Sei sulla pagina 1di 432

Il Cinema Bologna

23 giugno
Ritrovato
XXXII edizione
1 luglio
2018

Il Cinema Ritrovato 2018 è dedicato alla memoria di


Ermanno Olmi, Pierre Rissient e Vittorio Taviani
SOSTENITORI MAIN SPONSOR CON IL CONTRIBUTO DI

SPONSOR

IN COLLABORAZIONE CON

AUTO UFFICIALE MEDIA DIGITAL


DEL FESTIVAL PARTNER PARTNER
Promosso da / Promoted by Consiglieri / Advisors: Gina Agostini, Marco Anna Zucchini, Claudia Menzella (Cineteca di
Fondazione Cineteca di Bologna Bellocchio, Adriano Di Pietro, Marco Marozzi Bologna)
Ente Mostra Internazionale del Cinema Libero Il Cinema Ritrovato Kids e Young: Narges Bayat,
Elena Frassineti, Elisa Giovannelli, Simone
Sostenitore / Supporter IL CINEMA RITROVATO 2018 Fratini, Cristina Piccinini, Giuliana Valentini
The Film Foundation Stagisti / Interns: Romane Benâtre
Direttori / Directors Documentazione video / Video: Luca Palestini
Con il sostegno di / With the support of Cecilia Cenciarelli, Gian Luca Farinelli, Documentazione fotografica /
Comune di Bologna Ehsan Khoshbakht, Mariann Lewinsky Festival photographer: Lorenzo Burlando,
BE Bologna Estate Margherita Caprilli
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Comitato scientifico / Artistic Committee Responsabile autisti / Drivers coordinator:
Turismo – Direzione Generale per il Cinema Richard Abel, Peter Bagrov, Peter Becker, Giuseppe Catania
Regione Emilia-Romagna – Assessorato alla Janet Bergstrom, Kevin Brownlow, Gian Piero Accoglienza / Reception: Bernardo Galasso
Cultura Brunetta, Ian Christie, Lorenzo Codelli, Eric de
Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna Kuyper, Bryony Dixon, Jean Douchet, Shivendra Coordinamento personale di sala /
Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna Singh Dungarpur, Bernard Eisenschitz, Alexander Theatre personnel coordinator: Nicoletta Elmi
Europa Creativa – Programma MEDIA Horwath, Aki Kaurismäki, Dave Kehr, Hiroshi Coordinamento Cinema Arlecchino /
Komatsu, Martin Koerber, Miguel Marías, Coordinators: Claudia Giordani, Andrea Ponzecchi
Main sponsor Nicola Mazzanti, Mark McElhatten, Olaf Coordinamento Cinema Jolly / Coordinators:
Gruppo Hera Möller, Alexander Payne, Chema Prado, Elif Mattia Ricotta, Carolina Rorato Guarienti
Rongen-Kaynakçi, Jonathan Rosenbaum, Thelma Coordinamento Sala Mastroianni / Coordinators:
Sponsor Schoonmaker, Martin Scorsese, Jon Wengström Valentina Ceccarani, Andrea Peraro
Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna Coordinamento Sala Scorsese / Coordinators:
Mare Termale Bolognese Comitato di programmazione Elena Correra, Andrea Alessandro La Bozzetta
Groupama Assicurazioni Programming Committee Coordinamento Auditorium – DAMSLab /
Ottica Garagnani Guy Borlée, Roberto Chiesi, Paola Cristalli, Anna Coordinators: Eleonora Muzzi, Alessandro Zanella
Fiaccarini, Goffredo Fofi, Andrea Meneghelli, Coordinamento Piazza Maggiore / Coordinators:
Con la collaborazione di / In collaboration with Paolo Mereghetti, Emiliano Morreale, Davide Silvia Fessia, Paolo Pellicano
EnERgie Diffuse Pozzi, Elena Tammaccaro Coordinamento Piazzetta Pasolini / Coordinator:
Fondazione Teatro Comunale di Bologna Alessandro Zanella
Mitteleuropea Orchestra Coordinatore del festival / Festival Coordinator Coordinamento Cantiere Modernissimo /
Alma Mater Studiorum – Università di Bologna Guy Borlée Coordinators: Fabio Arcifa, Armando Comini,
Istituto Confucio – Università di Bologna Tommaso Mammone
Ambasciata di Svezia Staff Personale di sala / Theaters staff: Marco Coppi,
L’Immagine Ritrovata Ricerca film e movimentazione pellicole / Ignazio di Giorgi, Valentina Parilli, Vania
Biblioteca Salaborsa Film research and traffic coordinators: Silvia Fessia, Stefanucci
Bologna Welcome Eleonora Muzzi, Paolo Pellicano, Andrea Peraro,
Alliance Française Bologna con l’assistenza di / with Giovanni Gatto Operatori / Projectionists: Alessandra Beltrame,
Libreria Coop Ambasciatori Ospitalità e accrediti / Guest office: Marla Moffa, Stefano Bognar, Alessio Bonvini, Giampaolo
SUB-TI Limited London Marcella Natale, con l’assistenza di / Carozzo, Matteo Ferrantino, Eugenio Marzaduri,
Dynamo with Gloria Bettoni Marco Morigi, Pietro Plati, Cristian Saccoccio,
Cotabo Prenotazioni alberghiere a cura di / Irene Zangheri. Coordinamento / Coordinator:
T-per Hotel reservations by: Bologna Welcome Antonino Di Prinzio
Ufficio stampa / Press office: Andrea Ravagnan Revisione pellicole / Film revision: Alfredo Cau,
Digital Partner con l’assistenza di / with Chiara Checcaglini Luca Miu, Renato Zorzin
Craq Design Studio Sito web / Web-site: Alessandro Cavazza
con l’assistenza di / with Gianluca De Santis Coordinamento traduzioni / Translation
Auto ufficiale del festival / Festival Official Car Social media manager: Matteo Lollini coordinator: Paolo Pellicano con l’assistenza di /
Volvo Cars Affari generali / General affairs: Rossana Mordini with Silvia Zoppis
con l’assistenza di / with Dianora Hollmann Sottotitoli elettronici cinema Arlecchino, Jolly e
Media Partner Relazioni internazionali / International relations: Piazza Maggiore / Electronic subtitling:
Rai Radio 3 Cecilia Cenciarelli Cristiana Querzè per SUB-TI Limited London
Segreteria generale / Secretariat: Eva Lorenzoni Sottotitoli elettronici Cinema Lumière,
FONDAZIONE CINETECA DI BOLOGNA Promozione e Fundraising / Promotion and Modernissimo e Auditorium – DAMSLab /
Presidente / President: Marco Bellocchio Fundraising: Alice Marzocchi, Sara Rognoni Electronic subtitling: Silvia Arseni, Sara Bellavia,
Consiglio di amministrazione / Board of Directors: (Cineteca di Bologna), Paola Abruzzese, Francesca Bertelli, Giulia Casadei, Elena
Valerio De Paolis, Alina Marazzi Patrizia Semeraro (MEC&Partners) Castellani, Carlotta Cristiani, Sofia Degli Esposti,
Direttore / Director: Gian Luca Farinelli Ufficio editoriale / Publishing department: Chiara Ferrari, Eleonora Giardina, Beatrice
Fondatore / Founder: Comune di Bologna Alice Autelitano, Alessandro Cavazza, Paola Lorenzini, Margherita Martinelli, Claudia
Sostenitori / Supporters: Gruppo Hera Cristalli con l’assistenza di / with Mara Carotti e Marulo, Ada Caterina Nanni, Arianna Pacilio,
Gianluca De Santis Ugo Russo, Julia Schmitt, Sara Sciaraffa, Lucia
ENTE MOSTRA INTERNAZIONALE Supervisione allestimenti Piazza Maggiore / Tasini, Gabriella Waibel, Jamie Peter Watkins,
DEL CINEMA LIBERO Set-up supervision: Enrica Serrani, Laura Berrini Giulia Zappaterra
Fondatori / Founders: Cesare Zavattini, Leonida Supervisione allestimenti Cantiere Modernissimo Traduzioni simultane / Simultaneous
Repaci, Bruno Grieco / Set-up supervision: Alice Marzocchi interpretation: Donatella Betti Baggio, Stefania
Consiglio direttivo / Board of Directors: Gian Amministrazione / Administration: Beatrice Del Buono, Paola Paolini, Elisa Serra, Elena
Paolo Testa (Presidente / President), Chiara Lorenzini, Anna Rita Miserendino (Ente Mostra Tomassini, Maura Vecchietti
Segafredo (Vice Presidente / Vice President), Internazionale del Cinema Libero), Maria Paola Supporto alle traduzioni / translations support:
Luciano Pinelli (Vice Presidente / Vice President) Chiaverini, Silvia Pagani, Davide Pietrantoni, Juozas Alminas, Sarah Baer, Romane Benâtre,
Mara Carella, Marianna Crisostomo, Isabella Parole e voci dal Festival Preservation Alliance); Tiffany Kilgore (Cinema
de Leo, Evelin Lopez, Laura Reboredo Raposo, Coordinamento / Coordinator: Luisa Ceretto Management Group); Dora Moreno Brizuela
Giulia Sedassari, Melle van Maanen (Cineteca Nacional México); Stanislaw Bardadin
Per la rassegna Napoli che canta, si ringrazia / Cinefilia Ritrovata (Cyfrowe Repozytorium Filmowe); Eric Le
For the programme Songs of Naples we’d like to Blog a cura di / Blog curated by: Roy Menarini Roy, Beatrice De Pastre, Caroline Patte (CNC
thank: Laura Di Bianco, Audrey Fastuca e Janet realizzato da / by: Craq – Centre national du cinéma et de l’image
Gomez (Johns Hopkins University) animée); Tim Lanza (Cohen Film Collection);
Francesca Bruni, Felice Monaco (Comune di
Assistenza film e video / Film and Video CATALOGO Bologna); Peter Becker, FumikoTakagi, Lee
Assistance: Microcine di Andrea Piccinelli Il catalogo della XXXII edizione del Cinema Kline (Criterion Collection); Felice Laudadio,
Service audio e luci Piazza Maggiore / Ritrovato è un progetto editoriale della Daniela Currò, Laura Argento, Maria Coletti
Sound and Light Service: BH Audio Fondazione Cineteca di Bologna (CSC – Cineteca Nazionale); Thomas C.
Service audio Piazzetta Pasolini / Audio service: Supervisione / Supervising editor: Christensen (Danske Filminstitut); Thomas
56 Service Gian Luca Farinelli, Mariann Lewinsky, Worschech (Deutsches Filminstitut); Martin
Service traduzioni simultanee / Simultaneous Cecilia Cenciarelli, Ehsan Khoshbakht Koerber, Anke Hahn (Deutsche Kinemathek –
Translation Service: Videorent Cura editoriale / Editors: Alice Autelitano, Museum für Film und Fernsehen); Shivendra
Allestimento schermo / Screen set-up: CPI Tagliati Alessandro Cavazza, con la collaborazione di / Singh Dungarpur (Dungarpur Films); Justine
Allestimenti / Set-up: Electraservice di Roberto in collaboration with Mara Carotti e Gianluca Potier, Elise Tokuoka (ECPAD – Agence
Buttarelli De Santis d’Images de la Défense); Claude-Éric Poiroux
Distribuzione elettrica / Electricity distribution: Coordinamento / Coordination: (Europa Cinemas); Elif Rongen-Kaynakçi,
Ciem srl Alice Autelitano e Guy Borlée Marleen Labijt (EYE Filmmuseum); Christophe
Responsabile sicurezza di cantiere / Ricerche immagini / Images search: Dupin (FIAF); Nikolaus Wostry, Anna
Site Safety Manager: ing. Giorgia Predari Alessandro Cavazza, Giuliana Cerabona, Dobringer (Filmarchiv Austria); Gary Vanisian
Security Piazza Maggiore: Magnum Service Rosaria Gioia, Emiliano Lecce, Eleonora Muzzi (Filmkollectiv Frankfurt), Ana Gallego, Carlos
Si ringraziano per la collaborazione alla ricerca Reviriego (Filmoteca Española); Elżbieta Wysocka
delle immagini / Special thanks for images search (Filmoteka Narodowa); Laurence Braunberger
NON SOLO FILM to: Cinémathèque suisse, Cinémathèque Royale (Les Films du Jeudi); Margaret Bodde, Jennifer
NOT ONLY FILMS de Belgique, BFI – National Archive, EYE Ahn, Kristen Merola, Rebecca Wingle (The
Filmmuseum, Fondation Jérôme Seydoux- Film Foundation); Antti Alanen, Boris Vidovic
FIAF Film Restoration Summer School Pathé, Museo Nazionale del Cinema di Torino, (Kansallinen audiovisuaalinen instituutti); Jérôme
A cura di / Curated by: Davide Pozzi, Elena Academy Film Archive, Archivio Maurizio e Sophie Seydoux, Stéphanie Tarot, Stéphanie
Tammaccaro, Gian Luca Farinelli Baroni, Lobster Films, Institut Lumière, Fox, Salmon (Fondation Jérôme Seydoux-Pathé);
Coordinamento / Coordinator: MoMA, Cinémathèque française Fulvio Macciardi, Mauro Gabrieli, Stefania
Elena Tammaccaro, con l’assistenza di / with Baldassarri, Vittoria Fontana, Luca Gandini,
Charlotte Oddo, Valeria Bigongiali Traduzioni / Translations: Pierre Hodgson, Euro Lazzari, Pier Gabriele Callegari (Fondazione
In collaborazione con / In collaboration with: Alex Marlow-Mann, Annachiara Masetti Teatro Comunale di Bologna); Louise Paraut
L’Immagine Ritrovata Calzolari, Alexandra Tatiana Pollard, Eoghan (Gaumont); Manuela Padoan, Agnès Bertola
Price, Iante Roach, Manuela Vittorelli e / and (Gaumont Pathé Archives); Vyacheslav Telnov,
Europa Cinemas Audience Development & Alice Autelitano, Alessandro Cavazza, Cecilia Yulia Belova Oleg Bochkov (Gosfilmofond
Innovation Lab Cenciarelli, Elena Correra, Paola Cristalli of Russia); György Ráduly (Magyar Nemzeti
From Spaces to Places: Making the Cinema a Place Un ringraziamento a / Thanks to: Filmarchívum); Serdal Dogan (Güney Films);
for People and Communities Antti Alanen e Janet Bergstrom Thierry Frémaux, Maelle Arnaud (Institut
Seminario di formazione per esercenti europei / Grafica / Graphic Design: Mattia Di Leva, Lumière); Fabrizio Campioni, Roberto Cicutto
Training Sessions for European Exhibitors condotto Davide Zomer, Valentina Marcon, Giovanni (Istituto Luce – Cinecittà); Ben Crossley-Marra
da / led by Madeleine Probst (Watershed, Gb) con Volpe per LOstudio (Janus Films); Mike Mashon, Rob Stone,
/ with Hrvoje Laurenta (Kino Europa, Croazia), Lynanne Schweighofer (Library of Congress);
Daniel Sibbers (Yorck Kinogruppe, Germania) RINGRAZIAMENTI Romano Montroni, Giuditta Bonfiglioli
A cura di / Organised by Fatima Djoumer Ringraziamo tutti quelli che ci hanno aiutato (Librerie.coop); Serge Bromberg, Eric Lange,
(Europa Cinemas), Elisa Giovannelli (Cineteca di nella preparazione del festival / Maria Chiba (Lobster Films); Osvaldo Panaro,
Bologna) in collaborazione con / with We wish to thank all those who have helped us in Patrizia Minghetti (Marketing urbano e turismo
Sonia Ragone, Lisa Kermabon (Europa Cinemas), the festival’s preparation: – Comune di Bologna); Dave Kehr, Josh Siegel,
Narges Bayat, Giuliana Valentini Schawn Belston, Victoria Stevenson (20th Katie Trainor (MoMA); Ernst Szebedits, Anke
Century Fox); Michael Pogorzelski, Heather Wilkening (Murnau Stiftung); Claudia Gianetto,
Conferenza Educazione al cinema Linville, May Haduong, Randy Haberkamp Stella Dagna (Museo Nazionale del Cinema,
e cinema di patrimonio (Academy Film Archive); Kate Guyonvarch Torino); Michal Bregant, Jeanne Pommeau
Film Education and Film Heritage (Association Chaplin); David Marriott (Arbelos); (Národni filmový archiv); Bent Bang-Hansen,
A cura di / Organized by FLICK project and Bryony Dixon, Hannah Prouse, George Watson Kjetil Kvale Sørenssen (Nasjonalbiblioteket);
CinED project (BFI – National Archive); Patrik Romano, Alice Yoshiro Irie, Masaki Daibo, Chizuru Usui
Coordinamento / coordinator: Enrica Serrani e Manfredini, Claudia Capelli, Silvia Ropa, Stefano (National Film Archive Japan); Andrea Kalas,
Giuliana Valentini D’Aquino, Loredana Acito (Bologna Welcome); Laura Thornburg (Paramount Pictures); Nicholas
L’evento è parte dei progetti FLICK e CinED Stephanie Lorenz (Bundesarchiv Filmarchiv); Varley, Jack Bell (Park Circus); Tessa Pontaud
cofinanziati dal sottoprogramma Media di Costantin Costa-Gavras, Frédéric Bonnaud, (Pathé); Shion Komatsu (Shochiku); Mark
Creative Europe programma dell’Unione Europea Céline Ruivo, Emilie Cauquy, Samantha Leroy McElhatten, Marianne Bower, Lisa Frechette
/ The event is part of the FLICK and CinED (Cinémathèque française); Nicola Mazzanti, (Sikelia Productions); Grover Crisp (Sony
projects cofunded by Media sub-program of Creative Bruno Mestdagh, Arianna Turci, Jean- Pierre Columbia); Sophie Boyer (StudioCanal); Donald
Europe, programme of European Union Dorchain, Jan Bollen (Cinémathèque Royale May, Gerald Chandler (Synapse Films); Jon
de Belgique); Frédéric Maire, André Schaublin, Wengström, Camille Blot-Wellens (Svenska
Caroline Fournier, Eve-Lauren Haftgoli Filminstitutet – Cinemateket); Hiroki Goukon
(Cinématheque suisse); Peter Conheim (Cinema (Toho); Chris Horak, Todd Wiener, Steven Hill
(UCLA Film & Television Archive); Peter Schade, Reviriego, Alexander Ross, Anna Luisa Ruoss Ilaria Magri, Monica Marcasciano, Monica
Janice Simpson (Universal Pictures); Giacomo Girod, Costanza Salvi, Heide Schlupmann, Marcotulli, Noemi Marilungo, Andrea Marino,
Manzoli (Università di Bologna); Simona Jasmine Soliman, Simon Taaffe, Kristin Miguel Martin Felipe Marquez Mendoza,
Carfagna, Ernesto Dalsasso, Nicoletta De Vecchi Thompson, Casper Tybjerg, Nicholas Varley, Tom Roberta Martinelli, Silvia Martini, Margherita
(Videa Spa); Ned Price (Warner Bros.); Maurizio Vincent, Edouard Waintrop, Silvia Weimar Martini, Claudia Marulo, Francesca Masetti,
Baroni, Aboubakar Sanogo. Laura Mastellaro, Diego Mastromatteo, Chiara
Per la spilla degli amici di Pierre Rissient si I volontari del Cinema Ritrovato 2018 Matteuzzi, Flavia Mazzarino, Denis Mellinato,
ringrazia il Telluride Film Festival. Il Cinema Ritrovato 2018 Volunteers Mariachiara Mengoli, Alice Mériaux, Marco
Ringraziamo di cuore tutta la squadra di volontari Mignardi, Gaia Militello, Carlo Milizia, Carlotta
Cinema Arlecchino: Claudio Cioffi, Giorgio che ha offerto tempo e passione alla nostra causa Millo, Maria Luisa Miraglia, Clelia Moccia,
Ferrero, Manuele Marini, Margherita Vita e ha reso migliore Il Cinema Ritrovato Jacopo Mochet, Theodora Moisescu, Maria
Cinema Jolly: Enrico Baraldi, Fabrizio Caravona, Our deepest thanks to a great team of volunteers Aurora Montalbano, Giusy Montedoro, Iside
Giorgio Gambetti, Carolina Rorato Guarienti who devoted their time and passion and made Il Mora, Matilde Morara, Jacopo Moretto, Maria
DAMSLab (Alma Mater Studiorum – Università Cinema Ritrovato better Francesca Mortati, Alkmini Mouratidou, Blanka
di Bologna e Dipartimento delle Arti): Coordinamento volontari / Volunteers Nádai, Sofia Nadalini, Livia Nardone, Mathilde
Michela Giorgi, Roberta Paltrinieri, Bruno Soro, coordinators: Marcella Natale, Marla Moffa, Narros, Margherita Odasso, Emily Ollerenshaw,
Massimo Vaccari Nicoletta Elmi, Alice Marzocchi, Paolo Pellicano Matilde Orsi, Oyku Beliz Ozturk, Roberto
Articolture: Fabrizio Cabitza, Valentina Ferretti, e Mattia Ricotta Pagano, Marzia Palatiello, Annalinda Palmisano,
Stefania Marconi Volontari / Volunteers: Alessandra Agate, Lorenzo Elisabetta Seconda Palomba, Passanisi Paolo,
Un caloroso ringraziamento per la disponibilità e Aimo, Antonio Alliegro, Alessandra Altomare, Patrizia Papandrea, Paola Paradiso, Claudia
a professionalità allo staff di / Our warmest thanks Matilde Alvino, Mattia Alviti, Lisa Maria Pia Pasquandrea, Matteo Pastorello, Andrea
to the efficient and truly professional staff of: Ambros, Riccarda Amigoni, Gabriele Acona, Pedrazzi, Alessandro Pelliconi, Raffaella Perri,
Laboratorio L’Immagine Ritrovata, Settore Laura Anselmi, Veronica Antonelli, Carmen Matilde Pieraccini, Angela Pinta, Tommaso
Cultura e Settore Turismo del Comune di Antonuccio, Sara Arcidiacono, Rosita Asta, Pioli, Paolo Pirani, Marina Pratesi, Emanuela
Bologna, Bologna Welcome; e allo staff e ai Veronica Asunis, Zeynep Ayasligil, Antonella Pugliese, Bianca Quaresimin, Susanna Quercia,
proprietari di / and to the staff and the owners of: Babbone, Rubis Bachelet, Sara Baldari, Rosalia Sofia Radin, Paolo Radin, Marta Renda, Claudio
Cinema Arlecchino e Cinema Jolly. Balsamo, Lucia Baroni, Enrico Battarra, Silvia Renzetti, Martina Resta, Francesca Riccio, Anna
Ringraziamo anche i funzionari di / We would also Battocchio, Allegra Bell, Federico Benuzzi, Rizzuto, Giulia Rocca, Carmen Roma, Claudio
like to thank Ministero dei Beni e delle Attività Francesca Bertelli, Francesca Bertinato, Davide Rossello, Simona Rossodivita, Livia Russell, Ugo
Culturali e del Turismo – Direzione Generale Bianchi, Enrico Bifulco, Giuditta Bignami, Russo,Rosalba Sacco, Tiziana Salomone, Anna
per il Cinema, Regione Emilia-Romagna – Marco Binotto, Ilenia Bocchi, Mirko Bonezzi, Salvoni, Ludovica Santoni, Giada Sartori, Davide
Assessorato alla Cultura, Comune di Bologna, Maria Laura Bortolini, Laura Branca, Maria Sberna, Chiara Schiavone, Julia Schmitt, Noemi
Programma Europa Creativa Media dell’Unione Teresa Brintazzoli, Barbara Angela Bulf, Laura Sciuto, Bianca Scolamiero, Rossella Scuderi,
Europea, Fondazione del Monte di Bologna Cabezas Vega, Diletta Caimmi, Egidio Candela, Giulia Silano, Irene Silvera Frischknecht, Viviana
e Ravenna, Fondazione Carisbo, senza i quali Yadi Cao, Francesca Capone, Gianluca Caprara, Simoni, Francesco Spagnol, Lucrezia Staccoli,
questo festival non si sarebbe potuto realizzare Emma Capulli, Giada Carlini, Sara Caruso, Maria Stuarda, Lisa Taddeucci, Vanessa Tavano,
/ without whom this festival would not have been Chiara Casalone, Clelia Casiello, Arianna Claudia Tedeschi, Vittoria Torsello, Edoardo
possible Castellazzi, Giuseppe Catania, Francesca Tosato, Davide Troncossi, Matteo Urbani,
Cavallo, Maria Cavrini, Carlotta Centonze, Francesca Valdinoci, Giulia Vecchiato, Alessandra
Desideriamo esprimere il nostro più caloroso Rita Ceraldi, Gabriele Cerqueglini, Erik Cilia, Vietina, Giulietta Vincitorio, Daria Vita Fede,
ringraziamento ai Sostenitori Il Cinema Ritrovato Domenica Coccia, Judy Cohen, Igor Colussi, Lisa Wehrstedt, Glesni Williams, Paola Zaffiri,
We would like to extend our warmest thanks to Il Giulio Contino, Federica Cracchiolo, Annamaria Alessandro Zanchi, Violetta Zardadi, Federica
Cinema Ritrovato’s Supporters Cristofaro, Cristiana Cugia, Büşra Ilayda Dağ, Zerbo, Giovanna Ziello, Lucy Zimanglini, Alice
Elisa Dal Pozzo, Ivana Damiano, Angelo D’Anna, Zucchini, Eleonora Zuelli
Sostenitori Rita Hayworth Gaetano De Virgilio, Nadia Del Frate, Kleita
Rita Hayworth Supporters Dema, Saco Dhondt, Andreas Di Bello, Lidia
Peter Becker, Matthew Bernstein, Natalie Di Cerbo, Gaia Di Cicco, Roberto Di Lao, Sara
Bernstein, Jean-Pierre Berthomé, Gian Piero Di Lieto, Emanuele Di Luccio, Marta D’Orto, LEGENDA
Brunetta, Robert Byrne, Kate Guyonvarch, Helène Mazzetti Dobson, Luca Driol, Beatrice [traduzione letterale / literal translation]
Mariann Lewinsky, Nicola Mazzanti, John Ptak, Elespini, Silvia Eleuteri, Gabriele Evangelista, T. it.: titolo italiano / Italian title
Anu Rangachar, David Stenn, Cynthia Walk Alice Fabbri, Sara Facchini, Andreas Faccioli, T. int: titolo internazionale / International title
Renata Fai, Arianna Felicissimo, Bianca Ferrari, T. ing.: titolo inglese / English title
Sostenitori Marcello Mastroianni Miriam Ferrieri, Gemma Ferriero, Mélinda T. alt.: titolo alternativo / alternative title
Marcello Mastroianni Supporters Feuillepain, Alice Fiasconaro, Erika Fiorino, Sog.: soggetto / story
Antti Alanen, Natacha Aubert, Ugo Baistrocchi, Enrica Fontana, Federico Fortini, Nina Fortuna, Scen.: sceneggiatura / screenplay
Alan Bayersdorfer, Paolo Benvenuti, David Barresi Francesca, Alessio Gagliardi, Sharon F.: fotografia / cinematography
Bordwell, Brown University in Bologna, Oksana Galfrè, Gian Luca Gandolfi, Maria Gara, Silvia M.: montaggio / editing
Bulgakowa, Adrian Michael Campi, Pierre Gatti, Raffaele Gatto, Lucia Gavelli, Simone Scgf.: scenografia / set design
Carrel, Carlo Cresto-Dina, Elena Dagrada, Helen Genghini, Marta Gerola, Chiara Gerpini, Mus.: musica / music
Day-Mayer, Hervé Dumont, Scott Foundas, Maddalena Ghiotto, Amanda Giangiorgi, Ass. regia: assistente alla regia / assistant director
Donatello Fumarola, Geoffrey Gardner, André Giuliano Giugno, Tanor Gomes, Lourdes Int.: interpreti / cast
Gaudreault, Martin Girod, Karola Gramann, Vilcarromero, Arianna Grasseri, Claudia Prod.: produzione / production
Ellen Harrington, Lisa Haven, James E. Healy, Grimaldi, Juliette Grinberg, Sofia Ana Guerero L.: lunghezza / length (l. orig.: lunghezza originale
Kajsa Hedstrom, Jan Holmberg, Peter Hourigan, Minaya, Francesco Guerroni, Marco Internicola, / original length)
George Latymer, Sam Livingstone, Lucien Matteo La Rosa, Augusta Lanzafame, Gabriele D.: durata / running time
Logette, David Mayer, Claire-Lise Mayor Aubert, Lazzari, Vittoria Leardini, Lorenzo Garolla Di f/s: fotogrammi al secondo / frames per second
dedicato ad Anna Nataloni, Johan Nordstrom, Bard, Han Li, Daniele Liggeri, Mario Lipuma, Bn.: bianco e nero / black and white
Margaret Parsons, Walter Plaschzug, Riccardo Maria Elena Lorrai, Lynda Lugaro, Claire Col.: colore / color
Pradella, James Quandt, Roy Rajendra, Carlos Macary, Eloisa Magiera, Carlotta Magistris, Da: provenienza / from
INDICE
CONTENTS

Perché quattro? / Why Four? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9


Gian Luca Farinelli

Guida al Cinema Ritrovato 2018 / Guide to Il Cinema Ritrovato 2018 . . . . . . . . . . . . . . 11


Cecilia Cenciarelli, Gian Luca Farinelli, Ehsan Khoshbakht, Mariann Lewinsky

LA MACCHINA DEL TEMPO / THE TIME MACHINE

1898: cinema anno tre / 1898: Year Three of Cinema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

Cento anni fa: 1918 / A Hundred Years Ago: 1918 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40

Arrigo Frusta: l’officina della scrittura


Arrigo Frusta and the Writing Workshop . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 80

Napoli che canta. Omaggio a Elvira Notari e Vittorio Martinelli


Song of Naples. Tribute to Elvira Notari and Vittorio Martinelli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102

Progetto Keaton / The Keaton Project . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 118

Documenti e documentari / Documents and Documentaries . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 126

LA MACCHINA DELLO SPAZIO / THE SPACE MACHINE

Yılmaz Güney, speranza disperata


Yılmaz Güney, Despair of Hope . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 150

Seconda Utopia: 1934 – L’età dell’oro del cinema sonoro sovietico


Second Utopia: 1934 – The Golden Age of Soviet Sound Film . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 156

Cinemalibero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 168

La rinascita del cinema cinese (1941-1951)


The Rebirth of Chinese Cinema (1941-1951) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 182

IL PARADISO DEI CINEFILI / THE CINEPHILES’ HEAVEN

Ritrovati e Restaurati / Recovered and Restored . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 202

Marcello Come Here: Mastroianni Ritrovato (1954-1974)


Marcello Come Here. Mastroianni Rediscovered (1954-1974) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 286

William Fox presenta: riscoperte dalla Fox Film Corporation


William Fox Presents: Rediscoveries from the Fox Film Corporation . . . . . . . . . . . . 302
Oltre lo specchio della vita: i film di John M. Stahl
Immortal Imitations: The Cinema of John M. Stahl . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 318

Marcello Pagliero, l’italiano di Saint-Germain-des-Prés


Marcello Pagliero, the Italian of Saint-Germain-des-Prés . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 328

Luciano Emmer 100: l’arte dello sguardo


Luciano Emmer 100: The Art of Gazing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 336

Alla ricerca del colore dei film: Technicolor & Co.


In Search of Color: Technicolor & Co. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 354

I colori del Cinema Ritrovato 2018 / Il Cinema Ritrovato’s Colours 2018 . . . . . . . . 369

La donna con la Kinamo: Ella Bergmann-Michel


The Woman with the Kinamo: Ella Bergmann-Michel . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 385

Cécile Decugis, montatrice e cineasta


Cécile Decugis, Editor and Filmmaker . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 393

Il Cinema Ritrovato Kids & Young . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 399

NON SOLO FILM / NOT ONLY FILMS

FIAF Film Restoration Summer School . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 408

Il Cinema Ritrovato Dvd Awards – XV edizione


Il Cinema Ritrovato Dvd Awards – 15th Edition . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 409

XVI Mostra mercato dell’editoria cinematografica


16th Il Cinema Ritrovato Book Fair . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 412

Otto libri sotto le stelle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 412

Dream Makers. Come i produttori hanno fatto grande il cinema italiano


Dream Makers. Italian cinema and Its Great Producers . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 413

Alfredo Capitani. Precursore dei pittori del cinema


Alfredo Capitani. A Precursor of Painting for Cinema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 414

Europa Cinemas Audience Development & Innovation Lab . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 415

Educazione al cinema e patrimonio cinematografico


Film Education and Film Heritage . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 417

Workshop Cinematek and MoMA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 418

I musicisti / The Musicians . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 419

Indice dei film / Film Index ............................................................... 425

Indice dei registi / Directors Index . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 426


Teatro diurno Arena del Sole in occasione della centesima rappresentazione di La figlia di Jorio
Anonimo, 1904 (coll. Miscellanea Ottocento – Cineteca di Bologna)
PERCHÉ QUATTRO?
Why Four?
Gian Luca Farinelli

Dal 17 settembre del 2014, insieme a Gian Paolo Testa e a Ever since 17 September 2014, we have been contemplating
Marco Bellocchio, presidenti della Mostra del Cinema Libe- the future of Il Cinema Ritrovato and who shall direct it. It
ro, che è proprietaria del festival, e della Cineteca che ne è la is something we have been considering with Gian Paolo Tes-
promotrice, riflettiamo su come proseguire la storia del Ci- ta, President of La Mostra del Cinema Libero, under whose
nema Ritrovato, a chi affidarne la direzione. La scomparsa di auspices the festival falls, and Marco Bellocchio, President of
Peter von Bagh ha lasciato un grande vuoto, che in questi anni the Cineteca, which promotes the festival. The loss of Peter von
abbiamo cercato di colmare grazie a una comunità di amici, Bagh left an enormous void which we have tried to fill with
storici, registi, organizzatori culturali con cui abbiamo dato the help of our community of friends, historians, directors and
vita a un’esperienza inedita di direzione condivisa. Dopo tre cultural event organizers. With them we have started a new ex-
edizioni vitalissime (e di grande successo) abbiamo voluto fare perience of co-directing the festival. After three exuberant (and
un passo avanti, mantenendo il comitato scientifico e quel- successful) editions, we wanted to move forward, keeping the
lo di programmazione, ma creando, per la prima volta dopo Artistic and Programming Committees intact but creating a
Peter von Bagh, una nuova direzione. Abbiamo immaginato new directorship for the first time after Peter von Bagh. We
una formula fuori moda e figlia della storia del nostro festival. envisioned an outdated formula that is the also the offspring of
Il presente è dominato dall’ossessione dell’Io, dell’esperienza our festival’s history.
unica e irripetibile. Il Cinema Ritrovato lavora sui tempi An obsession with the first person, I, and with the unique and
lunghi, sulla profondità, si realizza grazie alla condivisione individual experience dominates the present. Il Cinema Ritro-
della conoscenza. Come la mostra Lumière! ci ha insegnato, vato works with a longer, deeper concept of time, and it comes
il cinema è nato dalla parola noi. Auguste e Louis, i due about through sharing knowledge. Just as the exhibition Lu-
inventori/cineasti, riprendono i loro operai che escono dalle mière! taught us, cinema was born from the word we. Auguste
officine Lumière. Il cinématographe batte il Kinetoscopio, and Louis, the two inventors/filmmakers, filmed their workers
perché offre la possibilità di vivere ‒ insieme ‒ la bellezza di coming out of the Lumière facility. The cinématographe beat
un’arte nuova, che presto tutti potranno e vorranno cono- the Kinetoscopio because it made it possible to experience ‒ to-
scere. Qual è il primo ricordo che ognuno di noi porta con gether ‒ the beauty of a new art that soon everyone would be
sé del Cinema Ritrovato? La magia delle serate in Piazza able to and would want to see. What is the first memory that
Maggiore, la condivisione di uno spazio pubblico, creato all of us have of Il Cinema Ritrovato? The magic of evenings in
per stare insieme, per godere di film bellissimi. Il suono Piazza Maggiore, sharing a public space, created for being to-
magico di migliaia di persone che ridono all’unisono di un gether, to enjoy wonderful films. The magic sound of thousands
film di cento anni fa, il silenzio di migliaia di persone che si of people who laugh in unison to films from a hundred years
commuovono davanti a film che provengono da mondi ed ago; the silence of thousands of people who are moved by movies
epoche lontane, eppure che sentiamo così vicini, così capaci that come from distance places and distant times, and yet that
di raccontare le nostre esperienze umane. seem so close to us in their ability to portray our experiences.
L’immagine qui a fianco mi ossessiona da molto tempo. È The image shown here has haunted me for some time. It was
stata scattata in un teatro diurno di Bologna, l’Arena del taken at a daytime theatre in Bologna on 9 August 1904, to
Sole, il 9 agosto 1904, per festeggiare la centesima rappre- celebrate the one-hundredth performance of Gabriele D’An-
sentazione di La figlia di Iorio, di Gabriele D’Annunzio. nunzio’s La figlia di Iorio. It could be for the number of eyes
Sarà anche per il numero di sguardi, ma questa immagine that this picture speaks to me about a world without cell phones,
mi parla, mi racconta di un mondo senza cellulari, smar- smartphones, tablets, a world where people had time to pay at-
tphone, tablet, un mondo dove le persone avevano il tempo tention, to look at a photographer on stage who wanted to take
per essere attente, per guardare tutti insieme, senza distra- their picture, altogether and without distraction.
zioni, un fotografo in scena che voleva ritrarli. This photograph tells us much more. It shows us that at the
Questa fotografia ci dice anche molto altro, che a inizio No- beginning of the twentieth century theatres were filled with au-
vecento i teatri erano pieni di un pubblico di tutte le età e diences of every age and class, as we can deduce by observing

9
di tutti i censi e classi sociali, come intuiamo osservando the viewers’ attire. That is the real surprise here: early twenti-
gli abiti degli spettatori. Questa è la vera sorpresa: a ini- eth-century culture was much more universal than it is today.
zio Novecento la cultura era molto più popolare di oggi. Many thought that the Internet would have made access to
Molti pensavano che la rete avrebbe reso più democratico culture more democratic, but today we know that that is not
l’accesso alla cultura, oggi sappiamo che non è così semplice so simple or automatic. The great danger of the present is that
e automatico. Il grande rischio del presente è che la cultura culture narrows its focus only on the privileged.
riguardi sempre più solo gli abbienti. Looking at these people so close to one another, I get an idea that
Vedendo queste persone così strette le une alle altre mi sorge is connected to a question I ask myself constantly: what explains
un sospetto che deriva dalla domanda che mi faccio conti- the success of the screenings in Piazza Maggiore summer after
nuamente, come spiegare il successo, che si rinnova l’estate di summer? The magic of the venue, the large size of the screen,
ogni anno, delle proiezioni in Piazza Maggiore. La magia del the free admission, the quality of the programme, of course. But
luogo, l’enormità dello schermo, la gratuità, la qualità della what if there were also a primitive desire – which digital society
programmazione, certo. Ma se in più esistesse un desiderio is making us lose touch with – of enjoying a cultural experience
primigenio, cui la società digitale ci sta disabituando, cioè together, laughing and being moved with hundreds of other peo-
quello di godere insieme, vicini, di uno spettacolo culturale, ple we do not know. Cinema is a collective art. A film cannot be
ridendo o commuovendoci con centinaia di altre persone che made with just a director alone; making a movie requires a lot
non conosciamo. Il cinema è un’arte collettiva. Non basta un of different people, and the more different they are the better. Il
regista, per fare un film ci vogliono molte persone diverse, e Cinema Ritrovato has always been a joint-effort festival with
più sono diverse, meglio è. Il Cinema Ritrovato è sempre stato many hands, legs, eyes and hearts. Nicola Mazzanti and I im-
un festival a più mani, gambe, occhi, cuori. Nicola Mazzanti agined and created it thirty-two years ago with the support of
e io lo abbiamo creato e immaginato trentadue anni fa, grazie Vittorio Boarini (founder and director at that time of the Cine-
al sostegno di Vittorio Boarini (fondatore e allora direttore teca) and Gian Paolo Testa (the eternal President of La Mostra
della Cineteca) e Gian Paolo Testa (eterno presidente della del Cinema Libero). We shared its directorship for about fifteen
Mostra), e per una quindicina d’anni ne abbiamo condiviso years, but it grew immediately with the advice and suggestions
la direzione che però, fin dalle primissime edizioni, è cresciuta of knowledgeable friends and colleagues who wanted to create
grazie ai consigli, ai suggerimenti di amici e colleghi sapienti with us this paradoxical international festival: that looks at the
che avevano voglia di realizzare insieme a noi un festival inter- past for ideas for the future, that is limited to eight days but
nazionale paradossale: che guardando al passato fosse capace is the result of years of work, research and investigation, that
di offrirci idee per il futuro, che pur svolgendosi in otto giorni springs from great scholars but is a festival for everyone, that
potesse essere il risultato di lavori, ricerche, approfondimenti takes place in Bologna but that is international just like cinema
di anni, che nascendo da grandi studiosi potesse essere un itself, with niche and popular films, a machine moving through
festival per tutti, che si fa a Bologna, ma ha un’anima, come time and space – from the end of the nineteenth century to to-
il cinema, internazionale, che fosse esigente e popolare, una day, across not just Europe and America but also Africa, Asia,
macchina del tempo, dalla fine dell’Ottocento ad oggi e del- Latin America and beyond.
lo spazio, non solo europeo e americano, ma anche africano, Since its very first edition, the contributions of friends and com-
asiatico, latino-americano... rades ‒ starting with Enno Patalas and Fred Junck ‒ have been
Dalla prima edizione gli apporti di amici e compagni di strada fundamental to defining the identity, confines and cultural
‒ i primi sono stati Enno Patalas e Fred Junck ‒ sono diven- strategy of the festival. Over time, it has become a film museum
tati essenziali per definire l’identità, i confini, la politica cul- open for eight days and a film school for those who want to pass
turale del festival che, anno dopo anno, è diventato un museo on to contemporary audiences the wonderful legacy of films that
del cinema aperto per otto giorni e una scuola di cinema per changed our lives.
chi vuole trasmettere al pubblico di oggi quel patrimonio me- That is why starting this year Il Cinema Ritrovato will be
raviglioso di film che hanno cambiato la nostra vita. directed jointly by four people who represent diverse cultures,
Ecco perché Il Cinema Ritrovato avrà, da quest’anno, una di- approaches and ages: Cecilia Cenciarelli, Mariann Lewinsky,
rezione collettiva, quattro persone che rappresentano culture, Ehsan Khoshbakht and me. A quartet that will work with the
approcci, età diverse: Cecilia Cenciarelli, Mariann Lewinsky, heads of the festival’s various sectors, Guy Borlée and section
Ehsan Khoshbakht e io. Un quartetto che lavorerà con i re- curators with the guidance of the Artistic and Programming
sponsabili dei vari settori del festival, con Guy Borlée, con i Committees.
curatori delle sezioni, avvalendosi dei suggerimenti del Comi-
tato scientifico e di programmazione. Hurray!

Evviva!

10
GUIDA AL
CINEMA RITROVATO 2018
Guide to Il Cinema Ritrovato 2018

Cecilia Cenciarelli, Gian Luca Farinelli, Ehsan Khoshbakht, Mariann Lewinsky

Luoghi e persone People and places


Come attraversare un festival che in otto giorni propone ol- How should one negotiate a festival that, over the course of eight
tre cinquecento titoli, tra corti e lungometraggi, film di fin- days, showcases more than 500 titles (shorts, features, anima-
zione, d’animazione, documentari, realizzati in cinque con- tions, documentaries) produced on five continents between 1888
tinenti dal 1888 (una cronofotografia) a oggi? Un festival di (a Chronophotography) and the present day?
cinema è qualcosa di molto concreto (molto poco virtuale), A film festival is a concrete, rather than theoretical, thing and so
quindi iniziamo dai luoghi e dalle persone. we should begin with places and people.
L’edizione 2018 ha una novità, rispetto alle precedenti. Inizia One thing that is new about the 2018 edition is that it be-
con due antefatti, dieci giorni prima dell’apertura ufficiale, gins with two events that take place ten days before the official
lontano da Piazza Maggiore, al DOM del Pilastro e nella sala opening of the festival and far from Piazza Maggiore, in the
Centofiori di Corticella. Bologna Città Metropolitana supe- DOM in Pilastro and the Teatro Centofiori in Corticella. The
ra oggi il milione di abitanti. I cittadini che riempiono le sale metropolitan borough of Bologna is now home to over one mil-
del festival vengono da tutta la città. Da quest’anno vorrem- lion inhabitants and the citizens who fill the festival’s venues
mo che il festival cominciasse a uscire dal centro, percorren- come from all over the city. This year we would like the festival
do la periferia, e che dall’anno prossimo raggiungesse gli altri to begin to move beyond the city centre, travelling through the
centri che costituiscono l’area metropolitana di Bologna. periphery and next year arriving in other boroughs within the
Gli altri luoghi sono quelli che gli spettatori del festival già city limits.
conoscono. Piazzetta Pier Paolo Pasolini, su cui si affacciano Other locations are well known to Il Cinema Ritrovato visitors:
i due schermi del Lumière, la Biblioteca Renzo Renzi che Piazzetta Pier Paolo Pasolini, which is bordered by the two Cin-
accoglierà la Mostra mercato dell’editoria cinematografica, ema Lumière screens; the Renzo Renzi Library, which will host
l’Auditorium – DAMSLab che ospiterà convegni, le lezioni the book fair; the Auditorium – DAMSLab where conferences,
di cinema e la sezione Documenti e documentari; la Piazzetta Cinema Lessons and Documents and Documentaries will
che, durante il giorno, è ‘il’ luogo d’incontro dei festivalieri take place; the Piazzetta, which, during the day, is ‘the’ meeting
e del ‘gelato ritrovato’ e per tre sere arena all’aperto, con un place for festival goers (and renowned for its ‘gelato ritrovato’)
programma di film napoletani proiettati con un proiettore and, for three evenings, the site of a series of open air screenings
a carboni e accompagnati da musiche dal vivo. Le altre sale of Neapolitan films, screened with a carbon lamp projector and
saranno, anche quest’anno, sull’asse di via delle Lame: l’Ar- live musical accompaniment. As usual, the other cinemas can
lecchino, il Jolly (climatizzato!), la saletta Cervi. Da tre anni be found along Via delle Lame: the Arlecchino, the Jolly (with
vi parliamo del Modernissimo, progetto figlio del Cinema improved air conditioning!) and the Sala Cervi. For three years
Ritrovato e delle proiezioni in Piazza Maggiore: l’utopia di there has been talk of an additional cinema, the Modernissi-
riaprire una sala inaugurata nel 1915, chiusa ormai da decen- mo, a project born out of Il Cinema Ritrovato and the Piazza
ni, facendola tornare allo splendore originario. Ci abbiamo Maggiore screenings. The dream is to reopen a cinema first es-
messo molto più del previsto per ottenere i permessi, per tro- tablished in 1915 – but which has been closed for decades – to
vare i fondi, per attivare le gare necessarie. La buona notizia bring it back to its original splendour. It has taken us much
è che, nel frattempo, il progetto è migliorato e che a gennaio longer than we thought to obtain the permits, find the funding
dovrebbero partire i lavori. Per gli otto giorni del Cinema and issue the invitations to tender. The good news is that in the
Ritrovato abbiamo deciso di aprire il Cantiere Modernissi- meantime the project has progressed and the works should begin
mo, perché tutti possano vedere la sala prima dei lavori che in January. For the eight days of Il Cinema Ritrovato we have
la trasformeranno. Ospiterà una sezione del festival (ma su decided to open the Modernissimo construction site, so that ev-
questo ritorneremo alla fine); e intanto la faremo visitare ai eryone can see the cinema before it is transformed. It will host a

11
cittadini, agli ospiti e ai tanti amici che verranno al Cinema section of the festival (about which more later) and will be open
Ritrovato onorandolo con la loro presenza. to visits by the local population as well as the many friends and
C’è poi un luogo che, se non pioverà, useremo una sola volta, honoured guests of this edition of Il Cinema Ritrovato.
il Teatro Comunale di Bologna. Un luogo di grande bellez- Then there is a place that, if it does not rain, we will use only
za, importante per la storia della città: è il più antico teatro once: the Teatro Comunale di Bologna. A place of great beauty
pubblico italiano e anche il primo teatro lirico costruito non and importance in the history of the city, it is the oldest public
in legno. Quest’anno ospiterà una lezione di cinema unica, theatre in Italy and the first lyric theatre not made from wood.
quella di Martin Scorsese. È già venuto a Bologna nel 2005, This year it will host a unique cinema lesson by Martin Scorsese,
per ricevere dall’Alma Mater Studiorum la laurea hono- who came to Bologna in 2005 to receive an honorary degree
ris causa, ma ancora mai al Cinema Ritrovato. Se esiste lo from the Alma Mater Studiorum but has not been back since.
spettatore ideale del nostro festival, è lui, il cineasta che più If there is such a thing as an ideal spectator for our festival then
si è nutrito di cinema, che più ha fatto per il restauro e la it is he: the filmmaker who, perhaps more than any other, was
trasmissione del cinema, mosso da un’inesauribile curiosità nourished by cinema and who, driven by an insatiable curiosity
verso il lavoro di colleghi di tutte le epoche e di tutti i paesi. for the work of colleagues from all countries and eras, has done
La sua lezione avrà luogo il primo giorno del festival e illu- the most towards its restoration and dissemination. His lecture
minerà questa trentaduesima edizione. I bisnonni di Scorsese will take place on the first day of the festival and is sure to illu-
emigrarono dalla provincia di Palermo alla fine dell’Otto- minate this thirty-second edition. Scorsese’s great-grandparents
cento. Al cinema italiano ha dedicato un film che è un atto emigrated from the province of Palermo at the end of the nine-
d’amore, Il mio viaggio in Italia (1999). Era naturale che teenth century and he dedicated one of his films, My Voyage to
l’incontro fosse animato da quattro registi italiani di grande Italy (1999), to the country’s national cinema – beyond a simple
talento, Alice Rohrwacher, Valeria Golino, Matteo Garrone dedication, the film is more an act of love. Therefore, it is only
e Jonas Carpignano. natural that the meeting should be enlivened by the participa-
Scorsese porterà a Bologna anche ‘uno scrigno di film pre- tion of four very talented Italian directors: Alice Rohrwacher,
ziosi’. Da molte edizioni i restauri che promuove attraver- Valeria Golino, Matteo Garrone and Jonas Carpignano. Scors-
so la Film Foundation sono una parte essenziale del nostro ese will also bring with him a ‘treasure chest of precious films’.
programma. Quest’anno la Film Foundation (per la prima For many years, the restorations that he has promoted through
volta tra i promotori del festival) presenta quattro restauri the Film Foundation have been an essential part of our pro-
del World Cinema Project: tre film della Republic Pictures, gramme. This year the Foundation will be one of Il Cinema
tassello di un’operazione imponente, realizzata insieme alla Ritrovato’s close collaborators for the first time and will present:
Paramount, per restaurare l’opera di questo studio america- four restorations from the World Cinema Project; three films by
no specializzato nei B-movies; e un capolavoro come Detour Republic Pictures, part of an impressive project, conducted with
(1945), realizzato dal più grande dei cineasti underground, Paramount, to restore the work of this American studio special-
Edgar G. Ulmer. A suggello della sua presenza a Bologna ising in B-pictures; as well as the masterpiece Detour (1945),
Scorsese presenterà in Piazza Maggiore Enamorada (1946), made by one of the greatest underground filmmakers, Edgar
folgorante melodramma di Emilio Fernández, protagoni- G. Ulmer. Capping off his visit to Bologna, Scorsese will also
sti Pedro Armendáriz e La Doña María Félix, fotografati in present, in Piazza Maggiore, Enamorada (1946), Emilio Fer-
bianco e nero da Gabriel Figueroa. nández’s dazzling melodrama starring Pedro Armendáriz and
La Doña María Félix, with black and white cinematography
Amori by Gabriel Figueroa.
Enamorada potrebbe esser il titolo di una sezione trasver-
sale di quest’anno, perché presenteremo molti, travolgenti Loves
film d’amore. A cominciare da Settimo cielo, dove l’amore è Enamorada could be the title of a section criss-crossing this year’s
più forte di ogni ipocrisia sociale e anche della Prima guerra festival, because we will be presenting many overwhelming films
mondiale, primo film della coppia Janet Gaynor e Charles about love. To begin with, 7th Heaven, a film in which love
Farrell e summa del cinema di Frank Borzage. Un film del overcomes hypocrisy of the society and even the horror of First
1927 ci racconta la guerra che ritroveremo nella sezione Cen- World War. It was the first film to star the duo of Janet Gaynor
to anni fa dedicata, quest’anno, al 1918. Altra serata in piaz- and Charles Farrell and the peak of Frank Borzage’s career. In
za, accompagnata dalla musica dal vivo, altra storia d’amore, the section A Hundred Years Ago, this year dedicated to 1918.
questa volta impedita dalle convenzioni: Rosita (1923), film It’s a film from 1927 dealing with the Great War. On another
fino a oggi quasi invisibile, che possiamo finalmente ap- evening in the Piazza, again with live music, we can see yet an-
prezzare in tutta la sua finezza grazie al restauro del MoMA, other love story – this time one thwarted by convention: Rosita
film d’incontro tra la sensibilità europea e il nascente studio (1923), which until today was virtually invisible and which,
system hollywoodiano, primo film americano di Ernst Lu- thanks to MoMA’s restoration, we can now appreciate in all its

12
bitsch che dirige la massima star dell’epoca, Mary Pickford refinement. The film is the product of a meeting between a Eu-
(non perdetevi il delizioso Douglas Fairbanks mon histoire à ropean sensibility and the emerging Hollywood Studio system.
Hollywood, che racconta di come Doug e Mary furono la pri- It was the first American film by Ernst Lubitsch, here directing
ma coppia reale degli Stati Uniti). Film essenziale nell’opera the biggest Hollywood star of the era, Mary Pickford (don’t miss
del principe della commedia, dove, come scrive Dave Kehr, the delightful Douglas Fairbanks mon histoire à Hollywood,
“affiora il Lubitsch touch, presagio di una nuova direzione più which narrates how Doug and Mary became the first Ameri-
intima e filosofica”. Difficile tra le tante storie d’amore non can royal couple). Rosita is also an essential title in this prince
citare due capolavori che hanno al loro centro il triangolo of comedy’s oeuvre. As Dave Kehr writes, “the Lubitsch touch
amoroso, Gilda (1946) e Madame de... (1953); abissale è la emerges, the portent of a new, more intimate and philosoph-
distanza tra Rita Hayworth e Danielle Darrieux (scomparsa ical direction”. Among the many love stories, it would also be
nel 2017 all’età di cento anni), all’apice una della propria hard not to mention two masterpieces with a romantic triangle
scandalosa bellezza e l’altra di un’inarrivabile eleganza; per at their centre: Gilda (1946) and Madame de… (1953) The
entrambi questi film rimarranno il punto più alto delle loro distance that separates Rita Hayworth (in her centenary) from
carriere. Danielle Darrieux (who passed away last year after enjoying her
A proposto di ménage à trois, tra le scoperte di quest’anno centenary birthday) is enormous; the former an example of unri-
c’è il ritrovamento, avvenuto a Stoccolma, di un frammento valled elegance and the latter at her most scandalously beautiful.
di Zakovannaja Fil’moj (Nelle catene del cinema, 1918), dove For both, these films mark the high point of their acting careers.
si vede Lilija Brik che interpreta, sei anni prima di Sherlock On the subject of ménage à trois, one of this year’s finds is
Jr. e sessantasette prima di La rosa purpurea del Cairo, una the rediscovery, in Stockholm, of a fragment of Zakovanna-
ballerina che esce dallo schermo dove l’attende, per abbrac- ja Fil’moj (Shackled by Film, 1918). Here, six years before
ciarla, Vladimir Majakovskij. Un ritrovamento prodigioso Sherlock Jr. and sixty-seven years before The Purple Rose of
perché, a oggi, dell’attività cinematografica del poeta russo Cairo, Lilija Brik plays the role of a dancer who emerges from
si era salvato solo un film, La signorina e il teppista (nella the screen and into the embrace of Vladimir Majakovskij. It
sezione 1918), ma anche perché vediamo assieme Vladimir is a prodigious find both because only one film of the Russian
e Lilija, protagonisti nella vita insieme al marito di lei, Osip, poet’s film career – The Young Lady and the Hooligan (in the
di una relazione fatta di fughe, conflitti, crisi, tradimenti, 1918 section) – survives and because it shows Vladimir and
ritorni, testimoniati da una splendida corrispondenza, che Lili together. In real life, with her husband Osip, they shared a
durerà fino al suicidio del poeta. L’amore è sempre al centro relationship of escapes, conflicts, crises, betrayals and returns, as
dell’universo di John M. Stahl, di volta in volta causa di deli- testified by their splendid correspondence, which lasted until the
ri romantici o di malinconiche riflessioni. Spesso considerato poet’s suicide. Love is also at the centre of John Stahl’s world, by
‘il maestro del melodramma’, a Stahl è dedicata una delle turns eliciting romantic delirium and sobering maturity. Often
nostre retrospettive. Nei suoi film, molto più che in quelli di dubbed the master of melodrama’, the director is the subject of
altri cineasti, sono personaggi femminili di forte personalità one of our retrospectives. In Stahl’s films, more than those of any
a dominare lo schermo. other filmmaker in the festival, strong-willed female characters
Come non citare l’incantevole Pridanoe Žužuny (La dote di dominate the screen.
Žužuna, 1934, muto), una commedia sovietica che parla di Come non citare Pridanoe Žužuny (Zhuzhuna’s Dowry,
ladri di cavalli, fattorie collettive e amore. Il regista georgiano 1934, silent), a Soviet comedy about horse-thieves, collective
Siko Palavandišvili si uccise, due mesi prima dell’uscita del farms and love. Georgian director Siko Palavandišvili, two
suo film, tormentato da un amore non corrisposto. Il suo months before his film was released, torn by unrequited love,
necrologio fu scritto da Ėjzenštejn. he committed suicide. The obituary was written by Ėjzenštejn.

In mezzo In Between
Spesso la storia, a differenza dei confini disegnati a tavolino, History is often messy, unlike the borders drawn on a map. At
non è affatto netta. Almeno tre sezioni raccontano dell’insta- least three sections describe the instability of the twentieth cen-
bilità del Novecento, di come un’epoca finisce e si mescola tury, and how one era ends and bleeds into the next. By its very
nell’altra. nature, the cinema is also an unwitting testament, quickly reg-
Il cinema è per sua natura anche documento inconsapevole, istering movements that, years later, can be read as clear signs of
che registra nel tempo minimi spostamenti che, anni dopo, changes which are underway or which have already happened.
si possono leggere come segnali eloquenti del cambiamen- The Rebirth of Chinese Cinema (1941-1951) examines a
to in corso o già avvenuto. La rinascita del cinema cinese period characterised by two devastating wars – the Second Si-
(1941-1951) prende in esame un periodo attraversato da no-Japanese War which concluded with the end of the Second
due guerre devastanti, quella sino-giapponese, che si conclu- World War in September 1945, and the last phase of the Chi-
se con la fine della Seconda guerra mondiale, nel settembre nese Civil War (1946-1950) between the Kuomintang (Chinese

13
1945, e l’ultima fase della guerra civile cinese (1946-1950) Nationalist Party) led by Chiang Kai-shek and Mao Zedong’s
tra il Kuomintang, il partito cinese nazionalista guidato da Chinese Communist Party. The films in this retrospective were
Chiang Kai-shek, e il Partito Comunista Cinese di Mao Ze- produced during that unstable period and the screenplays were
dong. I film della rassegna furono realizzati durante questo frequently turned upside down to meet the demands of the new
periodo instabile e spesso le sceneggiature venivano stravolte bosses. There are films interpreted by future stars of the Com-
per seguire i voleri dei nuovi padroni. Film interpretati dalle munist regime, and others by actors about to fall into disgrace.
future star del regime comunista o da attori che stavano per Films like Zhu Shilin and Bai Chen’s Wu Jiaqi (Spoiling the
cadere in disgrazia; film, come Wu jiaqi (Matrimonio ritar- Wedding Day, 1951), which was set in Shanghai but shot in
dato, 1951) di Zhu Shilin e Bai Chen, ambientato a Shangai Hong Kong (where the troupe sought refuge), in which every-
ma girato a Hong Kong (dove la troupe si era rifugiata), nel thing runs smoothly as if nothing had happened and it was still
quale tutto scorre come se nulla fosse successo e quella fosse the same old China, even though Communism had emerged vic-
la Cina di sempre, anche se da un anno, nella realtà, aveva torious a year earlier.
vinto il comunismo. The section A Hundred Years Ago: 1918 presents films strad-
La sezione Cento anni fa: 1918 presenta film a cavallo tra dling different epochs and political systems. 1918 was a year
epoche e sistemi politici. Il 1918 è un anno di grandi even- marked by significant historical events. It began with the war
ti storici. Inizia con la guerra in atto, si conclude l’11 no- already underway and ended on 11th November with peace.
vembre con la pace. Fuori dal suo tempo è Padre Sergio di Protazanov’s Father Sergius is a film shot in the Communist
Protazanov, realizzato nella Russia comunista del 1918: non Russia of 1918 but out of step with its time. It is not a Sovi-
un film sovietico ma l’ultimo film russo prerivoluzionario, et film, but rather the last pre-revolutionary Russian film – so
così vicino al cinema dell’era zarista e lontano alle novità che close to the period of the Czars and so far removed from what
stanno per arrivare. A Mosca Lenin e Trockij commemorano was to come. In Moscow, Lenin and Trockij commemorated the
il centenario della nascita di Marx, Vertov è già al lavoro, ma centenary of Marx’s birth and Vertov was already working, but
la stagione dell’avanguardia sovietica deve ancora nascere. In the period of the Soviet avant-garde had yet to begin. In that
quell’anno paradossale si girano gli ultimi film asburgici, in paradoxical year, the last Hapsburg films were shot; fear of a
Scandinavia e in Ungheria nasce la paura del contagio co- communist contagion emerged in Scandinavia and Hungary;
munista, in Italia continua la stagione d’oro del diva-film, a the golden years of the Diva film continued in Italy; Ernst Lu-
Berlino si girano commedie spensierate firmate Ernst Lubi- bitsch shot carefree comedies in Berlin (Der Fall Rosentopf, an
tsch (Der Fall Rosentopf, importante ritrovamento del Bun- important rediscovery by the Bundesarchiv-Filmarchiv); and
desarchiv-Filmarchiv) e il primo Tarzan è solo uno tra i tanti the first Tarzan was just one of many entertaining adventure
divertenti film d’avventura di quella stagione. films produced that year.
Luciano Emmer 100: l’arte dello sguardo ci farà scoprire un Luciano Emmer 100: The Art of Gazing allows us to redis-
artista che durante una lunga carriera ha battuto strade ap- cover an artist who, during his long career, trod apparently ir-
parentemente inconciliabili, stabilendo negli anni Quaranta reconcilable paths, establishing in the 1940s the rules of the art
le regole del documentario d’arte e, dalla fine dei Cinquanta, documentary and, from the late-1950s, shooting several of the
girando alcuni dei migliori e più famosi caroselli italiani. In best and most famous Italian Caroselli. He was a pioneer and
mezzo tra queste due carriere, di cui fu pioniere e maestro, master of both these forms. In between, and with unparalleled
un pugno di lungometraggi dove, con un talento inegua- talent, he made a handful of features narrating Italy’s entry into
gliato, racconta l’entrata dell’Italia e degli italiani nell’età del the era of affluence and the disappearance of an ancient world,
benessere e contemporaneamente un mondo antico che sta which was happening in front of his eyes. And in one of the cin-
finendo sotto i suoi (nostri) occhi e dove, ironia del cinema, ema’s great ironies, a young Mastroianni was dubbed by Alberto
il giovane Mastroianni è doppiato da Alberto Sordi! Sordi!

Storia History
Dalle primissime edizioni, Il Cinema Ritrovato è stato an- From its earliest editions, Il Cinema Ritrovato has also been a
che un festival della storia del Novecento (e un po’ dell’Ot- festival of twentieth-century, and to some extent nineteenth-cen-
tocento). Lavorare sul patrimonio cinematografico significa tury, history. Dealing with the heritage of cinema means not only
non solo parlare di cinema, ma anche osservare le immagini talking about cinema, but also studying images as a vital means
come formidabile strumento di osservazione della storia e of observing history and its representation. We have the section
delle sue autorappresentazioni. Nel 1898 il cinema otten- 1898: Year Three of Cinema, the year in which Pope Leo XIII
ne un importante riconoscimento: il 23 giugno Papa Leone blessed cinema and ‘its audience’. The Lumière brothers’ inven-
XIII benedì il cinematografo e ‘il suo pubblico’. L’inven- tion therefore was no longer a potential ‘instrument of the devil’.
zione dei Lumière non era più, ufficialmente, un possibile Aside from 1898, we have two overtly historical sections: A
strumento del diavolo. Hundred Years Ago: 1918 and Second Utopia: 1934 – The

14
Oltre a 1898: cinema anno tre, abbiamo altre due sezioni di- Golden Age of Soviet Sound Film. However, one of the most
chiaratamente storiche, Cento anni fa: 1918 e Seconda utopia: interesting aspects of the festival is the way in which different
1934 – L’età dell’oro del cinema sonoro sovietico, ma uno degli sections converse with each other, creating the possibility for an
aspetti più affascinanti del festival è come le diverse sezioni alternative programme of sorts. We would like to suggest to you
dialoghino tra loro, creando una sorta di altro programma three possible ‘hidden’ sections, focusing on three major twenti-
possibile. Vi suggeriamo tre possibili sezioni ‘nascoste’, su tre eth-century themes: the first western gaze cast upon a diversity of
grandi temi del Novecento: i primi sguardi occidentali sulla countries (especially African), and how the filmmakers of those
diversità (soprattutto l’Africa) e come i cineasti di quei pa- countries have tried to create original images; the Nazi night-
esi hanno cercato di creare un’immagine nuova e originale; mare; and 1968, a year which saw the first political movement
l’incubo nazista; e il ’68, il primo movimento che seppe rac- able to narrate its own experiences and actions in a different way.
contarsi diversamente. The colonial gaze and the complex quest for freedom: Mar-
Lo sguardo coloniale e la complessa ricerca della libertà. Mar- quis de Wavrin, du manoir à la jungle, a 2017 documentary
quis de Wavrin, du manoir à la jungle, documentario del film by Grace Winter and Luc Plantier, recounts the exploits
2017 di Grace Winter e Luc Plantier, racconta le gesta di of a young Belgian marquis who moved to South America in
un giovane marchese belga che, per evitare una condanna, si order to avoid a conviction. Once there, he guided various ex-
trasferisce in Sudamerica dove guiderà varie spedizioni e sarà peditions and became a pioneer of documentary filmmaking.
un pioniere del cinema documentario. Tra gli altri, realizzò One of his documentaries, Au pays du scalp, made him rath-
un documentario che gli diede una notevole notorietà, Au er well-known. It is about the ancient Jivaro population of the
pays du scalp, sull’antica popolazione Jivaro dell’Amazzonia, Amazon, who had never been filmed before. A world which the
che mai nessuno aveva ripreso. Un mondo incomprensibile camera lens cannot comprehend; a transformative space, inhab-
all’obiettivo, uno spazio magico, abitato da tapiri giganti, at- ited by giant tapirs and characterised by dances, drug-taking
traversato da danze, pratiche magiche e droghe. Nei film del and magical rites. In the films of the marquis, which have been
marchese, conservati alla Cinémathèque Royale de Belgique, preserved at the Cinémathèque Royale de Belgique, one can per-
si percepisce lo stupore, sorretto da certezze sempre meno ceive the amazement of a westerner coming into contact with an
solide, dell’occidentale che entra in contatto con un mondo unknown world, and old certainties increasingly coming into
sconosciuto. question.
Nel 1927 André Gide si reca in Congo e chiede al suo com- André Gide travelled to Congo in 1927 and asked his lover,
pagno, Marc Allégret, futuro cineasta, di documentare visi- and future filmmaker, Marc Allégret to document their voyage
vamente il loro viaggio. Il film Voyage au Congo, ora restau- visually. The film Voyage au Congo, which has finally been re-
rato, ci mostra la bellezza di un’Africa ancora sconosciuta e stored, shows us the beauty of a still underexplored and mysteri-
selvaggia, osservata con rispetto, da uno sguardo sopraffatto ous Africa, observed with respect by a gaze overcome by emotion:
dall’emozione: “Ce que nous avons cherché à montrer dans “Ce que nous avons cherché à montrer dans ce film? Cela se ré-
ce film? Cela se résume en un mot: la Beauté” (André Gide). sume en un mot: la Beauté” (André Gide). Les Statues meurent
Les Statues meurent aussi (1953) è un mediometraggio rea- aussi (Statues Also Die, 1953) is a medium-length film made by
lizzato da Chris Marker, Alain Resnais et Ghislain Cloquet, Chris Marker, Alain Resnais and Ghislain Cloquet, which was
proibito per undici anni in Francia, perché aveva avuto il co- banned for eleven years in France because the filmmakers were
raggio di porsi una semplice domanda: “Perché l’Arte Nera è courageous enough to ask a simple question: “Why is African art
esposta al Musée de l’Homme, mentre quella greca o quella exhibited at the Musée de l’Homme, whereas Greek and Egyp-
egizia si trova al Louvre?”, svelando quanto il razzismo sia tian art is exhibited at the Louvre?”. The film thus revealed how
profondamente radicato nella cultura occidentale. deeply racism was engrained in western culture.
Il controcampo a questa domanda è la sezione Cinemalibero, The Cinemalibero section is the ‘reverse shot’ of this question.
dove i film parlano arabo, portoghese, guaranì, serere, wolof. The dialogue in these films is in Arabic, Portuguese, Guaranì,
Otto opere accomunate da un punto di vista originale, mai Serere and Wolof. Eights oeuvres which share original (and nev-
monolitico, profondamente umano – e soprattutto ‘decolo- er monolithic), profoundly human – and especially ‘decolonised’
nizzato’ – sul mondo. Film che confermano quanto il cinema – outlooks on the world. They reconfirm the extent to which
sia stato lo strumento più potente nella riappropriazione d’u- cinema has been the most powerful tool in taking back a violat-
na vitalità violata e nella ridefinizione delle diverse identità ed vitality and in redefining different cultural identities. And
culturali. E quindi anche di quanto il cinema sia riuscito da therefore, they also reconfirm the extent to which cinema has
sempre a mettere in relazione tanto i singoli intellettuali quan- always been able to connect both single intellectuals and entire
to intere nazioni. È un filo forte quello che lega il film-faro del nations. A strong thread connects the trailblazing Third Cinema
Terzo Cinema La hora de los hornos – che oltre alla sua valenza film La hora de los hornos – which apart from its political
militante è uno straripante, quanto mai attuale trattato sul significance is also an extremely topical essay on reusing images
riutilizzo dell’immagine – a tutta una generazione di registi – to a whole generation of African filmmakers eager to pick up

15
africani pronti a impugnare la macchina da presa. A vent’anni a camera. Twenty years after his premature death, at the age of
dalla sua prematura scomparsa (a soli cinquantatré anni) ri- fifty-three, we celebrate the provocative and poetic genius of vi-
cordiamo il genio visionario, provocatorio e poetico di Djibril sionary Djibril Diop Mambéty. Shaped by the energies of 1968
Diop Mambéty. Figlio del Sessantotto e della sua lotta per la and the fight to liberate and emancipate Africa, Mambéty made
liberazione e l’emancipazione dell’Africa, Mambéty realizzò only two feature films, with a twenty-year gap between them.
solo due lungometraggi a distanza di vent’anni l’uno dall’al- Hyènes was presented in the official competition at Cannes in
tro. Hyènes, in concorso a Cannes nel 1992, è una metafora 1992. It is a metaphor of post-colonial failure, told through the
del fallimento post-coloniale attraverso la dolorosa parabola painful parable of a community that, promised money and pow-
di una comunità che, davanti alla promessa di denaro e pote- er, sells out its ethical principles and its ideals.
re, svende i suoi principi etici e i suoi ideali. Nazism. Four films: two documentary films made at the time, a
Nazismo. Quattro film, due documenti d’epoca, un film di feature film and a recent documentary film. This strand allows
finzione e un recente documentario, ci consentono di vedere us to see that even as Nazism affirmed its regime of terror in
quanto, mentre il nazismo affermava il suo terrore – alla luce the full light of day, and the entire west pretended nothing was
del sole – e l’Occidente faceva finta di niente, alcuni contem- happening, some contemporaries had already understood and
poranei avessero già capito e denunciato una deriva inevita- denounced an inevitable drift. 1932 saw the last democratic
bile. Le elezioni del 1932 furono le ultime democratiche in elections in Germany before Hitler came to power. Photogra-
Germania; la fotografa e cineasta Ella Bergman-Michel le ha pher and filmmaker Ella Bergman-Michel captured them in
riprese in Wahlkampf 1932 (Letzte Wahl), prezioso diario per Wahlkampf 1932 (Letzte Wahl), a precious diary of images
immagini, che ci restituisce il clima di quei giorni decisivi. that returns to us the mood of those decisive days. Lights Out in
Dimenticato sino alla recente riscoperta da parte del MoMA, Europe (1940), a remarkable documentary film made by jour-
Lights Out in Europe (1940) è un notevole documento realiz- nalist and filmmaker Herbert Kline, who was on the Hollywood
zato dal giornalista e regista Herbert Kline (fino al 1970, tra blacklist until 1970, had been forgotten until MoMA recently
i proscritti dalle liste maccartiste), pronto a fingersi seguace rediscovered it. Kline was ready to pretend to be a follower of
di Hitler per poter effettuare riprese che dovevano raccontare Hitler in order to film a reality that would have conveyed to US
agli USA il dramma di un’Europa (siamo nel 1940) nell’an- audiences the drama in Europe in 1940, where the people were
goscia di una guerra imposta dal nazismo, descritta qui nelle gripped by the anxieties of a war imposed by Nazism. The direc-
sue primissime fasi: i preparativi di resistenza degli inglesi, tor described its very first phases: the English resistance prepara-
l’ingresso delle truppe tedesche a Danzica, il tragico bombar- tions, German troops entering Danzig, and the tragic bombing
damento di un treno con donne e bambini polacchi. of a train carrying Polish women and children.
Ma vie en Allemagne au temps d’Hitler (2018) è un documen- Ma vie en Allemagne au temps d’Hitler (My Life in Hit-
tario di Jérôme Prieur, che ricostruisce un’inchiesta organiz- ler’s Germany, 2018) is a documentary film by Jérôme Prieur
zata nel 1939 da tre professori di Harvard per comprendere that reconstructs a research project organised by three Harvard
le motivazioni che avevano spinto migliaia di persone ad professors in 1939, to comprehend the reasons that prompted
abbandonare la Germania dopo l’avvento del nazismo. La thousands of persons to abandon Germany after the advent of
voce di Ute Lemper legge alcune delle migliaia di lettere che Nazism. Narrator Ute Lemper reads some of the thousands of
giunsero ad Harvard da tutto il mondo, non solo di ebrei ma letters that reached Harvard from all over the world, written not
di cattolici, protestanti, atei, socialdemocratici, oppositori a only by Jews but also by Catholics, Protestants, atheists, social
vario titolo, che avevano compreso l’orrore nel quale si stava democrats, opponents of different sorts, who had understood the
perdendo la civiltà stessa del loro paese. horror to which civilisation was capitulating.
Ma il film più sconvolgente, che mostra una delle qualità più The most shocking film, however, is None Shall Escape (1944).
luminose del cinema, la preveggenza, è Nessuno sfuggirà. Di- Directed in Hollywood by Hungarian filmmaker André De
retto a Hollywood dall’ungherese André De Toth, fotografato Toth and filmed by Lee Garmes (the cinematographer of the
da Lee Garmes (quello dei grandi bianco e nero di Sternberg/ great Sternberg/Dietrich black-and-white films), it centres on
Dietrich), prefigura per i nazisti un processo, che sembra pro- the trial of a Nazi officer charged with war crimes and antici-
prio quello di Norimberga. Il film si apre con un atto di fede pates the Nuremberg trials. The film opens with an act of faith
che è una profezia: “Il tempo di questa storia è il futuro. La which is also a prophecy: “This story is set in the future. The
guerra è finita. Come promesso, i criminali di guerra sono war has ended. As promised, war criminals have been brought
stati riportati sui luoghi dei loro crimini per essere processati”. back to the locations of their crimes in order to be tried”. The
I protagonisti Alexander Knox et Marsha Hunt e lo sceneg- film’s protagonists, Alexander Knox and Marsha Hunt, and
giatore Lester Cole figureranno, pochi anni dopo, sulla lista screenwriter Lester Cole ended up on Hollywood’s blacklist a
nera di Hollywood. few years later.
’68. Un bouquet di rari film, ci consente di avvicinarci in 1968: A hand-picked selection of rare films that allows us to
maniera inedita al cinquantesimo anniversario di questo approach the 50th anniversary of that decisive year in a new way.

