Sei sulla pagina 1di 6

See discussions, stats, and author profiles for this publication at: https://www.researchgate.

net/publication/262730866

INFLUENZA DELLA ROTTURA A TAGLIO DELLE COLONNE SULLA


VALUTAZIONE SISMICA DI EDIFICI ESISTENTI IN C.A. CON TAMPONATURE

Conference Paper · May 2014

CITATION READS

1 253

4 authors:

Aslam Faqeer Mohammad Marco Faggella


NED University of Engineering and Technology, Karachi Sapienza University of Rome
15 PUBLICATIONS   37 CITATIONS    49 PUBLICATIONS   232 CITATIONS   

SEE PROFILE SEE PROFILE

Rosario Gigliotti Enrico Spacone


Sapienza University of Rome Università degli Studi G. d'Annunzio Chieti e Pescara
74 PUBLICATIONS   520 CITATIONS    155 PUBLICATIONS   3,551 CITATIONS   

SEE PROFILE SEE PROFILE

Some of the authors of this publication are also working on these related projects:

"GRAPHIC DYNAMICS" of asymmetric and torsional structures View project

Seismic Risk And Resilience Assessment At Urban Scale: Framework Proposal Of A Gis-Based Approach. View project

All content following this page was uploaded by Aslam Faqeer Mohammad on 01 June 2014.

The user has requested enhancement of the downloaded file.


INFLUENZA DELLO DELLA ROTTURA A TAGLIO DELLE COLONNE SULLA
VALUTAZIONE SISMICA DI EDIFICI ESISTENTI IN C.A. CON TAMPONATURE

Aslam Faqeer Mohammad1, Marco Faggella1, Rosario Gigliotti1 and Enrico Spacone2
1 Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica, Sapienza Università di Roma
2 Dipartimento di Ingegneria e Geologia, Università "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara

SOMMARIO
Le tamponature possono influire significativamente sulla risposta sismica di edifici in c.a. di vecchia progettazione. Le osservazioni
fatte dopo vari eventi sismici hanno evidenziato modalità di collasso dovute a inadeguate armature a taglio nelle colonne e scarsi
dettagli costruttivi nei nodi. Questi aspetti vengono molto spesso trascurati sia in approcci di calcolo lineari che nonlineari a causa
della complessità della modellazione e del calcolo stesso. Questo lavoro ha l’obiettivo di identificare le conseguenze della presenza
di colonne poco resistenti a taglio in edifici a telaio tamponati. A tale scopo vengono analizzate tre differenti configurazioni di telai
tamponati usando un modello di tamponatura che coniuga accuratezza e facilità di impiego basato sulla biella equivalente
(ASCE41/FEMA356): a) telaio nudo; b) telaio parzialmente tamponato (pilotis); c) telaio uniformemente tamponato. Inoltre, al fine
di cogliere la rottura a taglio nelle colonne, il comportamento nonlineare a taglio viene aggregato a livello di elemento, e analisi
mediante procedure statiche di tipo pushover ed analisi dinamiche nonlineari di tipo IDA (Incremental Dynamic Analysis) vengono
condotte a vari livelli di intensità sismica. I risultati mostrano che l’inclusione della rottura a taglio innescata dalle tamponature può
causare una significativa perdita di resistenza nelle configurazioni di telaio uniformemente tamponato.

