Sei sulla pagina 1di 39

E-COMMERCE

PROF. CLAUDIO CACCIAMANI


• e-commerce e strategie aziendali,
• opportunità e problematiche economico-finanziarie,
• vantaggi e costi,
• strumenti di pagamento e implicazioni gestionali.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

il commercio elettronico è genericamente definito come l’insieme delle


transazioni commerciali effettuate via Internet.

 l’e-commerce non si esaurisce nella semplice transazione, ma può


abbracciare anche altre fasi e aspetti della relazione negoziale tra
produttore (offerta) e consumatore (domanda).

 concerne tutte le relazioni commerciali, realizzate mediante l’uso di


computer e reti telematiche, che sono volte allo scambio di
informazioni direttamente correlate alla vendita di beni e servizi.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Attività commerciale che presenta i seguenti parametri:

- La compresenza di due attori protagonisti: uno adibito alla produzione e alla vendita dei beni e/o dei
servizi prodotti, l’altro all’acquisto degli stessi.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Attività commerciale che presenta i seguenti parametri:

- Lo scambio di informazioni e dati provenienti da qualunque parte del mondo (tramite qualsivoglia
tipo di rete di telecomunicazione) e soprattutto in tempo reale.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Attività commerciale che presenta i seguenti


parametri:

- L’offerta, la vendita e la promozione di prodotti e/o


servizi che avviene online
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Attività commerciale che presenta i seguenti parametri:

- La presenza di una transazione commerciale vera e propria che si materializza tra gli attori in forma
esclusivamente elettronica.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Attività commerciale che presenta i seguenti parametri:

- La completa assenza di un luogo fisico in cui la transazione commerciale viene codificata e


conclusa
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

sulla base della natura del bene oggetto della negoziazione, e conseguentemente delle modalità di
svolgimento dell’attività esercitata, che possiamo classificare:

E-commerce diretto E-commerce indiretto


E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
E-commerce diretto

Tutte le fasi della transazione, dall’ordine, al pagamento alla consegna, avvengono esclusivamente
in via telematica.
Eliminando ogni tipo di forma di spedizione materiale, le operazioni in questione riguardano
prodotti e beni direttamente scaricabili dal Web, previo pagamento del prezzo previsto.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
E-commerce indiretto

La peculiarità risiede nell’impossibile digitalizzazione del prodotto, oggetto della contrattazione, il


quale risulta necessariamente consegnabile attraverso le vie ordinarie
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

L’e-commerce permette di ordinare in comodità di orari e luogo, risparmiando tempo e sforzi.

Caratteristica dell’e-commerce è la convenienza. Si acquista online per trovare prodotti a


prezzi più bassi grazie alla facilità di confronto.

Oltre al confronto tra prezzi, l’utente può ricercare e confrontare pareri e recensioni: la
conferma, la raccomandazione, il consiglio basato sulle esperienze altrui sono sempre dei
fondamentali driver di scelta.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

In base alla posizione del cliente si parla di:

• Business to consumer (B2C):


il compratore è un privato

• Business to business (B2B):


il compratore è un'altra azienda

• Consumer to Consumer (CtoC o C2C)


E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

BUSINESS TO BUSINESS BUSINESS TO CONSUMER


• Strategie di marketing più complesse • Marketing e ciclo di vendita basilari
• Prezzi variabili • Prezzi fissi
• Ampia gamma di prodotti
• Piccole quantità
• Condizioni di trasporto rigide (velocità nel
trovare soluzioni a problemi di carattere • Trasporto flessibile e semplice
logistico) • Le tasse hanno il minimo impatto sulla
• Le tasse influenzano di molto la vendita vendita
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Scelta della piattaforma

1. Open source 2. A noleggio

3. Personalizzata: su misura
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
Scelta della piattaforma

1. Open source

Pro +
Contro –
• Tempi di sviluppo
• Minore flessibilità nella
• Riduzione dei costi di sviluppo
personalizzazione
• Sicurezza
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
Scelta della piattaforma

