Sei sulla pagina 1di 31

Corso di aggiornamento professionale

Vulnerabilità Sismica ed Adeguamento di


Costruzioni Esistenti in Calcestruzzo Armato

7 maggio – 7 giugno 2013


Aula Magna Seminario Vescovile Via Puccini, 36 - Pistoia
Vulnerabilità sismica delle costruzioni esistenti in c.a.

Valutazione e riduzione della vulnerabilità degli


elementi strutturali, non strutturali ed impianti.
 La conoscenza del manufatto. Indagini in situ distruttive e non
distruttive.
 La valutazione della capacità degli elementi strutturali di calcestruzzo
armato.
 Il ruolo del confinamento del calcestruzzo e la verifica della duttilità.
 Esempi applicativi: edificio multipiano di calcestruzzo armato ed
edificio prefabbricato.

Rosario Gigliotti
rosario.gigliotti@uniroma1.it

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 2


Modelli di capacità per la valutazione

PARTE IV

Modelli di capacità per la valutazione

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 3


Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

§C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

• Gli elementi ed i meccanismi resistenti sono


classificati in:
• “Duttili”:
travi, pilastri e pareti inflesse con e senza sforzo
normale
• “Fragili”:
meccanismi di taglio in travi, pilastri e pareti ed i
nodi

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 4


Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

Modelli di capacità per la valutazione


• a) Verifica degli e/m duttili
• Si verifica la rotazione della corda q

qanalisi  qlimite

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 5


Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

Modelli di capacità per la valutazione

• Travi, pilastri e pareti:


flessione con e senza sforzo normale
• La capacità deformativa è data come : q
q Rotazione rispetto alla corda

LV  M V
Luce di taglio

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 6


Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

Travi, pilastri e pareti:


flessione con e senza sforzo normale
M

qy 3/4qu qu
DL q
DS
CO

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 7


Circolare §C8A.6.1 – Rotazioni di collasso di elementi in c.a.

SL di CO (C8A.6.1)
Capacità di rotazione ultima di collasso
0.225  f yw 
  max (0,01;  ') 
0,35  sx
1  LV  
fc 
qu  0,016  (0,3 )  fc    25
(1,25100 d )
 el  max (0,01;  )   h 
Dove: el = 1.5 per elementi primari, =1 per elementi secondari (definiti in 4.3.2 )
  N /( Ac f c ) è lo sforzo assiale normalizzato

  As f y /(bhf c ) percentuali meccaniche di armatura in traz. e comp.


  As f y /(bhf c )
 sx  Asx bw sh percentuale di armatura trasversale
d percentuale di armatura diagonale
 sh  sh   bi 
2
  1  1   1 
 2 bo  2 ho 
 6hobo  fattore di efficienza del confinamento

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 8


Circolare §C8A.6.1 – Rotazioni di collasso di elementi in c.a.

SL di CO (C8A.6.1)
• In presenza di barre lisce il valore dato dall’espressione precedente
(11.A.1) deve essere moltiplicato per 0.575

• In alternativa: Mu
My

1   0,5Lpl 
qu   q y  (u  y ) Lpl  1  
 el   LV 
dbL f y ( MPa) Lv
Lpl  0,1LV  0,17h  0, 24 u
f c ( MPa)
y
lunghezza di cerniera plastica

dbL diametro (medio) delle barre longitudin ali Lpl Lv

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 9


Circolare §C8A.6.1 – Rotazioni di collasso di elementi in c.a.

Travi, pilastri e pareti:


flessione con e senza sforzo normale
LUNGHEZZA CERNIERA PLASTICA

Smax

Mu H
Mf =
My H - Lp
H - Lp Lp My
1-
H = Mu

My H = Lv
My
Lp
Mu = 0.92
Mu Lp = 0.08*Lv

dbL f y ( MPa )
L pl  0,1LV  0,17h  0,24 (11.A.4)
f c ( MPa )
dbL = diametro barre longitudinali

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 10


Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

SLV-SLD
• La capacità di rotazione per lo SLV è:
3
q DS  qu
4

• La capacità di rotazione per lo SLE è:


