Sei sulla pagina 1di 6

I conflitti di attribuzione …

… tra poteri dello Stato e tra Stato


e Regioni
Definizione di conflitto di attribuzione
tra poteri dello Stato
Conflitto di attribuzione è
in senso stretto
una controversia con la quale si rivendica come proprio un
compito, cioè una attribuzione, che anche altri rivendicano
come proprio.

per la Corte costituzionale anche


una controversia con la quale si lamenta il cattivo esercizio
di un potere altrui qualora in questo modo venga lesa la
posizione garantita dalla Costituzione al ricorrente (es. il
Governo rifiuta di fornire documenti alla Magistratura
invocando ingiustificatamente in segreto di Stato).
2
Caratteri del conflitto di attribuzione
tra poteri dello Stato

Secondo l’art. 37 della l. 87/1953 il conflitto


di attribuzione.
n Riguarda organi appartenenti a poteri diversi
n Riguarda organi che sono competenti a
dichiarare in via definitiva la volontà del
potere cui appartengono.
n Riguarda la sfera di attribuzioni determinata
per i vari poteri dalle norme costituzionali.

3
Definizione di potere dello Stato
Secondo la definizione citata potere dello Stato è
qualsiasi organo statale che si posto al vertice nell’ambito
della funzione ad esso attribuita dalla Costituzione.
In concreto sono considerati poteri dello Stato che possono
ricorrere alla Corte costituzionale per conflitto di
attribuzioni:
§ Il Governo (PdCM e in alcuni casi singoli ministri, v. caso Mancuso);
§ Il Parlamento (ciascuna delle due Camere);
§ Il Presidente della Repubblica;
§ Il Consiglio superiore della magistratura;
§ Ciascun singolo giudice, in quanto esercita la propria funzione
subordinato solo alla legge;
§ Il comitato promotore dei referendum, in quanto ritenuto organo
esterno allo Stato persona “titolare dell'esercizio di una pubblica
funzione costituzionalmente rilevante e garantita” (ord. CC 17/1978).
4
Oggetto e parametro nel giudizio sui
conflitti di att. tra poteri dello Stato
Oggetto
Qualunque atto di natura commissiva o omissiva:
- atti definitivi (es. decisione dell’Ufficio centrale per il referendum)
- atti anche modificabili (es. provvedimeni giudiziari)
- leggi o atti equiparati (cd conflitto per atti legislativi)
- meri comportamenti
Parametro
Ogni norma costituzionale (art. 37 l. 87/1953) in quanto il giudizio si
fonda sul parametro dell’attribuzione fatta a livello costituzionale
- fonti atto di rango costituzionale
- regole consuetudinarie
- convenzioni costituzionali
- Prassi interpretative
5
Il conflitto di attribuzione tra Stato e
Regioni
Il conflitto di attribuzione tra Stato e Regioni è
sempre
una controversia con la quale si rivendica come proprio un
compito, che anche altri rivendicano come proprio o con la
quale si lamenta il cattivo esercizio di un potere altrui
qualora venga lesa la posizione garantita dalla Costituzione al
ricorrente,
MA (Nota bene)
i conflitti di attribuzione tra Stato e Regioni non riguardano
l’uso delle potestà legislative, le quali possono essere oggetto
del giudizio di legittimità costituzionale ex art. 127 Cost.
(I conflitti di attribuzione tra Stato e Regioni sono rarissimi)
6