INFLUENCE OF SHEAR DEFICIENT COLUMNS IN THE SEISMIC ASSESSMENT OF OLDER INFILLED FRAME R/C
STRUCTURES

SUMMARY
Presence of masonry infills can have a significant influence on the response of the older R/C frames under seismic excitation. After
several major earthquakes failure of infilled frames were observed due to the presence of shear deficient columns and inadequate
detailing of smooth reinforcing bars near the joints. These aspects are quite often neglected in linear or nonlinear models because of
the modelling complexity and increase in computational effort. The objective of this work is to identify the consequences of the
presence of shear deficient columns in infilled frame structures. To this effect, three different infilled-frame configurations are
analyzed using an accurate yet viable approach based on the diagonal strut scheme (ASCE41/FEMA356): a) bare frame, b) partially
infilled frame (pilotis frame) and c) uniformly infilled frame. In addition to that to capture the shear failure of column, nonlinear
shear behavior of column is aggregated at the element level and to assess that Static pushover analyses and Incremental Dynamic
Nonlinear Response History Analyses (IDA) are performed spanning a wide range of hazard levels. Results show that incorporation
of infill-induced shear damage cause significant loss of strength in the configuration of uniformly infilled frame.
1. INTRODUZIONE approssimata della rottura a taglio delle colonne mediante una
Prima dell’introduzione di codici progettazione procedura iterativa basata su analisi di pushover per telai
antisismica gran parte delle strutture veniva progettata per soli tamponati.
carichi verticali. Il risultato è che una parte considerevole Nel presente lavoro la rottura locale a taglio delle colonne
degli edifici a telaio esistenti presenta dettagli di armatura non è simulata mediante una legge nonlineare forza-spostamento
adeguati, contribuendo a buona parte del rischio sismico in assegnata a livello di sezione assieme ad una formulazione
zone a media e alta pericolosità. classica nonlineare della sezione a fibre [16] per gli effetti
Gli edifici in c.a. di vecchia progettazione e con assiali e flessionali analogamente alla teoria della trave di
tamponature presentano una serie di aspetti importanti quali Timoshenko [17]. Petrangeli et al. [18] hanno esteso la
l’interazione tra telaio e pannelli di tamponatura, la presenza formulazione di sezioni a fibre sviluppata originariamente per
di nodi non armati, lo scorrimento delle barre o degli travi di Eulero-Bernoulli ad un modello di sezione di trave di
ancoraggi in prossimità dei nodi [1], [2], l’interazione taglio- Timoshenko, mediante un approccio più razionale ma al
flessione e flessione-sforzo assiale nelle membrature ed altri contempo computazionalmente impegnativo. Un modello
effetti, [3], [4]. Tali aspetti possono drasticamente influenzare alternativo semplificato per simulare la deformazione a taglio
sia la risposta locale che quella globale, e sono simulati in elementi in c.a. è stato introdotto da Martino e Spacone
mediante modelli accurati di strutture e componenti. [19], attraverso una legge fenomenologica V- che è stata
Questa ricerca evidenzia l’influenza di tali fenomeni sul ulteriormente impiegata da Marini e Spacone [12]. In questo
comportamento sismico e sulla risposta di telai tamponati con modello le forze flessionali sono accoppiate al livello di
particolare enfasi alla rottura a taglio nelle colonne. elemento poiché l’equilibrio è imposto all’elemento, mentre le
Un fattore comune di scarsa prestazione negli edifici in deformazioni da taglio sono disaccoppiate da quelle assiali
c.a. tamponati è la presenza del piano debole (Figura 1a) e di nella rigidezza di sezione.
colonne tozze poco resistenti a taglio (colonne fragili a taglio) Il presente lavoro estende l’approccio dell’analisi
(Figura 1b). Vari eventi sismici di forte intensità hanno prestazionale della risposta di telai di edifici esistenti nel
mostrato che danni considerevoli e collasso si possono contesto di elementi a fibre [20], [21] con enfasi particolare
verificare anche in caso di telai uniformemente tamponati con alle colonne critiche a taglio, ed all’interazione telaio-
colonne non resistenti a taglio, come è mostrato in Figura 1c e tamponatura, [22].
Figura 1d.
2. METODO
(a) Vengono presentati risultati relativi ad analisi statiche
nonlineari ed analisi dinamiche incrementali IDA condotte su
tre differenti configurazioni usando il software OpenSees [23]
ed OpenSeesMP [24],[25]. I segnali di input sismico sono
naturali e sono stati selezionati mediante REXEL beta [26]. Le
14 storie non scalate sono estratte dall’European Strong
Motions database in coerenza con lo spettro target della norma
Italiana NTC08 [27], relativo al sito scelto e con riferimento al
range di periodi prescritto. I segnali sono poi scalati
