Sei sulla pagina 1di 22

Seminario Vescovile Molfetta

CANTI AVVENTO – NATALE

1. ADESTE FIDELES
Adeste fideles læti triumphantes,
venite, venite in Bethlehem.
Natum videte Regem angelorum.
Venite adoremus, venite adoremus,
venite adoremus Dominum.
En, grege relicto, humiles ad cunas,
vocati pastores adproperant.
Et nos ovanti gradu festinemus.

1
Æterni Parentis splendorem æternum,
velatum sub carne videbimus,
Deum infantem pannis involutum.

2. ALZATI E RISPLENDI
Alzati e risplendi ecco la tua luce,
è su te la gloria del Signore. (2 v.)
Volgi i tuoi occhi e guarda lontano,
che il tuo cuore palpiti di allegria.
Ecco i tuoi figli che vengono a te,
le tue figlie danzano di gioia.
Gerusalem, Gerusalem
spogliati della tua tristezza.
Gerusalem, Gerusalem
canta e danza al tuo Signor.
Marceranno i popoli alla tua luce
ed i re vedranno il tuo splendor. (2 v.)
Stuoli di cammelli ti invaderanno,
tesori del mare affluiranno a te.
Verranno da Efa, da Saba e Kedar,
per lodare il nome del Signor.

3. ASTRO DEL CIEL


Astro del ciel, pargol divin,
mite Agnello redentor,
tu che i vati da lungi sognar,
tu che angeliche voci annunziar
luce dona alle menti,
pace infondi nei cuor.
2
Astro del ciel, pargol divin,
mite agnello redentor,
tu disceso a scontare l’error,
tu sol nato a parlare d’amor.
Astro del ciel, pargol divin,
mite agnello redentor,
tu di stirpe regale decor
tu virgineo, mistico fior.

4. CANTICO D’ISAIA

Rallegrati, gerusalemme
Gioite in lei quanti l'amate.
Sfavillate di gioia
Voi che avete pianto con lei.
Ecco manderò su di lei
la prosperità come un fiume;
come un torrente in piena
la ricchezza delle genti.
Vi consolerò come madre
e benedirò i vostri figli.
Consolerò il vostro cuore
e lo riempirò di gioia.
Io radunerò ogni stirpe
e gli mostrerò la mia gloria.
li manderò tra le genti
a portare il mio annunzio.

3
5. CAMMINIAMO INCONTRO AL SIGNORE
Camminiamo incontro al Signore
Camminiamo con gioia
Egli viene non tarderà
Egli viene ci salverà.
Egli viene il giorno è vicino
E la notte va verso l’aurora
Eleviamo a Lui l’anima nostra
Non saremo delusi
Non saremo delusii
Egli viene vegliamo in attesa
Ricordando la sua parola
Rivestiamo la forza di Dio
Per resistere al male
Per resistere al male
Egli viene andiamogli incontro
Ritornando sui retti sentieri
Mostrerà la sua misericordia
Ci darà la sua grazia
Ci darà la sua grazia
Egli viene è il Dio fedele
Che ci chiama alla sua comunione
Il Signore sarà il nostro bene
Noi la terra feconda
Noi la terra feconda.

4
6. CELEBRA IL SIGNORE TERRA TUTTA
Celebra il Signore terra tutta
Servite il Signore in esultanza
Ed entrate dinanzi a lui
Con lieti canti
Manifesto' la sua gloria
nell'umilta' della sua carne
lo spirito l'ha esaltato
rivelando in lui la sua giustizia
Manifesto' la sua sapienza
agli angeli la sua gloria
fu annunziato ai pagani
il vangelo della sua salvezza
La tua parola si diffonde
risveglia i cuori alla fede
la chiesa canta la tua gloria
o signore re dell'universo

7. DIO SI E’ FATTO COME NOI


Dio s'è fatto come noi,
per farci come lui.
Vieni Gesù, - resta con noi, - resta con noi !
Viene dal grembo di una donna,
la Vergine Maria.
Tutta la storia l'aspettava:
il nostro Salvatore.
Egli era un uomo come noi,
5
e ci ha chiamato amici.
Egli ci ha dato la sua vita,
insieme a questo pane.
Noi, che mangiamo questo pane,
saremo tutti amici.
Noi, che crediamo nel suo amore,
vedremo la sua gloria.
Vieni Signore, in mezzo a noi:
resta con noi per sempre.

