Sei sulla pagina 1di 120

Oceani damore

Tratto da: When will peace come to earth? Usa-Germania 1991 New Mexico, USA 8/9/91 Spero che tutti voi siate venuti a questo incontro per lAmore di Dio. Tutti vogliamo una vita felice e pacifica. Nessuno vuole una vita amara, tutti la vogliono dolce. C qui qualcuno che vuole una vita amara? Una vita pepata? No! Ognuno chiede che la propria vita sia dolce. Ci nonostante ai nostri giorni molto amara, per nulla dolce. Questo un incontro spirituale. Per ogni maestro dello spirito lobiettivo di queste riunioni quello di far s che la gente sia felice. Cio rendere la loro vita dolce. Una vita dolce una vita felice. La felicit dolcezza. Quello lobiettivo principale. Quando lobiettivo conosciuto, il passo seguente quello di chiedere come raggiungerlo. Qual la Via? Con quale metodo possiamo raggiungere una vita dolce? vostro diritto chiedere ci al vostro maestro. Sento questa domanda venire dai vostri cuori ed ottengo la risposta mediante il contatto con la mia centrale spirituale. Ci sono dei quartieri generali spirituali sulla terra, cos come ci sono i centri da cui i satelliti vengono telecomandati, un controllo a distanza. Ai maestri dello Spirito dato tutto ci di cui necessitano spiritualmente. Il nostro corpo fisico sorretto dal nostro essere spirituale. Quando il nostro corpo spirituale ci lascia, anche la struttura fisica decade, diventa inutile, quindi la mettiamo nella bara e la sotterriamo. Allora qual la via per raddolcire la vita dellumanit? La dolcezza viene dallamore. Pi amore usate nella vostra vita, pi questa sar dolce. Se non ne usate, la vostra vita sar dura e grezza. Dura significa insipida e difficile. Sar come del legno, senza sapore. Chi non ha mai provato amore come legno secco. Quando lamore giunge alla natura, la natura rinverdisce e si colora. Lamore entra nei fiori, nei frutti. Quando in primavera lamore

arriva a loro, incominciano a sorridere. Quindi quando ricevono amore, danno amore. Ecco perch gli uomini si immergono nel verde della natura per assaporare i suoi colori e i suoi profumi. La natura d amore alluomo e luomo lo d alla natura. Entrambi prendono lAmore dal loro Creatore. Egli d il suo Amore Divino alla natura che a sua volta lo d a voi che amate riceverlo. A voi che siete le creature pi importanti. Siete pi importanti delle piante o dei cavalli, degli elefanti, degli orsi, dei cani o delle volpi... Voi dovete rispettare lAmore Divino pi di ogni altra creatura. Dovete dare amore a ci che vi circonda. Ogni cosa attorno a voi chiede il vostro amore. Lumanit il rappresentante pi importante dellAmore Celeste. Voi dovete essere fonti damore, o sorgenti damore, o rubinetti damore, o fiumi damore, o mari damore o Oceani dAmore. Pu una persona essere un oceano damore? Perch no? Ges Cristo (a.S.) port Amore Divino. Molta gente ha parte di questo amore ma non lo incrementa. Lamore per i demoni predominante oggigiorno. Gli eletti che giunsero dal cielo sono stati dimenticati dalluomo. Invece la gente corre dietro allamore senza senso, a quello transitorio, ad un amore a livello animale. Lamore bestiale ci porta oscurit, tristezza, invidia, gelosia, brutte sensazioni, un livello infernale per lumanit. Dobbiamo migliorare e staccarci da quellamore bestiale raggiungendo il nobile ed elevato Amore Celeste che viene dalla Presenza Divina. Puoi raggiungerlo? Allora il tuo amore sar pi dolce del miele. Potresti stancarti se mangi un barattolo di miele. Diresti: Sono stufo di miele. Se dico: Mangiane ancora un barattolo! Potresti anche mangiarlo, ma se insisto: Mangiane un terzo! non vi troverai pi alcun gusto. Questo non il tipo damore che chiediamo, non di quelli che quando ne assaggi una seconda volta o terza volta il suo gusto gi svanito. Noi chiediamo un amore che dopo aver bevuto alla sua sponda ne chiederai ancora, ancora, ancora e dar dolcezza alla tua vita. Un santuomo disse ad Abu Yazd al Bistmi (Q.s.), il Sultano della Santit: Ho bevuto una coppa dAmore Divino ed ho perso me stesso in essa.

Niente pi ha gusto per me. Sono ubriaco col sapore dellamore di Allah ed il suo sapore infinito in me. Il re dei Santi, udendo ci disse: Anchio bevo ma non ne ho mai abbastanza. Ne chiedo sempre di pi, di pi, di pi... Non mai troppo e sono immerso nella dolcezza e freschezza infinita del fiume dellamore. Mi d sempre pi freschezza ed il mio corpo ringiovanisce pi fresco e pi vivo. Non invecchio, ringiovanisco. Non mi avvicino alla morte, mi rifiuto di morire. Il mio corpo non accetta la morte. La morte mi sfugge. Essa rincorre la gente che non ha provato il vero amore del Signore Onnipotente. Noi, che labbiamo assaggiato e raggiunto la fonte, non moriamo mai. Essi hanno una vita eterna. Essi raggiungeranno Colui di cui sono innamorati. Allah prepara un mondo speciale per loro, una vita privata. L sarai come un ombra tra la gente, mentre il tuo vero essere sar in un mondo distinto e privato tutto per te. Nessuno straniero vi potr entrare. Non ci sono partner in quel mondo damore. Tutto l ti dar vero amore e tutto ricever vero amore tramite il tuo. Sarai come una sorgente di puro amore in quel mondo. Tutti i Profeti ci portano correnti damore, ma la maggior parte degli uomini corrono via da loro. la stessa storia oggi: la gente sallontana dai maestri, si allontana dalle correnti damore. Corrono dietro a vite miserabili. Tutto attorno a voi pu darvi amore per un corto tempo, ma presto finisce e vi lascia come legno secco. Quindi la missione di tutti i Santi, di tutti i Maestri Sufi quella di trasmettere quella corrente damore a chiunque la chiede. Se qualcuno mangia salato, vorr dellacqua da bere. Amer lacqua. Se qualcuno vive nel deserto chieder acqua da bere. Se dorme e sogna, sogner dellacqua. Correr da una fonte allaltra per bere. Se sentiamo lAmore Divino in noi raggiungeremo la corrente dellamore ed Egli vi far dalla Presenza Divina. La vostra vita sar delle pi dolci. Nessuna miseria terrena vi toccher o vi toglier la gioia ed il piacere in cui sarete. Niente vi distoglier pi dal vostro mondo. Questo un mondo amaro. Solo lAmore Celeste, la vita e lamore eterno vi daranno quel mondo amabile

e privato senza intermediari, un mondo di piena gioia, un mondo magnifico dove nulla vi nuocer. Come fare a raggiungere quel mondo? Vi chiedo di domandare in segreto ai fiori, agli alberi, alle piante dove trovano lamore che li rinverdisce. Vi parleranno e vi diranno: Abbiamo maestri che ci insufflano durante i mesi santi, nelle notti sante e durante le ore sante sia di giorno che di notte. un soffio Divino che ci fa raggiungere tale dolcezza, un Amore Divino. Ogni fiore, ogni albero sveglio tutta la notte. Specialmente lultimo terzo della notte e voi invece dormite. Il vostro corpo stanco e siete come morti nel sonno. Cos che non aprite i vostri cuori a quel soffio sacro che giunge ogni notte. Siete ubriachi. Siete stanchi. Siete sfiniti. Perci lAmore Divino non ha effetto su di voi. Non vi raggiunge. Se veramente chiedete, questa la risposta. lamore di quel soffio che ci giunge dal cuore dei Maestri, inviatoci dalle correnti dellAmore Celeste tramite i loro cuori. ci che ci rende amorevoli. LIndia un continente pieno di meraviglie. Ho sentito da maestri che esiste un fiore laggi che se lo trovate e lo portate con voi, la gente si innamora di voi. Anche se avrete 80 o 90 anni la gente vi dar il proprio amore se possedete quel fiore. Ma questo in India. molto difficile coglierne uno perch terribili creature e cobra sono di guardia e non vogliono che nessuno prenda quel fiore. I maestri che mi hanno detto ci mi hanno anche informato che se una persona presente allalba e si preparata per la Presenza Divina, quel Soffio Divino gli giunger, lo avvolger e lo ricoprir con la corrente damore, cos che chi lo guarder prover amore per lui o per lei. Invece di rincorrere quel fiore, potrai raggiungere la corrente damore. Se di notte farete come vi ho detto, i cuori della gente saranno attratti dallamore per voi. La vostra vita diverr pi amabile, amabile ed amabile. Qual la ragione della sofferenza? Qual la cura? Come fare ad ottenere la medicina? Penso sia chiaro. Provate! Molta gente ha provato ed ha avuto i giusti risultati. Fintanto che date del vostro tempo prezioso per venire qui ad ascoltare un maestro, con lautorit a mia disposizione do un po di quellAmore Divino ai vostri cuori. Curatelo e

non lasciatelo svanire. Curatelo come vi prendereste cura di una pianta preziosa. Curate lalbero dellamore e lasciatelo crescere cos che vi copra, nel mondo speciale delle correnti damore, qui e nellaldil. Inoltre, quella corrente damore raggiunger loceano dellamore. Infiniti oceani damore. Ci nuoterete e non vi far annegare come gli oceani qui. No! Vi dar pi dolcezza, pi gioia, pi freschezza, pi pace, pi amore.

Lunit oltre la dualit Egli il tutto nel tutto.


C qualcuno che pensa che loceano sia solo ci che appare sulla sua superficie? Osservando le sue gradazioni di colore ed i suoi movimenti, un occhio acuto pu percepire indicazioni sulle insondabili profondit di quelloceano. La misericordia e la piet Divina sono un oceano senza limiti che fornisce uninfinita variet di vedute a chi naviga sulla sua superficie; ma il pi grande stupore ed appagamento serbato per quelle creature del mare per le quali la misericordia Divina divenuta il proprio elemento. Il Signore ci chiama allamore Divino con una attrazione che innata nei nostri cuori, ad un amore che pu essere compreso e riconosciuto come Divino da alcuni, mentre per altri sentito indirettamente come amore per le Sue creature o per il creato. Ad ogni modo le redini del nostro cuore ci dirigono verso quegli Oceani di Misericordia, cos come il nostro corpo fisico attratto dal mare quando gentile e calmo. Tramite la rivelazione dei testi sacri e grazie allesempio mostratoci dai Profeti e dai Santi, tutti gli esseri umani sono in contatto con questi oceani. Per luomo in genere queste rivelazioni sono come vascelli o manuali per la costruzione e la manutenzione delle imbarcazioni che solcano i vasti mari, ma a coloro che sanno leggere tra le righe una grande rivelazione appare: noi apparteniamo a quel mare, il nostro posto, la nostra casa nelle sue profondit, non sulla sua superficie. Il Sacro Corano un eminente Scrittura senza ambiguit, colma di chiare indicazioni per tutta lumanit, ma contiene molto di pi di ci che pu vedere un occhio non allenato. La capacit di osservare nelle sue profondit non solo una questione di allenamento ma viene conferita tramite la sincerit e la fede. Ci sono infiniti livelli di conoscenza e saggezza nelle profondit del Sacro Corano ove scritto: Certamente percorrerete stadio dopo stadio ed il raggiungimento di ciascun livello

concede grandi benefici non solo a chi lha raggiunto ma anche per tutti quelli che gli stanno intorno, per tutta lumanit e per tutta la creazione. Si potrebbe chiedere: Per quale motivo tutti questi significati nascosti? La comprensione di questi significati la chiave per ottenere la loro essenza di saggezza e questa essenza uninesauribile fonte, un elisir di vita eterna. Possiamo riassumere lessenza della saggezza che il nostro Signore cerca di impartirci attraverso tutte le rivelazioni in una parola: UNITA. Il tema dominante del Sacro Corano lUnit e lIncomparabilit di Dio e la debolezza e la completa dipendenza da Lui delle creature. Sottolineando cos la Sua Onnipotenza e la nostra debolezza ci ricorda laffinit che abbiamo con tutte le creature, e ci conferisce lumile ma onorevole manto della servit. Realizzando che non sei meglio di nessun altro e che il tuo progresso pu essere ottenuto servendo Dio ed i Suoi servitori, avrai afferrato gli strumenti coi quali frantumare il tuo idolo di vanit e il tuo egoismo. Avendo raggiunta lumilt, le tribolazioni della vita fungeranno da propellente verso il tuo scopo, poich essi ci ricordano costantemente la nostra debolezza e saranno accolte se non con ringraziamento, almeno con pazienza, coscienti che ci stanno avvicinando sempre pi allUnit. Il nostro viaggio verso quella meta in primo luogo ci distanzia dallillusione della molteplicit, velo impenetrabile per luomo comune. Quella la visione dellinfinita diversit dellesistenza, apparentemente indipendente, di miliardi di creature che lottano per migliorare la propria condizione ed esercitare la propria volont. Lo stadio successivo quello della realizzazione dellOnnipotenza di Dio e della propria debolezza: questa realizzazione ispira terrore di fronte alla maest e al potere di Allah (Jall) e uno sente se stesso essere un umilissimo servo del Pi Trascendente Signore. Oltre questo c lo stadio di intimit (uns) nel quale la prossimit del Signore percepita: Ed io sono pi vicino alluomo della sua vena giugulare.

( Corano 50, 16 ) In questo stadio si possono percepire i Suoi aspetti di amore e bellezza (Jaml). Ma lo scopo ultimo oltre persino lintimit del Io e Te, lUnit oltre la dualit, poich Egli il tutto nel tutto. Questo il significato di L ilha illAllah: Non c alcun Dio allinfuori di Dio. Fintanto che rimaniamo ancorati alla separatezza della nostra esistenza fisica noi siamo lontani dal nostro scopo. Perch temiamo la morte? Perch abbiamo paura di essere non esistenti, ed per questo che anima e corpo sono attaccati luno allaltra cos tenacemente e questo rende possibile a entrambi di vivere in questo mondo. Pu darsi che dovremo pagare un altro prezzo per vivere, ma tuttavia pazientiamo. Tutti i Profeti di Dio ebbero la stessa missione: chiamare la gente ad unesistenza Divina nel Signore e ad uno stile di vita che conduce a perseguire quello scopo. Che cosa implica un simile stile di vita? Una volta che lidolo dellegoismo scacciato, la realizzazione non viene pi cercata nellautoappagamento. Lenfasi si sposta verso la ricerca della Verit, della purezza e della pace per avvicinarsi agli attributi divini nello spazio di tempo che ci stato concesso per prepararci a quella tanto sospirata ri-unione. Ambizioni e desideri mondani vengono allora drasticamente ridotti ed un decente livello di mantenimento necessario a sostenere un semplice stile di vita rimpiazza uno sforzarsi vorace ed egoistico. Persone ricche e potenti furono spesso in prima linea nellopposizione contro i Profeti poich, mancando loro lallenamento spirituale che possa permettergli di trattare il potere e la ricchezza con distacco, essi videro il loro potere e la loro ricchezza come lessenza e laffermazione della loro esistenza. Cos si opposero con veemenza ad ogni cambiamento dello status quo. Persone povere e senza potere furono generalmente pi ricettive, perch non si sentirono spaventati dallavvento di un nuovo ordine orientato verso la spiritualit. Certamente anche essi ritenevano che il denaro e il potere erano criteri dellesistenza, ma pensarono: Non

abbiamo nulla e comunque non siamo nulla, quindi che cosa abbiamo da perdere se andiamo ad ascoltare? Cos quando i Profeti li c hiamarono al Signore essi poterono facilmente rinunciare allattaccamento e ai valori terreni e dissero: Abbiamo lasciato alle nostre spalle ogni cosa a parte noi stessi. E per quelli che realmente intesero quello che avevano detto, tra i poveri che avevano rinunciato a poco e fra i ricchi che dovettero lottare duramente per rinunciare ai valori mondani, lessenza del messaggio fu quindi impartita: Ora, lasciate indietro voi stessi e avvicinatevi allOceano dellUnit. Abu Yazd al Bistmi (Q.s.) (uno dei pi grandi Maestri della linea Khwajagn) si avvicin alla Presenza Divina e buss alla porta. Gli fu chiesto: Chi l? Sono venuto, o mio Signore rispose Abu Yazd. Gli fu detto: Qui non c posto per due, lascia il tuo ego dietro di te e vieni. Quando una seconda volta Abu Yazd (Q.s.) avvicin la Presenza Divina gli fu chiesto chi fosse, disse: Tu, o Signore. Una volta fu chiesto ad Abu Yazd (Q.s.) a proposito degli atti di adorazione e di devozione di due differenti tipi: quelli indicati dallesempio del Profeta (S.a.s.) (Sunnat) e quelli resi obbligatori tramite Rivelazione Divina (Fard) Egli disse: Sunnat labbandono del mondo e fard labbandono di tutto tranne Lui solo. Tanta gente proclama di seguire la Snnat ma i loro cuori sono pieni di amore per la mondanit. Per quanto riguarda ci che obbligatorio, Abu Yasid (Q.s.) penetrato nel cuore dellargomento, perch quellabbandono totale il fine verso il quale tutti i mezzi (atti di adorazione) sono diretti. Obbligatorio, inoltre, perch nel tempo della morte tutti dobbiamo lasciare ogni cosa allinfuori di Lui, sia che siamo pronti oppure no. Il Signore ci invita ad entrare negli Oceani di Unit mentre noi siamo ancora in questa vita, a dissolverci come lo zucchero si dissolve nel t. Quando lo zucchero si sciolto non puoi pi dire: Questo lo zucchero e questo il t. Linvito del nostro Signore ad unirci nella Sua Unit ci sempre offerto ed nostro destino soffrire fino a che non rispondiamo a quellinvito. Fino a che ci attacchiamo alla nostra pretesa di autonomia dovremo anche

sopportare il peso delle dure lezioni che questo mondo ha da offrirci, con pianto e sofferenza. Lasciate andare e nulla vi recher danno. Quando Abd ul Qder Jilni (Q.s.) si rivolgeva ai suoi seguaci, la sua individualit diveniva a volte completamente velata da un manto di Attributi Divini e di Attributi Profetici. Quando era in simili stati il Divino si manifestava attraverso di lui e la sua parola diventava fonte di timore e per chi non avesse ancora raggiunto una stazione sufficientemente elevata, molto disturbante e persino scioccante. La perfezione pu essere compresa solo da individui perfettamente completi, niente affatto da uomini non rigenerati. Per quelli sulla via della Verit, essi comprendono la perfezione in accordo con i loro rispettivi livelli di evoluzione ed i seguaci di Abd ul Qader Jilani (Q.s.) non erano su di un livello tale da poter ricevere da quelle emanazioni. Una volta stava tenendo un discorso rivolto ai suoi discepoli dal pulpito di una moschea. Egli recit un verso del Sacro Corano e lo spieg un po. Poi disse: Questa spiegazione aiuter ognuno dei presenti a capire questo verso, ciascuno ad un livello (di comprensione) corrispondente alle proprie cognizioni, ma il suo significato reale non per voi. Non potete capire quello che sto dicendo. C solo uno degli ascoltatori in grado di apprezzare i profondi significati del discorso ed nascosto dietro un pilastro ed coperto da un velo. Le mie parole sono state dirette a quella persona, non a voi, cercate di capire questo e non pensate a voi stessi come ricettacoli adeguati ad ogni pezzo di preziosa saggezza. Se voi sentite qualcosa da me che capite, allora molto bene, fatene buon uso sulla vostra strada, ma se sentite qualcosa che non capite, state attenti a non respingerlo. Quando succede questo, semplicemente mantenetevi in pace e siate umili abbastanza da accettare che possa essere stato diretto a qualcun altro dellassemblea, qualcuno che ha raggiunto un potenziale di comprensione superiore al vostro. Poi continu in un altro, ancora pi profondo livello di significato di quel verso del Corano e disse: Ora, questo oltre il livello anche di quella persona dietro al pilastro. Quando Jilani (Q.s.) ritorn in s, i suoi

10

discepoli lo informarono della natura dei suoi discorsi durante lo stato di assenza da s. Jilani (Q.s.) allora disse loro: O figli miei, se vero che io dico cose contrarie alla Sharah (legge divina) allora dovete colpirmi con la vostra spada. Ci che Jilani (Q.s.) intendeva con contrario alla Sharah significava in effetti contrario alla vostra comprensione della Sharah; poich le persone non sono tutte sullo stesso livello di comprensione della Sharah. Nel successivo incontro Jilani (Q.s.) disse ancora cose appartenenti ai reami della conoscenza di Allah Onnipotente. Allora in accordo con le istruzioni dello Sheikh i discepoli estrassero le loro spade ed incominciarono a colpirlo, ma le loro spade passavano attraverso la figura dello Sheikh cos facilmente come se passassero attraverso laria. Colpirono e colpirono ma era come se il suo corpo fosse un miraggio. Quando Jilani (Q.s.) torn a s, i suoi discepoli gli dissero: O nostro Maestro, hai di nuovo detto di quelle parole. E voi cosa avete fatto a riguardo? Come ci hai istruito, ti abbiamo colpito con le nostre spade, ma esse passavano come attraverso aria fine. Allora non dovevo pi essere l. Non cera pi Jilni da essere tagliato dalle vostre spade. Jilni era dissolto nellUnit del Signore Allah lOnnipotente. Era Lui solo che vi parlava. Certamente qualcuno sollever delle obiezioni dicendo che non c nessuna evidenza dalle Scritture del fatto che Allah possa parlare attraverso un intermediario diverso da un Profeta (S.a.s.). Sia il Corano che la Torah narrano che Allah parl a Mos (a.S.) attraverso un cespuglio in fiamme, ed ogni credente accetta questo. Nella vostra opinione, qual il veicolo pi nobile per la Luce Divina, il pi nobile strumento per la Saggezza Divina, il cespuglio o luomo? luomo o il cespuglio la corona della creazione? C terreno sul quale respingere questo punto? Quando una persona raggiunge la stazione dellUnit egli lascia dietro di s la sua propria esistenza, cosicch lUnit Divina l o sopraff: potete vederlo come Jilni ma non pi Jilni (Q.s.). Siamo tutti gravati dal peso del carico di questa vita e ci carichiamo di quel peso solo perch non vogliamo sollevarcene. Alcune persone sciocche non sono

11

soddisfatte di portare i loro pesi ma invidiano i pesi degli altri. Il risultato questo: fintanto che uno porta il peso del suo io molti altri lo attaccheranno e sar colpito da frecce e pugnali, ferito dalle spade dellinvidia e dellinimicizia. Raggiungere la porta dellUnit con lOnnipotente la sola via per essere liberato dalle sofferenze di questo mondo e tutti i Profeti di Dio hanno insegnato metodi per raggiungere questo scopo. Comunque, la resistenza nelluomo molto forte e, generalmente, maggiore la nostra fortuna mondana pi difficile sar raggiungerlo. Questa una delle principali ragioni per cui la legge Divina rivelata attraverso i tempi ha richiesto al ricco di dare in carit al povero. Oltre agli ovvi benefici di sollevare dalla povert chi riceve e di proteggere il donatore dallinvidia, dare in carit allena le persone benestanti a rinunciare ad una parte della loro ricchezza e cos purificarla e purificarsi. E per questo che la parte dovuta ai poveri si chiama Zakt (purificazione). Purificazione da cosa? Dal nostro attaccamento ad unesistenza separata. Shabn ar-Rai (Q.s.) era un semplice pastore ed anche uno dei grandi Santi Sufi dellinizio dellera islamica. Visse nel tempo in cui i quattro ben rinomati Imam delle scuole sunnite di giurisprudenza erano impegnati a compilare i canoni delle loro rispettive scuole. Uno di questi grandi dotti, Imam Shafii (Q.s.), considerava Shabn ar-Rai (Q.s.) suo tutore spirituale. Un altro dei quattro grandi Imam, Ahmed ibn Hmbal (Q.s.), essendo scettico di uno Sheikh cos illetterato, decise di porgli una domanda molto semplice per accertare il suo livello di conoscenza. Imam Shafii (Q.s.) lo ammon: Stai attento a non pensare a lui come a un sempliciotto, perch se gli domandi con questo preconcetto, capir la tua intenzione nascosta e ti svergogner. Imam Ahmed (Q.s.) era comunque determinato a proseguire il suo corso, e cos gli domand: Qual la quota di Zakt che tutti i musulmani non indigenti devono pagare ai poveri? Di quale Zakt stai chiedendo. La vostra Zakt o la nostra? Secondo la vostra variet di conoscenza o secondo la nostra via? Sorpreso e sempre

12

sospettoso di eresia, Imam Ahmed chiese: Cosa? Pretenderesti dire che vi sono due quote di Zakt nella Sharah? Vorrei sapere quali sono e su quali evidenze basi le tue affermazioni. Secondo la Sharah come si applica a te e a quelli che sono sulla tua via, incombente sopra ogni persona di dare ai poveri un quarantesimo del suo oro, argento, greggi e merci. Secondo la Sharah come si applica ai suoi schiavi, gli schiavi e tutto ci che possiedono appartengono al loro Padrone. Per cui, nella nostra via, di ogni quarantesimo, quaranta sono per il nostro Signore e niente per noi. Allora Imam Ahmed (Q.s.) gli chiese: Su quale autorit basi questo? Chi il tuo Imam e qual la tua catena di trasmissione indietro fino al Profeta (S.a.s.)? Il nostro Imam Abu Bakr as-Siddiq (R.a.) (il primo Khalfa dellIslam): egli diede tutta la sua ricchezza per il suo Signore. Richiedendo cos di rinunciare almeno ad un quarantesimo della loro ricchezza ogni anno, viene dato agli uomini il via lungo il cammino della rinuncia. E rinunciare al possesso anche di un piccolo valore una lotta per luomo, che nato in questo mondo a pugni chiusi ma dovr lasciarlo a mani aperte. Nulla di ci che potr raccogliere dai tesori di questo mondo lo render capace di risiedervi per sempre. Cos, aprite le vostre mani mentre sono ancora calde; questo meglio per le vostre anime, poich la pratica di vivere a mani aperte vi preparer a vivere la vostra esistenza nella sublime Unit Divina. Questo il pi alto livello di bene in questo mondo e lOnnipotente promette una grande ricompensa: Sar la ricompensa del bene altro che il Meglio? Il Signore Onnipotente accetter la vostra esistenza e vi dar da Se stesso. Questo il significato di Fana-fillah (annichilimento in Dio) e Baqabillah (permanenza in Dio): la vera esistenza nelloceano dellunit di Allah Onnipotente. Nessuno pu anticipare quellinfinito piacere. Possa Allah concedercelo. Ma ogni cosa ha il suo prezzo....

13

Limportanza di allineare la propria volont con quella del Signore.


