Sei sulla pagina 1di 2

Archetipi Tavole degli alfabeti

Segni-simboli che ci affrancano dalla riduttivit del solo pensiero razionale, concettuale e dicotomico, per aprirci al pensiero olistico, frattalico in cui, da sempre, la nostra Anima vive. Si tratta, in questo laboratorio, di fare prima che di conoscere. Andiamo alle Tavole degli alfabeti e con semplicit, con umilt, come fanno i bambini, riproduciamo nelle Tavole vuote i simboli. Soffermiamoci, attardiamoci a riprodurli con amore, con curiosit, pazienza; stiamo ripercorrendo i nostri percorsi mentali, stiamo ritrovando pezzi della nostra storia, ci stiamo ricongiungendo ad altri mondi in cui stiamo vivendo. Altre civilt, altre nostre esistenze, altri popoli, altre nostre esperienze, altre persone, altri amori. Dj vu, ritroviamo noi stessi amplificati, rinnovati, rinnoviamo il passato rielaborando il futuro. Attiriamo il futuro. Riproduciamo i segni delle Tavole, coloriamoli con il colore corrispondente, pronunciamo i suoni delle note. Ecco che cogliamo le vibrazioni in cui da sempre siamo. Attiviamo i codici da secoli criptati dentro di noi, in quelle parti del DNA addormentate che contengono la vastit della nostra coscienza e le nostre potenzialit. Soffermiamoci soprattutto sullalfabeto ebraico, sintesi della nostra storia. Poi usciamo da questa storia, verso altri vissuti e altri segni che siamo. Il secondo passo sar leggere la funzione di questo lavoro: conoscere la funzione degli Archetipi, e il loro essere funzione nel processo di creazione della nostra esistenza. Perch questa la presa di coscienza: cogliere la realt e le energie nella loro funzione, prima che nel loro significato. La funzione dinamica, la modalit in cui le energie si danno nella creazione.

Il significato ne solo uninterpretazione che oggi pu essere importante ma che non ci deve frenare, non ci deve ingabbiare, noi possiamo darci sempre nuove creazioni e nuovi significati. Il mondo sempre nuovo da sperimentare, da conoscere e, attraverso esso, conoscerci.