2. A noleggio

Pro + Contro –
• Bassa barriera all’ingresso • Valutazione del servizio in base al prodotto
• Facilità di aggiornamento da vendere
• Costi certi
• Buona soluzione per iniziare
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
Scelta della piattaforma

3. Personalizzata: su misura

Pro + Contro –
• Elevata personalizzazione • Costi di realizzazione
• Maggiore facilità nella risoluzione di eventuali • Rapporto con l’agenzia / sviluppatore
problemi
• Conoscenza approfondita della struttura
• Massimo supporto da parte dell’agenzia / sviluppatore
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

ATTIVITA DA SVOLGERE dopo aver scelto la piattaforma

MARKETING MANAGER
• Pianificazione e gestione campagne di online marketing e attività social media;
• Monitoraggio e analisi delle statistiche del sito
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
ATTIVITA DA SVOLGERE dopo aver scelto la piattaforma

CUSTOMER CARE MANAGER


• Assistenza ai clienti pre e post acquisto (telefono, chat, e-mail);
• Gestione dei processi di pagamento (incassi, riaccrediti, frodi);
• Gestione e monitoraggio dei processi di evasione ordini e resi.
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
ATTIVITA DA SVOLGERE dopo aver scelto la piattaforma

STORE MANAGER
• Gestione dell’offerta commerciale del sito,
aggiornamento catalogo e contenuti;
• Gestione e monitoraggio dello stock a magazzino;
• Monitoraggio e analisi delle statistiche del sito;
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
Una volta avviato il sito bisogna fare attività di web marketing

Onsite SEO checklist :


 Friendly URL
 Tag H1 - H2 - H3
 Meta tag (title, description)
 Tag “alt” per le immagini
 Struttura link interni
 Microdati (schema.org) rich snippet
 Ottimizzazione testi (contenuti duplicati)
 Sitemap
 Robots.txt
 301
 Canonical
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Onsite addons (moduli)

• Cross selling / Upselling


• Recensioni
• Blocchi rassicurativi
• Carrelli abbandonati
• Customer service (FAQ + chat)
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI

Attività offsite

• Attività SEM (Search Engine Marketing)


• Content Marketing (blog post, guide, infografiche, ecc.)
• Social Networking (Facebook, Instagram, Pinterest, ecc.)
• E-mail marketing (DEM, Newsletter)
• Comparatori di prezzo (Trovaprezzi, Twenga, ecc.)
• Marketplace (Ebay, Amazon, ecc.)
E-COMMERCE E STRATEGIE AZIENDALI
Tenendo sempre presente la normativa in tema di privacy e riservatezza dei dati personali!!!!!

• sistemi di mail marketing per l’invio di offerte commerciali


•  sistemi di profilazione per studiare le preferenze e le scelte di
acquisto dei propri clienti per aumentare le proprie capacità di
vendita e per elaborare offerte mirate.

misure di sicurezza per tutelare questi dati particolari, individuare


un fornitore idoneo che appresti adeguate garanzie, effettuare una
valutazione di impatto e, se il trattamento di dati particolari
avviene su larga scala, anche provvedere a nominare un DPO.
OPPORTUNITÀ E PROBLEMATICHE
ECONOMICO-FINANZIARIE

Servizio Diritto di
Fatturazione Spedizione Feedback
Clienti Recesso
OPPORTUNITÀ E PROBLEMATICHE
ECONOMICO-FINANZIARIE

La spedizione attraverso il corriere ricopre un ruolo importante.


È parte integrante del e-commerce e il servizio influirà sul giudizio finale.

• Tempi di spedizione (non uguali per tutti)


• Perdita degli oggetti (dipende dai periodi dell’anno)
• Possibilità di tracciare il pacco (10% dei pacchi tecnicamente non
tracciabili)
• Restituzione merce (entro 14 giorni)
OPPORTUNITÀ E PROBLEMATICHE
ECONOMICO-FINANZIARIE

Il contratto di trasporto di cose, regolato dal Codice Civile, art. 1693 stabilisce che:

"Il vettore è responsabile della perdita e dell'avaria delle cose consegnategli per il trasporto, dal momento
in cui le riceve a quello in cui le riconsegna al destinatario, se non prova che la perdita o l'avaria è
derivata da caso fortuito, dalla natura o dai vizi delle cose stesse o del loro imballaggio o dal fatto del
mittente o da quello del destinatario".
OPPORTUNITÀ E PROBLEMATICHE
ECONOMICO-FINANZIARIE

Quindi escludendo responsabilità del mittente o del destinatario ed eventi casi fortuiti o
dovuti a cause di forza maggiore (quali incendi, esplosioni, terremoti, eruzioni
vulcaniche, frane, inondazioni, valanghe, guerre, ecc.) si parla di responsabilità del
vettore.

