Sei sulla pagina 1di 4

Foto: Annett Vauteck – istockphoto.

com
decrescita

L’utopia
della semplicità di Andrea Bizzocchi

Intervista a Cecile Andrews, autrice di The Circle of simplicity,


un libro diventato molto popolare negli Usa e che ha profondamente ispirato
il movimento della semplicità volontaria, versione a stelle e strisce
della nostra decrescita felice.

L
a semplicità volontaria, un sorta di Bibbia per i seguaci del mo- Cecile, in cosa consiste quello che
movimento nato in sordina a vimento. Il libro è un invito a ritro- qualcuno chiama il «Nuovo sogno
Seattle nei primi anni Ottan- vare uno stile di vita soddisfacente e americano»?
ta in reazione al materialismo pro- gioioso attraverso l’eliminazione di Si tratta di un movimento alla base
pugnato dalla presidenza Reagan, gran parte delle cianfrusaglie e dei fat- del quale stanno la critica ed il rifiuto
sta lentamente conquistando fasce tori di distrazione che affollano i no- della società consumistica, e per
sempre più ampie di popolazione. stri giorni. Allo stesso tempo è un contro la promozione di una cultu-
Abbiamo intervistato Cecile An- grande stimolo a ricercare il valore del ra di relazione e rapporti profondi
drews, autrice di The Circle of sim- rallentare, come modo per trovare il tra gli esseri umani, e non solo.
plicity, diventato in poco tempo una tempo per riconnettersi alla comunità. Consumare significa distruggere,

24 Terra Nuova · febbraio 2009


Foto: Annett Vauteck – istockphoto.com

ingurgitare qualcosa così veloce- cultura ne sarà sempre più influen- minimo di sei ad un massimo di do-
mente che non si riesce neppure a zata. In ogni caso sì, per risponde- dici persone, i quali s’incontrano per
gustarlo. Promuovere una cultura re alla tua domanda, è indubbio che discutere di argomenti quali il con-
della relazione e del rispetto, invece, sempre più americani vogliano ab- sumismo, il valore del tempo, il
significa essere consapevoli ed in ar- bracciare una vita semplice. senso del denaro, la spiritualità, la so-
monia con se stessi, con gli altri, con stenibilità ambientale, il rapporto con
la natura e con l’universo. Qual è il motivo di questo interesse? la natura ecc.
In parte è anche una scelta pratica. È un’idea molto semplice ma incre-
Nel tuo libro parli di semplicità vo- L’economia sta andando a rotoli e al- dibilmente efficace. I «cerchi» crea-
lontaria. Come sei arrivata a questa lora molta gente chiede consigli no un grande senso di appartenen-
idea? concreti per risparmiare. D’altro za e di condivisione, e questa è la
La morte di mio padre, avvenuta canto molti si rendono anche conto cosa di cui la società moderna ha più
quando avevo appena otto anni di che lavorano troppo e che non sono bisogno. L’obiettivo è dare sostegno
età, è stata una grande lezione di vita. felici, così molte idee della semplicità morale e consigli pratici a coloro che
Ero troppo piccola perché potessi ca- volontaria fanno presa su di loro. desiderano abbandonare uno stile di
pirlo razionalmente, ma inconscia- Una cosa molto importante è che vita consumistico e non hanno idea
mente ho avvertito che non ha sen- questa esigenza di cambiamento è di come farlo. Queste persone sono
so sprecare la nostra esistenza pre- avvertita in tutte le classi sociali e non comprensibilmente piene di paura,
occupandoci solamente delle com- solo da coloro che hanno difficoltà del resto il nostro sistema economi-
ponenti materiali. Ciò che conta economiche. Sempre più gente be- co si fonda sulla paura e il nostro aiu-
davvero sono le relazioni che creia- nestante ci contatta solo perché si to, il mostrare che altra gente lo ha
mo con gli altri e il senso di pace e rende conto di condurre esistenze già fatto e spiegare come è possibi-
rispetto con il quale attraversiamo la non gratificanti. Che senso ha ave- le farlo, dà loro il coraggio e la fiducia
nostra vita. Poi all’università sono re una vita economicamente molto necessari ad affrontare il cambia-
stata influenzata dal pensiero di di- agiata se poi non si è felici? mento. Un altro aspetto fondante dei
versi autori, in particolare da Hen- «cerchi» è che chiunque può dare il
ry David Thoreau. Bisogna avere il Sei stata tu ad avere l’idea dei «cer- suo contributo e questo rende im-
coraggio di aprirsi al cambiamento chi della semplicità». Ci puoi spie- portante ogni membro.
e mettere in dubbio le verità pre- gare che cosa sono e soprattutto
confezionate che la società ci serve qual è il loro scopo? Da dove è arrivata l’ispirazione
sul piatto. I cerchi della semplicità sono grup- per i «cerchi della semplicità»?
pi composti generalmente da un Dallo «study circle movement»
Sembra che negli ultimi anni svedese, che già conoscevo da
sempre più americani desi- tempo, secondo il quale il
derino una vita semplice. È cambiamento deve venire
così? dalla gente stessa, deve na-
La vita semplice è alla radice scere dal basso. Così ho pen-
della nostra cultura. Fino al- sato che nei cerchi ognuno
l’inizio del secolo scorso gli potesse e dovesse contribui-
americani conducevano un’esi- re. Sono convinta che la gen-
stenza estremamente sempli- te sappia meglio dei cosid-
ce. Poi, nel secondo decennio detti «esperti» cosa sia pre-
del XX secolo, ci fu un vero feribile per la propria vita,
e proprio complotto del go- quindi è ovvio che debba es-
verno e dei grossi colossi in- sere la gente stessa a contri-
dustriali per cambiare questa buire al proprio cambiamen-
mentalità. Questa crociata to. Il primo passo consiste nel
venne chiamata il «Vangelo risvegliare la nostra capacità
del consumo di massa». Non critica per riflettere su come
so dirti se la maggioranza conduciamo le nostre vite, e
della popolazione abbraccerà soprattutto capire quali sono
mai con piena consapevolez- le forze esterne che le diri-
za il movimento della sem- gono. Poi si passa agli aspet-
plicità volontaria: è troppo fi- ti pratici del come e cosa
losofico, culturalmente trop- cambiare. Inoltre ci s’incon-
po profondo e il popolo ame- tra con persone che sono
ricano, mi spiace dirlo, non è sulla nostra stessa lunghezza
né l’uno né l’altro. Tuttavia d’onda. Tutto ciò ti fa senti-
sono convinta che la nostra re che non sei solo.

