Sei sulla pagina 1di 16

42 Il Sistema

elencati, senza violarne alcuno in modo stituisce assolutamente una vittoria


rilevante. Se il gioco è stato fino a automatica. I principi conducono il
un certo punto corretto, secondo il Bianco soltanto attraverso l’apertura:
Sistema, anche la mossa successiva dopo deve affrontare il mediogioco e
dovrebbe obbedire ai principi. A volte il finale. Tuttavia, le informazioni date
è possibile trovare la mossa corretta in nel Capitolo 1 dovrebbero aiutarlo
maniera semplice tramite un processo parecchio.
di eliminazione: soltanto una mossa
sarà quella che è buona sotto il profilo
materiale e che rispetta tutti i principi; Esempi di applicazione di
essa perciò sarà l’unica mossa corretta. alcuni principi importanti
A questo proposito io imparai sicu-
ramente che si dovrebbe fare molta
attenzione a “guadagnare” un pedone Controllo della scacchiera
in apertura, poiché quasi sempre ciò
implica il fare alcune serie concessioni. Il principio più importante è il controllo
Persino scambiare il proprio Alfiere della scacchiera. Nell’apertura, questo
buono è quasi sempre sbagliato. Questo significa il centro e in modo particolare
Alfiere, proprio perché è quello buono, è le case nella parte di scacchiera del
il guardiano principale di un determinato Bianco. Cosa vuol dire controllare una
colore di case. È così perché i propri casa è stato definito in maniera chiara
pedoni si trovano sull’altro colore, difen- nel Capitolo 1, pag. 22. Il principio
dendo le case di tale colore. Scambiarlo del controllo della scacchiera è già
significherà quasi sempre che il controllo sufficiente per scegliere la prima mossa
sulle case meno difese verrà indebolito, corretta per il Bianco. Se consideriamo
e ciò permetterà al Nero di ottenere un essere le candidate: 1.e4, 1.d4, 1.c4,
importante controgioco. 1.¤f3 e 1.f4, è facile notare che un
Attraverso gli anni, il Sistema è pedone centrale può al massimo
stato utile per svelare linee di gioco che controllare due delle preziose case
conducevano a vantaggi permanenti centrali, e lo stesso vale per il Cavallo.
per il Bianco contro rinomate difese Tuttavia, la sola mossa che controlla tre
del Nero. Sebbene non tutte le aperture case centrali è 1.d4, dal momento che
ci abbiano già rivelato i loro segreti, pure la Donna controlla la casa d4.
c’è un numero di rispettabili aperture Per comprendere il Sistema, è
che sono state sopraffatte dalle mosse importante notare che sebbene 1.e4 dia
del Sistema, sufficiente a far credere più raggio d’azione ai pezzi del Bianco,
che le altre possano alla fine crollare. questo non rappresenta il fattore im-
Perciò, non è irragionevole affermare portante, che è invece il controllo del
che il Bianco, giocando al meglio, può centro. Il fatto che il pedone in e4
conservare un permanente vantaggio, non sia protetto dovrebbe prima o poi
a dispetto di qualsivoglia linea di causare qualche problema al Bianco.
gioco scelga il Nero. Questo non co- Per comprendere come mai il controllo
I principi del Sistema 43

della scacchiera è così importante, a dire con un pedone laterale) è il modo


consideriamo le formulazioni originarie corretto per attaccare il centro. Tuttavia,
che Adams propose nel suo libro era risaputo che 2.f4 (il Gambetto di
White to Play and Win. Adams era Re) non fosse corretta, quindi cercò
sostanzialmente un tattico, ma desiderò un qualche modo di prepararla. Questo
ardentemente di trovare un ordine con era già un indizio che si trovava sulla
cui la partita andrebbe giocata. Scoprì strada sbagliata. Se si deve preparare un
tale ordine nei principi che regolano attacco al centro, cosa farà l’avversario
come andrebbero sviluppati i pezzi. In con quell’unità di tempo? Di certo non
questo tipo di schema, sarebbe perfetto sedersi nei paraggi.
per una partita iniziare con 1.e4 e5 Il suo primo tentativo, 2.¥c4, pre-
2.¤f3 ¤c6 3.¤c3 ¤f6 4.¥b5 ¥b4 sentava qualche tatticismo interessante,
5.d3 d6 6.¥g5 (D). ma contro la considerevolmente solida
MKKKKKKKKN e contrattaccante 2…¤f6 il Bianco
I/@+47@?0J non può fare alcun serio progresso. In
particolare, 3.f4 non funziona¹, perciò
I$#$?@#$#J deve giocare o 3.¤c3 o 3.d3, entrambe
I?@'$?(?@J le quali sono di natura difensiva e
I@)@?$?*?J cedono l’iniziativa. Alla fine, Adams
I?,?@!@?@J deviò su 2.¤c3, ma non era possibile
I@?&!@%@?J che questa mossa preparatoria fosse
I!"!@?"!"J giusta. È di natura puramente difensiva
poiché non attacca nessuna altra
I.?@16?@-J casa nel centro. Così, mentre Adams
PLLLLLLLLO poteva aver avuto uno schema buono
Questo è molto sistematico, ma per lo sviluppo dei pezzi, esso fallì
conduce a posizioni molto tranquille nel trattare l’importante problema del
dove l’azione può essere realizzata controllo della scacchiera.
soltanto con un gioco di pezzi. Qui Se c’è una mossa corretta dopo 1.e4
ogni parte controlla il proprio gruppo e5, deve essere 2.f4, dal momento che
di case, e il conflitto richiede un qualche 2.¤f3 limita un’ulteriore aggressione al
tentativo di impadronirsi del gruppo centro perché il §f2 non sarà in grado
dell’avversario. di parteciparvi. Ma dal momento che
Adams comprese che un simile 2.f4 non è fattibile, è probabile che 1.e4
gioco era insufficiente per ottenere sia sbagliata.
un vantaggio, e volle far entrare in Un corollario alla comprensione del-
gioco anche i pedoni. Correttamente, l’importanza del controllo è il capire
considerò essenziale per il piano del che l’unità di minor valore è il miglior
Bianco la mossa f4, poiché questo (vale controllore. Questo perché è quella
---------------------------------
¹ Con questa mossa ci sono molte diramazioni complesse, che per la maggior parte ho analizzato da
adolescente; tuttavia, se il Nero gioca in maniera solida, ognuna di esse non porta a nulla.
44 Il Sistema