linearmente ad una serie di livelli di pericolosità in base alla
curva probabilistica di pericolosità sismica PSHC fornita
dall’INGV [28].
Tutti gli elementi nonlineari nel modello sono beam-
(c) column a fibre di tipo force-based. Differenti proprietà
meccaniche sono state assegnate al calcestruzzo confinato e
non-confinato. La resistenza a taglio della sezione è modellata
con il comando section aggregator di OpenSees utilizzando
una legge nonlineare. I pannelli di tamponatura sono modellati
mediante bielle. Il legame tensione-deformazione Giuffrè-
Menegotto-Pinto, [29], è usato per le fibre di armatura, il
(b) (c) (d)
legame modificato Kent e Park [30], è usato sia per le fibre di
Figura 1- Danni ai telai tamponati derivanti da (a) Piano Debole calcestruzzo confinato che per quelle non-confinate (a
(2009, L’Aquila) (b) presenza di colonne fragili a taglio (2001
tensione di trazione nulla). Per i pannelli di tamponatura il
terremoto di Atico, riprodotto da Ayhan Irfanoglu et al 2009,‎[5])
(c)/(d) colonne fragili a taglio interne ed esterne (riprodotto da legame monotonico è determinato in base alle norme ASCE41
Haldar et al 2013,‎[6]) [31] ed è assegnato ad elementi biella bidiagonali mediante
materiale uniassiale isteretico bilineare. Il comportamento
Vari ricercatori hanno affrontato il problema della locale a taglio nel telaio è modellato sia con legge lineare, che
considerazione dei meccanismi nonlineari di comportamento a con legge nonlineare, assegnate alle sezioni delle colonne. La
taglio nella valutazione delle strutture in c.a., tra cui massa della struttura è modellata mediante masse concentrate
Takayanaki et al. 1979 [7]; D’Ambrisi and Filippou [8]; Ricles ai nodi. Le masse sono calcolate direttamente in base ai
et al. [9]; Pincheira et al. [10]; Braga et al. [11]; Marini e carichi verticali includendo il peso proprio degli elementi ed i
carichi permanenti. I carichi variabili sono inclusi nelle masse
Spacone [12]. Il comportamento derivante da interazione tra
sismiche con una quota del 30%. Lo smorzamento strutturale
flessione inelastica e taglio di colonne soggette a deformazioni
viene modellato mediante smorzamento proporzionale alla
cicliche è stato valutato da Lee ed Elnashai [13], Elwood e rigidezza ed alla massa del 2% di quello critico per i primi due
Moehle 2004 [14], attraverso studi sperimentali considerando modi di vibrazione. I periodi di questi due modi sono stimati
le modalità di collasso a taglio delle colonne e proponendo in base agli autovalori ottenuti usando la matrice di rigidezza
una nuova formulazione per la duttilità di spostamento. iniziale elastica.
Calarec e Dolsek [15] hanno proposto una simulazione Si è usato il metodo d’integrazione di Newmark con
coefficienti =0.50, =0.25 e un passo di integrazione di Telaio Uniformemente Tamponato UIF(Is), (c) Telaio Parzialmente
0.01sec. Le equazioni di equilibrio nonlineari vengono risolte Tamponato PIF(Is), (d) legge a taglio inelastica nelle colonne tozze.
con l’algoritmo di Newton-Raphson. Si analizzano gli I risultati delle analisi statiche nonlineari sono riportati in
Engineering Demand Parameters (EDP) di massima Figura 4, dove la richiesta deterministica è espressa in base al
acclerazione ai piani (PFA) e il drift interpiano (IDR). Nelle metodo N2 [32] per tre diversi stati limite in base alla
analisi incrementali dinamiche di tipo IDA il parametro di probabilità di superamento dell’intensità in 50 anni
misura di intensità IM scelto è l’acceerazione di ancoraggio corrispondenti a: stato limite di danno (PE 63%), stato limite
PGA dello spettro di progetto rispetto a cui viene valutata la di salvaguardia della vita (PE 10%); stato limite di collasso
coerenza degli accelerogrammi GM. (PE 5%). Le analisi vengono ripetute sulle tre configurazioni
strutturali. Confrontando la Figura 4a e Figura 4b si osserva
3. ANALISI SU CASI STUDIO che nelle configurazioni telaio nudo e parzialmente
Queste analisi si concentrano su strutture progettate tamponato, la considerazione del taglio inelastico nelle
seguendo norme italiane antecedenti agli anni ’70, che in colonne non influenza la risposta prima del raggiungimento
genere presentano una serie di criticità legate al progetto per della massima resistenza.
sole azioni verticali, inadeguato confinamento nelle zone di La resistenza a taglio nelle colonne diventa influente per il
potenziale formazione di cerniere plastiche, scarse armature telaio uniformemente tamponato, dove la rottura a taglio delle
nei nodi, inadeguate armature longitudinali e trasversali, bassa
kkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk
kkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk
colonne tozze esterne precede la rottura per schiacciamento
resistenza del calcestruzzo. dei puntoni di tamponatura.
BF
BF UIF
UIF PIF
PIF
GLOBALRESPONSE
GLOBAL RESPONSEOF
OF STRUCTURE
STRUCTURE GLOBAL RESPONSE
GLOBAL RESPONSE OF
OF STRUCTURE
STRUCTURE
600
600 600 11
600 11