16
anno decisivo. Iniziamo con L’Île de Mai (2018) di Michel We begin with L’Île de Mai (2018) by Michel Andrieu and
Andrieu e Jacques Kébadian che, attraverso una selezione Jacques Kébadian. Through a rigorous selection of materials, the
rigorosa di riprese, condensa in soli ottanta minuti i fatti sa- film condenses in only eighty minutes the major events of May
lienti del maggio ’68 parigino, fino alla morte dello studente 1968 in Paris, up to the death of student Gilles Tautin: “his
Gilles Tautin: “la sua morte segna la fine di un mondo che death, in June 1968, marks the end of a world that had lasted a
era durato qualche giorno, nel quale la gioventù volle agire few days, during which youth chose to act as if it was immortal”.
come se fosse immortale”. Non meno prezioso il documen- The documentary Cannes 68, Revolution au Palais (2018) by
tario Cannes 68. Revolution au Palais di Jérôme Wybon, che Jérôme Wybon is just as important. It shows us exactly what
ci mostra cosa avvenne esattamente sulla Croisette, come il happened on the Boulevard de la Croisette, how the filmmakers
festival fu messo in crisi e poi bloccato dai cineasti; assistia- disrupted the festival and eventually brought it to a halt. We
mo alla caparbietà di Godard (“La seule possibilité c’est d’ar- witness the stubbornness of Godard (“La seule possibilité c’est
reter toute projection”), alle esitazioni di Truffaut, ai dubbi d’arreter toute projection”), the hesitation of Truffaut, the doubts
di Polanski, all’umanesimo di Malle, a Dominique Delouche of Polanski, the humanity of Malle, Dominique Delouche with-
che ritira il suo film dal concorso e, intervistato oggi, raccon- drawing his film from the competition; the latter then recounts
ta il suo stupore per quel suo suicidio d’artista. his amazement at his own artistic suicide in a recent interview.
L’opera che, quell’anno, doveva rappresentare a Cannes la The film which should have represented Poland in Cannes
Polonia era Żywot Mateusza (La vita di Matteo) di Witold that year was Żywot Mateusza (Matthew’s Day) by Witold
Leszczyński; come la maggior parte dei film di quella sfor- Leszczyński. As with most of the films from that year’s unfortu-
tunata selezione, rimase un oggetto sconosciuto. Sarà una nate selection, it remained unknown. With its surprising style,
delle sorprese della sezione Censurati, ritrovati, restaurati, poetic suspension, courtesy and excess, it will be one of the surpris-
luminoso esempio di stile, sospensione poetica, garbo ed ec- es of the Recovered and Restored section. Some extraterrestrial’
cesso. Dal ’68 ci arrivano anche degli oggetti extraterrestri, films from 1968 also reach us: the Cinétracts, always quoted
i Cinétracts, sempre citati nelle filmografie di Godard, Mar- in the filmographies of Godard, Marker, Resnais, but hard to
ker, Resnais, ma difficilmente visibili, finalmente disponibili come across. They are finally available thanks to their restoration
grazie al restauro della Cinémathèque française. Bobine di by the Cinémathèque française. These three-minute-long reels
tre minuti girate anonimamente, secondo regole condivise were filmed anonymously from May 1968 onwards according
da un collettivo di cineasti, per raccontare attraverso le sole to a set of rules shared by a collective of filmmakers, in order
immagini, le urgenze rivoluzionarie. Straordinariamente to recount the revolutionary urgencies through images alone.
moderni nella forma, sono un documento prezioso di un With their extraordinarily modern style, they are an invaluable
momento dell’avanguardia cinematografica del Novecento. document of a precise moment of twentieth-century avant-gar-
Nonostante siano il risultato di una collaborazione tra alcuni de cinema. Although the result of a collaboration among some
dei nomi più importanti del cinema francese, i Cinétracts, of the greatest names in French cinema, the Cinétracts, with
con la loro impronta prettamente fotografica, recano soprat- their reliance on still photographs, are collectively reminiscent of
tutto il segno di Marker, cineasta che risplende al festival con the work of Chris Marker, a filmmaker who also shines in the
la sua profonda e personale ricerca sulla cultura della Grecia festival in his invaluable and personal investigation of Greek
antica, L’Héritage de la chouette, tredici episodi di ventisei mi- culture in L’Héritage de la chouette, thirteen 26-minute epi-
nuti ciascuno, messi in onda nel 1989 dalla Sept. Marker ri- sodes broadcast by La Sept in 1989. Marker brings together tens
unisce decine di intellettuali, artisti, storici, antropologi, per of intellectuals, artists, historians, and anthropologists in order
riflettere su tredici temi che uniscono il mondo moderno a to reflect on thirteen themes that unite the modern world with
quello dell’antica Grecia. Documento prezioso per conoscere that of ancient Greece. A priceless document that enables us to
le nostre radici, andrebbe mostrato a tutti i parlamentari eu- know our own roots and which should be shown to all Europe-
ropei. Mostriamo quest’anno i primi tre episodi, rimandan- an politicians. This year we shall show the first three episodes,
do alla prossima edizione la presentazione dell’intera serie e postponing the presentation of the whole series, and a strand
di una rassegna sul cinema greco. dedicated to Greek cinema, until our next edition.

Fuori norma Non-compliance


Molti dei film più interessanti del Cinema Ritrovato non si Many of the most interesting films at Il Cinema Ritrovato are
sarebbero dovuti fare. Tutti sconsigliarono Charlie Chaplin ones that should not have been made. In 1918 Charlie Chaplin
di realizzare, nel 1918, un film comico che aveva il coraggio was advised against making a comedy that boldly demonstrated
di dire cos’era la guerra. Lui lo fece e tutti vollero vedere what war was. He did it anyhow, and everyone wanted to see
Shoulder Arms, affollandosi nelle sale del mondo anche a ri- Shoulder Arms, filling cinemas around the world, even risking
schio della propria vita, perché la guerra era ancora in corso their own lives with the war still underway and the spread of the
e il contagio della Spagnola mieteva più vittime della guerra. Spanish flu causing more deaths than the armed conflict.

17
Ladri di biciclette dispiacque a molti, per come esibiva la Many people were upset with Ladri di biciclette (Bicycle
povertà dell’Italia. Il cinema aveva cinquant’anni; senza Thieves, 1948) for its display of poverty in Italy. Cinema was
Chaplin, senza Jackie Coogan, non ci sarebbero stati né fifty years old; without Chaplin and without Jackie Coogan,
Maggiorani, né Staiola; senza l’autorevolezza di René Clair there would be no Maggiorani or Staiola; without René Clair’s
(tre i suoi film quest’anno in programma), senza le pagine authority (three of his films are in the programme this year),
folgoranti di André Bazin (presentiamo in apertura Montag- without André Bazin’s brilliant writings (we are presenting
gio Bazin di Mariann Dautrey e Hervé Joubert Laurencin), il Mariann Dautrey and Hervé Joubert-Laurencin’s Bazin ro-
film di De Sica non avrebbe ricevuto in Francia quel tributo man), De Sica’s film would not have received that tribute in
che gli consentì di essere subito riconosciuto come l’opera France, sparking instant recognition that this work paved a
che apriva una strada nuova, un modo nuovo di indagare e new way of investigating and depicting reality. Without Ladri
raccontare la realtà. Senza Ladri di biciclette il cinema suc- di biciclette subsequent films would not have been as daring.
cessivo non avrebbe potuto osare così tanto. Anche a causa In 1953, De Sica had to return to acting (in Madame de...)
di Ladri di biciclette De Sica dovette, nel 1953 (in Madame because Ladri di biciclette had made him temporarily persona
de...), tornare a fare l’attore, perché come regista era tempo- non grata as a director.
raneamente persona non grata. Without Vittorio De Sica perhaps there would never have been
Senza Vittorio De Sica non ci sarebbe forse mai stato Vinícius Vinícius de Oliveira. An eight-year-old shoeshine at the Rio de
de Oliveira, otto anni, sciuscià di professione all’aeroporto di Janeiro airport, he was cast by Walter Salles to play the part of
Rio de Janeiro, scritturato da Walter Salles per interpretare Josué in Central do Brasil (Central Station, 1998) after 1,500
Josué in Central do Brasil (1998) dopo 1.500 provini. Né screen tests. Or Fernando Ramos da Silva (Pixote, 1981), dis-
Fernando Ramos da Silva (Pixote, 1981), incontrato nel- covered in the favelas (and killed there at the age of nineteen).
le favelas (e ucciso nelle favelas a diciannove anni), con cui Héctor Babenco worked for months with da Silva, letting him
Babenco ha lavorato per mesi lasciandolo improvvisare e di improvise and even rewrite moments in the film: his eyes alone
fatto riscrivere momenti del film, lui che con il solo sguardo convey the unspeakable, and dash any illusion of innocence or
racconta l’indicibile cancellando l’illusione dell’innocenza possible alternatives. Safi Faye, an ethnologist and the first female
e di qualunque possibile alternativa. Cattura invece tutta African director, captured all the innocence of her non-profession-
l’innocenza ‘dal vero’ dei suoi bambini non-attori Safi Faye, al actors, kids ‘from real life’, in Fad’jal (1979), a film showing
etnologa e prima regista africana, raccontandoci, in Fad’jal that childhood can only exist where there is a community (and a
(1979), come solo dove c’è una comunità (e una comunità community of elders).
di anziani) può esistere l’infanzia. Censored in another section within Recovered and Restored,
Censurati, sottosezione di Ritrovati e Restaurati, presenta showcasing great films which have been suppressed by the power
grandi film oscurati dal potere della censura o dalle esigen- of state censor or moneymen. Starting with a unique case:
ze di mercato. È il caso di La Vie de plaisir, prodotto dalla La Vie de plaisir produced by Continental and directed by Al-
Continental, diretto da Albert Valentin nel 1943, uscito bert Valentin in 1943 and released in 1944, was first censored
nel maggio del 1944. Come spiega Christine Leteux, de- by Vichy France and then, for different reasons, by the liberators!
tiene un record unico: è stato censurato prima da Vichy e An anti-church and anti-aristocracy film, Julij Fajt’s Mal’čik
poi, per ragioni diverse, dai liberatori! Film claustrofobi- i devočka (Boy and Girl, 1966) was not appreciated by the
co, antiecclesiastico, antinobiliare. Mal’čik i devočka (Boy Soviet regime: it was too humanist a love story. Music, summer,
and Girl, 1966) di Julij Fajt non piacque al regime sovie- the sea, football, an unmarried mother, everything you would
tico: era una storia d’amore troppo umanista. La musica, not expect from a Soviet film – in fact, only a few prints were
l’estate, il mare, il calcio, una ragazza madre, tutto quello distributed and it quickly disappeared. La ragazza in vetrina
che non ti aspetti in un film sovietico, infatti fu distribui- (Woman in the Window, 1961) dealt with two taboos for
to in poche copie e presto occultato. La ragazza in vetrina Christian Democrat censors: Italian emigration ‒ a theme the
(1961) affrontava due tabù insopportabili per la censura media basically covered up ‒ and prostitution. The director, Lu-
democristiana, l’emigrazione italiana – tema praticamente ciano Emmer, had to switch to shooting commercials. He would
cancellato dai media – e la prostituzione. Il regista, Luciano have to wait forty years before making another feature film.
Emmer, dovette cambiare mestiere, passando alla regia di The Last Movie (1971) is a cutting-edge film. Produced by
pubblicità e attendere quarant’anni per dirigere nuovamen- Universal, Dennis Hopper’s project went completely against the
te un lungometraggio. The Last Movie (1971) è invece un studio system. A hallucinatory film, a product of ’68, hard for
film di frontiera. Prodotto dalla Universal, Dennis Hopper Hollywood to swallow and for this reason dropped, it comes back
fece un film radicalmente contro il sistema produttivo. Un to life in a restoration overseen by the Dennis Hopper Estate.
film lisergico, figlio del ’68, indigesto al sistema e per que- New terrain was also frequently explored by Marcello Pagliero
sto a lungo cancellato, ora rinasce in un restauro voluto (he made films in five different countries: Italy, France, USSR,
dalla Dennis Hopper Estate. New Guinea and Egypt) and Cécile Decugis, French film editor,

18
La frontiera fu spesso attraversata da Marcello Pagliero (ha teacher and director who ended up in prison for her connections
realizzato film in cinque diversi paesi, Italia, Francia, URSS, with Algeria’s FLN.
Nuova Guinea ed Egitto) e da Cécile Decugis, montatrice, 47 years of life, 12 of which in prison, 3 in exile, and 111 films
insegnante, regista del cinema francese, finita in carcere per i as a popular star: if there is an Olympus for cinematographic
suoi legami con il FLN algerino. bravery, then Yilmaz Güney is its god. The section devoted to
Quarantasette anni di vita, dodici di prigione, tre di esilio e him includes four of his films and the touching documentary
oltre cento film: se esiste un Olimpo del coraggio cinemato- Die Legende vom hässlichen König (The Legend of the Ugly
grafico,Yilmaz Güney ne è la Divinità. La sezione a lui dedi- King, 2017) by the young Kurdish-German director Hüseyin
cata presenta quattro film e lo struggente documentario Die Tabak. It narrates the personal, ethical and political adventures
Legende vom hässlichen König (The Legend of the Ugly King, of a Kurdish artist who became the most beloved Turkish actor
2017) del giovane regista curdo tedesco Hüseyin Tabak che and who chose to represent his people, at the cost of his freedom
racconta, attraverso preziosi documenti, l’avventura umana, and Turkish citizenship. The film prints we are presenting are
etica e politica di un artista curdo divenuto l’attore più ama- not perfect, but we thought it important to show them at Il Cin-
to di Turchia, che scelse di parlare del suo popolo e perse ema Ritrovato to prolong the memory of this legendary, fearless
quindi la libertà e la cittadinanza turca. Le copie che presen- filmmaker.
teremo non sono perfette, ma abbiamo pensato che fosse im-
portante programmarlo al Cinema Ritrovato, per continuare Actors and actresses
a ricordare questa leggendaria figura di cineasta irriducibile. Last year the television series Feud revived interest in two queens
of American cinema, Bette Davis and Joan Crawford, and in-
Attori e attrici troduced them to a new public. This year, we show a restored
Lo scorso anno la serie Tv Feud ha suscitato un nuovo in- version of What Ever Happened to Baby Jane? (1962), the
teresse intorno a due regine del cinema americano classico, set of which became a battlefield for the pair. The movie world
Bette Davis e Joan Crawford, e le ha fatte conoscere a un forms the backdrop of another great film with an iconic per-
nuovo giovane pubblico. Quest’anno mostriamo la versione formance. In a Lonely Place (1950) features a devastatingly
restaurata di Che fine ha fatto Baby Jane? (1962), il film che melancholic Humphrey Bogart whose “existential maturity”, in
fece da sfondo alla guerra tra le due. Il mondo del cinema the words of Bazin, “transforms life into a stubborn irony at the
fa da scenario ad un altro grande film con una performance expense of death”. In the film, which he also produced, Bogart
iconica: Il diritto di uccidere (1950), con un malinconico Bo- stars with glowing Gloria Grahame who was separating from
gart la cui “maturità esistenziale” secondo Bazin “trasforma husband Nicholas Ray.
la vita in una ostinata ironia a spese della morte”. Nel film, You’ll see the stars disguised under heavy make-up and thick
che volle produrre, Bogart fa coppia con la luminosa Gloria accents. The poet of the macabre, Bela Lugosi, can be seen is his
Grahame, che si stava separando dal marito Nicholas Ray. native Hungary in Küzdelem a létért (Struggle for Life, 1918)
Vedrete le star nascoste sotto pesanti strati di trucco e forti and later in his adopted country as an exasperated sheikh, in
accenti. Il poeta del macabro, Bela Lugosi, appare in un film Raoul Walsh’s hilarious Women of All Nations (1931).
della sua terra natia, l’impero Austro-Ungarico, Küzdelem a Moving on to stars in a more hopeful aspect, one should take
létért (1918), e in uno della sua patria d’adozione, l’America, note of Boris Čirkov in the utterly brilliant Junost’ Maksima
l’esilarante Women of All Nations di Raoul Walsh. (The Youth of Maxim, 1934). Revolutionary zeal combined
Da appuntarsi infine il nome di Boris Čirkov nel notevole with a new aesthetic finesse is evident in the adventures of Chi-
Junost’ Maksima (La giovinezza di Maksim, 1934); altrettan- na’s favourite son, San Mao, in San Mao Liulang Ji (The Win-
to notevole lo zelo rivoluzionario combinato con una nuova ter of Three Hairs, 1949), an early example, outside the United
finesse estetica evidente nelle avventure di un beniamino della States, of a comic strip being adapted for the screen.
Cina, San Mao – in San Mao Liulang Ji (Un orfano chiamato Not all this edition’s stars are made of flesh and blood. Check out
San Mao, 1949), un esempio precoce (fuori dagli Stati Uniti) the Gill-man (in 3D!) in Revenge of the Creature (1955) and
di fumetto adattato per lo schermo. for further underwater adventures see our brand new restoration
Non tutte le stelle di questa edizione sono in carne e ossa. of Keaton’s The Navigator (1924).
Non perdetevi l’uomo-pesce (in 3D!) di Revenge of the Crea- Cinema as the tool of magic and trickery is capable of giving
ture (1955), e se non siete mai sazi di avventure acquatiche, vi life, and even the role of ‘star’, to lifeless objects. Catch some of
aspetta il nuovo restauro di The Navigator (1924) di Keaton. the most stunning, early stop-motion films such as Jealous Doll
Il cinema come strumento di magia e di illusione, è capa- (1909, predecessor of ‘devil doll’ films) and the charming The
ce di dare vita – e anche il ruolo di ‘star’ – anche a oggetti Sorcerer’s Scissors (1907) to see for yourself. (Needless to say the
inanimati. Scoprite alcuni dei primi e più incredibili film in range of historical and pop culture figures that the silent films
stop-motion come Jealous Doll (1909, predecessore dei film cover this year is stunning, in browsing the catalogue you will
con bambole possedute) e l’incantevole The Sorcerer’s Scissors find everyone from Jesus to Tarzan!).

19
(1907). Il range dei riferimenti storici e popolari del cinema But our leading star this year is Marcello Mastroianni. Accord-
muto di quest’anno è impressionante: sfogliando il catalogo ing to John Boorman, he was a rare creature: an actor devoid of
troverete più o meno tutti, da Gesù a Tarzan! vanity. He would show up on the set as if working in a factory,
Ma la nostra prima stella, quest’anno, è Mastroianni. Se- drink his espresso ristretto and, as comfortable as he was in his
condo John Boorman, Marcello era un animale raro, un own skin, get into his character perfectly. Mario Monicelli says
attore privo di vanità; arrivava sul set come se lavorasse in that for directors he was a dream to work with, and his indo-
officina, beveva il suo caffè espresso ristretto, e siccome si lence was a fundamental quality of his art because it “allowed
sentiva bene nella sua pelle, entrava perfettamente nel suo him to slowly develop his idea of the character and to be at his
personaggio. Per un regista era un sogno lavorare con lui, peak while filming”. As we learned from Peter von Bagh, any
come testimonia anche Mario Monicelli, che racconta come tribute to this immense actor is just a snapshot, one of many
la sua indolenza fosse un pregio essenziale della sua arte, potential perspectives, inevitably incomplete. We omitted Mas-
perché “gli consentiva di maturare lentamente la sua idea di troianni’s most famous films to showcase his performances prior
personaggio e di essere all’apice, durante le riprese”. Come to La dolce vita and a few of his later works up until the early
ci ha insegnato Peter von Bagh, l’omaggio a questo attore 1970s. Ten films are really too few to grasp the vast talent and
immenso è solo una selezione, uno tra i tanti sguardi possi- charm of this genius of irony, elegance and acting. But do not
bili, necessariamente lacunoso. Abbiamo evitato i film più miss Mastroianni’s last will and testament, the documentary he
noti, facendo emergere le interpretazioni che precedono asked his partner Anna Maria Tatò to make when he realised
la La dolce vita e alcune sue opere successive, fino ai primi his time was running out: Mi ricordo, sì, io mi ricordo (I Re-
anni Settanta. Dieci film sono troppo pochi per capire il member, 1997).
talento e lo charme di questo artista dell’ironia, dell’elegan-
za, dell’interpretazione, ma vi consigliamo di non perdere Discoveries / Fragments
il suo testamento, il documentario che Mastroianni chiese A whole chapter of A Hundred Years Ago: 1918 is devoted to
alla sua compagna, Anna Maria Tatò, di realizzare, quando ‘stardust’, to fragments of films illuminated by big names (Ger-
fu consapevole che non gli rimaneva più molto tempo: Mi maine Dulac, Douglas Fairbanks, Bela Lugosi, Mihály Kertész
ricordo, sì, io mi ricordo (1997). aka Michael Curtiz, Francesca Bertini) and the strips of film
which remain either totally unidentified or in which only the
Scoperte / Frammenti leading actors can be identified. This is a deliberate choice. Film
Un intero capitolo della sezione Cento anni fa: 1918 è de- fragments are an essential part of cinema archives everywhere,
dicato alla ‘polvere stellare’, ai frammenti di film illuminati and yet they are difficult to programme and are almost never
da grandi nomi (Germaine Dulac, Douglas Fairbanks, Bela screened. Il Cinema Ritrovato is the perfect place for them; a
Lugosi, Mihály Kertész – ovvero Michael Curtiz –, France- place where they will be assured of an open and enthusiastic
sca Bertini) e a spezzoni non identificati o che hanno titoli audience. We also do it out of passion; we love fragments for
totalmente sconosciuti. Non è un caso, ma una scelta ben their mystery, they teach us to accept film images from the past
precisa. I frammenti sono un patrimonio importante con- for what they are: fantastic, unexpected and elusive gifts.
servato in tutti gli archivi, e che tuttavia, oggetti difficili da Among the discoveries this year is the curious case of Sånt händer
programmare, non arrivano quasi mai sugli schermi. Il Cine- inte här (This Can’t Happen Here/High Tension), a rarely
ma Ritrovato è il luogo ideale perché incontrino un pubblico seen Ingmar Bergman spy thriller which was absent even from
aperto e entusiasta. Lo facciamo anche per passione persona- Bergman centenary events around the world (the only exception
le: amiamo i frammenti per il loro mistero, che ci insegna ad being the Midnight Sun Film Festival, a clear evidence that the
accogliere le immagini cinematografiche del passato per quel Peter von Bagh touch keeps flowing, as lifeblood, inside our two
che sono: regali fantastici, imprevisti, inafferabili. festivals). The reason is simple: the Swedish master withdrew the
Tra le scoperte di quest’anno c’è il curioso caso di Ciò non ac- film from circulation. While various reasons have been given,
cedrebbe qui, uno spy thriller praticamente inedito di Ingmar the anti-communist tone of this commissioned film bothered the
Bergman, assente persino dalle celebrazioni per il centenario filmmaker. This opportunity to see a Red-baiting Bergman film
del regista organizzate in tutto il mondo (fa eccezione solo il should not be missed.
Midnight Sun Film Festival, dimostrazione che il Peter von More on Bergman but also showcasing the evolution of film res-
Bagh touch continua a scorrere come linfa vitale nei nostri toration and its newest developments, one should mention Det
due festival). Ma perché un film del maestro svedese è così sjunde inseglet (The Seventh Seal, 1957) which will get a Pi-
sconosciuto? La ragione è semplice: fu lui in persona a ritira- azza screening. It is always difficult to work on monuments of
re il film dalla circolazione. Molte le spiegazioni che si sono cinematic art, of which this film is one example. The miraculous
susseguite negli anni; la realtà è che il tono anti-comunista restoration by the Film Archive of the Svenska Filminstitutet
di questo film – un lavoro su commissione – metteva il suo gives the film back its mystery, which recent digital versions had
autore fortemente a disagio. Ma diciamo che l’opportunità dissipated with too much light. The Seventh Seal speaks to us

20
di vedere un Bergman scatenato contro il comunismo non again with its powerful landscape imagery and its foreboding,
andrebbe comunque perduta… stark contrast of darkness and light.
Ogni anno il Cinema Ritrovato è un punto di osservazione At the age of nineteen Sergio Leone played a small role in Bicy-
su come il restauro evolve e trova nuove strade. Tra i restauri cle Thieves. He would often say that Vittorio De Sica was the
di quest’anno segnaliamo Il settimo sigillo (1957). È sempre director who taught him the most. Perhaps that is because Le-
difficile mettere mano a un monumento e questo film lo è. one on set was an omnipresent and thorough filmmaker like De
Il restauro della Cineteca dello Svenska Filminstitutet è un Sica. The new restoration of Bicycle Thieves, however, might of-
miracolo, perché ha saputo restituire al film il mistero che le fer another explanation. The quality of the images reveals details
ultime versioni digitali, troppo luminose, avevano dissipato. that were invisible for decades. For example, we notice that ev-
Il settimo sigillo torna a parlarci con la potenza grafica del suo eryone in the film wears stained, tattered and threadbare cloth-
paesaggio e la chiaroscurale profondità della sua inquietudine. ing that conveys poverty. Leone’s cinema, although of his own
Sergio Leone a diciannove anni recita una piccola parte invention, was always very realistic, and perhaps this is what
in Ladri di biciclette. Dirà spesso che Vittorio De Sica è il De Sica really taught him: before going in front of the camera,
regista che gli ha insegnato di più. Forse perché come lui, the actors had to be dirty, covered in dust and made credible…
sul set, era un autore totale, onnipresente. Grazie al nuo- Naples was for De Sica the most photogenic and most human of
vo restauro di Ladri di biciclette viene però un altro sospet- cities. Naples can be seen in Bicycle Thieves in the restaurant
to. La qualità delle immagini consente di vedere dettagli scene when a band plays and sings Tammurriata nera. This year
che, negli ultimi decenni, erano invisibili. Ad esempio ci we will rediscover Neapolitan song in the section Song of Na-
accorgiamo che tutti nel film indossano vestiti macchia- ples with musicians singing and playing along to silent films,
ti, sdruciti, strappati, che gridano povertà. Il cinema di but also in Ettore Giannini’s Carosello napoletano (1953),
Leone, pur essendo di invenzione, è sempre molto reali- a wild concoction of Neapolitan theatricality. Rooted in Na-
stico e forse questo è il vero insegnamento di De Sica: gli ples’ great tradition of music and drama and in the South’s rich
attori di Leone, prima di andare davanti alla macchina popular culture, the work of Neapolitan director Elvira Notari
da presa, venivano sporcati, impolverati, resi credibili… was hit hard by censorship. Despite producing about sixty films,
Per De Sica, Napoli era la città più fotogenica e la più uma- only three almost complete ones survive along with a handful of
na. In Ladri di biciclette Napoli è presente, nella scena della fragments, which are destined to be some of the most cherished
trattoria, dove un’orchestrina suona e canta la Tammuriata moments of this edition.
nera. Quest’anno ritroveremo la canzone napoletana nella
sezione Napoli che canta, attraverso gli accompagnamenti The future and Tv series
dei musicisti che daranno la loro voce e la loro musica ai Making our way towards the end of this introduction, we rec-
film muti, ma anche in Carosello napoletano (1953) di Et- ognise something in Mario Monicelli’s description of I com-
tore Giannini, pazza summa dell’arte dello spettacolo parte- pagni (The Organizer, 1963), part of the Mastroianni retro-
nopeo. Anche la produzione della regista napoletana Elvira spective: “a group of people planning an undertaking beyond
Notari, che ha radici profonde nella grande tradizione della their abilities”.
musica e dell’arte perfomativa napoletana e nella ricca cul- So here we are with our last, enterprising section. You will have
tura popolare meridionale, non era ben vista dalla censura. to go and look for it at Modernissimo, a venue in a state of
Della sua produzione di una sessantina di titoli ne sopravvi- suspense, between what it no longer is and what it has yet to be-
vono tre quasi completi e un pugno di frammenti: saranno come. Cinemas are becoming of less interest to big global busi-
tra i momenti più preziosi di quest’edizione. nesses that want to own everything. Tv series are Netflix’s core
product. So with our belief in the future of cinemas – as long as
Futuro e serie Tv they are beautiful and their programming surprising – we are
Arrivando verso la fine di questa introduzione ci riconoscia- offering you eight days of utopia in the form of Mutiflix, when
mo nella descrizione che Mario Monicelli fa dei Compagni you can watch a film series in fifteen episodes (from 1918 of
(1963), presente nella retrospettiva dedicata a Mastroianni: course) entitled Wolves of Kultur. If the title is not convincing
“un gruppo di persone che progettano un’impresa superiore enough but you love television series, you will be encouraged by
alle loro forze”. the knowledge that cliffhangers were never this suspenseful…
Eccoci dunque a presentare la nostra ultima, avventurosa se- And speaking of works produced for television, we recommend
zione. Dovrete cercarla al Modernissimo, un luogo sospeso, Emilio Fernández’s Víctimas del pecado (Victims of Sin, 1951)
tra quello che non è più e quello che non è ancora. Le sale featuring the great dancer, actress and rumbera Ninón Sevilla.
cinematografiche stanno diventando un luogo che interes- Ninety minutes and more plot twists than an entire series!
sa sempre meno i grandi gruppi globali, che vogliono tutto Three friends of Il Cinema Ritrovato will sadly not be with us
possedere. Netflix ha il suo prodotto di punta nelle serie Tv. this year, Ermanno Olmi, Pierre Rissient and Vittorio Taviani.
Quindi noi, che crediamo nel futuro della sala, a patto che But many of their friends, as well as their ideas, will be. Pierre

21
sia bellissima e programmata in maniera sorprendente, vi loved films from all countries and, in the words of Bertrand Tav-
proponiamo per otto giorni una discesa nell’utopia, il Mu- ernier, “for decades he represented international filmmakers and
tiflix, dove potrete vedere una serie cinematografica in 15 taught us it is not enough to love a film, one must love it for the
episodi, naturalmente del 1918. Si intitola Wolves of Kultur. right reason”. Ermanno taught us to have faith in human beings
Se il titolo non vi convince ma amate le serie televisive, sarete and the humility of people who are conscious of not knowing
felici di sapere che il cliffhanger, prima di questo film, non anything, and for this reason can discover the joy of knowledge
era mai stato così mozzafiato, E sempre a proposito di serie every day. Il Cinema Ritrovato is first and foremost a festival for
Tv vi consigliamo Víctimas del pecado (1951) del messicano passing on knowledge. We dedicate it to them with gratitude.
Emilio Fernández, con la grande ballerina, attrice, rumbera
Ninón Sevilla. Novanta minuti e colpi di scena che bastereb- June 2018
bero per un’intera serie!
Non ci saranno quest’anno tre grandi amici del Cinema Ri-
trovato, Ermanno Olmi, Pierre Rissient e Vittorio Taviani.
Ma ci saranno molti loro amici e le idee che ci hanno inse-
gnato. Pierre amava i film di tutti i paesi, come ha ricordato
Tavernier “ha rappresentato, per decenni, l’internazionale
dei cineasti, ci ha insegnato che non è sufficiente amare un
film, ma bisogna amarlo per i buoni motivi”. Ermanno ci
ha insegnato la fiducia negli esseri umani, l’umiltà di chi è
consapevole di non sapere nulla e per questo ogni giorno può
apprendere la gioia della conoscenza. Il Cinema Ritrovato,
che è prima di tutto un festival della trasmissione, è dedicato
con gratitudine a loro.

Giugno 2018

22
Attori e personale della Società Anonima Ambrosio, 1913-1914 ca.
(coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino)
LA MACCHINA
DEL TEMPO
The Time Machine
1898: CINEMA
ANNO TRE
1898: Year Three of Cinema

Programma a cura di
Programme curated by
Mariann Lewinsky

Testi di / Notes by
Ivo Blom, Bryony Dixon, Mariann Lewinsky,
Dominique Moustacchi, Jeanne Pommeau

26
Alle origini del cinema, recita la vecchia storia, i Lumière inven- In the beginning of cinema, goes the old story, the Lumière
tarono il documentario e Méliès inventò il cinema di finzione. brothers created documentary and Georges Méliès created fic-
Mai fidarsi dei sistemi binari, sempre rispettare la terminologia tion. Never trust binary systems, always heed the terminolo-
d’epoca e fare molta attenzione a come gli interessati descrivo- gy used at the time and how practitioners described what they
no quel che stanno facendo. In un testo del 1906 (vedi Les Vues were doing. In a text from 1906 (required reading: Les Vues
cinématographiques) lo stesso Méliès distingueva quattro generi cinématographiques) Georges Méliès himself distinguished
di vedute: Vues de plein air (vedute naturali), Vues scientifiques four genres of cinematographic views: vues de plein air (nat-
(vedute scientifiche), Sujets composés o Scènes de genre (soggetti ural views); vues scientifiques (scientific views); sujets com-
messi in scena o scene di genere), Transformations o Vues fanta- posés or scènes de genre (composed subjects or genre scenes);
stiques (vedute fantastiche). transformations or vues fantastiques (fantastic views). In this
In questa sezione presentiamo le ottantatré ‘vedute cinemato- section you will find eighty-three cinematographic views from
grafiche’ del 1898 divise in quattro capitoli, secondo le catego- 1898 divided into four chapters, according to the categories
rie proposte da Méliès. Sono storicamente corrette, e model- proposed by Méliès. They are historically correct and model a
lano una precisa topografia della produzione cinematografica precise topography of cinematographic production in 1898.
del 1898. In 2018 you sit in the Sala Mastroianni and look at what is
Nel 2018 prendiamo posto in Sala Mastroianni e guardiamo thought of and talked of as ‘early cinema’, as ‘films’ from hun-
quel che viene definito e pensato come ‘cinema delle origini’, dred-twenty years ago. Not that it will be of any avail, but I
‘film’ di centoventi anni fa. Forse non servirà a molto, ma mi would like to remind you that the terms ‘cinema’ and ‘film’ do
piace ricordare che i termini ‘cinema’ e ‘film’ non erano in uso not apply, not up to 1907 at least. There were no such things
all’epoca, almeno non fino al 1907. Non c’era niente del ge- then. (The case was expounded by André Gaudreault in Il cine-
nere, nel 1898 (come ha dimostrato André Gaudreault in Il ma delle origini. O della ‘cinematografia-attrazione’, 2004).
cinema delle origini. O della ‘cinematografia-attrazione’, 2004). As for exhibition practices in 1898, projections could be seen
Quanto alle pratiche di visione del 1898, le proiezioni avevano in places such as music halls, cafés chantants, theatres and fair-
luogo nei music hall, nei café chantant, nei teatri di varietà e ground shows. In variété shows, a few vues de plein air could
nelle fiere. Negli spettacoli di varietà, vedute de plein air face- make up the last number, a slot unpopular with artists. Printed
vano da numero finale, collocazione che gli artisti preferivano programs rarely contain titles, they simply indicate ‘Biograph’
evitare. I programmi di sala raramente contengono i titoli, in- or another of the enormous variety of expressions used for the
dicano semplicemente ‘Biograph’ o un’altra delle innumerevoli projection of living pictures.
espressioni usate per indicare la proiezione di immagini in mo- Productions by Hatot, Breteau and Méliès, who continued the-
vimento. atrical practices with cinematographic means in passion plays,
Le produzioni di Hatot, Breteau e Méliès, che portavano avanti comic sketches, feats of illusionism and reconstructed actualities,
la tradizione teatrale con mezzi cinematografici (Passioni, scene were occasionally exhibited in theatrical venues, and they were
comiche, numeri d’illusionismo, attualità ricostruite), veniva- eagerly bought and exhibited by itinerant showmen. In 1898,
no talora proiettate nei teatri, ed erano vivamente attese e ricer- recorded a showman, “we were near to starvation with our pro-
cate dagli ambulanti. Nel 1898, secondo una testimonianza, “i jectors; Méliès made us eat plenty again” (Jacques Déslandes
nostri proiettori erano alla fame e noi con loro; Méliès tornò a and Jacques Richard, Histoire comparée du cinéma, 1968).
farci mangiare a sazietà” (Jacques Déslandes e Jacques Richard, All our projections will be from 35mm prints, with the ex-
Histoire comparée du cinéma, 1968). ception of a small number of recent scans. The homogeneity is
Tutte le proiezioni della sezione sono in pellicola 35mm, tran- misleading; the original gauges and systems were wildly hetero-
ne un esiguo numero di recenti digitalizzazioni. L’omogeneità geneous and there were too many of them to be described here.
è ingannevole; formati e sistemi, all’epoca, erano estremamente Last but not least, cinematography was not confined to the
eterogenei, e troppo numerosi per essere descritti in questa sede. screen. In June 1898, the British Mutoscope & Biograph Syndi-
Last but not least, il cinema non era confinato allo schermo. cate purchased the rights to the Kinora Casler-Lumière, a paper
Nel giugno 1898, British Mutoscope & Biograph Syndicate flipbook machine patented by the Lumière brothers in 1896
acquistò i diritti del Kinora Casler-Lumière, una macchina per and manufactured and sold by Léon Gaumont & Cie. For this
la realizzazione di flipbook brevettata dai Lumière nel 1896, home movie device, clients could purchase flipbook versions
prodotta e venduta da Léon Gaumont. I clienti potevano così of cinematographic views by Lumière and Gaumont starting
portarsi a casa, in formato flipbook, le vedute di Lumière e in 1900, and by Mutoscope & Biograph from 1902 onward;
Gaumont dal 1900 in poi, e della Mutoscope & Biograph dal moreover, they could have their own animated portrait made.
1902; inoltre, ciascuno poteva farsi fare il proprio ritratto foto-
grafico animato. Mariann Lewinsky

Mariann Lewinsky

27
CAPITOLO 1: LES VUES DE PLEIN AIR: DAL VERO
CHAPTER 1: LES VUES DE PLEIN AIR: OPEN AIR SCENES

W.K.L. Dickson e la della regina Guglielmina, nel mese di on his most ambitious venture yet having
Mutoscope and settembre. obtained, by long negotiation, permis-
Biograph Syndicate Negli eroici anni Novanta l’EYE Film- sion to film the Pope in Rome. The Pope
W.K.L. Dickson and the museum e il BFI – National Archive XIII on-screen, filmed June 23, 1898,
Mutoscope and fecero il punto della situazione e si giving a blessing to an unseen and un-
Biograph Syndicate accorsero che insieme possedevano countable audience beyond the camera
all’incirca 300 copie nitrato 68mm lens posed interesting questions about
William Kennedy Laurie Dickson, di originali della Mutoscope and Bio- the power of the new medium. Dickson
certo l’eroe più ingiustamente dimen- graph risalenti al periodo 1896-1903. rounded the year off with a visit to the
ticato tra coloro che contribuirono Quello che all’epoca era il Nederlands Netherlands for the coronation of Queen
all’invenzione e allo sviluppo del ci- Filmmuseum intraprese presso il la- Wilhelmina in September.
nema, nel 1898 dovette sentirsi l’uo- boratorio Haghefilm il restauro e il In the heroic 1990s EYE Filmmuseum
mo giusto al momento giusto. Uscito trasferimento in 35mm di questa stra- and BFI – National Archive compared
dall’ombra di Edison nell’aprile del ordinaria collezione, e nel 2000 i risul- notes and realized that they held, jointly,
1895, mentre si faceva a gara per met- tati furono presentati in tutto il loro some 300 original nitrate 68mm Muto-
tere a punto un sistema di proiezione, splendore al pubblico di Pordenone scope and Biograph prints dating 1896-
Dickson e i suoi soci realizzarono un in undici antologie curate da Nico de 1903. The (then) Nederlands Filmmuse-
nuovo brillante modello commerciale Klerk. È ora in corso un progetto di um undertook the restoration and transfer
per un prodotto ad alta risoluzione che digitalizzazione di alcuni originali in to 35mm of this extraordinary collection
faceva uso di pellicole di ampio forma- 68mm che migliorerà ulteriormente la at Haghefilm and in 2000 the astonish-
to, adattabili sia alla visione singola sia qualità dei film. ingly beautiful results were presented to
alla grande sala. Con l’arrivo a Londra Bryony Dixon the Pordenone audience, in eleven com-
dell’American Mutoscope and Bio- pilations by curator Nico de Klerk. A
graph e la creazione di filiali in tutta William Kennedy Laurie Dickson programme to digitise some of the 68mm
Europa, le varie compagnie poterono (1860-1935), surely the most unfairly originals which will further enhance the
scambiarsi titoli popolari di interes- unsung hero in the development of ear- quality of the films is underway.
se internazionale. Nel 1897 Dickson ly film, must have been feeling like ‘the Bryony Dixon
assicurò al suo prestigioso spettacolo man’ in 1898. Having got out from un-
una sede, il Palace Theatre of Varieties der the shadow of Edison in April 1895
di Londra, e nel 1898 era all’apice del- as the race was on for the projected film, The Wonderful Mutoscope
la carriera, producendo numerosi film he and his partners had a smart new British Mutoscope and Biograph
di grande formato che comprendeva- business model for a premium high-res Company, Gran Bretagna, [1898-1900]
no scene d’attualità e sketch comici e product using large format film, adapt- █
35mm. L.: 16 m. D.: 35”. Bn Da: EYE

drammatici girati sul tetto di uno stu- able for both the individual viewer and Filmmuseum
dio cinematografico che si affacciava the large theatre. Taking the American
sul Tamigi. Nell’estate di quell’anno Mutoscope and Biograph brand to Lon- Pelicans at the Zoo
Dickson viaggiò in Europa per com- don and setting up franchises all over British Mutoscope and Biograph
piere la sua impresa più audace dopo Europe the different companies could Company, Gran Bretagna, 1898
aver ottenuto, in seguito a lunghe trat- exchange popular films of internation- █
35mm. L.: 10 m. D.: 30”. Bn Da: BFI –

tative, il permesso di filmare il Papa a al interest between themselves. In 1897 National Archive
Roma. Le immagini filmate il 23 giu- he secured a residency for his high-end
gno 1898 del Pontefice che benediceva show at the Palace Theatre of Varieties Conway Castle – Panoramic
un pubblico invisibile oltre l’obiettivo in London and in 1898 was at the top View of Conway on the L. &
della macchina da presa poneva inte- of his game, producing a variety of films N.W. Railway
ressanti interrogativi sulle possibilità on large format including both actuali- British Mutoscope and Biograph
del nuovo mezzo. Dickson concluse ties and comic or dramatic sketches from Syndicate, Gran Bretagna, 1898
quell’anno memorabile con una visi- a rooftop studio on London’s Embank- █
35mm. L.: 43 m. D.: 2’. Col Da: EYE

ta nei Paesi Bassi per l’incoronazione ment. In the summer he toured Europe Filmmuseum

28
Worthing Life-Saving Station
British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. L.: 17 m. D.: 40”. Bn Da: EYE

Filmmuseum

Launch of the Worthing Life-


Boat: Coming Ashore
British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. L.: 32 m. D.: 1’. Bn Da: EYE

Filmmuseum

Menai Bridge, the Day Irish


Mail from Euston Entering the
Tubular Bridge over the Menai
Straits
British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. L.: 17 m. D.: 40”. Bn Da: EYE

Filmmuseum The Tarantella, an Italian Dance

Elephants at the Zoo Pope Leo XIII, Resting on His [Venetië-havengezicht met
British Mutoscope and Biograph Way to His Summer Villa gondels] / [Venice, Harbour
Syndicate, Gran Bretagna, 1898 British Mutoscope and Biograph Scene with Gondolas]

35mm. L.: 16 m. D.: 35”. Bn Da: EYE

Syndicate, Gran Bretagna, 1898 British Mutoscope and Biograph
Filmmuseum █
35mm. D.: 1’. Bn Da: EYE Filmmuseum

Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. D.: 40”. Bn Da: EYE Filmmuseum

Funeral Procession of the Pope Leo XIII Walking Before


Misericordia Kneeling Guards Venice, Feeding the Pigeons
British Mutoscope and Biograph British Mutoscope and Biograph in St. Mark’s Square
Syndicate, Gran Bretagna, 1898 Syndicate, Gran Bretagna, 1898 British Mutoscope and Biograph

35mm. D.: 45”. Bn Da: EYE Filmmuseum
█ █
35mm. D.: 25”. Bn Da: EYE Fimmuseum

Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. L.: 23 m. D: 1’. Bn Da: BFI –

Pope Leo XIII Carried Through Panorama of the Grand Canal, National Archive
the Vatican Loggia on His Venice; Passing the Vegetable
Way to the Sistine Chapel Market Queen Margherita of Italy
British Mutoscope and Biograph British Mutoscope and Biograph British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898 Syndicate, Gran Bretagna, 1898 Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. D.: 35” Bn Da: EYE Filmmuseum
█ █
35mm. L.: 24 m. D.: 40”. Bn Da: BFI – █ █
35mm. D.: 40”. Bn Da: EYE Filmmuseum

National Archive
Pope Leo XIII in His Carriage, Neapolitan Dance at the
Passing Through the Vatican The Grand Canal, Venice Ancient Forum of Pompeii
Gardens British Mutoscope and Biograph British Mutoscope and Biograph
British Mutoscope and Biograph Syndicate, Gran Bretagna, 1898 Syndicate, Gran Bretagna, 1898
Syndicate, Gran Bretagna, 1898 █
35mm. L.: 15 m. D.: 35”. Bn Da: BFI –
█ █
35mm. L.: 16 m. D.: 35”. Bn Da: BFI –


35mm. D.: 40”. Bn Da: EYE Filmmuseum

National Archive National Archive

Pope Leo XIII, in His Chair Boys Bathing – Venice The Tarantella, an Italian Dance
British Mutoscope and Biograph British Mutoscope and Biograph British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898 Syndicate, Gran Bretagna, 1898 Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. D.: 50”. Bn Da: EYE Filmmuseum
█ █
35mm. L.: 15 m. D.: 35”. Bn Da: BFI –
█ █
35mm. D.: 40”. Bn Da: EYE

National Archive Filmmuseum

29
In scena la regina
Guglielmina dei Paesi Bassi
Starring Queen
Wilhelmina of the
Netherlands
Se la recente serie televisiva The Crown
rievoca il celebre filmato dell’incoro-
nazione di Elisabetta II nel 1953 tra-
smesso in eurovisione, l’evento media-
tico del 1898 fu indubbiamente l’in-
coronazione o meglio l’insediamento
della giovane regina Guglielmina dei
Paesi Bassi, a riprova del fatto che i
reali furono le prime star del cinema.
William Dickson si assicurò il dirit-
to esclusivo di filmare l’evento, il 6
settembre 1898, per il dipartimento
britannico della sua American Muto-
scope & Biograph Company. Dalla
finestra di un edificio situato nei pres- The Royal Procession to the Church Before the Coronation Ceremony
si della Nieuwe Kerk su Piazza Dam
Dickson riprese l’ingresso in chiesa di 1953, the media event of 1898 was no tion images contributed to the founding in
Guglielmina, ancora principessa, e la doubt the coronation, or rather inaugu- December 1898 of the Dutch Mutoscope
sua uscita con le insegne e il manto ration, of young Queen Wilhelmina of & Biograph Company.
d’ermellino di regina: si era assicura- the Netherlands. It shows very well that Ivo Blom
to la posizione di ripresa in cambio di royalty were the first movie stars.
una cospicua somma di denaro. Char- William Dickson secured the sole film rights
les Urban, per conto dell’impresario to record Wilhelmina’s inauguration on 6 Dutch Fishing Boats
teatrale Franz Anton Nöggerath se- September 1898 for the British sub-de- British Mutoscope and Biograph
nior, si era però procurato senza auto- partment of his American Mutoscope & Syndicate, Gran Bretagna, 1898
rizzazione una finestra vicina a quella Biograph Company. He managed to get a █
35mm. D.: 40”. Bn Da: EYE Filmmuseum

di Dickson, e con una cinepresa più view from a room near the Nieuwe Kerk
piccola riprese lo stesso evento. Anche on Dam Square to film Wilhelmina, still [De Boulevard Van
se il filmato di Urban fu ampiamen- Princess, entering the church, and exiting Scheveningen]
te pubblicizzato dalla sua Warwick the church as the young Queen afterwards, British Mutoscope and Biograph
Trading Company e proiettato in sale crowned and in an ermine royal cloak. Syndicate, Gran Bretagna, 1898
come il teatro Flora di Nöggerath, esso Dickson had secured his advantageous spot [The Boulevard of Scheveningen] 35mm.

è purtroppo andato perduto. The Co- for a high price. However, commissioned D.: 30”. Bn Da: EYE Filmmuseum

ronation of Queen Wilhelmina of Hol- by vaudeville owner Franz Anton Nög-


land at Amsterdam di Dickson è il più gerath senior, Charles Urban had illegally [Official Entry of Queen
antico filmato dei Paesi Bassi a essersi secured a window close to Dickson’s and Wilhelmina into Amsterdam]
conservato. Il successo di queste im- shot the same event with a smaller camera. British Mutoscope and Biograph
magini contribuì alla fondazione nel Even if his footage was widely published Syndicate, Gran Bretagna, 1898
dicembre del 1898 della Dutch Muto- by Urban’s Warwick Trading Company █
35mm. D.: 40”. Bn Da: EYE Filmmuseum

scope & Biograph Company. and projected at places such as Nöggerath’s


Ivo Blom Flora Theatre, it is unfortunately lost now. Arrival of the Queen at the
Dickson’s The Coronation of Queen Palace, Amsterdam
While the recent TV series The Crown Wilhelmina of Holland at Amsterdam is British Mutoscope and Biograph
remembers the famous TV footage of the oldest remaining footage of the Nether- Syndicate, Gran Bretagna, 1898
Queen Elizabeth II’s coronation in lands. The success of the Dickson corona- █
35mm. D.: 1’. Bn Da: EYE Filmmuseum

30
Review of the Royal
Netherlands Guards in the
Costumes of the Middle Ages
British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. D.: 50”. Bn Da: EYE Filmmuseum

The Royal Procession to the


Church Before the Coronation
Ceremony
British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. D.: 25”. Bn Da: EYE Filmmuseum

The Royal Procession from the


Church after the Ceremony
British Mutoscope and Biograph
Syndicate, Gran Bretagna, 1898

35mm. D.: 10”. Bn Da: EYE Filmmuseum

The Queen and the Queen


Mother on the Palace Balcony
Responding to the Call of the Dostaveníčko ve mlýnici
Populace
British Mutoscope and Biograph poca per offrire una migliore compren- film della storia del cinema, e anche
Syndicate, Gran Bretagna, 1898 sione delle qualità fotografiche dei film. un modo per combattere la dilagante

35mm. D.: 25”. Bn Da: EYE Filmmuseum

Malgrado il mito dell’onnipotenza ideologia del ‘contenuto’.
delle tecnologie digitali, i procedi- Jeanne Pommeau
menti fotochimici permettono di ri-
produrre meglio importanti caratteri- Jan Kříženecký, a construction engineer
Lumière locale: stiche delle tecniche cinematografiche and a photographer, bought a cinéma-
Jan Kříženecký a Praga d’epoca. Viraggi e imbibizioni sono tographe from the Lumière brothers in
Local Lumière: ovvi esempi di pratiche che posso- 1898 with its accessories and negative and
Jan Kříženecký in Prague no oggi essere impiegate per rendere positive film stock, with which he made
al massimo l’impatto estetico. D’al- the first Czech films. Most of these films
Jan Kříženecký, ingegnere edile e fo- tro canto, le monocromie delle copie describe events, celebrations and everyday
tografo, nel 1898 acquistò dai fratelli prodotte dai fratelli Lumière, essendo life in Prague, however three of them were
Lumière un cinématographe completo verosimilmente insite nel supporto comedies with Josef Šváb-Malostranský
di accessori e di pellicole negative e impiegato, non sono riproducibili su as the lead actor and presumably also as
positive con cui girò i primi film cechi. copie di sicurezza con le tecnologie co-director. Jan Kříženecký screened the
La maggior parte di questi film ritrae originali. Il fatto che le copie nitrato films at the Exhibition of Architecture
eventi, cerimonie e aspetti della vita d’epoca abbiano una sola perforazione and Engineering in Prague the same year
quotidiana a Praga, ma tre di essi sono su ciascun lato della pellicola contri- in the pavilion he named the “Czech
comiche con Josef Šváb-Malostranský buisce alla loro fragilità rendendo im- Cinematograph”. All surviving materi-
nel ruolo di protagonista e probabil- possibile la proiezione. In questo caso als have now been digitized. If possible,
mente anche di co-regista. Nello stes- la digitalizzazione è l’unico modo per we will also present the original negatives
so anno Jan Kříženecký proiettò i suoi proiettare un facsimile di questi film and vintage prints in order to offer a bet-
film all’Esibizione di architettura e in- nel loro stato attuale senza interferi- ter comprehension of the photographic
gegneria di Praga nel padiglione da lui re con interventi di stabilizzazione o character of these moving pictures.
battezzato “Cinematografo ceco”. Tut- ritocchi digitali e rispettandone i co- Despite the myth of the omnipotence of dig-
ti i materiali superstiti sono stati oggi lori. È, questo, un passo modesto ma ital technologies, important characteristics
digitalizzati. Presentiamo ove possibile necessario per invitare gli studiosi a of historical film technologies can be more
anche i negativi originali e le copie d’e- interessarsi ai colori in uno dei primi faithfully reproduced with photochemical

31
Voltýžování jízdního odboru Sokola pražského

32
procedures. Tinting and toning are obvi- [The Firemen of Old Prague] DCP. D.: 45’’ █
Digitalizzati in 4K nel 2018 da Národní
ous examples of practices that can be reused (copia vintage); 39’’ (negativo originale) █
filmový archiv in collaborazione con
today to achieve a maximum of the films’ Da: Národní filmový archiv Nasjonalbiblioteket – National Library
original aesthetic impact. On the other of Norway e CESNET presso i laboratori
hand, monochromatic colours of prints Žofínská plovárna Hungarian Filmlab (Budapest) e Magiclab
manufactured by the Lumière brothers, Cecoslovacchia, 1898 (Praga), grazie al sostegno di Islanda e
because they are presumably inherent in [Žofín Swimming Bath] DCP. D.: 45’’

Liechtenstein. Progetto co-finanziato dal
this film material, are not reproducible on (copia vintage) 48’’ (negativo originale) █
Ministero della Cultura della Repubblica
safety prints using the original technolo- Da: Národní filmový archiv Ceca / Digitized in 4K in 2018 by Národní
gies. The fact that the nitrate vintage prints filmový archiv in collaboration with
have one sprocket-hole on each side of the Dostaveníčko ve mlýnici Nasjonalbiblioteket – National Library of
filmstrip adds to their fragility and makes Cecoslovacchia, 1898 Norway and CESNET at Hungarian Filmlab
screening them impossible. In this very pe- [An Assignation in the Mill] Int.: Josef █
(Budapest) and Magiclab (Prague), with
culiar case, digitization offers the only way Šváb-Malostranský DCP. D.: 1’ (copia

the support of Iceland and Liechtenstein.
to screen a facsimile of these films in their vintage); 44’’ (negativo originale) Da: █
Project supported by Ministry of Culture
present state without interfering by using Národní filmový archiv of the Czech Republic
digital retouching or stabilization and
respecting their colours. This is a modest Výstavní párkař a lepič
but necessary step to invite researchers to plakátů
become curious about the colour processes Cecoslovacchia, 1898 Le più belle vedute Lumière
used in one of the very first screened mov- [Exhibition Sausage Seller and Bill-Poster] del 1898 (con un balletto in
ing pictures in history and one more move █
Int.: Josef Šváb-Malostranský DCP. D.: █
stile Gay Pride)
to fight the pervasive ideology of ‘content’. 59’’ (capia vintage 1); 60’’ (copia vintage Best of Lumière 1898
Jeanne Pommeau 2); 62’’ (negativo originale) Da: Národní █
(including a Gay Pride
filmový archiv Ballet)
Svatojanská pouť v Smích a pláč Dopo centinaia di vedute girate nel
českoslovanské vesnici Cecoslovacchia, 1898 1897 dagli operatori viaggianti in ogni
Cecoslovacchia, 1898 [Laughter and Tears] Int.: Josef Šváb-

angolo del mondo, la produzione Lu-
[Midsummer Pilgrimage in a Czechoslavic Malostranský DCP. D.: 30’’ Da: Národní
█ █
mière di vues de plein air continua l’an-
Village] DCP. D.: 40’’ (copia vintage); 47’’

filmový archiv no seguente con serie filmate princi-
(negativo originale) Da: Národní filmový

palmente in Francia. In tutto duecento
archiv Cvičení s kužely Sokolů nuove vedute (compresa una ventina di
malostranských vues composées) vengono aggiunte nel
Defilování vojska o Božím těle Cecoslovacchia, 1898 1898 al catalogo Lumière. Gli esempi
na Královských Hradčanech [Exercises with Indian Clubs by the Sokol che presentiamo sono stati scelti per il
Cecoslovacchia, 1898 of Malá Strana] █
DCP. D.: 47’’ (copia portentoso senso del ritmo, la misura
[March Past during Corpus Christi Feast vintage); 42’’ (negativo originale) Da: █
interna e la composizione dell’inqua-
in Hradčany] DCP. D.: 22’’ Da: Národní
█ █
Národní filmový archiv dratura, per la magica capacità di cat-
filmový archiv turare il tempo e la vita presente (d’una
Voltýžování jízdního odboru principessa, d’un cane) e la misteriosa
Polední výstřel na Sokola pražského rivelazione di nuove forme di visione
Mariánských hradbách Cecoslovacchia, 1898 (da un aerostato o risalendo lungo la
Cecoslovacchia, 1898 [Vaulting of the Prague Sokol Equestrian torre Eiffel).
[Noon Cannon Firing on Marian Walls] █
Section] █
DCP. D.: 43’’ Da: Národní

DCP. D.: 40’’ Da: Národní filmový archiv



filmový archiv After several hundreds of views shot in
1897 in all the corners of the world by
Cyklisté / Cyclists Slavnost zakládání pomníku travelling operators, the Lumière produc-
Cecoslovacchia, 1898 Františka Palackého tion of Vues de plein air continued the

DCP. D.: 37’’ Da: Národní filmový archiv

Cecoslovacchia, 1898 following year with a series shot predomi-
[Foundation Ceremony of the František nantly in France. All in all, two hundred
Staroměstští hasiči Palacký Monument] DCP. D.: 47’’ Da:
█ █
new views were added to the Lumière cat-
Cecoslovacchia, 1898 Národní filmový archiv alogue in 1898, including about twenty

33
Ballet Excelsior: pas du bouquet

vues composées or divers. The examples Lavage du pont, I Le Squelette joyeux


have been selected for the wondrous sense n. 821, Alexandre Promio, n. 831, [Francia], 1897 o 1898
of rhythm, timing and frame composi- Villefranche-sur-Mer, Francia, 1898
tion, the magic of capturing the present Ouvriers réparant un trottoir
moment of time and life (of a princess, Ramassage du linge en bitume
of a dog) and the eerie revelation of new n. 824, Alexandre Promio, n. 833, [Francia], 1897 o 1898
ways of seeing (from a balloon in bound Villefranche-sur-Mer, Francia, 1898
flight, or ascending the Eiffel tower). Panorama pendant l’ascension
Mariann Lewinsky Picadors de la tour Eiffel
n. 864, Nîmes, Francia, 8 maggio 1898 n. 992, Parigi, Francia, 1897 o 1898
Chiens savants: la danse
serpentine Chiens savants: exercice du Panorama pris d’un ballon captif
n. 987, Francia, 1897 o 1898 tonneau n. 997, [Francia], 1897 o 1898
n. 989, Francia, 1897 o 1898
La Duchesse d’Aoste à Explosion en mer
l’exposition Ballet Excelsior: pas du bouquet n. 829, Alexandre Promio,
n. 1051, Torino, Italia, 1898 n. 913, [Lione], Francia, 1897 o 1898 Villefranche-sur-Mer, Francia, 1898


35mm Da: Institut Lumière
█ █
DCP Da: Institut Lumière

34
CAPITOLO 2: VUES SCIENTIFIQUES, SCIENZA E FANTASCIENZA
CHAPTER 2: VUES SCIENTIFIQUES, SCIENCE AND SCIENCE FICTION

Albert Londe (1858-1917) fu un im- Albert Londe (1858-1917) was an FEU D’ARTIFICE
portante ricercatore medico, crono- important medical researcher, chro- Francia, 1898 Regia: Albert Londe
fotografo e pioniere della fotografia a nophotographer and pioneer in X-ray █
35 mm. L.: 40 m. Bn Da: CNC – Centre

raggi X. Utilizzò una macchina a nove photography. He used a camera with national du cinéma et de l’image animée
(e più tardi dodici) lenti per scattare nine (and later twelve) lenses to make
fotografie in sequenza di movimenti, sequential photographs of movements, MARCHE DE L’HOMME N. 1
esplosioni e onde dell’oceano. Col- explosions and ocean waves. A colleague Francia, 1898 Regia: Albert Londe
lega e collaboratore di Marey, Char- and collaborator of Marey, Charcot and █
T. alt.: Démarche pathologique, piste de
cot e Richer, lavorò per molti anni al Richer, he worked for many years at the la Salpêtrière 35 mm. L.: 15 m. Bn Da:
█ █

gruppo ospedaliero della Salpêtrière, e Salpêtrière hospital and published influ- CNC – Centre national du cinéma et de
pubblicò collezioni di cronofotografie ential collections of chronophotographs. l’image animée
che ebbero ampia eco. L’illustre chi- The brilliant surgeon and immunologist
rurgo e immunologo Eugène-Louis Eugène-Louis Doyen (1859-1916) used [MANOEUVRE DU LIT
Doyen (1859-1916) usò da subito il cinematography very early on for educa- OPÉRATOIRE]
cinema come strumento di formazio- tional purposes, and in July 1898 present- Francia, 1898 Regia: Louis Doyen
ne scientifica, e nel luglio 1898 pre- ed three films (among them Manoeuvre █
T. copia: Eine schwierige Behandlung. F.:
sentò tre film (tra cui Manoeuvre du lit du lit opératoire and Hystérectomie Clément-Maurice, Ambroise-Françoise
opératoire e Hystérectomie abdominale) abdominale) to the British Medical So- Parnaland. Prod.: Louis Doyen 35mm █ █

alla British Medical Society. Con la ciety. He produced a collection of about Da: Filmarchiv Austria
collaborazione di Clément-Maurice e sixty surgery films, with Clément-Mau-
Ambroise-François Parnaland, Doyen rice and Ambroise-François Parnaland [OPÉRATION CHIRURGICALE
realizzò circa sessanta film a soggetto as collaborators. When Parnaland se- DU DOCTEUR DOYEN:
chirurgico. Quando Parnaland distri- cretly distributed some of the films, with HYSTÉRECTOMIE
buì di nascosto alcuni di questi film, copies turning up at fairground shows, ABDOMINALE, ABLATION
che apparvero negli spettacoli da fiera, Doyen successfully prosecuted him. DE LA TUMEUR]
Doyen lo citò in giudizio e vinse. It is extraordinary that we know the Francia, 1898
È straordinario che conosciamo il nome name of the young woman who appears Regia: Eugène Louis Doyen
della giovane donna che compare – o – or does she act? – in the Scènes de █
F.: Clément-Maurice, Ambroise-
recita? – nelle Scènes de Hypnotisme I e Hypnotisme I and II, Lumière Cata- Françoise Parnaland. Int.: Eugène Louis
II, Catalogo Lumière nn. 990-991. Era logue nos. 990-991. She was a painter’s Doyen. Prod.: Eugène Louis Doyen 35 █

una modella di pittori e una performer model and a professional performer of mm. L.: 112 m. D.: 6’ Da: CNC – Centre

professionista di Poses passionnelles, o Poses passionnelles, or Emotional Pos- national du cinéma et de l’image animée
Posture Emotive, “capace di risponde- tures “responding in hypnosis to musical
re sotto ipnosi a suggestioni musicali o or verbal suggestions. She is able to fall UNE SCÈNE DE
verbali. Può addormentarsi e svegliarsi asleep and wake up by herself ” (says her HYPNOTISME, I
a proprio comando” (così prometteva business card). Parapsychologist Albert Catalogo Lumière n. 990, Francia,
il suo biglietto da visita). Il libro del de Rocha’s book on musical suggestions 1897 o 1898
parapsicologo Albert de Rocha sulle (1900), designed in pure Art Nouveau █
Int.: Lina de Ferkel 35 mm Da: Institut
█ █

suggestioni musicali (1900), illustrato style by Alphonse Mucha, includes her Lumière
da Alphonse Mucha in puro stile Art portraits by Nadar. She lived in Par-
Nouveau, contiene i ritratti fotografici is, 84 Rue des Écoles, and the Lumière UNE SCÈNE DE
che le fece Nadar. La ragazza viveva a Catalogue gives away her unconceivable HYPNOTISME, II
Parigi, in rue des Écoles 84, e il Cata- name: Lina de Ferkel. ‘Ferkel’ is Ger- Catalogo Lumière n. 991, Francia,
logo Lumière svela il suo inconcepibile man for piglet. Did she know? 1897 o 1898
nome: Lina de Ferkel. In tedesco ‘Fer- Mariann Lewinsky █
Int.: Lina de Ferkel 35 mm Da: Institut
█ █

kel’ significa maialino. Chissà se Lina Lumière


lo sapeva.
Mariann Lewinsky

35
CAPITOLO 3: SUJETS COMPOSÉS O SCENE DI GENERE
CHAPTER 3: SUJETS COMPOSÉS OR SCÈNES DE GENRE

Registi del 1898: thé Frères e Gaumont erano fornitori ety to their catalogue. Pathé Frères and
Hatot e Breteau di materiale fotografico e fonografico; Gaumont in 1898 were suppliers of pho-
Directing films in 1898: le due ditte acquistavano allora i film tographic and phonographic merchan-
Hatot and Breteau dei cinématographistes esterni Hatot e dise. In 1898 the two companies bought
Breteau come software per i loro mac- films from the external cinématogra-
Georges Hatot e Gaston Breteau (o chinari; solo più tardi si sarebbero se- phistes Hatot and Breteau a ‘software’
Bretteau) girarono una gran quantità riamente avventurati nella produzione for their apparatuses; they would venture
di vedute denominate Sujets composés cinematografica. into film production seriously only later.
(o anche Scènes de genre) per con- Mariann Lewinsky Mariann Lewinsky
to dei fratelli Lumière nel 1897 e di
Léon Gaumont e associati nel 1898. Georges Hatot and Gaston Breteau (or
Breteau nel 1898 cominciò inoltre Bretteau) directed scores of vues Sujets L’UTILITÉ DES RAYONS X
ad apparire nei libri paga della Pathé composés (also Scènes de genre) on Francia, 1898 Regia: Gaston Breteau
Frères, ricevendo compensi per le sue behalf of Frères Lumière in 1897 and of
prises cinématographiques, e avrebbe Léon Gaumont & Co. in 1898. More- █
Int.: Gaston Breteau. Prod.: Léon Gaumont
continuato a lavorare per la ditta fino over Breteau begins to appear in the et Cie DCP. D.: 1’. Bn Da: Lobster
█ █

al 1904, come sappiamo dalla detta- account books of Pathé Frères in 1898,
gliata storia della Pathé ricostruita da paid for prises cinematographiques
Stéphanie Salmon, Pathé: À la con- and would continue to work for Pathé
quête du cinéma (1896-1929). Frères until 1904, as we know from BARBE-BLEUE
Breteau e Hatot, che sotto regolare the detailed history of the enterprise by Catalogo Lumière n. 946, Gaston
contratto girarono, montarono e ven- Stéphanie Salmon, Pathé: À la conquête Breteau, Francia, 1898
dettero film per svariate compagnie, du cinéma (1896-1929).
sono figure chiave dei primissimi anni Breteau and Hatot, who directed, edit- █
Scgf.: Marcel Jambon. Prod.: Lumière
del cinema. Avevano lavorato insieme ed and sold films on a contractual basis █
DCP. D.: 1’ █
Da: Cinémathèque
al Théâtre de l’Odéon come direttori to several companies, were key figures in française (coll. Olivier Auboin-Vermorel)
di scena; per la produzione cinemato- these early years of cinematography. They █
Digitalizzato nel 2015 in 4K da
grafica ingaggiarono uno scenografo had worked together at the Théâtre de Cinémathèque française e Institut
teatrale di primo piano, Marcel Jam- l’Odéon as stage coordinators and en- Lumière a partire da un nitrato 35mm
bon (1848-1908). Fu Jambon a creare gaged an eminent set designer and scene con perforazioni Lumière conservato da
le scenografie della serie Vues histo- painter, Marcel Jambon (1848-1908), Cinémathèque française / Digitalized in
riques, realizzata da Hatot nel 1897 for their cinematographic productions. 2015 in 4K by Cinémathèque française and
per conto dei Lumière, e della Vita di It was Jambon who created the sets for Institut Lumière from a nitrate 35mm print
Cristo del 1898 (“basata sulle opere dei the series of Vues historiques directed by with Lumière perforations preserved at
grandi maestri dell’arte sacra”); queste Hatot in 1897 on behalf of the Frères Cinémathèque française
ultime sarebbero state usate ancora per Lumière and for the Life of Christ of
la serie della Passione che Breteau rea- 1898 (“after famous paintings of reli-
lizzò per Gaumont nel 1899. Breteau gious art”); these would be used again
era anche attore: appare nel ruolo di for the Passion series Breteau directed EXÉCUTION DE
Gesù Cristo nella serie Lumière ed è for Gaumont in 1899. Breteau also act- JEANNE D’ARC
lui la donna che trafuga sotto la gonna ed: he appears on-screen as Jesus Christ Catalogo Lumière n. 964, Gaston
prosciutto e pollo arrosto in L’Utilité in the Lumière series and as the woman Breteau, Francia, 1898
des Rayons X. smuggling ham and roast chicken under
Per dare varietà al proprio catalogo, i her skirt in L’Utilité des Rayons X. █
T. int.: Execution of Joan of Arc. Prod.:
Lumière inserivano ‘scene di genere’ The Frères Lumière added ‘genre scenes’ Lumière DCP. D.: 1’. Col Da: Cinémathèque
█ █

dirette da Hatot e Breteau e spesso gi- directed by Hatot and Breteau and often française (coll. Olivier Auboin-Vermorel)
rate da Alexandre Promio, come Bar- shot by Alexandre Promio, such as Bar- █
Restaurato nel 2015 da Cinémathèque
be-bleue o Jeanne d’Arc. Nel 1898 Pa- be-Bleue or Jeanne d’Arc, to add vari- française e Institut Lumière a partire da un

