Sei sulla pagina 1di 3

CORSO PREACCADEMICO

Settore disciplinare:
CLARINETTO

Disciplina Clarinetto (livello A)


Codice disciplina 642
Tipologia della disciplina Disciplina individuale
Obiettivi di apprendimento a) Indipendenza: elementi essenziali di metodologie di studio.
b) Consapevolezza critica: consapevolezza della relazione nota scritta/suono prodotto.
c) Consapevolezza del grado di preparazione necessario per un’esecuzione.
d) Capacità di comunicazione: capacità di interagire positivamente con l'ambiente scolastico e con i docenti.
e) Conoscenza e comprensione del repertorio: conoscenza e comprensione di facili brani musicali
f) Conoscenza e comprensione dei materiali musicali: corretta lettura della notazione musicale.
g) Abilità nell’educazione dell’orecchio, di produzione e di riproduzione, nella lettura: acquisire tecniche di lettura
per lo strumento.
h) Abilità nell'equilibrio psicofisico: acquisire adeguata impostazione del corpo rispetto allo strumento.
i) Abilità nello studio e nelle prove: acquisire metodologie di studio.
l) Abilità nelle esibizioni pubbliche: capacità di sostenere esecuzioni pubbliche di facili brani.

Al termine del Periodo di studio lo studente esegue e interpreta, anche in pubblico, il repertorio studiato
utilizzando le tecniche acquisite nel corso degli studi, con considerazione di indicazioni dinamiche ed
espressive. In particolare:
a) Dimostra padronanza tecnico‐musicale dei brani che esegue.
b) Sa calibrare il suono nella dinamica e fa uso delle articolazioni in modo adeguato.
c) È in grado di leggere a prima vista ed eseguire con il proprio strumento un semplice e breve brano.
d) È in grado di eseguire a memoria almeno un brano musicale o frammenti, anche di livello molto semplice.
e) Riesce ad ottenere, mentre suona, un certo equilibrio psico‐fisico funzionale all’esecuzione
tecnico‐musicale dei brani.
Bibliografia raccomandata .X. Lefèvre Metodo Volumi 1 e 2
A. Magnani Metodo (prima parte)
A. Giampieri Metodo Progressivo Parte I e Parte II
A. Giampieri Raccolta di esercizi e studi
Demnitz Studi Elementari

Unità di corso CLARINETTO (LIVELLO A.3)


Codice unità di corso CODI/09PA3
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Clarinetto (livello A.2)
Programma d'esame a) Esecuzione di due scale maggiori e minori, legate e staccate, sino a tre diesis e bemolle, scelte dalla
commissione.
b) Esecuzione di due studi su quattro presentati e scelti tra i metodi consigliati per il Livello A.
c) Esecuzione di un facile brano per strumento solo o con accompagnamento
d) Esecuzione a prima vista di un facile brano assegnato dalla commissione.

Ultima revisione 02/12/2011 Pagina 1 di 3


CORSO PREACCADEMICO
Settore disciplinare:
CLARINETTO

Disciplina Clarinetto (livello B)


Codice disciplina 643
Tipologia della disciplina Disciplina individuale
Obiettivi di apprendimento a) Indipendenza: approfondimento e sviluppo di metodologie di studio.
b) Consapevolezza critica: ascoltare e valutare se stessi e gli altri nelle esecuzioni solistiche e di gruppo.
Riconoscere i propri errori nonché indagarne l’origine per individuarne un criterio di correzione.
c) Capacità di comunicazione: padronanza del lessico musicale e capacità di ascolto e adattamento nelle attività
di gruppo.
d) Conoscenza e comprensione del repertorio: aspetti ritmici, metrici, melodici, timbrici, dinamici, formali
dell’interpretazione. Conoscenza e comprensione di semplici composizioni musicali strumentali di diverse
epoche, generi e stili.
e) Conoscenza di corretta postura e produzione sonora: acquisizione e consapevolezza del rapporto tra corretta
postura e produzione del suono.
f) Abilità nell’educazione dell’orecchio, di produzione e di riproduzione, nella lettura e nella memorizzazione:
acquisire tecniche funzionali alla lettura a prima vista e alla memorizzazione.
g) Abilità nel repertorio e nell’espressione artistica: possedere tecniche adeguate all’esecuzione per lettura di
repertori scelti. Capacità di eseguire in modo tecnicamente corretto un programma proporzionato al proprio
livello.
h) Abilità nello studio e nelle prove: adattare il metodo di studio alla soluzione di problemi esecutivi anche in
rapporto alle proprie caratteristiche, maturando autonomia di studio.
i) Abilità nelle esibizioni pubbliche: capacità di controllare l’emotività e mantenere la concentrazione durante
un’esecuzione pubblica.

Al termine del Periodo di studio lo studente esegue, anche in pubblico, il repertorio studiato utilizzando le
tecniche acquisite nel corso degli studi, con considerazione di indicazioni agogiche, dinamiche ed espressive. In
particolare:
a) Dimostra padronanza tecnico‐musicale dei brani che esegue.
b) Dimostra padronanza nel modo di produrre diversi tipi di articolazione e sa calibrare il suono nell’intensità e
nella timbrica.
c) Dimostra capacità interpretativa e comunicativa nell’esecuzione del proprio repertorio.
d) Almeno un brano o frammento del repertorio che presenta viene eseguito a memoria
Bibliografia raccomandata Nocentini 50 studi di meccanismo
Gambaro 21 Capricci
Klosè 20 Studi di genere e meccanismo
R. Stark 10 Studi op.40
Jean Jean 20 Etudes Progressives et Melodiques pour la Clarinette
Gabucci 60 Divertimenti (per il trasporto)
Facili composizioni per clarinetto e pianoforte

Unità di corso CLARINETTO (LIVELLO B.2)


Codice unità di corso CODI/09PB2
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Clarinetto (livello B.1)
Programma d'esame a) Esecuzione di due scale maggiori e minori, legate e staccate, sino a cinque diesis e bemolle, scelte dalla
commissione.
b) Lettura ed esecuzione prima vista di un facile brano assegnato dalla commissione.
c) Lettura in trasporto un tono sopra e un semitono sotto di un facile brano o frammento.
d) Esecuzione di due studi su quattro presentati e scelti tra i metodi
consigliati per il Livello B.
e) Esecuzione di un brano di media difficoltà per clarinetto e pianoforte.

