Sei sulla pagina 1di 6

Rendicontazione sociale - URPdegliURP - Comunicazione pubblica in rete http://www.urp.it/Sezione.jsp?

idSezione=198

Rendicontazione sociale
Come redigere un bilancio sociale
La rendicontazione sociale rappresenta una delle principali frontiere di innovazione della comunicazione pubblica. Il bilancio
sociale, nelle sue varie accezioni (bilancio etico, ambientale, ecc...) costituisce, infatti, per le Amministrazioni Pubbliche un
potente strumento di comunicazione bidirezionale con i propri stakeholders, favorendo, da un lato, la trasparenza dell’agire
amministrativo e sollecitando, dall’altro, la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica.
Il ruolo della comunicazione consiste dunque nel rendere possibile un dialogo aperto alle aspettative del contesto, all’ascolto
delle ragioni e alle proposte delle parti in causa (azienda-collaboratori interni e azienda-stakeholders esterni) determinando
così - nella gestione un incontro di posizioni dialettiche ma non contrapposte.
Il bilancio sociale, dunque, rappresenta il veicolo attraverso il quale le Amministrazioni possono comunicare ai propri
interlocutori gli impatti prodotti dalle proprie scelte politiche e gestionali sulla qualità della vita all’interno della propria comunità,
nonché valutare la coerenza tra quanto programmato e quanto, invece, operativamente realizzato.

Come indicato nella Copenhagen Charter2, il processo di rendicontazione sociale è un processo ciclico, le cui fasi fondamentali
sono:

la definizione degli elementi di fondo

l’integrazione dei principi di rendicontazione sociale all’interno dell’organizzazione

la comunicazione dei risultati

Infine è importante sottolineare che esistono diverse forme di bilancio sociale:


- bilancio sociale annuale
- bilancio sociale di mandato
- bilancio ambientale
- bilancio di settore
- bilancio di genere
Non esiste una modalità di rendere conto più corretta delle altre: va di volta in volta scelta la più idone a seconda del soggetto,
degli utenti, delle finalità che ha il processo di rendicontazione, del contesto sociale e politico di riferimento.

La definizione degli elementi di fondo


Questa prima macro-fase del processo di rendicontazione sociale si compone di due ulteriori momenti:
- quello della decisione, e presa di coscienza, da parte delle Amministrazioni di intraprendere un percorso di rendicontazione
sociale, costituendo a tal fine un gruppo di lavoro dedicato all’implementazione del processo cui destinare risorse umane e
finanziarie adeguate
- quello della formazione dei dirigenti e degli impiegati

L’integrazione dei principi di rendicontazione sociale all’interno dell’organizzazione


La seconda macro-fase consiste in:
- identificazione chiara da parte del management della mission, delle strategie e dei valori che guidano l’agire
dell’organizzazione
- individuazione dei pubblici di riferimento, ovvero, dei "sistemi" con cui l’Amministrazione è maggiormente in relazione e che
hanno maggiore influenza sull’agire amministrativo (principali stakeholders)
- identificazione dei fattori critici di successo relativamente a ciascuna tipologia di stakeholders, i quali rientrano nella sfera
d’azione di competenza dell’organizzazione
- istituzione di un dialogo permanente con i propri interlocutori privilegiati, attraverso il quale ottenere un costante feedback
circa i bisogni che potrebbero, peraltro, indurre un adeguamento della mission, delle strategie e dei valori fondanti
l’organizzazione, così come dei fattori critici di successo, precedentemente citati
- definizione degli indicatori di misurazione delle performance, i quali dovranno essere chiari, misurabili, significativi e coerenti

1 di 6 20/11/2010 02:19
Rendicontazione sociale - URPdegliURP - Comunicazione pubblica in rete http://www.urp.it/Sezione.jsp?idSezione=198

con le aspettative degli stakeholders


- implementazione di un sistema informativo per la misurazione dei dati rilevanti rispetto agli standard prescelti
- implementazione di un sistema di monitoraggio continuo del processo mediante la progressiva raccolta dei dati.

