Sei sulla pagina 1di 8

l l

l l l

Eraclito per categorie

DEL FUOCO COSMICO "questo cosmo non lo fece nessuno degli dei n degli uomini, ma sempre era, ed , e sar. Fuoco sempre vivente,che con misura divampa e con misura si spegne" "tutte le cose contraccambio del Fuoco, e il Fuoco contraccambio di tutte le cose, come le ricchezze dell'oro, e l'oro delle ricchezze" "metamorfosi del Fuoco: dapprima mare, e met del mare terra, l'altra met aria infuocata" "la terra si effonde come mare, e conserva la stessa proporzione che c'era prima" "stagioni, che portano tutte le cose" "sapiente il fuoco" "il Fuoco verr e si impadronir di tutte le cose" "ma tutto governa la folgore" (l'istante non rappresenta ")

IL DIVINO,CONIUNCTIO OPPOSITORUM "belle, per il Dio, sono tutte le cose, e giuste; ma gli umani ne hanno ritenute giuste alcune, ingiuste le altre" "ci che si oppone converge, e dai discordanti bellissima armonia" "disperde e ancora raduna, e si avvicina e si allontana" "congiungimenti intero e non intero, convergente divergente, consonante dissonante: e da tutte le cose Uno e da Uno tutte le cose" (logica cosmogonica) "dell'arco il nome vita, azione la morte" "non comprendono come distinguendosi da se stesso, con se stesso concordi: armonia d'inversioni, come dell'arco e della lira" "il dio giorno notte, inverno estate, guerra e pace, saziet fame, e muta come il fuoco, quando vi si mescolano aromi, prende nome secondo il gusto di ciascuno" "si riscaldano le cose fredde, le calde si raffreddano; diventano secche le cose umide, le aride si inumidiscono" "maestro dei pi Esiodo, e sono certi che sapesse moltissime cose, lui che non conosceva giorno e notte. In verit sono una cosa sola" "se non fosse sole, sarebbe notte" " la malattia che rende piacevole e buona la salute, la fame la saziet, la fatica il riposo" "privazione e saziet"

POLEMOS E DIKE "Plemos di tutte le cose padre, di tutte le cose re; e gli uni rivela dei, gli altri umani, gli uni schiavi, gli altri liberi" (Plemos il conflitto) "occorre sapere che Plemos comune a tutte le cose e Giustizia Contesa e tutto nasce secondo Contesa e Necessit" "non saprebbero il nome di Dke, se queste cose non fossero" (Dke principio di necessit che governa il mondo manifesto) "Hlios non andr oltre la sua misura: altrimenti lo sorprenderanno le Erinni, ministre di Dke" "limite di Aurora e di Vespero l'Orsa e, di fronte all'Orsa, il termine di Zeus rifulgente" (Zeus=sud Orsa=nord Aurora=est Vespero=ovest)

MUTANDO RIPOSA "il sole nuovo ogni giorno" "entrano negli stessi fiumi, ma acque sempre diverse scorrono verso di loro" "anche il ciceone se non viene agitato si disgrega" (ciceone bevanda mistica degli iniziati ai misteri Eleusi) "nello stesso fiume non possibile entrare due volte" "negli stessi fiumi entriamo e non entriamo, siamo e non siamo" "ristoro nell'esilio" (lontano da se c' la perfezione) "mutando riposa"

SOPHIA. IL DISCATTO "la cosa sola, Ci-che--Sapiente, non vuole e vuole essere chiamata con il nome di Zeus" "una sola cosa la sapienza: conoscere l'intendimento che governa tutte le cose attraverso tutte le cose" "di quanti ho udito gli insegnamenti, nessuno giunto a conoscere che la Sapienza disgiunta da tutte le cose" "spossante fatica, sfinirsi per gli stessi e degli stessi essere schiavi"

