Sei sulla pagina 1di 1

SABATO 8 NOVEMBRE 2008 9

il Cittadino
Chiesa
NELLE DUE PARROCCHIE DELLA DIOCESI DI LODI, BALBIANO E COLTURANO, E IN QUELLE DI MILANO SI PARTIRÀ SABATO 15 NOVEMBRE

È pronto il nuovo lezionario ambrosiano


Il cardinale Tettamanzi consegnerà al Papa i primi due volumi
n Nelle parrocchie di Balbiano e te indicata come Divina Maternità steri concentrati in questa solenni­
Culturano (diocesi di Lodi) e in tutte
le parrocchie della diocesi di Milano
entrerà in vigore con la Messa ve­
della Beata Vergine Maria.
La ridefinizione della domenica suc­
cessiva alla festa di San Martino
tà. La memoria del Battesimo al
Giordano in essa contenuta ha tro­
vato già da tempo una sua riproposi­
Migranti,
spertina del 15 nocvembre. é il nuo­
vo lezionario ambrosiano che il car­
dinale Dionigi Tettamanzi porterà
quale punto di riferimento per l’ini­
zio dell’Avvento comporta che perio­
zione nella prima domenica dopo
l’Epifania.
dicamente la vigilia di Natale possa In coerenza con questo dato, si è sta­
pellegrinaggio
mercoledì 12 novembre all’Udienza
generale di Benedetto XVI. In quel­
cadere in un giorno domenicale. bilito di conferire di nuovo al segno
Questa ulteriore domenica, rispetto epifanico di Cana il giusto rilievo, in onore
l’occasione consegnerà nelle mani alle sei di Avvento, ha un ordina­ ogni anno, nella seconda domenica.
del Santo Padre i primi due volumi
del nuovo Lezionario Ambrosiano.
mento di letture specifico.
La seconda arti­
E, parimenti, il miracolo dei pani,
cantato nell’inno
di Madre Cabrini
Il lezionario è il libro liturgico che colazione del Li­ vespertino del­ n Il 16 novembre
contiene in modo ordinato e pro­ bro primo è costi­ l’Epifania, è pro­ a Codogno ci sa­
gressivo i diversi brani della sacra tuita dalle feste posto, nelle sue rà il secondo pel­
Scrittura che vengono proclamati natalizie. Merita­ diverse redazio­ legrinaggio dei
nelle sante Messe festive e feriali. no attenzione, in ni, alla terza do­ Migranti in ono­
Si tratta di un lezionario caratteri­ modo particola­ menica, quando re di Santa Fran­
stico della Chiesa ambrosiana. I te­ re, le messe vigi­ non coincide con cesca Cabrini. Il
sti biblici che verranno proclamati liari del Santo la festa della San­ r i t rovo è a l l e
coincideranno solo qualche volta Natale e dell’Epi­ ta Famiglia. Le 15.30 presso il
con quelli usati nel Rito romano. fania. In vista di successive dome­ Centro di spiri­
Del resto è stato lo stesso Concilio una loro celebra­ niche, celebrate o tualità di Santa Mons. Pedrazzini
Vaticano II a chiedere di conservare zione completa, il meno, in base al­ Francesca Cabri­
e sviluppare ogni legittima tradizio­ Lezionario pro­ le esigenze di ca­ ni a Codogno. Alle 16 la Messa nella
ne liturgica e di aprire con maggiore pone le quattro lendario, preve­ chiesa del Tabor, alle 17 la proces­
abbondanza a tutti i fedeli il tesoro pericopi anticote­ dono l’ulteriore sione verso la parrocchia di Santa
della sacra Scrittura. stamentarie con i approfondimento Francesca Cabrini. Sarà poi la pri­
La Chiesa di Milano, fin dall’epoca loro salmelli, ol­ del significato ma iniziativa pubblica che vedrà la
di sant’Ambrogio, ha conservato e tre all’epistola e della manifesta­ presenza del nuovo direttore dioce­