Terra Nuova · febbraio 2009 25


decrescita

Alla base del movimento e dei «cer- Il tuo motto è «fare, avere, vivere sima sono i momenti passati assieme:
chi» c’è una critica profonda all’at- meglio con meno». Tutto ciò mi feste, cene, ma anche semplicemen-
tuale sistema economico… sembra importante anche da un te aiutarsi l’un l’altro, magari nei la-
Certamente. Uno dei motivi per punto di vista ambientale, conside- vori di casa o nell’orto. L’aspetto fon-
cui gli americani focalizzano così rando il riscaldamento globale e damentale, anche qui, è che questi in-
tanto le loro esistenze sui soldi, sul l’esaurimento crescente delle risor- contri, questo brulicare di attività di-
guadagnare, è che la nostra società è se primarie del pianeta. verse, creano immancabilmente un
profondamente individualista. Se Certamente. Infatti la consapevolezza grande senso di appartenenza e di
abbiamo un problema pensiamo di ambientale è uno degli aspetti ai condivisione. Si creano relazioni
poterlo risolvere con i soldi, com- quali diamo maggiore importanza. umane. Io do grande importanza alla
prando qualcosa, qualunque cosa, Praticare uno stile di vita semplice ti discussione in piccoli gruppi, e que-
che si tratti di prodotti, medicine, ser- porta naturalmente ad avere com- sto è un aspetto importante del no-
vizi. Questo perché una società con- portamenti rispettosi del Pianeta. stro ecovillaggio. Il filosofo John De-
sumistica è forzatamente individua- C’è anche da dire che se tu hai il ri- wey disse che «la democrazia è nata
lista e dunque non ha una cultura del spetto come valore nella tua vita, al- parlando e discutendo». Alla base del
sostegno che può darti la comunità, lora, in generale, avrai rispetto per mio lavoro c’è l’idea che un cam-
che questa sia intesa come vicini, pa- chiunque incontri sul tuo cammino: biamento democratico della società
renti o amici. che si tratti di altri esseri umani, di possa avvenire solamente grazie al
animali o del Pianeta stesso. confronto delle parti coinvolte.
Puoi farci un esempio?
Se io sto male devo prendere un’in- Nel 2004 hai fondato l’ecovillaggio Phinney è un ecovillaggio urbano.
fermiera o una badante e pagarla an- di Phinney. Ci puoi dire qualcosa su Pensi che possa rappresentare un mo-
che profumatamente, ma se ho una fa- questa realtà? dello facilmente replicabile altrove?
miglia unita o amici, oppure vivo in Phinney è un ecovillaggio urbano. Assolutamente sì, perché è un pro-
una comunità coesa, avrò decine di Noi lavoriamo e ci incontriamo con gramma, un progetto e non solo un
persone disponibili a prendersi cura gruppi del nostro quartiere: gruppi posto fisico. L’obiettivo comune è
di me, non per denaro ma per amo- ambientalisti, pacifisti… lavoriamo quello di adoperarsi per far cresce-
re, al di là dell’aspetto economico. In anche con le biblioteche, con nego- re un senso di comunità, di aiuto re-
una società del genere i soldi non sono zi e altre attività. Assieme, organiz- ciproco, di consapevolezza, di so-
poi così importanti, io «malato» ziamo manifestazioni dalle molteplici stenibilità. L’idea di vivere in un eco-
traggo benefici enormi dal fatto di es- finalità. Un’altra cosa importantis- villaggio in mezzo alla natura è
sere curato ed accudito da bellissima, ma al tempo stes-
persone che hanno veramen- so più difficile da realizzare.
Foto: Paulo Ferreira – istockphoto.com

