Sei sulla pagina 1di 3

Comunicato VAS

I VAS escono definitivamente dal Forum regionale dei rifiuti


promosso dall’Assessorato all’Ambiente della Regione
Campania, denunciandone i gravi rischi di mistificazione di
partecipazione democratica.
La coordinatrice della Commissione Gestione e Raccolta
Associazione Differenziata del Forum, Rosachiara Cernuto, comunica le
nazionale di
protezione irrevocabili dimissioni.
ambientale I VAS annunciano la Campagna di Informazione e
Riconosciuta dal
Ministero Sensibilizzazione sui gravi rischi sanitari ed ambientali
dell'Ambiente con
Decreto del 29 marzo
dell’incenerimento dei rifiuti.
1994

Riconosciuta ONLUS
Abbiamo sperato fino infondo che non fosse così, ma purtroppo
Organizzazione Non oggi emergono con tutta chiarezza i tre obbiettivi di fondo della
lucrativa di Utilità
Sociale
scelta di un ambientalista conosciuto e stimato quale assessore
all’Ambiente della Regione Campania.
Primo: sigillare il catastrofico percorso dello smaltimento dei
Sede nazionale: rifiuti della durata di quindici anni con una immagine che
via Flaminia 53,
00196 Roma telefono servisse a nascondere e far dimenticare tutto ciò che in questi
06.3608181 anni è stato.
Fax. 06.36081827
www.vasonline.it Secondo: fare approvare regionalmente le scelte nefaste
vas@vasonline.it dell’intesa Berlusconi-Bertolaso-Bassolino degli inceneritori e
Sede dei gassificatori su proposta di un ambientalista!
Coordinamento Terzo: governare e gestire istituzionalmente dall’Assessorato
Campania e Circolo
di Napoli: all’Ambiente l’opposizione dei cittadini, delle associazioni, dei
Calata Trinità
Maggiore 4 80134
comitati, dei movimenti alle scelte Berlusconi - Bertolaso
Napoli -Bassolino.
telefono. e fax. Il primo punto è inequivocabilmente attestato dall’accordo
081.5525466
www.vascampania.or politico - istituzionale tra i Presidenti del Consiglio e della
g
segreteria@vascamp
Regione: dopo tanto parlare, in campagna elettorale e prima di
ania.org essa, ed annunci eclatanti sullo scioglimento del Consiglio
Circolo Piana del
Regionale della Campania per lo scandalo-catastrofe sui rifiuti,
Sele Berlusconi riporta il totale silenzio su mozioni parlamentari di
via Olevano 158,
Battipaglia (SA) scioglimento, zittisce ogni voce interna che vada in tale direzione
telefono 0828.301744 in cambio dell’ammirazione del Presidente Bassolino per il suo
Circolo Penisola l’operato e soprattutto di sostegno alla grossa operazione
Sorrentina: via finanziaria – economica del business degli inceneritori, che
degli Aranci n°172,
Sorrento (NA) emerge in tutta la sua portata oggi dal piano degli 80 miliardi per
telefono il “rilancio dell’economia”. Sul piano giudiziario con decreto
081.8773326
legislativo si devia l’attenzione della opinione pubblica dai
Circolo Valle del
Sarno
grandi processi dell’affare rifiuti, che per quanto finora avvenuto
via De Gasperi n° è da supporre che arriveranno a conclusione quando tutto è in
391, Pagani (SA)
telefono e fax:
081.8562753

