Sei sulla pagina 1di 1

PAESE :Italia AUTORE :N.D.

PAGINE :16
SUPERFICIE :26 %

20 marzo 2020 - Edizione Pesaro

«Ecco a voi l’App per contenere il virus»


L’Ateneo di Urbino lancia un software per documentare in modo riservato i propri movimenti. Bogliolo: «Torna utile per proteggersi»

URBINO srl, socieltà benefit, e della colla-


borazione spontanea di tanti
esperti e civic hackers. L’app sa-
L’Università di Urbino ha crea-
rà distribuita ai beta tester lune-
to l’app per il contenimento del
dì 23 e pubblicata nel corso del-
Coronavirus: si chiama «Digital la settimana. Il professor Boglio-
Arianna», diAry, l’applicazione lo ha creato con il suo staff qual-
mobile che consente di tenere che anno fa anche l’app smart
traccia degli spostamenti e del- road sense che permette la map-
le circostanze rilevanti, e quindi patura delle buche in tutte le
dei contatti con altre persone, strade del mondo; l’ultima app
durante il periodo di incubazio- creata dall’università è UniUrb
ne ai fini del contenimento del Stud che offre sul telefonino tut-
contagio da Covid-19. I dati so- ti i servizi per gli studenti.
no conservati sul dispositivo l. o.
dell’utente, che può decidere li-
beramente di consultarli, espor-
tarli ed eventualmente incrociar-
li con informazioni di pubblica
utilità. «Con quest’app consen-
tiamo all’utente di conservare

direttamente sul proprio dispo-


sitivo tutte le informazioni utili a
tutelare se stesso e gli altri – di-
ce Alessandro Bogliolo, respon-
sabile del progetto –. E’ come
se tutti gli smartphone fossero
una grande banca dati distribui-
ta, in cui ciascuno gestisce i pro-
pri dati senza farli viaggiare in
rete, ma sapendo che potranno
essere incrociati in caso di ne-
cessità». Adottare comporta-
menti responsabili e conservar-
ne memoria è il modo più effica- Il professor Alessandro Bogliolo dell’Università di Urbino
ce con cui ogni individuo può
contribuire alla salute pubblica.
Tale contributo viene ricono-
sciuto e quantificato in termini
di Wom, certificati che ricono-
scono il valore sociale delle azio-
ni individuali e possono essere

utilizzati come voucher, sconti


e agevolazioni presso numerosi
esercizi. Il progetto è condotto
dall’Università di Urbino, avva-
lendosi della partnership tecno-
logica del proprio spin-off DIGIT

Tutti i diritti riservati