36
Exécution de Jeanne d’Arc

positivo nitrato 35mm imbibito e colorato a a Lione, o nella villa di La Ciotat. Tut- Il catalogo La Production cinématog-
mano con perforazioni Lumière / Restored tavia, durante gli anni 1896 e 1897, la raphique des Frères Lumières, diretto da
in 2015 by Cinémathèque française and finzione rimane un genere minoritario Michelle Aubert e Jean-Claude Seguin
Institut Lumière from a positive nitrate nel catalogo della maison lionese e, per- (edito da BiFi – Editions Mémoires
35mm print tinted and hand-colored with ché questa prenda uno slancio effettivo, de cinéma, 1996), accredita Alexandre
Lumière perforations bisogna attendere il 1898, anno in cui i Promio come unico operatore. Sembre-
film di fiction coprono almeno un ter- rebbe, comunque, che la serie sia stata
zo della produzione totale della società, diretta da George Hatot, con le sceno-
come risultato della concorrenza eserci- grafie di Marcel Jambon e Promio come
Serie: La Vie et la Passion tata su questo fronte in particolare da operatore. Questo implicherebbe un’au-
de Jésus-Christ Pathé Frères e Léon Gaumont et Cie. tentica evoluzione nel modus operandi
Series: La Vie et La Dopo aver creato numerose vedute co- della maison lionese, poiché fino a quel
Passion de Jésus-Christ miche o storiche e scènes reconstituées, la momento gli operatori si ritrovavano
società decide di realizzare una serie di soli dietro alla cinepresa, talvolta aiutati
Sin dall’apparizione del cinématographe rilievo in tredici quadri sulla vita e la pas- da un assistente. Con la costituzione di
nel 1895, Louis e Auguste Lumière han- sione di Gesù Cristo, presentata a Lione queste piccole troupe, il cinématographe,
no girato film di finzione, a cominciare in occasione delle feste natalizie e, nuo- da sistema individuale, diventa il cine-
dagli sketch familiari messi in scena e vamente, per la Pasqua del 1899. ma, un’impresa collettiva.
registrati nel loro giardino di Monplaisir Dominique Moustacchi

37
gory, as awareness of competition from
Pathe Frères and Léon Gaumont & Cie
grew. Having produced various comic
shorts and historical tableaux or recon-
structions, the Lumière Bros company
then decided to embark on a major
series called La Vie et La Passion de
Jésus-Christ (‘Life and Passion of Je-
sus Christ’) in 13 tableaux. This was
shown at Lyons over the Christmas
period and again during the 1899
Easter season. Michelle Aubert & Jean-
Claude Seguin’s catalogue raisonné, La
Production cinématographique des
frères Lumière (published by BiFi –
Editions Mémoires de cinéma, 1996),
credits Alexandre Promio as sole cam-
era operator, though it seems the series
was in fact directed by Georges Hatot,
with Marcel Jambon as production
designer and Promio as cameraman.
Such an arrangement would represent
a step forwards in the Lyons-based
company’s production mode, consider-
ing that camera operators had previ-
ously worked alone, with the occasion-
al help of an assistant. Thus, with this
first team the Cinematograph, origi-
nally designed for individual use, be-
came cinema, a collective undertaking.
Dominique Moustacchi

LA VIE ET LA PASSION DE
JÉSUS-CHRIST
Francia, 1898 Regia: [Georges Hatot]


Operatore: [Alexandre Promio]. Int.:
Gaston Breteau (Gesù). Prod.: Frères
Lumières 35mm

I. L’Adoration des Mages (n. 933)


II. La Fuite en Égypte (n. 934)
III. L’Arrivée à Jérusalem (n. 935)
IV. Trahison de Judas (n. 936)
La Vie et la passion de Jésus-Christ V. Résurrection de Lazare (n. 937)
VI. La Cène (n. 938)
Louis and Auguste Lumière shot fiction from 1895 onwards. During these ear- VII. L’Arrestation de Jésus-Christ (n. 939)
as soon as the Cinematograph came into ly years, however, through 1896 and VIII. La Flagellation (n. 940)
being, producing everyday domestic 1897, ‘drama’ occupied only a very IX. Le Couronnement d’épines (n. 941)
scenes performed and recorded, either small proportion of the company’s cat- X. La Mise en croix (n. 942)
at home in Lyons’ Monplaisir neigh- alogue. It was not until 1898 that the XI. Le Calvaire (n. 943)
bourhood or in the family’s holiday genre took off. That year, fully one third XII. La Mise au tombeau (n. 944)
villa at La Ciotat on the south coast, of the films produced fell into this cate- XIII. La Résurrection (n. 945)

38
CAPITOLO 4: SCÈNES FANTASTIQUES: MÉLIÈS E L’ARTE DEL MERAVIGLIOSO
CHAPTER 4: FANTASTIC SCENES: MÉLIÈS AND THE ART OF THE MARVELLOUS

Georges Méliès realizzò ventisette and five transformations or trick scenes LE MAGICIEN
film nel 1898; dieci risultano tuttora – which Méliès himself preferred to call Francia, 1898 Regia: Georges Méliès
esistenti. I sette che mostriamo nella scènes fantastiques. They are not only
nostra sezione sono meravigliosi: una fantastic, astonishing and inventive, they █
Prod.: Star Film (n. 153) DCP Da:
█ █

bellissima panoramica da un treno, radiate a unique charm of exuberance, of Lobster Films


un’attualità finemente ricostruita (l’af- fun and bravura that makes them more
fondamento dell’incrociatore Maine il enjoyable than anything else in the 1898
15 febbraio 1898), con veri pesci rossi e strand. And also more enjoyable than
cinque trasformazioni o scene a trucchi most of Méliès’ later productions. Theirs PYGMALION ET GALATHÉE
– che Méliès preferiva chiamare scènes is the irretrievable charm of perfection Francia, 1898 Regia: Georges Méliès
fantastiques. Queste scene non sono achieved for the first time in a new thing.
solo fantastiche, stupefacenti e inventi- These films were screened on Sunday █
Int.: Georges Méliès, Jehanne d’Alcy.
ve; emanano il fascino dell’esuberanza, nights in the Théâtre Robert-Houdin. It is Prod.: Star Film (n. 156) 35mm. L.: 30 m.

del gioco e del pezzo di bravura, che important to repeat on every occasion that Bn Da: CNC – Centre national du cinéma

le rende la cosa più divertente dell’in- Méliès did not bring theater or fiction to et de l’image animée
tera selezione 1898. E più divertenti, the cinema. It is the other way round; he
anche, di quasi tutta la successiva pro- put cinematography at the service of the
duzione Méliès. Conservano il fascino theatre, as he wrote in 1906 (in Les Vues
irripetibile della perfezione raggiunta cinématographiques), and for him it PANORAMA PRIS D’UN TRAIN
per la prima volta in un nuovo campo. was a means to expand the limits of his EN MARCHE
Questi film venivano mostrati la do- Art of the Marvellous as he wrote in 1926 Francia, 1898 Regia: Georges Méliès
menica sera al Théâtre Robert-Hou- (in En marge de l’histoire du cinéma-
din. È importante ribadire che Méliès tographe). Using cinematography he ac- █
Prod.: Star Film (n. 151) DCP Da:
█ █

non portò il teatro o la narrazione al complished tricks like replacing Christ on Lobster Films
cinema, ma fece l’opposto: mise il the Cross with seductive Jehanne d’Alcy,
cinema al servizio del teatro, come the Greek sculptor Pygmalion chasing a
scrisse nel 1906 (in Les Vues cinémat- hobbling skirt (the recalcitrant lower half
ographiques), e, come scrisse nel 1926 of Galatea) and himself disappearing, ILLUSIONS
(in En marge de l’histoire du cinématog- leaving a little wisp of smoke in the air. FANTASMAGORIQUES
raphe), il cinema era per lui il mezzo Mariann Lewinsky Francia, 1898 Regia: Georges Méliès
per ampliare i limiti della sua Arte del
Meraviglioso. Con i trucchi del cine- █
Prod.: Star Film (n. 155) 35mm. L.:

ma sostituì il Cristo sulla croce con LA TENTATION DE SAINT 23 m. D.: 1’ a 18 f/s. Imbibita / Tinted
una seducente Jehanne d’Alcy, mostrò ANTOINE █
Da: Filmoteca Española (collezione
lo scultore greco Pigmalione dar la Francia, 1898 Regia: Georges Méliès Saraminaga)
caccia a una gonna saltellante (la re-
calcitrante metà inferiore di Galatea), █
Int.: Georges Méliès, Jehanne d’Alcy
e mise in scena la propria sparizione, Prod.: Star Film (n. 169) 35mm. L.: 21

lasciando solo un fil di fumo nell’aria. m.Bn Da: Cinémathèque française



L’HOMME DE TÊTES OU
Mariann Lewinsky LES QUATRES TÊTES
EMBARRASSANTES
Georges Méliès made twenty-seven titles Francia, 1898 Regia: Georges Méliès
in 1898; about ten of them are known to VISITE SOUS-MARINE DU
exist. The seven screened in our section are ‘MAINE’ █
Prod.: Star Film (n. 167) 35mm. L.: 20 m.

marvellous: a beautiful phantom ride, a Francia, 1898 Regia: Georges Méliès D.: 1’ a 16 f/s Da: BFI – National Archive

cleverly reconstructed actuality (of the


USS battleship Maine which sank on 15 █
Prod.: Star Film (n. 147) 35mm. L.: 32 m

February 1898) with some live goldfish █


Da: BFI – National Archive

39
CENTO ANNI FA:
1918
A Hundred Years Ago: 1918

Programma a cura di / Programme curated by


Mariann Lewinsky e Karl Wratschko

Testi di / Texts by Gyöngyi Balogh, Cecilia Cenciarelli,


Anna Dobringer, Caroline Fournier, Claudia Gianetto,
Kate Guyonvarch, Alexander Jacoby, Clément Lafite,
Christine Leteux, Mariann Lewinsky, Alisa Nasrtdinova,
Johan Nordström, Masaki Paibo, Elif Rongen, Magnus Rosborn,
Blažena Urgosikova, Janneke Van Dalen, Michal Večeřa,
Jon Wengström, Tami Williams, Karl Wratschko

40
Il 1918 fu un anno spartiacque. Quando la Grande guerra 1918 was a watershed year. When the Great War finally came
finalmente giunse alla fine, nuovi assetti politici presero for- to a close, political systems were re-imagined and boundaries
ma e si disegnarono nuovi confini. Il nostro primo capito- redrawn. Our first chapter is dedicated to war and politics; and
lo è dedicato al conflitto mondiale e alla politica; e Seventh Frank Borzage’s war drama Seventh Heaven (1927, screened
Heaven (1927) di Frank Borzage, melodramma nell’ombra in the Piazza Maggiore) is directly connected to the films from
della guerra che presentiamo in Piazza Maggiore, è diretta- 1918. Important productions and newsreels come from Hun-
mente connesso ai film del 1918. Film e newsreel arrivano gary, Czechoslovakia and Finland; like little flags they mark
dall’Ungheria, dalla Cecoslovacchia e dalla Finlandia, come some of the new, independent republics on the changed map of
bandierine che segnano le neonate repubbliche indipendenti Europe.
sulla nuova mappa europea. From a watershed, the view opens on both sides. Chapter 2
Uno spartiacque spalanca la visione su entrambi i lati. Il se- on Russian cinema combines works looking to the future (by
condo capitolo, sul cinema russo, combina opere proiettate avant-gardists Majakovskij and Vertov) with a film-tale de-
verso il futuro (di Majakovskij e Vertov) con un film che ri- picting the czarist period, Father Sergius. The destiny of Olga
evoca il periodo zarista, Padre Sergio. Il destino di Olga Rau- Rautenkranzová, Czechoslovakia’s first woman filmmaker and
tenkranzová, prima donna regista cecoslovacca e protagonista a protagonist of Chapter 3 dedicated to female filmmakers and
del terzo capitolo, dedicato alle registe produttrici e sceneg- screenwriters, reminds us that not only nations strove for inde-
giatrici, ci ricorda che non furono solo le nazioni a battersi pendence, but also women, and that their struggle for equality
per l’indipendenza ma anche le donne, e che la loro lotta per in film production had a very long future ahead.
l’eguaglianza nel cinema avrebbe avuto una lunga strada da- For Italian cinema, 1918 seems to have been a golden year. But
vanti a sé. the gorgeous diva films in Chapter 4 appear like phantasmago-
Per il cinema italiano, il 1918 pare un anno d’oro. Ma i son- rical evocations of a past, doomed to fade. What did not fade
tuosi diva film del quarto capitolo sembrano fantasmagorie are the shimmering colours of L’avarizia, starring Francesca
d’un passato destinato a svanire. Quelli che invece non sono Bertini, a black and white positive print, tinted and toned by
svaniti sono gli splendenti colori dell’Avarizia, con Francesca Jan Ledecký back in 1991. A proof that the original techniques
Bertini, in una copia imbibita e virata da Jan Ledecký nel lon- achieve not only the most accurate results for tinting and ton-
tano 1991. Prova che con le tecniche originali si ottengono ing (as compared to the other ways of reproduction including
non soltanto i risultati migliori per le imbibizioni e i viraggi (a digital ones), but also durable ones. Restoration techniques too
paragone con qualsiasi altro sistema di riproduzione, incluso should always look both ways, to the past and to the future.
il digitale), ma anche i più durevoli. Anche le tecniche di re- And what about the present of 1918? Nothing better for en-
stauro dovrebbero guardare da entrambi i lati, verso il futuro joying the present moment than popular entertainment. Ad-
e verso il passato. venture films, serials full of suspense, and comedies celebrating
E il qui e ora del 1918? Niente di meglio, per godersi l’attimo their darling actresses and actors delivered audiences in 1918
presente, dello spettacolo popolare. I film d’avventura, i serial from the restraints of reality and gave them a good time. Join
di suspense, le commedie con i beniamini del pubblico sol- them and watch Tarzan in Chapter 5 and the resourceful Leah
levavano le platee dal peso della realtà, e offrivano sicuro di- Baird, chasing the evil Wolves of Kultur through fifteen epi-
vertimento. Anche noi godiamoci Tarzan nel capitolo quinto, sodes, in Chapter 6.
e nel capitolo sesto l’intraprendente Leah Baird per quindici If you prefer to cling to your idea that Germans silent films are
episodi all’inseguimento dei cattivi Wolves of Kultur. artistic but gloomy, better refrain from seeing the wonderful
Se preferite rimaner fedeli all’idea che i film muti tedeschi finds from 1918, German comedies (or parts of them) screened
sono artistici ma tetri, astenetevi dal vedere le belle scoperte in the section Recovered & Restored, with brilliant Ernst Lu-
del 1918, commedie programmate nella sezione Ritrovati e bitsch, irresistible Hedda Vernon and versatile Henny Porten in
Restaurati, con l’irresistibile Ernst Lubitsch, la brillante Hed- the double role of a stage-struck cook and a tipsy countess. The
da Vernon e una scatenata Henny Porten nel doppio ruolo di attentive guest will discover how the strands of the festival are
una cuoca stregata dal palcoscenico e d’una contessa ubriaca. connected, for example, by art director Ben Carré.
Gli spettatori attenti scopriranno come i fili del festival si in- Film-historically speaking, the major event of 1918 was Carl
treccino, per esempio nel nome dell’art director Ben Carré. Theodor Dreyer directing his first film. Praesidenten was re-
Dal punto di vista della storia del cinema, il grande evento leased in 1919, and it is the first title we put on our list for the
del 1918 è che Carl Theodor Dreyer dirige il suo primo film. 2019 programme A Hundred Years Ago.
Praesidenten uscì nel 1919, ed è il primo titolo nella lista di
Cento anni fa 2019. Mariann Lewinsky and Karl Wratschko

Mariann Lewinsky e Karl Wratschko

41
CAPITOLO 1: GUERRA E POLITICA
CHAPTER 1: WAR AND POLITICS

Alla fine della Grande guerra la mappa ter in 1918, but it was also scarred and sollievo e la felicità sui volti dei parigini
dell’Europa era cambiata per sempre. exhausted and stained with blood. That sono tangibili, e l’effetto sullo spettato-
Fu un’epoca di grandi speranze, l’ini- exhaustion can even be seen in the film re è immutato a un secolo di distanza.
zio di una nuova era, ma per giungere archives. There were fewer titles to choose La più bella inquadratura ritrae i giro-
a quel punto era stato pagato un prez- from for 1918 than we had seen in pre- tondi improvvisati dalla gente nelle vie
zo enorme. Nel 1918 l’Europa cambiò vious years, especially in France. Never- della città, manifestazione di gioia em-
in meglio, però era anche ferita, sfinita theless the most beautiful and intriguing blematica e senza tempo che accompa-
e macchiata di sangue. Quello sfini- film we found about the last weeks of the gna la riconquista della normalità dopo
mento si ricava perfino dagli archivi Great War turned out to be the French un’epoca di tirannia o di terrore. Parlare
cinematografici. I titoli tra cui scegliere film Vendémiaire. Whilst Vendémiaire di cliché, però, significa non capirne il
per il 1918 erano meno numerosi ri- portrays the last weeks of the war, its plot senso. Qui siamo piuttosto dalle parti
spetto agli anni precedenti, soprattutto ends a few days before the actual Armi- della verità universale, e queste scene
in Francia. Ciò nonostante, il film più stice. So we must head to Paris on the 11th continueranno a commuovere finché ci
bello e interessante sulle ultime settima- of November 1918, where we’ll see the sarà qualcuno a guardarle.
ne della Grande guerra ci è sembrato il crowds pouring into the streets to celebrate Karl Wratschko
francese Vendémiaire. Descrive le ultime the return of peace. When a war ends the
settimane del conflitto ma si conclude suffering should end, too. However as A short Pathé newsreel fragment showing
pochi giorni prima dell’Armistizio, così the armies retreated, one of the deadliest the festivities in Paris on the occasion of the
per l’11 novembre 1918 ci spostiamo a pandemics in human history was already Armistice between the Allies and their last
Parigi, dove un cinegiornale ci mostra la advancing across the continent. Fearing a opponent, Germany. After four long years
folla che si riversa nelle strade per festeg- mass panic, politicians did their best to of war, the relief and joy on the faces of the
giare il ritorno della pace. hush it up. The Spanish flu wasn’t the Parisian people are palpable, and the effect
Quando una guerra finisce dovrebbe- only thing causing the politicians to lose on the viewer is hardly diminished a cen-
ro finire anche le sofferenze. Mentre sleep. After the Bolsheviks’ success in Rus- tury later. The most beautiful shot on the
gli eserciti si ritirano sta già avanzando sia, there was a continent-wide dread of reel shows ordinary people coming together
inesorabilmente nel continente una communist revolution. A number of films to hold hands and dance in circles ‘ring a
delle pandemie più mortali della storia were made in 1918 which addressed this ring o’ roses’-style in the streets – an iconic
umana, l’influenza spagnola. Temen- fear of ‘The Red Devil’. We’re delighted to and timeless happening which almost al-
do di scatenare il panico di massa, le present Revolutionens Datter, a Nor- ways occurs when ordinary people are giv-
autorità europee fanno il possibile per wegian film suggesting that all ‘The Red en their lives back after a time of tyranny
minimizzarla. Non c’è solo la Spagnola Devil’ really needs is a bit of bourgeois bo- or terror. To call it a cliché, however, is to
a turbare il sonno dei potenti. Dopo la som to curb his revolutionary zeal. miss the point. This is the stuff of univer-
vittoria bolscevica in Russia, nel con- Karl Wratschko sal truth, and these scenes will continue to
tinente europeo si diffonde il timore resonate and lift us up as long as there are
della rivoluzione comunista. Nel 1918 humans around to watch them.
vengono girati vari film che affrontano [JOURNAAL: PARIJS, Karl Wratschko
la paura del ‘Diavolo rosso’. Siamo lieti 11 NOVEMBER 1918]
di presentarvi il norvegese Revolutio- Francia, 1918
nens Datter, in cui si suggerisce che ciò
davvero servirebbe per placare lo zelo █
Prod.: Pathé Frères 35mm. L.: 52 m. D.:

VENDÉMIAIRE
rivoluzionario è un bel seno borghese. 2’ a 19 f/s. Bn. Didascalie olandesi / Dutch Francia, 1918 Regia: Louis Feuillade
Karl Wratschko intertitles Da: EYE Filmmuseum


Scen.: Louis Feuillade. F.: Maurice
By the end of the Great War, the map of Breve frammento di un cinegiorna- Champreux, Léon Clausse. Int.: René
Europe had been changed forever. It was a le Pathé che mostra i festeggiamenti a Cresté (Pierre Bertin), Édouard Mathé
time of great hope, the beginning of a new Parigi in occasione dell’Armistizio tra (capitano di Castelviel), Louis Leubas
era, but reaching that point had come at le potenze alleate e l’Impero tedesco. (Wilfrid), Gaston Michel (papà Larcher),
a great cost. Europe changed for the bet- Dopo quattro lunghi anni di guerra, il Mary Harald (Sarah), Manuel Caméré

42
(Fritz), Georges Biscot (Bernadou). Prod.: senza troppi giri di parole, “e il bar- SHOULDER ARMS
Société des Établissements Gaumont baro ‘Fritz’ non deve poter mettere le USA, 1918 Regia: Charles Chaplin

35mm. L.: 3036 m. D.: 133’ a 18 f/s. Bn. mani sulle nostre vigne”.
Didascalie francesi / French intertitles █
Karl Wratschko █
T. it.: Charlot soldato. Scen.: Charles
Da: Gaumont Pathé Archives Chaplin. F.: Roland Toteroth. Scgf.: Charles
If you’re already familiar with Louis Feuil- D. Hall. Int.: Charles Chaplin (la recluta), Edna
Se già conoscete Louis Feuillade, il lade, his little-known opus Vendémiaire Purviance (la ragazza francese), Sydney
suo poco noto Vendémiaire potrà ri- may come as a surprise. Unlike the bulk of Chaplin (il sergente/Kaiser), Jack Wilson
velarsi una sorpresa. Diversamente da his work which was characterised as ‘Fan- (il principe tedesco), Henry Bergman (il
gran parte della produzione del regista tastic Realism’, Vendémiaire is wonder- sergente grasso/maresciallo Hindenburg),
francese, che rientra nella categoria fully down-to-earth realism – or down-to- Albert Austin (il soldato americano/soldato
del ‘realismo fantastico’, Vendémiaire è French-earth realism to be specific. The film tedesco/autista del Kaiser), Tom Wilson (il
caratterizzato da un realismo meravi- itself is divided into four chapters, the titles sergente istruttore), John Rand, Park Jones
gliosamente concreto, di una concre- of which (Prologue; The Vine; The Wine (soldati americani), Loyal Underwood
tezza tutta francese. Il film si divide in Casks; and Le Vin Nouveau) suggest that (un tedesco). Prod.: Charles Chaplin per
quattro capitoli, i cui titoli (Prologo; this is a movie about the cultivation and Chaplin-First National 35mm. L.: 829 m.

La vigna; I tini; Il vino novello) fanno consumption of wine. But as the narrative D.: 41’ a 18 f/s. Bn e col. Didascalie francesi
pensare a un film tutto incentrato sul- unfolds, it becomes clear that the cultiva- e tedesche / French and German intertitles
la viticoltura. Ma ben presto appare tion and consumption of wine is an allego- █
Da: Cinémathèque suisse Restaurato nel

chiaro che il vino è un’allegoria della ry for French culture and French land as a 2018 da Cinémathèque suisse e Národní
cultura e della terra francesi, e il vero whole, and the real purpose of the film is to filmový archiv con il sostegno di Memoriav
intento del film è persuadere i conna- persuade the director’s fellow citizens to de- e Národní filmový archiv, presso i laboratori
zionali del regista a difendere a tutti i fend that spirit and those lands at all costs. Bonton A.S. e Lýsa nad Labem. Imbibizioni
costi quello spirito e quei territori. È il It’s September 1918 and the war is coming e viraggi a cura di Jan Ledecký. Un
settembre del 1918 e la guerra sta per to an end, but here on the Castelviel estate ringraziamento speciale a Kate Guyonvarch
finire, ma nella tenuta di Castelviel nel in the south of France the news has not yet e alla famiglia Chaplin per aver permesso
sud della Francia la notizia non è anco- arrived and everyone is busy with the grape questa proiezione / Restored in 2018 by
ra arrivata e tutti sono impegnati nel- harvest. Many of the characters we meet Cinémathèque suisse and Národní filmový
la vendemmia. Molti dei personaggi are refugees who have been driven from archiv with the support of Memoriav and
sono sfollati che la guerra ha cacciato their homes by the conflict in the north. Národní filmový archiv at Bonton A.S. and
dalle loro case del nord. Poi c’è la gen- Then there’s Father Larcher and his two Lýsa nad Labem laboratories. Tinting and
te del posto, papà Larcher, le sue due daughters, and Pierre Bertin, a wounded toning by Jan Ledecký. Special thanks to
figlie e Pierre, soldato ferito in licenza soldier on convalescent leave, who are all Kate Guyonvarch and Chaplin family for
di convalescenza. Tra loro ci sono Wil- locals. And living amongst them, disguised screening permission
fred e Fritz, due prigionieri tedeschi as Belgian farmworkers, are Wilfrid and
evasi che si fingono braccianti belgi. Fritz, two escaped German prisoners whose All’inizio di Shoulder Arms: con una
La loro presenza malevola rende la vita malevolent presence makes life difficult carrellata in avanti seguiamo Charlot
difficile a una famiglia gitana e minac- for a local gypsy family and threatens the che avanza nel varco della trincea, in-
cia la tranquillità dell’intera comunità. tranquillity of the community as a whole. curante delle esplosioni. La macchina
Vendémiaire è un dramma avvincente Vendémiaire is a compelling drama which da presa lo accompagna fino in fondo,
che ritrae con grande verosimiglianza portrays a harvest season during a time of poi una carrellata all’indietro lo riporta
e ricchezza di dettagli la stagione della war with great authenticity and detail. It’s verso gli spettatori, quasi come se cam-
vendemmia in tempo di guerra. Ed è also a rousing hymn to Lunel, the beautiful minasse lungo il corridoio del cinema,
anche una travolgente celebrazione di bucolic village where Feuillade was born. tra le poltrone. Sembra un invito a
Lunel, il bucolico paese che aveva dato More interestingly, it is a blatant bit of pro- seguirlo fino al campo addestramen-
i natali a Feuillade. Aspetto ancora più paganda designed to rouse the French into to reclute, con la tacita promessa che
interessante, il film ha palesi intenti a last-ditch effort to end the war on top. riuscirà a farci ridere di gusto, anche
propagandistici nello spronare i fran- “Our joie de vivre and our love of wine se l’argomento è il meno comico di
cesi a compiere uno sforzo estremo and our exquisite landscape is who we tutti: la guerra. Tecnicamente parlan-
per porre fine alla guerra da vincitori. are”, says the unsubtle subtext, “and that do, Shoulder Arms è uno dei film più
“Noi siamo la nostra gioia di vivere, barbarian ‘Fritz’ must never be allowed to complessi realizzati da Chaplin fino ad
il nostro amore per il vino e il nostro get his hands on our grapes”. allora: sdoppiamenti narrativi e split
squisito paesaggio”, dice il sottotesto Karl Wratschko screen, set curati e realistici, movimenti

43
The camera follows him to the end of the
corridor, then draws backward through
the audience, not along an aisle but as if
he is walking between the theatre seats. As
if he was inviting us to join him at boot
camp with the tacit promise that he will,
ultimately, succeed in making us laugh
hard about the least funny subject of all:
the war. Technically speaking, this was one
of Chaplin’s most advanced films to date:
split narrative, impressive sets, sophisti-
cated camera work and brilliant mise-en-
scène. It is packed with comic moments
that explode as often as grenades with some
memorable scenes, namely the hilarious,
celebrated occasion when he camouflages
himself as a tree (not really ‘camouflage’
– Bazin would argue – more like “one of
those little Indian insects that can take on
the appearance of leaves” or an insect play-
ing dead, the only difference between them
and Charlie being “the speed with which
Shoulder Arms © Roy Export Co. Ltd he returns from his condition of spatial
dissolution, into the cosmos, to a state of
di macchina sofisticati e una magnifica re i suoi film successivi. Ma non è tutto. instant readiness for action”).
mise-en-scène. È ricco di situazioni co- Il film uscì in sala al momento giusto Shoulder Arms is the first of many films
miche che scoppiano frequenti come e riuscì a far ridere la gente dell’idiozia that Chaplin will shoot against his col-
le granate, alcune memorabili, come la della guerra, entrando così a far parte, leagues’ and friends’ advice: “It’s dangerous,
scena in cui si camuffa da albero (non in maniera determinante, dell’esperien- at this time, to make fun of the horrors of
si tratta proprio di camouflage – dirà za del conflitto mondiale. “Come hai the war”, DeMille had warned him. He
Bazin – sembra piuttosto “uno di quei fatto a catturare tredici soldati tedeschi went ahead, initially planning to make
piccoli insetti indiani che assumono le tutto da solo?” – chiede a Charlot il suo it his first feature, shooting extensive foot-
sembianze di una foglia” o che fingono superiore – “Li ho circondati”. age of the Tramp as a family man prior to
di essere morti, e l’unica differenza tra Cecilia Cenciarelli enlistment, then cut it and released it as
loro e Charlie sta nella “velocità con cui a three-reeler. Shoulder Arms was one
riemerge dalla sua condizione di disso- Nel 1998 il collezionista Edwin Hof- of Chaplin’s greatest commercial successes,
luzione spaziale, e ritorna al mondo, mann depositò presso la Cinémat- and for a long time both audiences and
perennemente pronto all’azione”). hèque suisse una copia di distribu- critics would measure subsequent films by
Shoulder Arms è solo il primo di molti zione svizzera (con didascalie francesi its standards. But there’s more to it. It hit
film che Chaplin realizzò contro il pa- e tedesche) di Shoulder Arms. Questo the public at exactly the right time, mak-
rere di amici e colleghi: “È molto pe- elemento risulta essere l’unico nitrato ing them laugh about the idiocy of it all,
ricoloso, in questo momento, prendere imbibito esistente del film ed è stato and thus becoming an essential part of the
in giro gli orrori della guerra”, lo mise restaurato seguendo un procedimento World War experience. “How did you cap-
in guardia DeMille. Lui andò avanti lo fotochimico. Il restauro, presentato ture thirteen German soldiers by yourself?”
stesso, inizialmente concependo il film per la prima volta al Cinema Ritrova- – Charlie is asked by his superior – “I sur-
come il suo primo lungometraggio e to, è stato eseguito da Jan Ledecký gra- rounded them”, he explains.
girando molti metri di pellicola (poi ta- zie a una collaborazione tra Cinémat- Cecilia Cenciarelli
gliati e ridotti a tre rulli) in cui si vede hèque suisse e Národní filmový archiv.
Charlot, uomo di famiglia, prima di ar- Caroline Fournier In 1998 Edwin Hofmann, a collector,
ruolarsi. Shoulder Arms fu uno dei mag- deposited at the Cinémathèque suisse a
giori successi commerciali di Chaplin e At the beginning of Shoulder Arms: a Swiss distribution print (with French
fu a lungo utilizzato da pubblico e criti- tracking shot shows Charlie walking along and German intertitles) of Shoulder
ca come metro di paragone per giudica- the trench, oblivious of the occasional blast. Arms. This element appears to be the

44
The Bond © Roy Export Co. Ltd

only tinted nitrate print of Chaplin’s (John Bull), Sydney Chaplin (il Kaiser), film sono imperfetti – come quello
film in existence. The photochemical res- Albert Austin, Dorothy Rosher (Cupido). dell’amicizia (l’amico vuole soldi) e
toration, presented for the first time at Il Prod.: Charles Chaplin per Chaplin-First quello del matrimonio (le nozze sono
Cinema Ritrovato, has been carried out National DCP. D.: 10’. Didascalie inglesi /

costose) – il Liberty Bond, cioè il pre-
by Jan Ledecký, thanks to a collaboration English intertitles Da: Lobster

stito di guerra, vince a man bassa. ‘Il
between the Cinémathèque suisse and popolo’ dà un gruzzolo allo Zio Sam
the Národní filmový archiv Seguendo l’esempio di molte celebrità in cambio di un’obbligazione. Lo Zio
Caroline Fournier e case cinematografiche di Hollywood, Sam dà i soldi all’Industria, che a sua
nel settembre del 1918 Chaplin offrì volta fornisce una baionetta a un sol-
al Liberty Loan Committee un “film dato americano, e il Kaiser finisce al
di propaganda” (così è definito nella tappeto. Perfetto esempio delle brillanti
THE BOND documentazione degli studios) gira- capacità comunicative di Chaplin.
USA, 1918 Regia: Charles Chaplin to e montato tra il 15 e il 22 agosto Kate Guyonvarch
usando semplici e stilizzati oggetti di

Scen.: Charles Chaplin. F.: Roland scena su un fondale nero. Mentre altri Chaplin, alongside many other Hollywood
Totheroh. Scgf.: Charles D. Hall. Int.: Charles ‘bond’ (nel doppio senso di obbliga- stars and studios who also contributed such
Chaplin, Edna Purviance, Henry Bergman zioni e di vincoli) rappresentati nel films, delivered his “Propaganda film” as it

45
ma nel quarto round Jack finisce a
terra. Claire confessa ad Albert il pro-
prio amore e lo sposa.

Revolutionens datter is a love story by the


Norwegian film pioneer Ottar Gladtvet.
Gladtvet started his career as a projection-
ist and later became a cinema director,
photographer, film director and founder
of the production company Gladtvet Film
A/S. Gladtvet made several commercials,
documentaries, actualities/newsreels, and
travelogues from Norway and exotic areas
around the world. Revolutionens datter
is his second fiction film and his only si-
lent feature to survive.
Claire is the beautiful daughter of the
Revolutionens datter director of the steelworks. Revolutionaries
from the steelworks storm the director’s
was called in the studio records – shot and Revolutionens datter è un film d’a- estate during a strike, and the director is
edited between August 15th and 22nd 1918 more di Ottar Gladtvet, pioniere del killed. Steelworker Albert Fjeld remem-
using only simple stylised props against a cinema norvegese. Gladtvet iniziò la bers that Claire helped him earlier, and
black backdrop – to the Liberty Loan sua carriera come proiezionista per he helps her to escape from the mob. She
Committee in September. Whereas the poi diventare direttore di cinema, dresses up as a revolutionary and after sev-
other ‘bonds’ illustrated in the comic film fotografo, regista e produttore con la eral fistfights, they manage to escape, steal
are flawed – the bond of friendship (the casa cinematografica Gladtvet Film a boat and flee the country. On the run
friend wants money), the bond of marriage A/S. Girò pubblicità, documentari, they meet an associate of Claire’s father
(the wedding costs too much) – the Liberty cinegiornali e travelogue realizzati in (Mr. Dalton, a landowner) and stay with
Bond wins hands down. ‘The people’ give Norvegia e in vari paesi esotici. Revo- him. Mr. Dalton plans for Claire to mar-
a bag of money to Uncle Sam in exchange lutionens datter è il suo secondo film ry his son Jack, especially when it becomes
for a bond certificate. Uncle Sam gives the di finzione, e l’unico suo muto a es- clear that she is the heir to her father’s
money to Industry, who gives a US soldier sersi conservato. millions. She promises to marry Jack if
a bayonet – and the Kaiser is defeated. A Claire è la bellissima figlia del diret- he can beat Albert in a boxing match. At
perfect example of Chaplin’s brilliant com- tore di un’acciaieria. Nel corso di uno first, the two fighters are evenly matched,
munication skills. sciopero i rivoluzionari fanno irru- but in the fourth round, Jack goes down.
Kate Guyonvarch zione nella dimora del direttore, che Claire admits her love to Albert, and they
viene ucciso. L’operaio Albert Fjeld get married.
si ricorda che Claire una volta gli è
stata amica e la aiuta a sfuggire alla
REVOLUTIONENS DATTER folla inferocita. La giovane si traveste
Norvegia, 1918 Regia: Ottar Gladtvet da rivoluzionaria e dopo una serie di DURCH DIE VOGESEN. VON
scazzottate i due riescono a scappa- MÜNSTER IM ELSASS ÜBER

T. int.: Daughter of the Revolution. Scen., re, a rubare una barca e a lasciare il DIE SCHLUCHT HOHENECK
F., M.: Ottar Gladtvet. Int.: Joh. Price (il paese. Durante la fuga si imbattono NACH GERADMER
proprietario terriero Dalton), Solveig in un socio del padre di Claire (il si- Germania, 1918
Gladtvet (Claire Staalhammer), Waldemar gnor Dalton, proprietario terriero) e
Holberg (l’operaio Albert Fjeld), Fred decidono di rimanere con lui. Dalton █
Prod.: Bild- und Filmamt (BuFA)/UFA █

Boston (Jack, il figlio di Dalton), Thomas vuole che Claire sposi suo figlio Jack, 35mm. L.: 121 m (incompleto). D.: 5‘ a 20
Boston (Tommy, il figlio di Albert e Claire). tanto più che la ragazza erediterà i f/s. Bn e imbibito / B&W and tinted Da:

Prod.: Gladtvet Film A/S 35mm. L.: 910 m.



milioni del padre. Lei promette di Bundesarchiv Filmarkiv
D.: 44’ a 16 f/s. Imbibito / Tinted. Didascalie sposare Jack se quest’ultimo batterà
norvegesi / Norwegian intertitles █
Da: Albert in un incontro di boxe. Sulle I Vosgi (Vosges per i francesi, Vogesen
Nasjonalbiblioteket prime i due giovani si equivalgono, per i tedeschi) sono una catena mon-

46
tuosa relativamente insignificante in German soldiers had just lost their lives vita a circa 35.000 persone. E dunque
territorio alsaziano. Non è partico- here, in a succession of pointless and ab- vi invitiamo a mettervi comodi e ad
larmente alta (meno di mille metri) e surd battles to control the mountaintop. ammirare le vedute di una splendida
ha scarsa importanza strategica. Sem- The peak – known as the Hartmanns- nazione neonata, ma ricordate: quello
plicemente si è trovata in una regione willerkopf or Le Vieil Armand – actu- che i genitori orgogliosi vi tacciono è
contesa tra due grandi potenze nemi- ally changed hands four times between altrettanto eloquente di ciò che vi di-
che. Se non ne sapessimo di più, que- 1914 and 1916, with major offensives cono.
sto film tedesco potrebbe sembrare in costing thousands of lives serving no Karl Wratschko
tutto e per tutto un travelogue. Assi- purpose other than to push one side a
stiamo a una lunga ripresa realizzata few hundred metres back from the top, On the surface, ‘A Journey Through
da un treno con la tecnica del phantom only to have them take it back again Picturesque Finland’ is a standard
ride. Il paesaggio montano è magni- the next day. In light of this, a phantom travelogue, no different than any of the
fico, i panorami sono spettacolari. Il ride through beautiful mountains seems other travelogues piled to the ceiling in
messaggio sembra essere “Venite a vi- more like a trip on a ghost train through archives throughout the world (and not
sitare i Vosgi, le Alpi alsaziane”. Ma in a giant graveyard. And the German much different from lots of YouTube con-
questi luoghi avevano appena perduto plan to rebrand the so-called Men- tent today). Viewers gets to experience the
la vita ventimila soldati francesi e te- schenfresserberg – or the Man-eating most impressive monuments and must-
deschi, in una serie di battaglie inutili Mountain – as a tourist hotspot seems see places in a particular region from the
e assurde per il controllo della vetta. macabre indeed. comfort of their armchairs (or cinema
La cima – nota come Hartmannswil- Karl Wratschko seats), and maybe enough of them will
lerkopf o Le Vieil Armand – passò di actually head there for a holiday to offset
mano quattro volte tra il 1914 e il the production costs. These kinds of films
1916, con importanti offensive co- were enormously popular during the
state migliaia di vite al solo scopo di DURCH DAS MALERISCHE Early Cinema period and were already
guadagnare poche centinaia di metri FINNLAND standard fare by 1918 – so why would
per poi fatalmente perderle il giorno Germania, 1918 we be showing it? As ever, context is
dopo. Alla luce di ciò, un phantom king. After the collapse of Tsarist Russia,
ride tra splendide montagne sembra █
Prod.: Bild- und Filmamt (BuFA)/UFA Finland emerged as an independent na-
più un viaggio su un treno fantasma █
35mm. L: 264 m. D.: 10’ a 22 f/s. Bn. tion in 1917. By the time this film was
attraverso un gigantesco cimitero. E Didascalie tedesche / German intertitles released, a bloody civil war had begun
il progetto tedesco di ‘vendere’ il co- █
Da: Bundesarchiv Filmarkiv which would cost in total about 35,000
siddetto Menschenfresserberg (‘Monte people their lives. So please, sit back and
Mangiuomini’) come meta turistica In superficie questo “Viaggio nella soak in the views of a beautiful and
suona davvero macabro. pittoresca Finlandia” è un normalis- blessed new-born nation, but remember:
Karl Wratschko simo travelogue in nulla dissimile da what the proud parents don’t say is just
quelli che affollano gli archivi di tutto as telling as what they do.
The Vosges (Vogesen in German) is a rel- il mondo (e da molti filmati YouTube Karl Wratschko
atively unimpressive mountain range in di oggi). Lo spettatore può ammirare i
the Alsace Region. It isn’t especially tall monumenti più pittoreschi e i luoghi
(less than 1000 m) and has little strate- imperdibili di una regione senza ab-
gic significance from a military point of bandonare la comodità della sua pol- WIEDERHERSTELLUNG DER
view. It just happened to be there – in trona, e forse un giorno qualcuno ci ORDNUNG IN FINNLAND
a region which just happened to be on a andrà davvero in vacanza giustificando DURCH FINNISCHE WEISSE
fault-line between two great powers who così i costi di produzione. Questo tipo GARDE UND DEUTSCHE
were in conflict. If you didn’t know any di film, enormemente popolari agli TRUPPEN
better, this German-made film would albori del cinema, erano già moneta Germania, 1918
seem like a straightforward travelogue. corrente nel 1918. Perché abbiamo de-
We’re presented with a long phantom ciso di mostrarvelo? Come sempre, il █
Prod.: Bild- und Filmamt (BuFA)/UFA █

ride shot from a train. The mountain contesto è decisivo. Dopo il crollo del- 35mm. L.: 199 m (incompleto, l. orig.: 272
scenery is magnificent and the views la Russia zarista, nel 1917 la Finlandia m). D.: 9’ a 20 f/s. Bn. Didascalie tedesche
are spectacular. The message seems to dichiarò l’indipendenza. All’uscita del / German intertitles Da: Bundesarchiv

be “Come and visit the Vosges, the Alps film era già scoppiata una sanguino- Filmarkiv
of the Alsace”. But 20,000 French and sa guerra civile che sarebbe costata la

47
I festeggiamenti per l’indipendenza January 1918 aimed at creating a new nel quale il poeta Gabriele D’Annunzio,
finlandese ebbero vita breve. Come Social Democratic Republic. And on oth- mosso da violento impulso narcisistico,
spesso capita dopo la nascita di una er hand there were the Whites, a bour- si pose a capo di truppe volontarie irre-
nuova nazione, opposte fazioni geois movement which was funded and golari di nazionalisti italiani e occupò la
tentarono di colmare il vuoto politico armed by Germany and which was deter- città. Fiume, il luogo e il nome, sono poi
e il paese cadde in una guerra civile mined to thwart the revolutionary Reds entrati nella storia italiana come annun-
che durò cinque mesi, provocò and seize power for themselves. As the title cio del fascismo incipiente.
migliaia di morti e lasciò la nazione suggests, “Order Is Restored in Finland by Mariann Lewinsky
aspramente divisa per decenni. Da una the Finnish White Guard and the Ger-
parte c’erano i Rossi, un movimento man Troops” is a propaganda piece which Breaking the Treaty of London Italy occu-
proletario finanziato e armato dai glorifies the fight against Communism by pied the Hungarian Harbour town Rijeka
russi che nel gennaio del 1918 iniziò noble and brave Western Europeans – a on the coast of Croatia during the last days
una rivoluzione per creare una nuova common theme in many movies from this of the war, ‘liberating’ it from the non-Ital-
repubblica socialdemocratica. Dall’altra period. The film takes us on a ride across ian enemy (à choix: Austria, Hungary,
parte c’erano i Bianchi, un movimento Finland in an armoured train. We see the Yugoslavia, Croatia, Slovenia). Footage of
borghese armato e finanziato dalla German troops ‘restoring order’ (a special- the celebration of the ‘liberation’, a night-
Germania che mirava a prendere il ity for which they are renowned through- mare that would end only in 1945, shows
potere sconfiggendo i Rossi. Come out the world), as well as various battle a happy crowd, women with bunches of
suggerito dal titolo, “L’ordine è ristabilito scenes between the Whites and the Reds flowers, one general gives a speech and the
in Finlandia dalla Guardia Bianca – battle scenes which, given the position other decorates soldiers. The town was re-
finlandese e dalle truppe tedesche”, of the camera, have obviously been staged named Fiume and soon became the site
si tratta di un film di propaganda che for the occasion. Truth, as ever, is the first of a bizarre and frightening episode with
esalta la lotta contro il comunismo dei casualty of war, whilst no mention is poet Gabriele D’Annunzio as the violently
nobili e coraggiosi europei occidentali, made of the approximately 12,500 Reds narcissistic leader of violently nationalistic
tema comune a molti titoli di questo who died of disease and malnutrition in irregular troops. Fiume, the place and the
periodo. Il film ci porta in viaggio internment camps. name, today signifies the beginning of fas-
attraverso la Finlandia su un treno Karl Wratschko cism in Italy.
blindato. Vediamo le truppe tedesche Mariann Lewinsky
intente a ‘ristabilire l’ordine’ (specialità
che le ha rese famose in tutto il mondo)
nonché varie scene di combattimento [FIUME 1918]
tra Bianchi e Rossi, battaglie che, data Italia, 1918 Regia: Luca Comerio GENERAL ALLENBY’S ENTRY
la posizione della macchina da presa, INTO JERUSALEM
sono state chiaramente inscenate per █
35mm. L.: 158 m. D.: 8’ a 18 f/s. Bn. Gran Bretagna, 1918
l’occasione. Come sempre, in guerra Didascalie italiane / Italian intertitles Da:

Regia: Thomas Lowell
la verità è la prima vittima. Non si fa Cineteca di Bologna
menzione dei circa 12.500 Rossi morti █
F., Op.: Harold Jeapes. Prod.: Topical Film
di malattia e denutrizione nei campi di Rompendo gli accordi con gli Alleati Company 35mm. L.: 96 m. D.: 5’ a 18 f/s.

prigionia. sanciti dal Trattato di Londra del 1915, Bn. Didascalie inglesi / English intertitles █

Karl Wratschko negli ultimi giorni della guerra l’Italia Da: BFI – National Film Archive
occupa la città portuale di Rijeka, ap-
The festivities to mark Finnish independ- partenente al regno d’Ungheria e situata Nel 1916-1917 il governo britannico or-
ence didn’t last long. As so often happens sulla costa della Croazia, ‘liberandola’ dal ganizzò con molta efficienza un disastro
after new nations are born, various fac- nemico non-italiano, à choix: l’Austria, geopolitico le cui conseguenze si fanno
tions emerged from the woodwork to l’Ungheria, la Jugoslavia, la Croazia, la sentire ancora oggi. Promise ad al-H∙usa-
try and fill the power vacuum, and the Slovenia. I filmati della celebrazione del- yn ibn ‘Alī, sharif della Mecca, un regno
country fell into a period of civil war la ‘liberazione’, un incubo che sarebbe arabo indipendente che si sarebbe esteso
which lasted five months, cost thousands finito solo nel 1945, mostrano una folla da Aleppo ad Aden, in cambio delle sol-
of people their lives, and left the country felice, donne che salutano con mazzi di levazioni arabe contro i turchi. Contem-
bitterly divided for decades to come. On fiori, un generale che tiene un discorso e poraneamente strinse un accordo con
one hand there were the Reds, a working un altro che decora i soldati. Rinominata la Francia per definire le relative sfere
class movement armed and funded by Fiume, la città divenne nel 1919 il teatro d’influenza nel Medio Oriente dopo lo
the Russians which began a revolution in di un eccentrico e inquietante episodio, smembramento dell’Impero Ottomano,

48
e si impegnò pubblicamente a sostenere Britain and France declared themselves annichilita dai lutti per pensare a filma-
la creazione di una ‘patria’ per il popolo mandatory administrators of the Near re l’epidemia?
ebreo in Palestina. East, split the shares of Mosul oil, put a “Quando Shoulder Arms di Charlie
Le sollevazioni arabe, avviate nel 1916 e violent end to an independent Hashem- Chaplin uscì a New York, in ottobre,
guidate dai figli di Hussein, Faysal e ‘Abd ite kingdom and created dependent ones Harold Edel, il manager dello Strand
Allāh, furono di grande aiuto all’eserci- (Jordania and Iraq). The Hejaz realm Theatre, scrisse: ‘Penso che il miglior
to britannico nella sua rapida avanzata with the sacred cities Mecca and Medina elogio per Shoulder Arms sia il fatto
dall’Egitto alla Palestina. Gerusalemme was seized from the noble Hussein bin Ali che, per vederlo, la gente è letteralmen-
cadde nel dicembre 1917; nell’ottobre by the fanatic Ikhwani (‘brethren’) mili- te disposta a rischiare la propria vita’.
1918 Faysal entrò a Damasco, quindi ad tia sent by ‘Abd al-‘Azīz, whose yearly sub- Una settimana dopo Edel era morto, di
Aleppo. Quando nel marzo 1920 venne sidies were raised to 100,000 £ by British influenza” (Gavin Francis, The Untrea-
proclamato il Regno Arabo di Siria, con Colonial Secretary Winston Churchill in table, “London Review of Books”, 25
re Faysal, la Gran Bretagna e la Francia 1922. After a spree of mass killings, ‘Abd gennaio 2018).
si dichiararono amministratori man- al-‘Azīz incorporated the Hejaz into Sau- Mariann Lewinsky
datari del Medio Oriente, si divisero le di Arabia, such a lovely place.
quote del petrolio di Mosul, stroncarono Mariann Lewinsky Estimates of the total number of mili-
con le armi il nuovo regno indipenden- tary and civilian casualties worldwide
te e ne crearono altri assai dipendenti during World War I range between fifteen
(Giordania e Iraq). Il regno hashemita and nineteen million for the years 1914-
di Hegiaz, con le città sacre della Mecca [SAN FRANCISCO IN THE 1918, while the Spanish flu, an influen-
e di Medina, venne strappato al nobile TIME OF SPANISH FLU] za pandemic caused by an Avian H1N1
al-H∙usayn ibn ‘Alī dalle fanatiche milizie Francia, 1919 virus, killed between 50 and 100 million
degli Ikwani (‘fratelli’) mandati da ‘Abd people worldwide in less than a year, from
al-‘Azīz, le cui sovvenzioni annue, nel █
Prod.: SCA-SPCA Digital Betacam D.: 1’. Bn

June 1918 to March 1919. Its second
1922, vennero portate a centomila ster- █
ECPAD – Etablissement de Comunication wave – the deadliest – coincided with the
line dal segretario di stato per le colonie et de Production de la Dèfense ending of the war. Possibly the worst di-
Winston Churchill. Dopo una serie di saster in human history, it seems to have
massacri, ‘Abd al-‘Azīz incorporò il regno La stima totale delle vittime militari e left hardly any trace on film. All I could
di Hegiaz nell’ameno luogo che si chia- civili provocate dalla Prima guerra mon- find is a shot of people wearing facemasks
ma Arabia Saudita. diale oscilla tra i quindici e i diciannove to prevent infection. Was there a ban or
Mariann Lewinsky milioni nel periodo 1914-1918, mentre censorship to prevent panic and unrest?
la Spagnola, una pandemia influenzale In Switzerland, the Spanish flu nearly
In 1916-1917 the British Government causata dal virus aviario H1N1, uccise provoked a civil war and subsequently
efficiently organized the mess of the cen- tra i cinquanta e i cento milioni per- prevented it because too many people were
tury: it promised al-H∙usayn ibn ‘Alī Him- sone in tutto il mondo in meno di un ill or died. Did this present-day plague
mat, Sharif of Mecca, an independent anno, dal giugno 1918 al marzo 1919. kill too fast to make it into the news, were
Arab Kingdom that would stretch from La sua seconda ondata – la più terribi- people so terror-stricken and numb from
Aleppo to Aden in exchange for an Arab le – coincise con la fine della guerra. mourning that nobody would film the
revolt against the Turks. Simultaneously, Probabilmente la peggior catastrofe disease?
it made an agreement with France defin- nella storia umana, l’influenza spagnola “When Charlie Chaplin’s Shoulder
ing the spheres of power in the Near East non sembra aver lasciato tracce filmate. Arms came to New York in October,
after dismembering the Ottoman Empire, Tutto quel che ho potuto trovare è una Harold Edel, the manager of the Strand
and it pledged support for a ‘national sola ripresa, di persone che indossano Theatre, wrote: ‘We think it a most
home’ for the Jewish people in Palestine. maschere per prevenire il contagio. Ci wonderful appreciation of Shoulder
The Arab uprising, launched in 1916 fu qualcosa come un silenzio imposto Arms that people should veritably take
and led by Hussein’s sons Faysal and ‘Abd o una censura, per limitare il panico e i their lives in their hands to see it’. Edel
Allāh, greatly helped the British forces to disordini? In Svizzera la spagnola prima was dead within a week, of flu” (Gavin
advance from Egypt to Palestine. Jerusa- quasi provocò una guerra civile e poi Francis, The Untreatable, “London Re-
lem was captured in December 1917; in di fatto la impedì, perché troppi erano view of Books”, 25 January 2018).
October 1918, Faysal entered Damascus ammalati o morirono. Forse la strage Mariann Lewinsky
first, then Aleppo. When the Arab King- prodotta da questa peste moderna fu
dom of Syria, with Faysal as its king, troppo fulminea per diventare ‘notizia’?
was proclaimed in March 1920, Great Forse la gente era troppo terrorizzata o

49
CAPITOLO 2: LA RUSSIA POST-RIVOLUZIONARIA /
MA ANCORA PRE-AVANGUARDIA
CHAPTER 2: RUSSIA: POST-REVOLUTION / BUT STILL AVANT-AVANT-GARDE

Nella storia del cinema russo il 1918 nostra ultima offerta è Otec Sergij con depict the rapid (and radical) reorgan-
è un anno confuso. I bolscevichi ave- il leggendario Ivan Mozžuchin. Que- isation of society under the new regime.
vano già fatto la loro rivoluzione, sto famoso classico mi è sembrato il And whilst we do know him as an
dunque si ritiene che l’avanguardia miglior film russo del 1918. avant-garde documentary director, he
fosse in pieno svolgimento. Non lo Karl Wratschko wasn’t making avant-garde films yet –
era, non ancora. La maggior parte just good documentaries. Our final offer-
dei film girati in Russia nel 1918 era In the history of Russian cinema, 1918 ing is Otec Sergij, starring the legendary
realizzata dalle stesse persone attive is quite confusing. The Bolsheviks had Ivan Mozžuchin. This famous and clas-
prima della rivoluzione e improntata already had their revolution so it’s gen- sic film, in our opinion, is simply the best
allo stesso stile classico. Il grande suc- erally thought that the avant-garde was Russian film from 1918.
cesso al botteghino di quell’anno, per now in full swing. But, well... it wasn’t. Karl Wratschko
esempio, fu Molči, grust’, molči (non Not yet. The fact is that most of the films
in programma) di Pëtr Čardynin. È made in Russia in 1918 were made by
un film favoloso, ma non rappresenta the same people who had been making KINONEDELJA NO. 1
certo un’evoluzione (o una rivoluzio- them before the revolution. And mostly Russia, 1918 Regia: Dziga Vertov
ne). Avanti il prossimo! Lev Kulešov they were made in the same classic style.
– generalmente considerato uno dei The box office hit of the year, for exam- █
Prod.: Kinokomitet Narkomprosa 35mm. █

grandi maestri dell’avanguardia – ple, was Molči, grust’, molči (not in L.: 156 m. D.: 9‘ a 16 f/s. Bn. Didascalie russe
girò Proekt inženera Prajta nel 1918. the programme) by Pëtr Čardynin. It’s / Russian intertitles Da: Österreichisches

Ma nonostante gli studiosi vogliano a fabulous film, but there was nothing Filmmuseum
vedere in questo film un importante evolutionary (or revolutionary) about it
prototipo, a parte il montaggio veloce at all. Next! Lev Kulešov – who is gen- KINONEDELJA NO. 4
e una trama leggermente impenetra- erally considered to have been one of the Russia, 1918 Regia: Dziga Vertov
bile, ben poco indica che stiamo guar- great masters of the avant-garde – made
dando un capolavoro o assistendo alla Proekt inženera Prajta in 1918. But █
Prod.: Kinokomitet Narkomprosa
nascita della nuova estetica dell’avan- whilst scholars like to look back upon █
35mm. L.: 101 m. D.: 6‘ a 16 f/s. Bn.
guardia. Poi abbiamo visto Baryšnja this movie as an important prototype, Didascalie russe / Russian intertitles Da:█

i chuligan, notevole film scritto e we could find very little – apart from Österreichisches Filmmuseum
co-diretto dal celebre poeta Vladimir some speedy cuts and a slightly inscru-
Majakovskij, che interpreta anche il table story line – to suggest that we were I cinegiornali Kinonedelja (Cinesetti-
ruolo principale. La carriera di regista watching a masterpiece or witnessing the mana) rappresentano il primo contri-
e attore di Majakovskij è passata quasi new aesthetics of the avant-garde being buto di Dziga Vertov al cinema. Tra
inosservata, ma la sua interpretazio- born. Then we watched Baryšnja i chu- maggio 1918 e giugno 1919 ne ven-
ne in Baryšnja i chuligan è una delle ligan. This remarkable film was writ- gono prodotti quarantatré, ciascuno
più anticonvenzionali, spontanee e ten and co-directed by the famous poet composto in media da cinque-sette
autentiche mai viste in un film muto. Vladimir Majakovskij, who also plays parti. I cinegiornali alternano servi-
Non avanguardia, ma indubbiamente the lead role. His career as a filmmak- zi su manifestazioni politiche, no-
pre-avanguardia. Presenteremo an- er and actor has barely registered on the tizie della Guerra civile e ritratti di
che alcuni interessanti cinegiornali di cultural radar. When you see his perfor- attivisti e funzionari, documentando
Dziga Vertov che ritraggono la rapida mance in Baryšnja i chuligan, however, importanti eventi storici senza trala-
(e radicale) riorganizzazione della so- it is one of the most un-clichéd, uncon- sciare la gente e la vita quotidiana.
cietà sotto il nuovo regime. E anche trived, dazzlingly fresh and authentic Di tanto in tanto le persone filmate
se lo conosciamo come documentari- performances ever seen in a silent film. diventano protagoniste, indotte dalla
sta d’avanguardia, all’epoca non stava Not avant-garde, but without a doubt presenza della macchina da presa a
ancora facendo avanguardia ma sem- avant-avant-garde. We also show some rivolgerle sguardi curiosi, sospettosi,
plicemente buoni documentari. La newsreels made by Dziga Vertov which intimiditi o preoccupati.

