ero cosi? Mamma, ci vedremmo fra poco, ora devo andare si alzava da terra, si toglieva i vestitini che aveva adesso, fa un paio di passi, si allontana, e mi salutava con la manina, quella manina piccola del mio amore grande che chiss dovera e cosa faceva, e sorride, con quel sorriso che spontaneo chiamare Jacobico era il sorriso dello zio Jake, che poi divent di Will, e poi adesso che lha lui, e sento che mi scoppia il cuore, e poi che cessa di battere quando lui se ne va. No aspetta dove vai piccolo? provai a chiedere sapendo gia di non avere una risposta Vado mamma, ma ci vedremmo, non manca molto, e tutto finir, mi dispiace cosa? Mi diceva che lavrei visto? per cosa gli dispiaceva? Non volevo piccolo, cosa non volevi? No aspetta non andartene, ma gia si gira e corre, e un calore fortissimo mi invade la golla, e il collo, ma non come quando o sete, e diverso, piu intenso, bruccia di piu, e si espande sul resto del corpo. Ma che mi stava succedendo? stavo urlando ma non so se mi sentiva qualcuno, poi dopo qualcosa che mi sembrarono secondo cess, era stato un attimo e poi smise di farmi male, riuscivo a sentirmi di nuovo anche se...mi percepivo diversa, piu leggera, sentivo che potevo scattare dal letto da un momento allaltro, come una molla, sentivo che bastava un soffio esterno per scattare, ma ero davvero su un letto? non sentivo ne caldo ne freddo, ma solo migliaia di profumi nellaria, dolci, tutti simili fra loro, piacevoli e odori marini, selvaggi, di bosco, di...uomo, del MIO uomo, che era mischiato ad un altro odore, buonissimo, dolce e selvaggio allo stesso tempo, che dava limpressione di caldo e freddo insieme, che mi faceva venir vogia di toccare, di sentire, di andare piu vicina, ero curiosa, volevo sapare cosera quellodore, volevo vedere con i miei occhi la fonte del profumo piu deliziono sentito in vita mia oltre a quello di Will, cosi che finalmente contai fino a 10, fecci un bel respiro che mi riempi il naso di migliaia di odore, e apri gli occhi.

49-PER AVERLA ACCANTO A ME...ACCETTERO QUALSIASI COSA, LIMPORTANTE E AVERLA ACCANTO (Will) NONNO urlai quando vidi Nessie senza sensi, era immobile, sembrava morta, solo il respiro mi faceva capire che era ancora viva William, sta bene, sotto leffetto della morfina, Will, lho fatto anche a Jacob, o ti calmi, o vai fuori freddo, senza emozioni, ok ero solo preocupato che voleva da me?

Will, non scherza senti la mano di papa abbracciarmi Io stavo morendo fuori dalla porta quando siete nati voi due, mi ha mandato fuori Sam per tenermi con la forza, quindi meglio se fai il bravo, Nessie star bene e mi sciolgo tra le sue braccia, oh papa, e non ho la forza di dire niente Carlisle ringhia lo zio Edward e mi giro, vedo Carlisle con la testa fra le mani accanto a Renesmee, e mi manca un battito. Cosa cosa cosa cosa? Perche triste? Perche fa cosi? perche non le fa niente? Cosa le successo? Sta bane vero? William mi stai facendo impazzire sta bane, solo che... solo che cosa? Zio ma parla porca puzzola e che ca**o ma vuoi parlare? NONNO e mi impossibile non chiamarlo William, il bimbo, rischiano entrami Cosa rischiano? e sono col naso ad un palmo dal suo viso William e le braccia mi Sarah attorno a me che mi allontana, ma io non lo voglio, io voglio stare con lei, e voglio sapere cosa rischia, perche rischia? Will, calmati, ascoltami la zia Bella che mi accarezza il viso, e la stringo a me, ho voglia di essere consolato, e bastardo da parte mia mentre la mia piccola grrr rischia, ma lunico modo in cui posso stare tranquillo Will, so io perche rischia la zia, e la guardo sospetto Will, la stessa cosa successa a me con lei, il piccolo, si nutre del suo sangue, quindi sicuramente ha preso la parte vampiresca di