Shear, VRd
Shear, VRd
PE63%
PE 63%N2
N2 PE 63%
PE 63% N2N2
(a)
(a) PE10%
PE 10%N2
N2 (b)
(b) PE 10%
PE 10% N2N2
500
500 500
500
PE 5% N2
PE 5% N2 0.8
0.8 PE 5%
PE 5% N2 N2 0.8
0.8
PE63%
PE 63%IDA
IDA PE 63%
PE 63% IDA
IDA

(KN)

(KN)
Shear (KN)

Shear (KN)
400
400 400
400 G As
G As
PE10%
PE 10%IDA
IDA PE 10%
PE 10% IDA
IDA
0.6
0.6 0.6
0.6
Base Shear PE 5%
5%IDA
IDA PE 5%5% IDA
IDA

Base Shear
PE PE

Sa(g)

Sa(g)
Sa(g)

Sa(g)
300
300 300
300

kkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk 0.4
0.4 0.4
0.4
Base

Base
200
200 200
200

(a)(a)
(a)(a)
(a)(a) (b)(b)(b)
(b) (b)
(b) (c)(c)
(c)(c)(c)100 (d)(d) 0.2Shear
Shear
Distortion, 
Distortion, 
UIF PIF 100 1000.2
100
0.2
0.2
VRdVRd

00 00 00 00
00 0.2
0.2 0.4
0.4 0.6
0.6 0.8
0.8 11 00 00 0.2 20 0.4
0.2 20 40 0.6
0.4 40 60 0.8
0.6 60 80 11 100
0.8 80 100 00 20
20 4
ShearShear,

RoofDisp/Build
Roof Disp/BuildHeight
Height(%)
(%) Roof SdHeight
RoofDisp/Build
Disp/Build
Sd (mm) (%)
Height
(mm) (%)

GG As
As
Figura 4. Curve di Pushover N2 e risposta incrementale
dinamica IDA (Telaio Nudo, linea verde, Telaio Parzialmente
Tamponato, linea rossa, Telaio Uniformenente Tamponato, linea blu),
(a) risposta telai a legge a taglio elastica lineare (BF/UIF/PIF), (b)
Distortion,  
ShearShear
Distortion, risposta telai a legge a taglio inelastica (BF(Is)/UIF(Is)/PIF(Is)).
(c)(c)(c) (d)
(d)
600 600600 600 600 600
Figura 2. Schema di tamponature a biella concentrica con (a) PE 63% (b) PE 63%PE 63%
PE 10%
comportamento a taglio elastico nelle colonne500 (a) Telaio Nudo BF, 500500 500
PE 5%
500 500 PE 10%PE 10%
Max Base Shear (KN)

Max Base Shear (KN)

max Base Shear (KN)


max Base Shear (KN)

Max Base Shear (KN)


Max Base Shear (KN)

