Sei sulla pagina 1di 4

Basilica S. Sepolcro Numero 1 - Liberi Di...

Dicembre - Gennaio
Anno 2010

Editoriale “LIBERI DI…”


Cari parrocchiani, re una piccola luce alimentata Chiesa e mondo, poi ci sarà una
dall’olio della condivisone e del met- parte che prevede argomentazioni
siamo don Emanuele, Michele Do-
tersi a confronto, uno strumento di dialogo tra credenti e non cre-
ronzo, Annamaria Tupputi, Teresa
semplice che non ha le pretese di denti intitolata l’areopago dei paga-
Magliocca, Isabella Fumarulo, Sere-
risolvere questioni ma di proporre ni ed infine l’ultima facciata sarà
na Chiarazzo, Emanuele Chiarazzo,
un dialogo schietto, sincero e libero. una specie di block notes che rac-
Dario Daleno, Emanuele Chiarazzo e
conterà i vari eventi diocesani e
Raffaele Fiorella, la redazione del Ogni uomo nasce libero, libero
non, ed eventi parrocchiali legati
giornalino parrocchiale. Vi scriviamo di giocare, di conoscere, di credere,
anche alla Missione Diocesana che
per farvi presente che abbiamo ide- di essere amico, di amare:
ha avuto inizio lo scorso 28 novem-
ato un idea già esistente, nella no-
• l’amore di un uomo per una bre, I domenica di Avvento e che ci
stra parrocchia, del giornalino che
donna; vedrà impegnati come comunità di
vuole essere un modo semplice
• di una mamma per i suoi credenti non solo verso chi sta den-
per proporre alcune questioni,
bambini; tro la Chiesa, ma anche verso chi
riflessioni riguardanti la vita, la cul-
• di un volontario per i senza sta fuori per essere riflesso della
tura, la fede, la famiglia, la scuola
tetto. Luce che rischiare le tenebre del
ecc. Pertanto vogliamo da subito
mondo e sacrificarsi per la Chiesa
presentarci e spiegarvi brevemente
Ogni tipo di amore, purché di Dio, lavorare senza mire di e-
il significato del titolo e di come sa-
veramente sincero, ha il diritto di spansione se non per il Regno, fare
rà strutturato questo semplice gior-
essere espresso liberamente. In spazio a tutti senza monopolizzare
nalino che vuole esser una spina
ultimo ogni uomo deve essere libero nulla, bruciare di carità e poi farsi
nel fianco a voi lettori e cosi aiu-
di comunicare, e in un mondo glo- da parte fino e scomparire…! Come
tarci a dialogare e a metterci in di-
bale come il nostro il confronto con credenti, insomma, incombe il
scussione per poter crescere e for-
gli altri è essenziale; l’esprimere le compito missionario di sveglia-
marci in modo armonico e come
nostre idee e accettare quelle degli re, come ha fatto Cristo nella notte
una squadra.
altri ci permette di allargare i nostri della sua nascita, il territorio che ci
Chi siamo? Siamo un grup- è affidato rispondendo in modo in-
orizzonti e abbattere le barriere che
po di giovanissimi impegnati in un telligente alle domande di senso che
spesso non ci permettono
cammino di fede che abbiamo deci- la gente ci pone.
d’instaurare un dialogo pacifico e
so coordinati da don Emanuele e
costruttivo. In conclusione cogliamo
alcuni catechisti di essere “quel sas-
Premesso questo ci siamo messi l’occasione per ringraziare il nostro
solino nello stagno” che vuole
subito all’opera incontrandoci ogni parroco don Nardino per il suo so-
smuovere le acque dei nostri pen-
lunedì sera per dare forma e conte- stegno, la sua vicinanza e per le sue
sieri quotidiani creando, almeno
nuto a questa nuova edizione del parole d’incoraggiamento nel intra-
speriamo, una modalità di dialogo
giornalino. prendere questa nuova avventura.
all’interno della nostra Parrocchia .