di minor conto, e quindi può vendere luppate per primo il Cavallo, se non
al prezzo più caro la propria pelle. blocca nessuna delle mosse dell’Alfiere.
Dal momento che i pedoni sono le Questo genere di cose avviene nella
unità di minor valore, questo giustifica posizione che si raggiunge dopo le
immediatamente il ben noto detto di mosse 1.d4 d5 2.c4 e6. Qui, è abbastanza
Philidor che “i pedoni sono l’anima degli chiaro che il ¤b1 deve andare in c3, per
scacchi”. Possibilmente, il controllo va continuare l’attacco contro il §d5 nero.
esercitato coi pedoni; per lo meno di Anche l’¥c1 può muovere, ma non è
sicuro sui fronti di gioco. Ciò fa sì che i del tutto chiaro dove dovrebbe andare.
pezzi supportino i pedoni ed aumentino Perciò, facciamo la mossa indicata
i loro attacchi. Come farlo bene è 3.¤c3, mentre attendiamo ulteriori
l’argomento della prossima sezione. sviluppi che determineranno dove vada
meglio posizionato l’Alfiere di Donna.
Non consideriamo neppure 3.e3, poiché
Il principio dell’opzione blocca l’¥c1 e limita l’avanzata del
pedone ad una casa mentre potrebbe
La questione di come raggiungere gli possibilmente avanzare di due case in un
obiettivi del processo di sviluppo dei qualche momento successivo.
pezzi e di far giungere ogni pezzo nella Nel Capitolo 4 incontreremo degli
sua sistemazione ottimale viene lasciata esempi in cui la collocazione di un
alla teoria delle opzioni. Nel Capitolo Alfiere può essere determinata prima
1, pag. 32, abbiamo definito che cosa di quella di un Cavallo, e come decidere
vuol dire avere un pezzo sviluppato simili uscite. Fino a quando non giun-
in maniera appropriata. Il principio geremo ad alcuni esempi realmente
dell’opzione assicura che ogni pezzo complicati, il lettore dovrebbe ricordarsi
bianco venga sviluppato in modo che:
appropriato a sostegno della fanteria: a) le questioni di controllo della
i pedoni che esercitano il controllo scacchiera determinano dove un pezzo
fondamentale. è meglio piazzato;
Il principio dell’opzione è uno dei b) un pezzo o un pedone possono
perni del Sistema, insieme al controllo avere diversi piazzamenti ottimali o
della scacchiera, e dovrebbe essere quasi;
ben compreso. Ripetendo: il principio c) il principio dell’opzione decide quale
dell’opzione afferma “Fate la mossa pezzo sarà da muovere dopo e dove.
(sviluppate il pezzo) che riduce il Le tre linee-guida sopra forniscono
meno possibile le vostre opzioni di un’esposizione concisa di tutto ciò di
fare altre mosse importanti”. cui tratta il Sistema.
Per esempio, se avete un Alfiere che Come esempio rudimentale del perché
potrebbe essere efficacemente sviluppato molte mosse andrebbero scartate, ba-
in una qualsiasi di tre case diverse, ed un sandosi sugli argomenti del Sistema,
Cavallo che è davvero utile soltanto possiamo guardare la posizione raggiunta
su una sola casa particolare, allora svi- dopo 1.d4 d5 (D).
I principi del Sistema 45

pedone laterale. Il problema se questa


MKKKKKKKKN mossa perde un pedone è uno di quelli
I/(+47,'0J risolti dai primi maestri. La replica
I$#$?$#$#J 2…d:c4 non guadagna un pedone.
I?@?@?@?@J Invece il Nero ha ceduto il centro
I@?@#@?@?J almeno temporaneamente, lasciando le
importanti case e4 e c4 al Bianco.
I?@?"?@?@J e) 2.e3 è un’altra mossa di sviluppo
I@?@?@?@?J passivo che rinchiude l’¥c1 e rinuncia
I!"!@!"!"J alla di spinta di due case da parte del
I.%*16)&-J pedone “e”.
PLLLLLLLLO f) 2.f3 minaccia 3.e4 ed è così una
legittima candidata per essere la cor-
Qui il Bianco potrebbe potenzialmente retta mossa del Sistema. Tuttavia, è
scegliere tra una qualsiasi delle seguenti davvero prematura perché non apporta
“ragionevoli” seconde mosse, tutte le alcun attacco diretto. Quindi, il Nero
quali sono state giocate in qualche mo- può immediatamente contrattaccare
mento nella pratica magistrale: 2.¤c3, in maniera efficace con 2…c5, dopo
2.¤f3, 2.e4, 2.c4, 2.e3, 2.f3, 2.¥f4 e la quale sta meglio. Blocca pure il
2.¥g5. Applichiamo il controllo della potenziale sviluppo del ¤g1 in un
scacchiera e le opzioni per vedere perché momento in cui il Nero non ha ancora
certe mosse non funzionano. fatto alcuna concessione.
a) 2.¤c3 limita l’attacco al centro g) 2.¥f4 e 2.¥g5 entrambe decidono
bloccando il §c2, che ora non può più prematuramente la collocazione del-
partecipare immediatamente all’attacco l’Alfiere, e, cosa ancora più importante,
su d5. non fanno nulla che incrementi il
b) 2.¤f3 è un’elegante mossa di controllo del centro.
sviluppo che blocca soltanto il §f2. Così, emerge che 2.c4 è la sola mossa
Tuttavia, non fa nulla per controllare utile che non blocca alcuna opzione
nuove case, e cede l’opzione di giocare futura.
¤ge2 e f3. Quest’ultima potrebbe essere
di aiuto nella lotta per l’importante casa
e4. Giocare ¤f3 concede fondamen- Quando è corretto bloccare
talmente la casa e4 al Nero. l’avanzata di un pedone?
c) 2.e4 sarebbe meravigliosa se fosse
tatticamente valida. Così com’è, perde Le discussioni precedenti hanno por-
soltanto un pedone, che nella migliore tato alla luce un punto importante che
delle ipotesi può essere recuperato, non avevamo ancora discusso: quando
ma con una posizione decisamente è corretto bloccare l’avanzata di un
inferiore. pedone. Consideriamo la posizione
d) 2.c4 è la mossa corretta poiché dopo 1.d4 d5 2.c4 e6 3.¤c3 c5 4.c:d5
attacca la casa chiave centrale d5 con un e:d5 (D)
46 Il Sistema