(b) Telaio Uniformemente Tamponato UIF, (c) Telaio Parzialmente PE 5% PE 5%

Tamponato PIF, (d) sezione con legge a taglio400


elastica. 400400 400 400 400

300 300300 300 300 300


Al fine di identificare gli effetti della resistenza a taglio
nelle colonne, i telai piani (mostrati in 200 Figura 2 e Figura 3) 200200 200 200 200

vengono studiati in due configurazioni: 100 1) telaio con 100100 100 100 100
comportamento a taglio elastico-lineare (BF/UIF/PIF); e 2)
0 0 0 0
jjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjj
telaio (BF(Is)/UIF(Is)/PIF(Is)) con comportamento
0 0.2 0.4 a taglio
jjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjj
0.6 0.8 1
0
0 0 0.20 0.2 0.4
0.20.4 0.6
0.40.6 0.8 1 1 1 0
0.60.8 0.8
0
0.2
0 0.4
0.2 0.6
0.4 0.8
0.6 0.81 1
IDRmax (%) (a) Roof
Max Disp/Build
Roof HeightHeight
Disp/Build
Roof Disp/Build(%) (%)
Height (%) (b) MaxRoof Disp/Build
MaxRoof Height Height
Disp/Build (%) (%)
inelastico. UIFs PIFs
BFs
BFs 600 UIFs 600600 5. Curve diPIFs
Figura capacita derivanti600 da analisi IDA (a) Risposta
PE 63%
(c) colonne con PE
telai con 63%
comportamento
PE 10%
(d)a taglio elastico-lineare
PE 10%
500 500500 500
(BF/UIF/PIF), (b) Risposta telai con
PE 5% colonne a comportamento
PE 5% a
Max Base Shear (KN)

Max Base Shear (KN)


Max Base Shear (KN)

Max Base Shear (KN)

400
taglio
400400
inelastico (BF(Is)/UIF(Is)/PIF(Is)).
400

I300
risultati
300 300 sono poi presentati in300termini di curve di capacità
200
derivanti
200200
da analisi IDA, riportate 200
in Figura 5, in base ai
parametri di intensità IM=PGA dello spettro di riferimento. I
jjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjj
(a)(a)
(a)
(b)
(b) 100
(b)
(c) (c)
risultati
100100 delle IDA vengono processati 100 in termini di valore
UIFs PIFs 0
medio
0 0
degli EDP di massimo drift
0
interpiano (max IDR),
200 0 0.2 0.4 0.6 0.8 1 0 0 0.20.2 0.40.4 0.60.6 0.80.8 1 1 0 0.2 0.4 0.6 0.8 1
Max Roof Disp/Build Height (%) massima Maxaccelerazione
RoofIDRmax
Max Disp/Build ai(%)piani (max
(%)Height PFA),
Max e massimo
Roof Disp/Build Height (%)taglio
totale alla base (max BS). Si riscontra una buona coincidenza
100
delle curve di capacità IDA con quelle di pushover in termini
Shear(KN)