Tratto da: Mercy Oceans Hidden Treasures. Damasco 1980-81 Il mio GrandSheikh (Q.s.) stava parlando di un punto molto importante riguardo a Shaitn. Per quale ragione stato espulso dalla Presenza Divina? GrandSheikh (Q.s.) disse che Shaitn era un fedele servitore del suo Signore. Lo adorava e lo rispettava da pi di 2000 anni senza nessuna disobbedienza, ma una volta, solo una volta, egli us la sua volont contro la volont del suo Signore. Mettere la propria volont sopra la Volont Divina non era e non poteva essere unazione corretta e fu la sola ragione per cui fu bandito dalla Presenza Divina. Quando Allah cre Adamo (a.S.), la Sua Volont fu che tutti si prostrassero di fronte a lui in segno di rispetto e cos comand a tutti di fare. Tutti obbedirono eccetto Shaitn che disse: No. Il significato di questo era: La mia volont sopra la tua volont, io non obbedisco ai tuoi ordini. Questo rifiuto di sottomettersi lo fece cadere nelloscurit dellesilio e quello fu linizio e la fonte del peccato. GrandSheikh (Q.s.) dice che quando i figli di Adamo (a.S.) pongono la propria volont sopra la Volont di Allah o del Profeta (S.a.s.) attribuiscono segretamente partners ad Allah ( Shirk Khafi, politeismo nascosto) in modo non esplicito, ma interiore e quindi molto pericoloso e causa di guai profondi. Nel nostro tempo in modo particolare, luomo si aggrappa con forza alla sua volont, richiedendo che essa prevalga sopra tutto il resto. Troverai pochissime persone che siano in accordo fra di loro, la maggioranza si attacca fermamente al proprio volere individuale. Come potrebbero quindi essere daccordo con la Volont del Signore o la Volont del Profeta (S.a.s.) se non possono nemmeno piegarsi ed accettarsi luno con laltro? Questa la fonte del peccato ed per questo che tutte le Tarqat insegnano alla gente come essi possano abbandonare la propria volont di fronte ad una persona e

14

dire: Questo il mio Sheikh, ho lasciato la mia volont per la sua volont, cos che questo possa essere un primo passo per poter imparare ad essere un obbediente servitore di Allah e del suo Profeta (S.a.s.), altrimenti non potrei nemmeno incominciare. Ora Satana ed il suo esercito stanno lottando contro gli Sheikh e le Tarqat perch le Tarqat insegnano alla gente a lasciare la propria volont di fronte ad Allah ed al suo Profeta (S.a.s.). La Tarqa intende educarci. Quando dico che lui il mio Sheikh per amore di Allah e del suo Profeta (S.a.s.), allora lo amo non per questo mondo, ma veramente per Allah e per il suo Profeta (S.a.s.). Stiamo parlando della volont dei servitori, un argomento estremamente importante che influenza la nostra vita e i nostri progressi presso la Presenza Divina. Usare la nostra volont come dovremmo significa accordarla con i desideri del nostro Signore, se siamo capaci di ci ci renderemo accettabili nella Presenza Divina; se no, significher infelicit per noi, sconfitta ed oscurit, tutto ci che discese sopra Shaitn perch non pot fare ci che il suo Signore desiderava da lui: prostrarsi di fronte ad Adamo (a.S.). A causa di ci, tutte le devozioni e gli atti di adorazione da lui compiuti in 2000 anni furono resi vani e fu bandito. GrandSheikh (Q.s.) insisteva sullimportanza di questo punto poich le fondamenta in tutte le religioni e di tutte le fedi sono basate su questo: se puoi agire in accordo con la Volont del tuo Signore, tu potrai migliorare fino al rango dei Profeti e dei Santi, ti potrai avvicinare alla Presenza Divina e trovare accoglienza; altrimenti stai segretamente attribuendo partners ad Allah e diventi attaccato a questa terra come un aeroplano che vi legato e non pu decollare. Chi non d la giusta attenzione a questo sottile punto nel pericolo di dirigersi lungo la via di Shaitn. Questa una base comune in tutte le religioni, poich Allah lOnnipotente ha detto tramite i suoi Profeti: O mio popolo, se pretendete di essere Miei servitori, allora mettete i vostri desideri in linea con i Miei, altrimenti non siete servitori. Allah lOnnipotente disse ai figli di Israele tramite il Profeta Ges (a.S.): Rendete testimonianza che Ges Cristo (a.S.) il mio Profeta

15

presso di voi. A loro questo non piacque e cos caddero. Allah disse loro: Io non ho bisogno delle vostre adorazioni, tutto quello che voglio che vi sintonizziate con i Miei desideri. Similmente, Allah disse attraverso il suo Profeta Muhammad (S.a.s.): O Cristiani venite e siate daccordo con Muhammad (S.a.s.). Essi risposero: No, a noi piace solo Ges Cristo (a.S.), abbastanza per noi. LOnnipotente rispose : La vostra adorazione inaccettabile fino a che i vostri desideri sono differenti dai Miei. Ognuno vuole che i suoi desideri siano soddisfatti. Vero o no? Dobbiamo servire come piace a noi o come piace a Lui? Dobbiamo accettare la parola del nostro Signore riguardo a Ges Cristo (a.S.), Mos e gli altri Profeti. Adesso anche i Musulmani stanno correndo dietro a tanti desideri e abbandonano la Via di Muhammad (S.a.s.), dicendo: Ci piace questo e quello. Come risultato, la loro adorazione si riduce a un nulla. Se potete capire questo punto, sar sufficiente per voi, essendo la prima e pi importante lezione che possiamo imparare dalle azioni di Shaitn. Non avete paura di diventare come lui? I compagni del Profeta (S.a.s.) impararono ad obbedire al Signore attraverso lobbedienza verso il Profeta (S.a.s.). Essi dicevano: O nostro Profeta (S.a.s.) offriamo le nostre madri e i nostri padri per te. Glielo dicevano sinceramente e con amore. In questo modo giunsero ad obbedire ad Allah tramite lobbedienza a Muhammad (S.a.s.). Quindi Allah ordin alla gente di seguire i successori del Profeta (S.a.s.) e di stare uniti a loro come i compagni (Sahba) stavano uniti al Profeta (S.a.s.), cos che tramite loro noi possiamo imparare lobbedienza al Signore. Se questa disciplina di seguire coloro che sono veramente sulla via del Profeta (S.a.s.) non fosse nellIslam, non ci sarebbe pi Islam. LIslam viene con la disciplina, una forte disciplina: la gente non deve pi andare di qua e di l, ma deve seguire la via del Profeta (S.a.s.). Questo il significato della disciplina nellIslam. Dobbiamo accettarlo altrimenti stiamo ingannando noi stessi, dobbiamo mantenere una disciplina, come Allah lOnnipotente ordina nel Sacro Corano:

16

... E non seguire i loro vani desideri perch essi ti farebbero deviare dalla Via della Verit.... ( Corano 5, 51 ) Il nostro GrandSheikh (Q.s.) stava dicendo riguardo Adamo (a.S.) che quando Allah lOnnipotente lo mise in Paradiso e gli disse: Ti stata concessa ogni cosa, godine in abbondanza eccetto quellalbero da frutto che non devi avvicinare. Ma lego di Adamo (a.S.) diceva: O mio Signore, Tu non vuoi che ne mangi ma io lo voglio. Siccome il desiderio del suo ego non era in linea con quello del suo Signore, divenne vulnerabile alle suggestioni di Shaitn; per cui dovette andare sulla Terra ad imparare leducazione e la disciplina, la somma delle quali dire dentro di s: Come vuoi Tu, mio Signore. Se non possiamo dire questo dentro il nostro io profondo, significa che rendiamo i nostri desideri signori sopra il nostro Signore, Iddio lOnnipotente. Quando Adamo (a.S.) mangi da quellalbero in opposizione alla Volont del suo Signore, Allah prese da lui il suo manto paradisiaco e lo lasci nudo e disonorato per fargli provare vergogna di quello che aveva fatto. Dobbiamo stare molto attenti a non attribuire partners ad Allah lOnnipotente nelle le nostre azioni. Se riusciamo ad essere attenti a questo punto sottile sar facile per noi ricevere Luce Divina nei nostri cuori. Il Profeta (S.a.s.) diceva riguardo ad Abu Bakr (R.a.): Egli era uno che mor prima di morire. Fra tutti i compagni, perch fu Abu Bakr (R.a.) a realizzare questo? Poich egli aveva lasciato assolutamente tutti i suoi desideri alle sue spalle, cos che non era rimasto nulla di essi al cospetto del suo Signore e del suo Profeta (S.a.s.). Egli era come un uomo morto che non ha alcun desiderio per questa vita. Quando raggiunse questo stato, egli era come un ombra del Profeta (S.a.s.) e non potete trovare un ombra che non sia completamente daccordo col suo originale; fino a questo livello assoluto Abu Bakr (R.a.) non lasci mai la Via del Profeta (S.a.s.).

17

Grazie a questa qualit, Abu Bakr (R.a.) divenne degno di fiducia sotto tutti gli aspetti ed il Profeta (S.a.s.) pot trasferire molte conoscenze nel suo cuore. Il Profeta (S.a.s.) sapeva che Abu Bakr (R.a.) non avrebbe fatto nulla contro il suo desiderio o il suo volere, cos, nelle gerarchie spirituali, Abu Bakr (R.a.) il pi alto di tutti i compagni del Profeta (S.a.s.). Anche Sayyidina Ali (R.a.) era uno dei compagni del Profeta (S.a.s.) che non us mai la sua volont contro la volont di Muhammad (S.a.s.) o desider in opposizione al desiderio del Profeta (S.a.s.). Egli era uno dei due, fra tutti i compagni, che conform i suoi desideri totalmente a quelli del Profeta (S.a.s.). Ali (R.a.) stato descritto dal Profeta (S.a.s.) nel modo seguente: Io sono la Citt della Conoscenza e Al (R.a.) la porta di quella Citt. Il mio GrandSheikh (Q.s.) diceva che il Profeta Muhammad (S.a.s.) era cos soddisfatto del fatto che Ali (R.a.) lo seguisse come unombra, che un giorno gli ordin di guardarlo: quando Al (R.a.) lo guard, il Profeta (S.a.s.) mostr se stesso nella sua vera Personalit Profetica presso la Presenza Divina. Nessuno pu contemplare quella personalit fino a che non raggiunge la stazione di Sayyidina Ali (R.a.); qual questa stazione? la stazione dellessere un ombra in ogni azione. Una volta il figlio di Omar (R.a.) stava andando in Higiaz viaggiando su di un cammello, quando arriv in un certo punto della strada fece una deviazione sulla destra, cavalc in tondo e ritorn sulla pista, continuando la sua strada. La gente gli chiese: O figlio di Omar (R.a.), la strada andava diritta, perch hai fatto un cerchio? Egli rispose: O gente, una volta accompagnai il Profeta (S.a.s.) su questa strada e quando egli giunse in questo punto fece un cerchio sulla destra, quindi continu diritto, quindi ho voluto fare come il Profeta (S.a.s.). Guardate come i compagni desideravano e agivano come il Profeta (S.a.s.). A chi raggiunge questa stazione, il Profeta (S.a.s.) pu mostrare la sua vera Personalit Profetica presso la Presenza Divina, poich anche ora il Profeta (S.a.s.) vivo, ma non nello stesso modo in cui noi siamo vivi. Egli ha una vita reale alla Presenza Divina. Sia Abu Bakr (R.a.) che Ali (R.a.) raggiunsero la loro stazione divina e

18

ricevettero la Santa Fiducia (amanat) dal Profeta (S.a.s.) durante questa vita. Altri Sahba ricevettero ci solo quando raggiunsero laldil. GrandSheikh (Q.s.) mi disse che un giorno Sayyidina Ali (R.a.) disse a Sayyidina Omar (R.a.) a riguardo della conoscenza segreta che gli era stata rivelata: O Omar (R.a.), se ti parlassi delle conoscenze segrete che mi sono state dischiuse, immediatamente mi taglieresti la testa con la tua spada, non mi lasceresti alzare dal mio posto se ti parlassi dei segreti della Via, della Creazione, della Religione, della Profezia e dei segreti di Allah lOnnipotente. Non potresti nemmeno ascoltare. Quando il Profeta (S.a.s.) fu portato nei Cieli nel Viaggio Notturno o Ascensione ( Miraj) la notizia di questo viaggio miracoloso si diffuse tra i musulmani. Omar (R.a.) sentendo queste notizie a lui incomprensibili, corse a vedere il Profeta (S.a.s.), per capire cosa fosse tutto ci. Sulla sua strada incontr Abu Bakr (R.a.) e gli chiese: Cosa sta dicendo il tuo compagno ( Muhammad (S.a.s.)), tu credi ad una cosa simile? Abu Bakr (R.a.), che non aveva ancora incontrato il Profeta (S.a.s.) dopo il Miraj, disse: O Omar, che cosa stai dicendo? Se tutta la creazione stata creata per amor suo, credi sia troppo per Lui ascendere ai Cieli o compiere altri miracoli? O Omar (R.a.), io credo che lui sia capace di miracoli ancora pi grandi di questo; cos grande, cos rispettato presso la Presenza Divina che nessuno pu conoscere la sua vera personalit se non il suo Signore.

19

Sforzo

e fiducia nel Signore. La scala per la luna.

Questa notte GrandSheikh (Q.s.) parler di un punto molto importante. Dico che GrandSheikh (Q.s.) parler perch gli Auliy (santi) vivono nella vita reale: sono stelle viventi, non stelle morte. Sono persone viventi anche dopo la loro scomparsa dalla vita corporea. Quando lasciano questo mondo e vanno verso la vita celeste, essi lasciano dietro se stessi un successore (Khalfa) deputato a parlare per conto loro; quindi, quando parlo qui il mio GrandSheikh (Q.s.) che parla, che mi fa parlare per conto suo. Per questo dico che vi parler di un punto importante. GrandSheikh (Q.s.) diceva che un grande Santo ed amante del Profeta (S.a.s.), Ibn Omar as-Safadi (Q.s.), disse: Se una persona lascia tutto e si astiene dallazione, dicendo che non ha bisogno di agire perch egli ha fiducia nel suo Signore e che il suo Signore sufficiente per lui e gli procura ci che ha bisogno, allora quelluomo un fuorviato e un peccatore. Qui GrandSheikh (Q.s.) vuole chiarire la vera relazione tra il servo ed il suo Signore, dicendo: C una certa distanza che i servi devono coprire, prima e solo quando quella distanza stata coperta ed il suo perimetro attraversato, i servi potranno dire: Da qui in poi lascio ogni cosa al mio Signore e da questo punto in poi affido tutti i miei affari al mio Signore! Per esempio, un contadino ara il suo campo e pianta granoturco, quindi lo lascia ed ha il diritto di attendere semplicemente la mietitura. Egli avr fiducia nel suo Signore che produca il suo raccolto, ma se una persona non ara e non semina, dice solamente: Io confido che il Signore mi dar granoturco al tempo della mietitura egli in verit ben stolto nel suo pensare e nel suo agire. Dovete essere consapevoli sul vostro da fare e compierlo. Non potete far piovere, non potete costringere il granoturco a crescere e produrre pannocchie, ma potete arare e seminare, solo allora potrete confidare che il vostro Signore porti a compimento quello che avete cominciato. Questa la vera fiducia in Allah (tawkkul). Questo

20

un punto molto importante e spesso frainteso, specialmente nei paesi europei, dove c gente che solleva obiezioni allIslam, dicendo che esso ci insegna che non c bisogno di lavorare, ma che bisogna dipendere solo dai Favori Divini. Oggi anche nei paesi musulmani la generazione pi giovane dice che lIslam la causa dellarretratezza dei loro paesi, ma questo il risultato di un erronea comprensione. In realt, quello che lIslam ci dice che noi possiamo incominciare a lavorare con le nostre proprie azioni ma Allah che le completa e che il successo di ogni sforzo nelle Sue mani. Questo il mondo delle cause. Abbiamo bisogno di cause e dobbiamo tenerci stretti ad esse in questa vita, perch eventi miracolosi possono accadere a Profeti e Santi ma non a chiunque. Per questa ragione ci stato ordinato dal Profeta (S.a.s.) di partecipare alle cause cos da poter testimoniare gli effetti ed ottenere i risultati. Allah Onnipotente dice che nessuno raggiunge nulla senza agire; dobbiamo agire per avere dei risultati. Quindi lazione un ordine di Allah Onnipotente e non dobbiamo solamente sederci ed aspettare senza movimenti e senza azioni. Avere fiducia in Allah corretto solo dopo aver completato il nostro dovere. A volte nella Tarqa, lo Sheikh pu mettere alla prova un murd ordinandogli di abbandonare ogni causa e di non cercare i propri mezzi di sussistenza. Ma questi casi sono rare eccezioni e non la regola generale. La regola generale procurarsi i mezzi, come Allah comanda. Perch GrandSheikh (Q.s.) parla di questo punto? Non lo menziona qui nel contesto delle azioni terrene e azioni per questa vita, ma piuttosto si riferisce allo sforzo richiestoci per raggiungere le stazioni celesti e gli oceani della Conoscenza Divina. Dovete sforzarvi e compiere buone azioni quanto pi potete, e quando avete finito, dopo aver fatto quanto pi vi era possibile, Allah lOnnipotente vi innalzer. Se voi state cercando le stazioni d ivine e poteri miracolosi, dovete prima lottare e non solamente dire Allah ci dar o Le mie azioni non sono sufficienti perch io possa raggiungere le stazioni celesti. Una buona analogia per illustrare questo punto la

21

seguente: ad un tale erano stati dati un piccone ed un badile rotti e gli fu detto: Prendi questi strumenti e scava sotto tutti i sette strati della Terra fino a che raggiungerai la fine dove troverai il tuo tesoro. Pensate voi che sia possibile farlo con un piccone ed un badile rotti? Naturalmente no, ma malgrado ci, devi scavare quanto pi puoi e non cedere dicendo: Come posso compiere un impresa simile? Il tuo compito quello di scavare poco a poco ed il Signore ti sta seguendo cos che quando vede che credi fermamente e lavori come ti stato ordinato, Egli mander il Suo Aiuto giusto nel momento in cui sarai esausto e non potrai fare di pi. In quel momento mander una grande macchina che estrarr il tuo tesoro istantaneamente e senza sforzo. Poich sei un servo senza potere, incapace di eseguire un Suo ordine, Lui estrarr per te il tuo tesoro con il Suo potere, non con il tuo. Ti sta solo mettendo alla prova: stai ascoltando, credendo e obbedendo? Se incominci, lui finir, ma se dici: impossibile anche per la pi grande macchina, come posso io farlo? Verrai bandito dalla Presenza Divina. Ma se incominci il tuo scavo malgrado la ovvia impossibilit del compito, allora il verso divino del Sacro Corano si applicher a te: Allah non grava alcuno oltre le sue capacit. ( Corano 2, 286 ) Non abbiamo la pretesa di raggiungere tutte le stazioni celesti come risultato delle nostre pratiche; facciamo solo ci che in nostro potere di fare e, in realt, raggiungere lo scopo per mezzo delle nostre pratiche come cercare di raggiungere la luna per mezzo di una scala; anche se legassi assieme tutte le scale del mondo non potresti raggiungerla, impossibile; ma dobbiamo comunque provare perch pu darsi che, una notte, dalla luna discenda una scala per congiungersi alla nostra, e allora ci sar possibile salire, ma che noi possiamo costruire su fino alla luna, quello mai, ma dobbiamo comunque compiere il nostro dovere. Allah

22

dice che fare il proprio dovere la causa del nostro raggiungere i cieli, ma dovete sapere che questo non sufficiente. Sappiamo che le scale vanno verso lalto, ma non fino alla luna. Questo il significato preciso della Tarqat, e noi non inganniamo la gente: se uno lavora con sincerit, il nostro Signore pu mandare una scala in ogni momento dalla luna per portarvi su, ma dovete fare il vostro lavoro, ed avere fiducia nel Signore. Molta gente legge nei libri a riguardo di eventi miracolosi, e, a volte il nostro ego ci chiede di essere uno di questi uomini miracolo. Tarqat la via per diventare capaci di compiere miracoli, ma noi non lavoriamo per ottenere simili cose, ma solo per il piacere del nostro Signore. Quando Lui soddisfatto di noi, ci render soddisfatti di Lui, ed in quel momento non vorrete nemmeno considerare gli eventi miracolosi; solo il nostro ego che chiede di compiere simili imprese. Il nostro GrandSheikh (Q.s.) sta dicendo alla fine di questincontro: Vi sto parlando per conto del Signore del Tempo (Shib-uz-Zamn), Sayyidina al-Mahdi (a.S.), perch non gli ancora permesso mostrarsi e rivolgersi alla gente direttamente, quindi mi stato dato permesso in vece sua. Quando apparir voi testimonierete il modo in cui parler. GrandSheikh (Q.s.) continu: Questa assemblea ha le stesse virt della ssemblea di Sayyidina al-Mahdi (a.S.), e riceve la stessa ricompensa. Queste conoscenze non sono il risultato della lettura di libri, ma provengono direttamente dal cuore del Santo Profeta (S.a.s.). Allah lOnnipotente concede queste conoscenze a chi ha fiducia in Lui ed a chi esegue i suoi ordini con pieno rispetto.

23

I miracoli: il potere di racchiudere il mondo in un ditale.


Il mio GrandSheikh (Q.s.) dice che raramente accadono miracoli, normalmente tutto succede tramite cause. Solo in casi eccezionali degli eventi succedono e sono inspiegabili con le leggi causali ordinarie. Queste eccezioni sono limitate in ogni secolo. Per esempio qualche anno fa ho sentito di un bambino che risolveva enigmi matematici che nemmeno degli adulti colti arrivavano a risolvere. Cos pure nel mondo spirituale accadono cose nella vita di persone che sono miracolose e nessuno riesce a spiegarne le cause basandosi sulla normalit. GrandSheikh (Q.s.) ci svela come mai questi fatti accadono: primo, per dichiarare ad ogni persona che c il Signore delluniverso e che Egli fa ci che vuole. Che le cause non lo concernono n soggetto alle leggi naturali. Egli colui che crea queste cause e queste leggi, ma non sono un legame per Lui. La Sua Sovranit assoluta ed il Suo regno libero dal comando altrui. Egli solo comanda e fa ci che vuole come vuole. Dobbiamo avere la certezza assoluta che Egli ha il Potere di fare ogni e qualsiasi cosa. GrandSheikh (Q.s.) mi fece questesempio su come Allah Onnipotente faccia ci che vuole. Allah Onnipotente potrebbe racchiudere il mondo intero in un ditale. Come? Se consideriamo ci con le conoscenze empiriche saremo daccordo che ci fattibile, in quanto gli astronomi e scienziati hanno scoperto che vi sono stelle la cui massa in un cucchiaino equivale a un miliardo di tonnellate. Stelle di neutroni. Gli scienziati studiano e ricercano ed aumentano la loro sapienza in merito, Allah ha dato loro la mente per osservare la Terra ed i Cieli. Sapendo ci possiamo dire che questa ipotesi valida, perch no, forse veramente si potrebbe mettere lintero pianeta in un ditale. Questa la nostra mente che stima e calcola, ma Allah non agisce come noi pensiamo. Egli pu mettere il mondo nel ditale senza rimpicciolire il mondo o senza allargare il ditale. Niente si oppone al Suo volere. Se

24

ordina qualcosa, cos devessere. Questo il potere di Allah Onnipotente (Qdrah). Nella nostra immaginazione allargheremmo il ditale o restringeremmo il mondo, ma se facesse cos anche Lui, non vi sarebbe differenza tra servi e Signore. La prima ragione per cui Allah decreta laccadere dei miracoli di mostrarci che Lui pu ci che desidera. Cos a chi Egli vuole d conoscenza segreta senza sforzi e senza studio. Il nostro GrandSheikh (Q.s.) disse che tali poteri gli furono conferiti nella sua infanzia, ma la completezza del potere degli Auliy sta nel mantenere segreto e non fare mostra delle loro facolt miracolose: qui sta la loro vera grandezza. Gli Auliy sono come vulcani, in s racchiudono tremendi poteri. Ma come un vulcano pu apparire ad un ignaro come una montagna qualsiasi, cos gli Auliy possono sembrarti persone qualsiasi. Alcuni pretendono che gli Auliy non siano differenti da noi: Cosa sono tutte queste storie degli Auliy? Che differenza c tra noi e loro? La risposta a quelle persone : possono sembrare simili a voi, anche la gente della Mecca guardava il Profeta (S.a.s.) e diceva: Egli come noi, come pu dire cose simili? Oggi la gente dice degli Auliy: Hanno due gambe, due braccia e un naso come noi, perch gli attribui te cos tanti poteri? Nelle sembianze esteriori sono normali, ma interiormente sono assolutamente differenti come lo sono due fili elettrici, uno che porta la corrente e laltro no. Quello che la trasporta sembra identico allaltro, poich non vedete la corrente che scorre in lui. Provate a toccarli con un dito e poi mi direte se sono uguali! Un filo ti d una scarica che ti sbatte fuori dalla porta! Gli Auliy non parlano ora ma giunta lora possono con una sberla spedirti da qui in Germania o in Inghilterra. Gli Auliy hanno poteri Divini perch hanno dato il controllo del loro corpo fisico interamente nelle mani del loro Signore, e perch non fanno mai resistenza con il loro volere a quel controllo. Si sono liberati dalla morsa del loro ego e si sono consegnati al loro Signore. Cos che il Potere Divino scorre nei loro corpi e con quel potere possono fare cose miracolose. La seconda ragione per cui Allah Onnipotente invia

25

miracoli che a nessuno venga meno la speranza nel suo Signore. Se non fosse per quei miracoli molti cadrebbero nella disperazione. Siccome accadono di quando in quando, nessuno pu dire: Non posso raggiungere gli Oceani di Conoscenza, sono troppo pigro. Come potr giungere a quei ranghi? Invece possono sperare nellaiuto Divino. Forse ammettendo la loro debolezza Allah conceder loro la Sua ricompensa. Allah pu anche dare un rango elevato a qualcuno senza alcun motivo. Possiamo chiedere al nostro Signore la soddisfazione di qualsiasi desiderio. Il nostro Signore non rifiuta mai una richiesta. Ma dato che alcuni nostri desideri non sono buoni per noi adesso, Egli li accantona e li soddisfer il Giorno del Giudizio.

26

Le tombe hanno orecchie. La stazione del nostro GrandSheikh .


(Q.s.)

