Sei sulla pagina 1di 20

Previdenza integrativa

del l e Stefano Colao***


di Claudio Cacciamani* Giuseppe Cera **
o
st i
co
1. PREMESSA Il me d za re:
r e n ta che ha più volte espresso la
L’evoluzione del contesto economico, fo vid e n necessità di un contenimento dei

pre plemsi
aggravatosi con la crisi finanziaria, ha, cos delle forme di previdenza
complementare. In par colare, la
tra le sue conseguenze, prospe ve più
incerte per il se ore delle pensioni om
c ana li COVIP ha cercato di favorire la
’ a
un piric
pubbliche. In par colare, sopra u o razionalizzazione dell’offerta
per i più giovani, si pone la ques one a raverso la creazione di fondi di
del mantenimento di un tenore di vita em maggiori dimensioni, capaci di
sfru are al meglio le economie di
adeguato una volta maturato il diri o
alla pensione. scala, riducendo i cos che gli
finale della previdenza complementare. aderen sostengono; infa , tramite
Una possibile soluzione è rappresentata
Sul tema è opportuno riportare un l’avvio di un significa vo processo di
dalla previdenza complementare. Per
esempio estremamente significa vo, in concentrazione si potrebbe essere in
potere garan re ai futuri pensiona un
linea con le s me diffuse dall’Autorità grado, a de a dell’Autorità di
tenore di vita adeguato a quello tenuto
di Vigilanza (COVIP), che so olineano Vigilanza, di:
durante l’a vità lavora va diviene
come nel lungo periodo differenze − raggiungere livelli di efficienza
fondamentale integrare la propria
anche minime possano produrre effe eleva nella ges one dei fondi;
pensione ricorrendo ai fondi di
previdenza complementare. Risulta di rilievo sulla prestazione finale: − o enere considerevoli riduzioni
evidente come sia importante aderire a prendendo come esempio un orizzonte dei cos ;
tali forme complementari in età temporale lungo (35 anni) e, a parità − contribuire ad aumentare il livello
giovanile in maniera tale da avere un di altre condizioni (come i rendimenƟ di trasparenza.
orizzonte temporale maggiore per lordi), una maggiore onerosità media Pertanto, si evince l’importanza che
maturare un montante adeguato, rispeƩo ai fondi pensione negoziali se rivestono i cos delle forme
cos tuito in parte dai contribu versa ne deduce una prestazione finale più pensionis che complementari in
(quota capitale) e in parte dai bassa del 17%, nel caso dei fondi quanto, nel momento in cui si
rendimen che l’inves mento dei pensione aperƟ, e del 23%, nel caso dei valutano inves men di lungo
contribu sui merca finanziari genera Piani Individuali PensionisƟci (PIP). periodo, occorre considerarne anche
nel tempo (la cd. Rivalutazione E’ importante so olineare come la i cos , tali da incidere dire amente,
finanziaria della posizione). Tale norma va introdo a nel 2007 dal magari in maniera sostanziale, sulle
importo deve essere “scontato” degli Decreto Legisla vo n.252 del 5 prestazioni finali, assorbendo parte
oneri che l’aderente sos ene in dicembre 2005 abbia cercato di del montante accantonato: in
maniera sia dire a (in quanto gravan promuovere il contenimento dei cos
dire amente su di esso, come nel caso a raverso una più accentuata NOTE
delle spese di entrata o di uscita dal concorrenza, o enuta con * Professore Ordinario di Economia
fondo, della quota annuale di l’equiparazione degli schemi degli Intermediari Finanziari
pensionis ci integra vi (di natura sia Dipar mento di Economia Università
partecipazione) sia indire a (in quanto
degli Studi di Parma
gravan sul patrimonio del fondo “colle va” che individuale). Si è creata
una base comune di riferimento su cui i ** Do ore Commercialista e Revisore
pensione, ma che ricadono comunque
fondi possano competere per Contabile, Professore a Contra o
sull’aderente); di conseguenza, il
Università di Parma, Amministratore
montante finale risulta cos tuito dai massimizzare l’efficienza del mercato e
delegato di Parametrica Pension
contribu e dagli eventuali interessi sulla quale il potenziale aderente può Fund
matura , al ne o dei cos sostenu compiere le proprie valutazioni durante
*** Collaboratore presso il Laboratorio di
(dire e indire ). la fase di scelta del fondo con il rischio Ricerca Uniparmassicurazioni,
Per ques mo vi il fa ore costo riveste rendimento a lui più appropriato. is tuito presso il Dipar mento di
un ruolo significa vo e un’incidenza Sul tema, oltre al Legislatore, si è Economia dell'Università degli Studi
sostanziale sul valore della prestazione espressa anche l’Autorità di Vigilanza, di Parma

