Sei sulla pagina 1di 50

IT

Compendium

The Future of Solar Technology


Sunny FaMIly 2011/2012

Medium Power Solutions

Medium Power Solutions Nel catalogo sono riportati tutti i prodotti e servizi per la pianifi-
cazione e il dimensionamento di impianti fotovoltaici nel settore
privato e commerciale. Rientrano qui tutti gli inverter Sunny Boy,
Sunny Mini Central e Sunny Tripower, nonché tutti i prodotti rela-
tivi ai sistemi di monitoraggio e a Sunny Backup.

The FuTure oF Solar Technology

Power Plant Solutions

Power Plant Solutions Questo catalogo contiene tutti i prodotti e i servizi per le centrali
solari, quali gli inverter centrali e gli apparecchi per gli impianti
decentralizzati, come gli inverter Sunny Tripower e Sunny Mini
Central. Inoltre, illustra i sistemi di monitoraggio adeguati.

The FuTure oF Solar Technology

off-grid Solutions

Off-Grid Solutions Questo documento illustra tutti i componenti e i servizi dei sistemi
non collegati alla rete elettrica, come l’inverter Sunny Island,
gestore della rete, l’inverter FV per impianti eolici di piccole di-
mensioni, i sistemi di backup, l’inverter per celle a combustibile
e i sistemi di monitoraggio adeguati.

The FuTure oF Solar Technology

compendium

Compendium Con questo compendium desideriamo condividere con voi il nostro


sapere. A completamento della documentazione standard re-
lativa alla tecnologia solare, questo documento fornisce informa-
zioni fondamentali per strutturare e utilizzare un impianto FV in
modo ottimale grazie ai componenti SMA. Vengono ad esempio
trattati i temi della gestione di rete, la combinazione di inverter
De
e tipi di moduli e i sistemi Off-Grid.
The FuTure oF Solar Technology
INDICE

Premessa

6 Know-how
Centrale o decentralizzato?
Dimensionamento di impianti FV
Inverter come gestore di rete
Per ogni tecnologia modulare l’inverter adatto
Messa a fuoco dei costi di sistema
Massimizzazione del rendimento
Con sicurezza
La tecnologia Multicluster SMA

36 Referenze
Profilo aziendale

44 Glossario
Innovazioni

3
4
Il sapere e l’esperienza sono
il vero capitale
La tecnologia solare è sulla buona strada per diventare parte integrante della tecnologia d’installazione standard.
Secondo quanto pronosticato dall’EPIA (European Photovoltaic Industry Association) l’industria fotovoltaica euro-
pea aspira entro il 2020 a una quota della produzione di corrente in Europa pari al 12 percento. Il raggiungimento
di tale obiettivo comporta una riduzione costante dei costi di sistema. Contribuiamo in modo rilevante al raggiun-
gimento di tale obiettivo con forti investimenti nella ricerca e nello sviluppo e con l’impiego di oltre 600 ingegneri
in questo campo. “In questo modo, dal 1990 a oggi, i costi si sono ridotti già del 75%”

Nella varietà delle energie rinnovabili, il fotovoltaico è ormai indispensabile. Pur non essendo a disposizione
ventiquattr’ore su ventiquattro, l’energia solare è particolarmente preziosa: viene infatti generata soprattutto a
mezzogiorno, quando il fabbisogno di energia è al massimo. La produzione di energia solare, ha luogo, inoltre,
prevalentemente in modo decentralizzato, contribuendo in questo modo a decongestionare le reti. E soprattutto il
sole è, contrariamente ai combustibili fossili, una fonte quasi inesauribile di rifornimento energetico.

Un impiego ottimale dell’energia solare è tuttavia realizzabile solo se nella struttura dell’impianto si tiene conto in
modo adeguato delle condizioni locali particolari. E non basta più utilizzare componenti di elevata qualità. Infatti
sono determinanti il loro giusto impiego e il corretto dimensionamento dell’impianto. Sono il sapere e l’esperienza
a costituire pertanto il capitale vero e proprio di un progettista e installatore di successo.

Con questo compendium desideriamo condividere con voi il nostro sapere. A completamento della documentazione
standard sulla tecnologia solare, questo documento fornisce informazioni fondamentali su come strutturare e
utilizzare un impianto FV in modo ottimale grazie ai componenti SMA.

Vi auguriamo buona lettura.

Joachim Laschinski
Senior Expert Engineer, product management inverter

5
6
Know-how

7
Centrale o decentralizzato?
SMA offre per ogni impianto l’inverter più appropriato

Dal kilowatt ai megawatt: SMA offre co- Nella scelta si deve tenere conto anche
me unico produttore l’inverter adatto per dei costi di installazione e funzionamento
impianti di ogni dimension e e per qualun- dell’impianto. In questo modo diventa chia-
que luogo di installazione. Il cliente può ro che, con gli opportuni presupposti, una
inoltre scegliere fra differenti tipologie di struttura decentralizzata offre tutta una se-
impianto. Infatti, mentre per un impianto FV rie di vantaggi rispetto a quella centraliz-
l'inverter centrale rappresenta sicuramente zata. Riportiamo a titolo di esempio alcuni
la soluzione più vantaggiosa, per un altro importanti aspetti che sono caratteristici per
impianto, anche dello stesso ordine di gran- classi di potenza oltre i 100 kWp.
dezza, può risultare più adatta la soluzione
decentralizzata.

8
Dimensionamento decentralizzato del Funzionamento che garantisce una Un’analisi completa è fondamentale
sistema: preciso ed efficace semplice manutenzione in qualsiasi
condizione Questi esempi mostrano come nella ricer-
A condizionare il rendimento energetico ca della soluzione più economica devono
di un impianto FV non è solo il grado di I lavori di manutenzione nel caso degli im- esser tenuti in considerazione tutti i costi
rendimento dell’inverter, ma anche il sovra- pianti decentralizzati sono, rispetto ai siste- (TCO: Total Costs of Ownership), valu-
dimensionamento o sottodimensionamento mi costruiti in maniera centralizzata, deci- tandoli per la progettazione concreta. Le
dell’impianto stesso. Con piccole unità di samente meno complicati e più economici, condizioni specifiche possono rendere più
inverter è possibile regolare in modo mirato visto che, se necessario, i singoli inverter vantaggiose un determinato impianto in un
una concreta potenza di impianto. Oltre ad possono essere sostituiti. Inoltre, in caso di luogo piuttosto che in un altro. Oltre alla
un grado di rendimento più elevato, più ap- limitata portata del pavimento o ridotta ac- consulenza tecnica conviene perciò usu-
parecchi di piccole dimensioni rappresenta- cessibilità, l’installazione di apparecchi più fruire anche delle esperienze del team di
no, per questo motivo, spesso l’alternativa piccoli e leggeri può risultare più conve- SMA per determinare la struttura ottimale
migliore rispetto ad un grande apparecchio niente rispetto a una cabina in calcestruzzo per l’impianto e componenti del proprio
centrale. grande e pesante. progetto.

Vantaggi di una struttura impiantisti- Il monitoraggio di un impianto con un inver-


ca eterogenea ter centrale è invece più facile da allestire
e già coperto dall'hardware standard. An-
Gli inverter centrali lavorano con la massima che la partecipazione alla gestione di rete
efficienza con un generatore solare omo- richiesta da impianti di grandi dimensioni
geneo. Le soluzioni decentralizzate, come viene realizzata in questo caso in modo
ad esempio Sunny Tripower, diventa- particolarmente facile. A partire da deter-
no vantaggiose quando i singoli com- minate dimensioni di impianto, le strutture
ponenti del generatore sono diversi: Le decentralizzate non sono più realizzabili.
cause possono essere: mismatching dovuto
all’impiego di moduli FV diversi o di moduli
con una più alta tolleranza di produzione,
nonché parti di generatori orientate diver-
samente o a differente inseguimento.

9
Dimensionamento
di impianti FV
Il successo in tre passi

Le possibilità nella progettazione di im- Considerare i principali aspetti tecnici, così


pianti sono incalcolabili. Esistono diver- come le norme e le regole generali per il
si tipi di moduli, inverter, inclinazioni dimensionamento di un impianto FV stan-
del tetto, luoghi di installazione. Senza dard in funzionamento parallelo. In caso
dimenticare che un dimensionamento corret- di scostamento dalle condizioni standard
to dell’impianto solare è decisivo per il rendi- qui presupposte è necessario modificare
mento futuro. Le decisioni più importanti pos- in modo appropriato le norme riportate.
sono essere riassunte nei seguenti tre passi.

10
1. Rispettare i valori limite elettrici La situazione ottimale sotto il profilo aggirarsi attorno a questa tensione. I tre
dell’inverter economico prevede invece un leggero passi sopracitati rappresentano il presup-
sottodimensionamento. Durante il dimen- posto per il rendimento futuro, anche se il
Prima di tutto la tensione del generatore de- sionamento bisogna quindi decidere: dimensionamento professionale di un im-
ve essere adatta all’inverter. I limiti vengono si vuole trarre in ogni momento tutta l’ener- pianto solare presuppone passi successivi.
qui rappresentati dalla tensione MPP a tem- gia disponibile dal generatore solare (otti- A tale scopo SMA offre il software gratuito
peratura massima della cella (standard: mizzazione del rendimento energetico) o si Sunny Design, che tiene conto di tutti gli
70 °C) e la tensione a vuoto a temperatura desidera piuttosto una potenza dell’inverter aspetti nella pianificazione dell'impianto.
minima della cella (standard: –10 °C). La leggermente minore e si accettano le pur
tensione a vuoto del generatore può essere minimali perdite di rendimento in caso di
inoltre limitata tramite la massima tensione un forte irraggiamento (ottimizzazione del-
di sistema consentita dei moduli FV. la redditività)?