8. I CIELI NARRANO
I cieli narrano la gloria di Dio
e il firmamento annunzia l’opera sua.
alleluja, alleluja, alleluja, alleluja.

Il giorno al giorno ne affida il messaggio,


la notte alla notte ne trasmette notizia,
non è linguaggio, non sono parole,
di cui non si oda il suono.
Là pose una tenda per il sole che sorge,
è come uno sposo dalla stanza nuziale,
esulta come un prode che corre
con gioia la sua strada.
Lui sorge dall’ultimo estremo del cielo
e la sua corsa l’altro estremo raggiunge.
Nessuna delle creature potrà
mai sottrarsi al suo calore.

6
La legge di Dio rinfranca l'anima mia,
la testimonianza del Signore è verace.
Gioisce il cuore ai suoi giusti precetti
che danno la luce agli occhi.

9. ECCOMI
Eccomi, eccomi!
Signore io vengo.
eccomi, eccomi!
si compia in me la tua volontà.
Nel mio Signore ho sperato
e su di me s'è chinato,
ha dato ascolto al mio grido,
m'ha liberato dalla morte.
I miei piedi ha reso saldi,
sicuri ha reso i miei passi.
Ha messo sulla mia bocca
un nuovo canto di lode.
Il sacrificio non gradisci,
ma m'hai aperto l'orecchio,
non hai voluto olocausti,
allora ho detto: Io vengo!
Sul tuo libro di me è scritto:
Si compia il tuo volere.
Questo, mio Dio, desidero,
la tua legge è nel mio cuore.
La tua giustizia ho proclamato,
non tengo chiuse le labbra.

7
Non rifiutarmi Signore,
la tua misericordia.

10. EMMANUEL
Dall'orizzonte una grande luce
viaggia nella storia
e lungo gli anni ha vinto il buio
facendosi Memoria,
e illuminando la nostra vita
chiaro ci rivela
che non si vive se non si cerca
la Verità...

Un grande dono che Dio ci ha fatto


è il Cristo suo Figlio,
l'umanità è rinnovata,
è in lui salvata.
E' vero uomo, è vero Dio,
è il Pane della Vita,
che ad ogni uomo ai suoi fratelli
ridonerà.

Siamo qui
sotto la stessa luce
sotto la sua croce
cantando ad una voce.
E' l'Emmanuel,
Emmanuel, Emmanuel.
E' l'Emmanuel, Emmanuel.

8
La morte è uccisa,
la vita ha vinto,
è Pasqua in tutto il mondo,
un vento soffia in ogni uomo
lo Spirito fecondo,
che porta avanti nella storia
la Chiesa sua sposa,
sotto lo sguardo di Maria,
comunità.

Noi debitori del passato


di secoli di storia,
di vite date per amore,
di santi che han creduto,
di uomini che ad alta quota
insegnano a volare,
di chi la storia sa cambiare,
come Gesù.

11. GIOVANNI
Voce di uno che grida nel deserto:
"Convertitevi, il regno è qui.
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri".
Alleluja, alleluja,
viene il Signore, alleluja.
preparate una strada nel deserto,
per il signore che viene.
E venne un uomo e il suo nome era Giovanni,

9
lui testimone della luce di Dio;
come una lampada che rischiara il buio,
egli arde nell'oscurità.
Ecco io mando il mio messaggero
dinanzi a me, per prepararmi la via,
per ricondurre i padri verso i figli,
con lo spirito di Elia.