50
Helsinki), it shows the construction of the
Kazanskij Station in Moscow, workers en-
listing for the defense of the Socialist Na-
tion in Moscow, images of Petrograd, and
the grave of G.V. Plechanov at the Volkovo
cemetery.
Janneke Van Dalen

OTEC SERGIJ
Russia, 1918 Regia: Jakov Protazanov


T. it.: Padre Sergio. T. int.: Father Sergius.
T. alt.: Kniaz Kasatskii. Sog.: dall’omonimo
racconto di Lev Tolstoj. Scen.: Alexander
Volkov. F.: Nikolaj Rudakov, Fëdor
Burgasov. Int.: Ivan Mozžuchin (principe
Kasatskij / padre Sergio), Natal’ja Lisenko
(la vedova di Makovkin), Vera Dženeeva
(sua figlia), Vladimir Gajdarov (Nikolaj I),
Kinonedelja No. 1. Collection Austrian Film Museum Ol’ga Kondorova (la contessa Korotkova),
Nikolaj Panov (il padre di Kasatskij), Iona
Kinonedelja No. 1, uscito il 20 mag- to seven different items, were produced Talanov (il mercante), Vera Orlova (sua
gio 1918, mostra le celebrazioni per il between May 1918 and June 1919. The figlia). Prod.: Iosif Ermol’ev 35mm. L.:

centenario della nascita di Karl Marx. newsreels consist of reports on political 2190 m. D.: 106’ a 18 f/s. Bn. Didascalie
Vi appaiono anche Lenin e Trockij, demonstrations, news of the Civil War in russo, finlandese e svedese / Russian,
gruppi di profughi in attesa del rimpa- and portraits of activists and functionar- Finnish, and Swedish intertitles █
Da:
trio a Orša, al confine tra le zone russe ies. They form a document of important Kansallinen audiovisuaalinen instituutti
e quelle occupate dalla Germania, l’ex historical events, but they portray peo-
commissario del popolo Pavel Dyben- ple and everyday life as well. Time and Benché realizzato dopo l’ottobre 1917,
ko davanti al tribunale rivoluzionario, again, the people being filmed become Otec Sergij fu l’ultimo grande film del
il presidente della delegazione finlan- the subject, as the presence of the camera cinema russo prerivoluzionario. In
dese Manner al suo arrivo in esilio a draws their attention and elicits curious, esso trovano spazio sia una lettura cri-
Pietrogrado (San Pietroburgo) e scene suspicious, shy or worried gazes into the tica dello zarismo, sia il fascino eserci-
di vita quotidiana a Mosca. lens. tato dal fruscio degli abiti di seta nelle
Kinonedelja No. 4, uscito il 25 giugno Kinonedelja No. 1, issued on the 20th of sale da ballo. Protazanov aveva una
1918, è composto dai ritratti di Volo- May 1918, shows the celebrations on the particolare sensibilità per le alternanze
darskij (commissario alla stampa e alla occasion of the centenary of Karl Marx’s storiche e per i cambiamenti che esse
propaganda), Čaprašnikov (inviato birth where both Lenin and Trockij ap- comportavano. Per questo ottenne
bulgaro a Mosca) e Ružek (console a pear, refugees waiting to be repatriated at successo nella Russia prerivoluzionaria
Helsinki). Mostra la costruzione della the border between the Russian and Ger- come in epoca sovietica. Protazanov è
stazione Kazanskij di Mosca, lavorato- man-occupied areas in Orša, the revolu- un ottimo esempio di regista popolare
ri che si arruolano per la difesa della tionary Pavel Dybenko before the Revo- capace di legittimare le sperimentazio-
nazione socialista a Mosca, immagini lutionary Tribunal, the Finnish represen- ni delle avanguardie. In Otec Sergij,
di Pietrogrado e la tomba di G.V. Ple- tative Manner on his arrival in exile in che fu un grande successo, i creatori
chanov al cimitero Volkovo. Petrograd (Saint Petersburg), and scenes misero in atto tutte le innovazioni
Janneke Van Dalen of everyday life in Moscow. della loro epoca in fatto di profondità
Kinonedelja No. 4, issued on the 25th di campo, movimenti di macchina e
The Kinonedelja (Kino-Week) newsreels of June 1918, consists of filmic portraits doppie esposizioni, tutte tecniche che
represent Dziga Vertov’s first contribu- of Volodarskij (commissar of press and erano già state impiegate soprattutto
tion to cinema. A total of forty-three is- propaganda), Čaprašnikov (Bulgarian dal raffinato regista Evgenij Bauer.
sues, each containing an average of five envoy to Moscow) and Ružek (Consul in L’adattamento del racconto eponimo

51
di Lev Tolstoj ne condivide la struttura previously mainly in the films of the so- Il poeta rivoluzionario Vladimir Maja-
agiografica. Il film narra la trasforma- phisticated director Evgenij Bauer. kovskij ebbe scarsa fortuna con il lato
zione dall’adolescenza alla vecchiaia The screen adaptation and Lev Tolstoj’s pratico del cinema. Metà dei suoi
del protagonista, interpretato dal bril- eponymous short novel tell the same ha- soggetti e delle sue sceneggiature non
lante Ivan Mozžuchin. Non sono solo giography. The film narrates the trans- giunse sullo schermo. Fu il caso di Kak
i cambiamenti esteriori ottenuti con il formation of its main character from poživaete? (Come state?, 1926), che ri-
trucco a rendere Mozžuchin perfetto adolescence to old age, performed by the vestiva per l’autore un particolare valo-
prima nella parte del mondano va- brilliant Ivan Mozžuchin. It is not only re. Majakovskij è noto soprattutto per
nesio e poi nel ruolo del vecchio ere- through changes in Mozžuchin’s appear- i suoi film del 1918, che però furono
mita. Per ogni periodo della vita del ance through make-up which make him considerati fallimentari dall’autore
personaggio, lo troviamo inserito in believable as both a secular fop and an stesso e dai suoi contemporanei. Solo
ambienti nuovi e assistiamo al cam- old hermit. In every new period of the Baryšnja i chuligan si è conservato (pri-
biamento che lo spazio produce sulla character’s life we find him in new set- vo delle didascalie); degli altri film di
sua interpretazione. (È degna di nota tings and we see how space changes the Majakovskij, l’adattamento del Martin
la scelta del regista di usare ambienti way he performs. (It is remarkable that Eden di Jack London è andato perdu-
reali, come il Circolo dei nobili a Mo- the director chose to use real locations to e di Zakovannaja fil’moj (Incatenata
sca, il corpo dei Cadetti e gli interni – the Moscow Nobles’ Club, the Cadet dal film) è sopravvissuto solo un breve
del monastero, anziché ricostruirli in corps, the monastery interiors, etc. – in- frammento.
teatro di posa). Nel padre Sergio di stead of studio sets.) In Otec Sergij we I tre film furono realizzati dalla casa
Mozžuchin ammiriamo l’interpreta- can enjoy one of the greatest acting per- di produzione Neptun, che nel 1918
zione di uno dei più grandi attori del formances of the silent film era. assunse il poeta come sceneggiatore
cinema muto. Otec Sergij follows the dramaturgi- e attore. Interessato al cinema come
Il principale interesse di Otec Sergij è cal changes in its protagonist’s inner nuova arte in grado di produrre senso
dato dalle svolte drammaturgiche che emotions. During most of the scenes superando i confini anche linguistici,
segnano le emozioni del protagonista. Mozžuchin remains alone in the fore- Majakovskij era pronto a cimentarsi
In gran parte delle scene Mozžuchin ground completely self-absorbed by his in tutto. Dipingeva e costruiva i set,
rimane da solo in primo piano, assorto emotions. However, Otec Sergij is un- procurava gli oggetti di scena e pensa-
nelle sue emozioni. Otec Sergij si di- like the pre-revolutionary Russian films, va ai costumi proponendosi di creare
stingue tuttavia dalla produzione russa which were distinguished by their vi- film di assoluta integrità artistica. Per
prerivoluzionaria, che era caratteriz- brant atmosphere around motionless fig- Baryšnja i chuligan, suo secondo film
zata da un’atmosfera vivace attorno a ures. Plot twists are often dynamic and per la Neptun, ebbe l’occasione di col-
figure immobili. Gli sviluppi della tra- abrupt, and so were the times in which laborare alla regia con Evgenij Slavin-
ma appaiono spesso bruschi e dinami- the film was made. skij, esperto direttore della fotografia
ci, come l’epoca cui appartiene il film. Alisa Nasrtdinova del cinema pre-rivoluzionario. Nelle
Alisa Nasrtdinova scene visionarie, quali l’apparizione
della maestrina nella taverna, le lettere
Otec Sergij was the final highpoint of che paiono aggredirla e soprattutto la
pre-revolutionary Russian cinema in spite BARYŠNJA I CHULIGAN tripla immagine della giovane donna
of the fact that it was completed after Oc- Russia, 1918 Regia: Evgenij Slavinskij, tra gli alberi, si individuano chiara-
tober 1917. There is room for both a criti- Vladimir Majakovskij mente i segni dell’entusiasmo di Maja-
cal image of czarism and fascination with kovskij per il futurismo. Malgrado la
the rustle of silk ball gowns. Protazanov █
T. it.: La signorina e il teppista. T. int.: resistenza dell’industria, il poeta tentò
was particularly sensitive to the change The Young Lady and the Hooligan. Sog.: di espandere le possibilità del mezzo
in times and how to represent them. As dal racconto La maestrina degli operai cinematografico, nella convinzione
a result, he was a successful filmmaker di Edmondo De Amicis. Scen.: Vladimir che tutto ciò che può essere immagi-
in pre-revolutionary Russia as well as in Majakovskij. F.: Evgenij Slavinskij. Int.: nato possa anche essere filmato.
the Soviet era. Furthermore, Protazanov Vladimir Majakovskij (il teppista), Ma la cosa più notevole del film è
is a case of a popular film director who Aleksandra Rebikova (la signorina), Majakovskij stesso nel ruolo del pro-
legitimized avant-garde discoveries. Otec Fëdor Dunaev (il preside), Jan Nevinskij tagonista, che con la naturalezza delle
Sergij was a blockbuster whose creators (uno scolaro). Prod.: Neptun 35mm. L:

pose e dei gesti e l’andatura disinvol-
applied all the achievements of their era 1007 m. D.: 49’ a 18 f/s. Bn. Da: Cineteca

ta incarna un nuovo tipo di eroe e
– like mise-en-scène in depth, camera di Bologna – Gosfilmofond un modo diverso di porsi davanti alla
movement and double exposures – used macchina da presa. Nei piani america-

52
ni il suo sguardo fisso e la fotogenia del
suo volto quasi privo di trucco genera-
no un’immagine fortissima. Purtrop-
po l’interpretazione di Majakovskij
passò inosservata, e dopo Zakovannaja
fil’moj il poeta non tornò più sugli
schermi in veste d’attore.
Alisa Nasrtdinova

Revolutionary poet Vladimir Maja-


kovskij was not too lucky in the prac-
tical aspects of the cinema. Half of his
story outlines and scripts didn’t reach
the screen, among them, Kak poživaete?
(How Do You Do?, 1926), which was
the most significant one for the author.
Majakovskij is mainly known through
his works from 1918 but they were con-
sidered failures by his contemporaries
and himself. Only Baryšnja i chuligan
survived (with the intertitles missing); of
Majakovskij’s other movies, a screen ad-
aptation of Jack London’s novel Martin Zakovannaja Fil’moj
Eden is lost and only a short fragment
from Zakovannaja fil’moj (Shackled thing about this film was Majakovskij Majakovskij scrisse la sceneggiatura
by Film) survives. All three films were himself. In his role as the protagonist, di genere fantastico di Zakovannaja
made by the production company Nep- his unstudied poses and gestures, his Fil’moj nel 1918 per la Neptun. La
tun, where the poet Majakovskij was swinging manner of walking showed a storia dell’artista affascinato dal per-
employed in 1918 as a screenwriter different way an actor could behave in sonaggio di un film – una ballerina
and actor. Because he was interested in front of the camera and represented a – che esce dallo schermo, entusiasmò
cinema as the new art that crossed bor- new type of hero. His fixed gaze and the i collaboratori di Majakovskij e fu la
ders and produced meaning regardless photogénie of his face in medium shots, prima nel suo genere (Sherlock Jr. di
of language, Majakovskij was eager to almost untouched by make-up, gener- Buster Keaton, che impiegava un si-
try his hand at everything. He painted ated powerful images. Unfortunately, mile espediente surrealista, venne sei
and built sets, looked for stage props and Majakovskij’s acting passed unnoticed anni dopo). Majakovskij volle l’amata
thought about costumes, wanting to cre- and after Zakovannaja fil’moj (Shack- Lilija Brik nel ruolo della ballerina che
ate films with artistic integrity. Baryšn- led by Film) he did not return to the si trasforma in una donna in carne e
ja i chuligan was his second work for screen as an actor. ossa, e se stesso in quello dell’artista.
Neptun, that he directed with Evgenij Alisa Nasrtdinova Il film non soddisfò il regista, al pari
Slavinskij, an experienced cinematog- degli altri suoi progetti cinematogra-
rapher of pre-revolutionary cinema. In fici di quell’anno. Anziché riflettere i
the daydream scenes in which a young legami universali tra arte e vita, il prin-
lady appears as a ghost, with letters that ZAKOVANNAJA FIL’MOJ cipale conflitto del film si incentrava
moved in front of her eyes and especially Russia, 1918 Regia: Nikandr Turkin sulle grandi passioni. Già nei suoi
the triple images of the young lady ap- articoli del 1913 Majakovskij aveva
pearing between trees, the traces of Ma- █
T. int.: Shackled by Film. Scen.: Vladimir formulato il problema, cercando di
jakovskij’s enthusiasm for futurism are Majakovskij. F.: Evgenij Slavinskij. Int.: risolverlo nelle proprie opere cinema-
well marked. Despite the film industry’s Vladimir Majakovskij (l‘artista), Margarita tografiche. In seguito il poeta tornò
resistance, the avant-garde poet tried to Kibal’čič (sua moglie), Lilija Brik (la alla storia dell’artista e del personag-
expand the capabilities of the film me- ballerina), Aleksandra Rebikova (lo gio uscito dallo schermo e scrisse la
dium. He had the idea that everything zingaro). Prod.: Neptun █
35mm. L.: 75 sceneggiatura di Serdce kino (Il cuore
that could be imagined could be filmed. m (frammento). D.: 4‘ a 18 f/s. Bn. Da:

del cinema), della quale Zakovannaja
In the meantime, the most remarkable Svenska Filminstitutet Fil’moj può essere considerato la pri-

53
ma versione. Serdce kino fu scritto nel screen excited Majakovskij’s collaborators already formulated this problem and he
1926 per il VUFKU (Centro direttivo and was the first of its kind. (Buster Kea- tried to resolve it in his own films. Later
della fotocinematografia panucraina), ton’s Sherlock Jr., with a similar surreal- the poet returned to the story of an artist
ma non fu mai girato. Di Zakovannaja istic idea, was made six years later). The and a character who descended from the
Fil’moj si sono conservati solo piccoli role of the ballerina who comes to life was screen in his script Serdce kino (Heart
frammenti che danno un’idea del film. intended by Majakovskij for his beloved of the Screen) (Zakovannaja Fil’moj can
Il resto è andato perduto. Lilija Brik, and he himself played the be called its first version). Serdce kino
Alisa Nasrtdinov role of the artist. The poet was dissatisfied was written in 1926 for VUFKU, the
with the film, along with his other cin- Ukrainian state film company, but it
Majakovskij wrote the script for a fanta- ema projects. Instead of representing the was never realized. Only small fragments
sy, Zakovannaja Fil’moj, in 1918 for the universal relationship between art and from the Zakovannaja Fil’moj are pre-
production company Neptun. The story real life, the main conflict of the film is served and they give an idea of the mov-
about an artist fascinated by a film char- concerned with grand passions. In his ar- ie’s images. All else is lost.
acter – a ballerina – who steps out of the ticles written in 1913, Majakovskij had Alisa Nasrtdinova

CAPITOLO 3: PROFESSIONE: REGISTA, PRODUTTORE, SCENEGGIATORE (E DONNA)


CHAPTER 3: PROFESSION: DIRECTOR, PRODUCER, WRITER (FEMALE)

Gli storici del cinema napoletano, a (protagonista del nostro serial Wolves films (stencil colouring! amazing Capel-
partire da Roberto Paolella, non man- of Kultur), che comincia a scrivere film lani! donkey costume!), but the sense of
cano mai di citare la regista e produt- nel 1912 e lavora come produttrice dal discovery has not lessened. And since we
trice Elvira Notari, mentre le storie del 1921 al 1926; Ida May Park, che tra il have known nothing about what women
cinema internazionale dedicano qual- 1914 e il 1930 scrive circa cinquanta actually did in cinema during the silent
che riga a Germaine Dulac (portatrice sceneggiature e nel 1918 dirige sei dei period apart from acting, the greater
però d’una doppia eccezione, regista quattordici film. the sense of discovery of so many wom-
avant-garde e lesbica) e fanno il nome Le carriere delle donne registe, afflitte en directors, producers and writers from
di qualche sceneggiatrice, Frances Ma- da molti ostacoli, non duravano a lun- 1918, among them Olga Rautenkran-
rion o Thea von Harbou. Questo è go, e il loro lavoro è stato spesso tratta- zová, who acted in two films that she also
tutto. to con l’impressionante misoginia che wrote and directed in 1918, Hedda Ver-
Dopo quindici anni passati a cercare permea Woman di Maurice Tourneur. non, the immensely popular, now totally
e a vedere la produzione di cent’anni Documento odioso dello spirito dei forgotten German star who wrote and
fa, i film non mi stupiscono più (il tempi, questo film risplende tuttavia di produced several films, Francesca Bertini,
pochoir! lo straordinario Capellani! tanta bellezza da diventare la celebra- whose production company Bertini Films
attori travestiti da asini!), ma il sen- zione di un’altra figura professionale opened in 1918, Leah Baird (starring in
so di scoperta non è venuto meno. E sottostimata, l’art director (Ben Carré). our serial Wolves of Kultur), who start-
poiché per lungo tempo non abbiamo Mariann Lewinsky ed writing film scripts in 1912 and was
saputo nulla di quel che facevano le a producer from 1921 to 1926, and Ida
donne nel cinema muto, a parte reci- Local historians of the film production May Park, who wrote about fifty film
tare, tanto più emozionante è stata la of Naples, starting with Roberto Paolel- scripts from 1914 to 1930 and directed
scoperta di quante donne registe, pro- la, never forgot to mention director and six of her fourteen films in 1918.
duttrici e sceneggiatrici erano attive producer Elvira Notari, but internation- The careers of women film directors were
nel 1918: tra loro Olga Rautenkran- al film histories usually contained a few beset with obstacles and short-lived,
zová, che quell’anno appare in due lines about Germaine Dulac (but then their works were often treated with
film da lei stessa scritti e diretti; Edda she was a double deviation, avant-garde the shattering misogyny that permeates
Vernon, star tedesca allora immensa- and lesbian) or sometimes named a script Woman by Maurice Tourneur. This ter-
mente popolare e ora completamente writer like Francis Marion or Thea von rible document of its times has so much
dimenticata, che scrisse e produsse Harbou. And that was it. beauty as to become a celebration of an-
molti film; Francesca Bertini, la cui After fifteen years of viewing and re- other underrated professional figure: the
società di produzione Bertini Films searching the production from a hundred art director (Ben Carré).
viene costituita nel 1918; Leah Baird years ago, I’m no longer astonished by the Mariann Lewinsky

54
Nel cinema muto ceco furono po- Per quanto riguarda i film, essi sono
che le donne che parteciparono alla diversi per genere, trama e stile. Kozlo-
lavorazione dei film in una veste che noh ha scenografie rococò ed è girato
non fosse esclusivamente quella di in- prevalentemente in esterni, il secondo
terprete. Alcune attrici diressero pro- film è una commedia d’ambientazione
prie compagnie di produzione, altre contemporanea. I due titoli sono ac-
divennero sceneggiatrici, ma solo tre comunati dall’impiego – precoce, nel-
furono anche registe. Nessuna di loro la cinematografia ceca – della visione
ebbe una lunga carriera coronata dal onirica. Nel caso di Kozlonoh il sogno
successo economico: si limitarono per fa da cornice, nel secondo film rivela
Kozlonoh lo più a girare qualche film prima di il desiderio recondito di uno dei per-
scomparire nel nulla. sonaggi.
KOZLONOH Olga Rautenkranzová offre il tipico Dopo aver terminato i suoi film Rau-
Cecoslovacchia, 1918 esempio di carriera cinematografi- tenkranzová scomparve dalla scena
Regia: Olga Rautenkranzová ca di regista donna. Nata nel 1891 a pubblica, e ben poco si sa anche del-
Praga, studiò recitazione con la gran- la distribuzione dei suoi titoli. Come

Scen.: Quido Maria Vyskočil. F.: de attrice teatrale Marie Hübnerová e tanti altri film cechi, probabilmente
Karel Degl. Int.: Tája Bělohoubková dopo il diploma si esibì a teatro come non erano in grado di competere con
(la contessa), Olga Rautenkranzová attrice e ballerina. Approdò alla regia il cinema d’importazione e non frutta-
(Anisja), Oldřich Kmínek (Felix). Prod.: cinematografica nel 1918 con un film rono molti soldi al produttore.
Lucernafilm 35mm. L.: 233 m. D.: 10’ a

intitolato Kozlonoh, e ancor prima che Michal Večeřa
20 f/s. Imbibito / Tinted. Didascalie ceche questo fosse distribuito si vide affidare
/ Czech intertitles Da: Národní filmový

un secondo titolo, Učitel orientálních Kozlonoh and Učitel orientálních
archiv jazyků. Sin dall’inizio Rautenkranzová jazyků are examples of movies made
ebbe un rapporto conflittuale con il by Czech filmmakers during the final
co-regista e sceneggiatore Jan S. Kolár. months of the Austro-Hungarian Empire.
In un’intervista pubblicata molti anni Both titles are connected by the produc-
UČITEL ORIENTÁLNÍCH dopo Kolár si attribuì la maggior parte tion company Lucernafilm and the name
JAZYKŮ delle decisioni prese durante la lavora- of first Czech female director, Olga Ra-
Cecoslovacchia, 1918 Regia: Olga zione. utenkranzová.
Rautenkranzová, Jan S. Kolár


Scen.: Jan S. Kolár. F.: Karel Degl, Václav
Münzberger. Int.: Quido del Noce (Jiří
d‘Algeri, il docente), Josef Rovenský (il conte
Chuarez), Olga Rautenkranzová (Sylva),
Ferenc Futurista (Max Papperstein), Eman
Fiala (il cameriere), Jan S. Kolár (Jan). Prod.:
Lucernafilm 35mm. L.: 979 m. D.: 43’ a 20

f/s. Imbibito / Tinted. Didascalie ceche /


Czech intertitles Da: Národní filmový archiv


Restaurato nel 2002 da Cinématheque
Royale de Belgique / Restored in 2002 by
Cinémathèque Royale de Belgique

Kozlonoh e Učitel orientálních jazyků


sono esempi di film girati da registi ce-
chi negli ultimi mesi di vita dell’Impe-
ro austro-ungarico. I due titoli hanno
in comune la compagnia di produzio-
ne, Lucernafilm, e il nome della prima
donna regista ceca, Olga Rautenkran-
zová. Učitel orientálních jazyků

55
presso il laboratorio Haghefilm a partire
da un positivo nitrato imbibito / Color
copy printed in 1992 by EYE at Haghefilm
laboratory from a tinted nitrate print

Fritzi lavora in un’elegante casa di


moda. Un giorno rompe involon-
tariamente un costoso manichino e
risolve il problema prendendo il suo
posto. Questo significa che deve re-
stare immobile per ore, fino a quando
il signor Sattler, un ricco cliente, non
scopre il suo segreto. Impietositosi, il
gentiluomo la porta a casa per salvarla
dalla spiacevole situazione. Ma nell’a-
telier viene notata la sua scomparsa, e
quando vengono trovati i suoi vestiti si
crede che la giovane sia rimasta vittima
di un orribile omicidio.
L’attrice, scrittrice e produttrice tede-
sca Hedda Vernon (1886-?) apparve in
The Risky Road oltre sessanta film dal 1912 al 1925.
All’apice della fama, negli anni Dieci,
In Czech silent cinema only a few wom- genres, stories and film styles. Kozlonoh girò in media sette-otto film all’anno,
en were involved in filmmaking other was designed in a rococo style and shot spesso diretta dal marito Hubert Mo-
than as actress. Some actresses managed mostly in exteriors. The second movie is est. Nel 1914 aveva già fondato una
their own companies, others became a contemporary comedy. They have in propria casa di produzione, la Vernon
screenwriters, but only three also worked common the early use of a dream vision Produktion. Recitò in film molto di-
as directors. None of them became finan- in Czech cinema. In Kozlonoh it serves versi e collaborò con grandi registi e
cially successful filmmakers: they usually as a frame story and in the second film attori come Richard Oswald e Conrad
made only a few movies and after that it reveals the secret desire of one of the Veidt, ma la sua stella tramontò all’ini-
there are no traces of them. characters. zio degli anni Venti.
Olga Rautenkranzová is the typical After these movies Rautenkranzová dis- Questa commedia mette in risalto
case of an actress-director with a short- appeared from public life; little is known l’incantevole talento di Vernon e i suoi
lived film career. She was born 1891 in even about the distribution of her films. tempi comici. Curiosamente, il film
Prague where she studied acting with As with many other Czech movies they prefigura l’Ossi Oswalda di Die Pup-
the famous theatre actress Marie Hüb- probably could not compete with im- pe (1919) di Lubitsch, ma trasferendo
nerová. After graduating she worked in ported films and did not make much l’imbarazzante situazione in un’am-
theaters in various cities as an actress money for the producer. bientazione contemporanea mag-
and dancer. She made her screen debut Michal Večeřa giormente riconoscibile che contiene
in 1918 with Kozlonoh. Even before alcuni riferimenti alla società tedesca
the first title was distributed Rautenk- durante la Prima guerra mondiale.
ranzová was hired to make another one, Elif Rongen
Učitel orientálních jazyků. PUPPCHEN
From the beginning Rautenkranzová Germania, 1918 Regia: Hubert Moest Fritzi works in an elegant fashion house.
had a strained relationship with the One day she accidentally breaks an ex-
second director, the scriptwriter Jan S. █
Scen.: Artur Landsberger. Int.: Hedda pensive mannequin and solves the prob-
Kolár, who claimed in an interview Vernon (Fritzi), Ferry Sikla, Emmy Wyda, lem by taking its place. This means that
published many years later that he had Hans Salten. Prod.: Franz Vogel per Eiko- she has to stand still for hours, until Mr.
taken most of the decisions during pro- Film 35mm. L.: 719 m. D.: 35’ a 18 f/s.

Sattler, one of the wealthy customers,
duction. Imbibito / Tinted. Didascalie tedesche / discovers her secret. Taking pity on Frit-
When it comes to the movies them- German intertitles Da: EYE Filmuseum
█ █
zi, he brings her to his home to rescue her
selves, they are characterized by different Copia a colori realizzata nel 1992 da EYE from her uncomfortable situation. How-

56
ever, others in the fashion house now uomini, furono undici le donne che si of a country girl who comes to the city
notice that Fritzi is missing, and when cimentarono nella regia per un totale to work, but falls for a rich man and
they find the clothes she left behind they di almeno centosettanta film. Tra loro undeservedly gets a bad reputation, the
believe she must have been the victim of c’era anche Ida May Park, che aveva film was marketed as “the drama every
a terrible murder. iniziato la sua carriera come sceneggia- woman should see”. The surviving frag-
German actress, writer and produc- trice. Nel 1917 la Universal annunciò ment, showing the despair of Phillips’s
er Hedda Vernon (1886-?) appeared che Park avrebbe diretto film per il character, is a real cinematic gem that
in more than sixty films from 1912 to marchio affiliato Bluebird con l’attrice leaves one yearning for more material of
1925. At the height of her popularity e produttrice Dorothy Phillips. I film the film to be discovered.
during the 1910s, she was making an di Park sottolineavano spesso il punto In 2008, a tinted nitrate fragment,
average of seven or eight films per year, di vista femminile, e The Risky Road with Swedish intertitles at the opening
often directed by her husband, Hubert non fa eccezione. Storia di una ragazza of the second reel, was deposited at the
Moest. As early as 1914, she set up her di campagna che va in città per cer- Archival Film Collections of the Sven-
own production company, Vernon Pro- care lavoro ma s’innamora di un ricco ska Filminstitutet. From the fragment,
duktion. She starred in very different uomo guadagnandosi ingiustamen- a 35mm B&W duplicate negative was
films, collaborating with noteworthy te una cattiva reputazione, il film fu made, from which this print was struck
directors and actors such as Richard pubblicizzato come “il dramma che using the tinting of the nitrate as color
Oswald and Conrad Veidt, but her star ogni donna dovrebbe vedere”. Il fram- reference.
faded in the early 1920s. mento superstite, che si sofferma sulla Magnus Rosborn
This comedy is a showcase for Vernon’s disperazione del personaggio interpre-
charming talent and comic timing. It tato da Phillips, è un gioiello che ci fa
also curiously foreshadows Ossi Oswalda’s ardentemente desiderare la scoperta di
part in Lubitsch’s Die Puppe (1919), altro materiale. ÂMES DE FOUS
but transporting the awkward situation Nel 2008, un frammento nitrato im- Francia, 1918 Regia: Germaine Dulac
to a more recognizable contemporary set- bibito, con didascalie svedesi all’inizio
ting that contains some references to Ger- del secondo rullo, è stato depositato █
Sog.: Guy de Téramond. Scen.: Germaine
man society during World War I. presso gli archivi dello Svenska Fil- Dulac. F., Op.: Maurice Forster. Int.: Sylvio
Elif Rongen minstitutet. Dal frammento è stato De Pedrelli (Gérard Dacier), Ève Francis
tratto un duplicato negativo 35mm in (Lola), Suzanne Parisys (Irène), Gastao
bianco e nero, dal quale è stata pro- Roxo (Juan Filipini), André Séchan
dotta questa copia usando come rife- (Pedro). Prod.: D.H. Films █
DCP. D.: 2’
THE RISKY ROAD rimento per i colori le imbibizioni del (frammenti). Bn Da: EYE Filmmuseum
█ █

USA, 1918 Regia: Ida May Park nitrato. Restaurato nel 2018 da / Restored in 2018
Magnus Rosborn by EYE

Sog.: dalla novella Her Fling di Katherine
Leiser Robbins. Scen.: Ida May Park. With a higher share of female directors Complessa saga che intreccia onore,
Int.: Dorothy Phillips (Marjorie Helmer), than its rivals, Universal Film Manufac- tradimento, seduzione, rivalità e tra-
William Stowell (Melville Kingston), turing Company stands as an exception vestimento, scritta, diretta e prodotta
Juanita Hansen (Lottie Bangor), Claire within the American film industry of the dalla nascente regista d’avanguardia
Du Brey (Miles Kingston). Prod.: Universal 1910s; from 1912 until 1919, at least Germaine Dulac, questo pionieristi-
Film Manufacturing Company 35mm. L.:

170 of the company’s films were direct- co serial si componeva di sei episodi:
42 m (frammento). D.: 2’ a 17 f/s. Imbibito ed by eleven female filmmakers. One of 1) La seconde Marquise de Sombreu-
/ Tinted. Didascalie svedesi / Swedish these women, who worked for Universal se; 2) Le Château maudit; 3) Folle; 4)
intertitles Da: Svenska Filminstitutet

before the company changed its produc- L’Exilée; 5) La Danseuse inconnue; 6)
tion policy in 1920 to employ only male Hallucination et réalité. Ambientata
Con una quota maggiore di registe directors, was Ida May Park. She start- nella Francia contemporanea in un ca-
donne rispetto alla concorrenza, la ed in the film business as a scriptwriter, stello che si ritiene infestato dai fanta-
Universal Film Manufacturing Com- but in 1917 Universal announced that smi dai tempi della Rivoluzione, la sto-
pany è un’eccezione nell’industria ci- Park would direct films with actress and ria vede un marchese e sua figlia Irène
nematografica americana degli anni producer Dorothy Phillips for the com- (nipote della dama di compagnia di
Dieci: dal 1912 al 1919, prima che nel pany’s Bluebird brand. Park’s films often Maria Antonietta) cadere vittime della
1920 la compagnia cambiasse politica had a strong female perspective and The seduttrice latina Lola e del fratello Pe-
decidendo di impiegare solo registi Risky Road is no exception. The story dro. Rinchiusa in un manicomio, Irène

57
si finge morta, fugge e si traveste da a lost love. Pushing social and aesthetic rimane ingiustamente nell’ombra.
ballerina egiziana e fantasma per resti- boundaries, Dulac combines realist el- Carré disse che il film, prodotto dal-
tuire alla sua famiglia onore e fortuna ements – outdoor settings, historic sites la neonata compagnia di Tourneur,
e riconquistare l’amore perduto. Dulac (Versailles, Cluny, Marseille-Old Port) sarebbe stato il suo preferito se la
coniuga gli elementi realistici – scene – promoted in her essay Où sont les in- lavorazione non fosse stata segnata
girate in esterni, siti storici (Versailles, terprètes? (November 1917), with sym- dalla tragica morte del direttore della
Cluny, il porto vecchio di Marsiglia) bolist performance and Eastern themes fotografia John van den Broek, anne-
– promossi nel suo saggio Où sont les (diverse incarnations, multiple identi- gato nei pressi di Bar Harbor. Woman
interprètes? (novembre 1917) con una ties), offering a vision of a new medium, permise a Carré di dispiegare la sua
performance simbolista e temi orien- both artistic and popular, able to repre- straordinaria gamma creativa, da Ada-
tali (varie incarnazioni, identità multi- sent modern life: a new woman, a new mo ed Eva che richiamano le incisio-
ple), ridefinendo degli orizzonti sociali man, and a new world. ni di Gustave Doré al chiostro gotico
ed estetici e offrendo la visione di un Tami Williams di Eloisa e Abelardo, dalla Roma di
nuovo mezzo espressivo, insieme arti- Claudio e Messalina al tradizionale
stico e popolare, capace di rappresenta- In 2017, very short fragments of Âmes interno bretone della sequenza della
re la vita moderna: una donna nuova, de fous were discovered in the Van Liemt sirena. Carré ricreò nei minimi det-
un uomo nuovo, un mondo nuovo. collection, a nitrate film collection at the tagli una via di Roma completa di
Tami Williams EYE Filmmuseum. At first, two of them strada lastricata e di affreschi murali
were found that had the title of the film con scritte in latino. Un giornalista in
Nel 2017 sono stati riscoperti brevis- written by hand on the film strip. Than visita sul set raccontò l’impressione di
simi frammenti di Âmes de fous nella more snippets were found. A comparison essere tornato indietro nel tempo per
collezione Van Liemt, una collezione with set photographs and the illustrated ammirare l’antica Pompei. La scrupo-
di pellicole in nitrato conservata pres- booklet of the ciné-roman conserved at losa direzione artistica, unita all’intel-
so EYE Filmmuseum. Inizialmente ne the Cinémathèque française made the ligente scelta di Tourneur di affidare
sono stati ritrovati due, recanti il titolo final identification possible. i ruoli a ballerine anziché ad attrici,
del film scritto a mano sulla striscia. Clément Lafite contribuisce alle atmosfere del film.
Sono poi stati scoperti ulteriori fram- I direttori della fotografia van den
menti. Un raffronto con le foto di sce- Broek e René Guissart (che subentrò
na e con il libretto illustrato del feu- dopo la sua morte) colgono brillan-
illeton conservati alla Cinémathèque WOMAN temente lo spirito di questo ironico
française ha reso possibile l’identifica- USA, 1918 Regia: Maurice Tourneur ritratto della donna attraverso le epo-
zione definitiva. che. Tourneur offre una risposta sen-
Clément Lafite █
Scen.: Charles E. Whittaker. F.: René suale ed elegante alla passione dell’e-
Guissart, John van den Broek. Scgf.: poca per i vampiri. Alla sua Messalina
A sinuous saga of honor, betrayal, seduc- Ben Carré. Int.: Warren Cook (l’uomo), (Flora Revalles) basta sfiorare un sol-
tion, rivalry and triumphant masquer- Florence Billings (la donna), Ethel dato per sedurlo, Eva schiaffeggia un
ade, written, directed, and produced by Hallor (Eva), Henry West (Adamo), Adamo inopportuno ed Eloisa rende
nascent avant-gardist Germaine Dulac, Flora Revalles (Messalina), Paul Clerget schiavo Abelardo con un semplice
this trailblazing serial was composed of (Claudio). Prod.: Maurice Tourneur █
sguardo. Il film fu celebrato come un
six episodes: 1) La seconde Marquise 16mm. L.: 567 m. D.: 68’ a 18 f/s. Bn. autentico capolavoro. Non sfuggì tut-
de Sombreuse; 2) Le Château maudit; Didascalie inglesi / English intertitles █
tavia la misoginia della sceneggiatura,
3) Folle; 4) L’Exilée; 5) La Danseuse Da: MoMA – The Museum of Modern Art, soprattutto nell’episodio della Guerra
inconnue; 6) Hallucination et réalité. New York █
Copia 16mm stampata nel civile in cui una ragazza del Sud pro-
Set in modern day France in a chateau 1975 a partire da un duplicato negativo / voca l’uccisione di un soldato yan-
thought to be haunted since the Revolu- 16mm print struck in 1975 from a duplicate kee. Oggi possiamo solo ammirare il
tion, a Marquis and his daughter Irène negative modo in cui Tourneur riuscì a creare
(granddaughter of Marie-Antoinette’s un film d’incantevole bellezza. Carré
lady companion) are preyed upon by Il 1918 fu l’anno più glorioso della pose fine alla collaborazione con il
Latin seductress, Lola, and her brother, collaborazione tra Maurice Tourneur regista nel 1919. Tourneur non riuscì
Pedro. Committed to an asylum, Irène e Ben Carré, con tre capolavori che mai più a trovare uno scenografo del
feigns her death, escapes, and masquer- fecero di Tourneur un regista di prima suo calibro.
ades as an Egyptian dancer and a ghost grandezza. Se The Blue Bird e Prunel- Christine Leteux
to restore her family’s honor, fortune, and la sono ampiamente citati, Woman

58
1918 was the most glorious year for PRUNELLA St. Louis (1944). Il Cinema Ritrovato
the collaboration between Maurice USA, 1918 Regia: Maurice Tourneur 2018 ne offre un assaggio in quattro
Tourneur and Ben Carré. They produced titoli: Woman e Prunella (entrambi del
three masterpieces of the highest calibre █
Sog.: dalla commedia Prunella, or, Love in 1918 e di Maurice Tourneur), e Lights
that made Tourneur a star in the firma- a Dutch Garden di Harley Granville-Barker, of Broadway (Monta Bell, 1925, nella
ment of filmmakers. If The Blue Bird Laurence Housman. Scen.: Charles Maigne. sezione Ritrovati e restaurati), Meet me
and Prunella are often talked about, F.: John van den Broek. Scgf.: Ben Carré. in St. Louis nella sezione Technicolor
Woman remains undeservedly in the Int.: Marguerite Clark (Prunella), Jules & Co.
shadows. Produced by Tourneur’s new- Raucort (Pierrot), Harry Leoni (Scaramel), Mariann Lewinsky
ly formed company, Carré said the film Nora Cecil (Privacy), Isabel Berwin (Prim),
would have been his favourite if the pro- Marcia Harris (Prude), William J. Gross, When Tourneur adapted the allegorical
duction had not been marred by a ter- A. Voorhees Wood, Charles Hartley (i plays The Blue Bird (not in the pro-
rible tragedy, the death of cinematogra- giardinieri). Prod.: Adolph Zukor per gramme) by Belgian symbolist Maurice
pher John van den Broek who drowned Famous Players-Lasky Corporation █
Maeterlinck and Prunella by British
near Bar Harbor. Woman allowed Car- 35mm. L.: 539 m (incompleto, l. orig.: 1445 playwrights Harley Granville Bark-
ré to display his incredible range: Adam m). D.: 30’ a 18 f/s. Col. Didascalie italiane er and Lawrence Housman in 1918,
and Eve straight out of a Gustave Doré / Italian intertitles Da: CSC – Cineteca

they had been successfully staged for
engraving, Heloise and Abelard’s gothic Nazionale many years, opening in Moscow and on
cloister, the Rome of Claudius and Mes- Broadway and everywhere. Today, the
salina and a traditional Breton interior Quando Maurice Tourneur, nel 1918, saccharine charm of these anti-modern
for the mermaid sequence. Carré recreat- adattò per lo schermo le pièces allego- fairy tales doesn’t work any more. But
ed a whole Roman street correct in every riche L’uccellino azzurro del simbolista undistracted by the meaning or action
detail with flat stones on the roadway belga Maurice Maeterlinck (non in of the film, we can enjoy the surface of
and frescoes on the walls with signs in programma) e Prunella dei dramma- Prunella all the better, the dazzling sets
Latin. A journalist visiting the set felt he turghi inglesi Harley Granville-Barker and costumes, silhouettes and painted
was transported back to Pompeii. Such e Lawrence Housman, le due opere backdrops created by the great art direc-
painstaking art direction mixed with venivano rappresentate sulla scena da tor Ben Carré in a fashionable Art Déco
Tourneur’s clever casting of dancers in- anni, a Mosca, a Broadway e un po’ Neo-Rococo style.
stead of actresses gives the film a genuine dovunque. Oggi, lo charme zucche- French-born Sosthène Carré (1883-
sense of atmosphere. Cinematographers roso di queste fiabe antimoderne non 1978) had worked for Opéra de Paris,
van den Broek and René Guissart (who funziona più. Non più distratti dal si- Comédie française and Gaumont before
replaced van den Broek after his death) gnificato o dall’azione, possiamo dun- moving to the USA. His art direction for
brilliantly captured this tongue-in- que goderci ancor meglio la superficie fellow émigré directors Maurice Tour-
cheek study of woman through the ages. di Prunella, i suoi sfavillanti set e co- neur and Albert Capellani contributed
Tourneur offers a sensuous and graceful stumi, le silhouette e i fondali dipinti an outstanding visual quality to their
answer to the vampire craze of the time. di nero, creati dal grande scenografo films. A retrospective of his works would
His Messalina (Flora Revalles) seduc- Ben Carré secondo il gusto art déco – bring together an astonishing combina-
es a soldier by simply brushing against neo rococo allora in voga. tion and include Feuillade’s Le Festin
him. Eve slaps an inquisitive Adam, and Il francese Sosthène Carré (1883- de Balthasar (1910), The Phantom
Heloise only needs to gaze at Abelard to 1978) aveva lavorato per l’Opéra di of the Opera (1925), The Jazz Sing-
make him her slave. The film was cele- Parigi, la Comédie française e la Gau- er (1927), A Night at the Opera (by
brated as an artistic masterpiece when it mont prima di emigrare negli Stati the Marx Brothers) and Meet me in St.
came out. However, the misogyny of its Uniti. Le scenografie che realizzò per Louis. Il Cinema Ritrovato 2018 offers
script was also mentioned, particularly i connazionali émigrés Maurice Tour- a small sampler of three works: Woman
relating to the Civil War episode where neur e Albert Capellani arricchirono and Prunella (both 1918 by Maurice
a Southern girl gets a Yankee soldier i loro film d’una straordinaria quali- Tourneur) and Lights of Old Broad-
shot. Nowadays we can only admire how tà visiva. Una retrospettiva dei suoi way (1925, Monta Bell, in the section
Tourneur managed to produce such an film comporrebbe una selezione moz- Rediscovered and Restored), Meet me
entrancingly beautiful film. Carré left zafiato, da Le Festin du Balthazar di in St. Louis in the section Technicolor
Tourneur for good in 1919. The film- Feuillade (1910) a The Phantom of & Co.
maker never managed to find another the Opera (1925), da La cantante di Mariann Lewinsky
art director of his calibre. jazz (1927) a A Night in the Opera
Christine Leteux dei fratelli Marx (1935) a Meet me in

59
CAPITOLO 4: LA BORELLI SI RITIRA! APOGEO DEL DIVA FILM
CHAPTER 4: DIVA BORELLI RETIRES! APOGEE OF THE DIVA FILM

Il Cinema Ritrovato trovò la propria Il Cinema Ritrovato came into its own LA MOGLIE DI CLAUDIO
strada cinque anni dopo la prima edi- after its fifth year, when in 1991 Gian Italia, 1918 Regia: Gero Zambuto
zione, quando nel 1991 Gian Luca Luca Farinelli and Nicola Mazzan-
Farinelli e Nicola Mazzanti (con Mi- ti (with Michele Canosa and Vittorio █
Supervisore alla regia: Piero Fosco
chele Canosa e Vittorio Martinelli die- Martinelli in the wings) screened a vast [Giovanni Pastrone]. Sog.: dal dramma La
tro le quinte) presentarono un ampio program named Lost in the Dark, af- Femme de Claude di Alexandre Dumas
programma che, prendendo il nome ter Sperduti nel buio (a famously lost figlio. Scen.: Dante Signorini. F.: Antonio
dal più celebre film italiano perduto, Italian film). It presented the findings Cufaro [Segundo de Chomón]. Int.: Pina
s’intitolava Sperduto nel buio. Il pro- of their search for Italian silent movies Menichelli (Cesarina Ruper), Vittorio
gramma portava sullo schermo i ri- in film archives outside Italy, all in all Rossi-Pianelli (Claudio Ruper), Alberto
sultati delle loro ricerche negli archivi thirty-five hours of screening time. It Nepoti (Antonino), Arnaldo Arnaldi
stranieri, in tutto trentacinque ore di was a Big Bang for the knowledge of (Moncabré), Gabriel Moreau (Enea
programmazione, e per gli studi sul Italian silent Cinema. Out of the hazy Cantagnac), Antonio Monti (Daniele),
cinema muto italiano fu un autentico past, a great film production history Gina Marangoni (Edmea). Prod.: Itala Film
big bang. Una grande produzione ci- started to reappear and regain visibili- █
35mm. L.: 1403 m (incompleto, l. orig.:
nematografica cominciò a riemergere ty, and the diva film rose like a flaming 1798 m). D.: 68’ a 18 f/s. Desmetcolor.
da un passato nebuloso e a riacquista- phoenix out of the ashes that malignant Didascalie italiane / Italian intertitles █

re visibilità, e il diva film risorse come rumours had heaped on it. Ever since, Da: Cineteca di Bologna █
Restaurato
una fenice splendente dalle ceneri the search for and rediscovery of Italian nel 2011 da Cineteca di Bologna e Museo
sotto le quali voci malevole l’avevano silent films has continued, and today, Nazionale del Cinema, Torino presso il
sepolta. Da quel momento la ricerca after the screening of forty films star- laboratorio L’Immagine Ritrovata a partire
e la riscoperta dei film muti italiani ring Francesca Bertini, twenty films da una copia positiva nitrato imbibita e
non si è più interrotta, e oggi, dopo starring Pina Menichelli and ten films virata con didascalie francesi conservata
che al Cinema Ritrovato sono passati starring Lyda Borelli at Il Cinema presso la collezione Lobster Films di
quaranta film con Francesca Bertini, Ritrovato, a film history without the Parigi / Restored in 2011 by Cineteca
venti con Pina Menichelli e dieci con diva film, one of the most fascinating di Bologna and Museo Nazionale del
Lyda Borelli, una storia del cinema and influential genres of its times, has Cinema, Torino at L‘Immagine Ritrovata
senza il diva film, uno dei generi più become unthinkable. laboratory from a positive nitrate print,
affascinanti e influenti della sua epoca, Lyda Borelli created the cinematic diva tinted and toned, with French intertitles
sarebbe impensabile. performance in 1913, in Ma l’amor preserved at Lobster Films collection
Lyda Borelli diede vita alla prima mio non muore!, and subsequently her
performance del diva film nel 1913, invention was imitated by all the oth- All’incontro tra Giovanni Pastrone e
in Ma l’amor mio non muore!, e suc- ers, including herself. 1918 looks like Pina Menichelli si devono alcuni dei
cessivamente la sua invenzione venne the year the genre reached its high point, titoli più significativi nel genere diva
imitata da tutte, compresa lei stessa. Il but there is a sense of an ending. In June film degli anni Dieci. Raggiunto il
1918 è un anno d’oro per il genere, ma 1918 Lyda Borelli retired from stage successo, l’attrice cerca di prendere le
c’è nell’aria il senso di una fine. Nel and screen after her marriage to Vittorio distanze dal ruolo di femme fatale, ma
giugno del 1918 Lyda Borelli si riti- Cini, a rich industrialist and art collec- vi ritorna in La moglie di Claudio, sua
ra dalle scene e dallo schermo dopo il tor who virtually imprisoned his wife in ultima collaborazione con Pastrone.
matrimonio con Vittorio Cini, un ric- a lonely villa on top of Monte Ricco. Sul finire del primo conflitto mondia-
co industriale e collezionista d’arte che Our homage to the diva film includes le, l’Itala realizza l’adattamento da Du-
la tiene per così dire prigioniera in una two complete features from 1918, L’ava- mas, tenendo sullo sfondo il tema del
villa isolata sul Monte Ricco. rizia and La moglie di Claudio, and a patriottismo, per costruire un palcosce-
Il nostro omaggio al diva film presenta medley of fragments. nico su cui l’attrice possa esibirsi in un
due lungometraggi del 1918, L’avari- Mariann Lewinsky menichellismo sfrenato ed estremo.
zia e La moglie di Claudio, e un med- Nella prima sequenza la Menichelli,
ley di frammenti. splendidamente abbigliata, provoca
Mariann Lewinsky i corteggiatori mordendo voluttuo-

60
La moglie di Claudio

samente una rosa al centro di un sa- didascalie, che accennano alle ‘conse- At the end of World War I, Itala Film
lone, gesto che la contessa Natka di guenze’ di un’ennesima relazione che adapted Dumas’ story, keeping the patri-
Tigre reale (1916) aveva già osato ma portano Cesarina quasi in fin di vita. otic theme in the background in order to
nel chiuso di una carrozza, flirtando Dopo aver tentato di riconquistare il create a stage for the actress’s dramatic,
unicamente con lo spettatore. Fallita marito, sedotto il suo allievo predilet- uninhibited ‘Menichelli’ mannerisms.
la fuga con Moncabré e dopo l’oscuro to e aver sottratto i documenti segre- In the opening sequence, a splendidly
episodio della sua convalescenza (eufe- ti, Cesarina, tradita dalla luce di una dressed Cesarina (Pina Menichelli) pro-
mismo che allude a una gravidanza o ‘maledetta luna’, viene smascherata; vokes her suitors by voluptuously biting
a un aborto), la moglie di Claudio fa Claudio la ferma sparandole un colpo a rose in the middle of a salon. It is a
ritorno a casa. Inattesa, appare attra- di fucile. La Menichelli regala qui un gesture that the Countess Natka dared
verso un vetro e in questa immagine di epilogo da manuale: colpita a morte, to make in Tigre reale (1916), but from
Cesarina, pronta a ghermire altre vitti- si aggrappa alle tende con voluttà e ca- inside a carriage and thus flirting only
me, riecheggia quella della donna-gufo dendo a terra vi resta avvolta come in with the spectator. Claudio’s wife returns
di Il fuoco (1915). un manto funebre. home after the failure of her escape with
Attorno alla protagonista – don- Claudia Gianetto Moncabré and the murky episode of her
na priva di qualsiasi valore morale e convalescence (an euphemism for a preg-
sentimento, moglie spudoratamente Some of the most significant titles in the nancy or maybe an abortion). We sud-
infedele – ruotano intrighi, spionag- diva film genre derive from the encoun- denly and unexpectedly see her through
gio, passione, disonore, violenza e ter between Giovanni Pastrone and Pina a window: this image of Cesarina, ready
soprattutto morte. Vi sono passaggi Menichelli. After the actress became suc- to grasp other victims, echoes Menichelli’s
narrativi non facili da cogliere per le cessful, she tried to distance herself from owl-woman in Il fuoco (1915).
lacune della copia, come l’improvvisa the role of the femme fatale, but she re- The protagonist is a woman without
apparizione della società segreta, altri visited it in La moglie di Claudio, her feelings or morals – a shamelessly un-
invece velati da prudente riserbo delle final collaboration with Pastrone. faithful wife – surrounded by intrigue,

61
espionage, passion, dishonour, violence risultano alterati né sbiaditi, e la copia CARNEVALESCA
and, above all, death. Some sections of rende onore alla raison d’être del film, i Italia, 1918 Regia: Amleto Palermi
the narrative, such as the appearance of favolosi abiti della Bertini.
a secret society, are difficult to follow be- Mariann Lewinsky █
Scen.: Lucio D’Ambra. F.: Giovanni Grimaldi.
cause of gaps in the only surviving print; Int.: Lyda Borelli, Livio Pavanelli, Renato
others are obscured by prudent discre- L’intera serie dei Sette peccati capitali Visca. Prod.: Cines 35mm. L.: 1500 m. D.:

tion of the intertitles, mentioning ‘the venne distribuita in Cecoslovacchia 72’ a 18 f/s. Imbibito e virato / Tinted and
consequences’ of yet another relationship nei primi anni Venti e, a giudicare da- toned. Didascalie italiane / Italian intertitles
which almost cost Cesarina her life. gli articoli dell’epoca, ebbe un certo █
Da: Cineteca di Bologna █
Restaurato
After attempting to reconquer her hus- successo. Ne esistevano due versioni: nel 1993 da Cineteca di Bologna presso il
band, seducing his favourite student and una con didascalie cecoslovacche e una laboratorio L‘Immagine Ritrovata a partire
stealing secret documents, Cesarina is con didascalie tedesche, destinata alle da un frammento positivo nitrato imbibito
betrayed and unmasked by the light of regioni in cui erano presenti minoran- con didascalie italiane appartenente al
a ‘damned moon’; then Claudio stops ze linguistiche. Negli anni Quaranta, fondo Gramatica e da una copia positiva
her with a gunshot. Menichelli rewards la cineteca di Praga entrò in possesso d’epoca su supporto nitrato virata e imbibita
us with a textbook ending: mortally di entrambe le versioni, acquisite da con didascalie spagnole, proveniente dal
wounded, she grasps the curtains sensu- un collezionista privato: quattordici fondo Pereda dell’Archivio Nacional de la
ously before falling to the floor enveloped copie nitrato, nei ricchi colori dei loro Imagem – Sodre conservati presso Cineteca
in their folds, as if wrapped in a funeral viraggi e imbibizioni. di Bologna / Restored in 1993 by Cineteca di
shroud. Blažena Urgosikova Bologna at L‘Immagine Ritrovata laboratory
Claudia Gianetto from a tinted positive nitrate print with
In 1991 two films of the series Seven Italian intertitles from Gramatica collection
Deadly Sins (1918-1919) starring and from a vintage positive nitrate print,
Francesca Bertini were presented at Il tinted and toned, with Spanish intertitles
L‘AVARIZIA Cinema Ritrovato, in newly restored from Pereda collection at Archivio Nacional
Italia, 1918 Regia: Gustavo Serena black and white prints with authentic de la Imagem – Sodre held by Cineteca di
tinting and toning done by Jan Ledecký Bologna

Sog.: Jean Coty. Scen.: Giuseppe Paolo in collaboration with Blažena Urgosi-
Pacchierotti. F.: Luigi Filippa. Scgf.: kowa. Vladimír Opěla, then director Lucio D’Ambra, giornalista mondano,
Alfredo Manzi. Int.: Francesca Bertini of the Prague archive, had asked them commediografo, dandy, diresse e pro-
(Maria Lorini), Gustavo Serena (Luigi to recreate the original technique so as dusse un certo numero di film. L’in-
Bianchi), Franco Gennaro (il padre di to achieve restorations that deserve the trico di delirante simbolismo e fiorito
Luigi), Alfredo Bracci (cav. Porretti), name. The results were wonderful. And gusto da operetta dei primi tre rulli di
Alberto Albertini. Prod.: Francesca Bertini they remain wonderful: after twen- Carnevalesca sembra oggi assai datato,
per Caesar Film 35 mm. L.: 1481 m. D.:

ty-eight years the colours of the tinting ma il film è riscattato da un magnifico
58’ a 22 f/s. Imbibito / Tinted. Didascalie and toning in the Ledecký Print of L’av- assolo di Lyda Borelli nella parte fina-
ceche / Czech intertitles Da: Národní

arizia haven’t faded or changed, and the le. Nella sezione 1918 abbiamo inseri-
Filmový Archiv print does honour to the raison d’être of to ufficialmente solo quest’ultima par-
L’avarizia, Bertini’s gorgeous dresses. te; il film completo viene presentato
Nel 1991 due film della serie del 1918- Mariann Lewinsky in una delle serate. (È stato proiettato
1919 Sette peccati capitali con Francesca un’unica volta, al Cinema Ritrovato
Bertini sono stati presentati al Cinema The entire series of Seven Deadly Sins 1993).
Ritrovato in copie in bianco e nero re- was distributed in Czechoslovakia in the
staurate, imbibite e virate a cura di Jan early Twenties and, judging from articles Lucio D’Ambra, a fashionable journal-
Ledecký, in collaborazione con Blažena from that time, it was quite successful. ist, playwright and dandy, also directed
Urgosikowa. Vladimír Opěla, allora Two versions existed: one with Czech in- and produced a number of films. The
direttore della cineteca praghese, aveva tertitles, and the other with German in- mixture of heady symbolism and flow-
chiesto loro di ricreare la tecnica origi- tertitles destined for regions with linguis- er-bedecked operetta in the first three
nale, così da ottenere restauri degni del tic minorities. In the Forties, the Prague reels of his Carnevalesca looks dated
loro nome. Il risultato fu magnifico, e archive obtained both versions from a today, but the film is redeemed by Lyda
magnifico rimane: dopo ventisette anni, private collector: 14 nitrate copies richly Borelli’s magnificent solo in the final
i colori delle imbibizioni e dei viraggi coloured with tinting and toning. part. We have included this part official-
della copia Ledecký di L’Avarizia non Blažena Urgosikova ly in the 1918 strand; the complete film

62
chiesto ai colleghi del DFI di poter ve-
dere un film muto italiano, copia tede-
sca, titolo Das Unbezwingliche (datato
1916), e mi sono trovata davanti dieci
minuti di un diva film d’altissima qua-
lità, molto osé, con una superba Pina
Menichelli. Il frammento ha finora
resistito a ogni tentativo di identifica-
zione. Una grande scoperta, un dono.
Mariann Lewinsky

A fragment can be viewed as if it were a


complete short film. By extracting images
of striking intensity from a boring plot –
and most plots are utterly boring – Time,
as the editor, has transformed an average
feature film into a fine short one. The pro-
gram of fragments starts with Francesca
Bertini as the rape victim of enemy sol-
diers and ends with Lyda Borelli as Saint
Barbara, who in the 3rd century A.D. uses
hand-colored artillery to protect herself
and other virgins from being raped. Like
Chaplin in the USA, Borelli participated
in the war effort; the cameo La leggenda
Carnevalesca di Santa Barbara was originally part of
a long propaganda film about the pro-
is scheduled for the evening slot. (It was Uniti, Borelli diede il suo contributo duction of arms and projectiles, commis-
screened at the Cinema Ritrovato for the allo sforzo bellico; il cameo La leggen- sioned by the Italian war ministry.
first and last time in 1993.) da di Santa Barbara era parte di un There are, of course, different types of finds.
lungo film di propaganda sulla produ- Tosca has always been considered an im-
zione di armi e proiettili, commissio- portant title in Bertini’s filmography, and
nato dal Ministero della guerra. the discovery of the last reel of a 35mm ni-
Ci sono, naturalmente, diversi tipi trate print is particularly welcome since in
Stelle cadenti e bombe di ritrovamento. Tosca è sempre sta- the television documentary L’ultima Diva
Shooting stars and bombs to considerato un titolo importante (Gianfranco Mingozzi, 1982), Francesca
nella filmografia di Francesca Bertini, Bertini, then aged ninety, gave such a vivid
Un frammento può essere guardato e il ritrovamento dell’ultimo rullo di description and re-enactment of the finale
come se fosse un breve film completo. una copia nitrato 35mm è particolar- of Tosca. However, a 16mm version of the
Prelevando immagini di straordinaria mente felice, considerando la vivida last reel was known to exist, and so the re-
intensità da un intreccio noioso – e descrizione e ricostruzione del fina- discovery is partial, not total.
la maggior parte degli intrecci è fran- le che Bertini, all’età di novant’anni, And then one finds films nobody missed,
camente noiosa – il Tempo, grande offre nel documentario L’ultima diva nobody ever mentioned, heard of, dreamed
montatore, è riuscito a trasformare (Gianfranco Mingozzi, 1982). Tutta- of. Two years ago, I asked colleagues of the
un anonimo lungometraggio in un via, poiché già si sapeva dell’esistenza DFI for access to an Italian silent film with
film corto e bellissimo. Il programma di una versione 16mm dell’ultimo rul- the German print title Das Unbezwingli-
di frammenti comincia con Francesca lo di Tosca, questo è un ritrovamento che (dated 1916) and got ten minutes of
Bertini, stuprata da soldati nemici, e ‘qualitativo’, non assoluto. a diva film of the very highest quality, very
finisce con Lyda Borelli nel ruolo di E poi capita di imbattersi in film di osé, with a superb Pina Menichelli. It has
Santa Barbara, che nel III secolo d.C. cui nessuno lamentava la mancanza, so far resisted all attempts at identification.
usa un’esplosione colorata a mano per perché nessuno li aveva mai citati, ne A great discovery, a gift.
difendere dallo stupro se stessa e al- aveva mai sentito parlare, nessuno si Mariann Lewinsky
tre vergini. Come Chaplin negli Stati sognava esistessero. Due anni fa ho

63
MARIUTE LEGGENDA DI SANTA █
T. alt.: Il dramma di una notte. F.: Giovanni
Italia, 1918 Regia: Edoardo Bencivenga BARBARA Grimaldi. Int.: Lyda Borelli (Nelly), Livio
(frammento di L’altro esercito) Pavanelli (Riccardo De Mauri), Alberto

Sog.: Robert Des Flers. F.: Giuseppe Italia, 1918 Capozzi (Guido De Mauri), Anna Rocchi
Filippa. Scgf.: Alfredo Manzi. Int.: Francesca (Daisy). Prod.: Cines 35mm. L.. 227 m. D.:

Bertini (se stessa/Mariute), Gustavo █


F.: Giulio Rufini. Int.: Lyda Borelli (Santa 11’ a 18 f/s. Bn. Didascalie olandesi / Dutch
Serena, Livio Pavanelli, Camillo De Riso Barbara). Prod.: Cines per conto del intertitles Da: EYE Filmmuseum

(loro stessi), Alberto Albertini (il reduce). Ministero della Guerra 35mm. L.: 113 m. D.:

Prod.: Bertini per Caesar Film DCP. D.:



5’ a 18 f/s. Col. Didascalie olandesi / Dutch
9’. Imbibito / Tinted. Didascalie italiane intertitles Da: EYE Filmmuseum

/ Italian intertitles Da: Museo Nazionale



[DAS UNBEZWINGLICHE]
del Cinema, Torino Restaurato nel 2015

Italia, 1915?
da Museo Nazionale del Cinema presso il
laboratorio L’Immagine Ritrovata a partire NOTTE DI CALCUTTA Vedi pag. / See p. 214
da due frammenti positivi nitrato colorati di Italia, 1918 Regia: Mario Caserini
30 e 35 metri e da un frammento positivo
safety colorato di 79 metri. I materiali di
partenza sono stati scansionati in 2K e
riordinati sulla base di una copia del film
conservata da CSC – Cineteca Nazionale
/ Restored in 2015 by Museo Nazionale
del Cinema at L’Immagine Ritrovata
laboratory from two coloured positive
nitrate fragments of 30 and 35 meters and
from a coloured positive safety fragment
of 79 meters. The starting materials have
been scanned in 2K and re-ordered based
on a copy preserved by CSC – Cineteca
Nazionale

TOSCA
Italia, 1918 Regia: Alfredo De Antoni
Mariute

Sog.: dall’omonimo dramma di Victorien
Sardou. Scen.: Giuseppe Paolo Pacchierotti.
F.: Alberto G. Carta. Scgf.: Alfredo
Manzi. Int.: Francesca Bertini (Floria
Tosca), Gustavo Serena (cavaliere Mario
Cavaradossi), Alfredo De Antoni (barone
Vitellio Scarpia), Olga Benetti (marchesa
Attavanti), Luigi Cigoli (il sagrestano),
Franco Gennaro (conte Angelotti), Vittorio
Bianchi (Sciarrone). Prod.: Caesar Film █

DCP. D.: 10’ (frammento). Imbibito e virato


/ Tinted and toned. Didascalie inglesi e
spagnole con sottotitoli italiani / English
and Spanish intertitles with Italian subtitles

Da: UCLA Film&Television Archive █

Restaurato da UCLA presso il laboratorio


L’Immagine Ritrovata / Restored by UCLA
at L’Immagine Ritrovata laboratory Leggenda di Santa Barbara

64
65
CAPITOLO 5: L’AVVENTO DEL ‘FILM D’AVVENTURA’
CHAPTER 5: THE ADVENT OF ‘THE ADVENTURE FILM’

Nel 1918 la produzione cinematogra- ma). E se non siete ancora convinti, the year when the seeds were sown which
fica registrò un forte calo rispetto agli nel 1918 Tarzan apparve per la prima made the ‘adventure film’ grow into the
anni precedenti, conseguenza di una volta sullo schermo. Riguardando il immensely popular genre it’s been ever
guerra troppo lunga. Ci siamo così film scoprirete che contiene già tutto since. It was the year that Il gioiello di
trovati a dover scegliere tra un nu- quello che di lui abbiamo amato in Khama was produced, and La Gerusa-
mero di titoli molto ristretto in tutte un secolo di sequel, insieme a un’in- lemme liberata. It was the year that the
le categorie, con l’eccezione del ‘film nocenza, a una freschezza e a un sen- great German director Ernst Lubitsch
d’avventura’. Naturalmente la vera timento di meraviglia rinfrancanti che abandoned comedy and shot Die Au-
età dell’oro del genere coincise con gli non sono stati tramandati alle genera- gen der Mumie Ma (not in the pro-
anni Trenta e Quaranta, e, potremmo zioni successive. gramme). And if that doesn’t convince
dire, con tutti i decenni successivi. Il Karl Wratschko you, in 1918 Tarzan first appeared on
pubblico sembra infatti aver accolto the screen. If you watch that film again,
questi film con crescente entusiasmo. Production was way down in 1918 everything we came to love about him
Oggi quella domanda è sempre più compared to the years before, a conse- in the century of sequels which followed
spesso soddisfatta dai videogiochi: vi quence of a long war. There were far is already there. It’s combined with a
sembrerà strano, ma esplorando l’u- fewer titles from any category for us heart-warming innocence and newness,
niverso videoludico restereste stupiti to choose from – with the exception of a sense of wonder which wasn’t passed
dall’abbondanza di trame e situazioni the ‘adventure film’. Of course, the real down to the next generations.
prese di peso dai film classici d’avven- golden age for this genre was the 1930’s Karl Wratschko
tura. Si potrebbe dire che il genere si è and 40’s – and, you could argue, every
evoluto pochissimo. Già ai primi del decade since. The public seems to have
Novecento esistevano i film di pirati, had an ever-growing appetite for it, an TARZAN OF THE APES
i film catastrofici, quelli sui viaggi nel appetite which is increasingly spurred USA, 1918 Regia: Scott Sidney
tempo, i survival film. Neanche le am- on today by video games. A strange
bientazioni esotiche sono cambiate: claim, perhaps, but if you dig down into █
Sog.: dall’omonimo romanzo di Edgar
giungle, deserti, montagne, alto mare. the gaming world you’ll be amazed how Rice Burroughs. Scen.: Fred Miller, Loïs
Se ci pensate, perfino gli atteggiamenti many storylines and situations have been Weber. F.: Gilbert Warrenton. M.: Isadore
sono molto simili a quelli di un seco- lifted straight out of classic adventure Bernstein. Scgf.: F.I. Wetherbee. Int.: Elmo
lo fa. Le persone civili partono per un movies. One could argue that the genre Lincoln (Tarzan), Enid Markey (Jane
paese delle meraviglie sottosviluppa- has hardly evolved at all since it began. Porter), True Boardman (Lord Greystoke),
to, vivono un’avventura e si salvano There were pirate films, disaster films, Kathleen Kirkham (Lady Greystoke), Colin
malgrado le malevole intenzioni degli time travel films and survival films (et Kenny (Cecil Clayton), Thomas Jefferson
indigeni pagani e privi di scrupoli (o al.) right back to the early 1900s. The (professor Porter), George French
le mummie). Spesso si tratta di pura exotic settings have remained the same, (Binns), Bessie Toner (la cameriera),
propaganda (post)-coloniale, ma è too: the jungles and deserts, the moun- Gordon Griffith (Tarzan bambino), Jack
così divertente che non ci facciamo tains and the high seas. Come to think Wilson (capitano del Fuwalda). Prod.:
quasi caso. Comunque. Abbiamo esa- of it, even the attitudes are broadly sim- National Film Corp. of America 35mm.

minato gli archivi. E ci siamo accor- ilar now compared to the way they were L: 1157 m. D.: 58’ a 18 f/s. Bn. Didascalie
ti che nel 1918 furono gettati i semi a century and more ago. The Civilised inglese / English intertitles Da: Library

che permisero al ‘film d’avventura’ di People head off to some undeveloped of Congress
crescere fino a diventare il genere im- wonderland, they have an adventure
mensamente popolare che è tuttora. In and save the day despite the evil inten- Sono rimasto affascinato, ammaliato
quell’anno furono prodotti Il gioiello tions of the unscrupulous, pagan-wor- dalla magia dei paesaggi della Louisia-
di Khama e La Gerusalemme liberata. shipping natives (or the mummies). It’s na, che mi hanno reso insopportabili le
In quell’anno il grande regista tedesco often pure (post)-colonial propaganda, imposture hollywoodiane. Attraverso
Ernst Lubitsch abbandonò la comme- but it’s all such fun we barely notice. un groviglio di piante e di acqua reso
dia e girò Die Augen der Mumie Ma But anyway. We were in the archives. ancora più immenso dal silenzio cor-
(non presente nel nostro program- And we realised that 1918 was actually reva un adolescente con i capelli sciolti

66
sulle spalle, un nastro sulla fronte e sul 1650 m. D.: 80’ a 18 f/s. Imbibito / Tinted. is a gentleman adventurer rather than
torso una pelle di animale fermata solo Didascalie olandesi / Dutch intertitels █
an archaeologist. And it’s also a robbery
su una spalla. Insieme alla bellezza del- Da: EYE Filmmuseum movie – though the crime takes place in
le inquadrature, l’azione, di una sem- an Indian temple rather than a bank.
plicità commovente, sconfinava nella Se preferite i film che rientrano in ca- And it’s an action movie, too – albeit a
poesia quando il giovane selvaggio, tegorie ben definite, forse è meglio gender-bending action movie whose two
con gesti insicuri e feroci, cercava di evitare Il gioiello di Khama. Quante main heroes are women rather than men.
esprimere il proprio amore alla prima cose succedono in questo favoloso film And if that’s not enough for a silent film
ragazza che avesse mai visto. […] Que- italiano con la sua miriade di idee de- from 1918, there’s a starving bohemian
ste antiche immagini avevano già fissa- liziose. Non vogliamo svelare troppo, artist who gets roped in to play a dop-
to il mito nella sua purezza originaria ma ricorda molto un film di Indiana pelgänger and a crazy religious cult bent
con molta più efficacia delle prodezze Jones, anche se qui Indiana Jones è un on revenge and a full-fledged flashback
di Weissmuller; le orge di cartapesta e avventuriero gentiluomo più che un sequence, not to mention other ingenious
le più realistiche scene di repertorio vi archeologo. È anche un film di rapina, scene-settings and plot-twistings. Mean-
hanno aggiunto ben poco. anche se a essere rapinato è un tempio while, and despite all of this ‘pre-mod-
Francis Lacassin, Pour une contre-histo- indiano e non una banca. E un film ern, but post-modern’ eclecticism, Il
ire du cinéma, Institut Lumière/Actes d’azione, anche se sfida le convenzioni gioiello di Khama is still very much a
Sud, Lione-Arles 1994 di genere perché i due eroi principa- film of its time. The main protagonist
li sono donne. Come se non bastasse is a man of the leisured classes, bored
I was fascinated, enchanted by the mag- per un film muto del 1918, al tutto si and rich and playing at life, and with a
ical Louisiana landscapes which made aggiungono un artista bohémien po- head full of suitably-pukka colonial at-
me lose all patience for the Hollywood vero in canna che finisce per prendere titudes. And the darker-skinned foreign-
fakes. Through a tangle of greenery and il posto del proprio sosia, una folle e ers, despite wearing quite elegant suits,
water, made even more immense by the vendicativa setta religiosa e un vero e are revealed as the barbarians they truly
silence, a youth is seen running with proprio flashback, per non parlare delle are underneath. So, let’s dim the lights
his hair loose on his shoulders, a band atmosfere e dei colpi di scena ingegno- and let the colourful entertainment be-
around his forehead, and an animal si. Nello stesso tempo, malgrado tut- gin. We can’t say what genre you’ll think
skin on his back fastened over one shoul- to questo eclettismo ‘premoderno ma you’ve seen, but we are sure you’ll come
der. Along with the beauty of the shot, postmoderno’, Il gioiello di Khama resta away with a smile on your face, and a
the action, which is affectingly simple, un figlio della sua epoca. Il protagoni- very clear understanding of why Amleto
borders on poetry when the wild youth sta è un uomo delle classi agiate: ricco, Palermi went on to become a very pop-
attempts to express his love through inse- annoiato, superficiale e con l’abituale ular director in Italian cinema history.
cure and fierce gestures, for the first girl armamentario di atteggiamenti colo- Karl Wratschko
he’s ever seen. […] These old images had nialisti. E gli stranieri dalla pelle scura,
already crystallized the legend in its orig- nonostante i loro completi eleganti, si
inal purity much more effectively than rivelano i barbari che sono. Dunque.
the bravado of Weissmuller; the abun- Abbassiamo le luci e che il pittoresco LA GERUSALEMME LIBERATA
dance of papier-mâché and the more spettacolo abbia inizio. Forse non sa- Italia, 1918 Regia: Enrico Guazzoni
realistic scenes from the repertoire had prete in quale genere incasellarlo, ma
little to add. siamo certi che vi farà sorridere. E ca- █
Sog.: dall’omonimo poema di Torquato
Francis Lacassin, Pour une contre-his- pirete perché nella storia del cinema Tasso. Scen.: Enrico Guazzoni. F.: Alfredo
toire du cinéma, Institut Lumière/Actes italiano Amleto Palermi fosse destinato Lenci. Int.: Amleto Novelli (Tancredi), Edy
Sud, Lyon-Arles 1994 a diventare un regista molto popolare. Darclea (Armida),Olga Benetti (Clorinda),
Karl Wratschko Elena Sangro (Erminia), Beppo Corradi
(Rinaldo), Aristide Garbini (Argante),
If you prefer your movies to fit into nice Eduardo Monteneve (Goffredo di
IL GIOIELLO DI KHAMA neat categories, you might want to avoid Buglione), Rinaldo Rinaldi (Olindo). Prod.:
Italia, 1918 Regia: Amleto Palermi Il gioiello di Khama. There’s so much Guazzoni-film 35mm. L.: 1461 m. D.: 65’ a

going on in this fabulous Italian film. 19 f/s Bn e col. Didascalie inglesi / English

T. ol.: De spion. Int.: Aurele Sydney It’s like a smorgasbord of delicious ideas. intertitles Da: CSC – Cineteca Nazionale

(Steeners/il pittore), Dolly Morgan, We don’t want to give too much away,
Amedeo Ciaffi, Augusto Mastripietri, but it looks a lot like an Indiana Jones Avete voglia di vedere un lungo film
Eugenia Masetti. Prod.: Cines 35mm. L.:

movie – though the Mr. Jones character muto del 1918 che s’intitola La Geru-

67
La Gerusalemme liberata

salemme liberata, ambientato durante visioni fantastiche di battaglie nottur- Monteverdi, del teatro dei pupi sicilia-
la prima crociata e tratto da un classi- ne, torri in fiamme, la gigantesca rico- no e della grande sperimentazione tea-
co della letteratura italiana dell’anno struzione delle mura di Gerusalemme”. trale di Luca Ronconi nel 1969.
1581? Probabilmente no. Bello quanto Aleksandr Nevskij o Ran, e Enrico Guazzoni (1876-1949), che era
Immaginando un polpettone d’epoca, molto meglio del Signore degli anelli, ho stato pittore prima di approdare alla
inzuppato nella sua poco appetibile sal- pensato. Per coloro che non sono nati Cines nel 1909, è conosciuto soprattut-
sa di colonialismo razzista ho visto La a mezz’ora di treno da Ferrara, dove to per Quo vadis? (1913), ma il suo pri-
Gerusalemme liberata per il solo motivo alcune centinaia di anni fa sono state mo successo internazionale fu La Geru-
che è un film del 1918. La copia era scritte le epiche avventure dell’Orlando salemme liberata del 1911, una prima
modesta, il film una magnifica sorpre- innamorato (Matteo Maria Boiardo), versione purtroppo perduta, lodata per
sa, uno sfarzoso fantasy pieno di spet- dell’Orlando furioso (Ludovico Ariosto) l’alto risultato artistico e spettacolare.
tacolari scene di battaglia, donne cava- e della Gerusalemme liberata (Torquato Un sopravvissuto Guazzoni del 1911,
liere, armi magiche, pittoreschi giardini Tasso), il film di Guazzoni non solo tra- La sposa del Nilo, mostra l’abilità del re-
orientali, foreste incantate e, come sporta in un universo d’intrattenimen- gista nell’orchestrare le scene di massa,
la pubblicità dell’epoca annunciava, to fantastico, ma illumina sulla scatu- l’attenzione ai costumi e alle scenogra-
“20.000 crociati, 10.000 cavalli, un rigine di numerose opere di Händel, fie, la ricerca estetica nella composizio-
duello titanico tra Tancredi e Argante, Vivaldi e Gluck, di certi madrigali di ne dell’inquadratura e nell’uso della

68
luce. La sua produzione non si limita del Nilo, shows his outstanding ability ha spinti a proiettare il film qui a Bo-
ai drammi in costume; gira anche com- in orchestrating crowd scenes, the atten- logna. Che vi sintonizziate su Disco-
medie (la divertente e metalinguistica tion to costumes and sets (he usually did very Channel o andiate al cinema per
Una tragedia al cinematografo, 1915) e the art direction for his films), the sense vedere un apprezzato documentario, se
dirige Pina Menichelli nei due film che of beauty in composition and lighting. il tema è l’Africa sembra che i termini
la consacrano diva, La casa di nessuno e He was not limited to costume drama, di riferimento e le metafore siano rima-
Alla deriva (entrambi del 1915). but also did comedies – the very fun- sti esattamente gli stessi. L’altro, con la
Mariann Lewinsky ny and self-referential Una tragedia al sua pelle scura, rimane intrappolato in
cinematografo (1915) – and directed una terra desolata selvaggia e sottosvi-
Are you eager to see a long silent film Pina Menichelli in La casa di nessuno luppata, ed è solo grazie alla buona vo-
from 1918 with the title Gerusalemme and Alla deriva (both, 1915), films that lontà e all’intelligenza dei bianchi che
liberata, set during the First Crusade launched her as a diva. c’è una speranza di cambiamento. Non
and based on a classic of Italian literature Mariann Lewinsky sarà giunta l’ora dell’hashtag ‘ustoo’ e
from 1581? No, you are not. di parlare di ‘fardello dell’uomo nero’?
Braced for a period hammy movie in an Nel frattempo godetevi la nostra offerta
unappetizing sauce of colonialist racism, esotica. Pensate, tra gli indigeni di una
I viewed Guazzoni’s La Gerusalemme KITEGA, CAPITAL DE certa tribù c’è perfino un re bambino.
liberata in late 2017 for no other reason L’URUNDI Possiamo discuterne dopo la proiezione
than the duty to view works from 1918. Francia, 1918 al bar davanti a un gin tonic, essenziale
The print was modest, but the film was a profilassi per la malaria.
wonderful surprise, a magnificent fanta- █
Prod.: Éclair 35mm. L.: 99 m. D.: 4’ a

Karl Wratschko
sy with spectacular battle scenes, female 20 f/s. Bn. Didascalie francesi e tedesche/
knights, magic weapons, fancy oriental French and German intertitles Da: CNC