La comunicazione dei risultati


La terza macro-fase, infine, si realizza attraverso le azioni di:
- predisposizione di un report dedicato in cui sono illustrati i risultati di performance della gestione rispetto ai valori dichiarati
dell’organizzazione e agli interlocutori chiave precedentemente individuati
- verifica dei contenuti del report da parte di soggetti esterni, a garanzia della credibilità dei contenuti stessi
pubblicazione del report che dovrà includere una presentazione dell’organizzazione e del "mercato" entro cui essa opera, le
proprie strategie e i propri valori fondanti, le azioni messe in atto e i relativi risultati
- organizzazione di momenti di consultazione e dialogo con gli stakeholders, allo scopo di ottenere informazioni di ritorno, sia
relativamente ai risultati contenuti nel report, sia, più generalmente, rispetto alla qualità con cui è stato gestito l’intero processo
di rendicontazione sociale.

Si è detto in lista

Bilancio sociale

Esperienze

Rendicontazione sociale_L'esperienza del Comune di Copparo


Il Comune di Copparo ha presentato il terzo Bilancio di Sostenibilità relativo all'esercizio 2004/2008.
Il Bilancio di Sostenibilità, che costituisce un'evoluzione del Bilancio Sociale realizzato dal 1999 al 2004,
rappresenta un resoconto delle attività dell'ente ed offre una lettura dei risultati sia in relazione agli obiettivi
specifici, sia in merito agli aspetti sociali, ambientali ed economici. E'composto da due documenti: il Report
della Sostenibilità e il Report Analitico.
Il Report della Sostenibilità riporta le politiche principali che riassumono il Programma di Mandato: per ogni
politica sono stati definiti i principali obiettivi e le conseguenti azioni prioritarie. Per ogni azione sono stati
riportati "gli indicatori chiave" ed i relativi dati, in modo da render conto dei risultati in base agli obiettivi fissati.
Il Report analitico è, invece, organizzato secondo le tre dimensioni sociale, ambientale e economica: nel report
sono individuate specifiche aree e in base ad esse sono rendicontate le attività svolte attraverso i relativi
indicatori e risultati. In fase di raccolta dei dati sono state coinvolte le società partecipate per la gestione dei
servizi di pubblica utilità e diversi altri enti sia pubblici che privati, nonché imprese locali ed istituti scolastici.
Primo Comune d'Italia a rendicontare tutta l'attività dell'ente, il Comune di Copparo, ha aderito al Progetto
SPES - Servizi Pubblici e Sostenibilità del Formez e ha prodotto il suo primo Bilancio di Sostenibilità
comunicando il proprio operato relativo all'esercizio 2004-2006. Pur non essendo un atto obbligatorio per i
comuni, l'amministrazione ha voluto assumerlo nell'intenzione di un dialogo più immediato con la collettività
amministrata, in un rapporto di fiducia reciproco, fondato sulla lealtà e trasparenza delle informazioni, per
corrispondere in pieno al mandato ricevuto.
Il progetto è stato pubblicato sul sito Nonsolofannulloni e nel "Libro d'oro della Responsabilità sociale", volume,
a cura della Fondazione Sodalitas, che raccoglie le migliori iniziative di sostenibilità.

Referente:
Anna Maria Tagliati
Ufficio Relazioni per le Innovazioni
Tel 0532 864675
Fax 0532 864660
e-mail innovazioni@comune.copparo.fe.it

Approfondimento
Approfondimento

Rendicontazione sociale_ L'esperienza del Comune di Udine


Con questa quarta edizione del Bilancio sociale, il Comune di Udine ha voluto ancora una volta rendere conto
al cittadino di come sono state utilizzate le risorse di bilancio fornendo dati quantitativi e qualitativi dei servizi e
progetti realizzati. La pubblicazione informa il cittadino in maniera puntuale ed approfondita, usando un
linguaggio semplice e immediato, adatto anche ai non addetti ai lavori. Gli obiettivi sono: trasparenza e

2 di 6 20/11/2010 02:19
Rendicontazione sociale - URPdegliURP - Comunicazione pubblica in rete http://www.urp.it/Sezione.jsp?idSezione=198

informazione, ovvero colmare il gap informativo dei documenti di bilancio ufficiali, aumentare la consapevolezza
e la partecipazione: un cittadino più informato è in grado di esprimere le proprie opinioni in maniera più
consapevole, diffondere la cultura del risultato: la redazione del Bilancio sociale coinvolge tutti gli uffici
comunali, incentivando il lavoro collaborativo e l'orientamento al controllo di gestione. Il Bilancio sociale è
realizzato senza costi esterni (eccetto tipografia). Il volume è pubblicato sul sito del Comune, dove i lettori sono
invitati a esprimere le loro valutazioni mediante un questionario, e per specifico target che non utilizza internet
(es. anziani) sono state stampate 2.000 volumi in distribuzione presso gli sportelli comunali.