Renesmee, non so se ci sono anche altri mottivi, ma questo cosi, e per questo che rischia, e lei troppo debole mi dice e mi accarezza la guancia per confortarmi, mentre so che lei muore dentro nel vedere sua figlia cosi Edward, la morfina in corso da un pezzo, dobbiamo tirarlo fuori, ti decidi? il nonno, no no cosa state decidendo? Carlisle, mia figlia non me la sento, sei medico, occupatene tu, io ho paura occuparsene di cosa? Cioe ho capito ma, ma perche lo chiedeva allo zio? Edward, appunto perche ho paura non so cosa fare, se non lo facciamo nascere rischiano entrambi, e se lo facciamo uscire...lui si salva ma Nessie....rischia e ingoia. E so cosa vuol dire quel rischia, e sono in ginocchio e piango perche non so cosa fare altro, non sono capace di fare qualcosaltro, quindi se non lo fa nascere li perdiamo entrambi? Quindi scelgono tra la vota di mio figlio e dellamore della vita non che sua madre? Non possono farlo William, non ce la faccio lo zio Edward, e dallaltra parte arriva e mi si fionda tra le braccia E mia figlia ma non me la sento di scegliere, perche la sua vita in pericolo in entrambi i casi, qui sei tu quello con piu diritti, decidi cosa fare Ma siete imbecilli salvate lei e url la prima cosa che mi passa x la testa, e tutti mi guardano, e me ne pento, ma so perche lho detto, non sono cosi stupido, insensibile, senza palle o come cacchio Non guardatemi cosi e sono in piedi pronto a scattare sul primo che prova a commentare Non sono stupido, di figli se ne possono avere quanti ca**o ci pare e sbuffai dalla rabbia, come se fosse la cosa piu normale del mondo William neanche noi siamo stupidi, se fosse stato cosi non ti avremmo detto di scegliere e tremo, e vedo tutto rosso, e mi sento preso alla spalle, e sento 8 braccia che

mi stringono, e il mondo mi casca adosso ancora una volta, quindi o salvo lei e rimaniamo solo noi due per sempre, oppure salvo lui ma...no e non posso pensare a questa possibilit, e non posso scegliere Carlisle, sei sicuro di non poter fare niente per lei facendo nascere il bimbo? papa ringhia, come non lavevo mai sentito prima, fa paura pure a me, ma perche non parla? E perche abbassa la testa? E che guarda in basso? CARLISLE e questo lo zio, e credo di aver capito cosa succede, e scappo dalla presa di non so chi e sono gia per terra col nonno sotto Non ne sei sicuro vero? anche se non lo vorrei le mie mani sono sul suo collo, e stringono pure W..Will, ti prego... Cosa cosa? Sono io che continuo a pregarti di salvarle la vita, e avrei voglia di spaccarti la faccia William, mia nipote, se non riesco a salvarla? e papa mi allontana da lui, e gli ringhio contro, scusa papa ma in questo momento sarei capace di staccarti la testa, e sulle prime non mi dispiacerebbe neanche ma poi soffrirei le pene dellinferno Se? SE? Carlisle, andando avanti con i se la loro situazione si agraver ancora di piu, il bimbo dovevi tirarlo fuori gia da un po, che cazzo aspetti per farlo? Te lo giuro, se capita qualcosa a uno di loro due la colpa sar tutta tua, e sar io a riccordartelo ogni santo giorno, LO GIURO William William un corno.. e vorrei continuare ma inizio a piangere ancora, ma di lacrime ce ne sono ancora? Salvala sospiro e vado vicino al letto x prenderle la mano, vorrei dire tante di quelle cose ma non sono capace. Ti prego Carlisle, salvala dico appena coi singhiozzi e poi tutto succede velocemente Carlisle si alza da terra, guarda Edward serio e mi allontana da Nessie, un rumore stridolo, come qualcosa che graffia il metallo, voglio avvicinarmi ma papa mi abbraccia da dietro, e vedo tutta la scena, ma come col ralentatore, Nessie piena di sangue ma col viso pacifico, Carlisle che spostava quel tipo di bisturi tagliando la pelle di Nessie, e