A film about Africa made in 1918 is
gardens, enchanted forests and, as a poster – Centre national du cinéma et de l’image bound to be a film about colonialism made
announced in 1918, “20,000 crusaders animée by colonialists. There were simply no other
– 10,000 horses – Titanic duel between voices with the means to be heard. In Ki-
Tancredi and Argante – Fantastic vision Un film del 1918 sull’Africa è fatalmen- tega, capital de l’Urundi (which we now
of a battle at night – Towers on fire – te destinato a essere un film sul colonia- know as Burundi), we observe the Europe-
Gigantic reconstruction of the walls of Je- lismo fatto da colonialisti. Non esiste- an administrators in their ‘noble’ struggle
rusalem”. As good as Aleksandr Nevskij vano altre voci in grado di farsi sentire. against the ‘uncivilised conditions’ trying
or Ran, and much better than The Lord In Kitega, capital de l’Urundi (l’odierno to bring ‘order’ to the land. The locals are
of the Rings, I thought. For spectators Burundi) vediamo gli amministratori little more than extras who must rejoice on
who are not born half an hour’s train europei impegnati nella ‘nobile’ batta- command when the administrators grace
ride from Ferrara, where the epics Or- glia contro le ‘condizioni incivili’, nel them with a visit. Play the drums, show
lando innamorato (Boiardo), Orlando tentativo di portare ‘ordine’ nei terri- off your naked bodies, dance, Savages!
furioso (Ariosto) and La Gerusalemme tori. Le popolazioni locali sono poco It’s an interesting enough ethnographic
liberata (Tasso) were written several più che comparse costrette a rallegrarsi and historical curiosity, but it is in many
hundred years ago, Guazzoni’s film not a comando quando gli amministratori ways completely unsurprising. So why did
only transports you into a universe of le onorano di una visita. Suonate i tam- we include it in our programme? What
fantastic entertainment, it also leads you buri, mostrate le vostre nudità, danzate, struck us most about Kitega, capital de
to the fountainhead of numerous operas selvaggi! È una curiosità storica ed etno- l’Urundi was not how typical it was for
by Händel, Vivaldi and Gluck, of mad- grafica abbastanza interessante, ma per 1918 – because that was exactly what we
rigals by Monteverdi, of the Sicilian pup- molti versi tutt’altro che sorprendente. expected. But it is still quite typical of most
pet theatre and to the unique theatrical Perché l’abbiamo inserita nella nostra coverage of Africa today, a hundred years
experiment of Luca Ronconi, in 1969. rassegna? Quello che ci ha più colpiti later – and it was that dismal thought
Enrico Guazzoni (1876-1949), who di Kitega, capital de l’Urundi non è la which made us want to show this film
had been a painter before joining Cines sua tipicità rispetto ai tempi in cui fu here in Bologna. Whether you turn on the
in 1909 is best known for Quo vadis? girato, perché è proprio quello che ci Discovery Channel or head to the cinema
(1913), but his first world-wide success aspettiamo da un film del 1918, ma il to see an acclaimed documentary, if the
was in fact a Gerusalemme liberata fatto che risulti piuttosto rappresenta- subject is Africa it seems like the terms of
(1911), a lost first version, praised at the tivo dell’atteggiamento odierno verso reference and the metaphors remain exact-
time as a spectacular achievement. An l’Africa, a un secolo di distanza. È stata ly the same in 2018. The dark-skinned
extant Guazzoni from 1911, La sposa questa deprimente constatazione che ci others remain trapped in a savage, unde-

69
veloped wasteland, and it is only with the menti più brillanti dell’epoca. Nello were sent out by the dozens to explore and
good grace and intelligence of the white stesso tempo il mondo si stava facendo study in the most obscure corners of the
people that there is any hope of change. sempre più piccolo, e i ricchi stavano world. It was a legitimate academic disci-
Isn’t it about time for hashtag ‘ustoo’ and cambiando e il viaggio è uno degli pline, it was still exciting and new, and it
‘blackpeoplesburden’? Anyway. Please en- aspetti. Così, nelle zone più remote, naturally attracted some of the most bril-
joy our exotic presentation. The natives in per ogni vero studioso c’era almeno un liant minds of the day into the field. At
one region even have a child king, can you agiato dilettante che giocava al ricerca- the same time, the world was becoming
believe? And we can discuss it in the bar tore, al collezionista o all’antropologo ever smaller, and the leisure classes were
afterwards over some gin and tonic – an e al ritorno in patria sfornava resocon- growing ever bigger and more restless.
essential prophylactic against the scourge ti pseudoscientifici sulle sue avventu- So for each genuine scholar you’d find
of malaria. re accompagnati da foto, illustrazioni in some faraway backwater there was at
Karl Wratschko e souvenir. In Une croisière aux Îles least one well-heeled amateur, dabbling
Salomon visitiamo le isole Salomone as a researcher or a collector or an anthro-
con Martin e Osa Johnson, la coppia pologist, and serving up pseudo-scientific
americana che dagli inizi del Novecen- reports from their adventures when they
UNE CROISIÈRE AUX ÎLES to fino alla Seconda guerra mondiale returned home, augmented with plenty
SALOMON affascinò il pubblico americano con of photos and illustrations and souvenirs.
USA, 1918 Regia: Martin E. Johnson, le sue storie di incontri esotici e spe- In Une croisière aux Îles Salomon we
Osa Johnson cioso naturalismo. I loro film, libri e travel around the Solomon Islands with
giri di conferenze produssero schiere Martin and Osa Johnson, the American

Prod.: Martin Johnson Film Company █
di emulatori. Ma fate attenzione: se couple whose tales of exotic encounters
35mm. L.: 222 m. D.: 10‘ a 20 f/s. Imbibito è interessante osservare i pionieri del mixed with specious naturalism complete-
/ Tinted. Didascalie francesi / French genere ‘viaggi avventurosi alla moda’ ly bewitched the American public from
intertitles Da: CNC – Centre national du

al lavoro, quando vedete come si com- the beginning of the 20th century up until
cinéma et de l’image animée portano davanti alla macchina da pre- World War II – and whose movies, books,
sa e descrivono le persone incontrate, and lecture tours inspired countless others
Alla fine dell’Ottocento ogni univer- be’… l’interesse può rapidamente tra- to follow in their wake. But be warned:
sità degna di questo nome aveva un sformarsi in orrore. whilst it is fascinating to see these pioneers
dipartimento di etnologia o etnogra- Karl Wratschko of the ‘glamorous adventure travel’ genre
fia, i cui laureati venivano poi spediti a at work, when you see how they behave
esplorare e studiare i più oscuri angoli By the end of the 19th century, every uni- in front of the camera and describe the
del mondo. Era una disciplina accade- versity worth its salt had an ethnology people they meet, well... that fascination
mica ufficiale, ed essendo ancora nuo- or ethnography department on campus, may quickly turn to horror.
va ed eccitante attirava alcune delle and the graduates of these departments Karl Wratschko

CAPITOLO 6: MUTIFLIX
CHAPTER 6: SILENTFLIX

La gente forse pensa che gli organizza- Taglia, taglia, taglia e poi tagliane an- so per i fan di Netflix, che accorrereb-
tori del Cinema Ritrovato siano anime cora uno. Molto debilitante per il ca- bero in massa per assistere a un flusso
sadiche, che programmano centinaia rattere di tutti noi, e quando magari ininterrotto di serial di cent’anni fa.
di film in otto giorni per il solo gusto ti accorgi che hai considerato velocità Wolves of Kultur, Sette peccati capitali,
d’infliggere prove di forza e frustrazio- di proiezione troppo alte per un film Âmes de fous, Tih Minh, I topi grigi,
ne al loro pubblico. Sarebbe davvero muto, potrebbe essere troppo tardi… Hands Up, Il fiacre n. 13… ore e ore
troppo chiedere un po’ di pietà per i Ma nel bel mezzo del cantiere del Ci- di Mutiflix, senza limiti, senza forbici,
poveri curatori? Dobbiamo rifiutare nema Modernissimo, centrale di futu- uncut, più ce n’è meglio è.
una quantità di bellissime proposte, re possibilità, una confortante visione L’allucinazione è svanita, e mi ha la-
accorciare ogni singolo elenco di film, si è impadronita di me. Questo è il po- sciato sola con Wolves of Kultur e due
sforbiciare ogni programma e spesso sto per un programma di proporzioni minuti di Âmes de fous. Tih Minh ver-
condannare a morte i nostri favoriti. megalitiche. Questo sarebbe il paradi- rà programmato l’anno prossimo, nel

70
nuovo restauro. L’avarizia, il migliore be screened next year, newly restored. capitoli per sedici archivi. Ciascun archivio
dei Peccati capitali del 1918, ha trova- L’avarizia, the best Peccato capitale si è occupato di un capitolo
to posto fra i diva film. A proposito, from 1918, has found a place between This preservation and restoration project
il 1918 fu un anno ricco non solo di the diva films. By the way, 1918 was promoted by Lobster is the result of an
serial ma anche di lunghi film epici a productive year not only for serials international collaboration: 15 chapters,
in due parti – la seconda usciva sugli but also for films of epic length, in two 16 archives. Each archive took care of one
schermi una settimana dopo la prima parts – the second part premiered a week chapter:
– come Vendémiaire di Louis Feuillade after the first part – like Vendémiaire 1. Cinémathèque du Luxembourg, Lobster;
e A bánya Titka. Quest’ultima produ- by Louis Feuillade and A bánya Titka. 2. Cineteca del Friuli; 3. EYE Filmmuseum;
zione ungherese è stata scritta, foto- This Hungarian production was writ- 4. Österreichisches Filmmuseum; 5.
grafata e diretta da Ödön Uher, la cui ten, photographed and directed by Ödön Cinémathèque française; 6. Národní
vita somiglia molto a un lungo serial Uher, whose life was a lot like a long filmový archiv; 7. AMPAS – Academy Film
(è durata quasi un secolo, dal 1892 al serial; it lasted nearly a century, from Archive; 8. Det Danske Filminstitut; 9.
1989). Uher è stato un fantastico mec- 1892 to 1989. Uher was an amazing Cinémathèque de Toulouse; 10. British Film
canico, inventore e imprenditore ed è mechanic, inventor and entrepreneur: Institute; 11. Münchner Stadtmuseum; 12.
entrato nella storia per il registratore he entered history with his Uher tape re- Cineteca di Bologna; 13. Institut Lumière;
Uher, molto usato nelle industrie del corder, much in use in the film industry 14. Fort Lee Film Commission; 15. MoMA –
cinema e dello spionaggio. and the espionage business. Museum of Modern Art, New York
Mariann Lewinsky Mariann Lewinsky
Ci vogliono quindici noiosi minu-
People are convinced that the organizers ti pieni di gente che legge o scrive o
of Il Cinema Ritrovato are sadists who WOLVES OF KULTUR parla al telefono prima che gli infidi
screen hundreds of films in eight days USA, 1918 Regia: Joseph A. Golden stranieri uccidano l’inventore e rubino
for the sole purpose of inflicting pain i piani per costruire la sua patriottica
and frustrating its audience. Would a 15 episodi / 15 episodes Scen.: Joseph A.

invenzione, un siluro telecomandato.
minimum of empathy for the suffering Golden. Int.: Leah Baird (Alice Grayson), A questo punto entra in scena Alice
curators be asking too much? We have to Charles Hutchison (Bob Moore), Sheldon Grayson (Leah Baird) e comincia l’a-
refuse excellent proposals by the scores, Lewis (Barclay), Betty Howe (Helen zione, tutti inseguono tutti, un’auto
shorten every single title list, trim down Moore), Austin Webb (Henry Hartman), cade da un ponte, da una botola si
every programme and kill our own and Edmund Dalby (Mario Zaremba), Karl precipita direttamente nel sottomon-
our colleagues’ darlings. Cut, cut, cut, Dane (Carter), Frederick Arthur (Ernst do criminale, barbe e occhiali vengono
and cut another film, all the time. Very Lang), Mary Hull (Marie Zaremba). Prod.: strappati ai loro possessori e un vec-
unhealthy, very bad for one’s character, Pathé 35mm. L.: 7576 m. D.: 320’ a 18 f/s.

chio cieco diventa un giovane detecti-
and when you realize that you are con- The Torture Trap (L.: 804 m. D.: 35’), The ve. Alice spacca una bottiglia in testa
sidering projecting long silent films at Iron Chair (L.: 488 m. D.: 21’), Trapping the a uno degli aggressori e ne prende a
faster speeds to them fit in, it might al- Traitors (L.: 480 m. D.: 21’), The Ride to Death morsi un altro, è a suo agio con pistole
ready be too late... (L: 477 m. D.: 21’), Through the Flames (L.: e torture e, quando si traveste, è così
But at the construction site of the Cin- 533 m. D.: 23’), Trails of Treachery (L.: 465 graziosa con i baffi. “Questa donna è
ema Modernissimo, a place of positive m. D.: 20’), The Leap of Despair (L.: 400 m. veramente intelligente!” dice uno dei
energy, a vision overcame me. Here, a D.: 18’), In the Hands of the Hun (L.: 538 m. Wolves. Abbiamo appena appreso –
programme of megalithic proportions D.: 23’), Precipice of Death (L.: 537 m. D.: solo nell’episodio 8 – il nome del fe-
would take place. The construction site 23’), When Woman Wars (incompleto, L.: dele chauffeur di Alice, Jim, e questi
would become a paradise for Netflix ad- 202 m. D.: 9’), Betwixt Heaven and Earth viene ucciso. Instancabilmente e ri-
dicts who would flock in to see an endless (L.: 526 m. D.: 23’), Towers of Tears (L.: 551 petutamente (arrivati all’episodio 13
stream of serials from a hundred years m. D.: 24’), The Hun’s Hell Trap (L.: 537m. le didascalie diventano leggermente
ago. Wolves of Kultur, Sette peccati D.: 23’), Code of Hate (L.: 512 m. D.: 22’), apologetiche) i nostri eroi, ormai una
capitali, Âmes de fou, Tih Minh, I Reward of Patriotism (L.: 506 m. D.: 22’). coppia, affrontano il pericolo e lo sfug-
topi grigi, Hands Up, Il fiacre n. 13... Bn. Didascalie inglesi / English intertitles gono, correndo, arrampicandosi, gui-
hours and hours of Silentflix, unbridled, █
Da: Lobster dando, in sella a motociclette, a bordo
untrimmed, uncut, the more the better. di navi o tram, per boschi, laghi e ca-
The hallucination vanished, leaving me Questo lavoro di conservazione e restauro, verne, su torri, cime e binari. L’ultimo
with Wolves of Kultur and two min- promosso da Lobster, è il risultato di una episodio termina con una vasta spara-
utes of Âmes de fous. Tih Minh will collaborazione internazionale: quindici toria; d’improvviso veniamo sbalzati

71
fuori dal nostro bel kolossal d’insegui- to learn your cliffhanging from scratch, dopo la morte del padre è stato pri-
mento, sulla scia di Victorin Jasset, e Episode 8 will show you the basics and vato di quel che gli spetta ed è stato
ci ritroviamo dentro uno sgradevole from there you can progress to such excit- segretamente allevato nelle profondità
frammento di propaganda a cura della ing positions as proposed by Episode 11 della miniera dalla strega Anna. Jura
National Rifle Association. Ma niente and 13. abita l’eterna oscurità in cui vivono
può sminuire la gloria di questo se- Mariann Lewinsky gli oppressi e i reietti. Secondo il sim-
rial, un vero e proprio kamasutra dei bolismo rovesciato del film, il mondo
cliffhanger. Alcune delle sue trovate della luce è il regno del male ed è una
sono mozzafiato e restano insuperate. costante minaccia per Jura, che ane-
Non perdetevi quello dell’episodio 6; A BÁNYA TITKA la a uscire dal buio. Jura ed Eva sono
e se volete imparare da zero l’arte del I: A Gonosztevö Gróf attratti l’uno dall’altra, ma il giovane
cliffhanger, l’episodio 8 ve ne svelerà i II: A Gonosztevöt Leleplezik viene tradito dalla sua ex amante ge-
primi segreti, e da lì potrete proseguire Ungheria, 1918 Regia: Ödön Uher Jr. losa e rinchiuso in un manicomio.
fino alle eccitanti posizioni proposte Elementi visivi ricorrenti del film sono
dagli episodi 11 e 13. █
T. int.: The Secret of the Mine. First Part: i punti di contatto tra i due mondi,
Mariann Lewinsky The Miscreant Count / Second Part: The colti in complessi controluce che cre-
Miscreant is Uncovered. T. alt.: A földalatti ano una continuità tra gli interni bui
It takes fifteen boring minutes filled with próféta. Sog.: dal romanzo White Walls e i luminosi spazi esterni, grazie anche
people who read or write letters and talk di Max Pemberton. Scen.: Ödön Uher Jr., alla posizione centrale di porte, fine-
on the phone until the treacherous for- Ede Sas. F.: Ödön Uher Jr. Int.: Mea Melitta stre ed entrate di caverne. La coerente
eigners have killed the inventor and sto- [Dömötör Kató] (contessa Éva Erlach), drammaturgia cromatica del film ac-
len the construction plans of his patriotic Emil Fenyő (Jura), Mari K. Demjén centua il contrasto. Memorabili sono
invention, a wireless torpedo. And then (Anna), Károly Lajthay (conte Rudolf), soprattutto le scene nella miniera, che
Alice Grayson (Leah Baird) appears, ac- Ottó Torday (Lord Robertson), Ferenc acquistano sfumature oniriche grazie
tion sets in, everybody pursues everybody, Vendrey (lo zio di Eva), László Bakó alla combinazione di viraggio blu di
a car falls from the bridge, the trapdoor (generale Wagner), Aladár Fenyő (Pietro Prussia e imbibizioni rosa.
leads straight to the urban underworld, Rizzi). Prod.: Uher Filmgyár Rt. 35mm.

Nella seconda parte, il castello di
beards and glasses are ripped off and a L.: 2828 m. D.: 148’ a 18 f/s (prima parte: Rabka è stato ridotto in cenere ed Éva
blind old man becomes a young detec- 75’; seconda parte: 73’). Imbibito e virato vive nel palazzo viennese degli Erlach.
tive. Alice hits one attacker over the / Tinted and toned. Didascalie olandesi Innamorata di Jura, fa di tutto per
head with a bottle and bites another, she / Dutch intertitels Da: Magyar Nemzeti

provare le origini del ragazzo anche
is casual with pistols and torture, and Filmarchívum █
Restaurato da EYE se ciò significa andare contro i propri
looks so lovely with a moustache when Filmmuseum a partire da una copia di interessi. Il suo amico Lord Robertson
crossdressing. “This woman is extremely distribuzione olandese / Restored by EYE va a Mostar a cercare il monaco che
clever!” says one of the Wolves. As soon as Filmmuseum from a Dutch distribution aveva salvato la vita del piccolo Jura,
we learn – only in Episode 8 – the name print nella speranza che possieda documenti
of her faithful chauffeur, Jim, he gets in grado di attestare l’identità del gio-
killed. Indefatigably and once again (by L’adattamento del bestseller di Max vane. Ma l’agente del conte Rudolf,
Episode 13 the intertitles become slightly Pemberton White Walls è ambienta- Pietro Rizzi, lo batte sul tempo e ruba
apologetic) our heroes, now a couple, are to nell’impero austro-ungarico. Nella le carte. Intanto, sensibile al richiamo
meeting danger and escaping it, climb- prima parte, la contessa Éva Erlach di Eva, espresso visivamente dalla tran-
ing, running, driving, on ships, motor- lascia il collegio viennese in cui è cre- sizione dal primo piano di lei all’im-
cycles, trams, in woods, caves, lakes, on sciuta per prendere possesso di un’ere- magine delle onde marine, Jura fugge
towers, peaks and rails. The last episode dità, la miniera di Rabka in Galizia. Il dal manicomio. Un effetto ingegnoso
ends in heavy shooting; all of a sudden conte Rudolf, direttore della miniera, lo mostra mentre salta dall’alto bastio-
we are out of our enjoyable colossal chase non è disposto a cederle il comando e ne circondato dal mare. Dopo molte
film in the vein of Victorin Jasset and istiga i minatori contro di lei. Le scene vicissitudini il giovane raggiunge il pa-
into a nasty little piece of propaganda della rivolta, la temibile folla che agita lazzo degli Erlach a Vienna. Jura, che
by the National Rifle Association. But i pugni e il rogo del castello richiama- nel buio della miniera era come un
nothing can demean the glory of this seri- no i tempi rivoluzionari in cui il film re, nel mondo della luce è passivo ed
al, a fabulous Kamasutra of cliffhangers. fu girato. Éva viene salvata dall’incen- esitante. È Éva a pensare a tutto. La
Some of its inventions are unsurpassed: dio da un misterioso giovane, Jura, sua impresa sembra votata al fallimen-
do not miss Episode 6, and if you want che risulta poi essere l’erede legittimo: to fino a quando Robertson compra i

72
er spaces, helped by centrally positioned
doors, cave openings or windows. The
consistent colour dramaturgy of the film
emphasizes this contrast. The mining
scenes are especially memorable, becom-
ing dreamlike in combining iron blue
tones and pink tints.
In the second part, Éva lives in Vienna
in the Erlach palace after the Rabka
castle has been burned to dust. She is
in love with Jura and devotes herself to
finding proof of his origins even though
it conflicts with her own interests. Her
friend, Lord Robertson, goes to Mostar
to find the monk who saved Jura’s life
when he was a child, hoping he has
documents which certify Jura’s identity.
But Count Rudolf ’s agent Pietro Rizzi
gets there first and steals the documents.
Meanwhile, encouraged by Eva’s calling
message, visualized by an image of her
close up on the sea waves, Jura escapes
from the madhouse. A skilful film trick
shows him jumping from the tall bastion
surrounded by the sea. After many diffi-
culties, he finally reaches Erlach palace
A Bánya Titka in Vienna. Jura, who was like a king in
the darkness of the mine, is hesitant and
documenti da Rizzi e Jura può entrare director of the mine, is unwilling to lose passive in the world of the light. Every-
in possesso dell’eredità e sposarla. La control and instigates a rebellion of min- thing is organized and arranged by Éva.
sceneggiatura di Uher segue la trama ers against Éva. The sequences of the re- But it seems her efforts fail untill Robert-
del romanzo di Pemberton con ecce- volt, the fearful crowd shaking their fists, son buys the proof of Jura’s identity from
zioni trascurabili. Tuttavia, in parte and the burning castle evoke the revo- Rizzi and Jura may occupy his legiti-
per ragioni finanziarie e in parte a cau- lutionary days when the film was shot. mate heritage with Éva, his wife, at his
sa dell’instabilità politica, il film non Éva is saved from the fire by a mysteri- side. Uher’s screenplay follows the plot of
fu girato nei luoghi originali bensì in ous young man, Jura, who turns out to Pemberton’s novel with only a few mi-
Ungheria. Le scene nella miniera di be the real heir. After his father’s death nor exceptions, but partly for financial
sale di Rabka furono filmate nella mi- he was deprived of his property and was reasons and partly because of the restless
niera di carbone di Salgótarján e quel- brought up secretly in the depths of the political situation, the film wasn’t shot
le viennesi a Budapest, ma la ricchezza mine by Anna, the witch. He lives in the in the actual locations, but in Hungary.
delle scenografie e la perfetta applica- eternal darkness where the oppressed and The scenes of the white-walled salt mine
zione dei procedimenti di colorazione outcast people live. According to the re- of Rabka were shot in the coal mine of
dell’epoca compensano ampiamente il versed symbolism of the film, the world Salgótarján, the Vienna scenes were
tutto. of light is evil’s realm: it is a constant filmed in Budapest. But the richness of
Gyöngyi Balogh threat to Jura, who longs for the light. the sets and the perfect application of the
Because Jura and Éva are attracted to colour technology of the era compensate
The adaptation of Max Pemberton’s each other, the young man is betrayed by for all this.
bestseller, White Walls, takes place in his jealous former lover and locked up in Gyöngyi Balogh
the Austro-Hungarian empire. In the a madhouse. Recurring visual elements
first part, the Countess Éva Erlach, af- of the film are the points where the two
ter leaving the girls’ boarding school in worlds meet, captured in complex shots
Vienna, takes over her inheritance, the with back-lighting, which visually uni-
Rabka mine in Galicia. Count Rudolf, fy the dark interior and the bright out-

73
CAPITOLO 7: POLVERE DI STELLE
CHAPTER 7: STARDUST

Con stardust, polvere di stelle, si de- final chapter. In all film archives there are “I leoni ruggiscono. Fairbanks s’ap-
finisce il complesso di particelle di stars, which find their way off the shelf. In poggia a uno dei muri della cella e una
materia presente nello spazio tra le between there is this massive quantity of porta segreta si apre. Entra una giova-
stelle all’interno delle galassie. Per (half-)forgotten film works. They appear ne donna in un lungo abito bianco.
estensione, si indicano con tale nome as a cloud of dust, just like the distant Solleva il velo e dice: ‘Sei arrivato!’.
anche le polveri contenute negli spazi stars in outer space. Once brought into Fairbanks sorride e dichiara: ‘Penso
interplanetari. L’espressione è spesso sharp focus they sometimes cause intense che resterò’”. Il frammento, catalogato
usata idiomaticamente anche per indi- emotions as described in definition 3. come “Fairbanks Can 4” nel catalogo
care uno stato d’animo sognante e ro- Many of these films are fragments. And BFI, consente una facile identificazio-
mantico. Le tre definizioni illustrano as mentioned already many times: in- ne: Fairbanks prigioniero, i leoni e una
perfettamente questo ultimo capito- completeness frees a film from narrative ragazza velata ci conducono con sicu-
lo. In tutti gli archivi cinematografici chains. Images and emotions appear rezza a Bound in Morocco (1918), film
esistono stelle che ogni tanto trovano more clearly and weirdly, demanding perduto di Allan Dwan.
il modo di uscire dagli scaffali. Tra di the spectator’s imagination. We wish Mariann Lewinsky
esse c’è un’enorme quantità di opere you mind-expanding experiences with a
(semi)dimenticate che ci appaiono handful of fragments from Hungary and This festival strand offers a very selective
come una nuvola di polvere, proprio Austria. And laughter while watching view of the film year 1918. A single title
come le stelle lontane nello spazio. E the comedies which seem to be added to has to stand in for a whole genre, Skids
quando vengono messe a fuoco pos- this chapter almost haphazardly. At times ad Scallawags serves as a pars pro toto for
sono provocare stati d’animo simili a the art of classification comes serendipi- the vast production of slapstick in 1918,
quelli descritti nella terza definizione. tously to an end. The consequence is this with so much of Semon, Fatty and all
Molti di questi film sono semplici beautiful cloud of dust causing dreamy the others. In 1918, Douglas Fairbank
frammenti. E, come abbiamo avuto romantic feelings. A perfect world? From senior was Hollywood’s most popular
spesso modo di dire, l’incompiutezza time to time this view seems appropriate. actor, a fact represented here by a short
libera il film dalle catene narrative: le Karl Wratschko fragment. Thirty meters – less than two
immagini e le emozioni risaltano più minutes – testify how well he deserved
chiare e perturbanti, e allo spettatore his immense popularity and success.
è richiesto uno sforzo d’immaginazio- [FAIRBANKS CAN 4] “The lions roar. Fairbanks leans against
ne. Ci auguriamo che la manciata di USA, 1918 one of the cell walls and a secret door
frammenti austriaci e ungheresi che vi opens. A young woman in long white
offriremo sia per voi fonte di esperien- █
Int.: Douglas Fairbanks Sr. 35mm. L.: 31 m.

robes enters. She lifts her veil and says
ze illuminanti e che possiate ridere di D.: 2’ a 18 f/s. Bn. Didascalie inglesi / English ‘You have come!’. Fairbanks smiles and
commedie apparentemente scelte alla intertitles Da: BFI – National Film Archive

declares ‘I think I’ll stay’”. The fragment,
rinfusa. A volte l’arte della classifica- catalogued as “Fairbanks Can 4” in the
zione segue vie fortuite, con esiti felici. Questa sezione del festival offre una vi- BFI Catalogue, can easily be identified:
Ne consegue questa splendida nuvola sione dell’anno 1918 per forza di cose Fairbanks imprisoned, lions and a ha-
di polvere che produce sogni ed emo- assai selettiva. Un unico titolo ha la re- rem girl add up to Bound in Morocco
zioni. Un mondo perfetto? Di tanto in sponsabilità di rispondere per un intero (1918), a lost film by Allan Dwan.
tanto sembra lecito pensarlo. genere; Skids and Scallawags serve come Mariann Lewinsky
Karl Wratschko pars pro toto della vasta produzione slap-
stick, che vede intensamente al lavoro
The Collins English Dictionary defines Semon, Fatty e tutti gli altri. Nel 1918,
stardust as: “1. dusty material found Douglas Fairbanks Sr. è l’attore più po- DOUGLAS FAIRBANKS JE
between the stars; 2. a large number of polare di Hollywood, fatto qui testimo- SUIS UNE LÉGEND
distant stars appearing to the observer as niato solo da un minuscolo frammento. Francia, 2018 Regia: Julia Kuperberg,
a cloud of dust; 3. a dreamy romantic or Trenta metri – meno di due minuti – Clara Kuperberg
sentimental quality or feeling”. All three che ben dimostrano quanto Fairbanks
definitions are perfect descriptions for this meritasse il suo immenso successo. Vedi pag. / See p. 145

74
KÜZDELEM A LÉTÉRT
Ungheria, 1918 Regia: Alfréd Deésy


T. int.: Struggle for Life. T. alt.: A Leopárd.
Sog.: dalla pièce La Lutte pour la vie di
Alphonse Daudet. F.: Károly Vass. Scgf.:
István Lhotka Szironthai. Int.: Arisztid Olt
[Béla Lugosi] (Pál Orlay), Ila Lóth (Betty),
Annie Góth (principessa Viktória), Klára
Peterdy (contessa Matild), Gusztáv
Turán (conte Alfréd). Prod.: Richárd
Geiger, Tibor Rákosi per Star Filmgyár
és Filmkereskedelmi Rt. 35mm. L: 150

m (frammento). D.: 7’ a 18 f/s. Imbibito /


Tinted Da: Magyar Nemzeti Filmarchívum

Il protagonista del dramma (Béla Lu-


gosi) è un cacciatore di dote cinico e
spietato che irretisce le prede con il
suo fascino demoniaco. Prima seduce
e sposa una principessa per garantirsi
posizione sociale e ricchezza. La vitti-
ma successiva è la dipendente di un uf-
ficio postale, che si suicida quando ca-
pisce di essere stata usata per mettere a
segno una rapina. Finito sull’orlo della
bancarotta, l’uomo decide di divorzia-
re dalla principessa per conquistare la
mano e i beni di una baronessa. Poiché
la principessa non vuole il divorzio lui A SkorpiÓ
decide di avvelenarla, ma è ucciso dal
padre della ragazza suicida. Béla Lu- get money from the post office. Having A SKORPIÓ
gosi, membro del Teatro nazionale di maneuvered to the edge of bankruptcy, Ungheria, 1918 Regia: Mihály Kertész
Budapest, fu protagonista con il nome he wishes to divorce the princess, hoping [Michael Curtiz]
di Arisztid Olt di dieci film prodot- to get the hand and wealth of a baroness.
ti dalla Star Filmgyár tra il 1917 e il As the princess is not willing to divorce █
Scen.: Iván Siklósi. F.: József Bécsi. Int.:
1918. Purtroppo si è conservato solo him, he decides to poison her, but then Jenő Balassa (il conte), Mihály Várkonyi,
questo breve frammento contenente the father of the suicidal girl kills him. Kläry Lotto, Viktor Costa, Margit T. Halmi.
la scena della rapina all’ufficio postale, Béla Lugosi, a member of the Nation- Prod.: Ungerleider Mór per Phőnix Film
nella quale Lugosi ha già l’aspetto sini- al Theatre (Budapest), played the main █
35mm. L.: 98 m (frammento). D.: 4‘ a
stro che lo renderà famoso. Lo affianca role in ten films at the Star Filmgyár in 20 f/s. Imbibito e virato / Tinted and
qui Ila Lóth, una delle dive ungheresi 1917 and 1918 under the name Arisz- toned. Didascalie ungheresi / Hungarian
più celebri dell’epoca. tid Olt. Unfortunately, only this short intertitles Da: Filmarchiv Austria

Gyöngyi Balogh fragment survived, showing him in the


scene of the post office robbery with his “Trama fantastica – recitazione, ripre-
The protagonist of the drama (Béla sinister look that became famous later. se e ambientazioni eccellenti!”. Così
Lugosi) is a cynical, unscrupulous dowry Ila Lóth, his partner in this scene, was scrisse entusiasta il critico cinemato-
hunter who overcomes his victims with one of the most popular Hungarian fe- grafico austriaco Franz Paimann dopo
his demonic charm. First, he seduces and male stars of the era. aver assistito all’anteprima viennese di
marries a princess for her social status Gyöngyi Balogh A Skorpió di Mihály Kertész.
and wealth. His next victim is a post of- Interpretato da Mihály Várkonyi, Jenő
fice employee, who commits suicide when Balassa e Kläry Lotto, questo straordi-
she realizes that he only seduced her to nario frammento riesce a dare un’idea

75

Da: Österreichisches Filmmuseum █

Restaurato nel 2007 da Magyar Nemzeti


Filmarchívum con il supporto di Fondo
culturale nazionale d’Ungheria presso il
laboratorio Magyar Filmlabor a partire da
una copia nitrato 35mm con imbibizioni
conservata presso Österreichisches
Filmmuseum / Restored in 2007 by
Magyar Nemzeti Filmarchívum with the
support of National Cultural Fund of
Hungary at the Magyar Filmlabor from a
35mm nitrate tinted print preserved at the
Österreichisches Filmmuseum.

Non c’è dubbio: il pittore Adalbert e


la sua fidanzata Malvin si amano. Alla
felicità dei due piccioncini assistono
compiaciuti il padre di Adalbert e la
madre di Malvine. È un amore così
contagioso, il loro, da far scoccare
la scintilla perfino tra la cameriera e
il maggiordomo. Proprio quando il
A Fületlen Gomb (Collection Austrian Film Museum) mondo sembra tutto rose e fiori, un
bottone si mette in mezzo. Adalbert e
dell’avvincente bellezza del film. Le out of order and don’t tell much about the Malvine trovano il bottone e ciascuno
scene sono parzialmente in disordine e ‘fantastical’ plot dealing with murder, be- di loro è convinto sia suo. Il bisticcio
non dicono molto della ‘fantastica’ tra- trayal and family tragedy. The dramatic degenera e sfocia in un dramma tanto
ma che intreccia omicidio, tradimento thunderstorm scene – here seen prior to a contagioso quanto lo era stato il loro
e tragedia familiare. La drammatica dreamlike sequence of lighthearted danc- amore: il maggiordomo, la cameriera,
scena del temporale, che qui precede la ing at a garden party – originally acted il padre e la madre si schierano e litiga-
sequenza irreale di un ballo spensierato as the tragic ending of the film and its no ferocemente. Ma tutto è bene quel
durante una festa, nell’originale decre- villain – a nobleman who unknowing- che finisce bene: il bottone perduto
tava il finale tragico del film e del suo ly tries to imprison and kill his own son. viene ritrovato e il dramma si trasfor-
villain, un nobile che tenta segretamen- Produced in 1918 A Skorpió was one of ma nuovamente in felicità. Comica
te di imprigionare e uccidere il proprio the last films the director made in Hun- lieve e allegra girata nel 1918, anno
figlio. Prodotto nel 1918, A Skorpió fu gary before leaving the country and its tumultuoso che vide il crollo dell’Im-
uno degli ultimi film girati dal regista post-war government for Vienna. Apart pero austro-ungarico e la proclamazio-
in Ungheria prima lasciare il paese e il from the 98 meters presented in this pro- ne della prima Repubblica ungherese.
suo governo post-bellico per trasferirsi gram, today the film is considered lost. Janneke Van Dalen
a Vienna. Con l’eccezione dei 98 metri Anna Dobringer
presentati in questo programma, il film No doubt about it: the painter Adalbert
è oggi considerato perduto. and his fiancée Malvine are in love.
Anna Dobringer The happiness of the two turtle doves
A FÜLETLEN GOMB is witnessed with pleasure by Adalbert’s
“Plot fantastical – acting, camera and Ungheria, 1918 Regia: Jenő Kéméndy father and Malvin’s mother. Their love
setting excellent!”. Austrian film critic is so contagious that it sparks a romance
Franz Paimann enthusiastically wrote █
T. alt.: Der verlorene ‘Knopf’. Int.: Sugár between the maid and the butler. Just
about Mihály Kertész’ A Skorpió after Pál (Adalbert Zoltay), Lucy Wett (Malvin), when the world seems all kisses and cud-
witnessing its Vienna premiere. Irma F. Lányi (la madre), Jenő Virágh, dles, a button throws a spanner in the
Starring Mihály Várkonyi, Jenő Balassa Bianka Blanka. Prod.: Geiger Richárd per works. Adalbert and Malvine find a
and Kläry Lotto, this unique fragment Star Filmgyár és Filmkereskedelmi Rt. █
button and they are both convinced that
gives an impression of the film’s dramat- 35mm. L.: 350 m. D.: 18’. Imbibito / Tinted. it is theirs. Their quarrelling escalates
ic beauty. However, the scenes are partly Didascalie tedesche / German intertitles and results in a genuine drama just as

76
contagious as their love was: the butler, you see no Dragoon?), a short comedy all’alcol. Dieci anni dopo il giovane ha
the maid, the father and the mother take produced by Sascha-Meßter-Film, in- recuperato la salute e lo sguardo viva-
sides and fight. But all is well that ends cludes attractive features such as outdoor ce, il suo lavoro nel reparto contabili-
well: the missing button is found and scenes shot on Viennese rooftops and un- tà va a gonfie vele: è tornato a essere
drama turns into happiness again. A expected (and seemingly out-of-control) un efficientissimo cittadino modello.
light and cheerful short comedy, made in pyrotechnical special effects. Still a final Brindiamo al suo successo!
the tumultuous year of 1918, when the identification of the fragment has not Karl Wratschko
war came to an end, the Austro-Hun- yet been possible: the original material
garian empire collapsed and the first has no edge codes, and though the style This short educational film was drawn
Hungarian Republic was proclaimed. of the intertitles seems to match the usual by Marius O’Galop, one of the leading
Janneke Van Dalen Sascha titling of the period, the imprinted French animators in the first half of the
frameline caused by an unusually small 20th century. It’s one of a series of health
camera window and the end titles do not advisory films he made between 1914
correspond to typical Sascha productions. and 1919 in collaboration with Jean
HAB’NS KAN DRAGONER Anna Dobringer Comandon – who was both a trained
G’SEH’N? doctor and one of the pioneers of scien-
Austria, 1918 tific film. Shot in 1918, L’Oubli par
l’alcool deals with the troublesome sub-

Int.: Turl Wiener, Fritzi Rolly, Dely Delys. L’OUBLI PAR L’ALCOOL ject of alcoholism with enormous wit
Prod.: Sascha-Meßter-Film 35mm. L.: 39

Francia, 1918 Regia: Jean Comandon, and plenty of hyperbolic stereotyping.
m (frammento). D.: 2’ a 16 f/s. Imbibito Marius O’Galop Our protagonist is a young and healthy
/ Tinted. Didascalie tedesche / German bookkeeper who finds himself bored one
intertitles Da: Filmarchiv Austria
█ █
T. alt.: Doit et avoir. Scen.: Jean day (“Ohh! L’Ennui!”), and heads to a
Comandon. Prod.: Pathé Cinéma 35mm.█
bar for a drink to cheer himself up. After
I padroni sono andati a un ballo e il L.: 47 m. D.: 2’ a 19 f/s. Bn. Didascalie just a few glasses, he is totally addicted:
maggiordomo Josef decide di usci- francesi / French intertitles Da: CNC –

his body swells up and loses coordina-
re con la sua ragazza. Purtroppo, in Centre national du cinéma et de l’image tion, and all dignity seems gone. But our
mancanza di una baby-sitter, deve ac- animée bored bookkeeper is no fool and quickly
collarsi anche la figlioletta di casa… Il realises what a dead-end road he’s on, so
frammento superstite di Hab’ns kan Questo breve filmato didattico fu di- he swears off booze forever. Cut to ten
Dragoner g’seh’n? (Non hai visto il Dra- segnato da Marius O’Galop, uno dei years later – his health is restored, his
gone?), breve comica prodotta dalla principali animatori francesi della eyes are bright and he’s doing very well
Sascha-Meßter-Film, ha tra i suoi pre- prima metà del Novecento. Fa parte in the bookkeeping department – a high-
gi alcuni esterni girati sui tetti viennesi di una serie di film su tematiche igie- ly-functional model citizen once more.
e un inatteso (e apparentemente fuori nico-sanitarie realizzati tra il 1914 e il Let’s drink to his success!
controllo) effetto speciale pirotecnico. 1919 in collaborazione con Jean Co- Karl Wratschko
Non è stato però possibile identificare mandon, che oltre a praticare la pro-
con certezza il frammento: il materiale fessione medica fu uno dei pionieri
originale non presenta codici di classi- del cinema scientifico. Realizzato nel
ficazione, e malgrado lo stile delle di- 1918, L’Oubli par l’alcool affronta il URASHIMA TARO
dascalie sembri corrispondere a quello problema dell’alcolismo con grande Giappone, 1918
adottato all’epoca dalla Sascha, l’inter- arguzia e molti stereotipi iperbolici.
linea tra i fotogrammi e l’ultima dida- Il protagonista è un contabile gio- █
Prod.: Nikkatsu 35mm. L.: 29 m. D.: 2‘

scalia non si accordano con le tipiche vane e sano che un giorno per noia a 16 f/s. Bn Da: National Film Archive

produzioni Sascha. (“Ohh! L’Ennui!”) entra in un bar per of Japan Restaurato da / Restored by

Anna Dobringer bere qualcosa e tirarsi su. Dopo pochi National Film Center of Japan. Materiali
bicchieri la dipendenza è già totale, originali messi a disposizione da / Original
The masters are out at a ball so the but- il corpo del giovane si gonfia e perde material provided by Natsuki Matsumoto
ler Josef decides to go out with his girl. coordinazione, ogni traccia di dignità
Unfortunately he has to bring the mas- è perduta. Ma il nostro annoiato con- Il pescatore Taro Urashima è l’eroe di
ter’s infant daughter because there is no tabile non è uno stupido e si rende una famosa fiaba del folklore giappo-
babysitter... The surviving fragment of presto conto di avere imboccato un nese. Taro, dopo aver salvato una tarta-
Hab’ns kan Dragoner g’seh’n? (Didn’t vicolo cieco, così rinuncia per sempre ruga dai maltrattamenti di un gruppo

77
di bambini, scopre che l’animale in re- SKIDS AND SCALLAWAGS wrote and directed. His clownish, beak-
altà è la figlia dell’imperatore del Mare. USA, 1918 Regia: Larry Semon nosed slapstick character – known in It-
Viene invitato a visitare il regno subac- aly as Ridolini and in France as Zigoto
queo del riconoscente imperatore e qui █
T. it.: Ridolini innamorato. Scen: Larry – became wildly popular; wearing a der-
incontra la principessa, ma dopo alcu- Semon, C. Graham Baker. Int.: Larry Semon by hat and baggy overall trousers as his
ni giorni, decide di tornare a casa. Gli (Rollo), Madge Kirby (Madge), Pete trademark costume, goofy Larry invari-
viene affidato uno scrigno che la prin- Aramondo. Prod.: Vitagraph Company of ably gets involved in a series of disasters,
cipessa gli raccomanda di non aprire America 35mm. L.: 190 m. D.: 9’ a 20 f/s.

ending in an explosion or a mad chase
mai. Arrivato al suo villaggio, Taro sco- Bn. Didascalie inglesi / English intertitles

sequence or both. Semon was hard-work-
pre che dal momento della sua parten- Da: BFI – National Archive ing and well paid; in 1917-1918 he re-
za sono passati trecento anni. Aprendo leased a one-reeler every other week, and
lo scrigno, si trasforma all’istante in un Larry Semon (1988-1928) venne in- in 1923 six two-reelers earned him one
vecchio decrepito: lo scrigno altro non gaggiato dalla Vitagraph Company nel million dollars. Skids and Scallawags is
conteneva che la sua vecchiaia. 1916 come sceneggiatore e assistente the typical Larry slapstick, “a fast and
La nuova copia 35mm, restaurata di- alla regia e presto cominciò a recitare thoroughly satisfying short subject” (“Ex-
gitalmente dal nitrato originale, è sta- nei film che lui stesso scriveva e diri- hibitors Herald” of 24 September 1921
ta imbibita in rosa, usando la tecnica geva. Il suo clownesco personaggio dal on The Bell Hop, also by Semon).
d’imbibizione fotochimica. Dopo la naso a becco – Ridolini in Italia, Zigo- Semon’s fame has faded while some of his
sua riscoperta, questo film d’anima- to in Francia – divenne popolarissimo; collaborators are now legends: Norman
zione è stato attribuito a Seitaro Ki- col suo inconfondibile costume, cap- Taurog, his co-director in the years 1920-
tayama (1888-1945), ma da alcuni pello derby calcato sulle orecchie e sa- 1922, for directing Jerry Lewis and Elvis
documenti cartacei è risultato che la lopette troppo larga, il maldestro Lar- Presley, and Oliver Hardy, from 1921 to
versione di Kitayama era un’altra. ry resta invariabilmente coinvolto in 1924 his irascible acting partner (partly
Masaki Daibo, Alexander Jacoby e una sequela di disastri, che si conclude covered by extensive moustaches and eye-
Johan Nordström con un’esplosione o una folle sequen- brows) for being Laurel’s Hardy.
za d’inseguimento o entrambi. Semon Mariann Lewinsky
The fisherman Taro Urashima is the lavorava molto ed era ben pagato;
hero of a celebrated Japanese folk-story. nel 1917-1918 produceva un one-re-
He saves a turtle from mistreatment by el ogni due settimane, e nel 1923 sei
children, and subsequently learns that two-reel gli fecero guadagnare un mi- NATTLIGA TONER
the turtle was in fact the daughter of the lione di dollari. Skid and Scallawags è Svezia, 1918 Regia: Georg af Klercker
Emperor of the Sea. He is invited to visit il tipico slapstick secondo Larry, “un
the grateful Emperor’s undersea domain, cortometraggio veloce e perfettamen- █
T. int.: Night Music. Scen.: Georg af
where he meets the princess, but decides te riuscito” (così l’“Exhibitors Herald” Klercker. F.: Gustav A. Gustafson. Int.:
after a few days to return home. He is del 24 settembre 1921 a proposito di Manne Göthson (Robert von Meislingen),
sent back with a box which the princess The Bell Hop, un’altra comica di Se- Gabriel Alw (Peter Långhår), Justus
tells him never to open. On reaching his mon). Hagman (Jens), Sture Baude (un attore),
native village, he finds that 300 years La carriera di Semon è declinata men- Johnny Björkman (Emil Ström), Hugo
have passed while he has been away. He tre alcuni dei suoi collaboratori sono Björne (direttore del teatro). Prod.:
opens the box, only to be turned abruptly diventati leggende: Norman Taurog, Hasselblads Fotografiska AB █
35mm.
into an old man, since the box contained che firma con lui i film degli anni L.: 1262 m. D.: 62‘ a 18 f/s. Bn. Didascalie
his old age. 1920-1922, sarà il regista di Jerry svedesi / Swedish intertitles Da: Svenska

The new 35mm print, digitally restored Lewis e Elvis Presley, e Oliver Har- Filminstitutet Copia stampata nel 1993 a

from the original nitrate, was tinted in dy, suo irascibile partner dal 1921 al partire da un duplicato negativo / Print
pink using a photochemical tinting tech- 1924, in parte occultato sotto fitte struck in 1993 from a duplicate negative
nique. This early Japanese animation sopracciglia e baffoni, sarà l’Ollio di
film has been attributed to Seitaro Ki- Stanlio e Ollio. Drammatica storia di un barone con
tayama (1888-1945) after its rediscov- Mariann Lewinsky grandi ambizioni poetiche ma infe-
ery but paper documents prove that the riore talento che stringe amicizia con
version by Kitayama must have been a Larry Semon (1889-1928) was hired uno scrittore in miseria, il film fu
different film. in 1916 by the Vitagraph Company as diretto da Georg af Klercker e pro-
Masaki Daibo, Alexander Jacoby and a scenario writer and assistant director dotto a Göteborg dalla Hasselblads
Johan Nordström and soon started to act in films he also Fotografiska (di proprietà del celebre

78
produttore di macchine fotografi-
che). Dato che gli studios erano tra
i pochi a non aver sede a Stoccolma,
il film ritrae luoghi e volti inconsue-
ti. Rappresentazione romantica della
vera Arte, Nattliga toner evidenzia la
capacità del teatro di portare alla luce
la verità celata dietro le maschere e
le apparenze e svela una padronanza
dell’illuminazione e dell’inquadratura
che varrà a Klercker l’ammirazione di
Ingmar Bergman.
Il film fu preservato alla fine degli anni
Sessanta, quando dal negativo camera
originale furono tratti un duplicato e
delle copie senza didascalie. Negli anni
Novanta Bergman convinse lo Sven-
ska Filminstitutet a restaurare il film
e a inserire le didascalie, ritenendo che
l’opera fosse stata ingiustamente tra-
scurata.
Nel 1912 Klercker fu assunto come
regista e responsabile produzione dalla
società Svenska Biografteatern, dove
presto lo seguirono Victor Sjöström Nattliga toner
e Mauritz Stiller. Perduti i favori del
capo degli studios Charles Magnusson, This drama of a baron, with ambitions Sjöström and Mauritz Stiller. After
tentò la fortuna con la Hasselblad, per as a poet that exceed his talent and falling out of favour with studio head
la quale girò alcuni film d’avventura e who befriends an impoverished writer, Charles Magnusson he tried his luck
melodrammi straordinari. Ironia della was directed by Georg af Klercker and with Hasselblad, for which he made a
sorte, nel 1918 la Hasselblad fu acqui- produced by Hasselblads in Göteborg number of visually striking melodramas
sita dalla Skandia, che l’anno succes- (owned by the famous camera manu- and adventure films. By a twist of irony
sivo si fuse con la Svenska Biograftea- facturer). One of the few studios outside Hasselblad was taken over by Skandia
tern dando vita alla Svensk Filmindu- Stockholm at the time, the film brings later in 1918, which was involved the
stri, diretta proprio da Magnusson. A unfamiliar locations and faces to the following year in the merger with Sven-
quel punto la carriera cinematografica screen. A romantic depiction of true Art, ska Biografteatern which saw the birth
di Klercker poté dirsi definitivamente Nattliga toner displays theatre’s capacity of Svensk Filmindustri, headed by Mag-
conclusa. to reveal truth in the midst of disguise nusson. Thus Klercker’s days as a director
Quando Nattliga toner fu restaura- and appearances, and shows Klercker’s were effectively over.
to, Bergman scrisse un’opera teatrale mastery of framing and lighting, much At the time when Nattliga toner was re-
intitolata Sista skriket (The Last Cry) admired by Ingmar Bergman. stored, Bergman wrote a stage play called
nella quale immaginava un incontro The film was originally preserved in Sista skriket (The Last Cry), depicting
tra Klercker e Magnusson durante il the late 1960’s, when a duplicate posi- a fictional encounter between Klercker
quale il regista chiedeva di poter gira- tive and prints without intertitles were and Magnusson, where the director begs
re un ultimo film. La prima, allestita made from the original camera negative. for one more opportunity to make a film.
nella sala principale dello Svenska Fil- In the early 1990’s Bergman convinced The first performance of the play was
minstitutet nel 1992, fu seguita dalla the Svenska Filminstitutet to restore the staged in the main cinema of the Sven-
proiezione della versione restaurata di film and insert full-length titles, as he ska Filminstitutet in 1992, followed by
Nattliga toner. Lo spettacolo teatrale thought the film had been unjustly ne- the first screening of the restored version
fu poi adattato per la televisione e tra- glected. of Nattliga toner. The stage play was
smesso nel 1995. Klercker was hired as director and head later adapted for television and broad-
Jon Wengström of production by Svenska Biografteatern cast in 1995.
in 1912, soon to be followed by Victor Jon Wengström

79
ARRIGO FRUSTA:
L’OFFICINA DELLA
SCRITTURA
Arrigo Frusta and the Writing Workshop

Programma a cura di / Programme curated by Andrea Meneghelli, Claudia Gianetto e Stella Dagna
Note di / Notes by Andrea Meneghelli, Stella Dagna, Claudia Gianetto e Hiroshi Komatsu, Mariann Lewinsky

80
Nella Torino d’inizio Novecento Arrigo Frusta, al seco- In early Twentieth-century Turin, Arrigo Frusta (1875-1965),
lo Augusto Sebastiano Ferraris (1875-1965), era direttore born Augusto Sebastiano Ferraris, was the director of Ambro-
dell’Ufficio Soggetti della casa di produzione Ambrosio. sio’s Screenplay Office. Having escaped his father’s plan for a
Sfuggito al destino di notaio che il padre aveva progettato future as a notary, Frusta worked as a journalist, dialect poet
per lui, fu giornalista, poeta dialettale e amabile sfaccendato, and lovable loafer until he stumbled upon his vocation: writing
prima di imbattersi nella sua vera vocazione: la scrittura per for the screen. The young cinema industry was hungry for new
lo schermo. Il giovane cinema aveva fame di nuove storie e stories, and Frusta was always ready to hunt for the right in-
per Frusta la caccia all’ispirazione giusta era sempre aperta; spiration; the idea for a successful film could spring from a note
l’idea per un film di successo poteva venire da un appun- jotted on the back of an envelope or a short newspaper article
to scritto di getto sul retro di una busta o da un trafiletto about a strange piece of news. The main source, though, are
di giornale con una notizia curiosa. Ma anche, soprattutto, the great classics: Schiller, Manzoni, Shakespeare, no adapta-
dai grandi classici: Schiller, Manzoni, Shakespeare, nessun tion was too mighty for Frusta’s pen. Master of variations on a
adattamento era troppo impervio per la sua penna. Mae- theme, he was perhaps the first in silent Italian movies to receive
stro della variazione sul tema, fu forse il primo, nel muto public recognition as a screenwriter.
italiano, a vedersi riconosciuto pubblicamente il ruolo di Between a compliment to a pretty actress and a mountain hike
scrittore per i film. (in 1910 he shot three films at high altitude with Giovanni
Tra il complimento a una bella attrice e un’arrampicata (nel Vitrotti), Frusta worked on over 250 screenplays and scenar-
1910 girò con Giovanni Vitrotti tre film in alta quota), Fru- ios combined, making a decisive contribution to establishing
sta lavorò a più di 250 tra sceneggiature e soggetti, dando the practice of ‘written cinema’ during the crucial years when
un contributo strategico alla sistematizzazione della pratica filmmaking, as Frusta himself said, became an industry, with
del ‘cinema scritto’ negli anni cruciali che videro il rapido film length getting rapidly longer and the form’s genres being
allungarsi del metraggio dei film e il primo codificarsi dei classified.
generi di quella che – lui stesso tenne a rimarcarlo – era Frusta’s screenplays alternated words with drawings and sketch-
soprattutto un’industria. es. As Silvio Alovisio discovered analysing the rich collection
Le sceneggiature di Frusta alternano le parole a disegni e of documents at the Museo Nazionale del Cinema, Frusta’s
schizzi. La sua tecnica di lavoro, come ha notato Silvio Alo- working method often involved a visual approach to the story,
visio analizzando il ricco fondo di documenti conservato dal demonstrating how the cinema-factory of the time did not draw
Museo Nazionale del Cinema, era spesso caratterizzata da rigid distinctions between different roles.
un approccio visivo alle storie, a riprova di come il modello He scripted big hits of the time – including Nozze d’oro (1911)
di fabbrica-cinema dell’epoca prevedesse una divisione non and Gli ultimi giorni di Pompei (1913), not shown this year
troppo rigida dei ruoli di lavorazione. because both have been screened at the festival in the past –
Sceneggiò grandi successi dell’epoca – tra i quali Nozze d’oro helping to consolidate the success of Italian film international-
(1911) e Gli ultimi giorni di Pompei (1913), non riproposti ly, as attested by this section’s prints coming from Amsterdam,
quest’anno perché già presentati in edizioni precedenti del Washington, Tokyo and London (special thanks to the BFI –
festival – contribuendo a consolidare il successo del cinema National Archive, which gave us permission to work on nitrate
italiano sui mercati mondiali, come attesta la provenienza prints from the Joye collection). Although Frusta preferred his-
delle copie in rassegna che per raggiungere Bologna hanno torical dramas (a new restoration of the masterpiece Nerone
viaggiato da Amsterdam, Washington, Tokyo, Londra (un will be screened), some of the section’s main surprises come from
particolare ringraziamento al BFI – National Archive, che ci exploring the terrain of fairy tales, thrillers and farces.
ha permesso di lavorare sulle copie nitrato della collezione The guiding idea of this programme of films is to pay attention
Joye). Se pur la sua predilezione andava al dramma storico to the small gestures that define a character, to the abilitiy in
(del capolavoro Nerone viene proposto il nuovo restauro), creating causal relationships between scenes and to the touches
alcune delle sorprese principali della rassegna, concentra- of realism. In other words, the fruit of that ‘writing workshop’
ta sulla prima fase della sua produzione, potranno arrivare of which Frusta was master.
dalla frequentazione delle terre di confine della favola, del
thriller e della pochade. Stella Dagna
La proposta è quella di affacciarsi ai film in programma
puntando l’attenzione sui piccoli gesti che definiscono un
personaggio, sull’abilità nella creazione di rapporti causali
tra le scene, sui tocchi di realismo. Insomma sui primi frutti
di quella ‘officina della scrittura’ di cui Frusta fu maestro.

Stella Dagna

81
CAPITOLO 1: NUOVI RESTAURI
CHAPTER 1: NEW RESTORATIONS

Lavorare alla retrospettiva su Arrigo that we have placed elsewhere). Nerone / Italian interitles with English subtitles
Frusta è stata l’occasione per censire le was a decidedly complex restoration, based █
Da: Fondazione Cineteca di Bologna,
copie esistenti e per individuare alcuni on a comparison of three incomplete prints Museo Nazionale del Cinema, Torino, CSC
titoli meritevoli, a nostro giudizio, di un with different kinds of deterioration from – Cineteca Nazionale, EYE Filmmuseum
nuovo restauro. Li abbiamo raggruppa- Cineteca di Bologna, the EYE Filmmu- █
Restaurato nel 2018 da Cineteca di
ti in questa sezione (ma c’è anche un seum and CSC – Cineteca Nazionale. Bologna, Museo Nazionale del Cinema, CSC
transfuga, La regina di Ninive, che ab- Reconstructing the colours was especially – Cineteca Nazionale e EYE Filmmuseum
biamo infilato altrove). Decisamente fascinating; we were confronted with a still presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata
complesso è stato il restauro di Nerone, unsolved mystery, which viewers, however, a partire da una copia nitrato imbibita
scaturito dal confronto e dalla collazio- will not notice in the restored copy. Cinete- con didascalie italiane conservata presso
ne di tre copie diversamente degradate ca di Bologna’s vintage tinted positive print la Cineteca di Bologna, una copia nitrato
e incomplete, conservate da Cineteca contains a handful of frames coloured (pre- imbibita con didascalie olandesi conservata
di Bologna, EYE Filmmuseum e CSC sumably) by hand that are indistinguish- presso EYE Filmmuseum (Collezione
– Cineteca Nazionale. Particolarmen- able when screened. This seems to us like a Desmet), un controtipo negativo safety
te affascinante è stata la ricostruzione very rare case, worthy of further study, and conservato presso il CSC – Cineteca
del colore, che ci ha messo di fronte a complicated by the rediscovery of a stencil Nazionale. Un frammento dell’ultima
un giallo ancora insoluto, anche se gli coloured extract conserved by Lobster. scena, mancante nei tre elementi sopra
spettatori della copia restaurata non po- Speaking of colour, curiosity about the menzionati, è stato recuperato da una
tranno accorgersene. Il positivo d’epo- tinting of the originals is the reason we copia 16mm bianco e nero conservata
ca imbibito di Bologna presenta infatti chose some nitrate prints from the vast presso Deutsche Kinemathek – Museum
una manciata di singoli fotogrammi, Joye collection, which had been beauti- für Film und Fernsehen / Restored in 2018
indistinguibili in proiezione, colorati fully reprinted by the BFI on black and by Cineteca di Bologna, Museo Nazionale
(presumibilmente) a mano. Caso che ci white 35mm. The bloody reds of the del Cinema, CSC – Cineteca Nazionale
pare molto raro, da approfondire, com- foundry where awful crimes take place, and EYE Filmmuseum at L’Immagine
plicato dal ritrovamento di un fram- the orange cannon shots that light up the Ritrovata laboratory from a tinted nitrate
mento pochoir conservato da Lobster. snow of Russian Alps, the blue of night print with Italian intertitles preserved by
A proposito di colore, la scelta di ripren- punctuated by a flash of light signifying Cineteca di Bologna, a tinted nitrate print
dere in mano alcuni nitrati dell’inesau- salvation. In fact, the drama of colour with Dutch intertitles preserved by EYE
ribile collezione Joye, già in passato provides us with another way of under- Filmmuseum (The Desmet Collection) and
ristampati su bei 35mm bianco e nero standing and enjoying Frusta’s films. a safety duplicate negative preserved by
dal BFI, nasce proprio dalla volontà di Andrea Meneghelli CSC – Cineteca Nazionale. A fragment of
ritrovare le imbibizioni degli originali. the final scene, missing the three elements
I rossi sanguigni delle fucine in cui si mentioned above, was recovered from a
perpetrano atroci delitti, le cannonate NERONE black and white 16mm copy conserved at
arancioni che illuminano la neve delle Italia, 1909 the Deutsche Kinemathek – Museum für
Alpi russe, il blu notturno punteggiato Regia: Arturo Ambrosio, Luigi Maggi Film und Fernsehen
da un lampo di luce che significa sal-
vezza. Per comprendere i film di Frusta, █
Sog., Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni Successone distribuito nel mondo in
e goderli al meglio, anche la dramma- Vitrotti. Scgf.: Decoroso Bonifanti. Int.: 342 copie (il numero lo riferisce lo stes-
turgia del colore può essere una chiave. Alberto Capozzi (Nerone), Lydia De Roberti so Arturo Ambrosio, padrone di casa).
Andrea Meneghelli (Poppea), Mirra Principi (Ottavia), Luigi In effetti, è ancora oggi uno spettaco-
Maggi (Epafrodito), Dirce Marella (ancella lo spassoso. Frusta estrae dalla vulgata
Working on the Arrigo Frusta retrospec- di Ottavia), Ernesto Vaser (senatore; uomo sull’imperatore crudele per antonomasia
tive gave us the chance to take stock of the del popolo), Ercole Vaser (spione), Serafino l’aspetto a modo suo sentimentale: quel-
existing copies of his films and select some Vité, Leo Ragusi (uomini del popolo), la di Nerone è la storia di un amour fou.
titles we felt deserved new restoration. We Paolo Azzurri (senatore). Prod.: S.A. Lui e Poppea, anime tragicamente affini,
organized them in this section (although Ambrosio DCP. D.: 15’. Imbibito / Tinted

si crogiolano negli abissi della loro passio-
there is one defector, La regina di Ninive, .Didascalie Italiane con sottotitoli inglesi ne. Il resto può anche andare a fuoco. E

82
Torino Restaurato nel 2018 da Cineteca di

Bologna e Museo Nazionale del Cinema, in


collaborazione con BFI – National Archive,
presso il laboratorio L’Immagine Ritrova-
ta, a partire da una copia nitrato imbibita
conservata presso BFI e proveniente dalla
collezione Joye / Restored in 2018 by Cine-
teca di Bologna and Museo Nazionale del
Cinema, in collaboration with BFI – National
Archive at L’Immagine Ritrovata laboratory
from a tinted nitrate print preserved at BFI
and belonging to the Joye collection

Da ottimo forgiatore di trame, Frusta


doveva sapere bene che un piano, per
quanto attentamente predisposto, ri-
schia di scivolarti addosso, deviare per
conto suo, addirittura ritorcersi contro
chi l’ha architettato. Questo raccon-
to ne è una prova bruciante. L’ordito
Nerone (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) sembra perfetto e certosino, una fila di
inganni a incastro, calcolati sul filo di
l’insulsa Ottavia beccarsi una daga nella also for the two lovers who take on amorous una clessidra. Il fine è diabolico: ven-
schiena. La scena dell’incendio di Roma poses while watching the terrible, sublime dicarsi di una donna, e per far questo
non ci colpisce solo per l’evidente ma- blaze. The aftermath is a series of mysteries: abbrustolirne il paggio innocente nella
gnificenza visiva: ci turbano soprattutto i what happened to Poppea? Why is Nerone fornace. Vendetta da consumare calda,
due amanti, che dal lato sinistro dell’in- tortured by remorse (not for the fire, not for in una fucina infernale. Ma il fato gioca
quadratura contemplano il rogo terribi- Octavia, but for having put Christians to coi dadi truccati, e chi si illudeva di gui-
le e sublime, trovandovi ispirazione per death)? Perhaps the two events are closely dare il gioco finisce in cenere. Destino
nuove effusioni erotiche. Il seguito è una connected: the disappearance of his beloved baro, film crudele, come sa esserlo spes-
successione di misteri: che fine ha fatto opens the door to an invasion of ghosts, so il mondo di Frusta. Tratto dalla bal-
Poppea? Per quale motivo Nerone si ri- transforming him from being mad with lata di Schiller, per soddisfare gli agenti
trova torturato e allucinato dal rimorso love to just plain mad. Death is the only tedeschi dell’Ambrosio che richiedeva-
(non per l’incendio, non per Ottavia, ma solution, and he dies by his own hand. no adattamenti da letterati di pregio.
per aver messo a morte i cristiani)? For-
se i due eventi sono intimamente legati: As an excellent plot creator, Frusta had
la scomparsa dell’amata apre la porta to have known that even the most me-
all’irruzione dei fantasmi, tramutando la LA FUCINA ticulously thought out plan can backfire,
pazzia d’amore in banale pazzia. Resta la Italia, 1910 Regia: Luigi Maggi take a detour and turn against the person
morte, per propria mano. who orchestrated it. This story is a shin-

T. alt.: L’andata alla fucina. Sog.: dalla bal- ing example. The scheme seems perfect and
A major hit distributed around the world lata Der Gang nach dem Eisenhammer di painstakingly planned, a series of perfectly
with 342 prints (the number given by the Friedrich Schiller. Scen.: Arrigo Frusta. F.: timed deceits. The goal is diabolical: take
boss himself, Arturo Ambrosio). Today it is Giovanni Vitrotti. Int.: Mary Cléo Tarlarini revenge on a woman by burning her in-
still an entertaining movie. Working with (la moglie del conte), Alberto A. Capozzi nocent page in the foundry. Revenge to be
common knowledge of the cruel emperor, (il conte di Saverno), Romilde Nigra (il pag- served hot in an infernal forge. But fate is
Frusta chose a sentimental side: Nero’s was gio), Luigi Maggi (il conte Roberto), Serafino playing with loaded dice, and the person
a story of amour fou. He and Poppea, Vité, Paolo Azzurri, Leo Ragusi (uomini del- who thinks he is deciding the game ends
tragically kindred souls, revel in the depths la fucina). Prod.: S.A. Ambrosio DCP. D.: 12’.

up in ashes. Crooked destiny, cruel film,
of their passion. Everything else can go up Imbibito / Tinted. Didascalie tedesche con as is often the case for Frusta. Adapted
in flames. Tame Octavia gets a dagger in sottotitoli inglesi / German intertitles with from Schiller’s ballad to satisfy Ambrosio’s
her back. The scene of Rome on fire strikes English subtitles Da: Fondazione Cineteca

German agents demanding adaptations of
us not only for its visual magnificence, but di Bologna e Museo Nazionale del Cinema, fine literature.

83
non esita a esporsi al sacrificio supremo.
Il film è ancora sorprendente per l’effica-
cia della messa in scena nei grandi e nei
piccoli spazi, per la capacità di mettere lo
spettacolo colossale al servizio del dram-
ma intimo. E per la neve, come ben
notava Sadoul. Un film colorato per un
film di neve, sembra un paradosso. Ma
in realtà, nella bella tavolozza di imbibi-
zioni che questo restauro ci restituisce, il
bianco accecante mantiene un ruolo da
protagonista. Frusta si ritaglia il ruolo
di Napoleone, dopo essersi opposto alla
scelta di Oreste Grandi, condannato da
un naso a nespola impresentabile. Come
ricorda lo stesso Frusta, dovette sacrifi-
carsi all’onere di tagliarsi i “vistosi, pre-
potenti baffoni”.

The press at the time exclaimed: “a formi-


dable work of art”, “a pure gem”, “a mas-
terful example without precedent”. The
large display of means, the realism of the
sets (plus perfect tricks) and the throngs
Arrigo Frusta in Il granatiere Roland (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) of extras used astounded audiences. Even
Georges Sadoul in his Histoire générale
IL GRANATIERE ROLAND with BFI – National Archive at L’Immagine du cinéma recognized its historic value,
(CAMPAGNA DI RUSSIA 1812) Ritrovata laboratory from a tinted nitrate the grandeur of the en plein air scenes
Italia, 1911 Regia: Luigi Maggi print preserved at BFI and belonging to (in Vauda di San Maurizio in the Pied-
the Joye collection mont plains), the quality of Vitrotti’s cin-

Sog., Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni ematography (“he knew how to use snow
Vitrotti. Scgf.: Decoroso Bonifanti, Pao- La stampa dell’epoca esulta: “un podero- as a character in the drama”). The plot:
lo Borgogno. Int.: Alberto A. Capozzi (il so lavoro d’arte”, “un gioiello purissimo”, the grenadier Roland returns to his village
granatiere Roland), Mary Cléo Tarlarini “una prova magistrale come non se ne and finds his betrothed Elena married to
(Elena), Giuseppe Gray (il tenente marito erano mai viste”. Il dispiego dei mezzi, la an officer. He enlists for the Russian Cam-
di Elena), Mario Voller Buzzi (un ussaro), veridicità della messa in scena (coadiuva- paign and at the front encounters his be-
Ernesto Vaser (l’oste), Gigetta Morano (la ta dalla perfezione dei trucchi), la massa loved following her husband. During the
vivandiera), Arrigo Frusta (Napoleone), di comparse impiegate sbalordiscono il retreat, Roland is willing to sacrify his
Oreste Grandi, Ercole Vaser, Serafino Vité pubblico. Anche Georges Sadoul, nella life to rescue the wounded officer and to
(soldati). Prod.: S.A. Ambrosio DCP. D.:

sua classica Histoire générale du cinéma, save Elena from misfortune. The film is
20’. Imbibito / Tinted. Didascalie tedesche ne riconosce il valore storico, la grandez- still surprising today for the expert stag-
con sottotitoli inglesi / German intertitles za delle scene en plein air (nella Vauda di ing in big and small spaces and the use
with English subtitles Da: Fondazione

San Maurizio, nelle pianure piemonte- of an epic episode for an intimate drama.
Cineteca di Bologna e Museo Nazionale si), la qualità della fotografia di Vitrotti And for the snow, as Sadoul significantly
del Cinema, Torino Restaurato nel 2018

(“sa usare la neve come un personaggio noted. Colouring film for a movie about
da Cineteca di Bologna e Museo Nazio- del dramma”). La trama: il granatiere snow seems a paradox. However, the
nale del Cinema in collaborazione con Roland torna al paesello e trova Elena, la blinding white does not lose its leading
BFI – National Archive presso il laborato- promessa sposa, ormai andata in moglie role with the palette of this restoration.
rio L’Immagine Ritrovata a partire da una a un ufficiale. Si arruola per la campagna Frusta played the part of Napoleon, after
copia nitrato imbibita conservata presso di Russia, e al fronte ritrova l’amata al opposing the choice of Oreste Grandi with
BFI e proveniente dalla collezione Joye / seguito del marito. Nel corso della riti- his unpresentable imposing nose. As Frus-
Restored by Cineteca di Bologna and Mu- rata, per salvare la vita all’ufficiale ferito ta himself recalls, he had to sacrifice his
seo Nazionale del Cinema in collaboration ed evitare alla donna cotanta disgrazia, “enormous, sensational moustache”.

