Sei sulla pagina 1di 1

Berlusconi si dimette Lormai ex- premier accolto al Quirinale da unorchestra e dai fischi e dagli insulti di un migliaio di manifestanti che

lo stavano attendendo. Le attese dimissioni di Silvio Berlusconi sono state annunciate ieri sera alle 21.43, ben un ora e 30 in ritardo, rispetto al primo comunicato, che le annunciava per le ore 20.00, poi prorogato alle 20.30 e nuovamente non rispettato. Di certo nessuno poteva prevedere che ad attenderlo, sia fuori da palazzo Chigi che davanti al Quirinale, ci sarebbero state un migliaio di persone, munite di striscioni e bottiglie di champagne, e unorchestra a suonare lalleluia; non stato, per, solo Berlusconi ad essere insultato, ma anche il governatore della Lombardia Formigoni (il quale ha risposto malamente e con gesti inappropriati) e molti membri del PDL come Michela Vittoria Brambilla . La giornata di ieri stata dunque carica di attesa sia per le dimissioni del Cavaliere, sia per la ricerca dei consensi verso Mario Monti, il possibile (se non scontato) sostituto di Berlusconi e il suo governo tecnico. Molti esponenti politici, infatti, non apprezzano lidea di un nuovo governo formato parzialmente da tecnici ed economisti, altri la durata proposta da Monti ( ovvero fino a fine legislatura) considerata eccessivi da politici come Di Pietro; alla fine la maggioranza dei parlamentari si detta favorevole alla scelta Monti e non solo, lha designata come unica soluzione possibile per riacquistare credibilit sullo sfondo politico ed economico mondiale. Il professor Monti, infatti, molto stimato ed apprezzato nel mondo. Membri di rilevanza della scena politica internazionale hanno espresso giudizi positivi riguardo a lui e al suo governo tecnico : Tony Blair si dice soddisfatto della scelta ed esprime stima verso leconomista, il presidente USA Obama ha annunciato che questo un grande passo avanti per lItalia e anche i nuovi signori delleuro, la cancelliera Merkel e il primo ministro francese Sarkozy reputano Monti abile e capace. Naturalmente, Christine Lagarde, direttrice del fondo monetario internazionale, pur parlando di stima nei confronti di Mario Monti, ribadisce che questo cambiamento di per s non basta, che il paese necessita di equilibrio e chiarezza per raggiungere nuovamente credibilit e fiducia e che bisogna accelerare il pi possibile le riforme. Nessuno sembra rimpiangere lex Premier Berlusconi, con lunica eccezione del primo ministro russo Vladimir Putin, che con stupore generale commenta Berlusconi era uno dei politici pi grandi del panorama nazionale. Nonostante gli scandali, ha sempre garantito stabilit al Paese. Ma potremo verificare gli effetti che queste dimissioni hanno avuto sul panorama internazionale domani, con la riapertura dei mercati. Nel frattempo, le immagini della folla festante dopo lannunciazione delle dimissioni del Cavaliere, hanno fatto il giro del mondo e le maggiori testate ci hanno, una volta di pi, dedicato le prime pagine con commenti non solo sarcastici. Le Monde dichiara che Berlusconi lascia il Paese come lha trovato mentre Le Figaro titola E arrivata la fine del regno per Berlusconi; El Pais invece apre descrivendo la celebrazione di ieri sera a Roma e discute sulla consultazione iniziata questa mattina dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Anche il Financial Times e numerosi quotidiani britannici e americani si soffermano sulla folla che ha atteso il presidente e danno luogo a numerose considerazioni sugli effetti che provocher il nuovo governo tecnico. Quello che certo che gli occhi del mondo sono nuovamente puntati su di noi ma questa volta non per un nuovo vergognoso scandalo ma bens per esaminarci in questa situazione attualmente confusa che deve portare lItalia a rinascere. Forte del successo popolare che il dottor Monti sta riscuotendo, non posso che congedarmi, augurandogli di riuscire a riscattarci il prima possibile da quel limbo che ci ha imprigionati per 17 lunghi anni.