In tal caso qualora all’atto della ricezione del pacco si dovesse riscontrare qualche
anomalia è sempre consigliabile accettare “con riserva” la consegna
VANTAGGI E COSTI

VANTAGGI PER CHI VENDE VANTAGGI PER CHI ACQUISTA


+ Apertura al mercato globale + Comodità
+ Nessun limite temporale + Convenienza
+ Monitoraggio diretto del cliente + Informazione (catalogo virtuale)
+ Flessibilità + Sicurezza
+ Risparmio + Risparmio
VANTAGGI E COSTI

Il risparmio
• I commercianti necessitano di meno personale
• I produttori spingono verso l’online
• Non c’è la necessità di avere un negozio fisico
• Si accorcia la filiera
VANTAGGI E COSTI

Comodità
• Poter comprare direttamente da casa con diversi dispositivi, a qualsiasi ora
• Poter ricevere i prodotti a casa (o in luoghi delegati, es. locker)
• Garanzia di poter trovare ciò che si cerca
VANTAGGI E COSTI

Grande catalogo virtuale


• Servizi/produttori
• Commercianti monoprodotto/multiprodotto
• Possibilità di cercare il prezzo minore comodamente (siti appositi)
VANTAGGI E COSTI

SVANTAGGI PER CHI


SVANTAGGI PER CHI VENDE ACQUISTA
+ Costi Trasporto/Assicurazione + Non si può toccare l’oggetto

+ Marketing online + A volte poca descrizione/ foto/misure


+ Attesa del corriere
+Perdita degli oggetti
+Pagamento
STRUMENTI DI PAGAMENTO E
IMPLICAZIONI GESTIONALI
Con l’ampliarsi del e-commerce è stato necessario creare nuovi mezzi di pagamento, in grado di assecondare le
esigenze dell’utente di sicurezza e di autenticazione durante una transazione telematica su una rete aperta.

Tre categorie:
 Credit based = utilizzo delle carte di credito in internet
 Debit based = il portafoglio digitale
 Token based = l’utilizzo di un token che genera una password
STRUMENTI DI PAGAMENTO E
IMPLICAZIONI GESTIONALI

 Carte prepagate
 Sistema Paypal
 Contrassegno
 Carte di credito
 Bonifico bancario online
 Pagamento in negozio
 Bollettino postale
 Bonifico bancario allo sportello
STRUMENTI DI PAGAMENTO E
IMPLICAZIONI GESTIONALI

Mobile Payment
Iniziative che abilitano pagamenti o trasferimenti di denaro tramite il telefono cellulare, usato
come strumento fisico per attivare il pagamento e addebitare la transizione su qualsiasi strumento
di pagamento.

 Acquisto per corrispondenza tramite cattura di codici di pagamento Qrcode (su volantini,
pagine web, POS virtuali..)
 Acquisto di beni e servizi geolocalizzati (ticket, pagamento soste)
 Fruizione di servizi automatizzati (bike sharing,..)
STRUMENTI DI PAGAMENTO E
IMPLICAZIONI GESTIONALI

Paypal
• Metodo per ricevere e mandare denaro online sicuro (affiliato E-Bay)
• Permette di creare un conto gratuitamente, collegando una qualsiasi carta
• Pagamenti per mail, tramite siti che accettano PayPal, trasferimento denaro, portale di
vendita online, prepagata PayPal
• Sicuro per chi compra e per chi vende
• Su cosa vive PayPal? a chi vende e a chi trasferisce denaro è richiesta una piccola
percentuale
GRAZIE PER L’ATTENZIONE!