Sei sulla pagina 1di 28

“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

ELEZIONI
AMMINISTRATIVE
2011



PROGRAMMA



11/04/2011

“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

INDICE

1. PREMESSA

2. LA MACCHINA AMMINISTRATIVA

3. ASPETTI FINANZIARI E FISCALI

4. SICUREZZA

5. URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI

5.1 VIABILITA′, VERDE E PIANO CASA

5.2 LAVORI PUBBLICI

6. POLITICHE AMBIENTALI ED ENERGETICHE

7. ATTIVITA’ PRODUTTIVE - AGRICOLTURA

8. TURISMO - SPORT

9. CULTURA

10. SERVIZI SOCIALI

2
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

1.0 PREMESSA

Gli Enti Locali hanno assunto un ruolo decisivo in base ai nuovi processi di
decentramento politico-amministrativo, difatti sono chiamati ad assumere competenze
nuove e a divenire attori cruciali nella definizione dei programmi d’intervento a livello
locale per favorire la crescita e lo sviluppo del territorio.

Si è finalmente capito che è necessario coinvolgere tutti i soggetti, istituzionali e


non, presenti sul territorio, per avviare un processo di sviluppo che parte dal basso e
che sia legato alle risorse locali. In tale contesto il Comune deve essere, oggi più che
mai, il motore trainante nella programmazione dello sviluppo del nostro paese e quindi
parte attiva di questo progetto.

Il ruolo della nostra città nel contesto provinciale e regionale in questi anni non è
stato all'altezza della sua storia e delle sue migliori tradizioni.

Il Comune deve rappresentare nello stesso tempo il punto di riferimento


fondamentale dei cittadini a garanzia dei loro diritti e a salvaguardia dei più deboli,
offrendo servizi più efficienti per una migliore qualità della vita.

Si ritiene indispensabile rilanciare un serio rapporto con i principali detentori dei


bisogni, con la società civile, con i problemi quotidiani di quanti si sentono sempre meno
rappresentati dai partiti e dai politici che spesso parlano per slogan senza tenere conto
dei contenuti.

Serve quella che possiamo definire la "cultura dell’ascolto e del fare".

E' indispensabile pertanto una netta inversione di tendenza che ormai tutti i
cittadini auspicano.

La candidatura alla carica di Sindaco proposta dalla nostra coalizione non è la


candidatura del momento, nata per esigenze elettorali, ma è maturata insieme a tanti
amici e tanta gente comune, stanca di una classe dirigente ancorata alla gestione del
potere fine a se stessa, e consapevole della necessità di una inversione di tendenza

3
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

caratterizzata da un governo locale che finalmente diventa punto di riferimento dei


cittadini e dei loro problemi.

I grottagliesi manifestano disaffezione nei confronti dell’amministrazione


comunale, per un buon governo riteniamo prioritario recuperare l’attenzione e
l’affezione dei cittadini nei confronti dell’amministrazione stabilendo un rapporto
privilegiato basato sul confronto, l’ascolto ed un maggiore coinvolgimento nelle scelte
concrete.

In questa ottica è fondamentale, per la trasparenza degli atti amministrativi,


attivare l’istituto del Referendum cittadino, strumento già prevista dal nostro Statuto
Comunale e misteriosamente boicottato dalle amministrazioni in carica; ciò consentirà
di creare uno strumento altamente democratico atto a rendere partecipe i cittadini nei
problemi più importanti che riguarderanno la nostra città.

Per la nostra coalizione il primo posto spetta ai cittadini, è a loro che dovrà
essere dedicata la primaria attenzione valutando se le scelte urbanistiche, sociali ed
economiche del Comune siano innanzitutto funzionali alle loro esigenze.

Il tema della partecipazione dei cittadini alle scelte politiche è tra quelli che
riteniamo prioritari. Per partecipazione alle scelte concrete intendiamo quindi:

- costruire percorsi condivisi soprattutto su scelte di grande respiro che


coinvolgano ampi settori della popolazione (diritto alla casa, qualità
dell'ambiente, difesa del verde, diritto alla salute, diritto al lavoro, difesa dello
stato sociale, garanzie ed assistenza per le fasce più deboli come anziani e
portatori di handicap.......),

- diffondere una cultura delle istituzioni incentrata sui valori della giustizia, della
solidarietà e della legalità, sulla condivisione delle regole e delle procedure.

- ridisegnare il sito internet del Comune per aprirlo alla collaborazione dei cittadini
al fine di migliorare il rapporto con l’Amministrazione anche attraverso la
realizzazione di un Forum di discussione in tempo reale sui problemi locali. Sito
in cui sarà possibile interfacciarsi realmente scaricando modulistica in tutti i
settori, dialogare con posta certificata, trasmettere atti e documenti digitali e
firmarli con la firma digitale, cosi come avviene in quasi tutte le altre
amministrazioni dello stato.

4
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

2.0. LA MACCHINA AMMINISTRATIVA

Le esigenze di efficienza e di produttività rendono indispensabili nuovi


orientamenti organizzativi della macchina amministrativa attraverso scelte di
riconversione che, pur valorizzando le professionalità interne, consentano di liberare
risorse e di garantire maggiore efficacia ed economia di gestione.

Per garantire la massima efficienza dei servizi comunali, risposte immediate e


puntuali ai cittadini, il contenimento delle spese di gestione del comune, è necessario
procedere ad una adeguata riorganizzazione dei processi interni, realizzazione di
economie di scala ed efficacia, formazione e riqualificazione del personale.

La semplificazione burocratica è essenziale per una comunità più moderna, nei


prossimi anni, occorrerà rendere più efficiente l’intera burocrazia comunale. A tale
scopo, assume particolare importanza la gestione delle risorse umane, da valorizzare
ed utilizzare per migliorare i risultati in termini di efficacia, di efficienza e nello stesso
tempo, di economicità.

Bisogna effettuare un monitoraggio delle professionalità dei lavoratori al fine di


valorizzarne la professionalità e, nel contempo, realizzare una migliore utilizzazione
rispetto alle esigenze del Comune.

Tale indagine va effettuata avvalendosi di appositi software in grado di


analizzarne i risultati finali. Ciò consentirà di elaborare una pianta organica dinamica,
improntata a criteri di flessibilità, in grado di adattarsi alle esigenze dell’Ente.

Vanno anche sperimentate forme flessibili nel rapporto di lavoro, nonché adeguati
programmi di aggiornamento professionale dei dipendenti. A nuovi livelli di
professionalità e di responsabilità dovranno corrispondere adeguati riconoscimenti nel
trattamento economico del personale dipendente.