2. Scegliere tra ottimizzazione della 3. Utilizzare il grado di rendimento


redditività o del rendimento massimo dell’inverter

Il rapporto di potenza (rapporto tra la po- Ogni inverter ha una tensione d’ingresso
tenza massima d’ingresso dell’inverter e cui corrisponde un grado di rendimento di
la potenza massima del generatore FV) indi- conversione massimo. A che altezza dello
ca un eventuale sottodimensionamento o so- spettro di funzionamento si trova questa
vradimensionamento della potenza dell’in- tensione dipende dalla struttura interna e lo
verter. Per poter sfruttare costantemente si può desumere dalla relativa scheda tec-
l’intera potenza del generatore FV l’inverter nica. Se possibile, la tensione MPP del mo-
dovrebbe essere leggermente sovradimen- dulo solare utilizzato per la NOCT (Normal
sionato (rapporto di potenza circa 110 %). Operation Cell Temperature) dovrebbe

11
Inverter come
gestori di rete
Panoramica delle funzioni di gestione
della rete degli inverter SMA
In Germania il via è stato dato nel gennaio Funzioni complete di gestione della rete
del 2009, in Francia già nel 2008. I gran-
di impianti FV hanno dovuto partecipare Gli inverter dotati di meccanismo di riduzio-
da quel momento in poi alla gestione della ne automatico della potenza nel caso di so-
rete e fornire i cosiddetti servizi di rete. La vrafrequenze contribuiscono in maniera de-
necessità di queste misure è assolutamen- cisiva alla stabilizzazione della frequenza
te indiscussa tra gli esperti. Il motivo è il di rete quando viene prodotta più energia
costante aumento della potenza prodotta di quella che viene utilizzata. Gli inverter a
da energie rinnovabili: all’inizio del 2011 potenza reattiva aiutano a mantenere la
la potenza fotovoltaica immessa nella rete tensione della rete costante e possono esse-
tedesca era già superiore ai 17 gigawatt. re utilizzati anche a compensazione di diffe-
Una potenza maggiore implica però anche renze di fase non desiderate. Le funzioni per
maggiore responsabilità, perché solo una il sostegno dinamico della rete supportano
rete stabile permette l’ampliamento prati- la rete in caso di errore e possono, in que-
camente illimitato delle energie rinnovabi- sto modo, evitare un ulteriore ampliamento
li. Una ragione questa che ha fatto sì che dell’errore o, per lo meno, limitarlo.
SMA si impegnasse fortemente a questo
riguardo sin dal principio. In qualità di pro-
duttore di inverter FV leader dal punto di
vista tecnologico, SMA è precursore asso-
luto anche per quanto riguarda la questio-
ne della gestione della rete.

* Legge sulle energie rinnovabili

12
1. Gestione della produzione e della Finora tutti gli inverter dovevano scollegar-
sicurezza di rete si immediatamente dalla rete non appena
veniva rilevato un lieve aumento della fre-
Sessanta secondi: questo è il tempo in Ger- quenza, anche se il valore limite veniva
mania in cui un inverter deve rispondere superato solo per un breve momento. Ora
alle direttive del gestore della rete per la invece gli apparecchi devono limitare la
gestione della produzione nel caso in cui loro potenza continuamente in caso di fre-
una sezione della rete di trasporto supe- quenza di rete maggiore e possono scolle-
riore sia temporaneamente sovraccarica, garsi dalla rete solo in presenza di un au-
il gestore della rete di distribuzione deve mento più considerevole della frequenza.
poter limitare a distanza la potenza degli In questo modo, gli inverter SMA sono in
impianti di produzione decentralizzati Il grado di stabilizzare la rete e di impedire
Power Reducer Box SMA traduce le del ge- lo spegnimento a catena di impianti solari,
store direttive dettagliate relative al valore situazione sempre più problematica per la
nominale in comandi per Sunny WebBox. regolazione della rete.
Quest’ultimo trasmette a sua volta tramite
Feldbus agli inverter allacciati e registra al-
lo stesso tempo il valore nominale esterno
prescritto.

2. Regolazione automatica della


potenza attiva e della frequenza

La frequenza delle reti degli inverter viene


mantenuta costante entro limiti ristretti, di
norma esattamente a 50 Hz o 60 Hz. Nel
caso in cui venga prelevata meno energia
dalla rete rispetto a quanto i generatori
immettono, la frequenza aumenta.

I livelli di rete nella rete di interconnessione della corrente alternata

13
3. Tenuta statica della tensione diverse possibilità. Il gestore dell’impian- Inoltre, Gli apparecchi devono essere in
mediante potenza reattiva to utilizza valori nominali fissi del gestore grado di immettere in rete corrente reat-
della rete oppure, in alternativa, possono tiva durante l’interruzione della tensione,
Oltre alla frequenza, anche la tensione essere impostati diversi valori di potenza favorendo così l’intervento dei dispositivi
deve mantenersi entro limiti definiti, so- reattiva sulla base di un orario prestabilito di protezione della rete. Gli inverter SMA
prattutto nella rete di distribuzione. Con oppure indicati tramite il Power Reducer della serie Sunny Central CP e Sunny Tripo-
la loro capacità di mettere a disposizione Box SMA a distanza. Terza opzione: la wer sono già dotati di queste funzionalità.
una potenza reattiva controllata, gli inver- regolazione della quota di potenza SMA è infatti il primo produttore a disporre
ter possono aiutare ad assicurare la qua- reattiva in base a una curva caratteristi- dei certificati sulle unità per i rispettivi mo-
lità di tensione richiesta dalla norma EN ca, in funzione della tensione di rete mi- delli di inverter richiesti da aprile 2011.
50160. In concreto, la potenza reattiva surata al punto di collegamento o della
consente agli apparecchi di ridurre note- potenza attiva rilasciata dall’inverter.
volmente gli aumenti di tensione non desi-
derati. Gli inverter SMA a potenza reattiva 4. Supporto di rete dinamico
possono essere utilizzati anche per com-
pensare le differenze di potenza presenti. Fino ad oggi gli impianti FV dovevano scol-
Queste vengono tipicamente causate dai legarsi immediatamente dalla rete anche
trasformatori, dai grandi motori o da lunghi in presenza di brevi interruzioni della ten-
tratti di cavi. In questo modo, si possono sione di rete. Ciò risultava problematico
evitare totalmente interventi di ampliamen- considerato l’aumento della potenza FV
to della rete di tipo tradizionale. Uno studio presente in rete. Infatti, già i guasti di rete
condotto da Roland Berger su incarico della di breve durata, in genere facilmente elimi-
Bundesverband Solarwirtschaft e. V. (BSW, nabili, potevano causare il disinserimento
Associazione tedesca dell’industria sola- improvviso di grandi capacità di produzio-
re) ha rilevato che il maggior potenziale ne energetica, creando così squilibri ener-
di integrazione di rete degli impianti di getici nella rete. La Direttiva sulla media
produzione decentralizzati è rappresenta- tensione* prevede quindi che gli inverter
to dalla fornitura di potenza reattiva. La FV supportino la rete in caso di errore: in
capacità di assorbimento delle reti elet- presenza di interruzioni di tensione fino a
triche attuali potrebbe perciò aumentare 1,5 secondi, devono rimanere collegati *Direttiva “Anschluss und Parallelbetrieb von Erzeugungsan-
persino del 200 %. Per la messa a punto alla rete e ritornare ad immettere normal- lagen am Mittelspannungsnetz” (“Collegamento e funzio-
mente corrente subito dopo l'interruzione. namento in parallelo di impianti di produzione nella rete a
della quota di potenza reattiva esistono
media tensione”) del Bundesverband der Energie- und Wa-
sserwirtschaft (BDEW) (Ente federale tedesco per il governo
delle acque e delle energie)

14
Con le tecnologie SMA sarete attrezza- per i compiti di gestione di rete necessari e
1 ti per il futuro per una richiesta di servizi sempre crescen-


te. La tecnologia SMA offe in questo senso
 Provider di servizi di rete decentralizzati un contributo fondamentale.
e interfaccia intelligente per la rete di ali-
1 G
mentazione: questo è l’inverter del futuro.
Anche i gestori di rete hanno riconosciuto
 

che gli inverter sono particolarmente idonei

DPT ̃

Funzioni di gestione della rete di inverter SMA


'JTTJ

1
DPT ̃

Riduzione telecomandata della potenza in caso di sovraccarico della rete



Per proteggere la rete da sovraccarichi di breve durata, il gestore definisce un valore nominale

 di potenza attiva che l’inverter converte nell’arco di 60 secondi. Il valore nominale viene tra-
%JOBNJDJ
smesso agli inverter mediante un ricevitore di telecomando centralizzato in combinazione con
Power Reducer Box SMA. I valori limite tipici sono 100, 60, 30 e 0 % della potenza nominale.
1


1 G
 

DPT ̃



3FHPMB[JPOF
1
 
G
Regolazione della potenza attiva in funzione della frequenza
DPT ̃
A partire da una frequenza di rete di 50,2 Hz l’inverter riduce automaticamente la potenza
attiva immessa in base ad una curva caratteristica predefinita, contribuendo così alla stabiliz-
1
16



1

'JTTJ
 zazione della frequenza di rete.
 



DPT ̃
U



Tenuta statica della tensione mediante potenza reattiva


DPT ̃

DPT ̃

1
 
G
1 G
'JTTJ
 

1
 
G Per mantenere costante la tensione di rete, gli inverter SMA forniscono alla rete potenza
%JOBNJDJ
reattiva induttiva o capacitiva. Sono possibili tre varianti:
DPT ̃

DPT ̃

DPT ̃

DPT ̃

%JOBNJDJ
a) Valore fisso di potenza reattiva predefinito dal gestore della rete
DPT ̃
Il gestore della rete definisce un valore fisso per la potenza reattiva o un valore fisso di sfasa-
3FHPMB[JPOF
'JTTJ
'JTTJ mento, normalmente compreso tra cos(ϕ)induttivo = 0,90 e cos(ϕ)capacitivo = 0,90.
DPT ̃
'JTTJ

DPT ̃

b) Valore dinamico di potenza reattiva predefinito dal gestore di rete


6
DPT ̃


3FHPMB[JPOF
DPT ̃

 Il gestore della rete definisce un valore dinamico di sfasamento a piacimento, compreso tra
%JOBNJDJ
%JOBNJDJ U cos(ϕ)induttivo = 0,90 e cos(ϕ)capacitivo = 0,90. Il valore viene trasmesso attraverso un’unità di
6 %JOBNJDJ comunicazione, e valutato ad esempio tramite il Power Reducer Box SMA.
DPT ̃

DPT ̃

DPT ̃

c) Regolazione della potenza reattiva mediante curva caratteristica
La potenza reattiva o il fattore di sfasamento vengono regolati mediante una curva caratteri-
U
DPT ̃

3FHPMB[JPOF
3FHPMB[JPOF
DPT ̃
stica predefinita, in funzione della potenza attiva immessa o della tensione di rete.
3FHPMB[JPOF

6
6 


6


Supporto di rete dinamico
In caso di interruzioni di tensione fino a 1,5 secondi, l’inverter rimane collegato alla rete, suppor-


tandola nell’immissione di corrente reattiva. Se la tensione supera poi i valori minimi, l’inverter
U

prosegue immediatamente con il normale processo di immissione.


U
DPT ̃

DPT ̃

DPT ̃

15
Per ogni tipologia
di modulo
l’inverter adatto

Oltre ai moduli FV convenzionali, sono da Per la scelta dell’inverter più adatto alle
qualche tempo in commercio anche nuovi esigenze specifiche dei singoli moduli FV
sistemi a celle, nonché ulteriori sviluppi de- è necessario tenere in considerazione il po-
gli stessi, alcuni dei quali possono essere tenziale del generatore nell’esercizio con
impiegati solo in presenza di condizioni diverse topologie di inverter. Il diagramma
particolari. Per l’impiego dei moduli FV de- accanto indica come il potenziale dei colle-
vono quindi essere assolutamente rispettate gamenti del generatore cambia nel tempo
le avvertenze relative all’applicazione del nell’esercizio con differenti inverter.
produttore.
Per facilitare la scelta dell’inverter corretto
Grazie all’ampia offerta di topologie dif- per ogni tipo di modulo abbiamo riassunto
ferenti, gli inverter SMA, in combinazione qui i consigli al momento più importanti; essi
con il kit di messa a terra adatto, possono sono contenuti anche nell’informazione tec-
essere utilizzati in maniera così flessibile da nica “Tecnologia dei moduli” e ivi spiegati
rappresentare un apparecchio ottimale per in modo dettagliato.
ogni tipo di modulo. SMA lavora inoltre in
stretta sinergia con i produttori di moduli,
e recepisce quindi facilmente i consigli ag-
giornati in merito all'installazione.