Ultima revisione 02/12/2011 Pagina 2 di 3


CORSO PREACCADEMICO
Settore disciplinare:
CLARINETTO

Disciplina Clarinetto (livello C)


Codice disciplina 644
Tipologia della disciplina Disciplina individuale
Obiettivi di apprendimento a) Indipendenza: approfondimento e sviluppo di metodologie di studio. Iniziativa autonoma nel formulare
proposte sul repertorio o in altre attività.
b) Consapevolezza critica: ascoltare e valutare se stessi e gli altri, nelle esecuzioni solistiche e di gruppo,
cogliendo i punti di forza e i margini di miglioramento. Sviluppo e controllo della propria partecipazione emotiva
all’esecuzione.
c) Capacità di comunicazione: emancipazione della propria capacità espressiva.
d) Conoscenza e comprensione del repertorio: aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici,
armonici, fraseologici, formali dell'interpretazione. Conoscenza e comprensione di composizioni strumentali di
diverse epoche, generi e stili.
e) Conoscenza e comprensione dei materiali musicali: sviluppo e consolidamento del rapporto tra postura,
respirazione, produzione sonora e lettura della notazione tradizionale.
f) Conoscenza e comprensione del contesto stilistico e storico. procedimenti analitici anche in collegamento con
gli altri ambiti musicali. Generi e stili: contestualizzazione storico‐stilistica dei repertori studiati.
g) Conoscenza e comprensione del contesto organologico: peculiarità organologiche degli strumenti utilizzati.
Fondamenti di storia degli strumenti utilizzati.
h) Abilità nell’educazione dell’orecchio, di produzione e di riproduzione, nella lettura, nella memorizzazione.
Sviluppare e consolidare strategie funzionali alla lettura a prima vista e alla memorizzazione.
i) Abilità nel repertorio e nell’espressione artistica: possedere tecniche adeguate alla esecuzione di brani di
crescente difficoltà, scelti tra generi e stili diversi, sviluppando la conoscenza dei relativi aspetti stilistici.
Eseguire semplici composizioni con autonomia di studio in un tempo assegnato.
l) Abilità nell'equilibrio psicofisico: mantenere un adeguato equilibrio psico‐fisico (respirazione, percezione
corporea, rilassamento, postura, coordinazione) nell’esecuzione di repertori di crescente complessità in diverse
situazioni di performance.
m) Abilità nello studio e nelle prove: adattare e integrare le metodologie di studio per la soluzione di problemi
esecutivo‐interpretativi anche in rapporto alle proprie caratteristiche. Elaborare strategie personali di studio per
risolvere problemi tecnici, esecutivi e interpretativi.
n) Abilità nelle esibizioni pubbliche. capacità di affrontare il comportamento e la domanda di comunicazione
richiesti per l'esecuzione pubblica di programmi adeguati al livello. Capacità di adattarsi alla sonorità
dell’ambiente.

Al termine del Periodo di studio lo studente:


a) esegue e interpreta un repertorio di difficoltà adatta.
b) ascolta e valuta se stesso;
c) dimostra, in un tempo dato, di saper affrontare autonomamente lo studio di un brano non conosciuto.
In particolare:
d) Dimostra di possedere tecnica adeguata e capacità di operare una corretta interpretazione del testo ai fini
dell’esecuzione di significative composizioni tratte dalla letteratura del proprio strumento, di livello pari a quanto
richiesto per l’ammissione al triennio di alta formazione musicale
e) È in grado ottenere una prestazione buona anche in pubbliche esecuzioni, mantenendo la necessaria
padronanza tecnica e una buona concentrazione
Bibliografia raccomandata Blatt 24 Studi di meccanismo
R. Kell 17 Studi per lo staccato
E. Cavallini 30 Capricci (alcuni)
R. Stark 24 Studi op.49 (alcuni)
H.J. Baermann 12 Esercizi op.30
Gabucci Studi di media difficoltà (per il trasporto)
Pezzi da concerto per clarinetto e pianoforte

Unità di corso CLARINETTO (LIVELLO C.3)


Codice unità di corso CODI/09PC3
Tipologia dell'unità di corso Disciplina individuale
Lingua d'insegnamento Italiano
Durata Annuale
Eventuali propedeuticità Clarinetto (livello C.2)
Programma d'esame a) Lettura ed esecuzione prima vista di un brano di media difficoltà assegnato dalla commissione.
b) Esecuzione di due studi dei sei presentati dal candidato scelti da:
E . Cavallini 30 Capricci
R. Stark 24 Studi op.49
H.J. Baermann 12 Esercizi op. 30
o altro testo adottato di pari difficoltà.
c) Esecuzione di un brano per clarinetto e pianoforte.
d) Lettura a prima vista in trasporto un tono sopra e un semitono sotto di facili brani o frammenti.

Ultima revisione 02/12/2011 Pagina 3 di 3