5
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Particolare sforzo deve essere profuso per dotare l’amministrazione comunale di


una infrastrutturazione telematica più moderna, attingendo anche ai previsti
finanziamenti statali e regionali. Come gia evidenziato in premessa è nostra intenzione
potenziare il sito web dell’Ente, quale snodo di entrata/uscita di un sistema a rete
diretto ad avvicinare in tempo reale l’attività amministrativa ai cittadini, a relazionare con
essi, anche per garantire trasparenza ed erogazione di servizi on line.

L’ammodernamento dell’infrastrutturazione telematica dovrà essere rivolta a


garantire:

- facilità di consultazione per ottenere informazioni ed interagire con i servizi


dell’Amministrazione;

- creazione di una sede di consultazione on line con i cittadini;

- accesso elettronico bidirezionale per le interazioni di base (moduli fiscali,


domande di finanziamento), per ricevere informazioni ed inviare risposte
appropriate;

- creazione di un portale per le associazioni di volontariato;

- collegamento a banche dati;

- gestione del protocollo elettronico;

- modulistica con firma digitale;

- carta elettronica dei servizi.

L’obiettivo della centralità dell’utente, rispetto al servizio erogato, costituisce oggi


la scelta obbligata di ogni pubblica amministrazione che voglia appropriarsi del primato
dell’efficienza e dell’efficacia, uno strumento utile per perseguire questo obiettivo, del
quale si intende dotare l’amministrazione è la Carta dei Servizi.

La funzione della Carta dei Servizi per l’amministrazione comunale è proprio


quella di avvicinare i cittadini e di ridurre le distanze attraverso la sottoscrizione di un
patto nel quale, non solo sono individuati obblighi e diritti reciproci, ma si prefigura un
percorso di crescita comune; sapere a quale ufficio rivolgersi, conoscere le modalità di
erogazione dei servizi, essere al corrente delle iniziative e delle proposte
dell’amministrazione è il modo con il quale non solo si rende trasparente l’azione

6
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

pubblica, ma soprattutto si chiama il cittadino a partecipare alla stessa favorendo un


uso più corretto e consapevole dei propri diritti.

3.0. ASPETTI FINANZIARI E FISCALI

L’importanza del settore economico finanziario per le amministrazioni locali si è


accresciuta negli ultimi anni ed è destinata ad accrescersi ancor più nel futuro. Ai
tradizionali ed essenziali compiti di gestione della contabilità e la programmazione del
bilancio si aggiungono compiti non meno rilevanti, quali la gestione dei tributi e delle
entrate proprie, il rispetto del patto di stabilità e la programmazione e gestione degli
investimenti, soprattutto come gestione dell’indebitamento.

Per una politica efficiente ed efficace di gestione della cosa pubblica, riteniamo
indispensabile una inversione di registro della politica economica dell’ente, sintetizzata
dai seguenti orientamenti:

 puntare su una programmazione e pianificazione della gestione economica e


finanziaria più puntuale e concreta, evitando che queste vengano ingabbiate
nell’attività di gestione degli adempimenti e dei procedimenti senza alcuna
attenzione ai risultati da perseguire;

 modernizzare i metodi di copertura finanziaria delle opere pubbliche ricorrendo


anche alla finanza strutturata con operazioni di Project Financing, oltre che alle
opportunità offerte dai finanziamenti dell’Unione Europea, statali e regionali, per i
quali è nostra intenzione incaricare esperti del settore al fine di individuare le
maggiori opportunità possibili. Occorre, inoltre, porre attenzione a strumenti
finanziari innovativi, come ad esempio il leasing pubblico, valutando di volta in
volta la convenienza per l’ente di ricorrere a tali strumenti;

 monitorare tutti i costi dell’amministrazione, in particolare quelli telefonici ed


energetici, per eliminare gli sprechi e verificare la possibilità di nuovi contratti di
fornitura offerti dal mercato ed eventuali ammodernamenti degli impianti, che
possano sviluppare economie per l’ente;

7
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Nell’ambito di una gestione efficiente ed efficace della cosa pubblica passa la


possibilità di una riduzione della pressione fiscale e promozione anche a livello locale di
una redistribuzione dei redditi attraverso i tributi.

Con il recupero di risorse economiche derivanti da una politica del rigore e


dell’efficienza sarà possibile finanziare politiche del diritto all'accesso ai servizi
(pacchetto di garanzie sociali con particolare attenzione alle azioni di sostegno ed
assistenza degli anziani, dei portatori di handicap e delle famiglie disagiate), in modo da
contrastare le dinamiche di esclusione che colpiscono già adesso fasce importanti di
cittadini.

Obiettivo importante da raggiungere è quello della riduzione della pressione


fiscale ed in particolare dell’ICI. Nel primo anno di governo, si intende applicare
l’esonero parziale dal pagamento del canone per l’occupazione di spazi ed aree
pubbliche (COSAP) nel centro storico e nel quartiere delle ceramiche in un’ottica di
stimolo e rilancio dell’artigianato e del commercio in queste zone.

4.0. SICUREZZA

La città di Grottaglie non è fortunatamente ai vertici delle classifiche regionali


della criminalità organizzata ma, come quasi tutte le cittadine di provincia, non sfugge
alla presenza di una sempre più diffusa rete di piccola criminalità, a fenomeni di
tossicodipendenza ed in genere di attività illegittime.

Ferma restando l’opportunità di provvedere costantemente ad ogni possibile


iniziativa di formazione preventiva, nelle scuole e nelle famiglie, è necessario rafforzare
sistematicamente la rete della sorveglianza attiva del territorio comunale diretta alla
prevenzione di atti criminosi e modernizzare i sistemi di sicurezza, per poter garantire a
tutti i cittadini condizioni di vita più serene.

La priorità è rappresentata dalla necessità di garantire nella nostra città ordine e


legalità, prevenzione e sicurezza, anche attraverso la valutazione dell’attuale organico
della polizia municipale.

Il dovere di chi amministra una città è in primo luogo quello di garantire ai cittadini
la vivibilità del proprio territorio e ciò mediante la tutela di tutta una serie di diritti.