16
2. Scelta in base alle caratteristiche
dei moduli

Se il produttore dei moduli FV non forni-


sce alcuna indicazione per l’impiego dei
propri prodotti, si raccomanda di scegliere
l’inverter sulla base alle caratteristiche dei
moduli FV.

Esempio: moduli a film sottile con celle


in CdTe o silicio amorfo. In questi moduli
viene spesso utilizzata una lastra di vetro
rivestito in TCO che funge da substrato per
Potenziale del generatore in caso di differenti topologie di inverter e varianti di messa a terra la struttura a celle. La scelta giusta: Sunny
Boy con trasformatore ed un kit di messa a
terra negativa.

Esempio: per celle a film sottile flessibili vie-


ne spesso utilizzato un film in acciaio inos-
sidabile come substrato portante. In questo
caso si consiglia di scegliere una topologia
di inverter con la quale il generatore FV
presenta solo una leggera tensione alter-
nata verso terra. La scelta giusta: Sunny
Boy con trasformatore o un apparecchio
senza trasformatore con tecnologia “Quiet
Rail” (per esempio Sunny Tripower). In
questo modo vengono evitate ripercussioni
della tensione di rete sul potenziale del ge-
neratore tramite un collegamento speciale.

La tabella seguente indica combinazioni


vantaggiose per una serie di sistemi a celle
Schema generale: impianto fotovoltaico con messa a terra del generatore positiva differenti.

Potrete trovare ulteriori informazioni a ri-


1. Consiglio del produttore utilizzare. Esempio: un produttore consiglia
guardo sulla nostra pagina web, nell'area
per un determinato tipo di modulo la messa
download.
Verificare se il produttore dei moduli FV da a terra del collegamento positivo del gene-
consigli specifici sulla messa a terra del ge- ratore. La scelta giusta: Sunny Boy con tra-
neratore o sulla topologia dell’inverter da sformatore ed un kit di messa a terra positiva.

Inverter senza trasformatore Inverter con trasformatore


Tecnologia a celle / struttura modulo SB xxxxxTL STP xxxxTL Apparecchio di serie con kit di messa a con kit di messa a
SMC xxxxTL (Quiet-Rail) SB xxx, SMC xxxx terra negativo terra positivo
Si monocristallino ● ● ● ❍ ❍
Si policristallino ● ● ● ❍ ❍
CdTe — — — ● —
Si amorfo (superstrato) — — — ● —
Si amorfo (substrato) ● ● ● ❍ ❍
CIS / CIGS ● ● ● ❍ ❍
Si monocristallino (A-300) — — — — ●
Film di metallo come substrato o nella struttura — ● ● ● ●
del modulo

Legenda: ● consigliato, ❍ non necessario — n o n d a c o n s i g l i a r e

Combinazioni consigliate di inverter e tecnologia a celle

17
Dettaglio dei
costi di sistema
Riduzione dei costi tramite un approccio
globale agli impianti FV

Le condizioni di incentivazione degli im- Il termine inglese “Total Cost of Ownership”


pianti fotovoltaici differiscono da Paese (abbreviato in TCO) descrive un approc-
a Paese e subiscono spesso variazioni. Il cio globale che considera non solo i costi
principio di base prevede che affinché la di acquisto, ma tutti gli aspetti dell’utilizzo
produzione di corrente dal fotovoltaico sia ventennale o più dell’impianto: costi di pro-
conveniente nel rispettivo paese, i costi di gettazione e installazione, costi di manuten-
produzione devono essere sufficientemen- zione e riparazione e grado di rendimento
te bassi. Nella maggior parte dei casi è dell’impianto. La tecnologia FV di SMA
necessaria persino una riduzione continua contribuisce significativamente in quasi tut-
dei costi per compensare il regolare calo ti gli aspetti alla riduzione del TCO, dalla
degli incentivi. Guardare solo i costi speci- progettazione all’installazione e manuten-
fici dell’impianto solare o dell’inverter non zione, fino al funzionamento.
basta; è indispensabile infatti considerare i
costi dell’intero sistema.

18
Flessibilità di progettazione di ridurre notevolmente questi oneri. Il siste-
ma di connessione CC di serie SUNCLIX
I costi di progettazione degli impianti FV si permette di eseguire il montaggio dei cavi
riducono grazie all’ampia scelta dei pro- dell’impianto solare in meno di cinque se-
dotti, disponibili per tutte le classi di poten- condi senza attrezzi. Sunny Tripower pre-
za. Perciò per ogni applicazione esiste una senta nell’alloggiamento una presa d’inne-
soluzione di inverter adatta, indipendente- sto per scaricatori di sovratensioni di tipo II
mente dal fatto che si tratti di un impianto che sono perciò integrati automaticamente
privato su tetto da 5 kW in Germania, un nel monitoraggio dell’inverter. Tutti gli in-
parco solare da 10 MW in Francia o un verter di classe di potenza media e bassa si
approvvigionamento elettrico ad isola da possono inoltre collegare automaticamen-
60 kW per un villaggio in Cina. Il progetti- te in retee tramite SMA Bluetooth sia tra di
sta può contare anche su diverse topologie loro che con apparecchi di interrogazione
di inverter (con o senza trasformatore, mo- adatti. In brevissimo tempo si dispone così
nofase o trifase), impiegare qualsiasi tipo di un potente monitoraggio dell’impianto
di modulo e sfruttare soluzioni su misura che consente non solo l’interrogazione di
per il monitoraggio dell’impianto. Con il tutti i dati di funzionamento, ma anche la
concetto multistringa asimmetrico Opti- parametrizzazione degli apparecchi. In
flex, il Sunny Tripower trifase offre un’ec- questo modo, si elimina completamente
cezionale flessibilità nella configurazione la posa, lunga e dispendiosa, di cavi di
del generatore. Anche i vantaggi a livello comunicazione.
commerciale sono notevoli, poiché, ad
esempio, quasi tutti gli apparecchi sono Affidabilità massima
utilizzabili in qualsiasi parte del mondo.
La logistica, la gestione del magazzino e Gli impianti FV sono progettati per pro-
anche l’assistenza tecnica vengono sempli- durre elettricità per un periodo ideale di
ficati e ciò fa sì che anche i costi si riducano 20 anni. Ogni guasto significa perciò una
notevolmente. perdita di rendimento. Grazie al suo cen-
tro di prova e collaudo unico al mondo,
Installazione semplice SMA garantisce l'esclusione di sorgenti di
guasto già in fase di sviluppo e il funzio-
L’installazione di impianti solari è fonda- namento di tutti i componenti anche nelle
mentalmente una questione di tempo e, condizioni di impiego più difficili. Per la
perciò, di denaro. Poter disporre di una tec- tecnologia dei grandi impianti, esiste un
nologia semplice da maneggiare consente apposito centro di prova.

Immediata Configurazione specifica per paese selettore sul Sunny Boy 5000TL

19
Messi a dura prova: inverter nel centro di prova SMA

Qui gli ingegneri SMA testano gli inverter Intensa attività di ricerca e sviluppo costi di sistema fino al 2015, a cui lavorano
centrali con 800 kW di potenza massima infatti oltre 500 sviluppatori.
in tutte le condizioni climatiche e possono In qualità di leader tecnologico continua
effettuare simulazioni con qualsiasi confi- ad operare per sfruttare le potenzialità tec-
gurazione di generatori e di rete possibile. nologiche a vantaggio della riduzione dei
Inoltre il concetto di produzione “SMArt costi. I possibili scenari sono il maggiore
Flow” ideato da SMA assicura processi di impiego della tecnologia ad alta frequen-
produzione snelli e tracciabili in ogni det- za, ma anche l’ulteriore integrazione dei
taglio in grado di soddisfare i più severi gruppi costruttivi e la riduzione generale
requisiti di qualità. Il risultato sono costi di del numero di componenti. Con frequenze
manutenzione ridotti e massima disponibili- più alte, tutti gli elementi utilizzati negli av-
tà dell’impianto solare. volgimenti (bobine, trasformatori etc.) pos-
sono essere realizzati con dimensioni più
Massima efficienza piccole, minor peso e costi più contenuti. La
riduzione del numero di componenti sempli-
Un elevato grado di rendimento totale, che fica la fase di acquisto, rende più agevole
raggiunge il valore massimo realizzabile la produzione e riduce al contempo la pro-
tecnicamente, è il marchio di fabbrica di babilità di guasti. Ogni altro miglioramento
tutti gli inverter SMA. Per tutta la durata nel grado di rendimento ha una serie di
dell’impianto, forniscono un rendimento di ripercussioni positive: oltre alla maggiore
molto superiore ad altri apparecchi com- resa per il gestore dell'impianto, consente
merciali e della stessa categoria, compen- una riduzione del carico termico e di conse-
sando il prezzo di acquisto più alto. Gli guenza dissipatori di minori dimensioni e un
elevati gradi di rendimento sono frutto di in- alloggiamento potenzialmente più piccolo.
novazioni come la topologia H5 brevettata A sua volta, ciò si ripercuote positivamente
o funzioni supplementari intelligenti quali sul prezzo dell'alloggiamento, ma anche
l’MPP Tracking OptiTrac Global Peak pen- sui costi di trasporto e logistici.
sato per l’ombreggiatura parziale. Anche Il successo dell’opera di sviluppo è eviden-
il concetto di alloggiamento OptiCool o il te: da circa 30 anni ogni nuova generazio-
nuovo power management degli inverter ne di apparecchi SMA è più potente, ma
centrali SMA contribuiscono al raggiungi- meno costosa della precedente. L’obiettivo
mento di questi valori record. dichiarato di SMA è il dimezzamento dei

20
Esempi

Tecnologia per impianti FV di grandi dimensioni

Gli inverter centrali della serie Compact Power, introdotti nel 2010, riducono i costi di sistema fino al 35 % rispetto al
modello precedente: grazie all’alloggiamento resistente alle intemperie, gli inverter non hanno più bisogno della cabina
in calcestruzzo e il peso totale di circa 30 tonnellate (compreso il trasformatore) viene quasi dimezzato. Inoltre gli ap-
parecchi resistenti ad una temperatura ambiente massima di 25° hanno un rendimento del 10 % superiore rispetto alla
potenza nominale indicata e sono dotati di un sistema integrato di riconoscimento di guasto stringa in grado di rilevare
affidabilmente l’anomalia di una stringa singola tra un massimo di 1600. Non sono necessarie lunghe operazioni di
parametrizzazione e il sistema riduce al minimo la perdita di rendimento in caso di guasto. L’ingresso stringa interessato,
infatti, può essere disinserito separatamente a distanza in modo che l’impianto possa continuare l’immissione con potenza
leggermente ridotta. Inutile dire che gli apparecchi soddisfano anche gli standard di gestione di rete attuali e che dispon-
gono dei certificati di unità prescritti.

