Sei sulla pagina 1di 12

CORSO BASE DI

ASTROLOGIA
INTRODUZIONE E CENNI STORICI

Reimpaginato by Jalina

DISPENSA 1

INTRODUZIONE Negli ultimi trenta secoli luomo, ha tentato linterpretazione del mondo che lo circondava (microcosmo e macrocosmo) attraverso la divinazione dei fenomeni naturali. La paura dellignoto, langoscia ed il timore della punizione divina lo conducevano alla ricerca dei perch, per meglio individuare ed interpretare le forze che muovevano il mondo. Dalla scoperta scientifica degli elementi che ci circondano si passati via via dalla paura alla consapevolezza di regole ben precise che muovono sia le piccole che le grandi cose. Proviamo ad immaginare la crescita storica delluomo, fatta dalla vita di tutti i giorni, come un cammino di scoperte associate inizialmente al mito, perch luomo ha sempre avuto bisogno di credere nellesistenza dei Dei, o comunque in qualcuno che sta al di sopra di lui e pu punirlo se non rispetta le regole (nella tradizione cristiana, Adamo ed Eva sono scacciati dallEden perch non avevano rispettato le regole), ma cosa sarebbe il paradiso se luomo non avesse fatto il suo percorso, se non un mondo sconosciuto dove la conoscenza spetta ad un solo potere. La mente regolatrice per va oltre e senzaltro non avrebbe desiderato un paradiso privo di Conoscenza, di Amore e di Verit. Big-Ben, e dallo scoppio di Uno si ottiene il Tutto ma Uno e Tutto sono secondo me la stessa cosa, linsieme di tante piccole particelle (pi tardi chiamate atomi) che scorrono e creano inizio e fine, vita e morte. Ed eccoci arrivati su questo pianeta, forse visto limmenso Universo, non lunico abitato da esseri intelligenti, si formano i piccoli nuclei familiari, si creano i primi utensili ed ecco che dallo strofinio di due pietre luomo scopre il Dio Fuoco. Ricordiamoci che i miti sono innanzitutto un racconto che tenta di spiegare le contraddizioni della Natura che ci circonda. E cos linterpretazione di tutti gli altri Elementi, che inizialmente venivano identificati con Dio, trascorsi i secoli gradualmente veniva ricondotta ad una interpretazione vera e propria dellEssenza che ci circonda sino ad arrivare alla 2

spiegazione graduale dei vari perch ma sempre con una funzione limite che innata nelluomo. Proprio nellumilt i valori e le conoscenze delluomo devono trovare il proprio percorso fatto si di interpretazione, di comprensione ma soprattutto di fede non per forza in un Dio ma in qualcuno che ha regolato il tutto con grande armonia e soprattutto con grande conoscenza. Penso che il mistero non sia alla portata delluomo e non debba condurlo come pi volte successo a costruire le piramidi delle illusioni, le torri di Babele anche perch la conoscenza piena consapevolezza e dal momento in cui luomo sar in grado di raggiungerla esso stesso sar il Dio della sua terra. Cos lAstrologia pass dallinterpretazione mitologica allanalisi reale del movimento dei corpi celesti e della loro influenza sullessere umano e sullUniverso intero.

CENNI STORICI

Si pu parlare di Astrologia in senso stretto dallet ellenistica in poi, periodo in cui questa scienza assunse il significato di una sorta di religione con indirizzo astrale. Secondo alcuni addirittura questa dottrina era gi praticata da caste sacerdotali mesopotamiche, sembra quindi scaturisca da una rielaborazione di conoscenze tramandate oralmente agli adepti ed ai nuovi iniziati. Le credenze nel periodo ellenistico erano che linflusso dei corpi celesti determinavano la causa degli eventi umani e terreni. Vaste testimonianze si trovano nel periodo dellImpero Romano, fase in cui la classe aristocratica e soprattutto i pitagorici rivolsero studi astrologici associandoli allEsoterismo ed allOccultismo. LAstrologia si pu dire che prese vita inizialmente in Oriente fra il delta del Tigri e dellEufrate (due fiumi). Anche Platone nei suoi vari scritti cita concetti religiosi e pitagorici con lo sfondo astrologico. Dal primo al terzo secolo dopo Cristo molti Re fecero coniare monete con corrispondenze astrologiche rappresentati la loro nascita (vedi lImperatore Augusto che fece pubblicare il proprio Oroscopo e coniare monete con il simbolo del Capricorno). Questarte si svilupp talmente che dal secondo al decimo secolo tutti credevano al culto dei Caldei (gli antichissimi astrologi mesopotamici) e sia nella letteratura che nella scienza venivano fatte continue citazioni. Comunque 3