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 23


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

quest’o ca, cos maggiori indicano numero di aderen al fondo si traduce “spaccato” delle pologie di cos delle
prestazioni pensionis che minori a in una migliore efficienza solo se i cos diverse forme previdenziali
scadenza. amministra vi aumentano in misura complementari e della loro incidenza
Su queste considerazioni si fonda proporzionale all’aumento del numero assoluta e rela va per gli aderen .
l’analisi condo a, che ha l’obie vo di degli iscri . Ques oneri gravano in
indagare i cos delle forme di maniera dire a sugli aderen , in quanto
2. ANALISI DELLA
previdenza complementare (Fondi risultano finanzia dire amente dalle
quote associa ve e dalla quota di
LETTERATURA
Pensione Aper , Fondi Pensione
iscrizione. Il tema dei cos delle forme di
Negoziali e Piani Individuali
previdenza complementare, nonostante
Pensionis ci), analizzando le principali I cos di natura finanziaria, a loro volta,
cos tuisca argomento di grande
voci di costo che gli aderen a una forma riguardano la totalità delle commissioni
a ualità, risulta ancora poco tra ato
di previdenza complementare legate alla ges one finanziaria del fondo.
dalla le eratura.
sostengono in maniera sia dire a sia Nello specifico, è possibile classificarli in
indire a. commissioni di ges one finanziaria, Anche per l’Italia, come per la maggior
commissioni di incen vo (o di over- parte dei Paesi Europei, l’argomento è
L’analisi è condo a partendo dallo
performance), garanzie minime di ogge o di crescente a enzione, in
studio dei Bilanci di esercizio (o dei
rendimento, commissioni per la banca quanto i cos incidono in maniera
Rendicon ), delle Note Informa ve (il
determinante sul calcolo della rendita
documento che illustra le cara eris che depositaria e commissioni di
negoziazione. finale: conoscere e contenere i cosƟ è un
e il funzionamento della forma
aspeƩo fondamentale.
pensionis ca) e delle Schede Sinte che Sulla base dei da raccol , indica nei
di tu e e tre le pologie di forme di documen ufficiali dei fondi analizza , si Per avere un dato numerico di quanto
previdenza complementare ogge o di ricostruisce il trend di tali voci di costo possa variare il risultato finale per il
studio. negli ul mi anni e si osservano (o beneficiario in relazione ai cos
ricostruiscono) i valori di alcuni indicatori sostenu , si possono analizzare le s me
E’ possibile classificare gli oneri delle
u li per effe uare una misurazione contenute nel Working Paper pubblicato
forme di previdenza complementare in 1
realis ca dei cos delle forme di da Mefop nel 2007 (citato anche nel
due macro classi: cos di natura
previdenza complementare, ossia l’ISC Mid Term Report nr. 8) in cui si evidenzia
amministra va e cos di natura
(Indicatore Sinte co dei Cos ) e il TER come “il montante accumulato dal
finanziaria.
(Total Expenses Ra o). Tali indicatori lavoratore in 30 anni risulterebbe
I primi rappresentano cos rela vi alla inferiore, rispe o a quello che si
perme ono di procedere a un’analisi
funzione amministra va (lega al o errebbe in assenza di commissioni, del
pluriennale dei cos delle forme di
funzionamento degli organi sociali, ai 14% se la commissione fosse pari allo
previdenza complementare.
cos del personale amministra vo e ai 0,5% annuo e del 36% se invece la
cos generali di amministrazione). Essi L’indagine empirica condo a è effe uata
commissione salisse all’1,5%”.
risultano fortemente lega alla variabile su un campione di nove forme di
previdenza complementare: tre fondi Un’ulteriore conferma dell’incidenza
dimensionale. Infa , una crescita del
pensione aper , tre fondi pensione degli oneri delle forme di previdenza
NOTA negoziali e tre piani individuali complementare può essere fornita dalla
1 Mefop S.p.A. (società per lo sviluppo del pensionis ci. differenza tra i cos a carico dei fondi
mercato dei Fondi Pensione) è stata aper e quelli a carico dei fondi chiusi.
All’interno di tali fondi vi sono fondi
fondata nel 1999 con l’obie vo di Ques ul mi, sfru ando le potenziali
studiare, interpretare e comunicare la chiusi bancari e non, fondi aper la cui
elevate dimensioni dell’insieme di
previdenza complementare per favorirne adesione è totalmente libera e aderen , riescono a pra care un prezzo
lo sviluppo. Al suo interno raccoglie un volontaria e Piani individuali
notevolmente inferiore rispe o sia ai
ampio panorama di fondi pensione (circa Pensionis ci.
80 soci) e la partecipazione del ministero Il campione, seppure non
fondi aper sia a quello sopportato in
dell’Economia e delle Finanze, che de ene caso di ges one individuale.
rappresenta vo, esprime comunque uno
la maggioranza assoluta delle azioni. Alla luce di quanto affermato, diviene
Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 24
Previdenza integrativa
fondamentale per i potenziali aderen e ipo zzando un tasso annuo di mentre il secondo tasso di interesse fa
potere effe uare un confronto dire o rendimento del 4%. L’indice esprime riferimento a un piano di inves mento
tra le varie offerte dei fondi pensione quanto il rendimento dell’inves mento, inclusivo degli oneri.
non solo in funzione dei rendimen di su base annua nei diversi periodi Tale indicatore è calcolato per qua ro
cui potranno beneficiare, ma considera , risulta inferiore rispe o a periodi di partecipazione al fondo, ossia
sopra u o a raverso un confronto quanto si o errebbe in assenza di cos 2, 5, 10 e 35 anni, in quanto alcuni cos
dire o dei cos che dovranno di contribuzione. (come per esempio i cos di iscrizione,
sopportare e che incideranno in Tale indicatore presenta un limite le spese fisse annuali in cifra fissa o in
maniera sostanziale sul valore finale importante: per condizioni differen percentuale sui versamen , ecc..)
della prestazione. rispe o a quelle considerate, ossia nei possono diminuire nel tempo
In questo senso, un segnale importante casi in cui non si verifichino le ipotesi all’aumentare della posizione
è giunto dall’equiparazione degli schemi previste, esso ha una valenza individuale maturata. Tale indice
pensionis ci integra vi. Con essa è stato puramente indica va. rappresenta una s ma calcolata
possibile creare una base di riferimento Tra le modalità di valutazione più diffuse considerando l’ipotesi di un versamento
su cui i fondi possono competere tra vi è anche il TER (Total Expenses Ra o), costante di 2.500 euro annui e un tasso
loro e cercare di migliorare la loro un indicatore sinte co di spesa dei fondi di rendimento lordo pari al 4%.
efficienza. comuni calcolato come espressione Rientrano nel calcolo dell’Indicatore
percentuale, data dal rapporto fra la Sinte co dei Cos il costo di iscrizione,
3. L’INDAGINE EMPIRICA somma dei cos a carico di un fondo le spese annuali (in misura sia fissa che
comune d'inves mento e il suo in percentuale dei versamen ), le
Nell’indagine empirica proposta sono commissioni in percentuale sul
patrimonio ne o totale.
analizzate nove forme di previdenza patrimonio inves to, gli oneri fiscali
complementare: lega ai rendimen annuali e i cos
− tre Fondi Pensione Aper ; 3.1. Indicatore SinteƟco dei CosƟ (ISC)
lega al trasferimento della posizione
− tre Fondi Pensione Negoziali rivol ai L’indicatore sinte co dei cos consente individuale. Per i cos quan ficabili al
lavoratori appartenen a specifici di avere, in modo chiaro e tempes vo, momento in cui si effe ua il calcolo
se ori; un’indicazione di quanto i cos dell’ISC, è espressamente richiesto di
− tre Piani Individuali Pensionis ci, di complessivi pra ca dal fondo effe uarne una s ma. Le spese dire e
cui due Pip bancari. pensionis co complementare incidano sono generalmente des nate alla
percentualmente ogni anno sulla copertura delle spese di natura
Il calcolo del costo complessivo di ogni posizione individuale. Esso fornisce una amministra va (organi di
fondo non è agevole a causa della rappresentazione immediata della loro amministrazione e controllo, direzione,
varietà delle voci di costo e delle incidenza durante la fase di accumulo.
molteplici variabili che possono personale, cos per l’acquisto di
L’indice viene calcolato secondo una immobilizzazioni immateriali e materiali
modificarne o alterarne la valutazione. metodologia analoga a tu e le forme di e per servizi amministra vi) e possono
Per potere effe uare, quindi, una previdenza complementare definite
misurazione quanto più realis ca e essere commisurate, sia in somma fissa
dalla COVIP, o enendo così dei da che in percentuale, sulla retribuzione o
concreta occorre procedere a una omogenei al fine di rendere agevole il
analisi pluriennale. sulla contribuzione.
raffronto tra i vari fondi.
Il metodo di calcolo maggiormente Sono esclusi dal calcolo i cos di
Nello specifico, l’Indicatore Sinte co dei cara ere eccezionale, quelli lega a
u lizzato è l’ISC (Indicatore Sinte co dei Cos è dato dalla differenza tra due
Cos ). Esso rappresenta il costo annuo, even eccezionali o gli oneri che non
tassi di rendimento, al ne o del prelievo possono essere previs ex ante, come
in percentuale della posizione fiscale. Uno dei due tassi di interesse è per esempio le commissioni di over-
individuale maturata, s mato facendo rela vo a un ipote co piano di
riferimento a un aderente po, che performance, legate all’eventualità che i
inves mento che non prevede cos , gestori riescano a superare i risulta
versa un contributo annuo di 2.500 euro

