Sei sulla pagina 1di 1

Serie B R Il posticipo della 30a giornata LUNEDÌ 1 APRILE 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 33

Lecce, il sorpasso è riuscito LE PAGELLE di G.C.

Ora Liverani vede la Serie A


1La Mantia e Mancosu implacabili, battuto il Pescara e secondo posto conquistato LECCE 7 PESCARA 5
Incidenti prima della partita a 20 chilometri dallo stadio: due tifosi gravi all’ospedale IL MIGLIORE IL MIGLIORE
FILIPPO VINCENZO
FALCO FIORILLO

LECCE 2 Giuseppe Calvi 7,5 6


LECCE
Incontenibile per lunghi tratti della Pur trafitto nel primo tempo da La
PESCARA 0

O
partita. Gioca in scioltezza, saltando Mantia e Mancosu, nella ripresa evita
ra lo dice anche la classi- spesso gli avversari come birilli e la goleada, opponendosi ai tentativi
PRIMO TEMPO 2-0
MARCATORI La Mantia al 13’,
fica. Con la vittoria sul inventando gioco. (Palombi s.v.) portati da Petriccione e Palombi.
Mancosu al 37’ p.t. Pescara, surclassato ben
oltre il 2-0 finale, il Lecce sor-
VIGORITO 6 A parte una parata su CIOFANI 5 Subisce le incursioni di
LECCE (4-3-1-2) Vigorito; Venuti, passa il Palermo e conquista il Scognamiglio, trascorre un’altra Calderoni e mai si sgancia.
Lucioni, Meccariello, Calderoni; secondo posto, a due lunghez- partita…da spettatore non pagante. CAMPAGNARO 5 Barcolla su La
Petriccione, Tachtsidis (dal 42’ s.t. ze dal Brescia. Sono i soliti noti, VENUTI 6,5 Avanza con sicurezza, Mantia.
Majer), Tabanelli; Mancosu;
Falco (dal 42’ s.t. Palombi),
Andrea La Mantia (13 centri) e esaltando l’intesa con Falco. SCOGNAMIGLIO 5 Cerca di giocare
La Mantia. Marco Mancosu (11), a regala- LUCIONI 7 Non lascia neppure un d’anticipo, però partecipa al crollo. E
re un’altra serata di emozioni al metro a Mancuso: qualche intervento non sfrutta un’occasione.
PANCHINA Bleve, Riccardi,
d’anticipo, anche bello a vedersi. PINTO 4 All’esordio da titolare, vive
Marino, Cosenza, Di Matteo, popolo giallorosso, che fa regi- MECCARIELLO 6,5 Efficace in una notte da incubo. Starà ancora
Arrigoni, Haye, Felici, Tumminello, strare il record stagionale di marcatura e deciso quando c’è da cercando Falco.
Saraniti. presenze (12.936 spettatori). spazzare il pallone. MEMUSHAJ 5 L’ex tenta di scuotere i
ALLENATORE Liverani. Ma la nottata è stata rovinata La Mantia e Mancosu festeggiano dopo aver firmato i 2 gol LAPRESSE CALDERONI 6,5 Prezioso propulsore. compagni, senza risultati.
PESCARA (4-3-1-2) Fiorillo; da gravi incidenti verificatisi a PETRICCIONE 6,5 Il Modric BRUNO 4,5 Altro che argine davanti
20 chilometri dal capoluogo sa- SPETTACOLO Liverani punta sari, trascinati da Falco, che en- giallorosso è tosto in interdizione, si fa alla difesa: resiste solo qualche minuto
Ciofani, Campagnaro,
lentino, dopo un agguato teso sulla stessa formazione che tra anche nell’azione del rad- valere nell’impostazione. BELLINI 5 Gioca la ripresa, quando la
Scognamiglio, Pinto; Memushaj,
TACHTSIDIS 6 Sbaglia diversi frittata era già servita.
Bruno (dal 1’ s.t. Bellini), Crecco da presunti tifosi locali, pare aveva dominato l’Ascoli. Pillon doppio: sul suo cross, Campa- appoggi, però si fa sentire in CRECCO 5,5 Ha gamba, cerca le
(dal 42’ s.t. Del Sole); Brugman; per vendicare il trattamento ri- propone un nuovo spartito tat- gnaro rinvia di testa e dal limite costruzione (Majer s.v.). ripartenze. Ma non trova assistenza