Un Mrshid (maestro, guida), un GrandSheikh che insegna ed educa la gente come un professore di chirurgia che d lezioni su un cadavere e poi mostra ai suoi studenti ci che devono imparare. Il nostro GrandSheikh (Q.s.) ci aveva parlato di Shaitn, allo scopo di spiegarci quale sia stata la ragione per cui sia stato bandito dalla Presenza Divina. Poi ha parlato di Adamo (a.S.) e di come sia stato mandato via dal Paradiso. Dopo di che, ci ha parlato dei compagni del Profeta (S.a.s.), in modo particolare dei quattro Khalfah ben guidati, e attraverso i suoi insegnamenti ci ha dato alcune indicazioni sul perch Abu Bakr (R.a.) detiene il primo posto ed ha raggiunto i pi alti gradi, perch anche Ali (R.a.) raggiunse grande conoscenza spirituale e perch Sayyidina Omar (R.a.) e Sayyidina Othman (R.a.) non erano allo stesso livello di sviluppo spirituale di Ali (R.a.) e Abu Bakr (R.a.). Quando un GrandSheikh (Q.s.) che ha una vera eredit dal Profeta (S.a.s.) parla a riguardo di una persona nella tomba, le persone interessate possono ascoltarlo. Un GrandSheikh (Q.s.) di tale rango pu parlare di fronte ad un gruppo di ascoltatori, ed i suoi discorsi vengono ascoltati da tutti i Santi, vivi o nella vita del Barzkh (tomba). Questo un miracolo di Allah. Essi possono essere ascoltati come oggigiorno, quando un presidente si rivolge ad un assemblea ogni presidente ed ogni governo potr facilmente ascoltarlo o leggere quel discorso. Se Sultn al Auliy ( Re dei Santi ) parla, deve essere ascoltato ovunque. Il discorso su Shaitn e Adamo (a.S.) e sui Sahba fu tenuto da GrandSheikh (Q.s.) dopo la preghiera del mattino, e nel pomeriggio dello stesso giorno GrandSheikh (Q.s.) mi disse: O Nzim Efendi, il discorso di questa mattina stato ascoltato dai compagni del Profeta (S.a.s.) nelle loro tombe e ne sono stati molto compiaciuti, poich ci stato concesso un potere dal nostro Signore: se noi vediamo un incompletezza da parte di qualcuno e la facciamo notare, questa verr colmata. Quando indicavo che alcuni dei Sahba a volte usavano la loro volont e non mettevano i loro desideri in linea con quelli del Profeta (S.a.s.),

27

causando cos la loro incompletezza, in quel momento Allah lOnnipotente complet per loro lo sviluppo spirituale l nella tomba, ci attraverso Shibuz-Zamn, Sayyidina al-Mahdi (a.S.), il cui compito di completare nel Barzkh quello che rimasto incompleto in questa vita. Il nostro GrandSheikh (Q.s.) mi disse: O Nzim Efendi, tu ed i tuoi fratelli dovete ringraziare Allah di avere lonore di essere in compagnia di un tale GrandSheikh (Q.s.) al quale stato dato dal suo Signore il potere di salvare non solo i suoi murd, ma anche i murd degli altri Sheikh che sono caduti nelle mani dei demoni. Io chiesi al mio Sheikh: E ci si applica anche alle Nazioni degli altri Profeti oltre quella del nostro Profeta (S.a.s.), nelle quali cos tanti sono stati catturati da Shaitn ed i suoi eserciti. Il vostro potere si estende anche a loro? Egli disse: S, nellUltimo Giorno, quel GrandSheikh (Q.s.) salver dalle mani di Shaitn tutti quelli delle nazioni di precedenti Profeti che non si unirono allassemblea del loro Profeta (S.a.s.) ma che rimasero fuori nella morsa dei demoni. Questo GrandSheikh (Q.s.) ricever grande autorit nellUltimo Giorno. Cosa significa che ogni Profeta (S.a.s.) vivo? Come succede? Allah Onnipotente in ogni tempo nomina una persona come rappresentante di ciascun Profeta (S.a.s.). La stessa benedizione (braka) e le stesse emanazioni spirituali (tajlli) che erano presenti nel tempo di quel Profeta (S.a.s.) non scompaiono, ma continuano ad essere manifeste. Nel nostro tempo, siccome il tajlli del nostro Profeta (S.a.s.) manifesto nel suo Vicario (Khalfa) e cos pure quello di tutti gli altri Profeti, si pu dire che come se ci fossero 124000 Profeti sulla terra. GrandSheikh (Q.s.) continu dicendo che c sempre un grande Wali (Santo) che deve, da solo, essere il Vicario di tutti i 124000 Profeti e rappresentarli; questa la stazione di GrandSheikh (Q.s.), e GrandSheikh (Q.s.) il rappresentante di Sayyidina Muhammad (S.a.s.) e tutti i Profeti sono sotto la sua bandiera. GrandSheikh (Q.s.) disse: Deve esserci sempre uno che detiene questo rango; ora questa stazione appartiene a noi; dopo di me solo un altro verr a detenere questo rango prima dellinizio degli eventi della fine del

28

tempo (venuta di Sayyidina al-Mahdi essere in simile compagnia.

(a.S.)).

Sei stato onorato da Allah di

29

La pazienza una chiave che solo la fede produce.


Il mio GrandSheikh (Q.s.) ci istruisce sulla grande importanza dellessere pazienti di fronte a situazioni spiacevoli. Non lasciatevi prendere dal panico quando vi trovate in una situazione sgradevole. Non perdersi danimo e non farsi prendere dal panico sono qualit di grande necessit ai nostri tempi. Molte cose grandi e terribili potrebbero accadere da un momento allaltro, non dovete perdere la vostra freddezza, forse dovrete affrontare quei terribili e giganteschi eventi e tenerli lontani da voi. Cosa ci pu dare queste qualit necessarie? Una salda credenza, la fede. Senza fede non potrete sorreggere voi stessi, solo la fede vi dar la forza di reggervi eretti. Ora, in quei giorni, la gente prover queste spiacevoli situazioni, perci avranno bisogno di fede, di rafforzare la loro fede. GrandSheikh (Q.s.) ci consiglia di essere pronti a fronteggiare le situazioni spiacevoli che accadranno, sar nostro dovere farvi fronte. Dovete sapere che ogni qualvolta affrontate tali eventi con fermezza progredite spiritualmente, avanzando con forza e decisione verso la vostra destinazione; pi la situazione provante pi velocemente siete spinti verso la vostra meta. O miei figlioli disse GrandSheikh (Q.s.) O mia gente, dovete sapere che ogni cosa buona apparir tramite la vostra pazienza di fronte ad azioni od eventi perturbanti. Ogni cosa buona ed ogni vera conoscenza, nasceranno dalla vostra pazienza. La conoscenza della certezza (ilm ul yaqn), la visione di certezza (ayn ul yaqn) e la verit di certezza (haqq ul yaqn) appariranno affrontando questi eventi sgraditi con pazienza. Quella pazienza la chiave che apre i tesori per i figli di Adamo (a.S.), a tutti coloro che saranno fermi e pazienti di fronte a queste prove verranno date le chiavi dei loro tesori.

30

Raggiungere la vera umilt nelladorazione. Evitare il compiacimento con la quantit delle proprie devozioni.
Il nostro GrandSheikh (Q.s.) porta a conoscenza della gente e focalizza un punto sottile cos che si possa agire di conseguenza. Nessuno, nemmeno il Santo Profeta (S.a.s.) stesso, raggiunger un rango presso la Presenza Divina per mezzo dei suoi atti di adorazione. Anche se al Profeta (S.a.s.) fosse offerta una ricompensa per le sue devozioni, non laccetterebbe ma direbbe: Non mi aspetto nessuna ricompensa per i miei atti di adorazione e non per questo le ho compiute. Se una persona si aspetta una ricompensa per le sue devozioni significa che ritiene le sue azioni abbastanza buone e degne della ricompensa di Allah. Chi pensa che le proprie azioni siano allaltezza della Presenza Divina non ha nessuna conoscenza della verit assoluta (haqqa) e dei suoi segreti. Quindi potreste vedere gente che con entusiasmo compie devozioni pensando: queste sono buone azioni e raccoglier la mia ricompensa per esse. Ma non arrivano a pensare che le loro azioni non sono idonee alla Presenza Divina. Chi sa che nemmeno le devozioni del Profeta (S.a.s.) sono idonee alla Presenza Divina, compir le sue adorazioni poich Allah glielha ordinato, ma non guarder ai suoi atti come qualcosa che merita la ricompensa Divina. Quando pregher e far una buona azione, se ne vergogner e si dir: com patetico, come pu ci raggiungere la Presenza Divina? Sa per che gli stato ordinato di pregare, dunque lo fa, senza aspettarsi nulla in ritorno. Ma c un altro gruppo di persone che molto orgoglioso delle proprie devozioni e dice: Abbiamo fatto cos tante devozioni, cos tante buone azioni, per le quali saremo ricompensati in corrispondenza ai nostri sforzi. State attenti a non fraintendermi, n a capovolgere il significato di ci che intendo. Senza dubbi, per ci che vi dico qui, qualcuno mi accuser di scoraggiare i miei discepoli dal pregare, al contrario Allah mi testimone! Chi lavora sodo

31

ha una buona paga! Non stiamo scoraggiando la gente dal pregare, stiamo insegnando loro le maniere pi elevate (adb) con il loro Signore Onnipotente e quel adb consiste nel non essere soddisfatto con le proprie adorazioni per quante esse siano. Nel caso lo foste, distruggereste il loro merito con il vostro orgoglio e col pensare che le vostre adorazioni siano di primo rango alla Presenza Divina. meglio presentare le vostre adorazioni al Signore dicendo: O mio Signore, mi vergogno di inviarle alla tua Presenza Divina, perdona le mie mancanze, la mia incapacit nelladorarTi o ringraziarTi come Tu meriti esser adorato e ringraziato. Ho sentito di un grande Santo che, ogni qualvolta che andava nella moschea per pregare con la congregazione (Jamat), attendeva fintanto che tutti quanti fossero entrati e solo allora si faceva avanti e andava a mettersi a fianco al portascarpe e pregava l. Poi appena la preghiera era terminata, correva fuori dalla moschea dicendo: Lode al Signore, Egli ha nascosto le mie cattive qualit e la mia condizione cos che nessuno lha potuta notare. Se quelli sapessero come sono veramente interiormente mi caccerebbero fuori dalla moschea, mi tirerebbero le loro scarpe e mi picchierebbero con esse. Coloro che conoscono il vero valore delle proprie azioni le considerano totalmente patetiche e senza alcun valore: si vergognano sempre di esse e raramente alzano gli occhi al cielo tanta la loro umilt. Ma ci sono tanti altri che dicono: siamo vescovi, siamo cardinali, ancor pi che cardinali. Altri dicono: O, sono un rinomato Sheikh dellIslam, sono estremamente dotto nelle scienze religiose, sono un granduomo, sono un uomo importante. Per s apere com in realt la loro situazione basta aspettare tre giorni dopo la loro morte per vedere cosa succede ai loro corpi. Ora le persone si possono ungere con ottimi profumi e cos avranno un buon odore, ma a quel tempo non si potr pi ingannare; lasciateli per tre giorni dopo la loro morte e guardate se Allah dona loro una buona fragranza: se emanano cattivo odore tutti i loro titoli sono stati inutili. Ogni religione insegna lumilt, ma lego cerca sempre di mostrarsi e farsi passare per il

32

migliore, il pi istruito, il pi competente di tutti. Quello lerrore base dellego, ed il Profeta (S.a.s.) fu inviato per liberare la gente dai legami di questi pensieri stupidi. Il pi umile tra i figli di Adamo (a.S.) fu il nostro Profeta (S.a.s.), e per insegnarci lumilt disse: Sar il pi nobile tra tutti i figli di Adamo (a.S.) nel Giorno della Risurrezione e lo dico totalmente senza orgoglio. In questo troviamo istruzione per tutti coloro che hanno un rango dato dal loro Signore: non c motivo di orgoglio, la gloria appartiene solo ad Allah, tutto ci che stato dato ai figli di Adamo (a.S.) proviene dal loro Signore Onnipotente che pu ad ogni istante riprenderselo e lasciarli con nulla.

33

La mia misericordia sovrasta la mia ira.


GrandSheikh (Q.s.), parlando del risultato finale delle nostre azioni (Aqba) e del modo in cui Allah le giudica, ci indic le parole di Allah: La Mia misericordia sovrasta la Mia ira1 e disse: Per me questa la migliore notizia, perch mi d speranza per la mia salvezza dallinferno sapere che la misericordia di Allah Onnipotente verr e coprir ogni cosa nel Giorno del Giudizio. Il Perdono Divino coprir cos tante persone quel giorno; il Profeta (S.a.s.) disse che persino Shaitn cercher il perdono, sperando che possa giungere sino a lui, ma pi di cos il Profeta (S.a.s.) non ha detto. GrandSheikh (Q.s.) disse che nessuna delle azioni dei servitori di Allah Onnipotente saranno un peso sopra di Lui: non pensate nemmeno che ci possa essere. Ora ascoltate attentamente la seguente descrizione che registrata nelle Sacre Scritture: nel Giorno del Giudizio Allah Onnipotente ordiner di portare una persona allinferno e gli angeli lo prenderanno e cominceranno a trascinarlo nel fuoco. Quando questi realizzer cosa gli sta realmente accadendo, si rivolger al suo Signore e dir: O mio Signore, non ho mai pensato che Tu mi avresti realmente messo nel fuoco dellinferno. Allah allora ordiner: Portatelo indietro. Era una persona cos malvagia, fece cos tante azioni orribili e ascolt sempre gli ordini del suo pi basso ego, ma non perse mai la speranza della Misericordia Divina e che Lui lavrebbe protetto dallInferno. Possiamo essere onorati di essere i servitori del nostro Signore anche se non siamo tra i pi obbedienti. Orgogliosi che Egli un Signore cos Misericordioso
Riporta Said ibn Mansr: il Profeta Muhmmad (S.a.s.) disse: La prima cosa scritta dal Calamo fu: Inna Rhmati sbaqat ghdabi (La Mia misericordia precedette la Mia collera).

34

che protegger cos tanti dalle fauci dellInferno e li metter in Paradiso. Il mio GrandSheikh (Q.s.) diceva che ci sono differenti stazioni per ciascuna persona in Paradiso che Allah ha dato senza che mai ne fosse stato richiesto. Questo il Suo favore e la Sua concessione verso i Suoi servitori che Egli ha comunicato attraverso i Suoi Profeti. Quando il nostro GrandSheikh (Q.s.) disse che anche i servitori disobbedienti alla fine raggiungeranno la Misericordia di Allah Onnipotente, prontamente port la nostra attenzione al seguente punto: O, mio figliolo, sto dicendo che con la infinita Misericordia di Allah tutti alla fine potrebbero entrare in Paradiso. Simili considerazioni riguardano comunque la gente comune e noi cerchiamo di non stare a quel livello. Noi cerchiamo la stazione pi alta, il pi grande piacere e il pi alto grado per i suoi servitori: la stazione di Riduan-Allahu-Akbar (stazione del pi completo soddisfacimento Divino). Di questi suoi servitori il nostro Signore sar assolutamente soddisfatto ed essi a loro volta saranno assolutamente soddisfatti del loro Signore. E qui c la risposta ad una domanda che potrebbe chiedersi chiunque stia lottando duramente nella via di Allah obbedendo ai suoi comandamenti: Perch dovremmo compiere cos grandi sforzi per compiacere Allah se c una buona speranza che ci perdoni comunque? La risposta : I gradi nella Presenza Divina di coloro che hanno compiuto sforzi devono essere differenti da quelli di coloro che si sono compiaciuti di questa vita. GrandSheikh (Q.s.) diceva, citando il Sacro Corano che ci sono due Paradisi: uno di essi il vero Paradiso, e laltro non che lombra o la copia di esso. Allah Onnipotente dar ai suoi servitori a seconda dei loro desideri e preferenze in questa vita. A coloro che hanno goduto dei piaceri di questa vita e li ha preferiti allamore del Signore, cercando sempre soddisfazione dalle cose mondane e dando allamore di Allah un secondo posto nella sua vita, Allah dar loro ci che hanno amato di pi, un Paradiso pieno di piaceri: splendidi giardini, lussuosi castelli e amabili giovani vergini (Huri). Tutti questi doni saranno di una bellezza inimmaginabile, incomparabile ad ogni bellezza terrena. Ma il Paradiso originale nella Presenza Divina e la pi alta stazione, la Stazione della Veridicit (Maqm as-Sidq) completamente diversa da quel Paradiso ombra. Il Profeta (S.a.s.) disse che in quel

35

Paradiso non ci sono palazzi, n giardini, n huri. Al loro posto il pi sfolgorante Compiacimento Divino. Nel primo Paradiso, il Paradiso ombra, i suoi abitanti ammireranno il compiacimento Divino una volta alla settimana, nel tempo in cui ora preghiamo as-Saltu-l-Jumaa (la settimanale preghiera congregazionale). Quando guarderanno al Suo Volto dimenticheranno ogni altra cosa, rimanendo cos in contemplazione fino a che i veli della Magnificenza Divina non verranno nuovamente abbassati ed essi ritorneranno a loro stessi. Ammirando il compiacimento Divino essi saranno rapiti e non saranno pi in s, ma quando i veli della Magnificenza Divina vengono abbassati, gli abitanti di quel Paradiso tornano in s continuando a godere dei Piaceri Paradisiaci pi che mai, ogni cosa apparir nuova e ancora pi piena di luce. Ma per coloro che hanno lavorato in questa vita per il Suo compiacimento, Allah li porter a S nella Sua Presenza Divina senza mai allontanarli. Questo il vero Paradiso. Il nostro GrandSheikh (Q.s.) diceva che per essere alla Presenza Divina anche per un solo secondo egli darebbe tutti gli otto Paradisi, tanto vale unesperienza simile. In generale, la gente che ora vive su questa terra, ama questa vita pi di quanto ama ladorazione del Signore per la quale compie solo minimi sforzi. Nei loro cuori questa vita assume il primo posto e Dio il secondo; nella vita futura essi riceveranno in conformit alle loro preferenze terrene. Gli abitanti di entrambi i Paradisi saranno perfettamente compiaciuti del loro Signore; chi sar nella Presenza Divina sar soddisfatto e anche gli abitanti dei Giardini saranno soddisfatti. Tutti saranno soddisfatti. Ora, siete liberi di scegliere: se preferite i piaceri fisici troverete quello che desiderate, ma se, in questa vita, avete coltivato nel vostro cuore amore per il Signore, allora nella vita futura troverete la Sua Presenza. Per ciascun gruppo ci saranno eterni miglioramenti. Ognuno ricever sempre pi allinterno delle rispettive stazioni. Allah Onnipotente conceder loro doni sempre pi grandi in corrispondenza dei loro livelli. Per esempio, un bambino non si diverte in compagnia di adulti, cercher piuttosto la compagnia di altri bambini, cos come gli adulti non sono soddisfatti in mezzo ai bambini. E cos nella vita futura ognuno fiorir sul proprio ramo e non guarder alla propria posizione

36

come fosse mancante di qualcosa: non ci sar alcuna invidia da parte degli abitanti del Paradiso inferiore rispetto a quello dei Reami pi Alti, poich la loro soddisfazione nei favori del loro Signore sar completa.

37

Una definizione di ittiba (seguire la Via). Abbandonare le preferenze dellego.


Questo discorso definir cosa voglia veramente dire seguire la Via. Il vero seguire (ittiba), come noi lo comprendiamo, ha un significato molto vasto che include non semplicemente il seguire, ma anche lesecuzione degli ordini. Una volta GrandSheikh (Q.s.) mi disse: O figlio mio, eseguire gli ordini pi importante e di pi grande valore che compiere gli atti di devozione di tutta lumanit e di tutti i jinn (geni): poich compiere tutte quelle adorazioni non possibile, mentre eseguire gli ordini lo , e questo ci che conta alla Presenza Divina. Per esempio, disse GrandSheikh (Q.s.), cos tante persone specialmente uomini religiosi dicono: Noi amiamo il nostro Signore, amiamo Ges Cristo (a.S.), oppure amiamo il nostro Profeta (S.a.s.) cos tanto che saremmo felici di sacrificare le nostre anime per il nostro Signore ed il nostro Profeta (S.a.s.). Molte persone di ogni nazione fanno simili affermazioni, ma le loro parole suonano false. Io direi loro in tutta sincerit: Se voi realmente amate il vostro Signore, per favore abbandonate una cosa proibita per amor suo. Lasciate solamente una cosa che sgradita alla Presenza Divina, una piccola cosa che Allah ci dice di non fare e che noi invece facciamo lo stesso. Egli non ci sta chiedendo di sacrificare ora lanima, ma solo di iniziare a fare un piccolo passo, un passo indietro rispetto a qualcosa che proibito. In ogni religione, non solo nellIslam, potete trovare almeno ottocento azioni proibite. Queste azioni proibite sono atti che ognuno nel proprio profondo sa che sono sbagliati, perch ogni persona ha una coscienza, che per ogni cattiva azione rimorde. Le loro coscienze dicono: Non farlo, ma i loro ego li spingono verso queste cattive azioni, perch lego prova piacere in quelle cose, lego naviga soddisfatto negli oceani del male. Quindi, come pesce che, vedendo lacqua, non pu pi restare sulla terra e si getta nel mare, cos lego velocemente corre verso gli Oceani del male, se gli viene lasciata

38

via libera. Se, come pretendete, amate il vostro Signore cos tanto, allora andate e controllate il vostro ego almeno una volta! Quando possiamo dire che stiamo veramente seguendo la Via? Quando possiamo fermare il nostro ego prima che ci trascini verso cattive azioni; limbrigliamento dellego lessenza delleseguire gli ordini che sar ricompensato da Allah pi che laver compiuto lintera adorazione di tutti gli uomini ed i jinn. Gli uomini del giorno doggi amano fare qualsiasi cosa che il loro ego domanda loro. Inoltre dicono di amare Dio e che sarebbero disposti a sacrificare qualsiasi cosa per Lui. Se veramente amate Dio, allora tenetevi ben lontani da ci che Dio ha proibito. GrandSheikh (Q.s.) dice che viviamo in un tempo in cui il numero delle cose proibite 800, quando verr il Dajjl (lAnti-Cristo) non ne porter alcuna nuova o sconosciuta. Tutte le cose che sono state proibite dal tempo di Adamo (a.S.) fino ad oggi possono ora essere trovate in abbondanza e gli uomini stanno correndo verso di esse, sotto il comando dei loro ego che hanno eletto a loro Dio. Stanno tutti lottando contro gli insegnamenti di Muhammad (S.a.s.) perch la sua intenzione fu quella di sradicare il male dalla terra e di insegnare alla gente come si evita la malvagit. Come musulmani, stiamo aspettando la venuta dellImam Muhammad al -Mahdi (a.S.), che verr mandato per ripulire il mondo dal male e dai demoni, e attendiamo anche il ritorno di Ges Cristo (a.S.) che verr inviato per uccidere lAnti-Cristo e per ristabilire la Parola della Verit su questa terra sotto la bandiera del Profeta Muhammad (S.a.s.). Stiamo vivendo per vedere quei giorni e chiediamo ad Allah Onnipotente di poter essere vivi in quel tempo in modo tale da poter offrire la nostra mano per ripulire il mondo dai demoni. Se il lago del male non prosciugato e seccato, un numero sempre maggiore di zanzare si schiuder e diffonder malattie infettive. Oggi questi laghi del male possono essere trovati ovunque, ma la gente non li vede nemmeno, non se ne parla quindi di prosciugarli; piuttosto diventano dipendenti da nuovi insetti-repellenti, insetticidi e programmi di controllo della malaria, ma essi non riusciranno mai a

39

controllare la malattia fintanto che non penseranno a come prosciugare quei laghi. Fino a quando non riusciranno nellintento, non ci sar pi pace sulla Terra, pi soddisfazione nel cuore della gente, gli uomini cercheranno di bersi il sangue luno dellaltro e comunque di recarsi danno. Come possiamo combattere il nostro ego e come possiamo sostenere la nostra pretesa di amare il nostro Signore con il compimento di azioni che siano a Lui gradite, e non al nostro ego? Il mio GrandSheikh (Q.s.) dice che se qualche evento o situazione vi si presenta, osservatela attentamente prima di trovarvici coinvolti e chiedete onestamente a voi stessi se sia qualcosa che piace al vostro Signore o al vostro ego. Se la scelta del vostro ego, allora lasciatela e cercate il compiacimento del vostro Signore. Sarete cos diventato un grande asceta. Dal nostro punto di vista, dice GrandSheikh (Q.s.), non cos importante se uno sia pronto a dare un enorme tesoro in carit ai poveri, perch questo facile al confronto dellabbandonare un azione proibita. Forse darebbe il mondo intero in elemosina se lo possedesse, ma togliere lo sguardo da una donna pi di quanto voglia e sia capace di fare. Non guardate!

40

Chi sono gli increduli. Come servono i fedeli. Quale sar la loro ricompensa.
Il nostro GrandSheikh (Q.s.) mi disse che allinizio della creazione Allah cre le nostre anime e chiese loro: Chi sono Io e chi siete voi? Alcune tra loro risposero: Tu sei il nostro Signore e questo sono io (nafs). Altri dissero: Noi siamo noi e Tu sei Tu. Altre ancora risposero giustamente: Tu sei il nostro Signore e noi siamo i Tuoi servitori. Alle anime a cui i nafs fecero rispondere scorrettamente al Signore, Allah Onnipotente imprigion i loro ego per ottantamila anni nelloscura e selvaggia valle della fame, poi li fece uscire e fece la stessa domanda. La maggior parte rispose correttamente questa volta, ma una parte caparbiamente si ostin a negare. Allah Onnipotente comunque non li pun di nuovo e li lasci stare. Quella gente venne poi inviata in questa vita e anche se tutti nascono con la fede, sono destinati a mostrare la loro sfrontatezza e diventare cos increduli (in questa vita) qui sulla terra. Questo perch il loro ego li ingann e li spinse a negare, anche se le loro anime erano credenti e pronte ad obbedire. Cos Allah ci lasci, ingannati dellego, diventare degli increduli. GrandSheikh (Q.s.) poi mi spieg quale fu la Saggezza Divina nel lasciare quella gente, come cechi che non vedono nemmeno il sole: per facilitare la costruzione di questo mondo (Tamir ed Dunya). facile per chi non crede intraprendere e costruire in questa vita poich non credono in nullaltro e quindi possono dedicare tutto il loro sforzo e la loro energia nel costruire e sistemare ogni cosa nel modo migliore per la gente in questa vita. Ma i credenti dato che credono nella vita futura che sar dopo questa terrena, e poich si sforzano in conseguenza di ci, non sono cos interessati, o non esclusivamente, in questa vita. Gli increduli che credono soltanto in questa vita, fanno di tutto per godersela e fan s di trarre il massimo comfort e piacere da ogni cosa. Agli increduli stata data la Saggezza Satanica che permette loro di inventare e sviluppare molte cose. Hanno un immaginazione

41

incredibile. Se non fosse per i miscredenti vivremmo ancora nelle grotte, nelle capanne, o nelle tende. Niente grattacieli, n aerei n transatlantici, niente registratori n computer, n riscaldamento centralizzato n elettricit. Nessuna di queste invenzioni o scoperte. Ma gli stata data la Saggezza Satanica ed ogni giorno li vedete arrivare con una nuova trovata. GrandSheikh (Q.s.) prosegu spiegando che in realt questi miscredenti sono dei servi per i credenti. Come? Prendete per esempio questo orologio, costa su per gi 25 sterline. Se vi do 100 sterline sareste capaci di fabbricarne uno? No, non potete. Gli orientali possono avere dei soldi, ma non sanno fare gli orologi, forse ora ci provano ma linvenzione occidentale. Quindi 25 sterline non caro, anche 100 sterline non caro poich anche se ve ne do 1000 non potete costruirmi un orologio cos. Sono i nostri servitori e ben volentieri usiamo auto, luci, aerei, navi ecc... Hanno lavorato e poi ci hanno venduto i loro progetti. Ora anche noi possiamo produrli ma non possiamo inventarli, sarebbe troppo difficile, troppi problemi per noi che non siamo ossessionati da queste cose come lo sono loro. Il Profeta (S.a.s.) disse: Chi serve la propria nazione dei suoi nobili ranghi. Allah Onnipotente inspirer quegli inventori, nel Giorno del Giudizio a dire: O nostro Signore siamo stati servi dei Tuoi fedeli ed il Profeta (S.a.s.) disse che chi serve la gente di nobile rango, quindi dacci la nostra ricompensa. Allah Onnipotente detiene cos tanti Oceani di Misericordia che se dovesse estenderne anche solo uno, nessuno ne rimarrebbe fuori. Se guardate il cielo lass, vi potete immaginare che qualcuno ne sia escluso? Perci non immaginatevi che qualcuno venga escluso dalla Misericordia di Allah in quel giorno. Ognuno otterr quello che gli si addice. I segreti del Sacro Corano che GrandSheikh (Q.s.) ci dischiude ora, non erano manifesti nei tempi addietro, essi appartengono allera in cui Sayyidina al-Mahdi (a.S.) presiede. Chiunque vivr in quel tempo vedr tutti quei segreti rivelarsi, segreti che per ora stanno sbocciando nel vostro cuore.