Come sarà strutturato
A voi tutti parrocchiani au-
Perché questo titolo: Li- questa nuova edizione? In modo
guriamo di vivere il Mistero del Na-
beri di…? Questo titolo nasce dopo molto semplice! Innanzitutto l’uscita
tale con rinnovata gratitudine al
un confronto tra noi che riunitici per del giornalino sarà bimestrale e sarà
Signore. Questo tempo ci faccia
far nascere questa iniziativa e aven- formato da quattro facciate e da un
toccare con mano la bontà del no-
do riscontrato una certa libertà nel foglio a parte dedicato ai bambini,
stro Dio, che si fa Bambino per sal-
parlare e discutere abbiamo pensa- che prevederà una parte catecheti-
varci e dare nuovo coraggio e nuova
to perché non chiamare la nuova ca con storie e spiegazioni adatte
luce al nostro cammino.
edizione del giornalino “Liberi alla loro età e una parte ludica.
di…”? E cosi dopo esserci incontrati Auguri di cuore e buona
Le quattro facciate saranno
e confrontati svariate volte abbiamo lettura a tutti!
cosi suddivise: ci sarà un editoriale,
pensato che questo titolo avrebbe
che spiegherà in breve il tema del A Cura di:
meglio rappresentato il nostro gior-
giornalino e poi una seconda faccia-
nalino parrocchiale che vuole esse- Tutta la Redazione
ta dedicata a un tema specifico tra
CHIESA E MONDO
Per una comunicazione tra genitori e figli in un’epoca “liquida”
Una professione difficile quella di ge- portamenti al loro nascere, farli nota- ne complessiva che essi mostrano di
nitore. E lo diviene ancora di più re ai figli, confrontarsi dentro e fuori avere di loro ( e che sentiranno di
quando i figli sono adolescenti. Ra- della coppia genitoriale, per imparare non dover smentire se positiva, o di
gazzi in viaggio verso se stessi. Ra- a cogliere le situazioni comuni, per dover modificare in meglio se incerta
gazzi che sanno stupire, ferire, per- imparare anche dagli altri e per aiu- o negativa). Queste informazioni ed
dersi e ritrovarsi a modo loro, che tarsi reciprocamente. Molto impor- attribuzioni di significato, possono
vogliono amare ed essere amati, che tante è che i genitori imparino a non venire personalizzate, divenendo par-
sanno pretendere, abbandonare e assecondare questi comportamenti, te della propria visione delle cose e
ricriminare. Ragazzi e ragazze insod- trovando il modo di contrastarli. del mondo, cioè vere forze interiori
disfatti, curiosi, irriverenti, testardi e che aiutano la persona a tener conto
In che modo?
diffidenti, vogliosi e timorosi di pro- dei propri valori e a produrre com-
vare, magari di sbagliare o di farsi 1) favorendo la comunicazione e il portamenti ad essi coerenti anche
abbagliare. Ragazzi, a volte, tristi e confronto; quando si trova sola. Quindi, un a-
disperati, che quasi sempre, sanno 2) stimolando la formazione di un spetto fondamentale della comunica-
crescere e cambiare. Non a caso le sistema di riferimento individuale, in zione in famiglia è l’apertura al dialo-
domande ricorrenti che si pongono modo da creare i presupposti per af- go, infatti, è possibile uno sviluppo
molti genitori in situazioni difficili so- frontare, senza danni, gli eventi diffi- più armonico e sereno se c’è maggio-
no: cili. re confidenza con i genitori e se si
• non riusciamo più a capire creano situazioni in cui è pos-
cosa vuole? sibile per ognuno raccontare le
• non riusciamo più a farci a- proprie esperienze. Mentre i
scoltare? bambini, i ragazzi risultano
emotivamente più equilibrati e
• come dobbiamo comportarci?