LV  h  db f y
q y  y  0,00131  1,5   0,13 y (per travi e pilastri)
3  LV  fc

L  L  db f y
q y   y V  0,0021  0,125 V   0,13 y (per pareti)
3  h  fc

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 11


Circolare §C8.7.5 – Modelli di capacità per la valutazione

SLV-SLD
My
 Rotazione di snervamento

Lv LV  h  db f y
q DL  q y   y  0, 0013 1  1,5   0,13 y
3  LV  fc

Contributo
flessionale

Contributo tagliante

Scorrimento delle
barre

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 12


Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

Travi e pilastri: taglio

• SL di CO, DS, DL
• La resistenza a taglio si valuta come per il caso di
nuove costruzioni per situazioni non sismiche
• NB: cambiano le azioni

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 13


Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

Travi e pilastri: taglio


• b) Verifica degli e/m fragili
M sup  M inf
Taglio agente: V
h
• Sforzo di taglio di verifica (solo an. lin.):
• Se Msup e Minf ottenuti dall’analisi sono minori di MRsup e MRinf (momenti
resistenti), V si calcola utilizzando Msup e Minf dall’analisi
• Se Msup e Minf ottenuti dall’analisi sono maggiori di MRsup e MRinf , V si
calcola utilizzando MRsup e MRinf , moltiplicati per il FC

• Verifica: Vresist . ( m )
Vagente 
FC
Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 14
NTC 2008

Travi: taglio
CV
gk + qk
+
-

Sx(-) Sx(+)
MRs(-) MRs(+)
+
-
MRd(+) MRd(-)

+
Taglio di
calcolo Vd
-

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 15


Normative e Linee Guida

4.2.2.3.1. DM’96
Verifica del conglomerato
La verifica consiste nel confrontare il taglio di
calcolo con una espressione cautelativa della
resistenza a compressione delle bielle inclinate

VSdu ≤ 0.30 fcd · bw · d

dove fcd è la resistenza di calcolo a compressione


del calcestruzzo

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 16


Normative e Linee Guida

4.2.2.3.2. DM’96 - Verifica dell’armatura


trasversale d'anima
• Il taglio di calcolo deve risultare inferiore od al
limite uguale alla somma della resistenza della
armatura d’anima e del contributo degli altri
elementi del traliccio ideale
• Comunque la resistenza di calcolo dell’armatura
d’anima deve risultare non inferiore alla metà del
taglio di calcolo.

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 17


Normative e Linee Guida

4.2.2.3.2. DM’96 - Verifica dell’armatura


trasversale d'anima
L’armatura trasversale deve verificare:
VSdu ≤ Vcd + Vwd con Vwd ≥ VSdu /2
in cui (cls come senza staffe):
Vcd  0.25 f ctd  r (1  50 l )  bw  d  

Vwd = Asw · fywd · 0.90 d / s

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 18


Normative e Linee Guida

4.1.1.3.2. NTC – Elementi con armature


trasversali resistenti al taglio

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 19


Normative e Linee Guida

4.1.1.3.2. NTC – Elementi con armature


trasversali resistenti al taglio

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 20


Normative e Linee Guida

4.1.1.3.2. NTC – Elementi con armature


trasversali resistenti al taglio

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 21


Normative e Linee Guida

Taglio - NTC vs D.M. 96

Esempio applicativo bw mm 300

d mm 450

st mm 8
Geometria
nb,st - 2

Asw mm2 100,53


d = 45 cm s mm var.

fyk N/mm2 380

fyd N/mm2 330,43


Materiali
Rck MPa 25
bw = 30 cm
fck MPa 20,75

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 22


Normative e Linee Guida

Taglio - NTC vs D.M. 96


800
S = 50 mm
700

600
VRsd
500 VRcd NTC
VRsd 2008
VRd (kN) 400
VRcd

Vsdu,1
300
Vsdu,2
D.M.
‘96
Vsdu,2
200

100
piegati
staffe
0 res. compr.
45 40 35 30 25 20 bielle cls
q (DM96)

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 23


Normative e Linee Guida

Taglio - NTC vs D.M. 96


800

S = 100 mm
700

600
VRsd
500 VRcd NTC
VRsd 2008
VRd (kN) 400
VRcd

Vsdu,1
300
Vsdu,2
D.M.
‘96
Vsdu,2
200

100
piegati
staffe
0 res. compr.
45 40 35 30 25 20 bielle cls
q (DM96)