Tecnologia per la produzione di corrente lontano dalla rete

I sistemi ibridi con collegamento CA sono già oggi più convenienti rispetto alla produzione di corrente basata solo sul
diesel. Da un lato, traggono vantaggio, dai componenti e dalle utenze a corrente alternata disponibili in tutto il mondo a
prezzi convenienti e, dall’altro, dai costi della produzione di corrente da fonti rinnovabili in continua diminuzione. A ciò
si aggiunge il risparmio a lungo termine dovuto all’uso prevalente di energie rinnovabili. L’impiego di sistemi ibridi riduce
notevolmente non solo i costi del combustibile necessario per il generatore diesel, ma anche le spese derivanti dalla sua
manutenzione. Ulteriori vantaggi di costi si hanno dalla struttura modulare degli impianti realizzati con la tecnologia
Multicluster SMA: i sistemi da 5 a 300 kW sono flessibili dal punto di vista della progettazione, ampliabili in qualunque
momento e facilmente riparabili da tecnici in loco. Anche il trasporto dei componenti relativamente piccoli verso i luoghi di
installazione spesso lontani risulta di gran lunga più semplice. Complessivamente, i sistemi ibridi di SMA risultano quindi
non solo più ecologici e pratici rispetto alle soluzioni convenzionali, ma si caratterizzano anche per un TCO generalmente
inferiore.

21
Massimizzazione
del rendimento
con l’hightech SMA

È soprattutto nei dettagli tecnici che gli in- la corrente continua nel collegamento a
verter SMA traggono vantaggio dal know– ponte dell’inverter. Ciò può tuttavia determi-
how dei nostri ricercatori e della loro espe- nare un'oscillazione dell’energia accumula-
rienza pluridecennale. Allo stesso modo, ta temporaneamente che ha per conse-
varie tecnologie innovative di SMA aumen- guenza una perdita considerevole. Una
tano, direttamente o indirettamente, il rendi- speciale sincronizzazione del ponte inver-
mento dell’impianto. ter, nonché l’integrazione di un quinto con-
tatto a semiconduttore, impediscono questa
Topologia H5 – collegamento per in- oscillazione e riducono le perdite di conver-
verter brevettato per un elevato gra- sione a meno del 2 %. gli inverter costruiti
do di rendimento con questa tecnologia stabiliscono un nuo-
vo record con gradi di rendimento oltre il
Un inverter moderno consuma attualmente 98 %.
tra il 3 e il 6 % dell'energia ottenuta dai
moduli solari per la trasformazione di cor- OptiCool – gestione intelligente della
rente continua in corrente alternata; ciò temperatura
corrisponde ad un grado di rendimento
compreso tra il 94 e il 97 %. La topologia Il trend è chiaro: gli impianti e gli inverter
H5 brevettata SMA, un collegamento ulte- diventano sempre più potenti. Una disper-
riormente sviluppato del ponte dell’inverter, sione efficace del calore fuori dell’alloggia-
ottimizza l’apporto di corrente all’interno mento è quindi di importanza sempre mag-
dell’inverter e riduce, in questo modo, le giore. Dato che la temperatura in aumento
perdite dovute alla trasformazione. Di ba- a livello dell’alloggiamento diminuisce la
se, la corrente di rete sinusoidale viene ge- capacità di rendimento e la durata di vita
nerata tramite modulazione ad alta fre- degli elementi costruttivi elettronici. Grazie
quenza e accumulazione temporanea del- al sistema refrigerante brevettato a camera

22
doppia OptiCool, gli inverter SMA offrono
Funzionamento di OptiCool nel Sunny Boy 3800
una combinazione ideale di raffreddamen-
to passivo e attivo, che, a ragione, può es-
sere definito “gestione intelligente della
temperatura”. L'intero alloggiamento
dell’inverter diventa così parte del sistema
refrigerante. Quest’ultimo è diviso in due
camere separate. La parte anteriore è par-
ticolarmente impermeabilizzata ed offre
alla parte elettronica una protezione sicura
contro eventuali penetrazioni d’acqua, pol-
vere e sporco. Nella parte posteriore
dell’alloggiamento si trovano invece tutti i
componenti che, per ragioni costruttive, svi-
luppano, a seconda della loro funzione, più loggiamento mediante un tunnel di deflus- sposta a situazioni di sovraccarico.
calore, come bobine e trasformatori. Una so. In generale OptiCool fa in modo che le
ventola, chesi regola in funzione della tem- temperature degli elementi costitutivi si
peratura, scarica all’esterno in modo effica- mantengano basse e con ciò garantisce
ce il calore disperso in quest’area dell’al- un’affidabilità elevata con un’eccellente ri-

OptiTrac – OptiTrac Global Peak – Il rendimento massimo globale, rispetto


inseguimento MPP di massima effi- buon rendimento nonostante agli altri massimi locali presenta un grado
cienza un’ombreggiatura parziale di rendimento decisamente maggiore. Pro-
prio in questo frangente entra in gioco
L’inseguitore MPP dell’inverter assicura che Per trovare sempre il punto di lavoro otti- l’OptiTrac Global Peak, recentemente svi-
i moduli solari funzionino sempre alla mas- male anche in impianti FV parzialmente luppato. Grazie all’identificazione sicura
sima potenza (MPP). Poiché l’MPP dipen- ombreggiati si è provveduto ad integrare del rendimento massimo globale, l’energia
de dalla temperatura e dall’intensità dell’ir- la funzione aggiuntiva “Global Peak” nel a disposizione da una stringa parzialmen-
raggiamento, deve essere continuamente già efficiente sistema di inseguimento MPP. te ombreggiata può essere utilizzata prati-
ricalcolato. E’ dunque fondamentale che In questo modo l’inverter può utilizzare in camente in tutta la sua completezza. Gli
ciò avvenga nel modo più veloce e sicuro modo completo l’offerta energetica dei mo- inverter SMA Sunny Boy 3000TL, 4000TL
possibile . Le condizioni di irraggiamento duli solari in qualsiasi condizione. La causa e 5000TL sono equipaggiati di serie con
possono infatti variare rapidamente e spes- risiede nel fatto che, se singoli moduli di OptiTrac Global Peak dalla metà del
so, come in caso di sole con nuvole di pas- una stringa vengono ombreggiati, su una 2010. I dispositivi più vecchi di questo tipo
saggio nel giro di pochi secondi. OptiTrac curva di potenza della stringa si generano possono essere aggiornati tramite softwa-
è la soluzione SMA in grado di risolvere eventualmente più valori massimi. Di rego- re. Questa funzione è in via di sviluppo
questo problema: in base ad approfonditi la esiste effettivamente un solo punto di la- anche per il Sunny Tripower e Sunny
test eseguiti presso il centro ricerche SMA, voro con un effettivo rendimento massimo. Boy HF.
l’inseguitore MPP è stato perfezionato au-
mentandone ulteriormente l’efficienza indi-
pendentemente dall’utilizzo di moduli cri-
stallini o a film sottile. Numerosi test e col-
laudi sul campo confermano che OptiTrac
aumenta il rendimento energetico di un im-
pianto FV fino all'1,5 % su una media an-
nuale: un guadagno diretto per il gestore
dell’impianto.

23
Sicurezza
I sistemi di sicurezza SMA per installazione
e manutenzione

La sicurezza innanzitutto. Questo vale so- abilitazione automatico alla rete Grid Guard
prattutto per il settore energetico. Una serie SMA impedisce l’immissione non volontaria
di prescrizioni e norme è pensata per pro- per una rete di alimentazione spenta nonché
teggere gli operatori, il personale di manu- in caso di superamento per eccesso e per di-
tenzione e l’utente comune dalle scariche fetto dei valori prescritti per la tensione e la fre-
elettriche. Anche in questo campo SMA ha quenza. In questo modo offre al personale di
stabilito nuovi standard, dotando tutti i pro- manutenzione e alle utenze protezione mas-
dotti di dispositivi di sicurezza esemplari. sima da tensioni e frequenze non ammesse.

SMA Grid Guard – l’interfaccia di Standard di sicurezza riconosciuto


rete per l’impiego in tutto il mondo
SMA è uno dei primi produttori a tener
La maggior parte degli impianti FV immetto- conto delle esigenze dei gestori delle reti
no l’energia solare tramite inverter diretta- di alimentazione nella gamma di funzioni
mente nella rete pubblica. La responsabilità dei propri inverter solari. Un disgiuntore
di questa rete è a carico del gestore com- di rete automatico e senza manutenzione
petente a livello regionale, il quale assicura era compreso già nel 1995 nella dotazio-
che vengano rispettati i valori massimi pre- ne di serie del primo inverter Sunny Boy.
scritti per tensione e frequenza, che la rete SMA Grid Guard sviluppato successiva-
elettrica venga utilizzata in modo efficiente mente, rappresenta oggi uno standard di
e che in caso di guasti la riparazione possa sicurezza riconosciuto. Con questa forma
avvenire senza problemi. Naturalmente ciò attiva di monitoraggio della rete, la qua-
è possibile solo se tutti gli apparecchi che lità della rete collegata viene costante-
immettono energia nella rete rispettano de- mente monitorata controllando la tensione,
terminate regole e possono essere scollegati la frequenza e l’impedenza. Per fare ciò deve
dalla rete in modo mirato. Il dispositivo di essere garantita la sicurezza contro gli errori

24
singoli in modo tale che si possa rinunciare Il monitoraggio della rete aumenta la
al regolare controllo delle funzioni da parte disponibilità Varianti specifiche per
del gestore della rete. Essendo un disgiuntore i diversi paesi
automatico del tipo più moderno, SMA Grid Il controllo continuo dei parametri della rete
Guard può tuttavia essere impiegato senza garantisce un'elevata disponibilità dell’in- I dispositivi descritti fino ad ora rispon-
problemi in ogni parte del mondo. verter. Inoltre, grazie a un procedimento di dono alla filosofia di sicurezza degli
auto-apprendimento il software può adat- inverter SMA riconosciuta nella mag-
tarsi a condizioni di rete difficili. In questo gior parte dei paesi. SMA offre inoltre
modo, è in grado di distinguere eventi ricor- anche prodotti che sono perfettamente
renti da errori, evitando così scollegamenti adeguati alle richieste di determinati
inutili dalla rete. paesi. In questi inverter sono certamen-
te presenti tutti i dispositivi di sicurezza
anche se non sempre esattamente come
descritto in precedenza. Ad esempio gli
inverter certificati UL sono dotati di un
meccanismo speciale di controllo della
rete, di un disgiuntore CC meccanico e
di un dispositivo di controllo automatico
della dispersione a terra (GFDI) che ri-
spondono a tutte le normative UL attual-
mente in vigore.