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 25


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

pa ui . Solitamente l’ISC risulta minore risulta l’efficacia rappresenta va www.covip.it la raccolta degli ISC di tu e
correlato in maniera nega va dell’indicatore in ques one. le linee di inves mento dei fondi
all’orizzonte di permanenza al fondo, in Inoltre, occorre so olineare che nella pensione, suddivisi per forma
quanto i cos fissi e quelli commisura ai formula di calcolo non si ene conto pensionis ca.
versamen tendono a diminuire degli oneri determinabili solo nella fase Nel Grafico 1 è rappresentata la crescita
all’aumentare del montante accumulato. di consun vo (come per esempio le dei montan di due piani di accumulo; il
L’uniformità delle che le modalità di commissioni di incen vo), che primo prevede spese di adesione e
calcolo dell’ISC per tu e le forme di potrebbero alterare notevolmente dire e fisse annue pari a € 20 e
previdenza complementare rende l’ammontare corrisposto effe vamente commissioni di ges one e di banca
questo indicatore uno strumento di all’aderente a scadenza. L’ul mo punto depositaria pari all’1%; il secondo implica
importanza notevole nell’o ca della cri co, forse più importante, è legato al spese di adesione in percentuale del
concorrenza tra i fondi, in quanto fa o che la contribuzione ipo zzata flusso contribu vo pari all’1%, spese
perme e ai potenziali aderen di prevede un versamento annuale minimo dire e commisurate in percentuale del
confrontare i cos e l’offerta dei vari pari a 2.500 euro, che, se confrontato reddito, commissioni di banca
fondi pensione. con i contribu medi versa dai depositaria pari all’1,50%.
Tu avia, a fronte dei molteplici pregi, lavoratori negli ul mi anni, diviene È possibile evincere dalla
l’ISC presenta anche pun cri ci. Per eccessivo. rappresentazione grafica (Grafico 1) che
esempio, la validità di tale indice è legata Risulta molto importante, in quest’o ca, a una diminuzione degli ISC (dovuto
a una situazione in cui valgano le l’inizia va della COVIP che, perseguendo all’aumentare della permanenza al
condizioni di base della s ma. Inoltre, l’obie vo di una maggiore trasparenza fondo) corrisponde un progressivo
nel caso in cui non si verifichino le ipotesi nel mercato della previdenza aumento della quota di montante da
previste, l’indicatore assume una valenza complementare e di un più agevole assogge are alla copertura dei cos .
puramente indica va. Tanto più sono confronto tra le varie offerte, me e a
lontani i parametri ipo zza , tanto disposizione sul proprio sito
Isc: costo effettivo di un fondo pensione

Fonte: Mid Term Report nr.8 – Previ|Data

Grafico 1
Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 26
Previdenza integrativa
3.2. Total Expenses RaƟo (TER) 3.3 Un esempio dell’impaƩo dei cosƟ Per effe o dei minori cos sostenu , la
Come già an cipato, i cos che sulla pensione complementare pensione complementare ricevuta dal
l’aderente sos ene si dividono in due Per comprendere al meglio l’incidenza sogge o A è di circa 800 euro più alta di
categorie: dei cos sulla rendita, si riporta quella ricevuta dal sogge o B (cioè il 16
l’esempio, proposto da COVIP, sul cui per cento).
− i cos a carico dell’aderente;
− i cos a carico del fondo sito è possibile prendere visione e
(indire amente sostenu scaricare l’Indicatore Sinte co dei Cos 4. RISULTATI OTTENUTI
dei fondi pensione negoziali, dei fondi
dall’aderente). 4.1 Livello generale
pensione aper e dei Piani Individuali
Il TER (Total Expenses Ra o) viene Pensionis ci. Dalle analisi effe uate sulle pologie di
definito come il rapporto tra il totale costo delle forme di previdenza
Il sogge o A aderisce a una forma
delle spese a carico del fondo e il complementare e sulla rela va
pensionis ca complementare versando
patrimonio medio dello stesso, incidenza sul valore della prestazione
un contributo annuo pari a 2.500 euro.
rappresentando un dato che in maniera finale3, dal seppure ristre o campione
L’ISC della forma pensionis ca
immediata e sinte ca rappresenta la indagato emerge che la pologia di
complementare, alla quale è iscri o il
percentuale del patrimonio prelevata fondo pensione più onerosa è la
sogge o A, è pari allo 0,5 per cento del
dal fondo, in un anno solare, per la categoria dei Piani Individuali
patrimonio su 35 anni di partecipazione.
remunerazione dei servizi di ges one. Il Pensionis ci, mentre la meno onerosa
TER è un coefficiente che racchiude Il sogge o B aderisce a un’altra forma di è la categoria dei Fondi Pensione
l’analisi della maggior parte dei cos di previdenza complementare versando lo Negoziali. Fra le due si frappongono i
un fondo. Infa , esso ene conto delle stesso contributo annuo (2.500 euro). Fondi Pensione Aper .
commissioni di ges one, di quella di L’ISC della forma pensionis ca
Il fa o che i Fondi Pensione Negoziali
performance, del compenso complementare alla quale è iscri o il
presen no minori oneri e risul no più
riconosciuto alla banca depositaria e sogge o B è pari all’1,5 per cento del
convenien per l’aderente sembrerebbe
delle spese di revisione della contabilità patrimonio su 35 anni di partecipazione.
dovuto alle seguen cara eris che:
e dei rendicon dei fondi, del contributo Dopo 35 anni di contribuzione, quindi,
− sono cara erizza da adesioni su base
di vigilanza a favore della COVIP, delle ipo zzando che tu e le altre condizioni,
spese legali. Al contrario, sono esclusi nello specifico, i rendimen medi lordi NOTE
dal calcolo gli oneri fiscali e le delle due forme pensionis che
2 Per “switch” si intende un cambio del
commissioni di so oscrizione, di complementari siano uguali, il sogge o comparto di inves mento, per esempio da
rimborso e di switch2 paga A in termini reali riceve nel primo anno un comparto a un altro nell’ambito dello
dire amente dal so oscri ore e i cos una pensione complementare di circa stesso fondo pensione.
di negoziazione riconosciu agli 5.400 euro; il sogge o B, invece, 3 Informazioni fornite da COVIP, pubblicate
intermediari per la compravendita dei sempre in termini reali, o ene una da Mefop e da dichiara nei Bilanci di
toli. pensione complementare di circa 4.600 esercizio delle forme pensionis che
La sua indicazione nel Prospe o euro. proposte
Informa vo dei fondi pensione è
obbligatoria secondo la norma va
italiana, ma, in quanto tra asi di un Contributo ISC (%) Orizzonte Pensione Complementare
numero non determinabile a priori, è annuale temporale corrisposta
permessa l’indicazione del TER degli Soggetto A 2.500 € 0,5 % 35 anni 5.400 €
NOTA
anni passa .
Soggetto B 2.500 € 1,5 %2 Per “switch” del €
35 anni si intende un cambio4.600
Differenza comparto di inves mento, - 800€ (-16%)da
per esempio
un comparto a un altro nell’ambito dello
stesso fondo pensione.