te a cuore la mia salute. Qui i principi sono gli stes-


si ma tutto ciò di cui hai bi-
E qual’è l’importanza dei sogno è unicamente decide-
«cerchi» in questo senso? re che vuoi compiere il pri-
Grazie ai «cerchi della sem- mo passo oggi stesso.
plicità» diventa possibile
stringere rapporti basati sul- Qual è il primo passo da
la nostra umanità e non sul- compiere?
lo scambio mercantile o di Esci di casa e vai dal tuo vi-
denaro. Da qui la nascita e cino, che forse non conosci
lo sviluppo di una cultura neppure, e chiedigli se può
basata sui rapporti umani e darti un limone o qualunque
non sull’individualismo. altra cosa. Ovviamente non
Questa, se ci si riflette, è una scordarti di dirgli che sarai fe-
cosa ovvia, perché l’uomo è lice di aiutarlo ogni qual-
per natura un animale so- volta sarà lui ad aver bisogno
ciale e ha bisogno di sentir- di te. E se lui non si fa vede-
si parte di qualcosa di più re perché non ha bisogno di
grande di se stesso. Questo nulla, tu continua ad aver bi-
qualcosa, usando il termine sogno di lui! Insomma, bi-
in senso ampio, possiamo sogna avviarsi verso una cul-
chiamarlo comunità. I «cer- tura di relazioni.
chi» rappresentano, anzi
sono, una comunità. Vedi, La semplicità volontaria è il
con i cerchi si chiude il cer- primo e inevitabile passo
chio… per incamminarsi verso quel-