12. IL MATTINO
Il Signore è il Dio con noi
nostro rifugio nell’angoscia della notte ci soccorrerà prima
del mattino in Gesù il Cristo alleluia (2 V).
Dio è per noi rifugio e forza
aiuto sempre vicino nelle angosce
perciò non temiamo se trema la terra
se crollano i monti nel fondo del mare
fremano si gonfino le sue acque
tremino i monti per i suoi flutti
Venite vedete le opere del Signore
i prodigi che ha fatto sulla terra
venite, vedete
cantate, cantate a lui.
Egli farà cessare tutte le guerre
egli spezzerà archi e lance
con il fuoco brucerà tutti gli scudi
ci sarà la pace ai confini della terra
fermatevi e sappiate che solo lui è Dio
eccelso tra le genti, eccelso sulla terra.
Venite vedete le opere del Signore...
10
13. IL DESERTO FIORIRA’
Il deserto fiorirà,
come un campo fiorirà:
coraggio, non temete,
egli viene a salvarvi.
Esulti e fiorisca la steppa,
come fiore fiorisca;
e canti con gioia e giubilo:
l'è data la gloria del Libano.
Vedranno la gloria del Signore,
lo splendore di Dio.
Rendete salde le ginocchia
e forti le vostre mani.
E gli occhi dei ciechi s'apriranno
e gli orecchi dei sordi;
allora lo zoppo salterà
e si udranno i canti di gioia.
Palude sarà la terra arsa
e sorgente il deserto.
Farò una strada nella steppa:
la via dei Redenti.

14. IL SIGNORE E’ VICINO


Il Signore è vicino, rallegratevi in lui, Alleluia!
Rallegratevi, rallegratevi, rallegratevi, alleluia!
Si rallegri il deserto e gioisca la terra:
spunterà come un fiore la venuta di Dio.
Si rallegrino gli umili e smarriti di cuore:
11
il Signore è potente lui che fa grandi cose.
Si rallegrino i poveri e con loro gli oppressi:
viene un giorno di grazia, di vittoria e giustizia.
Si rallegri chi ha fame e chi ha sete di Dio:
una mensa abbondante gli prepara il Signore.
Si rallegri chi è cieco si apriranno i suoi occhi
ed il muto sia pronto a cantare di gioia.
Si rallegri chi è sordo udirà la notizia
e lo zoppo stia in piedi danzerà per la festa.
Si rallegrino i giovani e gli anziani e i bambini:
si daranno tutti la mano annunciando la pace.
Si rallegri il credente e ogni uomo che attende:
la salvezza è vicina a chi cerca il Signore.

15. INNALZIAMO LO SGUARDO


Innalziamo lo sguardo
rinnoviamo l'attesa.
Ecco viene il Signore,
viene non tarderà.
Brillerà come luce
la salvezza per noi,
la Parola di Dio
nascerà in mezzo a noi.
Questo è tempo di gioia
di speranza per noi,
il Creatore del mondo
regnerà in mezzo a noi.
Percorriamo i sentieri
12
che ci portano Dio,
nell’amore vedremo
la presenza di Dio.

16. MARANATHA’
Maranathà, maranathà
vieni,vieni Signore Gesù.
Il mondo attende la luce del tuo volto,
le sue strade son solo oscurità;
rischiara i cuori di chi ti cerca,
di chi è in cammino incontro a te.
Vieni per l'uomo che cerca la sua strada,
per chi soffre, per chi non ama più,
per chi non spera, per chi è perduto
e trova il buio attorno a sé.
Tu ti sei fatto compagno nel cammino,
ci conduci nel buio insieme a te,
tu pellegrino sei per amore,
mentre cammini accanto a noi.

17. MARANATHA’, VIENI SIGNOR


Maranathà, vieni Signor!
Verso te, Gesù, le mani noi leviam.
Maranathà, vieni Signor!
Prendici con te e salvaci Signor.
Guardo verso le montagne, donde mi verrà il soccorso,
il soccorso vien da Dio, che ha creato il mondo intero.
Sorgi con il tuo Amore, la Tua luce splenderà,
13
ogni ombra svanirà, la tua Gloria apparirà.
Santo è nostro Signor, il peccato Egli portò,
dalla morte ci salvò, e la vita a noi donò.
Mio Signor son peccatore, a Te apro il mio cuore,
fa’ di me quello che vuoi e per sempre in Te vivrò.
La Parola giungerà sino ad ogni estremità,
testimoni noi sarem della tua verità.
Tu sei la mia libertà, solo in Te potrò sperar,
ho fiducia in te Signor, la mia vita cambierai.