8
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

A questo fine la nuova amministrazione deve realizzare un vero e proprio Piano


della Sicurezza basato:

- Sulla riorganizzazione e riqualificazione del corpo di Polizia Municipale, che


dovrà consentire un utilizzo dei vigili esclusivamente per i loro compiti istituzionali
specifici ed una presenza più costante degli stessi sul territorio;

- Su un’azione congiunta dei vigili urbani con le altre forze dell’ordine operanti sul
territorio;

- Sulla revisione dei regolamenti comunali per definire le diverse mansioni e


l’utilizzo del corpo di Polizia Municipale;

- Sulla logistica e i mezzi messi a disposizione della Polizia Municipale per lo


svolgimento dell’attività istituzionale;

- Sull’analisi dell’organico per valutarne l’eventuale potenziamento;

- Sulla istituzione della figura del vigile di quartiere. Si intende perciò operare
affinché si giunga nel più breve tempo possibile alla effettiva istituzione del vigile
di quartiere. Questa figura, che dovrà rappresentare un riferimento del Comune
per i cittadini, svolgerà un ruolo fondamentale nell'attività di prevenzione
rapportandosi sistematicamente con le diverse esigenze degli automobilisti, dei
pedoni, dei commercianti e dei cittadini in genere, rispondendo alle esigenze
degli stessi attraverso la ricerca e l’attuazione di soluzioni efficaci ed immediate.

9
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

5.0 URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI

Ci siamo sempre battuti per un nuovo P.U.G. che mettesse al centro il bisogno
della casa alla portata di tutte le tasche, consapevoli in questo modo di dare una
possibilità alle giovani coppie, agli anziani, a tutti i cittadini di Grottaglie di avere una
casa.

E' necessario in una nuova ottica urbanistica, ripensare i rapporti fra centro e
periferia, in modo da dar vita ad una nuova logica in cui la città non è divisa in zone o
quartieri, alcuni oggi destinati a solo dormitorio, carenti di ogni tipo di servizi.

Si ipotizza una nuova idea partecipata con i cittadini residenti che realizzerà
nuove forme di decentramento urbanistico. I Soggetti principali dovranno essere i
cittadini organizzati, le associazioni, le categorie professionali e le istituzioni cittadine,
che stileranno con il sindaco una Carta dei Servizi minimi al fine di rivitalizzare le
periferie e il Centro Storico, compreso il Quartiere delle Ceramiche.

Attuazione del nuovo Piano Regolatore Generale, approvato di recente, tenendo


conto che le direttrici da seguire dovranno essere uno sviluppo ordinato ed equilibrato
del territorio, fra residenziale, verde, servizi, attività produttive, commerciali e culturali.
In caso queste direttrici non si potessero attuare con lo strumento urbanistico vigente,
bisognerà agire attraverso la predisposizione di Varianti e infine, predisporre un nuovo
P.U.G., questo per evitare un nuovo blocco nel settore edilizio di Grottaglie come
accaduto nel recente passato.

Valorizzazione delle aree verdi esistenti su tutto il centro urbano oggi in completo
stato di abbandono, predisponendo la mappa del verde, e stabilendo, se possibile in
alternativa all’appalto, convenzioni per la sua cura con le associazioni dei cittadini
interessati a tale servizio.

Valorizzazione del Centro Storico attraverso una serie di strategie da concordare


anche con i residenti al fine di far rivivere il cuore di Grottaglie non solo alla semplice
residenza ma anche al commercio, al terziario e al piccolo artigianato locale.

10
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Questo potrà essere possibile oltre che con l’intervento pubblico anche con
l’incentivo da dare a privati per ristrutturare e adeguare gli edifici esistenti, o nel
trasferirsi nel centro storico. Gli interventi potranno essere in termini di contributi diretti
a chi esegue ristrutturazioni con l’obbligo della residenza o del fitto, oppure in termini di
riduzione dei tributi locali.

5.1 VIABILITA′, VERDE E PIANO CASA

Chiusura al traffico pesante sulle strade centrali del paese una volta realizzata
una circonvallazione che colleghi la via per Villa Castelli a via Partigiani Caduti, cosi
come previsto dal PRG Vigente, in modo da dirottare il traffico che raggiunge Villa
Castelli, o Specchia Tarantina.

Potenziamento del trasporto pubblico cittadino attraverso l’aumento del numero


delle corse e la rivisitazione delle fasce orarie, infine l’utilizzo di autobus ecologici.

Adozione e Approvazione definitiva del Piano del traffico con individuazione di


aree pedonali da chiudere al traffico in alcuni giorni concordati con gli operatori
economici e individuazione di aree a parcheggio per risolvere il problema nelle zone
centrali di Grottaglie come Viale Matteotti, Via Diaz, Via Marconi, Quartiere delle
Ceramiche, Centro storico e zone limitrofe.

Approvazione di un nuovo Piano di edilizia residenziale pubblica, commisurato al


fabbisogno stimabile per il prossimo decennio, questo non dovrà ripercorrere le
negative esperienze dei quartieri dormitorio, avulsi dal contesto vitale della città
moderna.

Esso dovrà articolarsi in Aree diffuse, integrate al tessuto urbano esistente ed ai


nuovi insediamenti della residenza privata. Interventi mirati andranno previsti per
garantire il diritto alla casa dei più deboli: giovani coppie, anziani, nuclei monoreddito.

Si cercherà di reperire risorse per la realizzazione di spazi residenziali per affitti


sociali o moderati e per edilizia economica e agevolata e/o convenzionata.

11
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

In generale, i nuovi insediamenti residenziali, pubblici e privati, dovranno


svolgere una funzione di ricucitura e rivitalizzazione delle zone esistenti già edificate o
parzialmente ( ormai destinate cosi come concepite a sole zone dormitorio),
contribuendo al potenziamento delle dotazioni d’infrastrutture, servizi e spazi d’utilità
sociale e culturale (sottoservizi, viabilità, parchi di quartiere, Zone destinate a servizi
pubblici attraverso la loro dislocazione, aree destinate ad attività commerciali, assenti
completamente in alcuni quartieri di Grottaglie).

La nuova Amministrazione affronterà con determinazione il tema del patrimonio


edilizio esistente, promuovendone ed incentivandone con fondi regionali, provinciali e
comunali per le parti comuni, il recupero anche a fini della sicurezza e del decoro
urbano.

Nel contempo, però, dovranno porsi le premesse per sollecitare gli interventi di
“rottamazione” di quegli immobili che, privi d’interesse storico e/o ambientale, possono
e devono essere sostituiti.

Sono evidenti i vantaggi di una simile operazione, soprattutto se condotta su


vasta scala:

- miglioramento diffuso della qualità architettonica;

- eliminazione dei pericoli connessi con le vetustà dei fabbricati;

- incentivo all’industria delle costruzioni ed al mondo delle professioni;

- miglioramento delle dotazioni dei parcheggi e della mobilità.

La riattivazione degli investimenti e dei programmi edilizi della futura


Amministrazione nel settore abitativo dovrà svolgere anche una funzione calmieratrice
e di regolazione del mercato immobiliare, oggi pressoché inaccessibile all’utenza delle
fasce più deboli.