sono fondamentalmente tre opzioni:


MKKKKKKKKN a) 5.e3, che è scarsissima perché, fra le
I/(+47,'0J altre cose, rinchiude l’¥c1;
I$#@?@#$#J b) 5.d:c5, che isola il §d5 ma per-
I?@?@?@?@J mette la spinta 5…d4, dopodiché il
I@?$#@?@?J gioco del Nero diventa molto attivo;
I?@?"?@?@J c) 5.¤f3, che blocca il §f2 ma
rinforza il centro contro la possibile
I@?&?@?@?J 5…c:d4.
I!"?@!"!"J Se consideriamo il fatto che il Bianco
I.?*16)&-J non ha realmente più voglia di giocare
PLLLLLLLLO e4, allora la perdita di mobilità del
Qual è qui la mossa corretta del §f2 non ha più importanza. Inoltre,
Sistema? dal momento che la battaglia per il
Ci sono molti tipi di posizioni centrali. centro è divenuta molto attiva, il Bianco
a) A volte il Nero contrasta nel centro, deve essere preparato a prendervi
come nel caso di 1.d4 d5, e il Bianco in parte coi propri pezzi, perciò 5.¤f3 è
tal caso dirige il suo attacco su d5; chiaramente la mossa giusta.
b) A volte il Nero sceglie di non con- Quando la competizione nel centro
tendere il centro, come nel caso di 1.d4 va avanti lentamente, è spesso corretto
¤f6 2.c4 g6 3.¤c3 ¥g7 4.e4; cercare di giocare il Cavallo in e2 dopo
c) A volte il Nero sceglie di sfidare aver giocato prima ¥d3, e quindi essere
il centro bianco come nel caso di 1.d4 in grado di contendere la casa e4 con
¤f6 2.c4 c5, per cui la spinta 3.d5 è f3. Tuttavia, qui le cose si evolvono
corretta. molto velocemente, e il Bianco deve
Qui ci troviamo di fronte a una essere preparato a difendere il proprio
situazione un po’ diversa. Il Nero ha centro. Dato che il Nero ha già fatto
scelto di contendere il centro, e nel un indebolimento più importante, il
procedimento ha creato una debolezza. Bianco può per ora dimenticarsi del
Con i pedoni neri in c5 e d5, il §d5 prima ruolo del §f2.
o poi diverrà debole, e possibilmente Il §f2 è all’incirca il solo pedone
isolato. Dal momento che questo pedone che si possa mai bloccare nel gioco del
è debole, non sarebbe corretto attaccarlo Sistema.
con un pedone. Pertanto, la mossa e4 a) Il pedone “d” avanza alla prima
non ha più importanza. mossa.
Quindi, in questa situazione, il Bianco b) c4 segue alla seconda mossa, a
deve giocare diversamente. Il primo meno che il Nero non abbia giocato
problema con cui avere a che fare è 1…c5, 1…e5 o 1…¤c6, nel qual caso
come affrontare la minaccia del Nero può essere rimandata di una mossa o
di giocare 5…c:d4 6.£:d4 ¤c6, che due.
gli darebbe un buon gioco di pezzi e c) Nulla viene mai posizionato sulla
porterebbe in giro la Donna bianca. Ci strada del pedone “e”.
I principi del Sistema 47

d) Le decisioni più importanti avversario.


riguardo a quando giocare ¤f3 e 1) Definite quali mosse, in accordo coi
bloccare il §f2 sono come quella so- principi del Sistema, sono le candidate
praccitata, e in situazioni come dopo per essere la mossa corretta.
1.d4 ¤f6 2.c4 g6 3.¤c3 ¥g7 4.e4 d6. 2) Calcolate il valore ottimistico e
Qui una delle mosse popolari è 5.¤f3, realistico di ognuna di esse.
ma essa impedisce una delle più efficaci 3) Se il valore realistico di una mossa
impostazioni del Bianco, che implica il non è peggiore del valore ottimistico di
giocare 5.f3. Simili blocchi del §f2 da qualsiasi altra mossa, questa è la mossa
parte del Cavallo non sono consigliati. migliore; giocatela.
Il §f2 è un attore molto importante 4) Se c’è qualche sovrapposizione fra
nel gioco del Sistema, e non dovrebbe valore ottimistico di una mossa (che
essergli impedito di prendere parte non ha il miglior valore realistico) con
attiva senza una buona ragione. il miglior valore realistico, allora sorge
il dubbio su quale mossa sia la migliore.
In tal caso, aumentate la profondità
Il processo di selezione di (cioè il numero di mosse considerate)
una mossa dei calcoli.
5) Tornate al punto 2.
La seguente procedura si basa su alcuni
protocolli tratti da De Groot (Thought Diamo alcune altre linee guida che vi
and Choice in Chess), e riguardano la saranno d’aiuto.
selezione di una mossa da parte dei a) Non abbiate paura di raggiunge-
grandi maestri. Abbiamo realizzato re sistematicamente i vostri obiettivi,
l’essenza della procedura in un al- anche se fosse necessario dovervi in-
goritmo noto come l’algoritmo B* vestire uno o due pedoni.
(The B* Tree Search Algorithm: A Best- b) Le mosse artificiose sono raramente
First Proof Procedure, Artificial Intelligence, mosse del Sistema. Per esempio, nella
1979). Le regole sotto mettono questa variante della Difesa Tarrasch 1.d4
procedura in una forma facilmente d5 2.c4 e6 3.¤c3 c5 4.c:d5 c:d4 non
comprensibile dagli umani. Seguire giocate adesso 5.£a4+ e poi £:d4.
queste regole farà produrre la mossa 5.£:d4 è la mossa che volete giocare,
corretta del Sistema. e andrebbe giocata immediatamente
Il processo di selezione di una mos- senza dare al Nero nessun ulteriore
sa implica un margine di incertez- tempo di sviluppo.
za riguardo al valore della maggior c) È spesso utile dare un pedone
parte delle mosse. Una mossa ha un per guadagnare tempo. Per questo
valore ottimistico, che è il valore che scopo, un guadagno di 3 tempi è più
risulterà se riuscite a portare a termine che sufficiente; tuttavia, siate cauti nel
tutti i vostri piani. Ha pure un valore guadagnare un pedone che implichi
realistico, che è il valore che risulterà una perdita significativa di tempo o di
contro la miglior difesa del vostro spazio.
CAPITOLO 3