Marras, Mancuso (dal 38’ s.t. cevuto all’andata. Un leccese e tico, avanzando nel 4-3-1-2 Mancosu non perdona. La rea- TABANELLI 6,5 Non solo fine (Del Sole s.v.).
Sottil).
PANCHINA Kastrati, Balzano, un abruzzese (uno investito Brugman come suggeritore di zione di Brugman e compagni tessitore di gioco, ma anche bravo a BRUGMAN 5,5 Comincia trequartista
mentre attraversava la strada e Marras e Mancuso; in più, ridi- produce solo due incornate di contrastare Crecco. e non gira. Meglio quando fa il play.
Gravillon, Bettella, Perrotta,
l’altro colpito da un sasso) sono segna la difesa. Il Lecce impone Mancuso e Scognamiglio. MANCOSU 7,5 Non si ferma più. Si MARRAS 4 Prima dell’espulsione per
Del Grosso, Capone, Antonucci,
esalta quasi da punta: il capitano l’assurdo fallo su Petriccione, aveva
Monachello. stati ricoverati in codice rosso subito un ritmo altissimo, con segna ancora (e sono 11) e illumina la lasciato poche tracce.
ALLENATORE Pillon. all’ospedale Fazzi (altri feriti in giocate anche spettacolari, ispi- SUSSULTI Nella ripresa Pillon manovra. MANCUSO 5,5 Si rende pericoloso
modo più lieve). Verso le ore rate da Falco e Mancosu. Pro- passa al 3-5-2, sostituendo Bru- LA MANTIA 7,5 Al posto giusto c’è solo con un colpo di testa, peraltro
ARBITRO Ros di Pordenone.
ESPULSI Marras (P) al 35’ s.t. 18.40 sulla Brindisi-Lecce (al- prio quest’ultimo è la sorpresa, no con Bellini, mentre Marras sempre lui. Zampata da rapace del gol impreciso. (Sottil s.v.).
l’altezza dello svincolo Torchia- perché Liverani lo esalta come agisce da esterno alto. Ma la (quota 13, uguagliato il suo record). ALL. PILLON 5 Tranne una certa
per gioco scorretto.
rolo-San Pietro Vernotico, falso nueve. Al 13’ i giallorossi – speranza del tecnico s’infrange ALL. LIVERANI 7,5 E’ un piacere reazione nella ripresa, il Pescara è
AMMONITI Meccariello (L) e
vedere all’opera la sua creatura, una dominato in modo netto dagli
Pinto (P) per gioco scorretto; chiuso per oltre un’ora al traffi- che richiedono un rigore per un contro la forza straordinaria macchina da gol. Con gli stessi avversari: andamento lento in
Brugman (P) per proteste. co), un gruppo di persone, con mani di Crecco -, sono già in sprigionata dal Lecce, che sfio- giocatori, trova soluzioni tattiche costruzione, difesa presa sempre
NOTE paganti 5.281, incasso di volti coperti, armate di bastoni vantaggio: dopo un calcio d’an- ra ripetutamente la terza rete, inedite e rende la difesa ermetica. d’infilata e attacco evanescente.
83.479 euro; abbonati 7.655, quota
di 57.609,10 euro. Tiri in porta 6-2.
ha aggredito i tifosi pescaresi, golo, Falco mette in area, Venu- con Petriccione, Falco, Manco-
quasi 200, che scortati dalle ti allunga di testa e La Mantia su e Palombi, sui quali Fiorillo
Tiri fuori 6-1. In fuorigioco 2-1.
Angoli 6-4. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’. forze dell’ordine si dirigevano
allo stadio. Bombe carta e fu-
(in anticipo su Scognamiglio),
di destro, infila Fiorillo. Il Pe-
compie due interventi decisivi.
Al 35’ espulso Marras per un
GLI ARBITRI
ROS Lascia giocare all’inglese, consentendo anche qualche intervento
mogeni, un pullman ha preso scara accusa il colpo, continua brutto fallo su Petriccione. 6 deciso. Sacrosanta l’espulsione a Marras: rosso diretto per gioco
fuoco e altri danni ai mezzi. a subire l’iniziativa degli avver- © RIPRODUZIONE RISERVATA violento ai danni di Petriccione. C. ROSSI 6 – FORMATO 6