socialmente maturi. Ovvia-
• è colpa nostra? mente, la comunicazione fra
• dove abbiamo sbagliato? Per- genitori e figli può, quindi, di-
chè si rivolta così contro di ventare difficile, quando i geni-
noi? tori possono sentirsi insicuri,
• riusciremo di nuovo ad aver poco informati, soffrono un
un rapporto sereno con lui/lei? senso di solitudine, di inade-
• cosa possiamo fare? guatezza e, addirittura,
• quali sono i motivi del com- d’impotenza, e i figli possono
portamento di nostro figlio? sentirsi incompresi, non ascol-
Nella comunicazione familiare il dia- tati, e non trovare argomenti da con-
Sono noti alcuni comportamenti a logo, l'ascolto, l'attenzione sono dividere con i genitori. Per questo,
rischio, apparentemente contrapposti gli elementi fondamentali per la cre- per i genitori è importante essere
negli adolescenti, tra cui i sentimenti
scita, lo sviluppo e la maturità dei flessibili e cambiare le modalità co-
di ineluttabilità, di insopportabilitàfigli. Per instaurare una comunica- municative adottate. È necessario
degli eventi; atteggiamenti di auto- zione efficace è importante partire da che i genitori aiutino i figli a conosce-
svalutazione o di ipervalutazione di una dimensione di ascolto, prestando re se stessi, insegnino a giudicare le
sè accompagnati da esagerate e fu- attenzione alle emozioni e alle opinio- cose e le situazioni nella loro verità e
mose aspettative che vanno da un'ir- ni che i figli possono esprimere. E' nel loro valore morale, e devono in-
removibile passività ad un frenetico una modalità di comunicazione che segnare ad essere liberi. Allora è fon-
attivismo che tutto tocca e niente va costruita quotidianamente, con damentale che i genitori imparino a
coglie. Da qui può nascere una sen- pazienza e attenzione, cominciando cogliere i cambiamenti e le specificità
sazione di vuoto interiore, una sensa-dai primi scambi verbali e non verba- dell'adolescenza, per potersi orienta-
zione di avere tutto e non riuscire a li. La discussione, il dialogo in fami- re verso quei comportamenti e quel
godere di niente, con un conseguente glia non è soltanto un mezzo per svi- clima relazionale in grado di facilitare
bisogno di amplificare sempre di più luppare conoscenze e consapevolez- una crescita personale sufficiente-
gli stimoli per poterne percepire il ze. E' anche una delle vie (rinforzata mente sana ed armoniosa.
senso, il gusto. Nasce così un'ansia di
dallo stare e fare delle attività assie-
rischio, di distruzione o autodistruzio-
me, dal coltivare degli interessi co- Nel prossimo articolo vedremo cosa si
ne che ricorda le corse in auto del muni, ecc...) per creare senso di fidu- può fare insieme, grazie alle vostre
sabato sera, le pietre lanciate dai cia, affetto e senso di appartenenza. domande che mi farete pervenire, se
ponti sulle autostrade, oppure giova- E' una delle vie per creare quelle con- qualcuno di voi volesse porle!!!!
nissimi che si tolgono la vita per vari
vinzioni interiori, vere forze interne
motivi, a volte anche futili. che possono poi governare il compor- A cura di:
Ora,la domanda sorge spontanea: tamento. Dentro la famiglia, infatti, i
Annamaria Tupputi
Cosa si può fare per intervenire in figli possono via via giungere a rap-
queste situazioni? presentarsi sia le attese dei genitori Mediatrice Familiare
circa il loro comportamento e le valu-
Credo, ma sono sicura, che i genitori anna_tup@hotmail.it
tazioni che ne daranno, sia l'immagi-
possono intanto notare questi com-