42

Capire i segreti del moribondo.


Il nostro GrandSheikh (Q.s.) disse che tutti coloro a cui stata donata la Saggezza Divina accettano il fatto che Allah Onnipotente dar a ognuno dei figli di Adamo (a.S.) una parte in Paradiso. Anche il miscredente pi incallito, sul suo letto di morte, distoglier il suo sguardo da questo mondo e perder la speranza di goderne. In quel momento anche se la pi splendida ragazza si sedesse sul suo petto, non le volgerebbe nemmeno uno sguardo e se poneste il gioiello pi prezioso nella sua mano, non ne vorr sapere. In quellattimo lo sguardo del suo Signore su di lui ed il Signore conosce in che condizione il Suo servo. Nessuno sa eccetto Allah Onnipotente se egli persister nella sua miscredenza o se si volger a Lui prima che la sua anima gli giunger in gola dicendo: O mio Signore! Quindi la legge dellIslam proibisce ai musulmani laffermare che qualcuno sia morto nella miscredenza (kufr). Ci assolutamente proibito. Questo un punto molto importante che ci indica quanto tollerante lIslam a confronto di altre religioni. Nessuno sa come quella persona muore: nella fede o nella incredulit; questo uno dei segreti dellocculto noti solo ad Allah. Il Profeta (S.a.s.) a conoscenza dello stato di quella persona fino a che non gli restano sette respiri, quando Allah ordina: O mio Profeta (S.a.s.), lascia quel servo a me, ti congedo ora. Poi il nostro Signore riceve il Suo servo senza intermediari. Questa conoscenza segreta una notizia molto buona, da ci sappiamo che Allah Onnipotente, alla fine, ci prender nelle Sue Mani, non ci lascer nelle mani del nostro ego e di Shaytn. Se in quellultimo istante i miscredenti crederanno entreranno nella loro stazione personale paradisiaca che gli fu assegnata nella pre-eternit. La loro stazione sar differente da quella in cui arrivano coloro che hanno creduto prima di essere in punto di morte. Ma ognuno sar altrettanto felice nella propria stazione, ne gioir e considerer ci che Allah gli ha concesso il pi grande dei favori. A nessuno dispiacer di trovarsi dov, desiderando un altro posto, non vi sar n invidia, n dispiacere. Ognuno deve tornare in fine al suo Quartiere Generale Celeste. Questo il significato del verso del Sacro Corano che dice: In verit apparteniamo ad Allah ed in verit a Lui il nostro ritorno. ( Corano 2,156 )

43

Cos tante cose possono accadere durante il nostro viaggio, ma finalmente torneremo alla nostra Stazione alla Presenza Divina.

44

La saggezza del non provare ad essere insegnanti.


C gente a cui piace insegnare a tutti. Dicono: Io so e dicono alla gente fate questo non quello, leggi questo non quello, segui questo non quello. Specialmente gli anziani hanno tendenza a comportarsi cos. Perch quando una persona invecchiata pensa che solo per virt della sua et ha imparato tutto ci che c da imparare, ed quindi ora in grado di istruire gli altri. Il nostro GrandSheikh (Q.s.) diceva al suo servitore Abu Bakr: O Abu Bakr non cercare di essere un insegnante per gli altri, quando lasci questa pretesa ed inizi ad ascoltare ci che la gente ha da dire, Allah Onnipotente ti insegner tramite loro. Non dire Io so poich chi cos dice non avanzer ma rester al livello di conoscenza in cui si trova. Se invece una persona ha lumilt di ascoltare le conoscenze che altri hanno, guardando se stesso come qualcuno in necessit di recepire tutto ci che gli riesce, allora il suo Signore gli insegner per mezzo dei Suoi servi e colmer il suo cuore con saggezza sempre maggiore. Non pensate di essere degli insegnanti, nemmeno i Profeti pretendevano di insegnare ma solamente di trasmettere il messaggio chiamando la gente alla via di Allah Onnipotente. Quando si lamentavano della disobbedienza della gente, Allah diceva loro: Il Mio ordine a voi solo quello di chiamare i Miei servitori, non di controllare se accettano o no. Io sono Colui che conteggia, quindi non badate alle loro risposte, date il messaggio e lasciateli. Questo il comando di Allah. Egli inoltre dice nel Sacro Corano: Non conosce il Creatore la Sua Creazione? Allah ci chiede ed sta a noi rispondere: S, certamente mio Signore. Allah conosce meglio di chiunque le caratteristiche dellego dei Suoi servitori, questego che mai accetta insegnamenti. Lego sempre ringhia: Io so, non c bisogno che me lo vieni ad insegnare tu. cos orgoglioso, per ci Allah ordina ai Profeti solo di chiamare la gente, di ricordare loro ci che hanno dimenticato. Allah disse al nostro Profeta (S.a.s.): Fa loro ricordare (fadhkkir)! Questo il

45

miglior metodo. Chi pu dunque aver successo nel cercare di far ricordare il Signore alla gente? Solo colui che sa rendersi uguale ai suoi studenti, e non si installa su di un piedistallo e guarda tutti dallalto in basso. Se pu situarsi al loro stesso livello saranno contenti e felici e cos capaci di apprendere. Se tu sei sul sole ed essi sulla terra come puoi parlar loro? Non puoi. Questa una caratteristica segreta della gente, hanno bisogno di sentirsi confortevoli e sullo stesso piano di colui da cui imparano, perci i Profeti, nonostante abbiano raggiunto le pi alte stazioni celesti e siano ad esse fermamente ancorati cos che le loro anime non lasciano mai il mondo spirituale, mettono se stessi al livello delle persone pi semplici in modo che queste possano trarne beneficio. Qui vi narro una storia che potr illustrarvi questo punto. Quando il Santo Profeta (S.a.s.) conquist la Mecca, ripul la Santa Casa (Kaaba) da tutti gli idoli frantumandoli ad uno ad uno. Un idolo comunque era troppo alto perch un solo uomo potesse farlo a pezzi cos Sayyidina Al (R.a.), suo cugino, disse al Profeta (S.a.s.): O Rasulullah, sali sulle mie spalle cos che tu possa arrivarci e romperlo. O Al (R.a.) non ce la faresti a sostenermi, vieni, sali tu sulle mie spalle. ( risaputo che quando lArcangelo Gabriele (a.S.) discendeva al Profeta (S.a.s.) con una rivelazione, il corpo del Profeta (S.a.s.) diventava pesantissimo. Una volta le ginocchia del cammello che montava si piegarono sotto quel peso inaspettato. Siccome le rivelazioni accadevano senza preavviso, il Profeta (S.a.s.) era restio a salire sulle spalle di Al (R.a.) anche se costui era talmente forte che veniva chiamato il leone di Allah). Al (R.a.) disse Mi vergogno a mettere i miei piedi sulle tue nobili spalle, possa la mia anima essere sacrificata per te! Il Profeta (S.a.s.) rispose: Non preoccuparti, te lo ordino, salta su. Quando Al mont sulle spalle del Profeta (S.a.s.) si trov immediatamente al cospetto del Trono di Allah Onnipotente (Al Arsh), la cui gloria e splendore lo trasport lontano da questo mondo. Il Profeta (S.a.s.) lo lasci a rimirare per un po, poi gli disse: O Al (R.a.), non hai ancora rotto lidolo? Alle parole del Profeta (S.a.s.) Al torn in

46

questo mondo, si trov di fronte alla statua dellidolo e inizi a spaccarlo. Questa una prova che il Profeta (S.a.s.) era costantemente alla Presenza Divina, ma con la sua personalit corporea sedeva, si muoveva e parlava con la gente comune. Cos che anche il pi semplice dei beduini lo comprendeva alla perfezione. Come risultato riusc a portare il Messaggio del Signore a tutti. Durante il sermone in occasione del pellegrinaggio daddio chiese: O mia nazione vi ho trasmesso il messaggio come mera stato ordinato? La folla rispose: S, ce lo hai trasmesso. Allora il Profeta (S.a.s.) volgendosi al suo Signore disse: O mio Signore, sei testimone per la mia nazione? Questo un punto molto sottile, ad ogni persona un differente tipo di conoscenza giunse dal cuore del Profeta (S.a.s.) e si rivers in lui. Chiunque segue la via del Profeta (S.a.s.) deve fare come lui, deve rammentare alla gente in modo che Allah gli insegni tramite la gente. Chiunque vuole progredire deve essere uno studente, come il nostro Santo Profeta (S.a.s.) che fu uno studente durante tutta la sua vita.

47

Fermarsi un attimo
Tratto da: The Secrets behind the Secrets... Schweibenalb 1985 X: Vorrei che ci dicesse qualcosa riguardo al Salvatore. Sheikh Nzim: Cos diciamo: Bismillhi r-Rahmni r-Rahm. Dalle nostre tradizioni sappiamo ci che accadr nel futuro. Ogni credo menziona gli ultimi giorni, i loro segni e quello che accadr prima del Giorno del Giudizio. Ogni religione menziona anche una persona che cos stata chiamata: Anti-Cristo. Il gruppo che sar con lui sono le persone che sono sempre in contatto con il demonio e chi cade facilmente sotto il controllo del demonio. Essi saranno con lAnti -Cristo, perch essi sono maligni in loro stessi. I demoni li porteranno alla fonte del male e dei demoni: allAnti-Cristo. Un altro gruppo di persone si preparer per il Salvatore: per Mahdi e per Ges Cristo (a.S.). loro sono i Salvatori. Essi vengono a salvare la gente dal male e dai demoni. Poich nel nostro tempo i demoni hanno eletto a loro regno questo pianeta: dallest allovest e da nord a sud. Noi siamo sostenitori dei lor o regni. Ed io sono spiacente di dire che il genere umano sostiene il male ed i demoni. Ma noi siamo sostenitori, forti sostenitori. Presto terribili eventi succederanno sulla terra poich noi sosteniamo Satana ed il suo regno. E come punizione per il nostro sostegno, un grande fuoco verr. Una tempesta di fuoco soffier dallest allovest e dallovest allest, da nord a sud e da sud a nord, dai continenti agli oceani e dagli oceani ai continenti. Questa la punizione per lumanit perch sostiene il regno dei demoni sulla terra, e perch sostengono lAnti-Cristo. Perci i Salvatori, Mahdi e Ges Cristo (a.S.) devono venire. Ed essi distruggeranno il regno dei demoni sulla terra. E noi invitiamo tutti voi ad essere sostenitori dei Salvatori e non sostenitori dei demoni. Perch i sostenitori dei demoni moriranno, mentre i sostenitori dei Salvatori saranno salvati. E colui che fa i piani e dispone del tempo, Egli

48

assolutamente puntuale. Quando sar scaduto il tempo, nessuno potr alcunch. Quindi figlie e figli miei, voi siete liberi di essere sostenitori dei demoni o dei Salvatori. Se siete venuti qui per imparare come bruciare il vostro ego, a bruciare il vostro male e i vostri demoni nel fuoco1, allora potete essere felici. Se siete venuti per un pic-nic, allora state dando al vostro ego ancora pi potere. In questo posto dovete essere cos attenti a voi stessi, il vostro scopo dovrebbe essere quello di distruggere il regno dei demoni. Forse le mie parole possono suonarvi strane, perch non avete mai sentito cose simili prima. Ma se cercate di equilibrare la vostra mente con la saggezza che in voi scoprirete che vero. Allora voi dovrete decidere qual il vostro obiettivo. Y: Vorrei fare una domanda. Come possiamo decidere, quando tutto prestabilito. Perch, come avete detto prima, tutto gi pianificato. Come noi siamo qui seduti e tutto il resto. Per cui come possiamo noi decidere quando tutto gi stabilito, se gi deciso se noi faremo questo o quello? Com che noi decidiamo? Sheikh Nzim: Si, ogni cosa programmata. Ma noi, il genere umano, siamo stati onorati e abbiamo nelle nostre mani la volont. Noi non siamo come le altre creature. E questo il suo significato: poich noi abbiamo la Volont, dobbiamo cercare di fare del nostro meglio. Dobbiamo cercare di non andare fuori programma, ma di andare secondo il programma. come quando un treno arriva ad un incrocio tra la Germania e la Svizzera. C una chiave per aprire una via o laltra. Come volete, in Germania o in Svizzera. Ma gi stato programmato, questa via o quella. Questo il nostro onore. Noi non siamo animali soggiogati. Quindi dovete comprendere cos il vostro onore. Il grado pi elevato quello di abbandonare la propria volont per quella del Vostro Signore e dire: Come vuoi Tu. Quando arrivai qui, Dr. Ibrahim
Il discorso fu tenuto in un centro di seguaci di Babaji e lallusione alla puja, il rito del fuoco che gli induisti sono tenuti ad offrire.

49

disse: O Sheikh Nzim dopo la preghiera la porter con la mia macchina per cinque minuti in un posto molto bello. Prima pensai di dirgli quale fosse la mia volont, poi dissi: Lascio a lui la mia volont, perch conosce questi posti bene, meglio di me. E sono contento perch ho rimesso a lui la mia volont. E spero che sar contento quando lo seguir. Allora come potrei non essere soddisfatto della volont del mio Signore? Egli sa meglio se devo andare in Germania o in Svizzera. Ma se voi preferite usare la vostra volont va bene lo stesso. Ma farete un errore. Y: Come possiamo capire qual la Volont Divina e qual la nostra? Sheikh Nzim: La potete capire se vi fermate un attimo. Voi siete creature celesti, non della terra ma celesti! Met della vostra struttura dalla Terra, il resto Divino. Cos se volete conoscere qual la Volont Divina, voi dovete tagliare tutti i legami con questa vita ed essere con il vostro Signore solo per un minuto e chiedergli di darvi un segno: luce rossa o luce verde per ci che volete fare. E questo accadr! Tutti abbiamo questi tipi di segni, ma non ne facciamo uso. Per esempio unabitudine tipicamente turca quella che quando vediamo un semaforo non ha importanza per noi se sia rosso o verde. Si va avanti, dobbiamo muoverci sempre, non siamo interessati.... Se luomo ha fatto le luci verdi e rosse per il traffico, non pensate che il vostro Signore le abbia fatte anche per voi? Solo che non ci alziamo mai in piedi e chiediamo al nostro Signore: O mio Signore, sono meravigliato, o sorpreso, sono in dubbio su quale via sia la tua Volont. Voi non lo chiedete mai questo! Vi do ora il permesso di chiedere ogni qualvolta ne abbiate bisogno. Dovete farvi un doccia, con acqua calda o acqua fredda. Dovete trattare il caso seriamente. Dovete essere seri riguardo al vostro futuro. Dovete essere in un posto tranquillo, rivolgere il vostro saluto ad Allah, il vostro Signore. Poi dovete sedervi e dire: O mio Signore, avrei intenzione di fare questa cosa, e chiedo che la mia volont segua la Tua Volont. Dammi il giusto segno per questo scopo! Vi verr allora data luce verde

50

o luce rossa. E impossibile fare cos e non ricevere una risposta. Questa una semplice forma di istikhra1 e ora sto dando loro libero permesso di chiedere. Questo per chiunque sia interessato nel suo futuro ed per sapere se state seguendo la volont del Signore oppure no. Chiunque pu farlo ora dallest allovest. Non solo un gruppo. Tutti coloro che sono interessati possono farlo e lui o lei sar soddisfatto. Verr loro sempre data luce rossa o luce verde! C una condizione: non chiedere riguardo a cose che sono gi chiare! Sarebbe come arrivare alla fine di una strada e chiedere di andare avanti. Se gi chiaro, dovete accettare e non chiedere. O se la direzione vi gi stata mostrata, non c bisogno di chiedere, perch gi chiara. O se dice: Vietato e ntrare! chiaro e non c pi bisogno di chiedere. Avete capito?

Preghiera colla quale si richiede un segno da Allah per poter effettuare la scelta migliore.

51

Le sole notizie che attendo.


Sweibenalp, 1985 Sheikh Nzim: Si. Ora arriviamo ad una nuova stazione nel nostro incontro, e questa la domanda di Kalkatti: Perch ogni persona di buon cuore soffre per la sofferenza degli altri? Come chi ha un paziente in casa soffrir perch il malato sta soffrendo. O se qualcuno ha 40 bambini e uno di loro viene rapito. Non soffriranno solo i suoi parenti No! Certe volte anchio sono molto arrabbiato per queste cose. E soffro finch non sono liberi. Quello che voglio dire questo: che tutte le persone di buon cuore soffrono con la gente. Perch la gente soffre e la sofferenza non genera felicit. Questi sono gli insegnamenti di tutti i Profeti. Non umano essere felici in mezzo alla gente infelice. Non potete esserlo. E Kalkatti sta chiedendo, perch vedo che lei sta soffrendo per la sofferenza della gente e come ogni persona di buon cuore, sta cercando un Salvatore dellumanit. Anchio sono una di quelle persone che stanno aspettando un Salvatore e che cercano mattina e sera di sentire sue notizie. Queste sono le sole notizie che attendo, le notizie del Salvatore. Perch vedo che tutta la gente caduta in una profonda vallata e non ha i mezzi per risalire dal fondo della vallata fino alla cima. Io sto cercando una Mano Divina che raggiunga il fondo della vallata e tiri fuori la gente. Kalkatti cerca quel Salvatore. Come credenti nelle tradizioni, crediamo in un Salvatore che verr prima, precedendo il ritorno di Ges Cristo (a.S.). Si... deve venire come Salvatore, prima di Ges Cristo (a.S.). Nella nostra tradizione il suo nome : Muhammad alMahdi (a.S.). Egli sta arrivando ma la sua venuta sar dopo una grande guerra. Le nostre tradizioni ci dicono che la Grande Guerra sar lultima guerra. Sar combattuta dalle grandi potenze luna contro laltra. Non dite che la Svizzera un paese neutrale, o lAustria o il Lussemburgo o la Svezia, no! Quando verr la tempesta, sar dallest allovest, completa, totale. Anche dallovest allest. Dai continenti agli oceani e dagli oceani

52

ai continenti. Deve essere cos e in quella grande guerra il Salvatore verr come una mano divina dai cieli alla terra e fermer la guerra. Perch adesso quando piccoli paesi si combattono arrivano i grandi e dicono: Stop! Ma come sar quando i grandi dragoni verranno a combat tere? Nessuno pu fermarli eccetto la Mano Potere Divino che dir loro: Allahu Akbar!, Dio il pi grande! Allora dovranno fermarsi. Questo sar il primo Salvatore il cui nome ci stato dato, tramite le tradizioni come Muhammad al-Mahdi (a.S.). Dopo breve tempo apparir un tiranno, ben conosciuto nella tradizione come lAnti-Cristo. Sar il pi temibile tiranno per i figli di Adamo (a.S.). Il mondo intero nel suo tempo entrer in sofferenze e problemi senza fine. Allora il secondo Salvatore, Ges Cristo (a.S.), discender dal cielo alla terra. Incontrer Mahdi (a.S.) a Damasco presso la tomba di Giovanni Battista (a.S.), il figlio della zia di Ges (a.S.), Elisabetta (R.a.) moglie di Zaccaria (a.S.). Egli sepolto a Damasco sotto una splendida cupola. Ges (a.S.) arriver sul minareto di quella cupola verso lest. Quando la gente sar giunta per la preghiera di fajr (preghiera del mattino), Ges Cristo (a.S.) verr e due angeli lo proteggeranno con le loro ali e lo porteranno gi. Avr un turbante verde e sar risplendente. Egli ha il pi bel viso, bianco e rosa. La sua barba rossa ed grondante di sudore. Lui ha una spada. Quando era sulla terra non aveva mai toccato una spada, ma ora viene come il Salvatore. Nel suo tempo tutta la tecnologia sar finita. La Sua spada pu raggiungere qualsiasi punto in cui voglia mandarla. una spada miracolosa, una spada Divina. Il suo Signore glielha data per salvare la gente dalle mani dellAnti-Cristo. Egli arriver per la preghiera di fajr, la moschea sar piena di gente e staranno tutti pregando, poich sempre ora della preghiera per i Profeti e le loro nazioni. (Ges Cristo (a.S.) in ogni modo pregava il suo Signore, non pregava a se stesso o alla croce. No! Lui si inginocchiava di fronte al Suo Signore.) Lui il Salvatore e non lascer nessuno dei seguaci dellAnti-Cristo sulla Terra. Quando avr salvato la gente dalle mani dellAnti-Cristo, ci saranno 40 anni di

53

pace assoluta sulla terra. Gli uomini vivranno come in paradiso. In quel tempo non ci sar bisogno di aerei, di navi o di automobili. Nulla! Ad ogni persona verranno dati poteri miracolosi tramite Ges Cristo (a.S.). Se, per esempio, guardo alla seconda collina di quella montagna e dico Bismillah! Nel nome del Signore, Onnipotente Allah! che si gnifica Col tuo Divino Permesso, o mio Signore. Mi hai onorato di essere tuo deputato. Io chiedo a Te! E se Lui d il permesso allora potrai mettere il tuo piede da qui alla seconda collina di quella montagna. Se vi volessi dare maggior spiegazioni di quei tempi miracolosi, arriverebbe lora di fajr (alba). Ci stato ordinato di dirvi alcune cose su quei tempi miracolosi e sugli avvenimenti che si stanno avvicinando per trasformare in felicit la vostra infelicit, per farvi essere pi pazienti e darvi un assaggio di quei tempi felici. Quanto pi potete ascoltare, tanto pi potete credere e potrete raggiungere la felicit velocemente. Non solo una speranza. Sta per diventare per voi una realt poter vedere al-Mahdi e Ges Cristo: che Allah li benedica. Grazie per la vostra attenzione.

54

L ilha illAllah.
Abbiamo bisogno di chiedere il perdono di Allah. Senza perdono non abbiamo un riparo e si incorre in cos tanti problemi. Abbiamo bisogno della Sua benedizione e dei Suoi Oceani di Misericordia. Il riparo pi solido nel credere e dire: L ilha illAllah. Non c alcun Dio allinfuori di Iddio. Anche se lo diciamo solo con la nostra lingua e non con il nostro cuore, ci di beneficio. Cos che il fuoco infernale non brucer il corpo. Ma brucer tramite il cuore. Perci importante credere e recitare attraverso il cuore. La protezione perfetta per il corpo fisico e per quello spirituale la si ottiene tramite il cuore e la lingua. Questo il primo rifugio: dichiarare lUnit Divina. Affermandola entria mo in una fortezza Divina e colui che entra sar esente da problemi, fastidi, turbolenze e brutte situazioni, non sar n bruciato, n punito. Quella dichiarazione pu proteggere lintera umanit. Allah pu ogni cosa. Lui pu salvare unintera nazione che dichiara L ilha illAllah. Ora le nazioni partono alla guerra, non solo i soldati, ognuno vorrebbe distruggere..distruggere. LUmanit ha perso la misericordia luno verso laltro, e costruisce armi tremende. La prima protezione L ilha illAllah, quindi pregare, ladorazione, il servire il Signore ed il prostrarsi. Anche le buone maniere con la gente, lessere daiuto, aver misericordia e compassione sono una protezione.

55

Il desiderio comporta sofferenza.


