Sei sulla pagina 1di 1

Laboratorio di Progettazione architettonica – prof.

Antonio Lavaggi
PROGETTO E NORMATIVA
Le questioni elencate di seguito intendono introdurre lo studente del 1° anno al rapporto tra progetto e normativa. Un
elenco di argomenti, dunque, piuttosto che la trattazione di un tema vasto e che propone, a sua volta, complessi aspetti
interdisciplinari. Di qui anche la impossibilità di proporre una bibliografia, sia pure sommaria, utile a rappresentare il
carattere generale del tema e l’eterogeneità degli aspetti esaminati.

1. Ci sono sempre delle norme da rispettare per chi progetta, qualunque sia il tema di progetto,
qualunque sia la scala dell’intervento.

2. A) Le regole/le norme di legge.


B). le regole/le norme del buon progettare e del buon costruire

3. Gli strumenti della normativa urbanistica (PRG, Piano particolareggiato, piano intercomunale,
piano paesaggistico, piano del parco, regolamento edilizio, …)

4. Gli ambiti di competenza degli strumenti urbanistici (comunale, provinciale, intercomunale,


regionale, …)

5. Le norme/le regole definite dal progetto planovolumetrico (tipologia, altezza massima degli edifici,
numero dei piani, materiali, destinazioni d’uso, il progetto del piano terra, la viabilità e i parcheggi,
…). L’esempio del Centro Direzionale di Napoli.

6. Le norme per alcune categorie protette/portatori di handicap: rampe (larghezza minima m 2,50,
pendenza massima 7%, un pianerottolo ogni 10 metri, corrimano e pavimentazioni speciali),
ascensori (dimensioni minime della cabina, sistema di apertura delle porte), servizi igienici
(dimensioni delle porte, dimensione del vano, apparecchi speciali), alloggi speciali (dimensioni
delle porte e dei corridoi, servizi igienici), marciapiedi (il raccordo marciapiede-strada), …........

7. Le norme per gli edifici a destinazione particolare:


 Scuole (superficie lotto/numero aule, la superficie dell’aula, la tipologia delle aule, superficie
aula/superficie illuminante, esposizione delle aule, qualità e tipologia delle altre strutture –
connettivo, presidenza, segreteria, biblioteca, sala professori, aule speciali, aula magna,
palestra, atrio, servizi igienici ecc- attrezzature sportive… )
 Ospedali (tipologia locali degenza, tipologia locali speciali, percorsi sporchi/percorsi puliti,
impiantistica…),
 Case popolari (superficie utile complessiva dell’alloggio, superficie alloggio/numero letti,
superficie minima per i singoli ambienti (letto matrimoniale, letto doppio, letto singolo,
soggiorno pranzo), le dotazioni dei servizi igienici,
 Cimiteri, Stazioni, Porti, Aeroporti, Macelli, Edifici per l’amministrazione della giustizia,
Carceri, Mercati, Cinema, Teatri, Uffici postali, Autorimesse, Mercati,….......

8. Le principali norme che regolano i rapporti tra il progetto dell’edificio e il lotto di insistenza
(altezza massima, numero massimo dei piani, distanza minima dai confini, cubatura massima
realizzabile/indice di fabbricabilità, massima superficie coperta)

9. Le norme di sicurezza (i Vigili del Fuoco e la sicurezza: scale di sicurezza, scale a temuta di fumo,
scale protette, autorimesse, edifici a destinazione particolare, …)

10. Le norme del buon progettare e del buon costruire (tra teoria e pratica: i Manuali e l’esperienza
del progetto e del cantiere)