LA DINAMICA DEGLI SCACCHI

La nozione delle configu- maggiormente la posizione riguardo al


razioni suo “significato”, piuttosto che come
un gruppo di singoli pezzi. Queste
Nei primi anni ’30 uno psicologo russo unità percettive furono chiamate “con-
fece un esperimento sorprendente. figurazioni” dagli psicologi, ed ora noi
Prese due gruppi di scacchisti, uno utilizzeremo questo termine nelle no-
composto da giocatori forti e l’altro stre discussioni. Le configurazioni non
da giocatori deboli, e mostrò loro delle si rinvengono soltanto negli scacchi.
posizioni di scacchi per una durata Infatti, in cose semplici come il vedere
di due secondi. Dopo due secondi una parola piuttosto che un gruppo di
la posizione veniva fatta sparire di lettere, il meccanismo configurativo è
vista, ed al giocatore veniva chiesto piuttosto evidente. Nel 1938, al torneo
di ricostruire quanto più poteva della AVRO degli otto giocatori candidati
posizione. I maestri e i grandi maestri al titolo mondiale, De Groot, uno
furono in grado di ricostruire circa il psicologo olandese, ripeté l’esperimento
90% della posizione, mentre i giocatori ed ottenne essenzialmente lo stesso ri-
più deboli furono in grado di piaz- sultato (Thought and Choice in Chess).
zare correttamente soltanto il 50% La natura del cervello umano è tale
circa o meno dei pezzi. A prima vista, che può sostenere fino a sette con-
questo risultato potrebbe sembrare figurazioni senza perderne di vista
derivare dal fatto che è possibile che nessuna per sovraccarico. Così, in
i buoni giocatori di scacchi abbiano un’interpretazione del mondo ad un
una memoria decisamente migliore dei certo livello ci sono di solito da 2 a 7
giocatori più deboli. configurazioni presenti. Questo ap-
Tuttavia, nella seconda parte dell’espe- pone essenzialmente un “marchio” alla
rimento, furono mostrate delle posizioni situazione percepita. Questo marchio
che erano state costruite piazzando i permette la classificazione, così che
pezzi a caso sulla scacchiera. In questa si possano imparare le proprietà delle
parte dell’esperimento, i giocatori bravi situazioni che hanno lo stesso marchio.
non fecero per nulla meglio di quelli più Ciò permette un’astrazione dalla si-
scarsi. tuazione corrente che può venire
Quello che fu dimostrato è che i utilizzata come indice di un livello
buoni scacchisti vedono una qualche maggiore di comprensione, basato sulle
struttura in una posizione di scacchi. “configurazioni presenti”.
Questa struttura aiuta nella percezione La questione che ci interessa è: “Che
della posizione, permettendo così al significato hanno queste configurazioni
giocatore migliore di comprendere per comprendere gli scacchi e giocarvi
La Dinamica degli scacchi 49

meglio?”. Siamo tutti ben consapevoli


delle configurazioni di “sicurezza del
Re” che consistono in una posizione
del Re (in genere l’arrocco) con i pedoni
di fronte al Re stesso a proteggerlo da
un attacco. Tuttavia, ci sono centinaia
di migliaia di ulteriori configurazioni,
come è stato stimato dall’esperimento di
Herbert Simon e dei suoi collaboratori
(Perception in Chess, Cognitive Psychology,
1973). Le configurazioni permettono
essenzialmente ad un buon giocatore di
fare l’analisi o di dare un senso ad una Alfiere buono; Alfiere accettabile
posizione di scacchi, allo stesso modo
di una frase espressa in un linguaggio
naturale.

Tipi di configurazioni

Ci sono configurazioni per ogni tipo


di vantaggio che un buon giocatore di
scacchi è in grado di riconoscere. Per
citarne alcune:
a) quali sono i migliori pezzi minori;
b) la cooperazione dei pezzi;
c) obiettivi d’attacco fissati in modo I pezzi bianchi si
permanente; difendono l’un l’altro
d) cosa è ben difeso e cosa no;
e) i complessi di colore delle case. che si difendono reciprocamente l’uno
Di seguito, diamo un po’ di esempi. con l’altro, mentre nella parte sinistra
Nel seguente diagramma mostriamo c’è una difesa reciproca molto semplice
una posizione dove nella parte sinistra fra Alfiere e pedone.
l’Alfiere e i pedoni cooperano bene Nella posizione del diagramma suc-
per controllare il territorio nelle loro cessivo, il Bianco è debole sulle case
vicinanze, mentre nella parte destra chiare mentre il Nero è debole sulle
l’Alfiere e i pedoni si intralciano fra case scure.
di loro, svalutando così l’Alfiere e Come detto, un GM riconosce al-
causando problemi di controllo della meno 100.000 simili configurazioni
scacchiera. (fonte: Perception in Chess). Questo è
Nella parte destra del secondo dia- il suo “database”, che gli permette di
gramma vediamo un gruppo di pezzi interpretare rapidamente ed in modo
50 Il Sistema