Sweibenalp, 1985 Sheikh Nzim: Bismillhi r-Rahmni r-Rahm. La hula ua la qwwata illa billh. Quando sarete niente, raggiungerete pace e felicit. Raggiungerete la Verit e uscirete dalla sofferenza. Quelli che vogliono essere qualcosa, portano con s il carico della sofferenza. Per molti anni ho perseguito questo scopo: essere nulla. Se mi chiedete: Lo hai raggiunto? Io vi dico: se mi chiedete se sono felice e vi rispondo di s ci significa che lho raggiunto. Altrimenti non avrei mai potuto raggiungere la felicit. Perch se abbandonate la vostra esistenza temporale ed entrate negli Oceani dellEternit voi scomparirete. Allora le sofferenze non vi potranno pi raggiungere. Se uno viene lanciato dalla terra verso lo spazio, c un livello entro la quale la gravit lo porter verso il basso. Ma se raggiunge una certa distanza, non c pi gravit a tirarlo gi verso la terra. Sar quindi in pace, senza problemi. Fino a quella distanza vi sono sofferenze, pericoli e paure. Ma oltre non c pi pericolo. Pu andare lontano senza mai pi cadere. Se va oltre il controllo, andr nello spazio. Non cadr sulle nostre teste. S, sar libero. In quanto uomini, noi siamo come stelle che corrono lungo le loro orbite. Noi corriamo attorno ai desideri del nostro ego. Ogni desiderio che viene dal nostro corpo fisico ha una sua gravit, una speciale gravit che spinge le nostre anime verso il basso. Se non vi liberate dai vostri desideri impossibile che vi salviate dalla sofferenza, poich ogni desiderio porta con s una sofferenza. Non potete immaginare un desiderio che non comporti alcuna sofferenza. Forse per una persona il pi grande desiderio pu essere il matrimonio. E questo matrimonio porter con s necessariamente molte sofferenze. In Europa in modo particolare. Vedo che in Europa il matrimonio pieno di sofferenze e che la gente sta allontanandosi dal matrimonio. Cos quando vedo una coppia e domando: Chi ? lei risponder Il mio ragazzo e lui dir La mia ragazza! Anche quando sono solo un ragazzo e una ragazza essi si caricheranno di

56

sofferenze. Poich un desiderio avere un ragazzo o una ragazza. E un desiderio del nostro ego. Perci causer delle sofferenze. Cos la sofferenza? Forse dopo un po il suo ragazzo la lascer e lei sar contrariata. E questa una sofferenza per lei. Oppure dopo un po lei lo lascer e lui incomincer a piangere. Ed un uomo! Molti uomini piangono per una donna. Non vero? Voglio dire che ogni desiderio causa una sofferenza allumanit. Senza soffrire non potete soddisfare alcun desiderio. Forse saranno piccole sofferenze o lunghe. Magari pesanti oppure leggere, ma sofferenze ci devono essere. Quindi se vi trovate a quel livello dovete soffrire. Quando abbandonerete tutti i desideri del vostro ego, allora nessuna gravit vi attirer entro larea della sofferenza. Avrete raggiunto larea che libera da ogni sofferenza. Quello che vi sto dicendo la verit e non un parto della mia immaginazione. E qualcosa di cui potete avere una prova o che state gi sperimentando. Noi ora stiamo chiedendo di raggiungere un livello dove non c pi sofferenza per la gente. Questa larea in cui avrete lasciato ogni desiderio che appartiene al vostro ego e nella quale potrete seguire la Volont del vostro Signore. Non penso che gente felice venga in questo posto. Posso vederlo con il mio cuore. Se venite a cercare la felicit, dovete conoscere le vie per raggiungerla. Generalmente gente sofferente che viene e cerca la via per uscire dalla sofferenza. Ma a volte guardo e vedo che qualcuno che cerca la felicit e chiede di abbandonare la sofferenza, quando viene in un posto come questo cade in sofferenze ancora maggiori. Persone simili sono come chi cerca di estinguere un fuoco con la benzina. A volte esercizi spirituali lavorano contro il nostro soffrire ma a volte possono farlo aumentare. Alcuni esercizi possono essere utili e altri possono essere dannosi. Alcuni esercizi sono utili per le donne ma non per gli uomini, altri utili per gli uomini ma non per le donne. per questo che abbiamo cos tanti metodi al giorno doggi. Ma importante conoscere le dosi dei metodi che vogliamo utilizzare....Da quando sono arrivato qui non ho ancora visto una faccia felice. Eccetto il dottore. Perch un dottore! Le altre sono serie,

57

addolorate, tristi... Se c un sorriso solo dal viso, non viene dal cuore. Si... mi capite? importante che ognuno conosca se stesso o se stessa per essere capace di curare. Ed anche sapere da dove incominciare e quando fermarsi. O sarete come chi vuole cucinare e mette di tutto in una pentola senza sapere quando si deve spegnere. Poi quando va ad aprire vede che tutto carbonizzato. Per cui cosa della massima importanza avere cura di se stesso, perch potete sapere di voi stessi pi di chiunque altro. I desideri ai nostri giorni si moltiplicano. Possiamo anche dire che i desideri di questanno sono aumentati rispetto allanno precedente. Non cos? Si... ogni anno aumentano. Non ci fermiamo agli stessi desideri. Questanno potremmo essere soddisfatti con quello che abbiamo. Ma quando lanno passa, voi direte: O, questo fuori moda, ho bisogno di un modello alla moda. Questo vecchio, devo comprare il modello nuovo! Cos i desideri aumentano ogni mese ed ogni anno, passo dopo passo. E qual la ragione? Ci devessere una ragione. Poich senza una ragione sarebbe impossibile. Il motivo per cui i desideri aumentano nel nostro tempo che la nostra fede sta diventando debole. la fede che d un sostegno alla vita di tutti noi. Se non c la fede il nostro spirito non d alcun sostegno al nostro corpo fisico. Qualcuno venuto da me oggi e mi ha detto: La tua pelle non quella di un uomo vecchio. Tu non hai 75 anni! E questo vero, perch se il vostro corpo ha il sostegno della vostra anima allora resterete sempre allo stesso livello e non diventerete vecchi ed inutili. Ma chi dipende solo dal proprio fisico, decadr velocemente. Nel nostro tempo la fede sta calando. Se perdiamo la fede nella vita eterna significa che il nostro desiderare deve essere soddisfatto entro un periodo di tempo breve, entro la nostra vita. E cos tutti corrono a soddisfare sempre pi desideri. Ma se correte dietro ai vostri desideri vi stancherete. E non potete essere soddisfatti quando avete cos tanti desideri. Se una persona pensa che morir domani e ordina: Oggi devo mangiare quanto pi mi possibile e mangia e mangia e mangia e dice: Portate, portate... Che cos questo? Sentir ancora il sapore dopo un piatto? Il gusto si fermer. Sforzarsi a mangiare troppo non

58

ha senso. In questi tempi la gente nega tutto ci che riguarda la vita eterna. Quindi chiede sempre pi divertimenti per il corpo fisico. Dovreste sapere che contate solamente per uno. Non siete qui per due. Non potete mangiare due porzioni. Se mangiate troppo, dopo dovrete preoccuparvi di non diventare troppo grassi. Significa, non potrete mai realizzare tutti i vostri desideri. Perch il nostro corpo, i suoi poteri, le sue qualit e capacit sono limitate. Unautomobile pu andare a 200 km allora, basta schiacciare lacceleratore. Ma pi di 200 non pu fare. Essere miscredenti rende infelici e crea gente senza cervello. La ragione del nostro soffrire che non possiamo soddisfare i nostri desideri. Cos soffriamo: Perch non posso soddisfare i miei desideri? Perch impossibile. Non potete mangiare tutte le pietanze. Non potete possedere tutte le donne! Ma volete avere tutto per voi stessi! Questo follia. Se volete bere perch avete sete e correte alloceano, potete bere, ma la vostra sete non sar mai soddisfatta. Per se prendete una sola tazza di acqua di sorgente sar sufficiente per voi. Invece la gente corre verso loceano! E poi scoppieranno dal troppo bere. Questo il problema del nostro tempo. Questa la sofferenza: non essere soddisfatti di ci che ci stato assegnato. Questa vita per tutti! Ma noi siamo ancora come bambini piccoli. Perch un bambino prender tutti i giocattoli che vorrete dargli. E se un altro bimbo viene, li vorr tenere per s e dir: Questo mio! La gente cresce nellet ma non allena il proprio ego. Il loro ego lo stesso di quello dei bambini piccoli. Le stesse caratteristiche. Tutti vogliono avere tutto per s e niente per gli altri. Questa la causa delle sofferenze. Perch credono in una sola vita, per cui devono divertirsi quanto pi gli possibile in questo mondo. E non possibile curare persone simili. Moriranno soffrendo. Vari livelli di sofferenza li sopraggiungeranno. Dovranno morire nella sofferenza. Non potete trovare un rimedio per ci. Se non iniziate a credere nella vita eterna, la cura impossibile. Possono venire qui a Schweibenalp ma faranno ammalare anche il dottore, e anche lui soffrir. Nessuno potr ottenere la felicit senza credere nella vita eterna. Chi crede

59

nella vita eterna dice: Questo abbastanza per me, il resto lo possono prendere gli altri.

60

Da Dunya a Maula.
Tratto da: From Dunya to Maula. Cipro 1990 Shaytn cerca di rendere gli uomini sporchi nella loro menti e nelle loro intenzioni. I Profeti cercano di purificarli. Allah prova i suoi servi per vedere se sono puri o sporchi, obbedienti o disobbedienti, buoni o cattivi. Sempre lumanit tra due poli, quello positivo o quello negativo. Giornalmente siamo messi alla prova, se siamo sulla via del Paradiso o su quella infernale. Ci stato ordinato di portare attenzione ad ogni passo. Abd ul Khliq al Ghujdawni disse: Da 37 anni non ho mai camminato sullo sporco. Intendeva dire che era cosciente di ogni azione e passo compiuto. Non era addormentato n ubriaco, gente in quelle condizioni non possono sapere dove camminare. Shaytn cerca di rendere la gente sporca o ubriaca per poi poterla usare per i suoi propositi. Allah guarda ai suoi servi costantemente. Se una persona muore, langelo della morte Azral (a.S.) porta la sua anima alla Presenza Divina. Allah gli chieder se il suo servo era sulla buona o sulla cattiva strada. Egli sa, ma grazie alla risposta anche gli esseri celesti saranno testimoni. Se langelo dir che lha trovato sulla buona strada Allah ordiner di portarlo in Paradiso. Ma se lavr trovato su una bru tta strada verr portato negli inferi. Azral vede solo le azioni esteriori. Allah guarda i cuori e chiede: Con chi era il suo cuore? Dove volgeva il suo viso, verso Dunya1 o verso Maula2? Se i suoi occhi erano volti verso di Me ditegli di raggiungermi. Egli mi appartiene e anchio lo voglio. Il grosso problema dellumanit che i loro occhi non sono volti verso il Signore. Quindi non ottengono soddisfazione, pace, saggezza. Siamo come canne vuote. Solo le canne da zucchero sono piene di succo. La gente di due tipi. Tante canne ordinarie e poche canne da zucchero. Noi
Mondo materiale. Reame dello Spirito.

61

cerchiamo di rendere la gente pi interessata al Signore che alla vita transitoria. Tutti i Profeti hanno cercato di dirigere lumanit verso il Signore. Ma coloro che si ostinano a non voler guardare verso di Lui e preferiscono Dunya saranno i perdenti, disonorati ed infelici. Ogni vero Sheikh cerca di portare i cuori dei suoi discepoli da Dunya verso il Signore. Non dite che impossibile! Se vostra intenzione proseguire potete andare dalla terra su fino al Trono Divino. Se chiedete e seguite fermamente potete raggiungere ogni stazione sino alla Presenza Divina.

Il tempo di Al-Mahdi Le sorgenti damore.

(a.S.)

Cercate di cancellare inutili ricordi dalla vostra mente. Quando verr Sayyidina Mahdi (a.S.), il GrandSheikh Naqshbandi di quel tempo avr lordine di aprire i cuori della gente. Colui che in quegli anni si prender cura del mondo sar la fonte dellamore per lumanit. La mattina si inizier con lo dhikr, seguir la preghiera poi ancora dhikr: essi nuoteranno in oceani damore. Nessuno chieder di bere o mangiare. Qualora si mangiasse, si riceverebbe luce da quel cibo, sar un cibo naturale delizioso in una mensa che discende dal cielo. Ognuno avr la sua parte, lo dhikr la consumer, cos nessun bisogno di toilette. In quel tempo luomo assumer sembianze celesti. La gente comune vestir il manto della santit e gli Auliy saranno sorgenti damore. Sorgenti damore, ovunque si trover amore divino. A voi si volgeranno i boccio li di rosa e gli uccelli vi circonderanno per ricevere da voi quellAmore Divino. La vita sar dedicata ad Allah solamente. Questo il motivo per cui siamo stati creati. La perfezione della creazione apparir in quei giorni.

62

63

La protezione per gli ultimi giorni.


Allah Onnipotente non ci rende stanchi, ma bens ansiosi di servirlo: Egli non ci appesantisce col le adorazioni. Gli angeli non si stancano mai, fanno sempre dhikr e ricevono sempre pi energia dalle loro glorificazioni. Lo dhikr d sostegno anche alle nostre anime che a loro volta sostengono i nostri corpi. Se lanima lascia il corpo nulla lo sorregge pi, il sostegno spirituale termina e giunge la morte. Tramite il nostro dhikr troviamo in noi stessi maggior tranquillit, fiducia, soddisfazione, felicit e pace. Quanto pi si dedica tempo alle pratiche spirituali, come ladorazione o il servizio, tanto pi troveremo unintima soddisfazione in noi stessi. Gli uomini ricercano e vogliono il piacere esteriore, ma da ci non viene mai n felicit n pace. Vorrebbero esser dei re o dei miliardari ma le cose materiali non danno mai soddisfazione; solo la glorificazione del Signore soddisfa e protegge, ora e nel futuro. Quanto pi fate dhikr tanto pi sarete protetti. Stanno arrivando giorni difficili e tremendi, la gente correr a cercare un posto sicuro. GrandSheikh (Q.s.) disse: Se vi trovate in una situazione che vi spaventa, fate subito wudh (abluzione), se ci non basta fate il ghsul (doccia), vi calmer i nervi. Se non sufficiente stendete il vostro tappeto e pregate. Questa la pi grande protezione, qui e nellaldil. Durante la prima guerra mondiale GrandSheikh (Q.s.) si trovava nei Dardanelli durante i pi aspri combattimenti, in un centro di comando dellesercito. Stette l fino alla fine. Migliaia di uomini morirono. Una volta stava pregando duh1 e la marina nemica li stava bombardando. Arriv una bomba enorme ed esplose esattamente dove Lui stava pregando. Circa 37 persone morirono, tutto era immerso nella polvere. Il generale disse: Il nostro Sheikh morto! Quando la polvere si dirad lo trovarono pi lontano che stava ancora pregando sul suo tappeto. Il generale corse da lui e gli chiese: O Sheikh che cosa successo? Niente successo replic lo Sheikh eccetto ci che la Volont di Allah ha voluto che accadesse. Stavo pregando duh senza guardare n a destra n a sinistra e senza nulla temere. O Sheikh disse il generale quella preghiera ti ha
Preghiera facoltativa della tarda mattinata.

64

salvato. Prometto che da ora in poi non mancher pi una preghiera. Finora pregavo per timore vostro, non di Allah, tante volte non ho pregato e non mi mai successo nulla. Ora temo per che la punizione possa giungermi per tramite vostro. Fintanto che siete sul tappeto della preghiera nessun male pu toccarvi. La glorificazione la prima e la miglior protezione per lumanit. I giorni pi tremendi e spaventosi si stanno avvicinando. La gente passer vicino alle tombe e dir: O uomini sepolti, siete fortunati a non vedere questi giorni. Mi piacerebbe stare al vostro posto. La prima condizione per la protezione credere in Dio, la seconda continuare a compiere gli atti di adorazione. Correte a stendere il vostro tappeto della preghiera e pregate, fate dhikr e glorificate Dio: non c nessuna protezione adesso allinfuori di questa. Nemmeno un intero esercito pu salvare una singola persona. Gli angeli glorificano senza mai stancarsi e di ci si nutrono. Il potere di un angelo sufficiente per spazzar via il potere dellintera umanit; questo speciale potere pu fermare tutto in un momento. Una persona con poteri spirituali pu portare via tutti gli armamenti nucleari in un istante. Noi non temiamo le armi atomiche. Non sar come credono e pensano poich il controllo sempre nelle mani di un Wali. Il mondo sotto il Controllo Divino. Sopra ad ogni bomba risiede un jinn. Gli uomini pensano di esser loro a controllare, ma in realt non controllano nulla. Ci sono i cinque Qtub (Poli Spirituali), sono loro che controllano. Allah ama essere glorificato e ce lha ordinato. Questo ci d potere e pace. Cercate di dire pi spesso: L Ilha illAllah dite Allah, Allah, fate Salawt. Cercate di dedicare pi tempo per ottenere potere spirituale. Ogni atto dadorazione, ogni dhikr aiuta dandoci pi amore per il Signore e la vita reale giunge attraverso lamore. I Santi dicono: Gli uomini senza amore sono come morti che camminano sulla terra! Lamore vita, luce, la nostra perfezione. Fintanto che il vostro amore cresce, voi vivrete una vita gioiosa, felice. Lo scopo principale della tarqa quello di educare la gente allo dhikr cos che possano ricevere da esso sostegno e potere. Il tempo del Qiymat (Giorno del Giudizio) si sta avvicinando. Centinaia di segni si sono gi manifestati, ed uno di questi che gli uomini lasciano la glorificazione di Dio. Le sofferenze piovono su di loro. Poi chiedono ai farmaci la cura. Tutte le malattie se ne

65

vanno glorificando il Signore. Attraverso il vostro amore per Dio potete avere salute, gioia e felicit in questa vita ed in quella futura.

66

Sulla conoscenza e la saggezza.


Chiedete tutto ci che volete a chi in grado di dare. Chiedete ci che volete al vostro Signore. Egli d liberamente e noi siamo i suoi servitori. estremamente importante conoscere Allah e credere in Lui. Quanto pi Lo conoscete tanto pi il vostro cuore sar soddisfatto e non avrete alcun dubbio che Egli vi dar in questa vita ed in quella futura. Allah non rifiuta mai le richieste dei suoi servitori, i quali per a volte chiedono qualcosa con il loro ego e la loro richiesta non pu quindi venir soddisfatta in questa vita. Allah dar loro quello che cercano nella vita futura. I servitori possono chiedere qualsiasi cosa, ma se non adatta a loro secondo la Saggezza Divina, la loro richiesta verr soddisfatta nel Giorno della Risurrezione. Cercate di ottenere maggior conoscenza riguardo al vostro Signore e maggior saggezza, vi aiuter a raggiungere la vostra stazione spirituale. La conoscenza da sola non basta, serve ad organizzare la vita terrena. Per raggiungere i cieli avete bisogno della saggezza, dovete inseguirla e ricercarla. A tutti i Profeti ed i Santi stata concessa la saggezza ed essi la usano per avvicinarsi alla Presenza Divina. Se chiedete vi sar concessa. Gli europei sono molto contenti nel poter leggere testi sulla saggezza degli antichi, ma qual il beneficio? Se non vi viene data personalmente soltanto come la fotocopia di un assegno di un milione di dollari, non potete usarlo. Dovete cercare una posizione in cui Allah sia soddisfatto di voi ed Egli vi conceder la saggezza: se Egli non soddisfatto di voi, non vi dar nulla. Ci sono infiniti Oceani di Saggezza, ve ne pu dare senza limite, tanta quanta ne potete prendere. Molta gente legge, legge, ma non abbastanza. Dovete sapere come Profeti e Santi ci sono arrivati: essi hanno reso il Signore soddisfatto di loro. Come? Se lo sapeste gli Oceani della Saggezza vi si schiuderebbero e raggiungereste lo spazio come un razzo. Avete bisogno di allenamento e di cura. Lallenamento contro lego rende il Signore soddisfatto di voi. Lego chiede di essere il re, di condurvi dove gli piace,

67

non dove piace a Dio. Quando rendete il vostro ego contrariato il Signore si compiace di voi. Noi siamo cos pesanti a causa dei nostri desideri fisici che sono cos tanti che non possiamo essere trasportati dalla terra ai cieli. GrandSheikh (Q.s.) disse: Il nafs ha 80.000 legami con cui attaccarsi a voi e voi alla terra. Solo tagliandoli ad uno ad uno potrete esser liberi di innalzarvi. Per questo estremamente importante essere allenati da un maestro che possa guidarci ad eliminare legemonia del nostro nafs. Questo non potete farlo da voi stessi. impossibile anche se leggete mille libri. Se non trovate un vero maestro non potete tagliare i legami. Ci sono cos tante copie di maestri; la gente corre dietro a loro senza raggiungere mai nulla poich non sono veri maestri. Gli imitatori non possono far nulla. Gli europei soprattutto sprecano il loro tempo con queste imitazioni di maestri che dicono: Chiudete gli occhi, or a raggiungete il primo livello, ora il secondo, il terzo... ma quando la gente apre gli occhi sono ancora per terra. Se non tagliate le vostre relazioni fisiche con la terra, il vostro motore spirituale non vi potr sollevare: questo molto importante. Tanti cercano di imitare Maulana Rumi, ma ora soltanto uno spettacolo di dervisci danzanti. Maulana realmente and su nel terzo livello. difficile trovare un vero maestro ed difficile seguirlo. Se lasciate la sua traccia siete persi. Il motore di un treno uno solo e tutti i vagoni lo seguono, se un vagone deraglia non pu pi continuare. Il Profeta (S.a.s.) ci ha lasciati per recarsi alla Presenza Divina e ci ha invitati a raggiungerlo. Per seguirlo ha lasciato noi come suoi eredi. Nei tempi antichi la gente usava i muli per issare lacqua dai pozzi. Gli coprivano gli occhi, li legavano e li facevano camminare dalla mattina alla sera. Se avessero visto che camminavano sempre in tondo non si sarebbero mai mossi. Cos, tante imitazioni di maestri fanno girare in tondo la gente senza poter farli innalzare. Ed i tesori sono molto in alto. Per cui la cosa pi importante cercare una vera guida. Ogni vero maestro della Tarqa Naqshbandi ci porta ai cieli. Ahmed as-Sughuri (Q.s.) and dal suo discepolo Muhammad al Madani (Q.s.) mentre era in ritiro

68

spirituale. Gli disse di seguirlo. Lo Sheikh and e dopo un po part come un jet quando decolla. Il murd lo segu ed assieme camminarono in aria come se fossero per la strada. Raggiunsero una stazione e Abu Ahmed pose due bastoni a mezzaria e sopra essi stese il suo tappeto da preghiera. Disse al suo murd di venire e pregare due rakaat. Ma il murd era spaventato al pensiero di camminare ed essere sospeso in aria. Quella era la stazione in cui il Profeta (S.a.s.) preg due rakaat durante il Miraj, qui ogni murd deve venire quando la sua relazione con la terra viene tagliata. Quando Sheikh Ahmed vide che il murd era spaventato salt sul tappeto per mostrargli che era stabile. Poi rimand il murd al suo ritiro: Torna indietro, non sei ancora pronto. Senza mantenere il metodo dei GrandSheikh non possiamo raggiungere le stazioni celesti e la Presenza Divina. La saggezza vi d il potere per arrivare. Quando Allah compiaciuto di voi, vi apre. Fintanto che il vostro ego vi possiede, mantenendovi sulla terra, non potete renderLo soddisfatto di voi. Tagliate ogni relazione con il vostro ego e con i piaceri fisici della vita. Allora avrete abbastanza potere per venir portati alla Presenza Divina.

69

Il centro dei valori.


Lumanit ha perso i suoi valori e li pu ritrovare solo volgendosi verso il centro dei valori, lultimo dei Profeti inviati da Dio, il Sigillo della Profezia, Muhammad (S.a.s.). Nessuno eccetto gli eredi spirituali del Profeta (S.a.s.) pu ricondurvi al tesoro perduto: ci vuole una guida. Quando verr al-Mahdi (a.S.) questo tesoro verr dato in primo luogo a chi sta cercando questi valori e segue la Via della sua guida, o verr loro concesso prima del suo arrivo. il pi alto grado per lumanit, dallinizio alla fine. Le nostre azioni non sono vuote ed inutili. Noi chiediamo di giungere allo scopo prima dellarrivo del Mahdi (a.S.), per dargli il benvenuto con tali valori e non con azioni e vestiti sudici. Noi cerchiamo di far raggiungere a chi ci segue il vero valore che Allah Onnipotente ha ci ha conferito concedendoci la vita. Al-Mahdi (a.S.) viene per far giungere la gente al loro vero valore. Chi vi arriver prima della sua venuta gli sar pi vicino, parteciper ad ogni incontro e sar con Lui qui e per sempre. E Lui conosce i loro nomi.

70

Lamico di un mio amico mio amico.


Mantenete la relazione ed il legame con gli Amici di Allah (Awliy) nel vostro cuore. Mantenetevi sul loro cammino. Essi sono per voi un rifugio ed un aiuto, qui e nella vita futura. Ogni volta che loscurit cade sui vostri cuori o la tristezza, velocemente correte a trovare uno di loro. Essi sono sorgenti di misericordia per lumanit intera. Se non ne potete trovare uno vivente, cercate allora quelli nelle tombe. Sar sufficiente che voi vi sediate senza parlare, che essi velocemente capiranno di che cosa avete bisogno. Mettete il vostro cuore di fronte a lui e subito riceverete luce e gioia, i vostri dubbi se ne andranno e arriver la fiducia, la negazione se ne andr e giunger la fede, i problemi se ne andranno e arriver la sicurezza. Potete anche mettere il vostro cuore di fronte a chi vi pi vicino spiritualmente, o mettere il vostro viso di fronte al suo viso e chiudere gli occhi. A tutti gli Amici di Allah stato concesso di venir rivestiti dagli Oceani degli Attributi Divini. Essi vi rivestiranno a seconda delle vostre capacit. Potete anche solo pensare col vostro cuore e riceverete il loro aiuto. Allah sprona i suoi servitori a cercare uno dei suoi amici: Ogni amico di un mio amico un mio amico. Essi sono come stelle con le quali troviamo la nostra direzione e la via, sono veri non sono delle imitazioni. Sono la speranza per tutte le creature, sono colmi di potere, sono luce, nulla oscuro in loro. Essi sono il nostro sostegno, il nostro occhio, la nostra lingua, la nostra mente, il nostro cuore e la nostra soddisfazione. Allah li ha scelti perch siano una porta aperta ai suoi peccatori per poter raggiungere i suoi Oceani di Misericordia Infinita. Fintanto che vi ricorderete di loro, li troverete sempre con voi, senza abbandonarvi mai. Ora, con gli eventi e le guerre che verranno, rester vivo solo chi avr sostegno da uomini spirituali. Il nostro potere non ancora sufficiente per sostenere noi stessi o chiunque altro. Solo gli Amici di Allah sono pieni di potere spirituale. Ogni volta che danno dal loro potere, ancora maggiore potere li raggiunge. Siate pazienti ed il Signore vi conceder infiniti favori. Siate calmi, non manifestate il

71

lato negativo del vostro carattere e la fiducia sar vostra. Quanto pi sarete semplici, tanto pi facile sar per voi. Cercate di essere pi gentili, silenziosi e di non causare problemi. Gli Auliy amano la gente umile. Per Allah facile farvi ricevere la visita di uno dei suoi servitori; forse me stesso o in unaltra personalit. Nei giorni nostri non vi quasi alcun permesso per usare poteri miracolosi. Solitamente gli Auliy usano i loro poteri in una forma nella quale non li possiamo riconoscere. Per cui importante essere educati con chiunque, gentili e rispettosi. Nessuno conosce la gente intorno a s, magari uno qualunque un Amico di Allah, un Santo nascosto, una persona con miracolosi poteri spirituali. Gli Auliy amano essere insieme a noi se la nostra condizione adeguata al loro incontro e ad essi non piacciono le persone orgogliose che pretendono di essere di rango elevato. Essi amano gli umili adoratori. Se non abbiamo un allenatore, se non ci manteniamo in allenamento, il nostro ego rende la nostra adorazione una ragione per inorgoglirsi, per dire a se stessi che siamo importanti o santi. Gli Auliy mai amano gente simile. E non amano neanche la gente che si inorgoglisce per la propria ricchezza. Se uno pretende di essere qualcuno e dice: Io sono questo, io sono quello, apre la porta al suo ego per essere tutto. Gli Auliy amano la gente che non pretende nulla, che sono vuoti, sempre bisognosi. Lumilt la pi importante caratteristica per chi vuole adorare Dio. In realt, noi siamo niente. Ci che Allah ci ha concesso non viene da noi stessi. Allah guarda se i suoi servitori con la loro adorazione diventano umili o se pregando cibano il loro ego come fece Shaitn. Tutti adesso seguono il loro ego, nessuno cerca un allenatore che gli insegni lumilt, il principale pilastro dellIslam. Lumilt alimenta la nostra fede. Non esponete gli altri alla vergogna, ma cercate di scusarli e pregate per loro. Ladorazione ci guida tramite lumilt. Chi riesce a far abbassare il suo ego il pi possibile sar ricompensato da una stazione elevata presso la Presenza Divina. Ora tutti cercano di causare difficolt e problemi agli altri. Ognuno pretende di

72

essere il primo ed il migliore. Se avete simili pretese sprofondate nei problemi e se Allah non vi aiuta non potrete trovare una via per uscirne.