Il Comune, come soggetto protagonista dello sviluppo produttivo, che sappia,


specie in materia di governo del territorio, impiegare correttamente risorse e
competenze.

La Società di trasformazione urbana e finanza di progetto possono essere


tra gli strumenti, introdotti da recenti normative, che potranno garantire l’apporto di
risorse, non soltanto economiche di tipo pubblico ma anche di privati. L’istituto della

12
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Società di Trasformazione Urbana (STU) in particolare, appare lo strumento più idoneo


a garantire il controllo e la fattibilità di alcuni progetti che riguarderanno il recupero del
Centro Storico e del quartiere delle Ceramiche aree in alcuni punti degradate e
sottoutilizzate.

Diverso lo strumento del project financing, il cui utilizzo dovrà essere


fortemente incentivato, e figurando, sin dalla fase di ideazione delle opere, reali
condizioni di appetibilità delle iniziative.

Si riqualificherà l’ingresso alla Città di Grottaglie ed in particolare:

- dalla direzione Taranto, via Partigiani caduti, via Ennio, Viale della Stazione, e Via
Oberdan;

- dalla direzione S. Marzano, Via Pio XII e Via Leone XIII;

- dalla direzione Francavilla, Via Madonna di Pompei;

- dalla direzione Villa Castelli, Via Parri.

La futura Amministrazione incentiverà attraverso le sue competenze sia in termini


di controllo che di impegno nel promuovere forme di edilizia eco-compatibile, risparmio
energetico negli edifici, e l’installazione di impianti utilizzanti forme di energia alternativa
a basso contenuto di inquinanti atmosferici ed elettromagnetici.

5.2 LAVORI PUBBLICI

La nuova Amministrazione nel settore dei Lavori pubblici avrà come priorità
quelle di risolvere i numerosissimi problemi che attanagliano le numerose opere

13
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

pubbliche già costruite dalla nostra comunità attraverso l’adeguamento e la


ristrutturazione , in modo che tutti gli edifici abbiano l’agibilità per la destinazione a cui
sono demandate nel funzionamento.

Inoltre si dovrà prevedere la realizzazione di una serie di altre importantissime


opere, che completeranno il quadro urbanistico della Città e ne caratterizzeranno
l’immagine.

- Riqualificare il Centro Storico e il Quartiere delle ceramiche attraverso un piano


operativo di intervento che preveda:

a) il rifacimento di una nuova rete fognante, idrica ed elettrica in tutto il centro


storico e non solo in alcune zone che accade attualmente ;

b) il ripristino della pavimentazione in basolato delle vie del centro storico;

c) il completamento dell’illuminazione pubblica in tutto il centro storico;

- Rivalutare le zone periferiche, con realizzazione di verde pubblico, parcheggi,


fognature, sistemazione strade e marciapiedi oggi in completo degrado o inesistenti;

- Completare il restauro del Castello;

- Metanizzare le zone periferiche altamente edificate;

- Costruire nuovi alloggi popolari con annesse strutture di natura assistenziale e


commerciale;

- Adeguare il mercato comunale di via delle Torri;

- Realizzare nuove aree destinate a parcheggio a servizio del quartiere delle


ceramiche e del centro storico;

- Contribuire a restaurare le Chiese di particolare valore storico ed artistico;

- Recuperare il Convento dei Cappuccini da destinare a Centro Servizi per le attività


culturali, sociali ed economiche convenzionandosi con le università pugliesi;

- Adeguare i Servizi Igienici pubblici esistenti e realizzarne di nuovi nei punti più
importanti della città;

- Completare la messa in sicurezza e il monitoraggio strutturale degli edifici scolastici


comunali;

14
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

- Attivarsi, nell’ambito delle competenze dell’Amministrazione Comunale, per la nuova


sede del Liceo Moscati e, nel transitorio, trovare idonee soluzioni logistiche;

- Realizzare nuovi tratti di fognatura comunale potenziando quella per le acque


bianche;

- Realizzare nuovi tratti e potenziare la pubblica illuminazione in diverse vie cittadine


ed in particolar modo nelle periferie oggi in completo stato di abbandono;

- Realizzare nuovi marciapiedi ed effettuare la manutenzione di quelli esistenti


attraverso un piano programmato di tutte le zone di Grottaglie, comprendendo in
questo progetto l’eliminazione delle barriere architettoniche e il rifacimento
dell’asfalto;

- Realizzare opere di bonifica ambientale e rifacimento di viabilità rurale;

- Migliorare la viabilità interna con una segnaletica adeguata e costruire una pista
pedociclabile;

- Realizzare le opere di urbanizzazione secondaria nelle zone edificate dai nuovi


P.d.L. approvati;

- Realizzare almeno altre due isole ecologica;

- Realizzare un Teatro comunale;

- Recuperare la struttura destinata al Tiro al Piattello, trasformandola in un Centro


Sportivo Polifunzionale;

- Adeguare l’area del mercato settimanale con servizi al cittadino e all’operatore


commerciale secondo le prescrizioni di legge;

- Riqualificare l’aspetto architettonico delle facciate dell’edificio del Tribunale e


risistemare la piazza antistante rendendola inaccessibile alla viabilità veicolare.

6.0 POLITICHE AMBIENTALI ED ENERGETICHE

Una corretta gestione dell'ambiente (compresi i temi legati al territorio in senso


lato, alla mobilità e all'uso dell'energia) merita per noi un impegno obbligato, poiché

15
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

crediamo che vivere in un ambiente non degradato sia un diritto fondamentale


dell'uomo, che quando è negato è fonte di molte disuguaglianze.

Nell’ambito del quadro di riferimento normativo vigente si dovrà adottare una


politica ambientale che vada oltre la definizione di linee guida e programmatiche,
attuando concretamente tutti gli adempimenti previsti dalle normative nazionali e
comunitarie in materia ambientale con scelte chiare in sintonia con le sensibilità e gli
orientamenti della cittadinanza con particolare attenzione ad inquinamento
elettromagnetico, sonoro, del suolo, ecc..

Il livello di inquinamento ambientale della nostra città nei prossimi anni potrebbe
subire un evoluzione drammatica a causa della enorme quantità di rifiuti speciali
stoccati nella discarica di Torre Caprarica, le cui condizioni di sicurezza meritano più
attenti controlli da parte dell’amministrazione, con il coinvolgimento dei centri di ricerca
ospedalieri di ricerca e ricorrendo a tutti gli strumenti possibili, nell’ambito dei poteri che
il sistema normativo vigente conferisce al Sindaco ed agli organi di governo comunale,
destinando qualora fosse opportuno le necessarie risorse finanziarie a tale scopo.