di massima capacità e rigidezza iniziale per tutte le


0
configurazioni, tranne che per il caso di telaio nudo,
-100
probabilmente dovuto a contributi di modi superiori che
vengono colti dalle IDA e non dal pushover, (Mohammad et
al. 2013) [3]. Queste curve danno una misura della capacità
(c)
(c)
-200
(d) -2 Shear Distortion
0 2
(%) dinamica delle strutture ottenuta mediante IDA ai diversi
livelli di intensità (Hazard Level, HL). La richiesta ottenuta
Figura 3- Schema di tamponature a biella eccentrica con colonna con IDA a intensità con probabilità di superamento 63%, 10%
tozza a comportamento a taglio inelastico (a) Telaio Nudo BF(Is), (b) e 5% in 50 anni viene evidenziata al fine di confrontare la
capacità strutturale ai valori di riferimento suggeriti dai codici
per i limiti prestazionali. Osservazioni analoghe si possono complessiva nei telai uniformemente tamponati. Nelle altre
fare per il più alto impatto della resistenza a taglio nelle configurazioni, a telaio nudo e parzialmente tamponato, non si
colonne tozze solo per le configurazioni uniformemente riscontra influenza di questo effetto nonlineare, e la modalità
tamponate ai livelli di intensità sismica più alti. Analogamente di collasso predominante è quella a flessione.
a quanto osservato nelle analisi di pushover, la risposta nelle
configurazioni a telaio parzialmente tamponato e telaio nudo 5. RINGRAZIAMENTI
non è significativamente condizionata dalla resistenza a taglio Gli autori ringraziano il contributo della Commissione
delle colonne. Per un più completo confronto, il drift totale Europea per una PhD fellowship al primo autore nell’ambito
massimo ottenuto con IDA è inoltre sovrapposto alle del progetto Erasmus Mundus EU-NICE, [33].
convenzionali curve di pushover per i tre livelli di intensità di
riferimento, come mostrato in Figura 4. BIBLIOGRAFIA
[1] F. Braga, R. Gigliotti, M. Laterza, M. D'Amato, S.
0.4
0.4 0.4
0.4 0.4
0.4
Kunnath (2012). A Modified Steel Bar Model
PE 5% PE 5% Incorporating Bond-Slip for Seismic Assessment of
0.3 0.3 0.3
Concrete Structures. Journal of Structural Engineering
0.3 0.3 0.3
PE 10% PE 10% ACE, ISSN: 0733-9445, doi: 10.1061/(ASCE)ST.1943-
PGA(g)

PGA(g)

PGA(g)
PGA(g)

PGA(g)

PGA(g)
541X.0000587.
0.2
0.2 0.2
0.2 0.2
0.2
[2] M. D'amato, F. Braga, R. Gigliotti, S. Kunnath, M.
Laterza (2012). Validation of a Modified Steel Bar Model
0.1PE 63%
0.1 0.1
0.1 PE 63% 0.1
0.1
Incorporating
BF(Is)/BF
BF(Is)/BF Bond-Slip for Seismic Assessment of
UIF(Is)/UIF
UIF(Is)/UIF
Concrete Structures.
PIF(Is)/PIF
PIF(Is)/PIF
Journal of Structural Engineering
(a) 0 0 (b)0 0 00
0 0 0.50.5 1 1 1.5 1.5 2 2 2.5 2.5 0 0 0.5 0.5 1 1 1.5 1.5 2 2 2.5
2.5 0 0 0.50.5 1ACE, 1.5 ISSN:
1 1.5 2 2 2.5 0733-9445, doi: 10.1061/(ASCE)ST.1943-
2.5
RatiosofofMax
Ratios MaxIDRmax
IDRmax RatiosofofPFAmax(g)
Ratios PFAmax(g) 541X.0000588.
RatiosofofMax
Ratios MaxBase
BaseShear
Shear
0.4 0.4 [3] A. F. Mohammad, M. Faggella, R. Gigliotti and E.
PE 5% Spacone (2013). “Incremental Dynamic Analysis of
0.3 0.3 Frame-Infill Interaction for a Non-Ductile Structure with
PE 10% Nonlinear Shear Model.” The 2013 World Congress on
PGA(g)

PGA(g)

