Sei sulla pagina 1di 8

EMOZIONE

- distinguibili dalla motivazione (a innesco interno)


in quanto suscitate dall’esterno e verso l’esterno
dirette, sotto forma di risposte emotive

- mentre la motivazione può scaturire da un


bisogno specifico, le EMOZIONI possono
dipendere da diversi stimoli (paura, gioia, etc.)

EMOZIONE: condizione complessa che si


produce come risposta a certe esperienze che
hanno un contenuto affettivo

1
Tale risposta valutativa può indicare un
sentimento positivo (comportamento di approccio)
o negativo (comportamento di evitamento)
comprendente di solito una combinazione di:

1. eccitazione fisiologica

2. esperienza soggettiva

3. espressione comportamentale o emotiva

2
Risposta di attivazione è un insieme di cambiamenti
fisiologici misurabili, che serve al corpo per prepararsi
“alla lotta o alla fuga” (fight or flight - W. Cannon):

- contrazione muscoli scheletrici con un maggior


afflusso di sangue;
- aumento battito cardiaco, pressione sanguigna e
frequenza respiratoria; liberazione zuccheri e grassi;
- cambiamenti ematici (pro-coagulazione);
liberazione di endorfine;
- max vigilanza (mecc. cerebrali); focalizzazione
cognitiva sullo stimolo “emotigeno”

Ma l’attivazione è utile o
dannosa?
Utile se compito noto o se
serve dispendio energetico,
dannosa se il compito è
nuovo e richiede creatività.
Legge di Yerkes-Dodson:
in un compito facile, la
prestazione è migliore se
l’attivazione è elevata
(l’opposto con compiti
difficili)

Attivazione troppo forte, prolungata e frequente: effetti fisici nocivi!!

3
Le emozioni sono sempre associate a
cambiamenti corporei periferici (freq. cardiaca,
freq. respiratoria, tono muscolare, postura,
mimica, etc.):

- tali cambiamenti contribuiscono soltanto


all’emozione o ne sono parte integrante e
fondamentale?

4
componenti fisiologiche

James: emozione radicata in esperienza corporea


stimolo <--> emozione <--> reaz. viscerali/comportament.

TEORIA PERIFERICA
dell’EMOZIONE o del
FEEDBACK PERIFERICO
(James-Lange)

… abbiamo paura perché


corriamo ! !
attivazione SNA-> emozioni

componenti fisiologiche

Basi scientifiche: emozioni


quali paura, eccitamento,
collera risultano meno
intense in pazienti lesi a
livello della colonna
vertebrale.
Le variazioni rispetto a
prima del danno variano
in funzione del punto
(altezza) della lesione.

5
componenti fisiologiche

non tutti dati confermano teoria James-Lange


Cannon-Bard: le risposte autonome sono lente e si
verificano 1-2 sec. dopo stimolo; quelle emotive sono
immediate, e spesso precedono le reazioni autonome e
comportamentali

TEORIA “CENTRALE” di
CANNON-BARD
… stimoli sollecitano in
contemporanea esp. emotiva
(paura) e risp. corporee
(mani sudate)

componenti fisio+psicologiche
Schachter-Singer: valutazione cognitiva e
feedback periferico (modello cognitivo
attivazionale)

L’emozione provata non


dipende solo dal feedback
sensoriale ma anche dalle
percezioni e pensieri relativi
all’evento ambientale: la
valutazione cognitiva
influenza il tipo di emozione,
mentre il feedback
sensoriale l’intensità

6
esperienza soggettiva

modo personale di provare emozioni: grandi differenze


individuali

dist.personalità alessitimia
perdita contr. emoz. incap. verbalizz emoz.

Ps. Clinica: paziente, avvenimento strano: essere agitato e occhi


umidi dopo notizia di neoplasia alla pelle…
> probabilità di disturbi connessi allo stress (dolori, ulcere…)

riconoscimento soggettivo delle emozioni

parlare-riconoscere le emozioni migliora salute (esp.:


Olocausto)
(esp.: paz. con artrite: raccontare eventi stressanti o
cose banali: 3 mesi miglior. psico-fisico)

ð scrivere racconto di emozioni potenzia funz. cellule


sistema immunitario (riducendo stato di allarme che,
cronico, debilita il paziente)
ð cambia struttura cognitiva delle emozioni

7
sensazione soggettiva di felicità

no diff. uomini-donne o giovani-vecchi

diff.: “molto felici” (10% Portog.- 40% Olanda)

ð CULTURA individualista
ð POLITICA: anni regime democr. (r=.85)
ð DENARO… dà un po’ di felicità ! ! !
(felicità e reddito però poco correlati)