84
LA LAMPADA DELLA NONNA ma, al punto da inveire oltre misura
Italia, 1913 Regia: Luigi Maggi quando il nemico irrompe sullo scher-
mo, costringendo qualche questura a

Sog., Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni bloccare il film. Come nel precedente
Vitrotti. Int.: Fernanda Negri-Pouget (la Nozze d’oro, la vicenda si svolge nella
nipote), Umberto Scalpellini (il curato), cornice del ricordo e regala ai prota-
Luigi Chiesa (il tenente Carlo), Luciano gonisti l’occasione per innamorarsi. La
Manara (Zufolo). Prod.: S.A. Ambrosio █
‘voce narrante’ qui è quella della non-
DCP. D.: 42’. Imbibito / Tinted. Didascalie na, restia ad accettare la modernità di
tedesche con sottotitoli inglesi / German una lampada elettrica: è proprio grazie
intertitles with English subtitles Da: Fon-

alla sua vecchia lampada a olio, infatti,
dazione Cineteca di Bologna e Museo Na- che riuscì a spazzare via il nemico e a
zionale del Cinema, Torino Restaurato nel

maritare il bel tenentino. Il film eccel-
2018 da Cineteca di Bologna e Museo Na- le per l’uso dello spazio: la cittadina
zionale del Cinema in collaborazione con sotto assedio ha un carattere poroso,
BFI – National Archive, nel 2018 presso il che invita al nascondiglio, a un gioco La lampada della nonna
laboratorio L’Immagine Ritrovata, a partire degli inganni che ha il proprio fulcro
da una copia nitrato imbibita conservata nella sacrestia e nella torre campana- headquarters blocked the film. Like
presso il BFI – National Archive e prove- ria. Gli austriaci soccombono perché Nozze d’oro, the narrative is told as a
niente dalla collezione Joye / Restored in smarriscono il controllo della topo- memory and gives the main characters
2018 by Cineteca di Bologna and Museo grafia e non sanno guardare oltre le a chance to fall in love. The ‘narrating
Nazionale del Cinema in collaboration apparenze. Come spesso avviene nelle voice’ is a grandmother’s, unwilling to
with BFI – National Archive at L’Immagine storie di Frusta, vince chi sa approfit- accept a modern electric lamp: in fact,
Ritrovata laboratory from a tinted nitrate tare dell’anfratto nascosto, del travesti- it was her old oil lamp that helped her
print preserved at BFI and belonging to mento, del doppio gioco. get rid of the enemy and marry a hand-
the Joye collection some lieutenant. The film excels at the
Two years after Nozze d’oro, the sea- use of space: the small town under siege is
A due anni di distanza da Nozze d’oro, soned duo Frusta-Maggi took on a theme like a warren full of hideouts and lead-
la rodatissima accoppiata Frusta-Mag- dear to Italian film of the time: the hero- ing to a series of tricks revolving around
gi torna su un tema tra i più cari al ic events of the Risorgimento, which nec- the sacristy and the bell tower. Unable
cinema italiano del tempo: l’epopea ri- essarily entailed reducing the Austrian to control the terrain and see beyond ap-
sorgimentale, con annesso obbligo di invaders to victims of patriotic cunning pearances, the Austrians surrender. Like
ridurre l’invasore austriaco a vittima and courage. Audiences went wild, im- in many of Frusta’s stories, the person
designata della scaltrezza e del corag- precating so vehemently when the enemy who uses hidden ravines, disguise and
gio patriottici. Il pubblico si infiam- appeared on the screen that some police double-dealing wins.

CAPITOLO 2: FRUSTA NELLA COLLEZIONE KOMIYA


CHAPTER 2: FRUSTA IN THE KOMIYA COLLECTION

Impossibile sottovalutare il contributo del Novecento: la collezione Desmet residente a Tokyo. Komiya raccolse
dato da Frusta all’eccellenza qualita- (presso l’EYE Filmmuseum di Am- soprattutto film europei – importati
tiva e stilistica delle produzioni Am- sterdam), la collezione Joye (presso il e proiettati in moltissime occasioni in
brosio e al loro conseguente successo BFI – National Archive) e la collezio- Giappone prima della Grande guerra –
internazionale. Se cerchiamo le copie ne Komiya (presso il National Film ed evidentemente era un fan del cine-
sopravvissute, scopriamo che molti Archive of Japan). Jean Desmet è stato ma italiano. Quando trent’anni fa (nel
titoli importanti della sua filmografia un distributore olandese, l’abate Joye 1988) la sua collezione arrivò all’allora
sono stati esportati all’estero e sono un gesuita svizzero che proiettava film National Film Center di Tokyo, era
dunque ora rintracciabili, al di fuori comprati di seconda mano in Germa- già stata severamente danneggiata da
dei confini italiani, in tre grandi col- nia, Tomijiro Komiya (1897-1975) un due guerre, da svariati furti e dalla de-
lezioni di film risalenti ai primi anni grande cinefilo e collezionista privato composizione del nitrato. Quello che

85
GALILEO GALILEI
Italia, 1909
Regia: Luigi Maggi, Arturo Ambrosio


Sog., Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni
Vitrotti. Int.: Umberto Mozzato (Galileo
Galilei). Prod.: S.A. Ambrosio 35mm. L.:

192 m. D.: 12’ a 16 f/s. Imbibito / Tinted.


Didascalie inglesi / English intertitles Da:

National Film Archive of Japan (Komiya


Collection)

All’epoca, il solito recensore pignolo


si lamentava della scarsa aderenza del
soggetto ai fatti storici. A noi impor-
ta molto meno, anche se è difficile
dargli torto. Galileo finisce davanti al
Sant’Uffizio per vendetta di un servi-
tore che voleva approfittare delle gra-
zie di sua figlia. Non basta come volo
di fantasia? Eccone un altro: in chiesa,
mentre se ne sta piegato sull’inginoc-
Galileo Galilei (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) chiatoio, il genio vede una lampada
oscillare ed è colto dall’illuminazio-
rimane è magnifico: copie complete Desmet was a Dutch distributor, Abbé ne che gli disvelerà i segreti del moto
e molti frammenti, identificati dallo Joye a Jesuit priest screening in Switzer- pendolare (irresistibile coacervo visivo
storico del cinema Hiroshi Komatsu land second-hand film prints bought in che riassume accorato cattolicesimo
e restaurati a colori dal National Film Germany and Tomijiro Komiya (1897- e metodo scientifico sui generis). La
Center. 1975) a great film lover and private sua teoria sul moto dei pianeti è una
Il programma include tre frammenti collector living in Tokyo. He collected forma di proibito: quando i rappresen-
di film scritti da Arrigo Frusta, che mainly European motion pictures – im- tanti del clero si mettono in cerchio a
non esistono in altra forma: un’antici- ported and screened in great number consultare la pergamena su cui Galileo
pazione di un’ampia sezione dedicata in Japan before World War I –, and he ha vergato le sue scoperte, reagiscono
alla collezione Komiya che contiamo clearly was a great fan of Italian cine- con indignazione, e gesticolano come
di proporre nella prossima edizione ma. When his collection arrived thirty se stessero mimando le forme di una
del Cinema Ritrovato, in collabora- years ago (in 1988) at the then National donna. E quando lo scienziato è co-
zione con il National Film Archive of Film Center of Japan, it had been badly stretto a bruciare il frutto del proprio
Japan. damaged by two wars, theft and nitrate ingegno, se lo porta al petto come
Mariann Lewinsky decomposition. The magnificent remains fosse un’amante che gli sta per essere
– complete prints and many fragments strappata. Mentre la carta prende fuo-
Frusta’s contribution to the superior – have been identified by film histori- co, si spalanca sul fondo una tenda,
quality and style of Ambrosio’s produc- an Hiroshi Komatsu and restored by the per mostrarci dietro le grate la figlia
tions, and therefore to its international National Film Center. fatta letteralmente prigioniera dalle
success, cannot be overestimated. When The programme includes three fragments suore, aprendo abissi di sofferenze che
searching for prints, we found many of of films scripted by Arrigo Frusta that do non ci è dato vedere.
his important films in three major collec- not exist in any other form: a taste of a Andrea Meneghelli
tions of early European cinema outside more extensive section dedicated to the
Italy, where they had ended up due to ex- Komiya Collection planned in co-pro- At the time, a fussy reviewer noted that
portation: the Desmet Collection (at the duction with the National Film Archive the film did not stick to the historical
EYE Filmmuseum Amsterdam), the Joye of Japan for the next Cinema Ritrovato. facts. Today, we care less, although we
Collection (at the BFI – National Ar- Mariann Lewinsky cannot criticize him for it. Galileo ends
chive) and the Komiya Collection (at the up before the Holy Office due to a venge-
National Film Archive of Japan). Jean ful servant who wanted to win the good

86
Siegfried (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino)

graces of his daughter. And that is not the background and behind a grate we Vité (Hogen), Vitale De Stefano, Carlo
the only flight of fancy. Here’s another ex- see his daughter who has literally been Campogalliani, Giuseppina Ronco, Franz
ample: while at church and on his knees imprisoned by nuns, opening abysses of Sala. Prod.: S.A. Ambrosio 35mm. L.: 708 m.

on a kneeler, the genius sees a swinging suffering we cannot see. D.: 34’ a 18 f/s. Imbibito / Tinted. Didascalie
lamp and is struck by an insight that Andrea Meneghelli italiane / Italian intertitles Da: National Film

reveals to him the motion of pendulums Archive of Japan (Komiya Collection)


(an irresistible visual ploy that joins fer-
vent Catholicism and scientific method In vista del centenario della nascita di
sui generis). His theory on planetary mo- SIEGFRIED Richard Wagner, nella primavera del
tion is a forbidden shape: when church Italia, 1912 Regia: Mario Caserini 1912 Ambrosio decise di produrre due
representatives circle around the parch- film tratti dall’opera del compositore,
ment containing Galileo’s discoveries, █
Sog.: dall’omonimo dramma musicale di Parsifal e Siegfried, entrambi diretti da
they react with disdain and gesticulate as Richard Wagner. Scen.: Arrigo Frusta. F.: Mario Caserini, con sceneggiatura di
if indicating the shape of woman’s body. Giuseppe Angelo Scalenghe. Int.: Dario Arrigo Frusta e fotografia di Giusep-
When the scientist is forced to burn his Silvestri (Siegfried), Fernanda Negri- pe Angelo Scalenghe. I film hanno in
own work, he holds it to his chest as if it Pouget (Krimhilde), Antonietta Calderari comune la raffinata estetica visiva, in
were a lover about to be taken from him. (Brunehilde), Mario Voller Buzzi (il Bardo), cui gli attori posano e si muovono se-
As the paper burns, a curtain opens in Mario Granata (Gunther), Serafino condo logiche geometriche in inqua-

87
drature caratterizzate da una notevole LA TRATTA DEI FANCIULLI gs that was prevailing in international
profondità di campo. I film wagneria- Italia, 1913 filmmaking at that time. As seen in some
ni prefigurano così la bellezza quasi of the films produced at the Ambrosio
formalista di Ma l’amor mio non muo- █
T. int.: The Mystery of the A.V.Z. Gang. studio in the early 1910’s, the interna-
re! (1913). Le opere suscitarono accesi Sog., Scen.: Arrigo Frusta. Int.: Luigi tional trend in storytelling and the way
dibattiti sulla difficoltà di realizzare Chiesa, Oreste Grandi, Giulietta De Riso, to show it in images is obvious in this
un film tratto da Wagner. Un critico Dante Cappelli, Leo Ragusi. Prod.: S.A. film. The climactic scenes are described
giapponese scrisse: “Il film si ispira a Ambrosio 35mm. L.: 518 m. D.: 25’ a 18

in a British journal as follows: “The
L’anello dei Nibelunghi di Richard Wa- f/s. Imbibito / Tinted. Didascalie inglesi/ boy accomplishes his perilous mid-air
gner, eminente artista ottocentesco. English intertitles █
Da: National Film journey without mishap, reaches and
È molto distante dall’originale, ma Archive of Japan (Komiya Collection) climbs down a telegraph pole, and as-
trattandosi di un film dovremmo per- sistance is soon at hand, which breaks
donarne le licenze artistiche. Le ninfe Mentre il titolo originale di questo up the criminal organization for ever”
che cantano sulle sponde del Reno. film indica che il tema trattato è il (“Kinematograph Monthly Alphabetical
Krimhilde, con la sua splendida chio- traffico di bambini, il titolo inglese – Film Record”, June 1913). A brother
ma bionda, che brandisce la spada… È The Mystery of the A.V.Z. Gang – striz- and sister are left in the guardianship of
un film elegantemente patinato” (“Ki- za l’occhio a un genere caro al cinema a rogue, who plans to marry the latter,
nema Record”, novembre 1914). internazionale dell’epoca, quello dei and sends the boy to a gang who trains
Hiroshi Komatsu thriller con gang criminali. Come già children to beg and steal. A lieutenant
visto in alcuni titoli prodotti dalla So- who loves the girl tries to rescue the boy.
Waiting for the following year’s Richard cietà Ambrosio negli anni Dieci, è evi- Two nitrate positive prints were part of
Wagner anniversary, Ambrosio planned dente la tendenza a rifarsi a narrazioni the Komiya Collection (Print A and B).
to make films based on his opera in the e stili in uso in altri paesi. Le scene However both prints showed severe dete-
spring of 1912. The plan resulted in two culminanti sono così descritte da una rioration when the cans were opened in
films: Parsifal and Siegfried, both direct- rivista britannica: “Il ragazzo porta a 1988. The print A, which was slightly
ed by Mario Caserini, scripted by Arrigo compimento il suo pericoloso viaggio longer than the print B, was used for
Frusta and shot by Giuseppe Angelo Sca- a mezz’aria senza incidenti e scende making the safety copy.
lenghe. Both films share the outstanding giù da un palo del telegrafo, arrivano Hiroshi Komatsu
visual aesthetics in which the actors stop i rinforzi e l’organizzazione criminale
and move geometrically in depth of field è sconfitta per sempre” (“Kinema-
images. The quasi-formalist beauty most tograph Monthly Alphabetical Film
famously seen in Caserini’s Ma l’amor Record”, giugno 1913). Un fratello e IL RAGNO
mio non muore! (1913) is prefigured in una sorella sono lasciati sotto la tutela Italia, 1913 Regia: Edoardo Bencivenga
these Wagner films. However, after being di un furfante che intende sposare la
released, the difficulty of making a film ragazza e affida il ragazzo a una banda █
Sog., Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni
based on Wagner’s oeuvre was discussed che istruisce i bambini all’elemosina e Vitrotti. Int.: Fernanda Negri-Pouget, Mario
everywhere. A Japanese critic wrote: al furto. Un tenente innamorato della Bonnard, Antonio Grisanti (Re d’Oro),
“This was adapted from Der Ring des giovane tenta di salvare il fratello. Nilde Baracchi. Prod.: S.A. Ambrosio █

Nibelungen by Richard Wagner, a great Esistevano due positivi nitrato di 35mm. L.: 196 m. D.: 10’ a 18 f/s. Imbibito
man of the art world who shined in the questo film nella Collezione Komiya / Tinted. Didascalie inglesi / English
19th century. It is very far from the orig- (copie A e B). Tuttavia, all’apertura intertitles Da: National Film Archive of

inal. Because this is a film, we should dei contenitori nel 1988 le pellicole Japan (Komiya Collection)
overlook this change. The nymphs sing- si rivelarono gravemente danneggiate.
ing on the bank of the luminous Rhine. La copia A, leggermente più lunga, fu Come per film successivi con Fran-
Kriemhild with her beautiful blond hair usata per produrre la copia safety. cesca Bertini quali La piovra (1919)
swinging her sword… It’s an elegantly Hiroshi Komatsu e La serpe (1920), colpisce il senso
glossy film.” (“Kinema Record”, No- metaforico del titolo. In questo film,
vember 1914) While the original Italian title of this però, il ragno non è una donna ma
Hiroshi Komatsu film suggests that the main theme of the un uomo. Il giovane banchiere De-
story concerns the traffic in children, the trieux diventa amico di Carnel, ricco
British release title, The Mystery of the speculatore noto come Re dell’Oro.
A.V.Z. Gang, might appeal more to the Carnel viene a sapere tutto degli affari
genre of thriller featuring criminal gan- di Detrieux e usa queste informazioni

88
quando scopre che Detrieux corteggia colare uso della soggettiva e della me- he aspires. Detrieux is happy at a ball
con successo la bellissima contessa tafora ci ricorda alcune immagini dei given by the Countess after she promises
Anna, alla cui mano ambisce. De- film di Franz Hofer. to be his wife. The proposal and its an-
trieux realizza il suo sogno durante Hiroshi Komatsu swer are overheard by Carnel’s secretary,
un ballo durante il quale la contessa who informs his chief. Carnel instructs
accetta di sposarlo. Il segretario di Like the Francesca Bertini films of the his agents to buy up all the bills Detrieux
Carnel assiste di nascosto alla propo- later period such as La piovra (1919) has out. He threatens to foreclose unless
sta di matrimonio e riferisce tutto al and La serpe (1920), the metaphorical the Countess gives up her lover and be-
suo padrone, il quale ordina ai suoi sense of this title is quite striking. How- comes his fiancée. The earlier parts of this
agenti di comprare le obbligazioni di ever the metaphor of the spider in this film in the Komiya Collection were com-
Detrieux e minaccia di farlo fallire se film is not a woman, but a man. The pletely deteriorated. The present print
la contessa non accetterà di fidanzarsi young banker Detrieux is befriended only shows the later parts of the film,
con lui rinunciando all’amato. by Carnel, a wealthy speculator, who is which was salvaged from total loss. A
La parte iniziale del film, appartenente known as the Gold King. Carnel learns peculiar point of view shot and a met-
alla Collezione Komiya, era completa- exactly how Detrieux’s affairs stand, and aphorical shot that appear in this film
mente deteriorata. Questa copia con- he uses the knowledge when he finds that remind us of some images in the films of
tiene solo le parti successive, salvate Detrieux is the successful suitor of the Franz Hofer.
dalla completa distruzione. Il parti- beautiful Countess Anne, to whose hand Hiroshi Komatsu

CAPITOLO 3: SPERGIURE E CENERENTOLE


CHAPTER 3: LIARS AND CINDERELLAS

Nelle narrazioni di Frusta, le donne victims, the petty snakes also giants of a 18 f/s. Imbibito / Tinted (Desmetcolor)
sono un perno sfuggente. A prima independence, the chancers accomplices █
Da: Fondazione Cineteca di Bologna
vista, potremmo farci prendere dalla of our most wonderful dreams. They are █
Restaurato nel 2009 da Fondazione
tentazione di tracciare una linea drit- rarely made flat by a conventional view. Cineteca di Bologna, Museo Nazionale del
ta nel mezzo, e dividere le spergiure di The catalogue is variegated and exciting, Cinema, Torino e Deutsche Kinemathek –
qua e le santarelle di là. Troppo facile, and the multi-faceted list extends beyond Museum für Film und Fernsehen presso
e lontano dal giusto. Le traditrici sono this individual programme: lion tamers il laboratorio L’Immagine Ritrovata a
anche vittime, le serpi meschine sono burnt by love, pretend convent girls, partire da una copia positiva nitrato
anche gigantesse di indipendenza, le madonnas with daggers in their chest, conservata presso Deutsche Kinemathek
scostumate sono anche complici dei pitiful figures who betray their mothers / Restored in 2009 by Cineteca di
nostri desideri più belli. Raramente on their deathbed. Don’t be fooled, you’ll Bologna, Museo Nazionale del Cinema
si lasciano appiattire da uno sguardo never capture them. and Deutsche Kinemathek at L’Immagine
banale. Il catalogo è variegato e sti- Andrea Meneghelli Ritrovata laboratory from a positive nitrate
molante, e si estende polimorfo ben preserved by Deutsche Kinemathek
al di là di questo singolo programma:
domatrici bruciate sul rogo dell’amo- SPERGIURA! Spergiura!, col punto esclamativo. Più
re, educande per gioco, madonne coi Italia, 1909 che una constatazione oggettiva, un’ac-
pugnali piantati nel petto, maschere Regia: Arturo Ambrosio, Luigi Maggi cusa lanciata in un moto di rabbia. Ma
pietose che ingannano le madri sul let- chi scocca l’infame strale? E siamo te-
to di morte. Provate a prenderle, illusi. █
Sog.: ispirato al racconto La Grande nuti a condividere il giudizio morale
Andrea Meneghelli Bretèche di Honoré de Balzac. Scen.: sotteso? Certezze che vacillano. Vero:
Arrigo Frusta. F.: Giovanni Vitrotti. Bianca Maria non sarà uno stinco di
The women of Frusta’s stories are an Scgf.: Decoroso Bonifanti. Int.: Mary santo, tradisce il marito col bell’ufficiale
elusive cornerstone of his work. At first Cléo Tarlarini (Bianca Maria), Alberto A. e giura sulla croce di essere pura come
glance we might be tempted to draw a Capozzi (l’ufficiale dei dragoni), Luigi un giglio. Ma quale aggettivo (con tan-
line with saints on one side and sinners Maggi (marchese di Croixmazeau), Luigi to di punto esclamativo) potremmo
on the other. That is too simplistic and Bonelli, Mirra Principi. Prod.: S.A. Ambrosio allora affibbiare al coniuge cornificato?
far from being right. The traitors are also █
35mm. L.: 220 m (l. orig.: 253 m). D. 11’ La sua vendetta (tema ricorrente fino

89
all’ossessione nel cinema di Frusta)
è crudeltà mefistofelica e ghignante,
pianificata al dettaglio: murare vivo l’a-
mante della moglie. Altrettanto crude-
le: vedere il poveretto che apre la porta
fiducioso in una via di fuga, e trova da-
vanti a sé una parete di mattoni che lo
condanna a morte. Vagamente ispirato
alla Grande Bretèche di Balzac, inaugura
la ‘Serie d’Oro’ dell’Ambrosio.

Spergiura! with an exclamation point.


More than an objective observation, it
is an accusation made in a moment of
anger. But who makes this accusation?
And are we expected to share the under-
lying moral judgment? Certainty wa-
vers. Fact: Bianca Maria is no angel, she
cheats on her husband with a handsome
officer and swears on the cross that she is
pure as a lily. But what adjective (with Giuda (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino)
a lot of exclamation points) could we
use to describe the cuckolded spouse? His Sound Archive a La Cineteca del Friuli / And a directorial idea that the film un-
revenge (a recurring theme in Frusta’s Restored in 1997 by the Museo Nazionale waveringly follows: the Saviour always
films, almost to the point of obsession) is del Cinema, La Cineteca del Friuli, National lingers in the background at a safe dis-
wicked and fiendish and planned down Film and Sound Archive of Australia at tance without ever crossing into the real
to the last detail: to wall up his wife’s L’Immagine Ritrovata laboratory from a world. Despite him, History continues
lover alive. It is just as cruel seeing the nitrate print donated by National Film and to be shaped and stamped with seal of
poor man who opens the door believing Sound Archive to La Cineteca del Friuli sex. On various other occasions, Frusta
it will lead to a way out but instead would reiterate that that is the way the
finds a brick wall that means certain Mentre Gesù predica là in fondo, world works (as confirmation see Gali-
death. Loosely based on Balzac’s Grande la meretrice occupa la prima fila in leo Galilei).
Bretèche, this movie launched Ambro- languida postura orizzontale, conce-
sio’s ‘Serie d’Oro’. dendosi allo sguardo di un Giuda già
ebbro di desiderio. In questa grande
scena d’apertura c’è la sintesi mira- LA REGINA DI NINIVE
bile delle due estasi che muovono il Italia, 1911 Regia: Luigi Maggi
GIUDA mondo. E un’idea di regia che il film
Italia, 1911 perseguirà con ammirevole coerenza: █
Sog., Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni
il Salvatore indugia sempre in secon- Vitrotti. Int.: Gigetta Morano (la regina

Sog., Scen.: Arrigo Frusta. Int.: Oreste do piano, a debita distanza, senza mai di Ninive), Luigi Maggi (re Sennacherib),
Grandi (Giuda), Gigetta Morano (Priscilla, varcare la soglia mondana. Suo mal- Mirra Principi, Oreste Grandi, Giuseppe
la cortigiana), Mario Voller Buzzi (Gesù grado, la Storia è ripiegata e imbustata Gray, Dario Silvestri, Ernesto Vaser,
Cristo). Prod.: S.A. Ambrosio 35mm. L.: 197

col sigillo del sesso. Frusta non man- Ercole Vaser, Mario Voller Buzzi, Serafino
m (l. orig.: 390 m). D.: 10’ a 18 f/s. Imbibito cherà, in varie occasioni, di ribadire Vité. Prod.: S.A. Ambrosio DCP. D.: 14’.

/ Tinted (Desmetcolor). Didascalie inglesi che così va il mondo (vedi il Galileo Didascalie inglesi con sottotitoli italiani /
/ English intertitles Da: Museo Nazionale

Galilei per conferme). English intertitles with Italian subtitles Da:

del Cinema, Torino Restaurato nel 1997 da



While Jesus preaches in the background, Fondazione Cineteca di Bologna e Museo
Museo Nazionale del Cinema, La Cineteca a prostitute in a languid horizontal posi- Nazionale del Cinema, Torino Restaurato

del Friuli, National Film and Sound Archive tion in the front row enjoys the attention nel 2018 da Cineteca di Bologna e Museo
of Australia, Canberra presso il laboratorio of Judas full of desire. This great opening Nazionale del Cinema in collaborazione
L’Immagine Ritrovata a partire da una scene admirably expresses the two kinds con BFI – National Archive presso il
copia nitrato donata da National Film and of ecstasy that make the world move. laboratorio L’Immagine Ritrovata, a partire

90
un dio finto, sbucato da una nuvola di
fumo per impressionare un popolo ri-
voltoso a comando. E alla fine, costret-
ta dall’ignavia maschile di cui si è cir-
condata, ha fatto come sempre: si è ar-
rangiata da sola. Con addosso i panni
(il costume) del guerriero, si è lanciata
sulle scale della vita, per incontrare la
lama mortale del figlio. Cattivissima?
Certo: ma anche, come ogni grande
figura tragica, scrigno segreto che non
possiamo impedirci di ammirare.

In Frusta’s cinema, disguise often con-


ceals truth. The Queen of Nineveh hides
behind the curtains to poison her hus-
band and share power with the man she
wanted. She couldn’t prevent a priest
from carrying her son off to an unpleas-
ant grotto a la Méliès. She opposed a de-
ceptive false god, which emerged from a
cloud of smoke to shock people who riot
only on demand. And in the end, com-
pelled by male cowardice, she did what
she had always done: take things into
her own hands. Dressed in the clothes
(costume) of a warrior, she advances on
the staircase for her life and fatally falls
on the blade of her son. Totally evil? Of
course: but also, like any great tragic fig-
ure, a secret treasure trove we can’t help
admiring.

LA MALA PIANTA
Italia, 1912 Regia: Mario Caserini


Sog., Scen.: Arrigo Frusta. Int.: Annita
D’Armero (Mimì), Oreste Grandi (conte
Mari), Mario Voller Buzzi (un amante di
Mimì), Margherita Rina Albry (Musetta),
La regina di Ninive (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) Gigetta Morano, Ernesto Vaser (amici di
Musetta), Vitale de Stefano. Prod.: S.A.
da una copia nitrato imbibita conservata Più volte, nel cinema di Frusta, dietro Ambrosio 35mm. L. 250 m (l. orig.: 750

presso BFI e proveniente dalla collezione un travestimento si cela il gioco della m). D.: 12’ a 18 f/s. Bn. Didascalie italiane
Joye / Restored in 2018 by Cineteca di verità. La regina di Ninive si è nascosta / Italian intertitles█
Da: BFI – National
Bologna and Museo Nazionale del Cinema dietro le tende per avvelenare il marito Archive
in collaboration with BFI – National Archive e godere del potere con l’uomo che le
at L’Immagine Ritrovata laboratory from a andava. Non ha potuto impedire che Del film rimane solo la prima bobina,
tinted nitrate print preserved at BFI and un prete le sottraesse il figlio in fasce che dà il via alla trama. Due giovani
belonging to the Joye collection per farlo crescere in una fetida grotta donne, che hanno condiviso un passa-
alla Méliès. Si è opposta all’inganno di to di povertà, un umile tetto e un la-

91
Stefani (Conte di Sivry), Anna Crosetti
(Juccy), Luigi Chiesa (Piccolini), Annetta
Ripamonti, Bianca Schinini, Mario Voller
Buzzi, Ercole ed Ernesto Vaser, Marcel
Fabre, Umberto Scalpellini, Orlando Ricci.
Prod.: S.A. Ambrosio █
35mm. L.: 55 m
(l. orig.: 815 m). D.: 8’ a 16 f/s. Imbibito /
Tinted (Desmetcolor). Didascalie italiane /
italian intertitles Da: La Cineteca del Friuli

Un babà per chi ama guardare l’antica


macchina del cinema in azione. Del
film è sopravvissuto poco (meno di
un quinto), ma è abbastanza per ad-
dentrarci negli studi dell’Ambrosio,
scorgere l’operatore che gira la ma-
novella davanti alle damine del Sette-
cento, spiare la messa in scena di una
Madama Butterfly, entrare in sartoria,
comprendere come l’abisso tra dive
e generici sia anche una questione di
mezzi di trasporto. Ci sarebbe anche
una trama (fantastichiamo su un pre-
ludio a Eva contro Eva, ma più genti-
le), che ci prendiamo qua il lusso di
relegare tra le cose superflue. Chissà se
nel film completo si faceva vivo anche
lo sceneggiatore? Notiamo però che al
La mala pianta (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) metteur en scène è affibbiato il nome di
Piccolini. Rapida stilettata ai danni di
voro di strada, si incontrano di nuovo. worlds: one is a middle-class wife and una figura professionale ritenuta non
Ora vivono in due mondi diversi: una mother, and the other found fortune in così grande?
è moglie e madre borghese, l’altra ha the demi-monde. The drama is set into
fatto carriera nel demi-monde. La mol- action by the harsh system of rules the A treat for lovers of seeing the old film-
la del dramma è costituita dal duro bourgeois woman alone must follow: a making world in action. Very little of the
sistema di regole imposte alla donna milieu of restricted movement, because film has survived (less than a fifth), but
borghese, e solo a lei: un ambiente in if you make the wrong step you fall, are it is just enough to penetrate Ambrosio’s
cui non ci si può muovere, perché se fai expelled and lose everything. So happy to studios, glimpse the cameraman turning
un passo falso è finita, cadi, sei espul- see these three hundred metres of metic- the crank before ladies of the 1700s, spy
sa, perdi tutto. Felici e contenti dopo ulous photography and a breathtaking on a mise-en-scène of Madama But-
la visione di questi trecento metri di egret hat that we do not miss the rest so terfly, step into a costume workshop, see
fotografia curatissima e di un cappello much. We know how it will end: good how even transportation demonstrates
con egretta mozzafiato, non ci manca (forgiveness) and bad (death). the abyss between stars and extras. There
così tanto il seguito. Sappiamo come Mariann Lewinsky is even a plot (imagine a prelude to All
andrà a finire: bene (perdono) e male About Eve but sweeter), which we will
(morte). take the luxury here of calling it super-
Mariann Lewinsky fluous. Who knows if the screenwriter
CENERENTOLA appeared in the complete version? Note
Only the first reel of the film with the Italia, 1913 Regia: Eleuterio Rodolfi the name Piccolini (an iteration of small
plot’s beginning still exists. Two young in Italian) connected to metteur en
women with a shared past of pover- █
Sog., Scen.: Arrigo Frusta. Int.: scène. A quick blow to a job considered
ty, humble home and street work meet Fernanda Negri-Pouget (Silvietta), Mary of little importance?
anew. Now, they live in two different Cleó Tarlarini (Jenny Smart), Ubaldo

92
LE ACQUE MIRACOLOSE
Italia, 1914 Regia: Eleuterio Rodolfi


Sog., Scen.: Arrigo Frusta. Int.: Eleuterio
Rodolfi (il dottore), Gigetta Morano
(Gigetta), Umberto Scalpellini (Cornelius),
Nilde Bruno (una balia). Prod.: S.A. Ambrosio

35mm. L.: 192 m. D.: 11’ a 16 f/s. Imbibito /
Tinted (Desmetcolor). Didascalie olandesi /
Dutch intertitles Da: EYE Filmmuseum

Il gioco visivo proposto nella prima


parte del film è strepitoso: il condomi-
nio è una casa di bambola dai muri da-
vanti sfondati. Ne scaturisce una sorta
di split-screen che squaderna quattro
appartamenti (più scala centrale) da
esplorare alla ricerca di collegamen-
ti più o meno palesi. Ma la seconda
parte è ancor più sconcertante. Avvie-
ne che, su suggerimento del medico
curante, il buon Cornelius (nomen
omen) accetta volentieri di inviare la Le acque miracolose
moglie alle cure termali, con la speran-
za di vincerne la presunta infertilità. Il The visual ploy in the first part of the hopes of curing what he presumes to be
dottore, guarda caso, si farà trovare nei film is sensational: the apartment build- her infertility problem. Coincidentally,
paraggi, e il marito ne uscirà becco e ing is a dollhouse with the front walls the doctor happens to be in the vicini-
con prole (non sua) a carico. Qui Fru- removed. It creates a kind of split-screen ty, and the two-timed husband ends up
sta costruisce la vicenda attorno a una displaying four flats (plus the centre with offspring (not his own) in his arms.
metafora visiva di gigantesca malizia: stairwell) to be explored for connections. Here Frusta builds the story around a
una brocca che appare e scompare e But the film’s second part is even more very mischievous visual metaphor: a
riappare più volte: vuota, in attesa di disconcerting. Based on a doctor’s rec- pitcher that appears and disappears sev-
essere riempita, tanto debordante di ommendation, good Cornelius happily eral times: empty and ready to be filled,
liquido da poterne anche sprecare. sends his wife to a thermal baths in the overflowing with gushing liquid.

CAPITOLO 4: GIOCARE A SCACCHI CON LA MORTE


CHAPTER 4: A GAME OF CHESS WITH DEATH

La penna di Frusta, come quella della to, inevitabile arriva la morte, con la come l’irresistibile sciroccato che, in
maggior parte degli sceneggiatori, ama sua falce sbeccata e le sue bottigliette Buon anno! – chissà perché – non vuo-
i personaggi ossessionati: dall’amore, di veleno nascoste nelle maniche delle le assolutamente rassegnarsi all’arrivo
dalla vendetta e, in modo speciale, dal signore. Una morte che, a sua volta, del 1910. Unica eccezione positiva, il
tempo. Sia esso il tempo di una vita per essere vissuta pienamente, deve principe Ghiacciolino che, al contra-
non spesa (La madre e la morte), quel- prendersi il suo tempo, imitando ritmi rio, bloccato in un inverno senza fine,
lo di una partita tirata per le lunghe del teatro e contorcimenti di rito (La sa rompere la staticità della sua con-
(Una partita a scacchi), o quello che ribalta). I film di questa sezione, affa- dizione riconquistando, insieme all’a-
si sottrae al dovere e che si è destinati scinante puzzle dei ‘generi’ più diversi, more di Raggio di sole, anche il ciclico
a rimpiangere (La maschera pietosa), sono dedicati a questi eroi di una cau- alternarsi delle stagioni.
in sostanza, alla fine è sempre troppo sa persa, in lotta contro l’inevitabile Stella Dagna
poco. Anche perché, a un certo pun- scorrere degli orologi e dei calendari,

93
Like most screenwriters, Frusta loves to re. È capodanno 1910. La reiterazione una caverna magica stipata di pendole
pen characters obsessed with something: di auguri e proposte di calendari esa- – le vite degli uomini – e popolata di
with love, revenge and, especially, time. spera Ernesto Vaser alla follia. Picchia inquietanti diavoletti con le ali dise-
Whether it be the time of a life not lived chi capita a tiro, fugge, smania. Finisce gnate sul petto. Quando sottrae un
(La madre e la morte), of a game played in galera. Ma il tempo non si ferma e bambino in fasce alla madre, quest’ul-
for too long (Una partita a scacchi) or ci insegue ovunque. Anche nella cella tima non saprà farsene una ragione,
of shirking a responsibility destined to be spoglia, in un prefinale di sapore surre- finché il futuro alternativo riflesso in
a source of regret (La maschera pietosa), alista. Gli almanacchi si moltiplicano in una fonte magica non la convincerà
time is always too little. Death inevitably una danza frenetica. La luna ammicca. che c’è di peggio: il disonore. Nell’em-
always shows up with his chipped scythe blematic shot in chiusura due pugnali
and bottles of poison concealed in ladies’ A race against time, literally. Here ob- le trafiggono il cuore. Mistico.
sleeves. A death that has to take its time session lurks in the symbolic places of the
to be fully lived, copying the tempo of the- bourgeois social ritual: the living room, Snowy exterior shots and painted back-
atre and customary plot twists (La ribal- the cafe and the barber. It is New Year’s drops for a dark fairy tale with dis-
ta). The films of this section, a fascinating Eve 1910. The repetition of holiday turbing moral implications. Death is a
puzzle of different ‘genres’, are devoted to wishes and calendar offers exasperates benevolent old man with a sickle who
these lost cause heroes fighting the inevi- Ernesto Vaser to madness. He hits who- lives in a magical cavern full of pendu-
table passing of time, like the irresistible ever is in range, runs away and fidgets lums – the lives of men – and disturbing
nut in Buon anno! who absolutely refuses about. He ends up in jail. But time does little devils with wings drawn on their
to accept that it is 1910. The only posi- not stop and chases us everywhere. Even chest. When he takes a baby from its
tive exception is the prince Ghiacciolino in a spartan cell, in a pre-ending with mother, she cannot come to terms with
(little icicle); stuck in an endless winter, a surrealist feel. Almanacs multiply in a it until the other future is shown to her
he figures out how to change his stagnant frenetic dance. The moon winks. in a magic spring proving to her that it
situation winning back the love of Raggio could be worse: disgrace. In the closing
di sole (sunbeam) and the alternating cy- emblematic shot, two daggers pierce her
cle of the seasons. heart. Mystical.
Stella Dagna LA MADRE E LA MORTE
Italia, 1911


Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni Vitrotti. RAGGIO DI SOLE
BUON ANNO! Int.: Mary Cléo Tarlarini (la madre), Oreste Italia, 1912
Italia, 1909 Grandi (la morte), Ercole Vaser (il figlio a
vent’anni), Maria Bay (il figlio bambino). █
Sog., Scen.: Arrigo Frusta. Int.: Sig.a

Sog., Scen.: Arrigo Frusta. Int.: Ernesto Prod.: S.A. Ambrosio 35mm. L.: 150 m

Schneider (Raggio di sole), Mario Voller
Vaser (il protagonista), Ercole Vaser (l. orig.: 202 m). D.: 12’ a 16 f/s. Imbibito / Buzzi (Principe Ghiacciolino), Cesare
(fattorino), Mario Voller Buzzi , Serafino Tinted (Desmetcolor). Didascalie italiane Zocchi (Re), Lina Gobbi (Regina),
Vité (due avventori del caffè). Prod.: S.A. / Italian intertitles Da: Museo Nazionale

Antonio Grisanti (dignitario), Ercole Vaser
Ambrosio 35mm. L.: 104 m (l. orig.: 125

del Cinema, Torino Restaurato nel 2007

(il mago), Giuseppina Ronco, Bianca
m). D.: 6’ a 18 f/s. Bn Da: Museo Nazionale

da Fondazione Cineteca Italiana, Milano Schinini (dame), Paolo Azzurri. Prod.:
del Cinema, Torino Restaurato da EYE

e Museo Nazionale del Cinema presso S.A. Ambrosio 35mm. L.: 278 m (l. orig.:

Filmmuseum a partire da una copia nitrato il laboratorio L’Immagine Ritrovata, a 328 m). D.: 15’ a 16 f/s. Imbibito / Tinted
(Collezione Desmet) presso il laboratorio partire da una copia nitrato conservata da (Desmetcolor). Didascalie spagnole
Hegefilm. Copia acquisita dal Museo Fondazione Cineteca Italiana / Restored / Spanish intertitles █
Da: Fondazione
Nazionale del Cinema nel 1994 / Restored in 2007 by Fondazione Cineteca Italiana, Cineteca di Bologna █
Restaurato nel
by EYE Filmmuseum from a nitrate print Milano and Museo Nazionale del Cinema 2007 da La Cineteca del Friuli, Filmoteca
(The Desmet Collection) at Hegefilm at L’Immagine Ritrovata laboratory from de Catalunya, Cineteca di Bologna, Museo
laboratory. Print acquired by Museo a nitrate print preserved by Fondazione Nazionale del Cinema, Torino nel 2017
Nazionale del Cinema in 1994 Cineteca Italiana presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata,
a partire da una copia nitrato conservata
Una corsa contro il tempo, letteral- Esterni innevati e fondali dipinti a ser- da Filmoteca de Catalunya / Restored
mente. Stavolta l’ossessione si annida vizio di una favola dark dagli inquie- by La Cineteca del Friuli, Filmoteca
nei luoghi simbolo del rituale sociale tanti risvolti morali. La morte è un bo- de Catalunya, Cineteca di Bologna,
borghese: il salotto, il caffè, il barbie- nario vecchione con falce che vive in Museo Nazionale del Cinema, Torino at

94
La madre e la morte (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino)

L’Immagine Ritrovata laboratory from a sima caricatura”, come scrive lo stesso only thing he claims he really wants: a
nitrate print preserved by Filmoteca de Frusta. La narrazione procede in un ray of sunshine. Or maybe he is just look-
Catalunya succedersi di idee visive perfettamente ing for an excuse to get away from his
funzionali al racconto: gli astronomi apprehensive royal parents. Whatever the
Il principe Ghiacciolino (Carámbano al lavoro, la macchia luminosa, l’appa- reason may be, at the end of his journey
nella copia spagnola) è depresso. A rizione di Raggio di sole coronata dai he finds love.
nulla valgono le consulenze dei dotti, leoni di Schneider, in verità mai così According to Frusta’s notes, an enchant-
le buffonerie del giullare o le ghiot- poco minacciosi. Alla fine tornerà la ing and graceful cinematic fairy tale
tonerie servite a passo dell’oca da un primavera anche nel paese del ghiaccio. with a hint of caricature. The narration
esercito di cuochi. Stregato da un’am- Quasi un po’ dispiace, se non altro per- is developed through a succession of visual
miccante riflesso, parte alla ricerca ché non si potrà più usare quella incre- ideas directly related to the story: the as-
dell’unica cosa che dichiara di volere dibile slitta reale trainata da pinguini. tronomers at work, the bright spot, and
davvero: un raggio di sole. O forse cer- the appearance of Raggio di sole crowned
ca solo una scusa per sottrarsi a una Prince Ghiacciolino (Carámbano in the by Schneider’s lions, which in actual fact
coppia di reali genitori troppo appren- Spanish version) is depressed. Wise men’s were rather tame. Eventually spring re-
sivi. Sia come sia alla fine del suo viag- advice, the jester’s jokes or the delica- turns to the ice country as well. It is al-
gio troverà l’amore. cies that march in prepared by an army most a shame that the incredible royal
Favola cinematografica di incantevole of cooks are of no use. Enchanted by a sled pulled by penguins cannot be used
grazia “tenuta sopra una linea di finis- glowing reflection, he sets out to find the anymore.

95
psicologico: il casuale compagno di
viaggio propone a Febo Mari una sfida
a scacchi, specificando solo in seconda
battuta che la posta in gioco è la vita e la
morte. L’uomo è un alienato fuggito dal
manicomio perché nessuno voleva gio-
care con lui (visto l’evolversi degli avve-
nimenti, la cosa non stupisce). Grande
interpretazione di Grisanti, irresistibile
maniaco in paglietta consumato dalla
propria passione. Alla fine cercava solo
qualcuno con cui fare una partita.

A psychological thriller set in the closed


confines of a blood-red compartment: a
random travelling companion challenges
Febo Mari to a game of chess, specifying
only later that the stakes are death or life.
The man is a lunatic who escaped from
Una partita a scacchi (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) the insane asylum because nobody want-
ed to play with him (given the course of
events, it is no surprise). A great perfor-
mance by Grisanti, an irresistible maniac
in a straw hat consumed by his passion.
In the end, he was just looking for some-
one he could play a game of chess with.

LA RIBALTA
Italia, 1912 Regia: Mario Caserini


Sog.: dalla pièce La Rampe di Henri de
Rotschild. Scen.: Arrigo Frusta. F.: Gio-
vanni Vitrotti. Int.: Maria Gasparini (Mad-
dalena Grandier), Febo Mari (Claudio
Bourgueil), Oreste Grandi (il conte di
Saint-Vanor), Mario Voller-Buzzi, Ercole
Vaser. Prod.: S.A. Ambrosio 35mm. L. 81

m (l. orig.: 754 m). D.: 4’ a 18 f/s. Imbibito


La ribalta (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) / Tinted (Desmetcolor) Da: Fondazione

Cineteca di Bologna Restaurato nel 2010


UNA PARTITA A SCACCHI 18 f/s. Imbibito / Tinted (Desmetcolor). da Cineteca di Bologna e Museo Naziona-
Italia, 1912 Regia: Luigi Maggi Didascalie francesi / French intertitles █
le del Cinema, Torino presso il laborato-
Da: Museo Nazionale del Cinema, Torino █
rio L’Immagine Ritrovata, a partire da un

Sog., Scen.: Arrigo Frusta. F.: Giovanni Restaurato nel 1995 da Museo Nazionale frammento positivo imbibito su supporto
Vitrotti. Int.: Antonio Grisanti (il pazzo), del Cinema presso il laboratorio Haghefilm nitrato conservato presso Cineteca di Bo-
Febo Mari (il viaggiatore), Mario Bonnard, di Amsterdam / Restored in 1995 by logna / Restored in 2010 by Cineteca di
Filippo Costamagna (due internati), Museo Nazionale del Cinema at Haghefilm Bologna and Museo Nazionale del Cinema,
Serafino Vité (la guardia), Mario Voller Buzzi laboratory, Amsterdam Torino at L’Immagine Ritrovata laboratory
(il capostazione), Cesare Zocchi (il secondo from a fragment of a nitrate positive print
capostazione). Prod.: S.A. Ambrosio █
Nel chiuso di uno scompartimento preserved at Cineteca di Bologna
35mm. L.: 172 m (l. orig.: 185 m). D.: 9’ a rosso sangue, si consuma un thriller

96
Basta un frammento per affacciarsi su- dirige il vero marito dell’attrice. Intorno a death scene. She still loves him but pre-
gli abissi del metacinema. Lui, attore di a questa meravigliosa scena madre si agi- tends to pretend, imitating his gestures
esperienza, non la ama più, ma cede alla tava una storia melodrammatica di tea- while she is actually dying. She poisoned
richiesta di una consulenza attoriale e le tro e gelosia, oggi andata perduta. herself because she cannot live without
mostra come interpretare una scena di him but also to make him pay for it a
morte. Lei, che lo ama ancora, fa finta Only a slight fragment is needed to look bit, of course. The actress’s real husband
di fingere, ne imita i gesti mentre muore down into the depths of metacinema. He directs outside the set. Today lost, the
davvero. Si è avvelenata perché non può is an experienced actor and does not love melodramatic story of drama and jeal-
vivere senza di lui ma anche un po’ per her anymore, but gives in to her request ously built up to this climactic scene.
fargliela pagare, s’intende. Fuori dal set for advice and shows her how to perform

CAPITOLO 5: FRUSTA RISCRITTORE TUTTOFARE


CHAPTER 5: FRUSTA REWRITER HANDYMAN

I tre titoli di questo programma com- da Frusta per Gigetta Morano. Lo sce- writing slapstick. The manuscript of the
pletano le variegate declinazioni della neggiatore ha un’attenzione particolare screenplay for Gigetta è gelosa (a lost
Serie d’Oro inaugurata nel 1909 con per i ruoli femminili (e un debole per film made in 1914) contains a surpris-
Spergiura! e Nerone. Arturo Ambrosio le attrici) e proprio la protagonista di ing monologue to be performed (!? …) in
considera Frusta una sorta di enciclo- Santarellina lo ricorda come il vero ge- front of a mirror, written by Frusta for
pedia vivente, capace nel chiuso del nio della casa di produzione torinese. Gigetta Morano. The screenwriter had
suo Ufficio Soggetti di scrivere o riscri- Claudia Gianetto a certain care in writing female roles
vere qualsiasi storia, come il frenetico (and weakness for actresses), and it was
ritmo produttivo richiede. Nell’adat- The three titles in this programme com- the leading actress of Santarellina who
tamento dalla ballata di Schiller Der plete the variegated genres of the series would remember that Frusta was the
Handschuh (Il guanto), Frusta ricrea ‘Serie d’Oro’ launched in 1909 with Turin production company’s true genius.
l’atmosfera romantica di corte con un Spergiura! and Nerone. Arturo Ambro- Claudia Gianetto
gran finale, purtroppo perduto, in cui sio viewed Frusta as a kind of living ency-
leoni veri tengono in sospeso il fiato clopedia, capable of writing or rewriting
dello spettatore. Nel 1911 D’Annun- any story locked up in his Screenplay Of-
zio – a fronte di un vantaggioso con- fice. For the adaptation of Schiller’s bal- IL GUANTO
tratto e senza scrivere una riga, a parte lad Der Handschuh (Il guanto), Frusta Italia, 1910 Regia: Luigi Maggi
exequatur e svolazzante firma in calce recreated a romantic court atmosphere
ai soggetti di Frusta – concede per la with a big finale, unfortunately lost, █
Sog.: dalla ballata Der Handschuh di
prima volta i suoi testi alla settima in which real lions keep viewers on the Friedrich Schiller. Scen.: Arrigo Frusta. F.:
arte: in Sogno di un tramonto d’autun- edge of their seats. In 1911 D’Annunzio Giovanni Vitrotti. Int.: Mary Cléo Tarlarini
no ritroviamo Mary Cléo Tarlarini, – under an advantageous contract and (Cunegonda), Giuseppe Gray (Delorge),
la prima diva dell’Ambrosio, perfetta without writing a line, save exequatur Mario Voller Buzzi, Alberto A. Capozzi,
nel ruolo di una Gradeniga misura- and a fleeting signature at the bottom of Mirra Principi, Oreste Grandi, Gigetta
ta, altera e vibrante di gelosia. Frusta Frusta’s screenplays – let one of his works Morano. Prod.: S.A. Ambrosio █
35mm.
non disdegna alcuna impresa e non be filmed for the first time: Sogno di D.: 15’. Didascalie tedesche / German
solo compie – con registi come Mag- un tramonto d’autunno features Mary intertitles Da: BFI – National Archive
█ █

gi, Rodolfi e Caserini – i primi passi Cléo Tarlarini, Ambrosio’s first star, per- Restaurato da / Restored by BFI – National
nel genere della commedia che tanta fectly playing the part of a restrained and Archive
fortuna avrà nel cinema italiano, ma haughty Gradeniga trembling with jeal-
dedica anche una cura non scontata ousy. Frusta did not look down upon any Il frammento sopravvissuto mostra
alla scrittura di comiche brevi. Il mano- project and, with directors like Maggi, il gioco crudele tra la sprezzante Cu-
scritto della sceneggiatura di Gigetta è Rodolfi and Caserini, he not only made negonda e l’appassionato Delorge,
gelosa (1914, film interamente perduto) the first foray into comedy, which would che inutilmente cerca di attrarre le
contiene un sorprendente monologo become a successful genre in Italian cin- sue attenzioni: “Signora, ogni giorno
da recitarsi (!? …) allo specchio, scritto ema, but also dedicated unusual care in vi prendete gioco di me ed io muoio

97
SOGNO DI UN TRAMONTO
D’AUTUNNO
Italia, 1911 Regia: Luigi Maggi


Sog.: dall’omonima pièce di Gabriele
D’Annunzio. Scen.: Arrigo Frusta. F.:
Giovanni Vitrotti. Int.: Mary Cléo Tarlarini
(Gradeniga), Mario Voller Buzzi (Orseolo),
Lola Visconti Brignone (Pantea), Antonietta
Calderari (Pentella), Gigetta Morano,
Giuseppina Ronco (ancelle di Gradeniga),
Filippo Costamagna, Oreste Grandi,
Paolo Azzurri, Ernesto Vaser (seguito di
Pantea). Prod.: S.A. Ambrosio █
35mm.
L.: 313 m. D.: 17’ a 18 f/s. Imbibito / Tinted.
Didascalie tedesche / German intertitles

Da: Museo Nazionale del Cinema, Torino

Restaurato da EYE Filmmuseum presso
il laboratorio Haghefilm a partire da una
copia nitrato colorata conservata da EYE
Filmmuseum (Desmet Collection). Copia
acquisita dal Museo Nazionale del Cinema
nel 1994 / Preserved by EYE Filmmuseum
Il guanto (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino) at Haghefilm laboratory from a colored
nitrate print preserved by EYE Filmmuseum
d’amore. Mettetemi alla prova. Per i The surviving fragment shows the cruel (Desmet Collection). Print acquired by
vostri begl’occhi son pronto a sfidare game between the disdainful Kunigund Museo Nazionale del Cinema in 1994
la morte”. Un soggetto proposto con and the passionate Delorges, who futilely
entusiasmo da Frusta ma in prima bat- seeks to capture her attention: “My lady, Gradeniga scopre che il suo amante
tuta bocciato da Ambrosio: una follia every day you make fun of me while I Orseolo la tradisce con Pantea. In un
proporre un altro film in costume e die from love. Test me. I would challenge crescendo di tensione gli spazi della
per di più con leoni vivi! Inaspettata- death for your beautiful eyes”. Frusta was messinscena restano distanti ma a por-
mente, dopo qualche mese, il ripen- very enthusiastic about the screenplay, tata di sguardi sempre più feroci. Frusta
samento: Frusta riceve l’incarico di but Ambrosio rejected it at first: it was disegna un fatale scollamento tra chi
completare in fretta la sceneggiatura. sheer madness proposing another peri- agisce ignaro e noncurante, chi osserva
Si può risparmiare sui ricchi costumi od film and with real lions! After a few e chi asseconda la follia omicida. Men-
(riciclati, pare, da un altro film) ma months, unexpectedly a new decision was tre i due amanti amoreggiano a bordo
per le fiere il prudente e parsimonioso made, and Frusta received instructions to di una nave in festa, Gradeniga man-
Ambrosio osa: in gran segreto ha già finish the screenplay quickly. They could da a chiamare una maga per vendicarsi
“scritturato un serraglio”. Ed è l’arrivo save money on the intricate costumes (ap- della rivale. Amore. Gelosia. Vendetta.
di Alfred Schneider con i suoi leoni, parently recycled from another film), but Morte. Temi purtroppo sempre attua-
divenuti poi parte della troupe negli for the beasts prudent and parsimonious lissimi, qui ambientati tra ovattate neb-
stabilimenti di Via Catania e attrazio- Ambrosio was willing to take a risk: he bie del Brenta, velluti dannunziani e
ne in numerose pellicole. In mezzo ai had secretly “engaged a menagerie”. Al- vascelli del peccato. Lei, altera dogares-
vivissimi leoni a scanso d’incidenti, fred Schneider showed up on the set with sa, lui, il solito playboy, l’altra la solita
che non mancheranno però su altri his lions, which became a part of the Via lussuosa e lussuriosa meretrice; invece
set, scende Schneider addobbato da Catania studio’s troupe and a feature of di una sbrigativa rivoltella, micidiali
Delorge che, recuperato il fatidico many films. For the sake of avoiding an spilloni conficcati in una statuetta di
guanto, recupera anche un po’ di buon accident, which would happen on other cera. Muore l’odiata rivale ma con lei
senso e il guanto lo scaglia in viso a sets, Schneider dressed up as Delorges re- muore anche l’amato, vittime della pas-
Cunegonda. trieves the fateful glove and, having also sione estrema di Gradeniga che, quasi
retrieved some common sense, throws in uno stato di nefasto incantamento,
Kunigund’s glove in her face. annienta e incenerisce l’amore stesso.

98
Sogno di un tramonto d’autunno (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino)

Gradeniga discovers that her lover Orse- the cocoon-like fog of the Brenta, D’An- SANTARELLINA
olo is cheating on her with Pantea. In a nunzian velvet and vessels of sin. She, a Italia, 1912 Regia: Mario Caserini
crescendo of tension, the space of the stag- haughty dogaressa, he, the usual playboy,
ing is vast but within reach of fierce looks. the other woman, the usual luxurious █
T. alt.: Mam’zelle Nitouche. Sog.:
Frusta devises a mortal division between and lustful courtesan; instead of a short dall’operetta Mam’zelle Nitouche di Henri
those who act unaware and carelessly, and to the point revolver, deadly pins are Meilhac e Albert Millaud. Scen.: Arrigo
those who observe and those who indulge stuck into a wax figure. The hateful rival Frusta. F.: Giuseppe Angelo Scalenghe.
in murderous madness. While the two dies, but so does Gradeniga’s beloved, the Int.: Gigetta Morano (Denise / Mam’zelle
lovers flirt aboard a pleasure boat, Grad- victim of her extreme passion. In a state Nitouche), Ercole Vaser (il maestro Celestino
eniga sends for a sorceress to take revenge of nefarious rapture, she annihilates and / Floridor), Mario Bonnard (tenente
on her rival. Love. Jealousy. Revenge. burns love itself. Fernand), Cesare Zocchi (maggiore
Death. Themes that are unfortunate- Chateaugibus), Lina Gobbi Cavicchioli
ly all too relevant today are set here in (madre superiora), Maria Brioschi

99
Santarellina (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino)

(Corinne), Ernesto Vaser (impresario del tro che collegio! In Santarellina tutto ville artist with a leading lady lover. The
teatro), Mario Voller Buzzi (un ufficiale), ruota intorno al gioco dello sdoppia- devout pupil and fiancée of an unknown
Serafino Vité (soldato ubriaco). Prod.: S.A. mento. La vitalità della fanciulla, la officer (amazing what a screen can do!)
Ambrosio 35mm. L.: 871 m. D.: 42’ a 18 f/s.

leggerezza del teatro, la goliardia della is also a lively singer and later the laud-
Didascalie italiane / Italian intertitles Da:

caserma si pongono a contrasto delle ed replacement of the capricious leading
EYE Filmuseum figure religiose e militari, comunque al lady in a joyful musical comedy. Did
tempo sacre e intoccabili. Se la com- someone day boarding school! In Santar-
Torino come Parigi, villa Rey sulla media ripresa agli inizi del Novecento ellina everything revolves around mistak-
collina torinese come elegante collegio fosse stata sceneggiata da uno scanzo- en identities. The young girl’s energy, the
delle ‘Hirondelles’ per garrule edu- nato Frusta contemporaneo, avremmo light heartedness of theatre and the ca-
cande. Il meschino maestro di musica potuto ritrovarci una badessa come maraderie of the barracks stand in stark
con aggiunta di parrucca e cilindro è pasciuta monaca di Monza, l’ufficia- contrast with the religious and military
anche un brillante autore di vaudeville letto e azzimati colleghi come lascivi characters, which are nevertheless both
con tanto di amante primadonna. La apache in localacci notturni. sacred and untouchable. Had this early
devota allieva promessa sposa a uno twentieth-century comedy been scripted
sconosciuto ufficiale (tanto può un Turin like Paris. Villa Rey set in the hills by a contemporary, laid-back Frusta, we
paravento!) è anche una vivace ragaz- of Turin as an elegant boarding school would have been seeing an abbess who
za canterina poi addirittura osannata of the ‘Hirondelles’ for garrulous school was a well-fed Nun of Monza and the
sostituta della bizzosa primadonna in girls. The pitiable music teacher, with officer and his dapper comrades as lasciv-
un’allegra commedia musicale. Al- wig and top hat, is also a brilliant vaude- ious apaches in shady nightclubs.

100
FUORI PROGRAMMA
UNSCHEDULED FILM

La storia di Lulù (Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino)

LA STORIA DI LULÙ testa agli uomini. Nulla di originale? ous to see the world. As soon as she can,
Italia, 1910 Dipende dai punti di vista. In questo Lulù splits from her parents and takes a
caso, il punto di vista è dai fianchi in train. With the right acquaintances in

Sog.: Arrigo Frusta. Prod.: S.A. Ambrosio giù, e le peripezie della nostra eroi- the city, she becomes a variety star and

File HD. D.: 5’. Bn. Didascalie inglesi / na sono narrate guardandole i piedi drives men crazy. Nothing new? That
English intertitles Da: Library of Congress

(anzi, le scarpe). Quando si dice che depends on point of view. In this case,
una trama è un cammino da percor- the perspective is from the hips down,
Lulù nasce e cresce in campagna, ma rere. Gustoso esempio di genere pe- and our heroine’s adventures are told
ha un animo ribelle e vuole conosce- destre. by watching her feet (well, her shoes
re il mondo. Appena può, rompe coi Andrea Meneghelli actually). When they say every story is
genitori e prende il treno. In città, a journey. A delightful example of the
grazie alle giuste conoscenze, diventa Lulù is born and bred in the country, pedestrian genre.
una stella del varietà e fa perdere la but her rebellious spirit makes her curi- Andrea Meneghelli

101
NAPOLI CHE CANTA
OMAGGIO A ELVIRA NOTARI
E VITTORIO MARTINELLI
Song of Naples. Tribute to Elvira Notari and Vittorio Martinelli

Programma a cura di / Programme curated by Elena Correra e Mariann Lewinsky


in collaborazione con / in collaboration with Kinothek Asta Nielsen e CSC – Cineteca Nazionale
Note di / Notes by Elena Correra, Daniela Currò, Monica Dall’Asta, Karola Gramann,
Mariann Lewinsky, Antonella Monetti, Maria Assunta Pimpinelli e Heide Schlüpmann

102
Il Papa è a Roma, ma Dio è a Napoli The Pope is in Rome, but God is in Naples
Jean Cocteau, su Carosello napoletano Jean Cocteau, on Carosello napoletano

Questa rassegna nasce come omaggio a due personalità This section was created as an homage to two important per-
importanti per il cinema napoletano: Elvira Notari (1875- sonalities of Neapolitan Cinema: Elvira Notari (1875-1946)
1946) e Vittorio Martinelli (1926-2008). La Notari è una and Vittorio Martinelli (1926-2008). Notari was one of the
delle prime e più prolifiche registe e produttrici italiane e first and most prolific female Italian directors and producers,
rappresenta al meglio con la sua Dora Film, l’impresa fami- and with her production house Dora Film, a family business
liare fondata assieme al marito Nicola, la produzione loca- founded alongside husband Nicola, she represents local Ne-
le napoletana, di grande rilevanza durante tutto il periodo apolitan film production at its best, which was of great im-
del muto. I Notari iniziano con la colorazione a mano di portance throughout the entire silent era. The Notaris started
pellicole straniere e con la produzione di ‘arrivederci’, brevi out hand-colouring foreign films and with the production of
corti da proiettare in coda agli spettacoli cinematografici. ‘arrivederci’ – short films projected at the end of cinematic
Negli anni Dieci si cimentano in film ‘dal vero’ e poi in lun- screenings. During the 1910s, they moved on to produce their
gometraggi a soggetto, spesso tratti dalle canzoni vincitrici first ‘dal vero’ (real life) films and subsequently feature films,
della Festa di Piedigrotta. Negli anni Venti espandono la often adapted from winning songs from the Piedigrotta Folk
loro attività oltreoceano, rivolgendosi al pubblico degli emi- Competition. In the 1920s, they expanded their activities over-
grati del sud Italia nelle Americhe. Proprio la musica sarà la seas, targeting Italian emigrant audiences in the Americas. In
matrice del nostro programma che va dal 1898 al presente fact, music has been chosen as the matrix for this programme,
e che propone film muti accompagnati dal vivo da nuove which runs from 1898 to the present day and which proposes
interpretazioni e composizioni della vitalissima scuola par- silent films accompanied by live music – new interpretations as
tenopea. Oltre ai film della Notari – dei circa sessanta film well as traditional performances of Neapolitan folk songs. In
ne sono sopravvissuti solo tre (quasi) completi oltre a qual- addition to the films of Notari – of approximately sixty films,
che frammento – vedremo una delle rare interpretazioni per only three (almost) complete films and a selection of fragments
il cinema di Raffaele Viviani, artista maestro della grande have survived –, we will also see a rare cinematic performance
tradizione teatrale napoletana; un cult della diva partenopea by Raffaele Viviani, a maestro of the great Neapolitan theatri-
Leda Gys; un film russo-francese girato a Napoli; il nuovo cal tradition; a cult film starring Neapolitan diva Leda Gys; a
restauro del musical sui generis Carosello napoletano; infi- Russo-French production filmed in Naples; the new restoration
ne Gatta Cenerentola, pluripremiato film d’animazione del of the unique musical Carosello napoletano; and finally, Gat-
2017, reinterpretazione in chiave moderna dello spettacolo ta Cenerentola, the multi-award winning 2017 animated
musicale del 1976 di Roberto De Simone e della sua Nuova film, a reinterpretation, with strong political undertones, of the
Compagnia di Canto Popolare, a sua volta ispirato a Lo cun- 1976 musical by Roberto De Simone and his Nuova Compag-
to de li cunti di Giambattista Basile (1634-36). nia di Canto Popolare, itself inspired by Lo cunto de li cunti
A dieci anni dalla morte ricordiamo con grande affetto e by Giambattista Basile (1634-36).
stima Vittorio Martinelli. Napoletano di nascita (e di indo- Ten years on from his death, we remember Vittorio Martinelli
le), storico e ricercatore per passione, dotato di una memo- with great affection and esteem. Neapolitan by birth (and by
ria prodigiosa e un’energia inesauribile, ha scritto numerosi nature), a passionate historian and researcher, gifted with a pro-
testi sul cinema muto e una storia del cinema napoletano digious memory and seemingly limitless energy, he wrote numer-
avvincente e dettagliata. Basava le sue ricerche sui documen- ous works on silent cinema and a fascinating detailed history of
ti originali d’epoca e ne era un collezionista formidabile; Neapolitan cinema. He based his research on original vintage
cercava e riusciva a incontrare i testimoni viventi del passa- documents, of which he was an avid collector; he sought out and
to, come Eduardo Notari, di cui ha raccolto i ricordi sulla met living witnesses of the past, such as Eduardo Notari, from
madre Elvira. La ricchissima collezione Martinelli, conser- whom he collected memories of his mother Elvira. The large and
vata dalla Cineteca di Bologna, è una fonte inesauribile che extremely rich Martinelli Collection, preserved at Cineteca di
anche in questa occasione ci offre i suoi tesori. Bologna, is an inexhaustible source that on this occasion has of-
Il programma riprende e continua il lavoro iniziato lo scorso fered us some of its many treasures. The programme resumes and
anno in un convegno e una rassegna dedicati a Elvira No- continues the work begun last year with a conference and section
tari, curati dalla Kinothek Asta Nielsen. Ringraziamo tutti dedicated to Elvira Notari, curated by the Kinothek Asta Niel-
coloro che abbiamo incontrato a Francoforte e che ci hanno sen. We wish to thank all those we met in Frankfurt, who since
da allora accompagnato con il loro sapere e la loro amicizia then have accompanied us with their knowledge and friendship
e tutti gli archivi che ci hanno concesso i loro film. as well as all the film archives that partecipate with their films.

Elena Correra e Mariann Lewinsky Elena Correra and Mariann Lewinsky

103
“Simm’e Napule e avimma fa’ ‘o cinema de’ napulitane!”: “We’re from Naples and we have to make Neapolitan cinema!”:
con questo motto Vittorio Martinelli inquadra l’approccio with this motto, Vittorio Martinelli defines Elvira Notari’s ap-
di Elvira Notari al cinema in un saggio del 1988 sulla pro- proach to cinema in a 1988 essay on Neapolitan productions in
duzione napoletana delle origini. the early days of cinema.
La casa di produzione della famiglia Notari, che prende il The Notari family production house, named Dora Film after
nome da Dora, una dei tre figli di Elvira e Nicola, in breve one of Elvira and Nicola’s three children, quickly became one of
tempo si trasforma in una delle più importanti case di pro- the most important production houses in Naples. Unfortunately,
duzione partenopee. I titoli sopravvissuti purtroppo sono very few titles have survived, almost all of which are preserved
pochissimi, tutti o quasi conservati dal CSC – Cineteca Na- at CSC – Cineteca Nazionale. Specifically, just three feature
zionale di Roma. Si tratta di soli tre lungometraggi e pochi length films and a small number of fragments. È piccerella
altri frammenti. È piccerella (1922), ‘A santanotte (1922) e (1922), ‘A santanotte (1922) and Fantasia ‘e surdato (1927)
Fantasia ‘e surdato (1927) sopravvivono in copie safety rea- have survived in safety prints made in 1968 by the Cineteca
lizzate nel 1968 dalla Cineteca Nazionale a partire da copie Nazionale from nitrate prints, which are no longer available.
nitrato oggi non più disponibili. Secondo le consuetudini As was common practise at that time, the films were copied onto
dell’epoca i film furono copiati su pellicola in bianco e nero, black and white film, with the loss of all indications useful for
con la perdita di indicazioni utili alla ricostruzione dello the reconstruction of the original colouration. For example, the
schema originale delle colorazioni. I materiali di preserva- preserved elements of Fantasia ‘e surdato present many obvious
zione di Fantasia ‘e surdato presentano ad esempio, nei toni traces of hand colouration in the grey tones, both on the images
del grigio, molte ed evidenti tracce di coloritura a mano, themselves as well as on the intertitles. However, in this case, the
sia sull’immagine che sui disegni delle didascalie, ma la ri- reconstruction of the colour schemes could only be carried out by
costruzione delle colorazioni potrebbe essere fatta solo per conjecture. Only in the case of ‘A santanotte, and thanks to the
congettura. Solo nel caso di ‘A santanotte, grazie all’indivi- identification of a tinted nitrate print at the George Eastman
duazione presso il George Eastman Museum di una copia Museum, was it possible in 2008, as part of the project Non
imbibita su supporto nitrato, nel 2008 è stato possibile solo dive. Pioniere del cinema italiano curated by Monica
effettuare, nell’ambito del progetto Non solo dive. Pioniere Dall’Asta and Associazione Orlando, to restore the film follow-
del cinema italiano a cura di Monica D’Asta e Associazione ing the colour scheme present on an original US distribution
Orlando, il restauro del film seguendo lo schema delle colo- copy.
razioni della copia di distribuzione statunitense. Among the surviving fragments, there also exists the beginning
Tra i frammenti sopravvissuti vi è la parte iniziale del lun- of the feature film L’Italia s’è desta (1927), which shows the co-
gometraggio L’Italia s’è desta (1927), donato da Eduardo louration typical of Dora Film, donated by Eduardo Notari to
Notari all’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del the Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema
Cinema che mostra le colorazioni tipiche della Dora Film, (AIRSC), and two ‘dal vero’ shorts: La festa della SS. Assunta
e due brevi ‘dal vero’: La festa della SS. Assunta ad Avelli- ad Avellino and La festa della Madonna della Libera a Trev-
no e La festa della Madonna della Libera a Trevico, databili ico, dated back to 1923 and recovered in the United States by
al 1923 e recuperati negli Stati Uniti da Fiorenzo Carullo. Fiorenzo Carullo. These nitrate fragments, with intertitles in
Questi frammenti nitrato con didascalie in doppia lingua, both Italian and English, are of particular interest as they offer
inglese e italiano, sono di particolare interesse perché of- us rare proof of the foreign distribution of Notari films, aimed
frono rarissima testimonianza della distribuzione all’estero, at Italian emigrants in the USA. It appears that in the 1920s,
per il mercato degli immigrati italo-americani, dei film della this audience was transformed from spectator to client: the
Notari. Pare che negli anni Venti questo pubblico si fosse Italian-American community commissioned Dora Film to pro-
trasformato da spettatore a committente: la comunità ita- duce short documentaries, depicting the places of origin of the
lo-americana commissionò alla Dora Film brevi documen- emigrants and rituals familiar to them. According to Vittorio
tari di pochi minuti, che dovevano ritrarre i luoghi d’origi- Martinelli, seven hundred of these films were produced, all of
ne degli emigrati e i riti a essi familiari. Secondo Vittorio which, until now, were believed lost. Vittorio would be pleased
Martinelli ne furono realizzati circa settecento, ma a oggi si to know that two of them have finally been found and restored.
riteneva fossero irrimediabilmente perduti. Vittorio sarebbe
lieto di sapere che due di essi sono finalmente stati ritrovati Daniela Currò and Maria Assunta Pimpinelli
e restaurati.