con lavvento del Cristianesimo iniziarono le prime persecuzioni contro quei sacerdoti che istruivano gli adepti verso questa cultura che allontanava dal vero Credo sino ad arrivare al dodicesimo/tredicesimo secolo, periodo in cui lastrologia inizi ad essere messa alla sbarra ed i loro seguaci perseguitati dalla casta dellInquisizione (luomo ha sempre adoperato il Credo per utilizzare e manovrare le masse sia con scopi benefici che tuttaltro). Si pu notare per come nel XV secolo un Papa fece calcolare da astrologi il giorno propizio alla sua incoronazione (addirittura Leone X fonda una cattedra di Astrologia alla Sapienza). Quindi arrivando ai nostri giorni lAstrologia divenuta una tendenza, chi di mattino non si alza e anche se scettico non legge il suo oroscopo? E comprensibile che la solitudine, la speranza in una nuova opportunit, il nostro mondo che diventa sempre pi stretto, il bisogno di credere in qualcosa ci portino ad affidarci allastratto, ad una parola di conforto trovata nelle pagine dei quotidiani come se ci indicassero il percorso della giornata. Futili ed inconfutabili bisogni umani quasi vicini alla realt se realizzati (le previsioni e gli oroscopi) con amore e criterio. Fate attenzione perch essi sono generali e anche se personalizzati (data, ora di nascita ecc.) bisogna sempre tenere presente lArbitrio ossia la possibilit data alluomo di percorrere lUna o lAltra strada, quindi bisogna attenersi ai responsi non trascurando il limite umano.

DISPENSA 2
LA MITOLOGIA E I SEGNI DELLO ZODIACO: ARIETE, TORO, GEMELLI

ARIETE Il 21 marzo il Sole entra nella costellazione dellAriete dando inizio allequinozio di primavera. La natura si risveglia con una forza creativa che si diffonde in ogni direzione senza un ordine preciso. LAriete il primo segno dello Zodiaco, maschile ed un segno di fuoco. Il suo geroglifico, stilizza lanimale rappresentandone le corna. In questo primo segno si identifica linizio, dove tutto allo stadio indifferenziato, la materia da ordinare. Data la sua valenza di inizio, nellanatomia umana viene associato alla testa. Il verbo dellAriete , nella dominante cromatica, il rosso e loro, cio Marte e Sole (Andr Barbault). Probabilmente lassociazione tra lanimale e la costellazione nasce nelle popolazioni antiche che si dedicavano alla pastorizia, dove lAriete era il simbolo maschile della fecondazione; ma anche nel Medioevo si ritrova lassociazione simbolica alla violenza penetrante con la nota testa dAriete. Nella mitologia greca, tuttavia, nella storia del Vello dOro e limpresa degli Argonauti troviamo la rappresentazione pi significativa dellarchetipo. Frisso, figlio di Atamante, perseguitato dalla matrigna, chiese aiuto alla madre Nefele, dea delle nubi, che invi al figlio un Ariete dal Vello dOro con cui avrebbe potuto fuggire. Insieme alla sorella Elle, Frisso intraprese il volo, ma durante il tragitto la sorella si addorment e precipit nel mare. In questo mito la sorella di Frisso rappresenta limmagine dellAnima, il suo femminile da salvare durante la separazione dalla madre. Quindi Frisso si salva ma perde la propria anima e con lei la componente femminile inflazionando il tratto maschile egoico. Nel suo volo troviamo il lato istintuale tipico di questo segno, lardore irriflessivo che lo porter poi a morire sulla rupe di Eea; le facili illusioni che inducono alla spontaneit istintuale senza la certezza del risultato, con un vissuto di panico. Cos nei tipi Ariete, quella che apparentemente si evidenzia come espressione totale del coraggio in realt un istinto incontrollato accompagnato inevitabilmente da paure e angosce, poich manca lelemento razionale. 5

La stessa simbologia emerge dalla prosecuzione della storia di Frisso: il mito di Giasone e limpresa degli Argonauti. Frisso come Giasone pagano il fatto di vivere la spontaneit dellevento per la propria auto-conservazione. Infatti le loro vittorie implicano sempre una perdita di libert e da qui nasce la paura. Laspetto tormentato e passionale dellAriete risiede proprio nel tema del sacrificio: la realizzazione delle cose esprime il sacrificio dellenergia, e lAriete il sacrificio mediante lapplicazione dellenergia. Cos il tipo Ariete tende a consumare il suo patrimonio vitale in un susseguirsi di esperienze che nel tempo lo stancano e logorano. Le patologie del segno riguardano la testa e i suoi organi.