Riconfermando ancora una volta il nostro no alla discarica nei prossimi anni
bisognerà comunque affrontare seriamente le problematiche di questa scellerata eredità
che il centrosinistra lascerà alla città.

Riteniamo importante inoltre proseguire con l’incentivazione della raccolta


differenziata. Occorre andare oltre, cioè passare alla raccolta differenziata spinta
attuando metodiche di raccolta secondo il tipo di utenza e, nel contempo, potenziare e
migliorare l’informazione ai cittadini e realizzare almeno altre due isola ecologica.
Potenziare la raccolta dell’umido estendendola a tutto il territorio comunale

Per un attenta tutela ambientale è nostra intenzione prevedere con l’ausilio del
Corpo di Polizia Municipale ad un monitoraggio continuo del territorio, sensibilizzando i
cittadini a denunciare tempestivamente situazioni di degrado ambientale.

In merito all’aspetto energetico la crisi climatica in atto con gli scenari futuri
preoccupanti che comporta e gli accordi internazionali sottoscritti dall'Italia aderendo al
Protocollo di Kyoto, impongono che ciascun cittadino, ciascuna comunità si impegni a
ridurre le proprie emissioni di gas serra e quindi a ridurre il proprio fabbisogno
energetico da fonti fossili. Noi crediamo che l'amministrazione Comunale possa fare

16
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

molto adottando un programma capillare di risparmio energetico e di iniziative educative


e culturali a vari livelli.

L’applicazione del decreto del 28 Luglio 2005 emanato dal Ministero delle attività
produttive e succ. mod. e integrazioni, pone l’Italia tra i paesi europei leader nella
produzione di energia elettrica da fonte solare. A tal proposito si intende dare il buon
esempio installando impianti di produzione di energia elettrica fotovoltaici (pannelli
solari) su tutti gli edifici comunali (istituti scolastici) ottenendo così un duplice scopo,
avere un saldo attivo con un reale risparmio da parte dell’amministrazione e
promuovere nel concreto lo sviluppo di tali tecnologie. Inoltre si provvederà a realizzare
impianti di illuminazione pubblica per le strade rurali con lampade fotovoltaiche a
risparmio energetico.

7. ATTIVITA’ PRODUTTIVE - AGRICOLTURA

Nell’ambito dell’area comunale opera una diffusa rete di attività economiche, che
rappresenta il tessuto connettivo della Città e che dovrà essere adeguatamente
sostenuta ed incoraggiata.

In particolare la nuova Amministrazione si adopererà per la realizzazione di una


serie di interventi dedicati:

- allo sviluppo di insediamenti produttivi e alla valorizzazione dello spirito di


intraprendenza degli operatori economici, con particolare attenzione alla
realizzazione di una rete specialistica di aziende nell’area produttiva
dell’indotto ALENIA;

- alla semplificazione delle procedure amministrative per facilitare la nascita di


nuove attività;

- al rilancio del terziario e riequilibrio del rapporto tra grande e piccola


distribuzione;

- al completamento degli interventi di riqualificazione complessiva e di


urbanizzazione per favorire la valorizzazione degli insediamenti, delle
infrastrutture, della disponibilità delle aree e dei servizi all’utenza;

- alla erogazione di contributi in favore delle aziende artigiane che assumono


apprendisti e li mantengono in servizio per almeno tre anni dal conseguimento
17
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

della qualifica professionale;

- alla erogazione di contributi per gli affitti di locali commerciali nel centro storico
durante il primo anno di attività;

- alla istituzione di uno sportello informativo per i giovani che intendano


richiedere prestiti d'onore e/o interventi economici e finanziari agevolati per la
nascita di nuove attività produttive;

- alla formulazione di proposte alle imprese locali di creare, all'interno delle


strutture, asili nido per i figli dei dipendenti;

- alla vigilanza sistematica sull’osservanza delle norme e dei regolamenti per


una seria politica di lotta all’abusivismo commerciale e artigianale tesa alla
emersione del lavoro sommerso e a tutela delle categorie economiche e dei
consumatori;

- alla ricerca e conseguente utilizzo dei finanziamenti regionali e comunitari;

- alla riorganizzazione ed eventuale potenziamento delle sportello unico per le


imprese.

La questione del lavoro deve essere affrontata anche attraverso la


predisposizione di strumenti per la valorizzazione delle attività produttive locali e
l’attivazione di nuove opportunità imprenditoriali. Ciò significa intervenire a più livelli,
dalla realizzazione di un’adeguata politica infrastrutturale, a scelte adeguate in tema di
pianificazione territoriale, dalla realizzazione di accordi col sistema delle imprese per la
messa a valore delle risorse locali, ad un’attività promozionale dell’ente locale in ambiti
che non sono di sua diretta competenza.

In generale, l’attivazione di una politica di sviluppo locale implica l’assunzione di


un modello che valorizzi le sinergie fra risorse produttive, ambientali, culturali presenti in
loco, evitando scelte appiattite sulla valorizzazione di alcune attività a prescindere dagli
effetti complessivi di tali scelte. In questa logica, lo sviluppo locale non può prescindere
da settori che sono essenziali ai fini della salvaguardia dei livelli occupazionali e
funzionali ad una "rigenerazione" delle città. Ci si riferisce ad attività (come l’artigianato
e la piccola distribuzione) che se non opportunamente valorizzati rischiano di essere
emarginate dai nuovi processi di trasformazione degli assetti produttivi. Una politica per
lo sviluppo locale può quindi sostanziarsi in una serie di misure.

18
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Noi per l'Europa siamo considerati "obiettivo 1" e quindi diversi e considerevoli
sono i finanziamenti pubblici che possono essere richiesti per tutte le attività di
competenza dei settori comunali.

Sta a noi attivarli e cercare di utilizzarli al meglio per rendere più bella e
accogliente la nostra città e per migliorare tutti i servizi, nonché per essere di supporto a
tutte le attività imprenditoriali, commerciali, artigianali etc. nascenti nel nostro comune.

Per questo bisogna riorganizzare il Comune, potenziare gli sportelli per le attività
produttive con l'utilizzo, se necessario, di tecnici specializzati, con la finalità comunque
che questo serva ad accrescere la preparazione del personale interno anche attraverso
la partecipazione a corsi di formazione per migliorarne la o professionalità e quindi il
lavoro all'interno della struttura.