Daniela Currò e Maria Assunta Pimpinelli

104
THE TARANTELLA,
Vedute e arrivederci AN ITALIAN DANCE
Views and Bonsoirs Gran Bretagna, 1898 Regia: William
Kennedy-Laurie Dickson, Emile Lauste
Napoli e i suoi dintorni sono stati per
secoli oggetto di rappresentazione ar- █
F.: William Kennedy-Laurie Dickson,
tistica, visitati da sciami di viaggiatori Emile Lauste. Prod.: British Mutoscope
e turisti, e sono stati filmati fin dagli and Biograph Syndicate 35mm. L.: 18 m.

albori del cinema. Pittoresche vedu- D.: 40’’ Bn Da: EYE Filmmuseum

te della città, del Vesuvio, di Pompei


e della costiera amalfitana figuravano
nei cataloghi delle case di produzione
italiane e internazionali. Il programma EXCURSION EN ITALIE – DE
include copie provenienti dalla col- NAPLES AU VÉSUVE
lezione del filmmaker e distributore Francia, 1904
Fausto Correra (1889-1962), che fu-
rono proiettate a Napoli ai tempi di █
Prod.: Pathé Frères █
35mm. L.: 75
Elvira Notari. Presentiamo i due ‘bon- m. D.: 4’ a 16 f/s. Imbibito / Tinted.
soir’ della collezione Correra come un Didascalie spagnole / Spanish intertitles
omaggio alla più antica e perduta pro- █
Da: Fondazione Cineteca di Bologna
duzione della famiglia Notari. █
Restaurato da Cineteca di Bologna Fondazione Cineteca di Bologna presso il
Mariann Lewinsky presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata laboratorio L’Immagine Ritrovata a partire
a partire da una copia positiva imbibita da una copia positiva 35mm nitrato,
Naples and its surroundings have been / Restored by Cineteca di Bologna at imbibita e virata, conservata da Deutsche
represented in art for centuries, visit- L’Immagine Ritrovata laboratory from a Kinemathek / Digitally restored in 2015
ed by streams of travellers and tourists, tinted positive print by Fondazione Cineteca di Bologna at
and filmed from the very beginnings of L’Immagine Ritrovata laboratory from a
cinematography. Picturesque views of positive 35mm nitrate print, tinted and
the city, of Vesuvius, Pompeii and the toned, preserved by Deutsche Kinemathek
Amalfi Coast figured in the sales cata- LA FESTA DEI GIGLI A NOLA
logues of Italian and international film Italia, 1909
production companies. The programme
includes prints from the collection of █
Prod.: Cines 35mm. L.: 24 m (L. orig.:

[BUONA SERA FIORI]
Neapolitan filmmaker and distributor 70 m). D.: 1’ a 17 f/s. Bn Da: Cineteca
█ █
35mm. L.:19 m. D.: 1’ a 16 f/s. Bn
Fausto Correra (1889-1962) that were di Bologna Restaurato da Cineteca di

screened there in Elvira Notari’s times. Bologna presso il laboratorio L’Immagine [BUONA SERA SIGNORINA
The two ‘bonsoir’ from the Correra col- Ritrovata a partire da un frammento BONELLI]
lection are screened as a tribute to the negativo proveniente dal Fondo Fausto █
35mm. L.: 16 m. D.: 1’ a 16 f/s. Bn █
Da:
early lost productions of such films of the Correra / Restored by Cineteca di Bologna Cineteca di Bologna
Notari family. at L’Immagine Ritrovata laboratory from
Mariann Lewinsky a negative fragment belonging to the Restaurati nel 2010 da Fondazione Cineteca
Fausto Correra collection di Bologna e Museo Nazionale del Cinema,
Torino presso il laboratorio L’Immagine
NEAPOLITAN DANCE AT THE Ritrovata a partire da una copia positiva
ANCIENT FORUM OF POMPEII su supporto nitrato proveniente dal Fondo
Gran Bretagna, 1898 Regia: William [ITALIEN 1911 – NAPOLI] Fausto Correra, depositato presso la
Kennedy-Laurie Dickson, Emile Lauste Francia, 1911 Cineteca di Bologna / Restored in 2010 by
Cineteca di Bologna and Museo Nazionale

Prod.: Mutoscope and Biograph Syndicate █
DCP. D.: 3’. Imbibito / Tinted. Didascalie del Cinema, Torino at L’Immagine Ritrovata

35mm. D.: 35’’. L.: 14 m. Bn Da: BFI –

tedesche / German intertitles █
Da: laboratory from a positive nitrate print
National Archive Fondazione Cineteca di Bologna █
belonging to the Fausto Correra collection
Restaurato digitalmente nel 2015 da at Cineteca di Bologna

105
LA FESTA DELLA S.S. Fortunatamente ci sono le canzoni, e Antonella Monetti, napoletana, è at-
ASSUNTA IN AVELLINO / posso fare da cantattrice come Luisella trice, regista e musicista. Insieme al
VIEW OF AVELLINO Viviani, la nostra capostipite. Un amore violinista Michele Signore, ha curato
LA FESTA DELLA MADONNA selvaggio è il mio terzo lavoro su Vivia- l’elaborazione e l’esecuzione delle mu-
LIBERA DI TREVICO / ni. Il primo, E’ ffeste ammare – titolo siche di Un amore selvaggio.
VIEW OF TREVICO dell’ultimo quadro di Napoli in Frack –,
Italia, 1923? è stato tratto da opere dedicate ai quar- For Neapolitan theatrical actors, Vivi-
tieri della città, ai loro mutamenti: si de- ani is a master – in prose, music, poetry,

Prod.: Dora Film DCP. D.: 14’. Col.

scrive una festa marinara, un festival di irony, but above all in the social criticism
Didascalie inglesi e italiane / Italian and canzoni cantate da barchette addobbate expressed by his theatre. For those of my
English intertitles Da: CSC – Cineteca

di fronte al pubblico raccolto in spiag- generation, it is the seed of our torment:
Nazionale Restaurato nel 2018 da CSC

gia, con la commissione di giudici sulla the language is impenetrable; the choral
– Cineteca Nazionale (coll. Fiorenzo loggia che assegna il premio al cantante scenes have too many characters for our
Carullo) a partire da una copia nitrato con più bravo sulla barca più bella. Nel mio means. Luckily, there are the songs, and
imbibizioni e coloriture a mano / Restored spettacolo, ambientato davvero in riva like Luisella Viviani, our forebearer, I
in 2018 by CSC – Cineteca Nazionale al mare, coi cantanti sui gozzi e gli attori too can be a singer-actress. Un amore
(Fiorenzo Carullo Collection) from a tinted sul pontile, la trionfatrice del festival era selvaggio is my third work on Viviani.
and hand-coloured nitrate print un personaggio che l’autore chiama la The first, E’ ffeste ammare – the title of
‘posteggiatrice’ (a Napoli quasi un sino- the last scene in Napoli in Frack –, was
nimo di seduzione e, nel caso di musi- an excerpt of works dedicated to the city’s
cisti itineranti, l’arte era quella di capire neighbourhoods and the changes they
a colpo d’occhio quale fosse il tavolo were undergoing; it depicts a maritime
più generoso e con quali canzoni sod- festival, with singers on decorated boats,
disfarlo) e che ci prendemmo la licenza the audience sitting on the beach, and a
di chiamare Dolores Melodia. Resusci- panel of judges, tasked with awarding a
tato dalla pagina scritta nel 1927, que- prize to the best singer on the most beau-
sto personaggio ormai è il mio alter ego tiful boat, watching from the loggia. In
musicale. Rispondo al telefono ma cer- my show, staged on the waterfront, with
cano Dolores, alcuni amici mi chiama- singers on fishing boats and actors on the
no perfino Dolly. Racconto questo per pier, the festival winner is a character the
La festa della S.S. Assunta in Avellino fare un esempio di quanto l’energia e la author calls ‘la posteggiatrice’ (in Naples,
fortuna del maestro continui a permea- almost a synonym of seduction, and in
re i gesti di noi, suoi pronipoti. Il secon- the case of itinerant musicians the art lay
do lavoro, la piccola banda urbana dei in understanding at a glance which was
Devoti a Viviani, ha una vocazione an- the most generous table and what songs
UN AMORE SELVAGGIO cor più stradaiola, dato che addirittura would satisfy it), whom we took the lib-
Italia, 1912 riportiamo i personaggi dal palcosceni- erty of calling Dolores Melodia. Resusci-
co nuovamente in strada, suonando in tated from pages written in 1927, this

Int.: Raffaele Viviani (Giuseppe), Luisella dieci sull’Apecar, Dolores in testa, come character has since become my musical
Viviani (Carmela), Giovanni Grasso i questuanti della Madonna dell’Arco. alter ego. When I answer the phone they’re
(Alessandro). Prod.: Cines 35mm. L.:

Adesso potete capire quanto possa esse- looking for Dolores; some friends even call
445 m. D.: 21’ a 18 f/s. Imbibito / tinted. re emozionante la visione di questa pel- me ‘Dolly’. I’m telling you this to show just
Didascalie olandesi / Dutch intertitles Da:

licola del 1912, con un Raffaele Viviani how much the master’s energy and success
EYE Filmmuseum giovanissimo e una straordinaria Lui- still permeates our gestures; we are his
sella. Una vicenda (ops!) campagnola: grandchildren. My second creation, the
Per i teatranti napoletani Viviani è il due fratelli, a disagio in una posizione small urban musical group Devoti a Viv-
maestro, per la prosa, per la musica, per sociale subalterna, sfidano il padrone iani is even more street-based, as we bring
la poesia, per l’ironia, ma soprattutto Alessandro, Giuseppe non vuole lavora- the musicians from the stage to the street
per la critica sociale che la sua opera re per forza, Carmela vuole il suo amore itself, ten of them performing on the back
esprime. Per quelli della mia genera- per forza, ma sentimenti e caratteri non of a Piaggio Ape. Dolores leads them, like
zione è un tarlo, la lingua è impervia, nascondono il conflitto di classe. Vivia- the beggars of Madonna dell’Arco.
scene corali con troppi personaggi per ni è sempre Viviani. Now you understand how exciting it can
le economie del teatro contemporaneo. Antonella Monetti be watching this 1912 film, with a very

106
di Nanninella, una ragazza sfruttata
e maltrattata dal padre, che lei man-
tiene con il suo salario di cameriera.
Costretta a sposarsi con un uomo che
non ama nel disperato tentativo di sal-
vare il suo innamorato da un’accusa di
omicidio, Nanninella è destinata a una
fine tragica, che spinge i toni patetici
del film fino a un vero e proprio apice
parossistico: pugnalata nel giorno del
suo matrimonio, in abito da sposa,
nella migliore tradizione della sceneg-
giata napoletana.
In questo “dramma popolare passiona-
le” (come recita il sottotitolo) che fu
uno dei più grossi successi della Dora
Film, recita anche il figlio di Elvira e
Nicola Notari nel ruolo di Gennariel-
lo, presenza fissa in quasi tutti i loro
film, vera e propria ‘maschera’ seriale
del melodramma notariano. Un par-
Un amore selvaggio ticolare interesse rivestono le riprese
in esterni, di sapore quasi documen-
young Raffaele Viviani and an extraordi- (madre di Tore). Prod.: Dora Film (serie taristico, che collocano la sventurata
nary Luisella. A countryside adventure: Grandilavoripopolari) █
35mm. L.: 1257 storia di Nanninella nel contesto del-
two siblings, ill at ease in a subordinate m. D.: 61’ a 18 f/s. Col. Didascalie italiane la Napoli popolare del tempo. Ma il
social position, challenge the owner Ales- / Italian intertitles Da: CSC – Cineteca

film colpisce soprattutto per l’inusuale
sandro; Giuseppe doesn’t want to work for Nazionale █
Restauro fotochimico prospettiva che fornisce sulla vita delle
him, while Carmela wants to force him to realizzato nel 2008 da CSC – Cineteca donne appartenenti agli strati più po-
love her. However, class conflict isn’t hid- Nazionale, George Eastman Museum e veri e disagiati della società, quasi un
den by emotions and characters. Viviani Associazione Orlando presso il laboratorio atto d’accusa lanciato contro la violen-
remains always Viviani. L’Immagine Ritrovata / Photochemical za della cultura patriarcale.
Antonella Monetti restoration carried out in 2008 by CSC Il restauro è stato realizzato nell’ambi-
– Cineteca Nazionale, George Eastman to del progetto Non solo dive. Pioniere
Antonella Monetti is a Neapolitan ac- Museum and Associazione Orlando at del cinema italiano, dedicato alla risco-
tress, director and musician. Together L’Immagine Ritrovata laboratory perta del contributo femminile all’in-
with the violinist Michele Signore she dustria cinematografica nazionale del
was responsible for the arrangement and Tratto da un popolare successo del- periodo muto.
performance of the music for Un amore la canzone napoletana, ‘A santanotte Monica Dall’Asta
selvaggio. è uno dei rari film tuttora visibili tra
quelli diretti da Elvira Notari alla Dora Based on a popular Neapolitan song, ‘A
Film e un esempio particolarmente santanotte is one of the few films direct-
rappresentativo della sua produzione. ed by Elvira Notari at Dora Film that
‘A SANTANOTTE Il film viene presentato in una copia can be seen today. It is also an illustra-
Italia, 1922 Regia: Elvira Notari a colori ricavata nel 2008 da due di- tive example of her work. The print of
versi elementi: un controtipo bianco the film we will be screening is a colour

Sog.: dalla canzone omonima di Eduardo e nero depositato presso la Cineteca print made in 2008 from two separate
Scala e Francesco Buongiovanni. Scen.: Nazionale e una copia nitrato, con elements, a black and white duplicate
Elvira Notari. F.: Nicola Notari. Int.: indicazione delle colorazioni, ritrovata preserved at Cineteca Nazionale and
Eduardo Notari (Gennariello), Rosé presso gli archivi della George East- a nitrate print indicating the colour
Angione (Nanninella), Alberto Danza man House. Rosé Angione, una delle processes used, found in the archives of
(Tore Spina), Carluccio (studente attrici uscite dalla scuola di recitazione George Eastman House. Rosé Angione,
della scuola di recitazione), Elisa Cava di Elvira Notari, vi interpreta il ruolo one of the actresses who studied at El-

107
È piccerella è il diario di un amore tra
la bella e fatua Margaretella e l’onesto
Tore. Quando conosce la ragazza, questi
rimane diviso tra la consuetudine e gli
affetti familiari e le richieste di doni e di
fantasia della fidanzata. Infine, accortosi
del tradimento di lei e dopo il fallimen-
to della sua azienda causato dalle spese
smodate di Margaretella, la uccide.
Per prima cosa bisogna chiarire che
il vero lavoro dei napoletani, tuttora,
è il vivere bene. […] Come la gran
parte dei napoletani, Margaretella è
impegnata sopratutto a vivere. In que-
sto si discosta nettamente dalla dark
lady americana. Il lusso non le serve
all’accumulo di denaro. Piuttosto è
un mezzo che le procura dei piaceri.
Anche il suo dongiovannismo senti-
mentale risulta ben distante da quel-
lo della femme noire. Non tende alla
‘A santanotte distruzione del maschio, bensì questa
è un’ineluttabile conseguenza del suo
vira Notari’s acting school, plays the part italiano (2008), dedicated to the redis- desiderio di vita e di libertà. Margare-
of Nanninella, a young girl exploited and covery of women’s contributions to the tella non è una gran dama o un’aman-
abused by her father, whom she maintains national cinema industry during the te di stampo dannunziano: sa che nel
with her waitress salary. Forced to mar- silent film era. Sud, se ci si fidanza, si rischia una sorta
ry a man she does not love in a desperate Monica Dall’Asta di ergastolo tra le quattro mura dome-
attempt to save her beloved from being stiche. E così, scissa tra il ‘vorrei ma
accused of murder, Nanninella is destined non posso’, oscilla con disinvoltura tra
to a tragic end, and the film’s moving tone un fidanzato e l’altro. Aggiungiamoci
is brought to a violent climax: stabbed on È PICCERELLA un pizzico di egocentrismo e di vanità:
her wedding day in her bridal gown in Italia, 1922 Regia: Elvira Notari l’inno alla libertà diventa un inno alla
the finest tradition of Neapolitan melo- femminilità gioiosa, alla mondanità
dramas. █
Sog.: dalla canzone omonima di Libero di stampo bovaristico, all’esibizione
This “popular drama of passion” (as the Bovio, Salvatore Gambardella. Scen.: tutto sommato innocente di riccioli e
intertitle describes it) was one of Dora Elvira Notari. F.: Nicola Notari. Int.: Rosé gioielli. Ciò che la condanna sono la
Film’s biggest hits. Elvira and Nicola Angione (Margaretella), Alberto Danza ‘guapperia’ e l’amor di mamma, il con-
Notari’s son also starred in this film as (Tore), Eduardo Notari (Gennariello), Elisa formismo e il perbenismo.
Gennariello. He would become a fixed Cava (la madre di Gennariello e Tore), Enza Troianelli, Elvira Notari pioniera
feature of almost all their films, a kind Sig.ra Duval (Rosa), Antonio Palmieri del cinema napoletano (1875-1946),
of Notari melodrama stock character. (Carluccio). Prod.: Dora Film DCP. D.: 62’.

Euroma, Roma 1989
The external shots are of great interest Bn. Didascalie italiane / Italian intertitles

with their quasi-documentary qualities, Da CSC – Cineteca Nazionale Restaurato



È piccerella is the diary of a love be-
grounding the ill-fated story of Nan- in 4K nel 2018 da CSC – Cineteca Nazionale tween the beautiful and frivolous Mar-
ninella in working class Naples of that con il sostegno di ZDF/ARTE a partire garetella and the honest Tore. After
time. What it is particularly striking dal duplicato negativo stampato nel meeting the girl, he is torn between his
about the film is its unusual perspective 1968 da una copia nitrato imbibita, non daily habits and his affection for his
on the life of women belonging to the più disponibile / Restored in 4K in 2018 family and his girlfriend’s fantasies and
poorest classes and its criticism of the vi- by CSC – Cineteca Nazionale with the requests for gifts. Finally, realising that
olence of a patriarchal culture. support of ZDF/ARTE from the negative Margaretella has betrayed him and that
The restoration was part of the project duplicate copy, printed in 1968 from a now his business failed as a result of her ex-
Non solo dive. Pioniere del cinema unavailable tinted nitrate print penses, he kills her.

108
intertitles were reconstructed and inserted
into this restored version

“Non avevo ancora sedici anni, ma già


ero abbastanza ricercato per le feste
di piazza, cantavo ‘a fronna ‘e limone’
(canzoni a dispetto) e, a volte, venivo
anche a recitare nelle sceneggiate. Un
giorno, nella Galleria Umberto di Na-
poli, che qualcuno aveva soprannomi-
nato ‘l’ombrello dei pidocchi’, assieme
a tanti artisti disoccupati, ero in attesa
della provvidenziale ‘chiamata’ quan-
do vedo avvicinarsi due uomini, uno
alto, un lumacone, l’altro piccolo, con
gli occhialini a pince-nez. Mi vedono e
uno dice all’altro: ‘Eccolo, è lui!’. Ebbi
la sensazione che si trattasse di due
sbirri. Non avevo niente da rimprove-
rarmi, ma poiché non si sa mai, ab-
bozzai una fuga. Il lumacone mi rag-
giunse, mi afferrò per la collottola e mi
È piccerella disse: ‘Guagliò, te vo’ abbuscà trenta
lire ‘o juorno pe’ na ventine e juorne?’
First, we must clarify that the true work Enza Troianelli, Elvira Notari pioniera (ragazzo, vuoi guadagnare trenta lire
of Neapolitans, even today, is living well. del cinema napoletano (1875-1946), al giorno per venti giorni?). ‘E ch’ag-
[…] Like most Neapolitans, Margare- Euroma, Roma 1989 gia fà?’ (Che dovrei fare?). ‘O frate e
tella is above all busy living. In this re- Leda Gys’ (Il fratello di Leda Gys). La
gard, she differs strongly to the dark lady paura mi passò d’incanto e fu così che
of American cinema. Luxury is not a debuttai nel cinema. I due erano Li-
means of accumulating money, rather of VEDI NAPULE E PO’ MORI! vio Pavanelli, il lumacone, alto quasi
procuring pleasure. Even her sentimen- Italia, 1924 Regia: Eugenio Perego due metri, e Perego, il regista del film,
tal fooling around is far distant to that che tutti chiamavano ‘’o Prufessore’ (il
of the femme noire. She takes no interest █
Scen.: Eugenio Perego. F.: Vito Armenise. Professore)”. Così Nino Taranto ricor-
in the destruction of the male, although Int.: Leda Gys (Pupatella), Livio Pavanelli dava a chi scrive il suo esordio in que-
this is an inescapable consequence of her (Billy), Nino Taranto (il fratello di sto film prodotto da Gustavo Lombar-
desire for life and liberty. Margaretella Pupatella). Prod.: Lombardo Film 35mm.

do, un’altra perla di quel cinema po-
is neither a fine lady nor a lover from a L.: 1190 m. D.: 57’ a 18 f/s. Col. Didascalie polare napoletano di cui Leda Gys era
D’Annunzian novel: she knows that in italiane / Italian intertitles Da: Fondazione

l’incontrastata reginetta e che i critici
the South of Italy, if a girl gets engaged Cineteca di Bologna Restaurato nel 2000

snobbavano con stupida supponenza.
she risks a kind of domestic imprison- da Cineteca di Bologna e Fondazione Vittorio Martinelli
ment within the four walls of the home. Cineteca Italiana con il contributo di
And so, torn by this ‘I wish I could, but I Goffredo Lombardo presso il laboratorio “I wasn’t even sixteen years old, but I was
can’t’, she impertinently swings from one L’Immagine Ritrovata a partire da una already quite requested for celebrations
boyfriend to the next. To this, we add a copia positiva originale nitrato imbibita in the town square, I sang ‘a fronna ‘e
pinch of self-centredness and vanity: the e priva di didascalie; le didascalie sono limone’ (mocking songs) and sometimes I
hymn to freedom becomes an anthem state ricostruite e inserite nella versione was asked to act in the ‘sceneggiate’. One
to joyous femininity, to a Bovary-esque restaurata / Restored in 2000 by Cineteca day in Naples, I was waiting along with a
worldliness, and to, all things considered, di Bologna and Fondazione Cineteca bunch of unemployed artists for the prov-
an innocent exhibitionism of curls and Italiana with funding provided by Goffredo idential ‘call’ in the Galleria Umberto,
jewels. She is condemned by a combina- Lombardo at L’Immagine Ritrovata which someone had nicknamed ‘the lous-
tion of bullying behaviour and motherly laboratory from an original tinted positive es’ umbrella’, when I saw two men com-
love, by conformism and respectability. nitrate print without intertitles; the ing my way. One was tall and slug-like,

109
Vedi Napule e po’ mori!
110
and the other was short and wearing little troburgo. In Francia girò quattro film,
pince-nez glasses. They saw me and one tra il 1924 e il 1925, poi il suo nome
cried to the other: ‘There he is, that’s him!’. scomparve completamente. Mentre
I had a feeling they were cops. I had noth- i film di molti suoi colleghi più noti
ing to hide, but since you can never be e celebrati oggi sono da considerarsi
sure, I made a faint attempt to flee. The perduti, i quattro di Nadejdine sono
big slug caught up to me, grabbed me by fortunamente giunti fino a noi e nelle
the nape of my neck and said: ‘Guagliò, condizioni migliori, dopo un accurato
te vo’ abbuscà trenta lire ‘o juorno pe’ na restauro della Cinémathèque française.
ventine e juorne?’ (Hey, boy, would you Nadejdine venne a Napoli a girare
like to make thirty lire a day for twenty Naples au baiser de feu nel 1924, por-
days?). ‘E ch’aggia fà?’ (For doing what?). tandosi dietro due attori la cui scelta
‘O frate e Leda Gys’ (Leda Gys’ brother). appare perfetta: Gina Manès, nei panni
My fear dissolved into fascination and della seducente Costanzella e il trucu-
that’s how I debuted in cinema. The two lento Gaston Modot in quelli di un
men were Livio Pavanelli, the big slug mendicante imbroglione. Il film non ha
who was almost two metres tall, and Per- nulla da invidiare alla produzione della
ego, the film director who everyone called Notari, di Rotondo o di Del Colle: Na-
‘’o Prufessore’ (The Professor)”. That is dejdine porta la macchina da presa in
how Nino Taranto told the writer of his una Napoli anni Venti in tutto il suo the seductive Costanzella, and the grim
start in this film produced by Gustavo solare splendore e la sua tragica condi- Gaston Modot as a swindling begger.
Lombardo, another jewel from Neapol- zione sociale; da notare la presenza in The film is no less remarkable than pro-
itan popular film which saw Leda Gys un’inquadratura di Teresa Fusco, la ‘zi ductions by Notari, Rotondo or Del Col-
as its uncontested queen and which was Teresa’ del celebre ristorante del Borgo le: Nadejdine brings the camera into the
snubbed by critics with stupid disdain. Marinari dove si svolgono varie scene. heart of 1920s Naples, in all of its sunny
Vittorio Martinelli Naples au baiser de feu non superò l’e- splendour and tragic social conditions;
same alla censura: a quasi un secolo di worth mentioning is a fleeting appear-
distanza ripariamo al torto. ance by Teresa Fusco, the ‘zi Teresa’ of
Vittorio Martinelli the famous Borgo Marinari restaurant,
NAPLES AU BAISER DE FEU where a number of scenes are set.
Francia, 1925 Regia: Serge Nadejdine Serge Nadejdine is one of the many Russian Naples au baiser de feu was not passed fit
filmmakers who moved to France following by the Italian film censor: almost a centu-

Sog.: dal romanzo omonimo di Auguste the Revolution. Almost nothing is known of ry later, we are redressing the wrong.
Bailly. F.: Maurice Forster, Gaston Chelle. his work in his homeland: born in 1880, Vittorio Martinelli
Int.: Gina Manès (Costanzella), Gaston he must have acted in and directed a num-
Modot (Pinattucchio), Aline Dunin (Sylvia ber of films prior to 1917, however his
d’Andia), Georges Charlia (Antonio name does not appear in any records.
Arcella), Vera Kanchielova (la marchesa We do know for certain that he was a FANTASIA ‘E SURDATO
d’Andia). Prod.: Films Legrand 35mm. L:

ballet master, staging a number of shows Italia, 1927 Regia: Elvira Notari
1497 m (incompleto, l. orig.: 1880 m). D.: 66’ at the Imperial Aleksandrinskij Theatre
a 20 f/s. Col. Didascalie francesi / French in St. Petersburg. In France, he directed █
Sog.: dal monologo Er fattaccio di
intertitles Da: Cinémathèque française

four films between 1924 and 1925, and Amerigo Giuliani e dalla canzone Fantasia
then his name disappeared completely. ’e surdato di Beniamino V. Canetti e
Serge Nadejdine è uno dei tanti cineasti However, while the films of many of his Nicola Valente. Scen.: Elvira Notari. F:
russi giunti in Francia dopo la rivolu- more famous and celebrated colleagues Nicola Notari. M.: Elvira Notari, Nicola
zione. Della sua attività in patria non are now considered lost, Nadejdine’s four Notari. Int.: Edoardo Notari (Gennariello),
si sa quasi nulla: nato nel 1880, sarebbe films are fortunately still with us and in Geppino Iovine (Giggi), Oreste Tesorone,
stato attore e anche regista di qualche great condition, thanks to a careful resto- Lina Cipriani. Prod.: Dora Film █
35mm
film prima del 1917, ma il suo nome ration by Cinémathèque française. L.: 625 m (incompleto, l. orig.: 1067 m).
non risulta in alcun repertorio. Più cer- Nadejdine came to Naples to shoot Na- D.: 28’. Bn. Didascalie italiane / Italian
ta è la sua attività di maestro di ballo e ples au baiser de feu in 1924, bringing intertitles Da: CSC – Cineteca Nazionale

inscenatore di alcuni spettacoli al teatro with him two actors whose casting was █
Preservazione digitale realizzata nel 2018
imperiale Aleksandrinskij di San Pie- perfect for their roles: Gina Manès as da CSC – Cineteca Nazionale a partire da

111
been hard earned by his brother – along
with gold jewellery, is overwhelmed by
shame and despair and commits suicide.
He leaves behind a letter for his loved
one asking her to give back the enclosed
jewellery to his mother. But Rosa with-
holds the letter and accuses Gennariello
of fratricide, supposedly out of revenge
for having been rejected by the family.
The police take him off to jail, “the grave
of so many lives”. To escape that grave,
Gennariello volunteers to serve at the
front. The scene in which the camping
soldiers, accompanied by their comrades
on guitars and mandolins, start to sing
songs from their respective homelands
is impressively worked out in the film.
Gennariello is wounded. Back home
Rosa feels a sense of remorse and pity for
the old mother; she gives her the letter she
had concealed and admits the deception
to the police. In the end, Gennariello
is rehabilitated. Rosa, the mother and
Fantasia ‘e surdato Gennariello are united around Giggi’s
grave.
un duplicato negativo in bianco e nero, finisce in carcere, “la tomba di tante Karola Gramann and Heide
stampato nel 1968 da una copia nitrato vite”, e per sottrarvisi parte volontario Schlüpmann
d’epoca dipinta a mano, ad oggi non più per il fronte. È di grande effetto la sce-
conservata / Digital preservation in 2018 na nell’accampamento militare in cui i
made by CSC – Cineteca Nazionale from soldati, accompagnati alla chitarra e al
a B&W duplicate negative, printed in 1968 mandolino dai commilitoni, iniziano Collages
from a vintage hand coloured nitrate print, a cantare canzoni dei rispettivi paesi
which is no longer preserved natali. Gennariello viene ferito. Intan- L’Italia s’è desta e Napoli sirena della
to Rosa, che prova rimorso e pietà per canzone sono montaggi di frammenti
Una fascinosa fioraia offre agli uomi- l’anziana madre di lui, le consegna la da film non identificati di Elvira Nota-
ni “i fiori del suo giardino e della sua lettera e confessa l’inganno alla polizia. ri. Senza dubbio un diligente raffronto
passione”. Giggi si lascia sedurre, ma Alla fine Gennariello viene riabilitato. con le fotografie dei film perduti di
poi “qualcuno gli ruba l’amore”. Giggi Rosa, la madre e Gennariello si riuni- Notari consentirebbe di identificare la
vive con la madre e il fratello Genna- scono sulla tomba di Giggi. fonte di molti dei frammenti; ma dav-
riello, che lavora insieme a lui in una Karola Gramann e Heide vero dobbiamo o vogliamo farlo? La
bottega. Si innamora di nuovo, stavol- Schlüpmann seconda vita come found footage ren-
ta di Rosa, donna esperta e piuttosto de loro uno splendido servizio. Non
scostumata. Anche lei gli preferisce A charming flower seller offers men “the più imbrigliate in una narrazione,
un altro. Giggi, che aveva rubato alla flowers of her garden and her passion”. queste immagini ci appaiono ancor
madre i gioielli e il denaro dal fratello Giggi allows himself to be seduced, but più suggestive e intense, come i testi
guadagnato lavorando duramente, si then suddenly “someone steals his love”. delle canzoni cui, nei tardi anni Venti,
suicida per la vergogna e la dispera- Giggi lives with his mother and broth- fornivano un accompagnamento vi-
zione, lasciando all’amata una lettera er and is employed with the latter in a sivo. Inoltre, dei film Notari colorati
in cui le chiede di restituire i gioielli workshop. He falls in love again, this a mano così spesso evocati dalla tra-
alla madre. Ma Rosa tace della lettera e time with Rosa, an experienced women dizione, nulla è sopravvissuto tranne
accusa Gennariello di fratricidio, pro- with a rather loose lifestyle. She also turns alcune scene e paesaggi compresi in
babilmente per vendicarsi della fami- to another lover. Giggi, who had stolen queste due selezioni.
glia che non l’ha accettata. Il giovane money from his mother – which had Mariann Lewinsky

112
texts of the songs they used to accompany
as visuals in the late 1920s.
Incidentally, of the hand coloured films
so often mentioned in the Notari lore,
nothing has survived except several scenes
contained in these two compilations.
Mariann Lewinsky

L’ITALIA S’È DESTA


Italia, 1927 Regia: Elvira Notari


Scen.: Elvira Notari. F.: Nicola Notari. Int.:
Eduardo Notari (Gennariello), Gennaro
Santoro, Clara Boni, Eduardo Pensa,
Oreste Tesorone. Prod.: Dora Film 35mm.

L.: 175 m (l. orig.: 1820 m). D.: 9’ a 18 f/s.


Col Da: CSC – Cineteca Nazionale (fondo

AIRSC – Associazione italiana per le


ricerche di storia del cinema) Frammento

identificato nel 2008 in un rullo donato ad


L’Italia s’è desta AIRSC da Eduardo Notari. Il positivo safety
Eastmancolor riproduce le originarie
colorazioni del film, per imbibizione e a
pochoir / Fragment identified in 2008 in a
reel donated to AIRSC by Eduardo Notari.
The safety positive Eastmancolor print
reproduces the original tinted and stencil
colorations of the film

NAPOLI SIRENA DELLE


CANZONI
Italia, 1929 Regia: Elvira Notari


Scen.: Elvira Notari. F.: Nicola Notari. Int.:
Salvatore Papaccio, Gennaro Mongelluzzo,
Eduardo Notari (Gennariello) e altri
cantanti napoletani. Prod.: Dora Film

35mm. L.: 375 m. D.: 16’ a 20 f/s. Bn e
pochoir / B&W and stencil. Didascalie
italiane / Italian intertitles Da: Fondazione

Cineteca di Bologna Restaurato a partire


Napoli sirena delle canzoni dalla copia nitrato donata da Eduardo


Notari a Vittorio Martinelli / Restored from
Both L’Italia s’è desta and Napoli sirena good part of the source films of these frag- a nitrate print donated by Eduardo Notari
della canzone are compilations of frag- ments; but do we want or need to know? to Vittorio Martinelli
ments of several unidentified films by El- Their secondary life as found footage col-
vira Notari. A diligent comparison with lages suits them so well. No longer embed-
film stills from lost works by Notari would ded in a coherent narrative they appear
without any doubt allow us to identify a even more suggestive and intense, like the

113
Carosello napoletano

Loren (Sisina). Prod.: Carlo Ponti per Lux film è l’unico – per rigore e felicità
Film DCP. D.: 129’. Versione italiana con

nell’invenzione scenografica e coreo-
CAROSELLO NAPOLETANO sottotitoli inglesi / Italian version with grafica, ricchezza di costumi (di Maria
Italia, 1953 Regia: Ettore Giannini English subtitles Da: Fondazione Cineteca

de Matteis) legami forti con la tradi-
di Bologna Restaurato da Cineteca di

zione musicale, integrazione perfetta

Scen.: Ettore Giannini, Giuseppe Marotta, Bologna e The Film Foundation presso tra regia teatrale e cinematografica – in
Remigio Del Grosso. F.: Piero Portalupi. il laboratorio L’Immagine Ritrovata con grado di competere, da pari a pari, con
M.: Nicolò Lazzari. Scgf.: Mario Chiari. il contributo di Hollywood Foreign Press i grandi musical americani. Prenden-
Mus.: Raffaele Gervasio. Int.: Léonide Association / Restored by Cineteca di do a motivo conduttore la storia della
Massine (Antonio Petito, Pulcinella), Bologna and The Film Foundation at famiglia di un cantastorie ambulante
Achille Millo (figlio di Pulcinella), Clelia L’Immagine Ritrovata laboratory with (Paolo Stoppa), il cui albero genealogi-
Matania (donna Concetta Esposito), Paolo funding provided by Hollywood Foreign co si perde nel tempo – ma il cui spirito
Stoppa (Salvatore Esposito), Maria Fiore Press Association di adattamento, la cui forza, pazienza
(donna Brigida), Tina Pica (Capera), Maria e gioia di vivere le consentono di resi-
Pia Casilio (Nannina, ragazza del bacio), Di tutta la produzione musicale del stere agli assalti dei pirati saraceni, alle
Giacomo Rondinella (Luigino), Sophia cinema degli anni Cinquanta questo devastazioni, alle guerre, alla fame, alla

114
miseria e a tutte le avversità nel corso
dei secoli – attraverso canzoni, luoghi,
gesti, colori, maschere, Giannini cerca
di portare sullo schermo l’anima della
sua città.
Partendo da una canzone antichissi-
ma Michelemmà, per giungere fino
alle otto e novecentesche Funiculì fu-
niculà, Santa Lucia lontana, Partono i
bastimenti, O vita, o vita mia, Quando
spunta la luna a Marechiaro, mediante
una sorta di grandioso song-book, di
irripetibile intensità emotiva e cultu-
rale, il regista riesce a illuminare e a
accompagnare, con un fantasmagorico
gioco di luci e di suoni, di profumi e
odori, l’epopea gloriosa e dolente del-
la popolazione e della cultura e civiltà
popolare partenopea. Che, a un certo
momento della sua storia, trova il suo Gatta Cenerentola
interprete e portavoce più significativo
nella maschera di Pulcinella. Se il film an itinerant storyteller (Paolo Stop- me his mask, because we cannot let Pul-
tocca e fa vibrare ininterrottamente le pa) with deep historical roots – whose cinella die”.
corde dell’emozione dello spettatore, strength, patience and joy in life has al- Thanks to the cinema, there are cities
il culmine è rappresentato dalla mor- lowed them to survive attacks by Saracen that continue to live and occupy a fixed
te di Antonio Petito tra le quinte del pirates, catastrophes, wars, famine, pov- place in the collective imagination. With
San Carlino e dal discorso del figlio al erty and all the hardships that the centu- this, his only film, Giannini can be cred-
pubblico in sala: “Spettabile pubblico ries threw at them – provides the central ited with fixing forever in the post-war
mio padre è morto. Ma mi ha lasciato narrative thread. Around this, Giannini spectator’s mind an image and the spirit
la sua maschera perché Pulcinella non brings the soul of his city to the screen of a city that, despite everything, we can-
lo possiamo far morire”. through songs, places, gestures, colours not and will not let die.
Grazie al cinema vi sono città che and faces. Gian Piero Brunetta, “la Repubblica”
vivono e occupano un posto stabile It begins with an ancient song, Miche- 18 November 1990
nell’immaginazione collettiva. Col suo lemmà, and includes such Nineteenth
unico film, Giannini ha avuto il me- and Twentieth century works as Funic-
rito di fissare per sempre nella nostra ulì funiculà, Santa Lucia lontana, Par-
memoria di spettatori del dopoguer- tono i bastimenti, O vita, o vita mia, GATTA CENERENTOLA
ra un quadro e uno spirito della città and Quando spunta la luna a Mare- Italia, 2017
che, nonostante tutto, non possiamo chiaro. Through a sort of enormous Regia: Alessandro Rak, Ivan Cappiello,
riusciamo e vogliamo far morire. songbook of unique cultural and emo- Marino Guarnieri e Dario Sansone
Gian Piero Brunetta, “la Repubblica”, tional intensity, the director follows and
18 novembre 1990 reveals the glorious and painful epic tale █
T. int.: Cinderella the Cat. Scen.: Ivan
of the culture, civilization and people of Cappiello, Marianna Garofalo, Marino
Of the musical production that came out Naples through a phantasmagorical play Guarnieri, Corrado Morra, Alessandro
of Italy in the Fifties, this is the only film with lights, sounds and aromas. Then, at Rak, Dario Sansone, Italo Scialdone. M.:
capable of holding its own and compet- a certain point, he finds the perfect inter- Marino Guarnieri, Alessandro Rak. Mus.:
ing against the great American musicals. preter and mouthpiece for his tale in the Antonio Fresa, Luigi Scialdone. Voci:
This is a result of the rigour and inven- mask of Pulcinella. If the films touches Massimiliano Gallo (Salvatore Lo Giusto),
tiveness of the delightful set design, the and moves the spectator throughout, the Maria Pia Calzone (Angelica Carannante),
rich costumes (by Maria de Matteis), the highlight is the death of Antonio Petito Alessandro Gassmann (Primo Gemito),
strong links with musical tradition, and on the stage of the San Carlino and his Mariano Rigillo (Vittorio Basile), Renato
the perfect synthesis between theatrical son’s speech to audience in the theatre: Carpentieri (commissario), Federica
and cinematic direction. The family of “Dear public, my father is dead. He left Altamura (Anna), Chiara Baffi (Barbara),

115
Francesca Romana Bergamo (Carmen / più definito e così abbiamo accettato Roberto De Simone revolutionised the
Luisa), Anna Trieste (Sofia). Prod.: Luciano la sfida. Enorme rispetto per la tradi- stage in 1976 with his Gatta Ceneren-
Stella, Maria Carolina Terzi per Mad zione e insieme desiderio di innovarla. tola, both in Italy and abroad.
Entertainment e Rai Cinema DCP. D.: 86’.

Vedrete una Napoli senza tempo con As a subject, it appeared already perfect
Versione napoletana con sottotitoli italiani un habitat futuribile ma pure tanta to us – as it was in De Simone’s version,
/ Neapolitan version with Italian subtitles█
oscurità. La cenere, per esempio, è un the high point of theatrical performance
Da: Videa – CDE elemento sempre presente. Infatti il for my generation. Then, ever so slowly,
clima è post eruzione del Vesuvio. Il the project became more clearly defined
I più ignorantelli, non napoletani, maggior punto di riferimento è stato and we decided to accept the challenge,
fermi al vecchio cartoon Disney, si il testo originale di Basile. Che per chi with enormous respect for the tradition
chiederanno: perché Gatta Cenerento- non lo sapesse è abbastanza pulp. and a shared desire to innovate. You
la, cosa c’entra il felino? Dovrebbero Dario Sansone, intervista di Alessan- will see a timeless Naples with a futur-
andare a ristudiarsi la storia della let- dro Chetta, “Corriere del Mezzogior- istic enviroment, but also a lot of dark-
teratura europea, perché Giambattista no”, 1° settembre 2017 ness. The element of ash, for example,
Basile è un pezzo da novanta. E poi is ever present. In fact, the climate is
quella del teatro: Roberto De Simone The less educated, non Neapolitans of one of post eruption Vesuvius. The main
nel ’76 con la sua Gatta Cenerentola ri- course, think of at the old Disney cartoon point of reference was Basile’s original
voluzionò la scena, non solo italiana. and wonder: why is it called Gatta Ce- work. For those unfamiliar with it, it
Si trattava di un tema che ci pareva già nerentola (Cinderella the Cat), what’s is quite pulp.
perfetto com’era nella declinazione di the cat got to do with it? They should go Dario Sansone, interviewed by Alessan-
De Simone, il top della messa in scena and brush up their history of European dro Chetta, “Corriere del Mezzogiorno”,
per la mia generazione. Dopodiché, literature, because Giambattista Basile 1st September 2017
piano piano, prese corpo un progetto is a giant. And then the theatre history:

IL FESTIVAL TRANSITO. ELVIRA NOTARI


ORGANIZZATO DALLA KINOTHEK ASTA NIELSEN
THE FESTIVAL TRANSITO. ELVIRA NOTARI
ORGANISED BY THE KINOTHEK ASTA NIELSEN

Nel dicembre del 2017 la Kinothek c’erano Giuliana Muscio (Padova), Djebar, 1982) e Those Who Go Those
Asta Nielsen di Francoforte sul Meno Monica Dall’Asta (Bologna), Kim Who Stay (Ruth Beckermann, 2013).
ha organizzato un festival dedicato a Tomadjoglou (Washington), Simo- A sottolineare l’importanza della mu-
Elvira Notari intitolato Transito. Elvira na Frasca (Napoli), Gina Annunziata sica e l’intreccio di cinema e musica
Notari – Kino der Passage. Nell’occa- (Napoli), Anna Masecchia (Napoli), nei film di Notari, abbiamo coinvolto
sione sono stati proiettati tutti i film Katharine Mitchell (Glasgow), Ute nel nostro progetto alcuni musicisti.
superstiti di Notari di cui abbiamo Holl (Basilea), Paolo Speranza (Napo- La stretta collaborazione con Nina
conoscenza, conservati negli archivi li) Sonia Campanini e Marie Hélène Goslar di ZDF/Arte ha permesso non
del CSC – Cineteca Nazionale e del- Gutberlet (entrambe di Francoforte). solo di restaurare È piccerella ma an-
la Cineteca di Bologna. Il festival si Le principali tematiche affrontate era- che di commissionare la musica di
proponeva di comunicare la varietà e no l’emigrazione, la musica, il movi- accompagnamento per due film: È
l’importanza della produzione di No- mento femminista, e, ultima ma non piccerella e ‘A Santanotte. È piccerella
tari contestualizzandone i film. Il fon- per importanza, la città di Napoli. La è stato accompagnato da Enrico Me-
damentale libro di Giuliana Bruno, rassegna comprendeva Santa Lucia lozzi e Lorenzo Riessler, ‘A Santanotte
Rovine con vista. Alla ricerca del cinema luntana (Harold Godsoe, 1931), Na- dalla cantante Lucilla Galeazzi, con
perduto di Elvira Notari, ci ha guida- poli che canta (Roberto Roberti, 1926) arrangiamenti di Michael Riessler.
ti nella nostra esplorazione. Abbiamo e O sole mio (Giacomo Gentilomo, Grazie alla musicologa Simona Frasca
mostrato film del passato e del presen- 1946). Naturalmente, le antiche ve- abbiamo avuto come ospiti Federico
te in cui si riflettono e vengono svilup- dute di Napoli si sono rivelate impre- Melozzi, Dolores Melodia e Michele
pati aspetti dell’opera di Notari. Tra gli scindibili. Abbiamo inoltre proiettato Signore di Napoli, nonché la pianista
studiosi di cinema e di musica invitati La Zerda ou les chants de l’oubli (Assja a compositrice Maud Nelissen, con

116
Elvira Notari. We screened films from
the past and the present in which facets
of Notari’s work are reflected or further
developed. Film and music scholars were
invited to give introductory lectures.
They included Giuliana Muscio (Pad-
ua), Monica Dall´Asta (Bologna), Kim
Tomadjoglou (Washington DC), Simo-
na Frasca (Naples), Gina Annunziata
(Naples), Anna Masecchia (Naples),
Katharine Mitchell (Glasgow), Ute Holl
(Basel), Paolo Speranza (Naples) Sonia
Campanini and Marie Hélène Gutber-
let (both Frankfurt). The main themes
of the programme were migration, mu-
sic, the women’s movement and, last but
not least, Naples. The selection of films
included Santa Lucia luntana (Harold
Godsoe, 1931), Napoli che canta (Rob-
erto Roberti, 1926) and O sole mio
(Giacomo Gentilomo, 1946). Needless
to say, early views of Naples were sim-
ply a must. Furthermore, we showed La
Zerda ou les chants de l’oubli (Asja
Djebar, 1982) and Those Who Go
Those Who Stay (Ruth Beckermann,
2013). To underline the importance of
music and the interweaving of film and
music in Notari’s films, we also extended
invitations to various musicians. Thanks
to our close cooperation with Nina Go-
slar of ZDF/Arte, not only was the res-
toration of È piccerella possible, but
also the commissioning of accompanying
music for two films: È piccerella and ‘A
Santanotte. È piccerella was accom-
panied by Enrico Melozzi and Loren-
zo Riessler, ‘A Santanotte by the singer
Lucilla Galeazzi, with songs and score
arranged by Michael Riessler. Thanks
Elvira e Nicola Notari to musicologist Simona Frasca we were
also able to have Federico Melozzi, Do-
la quale collaboriamo da molti anni. Kino der Passage. All of Notari’s surviv- lores Melodia and Michele Signore from
Ciò ha permesso di accompagnare con ing films – as far as is known – preserved Naples among our guests, as well as pia-
brillanti esecuzioni musicali, tra gli al- in the archives of the CSC – Cineteca nist and composer Maud Nelissen, with
tri, Vedi Napoli e po’ mori, Fantasia ’e Nazionale and Cineteca di Bologna were whom we have been collaborating for
surdato e Napoli che canta. screened. The concept behind the festival many years. As a result, the screenings
Karola Gramann e Heide Schlüpmann was to communicate the diversity and of Vedi Napoli e po’ mori, Fantasia e
importance of Notari’s work as evidenced surdato and Napoli che canta, among
In December 2017, the Kinothek Asta in these films by contextualising them. A others, were accompanied by brilliant
Nielsen e.V. in Frankfurt am Main or- guiding star here was Giuliana Bruno’s musical performances.
ganised a festival dedicated to Elvira No- book, Streetwalking on a Ruined Map. Karola Gramann and Heide Schlüpmann
tari entitled Transito. Elvira Notari – Cultural Theory and the City Films of

117
PROGETTO KEATON
The Keaton Project

Programma a cura di / Programme curated by Cecilia Cenciarelli


Note di restauro / Restoration Notes by Elena Tammaccaro

118
Giro di boa per il Progetto Keaton, tenuto a battesimo in- A turning point for the Keaton Project, co-launched with the
sieme a Cohen Film Collection nel 2015 con lo scopo di Cohen Film Collection in 2015 for to restore the films Buster
restaurare i film realizzati da Buster Keaton tra il 1920 e Keaton made between 1920 and 1928. Sixteen of the thirty
il 1928. Sedici su trenta – tra lungo e cortometraggi – le films – shorts and feature-length – have been completed. The
opere completate fino a ora, con quasi duecento elementi roughly two-hundred elements inspected, repaired and analysed
ispezionati, riparati e analizzati, giunti a Bologna da Cohen came to Bologna via Cohen Collection (former Rohouer’s) as
(eredità Rohouer) e da molte cineteche del mondo. Un’ope- well as from many film archives around the world. One of the
razione che ci consente di disegnare una mappa abbastanza outcomes of this project has been to finally have an accurate
accurata dei luoghi di conservazione e dello stato dei ma- maps in terms of the location and condition of the film ele-
teriali esistenti, anche quelli a cui, per questioni legate allo ments, including those we have not been able to access due to
sfruttamento commerciale di questi film, non siamo riusciti rights-related reasons. Luckily, that has only be the case only for
ad accedere. Si tratta fortunatamente di una minoranza di a small minority, but it does confirm the importance of thor-
casi, ma ci ricorda quanto sia imprescindibile, più che mai oughly and transparently documenting the selection and choices
in era digitale, documentare in maniera rigorosa e traspa- made during the reconstruction and restoration process, even
rente la selezione e le scelte compiute in fase di ricostruzione more so in the digital era. It is also the evidence that the work
e restauro. Ma anche del fatto che il lavoro delle cineteche carried by film archives is truly irreplaceable because of its in-
sia davvero insostituibile, proprio perché portatore di com- herent complexity and constant negotiating. As usual, the four
plessità e di costanti mediazioni. Per i quattro film presenta- films in this programme have been following the progress made
ti in questo programma, che come di consueto non seguono with our research as opposed to chronological order. The diffi-
un criterio cronologico ma sono selezionati dall’avanzamen- culties encountered were mainly related with the poor condi-
to della ricerca sugli elementi, le difficoltà maggiori sono tions and/or deterioration of the materials (The Frozen North,
derivate dalla scarsità e/o dal deterioramento dei materiali for instance) or with incomplete first generation elements and
di partenza (nel caso, ad esempio, di The Frozen North) o choices regarding how and how much to integrate them with
dalla lacunosità di elementi di prima generazione rispetto ai others (like The Scarecrow). In our case, we aimed to achieve
quali si impongono scelte di integrazione (come in The Sca- a harmonious balance between completeness and the image’s
recrow). Nel nostro caso si è tentato di raggiungere, come di photographic quality.
consueto e per quanto possibile, un equilibrio virtuoso tra Watching these four films in succession demonstrates that the
completezza e qualità fotografica dell’immagine. nineteen two-reelers Buster Keaton made in less than three
La visione, in successione, di questi quattro film, confer- years were anything but training for feature-length films. And
ma che i diciannove two-reelers realizzati da Buster Keaton the fact that this artist’s evolution does not seem as linear as his
in meno di tre anni, fossero tutt’altro che un allenamento contemporaries, if not in the greater means available to him,
preparatorio ai lungometraggi. E il fatto che l’evoluzione di perhaps derives from the fact that he had an innate, clear idea
questo artista non appaia lineare quanto quella di altri suoi of film. Regardless of the overall success of his individual films,
coevi, se non nell’ampliarsi dei mezzi a sua disposizione, de- it is evident that ever since the beginning of his independent
riva forse dal fatto che fosse quasi innata, in lui, una precisa career Keaton conceived every comic situation “imagining it” in
idea di cinema. A prescindere dalla riuscita complessiva delle cinematographic terms. He told his stories with a movie camera
singole opere, è chiaro che fin dall’inizio della sua carriera in- instead of planting it somewhere and acting in front of it. Nor
dipendente Keaton concepisse ogni situazione comica ‘pen- do we have to wait for his more complicated works, like The
sandola’ in termini cinematografici, che raccontasse cioè le Navigator and Go West, to feel his magnetic gaze.
sue storie con la macchina da presa, piuttosto che piazzarla in
un punto e recitare davanti a essa. Né dobbiamo attendere le NB: Keaton’s eyes and gaze have been written about vastly, as
opere più complesse, come lo sono indubbiamente The Na- we know. García Lorca’s short theatre piece El paseo de Buster
vigator e Go West, per sentire il magnetismo del suo sguardo. Keaton perhaps says it best: “His sad infinite eyes, like those of a
new-born animal, are dreaming of lilies, angels and silk sashes.
Postilla: allo sguardo di Keaton, come sappiamo, sono sta- His eyes are like the bottom of a glass, like a mad child’s. Very
ti dedicati infiniti scritti. Rimane forse insuperato il breve ugly. Very beautiful. An ostrich’s eyes. Human eyes in the exact
testo teatrale El paseo de Buster Keaton in cui García Lorca balance of melancholy”.
scrive: “I suoi occhi infiniti e tristi, come quelli di una be-
stia appena nata. Sognano gigli, angeli e cinture di seta. I Cecilia Cenciarelli
suoi occhi sono fondi di bottiglia. Occhi di bambino scemo,
bruttissimi e bellissimi. I suoi occhi da struzzo. I suoi occhi
umani nell’equilibrio sicuro della malinconia”.
Cecilia Cenciarelli
119
THE SCARECROW Per il restauro di The Scarecrow sono controtipi positivi safety di seconda
USA, 1920 Regia: Buster Keaton, stati ispezionati e analizzati tredici generazione, tutti provenienti dall’ar-
Eddie Cline elementi. Dodici di questi, prove- chivio di Columbus.
nienti dalla collezione Cohen Film

T. it.: Lo spaventapasseri. Scen.: Buster Collection – archivio di Columbus, What is unique to Buster Keaton is the
Keaton, Eddie Cline. F.: Elgin Lessley. Int.: Ohio, e Library of Congress –, sono way in which he raises the burlesque
Buster Keaton (il contadino Buster), Sybil stati digitalizzati e comparati. Il ne- directly to the large form. However, he
Seely (la figlia del fattore), Joe Keaton (il gativo originale camera (due rulli) è uses several methods. […] One might
fattore), Joe Roberts (il contadino), Eddie stato utilizzato come elemento prin- be called the machine gag. Keaton’s
Cline (il camionista), il cane Luke. Prod.: cipale per il restauro e, laddove la- biographers and commentators have
Joseph M. Schenck █
DCP. D.: 20’. Bn. cunoso o gravemente danneggiato, emphasised his liking for machines,
Didascalie inglesi con sottotitoli italiani è stato integrato da altri materiali. and his affinity in this respect with
/ English intertitles with Italian subtitles Sono stati individuati in particolare Dadaism rather than Surrealism: the

Da: Cohen Film Collection Restaurato

quattro elementi per completezza e house-machine, the ship-machine, the
nel 2018 da Cineteca di Bologna in qualità dell’immagine: un controtipo train-machine, the cinema-machine…
collaborazione con Cohen Film Collection negativo di seconda generazione e tre […] Keaton makes machines his most
presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata
/ Restored in 2018 by Cineteca di Bologna
in collaboration with Cohen Film Collection
at L’Immagine Ritrovata laboratory

Ciò che è unico in Buster Keaton, è il


modo con cui innalza direttamente il
burlesque alla grande forma. Si serve
tuttavia di parecchi procedimenti. […]
Uno di questi potrebbe essere chiama-
to gag-macchina. I biografi e i com-
mentatori hanno insistito sul suo gusto
delle macchine, e sulla sua affinità in
questo non con il surrealismo, ma con
il dadaismo: la macchina-casa, la mac-
china-battello, la macchina-treno, la
macchina-cinema […] Se il più prezio-
so alleato di Keaton sono le macchine,
è perché il suo personaggio le inventa,
e ne fa parte, macchine ‘senza madre’
allo stesso modo di quelle di Picabia.
Possono sfuggire al suo controllo, di-
ventare assurde o esserlo fin dall’inizio,
complicare ciò che è semplice: non ces-
sano però di servire una finalità segreta
più alta, insita nella parte più profonda
dell’arte di Keaton. The Scarecrow, in
cui la casa senza madre è composta di
una sola stanza, complica ogni pezzo
virtuale con un altro, ogni ingranaggio
con un altro, il fornello con il gram-
mofono, la vasca da bagno e il divano,
il letto e l’organo: sono queste macchi-
ne-casa che fanno di Keaton l’architet-
to dadaista per eccellenza.
Gilles Deleuze, L’immagine-
movimento, Ubulibri, Milano 1984 The Scarecrow

120
precious ally because his character in-
vents them and becomes part of them,
machines ‘without a mother’ like those
of Picabia. They may get out of control,
become absurd, or be absurd from the
start, complicate the straightforward,
but they never cease to serve a secret
higher finality which is at the heart of
Keaton’s work. The Scarecrow, where
the single-roomed house ‘without a
mother’ muddles each potential room
with another, each cogwheel with an-
other, stove and gramophone, bath and
couch, bed and organ. These are the
house-machines which Keaton, the Da-
daist architect par excellence, designs.
Gilles Deleuze, The Movement
Image, University of Minnesota Press,
Minneapolis 1986

For the restoration of The Scarecrow,


thirteen elements were inspected and
analyzed, twelve of those – from the The Frozen North
Cohen Film Collection at the Library
of Congress and at the Columbus film intertitles with Italian subtitles Da: Cohen

spiegai. ‘Stavo solo cercando di essere
vaults – were digitized and compared. Film Collection Restaurato nel 2017 da

un attore come te. Ma non ci sono
The two-reel original camera negative Cineteca di Bologna in collaborazione con riuscito’”. La scena iniziale del film
was used as the main element for res- Cohen Film Collection presso il laboratorio è andata perduta. Keaton dichiarò a
toration and integrated with other el- L’Immagine Ritrovata / Restored in 2017 George Pratt che il film cominciava
ements for missing sections and heavily by Cineteca di Bologna in collaboration con una frase presa da The Shooting of
decayed portions. In particular, four with Cohen Film Collection at L’Immagine Dan McGrew di Robert W. Service:
elements were selected for the quality of Ritrovata laboratory “I ragazzi della banda stavano festeg-
their image and for their completeness: giando nel Malamute saloon”. Poi si
a second generation nitrate dupe neg- C’è un riferimento allo scandalo Ar- vedeva un saloon in Alaska con i vari
ative and three first generation safety buckle in The Frozen North, una pa- personaggi. […] Hart non è l’unico
dupe positives, all held at Cohen’s Co- rodia dei film di William S. Hart, il bersaglio del film. In un momento
lumbus film vaults. celebre attore western. Hart aveva at- particolarmente riuscito, Keaton si
taccato pubblicamente Arbuckle sulla trasforma in una figura alla Eric von
stampa e secondo David Yallop era Stroheim nel ruolo del perfido conte
stato lo stesso Arbuckle a suggerire di Femmine folli. Gli esterni di The
THE FROZEN NORTH questa parodia. Hart era famoso per Frozen North vennero girati negli
USA, 1922 Regia: Buster Keaton, le performance ad alto tasso emotivo. stessi luoghi di La febbre dell’oro (che
Eddie Cline In una scena del film Keaton torna sarebbe uscito nel 1925) e ci sono un
a casa, vede due persone che si stan- paio di momenti che si ripetono nei

T. it.: Il nord ghiacciato. Scen.: Buster no baciando, piange pensando che si due film: un uomo si appoggia con
Keaton, Eddie Cline. F.: Elgin Lessley. Int.: tratti di sua moglie e del suo amante, un bastone sulla neve e quella cede;
Buster Keaton (il protagonista del sogno), e spara a entrambi. Poi s’accorge che un altro uomo, sbattendo una porta,
Joe Roberts (l’amico), Sybil Seely (la quella non è casa sua e naturalmente provoca la caduta di una grande mas-
moglie), Bonnie Hill (la vicina), Freeman la donna non è sua moglie. “In quel sa di neve dal tetto.
Wood (suo marito), Eddie Cline (il custode film imitavo volontariamente Hart. Kevin Brownlow, Alla ricerca di
del cinema), Robert Parker. Prod.: Joseph Tanto che lui non mi parlò per un paio Buster Keaton, a cura di Cecilia
M. Schenck DCP. D.: 17’. Bn. Didascalie

d’anni. Pensava che volessi prenderlo Cenciarelli, Edizioni Cineteca di
inglesi con sottotitoli italiani / English in giro. ‘Non ti prendevo in giro’ gli Bologna, Bologna 2009

121
Per il restauro di The Frozen North slamming a door and being submerged va alla deriva completamente vuoto
sono stati ispezionati, digitalizzati e in a fall of snow from the roof. di equipaggio e di passeggeri, eccetto
comparati quattro elementi: tre pro- Kevin Brownlow, A Hard Act to i due protagonisti: Keaton, nella parte
venienti da Cohen Film Collection Follow, from the author’s manuscript di Rollo Treadway, figlio viziato di una
e uno dalla Cinémathèque française. vecchia famiglia ricchissima, e tuttavia
Quest’ultimo, un controtipo negativo For the restoration of The Frozen cuore semplice e intrepido: e Kathryn
safety di seconda generazione, è stato North, four elements were inspected McGuire, nella parte della ragazza, fi-
selezionato per il restauro, nonostante and analyzed; three of those from the glia a sua volta di un grande armatore.
il suo precario stato di conservazione, Cohen Film Collection, one from the Il film è del 1924 e, quando uscì, fu
e scansionato in 4K. Tutte le didascalie Cinémathèque française – were digi- il più grande successo di cassetta che
sono state ricostruite. In particolare, tized and compared. The latter, a sec- Keaton abbia mai fatto.
per il titolo di testa è stato utilizzato ond generation safety duplicate nega- L’equivoco del titolo, come già in The
il cartello di Il visopoallido, mentre per tive was selected for restoration, despite General, ha un senso profondo: cor-
il cartello della regia e quello finale il being severely damaged, and scanned at risponde a un istintivo, poetico ani-
riferimento è stato, rispettivamente I 4K resolution. All the intertitles were mismo del cinema di Keaton, per cui
vicini e Il capro espiatorio. reconstructed. In particular, the recon- sembra che gli oggetti, le macchine, i
struction of the main title was based fenomeni materiali posseggano tutti
There was an Arbuckle connection on the same card from The Paleface, una vita propria, che siano umani o,
with The Frozen North, with its par- whereas for the directing and ending appunto, animati.
ody of William S. Hart, the famous title cards Neighbors and The Goat Ho visto parecchi film di Keaton. Eb-
western star. Hart had attacked Ar- were used respectively. bene, mi sia lecito confessare che The
buckle in the press, and David Yallop Navigator è quello che personalmente
suggests that it was Arbuckle who sug- prediligo. Non voglio trasformare que-
gested this skit. Hart was an emotional sta predilezione in un giudizio di me-
actor, and in one scene, Keaton enters THE NAVIGATOR rito. Dirò soltanto così: è quello che
his house, sees a couple kissing, weeps USA, 1924 Regia: Buster Keaton, mi piace e mi commuove di più. È il
as he assumes his wife has a lover, and Donald Crisp più folle, il più sognato, il più poetico.
shoots them both. (Then he realises it Per quasi tre quarti del racconto, i per-
is neither his home nor his wife). “I █
T. it.: Il navigatore. Scen.: Clyde Bruckman, sonaggi sono soltanto due: Keaton e la
tried to be Bill Hart in that picture” Joseph Mitchell, Jean Havez. F.: Elgin ragazza. È il film dell’amore, con tutte
said Keaton. “So much so that Bill Lessley, Byron Houck. Int.: Buster Keaton le incertezze dell’amore, gli equivoci, i
Hart didn’t speak to me for a couple of (Rollo Treadway), Kathryn McGuire momenti idillici, drammatici, tragici,
years after I made it. He thought I was (Betsy O’Brien), Frederick Vroom (Mr. il continuo progresso e il trionfo fina-
kidding him. I said ‘I didn’t kid you, O’Brien), Clarence Burton, H.M. Clugston le. Intendiamoci, in tutti i film di Ke-
Bill. I was trying to be an actor like (spie/cannibali), Noble Johnson (il capo aton il tema dell’amore è sempre pre-
you, and I didn’t quite make it”. The dei cannibali). Prod.: Joseph M. Schenck sente, ma in nessuno come in questo,
opening of the film is missing. Keaton per Buster Keaton Productions DCP. D.:

dove costituisce di gran lunga il tema
told George Pratt that it started with a 59’. Bn. Didascalie inglesi con sottotitoli principale, quasi il tentativo di un’in-
title from The Shooting of Dan Mc- italiani / English intertitles with Italian terpretazione suprema ed eroica della
Grew, by Robert W. Service: ‘A bunch subtitles █
Da: Cohen Film Collection vita umana. Infatti, come secondo
of the boys were whooping it up at the █
Restaurato nel 2017 da Cineteca di tema, come contrappunto all’assoluto
Malamute Saloon’.‘I showed an Alaska Bologna in collaborazione con Cohen dell’amore, abbiamo soltanto il tema
saloon, the characters. […] Hart is not Film Collection presso il laboratorio del vuoto, della solitudine, dell’ango-
the only parody. In one splendid mo- L’Immagine Ritrovata / Restored in 2017 scia. Angoscia insieme tragica e comi-
ment, Buster dissolves into Erich von by Cineteca di Bologna in collaboration ca, come sempre in Keaton.
Stroheim playing the louche Count with Cohen Film Collection at L’Immagine Mario Soldati, Maestri del cinema
in Foolish Wives. Exteriors for The Ritrovata laboratory in TV: Buster Keaton, a cura di
Frozen North were shot on the same Simonetta Campana e Massimo
location as The Gold Rush (released Il film s’intitola The Navigator, Il na- Vecchi, Rai, Roma 1972
in 1925), and there were a couple of vigatore: ma, allo stesso modo che il
tiny moments which occurred to both generale era una locomotiva, il navi- Per il restauro di The Navigator sono
Keaton and Chaplin – leaning on a gatore è un piroscafo, un grande piro- stati ispezionati e analizzati undi-
stick in the snow and falling over, and scafo che, per una serie di incidenti, ci elementi, sette dei quali – di cui

122
The Navigator

123
sei provenienti da Cohen Film Col- of love: emptiness, loneliness, anguish. quando Senzamici cerca di accarez-
lection e uno da CNC – Centre A comic and tragic anguish, as is al- zarlo, dalla tristemente comica, breve
national du cinéma et de l’image ways the case, with Keaton. sequenza nella grande città dove lui è
animée – sono stati digitalizzati e Mario Soldati, Maestri del cinema strapazzato e spinto e poi anche cal-
comparati. L’elemento selezionato in TV: Buster Keaton, edited by pestato dalla folla frettolosa sul mar-
per il restauro è stato un controti- Simonetta Campana e Massimo ciapiede. Il momento più sentimen-
po positivo safety conservato dalla Vecchi, Rai, Roma 1972 tale di tutta l’opera di Keaton – cer-
Cohen Film Collection, che è stato tamente non meno commovente del
scansionato in 4K. For the restoration of The Naviga- finale di Luci della città di Chaplin
tor, ten elements were inspected and – è quando è messo di fronte all’a-
The film is called The Navigator. analyzed, seven of those – six held by micizia di Occhidolci (la mucca). Lei
However, just as The General is a lo- Cohen Film Collection and one by the lo ha appena salvato dalla carica del
comotive, the navigator is a steamer. CNC – Centre national du cinéma et toro. Grato, lui le fa una minusco-
A big steamer, which, through a series de l’image animée – were digitized and la, cauta carezza e solleva il cappello.
of accidents, drifts out into the ocean compared. One element was finally se- Quando lei continua a seguirlo, lui
without anybody on-board, with the lected for the restoration: a third gen- la sta a guardare, la faccia immobile,
exception of the two protagonists: Bust- eration safety duplicate positive held at sorpreso quanto commosso del suo
er Keaton as Rollo Treadway, spoiled the Cohen Film Collection which was affetto insolito.
scion of a very rich family but with a scanned at 4K resolution. David Robinson, Buster Keaton,
simple and intrepid heart; and Kath- Thames & Hudson. British Film
ryn McGuire as the girl, daughter of Institute, Londra 1970
an equally wealthy ship owner. The
film was released in 1924 and it was GO WEST L’attrice più bella con cui Buster ab-
Keaton’s biggest hit. As in The Gener- USA, 1925 Regia: Buster Keaton bia lavorato è stata Occhidolci in Go
al, the title is misleading for a specific West. Una giovane mucca di razza
reason: it reflects an instinctive, poetic █
T. it.: Io e la vacca. Scen.: Buster Keaton, Jersey che doveva rimanere con lui
animism of Keaton’s cinema, where it Raymond Cannon. F.: Elgin Lessley, Bert per tutto il film. Così cominciarono
seems that objects, machines, physical Haines. Scgf.: Fred Gabourie. Int.: Buster ad abituarla a tenerla legata con una
phenomena, all posses a life of their Keaton (Friendless), Howard Truesdale (il corda, con Buster che le dava qual-
own, whether they are alive or, indeed, proprietario del ranch), Kathleen Myers cosa da mangiare ogni tanto. I due
inanimate. (sua figlia), Ray Thompson (caposquadra divennero così amici che alla fine
I watched many of Keaton’s films. Well, del ranch), la mucca Occhidolci. Prod.: non ci fu neanche bisogno di tenerla
if I may, I’d like to confess that The Joseph M. Schenck per Buster Keaton molto sotto controllo. Al momento
Navigator is a personal favorite. How- Productions DCP. D.: 60’. Bn. Didascalie

di girare presero soltanto un filo da
ever, this is not necessarily a judgment inglesi con sottotitoli italiani / English cucire nero, glielo passarono attorno
on the merits of this film. Let’s put it intertitles with Italian subtitles Da: Cohen

al collo e legarono l’altra estremità
this way: it is my favorite and the one Film Collection Restaurato nel 2018 da

al mignolo di Keaton. Lei lo seguì
that moves me the most. It’s the crazi- Cineteca di Bologna in collaborazione con ovunque lui andasse e non ruppe
est, the dreamiest, the most poetic of Cohen Film Collection presso il laboratorio neppure mai il filo. A un certo punto
all. For more than almost three-quar- L’Immagine Ritrovata / Restored in 2018 cercò perfino di seguirlo in camerino.
ters of the story, there are only two by Cineteca di Bologna in collaboration Eleonor Keaton, in Kevin Brownlow,
characters: Keaton and the girl. It’s a with Cohen Film Collection at L’Immagine Alla ricerca di Buster Keaton, a cura di
film about love, with all its uncertain- Ritrovata laboratory Cecilia Cenciarelli, Edizioni Cinete-
ties and misunderstandings, with its ca di Bologna, Bologna 2009
idyllic, dramatic and tragic moments, Qualunque cosa Keaton ha fatto,
its movement forward and its final l’ha fatta coscienziosamente, anche il Whatever Keaton did he did conscien-
triumph. Don’t get me wrong, love is sentimentalismo che gli era assoluta- tiously – even the sentimentality which
omnipresent in Keaton’s films. And yet, mente estraneo. La solitudine di Sen- was completely alien to him. Friendless’
this is the only one where it’s by far the zamici e l’ostracismo sono continua- solitude and ostracism are constantly
main theme, almost an attempt to give mente messi in evidenza: dalla foto- emphasised, by the photograph of his
a supreme and heroic interpretation of grafia di sua madre che porta con sé, mother which he carries, by the harsh-
human life. The second most important dall’aridità del negoziante, dal cane ness of the dealer, by the dog which
theme is a counterpoint to the absolute che non fa altro che andarsene via simply walks away when Friendless