Pagina 2 Liberi Di...


AEREOPAGO DEI PAGANI
Intervista doppia: Confronto tra Religioni Diverse
Questa rubrica ha lo scopo di accre- Il suo nome è in ebraico Jahwè, in La moglie è complemento del marito,
scere il nostro bagaglio culturale e italiano Geova. La sua qualità predo- lo rispetta, collabora con lui, gli è
allargare i nostri orizzonti, è dedicata minante è l’amore; altre qualità sono sottomessa. I figli sono ubbidienti e
infatti alle “INTERVISTE DOPPIE”, un la potenza, la giustizia, la sapienza, sottomessi ai loro genitori. I nonni
modo nuovo e rapido per confrontarci la misericordia, la benignità. È il Pa- vanno trattati col massimo rispetto.
con persone appartenenti ad altre dre, ben distinto e separato da Gesù,
Com’è possibile educare oggi?
religioni diverse dalla nostra ma non il Figlio. La Trinità è un concetto svi-
poi così lontane da noi. In questo luppatosi nel tardo IV secolo (ConcilioC. - Si può e si dovrebbe educare
numero abbiamo intervistato un Cri- di Nicea), concetto del tutto assente oggi, così come si educava ieri:
stiano (C.) non praticante e un Testi- nella Parola di Dio “mazza e panella”…. Tutti dovrebbero
e
mone di Geova (T.d.G.) ponendo loro nell’insegnamento dei primi cristiani. essere in grado di trasmettere princi-
domande che vertono sui temi pi come: senso di responsabilità, ri-
Descrivi il tuo modello di famiglia
dell’educazione, in quanto ci stiamo spetto verso se stessi e verso gli al-
tipo.
avvicinando al Natale la festa per tri, ecc…
eccellenza della Famiglia, e anche C. – Nonni genitori e figli. Un nucleo
T.d.G. - La migliore educazione va
perché oggi quest’ argomento è mol- familiare tradizionale in cui tutti si
impartita sin dall’infanzia, basandosi
to sentito e scatena non pochi pro- devono rispettare. Anche se solo
sulla Fonte più autorevole e fidata di
blemi e dubbi in tutte le persone, l’uomo contribuisce economicamente
Colui che ha dato origine alla fami-
qualsiasi sia la dottrina in cui credo- allo sviluppo della famiglia la donna
glia, Dio. I buoni risultati sono otte-
no. deve avere pari dignità e la stessa
nuti grazie all’applicazione dei principi
rilevanza come figura educativa per i
biblici, alcuni esempi di principi da
figli.
inculcare ai propri familiari sono: in-
Chi è Dio per te?
T.d.G. - La famiglia tipo è una fami- segnare ad amare, l’importanza
C. - Qualcosa, un ente sovrannatura- glia dove predominano l’amore e il dell’onestà, l’essere pacifici, a lavora-
le nel quale ogni individuo ha bisogno rispetto, e dove ognuno rispetta i re, ad avere senso di responsabilità,
di credere, pregare, invocare... che ruoli che gli sono stati assegnati. Il ad avere rispetto per l’autorità, a sa-
può essere Dio, Geova o Allah. marito è capo della famiglia, tuttavia per scegliere le amicizie.
esercita la sua autorità con amore.
T.d.G. - È una Persona intelligente
Ama sua moglie come se stesso. Non
dotata di straordinaria potenza. È
la maltratta, ma le assegna onore, A Cura di:
l’Altissimo, l’Onnipotente, il Supremo.
trattandola con il massimo rispetto. Isabella Fumarulo