Electronic Solar Switch – il primo se-


zionatore di carico CC , integrato nel
dispositivo, per inverter FV

I lavori che vengono effettuati su un im-


pianto elettrico richiedono per principio
che esso venga staccato dalla sorgente di
energia. Un sezionatore di carico CC, cioè
un sezionatore che funziona anche sotto
carico fra generatore solare e inverter, è
quindi obbligatorio nella maggior parte dei
paesi. L’obiettivo dei ricercatori SMA era
quello di costruire un disgiuntore che non
complicasse l’installazione, facile e sicuro
da maneggiare e che non avesse alcun ef-
fetto sul grado di efficienza dell’impianto
FV. Il risultato è: l’Electronic Solar Switch corrente, mentre la tensione del generatore ogni intervento sull’impianto fotovoltaico
(ESS), già brevettato. Esso è costituito da solare continua applicata. andando ben oltre i requisiti normativi.
una barra che ricopre completamente tutti
i collegamenti a spine del generatore e, in L’ESS funziona senza alcuna perdita du-
questo modo, ne impedisce il distacco sotto rante la normale immissione in rete e quindi
carico. Per staccare il generatore dall’inver- senza effetti sul grado di rendimento dell’in-
ter è necessario innanzitutto estrarre com- verter. L’ESS è anche l’unico sezionatore
pletamente l’impugnatura. Il collegamento CC a garantire l’utilizzo dei collaudati con-
elettronico viene attivato in modo tale da nettori a spina FV e quindi l’elevato stan-
impedire in modo sicuro la generazione dard di protezione contro le scariche elet-
di un arco ed offre quindi la protezione triche per un cablaggio del generatore con-
massima anche nel caso di distacco non forme alla classe di protezione II. Questo
appropriato dei cavi CC. Nei collegamenti circuito progettato e brevettato da SMA
a spine CC scoperti non scorre quindi più aumenta in tal modo la sicurezza durante

25
Tecnologia
Multicluster SMA
La soluzione per la propria rete elettrica

I sistemi ad isola a corrente alternata offro- Questo studio illustra i fondamenti tecnici
no la possibilità di realizzare un approvvi- dell'approvvigionamento di corrente ad iso-
gionamento energetico stabile e potente in la e mostra la struttura e il funzionamento, ad
modo del tutto indipendente dalla rete di esempio, di un sistema ibrido di grandi di-
interconnessione. Questo tipo di rete elettri- mensioni con circa 270 kW di potenza pro-
ca ad isola fornisce non solo una corrente duttiva installata.
di un’elevata qualità, come quella delle
grandi reti di interconnessione, ma, grazie
alla struttura modulare, risulta anche estre-
mamente semplice da installare e può esse-
re ampliata quasi in modo illimitato. L’inte-
grazione delle fonti energetiche rinnovabili,
che eliminano i costi del combustibile e che
per giunta diventano sempre più economi-
che, fa sì che questi sistemi siano già oggi
più convenienti del tradizionale approvvi-
gionamento con generatori diesel.

26
1. Perché la corrente alternata? avvenire praticamente in qualunque punto
di collegamento lo si desideri: una condi-
L’approvvigionamento modulare di corrente zione ottimale per un eventuale futuro am-
ad isola fino a 300 kW si basa sulla cosid- pliamento dell’impianto.
detta connessione CA. Rispetto alla connes-
sione CC, tutte le fonti energetiche e le uten- 2. Sunny Island: gestore di rete e
ze sono collegate da una rete a corrente della batteria
alternata. Ciò apporta una serie di vantaggi:
dal lato delle utenze, si possono utilizzare i Il componente centrale della rete di corren-
normali apparecchi per corrente alternata, te ad isola è l’inverter con batteria Sunny
più convenienti, mentre dal lato dei genera- Island. Come elemento costitutivo e gestore
tori si possono integrare il numero desidera- della rete stessa, l’inverter è responsabile
to di fonti energetiche rinnovabili o tradizio- della stabilità della rete CA e mantiene co-
nali. Le reti a corrente alternata si possono stanti la tensione e la frequenza entro i va-
potenziare senza disporre di conoscenze lori limite ammessi. L’energia prodotta in
specialistiche e utilizzando componenti eccesso viene accumulata nella batteria,
standard disponibili ovunque. Quest’ultimi mentre nel caso contrario Sunny Island ali-
risultano più economici rispetto ai compo- menta la rete tramite la corrente della bat-
nenti per reti a corrente continua, perché, teria. Si tratta perciò di un inverter a batteria
sebbene lavorino a tensioni più elevate, de- bidirezionale, spesso chiamato anche ap-
vono sopportare intensità di corrente di parecchio combinato inverter-caricabatte-
molto inferiori. La progettazione è inoltre ria. Tali apparecchi risultano particolarmen-
notevolmente più flessibile in quanto è pos- te economici poiché entrambe le funzioni
sibile collegare senza difficoltà generatori, sono garantite dallo stesso semiconduttore
accumulatori e utenze posti a distanze fisi- di potenza. Oltre alla gestione della rete,
che molto maggiori. A ciò si aggiunge il Sunny Island è dotato anche di un avanza-
fatto che nelle reti a corrente alternata il to sistema di gestione della batteria con
collegamento fra generatori e utenze può funzioni di monitoraggio. In questo modo,

In caso di livello di carica inferiore al 90 %, la potenza in eccesso può essere accumulata in ogni momento
nella batteria. Se la batteria è completamente carica e vi sono eccedenze di potenza, Sunny Island aumen-
ta la frequenza CA. Di conseguenza, i generatori riducono la propria potenza in continuo.

27
è in grado di conoscere in ogni momento il Gestione della produzione tramite problemi i picchi di carico. Sunny Island 5048
livello esatto di carica e, come gestore del comando a distanza è in grado di fornire 6,5 kW per 30 minuti,
sistema, interviene anche in numerose altre 8,4 kW per 1 minuto e ben 12 kW per 3 secon-
situazioni. Se le batterie sono scariche e In caso di batterie completamente cariche di: circa 2,5 volte la sua potenza nominale.
allo stesso tempo la potenza prodotta è e scarso fabbisogno di corrente, Sunny
scarsa, è in grado di attivare una fonte di Island riduce la produzione di corrente di
energia di back-up sempre disponibile (ad tutti i generatori da fonti di energia rinnova-
esempio un generatore diesel) oppure di- bile (impianti solari, idroelettrici o eolici).
sinserire determinati carichi sulle utenze. L’unica condizione è che si tratti di inverter
Inoltre determina la strategia migliore per la SMA e che sia attivata la modalità ad isola.
ricarica della batteria, aumentandone la In questo caso, gli apparecchi non si scolle-
durata utile. L’apparecchio compatto of- gano più dalla rete se la frequenza aumen-
fre anche delle funzioni speciali studiate ta, ma riducono la potenza in continuo.
in base alle particolari esigenze delle re- Poichè è il Sunny Island il gestore di rete
ti di corrente ad isola. che stabilisce quindi la frequenza della rete
ad isola, riesce a limitare la potenza di tutti
Compensazione automatica della i generatori e a mantenere sempre l’equili-
potenza reattiva brio energetico della rete, senza bisogno di
ulteriori cavi di comunicazione.
Grazie al possibile spostamento di fase
compreso fra –90 ° e +90 ° (fattore di sfa- Elevata resistenza ai sovraccarichi
samento cos(φ) da 0 a 1 induttivo / capa-
citivo), Sunny Island può mettere a disposi- Durante l’inserimento di determinati carichi
zione, all’occorrenza, tutta la propria delle utenze, si verifica spesso un passag-
potenza nominale sotto forma di potenza gio di elevate correnti di avviamento che
reattiva. In questo modo, è in grado di com- può far aumentare notevolmente la corren-
pensare gli spostamenti di fase nella rete te di esercizio effettiva. A ciò si aggiunge il
ad isola causati da carichi induttivi o capa- fatto che alcune utenze necessitano di mol-
citivi (ad esempio motori, trasformatori o ta energia solo per brevi istanti, creando
tratte cavi). così brevi picchi nel profilo di carico. Pertan-
to, per il dimensionamento dei sistemi ad
isola è fondamentale che la resistenza ai
sovraccarichi degli inverter con batteria sia
elevata, in modo da riuscire a captare senza

28
3. Tre fasi, zero problemi Una volta cablato e configurato, il siste-
ma opera come rete ad isola trifase sen-
La struttura trifase è efficace per la trasmis- za alcuna difficoltà, così come la variante
sione delle potenze più elevate nelle reti a monofase. Anche l’eventuale carico asim-
corrente alternata, nonchè per le grandi reti metrico della rete determinato da utenze
di interconnessione e per le reti ad isola. Il monofase viene compensato automatica-
vantaggio è dato dal fatto che la sovrap- mente dall’inverter, che preleva maggiore
posizione delle singole potenze sfasate potenza dalla batteria a favore della fase
mette a disposizione delle utenze trifase con carico superiore. È possibile anche un
una potenza pressoché continua e anche i funzionamento completamente asimmetri-
generatori dei gruppi diesel o degli impianti co, ad esempio con l’immissione di energia
eolici cedono potenza di tipo prevalente- solare nella rete ad isola sulla Fase 1 e
mente trifase. Tuttavia, è possibile comun- l’utenza sulla Fase 3. Siccome in questo
que realizzare sistemi monofase fino ad caso l'energia deve attraversare anche due
una potenza dell’inverter con batteria pari inverter ad isola Sunny Island, per motivi di
a 20 kW (tramite collegamento in parallelo efficienza risulta comunque utile suddivide-
di quattro Sunny Island 5048 su un’unica re simmetricamente i carichi e i generatori.
fase). Tuttavia, per le potenze maggiori si
utilizzano generalmente reti ad isola trifase.
A tale scopo, tre inverter Sunny Island
vengono riuniti in un cluster trifase. Un ap-
parecchio, che funge da master, detta la
frequenza, mentre i due slave si adeguano
a questo valore e lavorano con uno sposta-
mento di fase di esattamente 120 o 240 °.
La sincronizzazione avviene mediante uno
speciale collegamento di comunicazione
realizzato fra gli apparecchi. Un ulteriore
vantaggio è rappresentato dalla possibilità
di eseguire la configurazione dell’intero clu-
ster tramite il solo inverter principale.

Carico asimmetrico della rete trifase? Nessun problema!