124
Go West

tries to pat him, by the sadly comic as much bewildered as touched by this friends with her and they got to where
little sequence in the big city where he unfamiliar affection. they didn’t need that much control. By
is shoved and pushed and eventual- David Robinson, Buster Keaton, the time they started shooting the film,
ly walked over by the rushing crowds Thames & Hudson. British Film they took just black sewing thread and
on the sidewalk. The most sentimental Institute, London 1970 tied it around her neck and tied it to
moment in all Keaton’s work – certain- his little finger. Everywhere he went she
ly no less moving than the ending of The most beautiful leading lady he ever stayed right with him and it never broke
City Lights – is when he recognises had, was Brown Eyes in Go West. It was that thread. It got to the point where she
Brown Eyes’ friendship. She has just a little Jersey cow, and they wanted her tried to go into his dressing room with
saved him from the steer. Gratefully he to stay with Buster all the way through him.
gives her a tiny, cautious pat, and raises the film, so they started out training her Eleonor Keaton, in Kevin Brownlow,
his hat. When she continues to follow with a little rope around her neck and he A Hard Act to Follow, from the au-
him, he gazes at her, his face immobile, would feed her little titbits and he made thor’s manuscript

125
DOCUMENTI E
DOCUMENTARI
Documents and Documentaries

Programma a cura di / Programme curated by Gian Luca Farinelli

126
Nella ricca selezione di quest’anno, venti documentari che si Within this year’s rich selection are twenty documentaries,
possono suddividere in due parti, i film sui cineasti e i film which can be neatly divided in two: films about filmmakers
che toccano temi storici e sociali del Novecento. Quasi tutti and films that deal with social and historical themes of the
dialogano con le altre sezioni, ne sono un contraltare prezioso. Twentieth century. Nearly all have links with other sections in
Les Stucky, une fortune à Venise si occupa della storia più the programme, constituting an important counterbalance.
sconosciuta, quella della famiglia Stucky, padre, figlio e nipote, Les Stucky, une fortune à Venise deals with a little known piece
da mugnai a ‘ultimi Dogi di Venezia’. I film di Giancarlo Stucky, of history: that of the Stucky family, a father, son and grandson
realizzati con una delle prime macchine da presa amatoriali, who go from being millers to ‘the last Doges of Venice’. The films
ci mostrano una Venezia di inizio Novecento come non of Giancarlo Stucky, produced with one of the first amateur film
l’avevamo mai vista. In Come vincere la guerra Roland Sejko cameras, present early Twentieth century Venice as it has never
racconta l’arrivo delle truppe americane in Italia nel 1918 e di been seen before. In Come vincere la guerra Roland Sejko tells
un nuovo modo, con il cinema al centro, di fare propaganda. of the American troops’ arrival in Italy in 1918 and of a new way
Un film recente, Marquis de Wavrin, du manoir à la jungle di of making propaganda, with cinema as its centrepiece. A recent
Grace Winter e Luc Plantier, e due classici documentari del film, Grace Winter and Luc Plantier’s Marquis de Wavrin, du
Novecento, Voyage au Congo (1927) di Marc Allégret e Les manoir à la jungle, and two classic documentaries of the Twenti-
Statues meurent aussi (1953) di Chris Marker e Alain Resnais, eth century, Marc Allégret’s Voyage au Congo (1927) and Chris
ci svelano l’evoluzione dello sguardo occidentale sul mondo Marker and Alain Resnais’ Les Statues meurent aussi (1953)
coloniale, e ci fanno capire quanto sia ancora lunga la strada reveal the evolution of the Western colonial gaze and how far we
verso una decolonizzazione del nostro pensiero. still have to go before our way of thinking is completely decolo-
Ma vie en Allemagne au temps de Hitler, del 2018, e Lights nised. Ma vie en Allemagne au temps de Hitler (2018) and
Out in Europe, del 1940 – con impressionanti immagini di Lights Out in Europe (1940) feature impressive images of a
un bombardamento nazista su treni civili in Polonia, e dei Nazi bombardment of civilian trains in Poland and of London-
londinesi che scrutano il cielo e proteggono le loro case con ers scrutinising the skies and reinforcing their houses with sand-
sacchi di sabbia –, chiariscono come l’opinione pubblica e bags. They also make it clear that, in the late-Thirties, public
le classi dirigenti avessero, alla fine degli anni Trenta, tutte le opinion and the ruling classes had all the information necessary
informazioni per sapere quello che stava per accadere. to know what was about to transpire.
La Seine a rencontré Paris mi ha profondamente commosso, La Seine a rencontré Paris deeply moved me, with its beautiful
per la bellezza delle immagini, per il lungo piano sequenza a images and lengthy one-shot sequence, which skates from the
pelo d’acqua che, dalla campagna, attraverso i sobborghi, entra countryside, through the suburbs and into the city, right up to
in città fino a lambire il centro di Parigi. Lo sguardo di Joris the centre of Paris. Joris Ivens’ gaze captures people sheltering
Ivens coglie le persone che si rifugiano sui bordi della Senna per on the banks of the Seine to eat, sleep and love. A sort of no
riposare, mangiare, dormire, amare: in quella terra di mezzo tra man’s land of freedom is created in a space suspended half-way
la città e il fiume si crea una sorta di zona franca di libertà, che between the city and the river and only the poetic eye of the film
solo l’occhio poetico della macchina da presa riesce a cogliere. camera is able to capture it. To help us understand 1968, we
Per capire il ’68 una selezione di Cinétracts e due documentari present a selection of Cinétracts and two documentaries on the
sul Maggio francese, che possono essere visti a specchio: L’Île de events that transpired in France in May: L’Île de Mai, which
Mai, con i materiali girati in quei giorni in cui tutto sembrava features footage shot during those days in which it appears as
dover cambiare per sempre, e Cannes 68, révolution au Palais. if things were really about to change forever, and Cannes 68,
La libertà creativa che quell’anno cruciale ha scatenato sembra révolution au Palais. They can be considered mirror images
rifluire vent’anni dopo in L’Héritage de la chouette, tredici of one another. The creative freedom unleashed that year ap-
episodi girati da Marker per la Tv, strabilianti per la capacità pears to resurface twenty years later in the thirteen episodes that
di associare documenti, filmati, ragionamenti in combinazioni Marker shot for television, L’Héritage de la chouette. They are
fulminanti. Mostreremo le prime tre puntate, ma attenzione, amazing for the way he combines documents, film clips and
creano dipendenza! lines of reasoning in striking ways. We will screen the first three
Tre documentari su attori (Marcello Mastroianni, Douglas episodes, but be warned: they are addictive!
Fairbanks, Sidney Chaplin), tre su registi (Bergman, Güney, Three documentaries on actors (Marcello Mastroianni, Douglas
Giuseppe Bertolucci), uno su un critico (André Bazin) e su Fairbanks, Sidney Chaplin), three on directors (Bergman, Güney,
quello che doveva essere il suo unico film. Ogni opera è il frutto Giuseppe Bertolucci), and one on a critic (André Bazin) and
di un lungo lavoro di ricerca e apporta qualcosa di nuovo alla what should have been his only film. Each work is the result of
conoscenza dell’artista che racconta, usa il cinema non solo a lengthy process of research and reveals something new about the
come illustrazione, ma come forma di linguaggio. artist it focuses on; each uses the cinema not as mere illustration,
but as a form of language.
Gian Luca Farinelli Gian Luca Farinelli

127
Les Stucky, une fortune à Venise

LES STUCKY, UNE FORTUNE gli Stucky varcarono i confini sociali country notables and great fortunes of
À VENISE dell’epoca. La loro saga è un prisma at- Venice, the Stucky crossed all the social
Francia, 2018 Regia: Emiland traverso il quale passa parte della storia boundaries of the century. Their saga is
Guillerme, François Rabaté dell’Ottocento e del Novecento. a prism through which moves part of the
Durante le riprese abbiamo trasfigu- history of the nineteenth and twentieth

T. int: The Last Merchants of Venice. Scen.: rato la Venezia di oggi per ricreare century.
Emiland Guillerme, François Rabaté, Gilles quell’incredibile atmosfera. Abbiamo During the shooting we have reinvested
Pécout. Prod.: Imagissime, ARTE France, attinto ad archivi eccezionali: centi- Venice today to recreate this incredible
AT-DCO, Pandataria Films, RTBF DCP. █
naia di fotografie ma anche e soprat- atmosphere. We have relied on excep-
D.: 52’. Bn e Col. Versione inglese / English tutto film amatoriali in 15mm girati, a tional archives: hundreds of photographs
version Da: Lagardère Studios

partire dal 1900, da Giancarlo Stucky but also and especially 15mm amateur
con una Pocket Chrono, la primissima films shot, from 1900, by Giancarlo
La storia degli Stucky, gli ‘ultimi dogi cinepresa della Gaumont destinata al Stucky using a Pocket Chrono, the very
di Venezia’, ha qualcosa di romanze- grande pubblico. first public camera of Gaumont!
sco. Mugnai svizzeri divenuti i più ric- Emiland Guillerme e François Rabaté Emiland Guillerme and François
chi tra i veneziani, gli Stucky furono in Rabaté
effetti i protagonisti di una success story The story of the Stucky Family, the ‘last
tipicamente Ottocentesca. Questa ec- doges of Venice’ is like a novel. Swiss mill-
cezionale epopea industriale si intrec- ers became the richest of the Venetians,
cia alla storia della città dei dogi, della the Stucky were indeed actors of a typical COME VINCERE LA GUERRA
quale gli Stucky furono fervidi difen- success story from the nineteenth century. Italia, 2017 Regia: Roland Sejko
sori. Ma la saga, funestata dalla morte This exceptional industrial epic follows
e dalla caduta, è sotto certi aspetti la the history of the City of the Doges whose █
Scen.: Gabriele D’Autilia, Luca Giuliani,
più shakespeariana delle tragedie. Stucky were fervent defenders. But this Roland Sejko. M.: Luca Onorati. Mus.:
La storia degli Stucky è anche una saga, marked by death and fall, is in some Riccardo Giagni. Voci narranti: Massimo
testimonianza storica. Prima artigia- ways the most Shakespearian tragedy. Wertmüller, Lucio Saccone. Filmati e foto
ni, poi piccoli notabili di campagna The story of the Stucky is also historical di repertorio: NARA – National Archives
e infine ricchi e potenti veneziani, document. Successively craftsmen, small and Records Administration, Library

128
of Congress, Archivio Storico Luce,
Collezioni Museo Nazionale del Cinema
di Torino, Imperial War Museum, ECPAD
– Établissement de Communication et de
Production Audiovisuelle de la Défense.
Prod.: Maura Cosenza per Istituto Luce
Cinecittà, con il sostegno della Presidenza
del Consiglio dei Ministri DCP. D.: 51’. Bn.

Versione italiana con sottotitoli inglesi /


Italian version with English subtitles Da:

Istituto Luce – Cinecittà

Il 1917 è un anno decisivo per l’Italia


e per l’Europa. La guerra dura da anni
logorando tutte le forze in campo, sen-
za che nessuna di esse riesca a prevalere.
L’equilibrio viene rotto dall’intervento
nel conflitto, a supporto delle potenze
dell’Intesa, degli Stati Uniti di Wilson,
che nell’aprile dichiarano guerra alla Come vincere la guerra
Germania. Il contingente americano,
che l’anno successivo giungerà a con- il festoso varo di una nave o lo stato support to the by now disheartened Ital-
tare due milioni di uomini, viene im- di sospensione di una Venezia bellis- ian soldiers, through the employment of
pegnato esclusivamente sullo stremato sima e surreale. Ma c’è soprattutto il the most modern weapons of communi-
fronte occidentale, non essendo previ- racconto di una guerra ‘messa in scena’ cation and propaganda.
sto un diretto impegno militare in Ita- e ‘ricostruita’ attraverso gli strumenti e Starting out from a research project car-
lia. Soltanto nella tarda primavera del i simboli della propaganda – manife- ried out in collaboration with the Cine-
1918 il Congresso decide di sostenere sti, bandiere, divise impeccabili, volti teca del Friuli on rare and extraordinary
gli alleati italiani inviando il 332nd In- puliti e rassicuranti, musica, bar, con- archival footage owned by NARA and
fantry Regiment dell’Ohio, poche mi- tinui cambi d’abito per mostrare un the Library of Congress, the documenta-
gliaia di uomini che hanno più che al- numero maggiore di soldati – e dove ry focuses on this crucial moment of the
tro il compito di offrire supporto mo- compare per la prima volta in modo conflict by giving us the American point
rale ai soldati italiani ormai sfiduciati sistematico una nuova insostituibile of view. Through the voices of a variety
utilizzando le più moderne armi della protagonista: la macchina da presa. of observers, military personnel and jour-
comunicazione e della propaganda. nalists (including Ernest Hemingway,
A partire da una ricerca condotta in 1917 is a decisive year for Italy and for Antonio Gramsci and the great director
collaborazione con la Cineteca del Europe. The years of war have worn David W. Griffith), we relive the daily
Friuli su rari, straordinari filmati d’ar- down all the forces doing battle, without life of war: the violence that manifests it-
chivio di proprietà del NARA e della any of them prevailing. That stalemate is self not only in military actions and the
Library of Congress, il documenta- broken by the intervention, in support of nightmare of the trenches, but also in the
rio di sofferma su questo momento the Entente Powers, of President Wilson pain of a horse sinking in the snow or in
cruciale del conflitto restituendoci il of the United States, who declares war the lost look on a soldier’s face; the festive
punto di vista americano. Attraverso on Germany in April of that year. The launch of a ship and Venice in its sus-
le voci di militari, giornalisti e osser- American contingent, which the follow- pended state, at once beautiful yet surreal.
vatori diversi (tra cui Ernest Hemin- ing year will amount to two million men, Above all, it is the story of a war ‘staged’
gway, Antonio Gramsci e il grande is deployed exclusively on the exhausted and ‘reconstructed’ by way of the instru-
regista David W. Griffith) riviviamo Western Front, with no direct military ments and symbols of propaganda – post-
la quotidianità della guerra: c’è la vio- engagement foreseen in Italy. Only in the ers, flags, impeccable uniforms, clean and
lenza che si manifesta non solo nelle late spring of 1918 does Congress decide reassuring faces, music, bars, the continu-
azioni militari e nell’inferno della to support the Italian Allies by sending in ous changing of clothes to depict a greater
trincea, ma anche nel dolore di un the 332rd Infantry Regiment from Ohio, number of soldiers. And the first systemat-
cavallo che affonda nella neve o nello a few thousand men who more than any- ic appearance of a new and irreplaceable
sguardo perduto di un soldato; ci sono thing else have the task of offering moral protagonist: the motion picture camera.

129
MARQUIS DE WAVRIN. DU tuato la mancanza di consapevolezza
MANOIR À LA JUNGLE sulla sua importanza di precursore. Il
Belgio, 2017 suo secondo film, Au pays du scalp (In
Regia: Grace Winter, Luc Plantier the Scalp Country, 1931), fu citato qua
e là come opera pionieristica, ma in

Scen.: Grace Winter. F.: Dominique Henry, un’epoca in un cui il cinema etnograf-
Ella Van Den Hove. M.: Luc Plantier. Mus.: ico stava acquisendo notorietà.
Hughes Maréchal. Infografica: David Nataf. Prendendo come punto di partenza i
Voci: Anne Coesens, Laurent Bonnet, materiali scoperti negli archivi della
Thierry De Coster, Benoît Mansion. Cinémathèque Royale de Belgique,
Restauro e digitalizzazione immagini: Grace Winter e Luc Plantier hanno
Bruno Mestdagh, Mariane Marfoutine. tentato di ricostruire la storia di de
Prod.: Martine Barbé per Image Création. Wavrin, che fu il primo bianco a fil-
Com, RTBF, Télévision belge-Unité mare gli Shuar (chiamati Jivaro dagli
Documentaires, Cinémathèque Royale de spagnoli) alla fine degli anni Venti.
Belgique DCP. D.: 85’. Bn e Col. Versione

Oltre seimila metri di pellicola girati
francese e inglese con sottotitoli inglesi / tra il 1920 e il 1938 fanno di lui un es-
French and English version with English ploratore ed etnografo di vaglia. Grazie
subtitles Da: Cinémathèque Royale

al lavoro di conservazione e di restauro
de Belgique █
Digitalizzato nel 2017 di questo patrimonio cinematografico
da Cinémathèque Royale de Belgique abbiamo oggi la possibilità di (ri)sco-
presso Cinematek Digilab a partire da prire il marchese de Wavrin, regista in
copie nitrato e rushes / Digitized in 2017 pectore, amico e sostenitore degli indi-
by Cinémathèque Royale de Belgique at ani dell’Alta Amazzonia.
Cinematek Digilab from nitrate prints and Marquis de Wavrin. Du manoir à la jungle
rushes If a man finds himself facing another
man, he will say to him: “I am a man. ethnographic cinema was already mak-
Se un uomo si trova di fronte a un al- Who are you?” and the other man will ing itself known.
tro uomo, gli dirà: “Io sono un uomo. answer: “I too, am a man”. Starting from rushes found in the
Tu chi sei?” e l’altro risponderà: “Sono Cinématèque Royale de Belgique, Grace
un uomo anch’io”. No one knows of him. Books and articles Winter and Luc Plantier dug deep to
on visual anthropology – a subject that be- reconstruct the history of de Wavrin.
Nessuno sa niente di lui. I libri e gli came of great importance in the domain of He was the first white man to film the
articoli sull’antropologia visiva – tema social anthropology – ignore the fact that Shuars (called Jivaro by the Spanish) at
che ha finito per assumere una grande there is a Belgian, the Marquis Robert de the end of the 1920s. More than 6000
importanza nell’area dell’antropologia Wavrin, who figures among the precursors meters of film footage shot between 1920
sociale – ignorano che tra i precurso- of ethnographic cinema. He is one of the and 1938 show him to be a renowned
ri del cinema etnografico c’è un bel- very first to have used a 35mm camera explorer and ethnographer. Thanks to
ga, il marchese Robert de Wavrin. De like a notebook to record the habits and the preservation of this cinematograph-
Wavrin fu uno dei primi a usare una customs of the Indians of South America. ic heritage at the Cinématèque Royale
macchina da presa 35mm per docu- Following the height of his fame in the de Belgique, today we (re)discover the
mentare gli usi e i costumi degli indi- thirties, then his forced retreat from life Marquis de Wavrin, filmmaker at heart,
ani dell’America meridionale. in the jungle after World War II, he slow- friend and supporter of the Indians of
Raggiunto l’apice della notorietà negli ly faded into obscurity, which, up until the Upper Amazonian forest.
anni Trenta, dopo la Seconda guer- now, has become almost absolute. The
ra mondiale Wavrin fu costretto a fact also that his first film was lost – it has
rinunciare alla vita nella giungla e fu recently been restored by the Cinématèque
lentamente dimenticato fino a cadere Royale de Belgique – reinforced this lack VOYAGE AU CONGO
quasi completamente nell’oblio alme- of awareness of the importance of his role Francia, 1927 Regia: Marc Allégret
no fino a oggi. Il fatto che il suo primo as a precursor. His second film, Au pays
film – recentemente restaurato dalla du scalp (In the Scalp Country, 1931), █
Scen.: André Gide, Marc Allégret. F.:
Cinémathèque Royale de Belgique – is occasionally cited here and there as a Marc Allégret. M.: Marc Allégret, Alberto
fosse considerato perduto, ha accen- pioneering work, but at a time when Cavalcanti. Prod.: Pierre Braunberger,

130
Néo-Films DCP. D.: 117’. Bn. Didascalie

giungono nuovamente il porto di Bor- sta si diverte anche a mettere in scena,
francesi con sottotitoli inglesi / French deaux. […] Allégret gira Voyage au Con- come in un film di finzione, una vicen-
intertitles with English subtitles █
Da: go senza alcuna esperienza, conciliando da sentimentale. Una sequenza curiosa
Les Films du Jeudi Restaurato da Les

le riprese con le mansioni principali e in netto contrasto con lo stile docu-
Films du Panthéon in collaborazione con affidategli da André Gide e dovendo ri- mentario e la cronaca di viaggio, che
Les Films du Jeudi con il contributo di spettare tappe e ritmi del viaggio. generalmente comportano una certa
CNC – Centre national du cinéma et de [...] Voyage au Congo è un film asciut- distanza necessaria a preservare la natu-
l’image animée e Cinémathèque française to e sorprendente, contraddistinto da ralezza e la spontaneità degli individui.
presso il laboratorio Hiventy a partire dal un’estetica piuttosto rara per l’epoca e Hervé Pichard
negativo originale conservato da CNC, incentrato non sul viaggio dei due uo-
un controtipo di Cinémathèque française mini, ma su luoghi e tribù singolari e In 1925, Marc Allégret directed his first
e una copia di BFI – National Archive. ancora ignoti al grande pubblico. feature, a documentary film about Equa-
Musica originale composta da Mauro Nel 1927, mentre Marc Allégret è im- torial Africa entitled Voyage au Congo
Coceano / Restored by Les Films du pegnato a montare il film, André Gide in which he respectfully reveals his esteem
Panthéon in collaboration with Les Films pubblica per Gallimard il giornale di for the peoples encountered, the ordinary
du Jeudi with the support of CNC – Centre bordo intitolato Voyage au Congo, cui gestures, the games, dances and rituals,
national du cinéma et de l’image animée segue nel 1928 Le Retour du Tchad. Il the physical beauty and the landscape.
and Cinémathèque française at Hiventy film è una sorta di testimonianza visiva André Gide, the instigator of this proj-
laboratory from the original negative print del diario di viaggio di Gide. Rappre- ect, was at that time working under the
preserved by CNC, a controtype preserved senta tuttavia un’opera a se stante, il cui auspices of the Ministry for the Colonies.
by Cinémathèque française and a copy sguardo personale si distingue da quello Gide was already an established writer.
from BFI – National Archive. Original score dello scrittore. Il libro denuncia i mi- He had dreamt of travels through Africa
composed by Mauro Coceano sfatti dell’amministrazione coloniale, from an early age and expressed renewed
posizione politica condivisa da Allég- interest in the continent after his friend,
Marc Allégret gira nel 1925 il suo pri- ret. Il film si limita spesso a descrivere the Protestant clergyman Élie Allégret
mo film, Voyage au Congo, un docu- la bellezza dei popoli incontrati – “I (Marc’s father) came home from Cam-
mentario sull’Africa equatoriale nel giochi di luce sui corpi scuri che l’acqua eroon in October 1922. Gide decided to
quale esprime con sguardo rispettoso ha reso lucenti come bronzo levigato” – arrange a trip and asked the filmmak-
la propria ammirazione per i popoli ignorando volontariamente la presenza er-to-be to act as his secretary and help
incontrati, i gesti familiari, i giochi, le coloniale e quella dei bianchi. Il regi- arrange an itinerary. And so it was that
danze e i rituali, la bellezza dei corpi e
dei paesaggi.
L’iniziativa del viaggio è di André Gide,
in missione per contro del Ministero
delle Colonie. All’epoca già scrittore di
fama, fin da giovanissimo sogna di viag-
giare in Africa e manifesta nuovamente
il proprio interesse per l’Africa subsaha-
riana in seguito al ritorno dalla missione
in Camerun del pastore protestante Élie
Allégret (suo amico e padre di Marc),
nell’ottobre del 1922. Per organizzare
l’avventura africana Gide propone al
futuro cineasta un posto di segretario
con il compito di aiutarlo a pianificare
l’itinerario. È di fatto Marc Allégret che,
oltre a garantire l’organizzazione della
spedizione, prepara ed effettua da solo
le rischiose riprese. [...]
Gide e Allégret si imbarcano a Bordeaux
sul piroscafo L’Asie e salpano per Dakar
il 18 luglio 1925. Undici mesi dopo, il
31 maggio 1926, i due viaggiatori rag- Voyage au Congo

131
Marc Allégret organized the expedition Tadié-Cinéma-Production █
DCP. D.: 29’. conoscono evidenti segni di disprezzo
as well as preparing and shooting this Bn. Versione francese con sottotitoli inglesi e di razzismo che distinguono le arti
perilous film entirely on his own. […] / French intertitles with English subtitles █
in funzione delle loro origini. In tale
The two men embarked on L’Asie, a lin- Da: Cinémathèque française Restaurato

contesto, com’è possibile comprende-
er, departing Bordeaux for Dakar on July nel 2018 da Cinémathèque française in re e apprezzare veramente le sculture
18th, 1925. Eleven months later, on May collaborazione con Présence Africaine africane portatrici di tradizioni orali
31st, 1926, they returned to Bordeaux. grazie al contributo di CNC – Centre tanto complesse quanto oscure? Sono
[…] Marc Allégret shot Voyage au Con- national du cinéma et de l’image animée le domande poste dai due registi, che
go with no previous filmmaking experi- presso il laboratorio Hiventy / Restored si interrogano sull’identità dell’arte
ence, with the constraint of a main job in 2018 by Cinémathèque française in africana e più in generale sulla colloca-
working for André Gide, keeping to his collaboration with Présence Africaine zione dell’arte nei musei.
itinerary and his pace of travel. thanks to CNC – Centre national du cinéma […] L’arte africana si situa in un luogo
[…] Voyage au Congo is an astonish- et de l’image animée at Hiventy laboratory particolare tra la vita e la morte. Osses-
ingly uncluttered work, unusually so for sionato da questa idea, il film strega lo
the period. It focuses not on the two men I due registi, eterni testimoni della Sto- sguardo per ragioni al contempo for-
and their journeying but on the places ria, accompagnati dal direttore della fo- mali, storiche e in fin dei conti politi-
and unique tribes encountered that were tografia Ghislain Cloquet, offrono un che. Se Alain Resnais e Chris Marker
unknown to the general public of the day. documentario carnale e impertinente discettano volentieri di ‘botanica della
As Marc Allégret was cutting his film, sull’‘arte negra’, sulla bellezza delle morte’ è anche per metterci di fronte
André Gide published, in 1927, with opere e sul loro ruolo nella cultura afri- alla nostra responsabilità di coloniz-
Gallimard, a travel diary entitled Voy- cana minacciata dalla colonizzazione zatori irrispettosi degli uomini, delle
age au Congo, then, one year later, Le francese e dall’influenza irresponsabile terre e della loro cultura. Il film è un
Retour au Tchad (Return to Chad). In degli europei. L’ultima parte del film – monito contro questo accecamento
some sense, the film represents an animat- censurato per dieci anni – critica aper- irredimibile e incoraggia una presa
ed representation of André Gide’s diaries. tamente il comportamento colonialista di coscienza adottando una posizione
But it remains a work of art in its own francese. Les Statues meurent aussi è particolarmente ottimista per l’epoca:
right, offering a point of view that is not anche un film di montaggio dall’im- l’uguaglianza tra neri e bianchi.
the writer’s. The book assumes a political pareggiabile eleganza, sorretto da no- Hervé Pichard
tone, criticizing the misdeeds of colonial tevoli giochi di luce tesi a restituire un
government. Though Marc Allégret shared approccio formale ipnotico. I registi Acting as solemn witnesses before history,
this view, his film seems content to describe filmano nella penombra il legno nero Chris Marker and Alain Resnais, togeth-
the beauty of the people encountered. “The di seducenti sculture africane, unica er with cinematographer Ghislain Clo-
play of sunlight on dark skin upon which testimonianza di tradizioni e civiltà di- quet give us an almost erotic and imper-
water laid a shiny coat of polished bronze”, menticate, come filmeranno poi i volti tinent take on ‘l’Art nègre’ (Negro Art);
deliberately ignores the presence of colonial e la pelle degli uomini. on the beauty of the pieces and their
authorities and white settlers. The director Il collettivo Présence Africaine, fonda- place in African culture as it spins into
also enjoys including a love story, as in a to da Alioune Diop, propone a Alain decline in face of French colonial policies
drama. This is an unlikely sequence that Resnais e a Chris Marker di girare un and irresponsible European influence in
marks a break with usual travel documen- documentario sull’‘arte negra’, concet- general. The film was censored for ten
tary modes that rely on a process of detach- to relativamente nuovo e ancora scan- years on account of the overt criticism of
ment to preserve a naturalistic spontaneity daloso agli inizi degli anni Cinquanta, French colonial attitudes which comes in
in the individuals depicted. dato che i paesi colonizzatori avevano the last part. Les Statues meurent aussi
Hervé Pichard a lungo considerato i popoli africani is also a montage film of unparalleled
incapaci di intraprendere percorsi di elegance, that benefits from remarkable
creazione artistica. […] film lighting and offers a hypnotic and
Alain Resnais, che ha già girato Van formal approach to filmmaking. The
LES STATUES MEURENT Gogh e Guernica, constata che l’‘arte directors film the dark, carved wood of
AUSSI negra’, relegata al Musée de l’Hom- intriguing African artworks, the last
Francia, 1953 me anziché essere esposta al Louvre, relics of forgotten civilizations and tra-
Regia: Chris Marker, Alain Resnais è di fatto considerata esclusivamente ditions, in shadow, as they will come to
dal punto di vista etnografico. Anche film men’s faces and flesh later on.

Scen.: Chris Marker. F.: Ghislain Cloquet. nel settore della conservazione e della Présence Africaine, a collective estab-
M.: Alain Resnais. Mus.: Guy Bernard. Prod.: valorizzazione delle opere d’arte si ri- lished by Alioune Diop, commissioned

132
che e brutalmente militari che sia mai
stata portata sullo schermo”. Opera di
Herbert Kline, membro del collettivo
newyorkese di sinistra Film and Pho-
to League, e del fotografo e monta-
tore ceco Alexandr Hackenschmied
(in seguito noto come Hammid),
questo angosciante documentario of-
fre un’immagine dell’Europa sull’orlo
della guerra. Dalle truppe naziste che
entrano nella città libera di Danzica
(prontamente filmate da Kline e dal
suo giovane operatore, Douglas Slo-
combe, qui al suo primo incarico pro-
fessionale), ai londinesi che dispongo-
no sacchi di sabbia lungo le sponde
del Tamigi scrutando ansiosamente il
cielo in attesa della prima ondata di
Les Statues meurent aussi bombardieri tedeschi.
Con un testo scritto dal romanziere
Alain Resnais and Chris Marker to make sounds the alarm about our irretriev- britannico James Hilton (Lost Hori-
a documentary film about ‘L’Art nègre’, able blindness and urges a raising of zon) e letto dall’attore Fredric March,
a relatively new and scandalous concept consciousness by speaking, with consid- Lights Out in Europe era rivolto a un
in the early 1950s. For years, imperial erable optimism for its time, of equality pubblico americano ancora incerto
powers had considered that African peo- between black people and white people. sull’eventuale ruolo degli Stati Uniti
ples had shown themselves incapable of Hervé Pichard nel conflitto europeo. Con le sue in-
entering into a creative process. […] delebili immagini di rifugiati in fuga
Alain Resnais, who had already made dalle truppe naziste, comprese le stra-
Van Gogh and Guernica, observed that, zianti conseguenze di un attacco aereo
in Paris,‘L’Art nègre’ was relegated to the LIGHTS OUT IN EUROPE contro un treno che trasportava donne
Musée de l’Homme and not shown at the USA, 1940 Regia: Herbert Kline e bambini verso il confine polacco, il
Louvre, thus underlining its ethnograph- documentario espone le sue ragioni
ic rather than its artistic status. Clearly, █
Scen.: James Hilton. F.: Alexandr senza indorature propagandistiche.
even where conservation and promotion Hackenschmied, Douglas Slocombe. M.: Per John Ford, citato nelle inserzioni
are concerned, traces of racism and con- Herbert Kline. Mus.: Werner Janssen. Int.: pubblicitarie sui giornali, Lights Out
tempt categorize artforms according to Fredric March (voce narrante). Prod.: in Europe era “l’uso più intelligente
origin. In this context, there could be no Herbert Kline, Films for Peace, Inc. DCP. D.:

finora fatto della macchina da pre-
way of understanding and truly valuing 63’. Bn. Versione inglese / English version sa” mentre la rivista comunista “New
African sculpture, that embodied com- █
Da: MoMA – The Museum of Modern Art, Masses”, leale al patto di non aggres-
plex and uncertain oral traditions. New York Restaurato nel 2017 da MoMA

sione tra Germania e Unione Sovieti-
The two directors raise precisely these is- presso il laboratorio Deluxe a partire da ca, ammonì severamente i suoi lettori
sues, the nature of African art and the un frammento del negativo nitrato e un scrivendo che “avrebbero fatto meglio
place of art in museums. […] African positivo 16mm completo / Restored in a stare alla larga dal film”.
art sits in a particular space between 2017 by MoMA at Deluxe laboratory from Dave Kehr
life and death. Their film focuses on this a fragment of a nitrate negative and a
idea, which comes to haunt our vision, complete 16mm positive print Released in April, 1940, Lights Out in
for formal, historical and indeed polit- Europe offers, in the words of B.R. Crisler
ical reasons. Alain Resnais and Chris Uscito nell’aprile del 1940, Lights Out in the “New York Times”, “the first pan-
Marker choose to consider what they call in Europe offre, per citare B.R. Crisler oramic picture of the world crisis in all its
‘the botany of death’ in order to make us del “New York Times”, “la prima pa- infinite political, economic, racial, pro-
understand our responsibility as mem- noramica della crisi mondiale in tutte pagandistic and brutally military ramifi-
bers of a colonial order that holds men, le sue infinite ramificazioni politiche, cations which has yet reached the screen”.
land and culture for nothing. The film economiche, razziali, propagandisti- The work of Herbert Kline, a member of

133
non credenti, oppositori politici, resi-
stenti di ogni genere…
Dopo aver assistito alla conquista del
potere assoluto da parte del terrore nel
giro di poche settimane, questi cittadi-
ni tedeschi di ogni fede e convinzione
vissero e osservarono l’‘allineamento’
di tutta la società tedesca fino alla spa-
ventosa ‘notte dei cristalli’ del novem-
bre 1938, ottant’anni fa. Le migliaia
di pagine coperte dalla loro scrittura
e provenienti da tutto il mondo sono
state fino a oggi sostanzialmente di-
menticate.
Questa eccezionale indagine svolta a ri-
dosso dei fatti ci fa sentire per la prima
volta le voci delle donne e degli uomi-
ni che fecero in tempo a fuggire dalla
Germania nazista e ci offre la possibi-
Ma vie en Allemagne au temps de Hitler lità di conoscere questo paese affasci-
nante attraverso i film amatoriali girati
New York’s left-leaning Film and Photo to the German-Soviet Nonaggression Pact, all’epoca.
League, and the Czech photographer and sternly warned its readers, “Everybody had
editor Alexandr Hackenschmied (later better stay away from this picture”. In the summer of 1939 a major enquiry
known as Hammid), this pulse-pounding Dave Kehr was launched by three professors of the
documentary offers an image of Europe University of Harvard in the United
on the very brink of war, from German States, addressing Germans who had fled
troops rolling into the Free City of Dan- their country since Adolf Hitler came to
zig (captured on the spot by Kline and MA VIE EN ALLEMAGNE AU power. They were to describe their lives in
his young cinematographer, Douglas Slo- TEMPS DE HITLER Germany before and after January 30th,
combe, here on his first professional as- Francia, 2018 Regia: Jérôme Prieur 1933, and say why they chose exile. Men
signment) to Londoners lining the banks and women of all ages, Jews, but also
of the Thames with sandbags as they look █
T. int.: My Life in Hitler’s Germany. Protestants, Catholics, non-believers, po-
anxiously into the sky, awaiting the first F.: Renaud Personnaz. M.: Isabelle litical opponents, resistants of all kinds…
wave of German bombers. Poudevigne. Mus.: Marc-Olivier Dupin. After having witnessed the seizure of ab-
With a narration written by the British Int.: Ute Lemper (voce narrante). Prod.: solute power carried out by terror in a few
novelist James Hilton (Lost Horizon) and Dominique Tibi, per Roche Prodution, weeks, these Germans of every conviction
read by the actor Fredric March, Lights Arte France con la partecipazione di Toute and every faith lived and observed the
Out in Europe was addressed to an l’Histoire e il sostegno della Fondation ‘bringing into line’ that the entire Ger-
American public still uncertain of what pour la Mémoire de la Shoah DCP. D.:

man society was subjected to – until
role, if any, the United States should play 104’. Bn e Col. Versione inglese / English the terrible ‘Kristallnacht’ in November
in the European conflict. With its indelible version Da: Arte France

1938, 80 years ago. The thousands of
images of refugees fleeing before the Nazi pages they covered with their writing and
troupes, including the heartbreaking after- Nell’estate del 1939 tre professori sent from the four corners of the globe
math of an aerial attack on a train carry- dell’Università americana di Harvard have mostly been overlooked until today.
ing women and children to the Polish bor- avviarono un’indagine sui tedeschi che This exceptional survey, carried out in the
der, the documentary makes its case with- erano fuggiti dal loro paese in seguito immediate aftermath, lets us hear for the
out propagandistic embellishment. For the all’ascesa di Adolf Hitler. Fu loro chie- first time the voices of these women and
director John Ford, quoted in newspaper sto di descrivere le loro vite in Germa- men who managed to flee the country of
advertisements, Lights Out in Europe nia prima e dopo il 30 gennaio 1933, the Nazis and gives us the opportunity to
was “the most intelligent use to which the e di raccontare perché avessero scelto better understand this fascinating coun-
camera has yet been put”, while the Com- l’esilio. Uomini e donne di tutte le età, try through the amateur films shot at that
munist review “New Masses”, committed ebrei ma anche protestanti, cattolici, time.

134
LA SEINE A RENCONTRÉ cinéma vérité. La scelta di Ivens di os- film critic and historian, Georges Sadoul
PARIS servare spontaneamente, direttamente […]. Sadoul was behind the basic idea
Francia, 1957 Regia: Joris Ivens e concretamente la vita sociale ed eco- for La Seine, inspired by captions he had
nomica, facendo in modo che il suo written for Parisian photos by Henri

T. int.: The Seine Meets Paris. Sog.: film segua da vicino e senza interagirvi Cartier-Bresson and not surprisingly by
Georges Sadoul. Scen.: Jacques Prévert. F.: la vita quotidiana che scorre lungo il Ivens’s own work on rivers in Das Lied
Philippe Brun, André Dumaître. M.: Gisèle fiume parigino, è un chiaro effetto del- der Ströme (Song of the Rivers, 1954)
Chézeau. Mus.: Philippe-Gérard. Int.: Serge la reviviscenza di Vertov. [...] itself. Ivens requested the chance to de-
Reggiani (voce narrante). Prod.: Garance Come il fiume che ritrae, La Seine è velop the stalled treatment, and the two
Films DCP. D.: 31’. Bn. Versione francese

fluido, inesorabile, maestoso, vibrante of them fleshed it out in long walks on
/ French version Da: Tamasa Distribution

di gorghi profondi e di tensione cine- the riverbank where they discovered they

Restaurato nel 2018 da Tamasa presso il tica. […] Dal punto di vista puramen- were both observing the same aspects of
laboratorio L’Image Retrouvée / Restored te cinematografico, il documentario urban life along the famous river. […]
in 2018 by Tamasa at L’Image Retrouvée offre un ricco ritratto visivo della vita The resonances of the emergent hybrid
laboratory sociale parigina, sempre ripresa dal ‘lyricism’ Ivens would effect in La Seine
lungofiume, dai tanti ponti e soprat- had much broader implications than his
La Seine è il premiato saggio ‘lirico’ che tutto dalla superficie dell’acqua. own individual personal aesthetic and
riafferma Joris Ivens in Occidente […] Thomas Waugh, The Conscience of career trajectory. It tapped a Zeitgeist,
e consolida la sua posizione a Parigi. Cinema: The Work of Joris Ivens 1912- and the name of Ivens’s old acquaintance
Lo sviluppo e la produzione del film 1989, Amsterdam University Press- Vertov must now be brought back on this
furono un glorioso esempio di colla- EYE Filmmuseum, Amsterdam 2016 account to flesh out this claim. [...]
borazione in un luogo e in un tempo It is not far-fetched, then, to concur with
propizi. Sin dal 1938 Ivens aveva col- La Seine is the prizewinning ‘lyrical’ es- Sadoul about La Seine as an homage
tivato l’amicizia con l’influente critico say that re-established Joris Ivens on the to Dziga Vertov’s ‘life-caught-unawares’
e storico comunista parigino Georges Western scene […] and consolidated his aesthetic, a revival of the kino-eye sen-
Sadoul […]. Fu Sadoul ad avere l’idea Paris foothold. Its development and pro- sibility and exploration of the cinéma
di partenza per La Seine, ispirandosi duction were a triumph of networking vérité doctrine. Ivens’s tactic of sponta-
alle didascalie scritte per alcune foto within a conducive time and place. Since neously, directly, and materially observ-
di Parigi di Henri Cartier-Bresson e, 1938, Ivens had nurtured his friendship ing public social and economic life, and
naturalmente, dal lavoro sui fiumi del- with the influential Parisian communist his film’s non-interactive close following
lo stesso Ivens in Das Lied der Ströme
(Song of the Rivers, 1954). Ivens propo-
se di riprendere in mano il progetto, e
lui e Sadoul lo precisarono nel corso di
lunghe camminate sul lungosenna du-
rante le quali si accorsero di essere col-
piti dagli stessi aspetti della vita urbana
sulle sponde del famoso fiume. […]
I riflessi del nascente ‘lirismo’ ibrido
elaborato da Ivens in La Seine avevano
implicazioni che andavano oltre la sua
estetica personale e la sua carriera. At-
tingevano a uno Zeitgeist, e il nome del
vecchio amico di Ivens, Dziga Vertov,
veniva richiamato in vita a sostanziar-
ne l’assunto. [...]
Non è una forzatura, dunque, tro-
varsi d’accordo con l’affermazione di
Sadoul secondo cui La Seine sarebbe
un omaggio all’estetica della ‘vita presa
alla sprovvista’ di Dziga Vertov, una ri-
nascita della sensibilità del cine-occhio
e un’esplorazione della dottrina del La Seine a rencontré Paris

135
of the everyday as it unfolded on the tant, un Nagra e piccole cineprese filmmakers, I helped set up an organi-
banks of the Parisian river, were a clear meccaniche, Paillard Bolex o Pathé zation called l’ARC (Atelier de Recher-
ricochet of the Vertov revival.[...] Webo, un magnetofono Uher. Quan- che Cinématographique), out of which
Like the river itself, the finished La Seine do la Sorbona fu circondata dalla po- came forth a series of political and rev-
is fluid, inexorable, majestic, vibrant lizia eravamo nel Quartiere Latino con olutionary films. In those days l’ARC
with underwater eddies and kinetic ten- le nostre attrezzature. Ma nessuno si was a politically committed cooperative,
sion. […] Speaking purely cinematical- aspettava una rivolta simile! La vivem- heavily engaged in the campaign against
ly, the documentary offers a rich visual mo un po’ come un sogno, filmando- the war in Vietnam. The cadres all came
canvas of Paris social life, all from the la [...]. Avevamo tutti la sensazione di from anti-imperialist, anti-capitalist and
point of view of the river’s paved banks, vivere la nostra rivoluzione d’ottobre! anti-Stalinist backgrounds. Some were
from its many bridges and, most impor- Il maggio del ’68 era il mese della pa- situationists or anarchists. I was the only
tantly, from the water’s surface. rola, delle decisioni prese in uno spi- person connected with the Jeunesse com-
Thomas Waugh, The Conscience of rito di uguaglianza, della democrazia muniste révolutionnaire. Our means
Cinema. The Work of Joris Ivens 1912- diretta nei comitati. Era una fuga, una were initially limited: a Coutant cam-
1989, Amsterdam University Press-EYE vibrazione di vita, un’esultanza, un era, a Nagra plus a few wind-up camer-
Filmmuseum, Amsterdam 2016 momento di rottura, la bellezza del as, a Pailland Bolex, a Pathé Webo and
rifiuto, la gioia di condividere, un’at- a Uher sound-recorder. When the police
tenzione per l’altro e per ciascuno. Un surrounded the Sorbonne, we were right
popolo che si ergeva per dire no e po- there, in the Latin Quarter, with our gear.
L’ÎLE DE MAI ter finalmente influire sulla storia. No one was expecting such revolutionary
Francia, 2018 Regia: Michel Andrieu, Per il cinquantenario ci siamo detti che events to blow up. We lived through them
Jacques Kébadian dovevamo fare un film in cui il Mag- in a daydream, even as our cameras were
gio ’68 fosse finalmente raccontato da rolling […]. We all felt we were experi-

Sog.: da un’idea di Michel Andrieu. coloro l’avevano vissuto filmandolo, encing our very own October revolution!
Immagini: Renan Pollès, Jean-Pierre Thorn, come noi, e non semplicemente com- May 1968 was a month of oratory, a
Jean-Denis Bonan, Jean-Noël Delamarre. mentando immagini d’archivio. Non month of egalitarian decision-making
M.: Maureen Mazurek. Mus.: René-Marc si trattava nemmeno di fare un’analisi o and direct democracy in every group and
Bini. Prod.: Matthieu De Laborde, Iskra una lezione di storia. Ci siamo basati su committee. It was like a fugue, a vibrant

DCP. D.: 81’. Bn. Versione francese con tutti i materiali filmati dal nostro col- and living heightening of spirits, a break
sottotitoli inglesi / French version with lettivo e da altri cineasti militanti che with the past, heady with the magic of
English subtitles Da: Iskra

avevano scelto di condividere le loro saying no, the joy of sharing and caring
immagini e i loro suoni. Personalmen- for others and for each other. A people
Avevo 28 anni. Come ex allievo dell’In- te volevo che il film fosse privo di un was rising and saying no. At last, a peo-
stitut Cinématographique (IDHEC) commento o di una voce off aggiunti ple was impacting on its own history.
ero stato aiuto regista di Robert Bres- a posteriori. Questo presupposto ra- For the fiftieth anniversary of May 1968,
son in due film (Au hasard Baltha- dicale si è via via imposto in sede di we felt that the time had come to make
zar, Mouchette) e avevo girato il mio montaggio, come se le sequenze gira- a film to show what it was like to have
primo mediometraggio, Trotsky, con te cinquant’anni fa non ammettessero experienced these events as filmmakers,
Patrice Chéreau. […] In quel conte- la presenza di corpi estranei. Perché il and not just produce ex-post-facto work
sto repressivo fondai con altri cineasti passato potesse farsi presente, del resto, based on hindsight commentary and
l’ARC (Atelier de Recherche Cinémat- era necessario eliminare i commenti archival material. Our idea was not to
ographique) che fu all’origine di tutta ideologici e conservare solo le informa- generate analysis, not to teach the history
una serie di film di carattere politico e zioni oggettive e fattuali. but to offer a film distilled from all the
rivoluzionario. All’epoca l’ARC era un Jacques Kébadian films shot within our collective, as well as
collettivo militante molto impegnato work made by other politically commit-
nelle proteste contro la guerra del Vie- I was eighteen years old, an alumnus of ted filmmakers who were able to donate
tnam. Il contesto politico aggregava Paris’ Institut Cinématographique (ID- images and sound. Personally, I was keen
l’anti-imperialismo, l’anticapitalismo, HEC). I had been Robert Bresson’s as- from the start that this should come with-
l’antistalinismo, alcuni erano situazio- sistant director on two films (Au hazard out any form of comment on voiceover;
nisti o anarchici, solo io ero legato alla Balthazar, Mouchette). I had also shot and gradually, as the editing process pro-
Jeunesse communiste révolutionnaire. my first medium-length film, Trotsky, ceeded, this radical approach did come
All’inizio i nostri mezzi erano molto starring Patrice Chéreau […]. In this to make sense, as if sequences shot fifty
limitati: una macchina da presa Cou- repressive context, together with other years ago might only reject alien material

136
grafted from another era. Indeed, we had
to erase the ideological commentary of the
time in order to make the material work
for today’s audiences, retaining only fac-
tually objective information.
Jacques Kébadian

CANNES 68, RÉVOLUTION


AU PALAIS
Francia, 2018 Regia: Jérôme Wybon


Int.: Philippe Résimont (voce narrante),
Costa Gavras, Claude Lelouch, Milos
Forman, Thierry Frémaux, Dominique
Delouche, Claude Chabrol, Géraldine
Chaplin, Jean-Pierre Dionnet, Philippe
Rouyer. Prod.: L’Atelier d’images – Savage
Film █
DCP. D.: 55’. Bn e Col. Versione Cannes 68, révolution au Palais
francese con sottotitoli inglesi / French
version with English subtitles Da: L’Atelier

caleidoscopico rievoca i fatti che con- Festival be stopped and the filmmakers
d’image dussero a quel gesto senza preceden- in competition who want their films to
ti, perché “il Maggio ’68 è nato sugli be screened, in particular the Czechs in-
Le immagini d’archivio sono affasci- scalini della Cinémathèque”. Viene spired by the short-lived Prague Spring.
nanti: Truffaut e Godard che si appen- rievocato l’‘affaire Langlois’, che a feb- Dominique Delouche movingly says:
dono al sipario del Palais des Festivals braio aveva contrapposto il mondo del “Tomorrow I risk becoming famous but
per impedire una proiezione; Godard cinema al ministro della cultura André out of solidarity I withdraw my film
che lancia la sua formula divenuta ce- Malraux. Manifestazioni violente, ar- from the competition. Nevertheless, I
lebre: “Io vi parlo di solidarietà agli retramento del governo e intervento di would like it if somebody watched it…”.
studenti e agli operai, e voi mi parla- un giovane Cohn-Bendit che aggiorna Unfortunately for him, it was the im-
te di carrelli e primi piani!”; Polanski i rivoluzionari cinefili! Peccato che la ages of the great Capernaum that the
che gli risponde, irritato: “Tutto quel- conclusione lasci così poco spazio alle 21st edition turned into, after it was
lo che mi dici mi ricorda moltissimo conseguenze della rivoluzione al Palais abruptly interrupted on the 18th May
i giorni che ho passato in Polonia in per il mondo del cinema. In un pros- 1968, which were destined to last. This
un’epoca chiamata staliniana”… simo episodio? kaleidoscopic documentary recalls the
Ci sono due clan contrapposti: gli ide- Anne Dessuant, “Telerama”, events that led to that unprecedented act,
ologi (maoisti e no) venuti da Parigi 23 maggio 2018 because “May 68 was born on the steps
che chiedono l’interruzione del Fe- of the Cinémathèque”. It also recalls the
stival di Cannes e gli autori dei titoli The archival images are fascinating: ‘Langlois affair’, which in February had
in concorso che vogliono mostrare le Truffaut and Godard hanging from the pitted the cinema world against the Min-
loro opere, in particolare i cechi ispi- Palais des Festivals’ curtains to prevent ister of Culture André Malraux. Violent
rati dall’effimera primavera di Praga. a screening from taking place; Godard demonstrations, the government’s retreat
Dominique Delouche dichiara, com- shouting his soon-to-be-famous phrase: and a young Cohn-Bendit bringing the
mosso: “Domani rischio di diventare “We’re talking about solidarity with revolutionary cinephiles up to date! It is
famoso ma per solidarietà ritiro il mio the students and the workers and you’re a shame that the ending devotes so lit-
film dal concorso. Mi piacerebbe co- speaking about travelling shots and tle time to the consequences of the Palais
munque che qualcuno lo vedesse…”. close-ups”; Polanski responding, irritat- revolution for the future of the cinema.
Purtroppo per lui, a restare impresse ed, “Everything you say reminds me of For a future episode, perhaps?
sono state le immagini della gigante- the days I spent in Poland during the Anne Dessuant, “Telerama”,
sca cafarnao che fu quella ventunesima Stalinist era”… There are two opposing 23 May 2018
edizione, bruscamente interrotta il 18 clans: the ideologues from Paris (Mao-
maggio 1968. Questo documentario ists or not) demanding that the Cannes

137
CINÉTRACTS
Francia, 1968


DCP. Bn. Versione francese / French
version Da: Cinémathèque française

Cinétracts numero: 001, 003, 006, 010,


011, 012, 024, 031, 032, 066, 101, 106

Che cos’è un cinétract?


Sono 2’44’’ (una bobina 16mm di 30
metri a 24 f/s) di film muto a tema po-
litico, sociale o altro, destinati a susci-
tare la discussione e l’azione.
Scegliamo di esprimere attraverso i
cinétract i nostri pensieri e le nostre
reazioni!
Perché?
Per: contestare – proporre – scioccare
– informare – interrogare – affermare
– convincere – pensare – gridare – ri-
dere – denunciare – coltivare.
Con cosa?
- Una parete, una macchina da presa,
una lampada per illuminare la parete.
- Documenti, fotografie, giornali, di-
segni, manifesti, libri, ecc. un penna-
rello, nastro adesivo, colla, un metro a
nastro, un cronometro.
- Idee.
Come?
L’ordine dei documenti da filmare (e la
loro durata) è fondamentale. Occorre
quindi preparare una piccola sceneg-
giatura o un piano di lavoro.
Partire da un’idea semplice, scomporla
in immagini a seconda del materiale
disponibile, sapendo allo stesso tem-
po andare oltre ‘la prima stesura’ e ri-
nunciare all’effetto troppo ambizioso.
Ridurre il testo (bei cartelli ben leggi-
bili come ai tempi del cinema muto)
all’essenziale: il massimo della chiarez-
za, della concisione, dell’effetto.
Prima delle riprese fare una prova,
cronometro alla mano, per stabilire la
durata di ciascuna inquadratura. Per i
testi è semplice, devono durare il tem-
po necessario a una ‘lettura lenta’. Per
quanto riguarda le immagini, bisogna
‘sentire’ il ritmo: in funzione del parti-
colare impatto dell’immagine, del suo
rapporto plastico con ciò che la prece-
de e ciò che la segue, del ruolo che le

138
viene attribuito (informazione – com- Break basic idea down into component Interviste a: Jean-Pierre Vernant, François
mento – punteggiatura – vibrazione). images, according to material available. Lissarrague, Viatcheslav Ivanov, Marios
La successione di immagini è un di- Remember not to be satisfied with first Ploritis, Mark Griffith, John Winkler,
scorso legato più o meno strettamente attempt. Forego overambitious effects. David Halperin, Nancy Laughlin, Michael
al discorso descritto. L’impatto e la Distil text (beautiful, highly legible ti- Nagler, Michel Jobert, Lee Kaminski,
possibile efficacia del cinétract sono tle-cards, as in silent movies) down to Iannis Xenakis, Manuela Smith, Cornelius
dati dalla varietà e dalle interazioni di essentials. Make as clear and concise and Castoriadis, George Steiner. D.:26’
questi discorsi. striking as possible. Episodio 2: Olympisme ou la Grèce
Usare se possibile lo zoom, non per Test before shooting, stopwatch in hand, imaginaire D.:26’
l’‘effetto zoom’ (da riservare ai rarissimi to determine required shot-length. Where Episodio 3: Démocratie ou la cité des
momenti in cui è indispensabile) ma there is text, this is easy: correct duration songes
per guadagnare tempo facendo inqua- is time taken to read slowly. Where there Interviste a: Elia Kazan, Mihalis Sakellariou,
drature molto precise (primi piani su are images, “sense” pace, according to Cornelius Castoriadis, Oswyn Murray,
documenti, dettagli di documenti...) image “weight”, aesthetic connection be- Angélique Ionatos, Michel Jobert, John
senza muovere la macchina da presa. tween successive images and image func- Winkler, Evi Touloupa. D.:26’
Filmare (immagine per immagine se tion (information, commentary, punc-
il modello di macchina da presa lo tuation, atmosphere). A succession of Il progetto si basava su un concetto
consente, altrimenti controllando il images builds a discourse loosely or more molto chiaro: esplorare l’eredità della
cronometro) il cinétract in sequen- intimately connected with discourse to be Grecia antica nelle nostre società. Pro-
za, nell’ordine di proiezione e senza commented upon. The contrast and in- ponendosi di abbracciare la totalità, da
“bianchi” intermedi. Tipicamente, il terplay between such discourses will prove questo punto di vista era un progetto
cinétract deve essere proiettato senza shocking. They will ensure a Cinetract’s rosselliniano che si occupava allo stes-
montaggio. Deve essere pronto a essere likely effectiveness. so tempo di scienze, arti, politica, an-
utilizzato non appena esce dal labora- If possible, use zoom not for zoom effects tropologia, storia. [...]
torio. (very occasionally unavoidable) but to Negli anni Sessanta e Settanta Marker
Presentiamo una decina di cinétract gain time by accurate framing (close-up era stato molto attivo sul versante del-
all’inizio di altrettante proiezioni di shots of documentary archive material la controinformazione, dei contro-re-
lungometraggi. and other details) without shifting cam- portage… A un certo punto si mise a
era. fare televisione e la fece sul serio, pro-
What is a Cinetract? Shoot frame-by-frame, if camera allows, ponendo episodi di 26 minuti, ciascu-
A 16 mm, 100-foot, silent reel, lasting or using stopwatch. Use in-camera edit- no costruito attorno a una di queste
2 minutes and 44 seconds at 24 frames/ ing, without intervening blanks. Cine- dodici parole, poi esagerò come i buo-
second, on a political, social or similar tracts are not usually edited. They should ni pasticcieri e gli episodi diventarono
theme, intended to provoke discussion be ready for use on leaving lab. tredici. […]
and action. L’umorismo si coniuga al talento
cinetracts are designed to express our be- We are showing a dozen or so Cinetracts nell’uso delle parole, in particolare
liefs and our reactions. prior to a similar number of feature-film nelle introduzioni e nelle transizioni,
but why? screenings. cosa che solitamente la televisione non
To: protest – propose – shock – inform sa fare. All’interno di ogni episodio
– question – affirm – convince – reflect – Marker fa un uso molto libero, inven-
yell – mock – denounce – educate tivo e metaforico dei riferimenti cine-
By what means? L’HÉRITAGE DE LA CHOUETTE matografici e dei materiali d’archivio
- A wall, a camera, a lamp to light wall. Francia, 1989 Regia: Chris Marker visivi e sonori. E poi c’è un inatteso
- Archival documents, photographs, senso della narrazione seriale. È bril-
newspapers, drawings, posters, books █
T. int.: The Owl’s Legacy. Sog.: da lantissimo.
etc., un’idea di Jean-Claude Carrière. Scen.: Il materiale fu organizzato in sede
- marker, Sellotape, glue, measur- Chris Marker. Int.: André Dussollier (voce di montaggio. Ma la scelta forma-
ing-tape, stop-watch. narrante) █
DCP. Col. Versione francese le principale, e a pensarci la più sor-
- Ideas con sottotitoli inglesi / French version prendente, riguarda le conversazioni
How? with English subtitles Da: Cinémathèque

a quattr’occhi. […] A questi colloqui
Document shooting order is crucial, as is française realizzati in giro per il mondo dedicò
shot duration. This requires short screen- Episodio 1: Symposium ou les idées due anni, il 1987 e il 1988.
play and/or schedule. reçues Thierry Garrel

139
Chris Marker voleva fare questo film.
La Fondazione Onassis glielo finanziò.
Chris riunì davanti alla sua macchina
da presa filosofi, scrittori, logici, uomi-
ni politici e artisti per discutere in tredi-
ci episodi di immaginario, musica, in-
teriorità, matematica, senso della storia,
misoginia, insidie del desiderio, verità
della menzogna, nostalgia e preconcetti
per concludere con gli ateniesi e la ci-
vetta, simbolo del sapere e di Atene.
Dire che il film è appassionante è
un’ovvietà. Dire che il film ha cono-
sciuto peripezie che l’hanno allonta-
nato dal pubblico è una triste realtà.
Quanto alle ragioni di questa assenza,
esse non corrispondono – tutt’altro –
ai temi principali del film, che sono la
saggezza e la libertà.
La Fondazione Onassis, nella sua ritro-
vata saggezza, ha accettato di affidare il
film di Chris Marker L’Héritage de la L’Héritage de la chouette
chouette alla Cinémathèque française.
La Cinémathèque française lo affida displayed an unexpected sense of serial- theme, which is wisdom and freedom.
a sua volta agli spettatori secondo il ization. It was absolutely brilliant. Coming to its senses, the Onassis Foun-
principio che è la sua ragion d’essere: The shape of the work was really found dation has wisely agreed to hand Chris
mostrare. Ed esprimere così la sua en- in the cutting-room. But the major Marker’s film, L’Heritage de la Chou-
tusiastica ammirazione per Chris Mar- conceptual decision and, if one consid- ette, over to the Cinémathèque française.
ker, l’uomo e la sua opera. ers, the most surprising one, came with And the Cinémathèque is making it
Costa-Gavras the face-to-face interviews. [...] Marker available to audiences, as it must, since
spent two years on these, recording in- its very raison d’être is to show. Showing
This project was rooted in a very clear terviews round the world through 1987 this film is also a means of expressing the
concept, which was to explore the shad- and 1988. Cinémathèque’s enthusiastic admiration
ow of Ancient Greece in modern society, Thierry Garrel for Chris Marker, as a person and as a
with a view to offering a complete over- filmmaker.
view. This was a Rossellini-like project Chris Marker wanted to make this Costa-Gavras
destined to take in science, art, politics, film. The Onassis Foundation paid for
anthropology, history. […] it. Chris brought philosophers, writ-
In the Sixties and Seventies, Marker ers, logicians, politicians, artists before
was kept very busy with the business of the camera to discuss imagination and INGMAR BERGMAN –
counter-information, counter-report- imaginary worlds, music, inner space, VERMÄCHTNIS EINES
age… Now he came to television. He did mathematics, sense of history, misogyny, JAHRHUNDERTGENIES
so methodically and thoroughly, offering entanglements of desire, truth in lies, Germania-Francia, 2018
26 minutes episodes, each one constructed nostalgia and received ideas over thir- Regia: Margarethe Von Trotta
around one of twelve keywords – except teen episodes, not to mention the Athens
that he ended up giving us a baker’s dozen of Athenians and the owl, symbol of wis- █
T. int.: Searching for Ingmar Bergman.
of thirteen, like any good baker.[...] dom and of the polis. To say that this Scen.: Felix Moeller. F.: Börres Weiffen-
The work was witty, especially the in- made for fascinating filmmaking is to bach. M.: Bettina Böhler. Int.: Liv Ullmann,
troductions and links. Television is not state the obvious. To say that an unfor- Ruben Östlund, Olivier Assayas, Mia Han-
usually witty. Marker sprinkled film-ref- tunately convoluted production history sen-Løve, Carlos Saura, Gunnel Lindblom,
erences freely, inventively and meta- kept the work confidential is a sad truth. Jean-Claude Carrière, Julia Dufvenius,
phorically within each episode, as well But the reasons for its not finding an au- Gaby Dohm, Daniel Bergman, Rita Russek.
as picture and sound archive. He also dience have nothing to do with its main Prod.: Guy Amon, Benjamin Seikel,

140
Stéphane Sorlat, C-Films, Mondex&cie █
i film di Bergman sono resi oscuri da she is a woman and he felt a peculiar
DCP. D. 95’. Bn e Col. Versione tedesca, uno “schermo opaco di giudizi”, e me- empathy for women. As he said himself,
svedese, inglese, francese e spagnola con ritano tanto più di essere rivisti “senza “There are several women inside me”. In
sottotitoli inglesi / German, Swedish, En- preconcetti”. È l’obiettivo di questo this sense, this film also shows Ingmar
glish, French and Spanish version with En- documentario, che ci fa riscoprire l’o- Bergman as a tireless advocate for wom-
glish subtitles Da: CGM Paris

pera di Bergman attraverso lo sguardo en on either side of the camera. Wim
della narratrice Margarethe von Trotta Wenders is quoted as saying that Berg-
Con questo film Margarethe von Trot- e di una nuova generazione di registi e man’s films were obscured by an “opaque
ta esplora e approfondisce l’opera e la di attori. Un secolo intero visto attra- screen of opinion” and that they merited
personalità di Ingmar Bergman. È un verso il prisma del presente. to be seen afresh, “without prejudice”.
universo nel quale la regista ha voluto “Alla fine del documentario mi si vede This is what von Trotta’s documentary
mettere in particolare risalto l’impor- in riva al mare, appoggiata a un grande sets out to do. Her commentary, her eye
tanza delle donne, che ebbero un ruo- scoglio. Mi sento piccolissima di fron- and the eye of a new generation of ac-
lo centrale per Bergman più che per te a quel maestro che è Bergman. La tors and filmmakers together renew the
qualsiasi altro cineasta. Margarethe roccia lo rappresenta. E mi protegge way we see Bergman: an entire century
von Trotta ci guida attraverso il docu- anche un po’. Sto sotto l’ombra be- of filmmaking seen through the prism of
mentario vestendo i panni della narra- nevola della grande pietra. È questo il today’s filmmakers.
trice e guardando ai film e alle singole senso dell’immagine”. “At the end of this documentary, I show
scene dal proprio punto di vista, in Margarethe von Trotta myself leaning against a big rock by the
quanto regista. sea. I feel tiny beside the master that is
Qual è l’importanza di Bergman per Margarethe von Trotta delves deep into Bergman. The rock stands for him. It
la generazione attuale di cineasti? Per the life and the character of Ingmar Berg- protects me. I stand in the friendly shade
rispondere a questa domanda, Marga- man, with a particular view to showing of this big rock”.
rethe von Trotta incontra attori e regi- the role of women, who were more cen- Margarethe von Trotta
sti di fama internazionale provenien- tral to Bergman’s practice than any other
ti da diversi Paesi e orizzonti, come filmmaker’s. She acts as a guide, narrat-
Carlos Saura, Olivier Assayas, Ruben ing this film, giving her point of view as
Östlund, Mia Hansen-Løve... I film an experienced director in her own right BERGMAN – ETT ǺR, ETT LIV
della trentaseienne Hansen-Løve con- on Bergman’s work and on specific scenes Svezia, 2018 Regia: Jane Magnusson
tengono forti riferimenti a Bergman. from his films.
Vanno interpretati come un ‘revival’ What place does Bergman occupy in the █
T. int.: Bergman – A Year in a Life. F.: Emil
bergmaniano? Nelle interviste von minds of today’s filmmakers? In order to Klang. M.: Hanna Lejonqvist. Mus.: Lars
Trotta chiede ai suoi interlocutori qua- answer this question, von Trotta recruits Kumlin, Jonas Beckman. Prod.: B-Reel
li scene li abbiano più ispirati, quale internationally famous actors and di- Films, SVT, SF Studios, Gotland’s Film Fund,
influenza possa essere rintracciata nelle rectors from a range of different walks Film Capital Stockholm fund, Nordsvensk
loro opere, cosa resti oggi del lavoro of cinema and countries, such as Carlos Filmunderhållning, Reel Ventures, Motlys
del regista: le sue tematiche, i suoi per- Saura, Olivier Assayas, Ruben Östlund con il supporto di Swenska Filminstitutet,
sonaggi, la sua importanza nella storia and Mia Hansen-Løve… The latter is a Norsk filminstitutt, Nordisk Film & TV fond,
del cinema. thirty-six-year-old director whose work Creative Europe █
Blu-Ray. D.: 117’. Col.
Ingmar Bergman sarebbe forse felice di contains many strong references to Berg- Versione inglese e svedese con sottotitoli
sapere che dieci anni dopo la sua mor- man. Are we witnessing a Bergman re- italiani / English and Swedish version with
te Margarethe von Trotta ha girato un vival? Von Trotta angles her interviews Italian subtitles Da: BIM Distribuzione

film su di lui: non solo perché Gli anni to discover which scenes prove most in-
di piombo era uno dei suoi film pre- spirational, where Bergman’s influence Buona parte del decennio iniziato nel
feriti, ma anche perché è una regista shows in their work and what trace, more 2010 è stato per me fortemente legato
donna, e per le donne Bergman pro- generally, remains in today’s cinema: sub- a Ingmar Bergman. Innanzitutto ho
vava un’empatia e una comprensione ject-matter, characters, relevance. passato tre anni a lavorare a una serie
particolari. Lo diceva egli stesso: “in Ingmar Bergman would have been de- televisiva e a un documentario inti-
me ci sono molte donne”. In questo lighted to learn that ten years after his tolati Trespassing Bergman. Ho girato
senso, il film celebra anche il Bergman death Margarethe von Trotta was mak- il mondo per intervistare registi che
difensore instancabile delle donne ai ing a film about him, not just because erano stati ispirati, terrorizzati, reden-
due lati della macchina da presa. Una her movie Two German Sisters was one ti e, nel bene e nel male, sorpresi da
volta Wim Wenders ha osservato che of his favourite films, but also because lui. […] Poi ho trascorso tre anni a in-

141
tervistare i collaboratori di Bergman. il suo adattamento della Prigioniera di all over the world talking to filmmak-
Dalle sue star come Gunnel Lindblom Proust. Il 2 luglio partono le riprese ers who have been inspired, terrified,
alla segretaria di edizione e produttrice del Posto delle fragole che si concludo- redeemed or, for better or worse, as-
Katinka Faragó, ai tecnici del suono e no il 27 agosto. Il 14 ottobre Nattens tounded by him. […] During the last
agli aiuti regista. Insieme dipingono il Ljus (Night Light), di cui Bergman è three years I have been talking to Berg-
ritratto variopinto di un grande artista co-sceneggiatore, esce nelle sale. Il 16 man’s co-workers. From his stars such as
che poteva essere molto stimolante ma novembre è la volta dell’adattamento Gunnel Lindblom, to his producer and
anche terrorizzante. Un uomo iper- radiofonico dei Giocatori di Gogol’, script-girl Katinka Faragó, to sound
sensibile al suono, alla luce, al cibo e ai mentre solo un mese più tardi è an- technicians and assistant directors. They
sogni, ma non particolarmente sensi- cora il Teatro Nazionale di Malmö a paint a multi-coloured image of a great
bile alle persone. Un uomo che lavora- ospitare la sua messa in scena del Mi- artist who could be very inspiring, but
va più velocemente e intensamente di santropo. Il 26 dicembre esce Il posto also terrifying. A man who is super sen-
chiunque altro nella storia del cinema. delle fragole… Una moglie, due amanti sitive to sound, light, food, dreams, but
Bergman ebbe una vita lunghissima e e sei figli avuti da quattro donne di- not really to other people. A man who
fu incredibilmente produttivo. Il mio verse. Come ha potuto gestire la sua worked harder and faster than anyone
problema era raccontare la sua storia vita privata e che influenza ha avuto else in the history of cinema.
in meno di due ore. Sembrava impos- sul suo lavoro e viceversa? Ho pensa- Bergman lived a very long life and he
sibile. Durante la mia ricer