continuamente rinnovato un modo Il cardinaleTettamanzi consegnerà direttamente nelle mani del Papa il nuovo lezionario al Vangelo. L’au­ Il parroco don Paolo Tavazzi zione di Cristo sano di Migrantes monsignor Pieri­
proprio e originale di celebrare i mi­ spicio è che l’uni­ nella sua signo­ no Pedraziini che ha assunto la di­
steri della vita di Cristo nel corso diocesi di Lodi». sti alla meditazione dei fedeli. ca solenne Eucarestia, prevista nel ria divina sul creato e sulla vita del­ rezione dell’Ufficio in sostituzione
dell’anno liturgico. E questa modali­ Ad una prima osservazione del testo Rispetto al Lezionario finora utiliz­ rito ambrosiano nelle Grandi Vigi­ l’uomo. di monsignor Mario Ferrari. Non è
tà risulta particolarmente evidente, si nota anzitutto la rinnovata impo­ zato, non sfuggirà la collocazione al­ lie, sia opportunamente sottolineata A modulare il passaggio al tempo di possibile immaginare in Italia un
più che nel rito della Messa, nei testi stazione del tempo di Avvento. Nella la quarta domenica dei brani relati­ nella prassi pastorale delle nostre Quaresima saranno sempre la do­ futuro senza gli immigrati, che nel
delle preghiere e nella scelta dei bra­ successione delle domeniche la li­ vi all’ingresso messianico di Gesù in comunità. menica detta “della divina clemen­ 2050 ­ stando alle stime elaborate
ni della parola di Dio. turgia si fa eco dell’aspirazione di Gerusalemme. In tal modo si recupe­ Dopo la festa del Battesimo di Gesù, za” e la domenica “del perdono”, nel­ dall’Istat ­ saranno tra gli 8,9 e i 12,4
«Un bel lezionario fatto veramente Israele e dell’intero creato alla sal­ ra in pienezza un elemento della tra­ il rito romano inizia il tempo per an­ le quali, contemplando la misericor­ milioni, al netto di quelli che diven­
bene ­ spiega don paolo tavazzi, par­ vezza, riproponendo le parole dei dizione ambrosiana nel suo preciso num, che si interrompe con la Qua­ dia di Dio e la sua disponibilità a teranno cittadini italiani. Balza agli
roco di balbiano e Colturano ­ e che profeti fino a Giovanni Battista. Le contesto. L’itinerario culmina nella resima per riprendere dopo Penteco­ perdonare, ciascun fedele sarà aiu­ occhi il crescente impatto degli
certamente piacerà anche ai fedeli prime cinque domeniche assumono celebrazione dell’Incarnazione del ste. Il nuovo Lezionario ambrosiano tato a prepararsi in modo adeguato stranieri a fronte di un andamento
delle due comunità parrocchiali, le dunque una titolatura che offre una Signore, che dà il nome alla sesta do­ preferisce connotare le settimane se­ all’intensità dei giorni quaresimali. demografico nazionale negativo,
uniche con rito ambrtosiano delal chiave interpretativa dei testi propo­ menica di Avvento, più comunemen­ guenti l’Epifania dispiegando i mi­ Giacinto Bosoni anche se le nascite non scenderan­
no sotto le 500 mila unità.
Già ora, infatti, è di 170 mila unità
la quota annuale d’ingresso di nuo­
vi lavoratori, mentre quasi 100 mila
IL RACCONTO DELLE FATICHE DI UN LAVORO COMUNITARIO: IL TEMA DEL CAMMINO 2008/2009 CHE È LA CONOSCENZA INTERIORE DI SÉ persone giungono nel nostro Paese
per ricongiungimenti familiare. A
questi vanno ad aggiungersi i nuovi