73

Al Wsil
Essere i servitori del Signore dona piacere e questa sensazione ci spinge al suo servizio. Quanto pi i servitori sono consapevoli del loro stato di bisogno e della loro debolezza tanto pi Allah viene loro vicino e concede loro, promettendo di non rifiutare mai una richiesta. Per servizio il miglior e pi amabile attributo alla Presenza Divina. Oggigiorno la vita degli uomini pi che altro dipendente dalle pillole e dalle medicine, che essi usano giornalmente e se per un giorno non le potessero prendere, avrebbero paura di morire. Come credenti invece dobbiamo credere che la nostra vita dipende da Allah nostro Signore Onnipotente. Gli Auliy hanno un alto livello di certezza e hanno la percezione della loro vita alla presenza del loro Signore. Egli pu dare vita a ogni cosa direttamente, senza lintervento di cause e ragioni. Quindi noi dipendiamo dal Creatore delle cause e non dalle cause stesse: un grande errore per i credenti non essere consapevoli di questo. Abbiamo bisogno di Allah per esistere, pi che del cibo, delle bevande o delle medicine. Luomo pensa che se non mangia e non beve deve morire. No, dovete tagliarvi fuori da tutto linsieme di cause che vi circondano e che vi rendono legati ad esse piuttosto che al vostro Signore che vi ha creato. Se riuscite a fare questo, allora sarete direttamente ricollegati a Lui. Quando raggiungerete una relazione diretta con Allah, le cause spariranno e voi sarete con Lui. Egli vi dar direttamente, cos che sarete liberi da fame, sete, malattie e miserie. Senza pi bisogni. Il Profeta (S.a.s.) disse ai suoi Compagni: Il mio Signore mi fa bere e mangiare alla Sua Presenza. Questo significa una perfetta connessione fra servitore ed il suo Signore, fra creatura ed il Creatore. Per questo uno dei nomi del Profeta (S.a.s.) Al Wsil, colui che arrivato al Signore. Egli con il suo Signore, niente pi cause intorno a lui, diventato libero. Si perfettamente ricollegato senza un mediatore, ha la vera relazione. L non c pi niente dallesistenza dei cieli e della terra. Egli

74

si tuffato negli Oceani dellUnione Divina, raggiungendo lUnit. L non c nessun altro se non Allah Onnipotente. Egli ha sacrificato la sua esistenza imitativa, ha tagliato il legame e ha lasciato lesistenza temporale per entrare nella reale esistenza negli Oceani dellUnit Divina. Allah ama che i suoi servitori dicano: O mio Signore, ho bisogno di te. Avrete bisogni infiniti fino a che raggiungerete la Presenza Divina e il concatenamento delle cause finir. L, lidentit appartiene ad Allah solamente. Abd, il servitore finisce, Allah rimane. Questo un discorso importante che vi render chiaro quale debba essere il vostro obiettivo. Ububyat, essere buoni servitori ci conduce agli infiniti Oceani dellUnit Divina dove il servitore scompare e rimane solo Allah. Dal servitore appare Allah solamente. Questo quanto accadr alle persone pi distinte, non per la gente comune. Mantenetevi bisognosi di Allah fino a che Egli vi distaccher da ogni necessit. Quando sarete annullati, la vostra esistenza sar attraverso di Lui. Mese dopo mese nuova saggezza si schiuder fino a quando arriver alMahdi (a.S.). Nei suoi giorni i segreti diventeranno chiari. Questa una descrizione semplice per voi adesso. Voglia Allah concederci una buona comprensione e rinsaldare il nostro piede sul suo cammino.

75

I segni della venuta del Messia.


Attraverso le Sacre Scritture i profeti ci hanno informato riguardo al futuro. riguardo agli eventi in lista di attesa fino allUltimo Giorno. Il pi importante nella lista di attesa stata la venuta del Sigillo della Profezia Sayyidina Muhammad (S.a.s.); e ci chiaro in tutti i libri sacri. Mos ha informato i Figli di Israele riguardo al Messia ed al Sigillo dei Profeti. Da migliaia di anni essi li stanno aspettando. Entrambi sono gi arrivati, ma i figli di Israele stanno ancora aspettando, perch per diverse ragioni non li hanno riconosciuti e accettati. Ma tuttavia stanno aspettando, perch credono nelle profezie di Mos (a.S.): Solamente alcuni fra i loro sapienti dichiararono la verit, ma furono da loro cacciati via. Adesso noi stiamo vivendo lultimo periodo della storia del mondo. Anchessi sanno che il tempo degli ultimi giorni venuto e che il Giorno del Giudizio si sta avvicinando, perch ogni religione rivelata crede in esso. Il popolo ebreo ne conosce i suoi segni tramite i suoi libri, ma tuttavia sono 3000 e pi anni che stanno aspettando. Ora dei dubbi vengono ai sapienti ebrei che si chiedono se quelle persone siano venute a loro insaputa. E si chiedono dove siano adesso: Mos disse: Dai nostri fratelli verr uno che come me e questi non era Ges (a.S.). Chi, in tutta la creazione e nella rivelazione della Legge stato simile a Mos Muhammad (S.a.s.). Gli ebrei sono come gente che dorme in una stazione, i treni arrivano e se ne vanno e loro continuano a dormire. Quando si svegliano non ci sono pi i treni. Ora una notizia importante ci arriva tramite un giornale turco. In America un famoso rabbino ha scritto riguardo alla venuta del Messia. Lintera stampa e la telecomunicazione sotto controllo ebreo, in tutto il mondo. Quel rabbino ha riconosciuto nello scoppio della guerra nel golfo un segno della venuta del Messia. Verr una grande guerra e dopo ci sar la pace. Ma adesso sar la seconda venuta di Ges (a.S.) e gli ebrei hanno mancato lincontro nella prima. E prima della sua seconda venuta ci sar lAnti-Cristo. Il Signore li sta mettendo alla prova. Questa grande guerra non ancora scoppiata; ha bisogno di sette mesi di preparazione e sar nel mese di Shawwl, dopo Ramadn. Durer tre mesi; pi di cos il

76

mondo non potrebbe sopportare. Sar una guerra terribile. Chi raggiunger i giorni dopo quella guerra avr raggiunto la pace. Non ci sar pi bisogno di ritiro iniziatico per raggiungere la vostra stazione spirituale, perch nella guerra ci saranno visioni e condizioni durissime e terribili. Quando Mehdi (a.S.) fermer la guerra, velocemente per loro si former un apertura ed essi saranno salvi. La gente materialista perir, rimarranno solo persone spirituali, che potranno camminare nellaria o sullacqua. In quel tempo tutti avranno attivati i loro poteri spirituali. Per cui quellarticolo una buona notizia, una dichiarazione di quel rabbino per tutta lumanit. Egli dice a tutti gli i sraeliani, a tutti i credenti che aspettano Ges, il Messia (a.S.), di non temere perch saranno protetti. E tutti gli ebrei credenti lo aspettano. Anche i cristiani aspettano la venuta di Ges, su di lui sia la pace: Lunica differenza fra loro e gli ebrei che gli ebrei aspettano il suo arrivo dalla gente della terra mentre i cristiani lo attendono dal cielo. I musulmani aspettano al-Mahdi (a.S.) prima della venuta di Isa1(a.S.). Cos tutte le persone religiose lo aspettano. Nessuno felice in queste condizioni di vita. I veri credenti sono stufi di una simile vita di guerre e problemi e cercano Ges (a.S.). Qualcuno con poteri spirituali per organizzare una buona vita, poich noi non possiamo farcela. Nessuno pu cambiare le condizioni odierne se non una persona dotata di poteri spirituali. Deve venire qualcuno a salvare la gente. Quellarticolo un monito ai credenti affinch si tengano stretti la loro fede ed ai miscredenti che dovrebbero cercarsi una religione divina. Altrimenti una punizione divina verr e nessuno potr fermarla. Non importante seguire le ultime notizie, ma essere pronti per gli eventi che verranno ed essere in grado di fronteggiarli. E sar impossibile senza una forte fede. I miscredenti devono essere puniti, devono essere portati via. Quellarticolo un ammonimento da quel famoso rabbino a coloro che non credono. Solo la fede rimarr una protezione. Chi crede e aspetta sar protetto. Voglia Allah farci giungere al Messia e farci restare con lui. Mantenete una vera servit verso il vostro Signore.
Il nome di Ges (a.S.) dalla rivelazione Coranica.

77

I veri servitori: la battaglia con lego.


Ora il nostro GrandSheikh (Q.s.) ci spiega un punto molto importante che ci mostra cosa significa aver raggiunto la vera obbedienza del nostro Signore. Fino a che questo segno non appare impossibile che uno sia un vero servitore. Quel segno : che il proprio volere sottost al Volere del Signore. I treni corrono sulle rotaie, se uno deraglia si distrugge allistante. Le loro ruote debbono stare sui binari, allo stesso modo il vostro volere devessere in linea con il Volere del Signore, altrimenti non siete un vero servitore ed incontrerete grosse difficolt come risultato, poich se un treno deraglia una cosa terribile. Potete confermare ci esaminando le vostre vite, questo esame vi mostrer che dal momento in cui avete lasciato il binario del Signore cose tremende vi sono accadute. In verit molto difficile per il nostro volere accordarsi con il Volere del Signore, difficile per il nostro ego. Lego dice sempre Io devo essere il tuo Signore, devi fare ci che voglio. Questa la ragione principale per cui lumanit soffre. Certo difficile combattere con il proprio ego e farlo andare secondo il Volere del Signore, ma se siete pazienti e perseverate in questa lotta Allah vi ricompenser con il successo. Allah stabilisce un limite per ogni prova e difficolt, cos che vada da questo punto a quello, ma non oltre. Quando il Mio servitore mi mostra che ha pazienza, Io sono soddisfatto, ci mi basta, e rimuovo da lui le difficolt. Forse avete gi visto un aereo che rulla sulla pista prima di decollare: sulla distanza della pista, che limitata, deve spingere al massimo i motori, un momento critico, ma quando giunge alla velocit necessaria per il decollo si innalza facilmente. Quindi GrandSheikh (Q.s.) ci dice che dobbiamo essere pazienti poich tutti abbiamo bisogno di percorrere la nostra pista di decollo. una distanza limitata per tutti, per alcuni quaranta giorni, per altri settanta o per altri ancora un anno. Quando avete sopportato quel pesante fardello per il tempo a voi specifico, la distanza a voi necessaria, ed avete pazientato con il volere

78

del vostro Signore, arriver il momento per voi in cui sentirete la fragranza dellaurora. Quella brezza fragrante vi sollever allo stesso modo in cui, alla fine della sua rincorsa, laereo si stacca dalla pista. Allah Onnipotente vi invier una specie di brezza rinvigorente che vi innalzer dallattaccamento e dalle preoccupazioni per questa vita inferiore e vi inonder con del potere dal Suo Potere Divino cos che non sarete mai pi una persona ordinaria. Il Suo Potere vi trasporter senza difficolt, ma prima dovete percorrere la distanza richiesta, combattendo i vostri nafs in ogni momento (jihad al akbar1), allora Allah aprir il Suo Oceano di Conoscenza al Suo servo, cos che egli vi possa nuotare. In quel momento il servitore conosce lOceano di Potere del suo Signore e anche lOceano di Giustizia di Allah Onnipotente; quanto grande questo Oceano di Giustizia? senza fine, Giustizia assoluta. Chiunque sopporta quelle difficolt deve ricevere, alla fine, tramite la Sua assoluta Giustizia, poteri miracolosi. Potrete essere un dotto o un analfabeta, uomo o donna, re, contadino, milionario o squattrinato, chiunque passa quelle prove per il periodo richiesto, con pazienza, otterr la sua ricompensa. A chi ha pazienza Io dar il Mio potere e lo chiamer alla Mia Presenza Divina. Preparatevi, o miei servitori e venite a Me! Sultan ul Arifin Abu Yazd Al Bistmi (Q.s.) chiese al suo Signore: O mio Signore, come posso venire a Te, vista la distanza da colmare per raggiungerTi? La risposta fu: O Abu Yazd, Io sono ad un solo passo: schiaccia il tuo ego e vieni da Me. La grandezza del tuo ego la distanza che ti separa da Me. Quello non certo un passo facile o corto. La realt di quel passo che dovete far seguire il vostro volere al Volere di Allah Onnipotente, come le ruote sulle rotaie, cos raggiungerete la vostra destinazione, altrimenti sar impossibile. Pensate a ci pi che attentamente, potrete cos trarne molte lezioni da questo discorso.
La grande guerra santa

79

Chiunque desidera essere alla Presenza Divina si attenga a questo metodo. Non necessario rincorrere tanti insegnanti che propagano i loro vari metodi, siano buddisti, cristiani o giudaici, semplicemente calpesta il tuo ego e vieni: questa la somma di ciascuno di quei metodi; se potete far ci, arriverete. A questo punto del discorso una persona osserva: Sheikh Nzim, mi scusi, ma io ho notato che chi segue la vostra Tarqat normalmente mangia bene, dorme bene, ben vestito e ride molto. Come allora calpestano i loro nafs? I Destrieri dei Cavalieri sono cos forti che si impennano sulle zampe posteriori, sono riposati, ben nutriti e ben disciplinati. Corrono a gran velocit e con resistenza dietro al nemico. Shah Naqshband (Q.s.) disse: O mia gente, la nostra Tarqat molto semplice: mangiate il cibo migliore, vestitevi con i migliori abiti (non come in altre Tarqat) e fate delle buone azioni. Questa la nostra Tarqat, facile, ma le buone azioni non sono ci che lego vuole, quella parte, nella nostra Tarqat non poi cos semplice. Potete mangiare bene e vestirvi bene, ma le vostre buone azioni sono basate sul vostro levarvi la notte una, due o tre ore prima di fajr (alba) ogni giorno per essere con il vostro Signore. Se fate questo sarete con il vostro Signore naturalmente cos come state tra la gente durante la vostra giornata. Cos il vostro cavallo sar forte, ma in groppa ci sar un ancor pi forte cavaliere. Se mettete una donna o una persona anziana su di un cavallo cos focoso, questo partir al galoppo disarcionando il cavaliere. Dovete diventare un domatore forte ed esperto per controllarlo. Per la gente debole c il metodo di affamare costantemente lego ma nella nostra Tarqat lo combattiamo durante intensi ed estenuanti periodi, in cui addestriamo il nostro cavallo. Per quaranta giorni due volte lanno, ammaestriamo il cavallo e perfezioniamo il nostro controllo su di lui, dopodich libero di pascolare e gioire dentro ai recinti dei confini di Allah ( Halal). Possiamo vestirci con abiti eleganti, abitare delle belle case, usare automobili e

80

aerei senza che ci influisca sulla nostra vita spirituale, poich abbiamo il controllo del nostro cavallo. Se il tuo destriero fa le bizze, lo Sheikh ti mette in prigione, ma ci lo fa solo per coloro che sono sotto sua responsabilit. qual il metodo per combattere lego nella Tarqat Naqshbandi? Sta nellabituarsi a fare qualsiasi cosa con il permesso dello Sheikh, specialmente ci che concerne matrimonio, divorzio, lunghi viaggi; la miglior cosa consultarsi con lui in ogni situazione importante. Unaltra domanda viene fatta solitamente su come sia possibile questo rapporto per dei murd (discepoli) negli Usa, in Australia e in altri paesi lontani, che hanno la possibilit di vedere lo Sheikh una volta allanno o ogni due anni? Possediamo un walkie-talkie col quale possiamo inviare onde da cuore a cuore. Possiamo anche ascoltare, non siamo meno efficaci di quegli scienziati che inviano messaggi a navicelle spaziali o in altre parti della Terra via satellite, anche noi inviamo delle onde. Se conoscete la lunghezza donda vi potete sintonizzare, un vero Sheikh deve trasmettere. A seconda delle capacit ricettive del murd un vero Sheikh pu trasmettere queste onde: sulla prima stazione la presenza dello Sheikh giunge al cuore del discepolo. Ad uno stadio pi avanzato il murd pu effettivamente sentire lo Sheikh al suo fianco ed udire il suo respiro. In fine, allo stato pi avanzato, il potere spirituale dello Sheikh riveste il murd cos che in effetti per un certo tempo egli diventa lo Sheikh. Uno dei presenti quel giorno parl cos allo Sheikh: Mi immagino che voi Sheikh dobbiate essere stufi di insegnare un giorno s e uno no! Spero che quando avrete finito questo ciclo di conferenze vi prenderete un po di riposo, un po di relax. Gli Sheikh non si sta ncano mai di insegnare? Uno Sheikh deve sempre essere occupato con i suoi discepoli, poich egli come il cuore, non si ferma mai. Quando il cuore si ferma il corpo muore, lo Sheikh quindi devessere attivo ovunque sia, in ogni istante. Un vero Sheikh parla alla gente secondo il loro livello di comprensione; questi Sheikh sono gli eredi del Profeta Muhammad (S.a.s.) che disse: Chi

81

intende insegnare alla gente deve attentamente notare il livello di comprensione delludienza per poterli indirizzare di conseguenza. Secondo questo principio di base, si possono trovare nei detti del Profeta (S.a.s.) molti modi descrittivi, ognuno dei quali era usato in accordo ai diversi tipi di persone tra gli ascoltatori di quel tempo. Forse questo potr sorprendere o sconcertare qualcuno che legge quei detti, ma possiamo capire che parlava loro ai rispettivi livelli. Ognuno dei 124000 compagni del Profeta (S.a.s.) rappresentava un tipo duomo che sarebbe vissuto in futuro fino alla fine del mondo: quindi quando si indirizzava ai suoi compagni si indirizzava in realt a tutta lumanit. Allo stesso modo gli eredi del Profeta (S.a.s.) indirizzano la gente in modo che essi possano comprendere e trarne beneficio. Ci facile per i veri eredi del Profeta (S.a.s.), ma se sono solo eredi di libri che hanno letto e memorizzato, allora per costoro sar molto difficile adattarsi al livello degli ascoltatori. Coloro che hanno ereditato dai cuori, con facilit parleranno alla gente in modo piacevole ed alleggeriranno il peso dai loro cuori. Dunque vi dico, chi in contatto con il generatore centrale nel mondo spirituale facilmente riceve e trasmette, ma per chi non collegato questo sar molto difficile. Per i veri Sheikh parlare alla gente in modo che ne traggano beneficio semplice e naturale come mangiare o bere. Non ho mai visto nessuno con una grande facilit come laveva il mio GrandSheikh (Q.s.). Non vera nessuna differenza per lui se cerano mille persone ad ascoltarlo od una sola; purtroppo molta uomini di conoscenza che radunano folle per dar loro consigli, non si degna no di parlare se non reputano sufficiente il numero dei presenti. Perch dovrei parlare per cos poca gente? Ma GrandSheikh (Q.s.) era una fonte enorme, che riforniva tutti coloro che chiedevano di lui: se qualcuno voleva bere, poteva bere, se qualcuno voleva nuotare poteva nuotare e se qualcuno cercava un contatto da cuore a cuore lo otteneva. Sultan al Arifin Abu Yazd al Bistmi (Q.s.) disse ai dottori della legge (ulam): Voi portate la vostra conoscenza sulle spalle come un

82

fardello, dovete guardare, leggere, memorizzare per averla nelle vostre menti, ma per gli Auliy che imparano dalla Presenza Divina (ilm-ulladnni), la conoscenza che li trasporta e non hanno timore di dimenticare. Voi avete sempre paura di scordare ci che avete appreso, e a poco a poco il vostro sapere se ne andr via finch alla fine non rester pi nulla. Noi non temiamo che ci ci accada! Il mio GrandSheikh (Q.s.), quandera oltre i 100 anni usava parlare da mattino a sera. La conoscenza che impartiva in un giorno era sufficiente per un intero libro sul soggetto. Ci non era dalcun peso per lui poich era collegato con lOceano di Conoscenza di Allah Onnipotente. Da quel Oceano dei canali scorrono verso i cuori degli Auliy. Se il potere del GrandSheikh (Q.s.) apparisse qui ora nella sua completezza, nessuno potrebbe stare qui seduto, ma quellincredibile potere di guida e direzione (irshd) tenuto in serbo per il tempo di Sayyidina al-Mahdi (a.S.). A quel tempo tutte le altre Tarqat verranno assorbite dallenorme potere di irshd detenuto dalla Tarqa Naqshbandi, ci avverr come quando un grande oceano inonda dei mari dentroterra. Le altre Tarqat gi stanno giungendo allarresto, non avanzano pi. Siccome nessun GrandSheikh (Q.s.) appare tra di loro tutto ci che rimane il loro dire segui questa Tarqat e fai questa pratica. Non avendo GrandSheikh (Q.s.) possono solo imitare ci che i loro predecessori praticavano, senza aver capacit di progredire, come soldati che marciano sul posto. Uno dei presenti comment: Alcuni Sheikh di altre Tarqat sono furiosi con lei per queste dichiarazioni, pensano che lei stia facendo della politica Naqshbandi, cercando di sottrarre ad altri dei discepoli. Non dire sciocchezze. Essi possono urlare politica! e possono essere furiosi, ma devono sapere che ci che dico realt, non politica, noi detestiamo la politica. Se hanno una vera conoscenza spirituale (maanawi ulum), possono constatare la realt di ci che diciamo. Se no, possono infuriarsi, ma non serve a nulla. Ora, lultimo dei Profeti, Muhammad (S.a.s.), presente nel regno spirituale e per gli Auliy c

83

unassemblea alla presenza del Profeta (S.a.s.) ogni notte. Se sono partecipi, possono sapere e conoscere, altrimenti possono solo prenderne atto, non vedendo cosa succeder e non vedendo in realt cosa accade ora. Se cos stanno solo consultando libri e parlano, ma non si pu ottenere queste conoscenze cos, no, quella conoscenza particolare giunge solo tramite le vie del cuore. Quando menzionate i nomi delle persone, possiamo sapere se sono dentro o fuori. Al tempo di Abdul Qader Gilani (Q.s.), cera un altro Sheikh che sent parlare di lui e disse ai suoi pupilli: Ho sentito cos tanto parlare di questo Sheikh Abdul Qader (Q.s.), ma sto seduto da trentanni allentrata della fortezza del Potere di Allah Onnipotente, e fino ad ora non lho mai visto n entrare n uscire, cos allora tutto quel dire che sia uno Sheikh cos importante? Quando Abdul Qader ud ci, sorrise e disse: Come pu un portinaio conoscere chi siede alla presenza del Re, vicino a Sua Maest il Signore? Cos potete trovare Sheikh di molte Tarqat, ma i loro livelli sono differenti. Ma perch poi si adirano? Pretendono di sapere tutto? Ci che abbiamo dichiarato lo sappiamo dallAssemblea Celeste, e ci giunge dalla stazione centrale del potere cos che di fatto se qualcuno fa delle affermazioni o pretende avere delle conoscenze, sappiamo da dove provengono. Se qualcuno si adira a causa di tutto ci, ci fornisce la prova che egli non apparti ene allassemblea degli Auliy, ma chi dice credo in questo e ancor pi dovete sapere che ne fa parte. Ogni Tarqat insegna alla gente lumilt e laccettazione della verit. Chi accompagn il Profeta (S.a.s.), quando comp la migrazione (hijra) dalla Mecca a Medina? Abu Bakr (R.a.). E cosa disse il Profeta (S.a.s.) riguardo ad Abu Bakr (R.a.)? Tutto ci che il Mio Signore ha posto nel mio cuore, lho posto nel cuore di Abu Bakr . Quale Sheikh pu venirci a dire Abu Bakr (R.a.) il padre della nostra Tarqat? Solo la Tarqa Naqshbandi risale nella catena spirituale al Profeta (S.a.s.) tramite Abu Bakr (R.a.). Le altre Tarqat ci arrivano tramite

84

Sayyidina Ali (R.a.). GrandSheikh degli ignoranti possono negarlo.

(Q.s.)

lerede di Abu Bakr

(R.a.),

solo

85

Mantenete la vostra fede, la chiave per il paradiso.


La pi importante responsabilit per il muslim di mantenere e proteggere la propria fede, perch ci ci aiuta a raggiungere ogni obiettivo qui e nellaldil ed ottenere la vera felicit. Imma ginatevi vi fosse data una chiave con cui accedere ad un enorme tesoro e che apre una porta che d su di una terra sconosciuta ove gli abitanti eleggono re il primo che si presenta alla loro soglia: come terrete quella chiave? Ed allora? Riguardo la nostra fede, che vi apre le porte del Paradiso e della Vita Eterna, che vi rende sovrani per sempre, che vi procura una gioia eterna dandovi la vera vita, quanta attenzione dovreste prestarle? Shaytn cerca di rubarvela, seguendovi giorno e notte. Un Sahba and dal Profeta (S.a.s.) e si lament: O Profeta (S.a.s.), quando preghiamo, cos tante cose ci passano per la testa. Cosa possiamo farci? Il Profeta (S.a.s.) rispose: Quello un buon segno, viene dalla tua fede, poich Shaytn non va mai dagli infedeli o da chi non crede in nulla. segno che Shaytn guardando nel tuo cuore ci ha trovato della fede (imn) e cerca di sottrartela. La nostra prima responsabilit salvaguardare la nostra fede, poich ci stata donata da Allah ed Egli ci chieder cosa ne abbiamo fatto. Il quartiere generale di Shaytn ed il suo regno sono in Europa, da dove invia i suoi rappresentanti dallest allovest a stabilire il suo dominio. Dappertutto imbroglia persone e le controlla rubando loro la fede. Quindi un credente deve essere a conoscenza delle trappole sataniche, deve sapere da che parte arriva Shaytn. In Europa si trova il suo quartiere generale principale poich lego libero di fare tutto quello che vuole e spassarsela. Per protezione il Profeta (S.a.s.) ci consiglia di tenere i bambini ed i giovani in casa dopo la preghiera di Mghrib poich dopo il tramonto lora in cui Shaytn esce in cerca di prede. Ogni cattiva azione radicata nelloscurit della notte.

86

In merito a chi causa problemi.


Il primo a causare problemi fu Shaytn e dopo di lui chi lo segue causa di problemi. Egli fu il primo a ribellarsi al Volere Divino. I nostri giorni sono giorni problematici, la gente pensa ed agisce contro la Verit, rifiuta e cerca di opporsi al Volere Divino ed infrange gli Ordini Divini. Ogni giorno la lista degli agitatori e dei loro fiancheggiatori si allunga, Shaytn invita tutta lumanit a seguirlo. Sar infelice ed adirato se anche uno solo non seguisse lui ma il Profeta (S.a.s.): lobiettivo principale per i muslim devessere quello di ripulire il mondo intero dai problemi, da chi li causa, dalle azioni sporche che procurano tristezza, oscurit e sofferenza alla gente. Fino allinizio di questo secolo, gli stati ed i governi cercavano di fermare i problemi e chi li causava, ma nel XX secolo sono tollerati i problemi e accettati gli agitatori: in democrazia ogni libert concessa. Ora sono al punto che non riescono pi a controllare i problemi, n a fermare chi li causa. Questanno e lanno seguente sorgeranno problemi inaspettati, con piena soddisfazione per chi ne fonte. Nessuno ha pi il controllo, solo il potere celeste pu intervenire e fermare il loro successo. Chi giornalmente causa problemi scritto in una lista e solo se dice: Astaghfirullh, perdonami mio Signore, ho fatto ci che c di peggiore, fa che domani faccia del mio meglio come Tu vuoi. Allora quel nome sar cancellato dalla lista. Altrimenti certamente la punizione arriver.

87

Come diventare un buon servitore.


Tutti possiamo pretendere di essere buoni. A nessuno piace essere cattivo e dire: Io non sono buono. Tutti chiedono di essere buoni, ma alcuni veramente lo sono, altri no, ma fanno finta di esserlo. Guardate chi fa solo finta di essere buono, vedrete che le sue azioni non lo sono. Ci chiedono quindi di coprirli dicendo che sono buoni. Chi veramente lo , n lo pretende n lo afferma. umile e controlla le proprie azioni, senza mai esserne soddisfatto, chiede perdono al suo Signore per quello che fa. Altri si vantano di essere buoni, ma le loro azioni sono cattive e mai pregano. Lumilt la principale fonte di vera vita, ci fa ottenere il sostegno Divino e quindi tutto va a posto qui e nellaldil. Cerchiamo dessere buoni, per amore di Allah. Lo dhikr vi aiuta a diventare dei buoni servitori. Se chiedete di essere dei buoni servitori, Allah vi invier qualcuno che vi insegni di come si avvicinarsi al Signore, la via degli Auliy. Egli cos vicino, pi vicino anche del nostro stesso cuore.