TORO La grande carica energetica impressa dallAriete prende forma nel secondo segno zodiacale, il Toro, simbolo della fertilit e delliniziale ordine armonico nel regno naturale. Segno di terra, il Toro rappresenta lanimale che genera (simbolo di fertilit) e quindi la sua valenza femminile, archetipo del materno protettivo. Il suo geroglifico rappresenta una testa di bue stilizzata. Nello stesso possibile evidenziare un Sole sormontato da una mezzaluna che rappresenta il connubio tra il principio femminile e quello maschile nel senso della fertilit; nella mitologia egizia il Toro era dominato da Osiride e Iside, Sole e Luna appunto. Il mito del sacrificio del Toro nel culto di Mithra sottende a tutta la struttura psicologica e inconscia del tipo astrologico taurino, spiegando come questi soggetti che dovrebbero, governati da Venere, esprimerne le emanazioni ed essere mansueti come gli ovini, siano in realt spesso afflitti da turbamenti e squilibri tali da condurli a sublimare le pulsioni istintuali. Mithra, divinit orientale e Dio solare, uccide il Toro per simbolizzare il superamento degli istinti oscuri. Quindi Mithra sacrifica listintuale, la sessualit che si identifica con lanimale per realizzare la sua natura trascendente. Trionfando sul proprio lata animale, il figlio pu essere pari al padre, al Sole, a Dio e cos accedere alla Madre o alla dimensione eterna. Nel Toro, leroe sacrifica parte di s ma si unisce al genitore, c la sconfitta della natura umana animale senza regressione. Ecco perch molti soggetti Toro lamentano il conflitto, ma spesso ne vengono assorbiti consapevolmente sublimando in modo solo parziale. Freud, ad esempio, ha sacrificato il suo Toro trasponendo linvestimento libidico nelle sue ricerche scientifiche. Analogie mitologiche del mito del sacrificio del Toro nel culto di Mithra sono rinvenibili con il mito di Teseo e luccisione del Minotauro di Minosse nel Labirinto. La simbologia dei miti, in Astrologia va riportata nel caso del Toro, al rapporto che ogni individuo, nella prima infanzia ha con lambiente domestico e familiare e le figure protettive pi vicine. Il segno zodicale del Toro identifica la fase della oralit, espressa dal calore dei genitori e dallallattamento. Per cui in questo soggetto la soddisfazione o la privazione frustrante di questo desiderio avr ripercussioni nella fase adulta, in quei settori di vita dove lindividuo nelloroscopo ha il segno del Toro. Il tipo Toro ha una costituzione robusta, ossatura e muscolatura molto sviluppate. Dal temperamento nervoso e facilmente irritabile ha una risposta agli stimoli molto lenta. 6

Vero ruminante psichico, nasconde le inquietudini e si spaventa facilmente, un abitudinario. Le patologie del segno sono collegate alla gola ed ai suoi organi.