MKKKKKKKKN MKKKKKKKKN
I?@?@?@?@J I?@?@?@?@J
I@?@?@7@#J I@?@?@?@?J
I#@#@?@#@J I?@?$?@?@J
I@#@#*#@?J I@?@?(?@?J
I?"?"+"?@J I?@?@?@?@J
I"?"?@?"?J I@?@?@?@?J
I?@?@?6?"J I?@?@-@?@J
I@?@?@?@?J I@?@?@?@?J
PLLLLLLLLO PLLLLLLLLO
Complesso di colore Una configurazione di
attacco/difesa
accurato una posizione. Qui non ci
interessa come costruire un “database” Uno degli aspetti critici che fa sì che i
di configurazioni. Probabilmente si crea pezzi siano parte di una configurazione
da molta pratica e dalla comprensione sono le relazioni di attacco e difesa tra
di quello che è stato. Tuttavia, l’abilità i pezzi della configurazione. C’è un
di conoscere delle configurazioni e epicentro della configurazione, che è il
di analizzare le posizioni secondo ciò pezzo o la casa sotto contesa. Gli altri
che sta assieme da un punto di vista pezzi fanno parte della configurazione
funzionale costituisce una condizione a seconda di quanto sono essenziali
essenziale per giocare bene a scacchi, e per l’attacco o la difesa. È abbastanza
di tanto in tanto la evocheremo. facile determinare quando occorre
difendere un pezzo, ma in certi casi è
anche possibile che una configurazione
Come riconoscere le con- riguardi una casa, ad esempio una casa
figurazioni in cui un pezzo potrebbe dare matto.
Nel diagramma sopra è mostrata una
Le configurazioni possono avere a che semplice configurazione tattica. Questa
fare con una casa o un aspetto della Configurazione (e5; B: e2; N: e5, d6) ha il
posizione. Il nostro sistema di scrittura Cavallo nero come obiettivo, la ¦e2
prevede la seguente sintassi: bianca che lo attacca, il §d6 nero che
Configurazione (aspetto o casa; lo difende. Questi tre pezzi formano la
elenco delle case coinvolte dal configurazione.
pezzo) Ci sono le configurazioni “tattiche”
Esempi di configurazioni riguardanti sopra descritte, e ci sono pure le con-
un aspetto riguardano la sicurezza del figurazioni “posizionali”. Abbiamo già
Re, lo sviluppo del lato di Donna, la menzionato la configurazione di sicu-
struttura di pedoni. rezza del Re, e ci sono altre configu-
razioni posizionali come la posizione
La Dinamica degli scacchi 51

di un Alfiere fianchettato nella Con- una zona della scacchiera;


figurazione (fianchetto di Re; B: g2, f2, g3, c) nel caso del solo Re, pedoni che
h2). Chiaramente, proprio come ci sono proteggono il Re.
configurazioni tattiche più complicate,
così ci sono configurazioni posizionali
più complicate. Un interessante tipo Le configurazioni come
di configurazione posizionale è la entità significative
cosiddetta posizione a fortezza. Qui,
a causa di certe caratteristiche, forze Con l’esperienza, un giocatore imparerà
inferiori possono tenere a distanza a riconoscere le configurazioni, cosa
forze superiori. Un semplice tipo di molto utile in sé, poiché per esempio è
configurazione a fortezza si ha nel utile riconoscere una buona posizione di
seguente diagramma. sicurezza del Re da una cattiva. Tuttavia,
MKKKKKKKKN questa è soltanto una piccolissima parte
I7@?@?@?@J dell’azione.
Si narra una storia (e per quanto
I@#@?@?@?J io sappia si tratta di una storia vera)
I?@/@?@?@J riguardo al giovane Akiba Rubinstein,
I@1@5@?@?J che era un mediocre giocatore al circolo
I?@?@?@?@J scacchistico di Lodz, Polonia. Ad un
I@?@?@?@?J certo punto, decise di allontanarsi e di
I?@?@?@?@J lui non se ne seppe nulla per circa sei
mesi. Quando fece ritorno al circolo
I@?@?@?@?J scacchistico, sfidò ad una partita
PLLLLLLLLO il campione, Salwe, che era pure il
Una configurazione a fortezza campione polacco. Fra la sorpresa di
tutti, vinse. Fu quindi organizzato un
Questa posizione garantisce la patta match, e terminò patto. Un nuovo
perché la Torre può mantenere la sua match diede come risultato una netta
posizione lasciando che sia il Re nero a vittoria di Rubinstein. Aveva fatto un
muoversi. In questo modo il Re bianco salto enorme da giocatore mediocre ad
non può avvicinarsi al Re nero, quindi la uno dei migliori giocatori del mondo.
posizione è patta. Come aveva potuto realizzare ciò in
così poco tempo?
Si può notare dal diagramma sopra Nella mia analisi delle partite dei
che le configurazioni hanno qualche miei predecessori, distinguo le partite
dinamica che le tiene insieme. Queste di Rubinstein essere le prime di quella
dinamiche possono essere di vario che io chiamo la Scuola Dinamica.
genere: Nei mesi in cui fu assente da Lodz,
a) pezzi che attaccano e difendono Rubinstein scoprì la dinamica. Questo
una o più case (occupate o meno); può essere rinvenuto nelle sue partite,
b) pezzi che cooperano per controllare dove spesso veniva sacrificato materiale
52 Il Sistema

per forti vantaggi posizionali, e in cui i In questa posizione, il materiale è pari