Circolo Vesuvio: via


S. Vito n°67 Ercolano
(NA)
prescrizione, mandando in galera chi (ovviamente sbagliando
profondamente) scarica sulla strada un frigorifero o una cucina:
questa è la dimensione giudiziaria di quanto avvenuto sui rifiuti
in Campania!
Il secondo punto trova la sua attuazione con l’approvazione delle
Linee programmatiche da parte della giunta Regionale su
proposta dell’Assessore Ganapini. Le Linee Programmatiche,
come abbiamo già ampiamente illustrato senza smentita alcuna,
non si differenziano in alcun punto dal piano Berlusconi -
Bertolaso, lo confermano in pieno, e costituiscono una
pesantissima aggravante rispetto ad esso perché pregiudicano in
maniera irreversibile per lungo tempo le scelte della futura
regione se e quando si libererà dal Commissariamento! Un fatto
che fa pensare che siano stati proprio Berlusconi e Bertolaso a
chiedere che la regione si esprimesse chiaramente, confermando
oltre che a parole, con atto formale le loro scelte.
Passiamo ora alla terza operazione: la più insidiosa sul piano
della costruzione sia formale che partecipativa del consenso alle
scelte, che a questo punto possiamo chiamare Berlusconi-
Bertolaso- Bassolino-Ganapini. Rispetto alla classica Consulta
delle Associazioni Ambientaliste, presso l’Assessorato
all’Ambiente viene costruito un “Forum sui rifiuti”, al quale
vengono invitati a partecipare soggetti dalla natura e dagli
obbiettivi i più diversi, dal volontariato, come grande opzione
ideale, all’arricchimento senza condizionamenti. Il
Coordinamento del Forum è direttamente dell’Assessorato con
uno dei più stretti collaboratori dell’Assessore stesso. Il Forum
sul Piano Istituzionale e degli Statuti Regionale e degli Enti
Locali non ha nessuna legittimazione nel senso che non può
sostituire in alcun modo le consultazioni obbligatorie di ciascun
soggetto a partire dalle Associazioni; avrebbe potuto
rappresentare però un momento importante non formale di
analisi, di confronto e di proposizione delle scelte regionali: una
specie di consultazione a monte per valutare le proposte che si
vogliono fare, per arricchirle o per cancellarle. Ed in questo
senso i VAS per dare il loro contributo avevano, pur tra mille
perplessità, aderito ad esso. Invece nulla di tutto ciò: le Linee
Programmatiche vengono approvate senza neanche una minima
informazione e consultazione del Forum; se vi fosse stata anche
una minima autonomia del Forum, il coordinatore sarebbe dovuto
esplodere nella più profonda delle critiche, fare conferenza
Stampa di denuncia, e rigettare al di là del merito le linee
programmatiche; invece la posizione del coordinatore ovvero di
2
Ganapini è stata quella di dire che in fondo il Forum ha ben altro
da dire e vi sono ben altri temi su quali confrontarsi e costruire
proposte. Ma di grazia, se non si discute delle scelte
fondamentali della programmazione regionale sui rifiuti, di che
cosa si parla? Se i sacchetti per il trasporto agli inceneritori
debbono essere bianchi, rossi o verdi o ancora gialli, blu o grigi?
La realtà è che la Regione con il Forum ha inteso mistificare ad
ogni livello anche internazionale la partecipazione democratica
alle scelte, sconfessata radicalmente da tantissime istanze. Noi
VAS non ci stiamo a questa indegna operazione ed usciamo dal
Forum anche come qualcuno vuole ironizzarci per “purezza di
spirito”, che significa in realtà onestà intellettuale e coerenza con
la storia seguita da decenni dalla nostra Associazione. La nostra
Coordinatrice Regionale, Rosachiara Cernuto si dimette
conseguentemente da coordinatrice della commissione Gestione
e Raccolta Differeziata E’ inutile nasconderlo: non riusciamo a
comprendere neanche minimamente perché qualcuno resti nel
Forum.

Noi VAS, nel contesto del Movimento che si batte a livello


regionale e nazionale contro gli inceneritori “senza se e senza
ma” per l’opzione RIFIUTIZERO, intendiamo aprire una grande
campagna scientifica e culturale di informazione sui danni
ambientali e sanitari, oltre che economici e produttivi, degli
inceneritori e dei gassificatori. Ogni cittadino dovrà sapere che le
principali discariche dell’incenerimento dei rifiuti sono le vie
respiratorie delle persone e degli animali, le piante ed il verde,
l’acqua ed il suolo.

Napoli, 17 Novembre 2008

Per l’esecutivo regionale VAS

Antonio D’Acunto Presidente onorario


Rosachiara Cernuto Coordinatrice regionale
Ermes Ferraro Responsabile Cultura
Rosario Massa Responsabile Operazione Settore Rifiutizero