Sei sulla pagina 1di 5

Comportamento

Guerrieri
Cantare non è solo un virtuosismo cantanti
Un tempo
di pochi, ma una “medicina” padroni di un
grande impero
per tutti. Provare per credere africano, gli Zulu
(foto) cantavano
nelle azioni di
guerra. In natura
il canto serve
a delimitare
il territorio
e a segnalare
la disponibilità
sessuale.

Coristi
da stadio
Tifosi del
Portogallo
inneggiano alla
loro nazionale
in campo contro
la Romania.

Rockstar,
ma timida
Esibizione sotto
la doccia. L’uomo
è portato al
canto, ma
spesso oggi si
vergogna di
intonare melodie
in pubblico.

Canta che ti passa


Le ultime ricerche
dicono che
l’uomo è un essere
musicale. Ecco
perché ha bisogno
olete fare un esperimen- Motivo: viviamo in un’epoca in anche gli antropologi, e da un po’ Perché insomma esiste il canto?
Votatemi
in coro
Il tedesco Gerhard
Schroeder con un
coro di minatori
di inni e cori, di
lirica e di canzoni.
E di tornare a
V to? Cantate a voce alta, da
soli, sul tram o su un va-
gone della metropolitana.
Vi guarderanno di sbieco, vi da-
ranno le spalle, sorrideranno fra
cui siamo circondati dalla musica e
dalle canzoni, ma a noi è solo ri-
chiesto di ascoltare, magari com-
prando qualche cd. In realtà stia-
mo rinunciando a una parte im-
di tempo i medici, parlano dell’im-
portanza di tornare a cantare. Co-
me mai? Primo: il canto ha per-
messo la nascita del linguaggio
parlato. Secondo: è sempre stato
Quali sono i suoi benefici?

● Compositori primitivi
«Le ultime ricerche conferma-
no che nell’evoluzione umana il
nel corso della
campagna
cantare, non solo loro, vi prenderanno per matto. O,
al massimo, per uno che chiede l’e-
portante della nostra natura: quel-
la di “esseri cantanti”. Non solo gli
un veicolo importante di trasmis-
sione culturale e di esperienze
canto ha preceduto il linguaggio
parlato» spiega l’etnomusicista
elettorale. sotto la doccia... lemosina. esperti di storia della musica, ma umane. Terzo: fa bene alla salute. Walter Maioli, pioniere di questo


11/2005 33
Ballata Melodie
a Milano da risaie
Nella foto,
Franco Trincale, Le mondine, per
50 anni di affiatarsi e
attività come sopportare le
cantastorie, ore chinate nelle
in una recente risaie piemontesi,
esibizione hanno creato un
in piazza Duomo genere musicale:
a Milano. i canti delle
mondine. A una
solista rispondeva
il coro. I temi
erano buffi o di
protesta.

L’ultimo Il maestro Come le onde del mare


“T. merula”
cantastorie A sinistra, un
A Tonga, e in altre isole
dell’Oceania, il canto è
merlo (Turdus
Fdalranco Trincale tiene a
distinguere il cantastorie
cantautore. Il primo
merula). Uccelli
canori come
augurale, sacro, curativo. Si
ispira ai rumori del mare.
compone ballate intorno a questo hanno
fatti di cronaca e dice la sua, ispirato i nostri
in una specie di notiziario antenati, che
musicale commentato dal con il canto
vivo. Il cantautore (per esem- arrivarono al
pio Francesco Guccini o Fran- linguaggio
cesco De Gregori) è invece un parlato.
poeta che parla d’amore o un
saggista in strofe sui problemi
della società. Uno deriva dai
cantastorie di fine medioevo.
L’uomo imparò a cantare dagli uccelli e con il flauto perfezionò la melodia
L’altro dai cantanti dei caffè- tipo di ricerche. «I primi canti era- mo hua-hue-hua-hue. In Polinesia, to verso il basso (da acute a gravi), di dialogare con gli spiriti. Gli et- utilizzato in Medioriente.