La religione nella Musica


Interessante è scoprire come molte al proprio amore o ad un figlio: inter- ché non sappiamo l’interpretazione
delle canzoni che ogni giorno cantic- pretazione sicuramente corretta, poi- che il cantautore volesse dare nel
chiamo sotto la doccia o che ascoltia- ché è indubbio che è di amore che momento in cui l’ha scritta, essendo
mo alla radio siano dei collegamenti parla la canzone. A me piace credere, comunque una forma di meditazione
tra musica e religione, che spesso, però, che sia una preghiera, ma al personale e inoltre c’è da dire che
molto spesso, si incontrano per dare contrario. Solitamente le preghiere come ogni forma di arte si presta alle
un senso a qualcosa o a qualcuno, sono un dialogo tra Dio e l’uomo, tra interpretazioni che ognuno di noi si
utilizzando un mezzo di propagazione la divinità e la sua creatura; in que- sente di dare nel momento in cui ve-
molto efficace: la musica, con i suoi sta canzone è il contrario, è Dio che de l’opera o, come in questo caso,
cantautori. Uno in particolare, forse il parla alla sua creatura dicendogli l’ascolta.
più celebre per la sua ricerca di una cosa egli desidera e cosa farà per lui. A cura di:Emanuele Chiarazzo
divinità, è Franco Battiato. L’artista in “Perché sei un essere
questione, seppur credendo che qual- speciale ed io avrò cu-
che Dio deve pur esistere, non si ra di te”: la canzone
considera appartenente ad alcuna vuole mettere in risalto
religione, bensì cerca di dare un’ in- l'aspetto curativo, in
terpretazione personale basata sulla senso spirituale, di Dio
ricerca di qualche divinità. E proprio per l'uomo. Non una
grazie alle sue canzoni, oserei dire cura materiale, quindi.
delle opere d’arte, spiega il suo pen- Sorge spontaneo però
siero, l’esplicazione delle sue ricerche chiedersi quale sia
spirituali. Una delle sue canzoni più l’interpretazione più
conosciute e che rispecchia al meglio “giusta” da dare
l’argomento in questione è sicura- all’opera di Battiato.
mente “la cura”. Secondo molti è Certo è che nessuna è
semplicemente una delle più belle quella giusta e nessuna
canzoni d’amore mai scritta, dedicata è quella sbagliata poi-