29
Multicluster Box 6 per max. 2 cluster MC-Box 12 per 3 ...

4. Tecnologia Multicluster – piccolo Siccome la struttura di base è identica così


dispendio per grandi sistemi come gli apparecchi utilizzati, gli addetti
all’assistenza tecnica, una volta completata
Il particolare vantaggio della tecnologia di la formazione, sono in grado di configurare,
sistema Off-Grid di SMA è rappresentato mettere in funzione ed eseguire la manuten-
dalla loro modularità: gli impianti di qual- zione di impianti di qualsiasi taglia.
siasi classe di potenza sono costituiti da Il cuore dei sistemi modulari è, oltre all’inver-
componenti relativamente piccoli e facili da ter con batteria Sunny Island, il Multicluster
maneggiare, in modo da rendere il traspor- Box: questo assicura il collegamento sempli-
to e il montaggio semplici anche nei luoghi ce di tutti i componenti ad una rete a corren-
più lontani. Grazie alla suddivisione della te alternata basata su accumulatore in cui
potenza degli inverter in cluster, ossia grup- sono presenti vari generatori di corrente. Il
pi formati a loro volta da tre apparecchi, il Multicluster Box è disponibile in tre classi di
progettista può contare su un’elevata fles- potenza, precablato e completo di tutti gli
sibilità in termini di potenza di sistema: col- organi di contatto e dei dispositivi di monito-
legando in parallelo più cluster si può otte- raggio. Con esso si possono realizzare siste-
nere pressoché ogni livello di potenza desi- mi ad isola di potenza compresa fra i 5 e i
derato ed è inoltre possibile ampliare il 300 kW.
sistema ad isola in modo semplice in un
secondo momento.

30
... o 4 cluster MC-Box 36 per 5, 6, 7, 8 ... ... 9, 10, 11 o 12 cluster

Potenza su misura: relè del generatore coincidono, il collega-


Il Multicluster Box mento viene realizzato.
In caso di guasto o di disinserimento dei
L’elemento centrale della tecnologia Multi- cluster Sunny Island, il relè del generatore
cluster è il Multicluster Box disponibile in tre si chiude automaticamente per far sì che il
classi di potenza. Essendo un quadro di generatore sia direttamente collegato alle
distribuzione CA preconfigurato, consente utenze collegate. In caso di guasto del ge-
di collegare in modo semplice tutti i compo- neratore, il sistema si scollega all’instante e
nenti CA della rete di corrente a isola: la assicura l’alimentazione grazie alla corren-
batteria, il generatore, gli impianti di produ- te della batteria e ai generatori da energia
zione da energia rinnovabile (ad esempio rinnovabile presenti. In questo modo, si ga-
da energia fotovoltaica, eolica o idroelettri- rantisce un funzionamento sicuro anche in
ca), le utenze e cluster (da due a dodici) caso di guasto ad un componente.
formati da tre inverter Sunny Island. I diver- In caso di guasto prolungato al generatore
si Multicluster-Box si differenziano solo per e qualora le fonti rinnovabili non dovessero
il numero dei cluster da collegare e per il produrre energia sufficiente per l’alimenta-
maggiore dimensionamento dei componen- zione completa delle utenze, si utilizza
ti sotto tensione. La struttura è realizzata in l’energia accumulata nella batteria. Al rag-
modo chiaro: ci sono gli attacchi per cia- giungimento di una soglia di scaricamento
scun inverter Sunny Island e gli attacchi inferiore, il relè si apre dal lato utenze e
principali per il generatore, l’impianto di disinserisce la linea per evitare lo scarica-
produzione da energia rinnovabile e le mento completo delle batterie e il disinseri-
utenze. Per l’impianto di produzione da mento del gruppo cluster. Il sistema rimane
energia rinnovabile e le utenze sono gene- invece attivo e utilizza l’energia solare, eo-
ralmente necessari sottoquadri di distribu- lica o idroelettrica presente per ricaricare la
zione da progettare singolarmente. batteria. Una volta raggiunto un livello di
carica sufficiente, le utenze vengono ricolle-
Maggiore sicurezza: protezione per il gate automaticamente. In sintesi: anche in
generatore e da distacco di carico presenza di guasti più gravi, viene garanti-
ta la massima sicurezza di alimentazione e
Sia per il collegamento utenze che per il di protezione della batteria. La gestione del
collegamento generatore è già integrato carico, utilizzata per evitare carichi di punta
nel quadro di distribuzione un relè di poten- non necessari, si effettua invece tramite il
za. Il relè del generatore serve per l’inser- relè multifunzione degli inverter Sunny
zione dei generatori che formano la rete, Island: ogni apparecchio del cluster princi-
utilizzati ad esempio nei gruppi diesel più pale ha a disposizione due relè a cui si può
potenti o nelle centrali elettriche di cogene- assegnare una delle 17 funzioni possibili
razione. Differentemente dai generatori direttamente dal menù dell’apparecchio.
che lavorano in parallelo alla rete, questi Oltre all’avvio del generatore con livello di
non si possono sincronizzare con una rete carica della batteria basso, è inoltre possi-
già esistente e quindi è il generatore a de- bile collegare singole utenze tramite un relè
terminare i parametri di rete. Il gruppo di da installare separatamente.
cluster degli inverter Sunny Island risulta
particolarmente adatto: non appena la ten-
sione e la frequenza a monte e a valle del

31
Gerarchia lineare: Misurazione e comando:
inverter nel gruppo cluster collegamenti di comunicazione

Con un massimo di 36 inverter Sunny Island Oltre ai relè, il Multicluster Box contiene
collegati alla rete ad isola, è indispensabile anche due interfacce di comunicazione per
disporre di una struttura di ordinamento in il collegamento al cluster principale. Da un
grado di garantire il comando efficace del- lato, vengono trasmessi intensità di corren-
la rete ad isola. Come già menzionato, te, tensione e frequenza del collegamento
ognuno dei dodici cluster è composto da tre generatore ai tre inverter del cluster princi-
inverter: un master e due slave. Ad ogni pale. I dati sono necessari, fra l’altro, per la
cluster con funzionamento trifase è asse- sincronizzazione dei cluster con il genera-
gnata una propria batteria parziale da es- tore. Per comandare i relè, il Multicluster
so controllata e monitorata. Inoltre, ad uno Box è inoltre collegato al bus di comunica-
dei cluster viene attribuito il ruolo di cluster zione interno del cluster principale. Infine,
principale. tutti gli inverter master del sistema sono col-
Il rispettivo apparecchio master principale legati fra di loro. Tramite questo bus multi-
comanda l’intero sistema e comunica a tale cluster vengono scambiate informazioni
scopo anche con il Multicluster Box. Il clu- sulla potenza del rispettivo cluster, sullo sta-
ster principale viene supportato da undici to di carica della batteria e sulla frequenza
extension cluster, a loro volta composti da nominale.
un extension principale e due extension sla-
ve. Nel complesso, si distinguono quattro
livelli gerarchici (fra parentesi il numero di
apparecchi): master principale (1), slave
principale (2), extension principale
(1 – 11) ed extension slave (2 – 22).

Struttura del sistema modulare Multicluster con i collegamenti necessari alla comunicazione

32
Adattabile durante il funzionamento ai vari cluster Sunny Island. Il sistema intel-
ligente di gestione delle batterie del grup-
La concezione modulare dei sistemi ad iso- po cluster assicura infine che entro un breve
la determina un’enorme flessibilità, che ap- intervallo tutte le batterie parziali abbiano
porta benefici non solo a livello di progetta- lo stesso livello di carica.
zione, ma anche in caso di espansione o di
manutenzione. In questo modo, ogni siste- Manutenzione semplice tramite
ma di piccole dimensioni può essere am- tecnici dell’assistenza presenti in loco
pliato e potenziato gradualmente. In ogni
momento è possibile collegare cluster ag- La manutenzione regolare da effettuare su-
giuntivi al Multicluster Box e anche la pro- gli inverter Sunny Island si limita alla pulizia
duzione energetica da fonti rinnovabili può delle griglie di aerazione. La manutenzione
essere aumentata senza difficoltà in funzio- delle singole unità batterie va effettuata una
ne del fabbisogno. Gli unici limiti sono dati volta l’anno e può essere eseguita anche
dal numero di attacchi Sunny Island del senza disporre di conoscenze specialisti-
Multicluster Box e dalla capacità di corren- che e anche durante il funzionamento gra-
te dei dispositivi di collegamento (vedere zie alla bassa tensione di sicurezza utilizza-
dati tecnici dei Multicluster Box). ta sul lato CC. In caso di guasto di un inver-
Tuttavia, anche la disponibilità dell’intero ter Sunny Island, ogni tecnico dell’assistenza,
sistema aumenta grazie alla modularità dei opportunamente formato da SMA, è in gra-
dispositivi di serie compatti: ad eccezione do di sostituire l’apparecchio. Anche nel
del cluster principale, la manutenzione o la caso remoto in cui il guasto interessi il Mul-
sostituzione dei singoli inverter Sunny Island ticluster Box, l’intervento è semplicissimo:
è possibile anche in corso di funzionamen- infatti, non serve sostituire l’intero armadio,
to. Solo la potenza totale del sistema risulta ma è sufficiente che il tecnico locale sostitu-
temporaneamente inferiore. Lo stesso vale isca il componente.
per le singole batterie parziali, assegnate

33
5. Soluzione ad isola – moderno Elemento centrale della rete elettrica ad Funzionamento
sistema di alimentazione elettrica isola è il gruppo di quattro cluster Sunny
sull’isola di Eigg Island, collegato ai diversi generatori trami- Durante il funzionamento, il master princi-
te un Multicluster Box 12: tre turbine idriche pale degli inverter Sunny Island comanda
Un esempio di sistema di alimentazione da circa 110 kW, quattro piccoli impianti l’intera rete e assicura costantemente un
elettrica potente e indipendente dalla rete eolici da 24 kW e un impianto ad energia perfetto bilancio energetico: quando la
si trova sull’isola di Eigg. L’isola fa parte solare con potenza di picco di 32 kW pro- potenza prodotta dalle fonti rinnovabili su-
dell’arcipelago scozzese delle Ebridi, ha ducono elettricità verde. In questo modo pera il fabbisogno corrente (compreso fra
un’estensione di circa 30 km2 e conta circa agli inverter Sunny Island con potenza no- 15 e 60 kW), l’eccedenza viene immagaz-
90 abitanti. Finora l’isola non era collegata minale da 60 kW corrisponde una poten- zinata nella batteria. Quando la batteria
alla rete elettrica pubblica della terraferma, za prodotta da energie rinnovabili di circa è completamente carica, il master princi-
distante circa 16 chilometri, ed i costi erano 144 kW. Questo rapporto di potenza è ti- pale inizia ad aumentare leggermente la
perciò particolarmente elevati. Fino al 2008, pico dei sistemi ad isola, poiché le potenze frequenza di rete. In questo modo, attiva,
l’isola riceveva elettricità solo grazie a genera- massime dei singoli generatori raramente da un lato, gli apparecchi elettrici di riscal-
tori diesel. Questo sistema di approvvigiona- sono disponibili nello stesso momento. damento comandabili a distanza presenti
mento risultava però ancora molto dispendio- Due generatori diesel con potenza nomina- negli edifici pubblici. Dall’altro, i generatori
so e a ciò si aggiungevano gli scollegamenti le di 64 kW fungono da back-up nel caso a fonti rinnovabili riducono la loro potenza
notturni per i fastidi derivanti dal rumore e la in cui la potenza prodotta dalle energie in funzione della frequenza. Se la potenza
totale mancanza di alimentazione elettrica in rinnovabili non sia sufficiente. Solo uno dei prodotta dalle fonti rinnovabili non è suffi-
caso di lavori di manutenzione. gruppi però è in funzione, mentre in caso ciente, intervengono a supporto gli inverter
di lavori di manutenzione o guasti si pas- Sunny Island da 60 kW, che prelevano
La propria rete elettrica sa all’altro. Il banco batteria immagazzina l’energia dalla batteria.
212 kWh, assicurando da solo l’approv-
Dal 2008 gli abitanti dell’isola possono be- vigionamento dell’isola per circa 12 ore.
neficiare della comodità di una moderna Per evitare perdite di trasmissione dovute ai
rete elettrica trifase alimentata per circa il chilometri che separano le utenze e gli im-
95 % da energie rinnovabili. Il sistema ad pianti di produzione, la rete elettrica locale
isola ibrido integra tre fonti rinnovabili – funziona in parte ad un livello di tensione
energia idroelettrica, eolica e fotovoltaica – media a 11 kV. La produzione decentraliz-
ricorrendo ad un generatore diesel solo per zata scarica ulteriormente la rete di distribu-
far fronte a periodi di bassa produzione. zione, poiché una parte dell’energia viene
Sebbene ora gli abitanti possano usufruire consumata già a livello locale.
di energia elettrica di qualità paragonabile
a quella di rete 24 ore su 24, i costi si sono
ridotti di oltre il 60 %.