88

Glossario dei termini arabi, cenni biografici.


Abdl o Budla
Il sostituto o il ricambiato. I quaranta Santi nascosti di Damasco che hanno elevate posizioni nella gerarchia spirituale. Quando la gente della Siria fu menzionata in presenza di Al (R.a.) qualcuno disse: Maledicili, Comandante dei fedeli. Egli si rifiut dicendo che aveva sentito dire dal Profeta Muhammad (S.a.s.): Gli Abdl saranno in Siria e ogni qualvolta ne muore uno, Allah ne metter un altro al suo posto. Per la loro virt cadr la pioggia, per tramite si otterr laiuto contro il nemico, per tramite loro le afflizioni verranno risparmiate ai Siriani.

Abdul Qder Gilni (Q.s.)


Nato nel 470 dopo lHijra (a.H.) (1077 d.C.). Morto 561 a.h. (1166 d.C.) Conosciuto come la rosa di Baghdd, nacque a Naif nel distretto persiano di Giln. Era un discendente del Profeta Muhammad (S.a.s.). Sua madre discendeva dal nipote di Muhammad (S.a.s.), Hussein e suo padre da Hassan (R.a.). Il fondatore della Tarqa Qadiriya uno dei pi rinomati Sufi di tutti i tempi, rispettato anche da studiosi esternalisti data la sua grande conoscenza e piet. Allah Onnipotente gli concesse molti miracoli (karmat). La pi famosa raccolta dei suoi discorsi, attuali ancora oggi, chiamata: Le rivelazioni dellinvisibile (Futh al Ghib).

Abdul Wahhb as-Sharni (Q.s.)


Mor nel 973 a.h. Fu un grande Sufi e studioso Egiziano, autore di numerosi lavori. Tra laltro una compilazione di Fiqh (giurisprudenza) delle 4 scuole della legge (Mizn-ash-Sharni) come pure trattati di conoscenza Sufi, uno dei quali si chiama Lo Zolfo Rosso (Kbrit- al-hmar).

89

Abu Bakr as-Siddq (R.a.)


Nato nel 53 prima del Hijra (570 d.C.). Mor nel 12 a.h. (633 d.C.). Primo Khalfa del Profeta Muhammad (S.a.s.), erede degli insegnamenti esoterici trasmessi al suo cuore nella grotta di Thur ove egli ed il Profeta (S.a.s.) si rifugiarono dai potenziali assassini Qurish che li perseguivano. Allah ordin ad un ragno di tessere la sua tela allentrata, ci convinse gli inseguitori che nessuno vi era entrato. Lincidente menzionato nel Sacro Corano.

Abu Yazd al Bistmi (Q.s.)


Nato nel 186 a.h. (800 d.C.) Mor nel 260 a.h. (874-877 d.C.). Conosciuto anche come Bayazd e Tayfr, nacque nel nord est della Persia, nipote di un Zoroastriano. Una delle figure di spicco nella storia Sufi. Vi sono molti aneddoti e detti meravigliosi che sono menzionati nel Tadhkrat-ul-Auliy di Fariduddn Attr (Q.s.). Fu uno dei primi maestri Naqshbandi, famoso per i suoi molti miracoli ed i suoi detti sorprendenti.

Adb
Buone maniere, il modo corretto di comportarsi, il rispetto dei sentimenti altrui e come trattare con gli altri. Come essere rispettosi nei confronti di Allah Onnipotente, ed avere una giusta attitudine nella relazione con Lui, ci lessenza degli insegnamenti del Profeta Muhammad (S.a.s.). Tutto ci che tocca questo soggetto sia in conoscenza o saggezza viene detto Adb.

Ad Dunya wa ahluhu
Questo basso mondo e i suoi devoti. Il fascino elusivo del mondo e coloro che ne sono attratti, cos che nulla pi importante per loro. Costoro farebbero di tutto pur di accrescere ed ammassare dei suoi tesori. Non conoscono vergogna e niente li ferma nellassicurarsi il controllo,

90

non solo di ci che giustamente loro, ma anche di ci che appartiene ad altri. Sayyidina Al (R.a.) disse: Questo basso mondo una carogna e chi cerca di divorarlo come un cane. Lamore per questo mondo la radice di tutti i mali.

Adhn
La chiamata alla preghiera, detta a voce alta dal minareto della moschea cinque volte al giorno e cos dice: Allah il pi grande, attesto che non vi dio se non lunico vero Dio. Attesto che Muhammad (S.a.s.) il messaggero di Allah. Venite a pregare, venite al successo, Allah il pi grande, non vi dio se non Iddio.

Ahl-ul-Haqq
La gente della verit. Si riferisce a quelle sante persone che possono percepire lassoluta verit nelle azioni, persone o affermazioni. Coloro che vanno al nocciolo della questione e sono interessati alla verit essenziale pi che alle manifestazioni parziali di essa o ai veli che la ricoprono. I tre livelli di comprensione sono detti: Sharah (la Legge), Tarqa (la Via), Haqqa ( la Verit Assoluta).

Ahliyya
Competenza, idoneit, convenienza, qualifica. Labilit predestinata per compiere ci che si deve nella vita.

kram al-Akramn
Il pi Generoso dei Generosi, attributo di Allah Onnipotente.

Al ibn Abi Tlib (R.a.)


Nato nel 30 prima del hijra (592 d.C.). Assassinato nel 40 a.h. (662 d.C.). Cugino del Profeta (S.a.s.) e marito di sua figlia Fatima (R.a.). Quarto ed ultimo dei Khalfa ben guidati. Erede dellesoterismo islamico, iniziatore

91

e Sheikh di quaranta Tarqat Sufi. Famoso per la sua santit, la sua brillante mente, la sua vita ascetica, la sua abilit e la sua forza ed onest in battaglia.

Allah
Lunico vero Dio, non ha partners o eguali n in cielo n in terra. Il Creatore di tutto, che non mai nato, n mai morir, che non conosce n fatica n pigrizia. a conoscenza di tutto ci che accade nel cielo e in terra, anche il movimento del pi piccolo insetto in una notte oscura. Egli con noi ovunque andiamo, niente gli pu essere nascosto. Egli ha creato tutto solo per essere adorato ed ha comandato alle Sue creature di seguire coloro che si sono rivolti a Lui con amore (Profeti e Santi), cos da perfezionare la loro obbedienza e servit a Lui solo. Egli il pi Misericordioso dei Misericordiosi e nessuno pu misurare o paragonare ad altri la Sua misericordia e la Sua pazienza. Egli invi il Suo Amato Servo Muhammad (S.a.s.) al mondo come canale per la sua Misericordia Divina. Cos che coloro sono attenti al richiamo possano uscire dalloscurit dellignoranza e dalla sofferenza, per immettersi sulla via che li porter alla soddisfazione ed alla purezza in questa vita e ad un gradino di vicinanza con il loro Signore nellaldil.

Al-Mahdi (a.S.)
Il Benguidato. Un uomo della discendenza del Profeta Muhammad (S.a.s.) che apparir alla fine dei tempi per combattere i nemici della fede e preparare la via alla venuta di Ges Cristo (a.S.). LImam al-Mahdi (a.S.) sar dotato di poteri miracolosi con i quali compir la sua grande missione. Governer il mondo per sette anni. Apparir dopo tre mesi dallo scoppio della Grande Guerra. Uno dei suoi miracoli sar che al pronunciare Allahu Akbar (Dio il pi Grande) tre volte, tutta la tecnologia elettrica ed elettronica cesser di funzionare (e con questo ogni tipo di armamento moderno).

92

Inna an-nfsa la ammratun bis-s


In verit lanima umana (nafs) certamente incline al male. (Corano 12,53). La parte pi bassa dellego ci comanda il male. Il Profeta (S.a.s.) disse: Siete ritornati dalla Piccola Guerra Santa (che si combatte sui campi di battaglia) ed ora tempo per la Grande Guerra Santa, la guerra contro il vostro pi gran nemico, lio inferiore che si trova tra le vostre due par ti.

An nafs-ul-lawwmah
Lio che si autoaccusa. Quando una persona segue i suoi pi bassi istinti sotto il controllo assoluto del nafs ul ammarah bis-s, agisce come una bestia, ma linnata fede insita nella natura umana pu fargli sentire disgusto per se stesso per le cattive azioni che ha commesso e per la distruttivit che porta a se stesso ed agli altri. Quando sente questi rimorsi della coscienza, significa che il suo io accusatore in azione e fa s che si veda e ci si vergogni per ci che si fa. Il risultato di questo risveglio dellio linizio di un conflitto fra di lui e lio inferiore: o si seguiranno le ispirazioni dellio critico e gradatamente si conquister lio inferiore seguendo una via virtuosa e chiedendo ad Allah perdono per i propri peccati, o si cercher di ignorare la voce della coscienza e ostinatamente si seguir la lussuria che ci porter in una caduta sempre pi profonda nella depravazione accompagnata da disperazione, amarezza e cinismo.

Aqba
Fine. Conseguenza, leffetto delle proprie azioni.

rham ar-Rahimn
Il pi Misericordioso dei Misericordiosi. Riferito ad Allah Onnipotente.

Awliy (Wali singolare)


93

Amici di Allah, Santi.

Ayn al yaqn
Locchio della certezza. La visione penetrante degli Awliy che permette loro di vedere la Verit.

Brakat
Benedizione, bene abbondante e continuo di prosperit e buona fortuna. Unemanazione spirituale, un bene impalpabile che fluisce dai Profeti e dai Santi e permea luoghi ed oggetti (tombe, luoghi di pellegrinaggio).

Barzkh
Intervallo, pausa, ostruzione, partizione, istmo. Il Sacro Corano dice dei morti: E innanzi a loro c un Barzkh, sino al giorno della risurrezione. Ed anche: E tra loro c un Barzkh che non possono oltrepassare. Il Barzkh il mondo in cui i morti esistono nellattesa di essere chiamati dalle tombe. Il credo islamico ci insegna che questo periodo non necessariamente di incoscienza, ma piuttosto una visione anticipata di ci che ci aspetter come ricompensa o punizione Divina pi tardi. Questo un luogo ove le ripercussioni delle nostre azioni terrene si faranno sentire. I Profeti ed i Santi non solo sono coscienti in quel tempo, ma sono anche consapevoli delle condizioni del mondo, possono avere contatti con i viventi, in special modo con i loro successori e coloro che seguono la loro via e li amano. Il Profeta (S.a.s.) disse che egli consapevole di chiunque visita la sua tomba e lo saluta, e ritorna loro il suo saluto e che costoro beneficeranno della Sua intercessione nel Giorno del Giudizio. "Io (sar) vivo e fresco nella tomba, a chi mi saluter gli ritorner il saluto." ( Suyuti ed altri )

94

Il Sacro Corano dice: Non crediate che coloro che sono morti per la causa di Allah siano morti; no, essi sono vivi e ricevono sostegno dal loro Signore. Contenti di ci che il Signore ha elargito su di loro. Si compiacciono per quelli che ancora non li hanno raggiunti, poich chi li seguir non ha motivo di temere o di addolorarsi. Questo verso si riferisce non solo a chi morto sul campo di battaglia, ma anche a chi uccide il proprio ego in quel che il Profeta (S.a.s.) ha definito La Grande Guerra Santa, o la Guerra contro il basso ego.

Dajjl
LAnti-Cristo. Che Allah ci protegga dal cadere vittime dei suoi trucchi. Egli comparir alla fine dei tempi, dopo la Grande Guerra, nellepoca di Sayyidina al-Mahdi (a.S.), che non avr comunque il potere di uccidere il Dajjl. Quel potere Allah Onnipotente lo ha dato a Ges Cristo (a.S.) che in quel tempo scender dal cielo; dar battaglia e uccider il Dajjl in un luogo a nord di Damasco. Dajjl inganner la gente coi miracoli che Allah gli dar per far s che i fuorviati e coloro il cui cuore impuro si allontanino ancora di pi. Dajjl annaffier il seme del male col suo carisma e i suoi miracoli travianti (istidrj). Egli pretender di essere muslim ma guider la gente a tutto ci a cui lIslam si oppone. Secondo il Santo Profeta (S.a.s.), Dajjl non potr entrare nella Citt Santa di Medina, perci 70000 munfiq (ipocriti) ne usciranno per raggiungerlo e unirsi a lui. Dajjl sar di grande statura ed avr un occhio difettoso. Il Profeta (S.a.s.) disse anche che prima della sua venuta appariranno numerosi piccoli Dajjl per traviare la gente.

Dervish
Un seguace maturo della via Sufi il cui cuore fermamente ancorato nel ricordo di Allah, che n il vendere n il comprare lo distoglie dalla sua

95

risoluzione interiore (cfr. Corano 24,37). Nella tradizione il Dervish frequentemente visto come una persona che vive mestamente o come un girovago religioso, o eremita, senza ambizioni per gli affari. Queste sono solo descrizioni esteriori che possono variare con landare del tempo. lo stato interiore che rende luomo un Dervish, non i suoi abiti n la sua condotta.

Dhat
Lessere, lessenza divina. Nelluomo, limmutabile e puro io spirituale che proviene da Allah e che sempre in Sua Presenza, che non mai toccato dalle cattive azioni dellego inferiore.

Du
Forma di supplica distinta dalla preghiera rituale (salt). Durante il Du si pu chiedere ci che si vuole ad Allah, in qualsiasi lingua.

Fard
Dovere religioso obbligatorio come il pregare cinque volte al giorno, il digiuno nel mese di Ramadhn e il pagare la tassa ai poveri (Zakt).

Ftima (R.a.)
La figlia del Profeta Muhammad(S.a.s.), moglie di Sayyidina Al (R.a.), cugino del Profeta (S.a.s.). Famosa per la sua piet e per lamore che avevano per lei sia il Profeta (S.a.s.) che Al (R.a.). Il Profeta (S.a.s.) disse che molti uomini raggiunsero la perfezione spirituale ma solo quattro donne arrivarono a quei livelli. sya (R.a.), moglie del Faraone (che segretamente credette a Mos (a.S.)). Mariam (R.a.), la madre di Ges Cristo (a.S.), Khadijah (R.a.), la sua prima moglie e Fatima (R.a.), sua figlia. Mor sei mesi dopo la scomparsa del Profeta (S.a.s.). Prima della sua morte il Profeta (S.a.s.) le diede la buona novella che presto si sarebbero ritrovati in paradiso.

96

Fiqh
Comprensione, intuito, il capire. Si riferisce alla totale comprensione della religione islamica in particolar modo alle sue leggi e alla loro applicazione quotidiana. Dato che lIslam di guida in ogni aspetto della vita umana, il fiqh non si limita al culto ma anche al commercio, alla carit, al matrimonio e al divorzio, al nutrirsi ed anche al dormire in accordo con le raccomandazioni di Allah (nel Corano) e del Profeta (S.a.s.) (nelle Hadth) trasformando cos quelle attivit con effetto pratico in atti di adorazione. Ogni Muslim sunnita dovrebbe seguire uno dei quattro grandi Imam della scienza del Fiqh che vissero tutti tra le due e le quattro generazioni dopo quella del Profeta (S.a.s.). Essi ottennero un grado elevato ed una speciale distinzione tra i membri della nazione rendendo un grande servizio traducendo (compilando) il vasto numero di informazioni contenute nel Sacro Corano e nelle Hadth, in codici di facile comprensione, che formano il corpo delle rispettive scuole giuridiche. Questi Imam eccezionalmente sinceri e dotati dedicarono tutta la loro vita a questa impresa. Dovettero investigare con gran cautela nellenorme volume dinformazioni, a volte contraddittorie, riguardo alla vita del Profeta (S.a.s.) ed alle pratiche ed in situazioni particolari riferirsi ad analogie e similitudini con eventi successi durante la vita del Profeta (S.a.s.) (Qiys). I risultati dei loro sforzi hanno prodotto quattro metodi distinti che differiscono leggermente in certi argomenti, ma che sono in totale armonia per quanto riguarda le credenze basilari ( aqda) e le pratiche poich questi argomenti sono stati chiaramente enunciati dal Sacro Corano e dal Profeta (S.a.s.), senza possibilit di confusione o disaccordo sul loro soggetto da parte degli Imam ben guidati. Cos possiamo vedere che, a parte qualche differenza minore, ognuno dei quattro Imam aveva il pi gran rispetto verso gli altri e considerava il suo

97

predecessore come suo maestro. Questi quattro Imam: Imam Mlik, Imam Abu Hanfa, Imam Shfii e Imam hmed ibn Hanbal (Q.s.), erano Mjtahid, che significa una persona dotata di conoscenza religiosa combinata con una sincera pratica di quella conoscenza tali da permettergli di esprimere responsi giuridici (ftwa) anche quando confrontati con situazioni delicate, che eludono le capacit di autorit religiose di minor statura. Giunsero a quel rango, dobbiamo sottolinearlo, non solo studiando ma umiliando se stessi veramente e conquistando i loro io inferiori. Quella sincerit ed integrit che li rese cos grandi fu anche causa di problemi con le autorit del loro tempo e la maggior parte di loro fin col essere torturata ed imprigionata a causa del loro netto rifiuto di mal interpretare la legge Divina per soddisfare i vani desideri delle autorit. Ci si pu chiedere come mai Allah ha lasciato alcune aree nella religione aperte a divergenze dopinione, quando avrebbe potuto enunciare puntigliosamente ogni dettaglio. Il Profeta (S.a.s.) disse a riguardo: La differenza nella mia nazione misericordia. Cos le quattro scuole (Madhhib, pl. di mdhhab) possono essere intese come un autostrada che conduce alla stessa meta, con 4 corsie. Cos che, grazie a queste quattro corsie, ognuno possa procedere secondo landatura a lui confacente. Allah ha detto: E Allah vuole renderla (la sua religione) facile per voi.

Fitna
Disaccordo, conflitto, afflizione.

Fitra
Disposizione naturale, carattere innato. Si riferisce alluomo che nasce con una fede innata e totalmente arreso al suo Creatore.

98

Hadth
Detto o tradizione profetica. Alcune Hadth furono scritte durante la vita del Profeta (S.a.s.), ma egli non incoraggi questa pratica per timore che venissero poi confuse con il Corano. Dopo la sua scomparsa alcune Hadth furono scritte, altre trasmesse oralmente. A partire dalla generazione dei Tabiyyn (coloro che non videro il Profeta (S.a.s.) ma solo dei suoi compagni sopravvissuti), si cominci a collezionare in volumi le Hadth, classificandole a seconda dei soggetti e verificandone lautenticit tramite un rigoroso esame sulle qualit morali, sullaffidabilit del carattere e della memoria di coloro che le trasmisero.

Hadth Qudsi
Una Tradizione Profetica in Allah parla in prima persona tramite il Profeta (S.a.s.). Questi detti sono comunque distinti dal Corano.

Hafdh
Protettore. Una persona che sa il Corano a memoria e lo mette in pratica nelle azioni.

Hall
Permesso, legale, legittimo. Tutte le azioni che rientrano nei limiti della Sharah (Legge Divina).

Haqqi Imn
Vera fede basata sulla realizzazione della Verit. Un gradino al di sopra della normale fede imitativa. I tre segni che mostrano la presenza del Haqiqi Imn sono: 1) Labilit di sentire ogni cosa, animata od inanimata, lodare il Creatore. 2) La conoscenza e la saggezza celate dietro ogni cosa esistente, il loro scopo e la loro posizione.

99

3) Lessere capaci ci contattare le anime dei Profeti e dei Santi nel Barzkh.

Harm
Divieto religioso, illegale, proibito, sia perch sacro o dannoso. Tutte le azioni che non sono conformi ai limiti della Sharah.

Hassn al Basri (Q.s.)


Nato nel 21 a.h. (642 d.C.). Morto nel 110 a.h. (728 d.C.). Nacque a Medina, figlio di uno schiavo che serv lo scrivano del Profeta (S.a.s.) Zad ibn Thabit. Crebbe a Basra ed conosciuto per la sua piet e per la sua condanna senza compromessi alla mondanit dei governanti. Era un oratore brillante, molti dei suoi discorsi sono stati preservati.

Haw
Vano desiderio, capriccio, inclinazione, distrazione. Pensiero ozioso e vano che distoglie dalla realt e dalladorazione.

Hmmah
Aspirazione, energia, vigore, ambizione, risoluzione, determinazione, zelo.

Ibrahim bin Adham (Q.s.)


Nato ? Morto 165 a.h. (782 d.C.). Abu Ishaq Ibrahim bin Adham (Q.s.) nacque a Balkh (centro Asia) da stirpe araba. Di famiglia reale, fu fatto re di Balkh. Si pent della sua mondanit e divenne un dervsh errante. Visse una vita in completo ascetismo ed perci chiamato il re degli asceti. Per il suo sostentamento faceva lavori manuali e dal ricavato di quei lavori semplici ma faticosi manteneva

100

molti suoi compagni. Ibrahim evitava le lodi della gente e sfuggiva la notoriet vestendosi come un servo o come un folle. Una volta si stava recando alla Mecca per il pellegrinaggio, i capi della citt gli andarono incontro, conoscendo la sua grande piet e rinuncia. Ibrahim era vestito come un servo e camminava in testa alla carovana assieme ai servi e agli schiavi. Quando gli Sheikh giunsero e chiesero dove fosse Ibrahim Bin Adham, egli stesso replic: Cosa mai volete da quelleretico? Al che gli Sheikh lo assillarono e lo picchiarono. Pi tardi gli chiesero quale fu loccasione in vita sua dove fu veramente soddisfatto, indic quellincidente.

Ihsn
Il livello di vera bont e sincerit che si sviluppa dalla fede. Il Santo Profeta (S.a.s.) disse che il significato di Ihsn ladorare Dio come se lo vedeste di fronte a voi, perch se voi non lo vedete Lui vi vede.

Ikhls
Vera sincerit, purezza nellintenzione. Uno stato devozionale molto elevato.

Ilm-ul-Laddni
Conoscenza dalla Presenza Divina. Conoscenza che inspirata direttamente nel cuore dei Santi e li rende capaci di sapere cose che ad altri sono nascoste.

Ilm-ul-Yaqn
Conoscenza di certezza. Un livello di conoscenza nei cuori dei Sufi avanzati in cui una cosa saputa direttamente con uninspiegabile certezza.

Imam-ut-Tarqat

101

Lo Sheikh, nella catena delle successioni di una Tarqat, dalla quale essa prende il nome e che ha avuto un ruolo importante nel descrivere il particolare ramo di conoscenza ed i metodi della linea di insegnamento da cui discende. Ogni Tarqat ha la sua origine nel Profeta Muhammad (S.a.s.), ma ognuna rappresenta un aspetto diverso dellinsegnamento da cui gente differente pu trarne beneficio.

Imn
Credo, Fede. un livello superiore che il semplice arrendersi alla legge dellIslam. uno stadio in cui la fede entrata nel cuore di una persona. I pilastri specifici del Imn sono 6: 1) Credere in Allah. 2) Credere nel Profeta (S.a.s.) di Allah. 3) Credere negli Angeli. 4) Credere alle Sacre Scritture che Allah ha inviato allumanit tramite i suoi Profeti. 5) Credere al Paradiso e allInferno. 6) Credere che Allah ha predestinato ogni cosa che succede nel mondo, sia che essa ci sembri buona o cattiva.

Irshd
Insegnamento Spirituale, guida, direzione, istruzione.

Isa ibn Maram (a.S.)


Il Profeta Ges Cristo figlio di Maria, su di loro sia la Pace. Egli torner alla fine dei tempi per uccidere lAnti-Cristo e instaurare il Regno dei Cieli sulla Terra.

Ish
La preghiera notturna che pu essere fatta tra il calar della notte ed i primi bagliori dellaurora. Di preferenza nel primo terzo della notte.

102

Islam
Arrendersi a Dio, il primo livello di fede che consiste nel rendersi esteriormente conformi agli Ordini Divini. Eseguire ci che ci chiesto ed astenersi da ci che proibito. I 5 pilastri nellIslam sono: 1) Dichiarare che non c dio allinfuori dellunico vero Dio e che Muhammad (S.a.s.) il messaggero di Dio. 2) Fare le 5 preghiere giornaliere (salt) rivolti verso la Mecca. 3) Digiunare lintero mese di Ramadhan, astenersi dal cibo, dalle bevande e dai piaceri carnali dallaurora al tramonto. 4) Dare 1/40 dei propri beni e le porzioni prescritte sui greggi ed i raccolti annualmente ai musulmani indigenti. 5) Fare il pellegrinaggio alla Mecca nel periodo del Hajj almeno una volta nella vita, se si hanno le possibilit finanziarie.

Jahiliyya
Il tempo dellignoranza si riferisce allera pre-islamica in cui gli arabi vivevano nelloscurit dellignoranza adorando idoli e seguendo le loro passioni e superstizioni non avendo che una relativa conoscenza delle religioni rivelate agli Ebrei ed ai Cristiani. Seguaci di queste religioni in piccole comunit si trovavano nella penisola araba concentrati in alcune citt, la maggioranza adorava idoli.

Jibral
LArcangelo Gabriele, responsabile di portare le rivelazioni ai Profeti ed ai Messaggeri di Allah.

Jihd-ul-akbar
La Grande Guerra Santa che viene combattuta contro il proprio io inferiore ed detta dal Santo Profeta (S.a.s.) Grande Guerra Santa poich di massima importanza per ogni mslim. Senza che il credente sia in

103

controllo sul suo io inferiore, non pu sperare di perfezionare la sua religione, n essere utile alla comunit dei credenti, anzi a causa del suo egoismo impedir alla gente di seguire la giusta via e macchier il nome della religione con le sue cattive azioni che far nel nome della fede.

Jinn
Genio. Il Sacro Corano si indirizza sia agli uomini sia ai jinn. I jinn sono fatti di fuoco senza fumo, luomo di terra, gli angeli di luce. Come tra gli esseri umani anche tra i jinn troviamo i credenti ed i miscredenti. I loro corpi essendo pi sottili di quelli umani normalmente non possono essere visti, si sa comunque che possono influire in vari modi sulla vita degli umani.

Kaaba
La Santa Casa di Allah alla Mecca costruita a forma di cubo, fu eretta per la prima volta dal Profeta Abramo (a.S.) con il figlio Ismaele (a.S.), quando fu ordinato ad Abramo di lasciare sua moglie Agar (R.a.) con il figlio in quella valle desolata. Allah forn loro miracolosamente acqua dal pozzo di Zam Zam e li fece stabilire su quella terra. Il Signore promise di benedire il seme di Ismaele (a.S.) ed il frutto di quella benedizione fu linvio del Profeta Muhammad (S.a.s.), discendente dalla stirpe di Ismaele (a.S.). Dopo loriginale consacrazione della Kaaba allunico vero Dio da parte di Abramo e suo figlio, la gente cadde nellidolatria per molte generazioni fino al tempo di Muhammad (S.a.s.), allora la Kaaba fu ripulita dagli idoli e ladorazione dellunico vero Dio ristabilita. Tutti i muslim si volgono nella direzione della Kaaba nelle preghiere, non perch presumono che Dio viva l, com stato supposto dai critici maldicenti ed ignoranti, ma bens quello il punto focale ove tutti i muslim mondialmente si volgono in unit convergente. Nella visita alla Kaaba i muslim compiono il rito della circoambulazione in emulazione agli Angeli che la eseguono nei cieli attorno al Trono di Allah.