GEMELLI. Il segno zodiacale dei Gemelli (dal 21 maggio al 21 giugno) conclude la primavera. Dallarchetipo del segno si pu dedurre che lenergia che nellAriete era indifferenziata, e che nel Toro veniva ricevuta dalla terra, nei Gemelli d origine a un ciclo di differenziazione e individuazione. Il fuoco originario della sorgente di vita (Ariete) si condensa nella materia e si cristallizza nellUovo (Toro) che si suddivide in maschile e femminile con il segno dei Gemelli. Infatti il geroglifico rappresenta due unit parallele unite in basso e in alto da due linee orizzontali: si tratta di due opposti complementari uniti come in un matrimonio, dove le due line orizzontali rappresentano il tempo e lo spazio. La storia biblica come quella mitologica ricca di racconti di coppie gemellari come simbolo di dualit in una continua tensione dinamica (Yin e Yang). La separazione dalla coppia genitoriale comporta la realizzazione del mondo dei contrari, la personalit si organizza in parte conscia (Io) e inconscia (Non-Io) e quindi in contrari che si oppongono. E la divisione fra interno e esterno che conduce allindividualit, per cui il simbolo dei Gemelli essenzialmente quello della presa di coscienza dellintelligenza. Infatti il dominatore del segno Mercurio, il messaggero degli Dei, che gli conferisce grandi doti di eloquio e comunicazione. La scissione interna tra le forze evolutive e involutive delluomo, che si risolve nel sacrificio di una a vantaggio dellaltra, ben rappresentata dal mito di Polluce e Castore. Nati dallo stesso uovo, Polluce divino Castore mortale i gemelli protetti ed educati da Mercurio. Nel duello per la contesa delle proprie amanti, gli avversari Ida e Linceo uccidono Castore, che Polluce vendica uccidendo a sua volta Linceo. Polluce allora, dilaniato dal dolore, invoca il padre chiedendo che a Castore venga concessa la divinit per poter dividere con lui il regno eterno. Accolta la preghiera del figlio, Giove fulmina Ida e concede ai due fratelli di trascorrere limmortalit uniti, ma sei mesi negli Inferi e sei mesi nellOlimpo. Il gemelli porta sempre con s larchetipo della scissione e tende ad avere diverse fasi nella sua vita che spesso sono delle alternanze. E di fronte alle prove della vita pu abbandonarsi allangoscia della separazione o della perdita. Come i gemelli mitologici, anche il nato sotto il segno zodiacale vive nella dannazione e nella beatitudine in modo alterno e in senso esistenziale. Dotato di una grande intelligenza ha il desiderio innato di conoscere, e quindi esperisce il dolore dellesperienza ma ragiona troppo per abbandonarsi. In genere riesce ad imporsi verso gli altri con un grande estro e simpatia ma spesso la sua fragilit e la sua tendenza ad eccedere gli causa inimicizie che alle volte per invidia arrivano alla violenza.

Quando vi sono aspetti sfavorevoli, portato alla bugia, alla maldicenza e alle truffe, negli altri casi si avr un soggetto tendente alla superficialit. Mentre lAriete rappresentava la testa, il toro la gola, i gemelli rappresentano nella patologia del soggetto le vie respiratorie, le braccia e le mani e sono probabili patologie alla vescica e alla pelle. La grande capacit del soggetto di assimilare lo conduce ad un nervosismo perch spesso non riesce a scaricare gli eccessi di cui gli stesso si crede capace di poter contenere. Il suo corpo agile, braccia e gambe lunghe e svelto nei movimenti spesso ossuto difficilmente riesce a nascondere i propri stati danimo e la sua curiosit. Il gemelli lunico segno dello zodiaco che riesce ad eludere gli ostacoli tirandosi indietro prima che levento si realizzi. In genere un gemelli con molti aspetti positivi nel suo tema diventa famoso e popolare, nei casi contrari spreca energie e perde occasioni economiche interessanti. Nella sfera affettiva il tipo Gemelli tendente a cercare dei soggetti che frenino la sua esuberanza opposti al suo carattere proprio perch avvertono lesigenza di non sprecare e di piantare i piedi in terra.

DISPENSA 3
LA MITOLOGIA E I SEGNI DELLO ZODIACO: CANCRO, LEONE, VERGINE

CANCRO

Con il solstizio destate, il 22 giugno, viene annunciato il quarto segno zodiacale. In questo periodo trionfano le forze generatrici materne nella natura. E il geroglifico del Cancro rappresenta proprio il processo della gestazione prima della nascita, ma anche un immagine molto simile al Tao. Il Cancro porta dentro di s il grande archetipo della Madre, il suo elemento lAcqua limpida e profonda dei mari e dei laghi, ma anche lacqua originaria, il liquido amniotico del ventre materno. Si pu dire che il Cancro il segno che lega il presente al passato con nostalgia, cos come la madre il punto di passaggio tra la generazione precedente e il figlio che la continua. Limmagine del Cancro quella del crostaceo al riparo nella sua corazza che vive nascosto sia nellacqua che fuori. Il tipo Cancro presenta di solito un carattere ricettivo, dotato di grande intuito, passivo e con una sviluppata tendenza al sogno ma generalmente non ama condividere il proprio intimo e in genere i suoi rapporti sono connotati da freddezza attenuata dalla cordialit. Nella simbologia antica il Cancro rappresenta una delle porte dello Zodiaco da cui dovevano passare le anime che erano pronte ad incarnarsi. Dopo aver bevuto dalla coppa del Dio Bacco che gli cancellava la memoria materna diminuendo cos la sofferenza del distacco, erano pronte per la vita. Oltre a rappresentare il Karma dei genitori e il ciclo vitale, il Cancro rappresenta bene anche il mito di Edipo, e quindi riassume tutta la tematica dellinstabilit, della tensione fra reale e immaginario, ma di un desiderio che sempre superiore alle proprie possibilit e che inevitabilmente conduce alla sconfitta. Dallamara delusione nasce la regressione che porta alla nostalgia dei bei momenti passati favorendo ulteriormente la chiusura. Quindi, passivo molto ricettivo, alieno al coinvolgimento diretto e responsabile, a causa della costante presenza materna spesso ritarda o addirittura nei casi pi gravi impedisce il processo di maturazione, realizzando unicamente un mondo interiore. Nei casi di forti afflizioni natali il soggetto pu soffrire di forme di autismo o rifiuto della socialit. 9

