Sei sulla pagina 1di 1
www.fiscoediritto.it CORTE DI CASSAZIONE - ORDINANZA 16 SETTEMBRE 2010, N. 19637 Ritenuto che, ai sensi

www.fiscoediritto.it

CORTE DI CASSAZIONE - ORDINANZA 16 SETTEMBRE 2010, N. 19637

Ritenuto che, ai sensi dell'art. 380 bis cod. proc. civ., è stata depositata in cancelleria la seguente relazione:

« 1. (

del Lazio n. 98/04/07, depositata il 14 giugno 2007, la quale, accogliendo l'appello dell'Ufficio, ha affermato la legittimità degli avvisi di accertamento con i quali era stato rideterminato, ai sensi dell'art. 38 del d.P.R. n. 600 del 1973, il reddito della contribuente per gli anni 1997, 1998 e 1999:

in particolare, il giudice a quo ha ritenuto che, a fronte del fatto certo costituito dall'acquisto di un fabbricato a titolo oneroso, la ricorrente non aveva fornito prova contraria atta a vincere la

conseguente presunzione di maggior reddito. L'Agenzia delle entrate resiste con controricorso. 2. I due motivi di ricorso, con i quali si denuncia rispettivamente "violazione di legge per erronea e falsa applicazione dell'art. 38, comma 6, e dell'art. 32 del DPR n. 600/73 (come modificato dalla legge 30/12/1991 n. 413)" e "omessa motivazione su più punti decisivi della controversia", si concludono con un quesito di diritto con il quale si chiede a questa Corte, "considerato l'istituto

della presunzione, se a fronte di una vendita di un cespite immobiliare avvenuta tra genitori e figli è

di presumere un maggior reddito

corretta e può essere giustificata la pretesa da parte dell'Erario ( in capo ai figli acquirenti rispetto a quello dichiarato". ……

propone ricorso per cassazione avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale

)

)

°°°°°°°°°°°° LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---ORDINANZA-16-

SETTEMBRE-20102c-N-19637.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso. FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente. FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo sito contattaci a info@fiscoediritto.it