Monitorare tutti i beni del Comune e valutare se gli stessi possono essere
utilizzati in concessione da parte dei cittadini per iniziative produttive con occupazione
di unità di lavoro locale. Questo sicuramente sarebbe utile per il Comune.

Continua sarà l'azione politico-amministrativa di confronto con le banche locali,


con gli uffici provinciali e regionali e con tutte le pubbliche amministrazioni al fine di
attivare un dialogo costruttivo che possa inserirsi pienamente nella programmazione
socio-economica e culturale della nostra città.

Per il settore artigiano sarà necessario definire un Piano per la valorizzazione dei
prodotti tipici dell’artigianato tradizionale anche attraverso la promozione di forme di
intervento agevolate per il restauro delle abitazioni antiche e d’epoca e delle
pavimentazioni storiche, oltre che con azioni di sostegno per il rilancio delle più
caratteristiche attività artistiche locali. Particolare attenzione sarà dedicata ai settori
dell’arte ceramica, e dei nuovi settori in fase di sviluppo (vedi arte orafa, abiti da sposa
e altri ancora) che costituiscono comparti importanti dell’economia grottagliese;

Per il settore agricolo la valorizzazione delle produzioni agro-alimentari tipiche


del nostro territorio volta ad incentivare le produzioni fortemente ricercate dal mercato
locale e internazionale, con particolare riferimento all’uva da tavola e, quindi,
assicurarne una maggiore presenza sui mercati.

Ulteriori azioni saranno la istituzione di un marchio comunale per la


denominazione e l’origine geografica delle produzioni tipiche locali e il sostegno alla

19
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

costituzione di un Consorzio per la promozione della filiera agricola nel settore della
produzione ortofrutticola e per la costituzione del Consorzio di Tutela di Origine Protetta
dell’uva da tavola e dell’olio d’oliva.

Per le piccole e medie imprese si dovrà procedere ad una maggiore attenzione,


in sede di formulazione e di aggiudicazione degli appalti pubblici, verso le imprese di
piccola e media dimensione locali, adottando tutti i possibili accorgimenti tecnico-
burocratici consentiti dalla normativa nazionale e comunitaria e, soprattutto,
adoperando costantemente il criterio del controllo della valutazione economico-
finanziaria sulle imprese esterne aggiudicatici delle gare;

Per il settore commercio occorre predisporre un Piano di Sviluppo Commerciale i


cui punti essenziali sono:

- un Nuovo Piano Regolatore del Commercio;

- un progetto per incentivare la commercializzazione dei prodotti tipici dell’agricoltura e


dell’artigianato;

- un Nuovo Regolamento dei mercati rionali;

- lo sviluppo degli insediamenti produttivi;

- un tavolo permanente del commercio assieme ai rappresentanti della categorie


economiche e delle piccole rappresentanze territoriali di volta in volta individuate.
Compito di tale tavolo sarà quello di apportare alla politica il giusto coinvolgimento di
chi opera nel commercio.

- il riuso produttivo di contenitori edilizi dismessi nei centri storici al fine di promuovere
e valorizzare piccole attività artigiane artistiche e di pregio che esprimono legami
con il tessuto sociale e i caratteri fondamentali della città;

Nell’ambito dell’economia del territorio notevole rilevanza assume la questione


dell’occupazione giovanile.

Una serie di azioni concrete dovranno caratterizzare l’impegno


dell’amministrazione a favore dei bisogni dei giovani, in particolare per quanto attiene
alle loro necessità di informazioni e servizi, inerenti l’orientamento e la ricerca di lavoro
nell’ambito di:

- progetti di promozione culturale;

20
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

- servizi di tutela ambientale;

- servizi di manutenzione e gestione di impianti pubblici a destinazione collettiva;

- prevenzione del disagio giovanile;

- interventi a sostegno degli alcolisti e dei tossicodipendenti;

- assistenza agli anziani, ai portatori di handicap e dei minori, a domicilio e presso


i centri sociali;

- inserimento di giovani in aziende artigiane.

8. 0 TURISMO - SPORT

Il turismo è settore oggettivamente trasversale, nel senso che non può essere
affrontato da un unico angolo visuale, ma bisogna avere presente la complessità del
richiamo e dell'offerta turistica che richiede molteplici e varie iniziative e realizzazioni le
cui competenze e responsabilità risiedono in tutti i soggetti sociali interessati,
amministrazioni pubbliche (Stato, Regione, enti locali subregionali), organizzazioni
imprenditoriali (albergatori, ristoratori, botteghe ceramiche ecc…..), associazioni
culturali e del tempo libero, attività territoriali e comunali (pro-loco, parrocchie,
associazionismo laico, ecc..).

E' evidente che il turismo può aiutare, ma non sostituire altri settori, non può
surrogare il comparto industriale, artigianale e quello agricolo ma sicuramente può
essere veicolo di conoscenza e diffusione dei nostri prodotti.

Il turismo non è solo vitto e alloggio, ma anche cultura, tradizioni, produzioni


locali. Promuovere il nostro territorio crediamo che sia la prima cosa da fare per
cominciare a creare i presupposti per incentivare il turismo nella nostra città.

Abbiamo la necessità di mettere in atto strumenti che consentano di accogliere al


meglio i flussi turistici e che creino le condizioni perché chi viene a Grottaglie possa
tornarci anche negli anni a venire.

Innanzi tutto aumentare le strutture ricettive creando le condizioni urbanistiche e


territoriali affinché più privati siano incentivati ad investire in questo settore, anche in

21
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

funzione dello sviluppo economico che l’insediamento di Alenia a Grottaglie e l’apertura


dell’aeroporto ai voli charter turistici sicuramente comporterà.

Particolare importanza hanno l’organizzazione della stagione ricreativa estiva e


le attività culturali, non solo per lo stimolo del turismo di medio e lungo periodo ma
anche per incentivare quello giornaliero e di breve periodo che ha ricadute economiche
immediate sul commercio e sull’artigianato locale.

Bisogna puntare ad una stagione estiva, ricreativa e culturale, che non veda
(come avviene oggi) il suo momento focale, sia in termini di risorse che di tempi, in una
manifestazione come Musica Mundi o di manifestazioni simili.

E’ necessario, invece, attivare la promozione del nostro territorio e dei nostri


prodotti tipici enogastronomici, agricoli e artigianali (innanzi tutto l’uva da tavola, l’olio, il
vino e i prodotti ceramici) organizzando iniziative itineranti e qualificanti, scaglionate
durante tutto il corso dell’anno, e da svolgersi soprattutto nel centro storico e nel
quartiere delle ceramiche nell’ottica di valorizzarli, senza trascurare comunque le zone
nevralgiche per il commercio (Viale Matteotti, Via Marconi, Via Campitelli, Via Diaz,
ecc……….).