Notoriamente lunatico, il Cancro pu variare il suo umore pi volte nella stessa giornata, il che lo conduce facilmente a mutare i suoi stessi principi. Possiamo riscontrare nel Cancro il tipo inibito, meditativo e indeciso cos come in altri casi la tipologia pu manifestare aspetti del tutto contraddittori, e facilmente si avranno soggetti in continuo cambiamento e alla ricerca esasperata di sensazioni, con una sfera affettiva molto complessa e instabile. Questa duplicit trae le sue origini dal vissuto edipico del soggetto. Le due nature presenti nel Cancro rendono questo segno tra i pi enigmatici di tutto lo Zodiaco. Indubbiamente nel cancro si esprime larchetipo della famiglia e il soggetto ha per sua natura una fortissima tendenza al legame con la casa e la famiglia, valori che esaspera sino ad arrivare alla testardaggine. Terrorizzato dalla solitudine preferisce morire nel passato che nascere nel nuovo, per la paura di crescere ed evitare la fatica di rendersi diverso e quindi individuale. Il tipo Cancro ha caratteristiche fisiche non proporzionate: in genere la parte superiore ha una configurazione robusta e carnosa mentre la parte inferiore risulta essere debole e sottile. La statura media e gli occhi in genere sono piccoli e incavati. Le patologie del segno sono spesso collegate allo stomaco.
LEONE

Dal 23 luglio al 22 agosto, si entra nel segno del Leone, secondo segno di fuoco che segna per il mondo vegetale il culmine della maturazione e dellesplosione dei colori, e per il mondo umano la maturit intellettuale. In questo segno il Sole ha il suo domicilio, Marte in esaltazione con Saturno in esilio e Urano in caduta. Il geroglifico rappresenta la stilizzazione della coda di un leone, il cui termine oltre che dal latino ha una derivazione di origine greca che significa staccare. Se con il Cancro avveniva la nascita delluomo, con il Leone si produce un distacco da intendersi come presa di coscienza di s. Infatti, in tutte le mitologie, il Leone simboleggia laffermazione dellindividualit, ma contiene anche il simbolo divino del principio della vita poich lastro dominante il Sole. Cos nelle religioni (ma anche nelle iconografie araldiche delle monarchie) il Leone ricorre nella simbologia dei testi e delle raffigurazioni a rappresentare il principio di Legge, di giustizia, di forza e di dominio. Nella Genesi Ges viene descritto come il Leone della trib di Giuda. Se il Leone il simbolo del Cristo, tuttavia, quando la simbolica Leone-Sole esprime un valore negativo e cio lombra, allora diventa il simbolo dellAnticristo. Il mito che meglio spiega e rappresenta questa tematica quello della prima fatica di Eracle (lErcole romano): luccisione del Leone di Nemea. Identificandosi con il ruolo delleroe Eracle inflaziona lIo e mette in pericolo il processo di individuazione, infatti dopo aver vinto con i Mini diventa un flagello per tuta la Grecia. Lintervento di Era che lo fa impazzire gli consente di congiungersi con la sua ombra della quale prende coscienza. Lincontro a Delfi con loracolo (e quindi il ricongiungimento con il divino) gli permette di elaborare laggressivit egoica per deflazionare lIo. A questo punto lOracolo infligge a Eracle la penitenza delle dodici fatiche famose, che altro non sono se 10