pezzi sono specializzati in sensazionali e il Nero ha persino un paio di pedoni
dimostrazioni di coordinazione. doppiati. Tuttavia, basandoci su una
Rubinstein giocò i finali di Torre e comprensione della configurazione pre-
pedoni meglio di chiunque altro suo sente, sta decisamente meglio. I pedoni
contemporaneo o predecessore. I del Bianco sono tutti isolati, e, quan-
finali di Torre e pedoni sono in genere do attaccati, devono essere difesi dai
considerati i più difficili, poiché il pezzi. I pedoni sul lato di Re possono
numero di pezzi sulla scacchiera è essere facilmente difesi fintantoché
piccolo, eppure le Torri costituiscono il Re bianco resta lì. Tuttavia, c’è una
una notevole forza. Gestire bene configurazione di due pedoni bianchi
questa forza è il marchio di garanzia sul lato di Donna che devono essere
del maestro. Rubinstein fu in grado difesi, e la Torre nera può attaccarli
di vincere finali di Torre e pedoni entrambi, mentre la Torre bianca deve
comprendendo cose quali il valore delle difenderli. Così, questa configurazione
Torri che occupano posizioni di attacco di 4 pezzi ci rivela la natura difensiva
e l’importanza quindi di forzare in difesa della posizione bianca. Al di là di questo
le Torri dell’avversario. A tal scopo, era non c’è molto da dire. Il Re nero ha più
prima necessario creare pedoni deboli possibilità di infiltrarsi nella posizione
avversari che non potevano essere bianca di quante ne abbia il Re bianco
difesi da altri pedoni avversari. Tutto di infiltrarsi in quella nera. Le dinami-
questo lo fece con un’abilità consumata, che di queste configurazioni diventano
vincendo posizioni che fino ad allora evidenti non appena vediamo la partita.
sarebbero state considerate così patte da Tuttavia, dal gioco si vede chiaramente
non valere la pena di essere giocate. Un una cosa: un giocatore comprende la
esempio meraviglioso della sua maestria natura delle configurazioni difensive e
in materia viene mostrato sotto. l’altro no.
MKKKKKKKKN 1. … ¦a4!
I/@?@?8?@J 2. ¦d3 ¢e7
3. ¢g3 ¢e6
I@?@?@#$?J 4. ¢f3
I?@?$?@#@J Il Bianco avrebbe dovuto giocare
I@?@?@?@?J 4.d5+!, che avrebbe spostato uno dei
I?@?"?@?@J bersagli in un’altra casa, liberando più
I"?.?@?@!J spazio per difendersi. D’altra parte per-
I?@?@?"?6J mettere al Re nero di entrare in d5 e c4
sembra essere pazzia totale, poiché il
I@?@?@?@?J Bianco sarà presto in zugzwang e dovrà
PLLLLLLLLO perdere un pedone. I contenuti della
Spielmann - Rubinstein Configurazione (lato di Donna; B: a3, d4,
San Pietroburgo 1909 d3; N: a4) sono ora piuttosto evidenti.
4. … ¢d5 (D)
La Dinamica degli scacchi 53

MKKKKKKKKN MKKKKKKKKN
I?@?@?@?@J I?@?@?@?@J
I@?@?@#$?J I@?@?@?$?J
I?@?$?@#@J I?@?@?$?@J
I@?@7@?@?J I@?@#@?$?J
I/@?"?@?@J I/@7"?@?@J
I"?@-@5@!J I"?@-6?@!J
I?@?@?"?@J I?@?@?"?@J
I@?@?@?@?J I@?@?@?@?J
PLLLLLLLLO PLLLLLLLLO
5. ¢e2 e deve fare una mossa infelice, dopo
Era meglio giocare 5.h4 di modo da la quale il Nero irromperà in maniera
impedire la prossima mossa del Nero. decisiva. S’impara dunque dall’esempio
Il gioco avrebbe potuto proseguire con come trarre vantaggio dalle debolezze
5…f6 6.¢e2 e le risorse difensive del attaccandole, forzando l’avversario a
Bianco sono decisamente migliori di difenderle. Un pezzo che difende vale
quelle ottenute in partita. meno di un identico pezzo che attacca.
Per il momento il Nero non osa Perciò, i valori dei pezzi possono
continuare con 5…¦:d4 6.¦:d4+ mutare a seconda dei loro ruoli in
¢:d4, dopodiché il pedone passato una configurazione. A questo punto
lontano in a3 costituirà il fattore di- il Bianco deve perdere un pedone.
namico dominante, e il Bianco avrà 12.¢c2 ¦e2+ 13.¦d2 ¦:d2+ 14.¢:d2
una posizione di gran lunga superiore ¢b3! 15.¢e3 ¢:a3 16.¢f3 ¢b3
in un finale di pedoni che verrà giocato 17.¢g4 ¢c4 porta ad una facile vit-
sul lato di Re, mentre il Re nero è toria per il Nero. Dopo che il Nero
impegnato sul lato di Donna. ha guadagnato il pedone, il resto è una
5. … g5! questione di tecnica.
Fissando un’altra debolezza da attac-
care: il §h3. Un altro esempio di come prendere
6. ¦b3 f6 una decisione dinamica in un finale
7. ¢e3 ¢c4 di Torri è la mia partita contro Estrin
8. ¦d3 d5! (D) nel 5° Campionato del mondo per
Adesso il Bianco è in zugzwang, e corrispondenza. (D)
deve cedere terreno. Tra poco cadrà un Qui il Nero è in vantaggio di un pedone,
pedone. ma è difficile sfruttarlo. Il §f7 del Nero
9. ¢d2 ¦a8 è attaccato, e quest’ultimo deve decidere
10. ¢c2 ¦a7 cosa fare. Se lo difende con …¦h7,
11. ¢d2 ¦e7 con l’idea di spingere il pedone “h”,
Il Bianco è di nuovo in zugzwang, rovina la dinamica della sua posizione,
54 Il Sistema