18. NOI VEGLIEREMO


Nella notte, o Dio, noi veglieremo
con le lampade, vestiti a festa,
presto arriverai e sarà giorno.
Rallegratevi in attesa del Signore
improvvisa giungerà la sua voce
quando Lui verrà, sarete pronti
e vi chiamerà amici per sempre.
Raccogliete per il giorno della vita
dove tutto sarà giovane in eterno
quando lui verrà, sarete pronti
e vi chiamerà amici per sempre.

19. NON TEMERE


Non temere, Maria,
perché hai trovato grazia
presso il tuo Signore,

14
che si dona a te.
Apri il cuore, non temere,
egli sarà con te.
Non temere, Abramo,
la tua debolezza:
padre di un nuovo popolo
nella fede sarai.
Non temere, Mosè,
se tu non sai parlare,
perché la voce del Signore
parlerà per te.
Non temere, Giuseppe,
di prendere Maria,
perché in lei Dio compirà
il mistero d'Amore.
Pietro, no, non temere,
se il Signore ha scelto
la tua fede povera,
per convincere il mondo.

20. PREGHIERA DEI POVERI DI JAHVE’


O cieli, piovete dall'alto,
o nubi mandateci il Santo,
o terra, apriti o terra
e germina il Salvatore.

Siamo il deserto, siamo l'arsura: Maranathà, Maranathà!


Siamo il vento, nessuno ci ode: Maranathà, Maranathà!

15
Siamo le tenebre, nessuno ci guida: Maranathà, Maranathà!
Siam le catene, nessuno ci scioglie: Maranathà, Maranathà!
Siamo il freddo, nessuno ci copre: Maranathà, Maranathà!
Siamo la fame, nessuno ci nutre: Maranathà, Maranathà!
Siamo le lacrime, nessuno ci asciuga: Maranathà, Maranathà!
Siamo il dolore, nessuno ci guarda: Maranathà, Maranathà!

21. QUALE GIOIA


Quale gioia, mi dissero:
andremo alla casa del Signore;
ora i piedi, o Gerusalemme,
si fermano davanti a te.
Ora Gerusalemme è ricostruita
come città salda, forte e unita.
Salgono insieme le tribù di Jahvè
per lodare il nome del Signore d’Israele.
Là sono posti i seggi della sua giustizia,
i seggi della casa di Davide.
Domandate pace per Gerusalemme,
sia pace a chi ti ama, pace alle tue mura.
Su di te sia pace, chiederò il tuo bene,
per la casa di Dio chiederò la gioia.
Noi siamo il tuo popolo, egli è il nostro Dio
possa rinnovarci la felicità.

16
22. SVEGLIATI SION
Svegliati, svegliati o Sion
metti le vesti più belle
scuoti la polvere ed alzati
Santa Gerusalemme.
Ecco ti tolgo di mano
il calice della vertigine
la coppa della mia ira
tu non berrai più.
Sciogli dal collo i legami
e leva al cielo e tuoi occhi
schiava figlia di Sion
io ti libererò.
Come son belli sui monti
i piedi del messaggero
colui che annunzia la pace
è messaggero di bene.

23. TU SARAI PROFETA


Una luce che rischiara,
una lampada che arde,
una voce che proclama
la Parola di salvezza.
Precursore nella gioia,
precursore nel dolore,
tu che sveli nel perdono
l'annunzio di misericordia.
Tu sarai profeta di salvezza

17
fino ai confini della terra,
porterai la mia Parola,
risplenderai della mia luce.
Forte amico dello Sposo,
che gioisci alla sua voce,
tu cammini per il mondo
per precedere il Signore.
Stenderò la mia mano
e porrò sulla tua bocca
la potente mia Parola
che convertirà il mondo.

24. TU SCENDI DALLE STELLE


Tu scendi dalle stelle O Re del Cielo
E vieni in una grotta Al freddo al gelo
O Bambino mio Divino
Io ti vedo qui a tremar O Dio Beato
Ahi, quanto ti costò
L'avermi amato!
A te, che sei del mondo
Il Creatore Mancano panni e fuoco
O mio Signore!
Caro eletto Pargoletto
Quanto questa povertà Più mi innamora!
Giacché ti fece amor Povero ancora!