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 27


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

colle va e non individuale. In Spese di adesione, distribuzione dei fondi per soggetto pagante
relazione a ciò, avendo un ampio
bacino d’utenza, riescono a realizzare QUOTA DI ADESIONE NUMERO DI FONDI VAL %
economie di scala con una Solo a carico del lavoratore 5 13 %
conseguente riduzione dei cos . Il Solo a carico del datore di lavoro 2 5%
numero degli aderen risulta di A carico di entrambi 26 67 %
dimensioni ne amente maggiori Non prevista 6 15 %
rispe o ai Fondi Aper . Pertanto, i
cos di ges one e i cos amministra vi Totale 39 100 %
tendono a essere minori per il singolo Fonte MidTerm Report nr. 8 – Previ|Data
aderente;
− la maggiore economicità di tali fondi è
ancora più evidente se si considera che previdenza complementare. Nella spese di adesione pari all’85% della
la maggior parte degli oneri previs maggior parte dei casi la percentuale dei totalità dei Fondi Pensione Negoziali. Al
dai Fondi Pensione Negoziali è a carico Fondi Pensione Negoziali che applica contrario, nei Fondi Pensione Aper tale
del datore di lavoro. commissioni risulta maggiore rispe o percentuale risulta pari all’80% e nei
alla percentuale dei Fondi Pensione Piani individuali Pensionis ci al 40%.
In merito ai cos di natura
Aper o dei Piani Individuali Va so olineato che, mediamente,
amministra va, occorre ricordare che
Pensionis ci. nonostante la percentuale di Fondi
dal 2006 a oggi, a causa
dell’adeguamento alle norme previste Ciò è confermato anche dai risulta Pensione Negoziali che applichi tali
nel Decreto Legisla vo n. 252 del 5 o enu dall’analisi delle spese di commissioni sia maggiore, i valori
dicembre 2005, dell’aumento del adesione previste dai Fondi Pensione applica risultano minori rispe o a quelli
numero di iscri e del conseguente analizza in questo lavoro. Infa : osserva nei Fondi Pensione Aper .
aumento del patrimonio ges to, si è − i Fondi Pensione Negoziali analizza Mediamente, ques ul mi applicano
registrato un incremento generale di tale applicano commissioni individuali tra commissioni elevate, se paragonate ai
po di oneri, evidenziando differenze 15 euro e 22 euro; valori medi delle altre due pologie di
importan tra le varie pologie di fondi, − i Fondi Pensione Aper analizza forme di previdenza complementare.
specialmente tra quelli ad adesione applicano commissioni individuali tra I minori cos evidenzia a carico dei
individuale e gli altri ad adesione 40 euro e 50 euro; Fondi Pensione Negoziali sono
colle va. − nei Piani Individuali Pensionis ci evidenzia anche con riferimento ai cos
Tu avia, ciò non si è trado o in un analizza non si ravvisano tali di natura finanziaria; infa , tale
aumento generale dei cos delle forme commissioni. pologia di forma di previdenza
di previdenza complementare, in quanto complementare prevede commissioni
Occorre ricordare che le spese di
tale effe o è stato a u to dalla inferiori rispe o ad altri pi di
adesione, nel caso in cui siano previste,
diminuzione dell’incidenza dei cos inves mento o di forme di previdenza
possono essere:
amministra vi sul costo complessivo complementare. Occorre so olineare
− esclusivamente a carico del datore di che le forme di previdenza
sostenuto dai fondi. Tale risultato è
lavoro; complementare investono
ancora più evidente nei Fondi Pensione
− esclusivamente a carico del sostanzialmente in a vità finanziarie
Negoziali, cara erizza dalla maggiore
lavoratore; tradizionali, che generalmente
incidenza degli oneri a carico del datore
di lavoro. − a carico di entrambi. prevedono commissioni minori rispe o
Dall’analisi emerge che i Fondi Pensione ad altri inves men alterna vi.
Inoltre, dall’analisi degli oneri
amministra vi si evince come i Fondi Negoziali e i Fondi Pensione Aper Inoltre, i Fondi Pensione Negoziali, a
Pensione Negoziali presen no maggiori ricorrono maggiormente a questa differenza dei Fondi Pensione Aper e
voci di costo rispe o alle altre forme di commissione, con una percentuale di dei Piani Individuali Pensionis ci, in cui
Fondi Pensione Negoziali che applica gli oneri finanziari sono correla
Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 28
Previdenza integrativa
Commissioni di gestione finanziaria per tipologia di comparto. mentre all’aumentare degli anni di
permanenza nel fondo si registra una
Presenza di garanzia FPC FPA PIP
riduzione di tali differenze, convergendo
NO 0,07% 0,78% 1,05% verso valori pressoché simili.
Obbligazionario puro
SI 0,21% 1,04% Come si nota dalla Tabella 1, nel lungo
periodo (35 anni) il valore medio risulta
NO 0,13% 1,04% 1,89% pari allo 0,2% nei Fondi Pensione
Obbligazionario misto
SI 0,27% 1,03% Negoziali, all’1,1% in quelli Aper e
all’1,5% nei Piani Individuali
Fonte pubblicazioni MEFOP Pensionis ci.
Tali valori trovano riscontro anche negli
Indicatori Sinte ci dei Fondi Pensione
posi vamente ai rendimen del Total Expenses Ra o, emerge ancora più
analizza nel presente lavoro.
comparto, non denotano una chiaramente come i Fondi Pensione
correlazione dire a con i rendimen , Negoziali siano i più economici rispe o
ma risultano influenza dalla alle altre forme di previdenza. Come si può notare nella Tabella 2, i
previsione o meno delle garanzie. Di Tu avia, dallo studio effe uato si Fondi Pensione Negoziali risultano avere
conseguenza, nei Fondi Negoziali la evince come nel breve periodo gli valori dell’Indicatore Sinte co dei cos
garanzia ha un’incidenza molto spread tra le varie forme di previdenza ne amente minori; al contrario, la
significa va sul valore della prestazione complementare risul no significa vi. pologia con valore maggiore
finale se paragonata a quella che la Infa , il valore medio dell’Indicatore dell’indicatore (quindi i più onerosi)
garanzia riveste nei Fondi Pensione Sinte co dei Cos a 2 anni risulta pari risultano i Piani Individuali Pensionis ci.
Aper e nei PIP. allo 0,9% nei Fondi Pensione Negoziali, Analogamente all’analisi dell’Indicatore
Confrontando i valori medi al 2,1% nei Fondi Pensione Aper e al Sinte co dei Cos , è possibile
dell’indicatore Sinte co dei Cos e del 3,5% nei Piani Individuali Pensionis ci, effe uarne una anche sulla base
Fondi pensione e PIP “nuovi”. Indicatore sintetico dei costi (dati di fine 2013: valori percentuali)

Indicatore sintetico dei costi (ISC)


2 anni 5 anni 10 anni 35 anni
Fondi pensione negoziali 0,9 0,5 0,4 0,2
Valore Minimo 0,4 0,2 0,1 0,1
Valore Massimo 2,6 1,2 0,7 0,5
Fondi pensione aperti 2,1 1,4 1,2 1,1
Valore Minimo 0,6 0,6 0,6 0,6
Valore Massimo 4,5 2,8 2,2 1,7
Piani Individuali Pensionistici 3,5 2,3 1,8 1,5
Valore Minimo 0,9 0,9 0,9 0,7
Valore Massimo 5,4 3,8 3,0 2,5

Fonte pubblicazioni MEFOP

Tabella 1
Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 29
Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

Fondi pensione e PIP “nuovi”. Indicatore sintetico dei costi (dati di fine 2013: valori percentuali)

Indicatore sintetico dei costi (ISC)


Valore medio totale dei comparti
2 anni 5 anni 10 anni 35 anni
1,02 % 0,46% 0,28% 0,16%
Fondi pensione negoziali 0,84% 0,37% 0,24% 0,15%
0,77% 0,43% 0,29% 0,17%

2,44% 1,43% 1,22% 1,13%


Fondi pensione aperti 2,48% 1,53% 1,25% 1,06%
1,71% 1,15% 1,00% 1,12%

2,42% 1,65% 1,30% 1,00%


Piani Individuali Pensionistici 2,52% 2,06% 1,97% 1,72%
3,08% 2,31% 1,96% 1,67%

Fonte: dati analizzati sulla base dei valori indicati nelle Note Informative e nelle Schede Sintetiche

