Sei sulla pagina 1di 14

CHI SEMINA

VENTO …..
RACCOGLIE
TEMPESTA

Breve dossier sul tema lavoro/


immigrazione
SCUOLA: LA LEGA NORD CONTRO I DOCENTI DEL SUD
Via i “terroni” dalle scuole. Nell’estate del 2008 Bossi lanciò i suoi strali contro i
meridionali che insegnano al Nord perché rei -a suo dire- di togliere posti di
lavoro alla gente del luogo, e chiese la regionalizzazione delle assunzioni.
Qualcuno, allora, malignò che si trattasse di uno sfogo per l’ennesima
bocciatura del figlio Renzo, oggi candidato per la Lega a consigliere regionale
in Lombardia, ma per tre volte respinto alla maturità. Tuttavia, l’invettiva trovò
eco nel ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, che subito si dichiarò
favorevole a discutere forme di assunzione che legassero di più il docente al
territorio, motivando la propria posizione però con la più “politicamente
corretta” intenzione di assicurare agli studenti la continuità didattica
necessaria per una carriera scolastica proficua.

LA LEGA: TEST DI ITALIANO PER GLI STRANIERI CHE VOGLIONO APRIRE UN


NEGOZIO
Emendamento della deputata Silvana Comaroli: serve un certificato che attesta
la conoscenza della lingua
Gli extracomunitari che vogliano aprire un negozio devono prima aver
superato un esame di italiano: è quanto chiede la Lega, attraverso un
emendamento al decreto legge incentivi, affidando alle Regioni il potere di
introdurre i nuovi paletti.

LEGA: "CASSA INTEGRAZIONE, SOLO 6 MESI AGLI STRANIERI"


Roma, 27 novembre 2009 - Un tetto alla cassaintegrazionedi sei mesi per i
cittadini extracomunitari, che lavorano in Italia. E' quanto chiede la Lega
nell'emendamento alla Finanziaria 2010 che ha presentato in commissione
Bilancio alla Camera, a firma del deputato del Carroccio e capogruppo in
commissione Finanze a Montecitorio Maurizio Fugatti.
La proposta di modifica prevede che "per i lavoratori residenti sul territorio
nazionale non cittadini italiani ovvero comunitari destinatari di qualsiasi
trattamento di sostegno al reddito, ai sensi della legislazione vigente in materia
di ammortizzatori sociali, la durata del beneficio non può essere per l'anno
2010 superiore a sei mesi".
"Le risorse sono quelle che sono e prima di tutto dobbiamo guardare ai cittadini
italiani. E quindi noi diamo la Cassa integrazione anche ai cittadini
extracomunitari ma solo per sei mesi", spiega Fugatti.
"Se non c’è lavoro per gli italiani - dice infatti - non c’è per nessuno.
Prima dobbiamo pensare agli italiani. Se la crisi dovesse andare avanti si
creerà una contrapposizione tra disoccupati italiani e disoccupati
extracomunitari e queste vuol dire che sulle strade, come in parte già accade
in Padania, ci troveremo sia i disoccupati italiani sia i disoccupati
extracomunitari e noi dobbiamo tutelare di piu’ gli italiani".
"Se il lavoro non c’è rimane qui chi il lavoro lo ha o chi ha la Cig, in alternativa -
sottolinea Fugatti - torna a casa. I sondaggi ci dicono che ci sono tanti
extracomunitari che hanno deciso di tornare: noi non li licenziamo - conclude il
deputato della Lega - ma se sono senza lavoro la Bossi-Fini dice questo".

PROPOSTA DELLA LEGA: «VAGONI DELLA METRO RISERVATI AGLI


EXTRACOMUNITARI»

BOSSI: “ DOBBIAMO DARE LA CACCIA AGLI IMMIGRATI”

Il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, alleato di Silvio Berlusconi e probabile
futuro ministro per le Riforme d’Italia, ha affermato oggi che si “devono
cacciare gli immigrati” ed usare per questo “tutti gli strumenti che servono”.
Bossi ha fatto questa dichiarazione ai giornalisti che lo aspettavano all’entrata
della Camera dei Deputati, dove è entrato tra gli applausi di un gruppo di
seguaci, visto che oggi è iniziata la XVI legislatura italiana.
“Dobbiamo dare la caccia agli immigrati e dobbiamo realizzare il federalismo
fiscale. Per questo, dobbiamo usare tutti gli strumenti che servono”, ha
assicurato il leader della xenofoba Lega Nord.
Quindi ha minacciato con il ricorso alle armi per chi non sia d’accordo con il
federalismo fiscale, che non è appoggiato dalla sinistra italiana.
“Non so cosa voglia la sinistra, noi comunque siamo pronti. Se desidera lo
scontro ho trecentomila uomini sempre disponibili”, ha detto.
Berlusconi ha cercato di togliere importanza ieri alle dichiarazioni del leader
della Lega Nord, che durante la campagna ha parlato di usare le armi se non
venissero accettate le sue condizioni.
“I suoi fucili sono di carta”, ha detto Berlusconi, al quale Bossi ha oggi risposto:
“I fucili sono sempre pronti”.
Riguardo al Governo, Bossi ha assicurato che sarà il Ministro per le Riforme ed
ha ricordato che Berlusconi “si é sposato con la Lega ed ora deve ubbidire”.

"RIMBALZA IL CLANDESTINO": L'INCREDIBILE APPLICAZIONE DELLA


LEGA NORD SU FACEBOOK
Mentre 73 eritrei sono morti in mare, anche per mancanza di soccorsi tra
richieste di aiuto inascoltate, fa discutere il gioco creato su Facebook da Renzo
Bossi, figlio del leader leghista, intitolato "Rimbalza il clandestino", scaricabile
dalla pagina di Facebook della Lega Nord Padania.
In un Ps posto in fondo al pezzo scritto oggi da Stefano Corradino
su articolo21.info si propone in risposta al gioco virale della Lega Nord
"Rimbalza il clandestino" di inventare un nuovo gioco: "rimbalza l'immaturo"
con l'obiettivo di centrare e far rimbalzare nelle facoltà universitarie italiane di
Giurisprudenza il figlio di Umberto Bossi, Renzo, maturando pluribocciato.
«Abbiamo deciso di puntare sull’interattività cercando di coinvolgere i giovani e
sensibilizzarli su un fenomeno reale che affligge le nostre coste» si legge sulla
pagina di Facebook. E sconfiggere il clandestino è semplice: basta cliccare sulle
barchette che si avvicinano alle coste italiane in una cartina e la minaccia
clandestina è eliminata. Vince che riesce a respingere più barche.