Sei sulla pagina 1di 2

Introduzione LA VIVISEZIONE

La maggior parte delle persone ritiene di


conoscere, seppure vagamente, il significato del
termine vivisezione. La vivisezione è sinonimo di
sperimentazione animale così come la
impiegavano Claude Bernard (fisiologo 1813-
1878) e i suoi contemporanei apostoli di tali
metodi. Secondo il grande Merrian-Webster,
dizionario che fa testo nelle maggiori Università
statunitensi: “ogni forma di sperimentazione
animale, specie se provoca sofferenza al
“soggetto”. Dunque il termine vivisezione si
applica a tutta la sperimentazione atta a causare
sofferenze sia fisiche che psichiche. E’ una realtà
dura, bruciante, che agghiaccia la mente con
immagini di cani, scimmie, cavie, topi, ratti, gatti,
maiali, conigli, ma anche cavalli, asini, capre,
uccelli, rane, pesci, ed ogni specie vivente di
animali, i quali vengono mutilati , avvelenati,
accecati, affamati, bruciati, ghiacciati,
schiacciati,decerebrati, ustionati, infettati con
malattie, assoggettati a stress, shock o
Atto di accusa
privazioni. La grande truffa della vivisezione si contro questa
basa su un assioma semplicissimo: ogni specie è
differente, per metabolismo e altri parametri pratica
fisiologici, di conseguenza nessun risultato
conseguito sugli altri animali sarà mai antiscientifica,
estrapolabile all’uomo. Gli animali sono così
diversi dall’uomo che quello che si verifica immorale,
nell’animale può essere simile a quello che
avviene nell’uomo, leggermente diverso , degradante per chi
completamente diverso, o totalmente opposto.
La vivisezione è un metodo a posteriori, ma a noi la esegue e per ogni
interessa sapere prima, e non dopo, cosa
succederà al proprio organismo. Dunque la uomo che la tollera
vivisezione diventa un alibi per poter
sperimentare nell’uomo senza avere alcun Comitato Montichiari contro Green Hill
ostacolo di natura burocratica e giuridica. www.montichiaricontrogreenhill.blogspotcom
www.fermaregreenhill.net
Dati e fatti L’industria farmaceutica I metodi sostitutivi
Ogni anno nel mondo vengono sottoposti alla La vivisezione è purtroppo la forma più comune Per i test di tossicità sono state sviluppate
vivisezione circa 300 milioni di animali. In Italia per le prove di tossicità ed efficacia dei farmaci negli ultimi vent’anni diverse metodologie:
sono 1 milione (fonte G.U.), anche se il numero sebbene questi test, obbligatori per legge,
abbiano valore nullo (addirittura fuorviante) nel Colture di cellule e tessuti umani:
di animali potrebbe essere maggiore, dal permettono di studiare specifiche parti del
momento che non sempre viene dichiarato il contesto per la sicurezza per l’uomo. Una delle
prove più comuni per verificare il grado di corpo umano, ad esempio, cellule di sangue,
numero effettivo. Gli esperimenti riguardano tessuto canceroso, placenta umana, etc.
l’ambito medico, compresi gli esperimenti di tossicità di un farmaco è quella della LD50 (Dose
Letale 50%). Per ogni prova vengono utilizzati tra Microorganismi: servono a provare il danno
parabiosi, in cui due o più animali vengono genetico causato da sostanze chimiche o
cuciti insieme per formare gemelli siamesi. Ma i 50 e 60 animali a cui viene introdotta a forza
nello stomaco una sostanza per verificare radiazioni (test di Ames).
gli animali vengono utilizzati anche per testare
prodotti cosmetici, industriali (detersivi, saponi, quanta ne occorre per uccidere la metà degli
animali. Con questo sistema si cerca, basandosi Modelli matematici computerizzati:
inchiostri, ecc.), bellici (gas tossici, radiazioni esistono diversi sistemi di questo genere,
nucleari, armi batteriologiche, nuovi proiettili, sul peso corporeo, di determinare la dose
ottimale sicura per l’uomo. Gli stessi studi hanno come il modello “DEREK” il quale contiene
ecc.), per prove psicologiche comportamentali, informazioni sulle reazioni allergiche.
oppure qualsiasi altro esperimento che dato prova dell’inutilità di tale esperimento, il
permetta al ricercatore di raggiungere una quale ha valore nullo, se non addirittura Tecniche non invasive per immagini:
qualsiasi “cognizione scientifica”. L’anestesia fuorviante, per la sicurezza dell’uomo. Infatti le consentono la ricerca e lo studio diretto del
non viene sempre praticata e spesso dura solo prove LD50 dipendono da età, sesso, specie cervello umano attraverso metodi quali la
una parte dell’esperimento. Se l’effetto utilizzata (i risultati cambiano utilizzando diversi PET, l’elettroencefalografia, etc.
dell’anestetico durasse anche per tutto ceppi della stessa specie), dieta, stato di salute,
stabulazione e temperatura ambientale. Ogni Sistemi artificiali:
l’esperimento, l’animale sottoposto soffrirebbe simulano una parte del corpo umano
comunque in seguito all’operazione e il dolore si specie animale (compreso l’uomo) reagisce
sempre in modo totalmente diverso dalle altre attraverso modelli in vitro. Esistono modelli
protrarrebbe per molto tempo. In ogni caso la dell’ intestino umano, di pelle umana, di occhi
sofferenza per gli animali incomincia già negli specie. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ci
informa che solo 200 tra farmaci e vaccini artificiali, etc.
stabulari dei laboratori. Infatti solitamente sono
tenuti in stanze prive di finestre e alloggiati in possono essere considerati veramente
gabbie di dimensioni molto ridotte e con grate indispensabili.
metalliche sul fondo al fine di facilitarne le I test più usati per i prodotti cosmetici (oltre al
pulizie . Non sono rari episodi di automutilazioni già trattato LD50)
come è successo all’Istituto Superiore di Draize Test cutaneo: metodo di valutazione della
Sanità, dove almeno una scimmia è arrivata ad capacità di una sostanza di irritare la cute
auto mutilarsi a causa dello stress. Cos’è che umana, consistente nell’applicare la sostanza in
spinge i ricercatori ad utilizzare gli animali negli esame sulla pelle depilata ed abrasata di animali,
esperimenti di vivisezione? in genere conigli o cavie, per poi valutare a
Gli esperimenti sugli animali rappresentano un distanza di tempo l’irritazione provocata.
facile sistema per fare carriera, attraverso Test di cancerogenicità: test finalizzato a stabilire
resoconti e pubblicazioni di esperimenti che nei se una sostanza è o meno cancerogena (per gli
concorsi vengono notevolmente valutati. Di animali su cui si sperimenta, non per l’uomo).
conseguenza queste pubblicazioni porteranno Vengono usati roditori ai quali viene fatta ingerire
pubblicità e consentiranno ai ricercatori di o inalare la sostanza anche per anni. Gli animali
avvalersi dei sussidi finanziari (denaro pubblico) vengono poi uccisi e sottoposti ad autopsia per
messi a disposizione dai vari Consigli Nazionali stabilire la presenza di eventuali tumori.
di Ricerca.