Tabella 2

dell’altro indicatore u lizzato, quale pologia di comparto obbligazionario (che raccolgono la


confrontando l’onerosità delle forme di (obbligazionario, garan to, azionario) maggior parte degli aderen ) e una
previdenza complementare, ossia il Total mostri maggiori preferenze da parte preferenza minima per il comparto
Expenses Ra o. Nella tabella successiva degli aderen . Tale esame è u le per azionario, che non gode di un forte
è indicato il trend del Total Expenses comprendere come varino le preferenze interesse tra gli aderen . La scarsa
Ra o degli ul mi anni. Da essa emerge dei sogge in funzione dei cos e dei appe bilità dei compar azionari
come i Piani Individuali Pensionis ci rendimen che ogni comparto offre loro. potrebbe essere dovuta al fa o che a
abbiano avuto, a par re dal 2006, una Da tale analisi emerge come nella fronte di rendimen maggiori vi sia
maggiore riduzione dei cos (pari a circa categoria dei Fondi Pensione Chiusi si anche un maggior grado di rischio. La
1 punto percentuale). registri una maggiore preferenza degli situazione resta invariata se si analizzano
Anche i Fondi Pensione Negoziali e i aderen verso il comparto bilanciato e anche le altre due forme di previdenza
Fondi Pensione Aper , che presentano quello obbligazionario. Infa , opta per complementare. Infa , circa il 70% degli
valori ne amente inferiori, mostrano ques compar rispe vamente circa il aderen ai Fondi Pensione Aper e ai
diminuzioni di costo, anche se minori 40% e il 35% del totale degli aderen ; Piani Individuali Pensionis ci opta per il
rispe o a quelle evidenziate dai Piani una percentuale leggermente minore comparto obbligazionario o garan to.
Individuali Pensionis ci. opta per il comparto garan to, con una In merito ai rendimen dei Fondi
Pertanto, almeno per il campione percentuale pari al 24% del totale degli Pensione analizza , nel 2011 i valori
ogge o di studio, è possibile concludere aderen , mentre il comparto azionario medi, calcola come media dei
che in tu o il periodo analizzato i Fondi risulta il meno richiesto, con una rendimen di ogni comparto, sono
Pensione Negoziali sono sempre i più percentuale pari all’1% del totale degli nega vi. La situazione migliora nel 2012,
economici. aderen . in cui la maggioranza dei compar
Ciò si evince anche dall’analisi dei fondi realizza rendimen posi vi.
Un’ulteriore analisi può essere svolta
prendendo in esame le scelte degli propos , in cui si denota una maggiore
aderen in merito ai vari compar , ossia preferenza verso i compar garan to e

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 30


Previdenza integrativa
Rendimenti dei fondi pensione analizzati suddivisi per tipologia di comparto4

Rendimenti storici Rendimento


TIPOLOGIA FONDO composto negli
2010 2011 2012 2013 ultimi 5 anni

3,56% -0,01% 7,98% 6,68% 5,68%


Fondi Pensione Chiusi 2,85% - 0,47% 9,75% 5,28% --
- 1,24% 7,19% 6,8% 4,89%

2,93% - 0,51% 9,47% 8,32% 5,98%


Fondi Pensione Aperti 2,16% -1,51% 6,68% 6,54% 4,45%
5,27% - 0,82% 6,17% 5,29% 5,27%

4,13% 3,95% 4,41% 4,21% 4,11%


Piani Individuali Pensionistici 4,62% - 2,62% 5,1% 5,68% 2,5%
--------- 2,84% 2,79% 2,99% 2,87%

Fonte: Elaborazione dati indicati nelle Note Informative e nelle Schede Sintetiche dei fondi

Tabella 3
4.2 Risultati per tipologia di forma del valore del patrimonio dei fondi si richieste di trasferimento, di
di previdenza complementare traduce in una riduzione dell’incidenza an cipazioni e di risca o della posizione
FONDI PENSIONE CHIUSI di tali cos sul patrimonio (passando individuale.
Costi amministrativi dallo 0,24% del 2006 allo 0,14% del Nella previdenza complementare
2012) e in una diminuzione italiana, la maggior parte dei fondi
Dall’analisi dei da forni da COVIP sui
dell’incidenza sul costo totale (passando prevede che l’aderente versi una quota
cos di natura amministra va, nel
dal 55% del 2006 al 47,67% del 2012). di adesione al momento dell’iscrizione.
periodo intercorso tra il 2006 e il 2012 si
registra un aumento fino al 2009, Come descri o in precedenza, le spese
mentre negli anni successivi di natura amministra va sono finanziate
per la maggior parte dai cos di NOTA
l’ammontare di tali cos si consolida
intorno ai 41,5 milioni di euro. adesione e dalla quota associa va, che 4 Informazioni fornite da COVIP, pubblicate
gravano in maniera dire a sui da Mefop e da dichiara nei Bilanci di
L’effe o combinato dell’assestamento esercizio delle forme pensionis che
lavoratori. Oltre a queste voci di costo,
dei cos amministra vi e dell’aumento proposte
sono funzionali, tra gli altri, quelli alle
Fonte Covip - Fondi Pensione Chiusi: costi amministrativi e loro incidenza

COSTI AMMINISTRATIVI 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012


Valore (milioni di €) 22 33 38,05 41,24 41 42 41
Incidenza sul patrimonio 0,24% 0,29% 0,27% 0,22% 0,18% 0,17% 0,14%
Incidenza sul costo totale 55 % 64,71% 62,79 % 55 % 50,62% 53,16% 47,67 %

Fonte: Covip - Fondi Pensione Chiusi: costi amministrativi e loro incidenza

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 31


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

Media delle spese dirette per classi di iscritti

SPESE DIRETTE
CLASSI DI ISCRITTI
(VALORE MEDIO €)
< 25.000 26,56

25.000 – 50.000 21,05

50.000 – 100.000 19,20


> 100.000 18,00

Fonte: Previ|DATA - Database Mefop


Figura 1

Circa la metà dei fondi presen prevede Dalla rappresentazione grafica in Figura ges to (con conseguente incremento dei
anche il pagamento dei cos nel caso di 1 è possibile evidenziare il valore medio cos di ges one), a cos lega alla
uscita an cipata dal fondo. Le delle spese di adesione, pari a 5,64 euro presenza di garanzie e a vari rischi,
commissioni non sono solo previste nel per la quota a carico del lavoratore e cara erizzan gli inves men finanziari.
caso di ingresso o di uscita dal fondo, ma circa 7,10 euro per la quota a carico del Dalla Tabella 4 emerge come il valore di
anche nell’ipotesi di domanda di datore di lavoro. tali cos sia raddoppiato (aumentando
an cipazioni o di richiesta di dai 18 milioni di euro del 2006 ai 45
trasferimento del montante maturato da milioni di euro del 2012), trend non
un comparto a un altro.
Cos finanziari
riscontrato considerando l’incidenza di
Dagli studi Mefop, pubblica nel Mid Se le principali voci di costo di natura tali cos sul patrimonio (registrando una
amministra va registrano una
Term Report nr. 8, si evincono taluni diminuzione dallo 0,20% del 2006 allo
aspe salien lega alle spese di diminuzione, lo stesso non può dirsi per i 0,15% del 2012). Anche per quanto
adesione, come il valore medio e la cos di natura finanziaria. Infa , nel concerne l’incidenza dei cos di natura
distribuzione per classi di costo. periodo 2006-2012 tali oneri sono finanziaria sul costo totale, è possibile
cara erizza da una dinamica crescente, ravvisare un incremento (in aumento da
dovuta a un aumento del patrimonio 45% del 2006 a 51,72% del 2012).
Fondi Pensione Chiusi: commissioni finanziarie, ammontare e incidenza

