Sei sulla pagina 1di 3

EFFICACIA DEL CONTRATTO COLLETTIVO

Cos'è? I rapporti di lavoro sono regolati dal contratto di lavoro,in cui diritti e
doveri sono stabiliti dal legislatore (es. in tema di orario di
lavoro,retribuzione,congedi vari,etc...). Nel sistema giuslavoristico c'è
un'eccezione,tuttavia,propria solamente di questo settore : la
regolamentazione tramite contrattazione collettiva. Ciò significa che le
parti,ossia l'associazione sindacale firmataria e il datore,ovvero
l'associazione di rappresentanza di quest'ultimo,possono pattuire diverse
condizioni di lavoro,derogando alla legge.

Verso chi hanno La mancata attuazione del 39 Cost. ha fatto sì che sorgesse il dilemma
effetto? dell'efficacia dei collettivi. In particolare ci si chiedeva se si potesse
applicare anche nei confronti dei non iscritti al sindacato firmatario.

Cos'è la Legge La legge Vigorelli (741/1959) è stata una legge delega,attraverso la quale
Vigorelli? il governo dell'epoca escogitò un modo per ampliare l'applicabilità dei
collettivi. La legge prevedeva che il governo legiferasse sui minimi
salariali e non sui contratti collettivi; senonchè era specificato che per
stabilire il minimo retributivo i decreti legislativi si uniformassero ai
parametri della contrattazione collettiva all'epoca vigente.

Quale importante La Corte Costituzionale con la sentenza 106/1962 impose alcuni


sentenza dobbiamo importanti principi in tema di efficacia dei contratti collettivi,principi che
ricordare? ancora oggi condizionano il dibattito sul tema. Essi sono :

1) L'art. 39 non pone una riserva a favore dei contratti collettivi per
disciplinare il rapporto di lavoro,ciò infatti andrebbe contro altri
importanti principi costituzionali che vedono il legislatore impegnarsi in
prima persona per la tutela dei diritti dei lavoratori.

2) I contratti collettivi hanno efficacia erga omens solo e soltanto quando


l'associazione sindacale firmataria è provvista dei requisiti specifici
previsti dalla legge,pertanto ogni altra maniera di estenderne l'applicabilità
risulterebbe incostituzionale.

Sulla base di quanto appena esposto giungiamo a un'importante


conclusione : i contratti collettivi sono espressione del potere di
autoregolamentazione privata e,di conseguenza,non possono essere
annoverati tra le fonti di diritto obiettivo dello Stato.

Qual è il campo di Il profilo oggettivo del contratto collettivo riguarda l'ambito di