Quando i ragazzi sono protagonisti in oratorio nati da genitori stranieri, per un to­
tale di 64 mila neonati e qualche de­
cina di migliaia di persone presenti
in Italia per motivi religiosi o di stu­
dio.
All’inizio del 2008 erano tra i 3,8 e i 4
Il gruppo adolescenti di Mirabello e Senna in dialogo con il vescovo di Lodi milioni gli immigrati regolari in
Italia, con un’incidenza del 6,7% sul
totale della popolazione, leggermen­
te sopra la media Ue. È la stima fat­
ta dalla Caritas Italiana e dalla Fon­
Anche i bambini della primaria dazione Migrantes nel XVIII Dos­
sier statistico presentato la settima­
na scorsa. Sono cifre lievemente su­

“lanciano” messaggi di pace periori a quelle stimate dall’Istat,


secondo cui i cittadini stranieri re­
sidenti all’inizio del 2008 erano qua­
SENNA Riuniti in palestra i bam­ rizzato”. I complimenti della si 3,433 milioni, comunitari inclusi.
bini della scuola primaria (ex dottoressa Negri al suo secondo La prima comunità, raddoppiata in
elementare) di Senna Lodigiana anno presso l’istituto sono an­ due anni, è quella romena, con 625
si sono alzati uno alla volta, cia­ dati anche al corpo docenti e mila residenti e, secondo la stima
scuno per lanciare il proprio agli studenti, fra cui non si sono del Dossier, quasi 1 milione di pre­
messaggio a favore della pace. mai riscontrati episodi gravi, di senze regolari, seguita da quella al­
Amicizia, solidarietà e amore: mancata correttezza ed educa­ banese (402 mila) e marocchina (366
queste infatti le parole chiave zione, prevalendo dunque un mila); a cavallo delle 150 mila unità
della poesia “La pace verrà”, re­ contesto di familiarità, su cui si collocano cinesi e ucraini.
citata mercoledì mattina in oc­ così si è espresso anche il vesco­ A guadagnare anche in termini per­
casione della visita pastorale di vo: “E’ importante operare in centuali sono stati gli europei
monsignor (52%), mentre gli africani manten­
Giuseppe Meri­ gono le posizioni raggiunte (23,2%)
si, vescovo di e gli asiatici (16,1%) e gli americani
Lodi, alla pre­ (8,6%) perdono almeno un punto
senza del sin­ percentuale. Tradotto: sono immi­
daco Luigi Te­ grati una persona ogni 15 residenti,
resio Zanoni. una ogni 15 studenti, quasi una
L’incontro del gruppo di adolescenti delle due parrocchie di Mirabello e Senna con il vescovo di Lodi monsignor Merisi Insieme ai ra­ ogni 10 lavoratori occupati; inoltre,
gazzi delle in un decimo dei matrimoni cele­
n Ha parlato di “catechesi accesa” la giovanissima Marti­ la timidezza, ciascuno dei giovanissimi si è quindi pre­ scuole della se­ brati in Italia è coinvolto un partner
na che mercoledì sera, alla presenza di Monsignor Giu­ sentato a monsignor Merisi spiegando il proprio nome, condaria di straniero, così come un decimo del­
seppe Merisi, ha raccontato il cammino di fede del gruppo l’età, la scuola e l’attività sportiva svolta. E’ così dunque primo grado le nuove nascite va attribuito a en­
adolescenti di Senna e Mirabello, parlando a nome degli che si è rotto il ghiaccio fra il vescovo e i suoi ragazzi, che, (ex medie), i trambi i genitori stranieri.
altri 20 ragazzi del gruppo formativo. «Rispetto allo scorso seduti intorno al tavolo della casa parrocchiale, hanno ri­ bambini hanno Dal 2000 a oggi i numeri sono più
anno siamo aumentati – ha volto una dopo l’altra una se­ accolto il ve­ che raddoppiati, a riprova del fatto
detto Martina – e questo è un DAL 12 AL 14 NOVEMBRE rie di domande. Cosa pensa scovo Merisi che gli immigrati contribuiscono
fatto positivo, perché il grup­ dei giovani della diocesi di Lo­ con canti e tan­ alla ricchezza del Paese (incidono
po adolescenti, dopo tempo, si
sta finalmente riformando; Quale fede nell’unico Dio? di? Perché la religione a scuo­
la non è più obbligatoria? An­
te domande,
proprie di chi,
sul Pil italiano per il 9%). Anche se
creatori di ricchezza, però, sono i
tuttavia l’allargarsi della co­
mitiva ha reso anche più diffi­ Al via la tre giorni di teologia che lei crede, come dicono i
giornali e le televisioni, che
limpido e puro
nel cuore,
meno assistiti: rischiano più degli
italiani di cadere in povertà perché
cile il dialogo rispetto al gran­
de affiatamento dell’anno pre­
per i sacerdoti della diocesi siamo gente incerta e fragile?
Quesiti importanti a cui mon­
guarda alla vi­
ta con il massi­
fruiscono di minori tutele.
Per i curatori dello studio l’immi­
cedente, in cui sorgevano forti n Nel Seminario di Lodi da mercoledì 12 a signor Merisi ha riposto sce­ m o s t u p o r e. grazione è una grande opportunità