non un processo terapeutico analitico in cui egli incontra a livello psichico la sua aggressivit inconscia e laffronta per integrarla. Quindi per il tipo Leone la fatica consiste nel prendere coscienza di s allontanando le innate tendenze megalomaniacali. Barbault divide i soggetti leonini in due grandi categorie: il tipo erculeo, concreto, realista, che fa affidamento soltanto sulle proprie energie e con una spiccata tendenza ad imporsi, pi orientato sul piano fisico che intellettuale; e il tipo Apollineo, che corrisponde ad Eracle dopo aver compiuto le dodici fatiche e quindi disciplinato da unenergia solare interiorizzata, pi portato per le esperienze creative, artistiche e religiose. In genere i nati in questo segno possiedono grande coraggio e orgoglio infusi da Marte e sono molto portati per le realizzazioni. Sono trascinatori di uomini per il raggiungimento di un loro ideale ed ottengono nel corso della loro vita grande prestigio nel settore lavorativo. Quando per il Leone non riesce a raggiungere i suoi obiettivi si fa sopraffare dalla depressione con conseguenti abbattimenti nella personalit. Quando il Sole in aspetto armonico con Venere si ha un equilibrio familiare e affettivo, mentre nei casi di dissonanza si hanno dei soggetti portati alle manie di potere incoerenti. Da un punto di vista patologico questo segno associato al cuore, non a caso il Leone soffre spesso di patologie di circolazione, di aritmie sino ad arrivare addirittura a problematiche al cuore. I soggetti Leone hanno una statura vigorosa e robusta, la fronte larga e spesso gli occhi sporgenti. In conclusione possiamo dire che se un soggetto Leone in un tema presenta parecchi aspetti armonici risulter essere un ottimo capo, un buon padre ed un trascinatore in tutti i settori del quotidiano, se presenta delle afflizioni queste caratteristiche assumono un aspetto negativo e predispongono il soggetto verso un orgoglio eccessivo e la ponderatezza diventa presunzione.

VERGINE.

Il 23 agosto il Sole entra nella costellazione della Vergine, segno di terra, domicilio notturno di Mercurio con Giove e Nettuno in esilio. Con questo sesto segno si chiude il primo ciclo evolutivo come materia delluomo per cominciare il ciclo di ritorno verso lessenza. Il livello razionale si arricchisce a discapito di quello istintivo portando a considerare il segno della Vergine come lespressione della ragione imperniata sulla logica. Il geroglifico la lettera M stilizzata che viene associata alla Madre e quindi alla Vergine fino al simbolo divino della Madonna che esprime il concetto della sterilit/fecondit. Ecco perch a questo segno si attribuisce larchetipo della madre. Alla Vergine viene associato il mito di Demetra, Dea delle messi dorate, la cui figlia Persefone viene rapita dal Dio degli Inferi Ade che ne fa la sua sposa. La 11

disperazione di Demetra la porta ad abbandonare il rapporto con la vegetazione e le messi che si disseccano e inaridiscono. (In questa fase risulta chiaro il passaggio dalla fecondit alla sterilit.) Mosso a compassione Mercurio trova Persefone la quale per preferisce rimanere nel nuovo mondo con il suo sposo. Quindi interviene Giove che stabilisce che Persefone trascorra la stagione invernale agli Inferi e la stagione estiva con la madre. Dal mito si evince che la madre deve saper accettare che la figlia si distacchi da lei, tollerando il sacrificio per liniziazione della vita differenziata. Nella conclusione troviamo espressa la fusione dellistinto con la ragione, per cui con questo segno si conclude la visione individuale dellesistenza per aprirsi ad una concezione pi altruistica. Nella personalit il tipo Vergine ha una grande tendenza alla precisione, non vuole apparire e addirittura alle volte mostra segni di timidezza, ha una grande capacit di interpretazione di ci che lo circonda e la sua intelligenza analitica; in genere portato per i lavori di precisione e minuziosit, dallalta finanza al commercio ecc. Lintelligenza orientata sul piano razionale porta la Vergine ad avere un grande senso pratico. E a volte la prevalenza della sfera psichica su quella fisica la conduce a rifiutare in toto listintuale provocando il complesso dellanalit trattenuta, che nella quotidianit si traduce in avarizia. Daltro canto, proprio per questo motivo, sa amministrare il suo patrimonio, ha tendenze maniacali nel suo habitat ed il suo amore pi intellettuale che sentimentale. Le patologie di questo segno sono collegate allintestino e alle malattie psicosomatiche, il suo fisico risulta essere fragile, in et giovanile solitamente molto magro e questo gli conferisce una certa agilit fisica. Spesso portato alla contraddizione e allegoismo. Quando si in presenza di aspetti negativi in un tema il tipo Vergine pu diventare meschino e malizioso e diventa quasi asociale.

12