0.2 0.2 Advances in Structural Engineering and Mechanics


(ASEM13) Jeju, Korea.
0.1 0.1 PE 63%
[4] A.F. Mohammad, M. Faggella, R. Gigliotti and E.
BF(Is)/BF
UIF(Is)/UIF
Spacone (2014). “Influence of Bond-Slip effect and
(c) 0 PIF(Is)/PIF Shear Deficient Column in the Seismic Assessment of
0
2.5 0 0.5 1 1.5 2 2.5 0 0.5 1 1.5 2 2.5 Older Infilled frame R/C Structures”. EURODYN 2014
Ratios of PFAmax(g) Ratios of Max Base Shear
9th International Conference on Structural Dynamics 30,
Figura 6. Rapporto EDP/EDP(Is) con/senza taglio inelastico Porto, Portugal. (Submitted).
nelle colonne [BF(Is)/BF,UIF(Is)/UIF, PIF(Is)/PIF] (a) Rapporto
max Interstory Drifrt Ratio, (b) Rapporto Peak Floor Acceleration,
[5] A. Irfanoglu (2009). “Performance of Template School
(c) Rapporto max Base Shear. Buildings during Earthquakes in Turkey and Peru.” J.
Perform. Constr. Facil. .23:5-14.
La Figura 6 mostra l’impatto del comportamento inelastico a [6] P. Haldar, Y. Singh and D.K. Paul (2013). “Identification
taglio nelle colonne nei differenti modelli, considerando il of seismic failure modes of URM infilled RC frame
rapporto dei max EDP lungo un range di livelli di intensità buildings.” Engineering Failure Analysis 33:97–118.
coperti mediante IDA. E’ evidente come la risposta del [7] T. Takayanaki, A. T. Derecho and W. G. Corley (1979).
modello a telaio nudo e del modello a telaio parzialmente "Analysis of inelastic shear deformation effects in R/C
tamponato non sia influenzata dal comportamento inelastico a structural wall systems." Proc, Nonlinear Design of
taglio delle colonne, né in termini di drift nè in termini di Conc. Struct., CSCE-ASCE-AC1-CEB Int. Symp., Univ.
accelerazioni ai piani o taglio totale alla base. Al contrario, of Waterloo Press, Waterloo, Ontario, Canada, 545-579.
nella configurazione uniformemente tamponata si riscontra [8] A. D’Ambrisi and F. C. Filippou (1997). “Correlation
una significativa influenza del comportamento a taglio sulla Studies on an RC Frame Shaking-Table Specimen,”
risposta complessiva in drift. Il meccanismo di collasso a Earthquake Engineering and Structural Dynamics, 26:
taglio si innesca per livelli di intensità superiori a una PGA 1021-10.
con probabilità di superamento del 63% in 50 anni, e induce [9] J. M. Ricles, Y. S. Yang and M. J. N. Priestley (1998).
un’amplificazione del drift dell’ordine di 2-2,3 volte per PGA “Modeling Non-ductile R/C Columns for Seismic
con probabilità di superamento nel range da 10% a 5% in 50 Analysis of Bridges.” Journal of Structural Engineering,
anni. Vol.124, No.4: 415-425.
[10] J. A. Pincheira, F. S. Dotiwala and J. T. D’Souza (1999).
5. CONCLUSIONI “Seismic Analysis of Old Reinforced Concrete
Questo lavoro analizza i meccanismi di collasso a taglio Columns.” Earthquake Spectra, Vol. 15, No. 2: 245-272.
nelle colone indotti dall’interazione telaio-tamponature per [11] F. Braga, R. Gigliotti, and M. Laterza (2004). "Analisi
strutture vecchie, usando modelli di comportamento della risposta di una struttura in c.a. esistente, da
semplificati per i pannelli. Si è considerato una configurazione sottoporre a prove sismiche di laboratorio, utilizzando
piana di struttura-tipo intelaiata, progettata per soli carichi differenti tecniche di adeguamento sismico." Proceedings
verticali e considerata rappresentativa di vecchie pratiche di of 11th Italian Conference on Earthquake Engineering.
costruzione e progettazione, con scarsa capacità sismica. Genova.
I risultati numerici ottenuti con analisi statiche di pushover [12] A. Marini and E. Spacone (2006). “Analysis of
e dinamiche IDA, mostrano l’importanza della rottura a taglio Reinforced Concrete Elements Including Shear Effects.”
nelle colonne per la valutazione sismica delle strutture ACI Structural Journal, Vol. 103(5): 645-655.
esistenti. Si osserva che la rottura a taglio delle colonne [13] D. H. Lee and A. Elnashai (2001). “Seismic analysis of