confronti, che non sono tutta­ venerdì 14 novembre torna la “Tre giorni gliendo, contro la demonizza­ Una delel do­ per l’Italia: per questo è necessario
via assenti neanche quest’an­ teologica” per i sacerdoti e i diaconi. Il zione dell’età adolescenziale, mande è stata: abbattere la paura e la diffidenza.
no, ma che occorre senza dub­ tema sarà: “Quale fede nell’Unico Dio?”. Le la speranza: «Siamo stati tutti “Perché porti Caritas e Migrantes condannano
bio incentivare, continuando lezioni si terranno dalle 9.30 alle 12. La giovani come voi, ma è il con­ l ’ a n e l l o e l a I bambini e i ragazzi nella scuola di Senna incontrano il vescovo ogni devianza e ogni atto di crimi­
insieme nel nostro percorso prima relazione di mercoledì 12 sarà tenu­ testo oggi ad essere cambiato croce?”, “Eri nalità, ma accreditare l’equazione
che non consiste solo nella ca­ ta da don Alberto Cozzi sul tema: “Gesù e che ha reso questa fase più un bravo scolaro?” “Quando è un contesto di amicizia e lealtà “immigrazione uguale delinquen­
techesi ma anche in momenti Cristo tra le religioni. Pensare l’assolutez­ delicata; tuttavia pensare a co­ nata in te la vocazione al sacer­ e in questo senso sono qui ad in­ za” è la più grande offesa che si pos­
di animazione e condivisione za e la singolarità del cristianesimo nel m’era il passato è inutile bensì dozio?” “Qual è la tua parabola coraggiarvi a seguire sempre i sa fare alla storia della stessa emi­
all’interno dell’ oratorio». Terzo Millennio“. La seconda relazione, il occorre affrontare il presente, preferita?” Questi gli interroga­ grandi principi evangelici, vali­ grazione italiana.
Tema del cammino 2008/2009 13, sarà tenuta da don Stefano Chiapasco offrendo alle nuove generazio­ tivi posti dagli studenti, coordi­ di per tutti, indipendentemente Bisogna dunque guardare agli im­
è la conoscenza interiore di sul tema: “Da essi proviene Cristo secondo ni una prospettiva davvero nati dall’insegnante di religio­ dall’appartenenza ad una pro­ migrati con occhi nuovi, conside­
sé: un argomento cruciale a la carne. Il rapporto tra cristianesimo ed forte». Riferendosi poi ai ra­ ne Stefano Maffi, che ha ringra­ fessione o alla non appartenen­ randoli non come diversi, ma come
questa età e nel quale i ragazzi ebraismo”. La terza mattinata (il 14) sarà gazzi lodigiani il vescovo ne ziato monsignor Merisi della za, suggerendovi infine la meta­ nuovi cittadini, capaci di fornire un
dell’oratorio sono condotti dai una tavola rotonda. Interverranno Luzzato, ha sottolineato con positività sua presenza, unendosi così alle fora dello sport quale stile di vi­ considerevole apporto allo svilup­
loro educatori e dal loro riferi­ Pasquini e Stefani. Modererà le tre matti­ il loro impegno nelle comuni­ parole della dirigente scolastica ta: un’esistenza dove l’obiettivo po. Il pacchetto sicurezza, spiega il
mento don Giuseppe Castel­ nate don Roberto Vignolo. tà parrocchiali, invitandoli ad Teresa Negri, che ha affermato: sia vincere, ma sempre nel ri­ rapporto, non esaurisce i contenuti
vecchio, presente all’incontro una partecipazione sempre «Credo che la visita del vescovo spetto delle regole e delle perso­ della politica migratoria e neppure
della visita pastorale insieme maggiore alla vita sociale, sia davvero un’occasione per ne». Un rispetto reciproco ri­ nella parte più rilevante: non è così
a don Anselmo Morandi, che al termine dell’incontro ha supportata però da conoscenza e riflessione. Recuperando ascoltare discorsi propositivi e chiamato da monsignor Merisi che si eliminano gli ostacoli che
consegnato ai ragazzi alcune riflessioni sulla scelta voca­ infine il brano evangelico riferito alla parabola del giova­ importanti e sono contenta che anche nella sua visita presso la rendono difficile la vita degli immi­
zionale, invitandoli a non dare per scontato la propria ne ricco, monsignor Merisi ha sottolineato l’amore incon­ questi ragazzi si siano prepara­ casa si riposo locale, dove ha grati. Per Caritas e Migrantes le po­
prospettiva di vita. Matrimonio, speciale consacrazione o dizionato del Signore per ciascuno e la tristezza del giova­ ti con tanta attenzione ad acco­ parlato anche del “caso discari­ litiche d’integrazione sono e saran­
qualsiasi altra scelta: tutte necessitano di una convinta ne dopo l’invito di Dio a vendere tutto ciò che ha. glierla, proponendo dei messag­ ca”, sottolineando l’impegno ci­ no il vero banco di prova degli inter­
presa di coscienza della chiamata del Signore. Vincendo Sara Gambarini gi che io spero abbiano interio­ vile dimostrato dalla comunità. venti governativi in questo settore.