COMMISSIONI DI GESTIONE
2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012
FINANZIARIA
Valore (mln di euro) 18,00 18,00 22,55 33,76 40,00 37,00 45,00

Incidenza sul patrimonio 0,20 % 0,16 % 0,16 % 0,18 % 0,18 % 0,15 % 0,15 %
Incidenza sul costo totale 45,00 % 35,30 % 37,21 % 45,00 % 50,00 % 48,39 % 51,72%

Fonte: Previ|DATA - Database Mefop

Tabella 4
Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 32
Previdenza integrativa
Analizzando alcune delle principali Fpc: commissioni di banca depositaria
pologie di costo, evidenziate nello
studio di Mefop pubblicato da Covip nel
Mid Term Report nr. 8, è possibile
notare come le commissioni di ges one
finanziaria possano essere suddivise per
Fonte: Previ|DATA - Database Mefop
pologia di mandato. Infa , si registra
un livello più alto di tali cos nelle Figura 1
ges oni a ve, piu osto che in quelle
passive. Total Expenses Ra o (TER) La rappresentazione grafica (Grafico 1)
Le commissioni di overperformance Dall’analisi dell’andamento del TER dal mostra come negli ul mi anni sia
sono previste dal 38% delle linee di 2006 al 2012, si evince come vi sia stato cambiata la composizione del TER.
inves mento, denotando una marcata un picco nel 2007, anno in cui il valore Infa , all’aumento dell’incidenza dei
diffusione di tale commissione. medio del TER è aumentato dallo 0,20% cos finanziari si registra una
del 2006 allo 0,88% del 2008. diminuzione dell’incidenza dei cos
Infine, rientra tra gli oneri finanziari
amministra vi.
anche la commissione per la Ciò è dovuto al fa o che alcune voci di
remunerazione del servizio di custodia costo (come gli oneri di ges one Inoltre, dal 2006 a oggi si verifica una
delle risorse conferite dai lavoratori al finanziaria) hanno registrato crescite, riduzione dell’incidenza degli oneri
fondo pensione, con un valore medio mentre altre si sono mantenute stabili amministra vi, dal 65% del 2006 al 50%
pari a circa lo 0,22%. durante l’intervallo considerato, come del 2012, con un conseguente
per esempio gli oneri rela vi alle incremento degli oneri di natura
commissioni di ges one e quelli lega finanziaria, aumenta dal 27% del 2006
alle commissioni di banca depositaria. al 44% del 2012.

Fpc: componenti del Ter 2006-2012 (valori medi)

Fonte: Previ|DATA - Database Mefop – Mid Term Report nr.8

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 33


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

Fonte: Previ|DATA - database Mefop—Mid Term Report n. 8

Grafico 1

Indicatore Sinte co dei Cos (ISC) FONDI PENSIONE APERTI Analizzando i valori della quota di
Analizzando i da riporta nel Mid Term adesione nel 2008 e nel 2013, si evince
Cos amministra vi
Report nr. 8 sull’Indicatore Sinte co dei come sia aumentato il valore medio della
La maggior parte dei Fondi Aper quota di adesione. Infa , dalla tabella
Cos per tale categoria di Fondi
prevede cos di ingresso (da successiva è possibile notare come il
Pensione, si evidenzia come i valori
corrispondere al momento valore medio nel 2013 sia pari a 35,4
dell’ISC tendano a comportarsi allo
dell’adesione), mentre una piccola parte euro (rispe o a 25,8 euro del 2012) e
stesso modo.
di essi prevede anche cos di uscita dal come il valore minimo sia pari a 2 euro,
Infa , nel breve periodo è possibile fondo. La presenza di altri cos registrando una diminuzione rispe o
notare scar più significa vi e valori amministra vi, come cos per lo switch all’anno precedente.
maggiori dell’ISC dovu alla maggiore o per il trasferimento, si registra solo in
incidenza che le commissioni Focalizzando l’a enzione
circa la metà dei Fondi Aper .
amministra ve ricoprono nei primi anni sull’ammontare delle quote di adesione,
di accumulo (a causa di un minor Fondi Pensione Aperti – Quota di adesione
montante raccolto); nel medio-lungo
periodo i valori degli ISC presentano una QUOTA DI ADESIONE
tendenza ad allinearsi intorno ad alcuni 2008 2013
valori. Massimo 100 100
Media 25,8 35,4
Mediana 32 35
Minimo 5 2
Fonte: Previ|DATA - Database Mefop – Mid Term Report nr.8

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 34


Previdenza integrativa
si evidenzia come la maggior parte dei Fpa: distribuzione per classi di costo della quota di adesione
Fondi Aper prevedano una quota di
adesione superiore a 21 euro, mentre
circa il 30% dei Fondi Pensione Aper
richieda una quota superiore ai 40 euro.
Dall’analisi dei da presen nel Mid
Term Report nr. 8 è possibile notare
come tra le spese legate alle preroga ve
individuali, ossia le spese per la richiesta
di an cipazioni, di trasferimento,
risca o e riallocazione della posizione o
del flusso, il costo medio più elevato
risul connesso alla richiesta di
trasferimento.

Cos finanziari
Dalla tabella è possibile notare come
l’ammontare totale delle commissioni di
ges one sia (in media) posi vamente Fonte: Previ|DATA - database Mefop—Mid Term Report n. 8
legato alla rischiosità degli inves men .

Fpa: costi per l’esercizio delle prerogative individuali

Fonte: Previ|DATA - database Mefop

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 35


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

Fpa: costi per l’esercizio delle prerogative individuali Total Expenses Ra o


Il Total Expenses Ra o (TER) dei Fondi
Pensione Aper vede la maggiore
incidenza della ges one finanziaria,
come rappresentato nella tabella
seguente. Tale genere di cos , dopo
avere registrato il suo punto di minimo
nel 2007, ha evidenziato un progressivo
aumento.
Così come registrato per i Fondi
Pensione Chiusi, nel corso del 2007 si
rileva un notevole incremento
dell’ammontare dei cos di natura
amministra va. Ciò è dovuto al processo
di adeguamento a cui sono sta
so opos i Fondi Pensione a seguito
dell’entrata in vigore del Decreto
Legisla vo n. 252 del 5 dicembre 2005.

Fonte: Previ|DATA - database Mefop


Indicatore Sinte co dei Cos (ISC)
Grafico 1 Dall’analisi dei valori dell’Indicatore
Sinte co dei Cos dei principali Fondi
Inoltre, emerge come il valore medio minore, rispe vamente, in quelli
Pensione Aper , si evince come nel
delle commissioni di ges one finanziarie obbligazionario puro e garan to.
breve periodo il valore dell’ISC presen
sia maggiore nel comparto azionario e
valori più eleva .
Fpa: componenti del ter 2007-2012 (valori medi)

Fonte: Previ|DATA - Database Mefop – Mid Term Report nr. 8

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 36


Previdenza integrativa
Ciò è dovuto al fa o che le commissioni Pip: valori medi delle quote di adesione. Confronto 2008-2013
amministra ve nel primo periodo hanno
una incidenza maggiore, derivante
dall’esiguo montante accumulato,
mentre nel medio-lungo periodo i valori
tendono ad allinearsi.