mi rendevo conto che era quello il rumore di prima, avevo la schiena in fiame, le gambe che mi tremavano da farmi sentire peggio di quando si hanno le vertigine nel vedersi sulla cima di una torre, un suono come un strappo, e un urlo che nello stesso millesimo di secondo mi spavent, mi fecce odiarlo, mi fecce preocupare, pero al capire cosera mi fecce amarlo, mi fecce sentire come se fosse la cosa piu preziosa, che dovevo prottegere di piu al mondo, volevo andare li, volevo strapparlo dalle braccia di Carlisle, non aveva il diritto di toccarlo, non prima di me, non dopo che voleva ucciderlo. Will sospir sotto voce mentre si girava e mi faceva vedere ilcosino che aveva fra le braccia, mi sarei aspettato un sorriso, uno sguardo felice, ma capi cosa stava succedendo perche vidi Bella chinata su Renesmee con la sofferenza negli occhi No avrei voluto urlare, ma non ne avevo la forza, avrei voluto piangere ma sembrava che i rubinetti fossero chiusi, mi stavo fondendo il cervello mentre riuscivo a sentire il suo cuore battere sempre meglio, e i singhiozzi di Bella dicendo che non ce lavrebbe fatto, doveva esserci qualcosa, qualunque cosa che si poteva fare e continuavo a guarda la ziae riccordare la sua storiatutta non riuscivo a pensare, era la bocca a parlare per me Zio, fallo urlai ad Edward che sicuramente sentiva i miei pensieri

William non posso farlonon sai cosa stai dicendo Will che succede? ignorai la domanda di papa Zio, fallo, vuoi veramente perderla? Vuoi perdere tuta figlia? MORDILA urlai e 50 paia di fissarono spaventati Will ed eccoli, mi sembravano un coro cospel WillWiiil Willl Non sai cosa stai dicendoWill, non potrette mai stare insieme Non minteressa salvala, cazzo Edward tua figlia e tremai, e scopiai e usci fuori dalla casa ullulando fino a quando non mi riccordavo piu niente

50-NUOVA VITA, NUOVO INIZIO, PER SEMPRE INSIEME (Nessie) Il dolore era passato, volevo aprire gli occhi ma mi sentivo maledettamente strana, mi sentivopiu leggera, sentivo piu rumori intorno a me, piu profumi, un nuovo che sentirlo solo per un secondo mi fecce sentirmi legata a lui piu della mia stessa vita, e uno che mancava, che mi faceva sentire vuota, spaventata e sola, dovevo sapere dovera, dovevo aprire gli occhi. Continuavo a pensarci, mentre papa e il nonno parlavano sopra i miei pensieri, ma che ci facevano li? Riccordavo ogni particolare ma loro due no, e cosa voleva dire Edward ci sei riuscito ancora una volta? Ed sta bene.Ed non sentirti in colpa e stato Will a chiedertelo quindi accetter? questultima era la voce dello zio Jake, che mi fecce rizzare i capelli, Will.dovera? mi aveva lasciata? E cosaveva fatto papa? E gia sveglia ragazzi, aprir gli occhi fra un paio di secondi sempre la zia Alice a smascherarmi, di malvoglia apri gli occhi, e vidi 30 paia docchi a fissarmi, cerano tutti, i miei genitori, i nonni, tutti i licantropi, o quasi perche lunico che minteressava non era presentee persino due stranieri. Ma avevo qualcosa in faccia? Perche continuavano a guardarmi tutti a bocca aperta? Che succede? chiesi e fecci un balzo sul letto, che aveva la mia voce? Stavo bene, merito del nonno che era medico ma la mia voce che aveva? Erapiu bella anzi, strana. I miei pensieri continuavano ad andare a matto, in mille direzioni, Will, lodore di prima che volevo sapere cosera, cosera successo al piccolo che avevo in grembo che in quel momento era piatto e perche tutti sussurravano che ero bellissima? Ma vi siete fatti? chiesi mettendomi seduta sorridendo Renesmee e la mamma mi si butta fra le braccia, per mi aspettavo quel contatto freddo che mi faceva venire la pelle doca ogni volta, invece era calda cioaveva la mia stessa temperatura, ma comera possibile? Nessie, perdonamima non potevo perderti sento anche papa, che se avesse potuto piangere lavrebbe fatto Che succede? Io sto bene, dove Will? E nonnodove? non potevo dirlo, cosi che guardai la mia pancia per farglielo capire Non so se il caso Carlisle, Nessie sta beneBella in confronto a lei era una belva zio Jasper, ma inizio ad arrabbiarmi, nessuno mi dice cose successo Un sospiro Ecco Nessie e un sorriso, il nonno aveva un cosino fra le braccia, che spicava anche di notte in confronto alla sua carnaggione bianchissima, pero vedevo solo