FRAMMENTI POLEMICI "le iniziazioni ai misteri in uso tra gli umani non hanno nulla di sacro" "se non facessero per Dioniso la processione e non intonassero per lui l'inno agli organi sessuali, sarebbero davvero degli spudorati. Ma uno stesso dio sono Ade e Dioniso, per il quale infuriano e baccheggiano" "e si purificano macchiandosi di altro sangue, come chi, entrato nel fango, con fango si lavasse. E supplicano queste immagini degli dei come chi parla con i muri, senza la vera natura degli dei e degli eroi" "medicine" (le celebrazioni misteriche se pure sono come medicine ma non contro il dolore e l'ignoranza) "all'oro, gli asini preferirebbero lo strame" (oro sapienza) "lo stupido solito trasalire per ogni parola di verit" "qual il loro intuire, il loro sentire ? Prestano fede agli aedi delle moltitudini e prendono a maestro il volgo e non sanno che i molti sono spregevoli, eccelenti i pochi" "Omero merita di essere cacciato via dagli agoni a frustate, e cos Archiloco" (non conducono l'uomo al di l dell'umano) "l'ignoranza, meglio nasconderla" "inventore di raggiri" ( Pitagora) "i porci godono del fango pi che dell'acqua pura" (fango materialit acqua pura sapienza) "nati, vogliono vivere e trovare destino di morte, e lasciano figli perch siano destini di morte" "simili a sordi, ascoltano e non intendono. Per loro vale il detto: presenti, sono assenti" "come cani abbaiano contro chiunque non conoscano" "non sanno ascoltare, n dire" "non vi venga a mancare la ricchezza, o Efesii, cos che sia mascherata la vostra meschinit" "gli Efesii dovrebbero impiccarsi tutti, gli adulti, e lasciare la citt ai fanciulli, essi che cacciarono via Ermodoro, tra di loro il pi utile alla citt, e dissero: "Tra di noi non ci sia uno migliore. O se c', lo sia altrove e tra altri"

FRAMMENTI GNOMICI "Demone all'uomo l'indole" (l'indole ripetto all'uomo un demone quindi qualcosa che istintivamente ne modificher la vita) "contro il desiderio difficile combattere:a prezzo dell'anima acquista ci che vuole" "uno solo per me, diecimila"(contro individualismo) "occorre spegnere la superbia, pi della vampa che incendia" "per gli umani, che accada loro quel che vogliono non la cosa migliore" "i medici amputano, cauterizzano; e lamentano di non ricevere una giusta ricompensa per queste cose" "il popolo deve combattere per la legge, come per difendere le mura" "Legge anche obbedire al volere di uno solo" (lui o l'essere due interpretazioni non si escudono) "ogni animale della sferza del dio condotto al pascolo" (zeus) "i cadaveri vanno gettati via pi dello sterco" (contro i ricchi di efeso) "coloro che cercano oro scavano molta terra e ne trovano poco" APOLLO E LOGOS "Il signore che ha l'oracolo di Delfi non dice e non nasconde, ma accenna" "la Sibilla, con bocca folle proferendo cose senza sorriso ne ornamento ne unguento, con la voce penetra i millenni, attraverso il dio" "a Priene nacque Biante figlio di Teutames, e il suo logos supera quello di ogni altro" "per chi ascolta non me, ma il logos, sapienza intuire che tutte le cose sono Uno, e l'uno tutte le cose" "Ma questo logos che , gli uomini non lo comprendono mai, n prima di porgervi orecchio, n dopo averlo ascoltato.Anche se tutte le cose sorgono secondo esso, somigliano a coloro che non hanno esperienza, quando sperimentano parole ed opere quali vado esponendo, io che distinguo ogni cosa secondo la sua origine, e la manifesto come . Ma gli altri uomini non si accorgono delle cose che fanno da svegli, cos come dimenticano quello che fanno dormendo." "coloro che parlano in accordo con l'intuizione devono fondarsi su ci che comune, proprio come la citt sulla legge, e con pi saldezza ancora.Tutte le leggi umane sono nutrite da una sola legge, quella divina: essa domina tanto quanto vuole, e basta a tutte le cose, e sopravanza" "perci bisogna segiure ci che comune.Ma bench il logos sia comune, i pi vivono come se avessero una sapienza loro propria" "comune il principio e la fine nel cerchio" "si distanziano da ci che pi assiduamente frequentano, e le cose nelle quali ogni giorno si imbattono a loro sembrano straniere"

