Sei sulla pagina 1di 2

quanto abbiamo detto fin qui si riferisce alle nuove costruzioni però l'unità e la

completezza del percorso progettuale inteso come percorso obbligato valgono anche
per le costruzioni esistenti le costruzioni che sono trattate nel capitolo 8
vediamo un po più da vicino questa affermazione un po più nel dettaglio la
centralità del modello di calcolo che va individuato la capacità e domanda in
termini sia tensionali che estensionale l'importanza della duttilità e l'attenzione
ai modi per conseguirla ossia la progettazione incapacità la scelta del metodo
d'analisi la sostanziale preferenza attribuita l'analisi lineare elastica la
verifica in termini di stadi limite la ridistribuzione sono dati unificanti sono
comuni sia alle nuove costruzioni che alle costruzioni esistenti valgono sia per
progettare le nuove costruzioni sia per identificare le criticità delle costruzioni
esistenti e per ideare e definire i relativi interventi allora dov'è la differenza
tra le costruzioni nuove le costruzioni esistenti è data dalle peculiarità connesse
alla conoscenza di queste costruzioni la conoscenza delle nuove costruzioni e
analitico previsionale cioè è legata allo stato di progetto il modello di calcolo
analisi e ai materiali che vengono realmente prodotti e impiegati rispetto ai
materiali che io ho previsto in fase di progetto con unar e attenzione relativa ai
vari elementi e all'organizzazione dei vari elementi fra loro in quanto
l'organizzazione a meno di grossolani errori di ideazione o di esecuzione è fissata
è garantita dal progetto la conoscenza delle costruzioni esistenti invece senza e
dico consultiva è legata allo stato di fatto quindi con un'attenzione relativa alle
caratteristiche meccaniche dei materiali impiegati che entro certi limiti sono
conoscibili a piacere posso fare tutti i campionamenti che voglio l'oggetto cielo
lì davanti l'attenzione particolare invece e al modo nel quale le diverse
membrature sono articolate fra loro meccanicamente e temporalmente ea come di
conseguenza interagiscono e questo quello che non conosco purtroppo ancora oggi la
formazione universitaria dell'ingegnere civile è tutta orientata al nuovo oggi
invece è sempre più frequentemente il tecnico viene hoc chiamato ad occuparsi della
valutazione e riqualificazione dell'esistente quindi da un lato progettazione del
nuovo dall'altro valutazione dell'esistente progettazione e valutazione per
decidere della correttezza ed efficacia utilizza le impostazioni e metodologie
operative coincidenti il giudizio finale che formulano è basato però su
informazioni diverse la progettazione vuole conoscere la sicurezza di ciò che
realizza per mantenerla al di sopra di un limite convenzionale è prefissato opera
dunque su base convenzionale e ideale può sempre essere modificata e rivista dalla
società che la esprime la valutazione vuole conoscere il rischio di ciò che
utilizza e mantenerlo al di sotto di limite economicamente conveniente opera quindi
su base monetaria e le sue valutazioni sono sostanzialmente prive di
convenzionalità e poco soggette a variazioni oltretutto questo complica ancora di
più la cosa i termini usati sicurezza il rischio sono nell'accezione comune intesi
e utilizzati impropriamente la sicurezza e intesa è utilizzata come sinonimo di
certezza non lo è dire che una costruzione sicura non vuol dire che con certezza
probabilità uguale a 1 non si danneggerà e al limite non crollerà ma solo che ha
probabilità nota è maggiore di un limite prefissato ma sempre minore di 1 di non
danneggiarsi o non crollare il rischio è inteso e utilizzato come sinonimo di
pericolo non lo è il pericolo è rappresentato da un fenomeno fisico ad esempio il
sisma di cui si può valutare la probabilità che accada con determinata intensità in
un determinato periodo di tempo ma il sisma il fenomeno fisico solo se fronteggiato
è affrontato produce danni il rischio guidi è proprio la misura monetaria dei danni
che la affrontare quel pericolo può produrre tutte le grandezze dette sono
aleatorie il professionista si sa che progetti la sicurezza sismica ad una nuova
costruzione sia che valuti il rischio sismico ad una costruzione esistente si pone
esattamente le stesse domande uso e ambiente cosa chiederanno domanda alla
costruzione a queste richieste capacità come rispondere alla costruzione come detto
sia la domanda che la capacità sono grandezze aleatorie sia che si progetti sia che
si valuti le incertezze sulla domanda sono le stesse nella capacità invece le
incertezze se si progetta nascono dal passare dalla costruzione ideale il modello
numerico alla reale la realizzazione in quanto non si ha certezza che le grandezze
geometriche e meccaniche impiegate nel progettare siano conseguite nel realizzare e
quindi le incertezze risiedono nei materiali e nelle dimensioni dell'oggetto
prodotto del valutare invece nascono al passare dalla costruzione reale come
realizzata alla costruzione ideale come descritta dal modello numerico della
valutazione risiedono quindi nel modello di valutazione la sicurezza vuole che la
capacità sia almeno pari alla domanda e accetta una probabilità che la capacità sia
minore o uguale dalla domanda piccola quanto si vuole la chiama probabilità di
fallimento e fissa per questa probabilità di fallimento un limite massimo che viene
accettato in generale il limite massimo la probabilità di fallimento che accettiamo
e dell'ordine di 1 su 1.000.000 1 per 10 a meno sei in realtà questo che cosa ci
farebbe pensare ci farebbe pensare che se abbiamo un milione di costruzioni in un
anno ci sarà un collasso su questo milione in realtà i collassi sono molto più
frequenti sono circa mille volte più frequenti questo perché perché abbiamo a che
fare con costruzioni non robuste e quindi i carichi inattesi i carichi eccezionali
gli errori di esecuzione e di progettazione sommando si producono questi collassi
così più numerosi tutto questo produce poi da un lato che ci si meravigli andando a
vedere edifici antisismici dopo la venuta del terremoto che abbiano danni o al
limite siano crollati proprio perché non sia chiaro il fatto che la sicurezza è una
sicurezza probabilistica quindi non è assolutamente certezza non è assolutamente
impossibile che venga violata dall'altro si invocano spesso scuole e case più
sicure ma senza chiedersi a quale prezzo il paese ha il denaro necessario per
permettersi questa maggiore sicurezza sarebbe comunque ragionevole farlo