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI


Cos amministra vi
Nel mercato italiano, gran parte dei
Piani Individuali Pensionis ci non
prevede cos di ingresso; infa , il 35%
di essi richiede il pagamento di una
quota di adesione (nei Fondi Pensione
Aper tale percentuale è pari all’80% e
nei Fondi Pensione Chiusi è pari
all’85%), mentre il 60% circa di essi
prevedono dei cos di uscita.
Per i PIP che prevedono le quote di Fonte: Previ|DATA - database Mefop –Mid Term Report nr.8
adesione, il valore medio di tali
commissioni risulta pari a 31 euro
(registrando un aumento di circa il 30%
rispe o al 2008, quando risultava pari a Pip: distribuzione per classi di costo della quota di adesione
24 euro), mentre il valore minimo è di 6
euro, con un ammontare massimo di
120 euro.
Più del 50% dei PIP prevede la quota di
adesione, con un costo superiore a 20
euro, mentre la parte prevalente di essi
implica un costo compreso tra i 20 euro
e i 30 euro. Analizzando il trend degli
ul mi anni, tra il 2008 e il 2013 si
registra una diminuzione del 16% del
numero di PIP che richiedono la quota
di adesione, associata a una
diminuzione di circa 10 euro; per
contro, emerge una crescita del 20% dei
PIP che ado ano una quota di adesione
superiore a 30 euro.
In defini va, tra il 2008 ed il 2013 vi è
una diminuzione degli oneri di natura
amministra va sostenu dai PIP,
probabilmente dovuta al superamento Fonte: Previ|DATA - database Mefop –Mid Term Report nr.8
della fase (e dei cos ) di start-up che,

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 37


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

insieme al processo di ristru urazione Pip: Fondi interni—commissioni di gestione per tipologia di comparto
dell’offerta, contribuisce al (valori medi)
contenimento di tali oneri.

Cos finanziari
Per potere effe uare un’analisi dei cos
finanziari dei PIP, occorre dis nguere tra
i due modelli di ges one: Ges oni
separate e Fondi interni.
I Fondi interni, assimilabili ai Fondi
Pensione Aper per le modalità di
valorizzazione delle quote e per le
regole di inves mento, remunerano i
gestori finanziari con una commissione
calcolata in percentuale sul patrimonio
ges to, mostrando una correlazione
dire a tra l’ammontare di tale costo e il
rischio/rendimento dell’inves mento.
Le Ges oni separate ( piche delle
polizze assicura ve di Ramo I e IV) Fonte: Previ|DATA - database Mefop –Mid Term Report nr.8
prevedono una stru ura dei cos più
prudenziale, orientata alla realizzazione
di un rendimento minimo. Esse
remunerano i gestori finanziari non in amministra va, mentre a ualmente commissioni di ges one finanziaria
percentuale sul patrimonio ges to essa è diminuita maggiormente anche aumentano notevolmente, registrando
(come nei Fondi interni), bensì in grazie al superamento della fase di start- un picco tra il 2007 e il 2008, per poi
funzione del rendimento o enuto dalla up. avviarsi verso una fase di lenta
Ges one separata. Gran parte delle Contrariamente a quanto avvenuto per i diminuzione fino al 2010, anno in cui
Ges oni separate corrisponde all’iscri o cos di natura amministra va, le riprende la fase di aumento di tali oneri.
quasi l’intero rendimento maturato Pip: gestioni separate—commissioni di minimo trattenuto (Valori medi)
(circa l’86%). In questo caso la
remunerazione del gestore è
determinata dalla percentuale di minimo
tra enuto5.

Total Expenses Ra o
Nel 2007 la componente che incide
maggiormente sul TER dei Piani
Individuali Pensionis ci è quella

NOTA
5 Informazioni fornite da COVIP, pubblicate
da Mefop e da dichiara nei Bilanci di
Fonte: Previ|DATA - database Mefop –Mid Term Report nr.8
esercizio delle forme pensionis che
proposte

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 38


Previdenza integrativa
Pip: componenti del Ter 2007-2012 (valori medi)

Fonte: Previ|DATA - Database Mefop – Mid Term Report nr.8

Indicatore Sinte co dei Cos (ISC)


Pip: valori medi delle quote di adesione. Confronto 2008-2013 Per l’analisi dell’Indicatore Sinte co dei
Cos (ISC) dei PIP, occorre dis nguere,
in via preliminare, tra Ges oni separate
e Fondi interni.
Il trend degli ul mi anni mostra come le
linee azionarie presen no valori più
eleva , sia nel breve che nel lungo
periodo. Nel breve termine si
raggiungono i valori massimi (5%),
mentre nel medio-lungo periodo tali
valori si riducono al 2-3%.

5. ANALISI DEI SINGOLI COMPARTI


Nello studio dei cos delle forme di
previdenza complementare si effe ua
anche l’analisi di tre differen possibili
scenari per valutare se, considerando
dis ntamente i vari compar , si possano
o enere da differen oppure se i Fondi
Pensione Negoziali risul no sempre i
Fonte: Previ|DATA - Database Mefop – Mid Term Report nr.8 meno onerosi.

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 39


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

L’analisi è effe uata sulla base dei − scenario B, sul mercato sono presen esclusivamente i compar azionari.
seguen possibili scenari: esclusivamente i compar
− scenario A, sul mercato sono presen obbligazionari;
esclusivamente i compar garan ; − scenario C, sul mercato sono presen
Dalle elaborazioni indicate nelle tabelle

A. Solo Comparti Garantiti


Valori dell’ISC e del TER ISC
TER
2 anni 5 anni 10 anni 35 anni
2,16% 1,15% 0,94% 0,85% 0,85%
Fondi Pensione Aperti 2,37% 1,42% 1,14% 0,95% 0,69%
1,56% 0,99% 0,84% 0,74% 0,91%
1,10% 0,53% 0,36% 0,24% 0,43%
Fondi Pensione Negoziali 0,97% 0,51% 0,37% 0,28% 0,24%
0,84% 0,50% 0,36% 0,24% 0,169%
2,42% 1,65% 1,30% 1,00% 1,47%
Piani Individuali Pensionistici 2,21% 1,50% 1,38% 1,34% 2,42%
2,64% 1,87% 1,52% 1,23% 2,64%

B. Solo Comparti Obbligazionari


Valori dell’ISC e del TER ISC
TER
2 anni 5 anni 10 anni 35 anni
2,16% 1,15% 0,94% 0,85% 0,85%
Fondi Pensione Aperti 2,37% 1,42% 1,14% 0,95% 0,69%
1,56% 0,99% 0,84% 0,74% 0,91%
1,10% 0,53% 0,36% 0,24% 0,43%
Fondi Pensione Negoziali 0,97% 0,51% 0,37% 0,28% 0,24%
0,84% 0,50% 0,36% 0,24% 0,169%

C. Solo Comparti Azionari

Valori dell’ISC e del TER ISC


TER
2 anni 5 anni 10 anni 35 anni

2,66% 1,65% 1,44% 1,35% 0,09%


Fondi Pensione Aperti 2,73% 1,78% 1,32% 1,13% 2,35%
2,05% 1,48% 1,33% 1,23% 1,45%
1,00% 0,43% 0,26% 0,14% 0,28%
Fondi Pensione Negoziali 0,82% 0,36% 0,22% 0,13% 0,08%
0,75% 0,41% 0,27% 0,15% 0,164%
Fonte: Elaborazione dati indicati nelle Note Informative e nelle Schede Sintetiche dei fondi