dei capelli, e la pelle, e lodore di prima, era lui, e sorrido a 32 denti e ho le braccia tese, lo voglio, adesso, il nonno sospira e me lo passa, e il braccio mi bruccia a contatto con lui ma lo stringo al petto, e continua a brucciare e non capisco percheforse avr la febbre, e lo guardo negli occhi, la forma di Will ma il mio color cioccolato No Nessie, non ha la febbre, ha la pelle caldissima di William etuquella fredda nostra dice papa con fattica e non capisco Nessie, non ce la faccio, ti dico cose successo sospir papa e tutti andarono in un angolino mentre io riempivo di baci il piccolo che avevo tra le braccia ascoltando. Quindi ero un vampiro anche io? Laveva fatto perche rischiavo di morire, laveva chiesto Will per non perdermi, e mi sento unegoista, e in colpa e stringo il piccolo facendo attenzione, potrei fargli male, ma lo passo a papa e salto dal letto, behnon ce molta differenza a prima perocee mi guardo in un tipo di specchio, e sono diversa, sono.piu bellae ho gli occhiverdi smeraldo Sono un vampiro con occhi verde smeraldo? url e tutti mi guardano, ma non minteressa, annuso laria per sentire lodore di Will e lo sento, ed esco di casa come un siluro ma mi fermo subito prima di sbattere contro unalbero, e lupo, ed a terra e mi abbasso accoccolandomi a lui stringendolo allaltezza del collo. Sentire di nuovo il suo profumo, il suo calore, il suo corpo anche se lupo, a contatto col mio mi faceva sentire piu viva che mai. Sovrapensiero iniziai ad affondare le mani nel suo pelo caldo, e strusciarmi contro di lui, ero felice, mi sembrava di ritornare allinfanzia quando a volte giocavo con lo zio Jake o con Seth, mi sentivo spensierata Ti amo William sussurrai mentre lo stringevo sempre di piu a me, e lui inizi a muoversi, a fare quasi le fusa e a inchiodarmi con lo sguardo, che mi fecce riccordare perche sono ancora viva. NUOVA VITA, NUOVO INIZIO, PER SEMPRE INSIEME (William) Mi sembrava impossibile, era li, sentivo la sua pelle sulla mia, me ne fregavo che era fredda, lavrei stretta a me fino a surriscaldarla come la mia, lavrei baciata senza sosta, per giorni, pero cera qualcosa nel suo sguardo, qualcosa di strano, quando riusci a capire cosera senti uno strano calore salendomi dallo stomacco facendomi penzolare la lingua sorridendo. Aveva degli occhi bellissimi, non sapevo che Edward lavrebbe veramente fatto, e mi sosprese, perche se fosse successo mi sarei aspettato due occhi rossi fuoco, rabbia, come successo a me la prima volta che ho visto gli zii dopo la trasformazione, invece mi fissa con due occhi verdi smeraldo che mi scaldano il cuore, e non capiscose non lavrebbe trasformata sarebbe morta, se lha trasformata doveva avere gli occhi rossi, o almeno il suo color ciocolato ma non questo, e come potevo parlarle? Ero un lupo, ma era Nessie, la MIA Nessie quindi iniziai a tremare fra le sue braccia mentre mi trasformavo in qualcosa con le braccia da poterla strittolare e accarezzare Nessie quasi urlai e la strinsi forte a me, ma non troppo, non sapevo cosera successo, e la sua pelle era freddissima per Will lei lo sussurr, come se non volesse spezzare quel silenzio, ma si poteva recuperare, le presi il volto fra le mani e incollai le mie labbra alle sue, sentendo un calore come non mai, che simpossessava del mio corpo, mentre lei le apriva, e sentivo il suo calore sulla punta della lingua, che incontr la sua e mi fecce perdere la testa. Era da