concerto del ’700. no fischi e bisbigli, a imitazione dei i canti riprendono l’andamento per evocare la terra, dove riposano nomusicisti hanno anche indaga- Ma come si svolge la funzione
Fra le corde delle notizie.
«Il più cantastorie dei cantau- versi degli animali, soprattutto de- delle onde del mare. I Papua della gli antenati del mitico Tempo del to sull’origine del canto più diffuso del canto? «Dobbiamo considera-
tori era Fabrizio De André» gli uccelli. Le prime lingue erano Nuova Guinea elaborano i suoni Sogno. In Tibet, o nelle Ande, dal del mondo, la ninnananna.Alla sua re tutto il nostro corpo come uno
dice Trincale, 70 anni, artista sussurrate, fischiate, cantilenate o del loro ambiente». basso verso l’alto, dato che l’atten- base c’è una cantilena come sus- strumento musicale, una cassa di
che usa esibirsi in piazza del addirittura cantate». Basta sentire zione è per il cielo». Il canto ripe- surrata in un orecchio: fa rrrrrr- risonanza per le vibrazioni delle
Duomo di fianco al monumen- parlare i pigmei della foresta del- ● Per lo spirito e il sonno titivo degli sciamani della Siberia rrrrrr-rrrrrr, come il respiro di chi corde vocali» dice nel suo libro
to a Vittorio Emanuele II. l’Ituri, in Congo, per ritrovare nel «Fra gli aborigeni australiani le porta alla trance, stato alterato di dorme. L’orecchio e la voce (Baldini e Ca-
«Canto la mia versione critica loro tono tracce di canto. Nell’isti- note hanno un andamento dall’al- coscienza nel quale essi ritengono Per lungo tempo il canto fu co- stoldi) Alfred Tomatis, l’otorinola-
su fatti come l’omicidio Cali- tuto di etnomusicologia Japp Kun- stituito da bisbigli, sbuffi, grida, an- ringoiatra che ha rivoluzionato i facciale, a quello lombo-sacrale».A lodica regola la pressione e i batti-
pari, i morti di Nassirya, lo st di Amsterdam sono archiviati Tutti i popoli che in polifonia. Con ripetizioni trattamenti per i disturbi del lin- dominare è l’orecchio destro, di- ti cardiaci. Le sue teorie sono alla
tsunami». Niente case disco-
grafiche né televisione. Si migliaia di canti provenienti dai in musica ritmiche e di frasi data la sua fun- guaggio. Ha curato cantanti lirici, rettore d’orchestra del sistema ner- base della cantoterapia (v. riqua-
esibisce nelle strade, come popoli primitivi di tutto il mondo. Il musicologo zione ipnotica. «Il canto diventa persone “stonate” e casi gravi di voso, perché trasmette gli impulsi dro nell’ultima pagina), usata an-
facevano un tempo i cantasto- «Ne esistono almeno 60 tipi» spie- Walter Maioli, melodico con la scoperta del flau- balbuzie. Il suo metodo si basa sul- uditivi ai centri del cervello con che dagli indios amazzonici. Molte
rie, col sole o con la pioggia. ga Maioli. «Per esempio, gli indios specialista in to» afferma Maioli. «Con il flauto l’uso dell’orecchio destro come ri- più velocità del sinistro. malattie vengono trattate dall’“uo-
In mostra. «Ho il mio pubbli- dell’Amazzonia hanno canti sus- musica etnica e l’uomo sviluppa l’estensione del cevitore di controllo del canto, non mo di medicina” degli indios Pie-
co, che invito con cartelloni surrati e fischiati, che imitano gli fondatore di canto e la morbidezza della voce». solo per via aerea, ma anche cor- ● Musica per il corpo roa solo con un canto sommesso e
sull’attualità politica e socia- uccelli e il vento. In Africa molti Soundcenter, a porea (ossea), delle vibrazioni do- Lavorando nella riabilitazione ripetitivo, al ritmo di un sonaglio.
le. Come tutti ricorro ai media canti hanno l’intonazione della vo- Barbarano (Vt). Il ● L’orecchio che “canta” vute alle frequenze della voce. «Più con un orecchio elettronico, in cui «In generale» aggiunge Maioli
per sapere cosa succede nel ce del leone (roam-roam). Fra gli centro raccoglie Le prime rappresentazioni di l’orecchio riconosce le frequenze sono tarate le frequenze giuste, si «si può dire che i canti con note
mondo, ma canto quello che strumenti da
non si dice». Il 22 ottobre apre indiani del Canada a “dare il la” è tutto il mondo e flauti e cantori risalgono agli Egizi utili per un bel canto» afferma To- rieduca quello naturale e così il basse tonificano e rilassano, men-
la sua mostra allo spazio Iso il timbro del lupo (evocato anche ne studia le e ai Sumeri. Una, per esempio, mo- matis «meglio si regola l’emissione canto. Secondo Tomatis il canto tre le note alte eccitano. Più un
Rivolta di Bresso (Mi). Infor- nello jodel svizzero). Le donne origini. Archivia e stra un cantore sumero con la ma- della voce. In pratica, con il canto si agisce sul sistema nervoso, è una canto è ritmato, più agisce sul cor-
mazioni: www.trincale.com Inuit dell’Alaska ripetono il canto ripropone molti no posata sulla gola per fare vi- instaurano diversi circuiti di con- ginnastica per il corpo e per la po. Più è melodico, più tocca il
delle foche in coppia, un velocissi- tipi di canti. brare la sua voce, uno stile ancora trollo corporali, da quello audio- mente. La produzione di voce me- profondo. Il principio è che le fre-