Referente:
Galluzzo Marina
U.O. Comunicazione
email: comunicazione@comune.udine.it
tel.: 0432 - 271559

Approfondimento

Rendicontazione sociale_L'esperienza del Comune di Desenzano del Garda (BS)


Il Bilancio sociale di mandato del Comune di Desenzano del Garda è un volume di 168 pagine ricco di dati,
tabelle, grafici, immagini che documentano cinque anni di governo della città mettendo a stretto confronto le
politiche, gli impegni, gli obiettivi raggiunti e le risorse utilizzate. Nel 2005 il Comune di Desenzano ha già
realizzato il Bilancio di metà mandato e nel 2007 con il Bilancio sociale di fine mandato tiene fede all'impegno
di rendere conto alla città dei valori generati in termini di miglioramento della qualità della vita, andando oltre i
freddi valori ragionieristici.
La grafica ed il titolo sottolineano aspetti di continuità e differenze. Due anni fa la copertina riportava il faro ed
il lago, come a suggerire il lavoro per la salvaguardia del territorio sfociato poi nel Piano regolatore e nel Plis
(Parco Locale di Interesse Sovracomunale), mentre nel 2007 sulla copertina spicca il restaurato Castello ad
indicare le opere pubbliche portate a compimento.
Al precedente titolo "Desenzano cresce e respira" è stato aggiunto "partecipa" per sottolineare il
coinvolgimento di diversi stakeholder nella redazione di una parte del lavoro.
Il bilancio sociale da una parte offre uno spaccato dei servizi offerti, dall'altra rende conto in modo neutro delle
cose che l'amministrazione è riuscita a fare nell'arco del mandato, senza nascondere anche quelle che non è
riuscita a concludere e che richiedono ancora lavoro. Prima della definitiva stesura del Bilancio sociale 2007
l'amministrazione comunale ha sottoposto la sua attività ed il suo programma al giudizio di tre gruppi di
portatori di interessi qualificati e rappresentativi della città. Sono stati realizzati tre focus group su tre temi che
abbracciano la vita di una città (La città che partecipa. I valori della trasparenza e della democrazia, La città
che cresce. I valori dell'impresa e dell'economia, La città che respira: i valori della qualità della vita nella città).
Le osservazioni e le proposte emerse sono state riportate in appendice al documento.

Referente:
Benini Stefano
Servizi di comunicazione
stefano.benini@comune.desenzano.brescia.it
tel. 030 9994269 - fax 030 9143700

Rendicontazione sociale_L'esperienza della Provincia di Piacenza


Il Bilancio sociale 2004-2006 rappresenta la continuazione delle precedenti edizioni del Bilancio Sociale. Gli
anni di riferimento sono il 2004 e il 2005 come consuntivi, mentre viene introdotto in una logica innovativa il
preventivo 2006. Negli anni precedenti il bilancio sociale è stato considerato come uno strumento da associare
al consuntivo per descrivere l'azione svolta dall'ente. Il bilancio sociale preventivo ha permesso di rafforzare il
dialogo con gli stakeholders, rendendo note anche le scelte che si stanno per impostare per ogni portatore di
interesse per l'anno entrante. Il dialogo diventa così più completo e non una mera comunicazione a posteriori.
L'impostazione del documento si richiama alla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica
"Rendicontazione sociale nelle amministrazioni pubbliche" (G.U del 16-3-06).