il piano vincente diventa chiaro. Il


MKKKKKKKKN Nero sacrificherà il proprio §f7 per
I?@?@?@?0J minacciare con la sua Torre i pedoni
I$?@?@#@?J bianchi del lato di Donna, obbligando
così la Torre bianca a mettersi sulla
I?$?8?@?@J difensiva. Quindi, attraverso il centro,
I@?@?@?@#J marcerà col proprio Re verso il lato
I?@?@?@?@J di Donna, catturando il pedone “d”
I@?@!@?@?J durante il procedimento. Nel frattempo,
I!"?@?@5@J il Bianco può soltanto mandare il
I@?@?@-@?J proprio Re a catturare il pedone “h”. La
partita proseguì con:
PLLLLLLLLO 31. … ¦c8!
Estrin - Berliner
32. ¦:f7 ¦c7!
Finale del 5° Campionato del mondo Il Bianco ora non osa scambiare,
per corrispondenza, 1965-68 perché il finale di pedoni sarebbe fa-
cilmente vinto per il Nero.
poiché il pedone “h” non andrà molto 33. ¦f2 ¢e5! (D)
lontano, e nel frattempo il Bianco MKKKKKKKKN
attaccherà e scambierà i pedoni sul lato I?@?@?@?@J
di Donna, restando con una posizione
patta. Per il Nero è inutile giocare
I$?0?@?@?J
…¢e6 per difendere il proprio §f7, I?$?@?@?@J
perché il Re sarà infastidito dagli scacchi I@?@?8?@#J
che iniziano con ¦e1+. Il Nero deve I?@?@?@?@J
capire che i suoi vantaggi consistono I@?@!@?@?J
nei pedoni passati lontani sul lato di I!"?@?.5@J
Re, e dal fatto che il §d3 bianco è
irrilevante, dal momento che non può
I@?@?@?@?J
assumere alcun ruolo significativo, e PLLLLLLLLO
verrà catturato con comodo dal Nero. 34. a4?
Avendo compreso questo, è chiaro Una mossa orribile che indebolisce
che il Nero, per vincere, deve giocare volontariamente il lato di Donna, che
sul lato di Donna contro i pedoni solo è proprio ciò che il Nero vuole che si
apparentemente al sicuro che si trovano realizzi. Il Bianco è comunque perduto,
da quella parte. Si dovrebbe pure capire come è dimostrato da 34.¢g3! ¢d4
che, se il gioco deve concentrarsi sul 35.¢h4 ¢:d3 36.¢:h5 ¦c2! (D) ed
lato di Donna, allora i pedoni neri “f ” ora:
e “h” costituiscono i pedoni passati a) 37.¦f3+ ¢d2! e quindi:
lontani e uno solo di essi è sufficiente a1) 38.b4 ¦c3! 39.¦f2+ ¢e1!
per distrarre il Re bianco (possibilmen- 40.¦h2 ¦a3! 41.¢g5 ¦a4 42.¦b2
te il pedone “h”). Con questo in mente, ¢d1 e vince;
La Dinamica degli scacchi 55

MKKKKKKKKN MKKKKKKKKN
I?@?@?@?@J I?@?@?@?@J
I$?@?@?@?J I$?0?@?@?J
I?$?@?@?@J I?$?@?@?@J
I@?@?@?@5J I"?@?@?@#J
I?@?@?@?@J I?@?@?@?@J
I@?@7@?@?J I@?@?@-@?J
I!"/@?.?@J I?"7@?@5@J
I@?@?@?@?J I@?@?@?@?J
PLLLLLLLLO PLLLLLLLLO
a2) 38.b3! ¢c1! 39.a4 ¦b2! 40.a5 37. b4 b5!
(altrimenti il Nero gioca …a5) 40…b5 38. a6 ¦c4
41.a6 b4 42.¢g4 ¢c2 43.¦f7 ¦:b3 39. ¦f7 ¦:b4
44.¦:a7 ¦a3 45.¦b7 b3 46.a7 b2 e 40. ¦h7 ¦g4+
vince; 41. ¢f3 b4
a3) 38.¦a3 a5 39.¦b3 ¦c5+ 42. ¦:a7 b3
40.¢g4 b5 41.¢f4 ¢c2 42.¢e4 ¢b1 0-1
43.¢d4 ¦h5 44.¦a3 a4! 45.¢c3 ¦h4!
e vince;
b) 37.¦f7 ¦c5+ 38.¢g4 ¦a5 L’interazione delle confi-
39.¦f3+! ¢d2!! 40.a3 (40.b3 ¦a3!) gurazioni
40…¢c2 41.¦f2+ ¢b3 42.¢f4 ¦b5!
43.¢e4 ¢a2! 44.¦f7 a6! 45.¦a7 ¦a5! Ora veniamo alla parte difficile: per-
46.¦b7 b5 e vince. ché gli scacchisti riconoscono le con-
La dinamica di attacco e difesa dei figurazioni? A che cosa servono? È
pedoni è molto intricata, e richiede bello saper distinguere una posizione
trasferimenti della Torre nera da po- sicura del Re da una poco sicura, ma
sizioni di attacco laterale in posizioni di non c’è molto di più di questo? Sì, c’è,
attacco frontale o da dietro, per mezzo e se si esclude il calcolo corretto della
di scacchi, e l’infiltrazione del Re nero tattica, questa è la parte più importante
per attaccare i pedoni od ostacolare la per giocare bene a scacchi. La corretta
Torre bianca. comprensione dell’interazione delle
34. … ¢d4 configurazioni conduce direttamen-
35. a5 ¢:d3 te alle strategie.
36. ¦f3+ ¢c2 (D) Nella scienza e nella matematica c’è
Non importa come giochi il Bianco, qualcosa chiamato spazio di astrazione.
i suoi pedoni sono molto deboli e Uno spazio di astrazione ha a che fare
vengono facilmente attaccati e cat- con le possibilità future. Negli scacchi,
turati. questo non è l’insieme di mosse che
56 Il Sistema

sono possibili al momento per formare l’attacco:


