Sei sulla pagina 1di 2

Laterza diBooK 61 X

Finestra

.._..I.2 La pittura vascolare dal XIII al V intrecciano a uomini e cavalli stilizzati, non hanno infatti precedenti nell'arte cretese e
micenea e sono la creazione originale di uno spirito artistico nuovo e pienamente evoluto.
secolo a.C. n A partire dal VII secolo a.C., durante l'età arcaica, i contatti sempre più frequenti con
Durante il Medioevo ellenico, la Grecia tornò a un'economia di sussistenza. la cultura l'Egitto, la Fenicia. la Siria e la Mesopotamia influenzarono fortemente lo sviluppo della
decadde e l'attività artistica si concentrò quasi esclusivamente sulla produzione di piccoli ceramografia greca. Fu soprattutto nella città greca di Corinto, già nota in tutto il
Mediterraneo per i suoi pregevoli prodotti artigianali, che iniziò a diffondersi un nuovo
oggetti, in particolare di ceramiche dipinte.
stile decorativo vascolare. La ceramica corinzia, infatti. nonostante sia ancora molto
n In un primo momento, fra il XIII e il IX schematica, lascia ampio spazio alla rappresentazione dell'uomo e degli animali, con una
secolo a.C., vasi, anfore e altri tipi di predilezione per i soggetti di carattere militare. cioè navi da guerra con soldati.
suppellettili furono decorati con motivi
unicamente geometrici [fig. 2.2] ed è per questo
n Fra i numerosi esempi ricordiamo, in
che la stagione artistica di questi secoli è
chiamata Periodo geometrico. Tra il IX e INDI particolare, la cosiddetta Olpe Chigi [fig. 2.4],
secolo a.C. la decorazione pittorica si estese all'intera realizzata a Corinto negli anni 640-630 a.C. ma
superficie dei vasi, che furono ricoperti da 2.2 Oinochòe a decorazione motivi ritrovata in una tomba scavata presso Veio, in
geometrica, 800 a.C. ca. Toscana. L'olpe era un vaso c h e r i c o r d a l e
fittissimi, in un gioco serrato e quasi Ceramica dipinta. Parigi,
Musée du Louvre. m o d e r n e b r o c c h e , d a l c o r p o leggermente
matematico di linee, scacchi e fregi, al quale si
espanso e il collo cilindrico, usato per attingere e
aggiungevano minute figure molto
versare liquidi. Per le sue numerose scene f i g u r a t e , 2.4 Olpe Chigi, 640-630 a.C.
stilizzate. Possiamo citare come esempio il Cratere Ceramica dipinta, altezza 26,2
l ' O l p e C h i gi è c on s i d e r a to un v e ro cm. Da Veio. Roma, Museo
limerai-10 del Dipylon [fig. 2.3], risalente al 750 a.C.
capolavoro dello stile vascolare corinzio. Il registro Nazionale di Villa Giulia.
n Il cratere era un grande vaso a forma di superiore ospita Schiere di opliti (fanti armati di
bicchiere. dalla bocca molto larga, usato durante i scudo
suono di eunlancia)
flauto pronti
[fig. alla
2.5].battaglia
La scenachehamarciano
anche unalimportante valore documentario,
banchetti per mescolare l'acqua con il vino. Era tuttavia perché è l'unica illustrazione giunta fino a noi di una falange oplitica. Osserviamo
utilizzato anche a scopi funerari, interrato nelle che lo schieramento a ranghi serrati dei soldati avanza portando lo scudo a sinistra,
tombe degli uomini assieme alle offerte. Il Cratere proteggendo così quella parte del proprio corpo e il compagno vicino. In questo caso
funerario del Dipylon proviene da una il pittore, per mostrare le insegne degli scudi, ha scelto di diradare i guerrieri solo
necropoli di Atene e si chiama così perché 2.3 Maestro del Dipylon, fu
Cratere funerario dei Dipylon, nella parte destra della scena, mentre a sinistra (dove gli scudi possono vedersi
scoperto presso la cosiddetta "Doppia Porta" 750 a.C. Ceramica dipinta, (dis, soltanto dall'interno) i fanti sono più fittamente sovrapposti: la ricerca di movimento
altezza 1,23 m. Atene, Museo
'due volte', e pyle, 'porta). Questo vaso è Nazionale. si fonde, insomma, con una più consapevole rappresentazione dello spazio.
considerato uno dei più alti capolavori del tardo
Periodo geometrico. Le sue decorazioni rigorose
e razionali, dove i motivi geometrici si
20/03/2020
p Scrivi qui per eseguire la ricerca é
I f é : 9 a 1 1 ) 1 1
" " "

O cft MI ‘\ 23:18