Sei sulla pagina 1di 3

25/10/2018 diffusione:247484

Pag. 28 N.43 - 28 ottobre 2018 tiratura:299224

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
EMERGENZA MISERIA
«TUTELIAMO CHIUNQUE NON PUÒ
PERMETTERSI ASSISTENZA LEGALE
DICE MASSIMILIANO ARENA,
COORDINATORE DEGLI AVVOCATI
DI STRADA DI FOGGIA

»A
:

DALLA PARTE
DEGLI ULTIMI
«IO DIFENDO
I DIRITTI DEI POVE
IL 18 NOVEMBRE ECCO UNA STORIA I DATI RIVELANO CHE
RICORRE DI SOLIDARIETÀ IN ITALIA CI SONO
LA GIORNATA E IMPEGNO 300.000 PERSONE
MONDIALE IN FAVORE TRA CHI RENDE IN PIÙ RISPETTO
DEGLI INDIGENTI VISIBILI AL 2016 CHE
VOLUTA DAL PAPA I DIMENTICATI VIVONO DI STENTI
25/10/2018 diffusione:247484
Pag. 28 N.43 - 28 ottobre 2018 tiratura:299224

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
J^llililiUIlHìifliaiK

A lato, con la maglia rossa, Massimiliano


Arena, 46 anni (anche nel riquadro),
fondatore e coordinatore, dal 2005, dello
sportello degli avvocati di strada di Foggia,
al lavoro nel Borgo Mezzanone di Foggia.
Sotto, dei suoi collaboratori all'opera nello
stesso quartiere, detto "della vergogna".
A destra, Arena nella sede dello sportello,
accanto alla stazione ferroviaria, che offre
assistenza gratuita a senzatetto e immigrati

Dio rimane fedele alla sua


promessa, e anche nel buio della
notte non fa mancare il calore
del suo amore. Per superare
l'opprimente povertà, è necessario
che chi fa fatica percepisca la
presenza dei fratelli e delle sorelle
Papa Francesco

di Antonio Sanfrancesco «Dobbiamo rendere illegale la po- re diritti a chi li ha smarriti e, da solo,
vertà», disse una volta don Luigi Ciot- non riesce neanche a chiederli. Ci sono
1 difensore dei dimenticati è ti. Nell'ufficio degli avvocati di strada, persone che hanno perso l'assistenza
un tipo ottimista. «Il Sud ce la accanto all'entrata della stazione fer- sanitaria. Ma senza la residenza non
farà, come sempre. Siamo gen- roviaria di Foggia, Arena e i suoi col- possono accedere alle cure. Lì interve-
te tosta, abbiamo coltivato la leghi ci provano. Cominciando a rico- niamo noi».
terra strappandola ai sassi con noscerla e a guardarla in faccia. Renzo Fuori dall'ufficio spesso c'è la
la tecnica dello "spietramento" Piano li chiama rammendi. E c'è tanto coda. Di fronte alla scrivania di Are-
che ci hanno copiato pure gli da rammendare in questa terra, dove na sfila un'umanità dolente e quanto
israeliani, portandola nel de- le conquiste sindacali di Giuseppe Di mai varia. «Gente che per paura o per
serto del Negev». Massimiliano Are- Vittorio sono ricordi da museo. Dove fuga ha deciso di nascondersi per stra-
na, 46 anni, avvocato di strada, lo Stato non ci mette neanche più la da, dove sei visibile e invisibile nello
ogni giorno cerca di rimuovere faccia. Dove la burocrazia è un mostro stesso tempo», racconta, «gente che
pietre che sono macigni. Sof- vorace che si mangia pure la dignità di in strada ci è finita e non sa come
focano i "figli inattesi" del- chi ha già perso tutto. reagire; migranti regolari, con il per-
la grande crisi, passati di Massimiliano Arena non si sente messo di soggiorno, che lavorano nei
colpo da u n lavoro a men- u n eroe: «L'avvocato di strada ha la campi e vengono qui per essere paga-
dicare u n pasto. Soffocano sua normale attività forense e dedica te dai padroni; gente che ha perso in
gli emarginati che si sono defini- u n po' del proprio tempo a persone che u n colpo solo famiglia, casa e lavoro,
tivamente arresi e i migranti che in puzzano, malvestite, che non hanno la magari dopo un divorzio. Con loro è
quella terra di nessuno che è Borgo forza e il coraggio di entrare in uno davvero difficile perché fanno fatica
Mezzanone, quindici chilometri da studio legale», dice, «è una persona ad ammettere il fallimento e a chiede-
Foggia, sono sfruttati come animali che riconosce la nobiltà della nostra re aiuto. I migranti, invece, una coraz-
da caporali senza scrupoli. professione. Noi serviamo per rida- za ce l'hanno già perché vengono