Pensiamo, ad esempio, a manifestazioni per incentivare la ceramica con


l’organizzazione di convegni e di una mostra della ceramica ben pubblicizzata ed
organizzata puntando ad una collaborazione sinergica tra l’amministrazione ed i
ceramisti e attivando contatti con il Consiglio Nazionale Ceramico per promuovere una
iniziativa di livello internazionale nella nostra città.

E’ nostra intenzione supportare le associazioni è farsi promotore principale


nella richiesta di far riconoscere il nostro quartiere delle ceramiche come
patrimonio dell’UNESCO.

Da non trascurare il sostegno alle associazioni culturali e del tempo libero, (pro-
loco, parrocchie, associazionismo laico, ecc....) nell’organizzazione di sagre, feste
religiose e laiche che meritano di essere pubblicizzate e sostenute.

Anche il turismo religioso, se opportunamente valorizzato, può svolgere un ruolo


di apporto per la nostra città, pensiamo in particolare ai luoghi natali ed al santuario di
san Francesco De Geronimo il cui culto è molto sentito dai fedeli, ed alla chiesa del
Carmine che conserva un’opera d’arte importante come il Presepe di Stefano da

22
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Putignano, che insieme alle altre peculiarità possono essere inseriti in una campagna di
promozione pubblicitaria del nostro territorio.

E’ nostra intenzione inoltre valorizzare alcune bellezze ambientali del nostro


territorio (parchi rupestri, Cave di Fantiano, Pineta Frantella, Parco del Fullonese) al fine
di incentivare il turismo ambientale. In particolare intendiamo creare aree per lo sport
all’aperto, il fitness, l’attività motoria ed aree picnic, in funzione degli anziani dei giovani
e delle famiglie.

In conclusione è necessario che l’amministrazione si renda parte attiva nel far


conoscere con appropriate tecniche di Marketing Turistico la città e, nel contempo,
migliorare l’accoglienza di tutta la città ai turisti.

Lo sport ha un elevato valore sociale e per questo costituisce un interesse


strategico per l’amministrazione, in quanto provvede alle diffuse necessità dei giovani
ed in genere delle associazioni, gruppi, enti e società, che numerosissime praticano
l’attività agonistica o più semplicemente richiedono spazi per l’esercizio fisico anche al
fine di favorire momenti di incontro tra i giovani.

In questo contesto è indispensabile realizzare un rapporto più stretto con le


istituzioni scolastiche anche per sostenere sia il momento ludico – amatoriale (interesse
sociale ed educativo primario) che quello professionale – competitivo (interesse delle
società sportive) incentivando le scuole di formazione allo sport.

La nuova amministrazione dovrà pertanto predisporre un articolato programma di


interventi infrastrutturali e di servizi, che consenta la riqualificazione e valorizzazione
degli impianti esistenti, la realizzazione di piste ciclabili e campi da bocce.

E’ nostra intenzione valutare attentamente l’opportunità di costituire un ente


autonomo aperto alla partecipazione delle associazioni sportive per la gestione degli
impianti comunali ed il coordinamento delle iniziative.

9.. CULTURA

Grottaglie è “città delle arti” per la numerosa presenza di ceramisti, pittori, orafi, e
artisti di altre discipline che vivono e lavorano in città.

23
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Grottaglie è “città dell’associazionismo culturale” vista l’alta concentrazione di circoli


culturali e circoli ricreativi in permanente attività.

Grottaglie è “città della cultura delle gravine” vista la caratterizzazione del suo
territorio.

In merito all'offerta culturale va sottolineato che questa risulta molto limitata e


troppo legata al caso o alle programmazioni spontanee di Associazioni e privati;
riteniamo opportuno sviluppare annualmente una programmazione delle attività culturali
che tenga conto delle peculiarità del nostro territorio operando in sinergia con quanti
intenderanno promuovere iniziative ed eventi.

E’ sempre più stringente poter disporre di nuovi strumenti e modalità concertate


di programmazione degli eventi culturali, per poter accedere, con tempestività e
concretezza ai finanziamenti regionali e nazionali, erogati con criteri di crescente
rigorosità e rigidità di selezione.

Promuovere le organizzazioni (circoli culturali cittadini, associazioni, cooperative,


professionismi, ecc.) ed i progetti (sviluppo culturale e ricreativo, valorizzazione delle
tradizioni, formazione culturale, aggiornamento e innovazione) è un servizio sociale a
cui l’amministrazione non deve rinunciare, ma, al contrario, attivarsi per il loro rilancio e
valorizzazione.

La promozione da parte del Comune deve partire dalla stima del progetto
culturale tecnicamente valutato, dalle competenze esibite, dalla capacità realizzativa di
chi organizza, dal merito oggettivo acquisito, dalla capacità di fare rendiconto
dell’apprezzamento da parte del pubblico, della critica, della stampa.

L’obiettivo della nostra amministrazione sarà quello di attivare una seria politica
culturale attraverso un percorso culturale qualificato e coerente con la storia della città.
Ne consegue la necessità:

- di definire un Progetto strategico di marketing culturale territoriale,

24
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

- di coinvolgere le istituzioni, gli enti, gli operatori privati, le associazioni ed i


cittadini impegnati o semplicemente interessati al settore per garantire la tutela e
la valorizzazione del patrimonio culturale;

- di riqualificare le strutture pubbliche e private esistenti per consentire ai cittadini


di usufruire dei momenti culturali che il vivace mondo culturale grottagliese
produce, in piena sicurezza ed in contenitori idonei ed accoglienti; in questo
contesto impegno prioritario è quello di realizzare un teatro comunale nella
nostra città;

- di ripensare ad una programmazione culturale che tenga più conto delle istanze
giovanili;

- di promuovere le attività espressive nelle scuole e tra i giovani;

- di istituire un Premio Città di Grottaglie da conferire ogni biennio ai cittadini di


Grottaglie residenti e/o emigrati per motivi di lavoro, tra coloro che si sono
distinti nel campo della cultura, dell'arte, dello sport, della poesia, della scienza,
della prosa, e per altri meriti testimoniati da pubblicazioni ed attestati di ampia
rilevanza;

- di riprendere il percorso storico-culturale della storia di Grottaglie, coinvol-gendo


studiosi, universitari, alunni delle scuole superiori ed inferiori per la conoscenza
di Grottaglie sia dal punto di vista storico che politico, religioso, artistico e
lavorativo;

Un discorso a parte merita la questione della biblioteca; occorre operare con


lungimiranza e competenza per completare la Biblioteca Gaspare Pignatelli, anche al
fine di accelerare la costituzione in un Centro di cultura del libro, dei mezzi audiovisivi e
dell’innovazione del sapere.