LA CAPOLISTA
CLASSIFICA
Brescia carico per Verona SQUADRE PT PARTITE RETI

Al seguito oltre 2mila tifosi


G V N P F S

BRESCIA 53 28 14 11 3 58 36
LECCE 51 29 14 9 6 53 37
● BRESCIA (g.p.l.) Quanto può attenzione sul piano dell’ordine PALERMO 50 28 13 11 4 43 26
valere un derby a questo punto pubblico per una partita tanto VERONA 47 29 12 11 6 42 32
del campionato? Brescia sentita. «Nessuno sporchi il PESCARA 45 29 12 9 8 40 38
capolista, Verona in zona nostro successo», ha detto BENEVENTO 44 28 12 8 8 40 32
playoff: domani al Bentegodi c’è Eugenio Corini, che proprio a PERUGIA 44 28 13 5 10 41 37
in palio una buona fetta di Verona vive, dopo il successo CITTADELLA 41 28 10 11 7 34 26
stagione. Clima bollente per la con il Foggia. Riferimento alle SPEZIA 40 28 11 7 10 42 36
storica rivalità. Dalla Lombardia polemiche sulle situazioni SALERNITANA 35 29 9 8 12 32 38
partono in duemila, con almeno dubbie da cui sono nati rigore e COSENZA 35 29 8 11 10 26 33
5 pullman e diverse auto. Solito punizione della vittoria, dopo la ASCOLI 33 28 7 12 9 30 43
spiegamento di forze e massima rete pugliese in sospetto di CREMONESE 32 28 7 11 10 25 27
fuorigioco. Episodi: in realtà LIVORNO 30 28 7 9 12 28 36
anche contro il Foggia il Brescia CROTONE 30 29 7 9 13 30 38
ha offerto una notevole prova di VENEZIA 29 28 6 11 11 26 33
forza, rimontando con il solito FOGGIA (-6) 27 29 7 12 10 36 42
coraggio. Tanti attacchi, tante PADOVA 24 29 4 12 13 27 39
occasioni e i numeri (58 gol) CARPI 22 28 5 7 16 27 51
dimostrano che la strada è SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
giusta. A Verona sarà anche
grande sfida fra bomber:
Pazzini (se parte titolare) contro PROSSIMO TURNO
Donnarumma, capocannoniere MARTEDÌ 2 APRILE
con 24 reti. Il record di sempre BENEVENTO-CARPI ORE 21 (2-2)
in B del doppio ex Toni, a quota CROTONE-PERUGIA (1-2)
Eugenio Corini, 48 anni 30, è sempre più vicino. LIVORNO-CREMONESE (0-1)
PADOVA-ASCOLI (3-2)
SPEZIA-SALERNITANA (0-1)
VENEZIA-CITTADELLA (2-3)
IL GIUDICE SPORTIVO VERONA-BRESCIA (2-4)

Ascoli e Palermo nei guai MERCOLEDÌ 3 APRILE


LECCE-COSENZA ORE19 (3-2)

Tre squalificati a testa


PESCARA-PALERMO ORE 21 (0-3)
RIPOSA: FOGGIA

● MILANO Il giudice sportivo Riguardo le partite dell’ultima MARCATORI STYLE


HAVING
24 RETI: Donnarumma (Brescia, 6)
della Serie B sabato, dopo aver giornata invece il giudice ha 17 RETI: Mancuso (Pescara, 3)
ricevuto l’istruttoria della squalificato 14 giocatori, tutti 14 RETI: Coda (Benevento, 5)
Procura federale, ha deciso di per una giornata: si tratta di 13 RETI: La Mantia (Lecce)
confermare le vittorie ottenute
sul campo dallo Spezia nelle
partite contro il Livorno e il
Caldirola e Tuia (Benevento),
Cappelletti (Padova), Concas
(Carpi), Bellusci, Rajkovic e
12 RETI: Verre (Perugia, 2)
11 RETI: Mancosu (Lecce, 1), Simy (Crotone, 3)
10 RETI: Nestorovski (Palermo, 1), Pazzini
(Verona, 3)
FUN
9 RETI: Torregrossa (Brescia, 1), Diamanti
Benevento: le due società Nestorovski (Palermo), (Livorno, 4)
avevano fatto ricorso Ardemagni, Brosco e Troiano 8 RETI: Tutino (Cosenza), Palombi (Lecce),
contestando il tesseramento di (Ascoli), Di Mariano (Venezia), Puscas (Palermo), Okereke (Spezia, 1)
7 RETI: Moncini (Cittadella), Bonazzoli
Okereke, che però dopo le Dos Santos (Cremonese), Greco (Padova, 2), Vido (Perugia, 3), Bocalon (5
indagini è risultato regolare e (Foggia) e Lopez (Salernitana). nella Salernitana)
quindi a questo punto il caso Una giornata di stop anche per 6 RETI: R. Insigne (Benevento), Finotto
sembra chiuso, anche se ci Stefanelli, direttore generale del (Cittadella), Kragl (Foggia), Tabanelli
(Lecce), Melchiorri (Perugia), Casasola lotto.it
sono 7 giorni di tempo per un Carpi, espulso contro il Crotone (Salernitana), Di Carmine (Verona, 2), Di
altro ricorso alla Corte federale. per proteste verso l’arbitro. Mariano (Venezia, 1)