Sei sulla pagina 1di 6

PREISTORIA E STORIA

SOMMARIO

Preistoria: Definizione e significato di Preistoria Dizionario italiano


Corriere.it
dizionari.corriere.it

Storia: Definizione e significato di Storia Dizionario italiano Corriere.it


dizionari.corriere.it

Differenza storia e preistoria - Okpedia


okpedia.it

Quando si incominciato a contare gli anni dalla nascita di Ges - Focus.it


focus.it

Ebla - Sito ufficiale della Missione Archeologica in Siria


ebla.it
Dizionario di Italiano il Sabatini Coletti

preistoria

[pre-i-st-ria] s.f.

1 Epoca precedente a ogni attestazione scritta e quindi documentata solo


da reperti archeologici
2 estens. Condizioni di vita primitive: laggi vivono ancora nella p.
3 fig. Lontana origine di una situazione, di un fatto, di una disciplina ecc.:
macchina che risale alla p. dell'industrializzazione
Dizionario di Italiano il Sabatini Coletti

storia

[st-ria] s.f. (forma prostetica istoria)

1 Svolgimento delle vicende umane nel corso del tempo || s. sacra, quella
degli antichi Ebrei, narrata nella Bibbia
2 Racconto e interpretazione degli avvenimenti della societ umana nel suo
svolgimento, anche limitatamente a un certo ambito o periodo: s. greca; s.
d'Italia; s. dell'arte || passare alla s., essere ricordato per il suo carattere
eccezionale | senza s., di ci che poco importante
3 Materia scolastica dedicata a tale argomento: esame di s.
4 Opera storiografica
5 Narrazione di fatti, racconto: s. di un viaggio; anche, favola: nonna, mi
racconti una s.?
6 Seguito di vicende personali: rievocare la s. della propria vita; nel l. fam.,
vicenda amorosa: avere una s. con qlcu.
7 Faccenda, questione, perlopi dai risvolti poco piacevoli: s. senza
importanza
8 (spec. pl.) Affermazione falsa SIN bugia, fandonia: raccontare un sacco
di s.
9 (spec. pl.) Difficolt, resistenza, pretesto per tergiversare: fare delle s.;
anche, lamentela: quante s. per alzarsi prima!
Differenza storia e preistoria

La preistoria narra le vicende umane anteriori all'invenzione della scrittura.


Lo studio della preistoria si basa prevalentemente sull'archeologia e sulla
ricostruzione determinata dai ritrovamenti fossili. E' impossibile ricostruire singoli
fatti della preistoria. Si possono soltanto delineare i tratti elementari della societ
umana e l'evoluzione dell'uomo, con grande margine d'incertezza e di dubbio. La
storia narra le vicende degli uomini a partire dall'invenzione della scrittura,
datata all'incirca intorno al 3000 a.C. in Egitto e in Mesopotamia. La scrittura ha
consentito di tramandare nel tempo documenti e testimonianze del passato,
consentendo una ricostruzione sufficientemente precisa dei fatti. Lo studio della
preistoria diventa una disciplina autonoma e distinta dalla storia nel corso del XIX
secolo. I diversi metodi di indagine hanno spinto alla separazione delle due
discipline di studio. In precedenza l'origine dell'uomo era un argomento relegato
al mito e alla religione. Con la scoperta del continente americano l'uomo
europeo entra in contatto con civilt native fino ad allora sconosciute e gli
scienziati iniziano ad interrogarsi sulla vera origine e sul passato remoto
dell'uomo. Il mito e la religione non sono pi sufficienti a fornire una spiegazione
valida. Il progresso scientifico e culturale del Settecento permette agli scienziati
ad affrontare il problema con metodo scientifico. La scoperta del cranio
dell'uomo di Neanderthal nel 1856 e la teoria sull'evoluzione delle specie
di Charles Darwin contribuiscono alla nascita dell'antropologia. La preistoria
esce definitivamente dal campo di studio del mito, della religione e della storia
per diventare una materia di studio autonoma e indipendente dalle altre,
finalizzata ad indagare sullo sviluppo della civilt dalle sue remote origini fino alla
nascita della scrittura.
Quando si incominciato a contare gli anni
dalla nascita di Ges

I romani antichi contavano gli anni ab urbe condita, vale a dire dalla fondazione di
Roma. In seguito venne scelto il 284 dopo Cristo, anno dellascesa al potere
dellimperatore romano Diocleziano.
Inizio sbagliato. Lera cristiana stata invece inventata nel 532 da Dionigi il
Piccolo, un monaco cattolico di origine sciita, esperto teologo e biblista, oltre che
astronomo e matematico. Dionigi propose di abbandonare lera di Diocleziano
contando gli anni dalla nascita di Ges, da lui fissata, con un errore di qualche
anno, al 25 dicembre dellanno 753 dalla fondazione di Roma.
L'anno zero non esiste. Nelluso corrente, per il conteggio degli anni
precedenti, si salta dallanno 1 dopo Cristo allanno 1 avanti Cristo. Questo criterio
non si imposto nelluso per effetto di uningiunzione autoritaria, bens in seguito
a un processo di graduale diffusione conclusosi nel secolo X, anche se non
bisogna dimenticare che allinterno del mondo occidentale lera cristiana riferita
a date diverse dai Cristiani di rito latino e da quelli di rito greco, che non
accettarono la riforma gregoriana del calendario introdotta nel 1582.
Ebla - Sito ufficiale della Missione Archeologica
in Siria

Lo studio della documentazione archeologica ed epigrafica ha rivelato la


realt di un grande centro urbano che, nella prima fase di sviluppo, tra il 2500 e il
2300 a.C. era stato in contatto con grandi citt del Sumer come Kish e Ur , da
un lato, e con l Egitto dei faraoni, dallaltro. Testimonianze monumentali, reperti
artistici, evidenze materiali scandiscono, lungo un millennio, litinerario storico di
un antichissimo centro urbano, tre volte distrutto e due volte risorto, tra circa il
2500 a.C. e gli anni attorno al 1600 a.C.