26 Terra Nuova · febbraio 2009


la che in Italia è chiamata «decre- La semplicità volontaria è anche una componente spirituale che è la par-
scita felice», cioè meno Pil e più qua- risposta alle ristrettezze economiche te migliore dell’uomo. Questa com-
lità reale della vita… create dalla grande crisi economica ponente però esiste, sta solo son-
Certo, uno stile di vita semplice è il e dal raggiungimento del picco pe- necchiando, ed il nostro lavoro è
primo passo verso una decrescita trolifero… semplicemente di risvegliarla.
economica. Diciamo che la semplicità volontaria
ha scelto, volontariamente appunto, Possiamo concludere con l’affer-
Pensi che la decrescita economica di adottare stili di vita sostenibili e mazione che la felicità viene dai
possa diventare parte dell’agenda po- dunque propri della società del post- rapporti che intratteniamo con i no-
litica in un futuro prossimo? petrolio. La semplicità volontaria stri simili; da una vita che abbia un
Oggi come oggi la parola decresci- dice da tempo quello che il picco pe- significato che vada oltre l’acquisto
ta fa paura ai politici. Sono vittime trolifero ci sta dicendo oggi su come dell’ultimo modello di auto o di
del mantra opposto, quello che in- dovremo vivere nel prossimo futuro. schermo al plasma; da lavori grati-
voca la «crescita» ad ogni piè so- ficanti e dal tempo che abbiamo per
spinto. Per quanto riguarda il nostro Sapresti regalarmi la tua visione noi stessi e per chi ci sta vicino; da
lavoro, credo che sia più facile co- del futuro, diciamo fra venti o tren- «un senso di pace e rispetto con il
municare un concetto di vita sem- t’anni? quale attraversiamo le nostre vite»
plice piuttosto che un concetto di de- Io ho grande fiducia nel futuro, ma come mi hai detto all’inizio della
crescita economica, poi quella ver- sinceramente non ci penso troppo. nostra conversazione. Tutte queste
rà come conseguenza. Sono molto concentrata sul presente sono cose che i soldi non possono
e lavoro ogni momento per ciò in comprare e che gli oggetti non pos-
La depressione e la prescrizione di cui credo, e cioè un cambio socia- sono dare. Insomma, quello di cui
psicofarmaci sono da relazionare le e democratico da raggiungere abbiamo bisogno è una trasforma-
direttamente ad uno stile di vita ma- attraverso il lavoro di milioni di zione culturale, che possiamo rias-
teriale, al consumismo. Il tuo motto «anime gemelle» sparse per il mon- sumere con: la felicità è più impor-
«fare, avere, vivere meglio con do. Il tutto va fatto parlando, co- tante dell’economia.
meno» è una risposta anche a que- municando, ascoltando, diverten- Esatto. Questo è il fine ultimo del
sto, non trovi? dosi e agendo. E penso che l’ele- movimento per la semplicità vo-
Assolutamente. Le statistiche mo- zione di Barack Obama sia un segno lontaria: far capire alla gente che i
strano chiaramente che uno stile di positivo in questa direzione. soldi e il successo non danno affat-
vita materialistico rende infelici, che to la felicità. La nostra cultura si ri-
dopo l’appagamento dei bisogni Questo significa anche che nutri duce a «vincere, avere successo», non
primari, i soldi ci fanno stare più grande fiducia nell’uomo? importa alle spalle di chi né di cosa.
male che bene. E a quel punto su- Senza dubbio. L’uomo è capace di È inevitabile che questo porti infe-
bentrano psicofarmaci ed antide- cose orribili ma anche di grandi licità. Noi siamo convinti che una
pressivi, che ci danno l’illusione di slanci di generosità, di sogni e di vita semplice permetta di dare spa-
poter risolvere così i nostri proble- ideali, di amore e di solidarietà. La zio a quelle che sono le vere esigen-
mi. Ovviamente la maggior parte dei società contemporanea, proprio per- ze umane e conseguentemente di
medici spinge i propri pazienti in ché è arrivata ad avere una forte im- raggiungere la felicità. O almeno di
quella direzione poiché ognuno pronta materiale, ha compresso la andarci vicino… l
vuole la sua fetta di torta. E quella
torta è molto grande. Per tutto il mese di Febbraio
Per cui sì, «fare, avere, vivere meglio Una passione ultime taglie e campionature a prezzi scontati
con meno» è anche una risposta per la canapa.
alla depressione dilagante e permet-
te alla gente di avere tempo e rap-
porti umani che sono ciò che è ne- Dal filato
cessario per vivere bene.
al capo finito.
Mi pare di capire che nel vostro mo-
vimento ci siano molti valori degli
hippie degli anni Sessanta… Tessuti,
Di sicuro gli anni Sessanta ci hanno abbigliamento,
influenzato. Comunque, come ti
accennavo prima, in America c’è biancheria
sempre stato un forte movimento di per la casa.
critica alla cultura materialistica.
Magari non finiva sui giornali ed in
televisione, ma c’era. www.ekru.com show room:
via Morimondo, 26
per conoscere il negozio Milano
piu vicino a te tel 02 39437969