Referente:
Romersi Pierangelo
Area Risorse e Organizzazione
Pierangelo.Romersi@provincia.pc.it
tel. 0523795253

Approfondimento

Rendicontazione sociale_L'esperienza del Comune di Salzano (VE)


Nel bilancio sociale di mandato del Comune di Salzano viene raccontato ai cittadini, con un linguaggio
semplice ed immediato, il lavoro dell'amministrazione comunale nel quinquennio 2002-2007. Tutti i cittadini
sono stati invitati a leggere con attenzione il documento, concepito e realizzato come uno strumento nuovo che
vuole essere segno di attenzione al cittadino e di cultura civica diffusa, ma anche un atto di trasparenza e di
buona comunicazione.

3 di 6 20/11/2010 02:19
Rendicontazione sociale - URPdegliURP - Comunicazione pubblica in rete http://www.urp.it/Sezione.jsp?idSezione=198

Il lavoro di elaborazione del bilancio è stato complesso e laborioso. Lo sforzo si è concentrato nella
realizzazione di un impianto comunicativo capace di raccontare il lavoro sviluppato in cinque anni da un
governo locale che non ha ricercato solo consensi ma soprattutto ha voluto affermare e stabilizzare una nuova
cultura amministrativa e una serie di buone prassi capaci di durare nel tempo.
Una volta disegnato lo schema del bilancio di mandato, ciascun assessorato si è attivato con tutti i
collaboratori più diretti per stilare un primo livello di sintesi, è seguito poi un intenso e accurato lavoro di
raccordo dei testi e di ulteriore sintesi in vista della necessaria unitarietà del linguaggio e dei contenuti. Infine,
la redazione conclusiva con l'impaginazione e la grafica hanno permesso di giungere ad un prodotto tipografico
leggibile e fruibile da tutti.
Lo stimolo principale che ha animato tutta l'Amministrazione Comunale nell'elaborare questo bilancio è stato un
"obbligo morale": quello di rendere conto alla cittadinanza circa il modo con cui sono state utilizzate le risorse
nel raggiungimento degli obiettivi fissati dal Consiglio Comunale all'inizio del mandato, e inoltre circa lo stile di
lavoro adottato, che consiste nel dare risposta ai bisogni emergenti dal territorio secondo alcune idee guida,
quali: governare il cambiamento, il ben-essere della comunità locale, la persona al centro, lo spazio alle
relazioni, la coesione sociale.
Il Bilancio Sociale di Mandato 2002-2007 ha avuto un'ampia diffusione ed è stato pubblicato anche nelle
pagine Web del Comune.

Referente:
Donà Chiara
Ufficio Comunicazione
cultura@comune.salzano.ve.it
tel. 041.5709742

Rendicontazione sociale_L'esperienza del Comune di Venezia


Non è la prima volta che il Comune di Venezia affronta il tema della rendicontazione sociale, già nel 2003 si è
cimentato nella prima redazione del Bilancio sociale. Attualmente il nuovo Bilancio socio-ambientale 2005 offre
una più innovativa esplicitazione dell'attività comunale rispetto ai soli dati economico-finanziari del bilancio
annuale di previsione e del rendiconto annuale.
Il bilancio socio-ambientale si è trasformato in un documento di più facile lettura e ricco di dati e di informazioni
che illustrano tutto ciò che il Comune "produce". Le sezioni, strutturate sui diversi stakeholder, si sono
rinnovate: c'è il bilancio della famiglia (ovvero dei bambini, dei genitori, dei nonni, dei disabili), della solidarietà
(dei migranti e dei cittadini invisibili), della conoscenza (degli studenti, dei docenti, degli artisti e degli
spettatori), della vita sociale (dei senior, degli junior e de3i cittadini associati), dell'economia (degli imprenditori,
dei lavoratori del Comune e dei turisti), delle risorse immateriali (della comunicazione e della sicurezza), ed
infine quello ambientale (della mobilità sostenibile, della qualità dell'aria, dell'energia, del rumore,
dell'elettromagnetismo, del suolo, del verde, della biodiversità, dell'acqua, dei rifiuti, della prtecipazione -
comunicazione - educazione ambientale e dei servizi di gestione ambientale).
Il linguaggio utilizzato nel documento è molto diretto e confidenziale per rendere conto al cittadino in modo
facile ed invitarlo alla lettura.
Il sito internet offre anche la possibilità ai cittadini e a tutti gli interessati uno spazio per suggerimenti per
migliorare la redazione del prossimo bilancio.