Numero 1 - Liberi Di... Pagina 3


Brevi Angolo del Parroco
Papa: la libertà religiosa, via per cita' e franchezza, alle domande a
la pace. tutto campo di un suo amico giorna- La Parola si è fatta Vita
lista, spaziando dai 'fondamentali'
Si intitola la “libertà religiosa, via
per la pace” il messaggio di Bene-
della fede alla questione piu' scot- Carissimi giovani, per Natale vi do un augurio un
tanti dell'attualita'. E' questo ''Luce po’ scomodo ma esaltante. La venuta di Gesù ci
detto XVI per la 44ma Giornata
del Mondo. Il Papa, la Chiesa, i segni
mondiale della pace, che sarà
dei tempi. Una conversazione di fa riscoprire:
celebrata in prossimo 1 gennaio,
Benedetto XVI con Peter Seewald''.
reso noto oggi. Il documento parte L’importanza della comunione:
L'esito della lettura di questo diario
da un pensiero ai cristiani iracheni e
giornalistico è che si finisce ad ama- • La vita nella comunità parrocchiale è
alla strage compiuta nella cattedrale
re di più questo Papa, visto in una
siro-cattolica di Baghdad per affer-
veste più quotidiana ma che non “camminare insieme” incontro al Signore.
mare che “in alcune regioni del mon- “Erano assidui nell’ascoltare l’insegnamento
perde la capacità di "leggere" i segni
do non è possibile professare ed
esprimere liberamente la propria
dei tempi, tracciando un realistico degli Apostoli, nella comunione fraterna,
affresco della Chiesa e del mondo di nella frazione del pane e nella preghiera (At
religione, se non a rischio della vita
oggi alla luce della verità di cui è
e della libertà personale”. In propo-
testimone vivente e credibile. 2,42).
sito, nel messaggio – che ricorda
Se dovessi scegliere una sola frase La dimensione missionaria:
come i cristiani sono “attualmente il
del libro-intervista del Papa, opterei
gruppo religioso che soffre il mag-
per questa sulla «semplicità e radi- • La gioia di aver incontrato e conosciuto Ge-
gior numero di persecuzioni a moti-
calità» del Vangelo. L’espressione
vo della propria fede” e cita la Terra
«semplicità del cristianesimo» – nel sù, non può essere trattenuta, ma carissimi,
Santa – si evidenzia come la libertà va raccontata con le parole e la vita. “Quello
senso di «semplicità del comanda-
religiosa continua ad essere oggetto
di minaccia da parte di un secolari-
mento dell’amore» – ricorre almeno che abbiamo veduto e udito lo annunciamo
sei volte nel volume e considero anche a voi” (1 Gv 1,3).
smo intollerante verso ogni forma di
quell’insistenza un bel dono per
espressione della religione, dal fon-
damentalismo che del laicismo è
tutti. «Oggi si tratta di rendere di Pensare il futuro in chiave progettuale:
nuovo visibile il nocciolo dell’essere
“speculare”, dalla politicizzazione
della religione e dall’imposizione di
cristiani e così anche la semplicità • State sperimentando una nuova progettuali-
dell’essere cristiani» dice alla pagina tà d’impegno a livello spirituale. Non smet-
religioni di Stato, dal relativismo che
115. E alla pagina 101: «Ora si trat-
dà l’illusione di trovare essere la
ta di portare avanti quanto iniziato
tete allora di sognare, pensare, programma-
chiave per una pacifica convivenza, re, realizzare nel cuore la parola di Dio, che
[da Giovanni Paolo II] e di compren-
mentre “è in realtà l’origine della
divisione e della negazione della
dere la drammaticità del nostro si è fatta carne, e ora abita tra noi; pertanto
tempo, di rimanere saldi nella Parola la seconda lettera a Timoteo 1,8 ci esorta
dignità degli esseri umani”. La liber-
di Dio come la parola decisiva e al
tà religiosa, afferma il Papa è dun-
tempo stesso di dare al Cristianesi-
“Non vergognarti della testimonianza da
que “un bene essenziale: ogni per- rendere alò Signore nostro”.
mo quella semplicità e quella profon-
sona deve poter esercitare libera-
dità senza le quali non può opera-
mente il diritto di professare e di
re». Perché «il semplice è il vero e il
manifestare, individualmente o co-
vero è semplice” (231) e dunque Auguri di Cuore Don Nardino
munitariamente, la propria religione
occorre “vedere ciò che è semplice,
o la propria fede, sia in pubblico che
tutto dipende da questo» (232). A
in privato, nell’insegnamento, nelle
pagina 242 evoca la «profonda sem-
pratiche, nelle pubblicazioni, nel
plicità del cristianesimo», che consi-
culto e nell’osservanza dei riti. Non
ste nel «grande miracolo dell’amore
dovrebbe incontrare ostacoli se vo-
che sempre di nuovo accade» ogni
lesse, eventualmente, aderire ad
volta che «gli uomini – senza rica-
un’altra religione o non professarne
varne alcun profitto, senza farlo di
alcuna”.
mestiere – motivati da Cristo, assi-
stono gli altri e li aiutano». Ecco, io
PAPA: UN LIBRO 'SENZA RETE'
sono felice – semplicemente – di
TRA ATTUALITA' ED ETERNITA'
queste parole del nostro Papa.
Un papa che risponde, con sempli-

Perle Preziose
“Una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta” (Socrate)
“Essere amati profondamente da qualcuno ci rende forti; amare profondamente ci rende coraggiosi” (Leo-tzu)
“è meglio ingannarsi sul conto dei propri amici che ingannarli.” (J.W. Goethe)
“Ecco il mio segreto, un segreto molto semplice: è solo con il cuore che si può veramente vedere. Ciò che essenziale è invi-
sibile agli occhi” (Saint-Exupéry)
"Ricorda se non riesci a trovare il Natale nel tuo cuore, non potrai trovarlo sicuramente sotto un albero" (Charlotte Car-
penter)
"Il Natale è per sempre, non soltanto per un giorno, l'amare, il condividere, il dare, non sono da mettere da parte come i
campanellini, le luci e i fili d'argento in qualche scatola su uno scaffale. Il bene che fai per gli altri è bene che fai a te stes-
so." (Norman Brooks)
"Il Natale è quel periodo dell'anno in cui la gente scende nel rifugio della famiglia" (Byrn Rogers)
"Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento. Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdo-
no. L'unico momento che conosco, nel lungo anno, in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e libera-
mente i loro cuori, solitamente chiusi." (Charles Dickens)

Interessi correlati