irresponsabilida stupidi, ma in un secondo fecci a pezzi i suoi vestiti e ci ritrovammo a fare lamore, e sembrava che il suo corpo si adattasse ancora meglio al mio, e che la sua pelle iniziava a brucciare allunisono con la mia, diventando di nuovo una cosa sola, finalmente la sentivo mia, come non mai, sarei rimasto cosi con lei per tutta la vita, ma con il suo potere mi fecce vedere qualcosa che se possibile mi fecce rimbambire ancora di piuun cosino con i suoi occhi color cioccolato, checacchio mi assomigliava, mi fecce capire chi era e che lo voleva vedere di nuovo. Si alz vestendossi e and in casa, torn in un paio di secondi con un sorriso gigantesco e mi mette fra le braccia quel cosino che le ha rubato e conservato gli occhi, e gli inchiod ai miei, con uno sguardo che mi sembrava piu che intelligente per unneonatolo capivo che era un neonato, Nessie me lo fecce capire..ma era piu grande, aveva la pelle identica alla mia, e i miei riccoli, pero non sapevo nientaltro, e neanche lei, a quanto pare appena sveglia era venuta da me, sorrisi a quel pensiero e mi riemp di gioia, la strinsi a me con una mano mentre con laltra tenevo il piccolo, wow, eed era mio? Tutto mio? Mio? Mio? Mio? Mio? Mio? Mio? Ancora non potevo crederlo Si tuo adesso che ne dici di metterti qualcosa adosso e di venire qui? Non ancora finita senti autoritaria ma anche divertita la voce di papa, e sorrisi, non ci fecci neanche caso che non eravamo proprio da soli, non mimportava niente, sorrisi allo zio Emmett che mi lanci un paio di jeans e gli indossai Peralmeno questo lhai preso da me Ness, lo fai quando capita e dove capita senti Emmett e una sberla Ahia Ness. Devo riccordarmi che sei piu forte di me, pero iniziammo a ridere tutti, mentre io abbracciavo Ness e il piccolo, e tornavamo in casa, per continuare a parlare, anche se non senti una parola, ero troppo impegnato a guardare gli occhi di Nessie sul corpicino fragile del piccolo che mi stava fra le braccia dormendo beato, quei occhi che lasciarono lo spazio ai due smeraldi che ora brillavano sul viso di porcellana della donna che amavo, Edward mi richiam allattenzione un paio di volte ma lo lasciai parlare mentre mi spostavo da un angolo allaltro della casa per poter ammirare sia il piccolo sia Nessie, e non sapevo chi guardare per primo, persino se poggiavo lo sguardo su di uno, per un solo secondo mi sembrava infinito, e sbagliato nei confronti dellaltro, forse ero decisamentre paranoico, ma almeno quel momento me lo stavo godendo alla grande Lo fecci anche io sento la voce di papa e non capi niente Anche io ero ragolomitato in un angolino con voi due fra le braccia e non sapevo se guardare te, tua sorella o tua madre mi dice e mi stringe a se, e sorrido e sento che tutto era tornato come doveva essere Stai monopolizzando il ciccio Will, anche io voglio tenerlo la voce di mia sorella mi fa ridere, fa finta di essere arrabbiata ma non lo , e ha le mani tese, la guardo storto ma gli passo il bimbo mentre io abbraccio la mamma, anzi, la alzo da terra e la faccio girare in tondo, ero cosi felice che avrei fatto girare persino zio Emmett, pero alla fine lo fecce lui, e sono un susseguirsi di baci e abbracci, che finiscono con un Adesso tutto cambier UN MESE DOPO Eddai Will muoviti, dovrebbe essere la sposa ad arrivare in ritardo vuoi cambiare le tradizioni? ah zia Alice sempre la solita, e vabbe un po di ritardo, ma se mi avrebbe detto di NO? E avevo paura, e se mi mettevo a ridere? E se fosse successo qualcosa?

