Sei sulla pagina 1di 5

INDICE

PREMESSA 1

INTRODUZIONE 2

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2

2 RIFERIMENTI NORMATIVI 2

3 TERMINI E DEFINIZIONI 4

A
4 ELENCO DEI PERICOLI SIGNIFICATIVI 6

TAT
prospetto 1 Elenco dei pericoli ....................................................................................................................................... 7

VIE
5 REQUISITI DI SICUREZZA E/O MISURE DI PROTEZIONE 9
5.1 Generalità...................................................................................................................................................... 9

NE
5.2 Attrezzatura elettrica ................................................................................................................................ 9
5.2.1 Generalità ........................................................................................................................................................ 9

O
UZI
5.2.2 Ambiente fisico e condizioni operative .................................................................................................. 9
5.2.3 Alimentazione elettrica ................................................................................................................................ 9

OD
5.2.4 Protezione contro le scosse elettriche da contatto diretto .............................................................. 9
5.2.5 Circuiti di comando e funzioni di comando ....................................................................................... 10

PR
5.2.6 Interfaccia operatore e dispositivi di comando a bordo macchina ............................................ 10
. RI
5.2.7 Movimenti azionati a motore .................................................................................................................. 10
5.2.8 Selezione dei motori ................................................................................................................................. 10
EW
prospetto 2 Coefficienti di attrito volvente per contatto acciaio-acciaio .......................................................... 11
prospetto 3 Coefficienti di attrito .................................................................................................................................. 12
EVI

figura 1 Determinazione della coppia M D per diversi tipi di curve di coppia ......................................... 13
PR

prospetto 4 Coefficienti di sicurezza k V per movimenti verticali ....................................................................... 13


figura 2 Coefficiente di correzione della potenza k in funzione della temperatura ambiente e
NA

dell'altitudine ................................................................................................................................................. 17
prospetto 5 Conversione di potenza per coefficienti ED bassi ......................................................................... 17
ÈU

5.3 Attrezzatura meccanica ...................................................................................................................... 17


5.3.1 Generalità ..................................................................................................................................................... 17
NTO

5.3.2 Frizioni e giunti............................................................................................................................................ 18


5.3.3 Freni ............................................................................................................................................................... 18
ME

5.3.4 Trasmissioni a ingranaggi ....................................................................................................................... 21


5.3.5 Ruote su rotaie ........................................................................................................................................... 22
U

Impianti a fune ............................................................................................................................................ 22


OC

5.3.6
5.3.7 Impianti a catena........................................................................................................................................ 25
OD

5.3.8 Impianti a cinghia ...................................................................................................................................... 26


5.3.9 Aste di regolazione .................................................................................................................................... 28
EST

5.3.10 Mezzi di compensazione ......................................................................................................................... 28


5.4 Strutture collegate con l'attrezzatura meccanica .................................................................. 28
QU

5.4.1 Strutture ........................................................................................................................................................ 28


5.4.2 Attrezzatura strutturale............................................................................................................................. 29
prospetto 6 Slitte per fune e montanti ........................................................................................................................ 29
5.5 Impianti oleodinamici ........................................................................................................................... 30
5.5.1 Comandi e dispositivi di comando di impianti oleodinamici......................................................... 30
5.5.2 Misure protettive......................................................................................................................................... 30
5.5.3 Prova di sovraccarico ............................................................................................................................... 31
5.5.4 Attrezzatura idraulica ................................................................................................................................ 31
5.5.5 Attrezzatura pneumatica ......................................................................................................................... 34
5.6 Accessori fissi di presa del carico ................................................................................................. 35
5.6.1 Generalità ..................................................................................................................................................... 35

UNI EN 13135:2018 © UNI Pagina IV


5.6.2 Ganci ............................................................................................................................................................. 35
figura 3 Gancio multipiastra ................................................................................................................................... 36
5.7 Attrezzatura di protezione ................................................................................................................. 36
5.7.1 Generalità .................................................................................................................................................... 36
5.7.2 Funzioni correlate alla sicurezza dei sistemi di comando............................................................ 37
5.7.3 Misure per ridurre le conseguenze di perdita di potenza dell'azionamento........................... 37
5.7.4 Dispositivi di sicurezza per evitare l'oltrecorsa dei movimenti ................................................... 37
5.7.5 Dispositivo di sicurezza antideragliamento....................................................................................... 38
5.7.6 Disposizioni per evitare il ribaltamento .............................................................................................. 39
5.7.7 Bloccaggio antitempesta ......................................................................................................................... 39
5.7.8 Dispositivo anticollisione ......................................................................................................................... 39
5.8 Effetti ambientali..................................................................................................................................... 40

A
Protezione contro l’indebolimento del materiale ............................................................................. 40