34
Solo quando il livello di carica scende al di tal senso è fornito anche dall’enorme capa- e deve sopportare minori cicli di avvio e
sotto del 60 %, il master principale avvia cità di sovraccarico degli apparecchi: per arresto brevi ed inutili. Poiché le brusche va-
il generatore diesel. In questo caso, la fre- tre secondi mettono a disposizione della re- riazioni di carico vengono intercettate dagli
quenza di rete viene prescritta dal genera- te una potenza batteria di almeno 144 kW. inverter Sunny Island, anche i generatori che
tore diesel, mentre i cluster Sunny Island si Come manager di rete, il cluster principale presentano una scarsa potenza rispetto ai
sincronizzano sui parametri di rete. A tale interviene anche assicurando, da una parte, carichi delle utenze possono funzionare in
riguardo, anch’essi contribuiscono a garanti- il funzionamento efficiente del generatore modo sicuro.
re un bilanciamento energetico continuo: at- diesel alla potenza nominale, e, dall’altra,
tivando o disattivando i carichi delle utenze il caricamento della batteria con la corrente
più grandi, il carico del generatore all'inizio di carica di volta in volta ottimale (a tale
non cambia, poiché gli inverter riescono ad riguardo, è determinante anche il livello cor-
equilibrare le oscillazioni di carico tramite rente di carica). Di conseguenza, il genera-
una repentina variazione della corrente di tore passa con minore frequenza al funzio-
carico o scarico. Un contributo importante in namento – inefficiente – con carico parziale

35
Referenze

36
37
Impianti fotovoltaici
L’inverter appropriato per ciascuna esigenza

Il futuro appartiene alle energie rinnovabili. Come base per sistemi solari ad isola, gli
Le energie rinnovabili rappresentano senza impianti fotovoltaici vengono installati sem-
dubbio il futuro, soprattutto se si tiene conto pre più spesso in molte parti del mondo per
del fatto che le fonti fossili dai quali si ricava garantire un approvvigionamento energeti-
energia come il petrolio o il carbone non sa- co in zone remote, non connesse alla rete.
ranno per sempre a disposizione e, soprat-
tutto, hanno un grosso impatto sull’ambiente
e sul clima. L’utilizzo, invece, di impianti fo-
tovoltaici è, soprattutto per il ridotto grado
di usura, per la scalabilità e la generazione
distribuita, una delle misure più efficaci per
un’alimentazione energetica affidabile e
sostenibile. Non da ultimo perché l’energia
solare supera di migliaia di volte il nostro
consumo a livello mondiale.

Nelle pagine seguenti illustriamo alcuni


esempi che dimostrano come l’integrazione
di impianti fotovoltaici nei nostri paesaggi
abbiano un impatto visivo estremamente
positivo nelle città e in campagna. Questi
impianti non disturbano e spesso aggiun-
gono addirittura un valore estetico a molti
edifici o superfici.

38
In alto: In basso a sinistra: In basso a destra:
Centro di servizi Tiber Targhe Pirig Solarenergie
della città di Eschborn Italia, 277,5 kWp Germania, 50 kWp
Germania, 104 kWp SMC 5000A, SMC 8000TL SB 1100, SB 2500, SMC 4600A,
SB 3000TL, SB 4000TL, SB 5000TL SMC 5000A, SMC 9000TL, SBU XL

39
In alto: In basso a sinistra: In basso a destra:
Parco solare di Almeria Montalto di Castro Il più lungo impianto FV del
Spagna, 15 MWp Italia, 85 MWp mondo Germania, 2649 kWp
SC 500MV, SC 1000MV SC 630HE SC 250HE, SC 350HE, SC 500HE,
SC 1000MW

40
In alto a sinistra: In alto a destra: In basso:
Rifugio sulle alpi SMA Solar Academy Mykonos
Italia, 1,5 kWp Germania, 151 kWp Grecia, 15 kWp
SI 4500, SB 1700 SI 5048, SB 3000TL, SB 5000TL, SI 5048, SB 3000TL
SMC 7000, STP 15000TL

41
42
The Future of
Solar Technology
Nuove tecnologie che rendono sempre più economico l’impiego del fotovoltaico in tutto il mondo. Un ritmo velocissimo d’innova-
zione. Una gamma di prodotti unica per estensione. Da oltre 30 anni la SMA Solar Technology AG è una delle società di maggior
successo nel settore della tecnologia fotovoltaica. Un team di oltre 600 ingegneri sviluppa inverter all’avanguardia e sistemi di
monitoraggio per impianti fotovoltaici.

L’inverter giusto per ogni esigenza

Ogni impianto FV necessita di un dimensionamento personalizzato ed è per questo che SMA propone un'ampia gamma di prodotti.
Siamo gli unici produttori al mondo ad offrire inverter adatti per ogni esigenza, sia in termini di connessione alla rete, funzionamento
ad isola o di backup. Dal kilowatt ai megawatt e per tutti i tipi di moduli, di tecnologia a film sottile, cristallina o di concentrazione.

Inverter SMA: componenti attivi nella gestione della rete

In qualità di componente più importante di ogni impianto fotovoltaico, l’inverter trasforma la corrente continua prodotta dalle celle
fotovoltaiche in corrente alternata conforme alla rete. Come gestore di sistema intelligente, è inoltre responsabile anche del moni-
toraggio, del rendimento e della gestione della rete. Gli inverter SMA si distinguono per un grado di rendimento particolarmente
elevato: il Sunny Tripower offre un grado di rendimento superiore al 98 %, consentendo così una maggiore produzione di corrente.

Vicini al cliente, in tutto il mondo. Forti di un’esperienza internazionale

SMA è leader di mercato e tecnologico nel settore degli inverter FV ed è rappresentato in tutto il mondo da filiali e centri di assi-
stenza propri. La nostra strategia: essere vicini al cliente in tutti i mercati. I clienti di SMA beneficiano non solo dei nostri processi
internazionali, ma anche della nostra pluriennale esperienza in ambito di direttive nazionali specifiche e norme di omologazione
e di ammissione alla rete.

SMA in cifre

SMA Solar Technology AG, con sede principale a Niestetal presso Kassel in Germania, è attualmente presente in quattro continenti
con 17 filiali estere. Il gruppo impiega oltre 5.000 dipendenti (compresi i collaboratori temporanei) e negli ultimi anni ha ricevuto
numerosi riconoscimenti per le sue eccellenti prestazioni come datore di lavoro. Dal 27 giugno 2008 la società è quotata nel Prime
Standard della borsa di Francoforte (S92), dal 22 settembre 2008 le azioni dell'azienda sono registrate nel TecDAX. Nel 2010
il Gruppo ha realizzato un fatturato di 1.920,1 milioni di euro.

43
Glossario
Tutto sull’energia solare

Dumpload ESS (Electronic Solar Switch)


(ingl. “dump” = scaricare, “load” = carico) Sezionatore CC integrato nell'apparecchio
In questo caso indica un’utenza che si inse- per l’interruzione del flusso di corrente da
risce automaticamente in caso di energia generatore solare a inverter; il comando
in eccesso; è utilizzabile anche per com- avviene tramite una barra di manovra.
pensare forti variazioni di carico. Le sue I connettori CC sono raggiungibili solo
applicazioni sono quindi utili in caso di dopo la rimozione della barra e possono
utenze con effetto di accumulo (pompe di essere disconnessi senza il pericolo di for-
pozzi, unità di refrigerazione, boiler). Per la mazione di arco voltaico. Con la discon-
funzione tecnica vera e propria sono però nessione dei connettori, il disinserimento
sufficienti resistenze di carico con appositi del generatore, sempre sotto tensione, è ben
dissipatori di calore. visibile per tutti.

ENS Topologia H5
Parte di un “disgiuntore automatico per im- Il ponte degli inverter con topologia H5 di-
pianti di autoproduzione”. Dispositivo pre- spone di un quinto contatto a semicondut-
scritto che impedisce l’ulteriore immissione tore, che garantisce la massima efficienza
di energia solare se la rete di alimentazione della conversione di corrente e un grado di
pubblica è guasta. Nel caso di Sunny Boy rendimento del 98 %.
e di Sunny Mini Central questa funzione
viene svolta da SMA Grid Guard, che gra-
zie alla sua sicurezza contro i singoli errori
esonera da un controllo periodico.