Will prendi Billy mi sento gridare e abbasso lo sguardo e vedo mio figlio (era diventato facilissimo da dire) che cammina, si, aveva un mese e camminava, iniziava anche a parlare quasi, vista la crescita di Nessie e la mia improvvisa, cresceva velocemente anche lui, e aveva un mese e poteva gia trasformarsi in lupo, incredibile, quando lo fecce la prima volta era con la mamma, che quasi fecce un infarto, ma poi era diventato facile da gestire tutto, soprattutto da quando Seth e Sarah tornarono a casa per dirci che si avessero sposato alla fine, come tradizione decidemmo di farlo insieme, un doppio matrimonio, per noi tutto bene, per Seth, se non sbaglio in terzo cazzono nello stomacco seguito da un abbraccio grossissimo di papa con congratulazioni e persino due baci sulle guancie, io invece fui preso in spalla dallo zio Edward che mi butt in piscina per rinfrescarmi le idee ma solo perche mi immaginavo gia sua figlia dopo il matrimonio, cioe, senza il vestito da sposa, non ero cambiato x niente Aaaa e una manina sulla faccia, anzi, un piccolo schiaffo e mi sveglio, e vedo Billy che mi guarda male, come se sapessi che avevo paura e che avrei fatto aspettare la mamma. Eh siBilly, lo chiamai come il nonno, fu unidea di Nessie, sapeva quando amavo il nonno, e anche lei, cosi che riccordammo il suo nome, dandogli a nostro figlio. William Ephraim Black o ti muovi o me la paghi oh cavolo, papa, mi stacca la testa, sorriso al piccolo, e lo metto giu, sta in piedi da solo, mi do unaltra occhiata allo specchio ed esco lansiandolo a papa, e mi metto davanti allaltare, e tutto inizia a sembrarmi un sogno, i vestiti bianchissimi di Nessie e Sarah che le facevano sembrare delle pricipesse, le risate quando ho baciato Nessie prima che me lo dicesse il prete, la garetiera che le avevo tolta e lavevo lanciata in faccia a Seth che me la ripag allo stesso modo. La festa inizi nel grandissimo giardino della nostra nuova casa, mia e di Nessie, che in prattica era quella del nono, solo che alta con altri due piani e allargata di una centinaia di metri, come prima lavremmo condiviso con mia sorella e Seth, la vita perfetta. Quando pensavo che era impossibile che qualcosa ci facesse ancora piu felici, Billy mentre lo tenevo in braccio con una mano, e con una abbracciavo sua madre disse Amma, Pa..paaccio senti come se mi scoppiasse il cuore, lo accontentai, e anche se stupido da dire, vivemmo tutti insieme, felici e contenti, e capimmo, che L'AMORE VINCE NONOSTANTE TUTTO

51- VITA DEL TUTTO PERFETTA Dal matrimonio di William e Nessie non and niente storto, il loro piccolo Billy cresceva a vista docchio anche se di poco, aveva 4 mesi e sembrava un bimbo di 2 anni, camminava e parlava, anche se storpiava ancora un paio di paroline, aveva gli stessi capelli ricci di suo padre, gli occhi della madre, e la pelle un misto, dura come quella di Renesmee ma calda e bruna come quella di William, con lodore di muschio e pioggia di William, mischiato a quello di sole e aria aperta di Renesmee, era persino piu perfetto di quanto non fosse lei alla nascita, pero in quel momento stava dormendo, era un dormiglione, sempre a letto a giocare o a dormire, e a mangiare, o con Will o con Nessie, soprattutto con Will che prendeva gusto a cambiare pannolini e a dare la pappa, ma visto che Billy dormiva and a cercare Nessie, che era in cucina a lavare i piatti, anche se era

una vampira a tutti gli effetti aveva vissuto molto come umana quindi il cibo lo mangiava ancora, stava canticchiando quando Will spunta dal nulla e la abbraccia da dietro incollando le labbra sul suo collo mormoreo, facendole cadere il piatto dalle mani, sporcando dapperttutto di schiuma Will diamine, ma che fai? chiese Renesmee anche se conoscendo suo marito sapeva gia cosa voleva Io? Niente, continua pure a lavare i piatti le sussurr allorecchio per poi mordicchiarglielo. Ma come poteva continuare a lavare i piatti se lui faceva cosi? Will, smettila lasciami finire Ma non faccio niente le rispose pero continuava, e anche peggio, faceva scivolare le mani sul suo ventre piatto fino a mettergliele sotto la magliettina trasparente che aveva adosso, al contatto con la pelle rispettivamente calda e fredda sussultarono