TAT
5.8.1
5.8.2 Temperatura................................................................................................................................................ 40

VIE
5.9 Applicazioni ad alto rischio ............................................................................................................... 41
5.9.1 Generalità .................................................................................................................................................... 41
5.9.2 Riduzione della probabilità che si verifichi il danno ....................................................................... 41

NE
prospetto 7 Esempi di configurazioni di duplicazione dei componenti ......................................................... 42

O
5.9.3 Requisiti aggiuntivi per il trasporto di metallo fuso caldo ............................................................. 43

UZI
prospetto 8 Requisiti aggiuntivi per la catena portante del meccanismo di sollevamento che movimenta
metallo fuso caldo ..................................................................................................................................... 44

OD
6 VERIFICA DEI REQUISITI DI SICUREZZA E/O DELLE MISURE DI PROTEZIONE 46
prospetto 9

PR
Metodi da utilizzare per verificare la conformità ai requisiti di sicurezza ............................. 46
. RI
7 INFORMAZIONI PER L'USO 48
EW
7.1 Generalità .................................................................................................................................................. 48
7.2 Istruzioni per il funzionamento in situazioni particolari ...................................................... 49
EVI

7.3 Istruzioni per l'installazione e la manutenzione ..................................................................... 49


7.4 Istruzioni di manutenzione in caso di applicazioni ad alto rischio ............................... 49
PR

7.5 Marcatura ................................................................................................................................................... 50


NA

APPENDICE A SELEZIONE DI UNA SERIE DI NORME RELATIVE AGLI APPARECCHI


(informativa) DI SOLLEVAMENTO IDONEI PER UNA DETERMINATA APPLICAZIONE 51
ÈU

APPENDICE B PROGETTAZIONE DELLE FLANGE DELLE RUOTE PER ROTAIA 52


(informativa)
NTO

figura B.1 Dimensioni della ruota ............................................................................................................................. 52


prospetto B.1 Dati numerici relativi allo spessore e all'altezza per determinati valori di B .......................... 53
ME

APPENDICE C LINEE GUIDA PER GLI IMPIANTI A FUNE 54


U
OC

(informativa)
prospetto C.1 Raccomandazioni per i parametri dell'impianto a fune ................................................................. 54
OD

APPENDICE D SPECIFICA DELLA RESISTENZA ALL'USURA DELL'ATTREZZATURA 55


EST

(informativa)
D.1 Approccio di base .................................................................................................................................. 55
Curva S-N tipica dell'attrezzatura ........................................................................................................ 55
QU

figura D.1
D.2 Esempi di applicazione....................................................................................................................... 56
D.2.1 Cuscinetto a rulli ........................................................................................................................................ 56
D.2.2 Accessorio di presa, fisso o non fisso ................................................................................................ 56
D.2.3 Tenditore ...................................................................................................................................................... 56
D.2.4 Componente elettromeccanico ............................................................................................................. 56

APPENDICE ZA RAPPORTO FRA LA PRESENTE NORMA EUROPEA E I REQUISITI ESSENZIALI


(informativa) DELLA DIRETTIVA UE 2006/42/CE 57

BIBLIOGRAFIA 58

UNI EN 13135:2018 © UNI Pagina V


QU
EST
OD
OC
UME

UNI EN 13135:2018
NTO
ÈU
NA
PR
EVI
EW
. RI
PR
OD
UZI
O NE

© UNI
VIE
TAT
A

Pagina VI
PREMESSA
Il presente documento (EN 13135:2013+A1:2018) è stato elaborato dal Comitato Tecnico
CEN/TC 147 "Cranes - Safety" la cui segreteria è affidata al BSI.
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o
mediante pubblicazione di un testo identico o mediante notifica di adozione, al più tardi
entro ottobre 2018, e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate al più tardi
entro ottobre 2018.
Si richiama l'attenzione alla possibilità che alcuni degli elementi del presente documento,
possano essere oggetto di brevetti. Il CEN non può essere ritenuto responsabile di aver
identificato tali brevetti.
Il presente documento include l’aggiornamento 1 approvato dal CEN il 22 novembre 2017.

A
TAT
Il presente documento sostituisce la EN 13135-1:2013.
Il presente documento è stato elaborato nell'ambito di un mandato conferito al CEN dalla

VIE
Commissione Europea e dall'Associazione Europea di Libero Scambio, ed è di supporto
ai requisiti essenziali della(e) Direttiva(e) dell’UE.

NE
Per quanto riguarda il rapporto con la(e) Direttiva(e) UE, si rimanda all'appendice
informativa ZA che costituisce parte integrante della presente norma europea.