DELLA CONOSCENZA "conoscenza dell'immediato unione per tutte le cose" "conoscere l'immediatezza eccellenza suprema, e sapienza dire ed agire cose vere, intendendo secondo l'origine" " a tutti gli uomini tocca in sorte di conoscere se stessi e cogliere la sapienza suprema" "gli uomini che amano la sapienza devono essere testimoni diretti di molte cose" "riguardo alle cose pi grandi, non combiniamo cos come capita i nostri indizi" "ricchezza di nozioni non insegna l'intuizione: L'avrebbe insegnata ad Esiodo e a Pitagora, a Senofane e ad Ecateo" "come rifiuti sparsi a caso, il pi bello dei mondi" "ampiezza di piede umano" "le cose che possono vedere, udire, conoscere direttamente, io prediligo" "cattivi testimoni, occhi e orecchi, per chi abbia animo barbaro" "il mare, acqua purissima e contaminatissima, per i pesci bevibile e salutare, ma per gli uomini imbevibile e mortale" "i molti non colgono la vera natura delle cose in cui si imbattono, n le conoscono dopo averle apprese, ma se ne costruiscono un'opinione" "giochi di fanciulli" "figli di genitori" "la falsa opinione: un'epilessia" DEL RISVEGLIO "morte quanto vediamo da svegli; quanto vediamo dormendo, sogno" "coloro che dormono sono artefici e complici delle cose che sorgono nel cosmo" "come dormienti agire e dire" "cose apparenti chi immerso nell'apparenza conosce, custodisce. E certamente Dike sorprender artefici e testimoni di menzogne" "per i risvegliati c' un cosmo unico e comune, ma ciascuno dei dormenti si involge in un mondo proprio" "una stessa cosa, dentro di noi, sono vivente e morto e desto e dormiente e giovane e vecchio: questi, rovesiandosi, sono quelli, e quelli a loro volta invertendosi sono questi" "immortali, mortali immortali, viventi nella morte di quelli, ma , nella vita di quelli, morti" "l'uomo nella notte accende una luce a se stesso, spento nello sguardo, e vivente a contatto con il morto, e desto a contatto con il dormiente"

DELLA VITA "via in alto via in basso una sola medesima" "la via della vite diritta e sinuoso" "di chi dimentica dove conduce la via"

L'ECCELLENZA ED IL PREMIO "l'indole umana non ha intendimento, quella divina lo possiede" "di fronte al nume infante l'uomo, come di fronte all'uomo il fanciullo" "una cosa sola , aprezzo di tutte le altre, scelgono i migliori: gloria eterna in cambio delle cose mortali. Ma i pi sono sazi, come bestie." "Dei ed uomini onorano chi muore per mano di Ares" "pi grandi destini di morte conquistano pi grande sorte" "cose che non sperano, n si rappresentano, attendono gli umani dopo la morte" "di fronte a Colui che l ergersi e diventare vigili custodi dei vivi e dei morti"

DELL'ANIMA "i confini dell'anima, per quanto lontano tu vada, non li scoprirai, neanche se percorri tutte le vie: cos abissalmente si dispiega" " dell'anima un logos che accresce se stesso" "le anime annusano verso Ade" "per le anime piacere o morte diventare umide" "per le anime morte diventare acqua, per l'acqua diventare terra morte; ma dalla terra nasce l'acqua, dall'acqua l'anima" "quando ebbro, l'uomo viene trascinato da un fanciullo, scivolando senza sapere dove va: egli ha umida l'anima" "anima secca la pi saggia, la migliore"

"noi viviamo la morte di quelle, e quelle vivono la nostra morte"

NEL MISTERO "l'Origine ama nascondersi" "armonia non visibile, di quella manifesta pi potente" "riguardo alla conoscenza delle cose manifeste gli uomini vengono tratti in inganno allo stesso modo di Omero, che f pi sapiente di tutti i Greci. Lo ingannarono fanciulli che schiacciavano pidocchi e gli dissero: "Tutte le cose che abbiamo visto e preso, le lasciamo; quelle che non abbiamo visto n preso, le portiamo con noi" "se tutte le cose che sono diventassero fumo, le narici le distinguerebbero" "poich mancano di fede, non si lascia riconoscere" "l'eternit un fanciullo che gioca, muovendo i pezzi sulla scacchiera: di un fanciullo il regno" "interrogai me stesso" "se non speri l'Insperabile, non lo scoprirai, perch chiuso alla ricerca, e ad esso non conduce nessuna strada"