precedente alla rottura delle tamponature riduce la resistenza RC bridge column with flexure shear interaction.”
J.Struct.Eng., ASCE, Vol.127, No.5: 546-553.
[14] K. J. Elwood and J. P. Moehle (2004). “Evaluation of [24] F. McKenna, G. L. Fenves (2007). Using the OpenSees
Existing Reinforced Concrete Columns.”, Proceedings of Interpreter on Parallel Computers. NEESit. TN-2007-16
the Thirteenth World Conference on Earthquake http://opensees.berkeley.edu/ParallelProcessing.pdf.
Engineering, Vancouver, BC, Canada. [25] M. Faggella, A.R. Barbosa, J.P. Conte, E. Spacone and
[15] D. Calarec and M. Dolsek (2013). “Practice-oriented J.I Restrepo (2008). "Seismic Assessment of R∕ C
probabilistic seismic performance assessment of infilled Building Structure through Nonlinear Probabilistic
frames with consideration of shear failure of columns.” Analysis with High performance Computing."
Earthquake Engng Struct. Dyn, 42:1339–1360. MERCEA08, AIP Conference Proceedings, Vol. 1020.
[16] E. Spacone, F.C. Filippou and F. F. Taucer (1996). “Fiber [26] I. Iervolino, C. Galasso and E. Cosenza (2010). “REXEL:
Beam-Column Model for Nonlinear Analysis of R/C Computer Aided Record Selection for Code-based
Frames, Part I: Formulation,” Earthquake Engineering Seismic Structural Analysis.” Bull Earthquake Eng 8:
and Structural Dynamics, V. 25: 711-725. 339-362.
[17] S. P. Timoshenko and J. N. Goodier (1970). Theory of [27] Italian Code NTC08 (2008), D.M. 14.01.08, G.U. No.9 –
Elasticity, 3rd Edition, McGraw-Hill, Inc., New York. 04.02.08 (in Italian).
[18] M. Petrangeli, P. E. Pinto and V. Ciampi (1999). “Fiber [28] INGV-DPC S1 (2007a) Continued assistance to the DPC
element for cyclic bending and shear of RC structures I: for the completion and management of seismic hazard
Theory.” J Eng Mech, 125:9. maps foreseen in the Ordinance PCM 3274 and planning
[19] R. Martino, E. Spacone and G. Kingsley (2000). of future developments. http://esse1.mi.ingv.it (in
“Nonlinear Pushover Analysis of R/C Structures.” Italian).
Structures Congress, Advanced Technology in Structural [29] CEB (1996). RC Elements under Cyclic Loading - State
Engineering, M. Elgaaly, ed., ASCE, 8 pp. (CD-ROM). of the Art Report, Thomas Telford.
[20] M. Faggella (2008). “Nonlinear Modelling, Seismic [30] B. D. Scott, R. Park and M. J. N. Priestley (1982).
Response Analysis and Probabilistic Demand Sensitivity "Stress-strain behavior of concrete confined by
of a Three-Dimensional R/C Building.” Ph.D. overlapping hoops at low and high strain rates." J.
Dissertation, University “G.D’Annunzio” Chieti-Pescara. American Concrete Institute, 79: 13-27.
[21] M. Faggella, A. R. Barbosa, J. P. Conte, E. Spacone and [31] American Society of Civil Engineers/Structural
J. I. Restrepo (2013). “Probabilistic seismic response Engineering Institute (2006). “Seismic Rehabilitation of
analysis of a 3-D reinforced concrete building.” Existing Buildings, ASCE/SEI 41-06.” American Society
Structural Safety, 44: 11-27. of Civil Engineers, Washington DC.
[22] M. Faggella, E. Spacone, J. P. Conte and J. Restrepo [32] P. Fajfar and M. Fischinger (1988). “N2—a method for
(2006). “Nonlinear seismic response analyses of existing nonlinear seismic analysis of regular structures.”
R/C building and evaluation of system components Proceedings of the 9th World Conference on Earthquake
contribution” – Geneva, 13th European Conference on Engineering, Vol. 5: 111–116, Tokyo–Kyoto, Japan.
Earthquake Engineering [33] M. Faggella, et al (2012). “EU-NICE, Eurasian
[23] F. McKenna, G. L. Fenves (2001). OpenSees Manual. University Network for International Cooperation in
Pacific Earthquake Engineering Research (PEER) Center, Earthquakes”. In 15th WCEE, World Conference on
http://opensees.berkeley.edu/OpenSees. Earthquake Engineering.

View publication stats