O
UZI
Rispetto alla precedente edizione sono stati apportati dei cambiamenti significativi nei
punti 5.2.8, 5.3.3.2, 5.3.3.5, 5.3.6.2, 5.6.2, 5.7.2, 5.9 e nell’appendice D, che sono trattati

OD
nella nuova edizione. Ci sono diversi aggiornamenti nei riferimenti normativi e una serie di
punti sono stati riscritti per una migliore chiarezza ed accuratezza tecnica ed editoriale.

PR
In conformità alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei
. RI
seguenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Bulgaria,
Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda,
EW
Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo,
Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Ex Jugoslava di Macedonia, Romania, Serbia,
EVI

Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia e Ungheria.


PR
NA
ÈU
NTO
MEU
OC
OD
EST
QU

UNI EN 13135:2018 © UNI Pagina 1


INTRODUZIONE
La presente norma europea è una norma di tipo C, come specificato nella EN ISO 12100.
La presente norma europea è stata elaborata per fornire i mezzi all'attrezzatura degli
apparecchi di sollevamento per soddisfare i requisiti essenziali di sicurezza e di salute
della Direttiva Macchine.
Il macchinario interessato e l'ambito di trattazione dei pericoli, delle situazioni e degli eventi
pericolosi sono indicati nello scopo e campo di applicazione del presente documento.
Qualora le disposizioni della presente norma di tipo C si discostino da quelle specificate
nelle norme di tipo A o B, le disposizioni della presente norma di tipo C prevalgono sulle
disposizioni delle altre norme, per macchine che sono state progettate e costruite
secondo le disposizioni della presente norma di tipo C.

A
TAT
VIE
1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE
La presente norma europea specifica i requisiti per la progettazione e la selezione

NE
dell'attrezzatura elettrica, meccanica, idraulica e pneumatica utilizzata in tutti i tipi di
apparecchi di sollevamento e accessori fissi di presa del carico ad essi associati, con gli

O
obiettivi di proteggere il personale dai pericoli per la salute e sicurezza e di garantire

UZI
l’affidabilità delle funzioni.

OD
Nota I requisiti specifici per tipi particolari di apparecchi di sollevamento, e per accessori di presa del carico, sono
indicati nella norma europea appropriata.

PR
L’attrezzatura elettrica trattata dalla presente norma europea inizia dal punto di
connessione dell’alimentazione all’apparecchio di sollevamento (l'interruttore generale
. RI
dell'apparecchio di sollevamento) compresi i sistemi di alimentazione e le alimentazioni
EW
dei comandi situati all’esterno dell’apparecchio di sollevamento, per esempio cavi
flessibili, barre o fili conduttori, motori elettrici e comandi senza fili.
EVI

I principi da applicare per apparecchi di sollevamento che trasportano carichi pericolosi


sono indicati nella presente norma. Sono indicati i requisiti particolari per gli apparecchi di
PR

sollevamento che trasportano metallo fuso caldo.


NA

La norma non tratta la progettazione dettagliata di singoli componenti dell’attrezzatura


fatto salvo per quanto riguarda la loro selezione per aspetti specifici di utilizzo.
ÈU

In generale, la verifica dei calcoli di competenza e dei relativi requisiti di resistenza o


margini di sicurezza dell'attrezzatura e dei componenti non sono contemplati dalla
NTO

presente norma. Tali argomenti sono trattati nella EN 13001, parti 1 e 2, e nella serie
EN 13001-3 che è parzialmente in corso di preparazione (vedere appendice A). In via
eccezionale, nella presente norma sono indicati alcuni margini di sicurezza per
ME

componenti non trattati nella serie EN 13001.


U

I pericoli causati dal rumore non sono trattati dalla presente norma. Essi sono affrontati
OC

nelle norme sulla sicurezza specifiche per ciascun tipo di apparecchio di sollevamento.
I pericoli specifici dovuti ad atmosfere potenzialmente esplosive, radiazioni ionizzanti e
OD

attività entro campi elettromagnetici al di fuori dell'ambito indicato nella EN 61000-6-2 non
sono trattati dalla presente norma europea.
EST

I pericoli significativi trattati dalla presente norma europea sono identificati nel punto 4.
QU

La presente norma europea non è applicabile ad apparecchi di sollevamento fabbricati


prima della data di pubblicazione della presente norma da parte del CEN.

2 RIFERIMENTI NORMATIVI
I seguenti documenti, per intero o in parte, sono richiamati con carattere normativo nel
presente documento e sono indispensabili per la sua applicazione. Per quanto riguarda i
riferimenti datati, si applica esclusivamente l’edizione citata. Per i riferimenti non datati
vale l'ultima edizione del documento a cui si fa riferimento (compresi gli aggiornamenti).
EN 818-1 Short link chain for lifting purposes - Safety - Part 1: General
conditions of acceptance

UNI EN 13135:2018 © UNI Pagina 2