Referente:
Gruppo Bilancio sociale
bilanciosociale@comune.venezia.it
tel. 041.2748898

Approfondimento

Rendicontazione sociale_L'Esperienza della Provincia di Macerata


Con il nuovo Progetto ProvinciAperta l'Amministrazione provinciale di Macerata intende avviare un percorso
virtuoso di partecipazione, controllo e comunicazione per coinvolgere tutti i suoi interlocutori interni ed esterni
all'ente.
La redazione del bilancio sociale 2005, presentato lo scorso 21 dicembre, è stato il primo passo di questa
impegnativa iniziativa. Mentre è stata sperimentata la partecipazione per sviluppare il Progetto Orientamento
2006 del Servizio Orientamento e Formazione (SOF).
Il controllo, infine, viene inteso come guida (in senso strategico, tattico e operativo) per il miglioramento
continuo dell'ente.
Il sito dedicato del progetto costituisce un interessante strumento di comunicazione, o meglio di apertura, della
Provincia verso i suoi interlocutori. Qui è possibile trovare il documento del bilancio sociale, e, nella sezione
Partecipazione, lo spazio di dialogo del forum dove si possono esprimere idee ed opinioni sul servizio SOF e
sul sul metodo partecipativo, la consulta on line dove si accede ai resoconti finali delle assemblee
partecipative e si espongono questioni.

Referente:
Giusepponi Katia
provinciaperta@provincia.mc.it

4 di 6 20/11/2010 02:19
Rendicontazione sociale - URPdegliURP - Comunicazione pubblica in rete http://www.urp.it/Sezione.jsp?idSezione=198

Rendicontazione sociale_L'esperienza del Comune di Cremona


L'Amministrazione Comunale di Cremona è stata tra le prime amministrazioni in Italia a cimentarsi nella
costruzione del Bilancio Sociale di Mandato. Lo scopo è stato quello di tradurre e di spiegare con chiarezza i
documenti tecnico-contabili tradizionali di difficile lettura e fruibilità da parte del cittadino.

Referente:
Filiberti Nicoletta
comunicazione@comune.cremona.it
tel 0372/407951-043

Approfondimento

Cosa dice la norma

DIRETTIVA del 17 febbraio 2006 Rendicontazione sociale nelle amministrazioni pubbliche. (G. U. n. 63
del 16-3-2006)

Bibliografia

Donatella Bruno, Maurizio Sarti Rendicontazione e partecipazione sociale: dal bilancio sociale al
bilancio partecipativo. Cosa sono e a cosa servono FrancoAngeli Milano 2009

Bisio L. , M. Bertocchi Bilancio sociale, non rendiconto Inserto Enti Locali & PA - Il Sole 24 Ore 17/03/03

Bisio L. , M.Bertocchi Il bilancio sociale e la partecipazione attiva Guida degli Enti Locali - Edizioni Il Sole
24 Ore Milano n.1/03

GBS - Gruppo di studio per il bilancio sociale Principi di redazione del bilancio sociale aprile 2001

Hinna L. Il bilancio sociale - Scenari, settori e valenze. Modelli di rendicontazione sociale. Edizioni Il
Sole 24 Ore Milano 2002

Montemurro F. Il rendiconto sociale funziona nei centri di piccole dimensioni Il Sole 24 Ore 27/01/03

Montemurro F. Il bilancio parla chiaro al cittadino Il Sole 24 Ore 27/01/03

Rogate C. , T. Tarquini Il bilancio sociale negli Enti Locali Maggioli Editore 2004

Tanese A. Rendere conto ai cittadini: il bilancio sociale nelle amministrazioni pubbliche Cantieri -
Edizioni Scientifiche Italiane Roma 2004

Sitografia

Accountability

Bilancio Sociale

CSR Europe

EurActiv

Global Reporting

Gruppo Bilancio Sociale

Ultimo aggiornamento: 19/10/10

5 di 6 20/11/2010 02:19
Rendicontazione sociale - URPdegliURP - Comunicazione pubblica in rete http://www.urp.it/Sezione.jsp?idSezione=198

Contatti Note legali Privacy Credits

6 di 6 20/11/2010 02:19