la base per un calcolo tattico. Si tratta 3a) quando il Re avversario non ha
piuttosto delle collocazioni che tutti i una posizione sicura;
pezzi e i pedoni potrebbero occupare 3b) quando si è in vantaggio di
in futuro. Questo è lo spazio della sviluppo;
pianificazione strategica. Se potete vi- 3c) quando si ha una debole
sualizzare tali future ma realistiche struttura di pedoni.
possibilità, sarete in grado di ragionare 4) Se avete molti pedoni importanti
sulle posizioni in cui ci si potrà sullo stesso colore di uno dei vostri
imbattere. Perciò ne concludiamo che: Alfieri, quell’Alfiere perde valore. Un
1) le configurazioni sono entità tale Alfiere spesso vale meno di un
che indicano la strada per proseguire Cavallo medio. Questa è una delle cose
strategicamente. che rende così utile il possesso dei due
2) le configurazioni possono interagire Alfieri; di solito si può scambiare il
con altre configurazioni per modificare peggiore della coppia per un Cavallo.
la valutazione che dareste se ne fosse 5) Se avete una maggioranza di pe-
presente una sola; doni lontana (dal Re), è vantaggioso
2a) se avete una posizione insicura scambiare i pezzi, poiché ciò renderà
del Re, è di solito una buona idea più semplice l’avanzamento della
scambiare pezzi per far diminuire la maggioranza.
probabilità che un attacco nemico ab- Le possibilità sono quasi infinite.
bia successo. Tuttavia, se avete pure Giudizi così di alto livello¹ possono
delle serie debolezze nella struttura di essere formulati su una qualsiasi
pedoni, allora scambiare pezzi potrebbe coppia di configurazioni. Come detto
chiaramente portare ad un finale perso. in precedenza, in una posizione ci
Perciò, entrambe le configurazioni sono da 2 a 7 configurazioni. Ogni
influenzano la decisione; configurazione potrebbe incidere sulla
2b) se avete una posizione del Re valutazione di un’altra configurazione,
mediocre da un punto di vista della perciò ci potrebbero essere fino a 21
sicurezza, si può intraprendere un’azione (7 × 6 / 2) interazioni semplici fra
sull’altro lato della scacchiera solo con configurazioni. È inoltre possibile
la massima cautela. Tuttavia, se il centro che il valore di una configurazione
è bloccato, lo potreste fare con una venga influenzato da due o più altre
relativa sicurezza in quanto un qualsiasi configurazioni. Queste interazioni fra
attacco deve giungere frontalmente o configurazioni definiscono il carattere
dal lato (piuttosto improbabile) poiché di una posizione e la natura della
le forze avversarie non saranno in grado corretta strategia per ambo le parti.
di arrivare obliquamente attraverso il Questo è un argomento molto difficile,
centro. e nella pratica dei grandi maestri si
3) ci sono molte strategie che regolano possono trovare esempi quotidiani in
------------------------------------
¹ In questo caso Berliner si riferisce a giudizi generali, poco specifici [N.d.T.]
La Dinamica degli scacchi 57

cui le decisioni sbagliate sono state al momento senza alcun compito chiaro
prese a causa di una mancanza di da svolgere, mentre sul lato di Donna
comprensione dei dettami della corretta il Bianco ha due pedoni deboli, uno
strategia. Un simile esempio viene dei quali dovrà certamente cadere per
mostrato nel seguente diagramma. via dell’invasione della Torre nera. A
questo punto, la bilancia materiale sarà
MKKKKKKKKN di ¦ + § contro ¥ + ¤, il che è quasi
I?0?@?@7@J equivalente. Inoltre, la Torre e l’Alfiere
neri e il pedone passato appena creato
I@?@+(?,?J costituirebbero una forza formidabile
I#@?$?4?@J sul lato di Donna, e creerebbero al
I"?$!@!$?J Bianco molti problemi. I due Cavalli
I?@!@?@?$J bianchi sono troppo lontani per fermare
I@?@1@?@!J l’avanzata del pedone in modo efficace.
I?@)@%@!@J Visto in questo modo, è chiaro che il
finale è decisamente favorevole al Nero,
I@?@?@-&5J perciò egli avrebbe dovuto recuperare il
PLLLLLLLLO proprio pedone con 1…¥:f5! 2.¦:f5
Korchnoj - Hort £:f5 3.£:f5 ¤:f5 4.¥:f5 ¦b4! 5.¥c8!
Palma de Mallorca 1969
¦:c4 6.¥:a6 ¦a4 e il Nero ha un
Muove il Nero
Qual è la “visione” corretta? chiaro vantaggio.
Invece il Nero giocò 1…¦f8? 2.g4
h:g3 3.¤:g3 £d4 4.¤1e2 ed alla fine
Questa posizione può essere con- perse. Aveva fatto l’errore di analizzare
siderata come un mediogioco in cui il le varianti invece delle configurazioni.
Bianco sta attaccando il Re nero che sta L’analisi delle configurazioni avrebbe
dietro al §f5 avanzato. Ciò sicuramente chiaramente rivelato che il Bianco si
avrà successo col tempo, poiché i pezzi trovava parecchio nei guai sul lato di
del Bianco sono tutti ben posizionati Donna dopo gli scambi in f5.
per questo attacco, e la sicurezza del Re Ci sono pure delle strategie che han-
del Nero è già stata compromessa dalla no il solo scopo di accrescere o far
spinta di tutti i pedoni davanti al Re. diminuire il vantaggio inerente ad una
Tuttavia, se su f5 avvenisse uno scambio configurazione. Un simile esempio è
su larga scala in cui il Nero cedesse la l’attirare i pedoni del vostro avversario
Donna e due pezzi per Donna, Torre sul colore del suo Alfiere che è già
e pedone, ne otterremmo un finale. parzialmente cattivo. Nella prossima
Vedendo la corretta interazione fra sezione, mostriamo un esempio che fa
le configurazioni di questo finale, ci vedere come, anche su una scacchiera
si potrebbe accorgere che i pezzi del sgombra, un Alfiere può ancora essere
Bianco sono ammassati sul lato di Re, davvero cattivo.