34 11/2005 11/2005 35
Ninnananna
universale
Una madre
Dukha (pastori
di renne artici)
sussurra una
ninnananna al
suo piccolo. In
tutte le culture
si usa il canto
per far dormire
i bambini.

Stati alterati di coscienza


Gli antichi conoscevano bene il
potere ipnotico del canto,
come conferma l’“Odissea” con
l’episodio di Ulisse e le sirene.

Sciamano Pieroa (Venezuela). Tratta le


malattie con erbe e, soprattutto, cantando.

Il canto cementa il gruppo ed è da sempre


un mezzo per comunicare, anche con il sacro
quenze giuste fanno vibrare in sen- L’uomo è un essere sociale e i per gli dèi. «Nel Medioevo i can-
Meglio iniziare da piccoli

so positivo il corpo e la mente (e benefici del canto, pur presenti an- tori impararono a coltivare la pro- Sopra, la vincitrice della 46a
l’anima...)». I mantra orientali, can- che nel canto solitario, aumenta- pria voce con tecniche che ne au- edizione dello Zecchino d’Oro
(2003), Ottavia Dorrici. Cantava
ti religiosi ripetitivi, mirano ad av- no in quello collettivo. Il canto è mentavano la gamma di estensio- “Le tagliatelle di nonna Pina”.
vicinarsi alla cosiddetta “frequen- così divenuto un rito: inni sacri, di ne delle frequenze, inventando il
za cosmica” dell’universo che sa- guerra, funebri, e persino i cori dei falsetto (massima estensione delle so la fine del XV secolo, con lo svi-
rebbe da ricercare anche dentro tifosi allo stadio. Il canto serve a corde vocali con la minima aper- luppo della polifonia (intervento
di noi. Nel cosmo però non c’è vo- tenere unite le persone, a sincro- tura della glottide)» spiega Gio- di più voci), si arrivò al canto “fio-
ce, perché senza l’aria il suono non nizzarne i movimenti, a calmare vanni Guerini, baritono e docente rettato”, che si basava su passaggi
può propagarsi. Ci sono solo onde l’ansia e a sopportare meglio le fa- di canto lirico al Centro didattico vocalizzati (modifica ritmica del-
elettromagnetiche. L’astrofisica tiche del lavoro, come fra le mon- produzione musicale di Bergamo. la melodia). E si definirono ruoli
Fiorella Terenzi, del Museum of dine delle risaie piemontesi o tra diversi. Le donne erano escluse per
Science & Space Planetarium di gli schiavi neri nei campi di cotone ● Di moda i castrati motivi religiosi e così, per le voci di
Miami (Usa), le ha però converti- americani. Ma come nacquero le La prima forma di canto collet- soprano e contralto, si ricorse a uo-
te al computer, non, come si usa, in canzoni? Già fra Egizi, Greci e Ro- tivo evoluto fu il canto gregoria- mini detti falsettisti.A questi si af-
colori diversi, ma in “canti” di ga- mani erano una sorta di notiziari no, che si diffuse nelle basiliche nel fiancò il tenore, con caratteristiche
lassie e della radiazione di fondo accompagnati da strumenti musi- Medioevo. Era monodico, cioè con di voce più bassa. Sull’esempio del-
dell’universo. cali. Oppure composizioni in versi una sola voce espressa in coro.Ver- l’Oriente, anche in Italia si sosti-