25. VERBUM PANIS


Prima del tempo,
prima ancora che la terra
18
cominciasse a vivere,
il verbo era presso Dio.
Venne nel mondo,
e per non abbandonarci
in questo viaggio ci lasciò,
tutto sé stesso come pane.
Verbum caro factum est
Verbum panis factum est
Verbum caro factum est
Verbum panis factum est.
Qui spezzi ancora il pane
in mezzo a noi
e chiunque mangerà
non avrà più fame.
Qui vive la tua Chiesa
intorno a te,
dove ognuno troverà
la sua vera casa.
Prima del tempo,
quando l’universo
fu creato dall’oscurità,
il Verbo era presso Dio.
Venne nel mondo
nella sua misericordia
Dio ha mandato il figlio suo
tutto se stesso come pane.

19
26. VIENE IL SIGNORE
Viene il Signore, il re della gloria, alleluia, alleluia.
Viene a illuminare chi giace nelle tenebre, alleluia, alleluia
O Sapienza, che esci dalla bocca dell'Altissimo, e ti estendi ai
confini del mondo,
tutto disponi con forza e soavità: vieni, insegnaci la vi-a della
saggezza.
O Signore, sei guida della casa d'Israele, a Mosè apparisti nel
roveto,
sul monte Sinai donasti la tua legge: vieni a liberarci col tuo
braccio potente.
O Germoglio di Iesse, che ti innalzi come un segno, a te guardano
tutte le nazioni,
tacciono i re alla tua presenza: vieni a liberarci, non tardare.
O Chiave di Davide, o scettro d'Israele, apri e nessuno chiuderà,
chiudi e nessuno potrà aprire: vieni a liberare l'uomo dalle sue
tenebre.
O Astro, splendore della luce eterna, sorgi come un sole di
giustizia:
vieni a illuminare ogni uomo in terra tenebrosa e nell'ombra di
morte.
O re delle genti, o pietra angolare, vieni. Atteso da tutte le
nazioni,
che riunisci i popoli in uno: vieni per l'uomo che hai formato
dalla terra.
O Emmanuele, nostro re e legislatore, tu speranza e salvezza
delle genti,

20
noi ti invochiamo: vieni a salvarci, vieni a salvarci, o Signore
nostro Dio.

27. MARIA, PORTA DELL’AVVENTO


Maria , tu porta dell'Avvento ,
Signora del silenzio , sei chiara come aurora ,
in cuore hai la Parola .
Beata , Tu hai creduto !
Beata , Tu hai creduto .
Maria , tu strada del Signore ,
maestra nel pregare , fanciulla dell' attesa ,
il Verbo in te riposa .
Maria , tu madre del Messia
per noi dimora sua , sei arca dell'Alleanza ,
in te Dio è presenza .

28. VIENI GESU’, MARANATHA


Vieni Gesù, Maranatha,
Speranza di pace per noi.
Vieni Gesù, Maranatha,
Rivelaci il volto di Dio.
Fra tanto dolore di uomini persi,
Ti prego, rinasci, Gesù!
Asciuga le lacrime amare di morte
E schiudici l'eternità.
Fra tanti conflitti e minacce di guerra,
Riporta la pace, Gesù.
A tutti gli oppressi traditi dall'uomo
21
Ridona la libertà.
Fra tante ingiustizie e occulti poteri,
Insegnaci la tua umiltà.
Sei tu il solo giudice dell'universo
Per tutta l'eternità.

29. VIENI NASCI ANCORA


Torni Signore, torni nel cuore
col tuo silenzio denso di te.
E come i pastori un tempo ora noi ti adoriamo,
e i nostri doni sono ciò che siamo noi.
Eri la luce, venivi nel mondo,
venivi tra i tuoi e i tuoi però... loro non ti hanno accolto.
Ma noi ti invochiamo, vieni, ma noi ti vogliamo accanto:
la nostra casa è tua: t'accoglieremo noi.
E tu che ritorni, tu che rinasci
dove c'è amore e carità qui sei presente.
Tu per davvero vieni, tu per davvero nasci.
Noi siamo uniti nel tuo nome e tu sei qui.

Vieni, nasci ancora dentro l'anima.


Vieni, nasci sempre, nasci in mezzo a noi.
Per le strade luci, feste e musiche,
ma Betlemme è qui. (2v)

22