44
HF due inseguitori MPP consente un dimensio- SMA Plug-in Grounding
Abbreviazione di “High Frequency” e sigla namento particolarmente preciso con liber- Kit di messa a terra per la nuova serie di
aggiuntiva della nuova serie Sunny Boy tà quasi assoluta nel numero di moduli e Sunny Boy HF. Il collegamento a terra
equipaggiata con trasformatore ad alta garantisce al contempo il massimo grado avviene in modo rapido e semplice, con
frequenza. Questi inverter offrono la sepa- di rendimento del sistema. semplice innesto, senza dover aprire l’invo-
razione galvanica combinata a dimensioni lucro. La polarità è stabilita dalla direzione
compatte e ad un grado di rendimento mol- Optiprotect in cui viene inserito il kit di messa a terra.
to alto per apparecchi di questa tipologia. Principio globale di sicurezza realizzato
per la prima volta nel Sunny Tripower: la Inverter di stringa
Low-Voltage Ride Through (LVRT) sicurezza elettronica di stringa, il riconosci- Nella tecnica a stringhe il generatore foto-
Funzione di gestione di rete connessa al mento del guasto di stringa e la protezione voltaico viene suddiviso in singole aree di
supporto dinamico di rete: quando si ve- da sovratensione integrata nell’involucro moduli e ad ognuna di queste “stringhe”
rificano interruzioni temporanee della ten- monitorano la sicurezza dell’impianto FV viene assegnato il proprio inverter modula-
sione di rete l’inverter non si disinserisce garantendone il rendimento ottimale. re. Con questa tecnica si riducono i costi del
come prescritto finora, bensì supporta la sistema, si facilita considerevolmente l’in-
rete erogando corrente reattiva. Al termine OptiTrac Global Peak stallazione e si aumentano sia il rendimento
dell’anomalia l’inverter riprende immedia- Ulteriore sviluppo del collaudato inseguitore che la disponibilità dell’impianto.
tamente l’immissione in rete. In Germania, MPP “OptiTrac” per il funzionamento con
la tecnologia LVRT è ad esempio richiesta impianti solari parzialmente in ombra. Que- SUNCLIX
a partire dal gennaio 2011 per gli impianti sto sistema consente all’inseguitore MPP di Sistema di connettori sviluppato in collabo-
connessi a reti in media tensione. posizionarsi nel punto reale di massima po- razione con Phoenix Contact e adottato su
tenza anche in caso siano presentii massimi tutti gli inverter SMA. I connettori di campo
Maximum Power Point (MPP) di potenza plurimi. possono essere montati nel giro di pochi
Punto della curva caratteristica (coppia secondi su quasi ogni tipo di cavo, senza
corrente / tensione) del generatore FV in Power Balancer attrezzi particolari, e vengono dati in dota-
corrispondenza del quale questo fornisce, Power Balancer è una funzione di serie de- zione gratuitamente con ogni inverter.
alle condizioni del momento, la massima gli inverter Sunny Mini Central, che impedi-
potenza possibile. La posizione dell’MPP sce, durante l’immissione trifase, il verificarsi Inverter centralizzati
cambia continuamente, ad es. in funzione di un carico asimmetrico indesiderato. A Gli inverter centralizzati sono adatti sopra-
di irraggiamento e temperatura. tale scopo vengono collegati sempre tre tutto per la realizzazione di impianti foto-
inverter a un’unità di immissione trifase tra- voltaici di struttura omogenea (moduli dello
Inseguitore MPP mite una linea di controllo. stesso tipo orientati e inclinati allo stesso
Dispositivo che regola la corrente e la ten- modo). Vengono impiegati per impianti a
sione del generatore FV in modo che il ge- Quick Module partire da 100 kW e sono pensati in gene-
neratore funzioni al suo “Maximum Power Modulo estraibile di configurazione e comu- re per l’installazione all’esterno.
Point”. nicazione di cui è equipaggiata la nuova
serie Sunny Boy HF. Contiene il selettore
Inverter multistringa per le impostazioni internazionali, il Ne-
Inverter che combina in larga misura i van- tID Bluetooth e il lettore per la scheda SD.
taggi di diversi inverter di stringa (regola- Inoltre il Quick Module RS485 opzionale
zione separata degli MPP delle singole dispone di un’interfaccia RS485 e di un relè
stringhe) con quelli di un inverter centraliz- multifunzione.
zato (bassi costi specifici).
SMA Grid Guard
OptiCool Il sistema di monitoraggio di rete Grid Guard
Tipo di involucro brevettato da SMA il cui tiene sotto controllo, tra l’altro, la tensione e
interno è diviso in due parti. La parte con i la frequenza della rete di interconnessione
componenti elettronici sensibili è ermetica collegata secondo parametri predefiniti, al
a sporco e acqua, mentre la seconda parte fine di escludere la formazione di una rete
contiene trasformatori, bobine e altri com- ad isola in caso di guasti alla rete (vede-
ponenti non sensibili e all’occorrenza può re anche “ENS”). Grid Guard consente il
essere raffreddata in modo attivo. funzionamento senza problemi e affidabile
degli inverter SMA con quasi tutte le reti di
Optiflex approvvigionamento elettrico del mondo.
Il nuovo concetto di dimensionamento,
estremamente flessibile, del Sunny Tripo-
wer: l’ingresso Multi-String asimmetrico con

45
» Innovazioni SMA

2011 2010 2010


Sunny Home Manager Sunny Central 800CP Sunny Boy 3000HF
Ottimizzazione intelligente Prestazioni elevate di serie Semplice e ad alto rendimento
dell’autoconsumo

La soluzione per l’analisi e l’ottimizzazio- Involucro compatto e resistente alle in- La nuova generazione di inverter con tra-
ne dell’autoconsumo di energia solare, temperie e gestione intelligente della po- sformatore ad alta frequenza: rendimenti
dotata di interfaccia con la piattaforma tenza: la nuova serie Sunny Central non elevati in questa categoria di potenza e
online Sunny Portal per il monitoraggio necessita di pesanti stazioni in cemento, installazione semplicissima grazie a
e la gestione di impianti solari assicurando così costi di sistema ridotti SMA Plug-in Grounding, SUNCLIX e
Quick Module

2008 2007 2006


Sunny Boy 5000TL Sistema Sunny Backup ESS
Perfetto. Semplice. Energia solare anche in caso di blackout Electronic Solar Switch
La nuova generazione Sunny Boy della rete

Tecnologia Bluetooth, display grafico, Ha ricevuto il premio per le innovazioni Il primo sezionatore di carico CC integra-
utilizzabile in tutto il mondo e installazio- 2007 come prodotto fotovoltaico più in- to nell’apparecchio per la separazione
ne semplicissima: la tecnologia di punta novativo sicura del generatore FV dall’inverter
incontra il comfort di utilizzo
2010 2009 2009
Sunny Tripower 17000TL Sunny Central 630 HE Sunny Island 2012
L’inverter trifase che semplifica Gestione di rete inclusa Compatto e potente con un eccezionale
la progettazione dell’impianto rendimento

Un condensato di tecnologia all’avan- Migliori prospettive per il futuro: maggiori Inverter AF bidirezionale, separazione
guardia: con Optiprotect, sistema di prestazioni a costi di sistema contenuti, galvanica, peso contenuto, massima
protezione multiplo, e Optiflex per una elevata flessibilità nel dimensionamento efficienza
configurazione flessibile dell'impianto dell’impianto e osservanza della “diretti-
va di media tensione”

2006 2005 2005


Sunny Mini Central 8000TL Sunny Boy 3300 Sunny Portal
Il campione mondiale di ammortamento Il vincitore Portale Internet per la presentazione
di dati dell’impianto

Topologia H5, grado di rendimento del Il Sunny Boy più potente con OptiCool, Monitoraggio su misura dell’impianto
98 %, prezzo specifico contenuto: tempi separazione galvanica ed elevato gra- e visualizzazione personalizzata in
di ammortamento imbattibili do di rendimento, con un involucro in al- www.SunnyPortal.com
luminio pressofuso
» Innovazioni SMA

2004 2003 2002


Sunny WebBox Sunny Beam Sunny Central
Data logger di nuova generazione Il più semplice monitoraggio Inverter centralizzato per la realizzazione
dell’impianto FV via radio di centrali fotovoltaiche di grandi dimensioni

Monitoraggio innovativo e comunica- Design adatto alle abitazioni, alimenta- Grazie al monitoraggio delle stringhe, al
zione via Internet con l’impianto FV zione elettrica tramite celle solari integrate Sunny Team e a un servizio di assistenza
(Sunny Portal) ottimale, Sunny Central è la soluzione
ideale nella categoria dei grandi impianti

2001 1995 1991


Sunny Island Sunny Boy 700 Inverter fotovoltaico
La soluzione di sistema per Primo inverter di stringa Il primo inverter FV concepito per
l'alimentazione elettrica ad isola la produzione in serie

Semplice connessione di tutti i compo- Riduzione dei costi grazie a cablaggio Display utente, comunicazione e visualiz-
nenti sul lato della corrente alternata, CC minimizzato, installazione più sempli- zazione con PC
facile installazione e ampliamento ce e grado di rendimento maggiore
dell’impianto
Note editoriali

Editore
SMA Solar Technology AG

Fotografie
Stefanie Aumiller
Andreas Berthel
Stephan Daub
Lucidmedia
Constantin Meyer
Joan Carles Milà

SMA, Sunny Boy, Sunny Central, Sunny Island,


Sunny Beam, Sunny Design, Sunny Explorer,
Sunny Family, Hydro Boy, Smart Load, Sunny,
Sunny Backup, Sunny Easy, Sunny PRO Club,
Sunny Team, Sunny Tripower, OptiTrac, Windy Boy,
Sunny Matrix, Sunny Portal, Sunny Tower,
Sunny WebBox, Multi-String, OptiCool, H5,
Grid Guard e Power Balancer sono marchi registrati
di SMA Solar Technology AG.Il marchio e il logo
Bluetooth sono marchi registrati di proprietà di
Bluetooth SIG, Inc. e ogni utilizzo da parte della
SMA Solar Technology AG è autorizzato con licenza.
SUNCLIX è un marchio registrato di PHOENIX
CONTACT GmbH & Co. KG.
Testo e figure corrispondono allo stato della tecnica
al momento della stampa. Con riserva di modifiche
tecniche. Non ci assumiamo alcuna responsabilità
per errori di stampa. Stampato su carta sbiancata
senza l’impiego di cloro.

Tutti i marchi sono validi, anche se non sono contras-


segnati separatamente. L’assenza di contrassegno
non significa che un prodotto o un marchio non siano
registrati. Si autorizza la ristampa, anche parziale,
solo previo consenso scritto dell’editore.

© Copyright 2011, SMA Solar Technology AG.


Tutti i diritti riservati.
4."4FSWJDF$FOUFS

SMA Solar Technology

www.SMA-Solar.com
SMA Solar Technology AG SMA France S.A.S.
www.SMA.de www.SMA-France.com
SMA America, LLC SMA Solar UK Ltd.
www.SMA-America.com www.SMA-UK.com
SMA Technology Australia PTY Ltd. SMA Hellas AE

SFK_COMP-KIT120711 Con riserva di modifiche tecniche. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per errori di stampa. Stampato su carta sbiancata senza l'impiego di cloro.
www.SMA-Australia.com.au www.SMA-Hellas.com
SMA Benelux SPRL SMA Ibérica Tecnología Solar, S.L.
www.SMA-Benelux.com www.SMA-Iberica.com
SMA Beijing Commercial Company Ltd. SMA Solar India Pvt. Ltd.
www.SMA-China.com www.SMA-India.com
SMA Canada, Inc. SMA Italia S.r.l.
www.SMA-Canada.ca www.SMA-Italia.com
SMA Czech Republic s. r. o. SMA Technology Korea Co., Ltd.
www.SMA-Czech.com www.SMA-Korea.com