104

Khlid al Baghddi (Q.s.)


Nato 1190 a.h. (1776 d.C.). Morto 1242 a.h. (1827 d.C.). Nacque a Baghdd da famiglia curda discendente in origine dal Khalfa Othman (R.a.). Era un erudito dellIslam che aspirava trovare un vero Mrshid. Lasci cos Baghdd per Damasco dove incontr il suo primo Sheikh, Sheikh Mustaf della Tarqa Qdiri. Prosegu poi per Medina e Mecca. Di l fu indirizzato dagli Awliy verso lIndia ove gli dissero avrebbe trovato il suo vero Maestro. Dopo il suo ritorno a Baghdd incontr alcuni murd dello Sheikh Naqshabandi Abdullah ad-Dihlwi (Q.s.), fu inspirato e part per incontrarlo. Dopo un soggiorno di alcuni mesi con lo Sheikh, fu rimandato a Baghdd per insegnare la Via della Tarqa. Si spost poi a Damasco dove istru molti seguaci prima di morire di peste. La sua tomba situata nella parte di Jabal Akrad sul Jabal Qasiyn a Damasco. Il suo lavoro pi famoso si chiama Shams ushShams (Il Sole dei Soli).

Khlwa
Ritiro spirituale. I Quaranta Giorni nel Buco. un periodo di allenamento intensivo per lo pi di 40 giorni nelle Tarqa Naqshabandi in cui al s inferiore negato anche ci che normalmente permesso nella vita del muslim. Durante questo periodo si combatte il proprio ego con gran coraggio e determinazione poich togliendoli anche i normali piaceri della vita alza la testa e si ribella dando intense difficolt al ricercatore. Lo Sheikh sorveglia da vicino il murd e definisce le precise attivit che deve compiere, ogni Khlwa consiste in digiuno assoluto, isolamento, aumentare le preghiere e gli dhikr e ridurre il sonno. Vi sono differenze dettate dai particolari bisogni del murd che vengono assecondati dagli ordini specifici dello Sheikh. La prima Khlwa solo di preparazione. Quando lo Sheikh vede che il murd veramente pronto a sottomettere il suo ego, lo mette nella seconda Khlwa: la finale.

105

Khass (pl.: khawws)


Leletto, gli eletti. La gente che ha linnata capacit ( ahliyya) per leccelsa Tarqa Naqshbandi.

Khdmah
Servizio. Il servizio che lumile murd deve fare per lo Sheikh, per i discepoli dello Sheikh, per tutti i figli di Adamo (a.S.) e tutte le creature di Allah.

Lylat ul Mirj
La notte in cui il Profeta Muhammad (S.a.s.) fu portato dallangelo messaggero Gabriele (a.S.) in groppa alla mistica cavalcatura Burq, dalla Sacra Moschea della Mecca alla Roccia Sacra di Gerusalemme poi su attraverso i sette cieli ove incontr e parl con i Profeti che Allah aveva inviato prima di Lui sulla terra: Adamo, No, Davide, Mos, Abramo, Ges (a.S.). Dopo aver raggiunto lapice del settimo cielo fu portato al limite del dominio di Gabriele (a.S.), da dove continu sino a giungere alla Presenza Divina a una distanza di due archi dal Maestoso ed Eccelso Creatore dei Cieli e della Terra.

Maanawi Ulum
Conoscenza Spirituale, Scienza Esoterica.

Mahdi: vedi al-Mahdi (a.S.). Mansr al-Hallj


(Q.s.)

Nato nel 244 a.h. (858 d.C.). Giustiziato nel 309 a.h. (922 d.C.) Al-Hallaj (Q.s.) nacque in Persia, viaggi in lungo e in largo nel mondo musulmano predicando con audacia lunione con Dio. Infine fu arrestato ed accusato di diffondere la dottrina eretica dellincarnazione. Fu

106

condannato a morte, mutilato e crocifisso in pubblico quando disse: Io sono la Verit assoluta (ana-l-Haqq). Prima della sua esecuzione i suoi compagni sufi lo implorarono di dichiarare: Egli la Verit e lui rispose: S Egli tutto. Voi dite che Egli perso, al contrario Hallaj che perso. Loceano non sparisce n diminuisce. Al famoso Sufi Junid al-Baghddi (Q.s.) fu ripetuto ci che Hallj (Q.s.) disse con la suggestione che quelle parole avevano un significato esoterico, il che provava che significavano altro che lempiet attribuitagli. Junid (Q.s.) disse: Lasciate che venga ucciso, questo non il momento dei significati esoterici. I suoi compagni Sufi non negarono la realt dellesperienza mistica dellUnione ma lo criticarono per aver rivelato in pubblico ci che equivale ad una Comunione privata con lAmato. Junaid (Q.s.) afferm anche che lesperienza di Hallj (Q.s.) dellUnit era solo uno stadio intermedio desperienza mistica e non la meta finale.

Mirj vedi Lylat ul Mirj Muhammad (S.a.s.)


Muhammad (S.a.s.) figlio di Abdullah figlio di Abdul Mttalib. Il Messaggero di Allah Onnipotente, che fu inviato come Misericordia per i Mondi. Lultimo dei Profeti ed il loro Capo. Colui per la cui causa Allah cre il mondo, possano la pace e la benedizione di Allah essere su di Lui. Nacque nel 51esimo anno prima del Hijra (569 d.C.). Suo padre mor prima della sua nascita. Crebbe con le cure di suo zio Abu Tlib, lavor come pastore poi come commerciante. Nel 25esimo anno di et spos la vedova Khadja (R.a.) che era 15 anni pi anziana, rest unicamente con lei per 26 anni, sino alla morte della sua sposa. Muhammad (S.a.s.) non ador mai gli idoli che gli arabi ignoranti avevano messo dentro ed attorno alla Kaaba (la Santa Casa alla Mecca) che era stata costruita e dedicata alladorazione dellUnico Vero Dio dal Profeta Abramo e da suo figlio Ismaele (a.S.). Muhammad (S.a.s.) era uno di quei cercatori della verit isolati

107

che erano conosciuti come Hunaf. Costoro ricercavano la purezza della religione di Abramo (a.S.), rifiutando ci che riconoscevano come ovvie perversioni non solo nel culto degli arabi pagani, predominanti in Arabia, ma anche nelle dottrine non pi originali dei giudei e dei cristiani. Allet di 40 anni, Muhammad (S.a.s.) era in ritiro spirituale nella grotta di Hira, quando fu visitato dallAngelo Gabriele (a.S.) che gli ordin di leggere. Muhammad (S.a.s.) rispose che non sapeva n leggere n scrivere poich era analfabeta, ma langelo lo strinse al petto e ripet lordine tre volte: Leggi, nel nome del Tuo Signore che ha creato. Creato luomo da un grumo di sangue. Leggi che il Tuo Signore il pi Generoso, che Egli Colui che ha insegnato alluomo con il calamo, insegnato alluomo ci che non sapeva. Con queste parole inizi la rivelazione del Corano. Nei 23 anni seguenti il Profeta (S.a.s.) continu a ricevere le Rivelazioni tramite lAngelo. Tutte quelle Rivelazioni sono contenute nel Sacro Corano che ha in s bastante direttiva, saggezza ed istruzione per guidare la nazione di Muhammad (S.a.s.) da quel tempo sino allultimo dei giorni. Tredici anni dopo linizio delle rivelazio ni, il Profeta (S.a.s.) migr dalla Mecca alla Medina con i suoi seguaci, quando gli arabi pagani della Mecca lo minacciarono e tentarono di ucciderlo. Quellevento si chiama Hijra e segna linizio del calendario islamico (a.h.). Dopo aver vissuto per dieci anni a Medina, nel cui periodo furono dettate nelle rivelazioni la legge e le norme sociali e lIslam si era stabilito nellintera comunit come modo di vita, il Profeta (S.a.s.) pass nelle mani del Suo Signore. Egli mor nella stessa data della sua nascita il 12 del mese lunare di Rabi al wwal nellanno 10 a.h. (632 d.C.).

Muhsaba
La resa dei conti delle proprie azioni a cui Allah ci chiamer nellultimo giorno.

Muhyuddn vedi Sheikh Muhyuddn Ibn al Arabi (Q.s.)


108

Murd
Un seguace che desidera apprendere la Via Sufi da un maestro (Mrshid). Colui che si sottomette allattenzione e agli ordini di uno Sheikh Sufi.

Mrshid
Guida, consigliere, istruttore. Colui che guida qualcuno sulla retta via (Rushd). Uno Sheikh Sufi.

Mslim
Una persona che si arresa ad Allah. Vedi Islam.

Nafs
Ego, Anima, S. Tre livelli di Nafs sono menzionati nel Sacro Corano: 1) Nafs ul mmarah bis s: Il basso ego che incita al male e alla gratificazione dei piaceri ad un livello animale. 2) Nafs ul lawwmah: La coscienza risvegliata, il S autoaccusatore. 3) Nafs ul mutmanna: Lanima tranquilla ed in pace. il S realizzato in Dio.

Naqshbandiyya Vedi: Shah Naqshband (Q.s.). Nashat:


Consiglio sincero. Il Profeta consiglio sincero.
(S.a.s.)

disse: La religione consiste nel

Nasruddn Hoja (Q.s.)


Una figura Sufi leggendaria sulla quale esistono volumi su volumi di insegnamenti con storie comiche che portano un messaggio. conosciuto

109

come Mulla Nasruddn dai Persiani e come Juha tra gli Arabi. Si suppone sia sepolto ad Aksehir in Turchia.

Omar ibn ul Khattb (R.a.)


Nato nel 30 prima del Hijra. Assassinato nel 23 a.h. (644 d.C.) Il secondo dei Khalfa ben guidati del Santo Profeta Muhammad (S.a.s.). Omar (R.a.) da principio era un nemico dellIslam, si stava recando dal Profeta (S.a.s.) per ucciderlo ma nellentrare nella camera del Profeta (S.a.s.) la fede nellIslam e nella missione di Muhammad (S.a.s.) entrarono nel suo cuore e ne usc muslim. Omar (R.a.) era conosciuto per il suo infaticabile entusiasmo nel servire il Profeta (S.a.s.), per il suo temperamento focoso, il suo senso di giustizia e la sua integrit. LIslam sotto il suo comando dal dodicesimo anno dopo lhijra si espande al Medio Oriente ed allAsia Centrale. Fu pugnalato alla schiena durante la preghiera da uno schiavo cristiano. Sul letto di morte ringrazi Dio di non essere stato ucciso da una mano musulmana.

Othman ibn Affan (R.a.)


Nato 47 anni prima dellHijra (575 d.C.). Assassinato nel 35 a.h. (656 d.C.). Il terzo dei Khalfa ben guidati. Othman (R.a.) fu uno dei primi alla Mecca che abbracci la fede dellIslam e perci sofferse le persecuzioni dei suoi parenti. Spos la figlia del Profeta Ruqiyya. Quando le persecuzioni dei Meccani si fecero insopportabili gli fu ordinato dal Profeta (S.a.s.) di migrare in Abissinia. Al suo ritorno fece l Hijra verso Medina dove Ruqiyya mor. Il Profeta (S.a.s.) gli diede in moglie unaltra sua figlia Umm Kulthm. Othman (R.a.) divenne molto ricco come mercante di tessuti ed us costantemente i suoi averi per la causa di Allah per aiutare i muslim. Comper dagli ebrei di Medina lunico pozzo di acqua pura che essi non volevano lasciare usare ai muslim. Pag di sua tasca mille cammelli per larmata musulmana, finanzi lespansione della moschea di Medina. Alla morte di Omar (R.a.) fu designato Khalfa, serv

110

in quel ruolo per dodici anni, fino a che in una disputa politica fu assassinato. Durante il suo regno la religione dellIslam si diffuse in Nord Africa ed in altre regioni.

Qad wa Qadr
Tutto quanto decretato da Allah, predestinazione. Credere in questi principi parte basilare della fede nella teologia islamica. Il principio del libero arbitrio nelle azioni individuali esiste affiancato alla predestinazione.

Qurn
Corano, lettura, recitazione. Il Sacro Corano fu rivelato dal Profeta Muhammad (S.a.s.) in di un arco di ventitr anni. una rivelazione dal Signore dei mondi impartita tramite lAngelo delle rivelazioni Gabriele (a.S.) al cuore di Muhammad (S.a.s.). Il quale a sua volta lha trasmessa, su comando Divino, agli uomini ed ai jinn. Il Sacro Corano fu inviato come sigillo delle Scritture. Seguendo le orme della Torah, dei Salmi e del Vangelo per portare luce in questo mondo oscuro. In esso troviamo accenni alle vite ed a fatti riguardanti i principali Profeti (a.S.). Il Corano porta alla luce il crimine della manipolazione delle Sacre Scritture di cui sia gli ebrei che i cristiani sono colpevoli, chiarifica tutto ci che stato mal interpretato o distorto nelle loro dottrine. Il Corano ci d una legge di ispirazione Divina ed una Via di vita che valida ed applicabile sino alla fine dei tempi, mostrando allumanit in chiari termini come ottenere la felicit qui e nellaldil, ci se ci si attiene alle istruzioni. Il C orano non contiene solo leggi e riassunti delle vite di Profeti ma anche parabole mistiche, descrizioni delle beatitudini eterne per gli obbedienti e gli avvertimenti di castigo per i superbi, i malfattori ed i tiranni di questo mondo. Il Corano la Parola Eterna di Allah (Kalam Allahu-l-azli). stata trasmessa allumanit in lingua araba per il potere mistico del suo suono. Il suono del Corano reputato sciogliere il cuore del pi ostinato

111

miscredente che non comprende una parola darabo. Non pu effettivamente essere tradotto in nessunaltra lingua, una traduzione del suo significato pu certamente essere utile ma non pu sostituire loriginale n in preghiera n in beneficio spirituale.

Rakaat
Un inchino seguito da due prostrazioni nella preghiera rituale (salt).

Rasulullh
Messaggero dAllah. Il termine si riferisce normalmente al Profeta Muhammad (S.a.s.), ma pu essere applicato ad ogni Messaggero dAllah. Tutti i Messaggeri furono Profeti ma non tutti i Profeti furono Messaggeri. I Messaggeri sono gli eletti tra i Profeti, sono coloro che sono stati inviati alla gente con un ben definito messaggio ed una legge trasmessi sia per iscritto che oralmente. Vi sono stati 124.000 Profeti inviati sulla terra. Di questi, 313 erano anche Messaggeri. Mos, Abramo, Ges, Davide e Salomone erano anche Messaggeri, su tutti loro sia la Pace e la Benedizione Divina come su Muhammad (S.a.s.).

Ridwn Allah ul akbr


Il pi grande compiacimento Divino. Il Suo piacere riposto in un servo che ha posto il volere di Allah completamente al di sopra del proprio. Cos giunge ad Allah totalmente purificato dallinquinamento dei desideri dellego.

Sahba
I compagni del Profeta Muhammad (S.a.s.). Possa Allah essere compiaciuto di tutti loro. Essi erano 124000 e rappresentavano tutti i diversi archetipi di personalit ad una delle quali tutti gli uomini appartengono. I Sahba che entrarono nellIslam alla Mecca e che in seguito migrarono a Medina sono chiamati Muhajirn (coloro che hanno fatto lHijra, la migrazione).

112

Gli Ansr (aiutanti) sono i residenti di Medina che abbracciarono lIslam e diedero il benvenuto al Profeta e ai suoi compagni Muhajirn. Preferendo questi ultimi a se stessi in molti casi diedero quasi tutto ci che possedevano. Pi tardi ci furono molti altri Sahba che entrarono nellIslam man mano che si espandeva a tutta la penisola Arabica, inclusi i residenti della Mecca che combatterono allinizio contro il Profeta (S.a.s.) ma che poi si convertirono in massa quando larmata musulmana conquist la Mecca nel sesto anno del Hijra.

Shib uz-Zamn
Maestro Signore del Tempo. Vedi al-Mahdi (a.S.).

Skarat ul Mut
Le sofferenze della morte, lagonia.

Skhrat ul Amna
La roccia della fiducia. Si riferisce alla Pietra Nera che incastonata nellangolo orientale della Sacra Casa alla Mecca. una pietra mistica che discesa dal cielo assieme ad Adamo (a.S.) ed Eva (R.a.). Le sue qualit non sono paragonabili a quelle di nessuna altra roccia sulla terra. Registra i nomi di tutti i muslim che la salutano baciandola o alzando le loro mani verso di lei dicendo: In nome di Allah, Allah il pi grande ad Allah appartengono tutte le lodi.

Shah Naqshband (Q.s.)


Nato nel 717 a.h. (1317 d.C.) vicino a Bukhra. Morto nel 791 a.h. (1389 d.C.) nel suo villaggio natale dove sepolto. LImam della Tarqa Naqshbandiyya fu lerede della via spirituale chiamata: Sentiero dei Maestri (Khwajagn). Il suo nome descrive il concetto del disegnare immagini dellindescrivibile realt del cuore. Shah Naqshband studi con Muhammad Baba Sammsi (Q.s.) che infine lo nomin suo Khalfa. Continu i suoi studi alla guida di un altro Khalfa

113

di Baba Sammsi, Amir Kullal (Q.s.) e poi ancora con Arif ad-Dikkirani (Q.s.), prima di accedere lui stesso al comando della Tarqat. Trascorse sette anni come cortigiano, sette anni a custodire animali e sette anni a costruire strade. Tra i suoi seguaci introdusse lo dhikr silenzioso al posto dello dhikr ad alta voce predominante tra i Sufi del suo tempo. Egli prefer lo dhikr in silenzio che era stato insegnato da uno dei primi maestri Abd ul Khliq al Ghujdawni (Q.s.) (morto nel 575 a.h.) Di conseguenza la Naqshbandiyya venne conosciuta come la Via dei Dervsh Silenziosi. La gran parte dei rituali e delle pratiche svolta in silenzio ed individualmente. La Naqshbandiyya la sola Tarqat che discende da Abu Bakr (R.a.) invece che da Ali (R.a.). Solo gli Sheikh Naqshbandi sono autorizzati ad iniziare murd in tutte le Tarqat. Perci chiamata Tarqat ul Aliyya, leccelso Ordine, la Tarqat pi alta. Shah Naqshband (Q.s.) disse: La nostra Tarqa inizia dove le altre finiscono.

Sharah
La legge canonica dellIslam, linsieme dei comandi di Allah relativi allattivit delluomo. Base indispensabile per una vita religiosa. Sharah e Haqqa (realt mistica) formano un paio correlato dando cos alluomo la possibilit di svelare il suo potenziale sino al pi alto grado.

Sheikh Muhiyuddn ibn al Arabi


Nacque nel 560 a.h. (1165 d.C.) a Muria nel Sud Est della Spagna. Mor nel 638 a.h. (1240 d.C.). Era discendente da una famiglia distinta e colta araba. Fin dalla prima infanzia mostr segni dautorit spirituale che furono riconosciuti e rispettati dagli Sheikh che lo istruivano sulla Via dei Sufi. Da giovanissimo ebbe anche numerose esperienze mistiche il cui insegnamento esoterico gli fu rivelato e spiegato. Incontr diverse volte la guida immortale Khidr (a.S.). Tanto grande era la sua elevatezza spirituale che conosciuto ancora oggi come Il pi grande Sheikh

114

(Sheikh ul Akbar). I suoi trattati metafisici erano molto famosi anche nel mondo cristiano dovegli era chiamato Doctor Maximus. Probabilmente la ragione principale del essere insignito di quel titolo che egli fu il primo a mettere per iscritto quel vasto oceano di dottrine e conoscenze che sino ad allora era limitato alla trasmissione orale da Sheikh a murd e dette in velate allusioni invece che esposte cos apertamente e meticolosamente. Nei Suoi lavori Sheikh Muhiyuddn (Q.s.) spazia da soggetti che vanno dalle dottrine metafisiche al significato esoterico dellabluzione rituale (wudh) e descrive gli stati mistici delle stazioni in dettaglio. Sheikh Muhiyuddn (Q.s.) (lett. il vivificatore della religione) viaggi molto nella sua vita e fu trattato da molti con il rispetto dovutogli, da altri con disprezzo e rancore. Pi volte le autorit religiose ebbero lidea di sopprimerlo, ma fu sempre salvato dal Favore Divino e per lintercessione di amici influenti che spiegarono e lo invitarono a spiegare alcune affermazioni che agli occhi dei teologi musulmani apparivano eretiche. Infine venne ucciso a Damasco dopo aver dichiarato: Il dio che adorate sotto ai vostri piedi. Per la gente, quella era un incomprensibile bestemmia, cos lo uccisero sul posto. Pi tardi scoprirono che esattamente dove ci era successo cerano sotterrati due grossi calderoni doro. Egli seppellito a Damasco ai piedi del Monte Qasiyn.

Sheikh Sharafuddn (Q.s.)


Nacque nel 1290 a.h. (1875 d.C.). Mor 1358 a.h. (1936 d.C.). Era lo Sheikh di GrandSheikh Abdullah ad-Daghistni (Q.s.). Nacque nel Daghistan poi migr in Turchia con la comunit Daghistana. sepolto a Gney Koy presso Yalova/Bursa.

Shirk
Politeismo, associare partners ad Allah Onnipotente. Lo shirk il pi grande peccato che si possa commettere. Il Profeta (S.a.s.) avvert i suoi

115

seguaci che lo shirk esiste in svariate forme e che Shaytn cerca sempre di spingere la gente a commetterlo anche a loro insaputa. Egli avvert la sua gente che ci che pi temeva per loro non era il ricadere nello shirk evidente, praticato dagli Arabi pagani, ladorare idoli, losservare superstizioni senza fondamento o il credere come i Greci insegnavano ad un pantheon di dei, ma di cadere piuttosto nello shirk interiore cio tutte quelle forme di shirk che sono occulte, per esempio il culto del denaro, della lussuria o della propria reputazione. Ladorare la propria reputazione pu condurre a compiere degli atti pii non per piacere ad Allah n per obbedire al Suo comando, ma unicamente per mantenere la propria reputazione tra la gente: pregare per limmagine. Ci detto nel Corano e nelle Hadth Riy an-Nas o mostrarsi alla gente. Per quanti passi si facciano nella giusta Via, Shaitn pronto a trasformarli in shirk, il pi grave peccato.

Sultn al Arifn
Re degli Gnostici. Titolo attribuito ad Abu Yazd al-Bistmi (Q.s.).

Sultn az-Zahidn
Re degli Asceti. Titolo attribuito a Ibrahm ibn dham (Q.s.).

Snnah
La pratica e la via del Profeta Muhammad (S.a.s.), che comprende tutto quanto era il suo comportamento, enunciazioni, consigli, decisioni di governo fino al come cibarsi e come comportarsi nella toilette. Pi ogni supplica che accompagnava questi atti.

Srat Al Ftiha

116

La srah (capitolo) che apre il Corano. Viene letta in ogni preghiera e in moltissime occasioni. Il suo significato : In nome di Allah, il Misericordioso, il Compassionevole. Lode ad Allah il Signore dei Mondi, il Misericordioso, il Compassionevole. Re del Giorno del Giudizio. Te solo adoriamo e a Te solo chiediamo soccorso. Guidaci alla Retta Via, la Via di coloro con cui Tu sei compiaciuto, non la Via di coloro che hanno meritato la Tua ira, n di coloro che sono fuorviati.

Tafsr
Esegesi. Spiegazione del Sacro Corano. I molti tafsr del Sacro Corano che in passato sono stati scritti, cercano di chiarire il significato del testo, per aiutare i lettori ad ottenere una maggiore comprensione di un certo verso. A volte una spiegazione grammaticale, altre volte degli eventi in cui la Rivelazione di un dato verso avvenne o Hadth del Profeta (S.a.s.) sul verso in questione. Tutto ci citato per illuminare il significato e per referenza analogica con altri versi sul soggetto. Quando necessario, passaggi della Bibbia o della Torah sono citati. Il tafsr si occupa per lo pi di ci che ovvio con un significato esteriore, mentre il tawl si occupa dei significati esoterici e delle interpretazioni.

Tajlli
Emanazioni e manifestazioni spirituali.

Taqld
Imitazione, seguire ci che si ha imparato dai genitori o dalla propria guida.

Tarqat
Via Sufi. Tutte le Tarqat hanno origine dal cuore del Profeta Muhammad (S.a.s.). Consistono nellinsegnamento esoterico dellIslam

117

giunto a noi da Al (R.a.) ed Abu Bakr (R.a.) ed i loro successori. Quando il Profeta (S.a.s.) apprendeva qualcosa dallArcangelo Gabriele (a.S.) o tramite lispirazione gli veniva anche indicato a quale categoria di persone appartenesse quella conoscenza, sia che quella conoscenza era destinata a lui solo, sia se fosse una conoscenza permessa e diretta agli eletti tra i suoi discepoli (questa la categoria in cui rientra la conoscenza della Tarqat) o se fosse conoscenza da enunciare apertamente a tutto il mondo.

Tasbih
Glorificazione di Allah, Questa parola non si riferisce solamente alle lodi fatte da gente pia in adorazione, ma anche a quelle lodi ad Allah che vengono da animali, piante ed oggetti inanimati. Tubah Pentimento. Il Profeta (S.a.s.) disse che colui che si pente sinceramente del suo peccato come non lo avesse mai commesso.

Tuba
Grande felicit e benedizione.

Ulu-l-Hmmah
Aspirazione elevata. Il Profeta (S.a.s.) disse: Laspirazione elevata segno di fede.

Ulam
Studiosi religiosi, gente erudita.

Ummah

118

La nazione di un determinato Profeta. Coloro per i quali egli responsabile, e per i quali interceder. Ora lepoca in cui il P rofeta Muhammad (S.a.s.) il responsabile. Non vi sono pi le Nazioni n di Mos n di Ges (a.S.) in questo tempo. LUmmah divisa in coloro che sono chiamati (Ummatu-d-Dwwah) e coloro che hanno risposto alla chiamata (mmat ul Ijba).

Walyat
Santit. Lessere un amico di Dio. La parola wilyat che significa un distretto di territorio della stessa radice. Ci indica il fatto che gli Awliy (Santi) hanno sempre protetto aree a loro affidate da autorit Superiori (Allah e i Suoi Profeti) e sono responsabili per i bisogni spirituali degli abitanti di quellarea territoriale.

Wiazh
Coloro che sono responsabili per dare consigli ed esortazioni spirituali.

Wud
Abluzione rituale. Prima della preghiera ogni muslim deve compiere labluzione facendo lintenzione di eseguirla per Allah. Quindi lavando le mani, la bocca, il naso, il viso, le braccia, la testa, le orecchie, il collo e i piedi. Anche se non obbligatorio considerata una pratica molto meritoria essere sempre in stato di purezza rituale. Lab luzione deve essere ripetuta dopo essere stati alla toilette, aver scoreggiato, essersi adirati o eccitati sessualmente e dopo aver dormito.

Yum al Qiymah
Il giorno della risurrezione. Il giorno in cui le ossa dei figli di Adamo (a.S.) verranno chiamate dalle tombe e rivestite di nuovo di carne e pelle e verr chiesto loro il resoconto delle azioni compiute nella loro vita.

119

Zwiya
Letto, angolo, cantone. Una piccola Moschea, una camera per la preghiera. Pi specificamente detto per una costruzione o un gruppo di costruzioni usate come luogo dincontro di Sufi. Piccola Tekkia.

120