La “Biblioteca Pubblica” deve essere l’istituzione cui il cittadino si rivolge quando


ha bisogno di informazioni: lì deve trovare le delibere comunali, i dati statistici, le norme,
i regolamenti, le disposizioni di legge; deve potersi collegare a banche dati pubbliche
(Sistema Interbibliotecario) o private, avere a disposizione strumenti di calcolo, ecc..
Questo è quanto deve fornire la Biblioteca Pignatelli oltre al tradizionale materiale
librario che peraltro sarà da potenziare per quantità, qualità e tempestività negli acquisti.

25
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Sarà necessario arricchire in quantità e qualità l’insieme della documentazione


che sarà a disposizione degli utenti (libri, riviste, CD, video, storia locale, postazioni di
collegamento ad internet e con gli altri centri di documentazione, strumenti informatici a
disposizione degli utenti, …..).

10. SERVIZI SOCIALI

La nuova Amministrazione dovrà segnare l’affermazione di un ruolo forte del


Comune quale attore della programmazione sanitaria nel territorio, tenendo anche
conto delle competenze attribuite alla Conferenza dei Sindaci, nel rapporto con la
Regione per la definizione delle scelte strategiche d’intervento nel settore.

Pertanto, l’azione del Comune dovrà essere rivolta a dare concreta attuazione al
Piano Sociale di Zona.

Con particolare urgenza sarà necessario attivare lo Sportello Unico per le Attività
Socio-Sanitarie, anche al fine di accedere a tutti i fondi disponibili erogati dalla Regione,
dallo Stato e dalla Comunità Europea;

Inoltre, dovrà essere data priorità all’attivazione dei Progetti Obiettivo emanati dal
Governo, approvati dalla Conferenza Stato-Regioni e finanziati:

- progetto obiettivo materno-infantile;

- progetto obiettivo di Salute Mentale;

- assistenza domiciliare integrata;

- progetto obiettivo AIDS-HIV;

- riqualificazione e potenziamento della Medicina Ambulatoriale territoriale.

Infine, il Comune dovrà recuperare completamente il ruolo e la dignità che gli


spettano, avviando un serrato confronto con l’Amministrazione regionale per definire
concretamente il complesso delle risorse da attribuire al sistema sanitario grottagliese,
pur tenendo nel conto le necessità di controllo della spesa e di razionalizzazione del
sistema.

In materia di solidarietà sociale, le necessità della popolazione anziana, delle

26
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

famiglie disagiate, dei portatori di handicap e dei giovani che sfortunatamente hanno
incontrato nel loro percorso di vita esperienze non positive, sono in continuo aumento
ed a queste l’Amministrazione deve dedicare sempre maggiore attenzione, non solo per
le azioni di solidarietà umana, ma anche e soprattutto con il potenziamento ed il
miglioramento dei servizi di assistenza e, ove possibile, con interventi di alleggerimento
del carico fiscale.

In questo campo è indispensabile raccordarsi e dare maggiore coesione e valore


alle azioni di straordinaria importanza svolte dalla miriade di associazioni private che
spontaneamente offrono il loro apporto.

Tale collaborazione deve essere realizzata in modo estremamente significativo


con la Chiesa per utilizzarne a fini comuni la capillare presenza nei vari quartieri della
Città e la conoscenza approfondita delle condizioni di vita dei nuclei familiari più
bisognosi. In sintesi, è nostro obiettivo:

- incentivare lo sviluppo dell’associazionismo;

- elaborare un Progetto di Sviluppo Economico e Sociale per ricercare nuove


possibilità occupazionali in particolare per i giovani;

- promuovere il volontariato anche di competenza comunale nei diversi settori


sociali e della protezione civile;

- attuare e realizzare un effettivo sistema integrato di interventi e di organizzazione


sul territorio delle attività riguardanti gli anziani, i portatori di handicap, i minori e
le famiglie;

- migliorare i servizi a sostegno della scuola dell’obbligo con un’azione di supporto


per l’adeguamento dell’offerta formativa con particolare attenzione
all’informazione e alla prevenzione;

- garantire un sempre più qualificato inserimento dei diversamente abili nel mondo
scolastico;

- adeguare e riorganizzare la Casa di Riposo degli Anziani;

- garantire forme di controllo per la Tutela dei Consumi Alimentari, in


collaborazione con gli uffici ASL.

27
“POPOLO DELLE LIBERTA”- “GROTTAGLIE CAMBIA Solidarietà-Ambiente-Lavoro”- “LA DESTRA”
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 - PROGRAMMA

Anche Grottaglie è una città che invecchia: è un dato comune a molte città che
va vissuto non come problema, ma come opportunità.

L’anziano rappresenta una risorsa importante per la città grazie al lavoro, alla
dedizione alla famiglia, all’impegno sociale e nel tempo libero; tali elementi possono e
devono contribuire alla crescita ed allo sviluppo della città.

Per questa ragione bisogna evitarne l’allontanamento dal centro cittadino, anche
attraverso servizi gratuiti di trasporto, così come occorre favorirne, con misure di
sostegno, la permanenza in famiglia.

Per realizzare questo obiettivo è necessario rafforzare il servizio di assistenza


domiciliare con fornitura di pasti, momenti di relazione, aiuto domestico, istituendo un
severo controllo di qualità del servizio.

Per la famiglia, che per noi rappresenta il perno della società, anche il Comune
dovrà operare, di concerto con altri soggetti pubblici e privati, per garantire al nucleo
familiare strutture, servizi ed assistenza utile per favorirne la crescita sociale,
economica e culturale.

Particolare attenzione sarà rivolta a potenziare i servizi degli asili nido, delle
scuole d’infanzia e dei centri ricreativi per minori (aumento della disponibilità di posti,
flessibilità negli orari, tariffe, ecc.).

Al disagio giovanile deve essere data una risposta in termini di socialità e di


effettivo impegno per la risoluzione dei problemi che maggiormente pesano in
particolare il problema del lavoro.

È necessario avviare una seria riflessione e un'indagine sulla condizione


giovanile in città, per progettare iniziative, servizi e strutture destinate a questa fascia di
popolazione, assumendo come interlocutore e protagonista di tutte la fasi di itinerario il
mondo giovanile tanto nelle sue forme organizzate quanto con un lavoro di
avvicinamento teso a fare emergere interesse e partecipazione anche nei confronti di
chi non è impegnato nell'associazionismo.

28