entrambi, e diedero vita a quelle emozioni che ogni volta gli facevano perdere la testa luno per laltra. Nessie con le mani ancora bagnate si gir incollando le labbra alle sue, bagnandogli il torace bollente di acqua e schiuma, per poi portarle sulla sua schiena muscolosa dove affond le ditta, facendogli scappare un ringhio di piacere. Will, devo finire di lavare i piatti disse lei pero stringendossi piu forte a lui Gli spacco e ne compriamo altri puliti disse Will sorridendo, tirando Renesmee a se, appoggiandossi sul tavolo di legno massiccio Mi sembra ragionevole gli rispose lei strusciandossi contro di lui facendolo perdere la ragione dove piaceva ad entrambi, in basso Ness Will non resisteva piu, la strinse a se baciandola con passione, mentre le togliela la magliettina, che non copriva quasi niente Will.volevi giocaree giochiamoma adesso tocca a me disse lei mentre iniziava a scendere dalle sue labbra fino al collo, per poi percorrere con la punta della lingua il suo torace muscoloso, fino ad arrivare alla sua intimit, tocco che fecce Will strittolare fra le mani il bordo del tavolo dove stava appoggiato. Nessie sorrise ma continu ad occuparsi di dargli piacere bocca, e con la mano, facendo Will andare fuori di testa, quasi non si controllava piu, non riusciva a formullare nemmeno una parola di senso compiuto, tutti i suoni che uscivano dalla sua bocca erano solo sospiri, e suoni eccitati, che feccero bagnare Nessie, il cui odore diede ancora di piu alla testa a Will, che quasi raggiunse lapice, quando Nessie si stacc, lo sapeva, e non glielo avrebbe permesso, almeno non cosi presto Ti piace giocare vero? chiese lui finalmente recuperando il senso della parola E che bel gioco pens la ragazza che si alz per baciarlo, facendogli sentire il suo sapore, che per bocca sua considerava il piu bello che potesse esserci Bene, adesso tocca a me disse lui alzandossi dal tavolo, per stendere lei, buttando tutto quello che era sul tavolo, per terra, riducendolo in frantumi Questa me la pagherai sorrise e spari fra le gambe di Nessie, che innarc la schiena sul tavolo, e senza rendersene conto lo graffi mentre si arrpion per il piacere che provava. Era persino piu veloce di Will, non le mancava molto per raggiungere il piacere assolut, e quandi ci arriv quasi Will al ripag con la stessa moneta, e a lei scapp un ringhi Ehi tranquilla piccola, non ho ancora finito disse lui mentre appoggiandossi con una mano al tavolo si stese sopra di lei, e mentre assaporava la sua lingua che giocava con la sua, entrava dolcemente in lei, facendossi scappare un altro di quei ringhi, che in quel momento era il suono piu divino che Renesmee voleva sentire, e iniziano a muoversi in

sincrono, in un ballo tutto loro, bellissimo e persino unico, perche era pieno di dolcezza, amore, e voglia di aversi a vincenda. Si ripetevano continuamente di amarsi, come non amavano niente al mondo se no il piccolo che stava dormendo beato nel suo lettino. Iniziarono a muoversi sempre piu contenti, sempre piu veloce fra respiri affanati, fra spinte piu dure e nello stesso dolci, fino a raggiungere lapice insieme, sudati ma felici, e chiusero tutto con un bacio dolcissimo, che fecce cullare Nessie fra le braccia di William Ehi, Ness, dormigliona svegliati William le stava sussurando allorecchio, ma era a pezzi, a fattica apri gli occhi e si guardo attorno come spaesata Will, ce qualcosa ce non va Cosa amore? Non sola stanza mi sembradiversa disse e si alzo, facendossi scappare un urlo Will, alzati e guarda lui spaventato si alz, e cio che vide gli fecce scappare in millioni di risate, il tavolo, di legno massiccio, che neanche sotto la pressione di 500 kg di cemento non si sarebbe fatto neanche un graffio, era a pezzi, in 500 pezzettini di legno sparsi per tutta la cucina Ah pero, mi sa che la dobbiamo ricostruire, tutta la cucina, spero non si abbiano sentiti pero disse Will sempre sorridendo mentre porgeva a Nessie la sua magliettina, che pero era a pezzi anche quella, si abbracciarono, andarono a vestirsi, per poi godersi il loro piccolo angolo di paradiso, che era la cameretta del piccolo Billy, che continuava a dormire beato, e si sentivano solo i loro respiri che suonavano allunisono