Sei sulla pagina 1di 5

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE - FACOLTÀ DI ARCHITETTURA

Corso di Tecnica delle Costruzioni


a.a. 2006-07 Silvia Santini

Ricavare i diagrammi delle sollecitazioni delle strutture riportate nelle figure


seguenti:

1) Mensola con carico concentrato all’estremo libero

2) Mensola con carico uniforme ripartito

3) Trave appoggiata con carico concentrato all’estremo libero

4) Trave appoggiata con carico uniforme distribuito


1. Mensola con carico concentrato all’estremo libero

Imponendo gli equilibri all’incastro si ottengono le reazioni vincolari incognite:

• eq. trasl. orizzontale: Rx=0


• eq. trasl. verticale: Ry=P (=TA)
• eq. rotazione in A: M-PL=0 ⇒ M=PL (=MA)

Il verso ipotizzato in figura è corretto, inoltre tende le fibre superiori per cui risulta M<0.

Operando una sezione nella generica ascissa distante x dall’estremo vincolato è possibile
comprendere gli andamenti delle sollecitazioni. In particolare imponendo gli equilibri in
tale ascissa si ha:

• eq. trasl. orizzontale: N(x)=0


• eq. trasl. verticale: T(x)=P
• eq. rotazione in x: M(x)-P(L-x)=0 ⇒ M(x)=P(L-x)

Il taglio risulta dunque costante e pari a P, mentre il momento varia linearmente fra
l’estremo libero (x=L) dove vale 0 e l’estremo vincolato (x=0) dove vale PL.

In definitiva i diagrammi delle sollecitazioni M,T (N=0 su tutta la trave) sono i seguenti:

Analisi delle sollecitazioni 2


2. Mensola con carico uniforme ripartito

Imponendo gli equilibri all’incastro si ottengono le reazioni vincolari incognite:

• eq. trasl. orizzontale: Rx=0


• eq. trasl. verticale: Ry=qL (=TA)
L qL2
• eq. rotazione in A: M − qL ⋅ = 0 ⇒ M = (=MA)
2 2

Il verso ipotizzato in figura è corretto, inoltre tende le fibre superiori per cui risulta M<0.

Operando una sezione nella generica ascissa distante x dall’estremo vincolato è possibile
comprendere gli andamenti delle sollecitazioni. In particolare imponendo gli equilibri in
tale ascissa si ha:

• eq. trasl. orizzontale: N(x)=0


• eq. trasl. verticale: T( x ) − q (L − x ) = 0 ⇒ T( x ) = q (L − x )
q (L − x ) q (L − x )
2 2
• eq. rotazione in x: M(x ) − = 0 ⇒ M(x ) =
2 2

Il taglio varia linearmente fra l’estremo libero (x=L) dove vale 0 e l’estremo vincolato (x=0)
dove vale PL.
qL2
Il momento ha andamento parabolico e vale 0 all’estremo libero (x=L) e all’estremo
2
vincolato (x=0), come del resto trovato imponendo l’equilibrio alla rotazione in A.

In definitiva i diagrammi delle sollecitazioni M,T (N=0 su tutta la trave) sono i seguenti:

Analisi delle sollecitazioni 3


3. Trave appoggiata con carico uniforme ripartito

Scrivendo le equazioni di equilibrio della trave si ottengono le reazioni vincolari incognite:

• eq. trasl. orizzontale: RA.x=0


• eq. trasl. verticale: RA.y+RB.y=qL
L qL
• eq. rotazione in A: − R B.y L + qL ⋅ = 0 ⇒ R B.y = (=TB)
2 2

qL
Dall’equilibrio alla trasl.verticale si ricava: R A.y = (=TA)
2
I versi delle reazioni vincolari ipotizzati in figura sono corretti.

Sezionando la trave in C si ha:


qL
• eq. trasl. verticale: − R A.y − Tc.s = 0 ⇒ Tc.s = 0
2
qL L qL2
• eq. rotazione in A: M c.s + ⋅ = 0 ⇒ M c.s = −
2 4 8

Il verso del momento ipotizzato in figura è dunque contrario a quello esistente in C, per
cui ad essere tese sono le fibre inferiori ed il momento è positivo.

Operando una sezione nella generica ascissa distante x dall’estremo vincolato è possibile
qL
verificare come il taglio abbia andamento lineare e valga ± agli appoggi e si annulli in
2
mezzeria dove al contrario si ha momento massimo. Quest’ultimo varia con legge
qL2
parabolica con valore massimo e si annulla agli estremi (presenza della cerniera).
8

In definitiva i diagrammi delle sollecitazioni M,T (N=0 su tutta la trave) sono i seguenti:

Analisi delle sollecitazioni 4


4. Trave appoggiata con carico concentrato in mezzeria

Scrivendo le equazioni di equilibrio della trave si ottengono le reazioni vincolari incognite:

• eq. trasl. orizzontale: RA.x=0


• eq. trasl. verticale: RA.y+RB.y=P
L P
• eq. rotazione in A: − R B.y L + P ⋅ = 0 ⇒ R B.y = (=TB)
2 2

P
Dall’equilibrio alla trasl.verticale si ricava: R A.y = (=TA)
2
I versi delle reazioni vincolari ipotizzati in figura sono corretti.

Sezionando la trave in C si ha:


P
• eq. trasl. verticale: R A.y + Tc.s = 0 ⇒ Tc.s = −
2
L PL
• eq. rotazione in A: − M c.s + Tc.s ⋅ = 0 ⇒ M c.s = −
2 4

Il verso del momento ipotizzato in figura è dunque contrario a quello esistente in C, per
cui ad essere tese sono le fibre inferiori ed il momento è positivo.

Operando una sezione nella generica ascissa distante x dall’estremo vincolato è possibile
verificare come il taglio abbia andamento costante fino alla mezzeria dove si ha un salto
pari al valore di P. Il momento invece varia linearmente dall’appoggio (è uguale a 0) fino
PL
in mezzeria dove ha il suo valore massimo pari a .
4

Analisi delle sollecitazioni 5