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 24


Normative e Linee Guida

Taglio - NTC vs D.M. 96


800
S = 150 mm
700

600
VRsd
500 VRcd NTC
VRsd 2008
VRd (kN) 400
VRcd

Vsdu,1
300
Vsdu,2
D.M.
‘96
Vsdu,2
200

100
piegati
staffe
0 res. compr.
45 40 35 30 25 20 bielle cls
q (DM96)

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 25


4. Circolare §C8.7.2.5 – Modelli di capacità per la valutazione

Nodi trave-pilastro
• Solo per i nodi non interamente confinati deve
essere verificata:
• La resistenza a trazione
2 2
 N   Vn 
 nt 
N
 
 2A
     0.3 f c
 A 
 f c in MPa
2 Ag  g   g
• La resistenza a compressione
2 2
N  N   Vn 
 nc         0.5 f c
2 Ag  2A  A 
 g   g

Ag

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 26


Esempio applicativo

Verifiche di resistenza dei nodi

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 27


Nodi trave-pilastro

NODI TRAVE-PILASTRO
Nelle strutture esistenti i nodi sono in
genere poco armati o addirittura privi di
armatura trasversale.
Pertanto, occorre verificarne la capacità,
in termini di resistenza, a partire dalle
resistenze degli elementi duttili
adiacenti. a) Sollecitazioni delle travi e b) Quadro fessurativo e tensioni di
dei pilastri agenti sul nodo aderenza fessurazione diagonale per
L’apertura delle lesioni diagonali si trazione avvenuta nel pannello
nodale

verifica quando la tensione principale di


trazione all’interno del pannello nodale
supera la resistenza a trazione del
calcestruzzo.

c) Meccanismo della biella diagonale di d) Meccanismo della fessurazione


calcestruzzo: equilibrio tra le forze di diagonale diffusa: armature orizzontali
compressione delle travi e dei pilastri e verticalinecessarie per l’equilibrio
e parzialmente delle forze di dopo la rottura per trazione
aderenza nella zona compressa

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 28


Capacità del pannello nodale

Resistenza del nodo N Ps


MP

TP
Criteri di resistenza per i nodi non confinati
Fs  ps Fd  ps

0.3 f c (MPa) – prima fessurazione TTs Fs ts Fs td


M Td

0.5 f c Schiacciamento biella compressa fv


vj M Ts
Fi ts Fi  td TTd

fh
A H Fs  pi
Fd  pi
-vj fh TP
MP
vj N Pi
fv
pt pc fv  fh
OC 
O fh C fv 2
1 1
 f v  f h 2  2v j 2
2 2
R  CA  AH  BH 
2 2

2
vj f  fh  f  fh 
K B pc , pt  OC  R  v   v  vj
2
2  2 

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 29


Capacità del pannello nodale

Nodi trave-pilastro
2 2
N  N   Vn 
resistenza a trazione:  nt         0.3 f c
2 Ag  2 Ag
   Ag 
2 2
N  N   Vn 
resistenza a compressione:  nc         0.5 f c
2 Ag  2 Ag
   Ag 
dove:
N indica l’azione assiale presente nel pilastro superiore,
Vn indica il taglio totale agente sul nodo, considerando sia il taglio derivante dall’azione presente nel
pilastro superiore, sia quello dovuto alla sollecitazione di trazione presente nell’armatura longitudinale
superiore della trave,
Ag indica la sezione orizzontale del nodo.
Le resistenze dei materiali sono ottenute come media delle prove eseguite in sito e da fonti aggiuntive
di informazione, divise per il fattore di confidenza appropriato in relazione al Livello di Conoscenza
raggiunto e per il coefficiente parziale del materiale.

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 30


Nodi trave - pilastro

NODI TRAVE-PILASTRO Il taglio nel nodo è molto maggiore del


taglio nel pilastro
Sollecitazioni nei nodi
Si considera il nodo come
parte del pilastro.

2Tb z b  Vb hc
VC 
lc
V jh  Cb  Tb  Vc

Vc taglio nel pilastro


Vjh taglio nel nodo
dy è il drift elastico di piano
Tb trazione delle barre di armatura della trave
zb braccio delle forze interne nella trave
hc dimensione della sezione del pilastro
lc altezza del pilastro (distanza tra i due punti di inversione del momento)

Rosario Gigliotti Ordine degli ingegneri – Pistoia 17 maggio 2013 31