Sei sulla pagina 1di 1

Goldoni:

Riforma:Goldoni(25/0/1707,6/02/1793)sancisce innanzitutto la priorit del testo scritto


(prima canovacci che riportano lo sviluppo generale dellintreccio,improvviaszione;rischio
moduli ripetitivi,involgarendo e banalizzando situazioni sceniche).Linsofferenza di Goldoni
agli arbtri degli attori e alla approssimazione letteraria dei testi affonda le proprie radici
nel desiderio di compostezza,ordine e semplicit propri della cultura arcadica e illuminista.
Il teatro diviene implicitamente una possibilit di conoscenza e di critica.Inoltre mentre
prima i caratteri dei personaggi erano ridotti a tipologie fisse, con la riforma goldoniana
viene rifiutato questo processo di idealizzazione e si persegue un obbiettivo di realismo.
Questa riforma realizzata concretamente attraverso la stesura dei testi teatrali ed
sostenuta da interventi teorici.Il teatro si fonda sul dialogo.Italiano dialettizzato.Questa
lingua riflette la situazione storica dellItalia,inoltre la comunicazione tra persone diverse
era necessariamente affidata a una lingua povera e convenzionale che si rispecchia
pienamente nel parlato.Anche lo stile lontano dalla complessit sintattica della lingua
letteraria:paratassi al posto di ipotassi,periodi brevi, e spesso riproducono i modi del parlato.



Periodi carriera:1.Periodo di apprendistato in cui Goldoni accetta le strutture tradizionali;e
per lo pi rif testi gi esistenti-2.Esso presenta la vecchia struttura della commedia dellarte,
della quale costituisce un canovaccio,ma la parte del protagonista scritta intero-3.Goldoni
produce numerose commedie tutte concepite sulla nuova poetica della riforma.Goldoni propone
tuttavia un compromesso tra vecchio e nuovo.1752 La locandiera-4.Momento critico,fase di
ricerca spesso disordinata e incoerente,per un verso,ma anche di nuove faticose conquiste
capaci di arricchire il modello definito con la commedia riformata.questo si ritrova anche nelle
sue commedie-5.Fase distratta dal teatro o costretta,per la specifica situazione parigina,
a misurarsi in impegni non sentiti.



La Locandiera-movimento circolare(ritorno al lavoro di Mirandolina)-3 atti:1.atto temi e motivi
sviluppati nel corso dellopera,funge da nucleo centrale il quale d unit e coerenza alla vicenda
-tre momenti:1.differenza sociale(Conte vs Marchese);differenza tre sessi,evidenziata del Cavaliere
di Ripafratta-2.seduzione-3.teatro nel teatro;2.atto cibo motivo ricorrente e a esso associato un
significato simbolico di tipo sessuale(appetito cavaliere non che un sostituto sessuale represso);
tema centrale la finzione-temi: seduzione(Cavaliere si scopre ormai sperdutamente innamorato
di Mirandolina);3.atto temi:passione dominante di questa prima parte dellatto la folle gelosia del
Cavaliere, originata dalla presenza di Fabrizio e dallimprovviso voltafaccia di Mirandolina. Lingua
ispirata oltre che al fiorentino,soprattutto alluso delle persone colte delle regioni settentrionali,
verso una lingua nazionale.Attenuazione delle figure di parola,insistenza sulle figure di pensiero.