36 11/2005
Note al posto Le frequenze
di pillole di Dio
Coro gregoriano
idea di curare con il canto (particolare
L’ è nella tradizione degli
sciamani delle americhe e di
dell’affresco
del Volto Santo,
quelli siberiani e nepalesi. C’è chiesa di
nel buddismo e nel taoismo S. Frediano,
cinese. In Francia una Lucca). Il canto
cantante lirica, Marie Louise gregoriano
Aucher, con l’aiuto di un era monodico: i
medico cinese, ha fondato la cantori cantavano
psicofonia. «È un misto di all’unisono.
suoni e agopuntura, ed è
stata sperimentata negli
ospedali in ginecologia e
ostetricia: sono stati prescritti
canti prenatali per i nascituri»
spiega Stefano Marmiroli, un
allievo di Reggio Emilia.
Terapia canora. Impiegata
per i casi di dislessia e
autismo, la cantoterapia è
indicata dall’American
Academy of Neurology per i
malati di Alzheimer. «Per i
benefici sul sistema nervoso e
neurovegetativo, la usiamo
anche per il morbo di Parkin-
son» spiega Gianni Pezzoli,
neurologo dell’Università
statale di Milano. «Corregge i
difetti di pronuncia e della
La canzone italiana non deriva dall’opera,
velocità della parola che
possono condurre a emettere ma dai cantori della rivoluzione francese
suoni inintelligibili. Pronun-
tuirono i falsettisti con uomini ca- gio, dall’alto verso il basso, sul dia- parve anche la canzone “nera”,

ciando frasi variate per


intensità e volume, su scale di strati, che avevano estensione vo- framma per scaricare la tensione con i suoi eroi negativi,“umani”. In
suono ascendenti, la voce cale e potenza sonora maggiore della gola e fare uscire al meglio la Italia, l’importazione del genere
migliora, e con essa la delle donne. «Suoni morbidi e nota acuta». caffè-concerto portò alle “roman-
socialità dei pazienti». omogenei caratterizzavano i can- Parallelamente al canto di tipo ze”, per voce e pianoforte. Fece da
tanti del XVIII secolo» spiega operistico, si sviluppò il canto po- tramite fra la romanza e la canzo-
Guerini «mentre con il Romanti- polare, legato alla spontaneità di ne italiana la canzone napoletana,
cismo (Ottocento e Novecento) voci non addestrate. Oggi è rap- fiorita nel XIX secolo. Poi la radio
venne anteposto l’effetto dram- presentato dalla tarantella, ritenu- determinò il successo della canzo-
matico, con slanci declamatori e ta un residuo delle feste dionisia- ne italiana e della canzone ritmata
acuti». Oggi le tecniche sono mi- che della Magna Grecia (v. artico- americana.
gliorate. «La respirazione è più lo a pag. 78), dal blues o dagli spi-
corretta e si usano tutte le parti di rituals americani, fino alla musica ● Selezionare i suoni
risonanza nel viso. Quando, per leggera e pop. Oggi si sente di tutto. Ma secon-
esempio, un cantante deve emet- do Tomatis solo la buona qualità
tere un suono basso, lo proietta più ● Ma quali canzonette.... dei suoni emessi giova agli esecu-
in alto possibile, verso le cavità del I primi cantastorie, che narrava- tori e agli ascoltatori. In fondo an-
Cantoterapia su un paziente viso per aumentare la sonorità. Un no cioè “fatti”, compaiono intor- che i filosofi greci, che cantilena-
in un ospedale dell’Alabama.
acuto, invece, richiede un appog- no al Mille. Nel ’200 e nel ’300 le vano la fine delle loro arringhe, di-
canzoni erano composizioni poe- cevano che il canto era educativo,
tiche in cui la musica strumentale e che le voci scadenti corrompe-
era solo decorativa. Nel 1500 si im- vano i giovani. Al rispetto per il
pose il madrigale, adatto a espres- canto richiama il filosofo e musi-
sioni amorose. La canzone “mo- cologo Marius Schneider con que-
derna” nacque invece nei sta immagine, poco scientifica,
caffè-concerto francesi, in cui ma efficace: «I primi uomini
si cantavano i erano esseri sonori, luminosi
problemi della e trasparenti che planavano
società del tem- sopra le acque. Solo a partire
po, prossima alla dal momento in cui co-
rivoluzione del minciarono a posarsi
1789. A Parigi ap- sulla terra e a mangiar-
ne i prodotti, i loro cor-
La polifonica degli Alpini Laringe d’oro pi divennero pesanti e
Il tenore Placido opachi. Della loro na-
Nel repertorio patriottico tura restò solo la vo-
degli Alpini sono confluite Domingo. Tecniche di
anche molte canzoni popolari. respirazione e postura ce». ■
affinano il canto. Franco Capone

38 11/2005
© Gruner und Jahr - Mondadori SpA
Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati.

Gruner und Jahr-Mondadori Spa


Gruner und Jahr-Mondadori SpA
Corso Monforte, 54 - 20122 Milano

Elaborazione ELEVER SRL