43/2018 Q3 29
25/10/2018 diffusione:247484
Pag. 28 N.43 - 28 ottobre 2018 tiratura:299224

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
EMERGENZA MISERIA

dall'inferno. La povertà è uno sta-


tus, l'impoverimento è un cammino,
lento e inesorabile, verso il precipizio.
È molto più difficile aiutare una per-
sona che si è impoverita».
Che Italia è, quella vista dall'avvo-
cato di strada? «Un'Italia traballante
che fa acqua da tut-
La sua te le parti. Noi non
testimonianza siamo la soluzione,
in un libro ma il termometro
che misura la feb-
bre. È un Paese che
s'indigna a paro-
le per quei gironi
Massimiliano Arena insieme agli altri Avvocati di strada di Foggia
infernali di certe
al Festival Questioni meridionali il 13 settembre scorso.
periferie dove im-
perversano prosti-
tuzione, sfrutta- "francescana", lieta, mai urlata. In loro to della vergogna, dove Arena con
mento, mancanza incontro sempre una grande dignità». Intersos e altri volontari o f f r o n o as-
di acqua, luce, di- A Foggia, lo sportello esiste dal sistenza alle vittime del caporalato:
ritti. È un'Italia che va avanti a forza di 2005 ed è aperto tutti i giorni. Si «Non è cambiato nulla, solo il colo-
slogan e che non risolve né i problemi alternano 15 avvocati. Turno fisso re della pelle del caporale: prima era
dei migranti né i problemi degli ita- il lunedì e poi a chiamata. D'estate si bianca, adesso è nera. La legge? Fun-
liani. I poveri hanno una sofferenza "trasloca" a Borgo Mezzanone, il ghet- ziona se viene applicata».
Ne ha viste tante, Arena, nel suo
peregrinare da volontario in giro per
PONTIFICIO CONSIGLIO PER LA PROMOZIONE DELLA NUOVA EVANGELIZZAZIONE E SAN PAOLO il mondo, dall'Africa al Sudamerica. E
pensare, come racconta nel bel libro
CON GLI EMARGINATI SENZA SCUSE NÉ RINVÌI. Io, avvocato di strada (Baldini+Castol-
di), che s'era fermato all'ultimo miglio
UN SUSSIDIO PER CAPIRE, PREGARE E AGIRE prima della laurea in Giurisprudenza.
«Era il 1997, mollai a cinque esami dal
«"Questo povero grida evangelizzazione e le Edizioni traguardo. Ad Assisi, durante un ritiro
e il Signore lo ascolta"
(Sal 34,7). Le parole
del salmista diventano anche
SflSf San Paolo hanno curato un
sussidio pastorale predisposto
per diocesi, parrocchie
spirituale, incontrai i ragazzi dell'O-
perazione Mato Grosso. Cercavano un
laureato da spedire in Sudamerica. Feci
le nostre nel momento in cui e associazioni. Si tratta di un tutto in sette mesi pur di partire. Poi,
siamo chiamati a incontrare utile strumento (Questo povero nel 2005, lessi un'intervista al presi-
le diverse condizioni di grida e il Signore lo ascolta, dente nazionale degli avvocati di stra-
sofferenza ed emarginazione 96 pagine a soli 2 euro) da, Antonio Mumolo, e dissi: "È fatta,
in cui vivono tanti fratelli e da utilizzare per la catechesi finalmente posso utilizzare i miei studi
sorelle che siamo abituati e la veglia preparatoria. Chi lo per aiutare gli altri nella mia città"».
a designare con il termine vuole può richiederlo subito Arena ha solo un cruccio. Si
generico di "poveri"». Così in parrocchia, presso le librerie religiose, chiama Michele (nome di fantasia),
papa Francesco ha annunciato cominciando da quelle della San Paolo morto alcolizzato qualche mese fa
la seconda Giornata mondiale dei e delle Paoline, e su www.sanpaolostore.it dopo che alcuni delinquenti gli aveva-
poveri che si celebra domenica 18 I parroci sono invitati a contattare l'agente no rubato i dati personali per fare truf-
novembre 2018. Per prepararsi a vivere di zona o il servizio clienti al numero verde fe on line in mezza Italia: «Si è trovato
con consapevolezza l'evento, il Pontificio gratuito 800.50.96.45, oppure a inviare con una montagna di processi. Lui si è
Consiglio per la promozione della nuova una e-mail a servizio.clienti@stpauls.it lasciato andare. Lo sento come un fal-
limento personale».

3 0 Q] 43/2018