Sei sulla pagina 1di 11

Fasi e modelli storici

• Funzione del diritto


• I Fase: Società primitive=repressione
• II Fase: Antichità=regolazione/distribuzione
• III Fase: Società moderna=potere pubblico
– Vitale esigenza di razionalità
– certezza dei rapporti economici
– conservazione delle strutture fondamentali dell’economia.

• Terza fase=Stato (potere sovrano)


• monopolio della forza/funzione di regolazione/potere di
conformazione
– esercito permanente
– amministrazione stabile
Lo Stato.
• Paradigma Ordinamenti moderni
• Teoria delle forme di Stato e delle forme di
governo
• Lo Stato ha una costituzione materiale
storicamente determinata, che varia con le
forme suddette
• In questo senso risulta comprensibile
l’affermazione che lo Stato non “ha” una
Costituzione, ma “è” una Costituzione (Schmitt).
Stato e Costituzione formale
• Teoria della costituzione formale
– (sistema normativo di ordine superiore:
disciplina del potere e garanzia dei diritti)
• Tecniche di protezione/garantismo
– art. 16 della Dichiarazione francese dei diritti -
1789.
• Costituzionalismo = teoria e prassi della
limitazione del potere mediante il diritto
Il costituzionalismo
• Oggetto originario=Limitazione del potere
• Tendenze di dilatazione (diritti sociali,
democrazia sociale)
– Caduta della validità scientifica
– Dibattito
• sulla distinzione tra ciò che è costituzionalismo e ciò che non
lo è
• per valutare le tecniche giuridiche utilizzate dal legislatore,
dalla giurisprudenza e dalla dottrina
• Ma come, e soprattutto, da chi, deve essere
attuata tale valutazione?
I parametri del costituzionalismo
• Versione diffusa (Matteucci):
– a) Costituzione scritta; b) “potere costituente” / “potere
costituito”; c) “dichiarazione dei diritti”; d) checks &
balances; e) controllo di costituzionalità delle leggi
– Critica (non sarebbero “Stati costituzionali” il
Regno unito, o lo Stato liberale)
• Versione corretta (diritti di libertà / potere
limitato).
– Più del “come”, infatti, conta “chi” valuta l’esercizio del
potere pubblico. Separazione, controllo e limitazione dei
poteri / indipendenza dei “controllori”
Costituzione sovranazionale
• Tradizionalmente: Costituzionalismo/Stato
• Recentemente: Costituzionalismo/Poteri
sovranazionali
• Esiste una Costituzione sovranazionale?
• in particolare: Costituzione europea?
• Punto di vista solo “formale”: nessuna Costituzione
sovranazionale se manca una Costituzione scritta
– Ma questa “Dottrina delle Carte” non è
convincente.
Multilevel European Constitution

• Una Multilevel European Constitution esiste da


tempo
– Critica : si tratterebbe di «qualcosa che è in divenire,
che non è ancora compiuto»
– Questa critica va respinta perché si fonda su un
modello forzato di Stato “costituzionale” (solo uno
Stato democratico può avere una “Costituzione”)
– Essa ha un’ottica antistoricistica
– Stato assolutizzato come unico contenitore possibile
di Costituzione e democrazia.
Costituzione senza Stato
• Occorre distinguere tra
• “Costituzione” concetto «puramente descrittivo»
• e “costituzionalismo (idee-forza di natura assiologica)
– “le” costituzioni”) sono un oggetto di studio e analisi scientifica
– il costituzionalismo è un «movimento politico, filosofico e culturale».

• l’esistenza di una Costituzione non richiede


necessariamente l’esistenza di uno Stato
• “processo costituente” europeo
– “punto di non ritorno”
– “diritto vivente” di tutti i popoli che aderiscono
all’Unione, e costituzione materiale dell’intera
struttura socioeconomica europea.
Globalizzazione e Costituzione
• Trasformazioni costituzionali degli Stati nazionali
sono indotte da eventi oggettivi
• Regole “economiche” europee esistevano, sotto
forma di imperativi economici, ancora prima che
i Trattati le formalizzassero
– allargamento e liberalizzazione del mercato,
privatizzazioni, de-nazionalizzazione, deregulation,
stabilità finanziaria, equilibrio monetario
• fondamento comune: GLOBALIZZAZIONE
Crisi delle Costituzioni “keynesiane”
• Globalizzazione condiziona gli Stati al rispetto di
regole oggettive
• mercato, stabilità monetaria, controllo della finanza
pubblica
• sanzione per la violazione di queste regole è la
crisi fiscale, di razionalità e di legittimazione
• Traslazione di sovranità verso l’Europa non è la
globalizzazione, ma è la risposta ad essa
• Il prevalere della Costituzione europea sulle costituzioni
nazionali non è un effetto dell’azione di lobby multinazionali,
ma la migliore difesa dei popoli degli Stati membri contro la
violenza cieca della globalizzazione.
Sovranità multilivello
• Nuovo costituzionalismo/nuovo diritto
costituzionale nello spazio multilivello
• Sovranità=«polycentric, pluri-systemic, multi-
state legal order»
• Nella globalizzazione, costituzionalismo e diritto
costituzionale esistono con maggiore forza
– Nuovi linguaggi/fuori della dottrina dello Stato
– L’economia globale non potrà che esprimere un diritto
pubblico globale.
– Non siamo nel campo delle congetture: tutto questo
sta già avvenendo.