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 40


Previdenza integrativa
si evince come, anche considerando Numero di iscritti Valore medio
separatamente i singoli compar , i <25.000 € 25.56
Fondi Pensione Negoziali risul no, 25.000-50.000 € 21,05
ancora una volta, meno onerosi rispe o
7. BIBLIOGRAFIA
50.000-100.000 € 19,20
alle altre pologie di fondi, Libri e ar coli
>100.000 € 18,00
confermando quanto già evidenziato in - Claudio Bazzano, La previdenza
precedenza. complementare e integra va. Dal
Inoltre, paragonando il comparto primo al quarto pilastro, Giuffrè,
obbligazionario a quello azionario, Fondi Pensione Negoziali non hanno 1997
quest’ul mo ha valori dell’Indicatore scopo di lucro, a differenza dei Fondi
- Francesco Vallacqua, La previdenza
Sinte co dei Cos e del Total Expenses Pensione Aper e dei PIP, ma anche al
complementare per i lavoratori
Ra o inferiori rispe o al comparto fa o che riescono a realizzare
pubblici e priva . Seconda Edizione.
obbligazionario. economie di scala derivan
Aggiornato alla riforma Fornero e al
dall’aumento del numero di aderen .
Pertanto, il comparto azionario Decreto Milleproroghe, Egea, 2012
apparirebbe più conveniente rispe o a D’altro canto, occorre so olineare che
- Cesari Riccardo, Grande Giuseppe,
quello obbligazionario, dal momento dal confronto dire o dei rendimen
Pane a Fabio, La previdenza
che presenta valori dei cos lievemente finanziari delle tre pologie di forme di
complementare in Italia:
inferiori con rendimen potenzialmente previdenza complementare del
cara eris che, sviluppo e
maggiori. Tu avia, quanto indicato non campione emerge come i Fondi
opportunità per i lavoratori, Working
sempre si verifica. Pensione Negoziali abbiano rendimen
Paper 60/07, 2007
minori.
Il comparto azionario è cara erizzato da - SIEP, L’efficienza dei Fondi Pensione
un maggiore grado di rischio. Di Infine, sempre per il campione
Italiani: cos , iscri , dimensione del
conseguenza, si potrebbero o enere analizzato, occorre so olineare come
patrimonio, Luca Di Gialleonardo,
rendimen eleva oppure anche la realizzazione di economie di scala
Maria Dilorenzo, Stefania Luzi, Mauro
nega vi che non possono indurre, a grazie all’aumento del numero di
Marè, Antonello Motroni
priori, a giudicare tale comparto più aderen al fondo sia ravvisabile
esclusivamente nei Fondi Pensione - Mefop, I cos nel sistema di
conveniente di quello obbligazionario,
Negoziali. Non è evidente nei Piani previdenza complementare in Italia.
cara erizzato, notoriamente, da una
Individuali Pensionis ci e nei Fondi Una indagine compara va tra le
minore variabilità dei risulta .
Pensione Aper tale genere di risparmi diverse forme previdenziali, Stefania
di costo al crescere della dimensione, Luzi e Antonello Motroni – Area
6. CONCLUSIONI specialmente con riguardo ai cos di ricerche e studi – Aprile 2009
Dallo studio effe uato, pur nella natura finanziaria. - Mefop, Bolle no sta s co, Numero
ristre ezza del campione indagato, 43, Anno XI, marzo 2012
emerge come i Fondi Pensione Infa , nel campione indagato la - Mefop, Bolle no sta s co, Numero
Negoziali siano la forma di previdenza realizzazione di economie di scala 56, 2007
complementare più vantaggiosa, con riguarda solo i cos di natura - Mefop, La ges one finanziaria dei
cos inferiori rispe o alle altre forme amministra va. Da parte loro, le spese fondi pensione, a cura di Maria
di previdenza. di natura finanziaria aumentano con il Dilorenzo e Antonello Motroni, Mid
Un esempio significa vo emerge numero di aderen e di patrimonio Term Report n. 6, dicembre 2012
dall’analisi del valore medio delle spese ges to che, a causa del conseguente - Mefop, La dimensione o male dei
di adesione dei Fondi Pensione incremento delle spese legate alla fondi pensione italiani: cos , iscri ,
Negoziali. ges one finanziaria, si traduce in una patrimonio ges to, Luca Di
crescita dei cos di natura finanziaria. Gialleonardo e Mauro Marè, Working
Ciò è dovuto in larga parte al fa o che i Paper 32/2013

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 41


Il costo delle forme di
previdenza
complementare:
un’analisi empirica

- Mefop, Bolle no Sta s co 51. La Negoziale Fonchim, www.fonchim.it. Pensione CNP


situazione della previdenza - Sito web del Fondo Pensione - Nota informa va del Fondo
complementare in Italia al Negoziale Fon.te, www.fondofonte.it PostePrevidenza Valore
31.12.2013, Elaborazione Previ|DATA
- Sito web del Fondo Pensione - Nota informa va del Allianz Orizzonte
- Mefop, I cos nel sistema di Negoziale Cometa, Previdenza
previdenza complementare. www.cometafondo.it •
Un’indagine compara va tra le
- Sito web del Fondo Pensione Aperto (riproduzione riservata)
diverse forme previdenziali, Mid Term
Intesa Sanpaolo Il MioDomani,
Report nr. 8, 2014
www.intesasanpaoloprevidenza.it
- Mefop, Newsle er n. 56/2014
- Sito web del Fondo Pensione Aperto
- Covip, L’evoluzione del sistema Intesa Sanpaolo PrevidSystem,
pensionis co in Italia www.intesasanpaoloprevidenza.it
- Covip, La previdenza complementare. - Sito web del Fondo Pensione Aperto
Principali da sta s ci, Quarto Arca, www.arcaprevidenza.it
Trimestre 2013, Gennaio 2014
- Sito web del PIP Unicredit Pensione
- Covip, Relazione per l’anno 2013, CNP, www.cnpunicreditvita.it
2014
- Sito web del PIP Allianz Orizzonte
- Covip, Relazione per l’anno 2012, Previdenza, www.allianz.it/previdenza
2013
- Sito web PostePrevidenza Valore,
- Decreto legisla vo 5 dicembre 2005, www.postevita.it
n. 252 (G.U. 13 dicembre 2005 n. 289
S.O. n. 200), Disciplina delle forme
pensionis che complementari, 2005 Altra documentazione pubblica
- Bilancio d’esercizio 2012, Nota
informa va e Scheda Sinte ca del
Si web
Fondo Fon.te
- Sito web della Commissione di
- Bilancio d’esercizio 2013, Nota
vigilanza dei fondi pensione,
informa va e Scheda Sinte ca del
www.covip.it
Fondo Fonchim
- Sito ufficiale della Banca Centrale
- Bilancio d’esercizio 2012, Nota
Italiana, www.bancaditalia.it
informa va e Scheda Sinte ca del
- Sito web Mefop, www.mefop.it Fondo Cometa
- Sito web Is tuto Nazionale di - Bilancio d’esercizio 2013, Nota
Sta s ca, www.istat.it informa va e Scheda Sinte ca del Arca
- Sito web Milano Finanza, Previdenza
www.milanofinanza.it - Bilancio d’esercizio 2012, Nota
- Sito web Il Sole 24 ore, informa va e Scheda Sinte ca del
www.ilsole24ore.com Intesa Sanpaolo IlMioDomani
- Sito web Repubblica – Sezione - Bilancio d’esercizio 2012, Nota
Economia - informa va e Scheda Sinte ca del
www.repubblica.it/economia Intesa Sanpaolo PrevidSystem
- Sito web del Fondo Pensione - Nota informa va del PIP Unicredit

Rivista Aiaf n. 93 (dicembre ‘14) 42